Bando di gara [file]

Commenti

Transcript

Bando di gara [file]
UNIONE EUROPEA
MINISTERO DEL LAVORO
REGIONE AUTONOMA DELLA
FONDO SOCIALE EUROPEO
E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
SARDEGNA
ASSESSORATO DEL LAVORO,FORMAZIONE
PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE
SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE
ASSE III MISURA 3.9 C
SVILUPPO DELLE COMPETENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA
PROGRAMMA MULTIAZIONE PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DEL
MANAGEMENT PUBBLICO E PER IL SUPPORTO AL PROCESSO DI INNOVAZIONE DEL
SISTEMA PUBBLICO REGIONALE
POR SARDEGNA 2000-2006
1
1. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e
Sicurezza Sociale – Servizio Programmazione e Gestione del Sistema della Formazione Professionale– Via
XXVIII Febbraio, 1 - 09131 Cagliari, tel. 070.6065636 - fax 070.6065637.
2. CATEGORIA, DESCRIZIONE NUMERO CPV E OGGETTO DEL SERVIZIO
Categoria 24, CPC 92, numero di riferimento CPV 80420000–4 servizi di formazione, come da allegato 1 del
Regolamento (CE) N. 2151/2003 della Commissione del 16 dicembre 2003.
Gara con procedura aperta per l’attuazione del Programma Multiazione per lo Sviluppo delle competenze
del Management Pubblico e per il Supporto al Processo di Innovazione del Sistema Pubblico Regionale
della Sardegna.
Per l’attuazione del presente bando è disponibile la cifra complessiva di euro 4.000.000,00 articolati nei seguenti
lotti:
Lotto 1:
Macroazione “Consulenza – Formazione”: importo a base di gara € 3.100.000,00;
Lotto 2:
Macroazione “Realizzazione di Laboratori di Cooperazione Istituzionale”: importo a base di
gara € 900.000,00.
Non sono ammesse offerte in aumento. I progetti devono essere presentati per lotto completo. I concorrenti, sia
singoli che componenti RT (o consorziati o componenti GEIE), possono aggiudicarsi esclusivamente uno dei
due lotti; nell’ipotesi in cui un concorrente risulti primo in entrambe le graduatorie, dovrà optare per uno dei due.
Il limite non sussiste nell’ipotesi in cui, per un determinato lotto, sia stata presentata una sola offerta idonea da
parte di un concorrente.
Per una descrizione più dettagliata del servizio e per altre informazioni si rinvia al Capitolato d’oneri che
costituisce parte integrante del presente bando.
3. LUOGO DI ESECUZIONE
Il luogo di esecuzione dei servizi è il territorio della Regione Sardegna, eccezion fatta per gli eventuali stages
fuori dal territorio regionale.
4. RIFERIMENTI ALLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE, REGOLAMENTARI O AMMINISTRATIVE
D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e modifiche successive (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e
forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, qui in avanti detto anche “codice”);
5. POSSIBILITÀ DI SUDDIVISIONE DEL SERVIZIO E SUBAPPALTO
I progetti devono essere presentati per lotto completo: non sono ammesse offerte parziali. E’ ammesso il
subappalto secondo le condizioni e modalità di cui all’art. 118 del codice. Occorre indicare nell’offerta il
2
nominativo del prestatore di servizi e quali attività si intendono subappaltare; la parte di servizio che viene
concessa in subappalto non potrà superare il 30% del valore dell’offerta.
Gli affidatari sono tenuti a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei loro
confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da essi corrisposti al subappaltatore, con
l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate, ai sensi dell’art. 118, comma 3, del codice.
6. INAMMISSIBILITÀ DELLE VARIANTI
Non sono ammesse offerte in variante.
7. DURATA DEL CONTRATTO
Tutti i servizi oggetto del presente bando dovranno essere realizzati entro i termini previsti dall’art. 3 del
capitolato.
