IT Newsletter3 27_06_2010.pub - Are you a state, charity or NGO

Commenti

Transcript

IT Newsletter3 27_06_2010.pub - Are you a state, charity or NGO
NEWSLETTER
GIUGNO 2010
EMPOWER MIGRANTS
- 142238-2008-LLP-GR-GRUNDTVIG-GMP
SECONDO TRAINING PER FORMATORI SUL SOFTWARE DI MIGRANTS+ AL PIREO
Il secondo training per mediatori e formatori sul software SAOS (“Self-Assessment Of Skills”: Auto Valutazione
delle Competenze") è stato ospitato ad Atene presso il Pireo il 20 e il 21 maggio 2010 dal coordinatore del
progetto IDEC e dal promotore del progetto OBES.
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Itinéraires Formation, e hanno
aderito 25 partecipanti. Il gruppo comprendeva mediatori e formatori che si
occupano della tematica dei migranti, oltre ai partners del progetto.
L’obiettivo del software SAOS è di fornire ai migranti uno strumento di
autovalutazione delle proprie competenze. Fino ad ora sono state tradotte 10 skills
(competenze) in 8 lingue ed integrate nel software. A seguito del primo training,
svoltosi a Parigi sei mesi fa, il software SAOS è stato modificato secondo i feedback
forniti dai partecipanti.
La seconda sessione del training si è incentrata principalmente sugli aspetti tecnici
del software, per fare in modo che i partecipanti potessero padroneggiare tutti gli
aspetti e le funzioni del SAOS. La flessibilità di questo software permette a chiunque di adattarlo alle esigenze del
proprio bacino di utenza. A questo proposito era di fondamentale importanza che partecipanti apprendessero le
modalità necessarie a personalizzare (aggiungere, modificare ed eliminare) le competenze (skills) e i risultati dei
test.
Per raggiungere un'omologazione rispetto alla tematica-chiave della personalizzazione del software, le discussioni
sono state indirizzate sul contenuto delle competenze e sull'orientamento che deve essere fornito al termine di
ciascuna valutazione delle stesse. Ciò ha dato la possibilità ai partecipanti di riflettere sulle eventuali modifiche da
apportare, in futuro, al software, all'interno delle rispettive ONG o enti di formazione.
Il contesto transnazionale del training ha anche dato l'opportunità ai partecipanti di confrontarsi e apprendere la
tematica relativa ai migranti, presente negli altri paesi europei. Il dibattito riguardante la tematica
dell'interculturalità è stato particolarmente intenso e ha fornito la possibilità di confrontarsi sui diversi punti di
vista secondo il “modo migliore” per adattare la propria azione al contesto sociale, gli usi e i costumi del paese
ospitante. Le differenze di opinione che sono emerse sembrano dovute al fatto che i partecipanti vivono in
contesti in cui il fattore multiculturale o cosmopolita è maggiore o minore. Per questo motivo condividere le
differenti sensibilità dei partner provenienti da paesi e contesti culturali diversi, è stato un ulteriore elemento di
interesse per il progetto europeo! Questa seconda sessione di incontri è stata portata a termine con entusiasmo
e ciò produrrà effetti positivi nel momento della somministrazione del test pilota ai migranti, che si svolgerà tra
IL KOLPING TRAINING CENTRE COLLABORA CON IL COMMISSARIO PER
L’INTEGRAZIONE DI SCHWAEBISCH GMUEND
Il training dei formatori nel Kolping Schwaebisch Gmuend Centro si è svolto in collaborazione con il Commisario
per l’Integrazione di Gmuend Schwaebisch.
Il Commissario per l'Integrazione, la signora Melanie Jester, parteciperà all’evento formativo per conoscere
l'applicazione SAOS il software e le sue funzioni e per valutare la possibilità di utilizzarla nel contesto della
integrazione civica di Schwaebisch Gmuend.
Al termine del training si valuterà la possibilità di una futura cooperazione con la città di Schwaebisch Gmuend,
ad esempio relative alla messa in pratica di attività pilota con i migranti. Obiettivo principale è rendere
l'applicazione del SAOS accessibile ad un bacino di utenza sempre più ampio.
Questo progetto è stato realizzato con il supporto della Commissione Europea.
Questa pubblicazione riflette i punti di vista degli autori e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l' uso che
viene fatto delle informazioni contenute in essa.
CIES
In qualità di partner del Progetto Migrant+ anche il CIES ha partecipato al 2° appuntamento del training dei
formatori ad Atene. Erano presenti un ricercatore e un mediatore entrambe impegnate nel lavoro di integrazione
