Percorso - Vivere l`Arte

Commenti

Transcript

Percorso - Vivere l`Arte
La strada per Colmar
12-16 giugno 2013
programma a cura di Luca Mozzati
Un itinerario che si dipana tra scenari bellissimi che spaziano dai grandiosi
passi alpini ai meravigliosi scenari dei grandi laghi immersi nel verde.
Suggestivi centri storici di sapore medievale impreziositi da affascinanti
architetture moderne e contemporanee; magnifiche gallerie d’arte con opere
di valore assoluto; chiese romaniche e barocche da scoprire.
E infine il grandioso dipinto di Grünewald, visionaria realizzazione di uno
dei più tormentati artisti rinascimentali.
Mercoledì 12 giugno
Milano/Zurigo/Colmar
Possiede la più grande collezione di opere della famiglia Holbein accanto a da importanti opere di
Konrad Witz, Martin Schongauer, Lucas Cranach
il Vecchio, Mathias Grünewald. La sezione dedicata all’arte del XIX e del XX secolo ospita la più
grande collezione di tele di Arnold Böcklin e un
nutrito gruppo di Nazareni. Inoltre vi si trovano
importanti raccolte di opere di Johann Heinrich
Füssli, della pittura francese tra Romanticismo e
Realismo con Auguste Delacroix, Théodore Géricault, Camille Corot, Gustave Courbet, di artisti
svizzeri come Giovanni Segantini e Ferdinand Hodler. La pittura tedesca è rappresentata, tra gli
altri, da Anselm Feuerbach e Hans von Marées.
Tra i lavori più splendidi della collezione vi sono
opere dell’impressionismo francese e il gruppo dei
borghesi di Calais di Rodin.
Rimanendo in tema classico, visiteremo la solenne
cattedrale di impianto romanico in pietra rossa
sulla riva del Reno.
Partenza in pullman da Milano
Zurigo ospita una delle maggiori pinacoteche della
Svizzera nella bella sede protorazionalista di Karl
Moser. Maestri svizzeri e nordici, fiamminghi e
olandesi, si affiancano ai grandi protagonisti del
Rinascimento del Barocco e del Settecento italiano.
Non mancano importanti opere del Romanticismo
e del Simbolismo, tra cui spiccano alcuni capolavori di Füssli e Hodler. Altrettanto importante la
collezione dei maestri moderni con opere di particolare importanza di Munch, Cézanne, Giacometti, Chagall, oltre ai soliti impressionisti e post
impressionisti. Una passeggiata senza la pretesa di
vedere e spiegare tutto, soffermandosi su opere conosciute e altre che saranno gradite sorprese. Orari
permettendolo daremo un’occhiata a due chiese:
la cattedrale romanico-gotica, un bell’esempio di
austera chiesa riformata, e la gotica Fraumünster,
con le vetrate di Augusto Giacometti e Chagall.
Sabato 15 giugno
Berna
Giovedì 13 giugno
Colmar
Giornata interamente dedicata a Berna, col suo
centro storico a portici di sapore medievale incuLa pala d’altare di Issenheim, capolavoro di feroce neato in una grande ansa del fiume Aare, domiespressionismo visionario di Grünewald, conservata nato dalla guglia della quattrocentesca cattedrale,
nel Musée d’Underlinden, vale da sola il viaggio. Ra- capolavoro dell’architettura tardogotico svizzera.
ramente l’arte ha saputo dare forma in modo così Una sintesi delle notevoli collezioni del Kunstmucrudo e lirico all’angoscia del peccato e della tenta- seum ci lascerà soddisfatti per l’arte classica e dei
zione, alla tragedia della croce, alla ineffabile visione primi del Novecento. Derogando dal tema di quedella resurrezione, alle reazioni umane di fronte al sto viaggio, che è di carattere storico, potemmo innon conosciuto. Nello stesso museo si trova una ec- fine fare un giretto allo Zentrum Paul Klee, per
cezionale collezione di pittori renani di assoluto in- osservare, nell’architettura di Renzo Piano, qualteresse, tra i quali Schongauer, Cranach il Vecchio, cuna delle quattromila opere qui conservate del
Holbein il Vecchio. Un capolavoro di Martin Schon- grande maestro.
gauer si trova nella bella chiesa dei domenicani, illuminata da splendide vetrate del XIV secolo.
Non mancheremo ovviamente di dare un’occhiata Domenica 16 giugno
alla deliziosa “piccola Venezia”, con le sue costru- Berna/Lago di Thun/Milano
zioni a graticcio affacciate sull’acqua, alla bella
chiesa gotica di Saint-Martin, alle numerose case All’inizio dello svizzerissimo lago di Thun sorge
l’omonima cittadina, medievale come può esserlo
medievali e rinascimentali.
una città svizzera, dominata dal turrito e castello di
influenza normanna. Sulle sponde sopravvivono, riVenerdì 14 giugno
servate a visitatori di più intimo sentimento, tre
Colmar/Basilea/Berna
chiese romaniche di grande semplicità, perfettamente
Situato nell’affascinante centro storico di Basilea il inserite in un paesaggio che a tratti ha un sapore
Kunstmuseum vanta eccezionali collezioni d’arte. quasi dolomitico: Amsoldingen, Einigen, e Spiez.
La quota di partecipazione è di 1240 euro
più 40 euro di assicurazione obbligatoria
per un minimo di 15 partecipanti.
Supplemento camera singola di 160 euro.
Ricordiamo che l’iscrizione al viaggio è valida
solo se accompagnata dal pagamento
di un acconto pari a 300 euro da versare
su conto corrente Banca Cariparma,
IBAN IT59J0623009449000063482319,
con causale Viaggio a Colmar, nome e
cognome, oppure presso palazzo Litta al
Boccascena Cafè il martedì e il giovedì dalle
10 alle 12.30.
Il saldo dovrà essere versato entro
il 10 maggio 2013 con bonifico bancario
come sopra indicato.
La quota comprende:
• assistenza culturale;
• viaggio in pullman;
• sistemazione in albergo, pernottamenti
e prime colazioni;
• escursioni e ingressi previsti dal
programma;
• polizza infortuni, smarrimento bagagli
e annullamento viaggio.
Durante il viaggio verranno raccolti
30,00 euro per mance e varie.
La quota non comprende:
• i pranzi e una cena;
• quanto non espressamente nominato
alla voce “La quota comprende”.

Documenti analoghi