C - Il Nuovo Torrazzo

Commenti

Transcript

C - Il Nuovo Torrazzo
SABATO 2 MARZO 2013
ANNO 88° - N. 9
UNA COPIA € 1,20
ABBONAMENTO ANNUO € 40
DIREZIONE: ☎ 0373 256350
VIA GOLDANIGA 2/A CREMA
SETTIMANALE
CATTOLICO
CREMASCO
D’INFORMAZIONE
FONDATO NEL 1926
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN
ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
www.ilnuovotorrazzo.it
Adesso basta
I
ngovernabilità del Paese? E chi l’ha detto? Una maggioranza c’è: è quella che ha governato fino a ieri e
per oltre un anno con il presidente del Consiglio Monti. E perché non continuare? È forse venuta meno l’emergenza? Anzi. S’è raddoppiata, con il successo del
populista Grillo. E allora adesso basta. La smettano
Pd e Pdl di insultarsi e di odiarsi a vicenda – lo stiamo
vedendo da vent’anni e ne siamo stufi – e facciano finalmente un accordo di programma per un Governo
di larghe intese. Non c’è altra strada.
Stranissime le ultime elezioni: Bersani che vince nei
numeri, ma perde politicamente; Berlusconi che perde
nei numeri, ma vince politicamente. E così se alla Camera è bastata una risicatissima maggioranza perché
lo schieramento di centro sinistra meritasse il premio,
al Senato una maggioranza non c’è.
La vera vincitrice della partita è comunque la protesta. Quella di Grillo che ha risucchiato tutte le altre,
mandando a casa parecchi leader e rubando voti al
Pd (nelle regioni rosse Cinque stelle ha ottenuto le più
alte percentuali: dal 24,01% della Toscana, al 32,1%
della Liguria), a Vendola e alla Lega (soprattutto in
Veneto, dove ha ottenuto il 25,63 e 27,44%). Lo spauracchio Grillo potrebbe stimolare finalmente gli altri
schieramenti ad approvare qualche riforma. Non ne
hanno fatta neanche una negli anni passati. E negli ultimi tempi hanno boicottato persino quella della legge
elettorale: continuavano a giudicarla infame, ma sotto
sotto l’han voluta tenere, sperando di poter godere del
grande premio di maggioranza previsto alla Camera.
Avanti dunque. La crisi è raddoppiata, vogliamo
un Governo di larghe intese, su un programma ben
definito che contempli la ripresa economica e le fondamentali riforme. Mettiamo presidente del Consiglio
un uomo super partes, Passera ad esempio, e diamo
certezze ai mercati. È il momento delle responsabilità.
Per questo resto basito nel vedere che Bersani preferisce accordarsi con Cinque stelle che con il Pdl. Probabilmente si brucerà definitivamente, per lasciar posto
ai moderati del partito, lui che moderato non lo è mai
stato. Del resto l’alleato Vendola ha accusato una batosta, sia in lista, sia nella sua Puglia dove ha perso
160.000 preferenze e ha prevalso il centro-destra.
Non solo Vendola esce con le ossa rotte da questa consultazione, ma anche altri illustri personaggi,
scomparsi dal Parlamento: Fini, Di Pietro e Pannella.
Quest’ultimo da parecchi anni non lo vuole proprio
più nessuno: spero se ne prenda atto.
L’ultimo
saluto di
Benedetto XVI
papa emerito
“
“GRAZIE PER IL VOSTRO AMORE
E IL VOSTRO SOSTEGNO.
POSSIATE SPERIMENTARE SEMPRE
LA GIOIA DI METTERE
CRISTO AL CENTRO DELLA VOSTRA VITA”
@
Pontifex
Zoom a colori
SANTA
BERNARDETTE
Diocesi di Crema
ROMA
Ufficio Pellegrinaggi
PELLEGRINAGGIO
DIOCESANO
2-3-4-5 settembre
Camera singola € 465, doppia
€ 380, tripla € 350. Il costo è
inteso a persona e comprensivo
di trasporto, alloggio, pasti, eventuali ingressi
Prenotazioni presso le singole
parrocchie o presso la
segreteria del Centro S. Luigi
entro Pasqua versando
l’acconto di euro 100.
Per informazioni don Elio Costi
0373.66250 - 331.4487096
oppure dal lunedì al venerdì
Ufficio Pastorale Giovanile
(S. Luigi) tel. 0373.250291
Nel ricordo
dell’ottavo anniversario
di ordinazione episcopale
del vescovo Oscar e degli
anniversari significativi
di alcuni sacerdoti
GIORNATA
SACERDOTALE
Martedì 5 marzo
ore 21 S. Messa
in S. Bernardino
pagina 11
Diretta audio sulle frequenze
FM 87.800
Diretta audio/video su
www.livestream.com/antenna5crema
Avete perso il treno?
pagine
3-4-5
pagina 7
ELEZIONI Pianeta
2013
anziani
I risultati e i commenti
dei protagonisti
Il Comune di Crema
individua sei piste d’azione
Diocesi di Crema
Ufficio per la Pastorale della Famiglia
APER...incontro
per coppie di fidanzati
e giovani sposi
SABATO 2 MARZO
dalle 17.30
alle 19.30
CREMA via Medaglie d’Oro, 10
Giovedì ore 20: papa Ratzinger lascia
Iniziato il cammino dei cardinali verso il Conclave
I
l Pontificato di Benedetto XVI si è concluso giovedì alle ore 20. A quell’ora è cominciata la Sede
Vacante. In questo periodo l’account “twitter” @
Pontifex è stato disattivato. Quando sarà eletto il
nuovo Papa potrà, se lo vorrà, utilizzarlo. L’anello del pescatore e il sigillo pontificio di Benedetto
XVI sono stati annullati e gli appartamenti pontifici in Vaticano sigillati dal Cardinale Camerlengo.
Milioni di persone hanno seguito in diretta la
partenza di Benedetto XVI dal Vaticano alle ore
17 e l’arrivo a Castel Gandolfo alle 17.25 (nello
Zoom la cronaca dettagliata della giornata). Dopo
un saluto al gran numero di fedeli assiepati in
piazza, dal balcone della facciata, il portone del
palazzo è stato chiuso all’ora esatta in cui s’è chiuso anche il pontificato di papa Ratzinger. È stato
un momento storico.
Il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede,
Padre Federico Lombardi, ha informato ieri i giornalisti riguardo alle prime ore di Benedetto XVI a
Castel Gandolfo e ad alcuni dati della Sede Vacante. Il segretario particolare di Benedetto XVI, Georg Gänswein, prefetto della Casa Pontificia, L’elicottero del Papa lascia il Vaticano
ha informato telefonicamente padre
Lombardi che giovedì Sua Santità, che era molto tranquillo e sereno, ha
seguito diversi telegiornali e ha manifestato il suo
apprezzamento per il lavoro dei giornalisti e per
la partecipazione delle persone alla sua par-
tenza dal Vaticano e al suo arrivo a Castel Gandolfo. Dopo la cena e una breve passeggiata nel
Palazzo Apostolico, il Papa si è ritirato e ha dormito molto bene.
Ieri, come sempre, Sua Santità ha celebrato
la Messa alle 7 e ha pregato con il breviario. Nel
pomeriggio, un’altra passeggiata, nei giardini del
Palazzo Apostolico per recitare il Santo Rosario.
Benedetto XVI ha portato con sé diversi libri di
teologia, storia e spiritualità e in questo momento
sta leggendo il teologo Hans Urs von Balthazar.
Intanto la Sala Stampa della Santa Sede, con
un comunicato informa che la prima Congregazione generale del Collegio cardinalizio avrà luogo lunedì 4 marzo, alle ore 9.30 nell’Aula Paolo
VI, Sala del Sinodo dei Vescovi. “Ma non è da
aspettarsi lunedì la decisione della data d’inizio
del Conclave”, ha dichiarato padre Lombardi,
nel briefing di ieri. La convocazione delle Congregazioni generali dei cardinali per il 4 marzo,
“già anticipata ai 144 cardinali presenti giovedì
nella Sala Clementina”, è diventata ufficiale ieri
tramite la lettera inviata dal cardinale decano,
Angelo Sodano, e stamattina “c’è stata già una
riunione del decano con i suoi collaboratori, per
la preparazione delle prime riunioni”, prendendo
in mano la Costituzione apostolica. Nel pomeriggio di ieri, alle 17, s’è tenuta anche una seconda
Congregazione generale.
2
SABATO 2 MARZO 2013
Speciale
Elezioni
SABATO 2 MARZO 2013
Parlamento:
non solo protesta!
Le elezioni del
24 e 25 febbraio scorso han dato al Paese
un Parlamento ringiovanito nella
media dei suoi componenti ma in
difficoltà a dare una nuova guida al Paese.
Il Pd alla Camera – contrariamente ad aspettative e prognostici – ha conseguito insieme alla
coalizione un vantaggio risicato,
che pur consentendogli di beneficiare del premio di maggioranza, non lo mette in condizione
di assicurare un governo stabile.
Al Senato, infatti, il centrosinistra non dispone del numero
sufficiente di seggi per avere la
fiducia.
Il responso delle urne evidenzia
in modo inequivocabile che metà
dei cittadini italiani – la somma
dei voti dei 5 Stelle e la percentuale degli astenuti – ha rigettato la
classe politica che ha governato
in questi anni. E la si vuol ancora
ritenere solo una mera protesta, o
un voto di pancia?
Ciascun voto è espressione
democratica e, dunque, ogni elettore ha votato consapevolmente.
Anche nel nostro territorio la
disaffezione – per delusione o
rabbia – ha portato a una minor
affluenza ai seggi: alla Camera
la percentuale dei votanti è stata dell’81,43% contro l’86,70 di
cinque anni fa; differenza confermata anche al Senato. Dove la
coalizione di centrodestra – con
7 liste – nel Cremasco ha raccolto il 40,24% dei consensi, contro
il 26,65% dei 4 partiti aggregati
a Bersani. Nel territorio il Pd è
comunque il partito più votato,
con il 24,71% dei voti, seguito dal
PdL con il 22,41.
In città, invece, la differenza
tra le due compagini si restringe
notevolmente: il centrodestra si
attesta al 35,14% e il centrosinistra arriva al 33,53; con il Pd che
ha raccolto da solo il 30,66% di
preferenze – un mezzo punto in
meno rispetto al 2008 – e distacca addirittura di 10 punti il PdL,
che perde ben 12,2 punti percentuali, fermandosi al 20,28%.
Dal canto suo il Movimento
5 Stelle ha intercettato consensi
pressoché uguali in città e nel
Cremasco: rispettivamente il
15,34 e il 15,81%. Una buona
performance, se raffrontata a
cinque anni fa quand’era sotto il
mezzo punto, ma ben al di sotto
della quota del 23,79% raggiunta
a livello nazionale.
Mentre la lista Scelta civica
con Monti per l’Italia, nel territorio ha ottenuto il 9,22% delle
preferenze e a Crema l’11,55: un
dato superiore alla media nazionale.
Un po’ diversi i risultati conseguiti dagli schieramenti alla Camera, dove il numero degli aventi
diritto al voto è maggiore, includendo anche i giovani elettori dai
18 ai 25 anni.
Sulla scheda rosa la coalizione
di centrodestra – con 4 liste – si
conferma maggioritaria sia nel
territorio che in città – rispettivamente il con il 37,81 e il 33,27%
dei voti espressi – ma con un minor distacco dalla coalizione di
centrosinistra, le cui 3 liste hanno
raccolto il 25,35% nel Cremasco
e il 31,63 in città.
Il Pd resta il partito più votato – con il 28,57% a Crema e il
23,33% in ambito territoriale –
anche se rispettivamente al di sotto d’un paio di punti e di 1,3 dei
risultati raggiunti nelle precedenti
politiche.
Il PdL anche alla Camera, rispetto al 2008, ha perso appeal
con gli elettori intorno a 10-11
punti: i consensi si attestano ora
al 20,23% nei 38 seggi della città
e al 22,56% nei 48 Comuni del
Cremasco.
I 5 Stelle ottengono i consenti
del 17,37% dei votanti a Crema e
il 17,80 nel territorio: percentuali
certamente apprezzabili, seppur
anche in questo caso inferiori al
25,55 dell’ambito nazionale.
Alla Camera il premier in carica Monti s’è presentata in coalizione con Udc e Fli, ottenendo
un miglior risultato in città, con
il 13,06% – e l’11,47% come sola
Civica con Monti – e il 10,91%
nel Cremasco, di cui il 9,15 conseguito dalla Civica. Una performance seppur di poco superiore a
quella a livello nazionale.
L’esito della consultazione, al
di là dei consensi di partiti e coalizioni, disegna un Parlamento
difficilmente governabile. E le
dichiarazioni a caldo e non solo
dei leader dei tre partiti maggiori
non sembrano concilianti e ancor
meno conciliabili. Le speranze
sono affidate al... cilindro del presidente Napolitano.
A.M.
Regione: Maroni presidente
C
on il 42.81% dei voti, Roberto Maroni è il presidente della Regione
Lombardia. Il competitor diretto, candidato della coalizione di centrosinistra, Umberto Ambrosoli, s’è fermato al 38,24%.
A decretare il successo del segretario leghista ha contribuito maggiormente il circondario, che gli ha dato il 44,49% dei consensi, mentre in città
è stato superato di poco il 39%. Viceversa gli elettori di Crema han preferito
in maggioranza Ambrosoli, arrivato a sfiorare quota 43%, ben 10 punti percentuali al di sopra del risultato a livello territoriale.
La nostra provincia riesce stavolta ad avere due consiglieri nella maggioranza – Carlo Malvezzi del PdL e Federico Lena della Lega, rispettivamente vice sindaco di Cremona e vice presidente dell’amministrazione
provinciale – e uno in minoranza Agostino Alloni del Pd, unico cremasco
al Pirellone. Riconfermato con oltre 5 mila preferenze – un 3.200 in meno
rispetto al 2010 – resta comunque il più votato in ambito provinciale, dove
la gran parte degli elettori, di tutti i partiti, han rinunciato alla possibilità di
scegliere uno dei tre candidati in lista, dovendo scrivere il nome. Secondo
tra gli aspiranti consiglieri cremaschi schierati dai vari partiti è stato Matteo
Gramignoli – neofita della politica e dal maggio scorso in aula degli Ostaggi
con una lista civica della maggioranza – che ha ottenuto, con Centro Popolare Lombardo della coalizione di Ambrosoli, 649 voti.
Aemme
Speciale elezioni
COM M ENTI DEGLI ELETTI E DELLE FORZE POLITICHE
4
SABATO 2 MARZO 2013
CINZIA FONTANA: PD
FRANCO BORDO: SEL
D
P
alle urne esce un risultato di grande incertezza, che
rende particolarmente complicata la formazione di un
Governo con una sua maggioranza ben definita. Ma poiché, anche se la strada è molto stretta, una via d’uscita va
cercata e trovata, credo occorra guardare con più serenità
e coraggio a ciò che il Paese attraverso il voto ci chiede:
un bisogno netto e immediato di discontinuità e di riforme, a partire da quelle
sulla moralità della politica e della vita
pubblica.
Ma non solo. Perché i temi dell’economia reale, del lavoro, della mancata
crescita, sono ancora tutti lì, nella loro
drammaticità, a imporci risposte urgenti e diverse rispetto al passato.
Da qui occorre ricominciare, sapendo
che si apre una fase in cui non può essere chiamato solo il PD a praticare il senso di responsabilità, di cui del resto ha
dato ampiamente prova in questi tempi.
Ora, in presenza di un forte rinnovamento tra gli eletti,
una delle novità è data anche dal M5S, che siede in Parlamento grazie a una percentuale significativa uscita dal voto
democratico e che per questo ha il dovere politico e istituzionale di prendersi la sua parte di responsabilità davanti
al Paese.
La campagna elettorale è finita. Le prossime settimane
saranno decisive per misurare la buona volontà e la lealtà di
chi davvero vuole produrre cambiamento. E non basta un
impegno generico, volta per volta, ma occorre costruire un
progetto per l’Italia, ancorché limitato.
È nostro dovere provarci, per il bene di tutti. Per questo
il PD, come prima coalizione, porterà le proprie proposte
in Parlamento e su quelle, senza furbizie o infingimenti, saranno chiare di fronte ai cittadini le scelte di ogni gruppo
parlamentare.
rima di tutto vorrei sottolineare che sono onorato; direi che
questo è il sentimento con cui accolgo l’incarico che gli elettori
mi hanno conferito. Sono cosciente, perché è un tratto di tutta la
mia storia politica, che sono a svolgere un servizio.
Sono cremasco, la mia città e la mia gente sono le cartine di
tornasole per muovermi in questo frangente così delicato e difficile
per la nostra storia: cerco il dialogo continuo
con i miei concittadini.
È quindi tra il nazionale e il locale che muoverò la mia azione. Fare da megafono per le
istanze del nostro territorio nelle aule romane:
è quanto avevo proposto in campagna elettorale per raccogliere i consensi e sarà così che interpreterò il ruolo di deputato, che gli elettori
mi hanno assegnato.
L’Italia ha bisogno di persone capaci di cercare, trovare e avviare il dialogo tra forze differenti, senza tuttavia indietreggiare sui temi che
caratterizzano il proprio profilo etico-politico.
È così che intendo la parola “onorevole”.
È questo il mandato che ho ricevuto e penso che, solo così, potrò essere davvero un “onorevole”, cioé il portatore di un onore
come qualcosa di condiviso e che rappresenta, appunto, un bene
collettivo.
Alla luce di questa considerazione assume maggiore importanza l’idea di rappresentare le spinte di progresso che arrivano da
Crema e dal Cremasco.
Quale luogo migliore quindi delle aule romane per lavorare affinché il nostro territorio non perda ulteriori servizi ma, anzi, si avvii sulla strada di un rilancio economico e culturale, valorizzando
un’intensa collaborazione con l’amministrazione locale?
Quale modo migliore, se non lavorare d’intesa con gli altri eletti,
nell’ottica del confronto schietto e volto al dialogo costruttivo?
È questo quindi un invito a un lavoro di squadra, in ruoli diversi, ma con il comune obiettivo di fare il bene – anche – del nostro
territorio.
DANILO TONINELLI: 5 Stelle AGOSTINO ALLONI: PD
L
e recenti elezioni costituiscono un punto di rottura con
il passato. Dopo più di 20 anni di “nulla politico”, nei
quali gli altri stati europei hanno marciato a forte velocità,
la nostra amata Italia invece procedeva lenta e ingolfata.
La percentuale di voto dato a M5S non rappresenta
un voto di protesta, ma è un voto di contenuto, dato da
chi ha capito che si può ripartire solo
con il rinnovo della classe dirigente
pubblica. A questi elettori dico grazie di cuore, perché hanno capito chi
erano i candidati M5S, cioè gente
normale, ma concreta, pragmatica,
e comunque con profili scolastici e
professionali di tutto rispetto.
Io sono profondamente ottimista
sul futuro prossimo e mi pongo contro il terrorismo mediatico relativo al
rischio di ingovernabilità del Paese,
che sta sconvolgendo la già turbata
serenità degli italiani. E lo faccio dicendo che questa situazione, se gestita con onestà e senso
dello Stato, potrà permettere davvero di fare tutte quelle
riforme che aspettiamo da anni e che ora la vecchia politica è costretta a fare, pena il rischio di scomparsa.
Il M5S ha una sua agenda, molto chiara, scritta sul
programma nazionale. Se le forze maggioritarie di Camera e Senato la sposeranno, questa legislatura potrà
davvero diventare la legislatura delle riforme.
Svolgerò il compito di portavoce del mio territorio,
il Cremasco, alla Camera. Lo farò tenendo un legame
stretto col gruppo provinciale e regionale del M5S da cui
provengo. Il nostro territorio ha bisogno di interventi da
parte di uno Stato che pensi a tutti, e non solo ai poteri
forti, e quindi alle piccole e medie imprese e alle famiglie
più in generale. Dovrò pensare a loro nella mia personale
agenda di lavoro alla Camera.
G
razie ai 5.289 elettori che mi hanno espresso la loro
preferenza. Più del doppio di quanto ottenuto dagli
altri undici candidati cremaschi in competizione. A Crema
città il PD ottiene poco meno del 31% dei consensi: quasi
il doppio del PdL e quasi il triplo della Lega. La coalizione
di Ambrosoli-Centrosinistra vince con il 42.50%. Un risultato straordinario, con il Movimento di Grillo fermo al
12.80%. Ciò nonostante Maroni
vince nel Cremasco e in Lombardia e diventa il nuovo presidente in
continuità con il regno di Formigoni. Evidentemente la vergogna
degli scandali non è bastata.
Per quanto mi riguarda continuerò a lavorare dal Pirellone per
il “mio” territorio, su due fronti:
attenzione particolare all’aspetto
legislativo con l’obiettivo di portare a casa una nuova legge contro
il consumo del suolo e per il sostegno all’agricoltura; rinnovato
impegno e attenzione affinché ogni opportunità che nasce
dalla Regione possa tradursi in azione concreta per il territorio cremasco. Con un obiettivo in testa: quello di favorire uno sviluppo che crei occasioni di lavoro soprattutto
per i giovani che sono il nostro futuro. Il filone da seguire,
attraverso la sottoscrizione di “patti territoriali”, è quello
di “riparare il mondo” attraverso la salvaguardia e il rispetto delle risorse naturali che non sono infinite.
Sarà, questo, il mio ultimo mandato elettorale. Non
solo in Regione. Non troverete ma più il mio nome sulla
scheda per qualsiasi altra competizione. Non perché sia
stanco o sia venuta meno la mia passione per la politica.
Semplicemente perché reputo di avere fatto la mia parte.
Non mancherò di esserci anche in futuro, ma da “soldato
semplice” cercando di mettere a disposizione la mia esperienza e l’energia che ancora mi sento dentro. Largo ai
giovani.
ACQUISTIAMO
VASI CINESI
ANTICHI E VECCHI,
ANCHE IMPORTANTI COLLEZIONI
DI COSE ORIENTALI, SCULTURE
IN BRONZO CINESI, GIADE, AVORI, MOBILI,
PORCELLANE IN GENERE, SCULTURE
IN PIETRA, DIPINTI, ECC...
D
esidero ringraziare, le elettrici e gli elettori di Crema e di tutto il cremasco che hanno dato il voto a Scelta Civica con Monti per l’Italia. Il risultato nella circoscrizione Lombardia 3 è stato più alto della media nazionale,
e a Crema abbiamo ottenuto circa l’11,5% dei voti.
Siamo molto soddisfatti, visto che il nostro movimento è arrivato alle elezioni con meno di due mesi di vita, senza un radicamento territoriale, e dopo
un anno di Governo che ha salvato l’Italia dal fallimento
finanziario, ma ha imposto ai cittadini pesanti sacrifici.
Nonostante queste difficoltà, e il fuoco concentrico
di tutti i partiti, Scelta Civica ha ottenuto un risultato
significativo. Gli italiani hanno capito il messaggio di
novità che Mario Monti ha portato nella politica italiana, candidando esponenti della società civile senza precedenti parlamentari, senza problemi penali e che hanno sottoscritto un impegno di trasparenza in relazione a
eventuali situazioni di conflitto. Purtroppo, nonostante
la totale estraneità ai problemi che affliggono il Paese,
anche il nostro movimento è stato ingiustamente investito dal vento dell’antipolitica, come i partiti tradizionali che l’hanno generata. E in questi giorni tutta l’Italia
sta pagando con un’ingovernabilità dagli effetti gravissimi la legge elettorale
che il PdL ha introdotto e che il PD non ha accettato di modificare.
Adesso per noi inizia un’altra fase, di costruzione del nostro progetto
politico. Soprattutto quando le circoscrizioni elettorali sono così ampie, la
collaborazione con strutture locali è essenziale e ne stiamo avviando l’organizzazione.
Personalmente, conto di essere sul territorio spesso, e comunque sempre
disponibile attraverso web e telefono, perché credo profondamente nella comunicazione diretta con gli elettori. Entro poco tempo provvederò quindi
a comunicare ai cremaschi i tempi e i modi per incontrarci sul territorio e
lavorare.
Rilancio del lavoro, riduzione delle tasse, riduzione della spesa e riforma
elettorale sono priorità assolute, sulle quali lavoreremo da subito con coloro
che, pur provenendo da movimenti e partiti diversi, siano disponibili a farlo.
Oggi il problema sono i fatti. Non gli schieramenti o le promesse da campagna elettorale.
CARLO MALVEZZI: PdL
H
FEDERICO LENA: Lega
a vinto chi ha costruito, nel tempo, un rapporto
solido col popolo. Credo si sia inaugurata una
nuova stagione politica, i cui protagonisti fanno leva,
in primo luogo, su una forte esperienza di amministratori, in secondo luogo su una approfondita conoscenza del territorio e, infine, sull’impegno a realizzare
risposte sostenibili. Io ho sempre vissuto il servizio
della politica in questo modo,
l’unico che ho verificato essere
utile per me e per coloro che
incontro.
Sacrificio, dedizione e conoscenze acquisite in questi
anni trascorsi nell’ambito amministrativo sono le ricette che
ho sempre messo nel mio impegno politico e che metterò,
con ancor più decisione, nel
mio prossimo incarico. Inoltre,
sono certo di poter affrontare
questa nuova sfida forte, da
un lato di un consenso nato dall’incontro personale
e diretto con la gente, dall’altro perché il mio agire è
determinato dalla mia diretta esperienza. Un successo
elettorale non si può improvvisare, ma nasce da una
capacità di ascolto e di risposta ai problemi della gente
che arriva da lontano, in cui chi è chiamato a rispondere si fa in quattro per tentare soluzioni praticabili,
con atteggiamento di servizio. Quello che ho raccolto
nelle urne è l’esito di un impegno che dura da anni.
Oggi, più che in passato, va messo a disposizione. In
questo frangente storico così complesso, infatti, la politica è chiamata a giocare un ruolo ancor più decisivo.
Come annunciato aprirò una segreteria a Cremona, in via Dante 95, e nelle prossime settimane un
punto di incontro sia a Crema sia a Casalmaggiore,
per continuare quel rapporto con gli elettori nato da
tempo e nelle ultime settimane.
RITIRO ORO
P
er mia natura non sono abituato a promesse roboanti. Non l’ho fatto in campagna elettorale e non lo
faccio ora. Prometto però ai cittadini della provincia di
Cremona impegno, dedizione e coerenza.
Gli argomenti più urgenti sui quali focalizzare i primi interventi credo siano legati al mondo del lavoro.
Troppe imprese, troppi lavoratori e troppi giovani in
difficoltà economiche per non
pensare che il lavoro sia il tema
dominante di questa emergenza
strutturale nazionale.
Come risolvere la questione? La Macroregione è il primo
passaggio: da qui si parte per
creare quella struttura politicoorganizzativa che potrà portare
la Lombardia fuori dalla palude
finanziaria in cui si è arenata
l’Europa.
Macroregione uguale contrattazione con il Governo per
trattenere il 75% delle nostre tasse e da qui risorse per
molte iniziative in campo infrastrutturale (specialmente tecnologico), in campo imprenditoriale (fondo per
aiuti alle imprese con relativo azzeramento dell’IRAP),
in campo sanitario (abbassare i ticket sanitari)…
Ci sono poi priorità sui temi sicurezza – Polizia Regionale specializzata in materia ambientale – piuttosto
che temi legati all’agricoltura: salvaguardia dei marchi
e dei prodotti, tracciabilità delle materie prime e non
solo informazioni sul confezionamento, lotta alla contraffazione.
I temi sono molti, le priorità saranno concordate
con i vertici istituzionali della Regione.
Un auspicio. Migliorare le infrastrutture nel sud
della Lombardia: il ponte di Spino d’Adda al più presto e la rete ferroviaria minore (nella nostra provincia
appunto).
RISTORANTE GOMEDO
Via provinciale Adda n° 60 Gombito (Cr)
☎ 0374 350556 Cell. 349 2613589
www.gomedo.com e-mail: [email protected]
CREMA (CR)
Piazza Marconi, 36
ACQUISTIAMO
OGGETTISTICA
ORIENTALE
IN GENERE
CASTELLEONE (CR)
Via Roma, 40
PAGAMENTO IMMEDIATO!
MASSIME VALUTAZIONI!
Tel 348.7808491
TIZIANO CELL. 348.3582502
GIANCARLO CELL. 348.3921005
e-mail: [email protected]
ANDREA MAZZIOTTI: Scelta civica
Per info:
PAGO CONTANTI
Festa della donna
Domenica 10 marzo 2013
a pranzo con musica dal vivo e balli
Gli affettati misti all’italiana
Le verdurine di stagione in pastella
Il cotechino - I panzerottini ripieni di pomodoro e mozzarella
L’insalata di calamari e patate tiepida all’olio
extravergine d’oliva e limone verde
Il cocktail di gamberetti in salsa aurora

Il risotto con zucca e pasta di salame - I sedanini con salsa alla granseola

La frittura mista di pesce (calamari, gamberi, polipetti
e pesciolini - Il sorbetto al limone

Le lombatine alla valdostana - Patatine fritte

Il dolce mimosa - Il caffè

Il Gutturnio dei colli piacentini doc - Il Trebbianino dei colli
piacentini doc - Il Prosecco Brut - Il Moscato
IL PREZZO DI QUESTO MENÙ È DI € 33
TUTTO COMPRESO SENZA LIMITAZIONI DI QUANTITÀ
Speciale elezioni
SABATO 2 MARZO 2013
SENATO
CAMERA
LOMBARDIA
REGIONALI
5
CREMA
CREMASCO
CREMA
CREMASCO
Votanti 21.453 - 81,08%
Votanti 106.555 - 81,43%
Votanti 19.992 - 81,16%
Votanti 98.458 - 81,33%
4.204 - 20,23%
24.038 - 22,56%
3.936 - 20,28%
22.063 - 22,41%
2.354 - 11,33%
14.652 - 13,75%
2.296 - 11,83%
14.347 - 14,57%
346 - 1,67%
1.531 - 1,44%
200 - 1,03%
1.387 - 1,41%
268 - 1,38%
1.132 - 1,15%
8 - 0,04%
70 - 0,06%
55 - 0,28%
401 - 0,41%
5.937 - 28,57%
24.858 - 23,33%
52 - 0,27%
227 - 0,23%
13 - 0,07%
58 - 0,06%
2.976 - 15,34%
15.572 - 15,81%
2.242 - 11,55%
9.074 - 9,22%
Votanti 5.938.044 - 76,73%
MARONI
2.456.921 - 42,81%
AMBROSOLI
2.194.169 - 38,24%
CARCANO
782.007 - 13,62%
ALBERTINI
236.597 - 4,12%
PINARDI
68.133 - 1,18%
CREMA
CREMASCO
Votanti 21.465 - 79,31%
Votanti 106.544 - 79,70%
MARONI
8.154 - 39,22%
47.407 - 44,49%
AMBROSOLI
8.922 - 42,92%
35.552 - 33,37%
CARCANO
2.481 - 11,93%
13.904 - 13,05%
ALBERTINI
911 - 4,38%
4.017 - 3,77%
PINARDI
320 - 1,54%
1.252 - 1,17%
593 - 2,85%
44 - 0,21%
SENATO
CAMERA
REGIONE
Tutti i risultati
delle votazioni
di ogni paese del Cremasco
e di ogni sezione della città di Crema
sul nostro sito

1.924 - 1,80%
3.610 - 17,37%
18.969 - 17,80%
2.384 - 11,47%
9.751 - 9,15%
5.950 - 30,66%
24.333 - 24,71%
282 - 1,36%
1.658 - 1,56%
496 - 2,56%
1.623 - 1,65%
48 - 0,23%
318 - 0,30%
41 - 0,21%
182 - 0,18%
19 - 0,10%
106 - 0,11%
342 - 1,65%
1.692 - 1,59%
220 - 1,13%
1.125 - 1,14%
412 - 2,12%
1.463 - 1,48%
229 - 1,14%
1.572 - 1,60%
555 - 2,67%
www.ilnuovotorrazzo.it
231 - 0,22%
71 - 0,34%
2.019 - 1,89%
492 - 0,05%
Altri
PD: una fase nuova, delicatissima PDL: il riferimento per i moderati LEGA: finalmente la Macroregione
P
rima di tutto un grazie agli elettori che hanno dato fiducia al PD e a tutti i
volontari che hanno lavorato senza risparmio in questa difficile e “fredda”
campagna elettorale. I numeri dicono che la coalizione di centrosinistra vince
sia alla Camera che al Senato, ma il porcellum di Calderoli non permette la governabilità. Detto questo, è un risultato di cui prendere atto, ma che non ci soddisfa. A Crema siamo il primo partito e nelle regionali si è affermato nettamente
Ambrosoli su Maroni. PdL e Lega subiscono flessioni severe, ma nonostante
gli scandali che hanno spazzato via la giunta regionale precedente in cui erano
impegnati ambedue quei partiti, colpisce come siano stati riconfermati alla guida. Una continuità che non coincide con quella domanda di cambiamento, di
legalità che è maggioritaria.
