leggi il pdf

Commenti

Transcript

leggi il pdf
pubbliredazionale pubbliredazionale pubbliredaziona
Spotlight con Alterecho
al Meeting di Rimini
c
Tralicci e paranchi: le strutture per un appuntamento da 700 mila presenze
Con le sue oltre 700mila presenze medie, il
Meeting di Rimini - che dal 1980 ha luogo
ogni anno, per un’intera settimana nella
seconda metà di agosto - è il festival estivo
di incontri, mostre, musica e spettacolo più
frequentato del mondo, con oltre 3.000
volontari che curano l’organizzazione e la
gestione dell’evento, 400 mostre, 3000 incontri, oltre 850 giornalisti accreditati per
una copertura mediatica internazionale.
Alterecho di Rimini cura da 10 anni gli
aspetti legati all’illuminazione ed alla diffusione audio – video di questo appuntamento, con un impegno di progettazione
che parte dai primissimi mesi dell’anno e
con uno sforzo che coinvolge 24 persone
nell’allestimento e 12 persone di assistenza in loco per tutta la durata della manifestazione. Un evento importante, quindi,
per Alterecho, che lo gestisce utilizzando
soltanto prodotti di comprovata qualità:
“Per quanto riguarda le strutture” spiega
Flavio Migani, Titolare di Alterecho e responsabile del progetto Meeting di Rimini, “non ci sono dubbi: paranchi Chainmaster e tralicci Eurotruss, entrambi distribuiti in esclusiva per l’Italia da Spotlight,
sono il meglio che il mercato possa offrire e la soluzione più adatta alle particolari
esigenze di “allestimento” del Meeting”.
Presso la nuova fiera di Rimini, in occasione del raduno annuale, Alterecho cura sia
le zone congressuali sia le aree dedicate
agli spettacoli ed allo sport, senza dimenticare le “piscine verdi” tra un padiglione
e l’altro: “le maggiori complessità si hanno per le sale congressuali” commenta
Atos Dellapasqua, Direttore Tecnico di Alterecho. “Allestire dei convegni in una fiera, infatti, significa innanzitutto fare i conti con l’ampiezza degli spazi e con l’altezza dei padiglioni”. L’auditorium, ad esem-
pio, che ospita gli eventi principali con il
maggior numero di presenze e di media,
è uno spazio di 120 metri per 60 ed ha
una copertura a volta semi ellittica con altezza massima di 24 metri. Questo implica la necessità sia di appendimenti robusti
per portare gli impianti ad altezze notevoli, sia di strutture con campate molto lunghe che possano coprire, con un numero
ridotto di giunture, aree molto ampie. “I
paranchi da 320 kg Chainmaster risolvono il problema delle appendimenti: ogni
punto di ancoraggio è di soli 90 kg, quindi
noi utilizziamo dei bridle su quattro ganci,
con una portata di 360 kg, ideale per sorreggere i motori. I paranchi Chainmaster
si rivelano ottimi perché combinano una
portata elevata a dimensioni estremamente compatte e li utilizziamo, oltre che per
reggere le truss luci ed audio, anche per
l’aggancio delle scenografie, che nel 2008
consistevano in un unico, enorme cyclorama retroilluminato delle stesse dimensioni
della sezione della fiera” spiega il responsabile Alterecho. La lunghezza delle campate, insieme alle ottime portate, i motivi principali della scelta delle truss fornite da Spotlight: “Utilizziamo esclusivamente tralicci Eurotruss dei modelli FD34
e XD perché la loro lunghezza ci permette
di creare strutture anche di 40 metri con
pochissime giunture e, quindi, con un numero ridotto di appendimenti. Inoltre aggiunge Dellapasqua “la loro portata è tale da consentirci di agganciare anche i cluster audio, oltre all’imponente apparato di
illuminazione. Altro elemento di rilievo dei
tralicci Eurotruss, come di tutti i prodotti
che Spotlight produce e distribuisce, è la
perfezione di costruzione. I pezzi di queste truss sono prefetti, non hanno difformità, le spine non hanno la tolleranza e,
quindi, una volta assemblate non hanno
gioco ma sono solide e reggono bene il
peso, con il plus di saldature ben fatte e finiture eccellenti”.
Un occhio anche all’estetica, dunque, nella scelta sia dei paranchi sia dei tralicci: “in
un contesto come quello della Nuova Fiera di Rimini, dove i punti di appendimento
sono davvero pochi, avere un prodotto di
piccole dimensioni ma prestazioni eccellenti fa la differenza perché consente di allestire strutture anche piuttosto complicate con grande flessibilità e lasciando spazio alla creatività di architetti ed ingegneri che progettano le scenografie. Lo stesso vale per le truss: la loro qualità si vede e
passa anche dalla brillantezza dell’alluminio, non ossidato, che si inserisce in maniera armonica con gli altri elementi della scenografia: questi che sembrano dettagli diventano invece elementi molto importanti quando, come nell’Auditorium, ci
troviamo a montare ben 23 metri di americana controluce, due truss da 38 metri
frontali rispetto al palco ed addirittura 48
metri di tralicci che attraversano il corridoio centrale, ospitando tutte le luci che
illuminano la platea e le tribune”.
Per maggiori informazioni: Spotlight s.r.l. - Via Sardegna 3 - 20098 - San Giuliano Milanese (Milano)
Tel: + 39 02 98830.1 - Fax: + 39 02 98830.22 - email: [email protected] - www.spotlight.it