dei migranti in Italia.
Durante il training hanno appreso come utilizzare la nuova versione del SAOS software, aggiornato dopo
l’incontro di Parigi nel 2009 sulla base dei suggerimenti forniti dai partner.
Allo stato attuale la rinnovata flessibilità del software lo rende maggiormente adattabile ai diversi contesti di
applicazione e in grado di rispondere alle differenti esigenze degli utenti.
Il lavoro congiunto dei partner ad Atene ha permesso inoltre un articolato e stimolante scambio di opinioni ed
esperienze che ha arricchito il meeting.
Il CIES come ONG che promuove l’interculturalità, l’educazione alla cittadinanza globale e la sensibilità verso il
disequilibrio mondiale, sostiene che il SAOS possa essere utilizzato per migliorare il proprio lavoro. A causa della
drammatica situazione degli immigrati in Italia, al momento saremo in grado di testarlo solamente sui nostri
mediatori, ma in futuro e con le dovute modifiche crediamo che possa essere uno strumento di potenziamento
nella ricerca di integrazione dei migranti all’interno della società italiana.
Per questo motivo riteniamo necessario aumentare il numero delle lingue in cui è tradotto il software, con
l’intento di andare incontro alle diverse esigenze degli utenti.
Al momento stiamo per iniziare il training dei formatori e siamo impazienti di testare il software sui nostri utenti
per vedere quale sia il suo impatto!
IMMIGRAZIONE NEL REGNO UNITO: DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO NEL NUOVO
PIANO QUINQUENNALE DEL GOVERNO
21 maggio 2010
Il governo di coalizione ha annunciato il suo piano quinquennale per il governo di partenariato, delineando un
programma che prevede la privatizzazione della Royal Mail, una severa riorganizzazione dell'istruzione, una
drastica riforma della previdenza sociale e stabilire delle restrizioni all'immigrazione verso il Regno Unito. Il piano
dichiara che il governo del Regno Unito ritiene che l’immigrazione sia una fonte di arricchimento per la nostra
cultura, che abbia rafforzato la nostra economia, ma che debba essere tenuta sotto controllo in modo che la
gente abbia fiducia nel sistema. "Siamo anche consapevoli che, per garantire la coesione e tutelare i nostri servizi
pubblici, abbiamo bisogno di introdurre delle restrizioni sull'immigrazione e di ridurre il numero di migranti
extracomunitari ", afferma il rapporto. La Coalizione introdurrà un limite annuo sul numero di migranti economici
non europei che avranno la possibilità di lavorare e vivere nel Regno Unito ed entrambe le parti di Governo
collaboreranno ai lavori per l'attuazione di questa restrizione.
Ulteriori riforme comprendono:
•
•
la non applicazione della detenzione minorile per reati di immigrazione;
la creazione di un'apposita Forza di Polizia di Frontiera, come parte integrante di una riorganizzazione del
Serious Organised Crime Agency (Agenzia contro il Crimine Organizzato), intensificare la sicurezza nazionale,
migliorare i controlli sull'immigrazione e ridurre al minimo i reati più gravi;
•
•
il dare sostegno alla Polizia europea di frontiera e la reintroduzione dei controlli alla frontiera;
l'applicazione di controlli sui viaggiatori in transito, una conseguenza inevitabile in futuro e che sarà applicata
a tutti i nuovi Stati Membri dell'Unione Europea;
•
l'introduzione di nuove misure per ridurre drasticamente le frodi al sistema di immigrazione del Regno Unito,
ad esempio il premesso di studio, e porre come priorità il contrastare la tratta di esseri umani;
•
la ricerca di valide alternative volte al miglioramento dell'attuale sistema di asilo per velocizzare i processi
per la richiesta dello stesso.
Fonte del 25/05/2010
http://www.visabureau.com/uk/news/21-05-2010/uk-immigration-outlined-by-the-new-governments-five-year-plan.aspx
Il UK Visa Bureau è una società di consulenza indipendente, specializzata nel fornire consulenza a color che desiderano
presentare la domanda per il rilascio del Visto per il Regno Unito, presso l'ambasciata britannica.
For further information you may address to: www.migrantsplus.info.
Questo progetto è stato realizzato con il supporto della Commissione Europea.
Questa pubblicazione riflette i punti di vista degli autori e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l' uso che
viene fatto delle informazioni contenute in essa.
Pagina 2
Mockford
Pagina 3

Documenti analoghi