Fondo di Sostegno e Garanzia – PO FSE Basilicata 2007/2013

Commenti

Transcript

Fondo di Sostegno e Garanzia – PO FSE Basilicata 2007/2013
Contratto di Finanziamento per la erogazione di un Microcredito
(Fondo di Sostegno e Garanzia – PO FSE Basilicata 2007/2013)
tra
Sviluppo Basilicata S.p.A. (in seguito anche “SB”) società unipersonale, con sede
legale in Potenza, via Centomani n. 11, capitale sociale Euro 2.950.000,00 interamente
versato, P.IVA n. 01452820762, Codice Fiscale e numero di iscrizione nel Registro delle
Imprese di Potenza: 06285661002, numero REA (PZ): 110634, iscritta al n. 34392
dell’Elenco Generale di cui all’art. 106 del D. Lgs. 1° settembre 1993, n. 385 (“TUB”), in
persona dell’Amministratore Unico Dott. Raffaele Ricciuti, nato a Vaglio Basilicata il
17.11.1955 (cod. fisc. RCC RFL 55S17 L532G, carta di identità n. AU9816585 rilasciata in
data 05 settembre 2014 e valida fino al 17 novembre 2024 dal Sindaco di Potenza),
domiciliato per la carica presso la sede della medesima Società
e
l’impresa individuale Ruggieri Filomena (in seguito anche “Destinatario”), con
sede in Matera (MT), Via XX Settembre n.30/A, Partita IVA 01285160774, iscrizione
presso il Registro delle Imprese di Matera n. RGGFMN73T54C134X, n. REA MT-87080,
in persona del suo titolare, Ruggieri Filomena, nata a Castellana Grotte (BA) il
14/12/1973, Codice Fiscale RGGFMN73T54C134X (documento di riconoscimento Carta
d’identità n. AR7540048 rilasciato da Comune di Comune di Matera in data
04/10/2012 e valido fino a 14/12/2022);
Premesso
a. che con D.G.R. n. 2234 del 22 dicembre 2009 la Regione Basilicata ha istituito il
Fondo di sostegno e garanzia PO FSE Basilicata 2007/2013 per agevolare l’accesso
al credito da parte di microimprese, nuova imprenditoria, soggetti svantaggiati,
organismi no profit e operatori del privato sociale, cofinanziato nell’ambito del PO
FSE Basilicata 2007/2013 (di seguito “Fondo”), individuando quale Soggetto
Gestore Sviluppo Basilicata S.p.A. (di seguito anche “Gestore”), società in house
della Regione Basilicata;
b.
che con l’Accordo di Finanziamento, sottoscritto tra la Regione Basilicata e
Sviluppo Basilicata S.p.A. in data 22 dicembre 2009, così come modificato ed
integrato in data 28 novembre 2013, è stato concesso a Sviluppo Basilicata S.p.A.
un finanziamento dell’importo di €. 15.000.000,00 (quindicimilioni/00) per dare
attuazione al Fondo indicando le attività connesse e funzionali alla gestione dello
stesso Fondo;
c.
che la dotazione finanziaria iniziale del Fondo di € 15.000.000,00
(quindicimilioni/00) è destinata per la concessione di prestiti o microcrediti da
restituire a tassi agevolati rispetto alle condizioni offerte dal mercato e per la
concessione di garanzie;
d.
che l’art. 3 dell’Avviso così come modificato con D.G.R. n. 588 del 20/05/2014,
prevede una dotazione finanziaria complessiva iniziale di Euro 15.000.000,00
(quindicimila) con riferimento alla misura “Microcrediti” ripartita come segue:
•
Euro 5.000.000,00 (cinquemilioni/00) a valere sull’Asse II “Occupabilità” del PO
FSE Basilicata 2007-2013, così come previsto dall’art. 3 comma 1 lettera a)
dell’Avviso, per le iniziative di tipo A “Creazione d’impresa”, di tipo B
“Trasferimento Familiare” e di tipo C “Consolidamento impresa femminile” di cui
all’art. 4 comma 1, 1°capoverso dell’Avviso;
•
Euro 10.000.000,00 (diecimilioni/00) a valere sull’Asse III “Inclusione sociale”
del PO FSE Basilicata 2007-2013, ” così come previsto dall’art. 3 comma 1
lettera b) dell’Avviso, per le iniziative di tipo D “Sostegno alla nuova impresa”,
di tipo E “Sostegno all’impresa giovanile” e di tipo F “Consolidamento impresa
operante nel terzo settore” di cui all’art. 4 comma 1, 2°capoverso dell’Avviso;
e. che con D.D. n. 519/7402 del 16 maggio 2011 del Dipartimento Formazione,
Lavoro, Cultura e Sport della Regione Basilicata è stato approvato il Regolamento
del Fondo (di seguito “Regolamento”), successivamente adeguato ed integrato con
D.D. n. 1122/7402 del 20 ottobre 2011, con D.D. n. 1131/7402 del 14 dicembre
1
2012 dello stesso Dipartimento e con D.D. n. 78/7402 del 24 febbraio 2014 e con
D.D. n. 15AL.2015/D.00230 del 09 marzo 2015;
f.