8. PRIORITA’ TRASVERSALI
Nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale (Trattato istitutivo della Comunità Europea, così come
modificato dal Trattato di Amsterdam del 1997, art. 141 , comma 4; Regolamento CEE 21 luglio 1999 n. 1260,
artt. 2, 12, 34 ,41 ecc.) gli interventi devono tenere in opportuna considerazione l’applicazione delle priorità
trasversali. Ovvero:
1. Ambiente: coerentemente con le attività da realizzare, occorrerà dare particolare attenzione agli aspetti legati
alla sostenibilità ambientale delle politiche di sviluppo.
2. Pari opportunità: gli interventi promuovono le pari opportunità, prevedendo un modulo “trasversale” sul tema
delle pari opportunità e della specificità di genere, oltre ad azioni finalizzate a facilitare la partecipazione delle
donne alle attività formative.
3. Società dell’informazione: in tutte le azioni formative devono essere presenti moduli “trasversali” per
l’acquisizione ed il rafforzamento delle competenze informatiche del personale della PA.
9. SISTEMA DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE AZIONI FORMATIVE
Il progetto deve prevedere un adeguato sistema di monitoraggio e valutazione delle azioni formative. Tale
sistema verrà implementato d’intesa con la Cabina di Regia Regionale e deve prevedere almeno:
1. valutazione del gradimento da parte dei partecipanti, sia in itinere che alla conclusione di ogni azione
formativa;
2. valutazione dell’efficacia del programma nel raggiungimento dei risultati in rapporto agli obiettivi prestabiliti;
3. valutazione dell’impatto della formazione sul lavoro, espressa dai dirigenti delle strutture a cui afferiscono i
partecipanti alle diverse azioni, a conclusione delle attività previste nel Lotto.
10. INDIRIZZO PER RICHIESTA DOCUMENTI
3
Il bando, il capitolato d’oneri e la modulistica della presente gara sono disponibili presso il sito della Regione
Autonoma della Sardegna: www.regione.sardegna.it/regione/assessorati/lavoro/ nell’apposita sezione “bandi e
gare”e sul sito www.sardegnalavoro.it.
La documentazione può essere ritirata anche presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Assessorato del
Lavoro, Via XXVIII Febbraio, n° 1 – Cagliari – (piano terra, dal lunedì al venerdì, dalle ore 11:00 alle ore 13:00,
al pomeriggio nei giorni di martedì e mercoledì dalle ore 17:00 alle ore 18:00) tel.070/6067038.
11. TERMINE PER LA RICEZIONE DELLE OFFERTE
Le offerte, redatte in lingua italiana, in conformità con quanto specificato nel Capitolato d’oneri, devono
pervenire, a pena di inammissibilità, entro e non oltre le ore 13:00 del 15/05/2007 presso la Regione
Autonoma della Sardegna, Assessorato Regionale del Lavoro, della Formazione Professionale, della
Cooperazione e della Sicurezza Sociale – Servizio Programmazione e Gestione del Sistema della Formazione
Professionale, via XXVIII Febbraio, 1 - 09131 Cagliari, in plico chiuso e controfirmato sui lembi di chiusura,
recante la dicitura: “Offerta per gara con procedura aperta - Programma Multiazione per lo Sviluppo delle
competenze del Management Pubblico e per il supporto al processo di innovazione del Sistema Pubblico
Regionale della Sardegna”.
12. PERSONE AUTORIZZATE A PRESENZIARE ALL’APERTURA OFFERTE
Sono autorizzati a presenziare all'apertura delle offerte i soggetti che hanno presentato offerta o loro incaricati
muniti di apposita procura.
L'apertura delle buste è fissata per le ore 11:00 del giorno 22/05/2007, presso l’Assessorato Regionale del
Lavoro, della Formazione Professionale, della Cooperazione e della Sicurezza Sociale – Servizio
Programmazione e Gestione del Sistema della Formazione Professionale, via XXVIII Febbraio, 1 - 09131
Cagliari; eventuali variazioni saranno comunicate direttamente tramite avviso inserito nella sezione “bandi e
gare” sul sito internet www.regione.sardegna.it.