La vera novità di queste elezioni è il grande risultato del M5S. Vi sono confluiti voti da tutti gli schieramenti, molti dal centrosinistra e parrebbe, a una prima
analisi, moltissimi da sinistra. Una nuova geografia con la quale bisognerà misurarsi. Al di là dei numeri ci parla di un disagio profondo a cui non abbiamo
dato una risposta convincente. Il programma c’era, serio, ma non siamo riusciti
a convincere la maggioranza della sua credibilità. Io non credo che, al di là dei
modi, delle parole urlate e delle facili promesse, il voto al M5S sia un voto solo
di protesta. Ci vedo invece la volontà di partecipare e di contare da parte di chi
evidentemente non si sente più rappresentato dai partiti, ma che non ha accettato nemmeno altri tentativi di risposta: Ingroia, Giannino...
Si apre una fase nuova, delicatissima, che traccerà il futuro su una carta politica ancora sconosciuta. Le incognite di cui è ricca possono essere opportunità
di rinnovamento. Una fase in cui c’è bisogno di sperimentare forme nuove e
nuovi linguaggi. Da parte mia non credo sia possibile andare nella direzione di
accordi con il PdL. Non darebbe risposte al Paese e sarebbe un suicidio politico.
Teresa Caso
Coordinatore comunale PD Crema
I
n molti hanno parlato di “miracolo PdL”, considerata l’entità del recupero
in soli tre mesi. In realtà il PdL è sempre stato, anche nel suo momento
più difficile, un importante punto di riferimento per i moderati – che sono la
maggioranza degli italiani – e, se non ci fosse stata qualche dispersione di voti
su movimenti dell’ultima ora, anche in queste elezione avrebbe raggiunto la
maggioranza alla Camera.
La mancata vittoria del PD di Bersani conferma che la ricetta della Sinistra
per il Paese non piace agli italiani. Il risultato positivo del Movimento 5 Stelle
è dovuto da un lato al malcontento per la difficile situazione economica e
dall’altro alla distanza che si è venuta a creare tra i “politici” e la gente.
Vedremo se alla fase della protesta saprà far seguire quella della proposta!
Finito il momento dello scontro politico è ora tempo di riflettere su cosa
occorra fare per il bene del Paese che non può stare senza un Governo. Considerando i risultati, non è utile né risolutivo tornare al voto: una nuova campagna elettorale servirebbe solo a riacutizzare le contrapposizioni e a innalzare
il livello dell’anti-politica. Ritengo possibile invece – come fatto in Germania
– un accordo con il PD sulla base di un programma chiaro e ben definito, per
il bene dell’Italia.
A livello locale – e a Crema in particolare – il dato delle elezioni politiche
conferma la forte ripresa del PdL, tornato sopra al 20%, dopo il risultato negativo delle amministrative del 2012, nonostante la separazione dai Fratelli
d’Italia e la nascita delle formazioni centriste. La compagine di sinistra, attualmente al governo, non gode più della maggioranza dei consensi in città. Il risultato delle regionali – positivo per le forze che hanno sostenuto il presidente
Maroni, ma meno eclatante per il PdL che non ha ottenuto lo stesso risultato
delle politiche – sconta il mancato traino di un candidato cremasco forte.
CASA
DEL VINO
Enzo Bettinelli
Coordinatore comunale PdL Crema
L
a Lega Nord con la vittoria di Roberto Maroni in Regione Lombardia ha
ottenuto un grandissimo risultato, e anche una generale perdita di consenso non toglie nulla al grande valore di una vittoria che non è solo una vittoria
elettorale, ma che è soprattutto una grande vittoria politica.
Ora finalmente il Nord può contare sulla forza necessaria per poter condizionare le scelte di un Governo che si preannuncia tra i più deboli della
storia di questo Paese, e conquistando la Regione Lombardia è stato l’intero
Centrodestra a salvarsi dall’assalto sia di Beppe Grillo sia di un Centrosinistra che era pronto alla giustizia sommaria nei confronti della Lega e di tutta
la coalizione.
Oggi finalmente si determinano le reali condizioni per un vero cambio di
marcia nel quadro politico nazionale. Si fa luce finalmente la Macroregione
e quindi un Nord forte e compatto che attraverso la coalizione di Piemonte,
Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia rappresenterà l’unica possibilità di
salvezza per i nostri territori in un contesto politico nazionale ormai al caos
assoluto. La Macroregione, inoltre, si accredita come l’unico interlocutore credibile e autorevole che possa discutere e trattare con l’Europa.
Ora, appena si formerà il nuovo Governo, la Lega Nord è pronta a porre sul
tavolo le sue richieste, prima fra tutte quella di trattenere sul nostro territorio il
75% del nostro gettito fiscale.
Gli obiettivi della Lega Nord sono finalmente a portata di mano e come
commissario provinciale della Lega Nord di Crema sono molto soddisfatto
del contributo che siamo riusciti a dare come territorio cremasco all’elezione
di Roberto Maroni, con una percentuale di voti che si colloca di poco sotto
alla media regionale e con un calo di voti sicuramente inferiore a quello di
molte altre provincie lombarde.
sen. Roberto Mura
Commissario provinciale Lega Nord di Crema
La location ideale per i tuoi eventi!
NUOVO ACCURATO SERVIZIO A DOMICILIO
A CREMA E NEL CREMASCO
B.glia Lambrusco DOC del Mantovano lt. 0,75
B.glia Malvasia DOC Colli Piacentini lt. 0,75
€ 3,50 -25% = € 2,65
€ 3,50 -25 % = € 2,65
Offerta del mese di febbraio valida fino al 31/05/2013
VINI SFUSI DI QUALITÀ IN DAMIGIANA DA IMBOTTIGLIARE
DI OLTRE 40 TIPI NELLA NOSTRA GRANDE SCELTA
Disponibili damigiane da 28 - 34 - 54 litri.
CHIEDETECI IL CATALOGO, BASTA UNA TELEFONATA
Gutturnio DOC Colli Piacentini al lt. € 2,50 -25% = 1,90 € lt.
Custoza DOC
al lt. € 2,50 -25% = 1,90 € lt.
Offerta del mese di marzo valida fino al 31/05/2013
CASA DEL VINO di Tonghini Claudia e Massimo
Corso XX Settembre 61-63 - CREMONA
Tel. 0372 458665 - Cell. 340 9701835
Orari negozio: 9-13 17-20.30
Inaugurazione
oggi sabato 2 marzo
Tangram Spazio Eventi è una location versatile e originale
ideale per eventi privati e business
Tangram Spazio Eventi è anche un laboratorio dove si organizzano
corsi di cucina, fotografia, floral design e molti altri
Vieni a trovarci sabato dalle 10.30 alle 19.30, ti accoglieremo con
un invitante buffet per farti conoscere la location e immaginare
insieme il TUO evento.
Vuoi “assaggiare” i nostri corsi?
Su www.tangramspazioeventi.it troverai il programma degli eventi
inaugurali. Iscriviti e sarai nostro gradito ospite!
Tangram Spazio Eventi via Capergnanica 8H CREMA
www.tangramspazioeventi.it
Opinioni e commenti
Sulle elezioni 2013
Caro direttore,
se Grillo avesse deciso che i
suoi seguaci dovevano insinuarsi nelle varie opzioni politiche
per far lievitare il suo progetto,
avrebbe ottenuto il risultato conseguito dall’impegno dei cattolici dissolto nei vari partiti: ossia
la dispersione della Dottrina
sociale della Chiesa nell’intrico
delle urlate contrapposizioni politiche. Invece il peso della sua
organizzata presenza può ora
farsi sentire in modi e contenuti
che non ci corrispondono. Grillo ha compattato i suoi come
hanno fatto le altre forze emerse,
sia pur debilitate, nelle recenti
consultazioni.
Perché i cattolici non dovrebbero compattarsi in politica?
Perché questo tabù? È la struttura partitica che funziona nelle
configurazioni del democratico
regno di Cesare. E non mi pare
che sia stato falsificato il detto
che l’unione fa la forza. E poi i
cattolici non sono forse uniti in
una Chiesa? Da cattolici essere
uniti in partito o nella Chiesa
non significa rinnegare la propria vocazione universale, non
significa chiudersi agli altri ma
dedicarsi al bene comune, rispettare la libertà delle coscienze con le quali si può dialogare
mantenendo la propria identità.
Questo ritornello dell’unità,
sia pure articolata, mi frulla
dentro da sempre, ci voleva anche Grillo per suggerirmelo nuovamente. Mi auguro che anche
una classe politica rinnovata,
con persone meno compromesse, meno individualiste e meno
risentite lo ricanti presto.
Piergiorgio Natale Carniti
Caro Piergiorgio
anche questa volta i cattolici hanno fatto una figuraccia, venendo
meno alle proprie responsabilità e
permettendo l’esito attuale veramente drammatico per il nostro Paese.
Il progetto Todi, fatto fallire da
qualcuno del nostro mondo che si è
assunto gravi responsabilità, puntava a una convergenza di laici e catto-
SABATO 2 MARZO 2013
La penna ai lettori
Appello ai responsabili Pd e Pdl
Siamo un gruppo di studenti liceali, provocati dai risultati
finali delle elezioni, risultati che hanno rivelato uno scenario
drammatico.
L’ingovernabilità nel prossimo Governo sembra certa,
chiunque ne sia il premier o i parlamentari che lo appoggiano.
Si è pensato forse di cambiare la legge elettorale, e indire a
breve nuove elezioni da cui esca una maggioranza compatta.
E sarebbe probabilmente una maggioranza di quel partito che,
iniziato come un movimento di protesta, ha nel suo programma solo la distruzione delle istituzioni e nessun progetto per
la ricostruzione. Il “Movimento 5 Stelle” ha già raggiunto un
risultato enorme, fornendo uno spaccato della situazione del
Paese, ma ci sembra evidente che un Governo presieduto da
Grillo non rappresenterebbe una soluzione e anzi avvicinerebbe il Paese alla rovina.
In questo momento l’Italia ha bisogno di un Governo stabile, che sappia gestire la difficile situazione economica e che
possa approvare riforme strutturali non “di destra” o “di
sinistra”, ma veramente utili e buone per lo sviluppo della
nazione.
lici organizzati in un unico progetto
per il bene del Paese.
Il risultato ottenuto dimostra ancora un volta che i cattolici devono
una buona volta assumersi la responsabilità di prendere il Paese sulle spalle e portarlo fuori dalla crisi.
Ovviamente in collaborazione con
tutti i laici di buona volontà.
Dobbiamo metterci nella mentalità che anche in Italia occorre un
Partito Popolare, come esiste in Europa. Perché non lo possiamo fare?
Grassinari
Egr. direttore,
Le scrivo perché ho visto che
sull’ultimo numero del vostro
giornale, nella rubrica “Così
non va” sono apparse un paio
di foto della stretta Grassinari,
dove si vedono dei cavi che co-
stituiscono un pericolo per chi si
trova a passare di lì.
Questo è un problema anche
per me, che sono il titolare del
negozio “Cremagames” di piazza Istria e Dalmazia che fa angolo con la stretta Grassinari.
Ci terrei però a sottolineare
che quei cavi sono di proprietà
del Comune, che più volte è stato chiamato a sanare la situazione ma che non è mai realmente
intervenuto.
Purtroppo però in una delle
vostre foto si vede chiaramente
la mia insegna, proprio di fianco
ai famigerati cavi. Ovviamente
in questo modo sembra che il
problema sia causato dalla mia
attività, e naturalmente qualcuno si è già lamentato con me.
Insomma, non una bella pubblicità... E non certo per colpa mia.
Forse sarebbe stato meglio
LUNEDì
MERCOLEDì
sconto10%
Frutta e
Verdura
Reparto
Macelleria
€
0,
99
al kg
VENERDì
VENERDì
RisPaRMiO FaMiglia
grana Padano
€10,90 € 8,90 kg
Parmigiano Reggiano
€16,90 € 13,90 kg
gran Duro italiano
€9,90 € 7,90 kg
2 etti di Mortadella
+
2 etti di Prosciutto Crudo +
2 etti di Cotto Rovagnati =
€
6,
00
✍
Queste stesse riforme erano richieste nel 1945, alla fine
della II guerra mondiale: allora i rappresentanti dei maggiori
partiti, DC e PCI, hanno saputo lavorare insieme per dare
un nuovo volto democratico all’Italia e consentire la ripresa
economica e sociale.
Adesso il momento è forse più critico e difficile, ma non
tutti in Italia vogliono un Governo che distrugga e demolisca
il buon lavoro che nonostante tutti gli sbagli in questi 70 anni
è stato fatto. Noi chiediamo quindi che i vostri partiti, che al
di là delle differenze hanno a cuore il bene dell’Italia, si alleino per garantire un futuro alla nostra terra.
Miriam Gipponi
Margherita Geroldi
Laura Basso Ricci
Luca Facchinetti
Gianluca Milanesi
Eleonora Del Missier
Michele Fortini
Silvia Saragni
oscurare, o rendere illeggibile, il
nome del negozio. Ma, visto che
ormai la foto è stata pubblicata
così com’è, vi chiederei cortesemente nel prossimo numero di
rendere nota ai lettori del Nuovo Torrazzo questa importante
precisazione.
Certo del vostro intervento,
l’occasione è lieta per inviarvi i
più cordiali saluti.
Marcello Piantelli
titolare di Cremagames
Un buio profondo
Si parla di relativismo, a proposito della nostra epoca. Ma
questo vocabolo, come tutti i
termini dotti, catalogando il fenomeno, lo sdrammatizza e lo
pone nella normalità. La verità
è che siamo immersi in un buio
profondo. C’è un nervosismo, in
giro, un malessere impalpabile
che si rivela in modi diversi. Nel
mutismo sospettoso degli adulti. Nell’isolamento da cuffia dei
giovani. Nell’accresciuta conflittualità negli ambiti di vita, nei
condomini… A cominciare dai
ceti più fragili: i disoccupati, gli
stranieri venuti in Italia in cerca
di qualcosa… Basta percorrere
la Penisola in treno per cogliere
i segnali di un Paese alla deriva.
Ritardi generalizzati, scomparti
fatiscenti, mancanza di controllo, anarchia nei comportamenti
… Si dà la colpa alla crisi economica. Essa, però, a mio parere,
non é la causa ma il detonatore,
l’elemento di rivelazione di una
inquietudine, di una fragilità
profonda. La crisi della nostra
epoca, prima ancora che economica, politica, sociale, è esi-
stenziale, valoriale. È quella che
Emile Durkheim definisce “anomia”, mancanza di principi. È
crisi di riferimenti fondamentali.
Di ancoramenti assoluti. Di vuoti di significato che né la scienza,
né la politica, né l’economia,
possono colmare. Nemmeno
un tipo di religiosità emotiva,
soggettiva, sincretistica, qual è
quella che predomina oggi. E
neppure una religione istituzionale, sociologica, da sacramenti
del percorso di vita: battesimo,
comunione, cresima, matrimonio, funerale.
Anche il mega-assemblearismo ecclesiale, il recitativo
liturgico, il verbalismo del magistero, possono lasciare vuote
le coscienze se manca qualcosa
di più profondo. “Che cosa significa nichilismo? – si chiedeva
Nietzsche, all’inizio del Novecento, da un punto di vista antitetico al nostro –. Che i valori
supremi si svalutano”. E questo
crea malessere. Perché l’eclissi
di valori incide sul benessere, individuale e collettivo, come una
qualsiasi malattia fisica. E, allora, quando scompare il livello
oggettivo della verità, crescono
il disorientamento e il malessere.
La cultura attuale, ponendo al
centro il soggetto conoscente anziché le cose, considera la realtà
una creazione arbitraria. Quasi
che l’uomo, oltre che dare nome
e significato al mondo, possa
anche crearlo in senso fisico e
ontologico.
Un segnale storico di tale “atteggiamento prometeico” può
essere quello della trasformazione della diade maschio-femmina, da realtà naturale in scelta
soggettiva. In questa “battaglia
civile”, viene omessa la distinzione fra omosessualità biologica o da alterazione evolutiva ed
omosessualità da scelta culturale
e ideologica. Stiamo arrivando
al punto in cui chi (come sto
facendo io in questo momento)
considera l’omosessualità emotiva deformazione della pulsione
e del sentimento, può essere denunciato per omofobia.
Luciano Verdone
Per tutto il mese
di Marzo
3
i giorni
del risparmio
Scegli il giorno
della convenienza,
Scegli il giorno
della qualità.
Porta Nova - Via Mercato, 49
Crema - Tel. 0373 203032
c/o LD MARKET
Via Stazione - Crema
Negozi convenzionati con ticket buoni pasto
6
sabato 2 marzo 2013
PIANETA ANZIANI
DEFINITI
IL PATTO LOCALE PER
LA RESIDENZIALITÀ,
L’ORIENTANZIANI,
ANZIANI
PROTAGONISTI,
TRASPORTO FACILE...
L’INTENZIONE È DI
PROPORRE ANCHE
A FBC DI RIDURRE
DA 5 A 3 IL CDA.
APERTURA
SULL’AREA C1
A SAN BERNARDINO
Individuate
6 piste d’azione
di ANGELO MARAZZI
L
e tematiche della popolazione anziana della città sono tra quelle al
centro dell’attenzione della nuova Giunta. Che da subito ha condotto
una specifica mappatura dei bisogni reali di questi cittadini, quartiere per
quartiere, avviando il percorso Azione anziani, che ha consentito di individuare sei piste di lavoro, mirate a interventi sulla semiresidenzialità e sulla
domiciliarietà, anche protetta.
“Innanzi tutto – riferisce il sindaco Stefania Bonaldi – è stato definito
il Patto locale per la residenzialità, finalizzato a coordinare le diverse azioni
progettuali sulle strutture in un quadro di intervento condiviso.”
L’obiettivo, spiega, è coinvolgere tutti gli attori del territorio impegnati
sul delicato fronte dell’assistenza ad “agire all’interno di un quadro condiviso che declini le priorità, le aree di bisogno e i rispettivi ruoli”.
Si stanno poi predisponendo l’Orientanziani: un servizio di “rete” indirizzato a “fornire agli anziani e loro familiari informazioni aggiornate della sfera socio sanitaria e dei servizi annessi”; e il percorso Anziani
protagonisti, finalizzato a promuovere una maggiore partecipazione degli
anziani alla vita della comunità.
“Partirà in via sperimentale in un quartiere della città – precisa il sindaco – e vedrà coinvolte cinque associazioni e alcune parrocchie.”
Son stati inoltre elaborati i progetti Trasporto facile, per potenziare i servizi di accompagnamento di anziani non autosufficienti presso strutture
sanitarie e/o sociali e che ha già portato – fa notare – all’attivazione della navetta di ritorno dall’Ospedale Maggiore e della fermata del Miobus
presso la nuova sede dell’Inps nell’ex Olivetti; Leggere assieme con piacere,
volto a creare opportunità per avvicinare le persone della terza età alla lettura e alla Biblioteca e Mi racconto… ti ascolto che prevede l’organizzazione
di momenti di scambio intergenerazionale anziani-giovani.
“Queste piste – sottolinea la Bonaldi – saranno evidentemente portate
avanti insieme a tutti gli attori, enti gestori o comunque soggetti del Terzo
settore e del privato sociale che hanno condiviso il percorso progettuale.”
L’amministrazione, conferma il sindaco, sta prestando massima attenzione anche alla Fondazione Benefattori Cremaschi, che si occupa del
non meno importante e delicato ambito della residenzialità.
Ferma restando la piena autonomia della Fbc, stante che è il sindaco
a designare i consiglieri di amministrazione e il presidente – e che annualmente è prevista l’illustrazione del Bilancio d’esercizio al consiglio
comunale, senza per altro che lo debba approvare – è naturale s’innestino
“dinamiche di indirizzo e collaborazione circa strategie e azioni, essendo
il Comune – sostiene la Bonaldi – il regista a tutto tondo delle politiche
socio assistenziali del territorio”. Ed è con questo spirito che intende proporre anche alla Benefattori Cremaschi la “riduzione del Cda da 5 a 3
consiglieri e dell’attuale Collegio di tre revisori a organo monocratico,
consultando prima, sia pure in via informale, anche i consiglieri comunali”.
Non è mai stato un mistero, ribadisce infine, la contrarietà della sua
maggioranza all’ipotesi della Cittadella. Ovvia dunque la condivisione
dell’adeguamento in corso del Kennedy, che “valorizza il patrimonio della Fondazione e nel contempo migliora gli ambienti e dunque la qualità
di vita di chi è ospite e di chi lavora nella struttura, oltre che ampliare la
ricettività dell’Hospice, secondo linee condivise e fortemente sostenute
anche con l’Asl di Cremona”.
Precisando che la Fbc non ha ancora formalizzato alcuna richiesta
per l’area di San Bernardino, il sindaco fa comunque osservare che il Pgt
“prevede pure forme incentivanti, che potrebbero consentire anche di evitare la cessione gratuita all’amministrazione del 30% della superficie resa
edificabile, se la Fondazione, ad esempio, s’impegnasse a realizzare in
tali aree plessi con particolari finalità sociali, come alloggi per anziani a
canone moderato o residenze assistite”. E nel puntualizzare che “questa
è naturalmente solo un’ipotesi”, lascia intendere comunque che una disponibilità del Comune a valutare le richieste della Fondazione, “specie
in considerazione che l’operazione è indirizzata non a una speculazione
edilizia, bensì a finanziare interventi di riqualificazione di immobili destinati a interventi socio sanitari”.
7
Lavori in corso al Kennedy e – in
alto – il sindaco Stefania Bonaldi
PLATEATICO: COMUNE INFLESSIBILE Alloni lascia aula
Confermate le regole per piazza Duomo degli Ostaggi
L
’assessore al Commercio e Attività produttive Morena Saltini non sembra intenzionata a lasciarsi coinvolgere nel braccio di
ferro che a ogni stagione, negli anni scorsi,
l’amministrazione comunale cittadina s’è trovata ad affrontare in ordine al cosiddetto plateatico, ovvero la concessione di suolo pubblico nella centralissima piazza Duomo a titolari
di esercizi pubblici che s’affacciano sulla medesima. Varie revisioni del regolamento, per
trovare soluzioni in grado di contemperare
le esigenze commerciali dei richiedenti con
quelle d’interesse generale – esercenti di altre attività sotto gli stessi portici e cittadini –
han finora sempre avuto strascichi polemici,
quando non anche contenziosi davanti al Tribunale amministrativo.
L’ipotesi prospettata l’altra settimana dalla
giunta Bonaldi – di ridurre, per la nuova stagione, gli spazi in concessione a ciascun esercizio ai metri in larghezza del fronte vetrina
per 10 di profondità – ha sollevato la contrarietà di Giulio Coti Zelati. Che l’ha trovata
molto restrittiva per i suoi due locali nella
piazza, oltre tutto i soli a essere così drasticamente penalizzati.
A fronte delle notizie circolate a seguito
dell’incontro stampa dell’esercente – che insieme al suo legale ha spiegato le negative ricadute sulla sua attività e sul personale occupato – l’assessore ha tenuto a “fare chiarezza
e ristabilire la verità di come sono andate realmente le cose”. Ovvero che già dallo scorso
autunno l’amministrazione ha tenuto incontri
con i titolari dei locali per un riordino e una
regolamentazione dell’utilizzo della piazza,
volendo salvaguardare anche la fruibilità pubblica della stessa, prestare la giusta attenzione
ai residenti e alle loro abitazioni, alle esigenze
di carico e scarico per tutte le attività commerciali. Ed evitare inoltre “l’utilizzo indiscrimi-
Sorgente del Mobile
Ci mettiamo la testa... ci mettiamo la faccia ...
...per fornirvi garanzia e sicurezza.
Poco teorici , molto pratici!!!
nato, da parte dei titolari dei bar e dei dehors,
che hanno creato restringimenti dei corridoi
di passaggio e allargamenti non concessi”,
pregiudicando il passaggio, in un’eventuale
emergenza, dei mezzi di soccorso.
Da qui la volontà di emanare un nuovo
regolamento che preveda, tra le altre, una
revisione degli spazi, seguendo dei criteri di
equità, conformi anche alla sentenza del Consiglio di Stato del gennaio 2012.
“Il criterio usato dall’amministrazione –
puntualizza la Saltini – è stato quello di concedere in ampiezza lo spazio fronte vetrina e
in profondità, verso il Duomo, 9 metri, poi
portati a 10, rispetto ai 12 attuali.”
A seguito della proposta pervenuta da
Confcommercio è scaturita un’ipotesi, in
corso di elaborazione, che consentirebbe una
“occupazione di 324 metri quadri complessivi, a fronte dei 299 indicati dall’associazione
di categoria e che – specifica l’assessore – incontra il gradimento da parte di tre esercenti
su quattro della piazza”.
“Da parte nostra – tiene a evidenziare – c’è
stata la volontà, che riconfermiamo, di ascoltare e discutere tutte le proposte migliorative,
ma nei luoghi deputati a farlo, non attraverso
le pagine dei giornali.”
“Una volta presa la decisione, che spetta
all’amministrazione – rimarca, in tono inequivocabile – ci dovrà essere il rispetto delle
regole, che devono tutelare tutti, non solo i
titolari degli esercizi commerciali. Il mancato
rispetto della nuova disciplina comporterà pesanti sanzioni che arriveranno fino alla chiusura dell’esercizio.”
E conclude prospettando un concorso di
idee per una riqualificazione complessiva
della piazza, a beneficio di tutti: cittadini ed
esercenti.
A.M.
A
gostino Alloni, esponente
di punta del Pd cremasco
e consigliere regionale uscente, ha rassegnato sabato – alla
vigilia della consultazione che
lo vedeva favorito tra i tre candidati della lista provinciale del
partito alla rielezione al Pirellone – le dimissioni dall’assemblea consiliare cittadina di aula
degli Ostaggi. Alloni è stato
infatti eletto, lo scorso maggio,
anche in consiglio comunale a
Crema, come capolista della sua
formazione civica denominata
Lavoro&impresa, con la quale
s’era presentato a sostegno della candidata sindaco Stefania
Bonaldi.
Da subito era circolata voce di
una sua temporanea permanenza nell’incarico amministrativo
a livello locale. Ma una rinuncia immediata sarebbe risultata
poco opportuna.
A scanso d’equivoci e per
stroncare eventuali malevole
interpretazioni, ha scelto di
lasciare il posto di consigliere
comunale di Crema alla vigilia
del voto e facendo in modo che
la notizia venisse resa pubblica a
urne chiuse (primo a pubblicarla
Il nuovo Torrazzo on line).
Riconfermato – com’era
pressoché certo – consigliere
regionale, si dedicherà appieno
all’impegno in questo ambito,
seppur ancora sui banchi della
minoranza.
VAIANO CREMASCO - S.S. PAULLESE km 27
Tel. 0373 791159 - Fax 0373 276259
e-mail: [email protected]
Dal 1962 mobilieri con reparto di falegnameria
Aemme
La Città
SABATO 2 MARZO 2013
Così non va: in redazione
giungono segnalazioni
su problemi da risolvere
LAVORO
Trattoria Toscanini
Koch, possibili
le turnazioni
Locale climatizzato
8
L
a nostra mini-rubricra “Così non va”
esce oggi dalla sua collocazione originale – la pagina delle Lettere – per segnalare due problemi che riguardano la città.
La foto in alto mostra alcuni ragazzi che
consumano il pasto in largo Falcone e Borsellino (via Massari), gettando cartacce nel
giardino condominiale sottostante e – sono
stati visti – staccando mattoni dalle antiche
mura venete per farli cadere al di sotto. “A
parte il controllo come forma di prevenzione al vandalismo, magari due panchine
e cestini posti nella zona risolverebbero il
problema”, scrive una cittadina.
La seconda problematica riguarda il cimitero: nel corpo di ponente del “Maggiore”
da tre mesi c’è uno squarcio nel pavimento
(transenne impediscono l’accesso ai loculi)
molto pericoloso e nessuno fa niente!
n’altra azienda cremasca in crisi, non da
oggi. È la Koch Heat Transfer di Bagnolo. Giovedì i
dirigenti della multinazionale americana (realizza
scambiatori di calore, con
152 addetti) e le parti sociali si sono ritrovate attorno a un tavolo presso
l’Associaizone Industriali
di Crema, nel primo di tre
incontri che termineranno
il 12 marzo prossimo.
Tra le varie richieste
avanzate dai sindacati (presenti Omar Cattaneo della
Fim Cisl e Massimiliano
Bosio di Fiom Cgil) e dai
lavoratori, quella di modificare il sistema “sei per
sei”, ovvero la turnazione
del personale sei giorni su
sette per sei ore lavorative.
Ora i vertici dell’azienda
rifletteranno una settima-
BRUXELLES
Crema “sospesa”
dal Patto dei Sindaci
C
on “grande rammarico” l’ex
consigliere comunale dei Verdi
Gianemilio Ardigò ha segnalato in
settimana “l’esclusione di Crema
dal Patto dei Sindaci”, al quale
l’amministrazione Bruttomesso
aveva aderito – con voto unanime
dell’assemblea di aula degli Ostaggi – assumendo relativi precisi impegni. Tra cui – rammenta Ardigò,
che ne era stato allora il propugnatore in consiglio – “raggiungere gli
obiettivi fissati dall’UE per il 2020,
riducendo le emissioni di CO2 nel
territorio comunale di almeno il
20%”; ma soprattutto, impegno disatteso e alla base dell’esclusione,
“predisporre, entro 12 mesi dalla
data della delibera del Consiglio
municipale – il 26 gennaio 2011 –
di un Piano di Azione partecipato
che includa un inventario base delle emissioni e indicazioni su come
gli obiettivi verranno raggiunti”;
organizzare, inoltre, “in cooperazione con la Commissione europea, il ministero dell’Ambiente
e della Tutela del Territorio e del
Mare e altri stakeholders interessati, eventi per i cittadini finalizzati
a una maggiore conoscenza dei
benefici dovuti a un uso più intelligente dell’energia e informare
regolarmente i mezzi di comunicazione locali sugli sviluppi del Piano
di Azione”. L’adesione a questo
Patto, fa osservare Ardigò, “poteva
portare Crema alla ribalta, assieme
alle forze produttive ed economiche, con progetti fattibili, di sicuro
impatto sociale ed economicamente sostenibili”. E si dice ancor più
ROTARY S. MARCO: interessante incontro
con l’artista-designer Andrea Salvetti
L’
artista Andrea Salvetti, ospite giovedì della consueta conviviale
del Rotary San Marco, ha ripercorso con semplicità e simpatia
la sua avventura artistica: dalle difficoltà degli esordi all’affermazione
piena delle sue opere in campo internazionale.
Artista-designer ha frequentato il liceo artistico di Lucca e la facoltà
di Architettura, che ha abbandonato quasi alla fine per iniziare l’attività individuale di artista-artigiano nel suo laboratorio sulle colline
fra Lucca e la Versilia, dove realizza opere usando molti materiali con
particolare attenzione per i metalli di fusione.