che per l’attuazione del Fondo gli artt. 6 e 7 del Regolamento prevedono
l’emanazione, da parte della Regione Basilicata, di Avvisi Pubblici per la
concessione di Microcrediti;
g. che la Regione Basilicata con D.G.R. n. 1867 del 28 dicembre 2012 ha approvato
ed emanato il “II° Avviso Pubblico per la erogazione di Microcrediti” - Fondo di
Sostegno e Garanzia PO FSE Basilicata 2007/2013 (di seguito “Avviso), come
modificato con D.G.R. N. 840 del 09/07/2013, con D.G.R. n. 588 del 20/05/2014 e
con D.G.R. n. 469 del 10/04/2015;
h. che la domanda di ammissione a finanziamento n. prot. 15000132 del 20/04/2015,
ad esito del Procedimento istruttorio di cui all’art.11 dell’Avviso, con delibera
dell’Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata n. 135 del 28/05/2015, è stata
ammessa alle agevolazioni a valere sull’Avviso medesimo. – asse II PO FSE
Basilicata 2007/2013 - Microcredito tipo C;
i.
che risultano rispettate le condizioni previste per la concessione ed erogazione
delle agevolazioni di cui all’art. 13 dell’Avviso;
j.
che il progetto d’impresa ammesso alle agevolazioni comporterà una spesa
ammissibile per Euro 24.996,05 (ventiquattromilanovecentonovantasei/05) meglio
specificata nell’allegato A), sottoscritto dalle Parti del presente contratto;
k. che sono ammissibili le spese effettuate in data successiva a quella di
presentazione della domanda telematica avvenuta in data 20/04/2015;
tutto ciò premesso
che viene espressamente richiamato e confermato e che deve ritenersi parte
integrante e sostanziale del presente Contratto, si conviene e si stipula quanto segue.
Art. 1 - Concessione del finanziamento
1.1
Sviluppo Basilicata S.p.A. concede al Destinatario come innanzi identificato, che
accetta, un finanziamento (Microcredito) chirografario ed infruttifero
dell’importo di Euro 24.996,05 (ventiquattromilanovecentonovantasei/05) a
fronte
di
spese
ammesse
per
Euro
24.996,05
(ventiquattromilanovecentonovantasei/05).
1.2
Il finanziamento è concesso in regime “de minimis” (Regolamento CE n.
1407/2013 pubblicato sulla G.U. del 24/12/2013 serie L 352/I). Il Destinatario
ha dichiarato di conoscere, accettare e rispettare tutti i limiti connessi al
suddetto regime di aiuti.
1.3
L’agevolazione concessa (Equivalente Sovvenzione Lordo, per brevità ESL) è
pari ad Euro 2.757,79 (duemilasettecentocinquantasette/79) calcolata sulla
base dei tassi di interesse praticati sul mercato alla data della delibera di
ammissione e corrispondenti al tasso di riferimento fissato dalla UE ai sensi
della “Comunicazione della Commissione relativa alla revisione del metodo di
fissazione dei tassi di riferimento e di attualizzazione (2008/C 14/02).
Art. 2 - Scopo del finanziamento
2.1
Le agevolazioni indicate nell’art. 1 che precede sono concesse da Sviluppo
Basilicata al Destinatario all’esclusivo scopo di concorrere alla realizzazione del
progetto candidato ed ammesso al Finanziamento Microcredito.
Art. 3 - Erogazione del finanziamento
3.1
L’erogazione del finanziamento avverrà in un’unica soluzione mediante bonifico
di accredito sul c/c bancario/postale dedicato che verrà comunicato dal
Destinatario, e dopo aver effettuato la verifica di cui all’art. 2 del Decreto del
Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 40 del 18.01.2008 (Modalità di
attuazione dell’art. 48 bis del D.P.R. 602/1973, recante disposizioni in materia
di pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni).