13. GARANZIE E CONTRIBUTO PER L’AUTORITA’ DI VIGILANZA
Ciascun prestatore di servizi è obbligato a prestare una cauzione provvisoria a garanzia della mancata
sottoscrizione del contratto, nell’ipotesi di aggiudicazione del servizio oggetto del presente bando. La cauzione
provvisoria deve essere pari al 2% dell'importo a base di gara per il lotto di partecipazione, di cui al precedente
punto 2, ai sensi e con le modalità previste dall’art. 75 del codice. Nell’ipotesi di partecipazione a più lotti è
necessario presentare una cauzione per ciascun lotto.
La cauzione può essere prestata anche mediante fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli
intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 dlgs 385/93 che svolgono, in via esclusiva o
prevalente, attività di rilascio di garanzie a ciò autorizzati dal MEF. La cauzione, a pena di inammissibilità, deve:
a) indicare testualmente il seguente oggetto: “Gara con procedura aperta per Programma Multiazione di
Sviluppo delle competenze del Management Pubblico e di supporto al processo di innovazione del Sistema
Pubblico Regionale della Sardegna” LOTTO______________.
4
b) garantire, in relazione alla gara indicata nell’oggetto, la mancata sottoscrizione del contratto in caso di
aggiudicazione;
c) prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la
rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del codice civile e l’obbligo al pagamento dell’importo
garantito non oltre quindici giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta dell’Amministrazione;
d) avere validità di almeno centottanta giorni dalla data di presentazione dell'offerta;
e) prevedere, ai sensi dell’art. 75, comma 5 del codice, l'impegno del garante a rinnovare la garanzia, per
ulteriori novanta giorni, se al momento della sua scadenza non sia ancora intervenuta l'aggiudicazione, su
semplice richiesta della stazione appaltante nel corso della procedura.
La cauzione provvisoria è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.
In caso di RT, la cauzione provvisoria deve essere intestata a tutti i prestatori di servizi partecipanti al
raggruppamento e sottoscritta dalla Capogruppo, mentre non è necessario la sottoscrizione degli altri
componenti.
Il concorrente deve altresì presentare una dichiarazione di impegno, da parte del fideiussore, a rilasciare la
garanzia fideiussoria per l'esecuzione del contratto di cui all'articolo 113 del codice, qualora l’offerente risultasse
aggiudicatario.
In caso di aggiudicazione, deve essere fornita garanzia per la regolare esecuzione del contratto ai sensi
dell’art. 113 del codice.
Ciascun prestatore di servizi è obbligato, in fase di partecipazione alla gara, a presentare ricevuta del
versamento del contributo a favore dell’autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e
forniture (di cui alla deliberazione dell’autorità del 10 gennaio 2007), pari ad € 80,00 (lotto 1) ed € 50,00 (lotto
2) da effettuarsi con la seguente modalità:
1. mediante versamento on line collegandosi al portale web “Sistema di riscossione” all’indirizzo
http://riscossione.avlp.it seguendo le istruzioni disponibili sul portale. A riprova dell’avvenuto pagamento, il
partecipante deve allegare all’offerta copia stampata dell’e-mail di conferma, trasmessa dal sistema di
riscossione;
2. mediante versamento sul c/c postale n. 73582561, intestato a “AUT. CONTR. PUBB.” Via di Ripetta n. 246 –
00186 Roma (codice fiscale 97163520584) presso qualsiasi ufficio postale.
La causale del versamento deve riportare esclusivamente:
o il codice fiscale del partecipante
o il seguente CIG, che, per il lotto 1, identifica la procedura: CIG00207470F7.
o il seguente CIG, che, per il lotto 2, identifica la procedura: CIG0020763E27.
A comprova dell’avvenuto pagamento, il partecipante deve allegare all’offerta la ricevuta in originale del
versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di
identità in corso di validità.
Gli estremi del versamento effettuato presso gli uffici postali devono essere comunicati al sistema on-line di
riscossione all’indirizzo http://riscossione.avlp.it.
5
La stazione appaltante è tenuta, ai fini dell’esclusione dalla gara del partecipante, al controllo, anche tramite
l’accesso al SIMOG, dell’avvenuto pagamento, dell’esattezza dell’importo e della rispondenza del CIG riportato
sulla ricevuta del versamento con quello assegnato alla procedura in corso.
In caso di RT, il versamento è unico ed è effettuato dalla capogruppo.
