Giornalino febbraio 2007-D.pub

Commenti

Transcript

Giornalino febbraio 2007-D.pub
Periodico di informazione del Club Camperisti
Veronesi
Stampato in proprio e
distribuito esclusivamente ai soci
Via G. Beltramini. 38
37059 Zevio (VR)
tel. 340 - 8401925
www.clubcamperistiveronesi.it
[email protected]
SCOPO SOCIALE:
L’associazione “ CLUB CAMPERISTI VERONESI” ha come scopi principali:
Promuovere tutte le iniziative per raggiungere la libera circolazione e sosta per le famiglie che praticano il
turismo itinerante con autocaravan;
Promuovere tutte le iniziative atte a creare infrastrutture che consentano lo sviluppo del turismo itinerante; Collaborare all’elaborazione e realizzazione di progetti di sviluppo delle attività socio-economiche locali, anche attraverso l’eventuale gestione d’impianti e infrastrutture;
Promuovere e valorizzare le manifestazioni culturali o altre iniziative finalizzate ad una migliore qualità
della vita sociale ed economica nonché collaborare alla loro relativa organizzazione e realizzazione;
E’ escluso dagli scopi dell’Associazione ogni finalità di lucro
SERVIZI
Ai soci vengono consegnati:
-Tessera sociale;
-Tessera C.C.I ( Camping Card International)
-Cappellino del Club
-Adesivo da applicare al camper;
-Giornalino mensile.
GEMELLATO CON:
GEMELLATO CON:
AFFILIATO CON:
IL NOSTRO DIRETTIVO
Presidente :Chignola Diego tel. 348 - 8705515
Vicepresidente: Paganotto Fabrizio tel. 348—4126241
Consiglieri:
•
Arcozzi Antonello tel. 333—2837065
•
Coltro Alessandro tel. 347—1513002
•
Pasquali Giovanni tel. 340—8141961
•
Carrara Mario
tel. 338—1591173
•
Compri Renzo
tel. 349—4432688
Le nostre mansioni:
TESORERIA e CASSA:
Paganotto Fabrizio
VIAGGI:
Chignola Diego
Pasquali Giovanni
SPONSOR
CONVENZIONI:
Paganotto Fabrizio
CONTATTI CON ALTRI CLUB :
Carrara Mario
MATERIALE SOCIALE ED ORGANIZZAZIONE EVENTI:
Arcozzi Antonello
GIORNALINO e SEGRETERIA SOCI:
Compri Renzo
MERCHANDISE e GADGETS
Coltro Alessandro
Prossima riunione: Martedì 27 Febbraio ore 21,00
-Presso la BAITA DEGLI ALPINI di San Giovanni Lupatoto vicino alle Piscine in viale Olimpia
Partecipiamo come Club alla fiera “ITALIA VACANZE” stiamo programmando
questa uscita con la possibilità della visita alla città di Milano per i giorni 3 e 4 Marzo. Vi daremo ulteriori notizie sul prossimo giornalino.
AUTORIZZAZIONE CB ANNO 2007
SCADENZA PAGAMENTO: 31 GENNAIO 2007
IMPORTO TASSA EURO 12,00
ESTREMI PER EFFETTUARE IL VERSAMENTO
DA EFFETTUARE CON BOLLETTINO POSTALE
SUL C/C 16082307
INTESTATO A:
TESORERIA PROVINCIALE DELLO STATO
CONCESSIONE GOVERNATIVE
CONCESSIONI RADIO
TASSA CB 2007.
Ricordiamo a chi ne è in possesso che l’autorizzazione non è più soggetta al rinnovo, basta solo effettuare il versamento annuale.
L’autorizzazione decade qualora non si effettui il versamento entro il termine stabilito (31 Gennaio).
Chi avesse bisogno dei moduli per fare richiesta dell’autorizzazione, li richieda al Direttivo.
SABATO 10 FEBBRAIO:
S. GIOVANNI LUPATOTO – ABANO TERME
Partenza alle ore 14.30 dal piazzale della Chiesa di Pozzo, raggiungiamo il parcheggio di Abano Terme .
Entrata alle famose terme (Euro 9) per un bagno nelle piscine termali con vasche idromassaggio, possibilità di restare all’interno fino alle ore 22.00. Per chi non volesse entrare passeggiata per le vie della cittadina. La sera tutti in pizzeria.
DOMENICA 11 FEBBRAIO:
ABANO TERME – PADOVA
Ci spostiamo a Padova per andare a visitare il centro della città e la “ Cappella degli Scrovegni” , capolavoro della pittura del Trecento considerato il ciclo più completo di affreschi realizzato da Giotto con la guida del nostro amico Paolo.