3.2
Il Destinatario consegnerà a Sviluppo Basilicata S.p.A. idonea documentazione
atta a dimostrare il ricevimento della somma di cui al precedente punto 3.1.
2
Art. 4 - Restituzione del finanziamento
4.1
Il finanziamento ha durata di 60 mesi con decorrenza dalla data di erogazione
del finanziamento Microcredito attestata dalla data di valuta del bonifico ed è
infruttifero, con un preammortamento di sei mesi.
4.2
Il rimborso del finanziamento Microcredito a Sviluppo Basilicata S.p.A. avverrà
mediante il pagamento di n. 54 (cinquantaquattro) rate costanti posticipate
mensili, tramite rimessa diretta con addebito sul conto corrente di cui al
precedente art. 3, comma 3.1, ogni ultimo giorno del mese.
4.3
In caso di ritardato pagamento delle rate saranno applicati interessi di mora
calcolati al tasso legale vigente al momento dell’inadempimento e maturati
dalla data di scadenza di ciascuna rata e fino alla data di pagamento.
4.4
Nel caso di inadempienza Sviluppo Basilicata porrà in essere ogni opportuna e
necessaria iniziativa per il recupero dei crediti in via amministrativa, in
conformità ai criteri, modalità e tempi normalmente adottati per il realizzo dei
crediti bancari.
4.5
Nel caso di mancato pagamento di tre rate consecutive o nei casi in cui, per
eventi di natura particolare o generale, lo ritenga opportuno e necessario
Sviluppo Basilicata provvederà a porre in essere le procedure legali per il
recupero forzoso dei crediti.
4.6
Previa richiesta del Destinatario, Sviluppo Basilicata potrà accordare la
restituzione anticipata del finanziamento senza che ciò comporti l’applicazione
di penali, ferma restando in ogni caso la previsione dei successivi artt. 6 e 7.
4.7
Il Destinatario potrà richiedere a Sviluppo Basilicata, la restituzione anticipata
del finanziamento senza l’applicazione di penali, fermi restando gli altri obblighi
contrattuali di cui all’art.14 dell’Avviso.
4.8
Il Destinatario potrà richiedere a Sviluppo Basilicata, con istanza motivata, la
rimodulazione, nel limite massimo di 1 (una) per ciascun anno, dell’ammontare
delle rate mensili di cui al precedente art. 4.2. L’istanza sarà soggetta a
valutazione ed autorizzazione da parte di Sviluppo Basilicata nel rispetto di
tutte le altre condizioni e caratteristiche del finanziamento di cui al presente
articolo. L’istanza potrà essere formulata dal Destinatario dopo il primo anno di
ammortamento del finanziamento.
Art. 5 - Modifiche del programma degli investimenti
Il Destinatario si obbliga, a non modificare o rimodulare il piano degli investimenti,
descritto nell’allegato A) senza preventiva autorizzazione di Sviluppo Basilicata.
L’autorizzazione sarà concessa da Sviluppo Basilicata nel rispetto dell’art. 7 punto 8
dell’Avviso.
Art. 6 - Obblighi del Destinatario
Il Destinatario si impegna a rispettare tutti gli obblighi previsti dall’art.14 dell’Avviso
che qui si intendono integralmente richiamati.
Art. 7 – Revoche
7.1 L’agevolazione sarà revocata, nel rispetto della Legge n. 241/90 e ss.mm.ii,
nonché dei principi fondamentali del diritto rilevanti in materia, nei casi previsti
dall’art. 15 dell’Avviso.
7.2 Qualora la revoca intervenga successivamente alla data di erogazione del
Microcredito, attestata dalla data di valuta del bonifico, il Destinatario sarà tenuto alla
restituzione dello stesso, al netto delle rate già rimborsate, e dell’ammontare
dell’agevolazione assentita (ESL), con decadenza dal beneficio del termine.
7.3 In caso di rinuncia al Microcredito anteriore alla sua erogazione, il Destinatario è
tenuto ad inviare a Sviluppo Basilicata una comunicazione debitamente sottoscritta e
munita di fotocopia di documento di identificazione personale e il Finanziamento
Microcredito ammesso si intenderà ipso iure revocato.
La rinuncia, da effettuarsi con la medesima modalità sopra descritta, che intervenga
entro il termine di 6 mesi dalla data di erogazione del Microcredito, attestata dalla
3
data di valuta del bonifico, comporta la revoca del Finanziamento Microcredito e il
Destinatario sarà tenuto alla restituzione dello stesso, con decadenza dal beneficio del
termine.