La sua attività interessa diverse tematiche in uno spazio che va dalla
scultura al design, all’architettura e alla performance.
La vera data di nascita di Salvetti autore-scultore è a cavallo del 199697, quando inizia la saga del Monozoo: il punto di partenza figurativo
sono gli animali, esseri e forme che esistono in natura e la natura è una
idealità grande di Salvetti, sia nel quotidiano che nella vita artistica.
Collabora con la Dilmos di Milano, dove espone alcune sue opere;
partecipa poi alla Biennale di Venezia, alla Triennale di Milano e a
esposizioni e fiere internazionali come Art Design London, Design
Miami, Art Dubai, Moss Gallery Newyork e molte altre.
In questi ultimi anni collabora anche con aziende di produzione di
arredi e realizza molte opere speciali per i progetti di Philippe Starck.
Salvetti ha spiegato agli ospiti, con l’aiuto di immagini affascinanti
delle sue opere e di alcuni curiosi aneddoti, il lavoro che segue nel suo
laboratorio-officina e alcuni complessi allestimenti di sculture.
Prima di concludere la serata l’artista ha invitato gli ospiti a visitare
Lucca, l’estate prossima, e in quell’occasione si potranno anche ammirare molte sue opere nelle piazze della città.
Al termine della serata il presidente del club Alfredo Ferrari ha ringraziato calorosamente l’artista, le cui creazioni, per chi fosse interessato, si possono conoscere sul sito www.andreasalvetti.eu
na per poi fornire risposte
e contro-ipotesi nel prossimo appuntamento già fissato nel palazzo di via De
Gasperi.
La necessità aziendale è
quella di ridurre il personale attraverso gli esuberi,
previsti ora per 35 operai
con la mobilità volontaria
e la cassa integrazione.
Se la multinazionale non
esternalizzerà alcuni settori chiave della produzione,
il numero dei lavoratori in
eccedenza potrebbe anche
diminuire ulteriormente.
Altra possibilità per diminuirli è la ricollocazione
in azienda. Come noto per
giorni i lavoratori avevano
scioperato, attivando due
presìdi davanti ai cancelli
dell’azienda stessa, e presso la sede dell’Associazione Industriali cittadina.
rammaricato di come sono invece
andati a depauperarsi l’attenzione
e l’interesse ambientalista dell’attuale amministrazione, avendo lui
stesso più volte sollecitato, “fin
dall’insediamento a essere nelle
condizioni di non perdere questi
contatti sia nazionali che europei”.
Confermando la sua personale collaborazione a tentare in ogni modo
di recuperare la situazione.
I 5 Stelle, che da qualche tempo
si stavano interessando all’argomento, tramite i due consiglieri comunali hanno protocollato proprio
lunedì una mozione che impegna il
sindaco “a riprendere con decisione il percorso previsto e deliberato
da questo consiglio comunale”, ottemperando alle procedure previste nel Patto dei Sindaci e che l’amministrazione comunale di Crema
s’era impegnata ad assolvere con
l’adesione unanime allo stesso.
Da parte sua l’assessore alla Sostenibilità – denominazione che
sta anche per Ambiente – Giorgio
Schiavini, con un comunicato diffuso ieri mattina fa chiarezza sulle
responsabilità dell’esclusione. Che
non possono certo essere addebitate a questa Giunta.
“La presentazione del Piano di
azione per l’Energia Sostenibile – fa
osservate – doveva essere fatta en-
LOCALE TIPICO
Segnalato Slow Food
È gradita la prenotazione
Chiuso il lunedì e il martedì a pranzo
LG
tro l’anno successivo alla adesione,
avvenuta il 26 gennaio 2011. Entro
il 26 gennaio 2012, invece, dall’amministrazione che ci ha preceduto
non è stato adottato alcunché.”
“Non solo. La nostra amministrazione si è insediata a fine maggio 2012 – puntualizza – e non ha
trovato alcun atto preparatorio né
alcuna azione impostata per l’adozione del Piano in oggetto.”
Di contro, richiama alcune azioni messe in campo dalla nuova
Giunta per il contenimento energetico e lo sviluppo sostenibile:
dall’impostazione del prossimo appalto calore a interventi in ordine
alla mobilità sostenibile – progetto
ciclabili per un giorno, completamento finanziato della ciclabile di
Izano, coordinamento coi sindaci
del territorio per le ciclabili extraurbane di collegamento – dal
potenziamento del trasporto pubblico locale e del servizio Miobus
alla sostituzione di automobili con
biciclette per i vigili urbani, a incentivi per il risparmio energetico
nell’edilizia privata.
“Siamo consapevoli del ritardo
– conclude Schiavini – ma anche
certi di voler recuperare la situazione.”
A.M.
Campagna “Un cuore nuovo”: distribuzione
di biscotti a sostegno di famiglie in difficoltà
D
omani, in occasione dello spettacolo per famiglie
“Alfred e Miriam”,
in programma alle ore
16 presso il teatro San
Domenico e venerdì
8 marzo prossimo, in
concomitanza con la
rappresentazione – per
la Festa della Donna –
“Affari di cuore”, alle ore 21, nel foyer verrà allestita una
vendita di biscotti a sostegno della campagna di sensibilizzazione “Un cuore nuovo”, promossa dall’amministrazione comunale, in collaborazione con la diocesi di Crema.
Questa campagna – come si ricorderà – è finalizzata ad
attivare risorse della comunità locale, da destinare a dare
un concreto sostegno a quelle famiglie del territorio che
stanno vivendo una condizione di temporanea fragilità.
I biscotti sono realizzati dal laboratorio sociale “Farina
del nostro sacco”, della cooperativa sociale Koala Work di
Crema, impegnata nell’inserimento lavorativo di donne in
situazione di svantaggio socio-economico.
Il ricavato nelle due circostanze – le confezioni di biscotti saranno distribuite in cambio di un’offerta minima di 3
euro – sarà fatto poi confluire nel fondo, appositamente
costituito, per interventi mirati di sostegno economico a
favore di famiglie in difficoltà.
MENÙ ALLA CARTA A PRANZO E CENA
e-mail: [email protected]
SIT
L’azienda aveva, quindi,
ridotto il numero degli
esuberi da 46 a 35, aprendo alla possibilità di un ulteriore ridimensionamento
del numero ricorrendo
appunto alla formazione e
quindi al “ricollocamento”
interno.
Prima dell’estate, comunque, dovrebbe essere
aperta la cassa integrazione straordinaria, con modalità tutte da definire in
un percorso condiviso tra
le parti. Nella vicenda è
entrato pure il sindaco di
Bagnolo Doriano Aiolfi.
Dapprima ha incontrato
l’amministratore delegato
Vittorio Murer e i lavoratori in sciopero, poi ha concesso la sala del Consiglio
comunale per un’assemblea.
BATTESIMI - COMUNIONI
CRESIME - RICORRENZE
E CENE AZIENDALI
RIPALTA GUERINA CR - Via XXV Aprile, 3 - Tel. 0373.66171
CERTIFICAZIONE
LA MULTINAZIONALE AMERICANA
“DIALOGA” CON LE PARTI SOCIALI
U
“Sapori di un tempo
”
Si accettano prenotazioni per
www.trattoriavineriatoscanini.it
Mazzini Giancarlo
CERTIFICAZIONE
UTENSILERIA MECCANICA
RIVENDITORE
ISO
9001
AUTORIZZATO
Attrezzature per macchine utensili tradizionali e a C.N.C.
Maschi, filiere, punte, alesatori, frese TiN, TiCN,
A
TiAIN, M.D. - Mandrineria - Utensili da tornio PARCMHEPGIO
GIO
Metallo duro Coromant - Punte e frese ad inserti
Mole - Abrasivi diamantati - Strumenti di misura digitali.
26013 CREMA (CR) - Viale De Gasperi, 27 ☎ 0373 200856 - tel. e fax 0373 200843
HAI ROTTO LA DENTIERA?
NESSUN PROBLEMA!
alla CREMADENT si effettuano
riparazioni e qualsiasi tipo di modifica
– RITIRO ANCHE A DOMICILIO –
Via Cavalli, 25 (dietro tabaccaio) CREMA
Tel. 0373/200842
C’è crisi:
NON CAMBIARE,
AGGIUSTA
www.amicobob.it
[email protected]
elettricista: prese, lampade...
montaggio mobili (Ikea, Mercatone...)
falegnameria (serrature, porte...)
idraulica: rubinetti, scarichi...
tinteggiatura e verniciatura
riparazione piccoli elettrodomestici
piccoli traslochi
PER TUTTO IL 2013
su 51 tipi di pizza del nostro listino,
47 le paghi SOLO € 5.
Ti aspettiamo!!!
Servizio a domicilio: venerdì - sabato e domenica
dalle 18.30 alle 20.30 - € 1 a consegna
Via Toffetti 18 - Sabbioni di Crema
Tel. 0373 230160 - chiuso il lunedì
ACQUISTO ORO
massima valutazione
PAGO
CONTANTI
OUTLET DELL’ORO
Via Crotti 30
MONTODINE
Tel. 0373 31542 - 366 9308517
— CHIUSO DOMENICA E LUNEDÌ —
La Città
SABATO 2 MARZO 2013
S’È SVOLTO SABATO SCORSO
I
l bergamasco Simone Vagnozzi numero 11 in Italia
e tennista di 1ª Categoria, ha
vinto il 2° Memorial Emiliano
Raimondi, torneo Open a due
stelle singolare maschile, con
la formula Rodeo, organizzato dal Tc Crema e disputatosi presso il circolo di via
Del Fante.
Oltre al big Vagnozzi, il
maestro Armando Zanotti
ha portato a Crema anche
quattro giocatori di classifica
2.1, vale a dire i migliori della 2ª Categoria. Vagnozzi si
è imposto battendo in finale
il milanese Andrea Falgheri,
categoria 2.2.
Degli atleti del Tc Crema
in gara, il giovane Filippo
Mora ha superato le qualificazioni di sabato e poi ha
perso al primo turno. Fuori
subito dal tabellone principale anche Nicola Remedi,
mentre Michele Bonizzoni
ha perso l’ultimo turno di
qualificazione.
Passando in ambito giovanile, la rappresentativa di
Cremona ha perso per 9 a 0
contro Bergamo nel secondo
turno della Coppa delle Province.
Nel frattempo, il Tc Crema ha provveduto a iscrivere
le squadre che a partire dal
mese di aprile parteciperanno ai vari campionati.
La squadra di A1 sarà
composta da Massimo Ocera, Beppe Menga, Adrian
Ungur, Riccardo Sinicropi e
Nicola Remedi.
Un momento del convegno
S
que tessuto del corpo, porta alla
perturbazione dell’autoregolazione e in seguito a una degradazione della funzione e della struttura
stessa. Nell’età pediatrica, dove
sia la struttura che la funzione devono maturare, questo concetto
può rilevarsi di enorme validità.
A esclusione delle patologie
organiche di competenza esclusivamente medica, l’osteopatia
offre la possibilità di trattare e
correggere meccanicamente delle
variazioni strutturali o disordini
meccanici capaci di provocare
delle alterazioni patologiche sia
in età pediatrica sia adulta. Tra
queste ne citiamo alcune quali i
disturbi del sonno, il torcicollo
congenito, il reflusso gastro esofa-
MESSA PER IL MOVIMENTO DI CL
Graphicprint
“Il Signore rimane
l’unico e sicuro baluardo”
Un momento della celebrazione di martedì sera presieduta dal Vescovo
geo, le craniocefalie e molte altre
che influenzano negativamente
la crescita del bambino e minano
spesso la serenità familiare.
L’esposizione degli argomenti
è stata accompagnata da filmati
eccezionali riguardanti l’esperienza lavorativa di Albert Deboutè,
docente d’eccezione dell’Ecole
Francaise Superieure d’Osteopathie,
durante i trattamenti dei suoi piccoli pazienti nel suo studio.
L’evento ha inoltre permesso di
raccogliere fondi grazie alle spontanee donazione dei partecipanti.
Il ricavato verrà devoluto in favore dell’Associazione Crema progetti in Bosnia, attiva nel sostegno
di bambini e anziani nel Paese
dell’ex Jugoslavia.
di GIAMBA LONGARI
L
a sera di martedì 26 febbraio,
nella chiesa cittadina di San
Bernardino, il vescovo Oscar ha
presieduto la santa Messa in occasione dell’ottavo anniversario della
morte di don Luigi Giussani e del
trentunesimo del riconoscimento
pontificio della Fraternità di Comunione e Liberazione. Presente
sull’altare anche l’assistente di CL
don Carlo Romagnoni, insieme a
don Giancarlo Scotti, don Francesco Mariani, don Lorenzo Roncali
e il diacono don Andrea Rusconi.
Numerosi, in chiesa, gli aderenti cremaschi al Movimento, con
in testa il responsabile diocesano
Anacleto Maggi.
Nell’omelia, monsignor Cantoni ha ripreso la preghiera pronunciata all’inizio della celebrazione:
Custodisci, o Padre, la tua Chiesa con
la tua paterna benevolenza e poiché
a causa della sua debolezza non può
sostenersi senza di te, il tuo aiuto la liberi sempre e la guidi… “Vorrei – ha
detto il Vescovo – che ciascuno la
adatti alla sua situazione personale, alla vita della Chiesa universale
(segnata in questi giorni dalla conclusione del ministero petrino di
papa Benedetto), all’esperienza di
fede del Movimento di CL in Crema. Sono parole di consolazione e
di speranza”.
In questo Anno della Fede non
sono mancati motivi di smarrimento e d’inquietudine. “Si tratta
– ha rilevato il Vescovo – di una
prova che il Signore ha permesso
perché sperimentassimo sulla nostra carne che Egli solo rimane l’unico e sicuro baluardo. La Chiesa,
infatti, è costantemente custodita,
protetta e animata dalla sapiente e
amorevole mano del Signore, che
la conduce secondo i suoi disegni.
Sappiamo di essere tutti fragili, rivestiti di umana debolezza, quella
che il Papa non ha voluto sottacere, ma ha riconosciuto in tutta
umiltà, dando prova, con il suo
scomparire dal mondo e immergendosi ancora più profondamente
in Dio, di amare la Chiesa più di se
stesso. Noi crediamo che la nostra
fragilità è sostenuta dalla forza che
Dio ci procura giorno per giorno e
così possiamo trovare il coraggio di
avanzare come uomini e donne di
fede, dal momento che l’amore di
Dio non può venire meno”.
A tutti, monsignor Cantoni ha
raccomandato di “immergersi nel
vissuto umano, di promuovere il
bene comune e la carità”.
Graphicprint
Avis Crema: rinnovato il Consiglio direttivo
dr
Graphicprint
abato scorso oltre 150 tra fisioterapisti, medici, pediatri,
ostetriche e infermieri hanno
partecipato al convegno dedicato
all’approccio osteopatico in ambito pediatrico, promosso dall’Ecole
francaise Superieure d’Osteopathie di
Parigi e dal Centro Medico Fisioterapico di Crema che, grazie alla
direzione del fisioterapista e osteopata Adalberto Villani, si distingue da più di vent’anni sul nostro
territorio nel campo della riabilitazione e delle terapia manuale.
I lavori hanno affrontato vari
argomenti riguardanti lo stato
dell’arte in Italia e in Europa circa la terapia manuale in età pediatrica. L’osteopatia in America
e in molti paesi Europei, tra cui
la Francia, è riconosciuta a pieno
titolo come medicina funzionale
che si occupa di rimuovere, attraverso l’uso sapiente delle mani,
quegli ostacoli alla fisiologica
funzionalità degli organi umani,
indispensabili per mantenere lo
stato di salute dell’individuo. Da
un punto di vista pratico questo
porta alla definizione del concetto anche filosofico di disfunzione
osteopatica per il quale ogni restrizione di mobilità, di qualun-
FONDAZIONE COMUNITARIA
Tennis
Convegno a Crema sull’approccio
osteopatico in ambito pediatrico
9
Oltre 15 milioni di euro
per progetti del territorio
“L’EROGAZIONE
SFIDA” DELLA
FONDAZIONE
CARIPLO
HA TRIPLICATO
LE DISPONIBILITÀ
Renzo Rebecchi, presidente
della Fondazione
Comunitaria di Cremona
R
enzo Rebecchi, presidente della Fondazione Comunitaria
della Provincia di Cremona Onlus, nell’ultima riunione del
consiglio di amministrazione, ha riferito ai convenuti la comunicazione avuta dal segretario generale della Fondazione Cariplo.
Il cui Cda ha tra “l’altro deliberato di: attribuire alla Fondazione
Comunitaria della Provincia di Cremona la somma complessiva
di 10.227.492,29 euro, relativa agli accantonamenti per fondo
patrimoniale e per erogazione sfida in conto patrimonio, con
destinazione di tale importo al patrimonio della medesima”.
Tenuto quindi conto anche delle donazioni ricevute dalla sua
costituzione – nel 2001 – a oggi da istituzioni, aziende, associazioni e singoli cittadini, la Fondazione Comunitaria di Cremona
ha un patrimonio di 15.392.061,29 euro.
Una disponibilità di risorse “importante per una Fondazione
strettamente legata a un territorio – ha fatto rilevare – di poco
più di 350 mila residenti”, e i cui interventi e contributi saranno
sempre, anche in futuro, erogati esclusivamente in ambito provinciale e per il bene di chi vi abita.
Dal 2001 a oggi, ha ricordato ancora Rebecchi, Fondazione
Comunitaria della Provincia di Cremona “ha erogato, grazie
al trasferimento annuale di ‘fondi territoriali’ da parte di Fondazione Cariplo, più di 9,6 milioni di euro per finanziare 486
progetti di utilità sociale nei cinque settori previsti dallo Statuto:
servizi alla persona; promozione della cultura e dell’arte; tutela
della natura e dell’ambiente; tutela, promozione e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico; promozione di attività ludico-sportive per soggetti svantaggiati”.
“L’oculata gestione del patrimonio, già rilevante per le donazioni ricevute sul territorio, ma oggi veramente cospicuo grazie
al conseguimento dell’erogazione sfida da parte di Fondazione
Cariplo, che lo ha triplicato – sottolinea il presidente – assume
una particolare importanza e delicatezza. Grazie agli attenti,
mirati e prudenti investimenti operati negli anni abbiamo realizzato anche nel 2012 una discreta rendita, ma la situazione
economico finanziaria che il Paese sta vivendo rende necessario
intervenire nella prospettiva che anche nel futuro più prossimo
l’economia stenti a riprendere un trend positivo.”
Per tali ragioni il Cda di Fondazione Comunitaria ha deciso
di accantonare una percentuale del 2% delle rendite da riversare
periodicamente a patrimonio per preservare la sua integrità dal
fattore inflattivo. Un ulteriore accantonamento verrà annualmente effettuato per costituire un “Fondo di stabilizzazione”,
allo scopo di consentire la costanza di erogazioni anche nel caso,
per qualche tempo, le rendite dovessero ulteriormente contrarsi.
Per condividere con le istituzioni locali e i cittadini, specie
quelli che operano nel terzo settore, questo importante evento
dell’erogazione sfida da parte di Fondazione Cariplo, la Fondazione Comunitaria di Cremona organizza venerdì 22 marzo
prossimo, alle ore 20,30 presso il prestigioso Auditorium Giovanni Arvedi nel nuovo Museo del violino – generosamente
concesso dal sindaco di Cremona e dallo stesso Cavaliere del
Lavoro – un concerto dell’Orchestra Sinfonica Esagramma,
che nasce dall’esperienza riabilitativa e formativa del Laboratorio di Musicologia applicata dell’Associazione di volontariato
Esagramma di Milano, riconosciuta dalla Regione Lombardia
come Centro di Eccellenza Formativa.
Spaccio
Abbigliamento
i
n
i
b
m
a
B
Nuova collezione - Nuova collezione - Nuova collezione - Nuova collezione - Nuova collezione
NUOVA COLLEZIONE delle migliori firme
per bambini da 0 a 16 anni
L
a sezione Avis di Crema ha rinnovato il
Consiglio direttivo per il prossimo quadriennio, favorendo un ringiovanimento del gruppo
senz’altro utile, oltre che indispensabile, in ottica futura.
Fanno parte del nuovo direttivo: Pietro Valcarenghi, Gianni Ghezzi, Roberto Redondi, Luigi
Polledri, Aldo Buffelè, Santino Petrone, Franco
Grosso, Gaetano Forte, Valeria Tacca, Ilaria Daleo, Claudio Paesetti, Roberto Berselli e Andrea
Venturelli. Va rilevato che i neo consiglieri sono
cinque, di cui due ventenni. Dopo tanto tempo,
inoltre, entrano nei quadri dirigenziali due donne. Nel primo Consiglio, che s’è tenuto martedì
26 febbraio, sono state distribuite le cariche che,
sonstanzialmente, hanno ricalcato quelle della
passata gestione: Pietro Valcarenghi è stato confermato presidente, così come Aldo Buffelè amministratore e Gianni Ghezzi e Roberto Redondi
vicepresidenti. La novità più importante è l’ingresso del nuovo segretario Claudio Paesetti, che
sostituisce lo storico Mario Tacca.
Revisori dei conti, sono Giorgio Fusar Imperatore, Fulvio Asticcioli e Amedeo Coti Zelati.
Ai giovani è stato chiesto di affiancare i dirigenti anziani per rodarsi in tutte le attività e preparare il terreno per il futuro dell’Avis di Crema.
G.L.
ABITI PER CERIMONIE
Battesimi, Comunioni, Cresime
Capi fatti in LABORATORIO SPECIALIZZATO a
prezzi di fabbrica.
Sartoria interna anche per eventuali modifiche
10
La Città
SABATO 2 MARZO 2013
S. BERNARDINO
L
Il quartiere si prepara
a un grande Palio 2013
a sezione Aia ‘Cristian Bertolotti’ di via dei Carmelitani organizza il tradizionale corso primaverile per arbitri di calcio.
Le lezioni avranno inizio lunedì 11 marzo alle ore 20.30, presso
la sede, dove si ricevono fin da ora le adesioni. La partecipazione è gratuita.
A tenere il corso sarà Giorgio Pretalli, arbitro a disposizione dell’organo tecnico nazionale Cai, che verrà coadiuvato dal
segretario della sezione, Stefano Peletti. Al corso possono partecipare i giovani in età compresa tra i 15 e i 35 anni, che siano
cittadini della Comunità Europea o extracomunitari dotati di regolare permesso di soggiorno. Il corso è aperto ad ambo i sessi.
Al termine delle lezioni, il candidato dovrà sostenere una prova d’esame, che prevede dei test scritti e orali sul regolamento
del gioco del calcio e un test di idoneità atletica. Durante le prime direzioni i neo arbitri saranno accompagnati da un tutor, che
insegnerà loro il disbrigo delle pratiche burocratiche nonché la
stesura del referto del dopo gara.
Una volta arbitro si riceve una tessera che garantisce l’accesso
gratuito a tutti gli stadi italiani e si riceve un rimborso spese per
ogni partita arbitrata. I nuovi arbitri inizieranno a dirigere nelle
categorie giovanili a partire dalla prossima stagione sportiva. Il
corso è valido come credito formativo scolastico.
Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni è possibile contattare i numeri 338.3984964 o 338.7840098 oppure inviare una
e-mail a [email protected]
dr
La gara delle biciclette nell’edizione 2010 del Palio
• Spazio salute •
[email protected]
Specialista Ostetricia & Ginecologia
L
Corso per preparatore portieri
a Polisportiva San Luigi ha organizzato l’iniziativa ‘Mi tuffo
anch’io: impariamo ad allenare i giovani portieri’, che consiste
in un seminario gratuito di tre lezioni per allenatori, istruttori, preparatori, insegnanti e genitori, tenuto da Francesco Cantoni, preparatore dei portieri dell’Atalanta. La prima lezione ha avuto luogo nei
giorni scorsi, alla presenza di oltre cinquanta preparatori dei portieri
e allenatori di società cremasche, del Cremonese, del Milanese e del
Bresciano. Il presidente della società organizzatrice, Mauro Granata, ha introdotto la serata e presentato l’ospite. Cantoni ha iniziato
il corso con una lezione sul ruolo del portiere. Con una esposizione
di estrema attualità e coinvolgente, il giovane preparatore atalantino
di Madignano, laureato in Scienze Motorie, ha saputo catturare l’attenzione dei presenti. Partendo da alcuni concetti generali, il relatore si è calato nelle problematiche e nelle difficoltà che si incontrano
tutti i giorni sui campi di calcio, sfatando alcuni luoghi comuni, ha
corretto gli errori più grossolani e offerto consigli e spunti di riflessione sui quali si è sviluppato il dibattito con i presenti.
Il corso proseguirà con altre due serate. Il secondo incontro è fissato per lunedì 8 aprile con un’altra lezione teorica sul tema ‘Il preparatore del settore giovanile: gli errori da evitare’.
L’ultimo appuntamento sarà invece per martedì 14 maggio, alle
20.15 con una lezione pratica sul campo dal titolo ‘Il gesto tecnico: la presa’. Cantoni spiegherà come il giovane portiere non sia un
portiere in miniatura e parlerà della necessità di lavorare molto sugli
schemi motori di base e sulle capacità coordinative.
dr
Prot. 2928/12/C
S
embrava ieri e invece sono già passati tre anni da quando San
Bernardino ha vissuto un Palio delle Contrade intensissimo.
Nel 2010, infatti, da maggio a settembre, il quartiere è stato animato da uno spirito nuovo, giocoso, a volte anche “incandescente”, ma che ha lasciato un ricordo indelebile, tanto da spingere il
comitato organizzatore a riproporlo.
Ma nel frattempo si sono scaldati i motori e nei due anni scorsi
il Palio è stato egregiamente sostituito dalla “Festa medioevale”
in onore di San Bernardino da Siena che, nella prima metà del
1400, predicò nelle nostre terre e a cui la parrocchia è dedicata.
Il Palio 2013 presenta in ogni caso sostanziali differenze e anche alcune novità rispetto alla predecente edizione.
La prima e più importante sta nella durata: non più quasi 4
mesi di iniziative, ma solo una ventina di giorni, dal 19 maggio
al 2 giugno prossimi.
La seconda, altrettanto importante, sta nel numero delle
contrade: non più quattro ma solo tre, con la possibilità per i
partecipanti di aggregarsi liberamente, a prescindere dall’esatta
contrada di residenza.
La manifestazione sarà presentata in forma ufficiale questa
sera, alle ore 21, presso il salone dell’Oratorio di San Bernardino. I rappresentanti del comitato organizzatore spiegheranno il
progetto e il tema dell’iniziativa, dando formale incarico ai capi
contrada di guidare la propria squadra. Nella stessa circostanza
sarà anche illustrato il calendario, evidenziando soprattutto le
caratteristiche di questa edizione che mira a bissare il successo
riscosso nel 2010.
SPECIALISTA in ORTOPEDIA
e in MEDICINA LEGALE e delle ASSICURAZIONI
Dott.ssa
Dott. Tommaso Riccardi
Riceve su appuntamento al n. 0373 84975 - Cell. 339 7478573
Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
SPECIALISTA
Elena Piovanelli
Via Borgo S. Pietro, 77 • Tel. 0373 204407 (per appuntamenti dalle ore 14 alle 15)
Cell. 329 0087413
SPECIALISTA IN TRATTAMENTO DELLE MALATTIE
DELLA COLONNA VERTEBRALE (discopatie, spondilosi, ecc.)
TRATTAMENTO DELLA SCOLIOSI
E DEL DORSO CURVO (in età giovanile)
Riceve per appuntamento Via Verdelli 2/a - CREMA
Cell. 335 8338208
www.dietistapiovanelli.com
Specialista in clinica dermosifilopatica
Dott.ssa M.G. Mazzari
medico chirurgo
Specialista in ostetricia e ginecologia
via Diaz, 32 - CREMA
Tel. 0373 / 82357
Centro salute RAIM
dott. Eneo Meminaj
SERVIZIO
DI FISIOTERAPIA
SERVIZIO
DI PEDICURE
CURATIVO
RIEDUCAZIONE
MOTORIA
Visite ostetriche - ginecologiche
Ecografie - 3D e 4D
PREPARAZIONE AL PARTO - GINNASTICA POST PARTO
Qilongdao Medical SPA
Direttore sanitario
Dott. Donesana Paolo Mario
Largo della Pace, 2 - 26013 Crema (CR)
Medical SPA
Direttore sanitario
Largo della Pace,2 - 26013 Crema (CR)
per app: 347.0474378 - 327.0442606 - 0373.630564(segr.tel.)
www.qilongdao.it
Medicina Estetica
SERVIZIO
DI POSTUROLOGIA
TECAR TERAPIA · ELETTROTERAPIA
viale De Gasperi, 51 CREMA ☎ 345 2223786
www.podologocrema.it - www.riabilitazionecrema.it
www.fisioterapiacrema.it
347.0474378 - 327.0442606
0373.630564
Medicina Estetica
Tricologia Medica (Cura e benessere capelli)
Dietetica / Intolleranze alimentari
Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
Ozonoterapia antalgica ed estetica
Massaggi orientali energetici
cutanea con Laser Co2 frazionato
Resp. Sanitario Dr. Marco CesariniBiorivitalizzazione
Tricologia Medica (Cura e benessere capelli)
Dietetica ed educazione alimentare
Specialista in Oftalmologia
Chirurgia Rifrattiva Laser ad
CENTROMEDICO
s.r.l.
DIETISTICA
www.qilongdao.it
Paolo Mario
Riceve per appuntamento al n. 0373 257706 via Mazzini, 65 - CremaDott.Donesana
Per appuntamenti:
ALCAT Test per intolleranze alimentari
e Medicina Tradizionale Cinese
Eccimeri Agopuntura
per:
Protocolli per disassuefazione dal fumo,
controllo della fame, ansia, insonnia
Medicina antalgica (mesoterapia, omeotossicologia)
Ozonoterapia antalgica ed estetica
Massaggi: shiatsu, thai, filipino hilot, bamboo,
stone, con compresse di erbe ed olii essenziali
MIOPIA - IPERMETROPIA
ASTIGMATISMO
Visite Oculistiche - Visite Ortottiche
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 il sabato dalle 9.00 alle 12.00
Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale)
Tel. 0373.200520/0373.201767 - Fax 0373.200703
E-mail: [email protected]
64166 DEL 08/10/2004
SERVIZIO DI PODOLOGIA
TRATTAMENTO
DEL PIEDE DOLOROSO
TRATTAMENTO DELLA SCOLIOSI NELL’ADULTO
(singolo e in gruppo)
Dirigente 1° livello Ospedale Maggiore di Crema
Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h. 14.30 - 18.00
IN OSTETRICIA-GINECOLOGIA
Studio di Fisioterapia Helma Pressler Papa
DOTT. ALDA PILONI
Medico Chirurgo
Dermatologo
Arancio Francesco
Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8
Tel. 0373 84197 - Cell. 335 6564860
AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N°
Autorizzazione n° 40/2000 Prot. n. 40/II°/AL/an
[email protected]
Aut. n. 946/2002
Riceve su appuntamento cell. 349 1868192
Ripalta Cremasca - via Civerchio 2
Dott.
- Schemi Dietetici Personalizzati
- Percorsi di Educazione Alimentare
- Consulenza per Regimi Vegetariani
- Conteggio Carboidrati per diabetici
ESPERTA IN MEDICINA NATURALE E NUTRIZIONE BIOLOGICA
[email protected]
VISITE ED ECOGRAFIE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
Chiara Caravaggi
Dr.ssa
E-mail: [email protected]
resentato dal nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione Vela Crema il fitto programma delle attività per il 2013 supportato con il
contributo dello sponsor Gelateria Bandirali.
È stata il nuovo presidente Britta Sacco con il suo staff a illustrare un
anno ricco di appuntamenti con lo scopo di promuovere, far conoscere
e far praticare lo sport della vela nella nostra provincia. Si parte già da
domani 3 marzo con l’organizzazione a Moniga del Garda della 9a edizione della Regata Brunelli quale prima prova del Campionato Zonale
FIV delle Classi Protagonist e Dolphin che vede la partecipazione di
oltre 30 imbarcazioni. A seguire per tutto il mese di marzo le uscite a
Moniga del Garda per le prove pratiche dei 12 iscritti al corso per il
conseguimento della patente nautica che andranno a sostenere l’esame
presso la Capitaneria di Ravenna l’8 di aprile.