Per la visita alla Capella degli Scrovegni la prenotazione è obbligatoria con pagamento anticipato ( € 8
per gruppi di almeno 10 persone anziché 12 – ragazzi dai 6 ai 17 anni + maggiori di 65 anni ridotto € 5) .
Prenotazioni entro il giorno 06 Febbraio telefonando a Diego oppure al telefono del Club.
Con inizio alle ore 19,30 a Villafontana
presso il CIRCOLO la FONTANA (dietro la
chiesa).
Pizza party, birra e bevande, musica dal vivo con orchestra, vi aspettiamo numerosi in maschera o senza per
passare un’allegra serata in compagnia.
Costo a persona € 8,00 bambini fino a 10 anni € 5,00
Costo non soci € 10,00
Prenotazioni entro giovedì 15 Febbraio.
1)
Per prenotazioni telefonare al numero di telefono del club dalle ore 18,30 alle ore
scluso festivi oppure contattare Diego al numero 348-8705515
21,30 e-
2)
Per motivi organizzativi si invita i soci a rispettare i termini ultimi per l’iscrizione alle uscite programmate dal Club.Oltre tale data non saranno accettate ulteriori iscrizioni.I viaggi per motivi
organizzativi potranno essere annullati per mancanza di un numero minimo di partecipanti.
3)
Salvo diverse disposizioni la partenza per i viaggi e’ il venerdì ore 20,30 ed il
dal piazzale della Chiesa di Pozzo di San Giovanni Lupatoto
4)
I programmi delle uscite organizzate dal Club potranno subire variazioni prima e durante l’uscita
stessa, le variazioni saranno comunicate ai soci partecipanti appena possibile.
5)
Il Club Camperisti Veronesi ed il suo Direttivo declinano ogni responsabilità per danni causati da
incidenti a persone, mezzi e cose, nonché da furti o incendi avvenuti durante lo svolgimento delle uscite stesse.
sabato ore 14,30
NATALE A BARCELLONA …
Ecco finalmente, dopo mesi di attesa è arrivato il momento di partire. Ognuno col proprio passo, chi prima, chi dopo, Venerdì 22 Dicembre ci
siamo trasferiti tutti in Liguria dove ci attende un vento forte che ci costringe ad uscire dall’autostrada e a
percorrere in parte, la Via Aurelia
(un fuori programma che comunque ci offre panorami mozzafiato).
E’ Sabato mattina e la Francia ci
aspetta: Menton, Monaco, Nizza,
…..qualcuno ci fa notare le rocce
rosse del massiccio dell’Estèrel. E’l’ora della “pappa” quindi facciamo una
breve deviazione per pranzare nei pressi di Saint-Tropez. Si riprende la marcia
e lungo l’autostrada riusciamo ad individuare animali di tutti i tipi: cavalli,
tori, struzzi, lama, cammelli, asini e
qualcuno ha riconosciuto dei parenti! E’ ormai buio quando arriviamo a Carcassonne e a farci da faro c’è la fortezza tutta illuminata; nonostante il freddo
non rinunciamo ad una visita notturna della cittadina medioevale avvolta dalla nebbia ci regala un’atmosfera fiabesca, quasi magica e molto suggestiva.
E’ Domenica, la vigilia di Natale a metà mattina riprendiamo il viaggio tra
giganteschi impianti di energia eolica che, in questa zona sorgono come funghi, intravediamo le cime innevate dei Pirenei, nel pomeriggio arriviamo a
Montserrat per visitare il monastero benedettino dedicato alla Madonna Nera che vi è conservata. Il monastero si trova su un monte isolato e frastagliato, e la salita è piuttosto ardua.
In serata arriviamo al Camping “El Masnou”, vicino al mare; sistemiamo
i camper, ceniamo, e poi ci rechiamo in chiesa per la messa di mezzanotte
che ascoltiamo in dialetto catalano(riusciamo a capire quasi tutto). All’uscita ci soffermiamo per farci gli auguri tra lo stupore degli spagnoli
(forse non abituati) e ci sentiamo
come una grande famiglia .
E’ Natale, la giornata è splendida,
un caldo sole splende e la temperatura è vicina ai 20°. Visto che ci
siamo alzati un po’ tardi cominciamo già subito a preparare la lunga tavolata
per il pranzo, al sole e con vista mare (qualcuno dice: sembra Pasqua!). Dopo
l’aperitivo le signore danno il meglio di loro stesse; ci godiamo il lauto pasto in
compagnia con tranquillità, più tardi smaltiamo i bagordi con una passeggiata
di circa 10 Km. sul lungomare ammirando il tramonto sulla città di Barcellona.