Nell’ipotesi in cui il concorrente non abbia riportato correttamente il CIG o abbia eseguito un versamento
inferiore a quello previsto non è ammesso alla gara; non è ammessa l’integrazione dell’importo del versamento
successivamente all’invio dell’offerta.
14. MODALITÀ ESSENZIALI DI FINANZIAMENTO E PAGAMENTO
Il costo del servizio è finanziato a valere sulle risorse assegnate dal P.O.R. Sardegna 2000/2006.
Salvo diversa disposizione contenuta nel contratto, i pagamenti sono effettuati secondo le modalità indicate nel
Capitolato d’oneri.
15. CONDIZIONI MINIME GIURIDICHE, ECONOMICHE E TECNICHE DI AMMISSIBILITÀ
Sono ammessi alla gara per l’affidamento del servizio in oggetto:
- le imprese iscritte alla CCIAA competenti per attività compatibili con quella oggetto del presente bando
(ovvero, se residenti in altri Stati membri, nei pertinenti registri professionali e commerciali dello Stato di
appartenenza);
- gli enti pubblici o privati legittimati dallo Statuto a svolgere il servizio oggetto del presente bando.
I concorrenti devono dimostrare di essere in possesso dei requisiti sotto elencati, presentando apposite
dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre
2000 n. 445 secondo gli schemi allegati (All. II e III) o appositi certificati in originale (es. certificato camerale
vigente): le dichiarazioni devono necessariamente contenere tutti i dati previsti negli allegati.
Idoneità alla partecipazione
15.1 non si devono trovare nelle condizioni previste dall’art. 38, comma 1, D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163.
15.2 non si devono trovare nelle condizioni di esclusione dalla gara di cui all’articolo 1 bis, comma 14, della
legge 18 ottobre 2001 n. 383, come modificata dal Decreto Legge 25 settembre 2002 n. 210 convertito con
Legge 22 novembre 2002 n. 266.
15.3 devono dichiarare di essere a conoscenza e di accettare tutte le disposizioni del sistema regionale di
accreditamento di cui al Decreto n.10/05 del 10/04/2005 dell’Assessore del Lavoro, Formazione Professionale
Cooperazione e Sicurezza Sociale, rinvenibili nel sito internet www.regione.sardegna.it/accreditamento e che, in
caso di aggiudicazione, si impegnano a realizzare tutti gli adempimenti necessari per l’iscrizione nell’ elenco
regionale dei “Soggetti abilitati a proporre e realizzare interventi di formazione professionale” e per
l’accreditamento delle sedi formative. In caso di esito negativo in ordine alle procedure di iscrizione nell’elenco
regionale dell’Agenzia Formativa o di accreditamento delle sedi formative, l’aggiudicazione non produrrà effetti e
si procederà all’aggiudicazione in favore del concorrente successivo in graduatoria.
6
Capacità economica e finanziaria
15.4 è necessario che, per servizi analoghi gestiti negli ultimi tre anni (anteriori al termine di scadenza del
bando), abbiano fatturato un importo non inferiore all’importo previsto per lo specifico lotto al quale partecipano.
Capacità tecnica e professionale
15.5 è necessario che negli ultimi tre anni (anteriori al termine di scadenza del bando), abbiano prestato servizi
analoghi a quelli previsti dal presente bando.
In riferimento ai requisiti di cui ai punti 15.4 e 15.5, i servizi analoghi si riferiscono a :
Lotto 1
a. analoga esperienza nella progettazione ed attuazione di interventi di analisi, riprogettazione e
innovazione organizzativa in ambito pubblico nazionale ed europeo (con riferimento a Ministeri, Regioni,
Province e Comuni con più di 100.000 abitanti);
b. analoga esperienza nella progettazione ed attuazione di interventi di formazione in ambito pubblico
nazionale ed europeo (con riferimento a Ministeri, Regioni, Province e Comuni con più di 100.000
abitanti).
E’ necessario che i concorrenti abbiano realizzato entrambe le tipologie di interventi (a e b), per poter
partecipare al lotto.