Particolarmente intenso il programma relativo al Progetto VelaScuola che vede, con lezioni in aula e uscite di pratica al lago, la partecipazione di oltre 130 studenti degli Istituti cremaschi Pacioli, Liceo Scientifico
L. Da Vinci e Galmozzi. Un progetto in collaborazione tra la FIV e il
Ministero della Pubblica Istruzione che vede l’Associazione Vela Crema da alcuni anni tra i Circoli più attivi della XIV Zona FIV.
Con le serate tematiche “Avviso ai Naviganti” si inizia martedì 23
aprile in collaborazione con la rassegna L’Angolo dell’Avventura.
Ospite della serata Alberto Rudi che presenta il suo libro “Sulla scia
del Surprise” che racconta del suo viaggio fatto 39 anni fa con Ambrogio Fogar. Anche quest’anno l’apertura ufficiale della base nautica
si terrà il 25 aprile con una giornata aperta a tutti con l’uscita in barca
gratuita per un primo assaggio alla vela. Il 2 giugno sarà dedicato al
progetto “Vela senza Barriere” in collaborazione con il Gruppo Handy
di Crema per una giornata in barca a vela ricca di solidarietà. Nell’ambito del progetto federale riservato ai giovanissimi si terrà a fine giugno
il Campus di una settimana, a seguire a luglio i corsi junior e la tre
giorni in barca sul lago di Garda mentre per gli adulti iniziano ad aprile,
per proseguire fino a ottobre, i corsi di vela, corsi avanzati, lezioni di
ormeggio, weekend al mare e corsi per istruttori e aiuto istruttori in
collaborazione con la Federazione Italiana Vela. Per la parte agonistica,
i due equipaggi ITA02 e ITA 15 parteciperanno al Campionato Zonale
e a quello Crociera della Classe Protagonist e organizzeranno alcune
regate (www.associazionevelacrema.com).
Riceve per appuntamento 347 0195768
Crema - Via Desti n. 7
☎ 0373 259432 - 338 5028139
medico chirurgo - specialista in neurologia
P
medico chirurgo - specialista in OSTETRICIA-GINECOLOGIA
STUDIO PODOLOGICO
Translucenza Nucale, Amnio & Villo centesi, Ecografie
La Vela Crema ‘svela’
il programma del 2013
D.ssa Giovanna Stellato
PROF. DOTT. CARLO OTTAVIANI
Via Medaglie d’ORO n. 2 Tel. 0373 84975; cell. 329 2170246
Studio:
Crema,
via Civerchi,
20 - Ospedale
MaggioreLodi,
di Lodi,
Ginecologia
Studio:
Crema,
via Civerchi,
20 – Ospedale:
Ginecologia
11
ASSOCIAZIONI
ARBITRI: a breve parte il corso primaverile
Open day informativo
20-21-22-23 gennaio 2012
in occasione del Capodanno Cinese
Anno del Drago
Protocolli di agopuntura e auricoloterapia
per la disassuefazione dal FUMO,
CONTROLLO FAME, ANSIA, INSONNIA
sabato 2 marzo 2013
PREGHIERA DIOCESANA PER IL PAPA
“Grazie per il dono
di Benedetto XVI”
di GIAMBA LONGARI
T
anta gente, in un bel clima di
famiglia, è accorsa giovedì sera
nella chiesa cittadina di San Bernardino per ringraziare il Signore
del ministero di papa Ratzinger che,
un’ora prima, ha lasciato la sede
dell’apostolo Pietro ritirandosi a
Castel Gandolfo. La celebrazione
diocesana è stata presieduta dal vescovo Oscar, affiancato dai sacerdoti
(solo una trentina): “Questa sera
– ha detto – siamo qui per benedire
il Signore e rendergli grazie per il
dono del papa Benedetto XVI, per
manifestargli con la preghiera il
nostro affetto e la nostra gratitudine per il suo luminoso ministero
petrino, per la sua testimonianza di
discepolo di Gesù e di pastore nella
sua Chiesa, per la profondità del
suo insegnamento; soprattutto per
la testimonianza di fede, che ci ha
offerto, bene prezioso che Egli ci ha
invitato ad approfondire, per poterla
trasmettere con gioia”.
Monsignor Cantoni ha ricordato i sentimenti che tutti abbiamo
provato di fronte alle dimissioni.
“La decisione, del tutto libera, di
Benedetto XVI – ha rilevato – è
stata motivata dall’umile consapevolezza del venir meno delle sue
forze, così da preferire che un altro
Pastore possa continuare il ministero petrino, nella certezza che, sono
sue parole, è Dio che governa il mondo:
noi prestiamo il nostro servizio solo per
quello che possiamo e finchè Egli ce ne
dà la forza, mentre la Chiesa va avanti perché sorretta dalla fedeltà del
suo Signore e Sposo, che la conduce
con forza e sapienza, nonostante i
venti contrari”. Per papa Benedetto
non si tratta, quindi, di una separazione dalla Chiesa, “ma di un modo
diverso di amarla e di servirla. La
scelta dimissoria del Papa non esprime la volontà di abbandonare la
croce che il Signore gli ha affidato,
piuttosto si tratta di un modo nuovo
per rimanere presso il Crocifisso”.
Il Vescovo s’è poi soffermato sul
nome scelto da Ratzinger – Benedetto – ispirato al grande fondatore
del monachesimo occidentale e
patrono dell’Europa. Due le affermazioni che ha citato dalla Regola
benedettina: Nulla anteporre a Cristo
e Niente di più caro di Cristo. “Questa
amicizia intima con il Signore Gesù
– ha soggiunto – ha sempre occupato, sul modello di san Benedetto,
il primo posto tra gli insegnamenti
del Papa. Alla domanda che Gesù
ha rivolto a Pietro, E voi chi dite che
io sia?, papa Benedetto, in tutto
l’esercizio del ministero petrino, ha
affermato che Gesù di Nazareth è
la presenza viva di Dio in mezzo
a noi. L’ha ricordato anche nella
sua prima enciclica, Deus caritas est:
all’inizio dell’essere cristiano non
c’è una decisione etica o una grande
idea, bensì l’incontro con un avvenimento, con una Persona, che dà alla
vita un nuovo orizzonte e con ciò la
direzione decisiva”.
A imitazione di san Benedetto,
ha detto ancora monsignor Cantoni, “il Papa non si è stancato di
ricordare al mondo, ma soprattutto
all’Europa, la necessità di ravvivare
le ragioni della fede; è stato ben consapevole che tante sfide del nostro
tempo sono di natura antropologica
e richiedono le risorse della ragione,
per cui ci ha invitato all’intelligenza
della fede per far arrivare all’uomo
di oggi la Parola che fa vivere e
sperare. Il grande compito di questo
Papa, la sua principale meta, è stata
quella di riportare Dio nella storia”.
Da qui l’appello e l’urgenza della
testimonianza, che oggi il mondo
richiede a noi cristiani: “Abbiamo
bisogno di uomini – ha esortato il
Vescovo – che tengano lo sguardo
dritto verso Dio, imparando da lì la
vera umanità. Abbiamo bisogno di
uomini il cui intelletto sia illuminato dalla luce di Dio e a cui Dio
apra il cuore, in modo che il loro
intelletto possa parlare all’intelletto
degli altri e il loro cuore possa aprire
il cuore degli altri. Solo attraverso
uomini toccati da Dio, Dio può fare
ritorno presso gli uomini”. Alla luce
di questo insegnamento, ha concluso, “chiediamo al Signore di essere
una comunità ‘attraente’, una Chiesa credibile e gioiosa che vale non
per la sua capacità organizzativa,
ma per la fecondità della testimonianza di ciascuno dei suoi membri.
Solo così potremo collaborare a
quella ‘nuova evangelizzazione’ che
papa Benedetto ha proposto a tutta
la Chiesa, ma che ha bisogno del
nostro contributo attivo e convinto”.
Al termine, monsignor Cantoni
ha offerto al bacio dei fedeli la
Croce pettorale che il Pontefice ha
donato ai Vescovi lombardi durante
la recente Visita ad Limina.
Sopra, il vescovo Oscar mentre
presiede, giovedì sera, la Messa
di ringraziamento per il ministero
petrino di papa Benedetto.
A fianco, i fedeli baciano la Croce
pettorale che il Santo Padre
ha donato a tutti
i Vescovi lombardi
la scorsa settimana, durante
la Visita ad Limina
Il vescovo
Oscar
Cantoni
(festeggia l’8°
d’ordinazione
episcopale)
e il cardinale
Marco Cè
(65°
di sacerdozio)
R
innovando una consolidata tradizione, la diocesi di Crema celebra
martedì 5 marzo gli anniversari di ordinazione del Vescovo e di
alcuni sacerdoti. L’appuntamento, per tutti i fedeli, è alle ore 21 nella chiesa cittadina di San Bernardino. Il vescovo Oscar nell’occasione
ricorda il suo ottavo anniversario d’ordinazione episcopale, avvenuta
nel 2005 a Como. Rende invece lode a Dio per il 65° di ordinazione
sacerdotale il cardinale Marco Cè, patriarca emerito di Venezia, nato a
Izano, consacrato presbitero il 27 marzo 1948: il cardinal Cè, 87enne,
sarà unito ai festeggiati e alla comunità diocesana nella preghiera.
Tra i preti, al traguardo del 60° ci sono monsignor Vito Barbaglio e
don Primo Pavesi: don Barbaglio attualmente è canonico della Cattedrale, presidente del Capitolo e cappellano a Sant’Angela Merici; don
Pavesi è parroco emerito di Capergnanica, consulente della Coldiretti
e collaboratore a Bolzone. Don Giuseppe Pedrinelli, cappellano della
chiesa del Cimitero Maggiore di Crema, festeggia il 50° di ordinazione. Quattro i sacerdoti che celebrano il 40°: don Federico Bragonzi,
da poco partito per la missione in Uruguay; don Elio Costi, parroco
di Ripalta Guerina; don Santino Costi, parroco di Pieranica-Azzano;
don Giuseppe Pagliari, canonico della Cattedrale, assistente di AC e
direttore dell’Ufficio per i beni culturali e dell’Archivio diocesano. Infine, festeggiano il 25° il rettore del Seminario don Gabriele Frassi e
il vicario dell’Unità pastorale Ripalta-Bolzone-Zappello-San Michele
don Giovanni Rossetti.
La celebrazione sarà trasmessa in diretta audio da Radio Antenna
5, FM 87.800, e in audio/video su www.livestream.com/antenna5crema. Giovedì 7 marzo alle 20.30 differita su Lodi Crema Tv canale 111.
NUOVISSIMO APPARECCHIO ACUSTICO OTICON INTIGA
l’energia del comfort e della funzionalità
Sentire bene anche
I nuovi microchip “invisibili”
TV e telefono
e senza fili
Senza più
· Informazioni e consigli sull’udito
· Prova gratuita per un mese
· Mutuabili ASL
· Controllo gratuito specialistico
· Servizio Assistenza tutti i giorni
CREMA - via Mazzini, 82 - Tel. 0373 / 257055
SERGNANO (CR) - via Giana, 3 - Tel. 0373 / 41700
Don P. Pavesi
Don G. Pedrinelli
Don F. Bragonzi
Don E. Costi
Don S. Costi
Don G. Pagliari
Don G. Frassi
Don G. Rossetti
VEDERE E SENTIRE BENE RICCI
Oticon Intiga
Energia per l’udito
Da noi troverai:
Mons. V. Barbaglio
R
Soluzioni innovative per recuperare l’udito:
finalmente tonerai a sentire!
Ricci Group
Vip Crema
IL VESCOVO OSCAR
HA PRESIEDUTO,
GIOVEDÌ, UNA MESSA
DI RINGRAZIAMENTO.
A TUTTI HA CHIESTO
DI ESSERE
“UNA COMUNITÀ
ATTRAENTE
E UNA CHIESA
CREDIBILE E GIOIOSA:
SOLO COSÌ POTREMO
COLLABORARE
A QUELLA NUOVA
EVANGELIZZAZIONE
CHE IL SANTO PADRE
HA PROPOSTO
E CHE HA BISOGNO
DEL NOSTRO
CONTRIBUTO ATTIVO”
MARTEDÌ 5 MARZO, ALLE ORE 21, LA MESSA DEGLI ANNIVERSARI
Fanno festa il vescovo Oscar Cantoni, il cardinale Marco Cè e nove sacerdoti
MESE DELL’UDITO
disturbare
i vicini
11
lenti a contatto apparecchi acustici
PROVA GRATUITA
PER 30 GIORNI
20% di sconto
- CON POSSIBILITÀ DI PAGAMENTI PERSONALIZZATI se deciderai di acquistare.
E approfitta del controllo
effettuato da uno specialista
CASTELLEONE (CR) - via Garibaldi, 29 - Tel. 0374 / 350969 CARAVAGGIO (BG) - P.zza Locatelli, 14 - Tel. 0363 / 350322
TRESCORE CR. (CR) - via Carioni, 15 - Tel. 0373 / 274473
12
La Chiesa
SABATO 2 MARZO 2013
PROGETTO DI QUARESIMA - 1
FUCI - INCONTRO CON IL VESCOVO
Educare alla fede: una sfida attuale
Tutto il calore
di una casa
N
PROPOSTA DELLA CARITAS
PER DONNE SOLE CON FIGLI
I
n occasione della Quaresima di Carità di
quest’anno, la Caritas diocesana vuole proporre un progetto mirato al sostegno di donne
sole con figli minori. Tale iniziativa, dal titolo
Una casa per..., partendo infatti dall’ospitalità
offerta presso un appartamento in gestione
alla Caritas diocesana, si pone quale finalità
l’accompagnamento di alcuni nuclei familiari
composti da donne sole con figli piccoli verso
il raggiungimento di un’autonomia economica
e relazionale. La scelta di rivolgersi a questa
fascia particolarmente fragile è stata dettata dal
significativo aumento sul nostro territorio di
situazioni di questo tipo, che la Caritas e i Servizi sociali intercettano con sempre maggior frequenza e per le quali le opportunità di sostegno
(realizzate in passato anche attraverso l’aiuto di
alcune parrocchie) vengono sempre meno.
Le donne che si rivolgono al Centro di
Ascolto diocesano portano con sé un’evidente
difficoltà nella gestione economica e familiare:
spesso, infatti, il dover accudire uno o più bambini da sola rappresenta per una donna l’impossibilità di trovare un lavoro, o in alternativa il
dover sostenere spese eccessive per trovare qualcuno a cui lasciare il bambino. Alle difficoltà
economiche si aggiunge spesso una condizione
di fragilità della rete familiare e amicale con la
conseguente solitudine nel badare non solo a se
stesse, ma anche a una vita che ha bisogno di
tanta cura.
L’appartamento a disposizione è un quadrilocale sito a Crema dotato di tre camere da letto,
servizi, cucina e ampio soggiorno dove possono essere accolte tre donne insieme ai loro figli
piccoli (per un numero massimo complessivo
di quattro bambini). La composizione dell’appartamento offre la possibilità di godere di spazi propri (le tre camere), ma anche di svolgere
vita comune condividendo cucina e soggiorno;
quello della condivisione è un principio forte
della proposta che non riguarda solo gli spazi
abitativi, ma anche e soprattutto l’auspicio che
le famiglie siano di sostegno l’una con l’altra attraverso alcune azioni concrete, non ultima la
possibilità che qualche mamma tra le ospiti si
renda disponibile in alcune fasce orarie per la
gestione dei figli delle coinquiline impegnate al
lavoro. Nella casa potrebbero coesistere, infatti, situazioni di nuclei più autonomi con donne
in possesso di un contratto di lavoro insieme
ad altri per i quali, oltre alla ricerca di un’oc-
CONSIGLIO PASTORALE DIOCESANO
Evangelizzazione
nel nostro territorio
di GIORGIO ZUCCHELLI
È
LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE
l’Anno della Fede e il Consiglio pastorale diocesano, è
stato chiamato, venerdì 22 febbraio, a riflettere sull’evangelizzazione. Tema di grande rilevanza,
introdotto da don Gabriele Frassi,
responsabile dell’ufficio catechistico. “Siamo chiamati a leggere la
situazione della nostra diocesi – ha
detto – a individuare le criticità
dell’evangelizzazione e a ripartire
come Chiesa missionaria.”
Al proposito ha suggerito tre
aree di riflessione sulle quali ha
chiesto ai membri del consiglio di
esprimersi liberamente: la situazione di desertificazione della fede; la
proposta di indicazioni di metodo
e di contenuto; quali sono i luoghi
dell’evangelizzazione. Ne è seguita
la serie degli interventi dei singoli
consiglieri – alcuni dei quali hanno
parlato a nome delle rispettive comunità o gruppi – che ha occupato
parecchio tempo, fino al termine
della seduta, quando è stata sollevata una questione di metodo.
Raccogliamo alcune sollecitazioni interessanti. Per l’evangelizzazione s’è proposto di potenziare
i mass media, di curare le liturgie,
soprattutto in casi particolari, di
visitare le famiglie, anche di chi
non viene in chiesa; infine di non
sottovalutare l’ora di religione nella scuola, ma anche la scuola diocesana che è un’importante risorsa.
Comunque è soprattutto la vita
che deve essere testimonianza di
fede attraverso una forte coerenza
cupazione ci potrebbe essere la necessità di un
accompagnamento nella crescita nella cura dei
figli e/o nella gestione della casa.
Per facilitare l’organizzazione e l’accompagnamento, per promuovere un clima di solidarietà e scambio tra le donne e i bambini il
progetto prevede la presenza di un’educatrice
durante alcune ore della settimana: ogni nucleo,
sulla base dei propri bisogni e delle proprie risorse, avrà la possibilità di elaborare un progetto individualizzato con l’équipe educativa della
Caritas condiviso con la rete sociale (Servizi sociali, parrocchie, famiglie, enti del territorio...);
alcuni momenti saranno finalizzati a incontri di
verifica e confronto con l’educatrice e le famiglie. È facile intuire quanto un supporto economico a sostegno dell’avvio del progetto si possa
rivelare fondamentale: famiglie che sostengono
altre famiglie, si fanno prossime per consentire a
queste donne e ai loro bambini di ritrovare una
propria autonomia grazie anche alla solidarietà
della comunità circostante.
L’esperienza vuole essere un piccolo segno,
con la consapevolezza che non tutte le situazioni di bisogno potranno essere accolte, ma che
almeno la speranza non deve mai venire meno.
e scelte radicali, nella condivisione
e nell’accoglienza, nel cambiamento dei nostri stili del vivere e creando comunione. Qual è la qualità
delle relazioni intessute nelle nostre comunità?
I luoghi dell’evangelizzazione
sono quelli della vita ordinaria. La
desertificazione della fede avviene
oggi nel campo della famiglia di
cui si sta perdendo l’identità. Un
consigliere ha portato l’esperienza
della lettura del vangelo letto proprio in famiglia, che ha una particolare freschezza.
Oggi non si riesce più a parlare
ai giovani, che hanno una cultura
tutta particolare, e si vive poco la
fede nell’ambiente lavorativo: bisogna trovare più coraggio. I sacerdoti, da parte loro, spesso rilevano
un grande disagio nell’avvicinare
le persone.
“Di fronte a quanto succede – si
è chiesto un giovane – mi faccio
la domanda: per quei dodici scapestrati che stavano attorno al Signore, qual era il loro metodo per
evangelizzare? Trovarsi insieme e
parlare di lui.” E porta la propria
esperienza di conversione nel momento in cui si è sentito amato
seriamente da qualcuno. “Faccio
ora l’esperienza di tanti ragazzi
alla disperata ricerca di qualcuno
che voglia loro bene.” Se l’uomo
crede di poter vivere senza Dio, nei
giovani c’è un grande desiderio di
pienezza.
Si è anche richiamato che i laici
devono diventare sempre più soggetti dell’evangelizzazione. Solo il
loro maggior coinvolgimento potrà
riportare la gente alla Chiesa.
Per l’evangelizzazione si stanno cercando da tempo esperienze
nuove: quella dei catechisti battesimali, ad esempio, va potenziata.
Ma per essere evangelizzatori
dobbiamo incontrare noi per primi
il Cristo e portare la testimonianza
di lui in ogni luogo dove ci troviamo a vivere. E quale pedagogia
hanno usato Maria e Gesù per
educare alla fede? Invitando alla
preghiera e all’ascolto della Parola
di Dio e partendo dalle relazioni,
anche nei confronti del mondo al
quale bisogna aprirsi.
S’è infine ricordato che la fede
senza le opere non giova a nulla:
alcune scelte ecclesiali sono in linea con la testimonianza di fede?
Al termine, un consigliere ha
sollevato una questione di metodo:
“Mi sento a disagio in questi consigli organizzati come passerella di
riflessioni, anche molto belle, ma
che non approdano a scelte concrete. Bisogna cambiare.”
ell’Anno della Fede il Vescovo Oscar, che è stato nostro ospite
nella serata di lunedì, ci parla di quella che forse è una delle
più grandi sfide di oggi: educare alla fede. Educare alla fede è accogliere e rispondere all’appello che Gesù ha fatto prima di tutto
ai suoi discepoli, un atto di fiducia nei confronti di Dio e del suo
figlio. Innanzitutto è necessario riflettere sul fatto che se ora noi
siamo cristiani e crediamo, è sì un dono di Dio, ma ciò è reso possibile anche grazie alle persone che ci hanno educato, che ci hanno
trasmesso la fede, sia nell’ambito della comunità più stretta, della
famiglia, sia attraverso la società in cui viviamo e siamo cresciuti.
Essere educati alla fede ed educare alla fede significa lasciarsi
penetrare dallo Spirito Santo per poter diventare simili a Gesù, vivere nel suo stile e quindi fare propri i suoi valori in un rapporto di
amicizia con Lui. Seguendo Cristo l’uomo, accoglie un progetto di
vita e si lascia guidare in un cammino paziente, secondo i doni che
ciascuno ha e che deve mettere a frutto. In questo percorso l’uomo
realizza se stesso fino a raggiungere uno stato di felicità interiore e
spirituale. Nell’educazione alla fede i santi sono certamente i primi
testimoni, ma tutti siamo chiamati alla santità, vivendo nella quotidianità i valori cristiani, nei piccoli gesti e soprattutto nella relazione con l’altro; quindi anche noi siamo chiamati alla testimonianza
della fede e all’educazione in ogni ambito, a scuola, in università,
al lavoro e nei momenti di svago, come il lievito nella pasta. È nella
relazione con l’altro e soprattutto nell’amicizia che si trova lo spazio per la condivisione e la testimonianza della propria fede.
Questi sono stati alcuni degli spunti di riflessione che il Vescovo
ci ha lasciato e che hanno poi acceso un’animata discussione nel
gruppo, da cui sono emerse altrettante idee. Pensiero comune è la
necessità di portare il Vangelo nella contemporaneità, senza perderne i valori fondanti e soprattutto conoscendo profondamente i
contenuti. Certo una serata non basta per esaurire tali tematiche,
ma sicuramente porterà a sviluppare ulteriori riflessioni sia nel
gruppo, sia personali.
TESTIMONI: Ghidelli e la figura di Martini
“L
a verità della fede si verifica dalla bellezza della vita che suscita”. L’itinerario dedicato ai testimoni del nostro tempo
del Centro culturale diocesano Gabriele Lucchi, nato per dare attuazione a un desiderio del nostro vescovo Oscar, è sicuramente
una delle esperienze più riuscite. In questo filone ecco l’incontro di
mercoledì 6 marzo alle ore 21, al Centro San Luigi di via Bottesini
a Crema, dove monsignor Carlo Ghidelli comunicherà a viva voce
qualche tratto della figura profetica del cardinale Carlo Maria Martini, uomo del Concilio.
CENTRO SAN LUIGI - CREMA
Continuano i percorsi per i giovani
P
roseguono gli incontri dedicati ai 18enni presso il Centro San Luigi di Crema. Domenica scorsa, attaverso una serie di laboratori
tematici, s’è focalizzata l’attenzione sui valori dell’amicizia, dell’amore, del coraggio e della felicità, oltre che sulle relazioni autentiche
tra le persone. Senza dimenticare che un buon cammino di vita non
può esistere senza l’amicizia con il Signore.
In vista c’è ora l’appuntamento di giovedì 7 marzo, alle ore 21:
il Centro giovanile San Luigi, all’interno del Percorso motivazionale Vero su Bianco, è lieto di dare spazio alla Festa della donna. Sono
state raccolte tre storie di donne comuni che racconteranno in cosa
consiste il loro essere diverse, forti, amanti della vita. Lo faranno con
le modalità interattive a cui sono ormai abituati i partecipanti agli incontri. Ospite sarà Marco Guazzone insieme a Stag, giovane reduce
da Sanremo Giovani e da tante importanti collaborazioni musicali
con artisti emergenti, con Fox e XFactor Italia. A lui il compito di
commentare musicalmente gli interventi femminili della serata.
IL SIGNORE È SEMPRE PAZIENTE E MISERICORDIOSO
Prima lettura: ES 3,1-8.13-15
Salmo: 102
Seconda lettura: 1COR 10,1-6.10-12
Vangelo: LC 13,1-9
In quel tempo si presentarono alcuni a
riferire a Gesù il fatto di quei Galilei, il cui
sangue Pilato aveva fatto scorrere insieme a
quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù disse loro: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per
aver subito tale sorte? No, io vi dico, ma se
non vi convertite, perirete tutti allo stesso
modo. O quelle diciotto persone, sulle quali
crollò la torre di Sìloe e le uccise, credete che
fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di
Gerusalemme? No, io vi dico, ma se non vi
convertite, perirete tutti allo stesso modo».
Diceva anche questa parabola: «Un tale
aveva piantato un albero di fichi nella sua
vigna e venne a cercarvi frutti, ma non
ne trovò. Allora disse al vignaiolo: “Ecco,
sono tre anni che vengo a cercare frutti su
quest’albero, ma non ne trovo. Tàglialo
dunque! Perché deve sfruttare il terreno?”.
Ma quello gli rispose: “Padrone, lascialo
ancora quest’anno, finché gli avrò zappato
attorno e avrò messo il concime. Vedremo
se porterà frutti per l’avvenire; se no, lo taglierai”».
L’
inizio dell’esperienza evangelica
oggi proclamata, si inserisce nel
discorso precedentemente tenuto da
Gesù con il quale condannava le folle
di ipocrisia perché sapevano giudicare
perfettamente il tempo meteorologico
(crònos) mentre non volevano riconoscere “il tempo opportuno (kairòs) per
la salvezza”. Proprio “in quel tempo”
arrivano alcuni ad annunciare un tremendo fatto di orrore: l’uccisione di un
gruppo di Galilei, ritenuti da Pilato dei
sovversivi, il cui sangue era stato mescolato con quello delle vittime sacrificate al tempio.
Potremmo pensare oggi a tutte le
vittime della violenza, soprattutto ai
cristiani (solo lo scorso 2012 in numero di 105.000) uccisi in odio alla fede
in Gesù; come a tutte le persone morte
in questi giorni, comprese le donne e i
bambini, nelle repressioni violente che
stanno insanguinando soprattutto la
Siria e il Mali. Gesù, certamente sollecitato dai suoi concittadini a esprimere
un giudizio di condanna a favore della
libertà della nazione palestinese contro la dominazione romana, preferisce invece stimolare a
una seria conversione, a
un cambio di mentalità e
di vita, condizione sicura di salvezza e di pace.
E così la stessa risposta Gesù manifesta con
chiarezza di fronte a un
altro fatto di cronaca, il
crollo della torre di Siloe
su diciotto persone, che
erano rimaste uccise.
Oggi potremmo pensare
alla violenza della natura contro la vita
dell’uomo, dal terremoto alle inondazioni, dai vari tsunami alla desertificazione che compromette l’esistenza e
rende inospitale la terra. Questi inter-
rogativi riguardano l’eterno problema
del male, di fronte al quale si coinvolge
la giustizia di Dio che placa la “sua
ira” colpendo anche gli innocenti.
Emerge la solita domanda: perché Dio
permette o vuole questa
sofferenza?
Negli studi di Filosofia mi hanno sempre
colpito alcune dichiarazioni: la prima risale
addirittura a Epicureo
(sec. IV a.C.) che così
spiegava ai suoi alunni
il comportamento divino: “Dio vuol togliere
il male e non può o può
e non vuole. Nel primo
caso è impotente, nel secondo è malvagio”.
Anche i medievali si
ponevano lo stesso interrogativo: “Si
Deus, unde malum?”. Si è sentita perfino l’esigenza di giustificare Dio di
fronte al male, come esempio le varie
teodicee. Ma Dio non ha bisogno che
Terza domenica di Quaresima (Anno C) Domenica 3 marzo 2013
l’uomo lo giustifichi. In Gesù, invece, non giudica né condanna l’uomo
sofferente, soprattutto se innocente (il
dramma dei bambini), ma ci stimola alla conversione che da una parte
riscopre il volto del Padre nella sua
pazienza e misericordia e dall’altra ci
spinge a rendere più operosi e fruttuosi
i doni che ci ha dato.
Per pigrizia o per paura lasciamo
spesso inattive le grandi risorse di natura e di grazia a noi donate e poi magari
ci lamentiamo con Dio per l’emergere
del male e lo rimproveriamo per il suo
inspiegabile silenzio.
Il Signore, che ha stima di noi, manifesta la sua fiducia affidandoci ancora il tempo perché con la varietà dei
doni che ciascuno scopre in se stesso
possiamo collaborare ora alla manifestazione del suo Regno di amore e di
pace, senza cadere nella rassegnazione
o nello sconforto, ma con un impegno
premuroso, sollecito e generoso.
Don Emilio Lingiardi
(parroco della Cattedrale)
amenti
Aggiorn ni
quotidia to
ro si
sul nost rrazzo.it
uovoto
www.iln

sabato 2 marzo 2013
13
FURTI E RAPINE
Colpi a raffica nel territorio
Ci si sente meno sicuri
NONOSTANTE IL GRANDE LAVORO DELLE FORZE DELL’ORDINE
È
stata una settimana, l’ultima, che
ha ulteriormente minato la percezione di sicurezza nel territorio Cremasco. Nonostante Carabinieri e Polizia
siano sulle strade notte e giorno le azioni criminose a danno di persone, abitazioni e negozi si sono susseguite in
modo impressionante. Sarà la vicinanza a Milano e la presenza di direttrici di
grande traffico che agevolano le fughe,
il fatto è che anche quando le Forze
dell’Ordine, e non avviene di rado, inchiodano i responsabili il danno è fatto.
E non si parla di quello materiale ma di
quello morale, i timori crescono e non
si avverte più quella sensazione di sicurezza che solo pochi anni fa era una
prerogativa del territorio.
L’episodio più grave si è verificato
a Castelleone dove due uomini hanno
perpertrato una rapina di cosmetici a
danno del supermercato ‘Famila’. Si
tratta di due romeni di 24 anni residenti nel Bergamasco finiti in manette, un
terzo complice è invece riuscito a darsi
alla fuga. I due hanno arraffato i prodotti dagli scaffali, ma il responsabile
della vigilanza gli si è parato davanti
per chiedere conto di quanto stessero
facendo. I malavitosi lo
hanno sollevato di peso,
spinto contro un muro
e colpito con un pugno.
Quindi sono scappati.
Pochi minuti dopo
analoga situazione segnalata a Soresina. In
questo caso è stata la
Coop a ricevere l’indesiderata visita.
Due dei tre sono fuggiti verso Cremona a bordo di una Fiat
di colore rosso. La segnalazione della
vettura è stata utile ai Carabinieri del
capoluogo che lungo la Paullese hanno
fermato la vettura e arrestato i rapinatori e riconsegnato la refurtiva recuperata ai legittimi proprietari.