E’ il 26 Dicembre e di buon mattino prendiamo il treno per il centro; arriviamo
in Plaza de Catalunya e entriamo subito a vedere la cattedrale dedicata a santa
Eulalia.
Ci addentriamo nei vicoli dove ammiriamo vari palazzi in stile gotico finchè arriviamo sulla Rambla, il lungo viale
dove si possono incontrare personaggi di tutti i tipi, musicisti, pittori, mimi, esibizionisti…..sul fondo, vicino al mare, si erge il monumento a Cristoforo Colombo e davanti a questo si apre il porto con varie costruzioni moderne, le
imbarcazioni vecchie e nuove che sono ancorate ci fanno sognare altri viaggi……
Mercoledì, il secondo giorno in città lo dedichiamo all’arte bizzarra di Gaudì, con la Casa Batllò, la Pedrera, la Sagrada Familia
che è un eterno cantiere all’interno e all’esterno; poi ci spostiamo
verso il parco Güell, dove l’artista si è sbizzarrito in un susseguirsi
di fontane, archi, gallerie, balaustre tempestate di mosaici coloratissimi. Per chi non è ancora stanco si và allo stadio Nou, dove
gioca il Barcellona, e non ci facciamo mancare la foto con i giocatori.
La serata è allietata dal flamenco in un locale del centro, per i più
golosi c’è la famosa paella in un ristorantino sul porto.
Giovedì, e per chi ha ancora voglia di camminare, Barcellona offre ancora molto: L’Arc de Triomf, il parco
della Ciutadella con la cascata monumentale e il laghetto , il mammuth, il parlamento della Catalunya,…
poi con il pullman saliamo al Tibidabo, il monte dove si trova il tempio espiatorio del Sacro Cuore di Gesù
e un parco dei divertimenti da dove si ammira il panorama di tutta la città.
Prima di rientrare al camping ognuno di noi cerca ancora qualcosa da comprare, qualcosa che in un modo o
nell’altro ci faccia ricordare questi luoghi.
E’ il 29 dicembre e comincia il viaggio di ritorno; “truke truke”, arriviamo ad Aigues Mortes, una cittadina
fortificata direttamente sul mare in piena Camargue, gremita di negozi di ogni tipo. Dopo cena ci gustiamo
pandoro e cioccolata calda, la notte alcuni fantasmi del castello col favore delle tenebre, con mano ignota e
furtiva, si divertono a sigillare la porta del camper a qualche amico… E’Sabato mattina e ci addentriamo
nel parco naturale della Camargue fino a Saintes Maries de la
Mer dove ammiriamo le grandi colonie di fenicotteri. Qui visitiamo il santuario dedicato a Santa Sara patrona degli zingari. Riprendiamo la strada e nel pomeriggio arriviamo a Grasse
dove visitiamo la fabbrica di profumi “Fragonard”. Qui spendiamo anche gli ultimi centesimi rimasti per la gioia delle signore, ma anche i maschietti non sono da meno per quanto
riguarda i profumi.
E adesso: “schiaccia dotto’, schiaccia” che dobbiamo tornare
in Italia dove ci aspettano i nostri amici per festeggiare il capodanno. Purtroppo non troviamo posto nell’area camper di
Sanremo e decidiamo di proseguire, la nebbia fitta e lo stress della guida ci costringono a fermarci a Tortona, ma rimediamo con una buona pizza in compagnia.
La Domenica mattina ammiriamo il bellissimo presepio che è tra i più grandi d’europa, con statuine semoventi, musiche natalizie ed effetti speciali, dove si racconta la storia del popolo ebreo
(è da vedere!).
Ed ecco che ormai ci avviciniamo a Ferrara, salutiamo gli amici che si fermano prima e già cominciamo a
fare progetti per la prossima volta.
E stato un bel viaggio allietato da persone di ogni età: dalla piccola Isabella a nonno Vasco.
Grazie a tutti.
Vasco e Franca – Gianni e Laura
Giovanni, Daniela e Valentina
Diego, Laura e Federica – Ana Isabel, Valentina ed Elia
Antonello, Beatrice e Nicola – Daniele, Daniela e Isabella
Daniele, Cristina, Umberto, Pierluigi e Andrea
Paolo e Roberta – Roberto e Maggie
HO FESTEGGIATO L’ARRIVO DEL NUOVO
ANNO
Il 29 dicembre mattina sono partita per andare a Jesolo a vedere il presepe di sabbia, era una sabbia molto difficile da modellare, ma sono riusciti a fare Papa Giovanni Paolo 2°, l’ angelo Gabriele che annuncia a Maria che avrà un figlio di nome
Gesù . Lì vicino c’è Giuseppe che chiede se c’è posto nelle locande con Maria sull’asinello, una bambina che le tocca la
pancia, infine la capanna con Gesù, altri personaggi, pecore e i
Re Magi.