Lotto 2
analoga esperienza nella conduzione di progetti di analisi socio-economica territoriale, di animazione territoriale
e di sviluppo locale in ambito nazionale ed europeo;
Ove tali servizi analoghi fossero stati realizzati nel contesto della partecipazione ad un raggruppamento
temporaneo di prestatori di servizi, un consorzio o un Gruppo Europeo di Interesse Economico, è
necessario indicare il ruolo svolto dal prestatore di servizi, sia sul piano qualitativo (tipologia di attività
svolta) che quantitativo (parte percentuale del servizio realizzata).
Rapporto di indipendenza con altre imprese partecipanti alla gara
E’ necessario inoltre che i concorrenti:
15.6 non partecipino alla gara in più di un raggruppamento di prestatori di servizi o consorzio, o cooperativa o
Gruppo Europeo di Interesse Economico;
15.7 non si trovino in rapporto di controllo e collegamento ai sensi dell’art. 2359 del codice civile con altri
concorrenti, singoli o raggruppati;
7
15.8 non presentino offerte che siano imputabili, insieme a quelle di altri concorrenti, singoli o raggruppati, ad un
unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi, ai sensi dell’art. 34 del codice.
Nel caso in cui, dopo l'aggiudicazione, venisse rilevata sotto qualsiasi forma la doppia partecipazione alla gara,
essa comporterà l'annullamento dell'aggiudicazione nonché la conseguente aggiudicazione all’offerente che
segue in graduatoria, salva la facoltà di richiesta risarcimento danni da parte dell’Amministrazione.
Il mancato possesso anche di uno dei requisiti richiesti, alla data di presentazione dell’offerta, determina
l'esclusione dalla gara.
I legali rappresentanti dei concorrenti (v. meglio allegato III) devono dichiarare che:
o non è mai stata pronunciata, nei propri confronti, una condanna con sentenza passata in giudicato, per
qualsiasi reato che incida sulla moralità professionale;
o non hanno subito condanna per delitti che, a norma dell’art. 32 quater del codice penale, comportino
l’incapacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione;
o non si trovano in alcuna delle situazioni di cui all'articolo 38, D. Lgs. 12 aprile 2006,n. 163.
La mancata osservanza delle prescrizioni sopra riportate determina l'esclusione dalla gara del soggetto e di tutti
i Raggruppamenti Temporanei i consorzi e i GEIE cui lo stesso partecipi.
Condizioni di partecipazione in caso riunioni di concorrenti
In caso di riunioni di concorrenti (RT costituiti o costituendi, Consorzi, GEIE-Gruppi Europei di Interesse
Economico), è necessario osservare le seguenti disposizioni:
per i RT:
•
dovrà essere presentata una dichiarazione, sottoscritta da tutti i soggetti componenti il RT medesimo,
di impegno a costituirsi giuridicamente in tale forma con indicazione esplicita del soggetto capogruppo
e l’espresso impegno, in caso di aggiudicazione, a conferire con un unico atto, mandato collettivo
speciale con rappresentanza ad uno dei soggetti in raccordo, e a conformarsi alla disciplina prevista
dall’art. 37 del dlgs 163/2006. Nell’ipotesi di RT già costituito dovrà essere trasmesso il mandato
collettivo speciale con rappresentanza e la relativa procura; qualora l’atto costitutivo del
raggruppamento contenga clausole difformi da quanto previsto dall’art. 37 del dlgs 163/2006, il
raggruppamento medesimo potrà essere ammesso alla gara, a condizione che tutti i componenti
abbiano sottoscritto la dichiarazione di cui sopra, contenente l’impegno ad uniformarsi alla disciplina
prevista dall’art. 37 del dlgs 163/2006.
•
i requisiti 15.1, 15.2, 15.3, 15.6, 15.7 e 15.8 devono essere posseduti da ciascun componente il RT;
•
entrambi i requisiti di cui ai punti 15.4 e 15.5 devono essere posseduti complessivamente dall’intero
raggruppamento.