Furto, nella notte tra martedì e mercoledì, a danno del bar della stazione
ferroviaria di Crema. I soliti ignoti, forzando una porta posta sul retro del locale, hanno fatto irruzione nel pubblico
esercizio andandosene
con una slot machine e
un registratore di cassa.
I Carabinieri, effettuato
il sopralluogo, hanno
dato avvio alla caccia ai
ladri.
La stessa notte topi
d’appartamento al lavoro anche a Pandino
dove un intero quartiere
è stato visitato. I soliti
ignoti sono riusciti ad arraffare dalle
tre dimore nelle quali sono riusciti a
entrare, contanti e monili per diverse
migliaia di euro di valore.
C’è poi chi fa la spesa al market ma
senza passare dalla casse. Un escamotage adottato probabilmente più volte
AZIONI
CRIMINOSE
IN CASE
E NEGOZI
DI CITTÀ E PAESI
SINISTRI
da C.C., 56enne milanese, che giovedì,
però, ha incontrato sui suoi passi un
attento addetto alla vigilanza e poi la
Polizia. Gli agenti hanno recuperato
la refurtiva e hanno tradotto in carcere l’uomo, con una ricca storia di reati
contro il patrimonio alle spalle.
Intorno alle ore 11, l’addetto antitaccheggio di un supermercato cittadino ha notato un uomo che, dopo
aver riempito una busta con diverse
bottiglie di liquori e generi alimentari,
l’aveva appoggiata vicino alla corsia di
ingresso e poi, una volta oltrepassate
le casse, l’aveva prelevata cercando di
allontanarsi indisturbato. Una volta
fermato, insieme agli uomini della Polizia di Stato intervenuti dopo la telefonata di rito al 113, è stata rinvenuta
a bordo della vettura dell’uomo altra
merce della stessa natura, asportata
con lo stesso metodo nel medesimo supermercato, per un valore di oltre 300
euro.
SPINO D’ADDA
Grave frontale sulla 235
Operaio in fin di vita
G
rave incidente martedì mattina alle 8.30 lungo la Serenissima
al confine tra le province di Cremona e Brescia. Un furgone e
un pullman di linea sono entrati in collisione, coinvolgendo nel sinistro anche una Jaguar. Il bilancio parla di due gravi feriti trasportati
in eliambulanza in ospedale a Brescia. Sul posto Vigili del Fuoco,
Polizia e 118.
Ad avere la peggio sono stati i due occupanti il furgone, due operai bergamaschi. Per estrarli dalla cabina del mezzo commerciale si
è reso necessario l’intervento dei pompieri. L’eliambulanza è atterrata nei campi attigui alla Serenissima occupandosi dell’immediato
trasferimento dei due gravi feriti in ospedale. Per uno la prognosi è
stata sciolta poco dopo. L’altro è stato ricoverato in fin di vita.
Stando alla ricostruzione del sinistro sarebbe stato il furgone, forse per l’asfalto reso viscido dal ghiaccio provocato dalle basse temperature, a finire sulla corsia opposta.
Sinistro fortunatamente senza gravi conseguenze, invece, mercoledì mattina all’alba lungo la Paullese in territorio di Castelleone.
Una 24enne residente nel Cremasco, M.D. le iniziali fornite dalla
Polstrada intervenuta per i rilievi di rito, ha perso il controllo della
propria auto finendo fuori strada. Soccorsa e trasferita in ospedale è
stata giudicata guaribile in pochi giorni. Sul post 118 e VF.
CREMA: cimitero profanato
‘Mostra’ una pistola
al creditore: denunciato
U
C’è anche chi si specializza in furti
con destrezza; è il caso di un 45enne
cremasco noto alle Forze dell’Ordine che giovedì ha fatto sparire da un
cantiere di Santa Maria della Croce i
marsupi di due operai. Grazie alle indicazioni di una donna che aveva visto
il sospetto allontanarsi di corsa, muratori e Polizia sono riusciti a rintracciare
e fermare l’uomo. Borsellini recuperati
ma del denaro nessuna traccia.
Serve, al fianco del grande lavoro
di Cc e Polizia, l’aiuto dei residenti.
Laddove è accaduto i colpi sono stati
sventati. È accaduto a fine settimana
scorsa a Offanengo e giovedì sera a Castelleone dove i ladri sono stati messi
in fuga da una donna, accortasi che
ignoti si erano intrufolati nel cortile
del vicino, e poi dai militari dell’Arma.
I tempi sono cambiati e a questo, ovvero a collaborare maggiormente con le
Forze dell’Ordine, probabilmente ci si
deve abituare.
L
n magazziniere 48enne è stato denunciato per minaccia aggravata. L’uomo avrebbe accolto un creditore insieme al suo avvocato e
all’ufficiale giudiziario mostrando una pistola infilata nella cintura dei
pantaloni. I tre hanno allertato i Carabinieri che sono giunti sul posto e
hanno deferito lo spaccone.
L’uomo con escamotage aveva sempre fatto slittare il pagamento
di una prestazione professionale a un giardiniere Cremasco che dopo
inutili e innumerevoli tentativi aveva chiesto aiuto al proprio legale. La
pratica è arrivata sino all’ingiunzione e oltre con tanto di ufficiale giudiziario chiamato a intervenire per consentire al giardiniere di poter veder
soddisfatte le proprie richieste, nel frattempo salite a 4.000 euro di valore
per via degli interessi.
Il 48ene in ritardo, per usare un eufemismo, con i pagamenti ha accolto i tre con una brusca reazione. Quindi, per intimidirli, ha aperto
la propria giacca mostrando la pistola infilata nei pantaloni. Il creditore, l’ufficiale giudiziario e l’avvocato se ne sono quindi andati e l’uomo
pensava di averla fatta franca. I tre, invece, si erano solo allontanati per
evitare che la situazione degenerasse e per avvertire i Carabinieri che
pochi minuti più tardi hanno suonato al campanello dell’abitazione del
48enne per una perquisizione che ha portato al ritrovamento della pistola, una scacciacani costata una denuncia per minaccia aggravata.
adri e vandali in azione nel cimitero Maggiore di Crema. Il
raid è avvenuto nel fine settimana. I soliti ignoti sono entrati
nel camposanto approfittando del buio della notte. Hanno preso
di mira coperture e pluviali in rame di alcune cappelle quindi
avrebbero profanato alcune tombe strappando dalle lapidi i crocifissi e lasciandoli a terra.
Non è la prima volta che il camposanto viene visitato dalle
gang dell’oro rosso. Nelle altre occasioni, però, non si erano registrate le profanazioni che lasciano amareggiati ed esterrefatti,
nonché preoccupati, i fedeli e chi abitualmente si reca al cimitero cittadino per una preghiera sulla tomba di un congiunto.
CREMA: Poliziotti e Cc da diploma salvavita
M
ercoledì pomeriggio presso la sala riunioni della sede cremasca dell’amministrazione provinciale militari dell’Arma della Compagnia di Crema e agenti del Commissariato di
Polizia e del distaccamento della Polstrada hanno ricevuto il
diploma per l’abilitazione all’uso dei defibrillatori in dotazione
alle Forze dell’Ordine. Alla cerimonia sono stati invitati il prefetto Tancredi Bruno di Clarafond, il presidente della Provincia
di Cremona Massimiliano Salini, il sindaco di Crema Stefania
Bonaldi e i rappresentanti di Polizia e Carabinieri.
CAMISANO: perde al gioco, simula furto
U
na 41enne di Camisano è stata denunciata dai Carabinieriper simulazione di reato. Per coprire davanti ai familiari le
perdite al gioco ha denunciato d’aver subito un furto di gioielli
in casa. I Cc hanno indagato è hanno scoperto un’altra verità.
COMBATTIAMO LA CRISI!
Aumentiamo
il valore della nostra casa.
Come?
CREMA (CR) - PIAZZA FULCHERIA, 2
TEL. 0373 202868
[email protected]
www.bergamaschitende.com
SIMULAZIONE A COMPUTER DELL’INTERVENTO PER TENDE DA SOLE
PROTEGGENDOLA CON
UNA TENDA O PERGOTENDA
DA SOLE
PRENOTALA ORA con l’installazione
entro il 30 aprile avrai uno sconto
del 20% su tutti i modelli e motori.
POSA IN OPERA GRATUITA IVA
21% COMPRESA
14
Necrologi
È mancato all’affetto dei suoi cari
SABATO 2 MARZO 2013
Circondata dall’affetto dei suoi cari è
tornata alla Casa del Padre
Angela Donarini
in Moretti
di anni 80
Lino
Margheritti
Ne danno il triste annuncio il marito
Agostino, i figli Gianprimo, Maria Teresa e Attilio con le rispettive famiglie.
A funerali avvenuti, i familiari ringraziano quanti sono stati vicini alla cara
Angela e a tutti coloro che hanno partecipato al dolore della famiglia.
Bagnolo Cremasco, 2 marzo 2013
di anni 85
Ne danno il triste annuncio i figli, la
nuora, i nipoti e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno partecipato al loro
dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare al medico curante dott. Gionfriddo, ai medici e a tutto il personale del
reparto di Pneumologia dell’Ospedale
Maggiore di Crema per le cure prestate.
Crema, 25 febbraio 2013
È mancata una persona molto speciale,
Padre accogli il suo spirito.
Ciao
A funerali avvenuti della cara
Il Vescovo Oscar e i sacerdoti della
diocesi sono vicini nella fede e con la
preghiera a don Ernesto e alla mamma
Lucia per la scomparsa del carissimo
papà
Camisano, 27 febbraio 2013
Con la fede pasquale nel Signore risorto affidiamo alle braccia misericordiose
del Padre il caro zio
di anni 90
le figlie Rosangela con Gianni, Ivana
con Gianbattista, i nipoti Cristiano,
Alessia, Egon e Tamara esprimono un
sentito ringraziamento a tutti coloro che
con preghiere con fiori, scritti e con la
partecipazione alla cerimonia funebre
hanno condiviso il loro dolore.
Trescore Cr., 26 febbraio 2013
Circondata dall’affetto dei suoi cari è
mancata
Luigi Mariconti
Il Consiglio pastorale, il Consiglio affare economici, i lettori, i catechisti, il
gruppo missionario, il coro e tutta la
comunità di Camisano sono vicini con
la preghiera al parroco don Ernesto in
questo doloroso momento per la scomparsa del caro papà
di anni 76
Sarai nella nostra anima ogni istante.
I tuoi familiari, i parenti e gli amici
A funerali avvenuti i familiari ringraziano sentitamente tutti coloro che con
preghiere, scritti e con la partecipazione alla cerimonia hanno condiviso il
loro dolore.
Un ringraziamento particolare per
le premurose cure prestate a tutti gli
operatori del Day Hospital, reparto
Oncologia e Cure palliative dell’Ospedale Maggiore di Crema, in particolar
modo alle dott.sse Pasquini e Mariconti.
Spino d’Adda, 28 febbraio 2013
A funerali avvenuti, il figlio Franco con
Eleonora, gli affezionati nipoti Andrea
con Claudia, Simona con Matteo, gli
adorati pronipoti, i fratelli Gianni e
Adriano, le cognate, i nipoti e i parenti
tutti, nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che
con preghiere, fiori, scritti e la partecipazione ai funerali hanno condiviso
il loro dolore per la perdita della loro
cara
“Mi hai chiamato: eccomi Signore”.
Ci ha lasciati
di anni 80
Ne danno il triste annuncio i figli Pier
Teresa e Mario, la nuora Marilena, il
genero Attilio, il nipote Daniele, il fratello, i cognati, le cognate, i nipoti e i
parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Bagnolo Cremasco, 23 febbraio 2013
Circondata dall’affetto dei suoi cari è
tornata alla Casa del Padre
Luigi Mariconti
papà di don Ernesto, don Gianfranco,
Gabriella e mamma.
Fontana (LO), 27 febbraio 2013
Giovanna Marazzi
in Inzoli
di anni 79
Ne danno il triste annuncio il marito
Francesco, le figlie Silvana, Rosalba,
Roberta, il genero Antonio, i cari nipoti
Laura, Vanessa, Francesca, Alessandro,
Giovanni, Matteo e Lorenzo, la sorella,
i cognati, le cognate, i nipoti e tutti i
parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Trescore Cremasco, 28 febbraio 2013
mamma Giovanna
I genitori e gli alunni della III elementare Canossa partecipano al lutto di don
Ernesto per la perdita del caro papà
Luigi Mariconti
Crema, 27 febbraio 2013
Il presidente e il consiglio dell’AGESC
Crema partecipano al dolore di don Ernesto per la morte del caro papà
Tom partecipa con grande affetto al
dolore di Michela, della sua mamma e
di tutta la famiglia per la scomparsa del
carissimo
Elmina Moroni
ved. Sacchi
Giuseppe
Collorà
Crema, 27 febbraio 2013
di anni 88
Porgono un particolare ringraziamento
ai medici e al personale infermieristico
della Fondazione Ospedale Caimi di
Vailate, per tutte le premurose e amorevoli cure prestate.
Crema, 27 febbraio 2013
Giordano, Luisa, Carlo, Anna, Turiddo,
Pina, Danilo, Giusy, Angelo, Valentina
sono vicini all’amico Franco e famiglia
per la perdita della cara mamma
Elmina Moroni
ved. Sacchi
Crema, 27 febbraio 2013
Il presidente, i dirigenti, i docenti e tutto il personale della Fondazione Carlo
Manziana, sono vicini con affetto a don
Ernesto per la scomparsa del caro papà
Luigi Mariconti
Ne danno il triste annuncio la moglie
Raffaella Rosaria, i figli Lucrezia, Franco, Michela, Antonella, Carmen, i generi e i nipoti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno preso parte al loro
dolore.
Si ringraziano i medici e gli infermieri
del reparto di Urologia dell’Ospedale
Maggiore di Crema per l’assistenza
premurosa. In particolare esprimono
grande riconoscenza al dott. Salinitri
per la professionalità e le grandi doti
umane manifestate durante tutta la degenza.
Sabbioni, 27 febbraio 2013
in Paradiso avrai la gioia di rivedere
tutte le persone a te care che hai tanto
amato e che tanto ti mancavano, ora potrai riposare fra i tuoi angeli.
Trescore Cremasco, 28 febbraio 2013
Cristina Berta
in Rossi
Luigi Mariconti
e si uniscono a lui nella preghiera.
Crema, 27 febbraio 2013
È mancata all’affetto dei suoi cari
Ne danno il triste annuncio il marito
Gino, i figli Fabrizio, Andrea, Gianmaria, Emanuele, Mario, Paolo e Giorgio, le nuore, i cari nipoti, la sorella,
il fratello, i cognati, le cognate e tutti
i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
del reparto di Gastroenterologia dell’Ospedale Maggiore di Crema.
Crema, 28 febbraio 2013
alle pagine
16 e 18
di anni 87
Un sentito ringraziamento alla dr.ssa
Brazzoli del servizio Dialisi, al dr. Defendi dell’U.O. Cure Palliative dell’Ospedale di Crema nonché alla sig.ra
Costanza per le assidue cure e assistenza.
Si prega di devolvere eventuali offerte
all’Associazione Cremasca Cure Palliative Alfio Privitera - Onlus.
Crema, 28 febbraio 2013
L’Amministrazione comunale di Ripalta Cremasca partecipa al lutto che ha
colpito il consigliere comunale Gianmaria Rossi per la perdita della cara
mamma
Ripalta Cremasca, 25 febbraio 2013
Ambrogio, Mario, Alessandro, Giovanna e Pietro Villa si uniscono al dolore
di Andrea e familiari per la scomparsa
della cara mamma
di anni 68
Ne danno il triste annuncio il marito
Giacomo, i figli Francesco, Simona e
Luca, la nuora Paola, il genero Fabio, i
nipoti Mattia, Melissa e Alice, la sorella
Teresa, il fratello Franco, i cognanti, le
cognate, i nipoti e i parenti tutti.
Il funerale avrà luogo nella chiesa parrocchiale di Madignano oggi, sabato 2
marzo alle ore 10 partendo dall’abitazione in via Roma 28, indi proseguirà
per la cremazione.
Si ringraziano quanti parteciperanno
alla cerimonia funebre.
Madignano, 27 febbraio 2013
Cristina Berta Rossi
e porgono sentite condoglianze.
Madignano, 25 febbraio 2013
I dipendenti della società Villa Scambiatori di Madignano, partecipano
commossi al dolore del collega Andrea, del papà Gino, dei fratelli e dei
familiari per la scomparsa della cara
mamma
Cristina
e porgono sentite condoglianze.
Madignano, 25 febbraio 2013
Caro
nonno
Dario
il dolore per la tua perdita è mitigato
solo dalla gioia che ci lascia il tuo ricordo. Abbraccia la nonna per noi.
I tuoi nipoti Sara, Pietro,
Alessia, Maurizio, Elena,
Marco, Alessandra, Laura, Dario,
Maria Elena, Lorenzo e Giada
Crema, 28 febbraio 2013
Ciao
bisnonno
Dario
ti ricorderemo sempre.
I tuoi pronipoti
Irene, Luca, Francesco, Greta,
Andrea, Vincent, Sofia, Irene e Julieta
Crema, 28 febbraio 2013
Partecipano al lutto:
- Angela e Giulio Bandirali
- Carolina, Giacomo, Luisa e Andrea
Manzan
Cristina Berta
Antonia Uberti
in Ferla
A funerali avvenuti, la moglie Angela, i figli Giuseppe con Piera, Nadia
con Raimondo, l’adorata nipote Elena,
le sorelle le cognate e i parenti tutti,
nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che con preghiere, fiori, scritti e la partecipazione
ai funerali hanno condiviso il loro dolore per la perdita del caro
Giovanni
Vailati Venturi
(Gianni)
Porgono un ringraziamento ai medici e
al personale infermieristico del reparto
di Medicina dell’Ospedale Maggiore di
Crema, in particolare al dott. Fiorini per
la grande umanità d’animo.
Crema, 1 marzo 2013
Il Consiglio di Amministrazione, il collegio sindacale della Banca Cremasca
esprimono partecipazione al dolore
della collaboratrice Nadia Vailati Venturi per la morte del caro papà
Giovanni
e porgono sentite condoglianze.
Crema, 27 febbraio 2013
Il direttore e i dipendenti della Banca
Cremasca condividono il dolore della collega Nadia Vailati Venturi per la
morte del caro papà
Giovanni
Crema, 27 febbraio 2013
Il Consiglio d’Amministrazione e i
dipendenti della Fondazione Asilo Infantile di Ombriano porgono sentite
condoglianze ad Armanda e Sergio per
la scomparsa del signor
Dario Birocchi
Ombriano, 26 febbraio 2013
La famiglia Tosetti Maria, Palma con
Angelo, Daniela, Andrea con Vera
commossi partecipano al grave lutto
che ha colpito i figli e le loro famiglie
per la perdita del caro
Dario Birocchi
a cui sono sempre stati legati da un
sentimento di grande stima e profonda
amicizia.
Crema, 26 febbraio 2013
Il Presidente, i volontari e i soci tutti
della Croce Rossa Italiana Comitato
Locale di Crema, partecipano al lutto
del socio Sergio Horeschi e della famiglia per la scomparsa del loro caro
Dario Birocchi
e inviano sentite condoglianze.
Crema, 28 febbraio 2013
Altre
necrologie
Dario
Birocchi
Cara
Porgono sentite condoglianze e assicurano preghiere di cristiano suffragio.
Crema, 27 febbraio 2013
Giuseppe
Collorà
A funerali avvenuti i figli Armanda, Ornella, Giacomo, Ferdinando, Caterina e
Francesca unitamente a tutti i parenti
annunciano la morte di
Rosa Mallio
di anni 78
Alberto
Veneroni
“O Dio non ti domandiamo
perché ce l’hai tolto, ma ti
ringraziamo perché ce l’hai
donato”.
“Lascio la terra per un regno
di pace in paradiso”.
che ora contempla con grato stupore
il volto trasfigurato del Signore, sua e
nostra luce nel cammino terreno.
Crema, 27 febbraio 2013
Luigi Mariconti
Rosa Carioni
ved. Ogliari
È mancata all’affetto dei suoi cari
Il Presidente, i volontari e i soci tutti
della Croce Rossa Italiana Comitato
Locale di Crema, partecipano al lutto
del volontario Francesco Ferla per la
scomparsa della madre signora
Ditta
individuale
Preventivi
senza impegno
Antonietta
Uberti Ferla
e inviano sentite condoglianze
Crema, 27 febbraio 2013
IZANO via Roma 83/a
Cellulare
340 0851664
Abitazione 0373 789359
Per informazioni:
La comunità di adulti Scout MASCI
Crema 2 “Ruah” è vicina con affetto fraterno a Sergio e Armanda condividendo con loro e la famiglia nella preghiera
la scomparsa del caro
Dario Birocchi
Crema, 28 febbraio 2013
sabato 2 marzo 2013
15
BAGNOLO CREMASCO
“Casa Ginelli”
si può vendere
di LUCA GUERINI
L
a vicenda della cosiddetta
“Casa Ginelli” sembra veder dipanare i dubbi sin qui sollevati. È di questi giorni, infatti,
la valutazione della “Direzione
regionale per i Beni Culturali e
paesaggistici della Lombardia”
– datata giovedì 7 febbraio – con
cui l’ente classifica come bene
di valore storico-artistico la residenza che sarebbe appartenuta
dell’Innominato manzoniano,
inquadrando però l’immobile
nella categoria per la quale la
vendita da parte del Comune è
possibile, ma previa autorizzazione del Ministero.
Lo stabile, costato 260.000
euro, valutando posizione, vincoli strutturali e architettonici,
non trova un’utile destinazione
pubblica (sarebbe comunque necessario trovare almeno altri 500.000
euro per mettere mano alla ristrutturazione, ndr): il solo fatto di
essere su tre piani blocca infatti
l’idea della primitiva destinazione “sociale” ipotizzata dall’amministrazione in carica.
“In un periodo in cui si parla
di dismissione del patrimonio
pubblico e di difficoltà a reperire
risorse per governare i Comuni,
proseguiremo con l’iter burocratico per mettere in vendita la
Casa – afferma il sindaco Doriano Aiolfi –. Siamo consapevoli
che ora sarà ancor più difficile,
ma pur coscienti dei vincoli (soprattutto strutturali) esistenti e
della difficoltà del mercato immobiliare, visto che il palazzo
non è stato dichiarato d’interesse storico così rilevante da non
poter essere ceduto, andremo
avanti con il nostro progetto di
vendita”.
Insomma, anche a seguito del
giudizio della “Direzione regionale per i Beni Culturali e paesaggistici della Lombardia”, la
volontà è quella di sempre, cioè
proseguire sulla strada dell’alienazione della dimora: verrà
dunque richiesta l’autorizzazione e si procederà a un’altra asta
(come si ricorderà, la prima è
andata deserta).
L’ente pubblico – va ricordato – non può, anche a fronte di
mancanza di offerenti nella prima asta, abbassare il prezzo, che
equivale a quanto è stato pagato
per acquistarlo, ovvero 260.000
euro. La residenza è stata comprata nel 2009 dall’amministrazione Peretti a poche ore dalle
elezioni, con quello che – ribadisce il sindaco di oggi – “non
si ha remora a definire un vero e
proprio spreco di denaro pubblico”. Carlo Peretti aveva pensato
di utilizzare lo spazio come sede
dell’Archivio e della Pro Loco.
Prima della fine del 2012, l’ex
“Casa Ginelli” fu oggetto di
un’interrogazione in Consiglio
comunale da parte del gruppo
di minoranza di Rinnova Bagnolo, nelle cui file, tra l’altro, siede
lo stesso Peretti, l’ex sindaco
che firmò l’atto d’acquisto. In
aula gli animi si accesero con un
secco botta e risposta tra Aiolfi
e il capogruppo dell’opposizione Luca Zuccotti. “Di tale
‘operazione’ non è stata fatta
menzione alcuna in campagna
elettorale: tale circostanza appare alquanto strana, posto che
avrebbe dovuto essere molto
pubblicizzato il compimento di
un atto che per la precedente
amministrazione doveva essere
estremamente importante visto
che ha comportato l’esborso di
una cifra così elevata”, aveva
premesso Aiolfi sulla questione.
Rinnova, da parte sua, aveva
criticato gli attuali amministratori in quanto la Soprintendenza
per i Beni Architettonici e Paesaggistici e la Direzione Regionale per i Beni Culturali avevano
richiamato il Comune a ottemperare alle disposizioni per cui,
prima di vendere l’immobile, era
necessaria una perizia della Sovrintendenza.
La scorsa settimana, come
detto, la valutazione è arrivata.
Il Comune può procedere alla
vendita chiedendo prima l’autorizzazione al Ministero.
Con i soldi ricavati dalla cessione, l’amministrazione potrebbe realizzare una serie di
interventi di natura straordinaria presso tutti gli edifici scolastici del paese. Questo, almeno è
quanto si ricava dal Piano triennale delle opere. La speranza è
ora di tornare a parlare di “Casa
Ginelli” per annunciarne l’avvenuta vendita, che metterebbe
tutti d’accordo.
LA DIREZIONE REGIONALE PER I BENI
CULTURALI E PAESAGGISTICI HA FATTO
PERVENIRE LA VALUTAZIONE SUL VINCOLO
ARCHITETTONICO E STORICO-ARTISTICO
A fianco, “Casa Ginelli”, la residenza che sarebbe appartenuta
dell’Innominato manzoniano. In alto, il sindaco Doriano Aiolfi
MONTODINE: AGRICOLTORI AMAREGGIATI
Ponte Adda, no alla tassa regionale per le strade campestri
di GIAMBA LONGARI
I
l ponte sul fiume Adda a Montodine, inaugurato il 14 dicembre 2009 dopo 15 anni d’assurda attesa, torna a far parlare
di sé. Lo fa non tanto per la struttura – un esagerato colosso
d’ingegneria che svolge in pieno la sua funzione – quanto per
una vicenda legata alle strade campestri di servizio per l’uso
delle quali gli agricoltori delle aziende in località Boccaserio
sono ora chiamati a versare una tassa annuale: un’imposizione
che gli interessati, furiosi e già tartassati durante i lavori, non
esitano a definire un “furto legalizzato”. Oltre ai tanti danni,
insomma, adesso pure la beffa.
Portavoce degli imprenditori agricoli di Boccaserio è Fabrizia Fadini, la cui famiglia già nel 1999 ricorse al TAR Lombardia contro il progetto e il decreto d’occupazione della proprietà interessata dalla costruzione del ponte: alla fine fu trovato
un accordo bonario con tanto di risarcimento e, dopo un’infinita serie di altri intoppi, fallimenti e pastoie burocratiche, il
nuovo manufatto strallato fu realizzato per un costo totale di
41 milioni di euro.
“Siamo però di fronte – osserva Fabrizia Fadini – a una
triste storia italiana che accade qui, in Pianura Padana, dove
il fiume Serio termina la sua corsa entrando nell’Adda. Per
anni abbiamo sopportato il rumoroso ponte provvisorio e poi
nel 2002, con i lavori di costruzione in corso, ci fu la piena
del fiume che, rotto l’argine, allagò le nostre terre e i nostri
fabbricati: questo anche a causa dello sbarramento creato dal
nuovo rilevato stradale di collegamento al ponte in costruzione che frenò il deflusso dell’onda di piena. Per la prima volta
nella storia, e per più giorni, il piano terra degli edifici restò
sommerso da 60 centimetri d’acqua limacciosa, provocando
gravissimi danni”.
Per rimediare all’errore e il ripetersi del fenomeno, ricorda
la signora Fadini, “l’AIPO (l’Agenzia interregionale per il Po)
progettò e realizzò un nuovo argine di difesa, più a ridosso
dei fabbricati, raccordandolo con quel rilevato stradale che fu
causa dell’allagamento. Il nuovo argine fu costruito per lo più
rialzando una vecchia strada campestre, da sempre utilizzata
per la cura dei limitrofi terreni agricoli: gli accessi a tali terreni, anche se meno agevoli, furono comunque garantiti dalla
Onoranze Funebri
Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo
Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo
Preventivi senza impegno
Tel.
0373 203020
Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)
concomitante costruzione di rampe, realizzate proprio sull’area dei vecchi accessi e per le quali noi proprietari accettammo
d’accollarci la manutenzione”.
In questi anni, quindi, gli agricoltori di Boccaserio hanno
sempre tenuto in ordine le strade campestri, tra l’altro rifacendo periodicamente il fondo sconnesso dal passaggio dei trattori. L’AIPO ha poi passato le rampe in gestione alla Regione
la quale, proprio in questi giorni, ha richiesto il pagamento di
una tassa annuale per l’uso delle stesse: “A nulla – rileva Fabrizia Fadini – è valso far presente ai funzionari regionali che
i terreni già avevano il loro accesso ben prima della costruzione sia dell’argine sia delle rampe di raccordo. ‘Niente da fare,
così è la legge’, ci hanno detto: e a noi, cittadini impotenti che
veniamo sempre gabbati, non resta che indignarsi per il patito
furto legalizzato”.
La paradossale vicenda, comunque, non è destinata a finire
così, con gli agricoltori decisi, nonostante le numerose beffe e
le seccature già subite, ad andare fino in fondo anche attraverso le vie legali.
sabato 2 marzo 2013
SPINO D’ADDA
VAILATE: I diritti dei bambini, concorso
Area Welko,
rinascita
I
di ELISA LORENZETTI
D
alle 18.45 a oltre la ‘mezza’ (notte). Tanto si è protratto il Consiglio comunale dei giorni scorsi, con 12 punti all’ordine del giorno
(tre sono stati rimandati alla prossima seduta). Piatto forte dell’incontro l’adozione del Piano integrato di intervento dell’area Welko in variante al piano delle regole del PGT redatto dall’ingegner Paolo Guerini Rocco, presentato dal signor Gianfranco Cicorella.
Lo strumento urbanistico, adottato con i voti favorevoli della maggioranza (la minoranza ha fatto pollice verso), ritornerà in consiglio
fra 60 giorni per l’approvazione. “Siamo in presenza di una occasione
imperdibile di riqualificazione – sostiene con convinzione il sindaco
Paolo Riccaboni –. Stiamo parlando di 47mila metri quadrati che non
porteranno nessun aumento di abitanti. Viene mantenuta la vocazione
produttiva per la maggior parte del comparto; solo 3.500 metri quadri
saranno destinati a commerciale con la prescrizione che non ci possono essere alimentari e centro commerciali (2.000 metri saranno sfruttati per il commerciale e 1.500 metri per il terziario). La superficie in
questione era praticamente dismessa, con questa operazione andremo
a migliorare la viabilità del quartiere, ci sarà un incremento di parcheggi, importanti anche in occasione di manifestazioni; verificheremo un
miglioramento estetico e, particolare tutt’altro che privo di significato,
si incamereranno oneri di urbanizzazione come standard di qualità
che saranno destinati per almeno il 50% sul quartiere stesso”.
Il primo cittadino, a proposito, spiega che “si interverrà sugli spogliatoi del centro sportivo comunale e verranno effettuate opere di
respiro minore nel quartiere, tra il ‘Resega’ e la ‘Cascina Rosa’. La
zona cambierà aspetto, sarà più bella e, se necessario, verrà migliorato
il manto stradale” . Riccaboni tiene a precisare che “l’operazione non
creerà problemi al commercio al dettaglio degli spinesi”.
La proposta prevede la riqualificazione del tessuto urbanistico ed
edilizio dell’intero comparto a destinazione industriale da tempo dismesso e caratterizzato da un avanzato stato di degrado, al fine di poter procedere a un diverso uso degli spazi esistenti con conseguente
frazionamento in più unità produttive, ma anche per soddisfare la richiesta di individuare degli spazi commerciali all’interno dei fabbricati
esistenti. L’intervento principale prevede quindi la riqualificazione del
tessuto urbanistico ed edilizio dell’intero ambito industriale con nuove
opere di urbanizzazione interne e un diverso uso degli spazi esistenti
con conseguente frazionamento in più unità produttive facenti capo a
diverse ragioni sociali, in modo da vivacizzare l’artigianato, l’industria
e il commercio presenti sul territorio di Spino d’Adda “come motore
essenziale dell’economia locale”.