Il 30 dicembre siamo partiti per andare nel campeggio di Ferrara per festeggiare l’ultimo dell’anno. Purtroppo eravamo troppo lontani dal centro e non siamo potuti
andare a vedere il castello.Il 31 dicembre con la bici percorrendo la pista ciclabile siamo andati al centro
commerciale dove abbiamo incontrato altri camperisti veronesi; alla sera tutti insieme siamo andati a
mangiare , eravamo 140 persone . Finché aspettavo che gli adulti finissero la cena ho giocato con un bambino e mia sorella, poi abbiamo iniziato il conto alla rovescia e a mezzanotte in punto abbiamo urlato e ci
siamo scambiati gli auguri mangiando il pandoro. Sono uscita dalla sala per vedere i fuochi d’artificio:erano di tutti i colori e brillavano nel cielo. Quando sono rientrata alla festa ho ballato con mio papà e
alle due e mezza sono andata in camper con i miei nonni e mia sorella che era già addormentata da due
ore. La mamma e il papà sono rimasti a ballare in compagnia.
In questi tre giorni mi sono divertita tantissimo, ho imparato che il presepe si può fare anche con la sabbia: le persone che l’hanno costruito hanno usato le foto dei bambini e degli adulti che abitano a Jesolo
per riprodurre i personaggi. Inoltre all’ ultimo dell’anno ero felicissima perché l’ho festeggiato con la mia
famiglia e gli amici del club camperisti veronesi.
CIAO A TUTTI
CHIARA CARRARA
MONTEFORTIANA 2007
Sabato mattina da bravi allenatori della squadra Camperisti Veronesi, Vasco e Franca erano in attesa dei
loro atleti al parcheggio riservato ai camper a Monteforte d’Alpone. Man mano che gli sportivi arrivavano
Vasco, Carlo e Mario si organizzavano per delimitare lo spazio da riservare ai campioni che sarebbero
arrivati nel pomeriggio. Con il passare del tempo aumentavano le preoccupazioni per l’aiutante allenatrice
Giuliana che pensava di non avere sufficienti provviste per il termine della gara. Verso le 16.30 ormai gli
atleti erano pronti per il loro allenamento:primo tratto del percorso in leggera salita verso il centro del paese.Dopo 700 faticosi metri ecco all’orizzonte il primo punto sosta al bar con un bicchiere di buon soave.Poco dopo riprende l’allenamento …ma per un’ottima gara podistica gli atleti hanno bisogno di parecchi
carboidrati, vitamine, proteine di riserva: la pizzeria sembra rispondere alle esigenze psicofisiche dei partecipanti che sono ben trentasette( veri e fasulli).
Dopo essersi ben rifocillati con pizze, spaghetti, grigliate, limoncini, grappini e compagnia andiamo tutti
verso i camper, ma Franca è tesa, la sua squadra rischia di non arrivare al traguardo…ECCO L’IDEA VINCENTE ENERGIA a non finire con pandoro e cioccolata calda per tutti!Qualche concorrente rivale reclama il silenzio ma imperterriti i camperisti veronesi devono concludere gli ultimi accordi per la gara prima
del meritato riposo notturno.
Domenica mattina tutti o quasi fuori dai camper di buon ora,chi numerato per la gara e chi promosso assistente all’organizzazione della festa per gli atleti. Alle 11.30 arrivano i primi podisti sudaticci e stanchi,
altri leggeri e pimpanti dopo essersi persi tra le bancarelle del mercato.
Aperitivo in attesa degli ultimi e poi conto alla rovescia per la cottura del riso,dele mortadele panseta polenta e fasoi oltre ad antipasti e buonissimi dolci e bottiglie di bianco e nero.Domenica pomeriggio in libertà: mercato per le signore mentre per i signori pennichella e “sbaraccamento”.
Verso le 17.00 partenza per tornare tutti a casa doloranti chi alle gambe e chi alla “panza”
Complimenti per i coraggiosi che hanno partecipato veramente alla gara e grazie a tutti coloro che hanno
collaborato alla riuscita del week end.