8
Per i Consorzi (ex art. 2602 cod. civ. e segg.) e i GEIE:
•
dovrà essere presentata una dichiarazione del legale rappresentante del consorzio o del GEIE
contenente l’indicazione dei soggetti consorziati o partecipanti al GEIE che, in caso di aggiudicazione,
concorreranno alla fornitura dei servizi richiesti;
•
i requisiti 15.1, 15.2, 15.3, 15.6, 15.7 e 15.8 devono essere posseduti da ciascun consorziato o
partecipante al GEIE che, in caso aggiudicazione concorreranno alla fornitura dei servizi richiesti ;
•
entrambi i requisiti di cui ai punti 15.4 e 15.5 devono essere posseduti complessivamente dall’intero
Consorzio o GEIE.
16. PERIODO DURANTE IL QUALE L’OFFERENTE È VINCOLATO ALLA PROPRIA OFFERTA
L'offerta vincola l’offerente per 180 giorni dal termine ultimo fissato per la ricezione delle offerte, salvo richiesta
di proroga dell’Amministrazione, ai sensi dell’art. 11, comma 6, del codice.
17. CRITERI DI AGGIUDICAZIONE
Il servizio viene affidato, ai sensi degli artt. 81 e 83 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, in base all’offerta
economicamente più vantaggiosa, da stabilirsi mediante l’applicazione dei seguenti criteri di valutazione:
Offerta tecnica (max. punti 90/100)
Offerta economica (max. punti 10/100)
LOTTO1
A) Esperienza del concorrente (professionalità o merito tecnico) così 20
articolata
Contenuto tecnico e qualità delle esperienze specifiche nella progettazione ed 20
attuazione di interventi di analisi, riprogettazione e innovazione organizzativa e di
formazione in ambito pubblico nazionale ed europeo (con riferimento a Ministeri,
Regioni, Province e Comuni con più di 100.000 abitanti) nell’ultimo triennio.
In base alle esperienze maturate si dovranno desumere, per contenuto tecnico e
qualità progettuale, le capacità professionali ed organizzative.
B) Coerenza e qualità dell’offerta così articolata
40
Qualità e coerenza della proposta tecnica rispetto alle specifiche del Programma 6
Multiazione ed ai contenuti della Misura 3.9 c del POR Sardegna 2000/2006
9
Qualità/Innovatività e servizi aggiuntivi della proposta
10
Metodologie adottate
10
Adeguatezza dell’articolazione delle attività proposte e del piano temporale
10
Pari opportunità:
azioni finalizzate a facilitare la partecipazione delle donne alle attività
4
C) Gruppo di Lavoro
30
Esperienza professionale specifica del Coordinatore (art. 5 Capitolato)
5
Qualità e competenze del Gruppo di lavoro proposto, con particolare riferimento 10
alle esperienze professionali similari, nella composizione minima di cui all’art. 5
del Capitolato
Pari opportunità:
2
per ogni donna inserita tra i componenti del gruppo di lavoro verrà attribuito un
punteggio aggiuntivo di 0,5.
Adeguatezza delle risorse umane ulteriori rispetto al gruppo di lavoro, nella 8
composizione minima di cui all’art. 5 del Capitolato
Adeguatezza delle risorse tecniche e logistiche proposte
5
D) Ribasso percentuale dell’offerta economica
10
LOTTO 2
Lotto
Criterio
Punteggio
Massimo
A) Esperienza del concorrente (professionalità o merito tecnico) così 20
articolata
Contenuto tecnico e qualità delle esperienze specifiche nella conduzione di 20
progetti di analisi socio-economica territoriale, di animazione territoriale e di
sviluppo locale in ambito nazionale ed europeo, nell’ultimo triennio.
In base alle esperienze maturate si dovranno desumere, per contenuto tecnico e
qualità progettuale, le capacità professionali ed organizzative.