La nuova proposta progettuale, che consentirà la deviazione di tutti
i mezzi pesanti in entrata dalla via Parma in derivazione dalla ex S.S.
415, verso la via dell’Industria con l’obbligo di svolta a sinistra, crea
per il collegamento interno un doppio senso di marcia dalla nuova
viabilità realizzata dal Pip (Piano insediamenti produttivi) Resega al
tratto attualmente chiuso della via Dell’Industria, in modo che tutta
la viabilità legata alla parte industriale/artigianale del comprensorio
potrà essere deviata sulla parte Ovest del comparto.
Restando in campo urbanistico, il Consiglio ha approvato “l’allegato
4” (energetico) al regolamento edilizio, che contempla una serie di deroghe al Pgt in caso di miglioramenti significativi per quanto riguarda
le energie alternative, che mirano alle efficienze energetiche appunto
degli edifici. “Abbiamo aderito al patto dei sindaci, che prevede una
serie di pregiabilità e di deroghe per incentivare il privato a migliorare
il patrimonio edilizio esistente. Daremo massimo risalto all’iniziativa
presentando un progetto che coinvolge tanti attori chiamati a dare il
loro contributo”.
Il Consiglio comunale ha licenziato anche il Piano di emergenza
comunale. Il gruppo di Protezione Civile spinese, di cui il sindaco è il
responsabile, è nutrito, preparato e dotato di ottime attrezzature acquistate anche col contributo di Regione Lombardia. Il ruolo di coordinatore lo svolge Fabio Andena.
15
IN CONSIGLIO COMUNALE IL PIANO
INTEGRATO DI INTERVENTO IN VARIANTE
AL PGT PER RILANCIARE L’AREA DISMESSA
DI 47MILA METRI QUADRATI
Il Comune di Spino d’Adda e una veduta aerea dell’area Welko
l Comune di Vailate ha istituito un concorso letterario, intitolato I
diritti dei bambini, per ricordare l’importanza, per tutti, ragazzi, genitori e adulti responsabili, di conoscere in dettaglio la Convenzione
sui Diritti dell’Infanzia e l’Adolescenza, al fine di essere, ognuno nel
proprio ambiente e attraverso le proprie opportunità, difensori consapevoli e convinti dei diritti di ogni bambino che nasce.
Il concorso, destinato ai ragazzi, residenti nel Comune di Vailate frequentanti le classi 3a, 4a e 5a della scuola primaria, prevede
l’elaborazione di un testo di almeno venti righe, riguardante i diritti
dell’infanzia. Per partecipare occorre far pervenire i propri elaborati
alla Segreteria del concorso letterario, istituita presso l’Ufficio del sindaco di Vailate, entro e non oltre le ore 12 del 15 aprile. Gli elaborati
dovranno essere redatti su fogli in formato protocollo e in calce alla
composizione dovrà essere scritto il nome del bambino e la classe
frequentata.
La giuria sarà composta dall’Assessore all’Istruzione, Cultura,
Sport e Servizi sociali, Paola Dodaro, o un suo delegato, nel ruolo di
presidente; dal primo cittadino Pierangelo Cofferati; dall’assistente
sociale; da tre rappresentanti del corpo docente, anche in quiescenza,
dei quali uno nominato dall’assessore Dodaro e due nominati dalla
dirigente dell’Istituto comprensivo di Trescore Cremasco.
Per ciascuna sezione del concorso letterario I diritti dei bambini sono
previsti un libro e una coppa ricordo per il primo classificato e una
medaglia per i bambini che si saranno piazzati dal secondo al quinto.
La proclamazione e la premiazione dei vincitori avverrà nella prima quindicina di maggio, secondo le modalità comunicate direttamente dalla Segreteria.
Ramon Orini
PANDINO: MOSTRA SUL RAPPORTO PADRE/FIGLIO
Allestita negli spazi del convitto della Casearia
N
essuno genera se non è creato – Alla scoperta del padre in
Omero, Dante e Tolkien. È stato il filo conduttore della
mostra della Fraternità San Carlo tenutasi presso il nuovo
convitto della Scuola Casearia di Pandino. L’iniziativa è stata possibile grazie al sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Dovera e Postino e del Centro Culturale ‘Stefan
Wyszynski’.
Attraverso il materiale espositivo, costituito da 20 pannelli
a colori, l’obiettivo dei curatori è stato quello di sottolineare
l’importanza del rapporto padre-figlio, fondamentale nella
crescita dei ragazzi e sperimentato quotidianamente nel lavoro di educatori, all’interno della stessa struttura di via Bovis.
L’Educatore Damiano Donati, grazie alla disponibilità dei
seminaristi della Fraternità Sacerdotale San Carlo Borromeo
di Roma, presenti nei giorni scorsi a Pandino per illustrare il
percorso espositivo agli alunni della locale scuola media ha
accolto la possibilità di ospitare all’interno del convitto pandinese la mostra itinerante che associa alle immagini i testi
di Jonah Lynch, Luca Montini, Paolo Paganini, Emanuele
Rampa, Davide Tonini, proprio per sensibilizzare docenti e
discenti, sull’importanza del rapporto padre-figlio. Significativa la risposta degli allievi delle scuole coinvolte; hanno
ascoltato con interesse la descrizione dei seminaristi Stefano
ed Enrico, secondo i quali, con la mostra allestita presso il
convitto, si intende perseguire l’obiettivo di “risvegliare nei
ragazzi la riflessione verso il rapporto con il proprio padre”.
I due seminaristi hanno rilevato che, “in questi 40 anni è venuta meno la figura del padre, fondamentale per la formazione dell’uomo, in quanto si genera una persona matura in
senso pieno se si riscopre l’importanza della paternità”.
Damiano Donati, educatore che ha organizzato l’evento
per conto del convitto, s’è detto soddisfatto per la risposta
dei ragazzi e dei visitatori, riscontro positivo percepito anche
dagli stessi seminaristi i quali hanno sottolineato tra l’altro
l’importanza del linguaggio cui s’è fatto ricorso. “Utilizzare
la letteratura – hanno concluso Stefano ed Enrico – come stimolo alla lettura, non come obbligo, ma come possibilità di
conoscenza e crescita”.
Il direttore del convitto pandinese Roberto Baragetti ha
sostenuto con convinzione che “attraverso queste iniziative
Onoranze Funebri
Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo
Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo
Preventivi senza impegno
Tel.
0373 203020
Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)
Studenti in visita alla mostra
allestita nel convitto
della Casearia di Pandino
si conferma e si rafforza il ruolo della struttura come vera
agenzia educativa attenta a tutte le tematiche che riguardano
lo sviluppo e la crescita dei suoi ragazzi”.
Presso il convitto, annesso alla sede coordinata dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Stanga’, operano attualmente
7 educatori, che assieme al personale ausiliario e ai cuochi,
accolgono circa 100 studenti (40 convittori e 60 semiconvittori), che frequentano la Casearia, fornendo loro, oltre a vitto e
alloggio per chi non può far ritorno a casa la notte, supporto
allo studio per i tanti che seguono le attività pomeridiane.
Adesso è tempo di iscrizioni e la dirigenza ha fotografato
come si deve la Scuola di via Bovis, conosciuta ovunque e non
solo in Italia per i suoi programmi e i suoi prodotti, frutto
dell’attività svolta nel moderno caseificio didattico.
El
16
Necrologi
A funerali avvenuti i familiari della cara
Erminia
Giovanetti
profondamente commossi, ringraziano
di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure presate,
all’équipe delle Cure Palliative di Crema, ai medici e al personale infermieristico del Reparto Hospice dell’Ospedale Kennedy.
Crema, 29 febbraio 2013
A funerali avvenuti, i figli Angela con
Angelo, Gabriella con Umberto, Flavio
con Emanuela, gli affezionati nipoti,
Cristina, Alessandra, Davide, Daniele,
Alessia, Lorena, i pronipoti e i parenti
tutti nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che con
preghiere, fiori, scritti e la partecipazione ai funerali hanno condiviso il loro
dolore per la perdita della loro cara
SABATO 2 MARZO 2013
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
Nel trentaseiesimo anniversario della
morte del caro papà
2009
i figli, i parenti e conoscenti tutti lo ricordano con immutato affetto.
Una s. messa sarà celebrata dal figlio
don Vincenzo, domenica 3 marzo alle
ore 18 nella chiesa di San Bernardino
in città.
12 marzo
2013
Franca Bianchessi
in Orgiu
il marito Nicola con i figli Fabio, Marco,
Stefano, il fratello Walter, le nipoti e i
parenti tutti la ricordano con immutato
affetto e tanta nostalgia.
Una s. messa in memoria sarà celebrata
domenica 10 marzo alle ore 10.30 nella
chiesa parrocchiale di San Carlo Borromeo in Crema.
2008
di anni 94
Dopo una vita dedicata agli affetti familiari è mancata
A due anni dalla scomparsa della cara
2006
Amalia Alpiani
ved. Venturelli
i figli la ricordano con nostalgia a
quanti la conobbero insieme con l’indimenticabile papà
Michele
nel 37° anniversario della morte.
Due ss. messe saranno celebrate domani, domenica 3 marzo alle ore 10.30
e domenica 26 maggio alle ore 10.30
nella chiesa parrocchiale di S. Stefano
in Vairano.
22 novembre 1918
3 marzo
la figlia Vittoria, la nipote Elsa con Roberto e Paolo la ricordano con immutato affetto.
Una s. messa sarà celebrata nel Santuario delle Grazie venerdì 8 marzo alle
ore 17.30.
1995
Prof.ssa
Maria Spataro
Augugliaro
Cara Maria, oggi come ogni giorno, sei
nei nostri cuori con tanto amore e infinito rimpianto.
Nino, Marco, Salvo
Ti ricordiamo a tutti gli amici e alle
persone che ti hanno stimato e voluto
bene.
Crema, 3 marzo 2013
“Un crudele destino ci ha separati ma nessuno potrà mai
spegnere il nostro amore per
te”.
3 marzo
2013
“A te che sei lontano ma vicino ai nostri cuori. A te che
fai parte dei nostri respiri. A te
che esisti nella parte più profonda dei nostri cuori... anche
se sei nell’alto dei cieli”.
Beatrice Della Noce
in Uselli
La tua famiglia, i parenti e gli amici ti ricordano sempre con affetto e nostalgia.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 3 marzo alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di Ripalta Guerina.
Nel secondo anniversario della morte
del caro papà
Riccardo Valcarenghi
Il tuo ricordo vive sempre nei nostri
cuori: più forte di un abbraccio, più
importante di qualsiasi parola.
Ci ritroveremo in comunione con te
nella s. messa che verrà celebrata domani domenica 3 marzo alle ore 20.30
nella chiesa parrocchiale dei Sabbioni.
Papà, mamma, Alessandra e Andrea
2010
8 marzo
i figli, i generi, la nuora e i parenti tutti
lo ricordano con tanto affetto, unitamente alla cara mamma
Luigi Denti Pompiani
26 settembre 2003
Silvano Brezzolari
la mamma, la sorella, il fratello, la cognata, il cognato, la nipote, gli zii lo ricordano con infinito affetto e nostalgia
unitamente al caro nonno
Nel quinto anniversario della scomparsa della cara
i figli, la nuora, le nipoti la ricordano
con l’amore di sempre.
Una s. messa sarà celebrata martedì 5
marzo alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Crema Nuova.
4 marzo
2013
Nel terzo anniversario della scomparsa
del caro
Carolina
Taietti
la famiglia lo ricorda con rimpianto e
nostalgia.
Una s. messa in sua memoria sarà celebrata giovedì 7 marzo alle ore 18.30
nella chiesa parrocchiale di Romanengo.
1996
1980
3 marzo
2013
Nel trentatreesimo anniversario della
scomparsa della cara mamma
suor Teresa
Guerini Rocco
la sorella suor Marcellina, i fratelli, le
sorelle, le cognate, i cognati e i nipoti
tutti la ricordano con vivo affetto.
Ss. messe in sua memoria saranno
celebrate.
2013
“Quanto sono belli i piedi di
coloro che recano un lieto annuncio di Cristo”.
(Rom. 10,15)
Nel diciassettesimo anniversario della
scomparsa del caro
Emilia Severgnini
Un ufficio funebre sarà celebrato lunedì
4 marzo ore 20.15 nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
Rosa Donarini
le figlie con le rispettive famiglie e i
parenti tutti la ricordano con l’affetto e
l’amore di sempre unitamente al caro
papà
Bortolo Fecit
Marmi
e graniti
per edilizia
e alla cara nonna
I dirigenti e i giocatori dell’ex società
calcistica San Francesco Sabbioni,
partecipano al lutto che ha colpito flavio Nichetti e il figlio Luca (già giocatore e consigliere della società sportiva)
per la perdita della cara
chiamata dal Signore a partecipare alla
gioia eterna.
Si esprimono le più sentite condoglianze a tutti i familiari.
Sabbioni, 28 febbraio 2013
Agostino Bergomi
Nel primo anniversario della tua partenza tutti gli amici si stringeranno a te
e alla tua meravigliosa famiglia in una
s. messa celebrata oggi, sabato 2 marzo alle ore 18.30 nella chiesa dell’Ospedale Maggiore di Crema.
Nell’anniversario della scomparsa della
cara
2013
Luciano Della Noce
Ciao
Carolina Piloni
Nichetti
2013
Angela Branchi
Amilcare Walter
Vagni
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 3 marzo alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di Sergnano.
di anni 89
rimarrai sempre nel mio cuore.
Marcella
Sabbioni, 28 febbraio 2013
9 marzo
“L’amico dell’amico è l’amico”.
1992
Carla Piloni
Nichetti
(Carolina)
6 luglio 1923
2012
“Sei uscita dalla vita non dalla
nostra vita”.
A otto anni dalla scomparsa del caro
Carol
2013
“L’eterna primavera è il tempo
per un fiore bellissimo che
non può appassire”.
2013
3 marzo 1976
I figli con le rispettive famiglie ricordano sempre con immutato affetto
Ne danno il triste annuncio i figli Flavio
con Amelia, Gianna con Ugo, i nipoti
Luca, Francesco, Carlo e Paolo, la sorella Tranquilla e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particoalre all’Associazione Cremasca Cure
Palliative per le premurose cure prestate.
Crema, 28 febbraio 2013
3 marzo
Anita Taino
Pietro Stabilini
Nel decimo anniversario della scomparsa della cara mamma
Porgono un particolare ringraziamento
ai medici e al personale infermieristico
e ausiliario della Fondazione Ospedale
Caimi Onlus di Vailate per la professionalità, e per tutte le premurose e amorevoli cure prestate.
Crema, 26 febbraio 2013
2013
Nel quarto anniversario della scomparsa della cara
2003
Giovanna
Aliprandi
ved. Cassani
7 marzo
ed arte
Padre
Flaviano Premoli
ORARIO UFFICI
cappuccino
dal lunedì al venerdì
ore 8.30-12.30 e 14-18
sabato 9 - 12
Maria Braguti
Crema, 4 marzo 2013
i nipoti e i parenti tutti lo ricordano con
immutato affetto.
Un ufficio funebre in suffragio sarà celebrato venerdì 8 marzo alle ore 20.15
nella chiesa parrocchiale di Bagnolo
Cremasco.
funeraria
Giuseppe
Stanghellini
Una s. messa in loro suffragio sarà celebrata domani, domenica 3 marzo alle
ore 18 nella chiesa parrocchiale di S.
Giacomo.
CREMA
V. De Chirico, 8
(Zona P.I.P.)
☎ (0373) 20 43 39
Il Cremasco 17
SABATO 2 MARZO 2013
OFFANENGO
Il volto di Dio
nelle diverse religioni
INCONTRO PER “L’ANNO DELLA FEDE”
di MARA ZANOTTI
A
ll’interno delle proposte avviate dalla parrocchia
di Offanengo per l’itinerario dell’Anno della
Fede, giovedì 21 febbraio è stato proposto, presso la
sala polifunzionale del nuovo oratorio, il primo di una
serie di incontri “che vogliono suscitare domande e
riflessioni sull’esperienza di Dio che ogni persona nel
suo cammino esistenziale non può non porsi”, come
ha chiarito don Bruno Ginelli in apertura di serata.
Sono intervenuti don Mario Aldighieri, già direttore Caritas e Migranti di Cremona, la pastora metodista-valdese Joilin Galapon e Isa Nagib, imam del
centro culturale islamico di Cremona.
Don Aldighieri ha introdotto la serata ricordando
come ogni persona, anche chi si dichiara ateo, crede in
qualcosa, ha dunque una fede. Più si andrà avanti e più
la convivenza tra persone di fedi diverse sarà crescente; è importante dunque assumere un atteggiamento
di chi che vuole conoscere l’altro e non di chiusura.
Don Aldighieri ha quindi ceduto la parola alla pastora che guida la chiesa valdese di Cremona, la quale
ha proposto un limpido intervento di riflessione sulle Sacre Scritture: “Sono stata consacrata nel 2008 e
da allora è mio compito studiare e far conoscere le
Scritture. A proposto del tema della serata, ossia Il
volto e l’immagine di Dio nell’esperienza cristiana, musulmana, buddista, induista…, esprimerò non tanto la mia
opinione, quanto ciò che è scritto nella Bibbia e nel
Vangelo”. La pastora ha quindi dato lettura di alcuni
passaggi dal libro dell’Esodo e dal Vangelo di Giovanni, dai quali ha tratto la considerazione che il volto di
Dio è la sua Parola, che non si può vedere ma che si
può udire e ascoltare.
“Insegnare la libertà dei figli di Dio, seguire la strada della verità che ci salva, seguire Cristo come scopo
di vita per migliorare la propria e l’altrui esistenza”,
questo il compito della pastora della chiesa riformata
così come da lei stessa enunciato.
Da sinistra, Joilin Galapon, don Aldighieri,
l’imam Isa Nagib e don Bruno Ginelli
Hanno lasciato più perplessi, invece, le parole del
pur affabile imam di Cremona, che ha iniziato il suo
intervento enunciando una evidente contraddizione:
“La fede è una scelta libera, nessuno ha il diritto di
convertire un altro alla propria fede” (appunto: non
era una scelta libera aderire a questa o quella fede e
quindi anche cambiarla?). Quindi l’imam ha ricordato come Dio nella tradizione islamica è immateriale, non ha forma, non si può valutare con il cervello
umano, non ha i nostri stessi desideri, ad esempio non
desidera una moglie (evidentemente non ha forma ma ha
sesso, maschile, naturalmente…. ndr)”. Sarebbe dunque
un signore potentissimo che può tutto e che permetterebbe la poligamia in quanto “ci sono molte più donne che uomini…”.
Se la conoscenza dell’altro è davvero importante
e fondamentale per una serena convivenza, rimane
comunque imprescindibile il rispetto reciproco, tra
fedeli diversi, tra culture diverse, ma anche tra uomo
e donna. Nessuna discriminazione è accettabile, nemmeno in nome della tolleranza.
Vaiano Cr.
Lavori avanti
VAIANO: lo Ski Club ha chiuso la stagione
I
lavori di sistemazione del
centro storico proseguono
bene nonostante l’inclemenza
del tempo, che in queste ultime settimane ha “regalato”
neve e acqua gelata a ripetizione. La ditta incaricata, la
“Andrea De Carli” di Capralba, sta rispettando i tempi previsti per le diverse lavorazioni.
Dalla consegna dei lavori,
avvenuta sotto Natale, sono
150 i giorni a disposizione per
completare l’intervento.
“Entro maggio – afferma
il sindaco Domenico Calzi –
avremo riaperto il nostro centro storico, anche per permettere lo svolgimento della Fiera
di primavera.
primavera L’appuntamento
2013 con i Profumi, colori, sapori e mestieri della nostra terra
è per domenica 26 maggio.
I lavori proseguono bene –
continua il primo cittadino –.
L’impresa a inizio settimana
ha creato il sottofondo in piazza e sta procedendo con le prime fasi della posa della nuova
pavimentazione”.
Come noto, l’amministrazione comunale ha deciso di
ampliare l’area interessata
dall’intervento fino alla chiesa
parrocchiale, così da sistemare
pure la parte di via Sant’Antonino ai piedi della scalinata
dell’edifico sacro. La spesa
da aggiungere all’importo totale dell’intervento (400.000
euro) è di 10.880 euro. Dopo
un confronto con i progettisti
e l’Ufficio Tecnico, s’è deciso
per questo completamento del
progetto, per un risultato estetico ancora migliore. Sull’argomento erano andati anche
Andrea Ladina del Girasole e
Giovanni Alchieri di UDP con
un’interrogazione discussa in
Consiglio comunale.
LG
S
i sono conclusi domenica scorsa, 24 febbraio, i corsi di sci e snowboard a Lizzola (Bg) organizzati dallo Ski Club di Vaiano Cremasco. Il gruppo cremasco che da molti anni partecita all’iniziativa ringrazia il presidente Lem e gli organizzatori. Gli appassionati di casa
nostra hanno trascorso sulla neve fresca, fra squarci di sole, serene
domeniche di febbraio. Arrivederci alla prossima stagione!
CHIEVE: acqua del rubinetto buona da bere
L’
acqua del rubinetto, nel Cremasco, è buona da bere. Lo sanno bene a Chieve. Anche nell’ultimo numero del giornalino
comunale l’amministrazione segnala i positivi risultati ottenuti
dalle analisi dell’acqua distribuita dall’acquedotto del paese. Da
queste parti i controlli sulla rete idrica – le analisi sono eseguite da
“Padania Acque” – hanno frequenza mensile e i cittadini possono trovarne un aggiornamento continuo nella sezione “Notizie in
Evidenza” del sito del Comune www.comune.chieve.cr.it. Un servizio chiaro e… trasparente, come l’acqua che sgorga dai rubinetti.
VAIANO: Biblioteca, nuova sala per bambini
O
ggi, sabato 2 marzo, dalle ore 9.30 alle 12, con una cerimonia
continuativa e informale, l’amministrazione comunale vaianese
procederà all’inaugurazione della nuova sala bambini e ragazzi della
Biblioteca, rinnovata con nuovi arredi, scaffali e un P C.
“Aspettiamo tutti i cittadini durante la mattinata. A chi prenderà
un libro in prestito verrà offerto un simpatico omaggio”, afferma l’assessore alla Cultura Manuela Moroni. Saranno senz’altro presenti gli
alunni di elementari e medie, appositamente invitati: verranno coinvolti in attività legate alla lettura.
L’occasione sarà utile per vedere da vicino e conoscere tutti i servizi che la Biblioteca comunale mette a disposizione di adulti e ragazzi. Tra le ultime novità, la possibilità di collegarsi a Internet con
il proprio pc tramite il sistema wi-fi (da una qualsiasi sala è possibile
attivare un collegamento web gratuito per tutto il tempo che si desidera) e MediaLibraryOnline, la biblioteca digitale a portata di… clic, che
permette di leggere quotidiani o periodici di tutto il mondo, ascoltare
e scaricare audiolibri e molto altro ancora. Continua, poi, la collaborazione con il Teatro San Domenico di Crema per biglietti gratuiti e
scontati su alcuni degli spettacoli della stagione teatrale.
La libertà?
Chiedila a GLK.
La
libertà?
La
Mercedes-Benz
La libertà?
libertà?
Chiedila
GLK.
DrivePass a
Chiedila
a
Chiedila a GLK.
GLK.
• 6.000 euro di anticipo
• Leasing 47 canoni da 329 euro
• Assicurazione furto e incendio
• Manutenzione completa
LG
• Prezzo chiavi in mano 29.226 euro
• TAN fisso 6,99%
• TAEG 8,05%
• Riscatto finale di 12.850 euro
E dopo 4 anni sei libero di restituirla.*
• 6.000 euro di anticipo
•
• Prezzo
Prezzo chiavi
chiavi in
in mano
mano 29.226
29.226 euro
euro
•
Prezzo
chiavi
in mano 29.226 euro
•
TAN
fisso
6,99%
• TAN fisso 6,99%
Prezzo
chiavi
in mano 29.226 euro
•
TAN
fisso
6,99%
•
• TAEG
TAEG 8,05%
8,05%
TAN fisso
6,99%
•
TAEG
8,05%
• Riscatto
Riscatto
finale di
di 12.850
12.850 euro
euro
• Manutenzione
completa
•
finale
Consumi ciclo combinato (km/l): 11,6
(GLK 350 4MATIC)
e 18,2
(GLK 200 CDI con
cerchi 8,05%
da 17”).
Assicurazione
furto
e incendio
TAEG
• Manutenzione
completa
• Riscatto
finale di 12.850 euro
Emissioni
CO2
(g/km):
199
(GLK
350
4MATIC)
e
143
(GLK
200
CDI
con
cerchi
da
17”).
E
restituirla.*
Manutenzione completa
• Riscatto finale di 12.850 euro
E dopo
dopo 4
4 anni
anni sei
sei libero
libero di
di •
restituirla.*
• 6.000 euro di anticipo
•
6.000
euro
di anticipo
•
Leasing
47
da
euro
Mercedes-Benz
•si
Leasing
47 canoni
canoni
da 329
329
euro
Con
Mercedes-Benz
aprono
strade.
Mercedes-Benz
6.000
euro
dinuove
anticipo
•
Leasing
47
canoni
da
329 euro
•
Assicurazione
furto
e
incendio
furto e incendio
Mercedes-Benz
DrivePass ••• Assicurazione
Leasing 47 canoni
da
329 euro
Assicurazione
e incendio
Manutenzione furto
completa
DrivePass
DrivePass
E dopo 4 anni sei libero di restituirla.*
*DrivePass
Leasing
esempiodi restituirla.*
per GLK 200 CDI
mesi/80.000 km. Offerta soggetta a disponibilità limitata per
E dopo 4 anni
sei libero
BlueEFFICIENCY Sport. Prezzo chiavi in mano 29.226 euro
contratti sottoscritti dal 19 febbraio al 31 marzo e
immatricolazioni fino al 30 aprile 2013, non cumulabile con
(IVA, Messa su strada e contributi Mercedes-Benz inclusi, IPT
esclusa).
Importo
totale finanziato
23.226
euro,
importo
totale
altre iniziative
in corso.
Lista concessionarie aderenti
Consumi
ciclo
combinato
(km/l):
11,6
(GLK
350
4MATIC)
e
18,2
(GLK
Consumi ciclo combinato (km/l): 11,6 (GLK 350 4MATIC) e 18,2 (GLK 200
200 CDI
CDI con
con cerchi
cerchi da
da 17”).
17”).
dovuto dal
consumatore
28.82911,6
euro(GLK
(anticipo
escluso),
all’iniziativa
econ
maggiori
info
su mercedes-benz.it. Fogli
Consumi
ciclo
combinato
(km/l):
350
4MATIC)
e
18,2
(GLK
200
CDI
cerchi
da
17”).
Emissioni CO2
CO2 (g/km):
(g/km): 199
199 (GLK
(GLK 350
350 4MATIC)
4MATIC) ee 143
143 (GLK
(GLK 200
200 CDI
CDI con
con cerchi
cerchi da
da 17”).
17”).
Emissioni
incluse
spese
istruttoria 363
euro, bollo
14,62
euro4MATIC)
e RID 2,6618,2 (GLK
informativi
disponibili
presso
le concessionarie MercedesConsumi
ciclo
(km/l):
11,64MATIC)
(GLK 350
200
CDI
con17”).
cerchi
da 17”).
Emissioni
CO2 combinato
(g/km): 199
(GLK 350
e 143 (GLKe200
CDI con
cerchi
da
euro per ogni
incasso.
IVA inclusa.
Salvo
approvazione
Benz
sul sitoda
internet
della Società.a L’offerta
è valida su tutta
*DrivePass
esempio
per
GLK
200
CDI
mesi/80.000
km.
Offerta
Emissioni
(g/km):Valori
199
(GLK
350
cone cerchi
*DrivePassCO2Leasing
Leasing
esempio
per4MATIC)
GLK e 143
200 (GLK
CDI200 CDI
mesi/80.000
km.17”).
Offerta soggetta
soggetta a disponibilità
disponibilità limitata
limitata per
per
Mercedes-Benz
Financial
Services
Con
la
gamma sottoscritti
GLK.
vettura
raffigurata
è una
Sport
*DrivePass
Leasing
esempio
GLK S.p.A.
200 euro
CDI
mesi/80.000
km.LaOfferta
a disponibilità
peree
BlueEFFICIENCY
Sport.
Prezzo
chiaviperin
in Italia
mano
29.226
euro
contratti
dalsoggetta
19 febbraio
febbraio
al GLK
31limitata
marzocon
contratti
sottoscritti
dal
19
al
31
marzo
BlueEFFICIENCY
Sport.
Prezzo
chiavi
mano
29.226
assicurazione
incendio
e
furto
Feel
Sure
Basic
per
48
mesi
e
cerchi
da
20”
e
fari
bixeno
ILS
opzionali.
Messaggio
*DrivePass
Leasing
esempio
per
GLK
200
CDI
mesi/80.000
km.
Offerta
soggetta
a
disponibilità
limitata
pere
(IVA,
Messa
su
strada
e
contributi
Mercedes-Benz
inclusi,
IPT
immatricolazioni
fino
al
30
aprile
2013,
non
cumulabile
con
contratti
sottoscritti
dal
19
febbraio
al
31
marzo
BlueEFFICIENCY
Sport.
Prezzo
chiavi
in
mano
29.226
euro
(IVA, Messa su strada e contributi Mercedes-Benz inclusi, IPT
immatricolazioni fino al 30 aprile 2013, non cumulabile con
Manutenzione
Completa
Service
Plus
Excellent
pertotale
48
pubblicitario
con in
finalità
promozionale..
BlueEFFICIENCY
Sport.
Prezzo
chiavi
in euro,
mano
29.226
euro
contratti
sottoscritti
19
al cumulabile
31 marzo
altre
Lista
concessionarie
aderenti
esclusa).
Importo
totale
23.226
importo
(IVA,
Messa
su strada
contributi
Mercedes-Benz
inclusi,
IPT
immatricolazioni
finocorso.
aldal
30 aprile
2013,
non
cone
altre iniziative
iniziative
in
corso.
Listafebbraio
concessionarie
aderenti
esclusa).
Importo
totalee finanziato
finanziato
23.226
euro,
importo
totale
immatricolazioni
finocorso.
al 30info
aprile
non cumulabile
con
(IVA, Messa
su
strada
contributi
Mercedes-Benz
inclusi,
IPT
dovuto
dal
consumatore
28.82923.226
euro euro,
(anticipo
escluso),
all’iniziativa
maggiori
info
su2013,
mercedes-benz.it.
Fogli
altre
iniziative
in
Lista
concessionarie
aderenti
esclusa).
Importo
totalee finanziato
importo
totale
dovuto
dal
consumatore
28.829
euro
(anticipo
escluso),
all’iniziativa
ee maggiori
su
mercedes-benz.it.
Fogli
esclusa).
Importo
totale finanziato
euro,
importo
altre
iniziative
in corso.
Lista
concessionarie
aderenti
incluse
istruttoria
363
euro,
bollo
euro
ee escluso),
RID
2,66
informativi
disponibili
presso
le
Mercedesdovuto
dal
consumatore
euro14,62
(anticipo
all’iniziativa
e maggiori
info
mercedes-benz.it.
Fogli
incluse spese
spese
istruttoria
36328.829
euro, 23.226
bollo
14,62
euro
RIDtotale
2,66
informativi
disponibili
presso
lesuconcessionarie
concessionarie
Mercedesincluse
istruttoria
36328.829
euro,
bollo
euro
e escluso),
RID 2,66
informativi
disponibili
presso
lesuconcessionarie
Mercedesdovuto
dal
euro14,62
(anticipo
all’iniziativa
e internet
maggiori
info
mercedes-benz.it.
euro per
perspese
ogniconsumatore
incasso. Valori
Valori
IVA inclusa.
inclusa.
Salvo
approvazione
Benz ee sul
sul sito
sito
internet
della
Società.
L’offerta èè valida
valida
su Fogli
tutta
euro
ogni
incasso.