Hanno partecipato: Vasco e Franca - Mario e Serena - Carlo e Adelina - Giuliana e Giancarlo - Antonello e
Beatrice - Diego e Laura - Giovanni e Daniela - Paolo e Paola – Enzo e Marilena (febbricitante) Paolo e
Fabiola - Gianni e Jolanda - Renata e Elio - Fabrizio e Giusy- Alberta – Franco e Anna Paganotto
e Luciana – Paolo e Roberta, Federica- Nicola- Valentina- Samanta –Chiara- Giulia
Alla prossima !!!!
Mario e Serena
Renzo
IL PONTE DELL’ ASSUNTA IN LIGURIA …..sole, pioggia, vento e compagnia…….
Giovedì 07/12/06 ore 20,00 partenza dalla piazza di Pozzo, la nostra destinazione è Diano Marina in provincia di Imperia 20 camper, alcuni partiti nel
pomeriggio i “soliti”fortunati addirittura stamattina.
Arriviamo dopo un viaggio tranquillo verso le 24, 30 un attimo per sistemarci nell’area di sosta Oasi Park, dissetarci con un ottima tisana al succo d’uva
e poi tutti a nanna.
Venerdì 08/12 il cielo è nuvoloso, alcuni di noi passeggiano in centro di Diano, vicinissimo all’area di sosta, bellissimo e anche se c’è vento, il mare è
sempre il mare, la brezza sulla spiaggia è fantastica immaginate le onde.
Abbiamo girovagato per le vie del paese trovando di tanto in tanto altri cappellini gialloblù, segno di riconoscimento
a noi tanto caro che ci permette di individuare gli amici del club addirittura nei negozi che oggi sono tutti aperti, ne
approfittiamo per acquistare tra le varie cose, i baci di Diano prodotti in tre gusti ( amaretti , cioccolato al latte e fondenti ) enormi bombe di colesterolo puro, ma tenere per la gola.
Alle 13,00 rientriamo ai camper e risotto pronto, preparato da Enzo al quale vanno i nostri complimenti era veramente buonissimo , come sempre pranziamo tutti in compagnia, tra battute e risate, gustando poi anche dolci, amari e
caffé.
Verso le 15,30 tutti di corsa sui propri camper inizia a piovere “acqua da fogo a seci rodersi” così tra la televisione,
chiacchiere e partite a carte è giunta la sera. Tutti nanna col ticchettio della
pioggia sui camper che concilia il sonno e con la speranza che domani il tempo migliori. Come sempre noi nel nostro bagget di viaggio abbiamo compreso anche il sole , quindi il sabato come “ buongiorno “ si alza timido il sole.
TUTTI AL TRENO PER MONTECARLO.
Dopo circa un’ora dalla partenza arriviamo a Montecarlo, ci accorgiamo già
alla stazione che tutto tende ad essere molto ma molto “sciccoso”….
Stupendo, uno scenario da cartolina, tutto è perfettamente in sintonia, in un’armonia di colori e design, unici. Il nostro nucleo famigliare: “ Nini &
Company “ decide di andare verso la città , visto che nessuno di noi c’era
mai stato, prima però dirigiamo verso il porto dove ci sono delle bancarelle
natalizie, notando l’ora, ormai quasi l’una, decidiamo di pranzare abbuffandoci con le caratteristiche “ baguette “
gustosissime.
Più tardi ci incamminiamo verso il Casinò, da li anche la vista sul porto è particolare, tutto un giardino fiorito, piastrellato di mosaici colorati, con infine per chi volesse proprio notarli, attraccati alle banchine ci sono molte barche
“megagalattiche” .La piazza del casinò è unica, tutta decorata per l’arrivo del Natale, con melodie musicali comprese, nelle vie annesse anche i negozi di Dior, Chanel, Prada ecc.. sfoggiano addobbi natalizi da mille e una notte.
La sera, ritorniamo ai camper, e “visto che quà no gà mia da cusinar nisuni” questo era lo slogan delle nostre signore,
optiamo per una pizza in compagnia che non guasta mai……
Domenica mattina ritorniamo in paese, la spiaggia col sole è spettacolare, passeggiata sul lungomare e a mezzogiorno si ritorna all’area di sosta, pranziamo e alle 14,30 si parte, ma prima uno spuntino a base di prosciutto culatello,
messo gentilmente a disposizione (offerto) dal Nini e stuzzichini vari del nostro Macchia , un bel caffé e via verso
casa, la mini vacanza è finita…… ma restano nella mente e nel cuore, le risate, le battute, gli schiamazzi, il risotto di
Enzo, gli stuzzichini, i posti visti e le cose strane ammirate, ma sopratutto la compagnia di questi amici, “ matti”…..
del Club Camperisti Veronesi.
Alla prossima
Betty.

Documenti analoghi