B) Coerenza e qualità dell’offerta così articolata
40
10
Lotto
Criterio
Punteggio
Massimo
Qualità e coerenza della Proposta tecnica rispetto alle specifiche del Programma 6
Multiazione ed ai contenuti della Misura 3.9 c del POR Sardegna 2000/2006
Qualità/Innovatività e servizi aggiuntivi della proposta
10
Metodologie adottate
10
Adeguatezza dell’articolazione delle attività proposte e del piano temporale
10
Pari opportunità:
4
azioni finalizzate a facilitare la partecipazione delle donne alle attività
C) Gruppo di Lavoro e ulteriori risorse
30
Esperienza professionale specifica del Coordinatore (art. 5 Capitolato)
5
Qualità e competenze del Gruppo di lavoro proposto, con particolare riferimento 10
alle esperienze professionali similari, nella composizione minima di cui all’art. 5
del Capitolato
Pari opportunità:
2
per ogni donna inserita tra i componenti del gruppo di lavoro verrà attribuito un
punteggio aggiuntivo di 0,5.
Adeguatezza delle risorse umane ulteriori rispetto al gruppo di lavoro, nella 8
composizione minima di cui all’art. 5 del Capitolato
Adeguatezza delle risorse tecniche e logistiche proposte
5
D) Ribasso percentuale dell’offerta economica
10
L’attribuzione dei punteggi ai singoli soggetti concorrenti avverrà applicando il metodo del confronto a coppie ai
sensi dell’all.A del D.P.R. 554/1999. Le offerte tecniche che avranno ottenuto un punteggio inferiore a 60/90,
verranno automaticamente escluse dalla procedura di gara.
11
Per l’offerta ECONOMICA (max 10/100), la Commissione utilizzerà la seguente formula:
Ri / Rmax
Ri
= il ribasso percentuale formulato dal concorrente iesimo;
Rmax
= il ribasso percentuale massimo offerto.
Il prezzo offerto dovrà essere giustificato, ai sensi dell’art. 86, comma 5, del codice, relativamente alle voci di
costo che formano l’importo complessivo.
In caso di parità di punteggio complessivo (offerta tecnica più offerta economica) l'appalto sarà aggiudicato al
concorrente con offerta economica più bassa.
L'aggiudicazione verrà effettuata a favore del concorrente che otterrà il punteggio complessivo più elevato sulla
base della graduatoria ottenuta seguendo i suddetti criteri.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di non aggiudicare le attività di cui al presente bando, nell’ipotesi in cui, a
suo insindacabile giudizio, sia venuta meno la necessità delle prestazioni richieste. La gara sarà ritenuta valida
anche in presenza di una sola offerta, che sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione.
18. OFFERTE ANOMALE
Qualora talune offerte presentino carattere anormalmente basso rispetto alla prestazione, l’Amministrazione
chiede, per iscritto, le precisazioni relativamente agli elementi costitutivi delle stesse e procede alla verifica ai
sensi degli articoli 86, 87, 88 e 89 del codice.
19. RICORSI
Le determinazioni adottate a conclusione del presente procedimento potranno essere oggetto di impugnazione
mediante ricorso gerarchico al Direttore Generale o ricorso al TAR, rispettivamente, entro 30 gg o entro 60 gg
dalla notificazione della stessa o comunque dalla conoscenza del suo contenuto.
Qualsiasi controversia dovesse sorgere tra l'Amministrazione e l'aggiudicatario per quanto concerne
l'interpretazione, l’esecuzione, la validità o l’efficacia del contratto sarà deferita all'Autorità giudiziaria, foro di
Cagliari, con esclusione della competenza arbitrale.
20. ALTRE INFORMAZIONI
Responsabile unico del procedimento: Dott. Antonio Mascia, Direttore del Servizio Programmazione e Gestione
del Sistema della Formazione Professionale.
Le offerte devono pervenire in plico chiuso controfirmato sui lembi di chiusura. Ciascun plico deve contenere la
documentazione relativa al concorrente e due buste separate, singolarmente chiuse e controfirmate sui lembi di
chiusura, recanti ciascuna l’indicazione del contenuto secondo le seguenti dizioni: A) “offerta tecnica” e B)
“offerta economica”.
12
Ogni ulteriore prescrizione relativa alle modalità di presentazione dell’offerta è contenuta nel Capitolato d’oneri.
21. NON E’ STATO PUBBLICATO ALCUN AVVISO DI PREINFORMAZIONE.
22. BANDO INVIATO ALL’UFF. PUBBL. UE il 04/04/2007
IL DIRETTORE DEL SERVIZIO
Dott. Antonio Mascia
13

Documenti analoghi