IVA
Salvo
approvazione
Benz
della
Società.
L’offerta
su
tutta
incluse
spese
istruttoria
363
euro,
bollo
14,62
euro
e
RID
2,66
informativi
disponibili
presso
le
concessionarie
MercedesMercedes-Benz
Financial
Services
Italia
S.p.A.
Con
la
gamma
GLK.
La
vettura
raffigurata
è
una
GLK
Sport
con
euro
per
ogni
incasso.
Valori
IVA
inclusa.
Salvo
approvazione
Benz
e
sul
sito
internet
della
Società.
L’offerta
è
valida
su tutta
Mercedes-Benz Financial Services Italia S.p.A. Con
la gamma GLK. La vettura raffigurata è una GLK Sport
con
Mercedes-Benz
Financial
Services
S.p.A.
Conee
la
gamma
GLK.
Laee vettura
raffigurata
èopzionali.
una èGLK
Sport
con
euro
per ogni incendio
incasso.
Valori
inclusa.
Salvoper
approvazione
Benz
e sul
Società.
valida
su tutta
assicurazione
incendio
furtoIVA
Feel
Sure Italia
Basic
per
48 mesi
mesi
cerchi
da sito
20”internet
faridella
bixeno
ILSL’offerta
opzionali.
Messaggio
assicurazione
ee furto
Feel
Sure
Basic
48
cerchi
da
20”
fari
bixeno
ILS
Messaggio
Mercedes-Benz
Financial
Services
Italia
S.p.A.
Con
la
gamma
GLK.
La
vettura
raffigurata
è
una
GLK
Sport
con
Manutenzione
Completa
Service
Plus
Excellent
per
48
pubblicitario
con
finalità
promozionale..
assicurazione
incendio
e
furto
Feel
Sure
Basic
per
48
mesi
e
cerchi
da
20”
e
fari
bixeno
ILS
opzionali.
Messaggio
Manutenzione Completa Service Plus Excellent per 48
pubblicitario con finalità promozionale..
Manutenzione
Completa
Service
Plus Basic
Excellent
pubblicitario
con finalità
assicurazione incendio
e furto
Feel Sure
per 48per
mesi48e
cerchi da 20”
e fari promozionale..
bixeno ILS opzionali. Messaggio
Manutenzione Completa Service Plus Excellent per 48
pubblicitario con finalità promozionale..
Con Mercedes-Benz si aprono nuove strade.
Con Mercedes-Benz si aprono nuove strade.
Con Mercedes-Benz si aprono nuove strade.
18
Necrologi
SABATO 2 MARZO 2013
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
2008
28 febbraio
2013
2011
“Eri, sei, sarai sempre con
noi”.
2 marzo
“La tua voglia di vivere è rimasta impressa nei nostri cuori.
La tua scomparsa ha portato
con te parte di noi”.
A cinque anni dalla scomparsa del caro
“Hai vissuto con umiltà timida
nell’apparire perché a noi apparisse nel ricordo più ingombrante la tua assenza”.
2013
2011
6 marzo
2013
Nell’anniversario della scomparsa della
cara
2010
4 marzo
2013
Nel secondo anniversario della scomparsa del caro
Una ss. messa in memoria di
Rosalba Schiavini
sarà celebrata martedì 5 marzo alle ore
20.30 presso la chiesa parrocchiale di
Pianengo.
I familiari ringraziano il comitato sagra
di Pianengo per l’occasione e il duraturo affetto.
Pianengo, 1 marzo 2013
Walter Vitali
Gian Luigi Bonetti
(Gigi)
Mario Scura
i familiari tutti lo ricordano con immenso affetto.
Un ufficio funebre sarà celebrato lunedì
4 marzo alle ore 20.15 nella chiesa di
San Giovanni a Ripalta Arpina.
La moglie con i figli Simone e Milena lo
ricordano con amore.
Una s. messa verrà celebrata sabato 2
marzo alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Pieranica.
2013
Nel quinto anniversario della scomparsa del caro
Nel diciassettesimo anniversario della
scomparsa del caro
5 marzo
Nel secondo anniversario della morte
della cara mamma
la sorella Patrizia, la nipote Cristina
con il marito Alberto, l’amata nipotina
Manila e i parenti tutti lo ricordano unitamente alla cara mamma
il marito, i figli e i parenti tutti la ricordano con immutato affetto.
Un ufficio funebre di suffragio sarà celebrato lunedì 4 marzo alle ore 20.15
nella chiesa parrocchiale di Casaletto
Ceredano.
2007
“L’alba di ogni mattino mi
regala il tuo ricordo e non c’è
nessun tramonto che lo possa
cancellare”.
2008
“Ogni giorno c’è per voi un
pensiero e una preghiera”.
Arnaldo Cavalli
Maddalena Re
Groppelli
2013
Sono passati tre anni dalla tua scomparsa. Sei sempre nei nostri cuori con
amore e nostalgia.
La tua famiglia
Una s. messa in memoria sarà celebrata
oggi, sabato 2 marzo alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di San Carlo.
A quattro anni dalla scomparsa della
cara
Nel sesto anniversario della scomparsa
del caro
Lucia Pedrinazzi
e al caro papà
Francesca Ferrari
in Marchetti
Fedra Galligani
Cavaliere
e a 20 anni dalla scomparsa del caro
papà
Mario Andrea
Riseri
Giuseppe
Sfondrini
la moglie, il figlio, la nuora e i nipotini lo ricordano sempre con grande
amore.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 3 marzo alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di S. Giacomo.
lo ricordano con tanto affetto e profonda nostalgia Francesca, Viviana,
Samuel, Andres e familiari.
Una s. messa di suffragio verrà celebrata domani, domenica 3 marzo alle
ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di
Credera.
Salvatore Salemi
la moglie Nanda lo ricorda con l’affetto
di sempre.
Una s. messa sarà celebrata mercoledì
6 marzo alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Carlo.
Giovanni Vitali
Crema, 6 marzo 2013
Paolo Marchetti
2009
A tre anni dalla scomparsa del caro
2013
“È chiuso nel mio cuore ciò
che di te non potrà mai morire”.
Nel quarto anniversario della scomparsa del caro
la figlia Emy con il marito Antonello, i
nipoti e i parenti tutti li ricordano con
nostalgia e tanto amore a quanti li conobbero.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata domani, domenica 3 marzo alle
ore 10.30 nella Basilica di Santa Maria
della Croce.
2006
6 marzo
2013
2007
2 marzo
2013
Nucci, Francesca e Gianni la ricordano
con l’affetto di sempre e dolorosa nostalgia.
Una s. messa sarà celebrata martedì 5
marzo alle ore 9.30 nella chiesa parrocchiale di San Benedetto.
2008
2013
Nel quinto anniversario della scomparsa del caro
Nel settimo anniversario della scomparsa della cara
A ventitré anni dalla scomparsa del
caro
Tino Biondini
Italo
Chiodo
la moglie e i familiari tutti lo ricordano
con profondo affetto.
Una s. messa in memoria sarà celebrata
giovedì 14 marzo alle ore 20 nella chiesa dell’oratorio di Ripalta Cremasca.
2013
Ultimi
giorni
per
abbonarsi
Gesuina Raimondi
in Premoli
Paolo Bianchi
la moglie Lina e i parenti tutti lo ricordano con affetto.
Ss. messe a suffragio saranno celebrate lunedì 4, venerdì 15 e domenica
17 marzo alle ore 20 presso la chiesa
parrocchiale di Montodine.
2008
4 marzo
Mario Pariscenti
la moglie, i figli e tutti i suoi cari lo
ricordano sempre con tanto affetto e
nostalgia.
Crema, 28 febbraio 2013
2013
A cinque anni dalla scomparsa della
cara
Francesca Biondini
il marito Gianni, il figlio Agostino con
Maristella, gli adorati nipoti, i parenti e
gli amici tutti la ricordano con l’amore
di sempre.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 3 marzo alle ore 9
nella chiesa parrocchiale di Castelnuovo.
1986
2 marzo
2013
il marito, i figli, i generi, la nuora, le nipotine e i parenti tutti la ricordano con
immutato affetto.
Un ufficio funebre in sua memoria
sarà celebrato sabato 9 marzo alle ore
9 nella chiesa parrocchiale di Bagnolo
Cremasco.
Ti ricordiamo pregando per te nella s.
messa che sarà celebrata oggi, sabato
2 marzo alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Bernardino.
Ilde, Federico, Alessandro
Crema, 2 marzo 2013
Nel settimo anniversario della scomparsa della cara
Nell’anniversario della scomparsa della
cara
Renata
Branchi
Rinaldo e Donatella la ricordano con
tanto affetto.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 3 marzo alle ore 18
nella basilica di S. Maria della Croce.
il marito, la figlia Rosita con Beppe, il
figlio Alessandro con Marzia e i piccoli
Federico e Giorgia, le sorelle, i fratelli,
le cognate, i cognati, i nipoti e i parenti
tutti la ricordano con immutato affetto.
Un ufficio funebre in suffragio sarà
celebrato martedì 5 marzo alle ore 20
nella chiesa di San Rocco in Izano.
la moglie, i figli, il nipote e i parenti lo
ricordano con tanto amore.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 3 marzo alle ore 8.30 nella
chiesa parrocchiale di Offanengo.
Via Rossignoli, 22
Ombriano - Crema
Tel. 0373.230082
[email protected]
“Tutto ci parla di te, il cuore
ti ricorda, sappiamo che dal
cielo tu vegli su di noi”.
Franca Pezzotti
in Levici
Giacomo
Cattaneo
Realizziamo
modelli
unici
per fusioni
artistiche
in bronzo
CONCESSIONARIA
Auto Futura - Cassini
UNICA
CONCESSIONARIA
UFFICIALE DEL CREMASCO
www.cassiniauto.it
Auto Futura - CASSINI
Bagnolo Cremasco - S.S. Paullese Km 31 - tel. 0373 648164
IL NUOVO TORRAZZO
Inserto di informazioni per usare la città e il circondario
AGENDA
ORE 9
LODI
TEATRO SAN DOMENICO CREMA
Informazioni in segreteria
della Fondazione S. Domenico
via Matteotti, 39 - tel. 0373.85418
MERCATINO DEL LIBRO
Nella parrocchia di S. Bernardo in via Piacenza 60, decima edizione
del Mercatino del libro. Iniziativa aperta fino al 17 marzo dalle ore 9 alle
12 e dalle 14 alle 19. Ricavato devoluto interamente a scopi benefici.
ORE 17
CREMA
INAUGURAZIONE
ORE 17
CREMA
INAUGURAZIONE
Alla Pro Loco di piazza Duomo 22 inaugurazione della mostra dei
pittori Angelo Basani e Matteo Farina. Esposizione visitabile fino al 10
marzo tutti i giorni dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Lunedì chiuso.
Al teatro S. Domenico inaugurazione della mostra Multipli singoli –
Giulia Ronchetti. Esposizione visitabile fino al 17 marzo tutti i giorni
dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.
ORE 21
MADIGNANO
TOMBOLATA
Il gruppo tombola dell’oratorio invita tutti alla grande tombolata dedicata alle donne e ai papà. Appuntamento presso l’oratorio don Bosco.
ORE 21
CREMA
INCONTRO
Presso la sede del CAI in via Donati 10 GR 20 fra li monti, la grande
attraversata della Corsica da nord a sud. 180 km a piedi in totale autonomia. Fotografie e commenti di B. Scolari, A. Zammarini, E. Devoti.
DOMENICA 3
ORE 8
CREMA
OFFANENGO
Biglietti: € 5. Spettacolo per ragazzi 6-10 anni.
Venerdì 8 marzo ore 21, prosa – Affari di cuore. Bigliet-
ti € 34 - 32 - 24 - 22.
Al termine dei due spettacoli sopra citati, vendita di
biscotti a sostegno della campagna di sensibilizzazione “Un cuore nuovo” promossa dall’amministrazione comunale in collaborzione con la diocesi.
Martedì 5 marzo ore 21, prosa – Senza famiglia - la rivoluzione comincia a casa. Biglietti € 15, ridotto € 10.
LUNEDÌ 4
ORE 21
MERCATO
CENTRO EDEN
Al centro sociale anziani Eden tombolata con premi offerti dal Centro. Venerdì 8 marzo Festa della donna, omaggio a tutte le donne.
CREMA
PROIEZIONE FILM
Per Amenic Cinema, rassegna “C’era una volta il western”, proiezione
del film Missouri. Ingresso con tessera annuale € 7 valida fino al 31.12.2013.
Appuntamento in sala Alessandrini.
MERCOLEDÌ 6
ORE 21,30
Fino alle 12.30 in via Terni Mercato di Campagna Amica. Vendita
di prodotti agricoli, miele, formaggi e altre prelibatezze... a chilometri
zero. Da febbraio prodotti tipici anche dalle province di Lodi e Pavia.
ORE 14,30
Domenica 3 marzo ore 16, spettacolo – Alfred e Miriam
TREZZOLASCO
INCONTRO
Presso la Biblioteca per l’iniziativa “Incontro nuovi autori”, appuntamento con Lorenzo Laneve che presenterà il suo libro: Nel vento.
GIOVEDÌ 7
ORE 20,45
OFFANENGO
INCONTRO
Appuntamento in Biblioteca per l’iniziativa “La vita in gioco”, serate di
in... formazione sul tema del gioco d’azzardo. Questa sera: Fino all’ultima
puntata. Relatori i dott. V. Calderara psicologa ed E. Crespiatico ass. sociale.
Comunicati
Comunicati
Iniziative ecclesiali
Dal 15 al 20 aprile il gruppo
di preghiera Regina della Pace di
Crema ha organizzato un pellegrinaggio a Medjugorje. Per iscrizioni
e informazioni contattare: Canzio
0373.234117, Angela 339.6514543,
Franco 0373.68155.
CENTRO DIURNO
Iniziative varie
Appuntamenti del mese di
marzo al Centro di via Zurla 1, tel.
0373.257637 ✔ domenica 3 tombolata; ✔ lunedì 4 ginnastica con
cassetta; ✔ martedì 5 gioco delle
carte; ✔ mercoledì 6 tombola con
anticipo “Festa della donna”; ✔
giovedì 7 ore 15,15 ginnastica con
Carlo Curci; ✔ venerdì 8 pomeriggio in musica con “I Musici”.
PENSIONATI CREMA NUOVA
Gita a Vigevano
Il Gruppo Anziani e pensionati di Crema Nuova organizza
per giovedì 7 marzo una gita pellegrinaggio a Vigevano con visita alla
città. Alle ore 15,30 celebrazione
della s. Messa presieduta da don
Angelo presso la Cattedrale di Vigevano. Quota di partecipazione €
15. Per informazioni e iscrizioni sig.
Milani 0373.200752.
DIOCESI DI CREMA
Pellegrinaggio a Roma
Pellegrinaggio diocesano a
Roma dal 2 al 5 settembre. I pellegrini alloggeranno presso la Domus Pastor, l’Istituto suore di S.
Giuseppe e l’Istituto Preziosissimo
Sangue, tutti in prossimità della Basilica di S. Pietro. Camera singola
€ 465, doppia € 380, tripla € 350.
ADORAZIONE COMUNITARIA
■ Nella chiesa di S. Giovanni (tranne il sabato
mattina e la domenica) ore 9-12 e 15-18 adorazione comunitaria. Sabato 2 marzo ore 21 adorazione guidata dal gruppo Regina della Pace.
■ Lunedì ore 17,30 preghiera per la vita.
RITIRO RELIGIOSE
■ Oggi sabato 2 marzo dalle ore 9,15 alle 16
presso l’istituto Buon Pastore ritiro religiose. Accompagnatore don Gianni Vailati.
COMUNICANDI ZONA SUD
■ Sabato 2 marzo ore 14,30 presso la chiesa
di Ripalta Arpina incontro del Vescovo con i comunicandi della Zona Sud.
GIOVANISSIMI DI AZIONE CATTOLICA
■ Oggi, sabato 2 incontro residenziale giovanissimi di Azione Cattolica.
QUALCUNO TI VUOLE INCONTRARE
■ Oggi sabato 2 marzo dalle ore 22 alle 24
presso la chiesa della SS. Trinità: Qualcuno ti vuole
incontrare. Alle 18 preparazione con preghiera, riflessione e cena presso il Centro giovanile S. Luigi.
CRESIMANDI ZONE SUD E NORD
■ Domenica 3 marzo alle ore 15 nella chiesa
cittadina di S. Bernardino incontro del Vescovo
con i cresimandi delle Zone Sud e Nord.
PREPARAZIONE PROFESSIONE DI FEDE
■ Domenica 3 dalle 18,30 alle 20,30 all’oratorio Don Bosco di Offanengo. Cammino 19enni.
RITIRO OPERATORI-VOLONTARI CARITAS
www.hospitalservices.it
INCONTRO
ORE 21
CAPERGNANICA
INCONTRO
ORE 21
RICENGO
ORE 21
CREMA
Nella Sala dei fauni a Palazzo Robati, incontro sul tema Organizzazione
sociale del territorio, volontariato e assistenza. Interverrà Claudio Dagheti, assessore ai Servizi sociali del Comune di Bagnolo Cremasco.
PRESENTAZIONE
Presso la Biblioteca presentazione del libro Vernice fresca del giornalista
Antonio Grassi. Presenta: Silvio Agosti, letture di Fausto Lazzari.
INCONTRO
Alla Biblioteca per “Pensieri, parole, emozioni in rosa” serata al femminile Portare la parola, lettura poesie di autrici cremasche.
VENERDÌ 8
ORE 11
CREMA
INSTALLAZIONE
In piazza Duomo per “Pensieri, parole, emozioni in rosa” Passi interrotti
- installazione artistica a cura dell’assessorato alle Pari Opportunità e alla
Cultura. Alle ore 19 all’enoteca Fuoriporta Servillas - lezioni e prove gratuite
a cura dell’ass. Soncai Flamenco.
ORE 15
ROMANENGO
INCONTRO
ORE 15
CREMA
INCONTRO
ORE 20,45
SONCINO CANTI E TESTIMONIANZE
ORE 21
SORESINA
In occasione della “Festa della donna”, fino alle ore 17 presso il Centro
civico di via De Brazzi 1 l’Auser organizza Donne del gruppo spontaneo di
canto popolare. Accompagnate e dirette da Irene e Giò Bressanelli.
Al C.T.P. presso la scuola Galmozzi Sperimentiamo l’Ottica: riflessione,
rifrazione, dischi di Newton, camera oscura, cannocchiale. Iscrizione gratuita, ma obbligatoria presso la scuola.
Nella sala Conferenze presso la Filanda: Essere Donna... Ieri, oggi e domani. Serata di canti e testimonianze. Seguirà piccolo rinfresco.
PROSA
Al Teatro Sociale Vengo a prenderti stasera con Nini Salerno e Mauro Di
Francesco. Ingresso € 18 - 16 - 12. Per info 0374.350944 - 348.6566386.
Crema - Via Stazione n. 27 - Tel.
ANNIVERSARIO ORDINAZIONE
MONS. OSCAR CANTONI
■ Martedì 5 marzo alle 18 presso il Seminario di Vergonzana adorazione eucaristica, vespro
e cena per tutti i sacerdoti.
■ Alle ore 21 presso la chiesa cittadina di
S. Bernardino celebrazione degli anniversari delle
ordinazioni sacerdotali. Messa presieduta dal Vescovo e concelebrata dai sacerdoti.
FORMAZIONE CATECHISTI ZONA SUD
■ Mercoledì 6 marzo alle ore 21 presso l’oratorio di Montodine formazione e aggiornamento
catechisti Zona Sud.
INCONTRO AL CENTRO S. LUIGI
■ Mercoledì 6 marzo alle 21 presso il S.
Luigi incontro sul tema: “La figura profetica del
card. Carlo Maria Martini” come testimone del
Concilio. Relatori i vescovi mons. Oscar Cantoni
e mons. Carlo Ghidelli.
PERCORSO PER GIOVANI: VERO SU BIANCO
■ Giovedì 7 marzo alle 21 al S. Luigi serata in
“rosa” ospiti musicali Marco Guazzone e gli stag.
ROSARIO E MESSA PER LE VOCAZIONI
■ Sabato 9 marzo alle ore 7,30 al Santuario
della Pallavicina rosario e messa per le vocazioni;
animeranno la preghiera la Zona Sud e l’AC.
RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO
■ Ogni sabato alle 16 incontro gioioso con
Gesù nella sala dell’oratorio chiesa SS. Trinità.
GRUPPO REGINA DELLA PACE
■ Domenica 3 marzo alle ore 14,30 presso la
Casa della carità, ritiro di Quaresima.
■ Ogni lunedì dalle ore 21 nella chiesa di S.
Bartolomeo dei Morti, incontro di preghiera con
il s. rosario e la celebrazione della s. Messa.
SCUOLA DELLA PAROLA
CENTRO CULTURALE G. LUCCHI
■ Lunedì 4 marzo alle 21 presso la Casa del
Pellegrino a S. Maria della Croce incontro: Anno
della Fede: Il cammino di fede nel Vangelo di MarcoGesù incontra Gerusalemme.
SERGNANO
In Biblioteca, per il ciclo di incontri “Benessere e salute”, il dr. Maurizio
Grassi parlerà sul tema: Oncologia femminile, prevenzione e diagnosi.
Tutti i mezzi sono dotati di
e personale addestrato
GRUPPO REGINA DELLA PACE
A Medjugorje
ORE 20,45
defibrillatore
Hospital TRASPORTI
Services IN AMBULANZA E AUTOVETTURA
OPERATIVI 24 ore su 24
SABATO 2
SABATO 2 MARZO 2013
■ Il Centro G. Lucchi si rende disponibile per incontri di formazione adulti sul credo: “Quali le risposte
che la fede degli apostoli ci offre in riferimento alle sfide
del nostro tempo?”.
0373 - 250654
MUNICIPIO DI CREMA
L’URP INFORMA...
Consulenza gratuita materie giuridiche notarili
■ Presso l’Urp, un notaio sarà gratuitamente a disposizione di ogni cittadino per consultazioni in materia notarile giovedì 7 - 14 e 21 marzo.
Dall’ospedale torna con il bus
■ Dal 25 febbraio nuovo servizio navetta di linea di ritorno dall’Ospedale con autobus a orari prestabiliti e senza prenotazione. Partenze ogni
30 minuti dalle ore 9 alle 11,30 dal lunedì al venerdì, alternativamente per
la parte Est e Ovest di Crema. Validi tutti i titoli di viaggio Miobus o Io
viaggio ovunque. Navetta est: ore 9-10-11; navetta ovest: 9,30-10,30-11,30.
Il costo è inteso a persona e comprensivo di trasporto, alloggio, pasti, eventuali ingressi. Prenotazioni
presso le singole parrocchie o presso la segreteria del Centro S. Luigi
entro Pasqua versando l’acconto di
€ 100. Per informazioni don Elio
Costi 0373.66250 - 331.4487096
oppure dal lunedì al venerdì Ufficio Pastorale Giovanile (S. Luigi)
tel. 0373.250291.
AMICI DELLA PREGHIERA
Pellegrinaggio a Lourdes
Il gruppo Amici della
preghiera di Casale Cremasco,
Crema, Offanengo e Sergnano
hanno organizzato un pellegrinaggio a Lourdes da lunedì 22 a
venerdì 26 aprile; 5 giorni e 4 notti. Pensione completa con vino
e acqua ai pasti. Ancora disponibili 3 camere doppie o triple.
Quota di partecipazione € 490.
Per informazioni chiamare Pino
0373.41279-349.1965573.
COMUNE DI CREMOSANO
Bando borse di studio
Presso gli uffici comunali
è disponibile il bando di concorso per l’assegnazione di borse di
studio per studenti universitari e
della scuola secondaria di primo e
secondo grado per l’anno scolastico 2011-2012 residenti in paese. Il
termine per la presentazione delle
domande è fissato per l’8.3.2013.
CAF ACLI
Cud e prenotazione 730
Il Caf Acli informa che presso la nuova sede di piazza Manziana 17, tel. 0373.250064, interno 1,
è possibile prenotare la compilazione del modello 730/2013 e ricevere
gratuitamente la stampa del modello Cud, in quanto da quest’anno
gli enti pensionistici Inps, Inpdap,
ex Ipost non invieranno a domicilio tale modello. Gli operatori
sono disponibili per informazioni
dal lunedì al sabato ore 9-12 e nei
pomeriggio di lunedì, mercoledì e
venerdì dalle ore 16,30 alle 18,30.
UNITALSI CREMA
Pellegrinaggio a Lourdes
Nel 2013 sono stati organizzati vari viaggi a Lourdes: dal 1° al
7 giugno (treno) e dal 2 al 6 giugno
(aereo) e dal 3 al 6 ottobre (bus).
Dall’8 al 14 agosto (treno) e dal 9 al
13 agosto (aereo) pellegrinaggio a
Lourdes guidato dal nostro vescovo
mons. Oscar Cantoni.
Informazioni e iscrizioni presso
la sede dell’Unitalsi in via Forte
2 a Crema il martedì dalle 10,30
alle 12 e giovedì dalle 17,30 alle
19. Oppure: don Francesco Vailati
0373.411123 - 339.2682730; Giuseppina Manfredi 0373.791282347.9099383; Elda Zambiasi
0373.274733-335.7008135. E-mail:
[email protected],
sito:
unitalsicrema.blogspot.it.
TELEFONI UTILI
ORARI D’INGRESSO E APERTURA UFFICI
Emergenza sanitaria..................................................118
Carabinieri .........................................112 - 0373.893700
Polizia ................................................113 - 0373.897311
Vigili del fuoco ...................................115 - 0373.256222
Soccorso stradale ................................................ 803803
Ospedale Maggiore (centralino).......................... 0373 2801
Polizia stradale ........................................... 0373 897311
Vigili urbani................................................ 0373 894212
Associazione Fraternità.................................0373 80756
SCS ..............................................................800-904858
Linea Più (gas) - via Stazione 9 - Crema ........800-189600
Guasti elettrici (ENEL) ....................................... 803500
Etiopia e Oltre ............................................ 0373 255847
Giudici di Pace ........................ 0373 250571-0373 250587
Treni: Stazione ferroviaria di Crema:
piazzale Martiri della Libertà 1 (senza prefisso) 892021
Autobus: Autoguidovie
piazzale Martiri della Libertà 8 - Crema ......... 0373 204524
Taxi Crema: ................................................ 333 1212888
Miobus: Prenotazioni: ....................(gratuito) 800-907700
0373 287728 da cellulare - Informazioni: 840-620000
L’Approdo
Associazione Gruppi di Alcolisti in Trattamento
Alcool-Parliamone insieme 800 010886
Libreria
Editrice
Buona Stampa Srl

0373 257312 -  0373 80530
☎
CRONACA D’ORO
TACCUINO
- Per il Seminario: OVE S. Bernardino € 1.130, OVE Offanengo € 1.590, OVE
SS. Trinita NN € 50, in memoria di don Giovanni Folcini NN € 250, Franco
Sinagoga € 500, Istituto Buon Pastore € 200, Ida Calzi € 10, Francesco Tesino
€ 20, Romana Veluti € 20
- Per il Centro di Aiuto alla Vita: Festa Vita, parrocchia Izano € 150, parrocchia
Ripalta Nuova e Zappello € 1.500
Offerte ricevute in Caritas diocesana e Ufficio Missionario al 28 febbraio
Per Avvento parrocchie Ripalta Nuova-Zappello-Bolzone-S.Michele € 2.500
Per Fondo Famiglie Solidali famiglie parrocchia SS. Trinità € 1.000
Per Caritas Pitagora € 200
Per Infanzia Missionaria parrocchie Ripalta Nuova-Zappello-Bolzone-S.Michele € 1.000
0373 256265
via Civerchi, 7 - Crema
 0373 256994
Per altre info: Il Nuovo Torrazzo
Fondazione “Carlo Manziana”
SCUOLA DIOCESANA
www.fondazionemanziana.it
via Dante, 24 - CREMA
via Mazzini, 12
CREMA
cinema · ricetta · meteo · orari uffici · notizie utili · farmacie di turno
SABATO 2 MARZO 2013
Bonifico bancario: Banco Popolare
via XX Settembre Crema
IT 32N0503456841000000584575
COMUNE DI CREMA CENTRALINO 0373 8941 www.comunecrema.it
Apertura Palazzo Comunale: lun., mart., giov. 8.30-12/14.3016.30. Merc. 8.30-17.30. Ven. 8.30-12. Sab. 9-12
L’apertura del palazzo non comporta automaticamente anche l’apertura al pubblico dei vari uffici
CONSULTORIO FAMILIARE
tel. e fax 0373 82723
e-mail: [email protected]
Distribuzione
numeri e attività
di sportello
Crema - via Frecavalli 16 (a pochi passi dal Duomo):
dal martedì al venerdì 14-19 - sabato 9-13
OSPEDALE MAGGIORE CENTRALINO 0373 2801
ORARI VISITA PAZIENTI: lun., mart., giov. e ven.: ore 19.1520.15 • Merc. e sab.: ore 15-16 e 19.15-20.15 • Domenica e festività
infrasettimanali: ore 11-12 e 15-18
CAMERA ARDENTE: ore 8-18 (orario continuato tutti i giorni,
festivi compresi). Entrata solo da via Capergnanica.
ATTIVITÀ DEGLI SPORTELLI CUP
• Ore 7: PRELIEVI ingresso 1, AMBULATORI TAO (ingresso
2). Distribuzione numeri fino alle ore 9.30
• Ore 7.30: ACCETTAZIONI ESAMI DI
LABORATORIO
• Ore 8.00: RITIRO REFERTI, ACCETTAZIONE
AMMINISTRATIVA DELLE PRENOTAZIONI
TELEF., REGISTRAZIONE PRESTAZIONI
ESEGUITE, ATTIVITÀ DI CASSA
• Ore 9.15: PRENOTAZIONI DIRETTE
PER PRESTAZIONI AMBULATORIALI
E DI LABORATORIO
• Ore 16.45: FINE DELL’EROGAZIONE DEI NUMERI
• IL SABATO: non vengono effettuati i prelievi. La consegna del materia-
le biologico avviene dalle ore 7.30 alle ore 9.30. Le restanti attività inizieranno alle ore 7.15 con la distribuzione dei numeri e termineranno alle ore 12.30
• Prenotazioni telefoniche al numero verde 800.638.638 (SENZA
prefisso): dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 20, esclusi festivi
OSPEDALE VIA KENNEDY ☎ 0373 2061 (centralino)
Feriale: ore 11.30-13.30 e 17-19.30 • Festivo: 11-13 e 16.30-19.30
CAMERA ARDENTE: lun.-sab. ore 8-18.15. Dom. ore 8-19.15
TRIBUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE www.tribunaletutelasalute.it
Presso l’ospedale di Crema (venerdì dalle ore 9 alle 11) ☎ 0373 280873
CIMITERI DELLA CITTÀ Uff. Cimiteriale ☎ 0373 202807 via Camporelle
Maggiore - S. Maria della Croce - S. Bernardino - S. Bartolomeo: i cimiteri cittadini sono aperti tutti i giorni con orario continuato dalle ore 8 alle ore 17
PIATTAFORMA RIFIUTI via Del Macello, 21 - ☎ 0373 89711 - SCS ☎ 800 904858:
Lun., mar., giov., ven., sab. 8-12 e 13.30-17.30. Merc. 13.30-17.30. Domenica 8-12
UFFICI TRIBUTI COMMERCIO E CATASTO ☎ 0373 876611
Crema - via Pombioli, 6 - 2° piano (presso Palazzo Inail)
e-mail: [email protected] - www.comunecrema.it
Dal lunedì al venerdì ore 9-12 - Mercoledì 14-15
INPS - CREMA ☎ 0373 281111
via Laris, 11 Crema - [email protected]
Dal lun. al ven 8,45-12. Il mercoledì anche al pomeriggio 14-15
RE GIONE LOMB A RDIA
SABATO 2: S. Eraclio
Il sole sorge alle 6.36 e tramonta alle 17.49
DOMENICA 3: S. Tiziano
Il sole sorge alle 6.34 e tramonta alle 17.50
LUNEDÌ 4: S. Casimiro Re
Il sole sorge alle 6.33 e tramonta alle 17.52
MARTEDÌ 5: S. Adriano
Il sole sorge alle 6.31 e tramonta alle 17.53
MERCOLEDÌ 6: SS. Vittore e Vittorino
Il sole sorge alle 6.29 e tramonta alle 17.54
GIOVEDÌ 7: SS. Perpetua e Felicita
Il sole sorge alle 6.27 e tramonta alle 17.56
VENERDÌ 8: S. Giovanni di Dio
Il sole sorge alle 6.25 e tramonta alle 17.57
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
CENTRI SPORTIVI CREMA
Piscina comunale, via Indipendenza ☎ 0373.202940
Palestra PalaBertoni, via Sinigaglia 6 ☎ 0373.84189
Stadio Voltini, viale De Gasperi 67 ☎ 0373.202956
Campi sportivi: via Serio 1 (S. Maria) ☎ 0373.257728
via Ragazzi del ’99 n. 14 ☎ 0373.200196
PRO LOCO CREMA - UFFICIO IAT
Piazza Duomo, 22 - Crema - ☎ 0373.81020: lunedì 15-18; dal
martedì al sabato 9-12.30 e 15-18; domenica e festivi 10-12
TURNI D’APERTURA
FARMACIE
Dalle ore 8.30 di venerdì 1/3 fino 8/3:
– Farmacia Conte Negri
via Kennedy 26/b - CREMA
tel. 0373 256059
– Agnadello
– Madignano
– Soncino (dott. Baccolo)
Dalle ore 8.30 di venerdì 8/3 fino 15/3:
– Farmacia Centrale dr. Villa
piazza Duomo 14 - CREMA
tel. 0373 256139
– Casale Cremasco
– Rivolta d’Adda (Damioli)
DISTRIBUTORI CREMA
Apertura con presenza del gestore
Domenica 3 marzo: ENI via Milano TOTAL ERG viale De Gasperi
EDICOLE
CREMA: via Verdi - piazza Giovanni
XXIII - piazza Garibaldi - Ospedale
Maggiore - piazza Mons. Manziana Stazione - via Kennedy. S. M. DELLA
CROCE: via Bramante. OMBRIANO:
v.le Europa 129; piazza Benvenuti 13.
