Il caso Molino Grassi

Commenti

Transcript

Il caso Molino Grassi
La nostra esperienza nel mondo
della Business Intelligence
Dott. Silvio Grassi
Amministratore Delegato Molino Grassi SpA
Via Emilia Ovest 347 - 43126 Fraore (Parma)
Convegno dell'Osservatorio Business Intelligence di SDA Bocconi
Il passato e il presente: la nostra base per il FUTURO
Molino Grassi è stata fondata nel 1934 dalla famiglia Grassi, che ancora detiene il 100% della proprietà, ed è
oggi amministrata dalla sua terza generazione.
L’azienda ha sede a Parma, ha un fatturato di 43 milioni di euro e impiega 45 persone.
Punto di forza della famiglia è da sempre la vocazione alla costante ricerca delle migliori varietà di grani.
Ciò ha permesso negli anni 90’ di entrare nel mercato del biologico, poi in quello del baby food e a collaborare
con marchi internazionali e aziende leader nel settore. Nel 2001 ha permesso di ottenere l’esclusiva per la
coltivazione del Kronos in Italia. Il Kronos, proveniente dagli Stati Uniti e considerato uno tra i grani migliori al
mondo, è oggi coltivato nel nostro paese e rientra nel progetto di filiera dell’alta qualità Molino Grassi.
Le nostra organizzazione
Molino Grassi dispone di due impianti produttivi con una capacità giornaliera di 220 tonnellate di
semola di grano duro e di 200 tonnellate di farina di grano tenero.
Ogni anno trasforma circa 130.000 tonnellate di cereali.
Molino Grassi oggi offre prodotti sia per uso professionale ed industriale e sia per il mercato HoReCa e
clienti retail.
In particolare i prodotti finiti offerti per usi professionali sono divisi in 4 linee: Pianificazione, Pizza, Pasta e
Prodotti biologici. La linea retail, invece, offre 10 diverse referenze (farine e semole per pane, pizza, pasta
fresca e sfarinati Bio).
Molino Grassi fornisce i propri prodotti a clienti in quasi tutto il mondo. La quota di export è oggi del 35%
ed è concentrata soprattutto nei paesi europei, Russia e Sud Africa.
Come nasce il progetto di BI in Molino Grassi
Il mercato molitorio è caratterizzato da una marginalità piuttosto ridotta, il cui andamento è molto
influenzato dai costi delle materie prime e dei trasporti.
Da qui ne consegue una attenzione continua all’acquisto delle materie prime e all’oscillazione della loro
quotazione. La crucialità di questo aspetto si comprende appieno se si considera che il costo delle materie
prime erode più del 60% del fatturato. Allo stesso modo l’analisi dei costi di trasporto, effettuati con mezzi
propri o avvalendosi di terze parti, è un elemento centrale del sistema di controllo aziendale finalizzato alla
massimizzazione degli utili, insieme al controllo dei costi della manodopera e dell’energia.
Primo passo quindi del modello di controllo aziendale è il calcolo del costo di prodotto considerando i
costi effettivi delle materie prime (e non costi standard o medi) e la molteplicità di miscele che si
possono utilizzare.
Successivamente assume un ruolo rilevante nel processo di controllo, il calcolo della resa della materia
prima. Tutto ciò per poter giungere infine al calcolo della marginalità per linea di prodotto, canale di
vendita e cliente.
Vista l’importanza del modello di controllo e la difficoltà,
data la dinamicità del contesto in cui Molino Grassi opera,
di monitorare manualmente o con strumenti non appropriati
gli impatti dell’andamento dei costi sul costo di prodotto
Molino Grassi ha deciso di avviare un progetto di
Business Intelligence insieme a Sinfo One al fine di poter
effettuare analisi velocemente e su dati affidabili con una
serie di indicatori strettamente correlati al business aziendale.
Come nasce il progetto di BI in Molino Grassi
Molino Grassi nel 2010 ha avviato un percorso di revisione dei processi e di rinnovamento degli
strumenti per la misurazione e il controllo delle prestazioni aziendali, con l’obiettivo di migliorare
la tempestività, la completezza e la facilità di accesso alle informazioni necessarie a misurare le
prestazioni aziendali in particolare sulle vendite e sulla marginalità dei prodotti/clienti,
informazioni indispensabili per poter prendere le giuste decisioni aziendali.
Limitazioni del vecchio sistema
Basato su fogli excel
tutti diversi e spesso
non confrontabili
Tempo speso per estrarre e
normalizzare i dati anziché
analizzarli
Difficoltà di accesso e
condivisione delle
informazioni
Dalla soluzione alla realizzazione
Per la realizzazione del sistema è stata scelta Sinfo One, perché ha messo a disposizione degli
acceleratori di progetto, frutto dell’esperienza e delle best practice, che hanno permesso di avviare
la soluzione di BI in tempi brevissimi: solo poche settimane.
L’applicazione è composta da diversi moduli analitici
pre configurati.
•Modulo per l’analisi delle vendite
•Modulo per l’analisi degli sconti (in fattura e fuori fattura)
•Modulo per l’analisi del Conto Economico Gestionale,
mensile, trimestrale e annuale.
Data Warehouse su data base Oracle, unico punto di accesso
alle informazioni aziendali, che integra, registra, certifica i
dati aziendali di interesse, aggiornato quotidianamente.
Procedure di aggiornamento quotidiano del Data Warehouse.
I risultati raggiunti
Disponibilità delle Informazioni in
modo efficiente ed efficace
La Business Intelligence consente di accedere
alle informazioni aggiornate e analizzarle in
qualunque luogo e in qualsiasi momento.
Utilizzo di maggiori informazioni
Le informazioni sono più facili da utilizzare,
aggiungendo dati da analizzare o
effettuando calcoli e drill-down per
ottenere maggiori dettagli.
Allineamento operativo alle strategie
La Business Intelligence migliora l'allineamento
tra decisioni operative strategiche,
consentendo di allineare gli obiettivi operativi
di breve periodo a quelli aziendali di lungo
periodo.
Minor costo delle informazioni
Tutte le procedure di estrapolazione e
normalizzazione dei dati sono automatizzate
l’organizzazione spende tempo per analizzare i
dati e non per estrarli.
Molino Grassi. Farine e semole oltre il biologico.

Documenti analoghi