7.4 La rinuncia al Microcredito, da effettuarsi con la medesima modalità indicata al
comma precedente, qualora intervenga oltre i sei mesi dalla data di erogazione dello
stesso, attestata dalla data di valuta del bonifico, comporta la revoca del
Finanziamento Microcredito e il Destinatario sarà tenuto alla restituzione dello stesso,
al netto delle rate già rimborsate, e dell’ammontare dell’agevolazione assentita (ESL),
con decadenza dal beneficio del termine.
Art. 8 - Assistenza tecnica
Sviluppo Basilicata assicurerà al Destinatario, nella fase di realizzazione del
programma degli investimenti, un servizio di assistenza tecnica, della durata di un
anno decorrente dalla stipula del presente Contratto.
Art. 9 - Tutela dei dati personali
I dati forniti all’Amministrazione Regionale e a Sviluppo Basilicata saranno oggetto di
trattamento esclusivamente per le finalità del presente Contratto e per scopi
istituzionali nel rispetto del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in
materia di protezione dei dati personali”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e
comunque automatizzati, secondo i termini dell’informativa sul trattamento dei dati
personali di cui all’art. 18 dell’Avviso.
Art. 10 - Trasparenza
I dati personali del Destinatario saranno pubblicati da Sviluppo Basilicata sul proprio
sito internet in assolvimento degli obblighi di cui all’art. 8 del D.L. 22/06/2012 n. 83
convertito nella Legge n. 134 del 07/08/2012.
Art. 11 - Elezione di domicilio
11.1 Le parti eleggono domicilio come segue:
Sviluppo Basilicata S.p.A. presso la propria sede come premessa;
il Destinatario presso la propria sede/residenza come in premessa.
11.2 Il Destinatario si impegna a comunicare per iscritto a Sviluppo Basilicata S.p.A.
ogni eventuale successiva variazione del domicilio.
Art. 12 – Rinvio
Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente Contratto si rinvia alle
disposizioni dell’Avviso, del Regolamento e del Codice Civile, nonché alle norme
comunitarie, nazionali e regionali in essi richiamate e vigenti in materia che il
Destinatario dichiara di conoscere e di accettare.
Redatto in due originali.
All. A – elenco spesa ammesse
All. B - format comunicazione conto corrente
All. C - format comunicazione completamento investimenti
Potenza, _______________
Sviluppo Basilicata S.p.A.
Amministratore Unico
Dott. Raffaele Ricciuti
___________________
4
Il Destinatario
___________________
Il Destinatario, ai sensi dell’art. 1341 c.c., approva espressamente gli artt. 5
(Modifiche del programma degli investimenti), 6 (Obblighi del Destinatario) e 7
(Revoche) del presente Contratto.
Il Destinatario
___________________
5
Allegato A: elenco spese ammesse
Destinatario: Ruggieri Filomena
Protocollo N. 15000132
Voce di spesa
A.
Importo richiesto
Importo
Importo
a finanziamento
non ammesso
ammesso
(€)
(€)
(€)
Motivi
esclusione
e/rettifica
Investimenti
A.1 Piano con 2 ripiani intermedi [rif. prev. del
17/03/15 del fornitore Imbar]
10.400,00
-
10.400,00
A.2 Mobiletto per supporto piastra [rif. prev.
del 17/03/15 del fornitore Imbar]
500,00
-
500,00
A.3 Porta con oblò e ripiano [rif. prev. del
17/03/15 del fornitore Imbar]
500,00
-
500,00
A.4 Piano snack [rif. prev. del 17/03/15 del
fornitore Imbar]
500,00
-
500,00
A.5 Rivestimento pilastro [rif. prev. del
17/03/15 del fornitore Imbar]
500,00
-
500,00
A.6 Furgone Bipper, marca Peugeot [rif. prev.
n. 1443085 del 24/03/15 del fornitore Lion
Service Srl]
10.766,44
3,95
Spesa non
ammissibile in
10.328,83
quanto riferita a
contributo PFU
Spesa per
immatricolazione
riclassificata in
quanto ritenuta
spesa di gestione
TOTALE A
B.
23.166,44
3,95
22.728,83
Spese di funzionamento e di gestione (nel limite del 30% del finanziamento Microcredito richiesto)
B.1 Acquisto materie prime
1.833,56
B.1 Spesa per immatricolazione Furgone
Bipper, marca Peugeot
TOTALE B
TOTALE A+B
-
1.833,56
25.000,00
-
-
3,95
1.833,56
Precedentemente
prevista alla
433,66
sezione A e
riclassificata.
2.267,22
24.996,05