SABBIONI: via Cappuccini. S. BERNARDINO: via Brescia.
PREFESTIVE
16.30 Kennedy
17.00 S. Antonio Abate
17.30 Ospedale, Santuario delle Grazie
18.00 SS. Trinità, S. Maria della Croce, Cattedrale,
S. Pietro, S. Carlo, Crema Nuova, S. Giacomo,
Ombriano, S. Bernardino, Castelnuovo,
S. Stefano, Sabbioni, Vergonzana
18.30 S. Benedetto, S. Angela Merici via Bramante
20.30 S. Bartolomeo ai Morti
23.00 Santuario Madonna del Pilastrello
FESTIVE
7.00 S. Benedetto
7.30 Cattedrale
8.00 SS. Trinità, S. Carlo, Sabbioni,
S. Pietro, S. Bernardino, S. Maria della Croce
8.30 S. Antonio Abate, Crema Nuova, Ospedale,
Ombriano
9.00 Cattedrale, S. Benedetto, Castelnuovo,
S. Bartolomeo ai Morti
·
I
·
M
9.30 Villette Ferriera, S. Giacomo
9.45 Vergonzana, Casalbergo
10.00 Cattedrale, SS. Trinità, Ombriano,
Cappella Cimitero Maggiore, S. Maria dei Mosi
10.30 S. Benedetto, S. Pietro, S. Stefano, Sabbioni, S. Carlo,
S. Bernardino, Kennedy,
S. Maria della Croce, Santuario delle Grazie,
Crema Nuova
10.45 S. Angela Merici - via Bramante,
S. Bartolomeo ai Morti, S. Giacomo
11.00 Cattedrale, Castelnuovo, Ombriano, SS. Trinità,
Ospedale
12.00 Santuario delle Grazie
17.30 Santuario delle Grazie
18.00 S. Benedetto, S. Giacomo, Ombriano, SS. Trinità,
S. Carlo, Cattedrale,
Crema Nuova, S. Stefano, S. Bernardino,
S. Maria della Croce
19.00 Cattedrale
20.30 Sabbioni
·
M
·
A
·
G
·
I
·
CINEMA
Porta Nova ☎ 0373 218411
• Educazione siberiana • Anna Karenina • Tutti contro tutti • Non aprite
quella porta • Pinocchio • Gangster
squad • Gambit • Il principe abusivo
• Cinemimosa lunedì (4 marzo)
ore 21.30: Anna Karenina
• Over 60 mercoledì (6 marzo) ore
15.30: Quartet
• Cineforum martedì (5 marzo)
ore 21.00: Quartet
Castelleone
Cineteatro ☎ 03074 350882
• Django unchained
N
·
Richiesta: presso l’Ufficio Documentazione Sanitaria, Ospedale di Crema, Largo Ugo Dossena
2 (Ingresso 3); tel. 0373 – 280371/280769, fax 0373 280336; dal lunedì al venerdì dalle ore
8.30 alle 17 in orario continuato.
Ritiro: presso il CUP, allo sportello Ritiro Referti.
Cartella clinica: è possibile effettuare la richiesta presso l’Ufficio Documentazione Sanitaria
muniti di documento di identità. Può richiedere copia della cartella clinica:
- l’interessato maggiorenne
- il minorenne emancipato
- i genitori di minorenni esercenti la patria potestà
- una persona in possesso di delega scritta e firmata dal titolare della cartella con fotocopia di un
documento di identità del titolare della cartella stessa
- gli eredi legittimi dell’interessato deceduto, che provino la loro qualità di eredi tramite atto notorio o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà – (disponibile presso l’Ufficio stesso) – nonché i
motivi addotti a sostegno dell’istanza
- gli enti pubblici (INPS, INAIL)
- l’Autorità Giudiziaria
- la Prefettura.
All’Ufficio Documentazione Sanitaria, con le stesse modalità previste per la Cartella clinica, possono essere richiesti:
- Certificato di avvenuto ricovero comprensivo di diagnosi
- Copia di referto di pronto soccorso
- Referti di prestazioni ambulatoriali.
Referto di autopsia: può essere richiesto dagli eredi legittimi muniti di documento di riconoscimento e compilando una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, disponibile all’Ufficio Documentazione Sanitaria.
Certificato di ricovero e dimissione: può essere richiesto dall’interessato durante il ricovero
alla Coordinatrice (capo sala) del reparto. Diversamente potrà essere ritirato dall’interessato sia
presso l’Ufficio Documentazione Sanitaria che l’Ufficio Accettazione ricoveri.
Informazione a cura di: Ufficio Comunicazione e Relazioni col Pubblico
Tel. 0373 280 580 - 280 544; e-mail [email protected]; [email protected]
SCACCHIERANDO
SCACCHI
ERANDO
Rubrica di scacchi a cura dell’A.D. Scacchi Città di Crema
info: [email protected]
Andrea Cantoni in evidenza a Treviglio
Recentemente il Comitato Regionale Lombardo ha assegnato all’A.D. Scacchi “Città di Crema” l’organizzazione
della prossima edizione del Campionato Regionale a Squadre U16 a cui parteciperanno tutti i circoli della Lombardia e per un giorno Crema sarà invasa da oltre cento scacchisti sotto i sedici anni di età.
L’appuntamento è fissato per il 2 giugno, nel frattempo potete seguirci su www.cremascacchi.org
Sempre in tema di giovani promesse è da segnalare l’ottima prova del nostro Andrea Cantoni,
che si è piazzato quarto nel torneo riservato agli
Under 16, organizzato alcune settimane fa dal
circolo di Treviglio.
Infine, gli scacchisti cremaschi vogliono ricordare
con affetto lo scacchista casalese Bettinelli, che
con lui si sono confrontati nei tornei di Lodi, Casalpusterlengo, Orio Litta e Codogno.
Gianluca Distratis
PREVISIONI METEO
EVOLUZIONE GENERALE
Fino all’inizio della prossima settimana tempo stabile e in prevalenza soleggiato ovunque, per il graduale
instaurarsi sull’Italia e parte dell’Europa di un’ampia
area di alta pressione di origine africana. Nel corso di
martedì tendenza a un cambio di regime, con aumento dell’instabilità per l’avvicinamento di una struttura
depressionaria atlantica.
SABATO 2 MARZO
Su Alpi sereno o poco nuvoloso. Su Appennino, pianura e fascia prealpina nubi basse con foschie e locali
banchi di nebbia, in sollevamento dalla tarda mattina a partire da est; in giornata su questi settori poco
nuvoloso con addensamenti sparsi, più probabili ad
ovest. Precipitazioni assenti. Temperature minime in
calo, massime stazionarie o in lieve calo. In pianura
minime tra -1 e 2°C, massime tra 9 e 14°C.
DOMENICA 3 MARZO
Sereno o poco nuvoloso, con nebbie e foschie fino al
mattino su pianura. Precipitazioni assenti. Temperature minime e massime in calo. In pianura minime
intorno a -1°C, massime intorno a 11°C.
LUNEDÌ 4 MARZO
In prevalenza poco nuvoloso, con foschie o locali
banchi di nebbia sui settori di pianura in mattinata.
Dal pomeriggio addensamenti sparsi su fascia prealpina. Precipitazioni assenti. Temperature minime stazionarie o in lieve calo, massime in aumento.
TENDENZA
PER MARTEDÌ E MERCOLEDÌ
Martedì da poco nuvoloso a velato, con tendenza ad
un graduale aumento della copertura nuvoloso nel
corso del pomeriggio. Probabilità di deboli precipitazioni a partire da pianura e Appennino. Mercoledì
molto nuvoloso con alta probabilità di precipitazioni
diffuse. Temperature senza variazioni di rilievo. Venti
in pianura dai quadranti orientali, in montagna dai
quadranti meridionali.
I
·
Con la mamma
Maria,
gli zii Miranda,
Gianni e Paola
In collaborazione con il ristorante La Corte di Moscazzano
e gli alunni dell’Istituto P. Sraffa di Crema
vino bianco secco; 10 punte di asparagi; ½ cipolla; 50 gr burro; brodo; sale
Tritate finemente mezza cipolla e fatela imbiondire con il burro. Unite il riso, fatelo tostare mescolando per un minuto e poi bagnatelo con mezzo bicchiere di vino
bianco secco, fate evaporare e insaporire per 5 minuti. Aggiungete metà del Salva
Cremasco e lentamente il brodo bollente necessario, sempre mescolando. A metà
cottura unite il restante Salva Cremasco tagliato a pezzettini e le punte di asparagi,
precedentemente ben lavate e tagliate. Servite caldo.
VI ASPETTIAMO A ‘LA CORTE’ ANCHE VENERDÌ PROSSIMO
PER LA FESTA DELLA DONNA. IL MENÙ È DA ACQUOLINA IN BOCCA
Aperitivo mimosa; salumi nostrani con torta fritta; risotto alle punte di asparagi con
salva cremasco; tortelli cremaschi fatti a mano; tagliata di manzo con radicchio stufato
e scaglia di provola; torta mimosa. Vino, acqua e caffè.
Il tutto accompagnato da musica dal vivo. Euro 25,00
I MERCATI DI CREMONA
Ristorante
la Corte
• Educazione siberiana • Gangster
squad • Viva la libertà • Pinocchio
Del Viale ☎ 0371 426028
• Gambit • Rassegna: Mai Stati
Uniti (mart. 5 ore 16 e ore 21) •
Opera: Tosca (merc. 6 ore 21) • L’art
du ballet (giov. 7 ore 21)
Pieve Fissiraga (Lodi)
Cinelandia ☎ 0371 237012
• Il principe abusivo • Upside down
• Educazione siberiana • Pinocchio
• Non aprite quella porta • Anna
Karenina • Gangster squad • Beautiful creatures • Gambit
Orzinuovi
Starplex ☎ 030 943605
Spino d’Adda
• Anna Karenina • Beautiful creatures - La sedicesima luna • Educazione siberiana • Gambit • Gangster
squad • Il principe abusivo • Non
Vittoria ☎ 0373 980106
• Beautiful creatures - La sedicesima
luna • Zambezia (dom. 3/3 ore 15.15) •
Lawless (mart. 5/3 ore 21)
“I GIÓCH da ‘na ÓLTA… per non dimenticare”
Serciù
“Al serciù da le biciclète” (vecchio o regalato dal ciclista), “sénsa cupertù né ràgi”, veniva spinto con la
“manèla” (pezzo di legno) sul percorso stabilito: “la stràda, al steràt o ‘n da la cùrt”.
Vinceva chi riusciva a percorrere più spazio “sensa fa burlà ‘n tèra ‘l serciù”.
Ognuno possedeva il proprio “serciù”, a volte anche personalizzato “col nóm e culùr”.
Se la “manèla” era di ferro anziché di legno “l’éra püsé fàcil fal mia burlà an tèra”.
A Santa Maria i ragazzi creavano il giro d’Italia “söl Sère”.
Tratto da
“QUÀTRE ciàcule”
Poesie di Sandra Gioia Barbaro
La mé bàmbula
Cumpìe sèt o vòt an
e ‘na bàmbula i m’à regalàt
per al me cumpleàn.
L’ó bazàda apena ésta.
da purcelàna l’éra la tèsta,
i òc da védre i sa muìa
e i parìa che la ma dizès:
“adès só tòa,
tègnem bé, anche se só ‘na póa”.
Quant gh’éra nisü tiràe ‘l casèt
e ga ardàe con tànto afèt.
Ga parlàe pianì pianì
da tante ròbe, di mé fredelì.
A caza an dé gh’è riàt an vecèt
e mé só curìda a tóla
per faghéla vèt…
Quànto mai: só strembücàda
e an cént tòch
l’è finìda töt da ‘n bòt.
Dal dispiazér, ma sa ricòrde amó,
g’ó pianzìt per an bèl pó!
I caèi da stópa i éra ‘nculàt
ma per mé da séda i éra fàt.
L’ó strenzìda ‘n dai mé bràs
che la gh’és da ‘ndurmentàs!
Anturciàda ‘n da ‘n scialèt
l’ó scundìda ‘n da ‘n casèt,
la sentìe sicüra dentre là
che nisü pudìa tucà.
Tratto da
RISTORANTE ALBERGO
PARCO MEETING
“QUANDO I NONNI ERANO BAMBINI”
Preghiera
Mé vó ‘n lèc
con l’Àngel perfèt
con l’Àngel magiùr
con la gràsia dal Signùr
Fraz. Colombare, 16 Moscazzano (Cr)
Tel. 0373 667056 - www.la-corte.net
ISTITUTO TECNICO:
Grafico e Turismo
ISTITUTO ISTRUZIONE
SUPERIORE
“P. SRAFFA”
Tradotto da
ISTITUTO PROFESSIONALE:
“300 Filastrocche”
Al nàno col restèl
Sociale, Economico, Alberghiero
FORMAZIONE PROFESSIONALE
REGIONALE
Sùra ‘n mùnt luntà luntà
gh’è ‘n nàno che ‘l fà il paizà.
via Piacenza, 52/c - Crema ☎ 0373 257802
Al pàsa e ‘l ripàsa col sò restèl
al petèna ‘l cél per fàl püsé bèl.
...va salüda i “Cüntastòrie”
e-mail: [email protected] - sito web: www.sraffacrema.it
Della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
CEREALI: Frumenti nazionali teneri con 14% di umidità
Varietà speciali n.q.; Fino (peso specifico da 81 a 84)
232-235; Buono mercantile (peso specifico da 78 a 80)
227-231; mercantile (p.s. fino a 77) n.q. Frumenti nazionali duri (produzione Nord Italia): Fino (p.s. da 80 e oltre)
n.q.; Buono mercantile (p.s. 77/79) n.q.; Mercantile (p.s.
74/76) n.q. Cruscami franco domicilio acquirente: Farinaccio
alla rinfusa 200-202; Tritello alla rinfusa 199-201; Crusca
alla rinfusa 183-185; Crusca in sacchi n.q; Cruschello alla
rinfusa 192-194. Granoturco ibrido nazionale (con il 14% di
umidità): Comune 218-220; Semivitreo n.q. Orzo nazionale: peso specifico oltre 66 219-224; peso specifico da 63
a 66 213-217 Orzo estero pesante (da commerciante-franco
acquirente) n.q. Semi di soia nazionale n.q. Semi da prato
selezionati (da commerciante): Trifoglio violetto 2,80-3,20;
Ladino nostrano (Lodigiano gigante) 8-9; Erba medica
di varietà 2,90-3,30; Lolium italicum 1,40-1,70; Lolium
italicum tetraploide 1,40-1,70.
BESTIAME BOVINO: Vitelli da allevamento baliotti (peso
vivo in kg): Da incrocio (50-60 kg) 3,00-4,00; Frisona (50-60
kg) 1,00-1,00. Maschi da ristallo biracchi (peso vivo): Frisona
(180-250 kg) 1,40-1,60. Bovini da macello (prezzo indicativo
- peso morto in kg): Cat. B - Tori (maggiori di 24 mesi) P2
(50%) - O3 (55%) 2,40-2,70; Cat. E - Manze scottone (fino
a 24 mesi) P3 (47%) - O3 (50%) 2,50-3,00; Cat. E - Manze
scottone (sup. a 24 mesi) P2 (45%) - O3 (48%) 2,25-2,90;
Cat. E - Vitellone femmine da incrocio O3 (54%) - R3
(57%) 3,30-3,80; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità P3
(44%) - O2/O3 (46%) 2,50-2,80; Cat. D - Vacche frisona
di 2° qualità P2 (42%) - P3 (43%) 1,95-2,20; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità P1 (39%) - P1 (41%) 1,60-1,80;
Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità (peso vivo) 1,10-
Fanfulla ☎ 0371 / 30740
• Il sole dentro • Re della terra selvaggia • Sabato ragazzi: Ernest e Celestine
(sab. 2/3 ore 17) • Cineforum: Reality
(merc. 6 e giov. 7 marzo)
Moderno ☎ 0371 / 420017
• Educazione siberiana • Upside down
• Non aprite quella porta • Noi siamo
infinito • Anna Karenina • Il principe
abusivo • Gambit - Una truffa a regola
d’arte • Gangster squad • Pinocchio •
Zambezia • La Filarmonica della Scala (lun. 4/3) • Il film d’essai: Oltre le
Colline (merc. 6/3) • Original Movie
Passion: Lincoln - v.o. inglese con sottotitoli in italiano (mar. 5/3)
Calendario 2013 dell’A.I.M.A. di Crema
Il piccolo
‘maestro di pesca’
sulla sua
prima barca!
Ingredienti per 6 persone: 300 gr Salva Cremasco; 480 gr riso; ½ bicchiere
Ariston ☎ 0363 419503
Lodi
Tratto da
Bergeg gi
(Savona)
Risotto alle punte di asparagi
e salva cremasco
aprite quella porta (vm 14) • Pinocchio • Tutti contro tutti • Upside
down • Zambezia
AL NÒST DIALÈT
1951
INVITO A PRANZO
Il giornale non è responsabile degli
eventuali cambiamenti di programmazione
Treviglio
Crema fino al 6 marzo
Richiesta e ritiro di documentazione sanitaria
BIBLIOTECA COMUNALE ☎ 0373 893331-329
Via Civerchi, 9 - Crema. Lunedì 14.30-18.30; dal martedì al venerdì 9.30-18.30 (continuato). Sabato ore 9-12.30. Sala ragazzi da lunedì a venerdì 14.30-18. Sabato 9-12
ORIENTAGIOVANI ☎ 0373.893325-324 - fax 0373.893323
Via Civerchi, 9 - Crema - Lunedì ore 15-18, martedì-giovedì-venerdì
10-12 e 15-18, mercoledì 10-18, sabato 10-12.
MUSEO CIVICO ☎ 0373 257161-256414 - fax 0373 86849
www.comunecrema.it e-mail: [email protected]
Martedì-venerdì ore 9-12.30 e 14-17.30; sab. e domenica ore 10-12 e 15.3018.30. Lunedì chiuso. Ingresso gratuito.
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO ☎ 0373 85385
Via Matteotti 41, Crema - al 1° piano.
Martedì ore 9.30-12, giovedì ore 15.30-18, sabato ore 9.30-12
SANTE MESSE IN CITTÀ
Anna Karenina
G
u
e
l
i
t
U
ida
1,29; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità (peso vivo)
0,82-0,95; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità (peso
vivo) 0,62-0,74; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali di 1°
qualità R3 (55%) - U3 (56%) 3,40-3,70; Cat. A - Vitelloni
incrocio nazionali di 2° qualità O3 (53%) - R2 (54%) 2,903,15; Cat. A - Vitelloni frisona di 1° qualità O2 (51%) - O3
(52%) 3,15-3,40 Cat. A - Vitelloni frisona di 2° qualità P1
(49%) - P3 (50%) 2,30-2,70.
FORAGGI: Fieno e paglia (da commerciante-franco azienda
acquirente): Fieno maggengo 2012 165-180; Loietto 2012
165-180; Fieno di 2a qualità 2012 130-140; Fieno di erba
medica 2012 170-190; Paglia 2012 85-95.
SUINI: Suini vivi (escluso il premio) da allevamento (muniti
di marchio di tutela): 15 kg 4,21; 25 kg 3,13; 30 kg 2,86; 40
kg 2,30; 50 kg 1,90; 65 kg 1,70; 80 kg 1,65; 100 kg n.q.
Magri da macelleria: 90-115 kg n.q. Grassi da macello (muniti
di marchio di tutela): 130-145 kg 1,440; 145-160 kg 1,470;
160-180 kg 1,530; oltre 180 kg 1,500.
CASEARI: Burro: pastorizzato 2,95; zangolato di creme fresche n.q.; crema di latte centrifugata e pastorizzata (reg. Cee n. 1547/87) n.q. Provolone Valpadana: dolce
5,05-5,20; piccante 5,25-5,50. Grana: stagionatura tra
60-90 giorni fuori sale n.q. Grana Padano: stagionatura di
9 mesi 6,85-7,20; stagionatura tra 12-15 mesi 8,00-8,25;
stagionatura oltre 15 mesi 8,35-8,95.
LEGNAMI: Legna da ardere (franco magazzino acquirente):
Legna in pezzatura da stufa: 60% forte e 40% dolce 100
kg 12-13.; legna in pezzatura da stufa: forte 100 kg 14-15
Pioppo in piedi: da pioppeto 4,60-6,50; da ripa 2,80-3,30
Tronchi di pioppo: trancia 21 cm 9,50-12; per cartiera 10
cm 3,50-4,00.
Città Università
E
84 - Dallo studio al lavoro
di GIOVANNI RIGHINI
Per illustrare il punto di vista degli studenti sulla
loro formazione e sul loro ingresso nel mondo
del lavoro, mi rifaccio a una giornata di metà ottobre scorso, quando mi trovavo a Milano presso la sede centrale dell’Università di Milano in
via Festa del Perdono in occasione del “Career
Day”, cioè dell’annuale giornata di orientamento
dei neo-laureati e dei laureandi verso il mondo
del lavoro. Durante il workshop iniziale, dopo la
presentazione dei dati statistici sull’occupazione
dei neo-laureati, proprio quando un volonteroso
funzionario ministeriale stava per raccontare le
iniziative attivate dal governo per promuovere
l’occupazione dei neo-laureati, un manipolo di
giovani contestatori sdruciti ha fatto irruzione
nella sala con megafono, volantini e striscioni,
l’ha “okkupata” con slogan contro “le multinazionali schiaviste che sfruttano noi giovani” e ha
mandato a monte tutto. Sembravano una caricatura dei loro genitori che facevano lo stesso quarant’anni fa (ma allora per lo meno erano più innovativi). Nel pomeriggio di quello stesso giorno
ho riattraversato il chiostro del rettorato, dove ancora erano collocati gli stand delle aziende, mentre stavo accompagnando un giovane imprendi-
tore ad una riunione. Passando davanti agli stand,
l’imprenditore ha letto i nomi di alcune grandi
aziende ed ha esclamato “Ah, ma che bella banda
di criminali! Ci sono proprio tutti, eh?!” E due,
ho pensato. Tornato a casa, quella sera ho trovato un messaggio di posta elettronica di un nostro
ex-alunno che manifestava la sua indignazione
perché tra le proposte di tirocinio pubblicate sul
sito web del Polo Didattico e di Ricerca di Crema
ne aveva trovata una di un’azienda che a suo dire
è un covo di sfruttatori e si scandalizzava che noi
professori ci facessimo loro complici. E tre!
Insomma, non si può eludere la questione: esiste,
soprattutto tra i giovani e gli studenti, una linea
di pensiero che ritiene che le aziende siano dei tritacarne, che sfruttano i giovani laureati facendoli
lavorare gratis o quasi, soprattutto nell’attuale
periodo di crisi. L’argomento è di estrema importanza anche in vista dell’impostazione da dare (o
da cambiare) all’offerta didattica della sede universitaria di Crema, per la quale il rapporto con il
mondo extra-universitario è ancora più indispensabile che per i dipartimenti di Milano.
Per fortuna ho accumulato un po’ di esperienza
personale sulla quale posso cercare di basarmi per
discernere cosa c’è di vero e di non vero in queste
denunce, talora urlate, talora sussurrate. La realtà
che ho conosciuto personalmente finora è un po’
più variegata di quanto si possa dire con qualche
slogan. Ad esempio, in quella stessa giornata di
metà ottobre in occasione del Career Day avevo
io stesso organizzato in collaborazione con un
collega del Dipartimento di Fisica un workshop
di un paio d’ore con quattro presentazioni aziendali rivolte ai numerosi giovani presenti. Tutti e
quattro i relatori avevano parlato di prospettive
di lavoro molto interessanti in settori decisamente innovativi, offrendo testimonianze personali
e ponendosi chiaramente dal punto di vista dei
loro ascoltatori. Nessuno di loro aveva nemmeno
lontanamente cercato di reclutare schiavi, anzi! I
messaggi più importanti e preziosi rivolti ai giovani presenti erano stati: “Seguite i vostri talenti,
non le ambizioni indotte in voi dal contesto” e
“Guardate al mondo, non solo all’Italia”.
Le aziende-tritacarne purtroppo esistono. Ma
esistono anche le aziende serie e innovative,
dove per “innovative” non intendo necessariamente il fatto che occupino settori di mercato
ipertecnologici. Si può essere innovativi anche
coltivando la terra o allevando animali: attività
antiche di millenni. Non conta cosa si fa, ma
come lo si fa.
[email protected]
BENEDETTO XVI È SALITO AL MONTE
NON
TI
DIMENTICHEREMO
ZOOM
PAPA RATZINGER, PREGA PER NOI!
sugli
avvenimenti
442
CREM A
SABATO 2 M ARZO 2013
GIOVEDÌ ALLE ORE 20 È TERMINATO
IL MINISTERO DI BENEDETTO XVI.
JOSEPH RATZINGER È ORA PAPA EMERITO
stato una giornata storica quella di giovedì 28 febbraio,
È
per la Chiesa e per il mondo intero. Benedetto XVI – alle
ore 20 – ha concluso il suo ministero petrino dopo le “di-
missioni” annunciate lunedì 11 febbraio. Domenica l’ultimo
Angelus e mercoledì l’ultima, commossa Udienza generale
alla presenza di oltre centomila fedeli (c’erano anche una
quarantina di cremaschi). Giovedì, appunto – come annunciato – la conclusione con il ritiro nella residenza pontificia
di Castel Gandolfo. Trasmessi in diretta dalle televisioni di
mezzo mondo la sua partenza dal palazzo del Vaticano, il
suo arrivo a Castel Gandolfo, il saluto ai fedeli che gremivano la piazza, fino alla chiusura del portone della residenza,
alle 20 in punto, a indicare la conclusione del suo pontificato.
Ma ecco la cronaca, minuto per minuto, dell’ultimo giorno del Pontificato di Benedetto XVI, giornata storica per la
Chiesa e per il mondo intero.
Ore 11.05 - “Eminentissimi, surgent omnes!”. I 144 cardinali arrivati finora a Roma, nelle cui mani è affidato il compito di designare il prossimo successore di Pietro, si alzano
tutti e si uniscono in un grande applauso. È appena entrato
nella Sala Clementina il loro Papa, Benedetto XVI, che ha
scelto d’iniziare la parte pubblica dell’ultimo giorno del suo
pontificato – nove ore in tutto, dal Vaticano a Castel Gandolfo – incontrando personalmente e salutando uno per uno,
occhi negli occhi, mano nella mano, prima di terminare il
suo ministero petrino, i suoi “amici”. Le sue parole dopo il
saluto del cardinale decano, Angelo Sodano: “Miei amici,
vorrei ringraziare tutti voi non solo per questa settimana, ma
per questi otto anni, durante i quali avete portato con me,
con grande competenza, affetto, amore e fede, il peso del ministero petrino”. Perfino dalle immagini che trasmettono in
diretta il commiato di oggi traspare la commozione e l’affetto
dei suoi primi collaboratori: “Siamo noi che dobbiamo ringraziare Lei per l’esempio che ci ha dato in questi otto anni
di Pontificato”, dice il cardinale Sodano facendosi interprete dei sentimenti di tutti, esprimendo all’“amato e venerato
Successore di Pietro” la loro “viva gratitudine” per la testimonianza “di abnegato servizio apostolico, per il bene della
Chiesa di Cristo e dell’umanità intera”.
Ore 12.07 - È appena finito il commiato del Papa con suoi
cardinali, “Tra voi, tra il Collegio Cardinalizio – afferma
Benedetto XVI – c’è anche il futuro Papa, al quale già oggi
prometto la mia incondizionata reverenza e obbedienza”.
Un atto di sottomissione finora inedito, prima dell’avvenuta
elezione di un nuovo Pontefice. “Prima di salutarvi personalmente – continua il Papa – desidero dirvi che continuerò
a esservi vicino con la preghiera, specialmente nei prossini
giorni, affinché siate pienamente docili all’azione dello Spirito Santo nell’elezione del nuovo Papa”. L’atto di omaggio,
di sottomissione, di riverenza incondizionata e obbedienza
– come sottolineerà anche dopo, nel briefing con i giornalisti, padre Federico Lombardi – è originale, non atteso in un
discorso anch’esso inatteso, messo a punto solo subito prima
di pronunciarlo.
Ore 16.55 - Un grande e fragoroso applauso saluta il Papa,
quando fa il suo ingresso nel Cortile di San Damaso, accompagnato dal card. Angelo Comastri, arciprete della Basilica
Vaticana, e dal card. Agostino Vallini, vicario per la diocesi
di Roma. Benedetto XVI, saluta con un gesto benedicente la
folla presente, prima di congedarsi dai membri della segreteria di Stato, a cominciare dal segretario di Stato, cardinale
Tarcisio Bertone.
Quando il Papa sale a bordo dell’auto che lo porterà all’eliporto, le campane cominciano a suonare. Le Guardie Svizzere tributano al Papa il picchetto d’onore, accanto a loro,
oltre al personale vaticano, anche numerose religiose e religiosi. Poco più in là, in piazza San Pietro, molti fedeli sono
radunati intorno all’obelisco, quasi a prolungare idealmente
l’abbraccio al loro Papa che hanno tributato durante l’ultima
udienza generale di mercoledì.
Ore 17.07 - Decolla l’elicottero che porterà il Papa dal
Vaticano a Castel Gandolfo, che per due mesi sarà la sua residenza. Benedeto XVI appare, come sempre in questi giorni,
sereno. A bordo con il Papa, oltre al suo segretario particolare, ci sono l’altro segretario, mons. Xuareb, oltre al professor Polisca e al cavalier Mariotti.
Ore 17.11 - “Grazie per il vostro amore e il vostro sostegno. Possiate sperimentare sempre la gioia di mettere
(segue nella III dello Zoom)
“
ZOOM
ANGELUS
ORA SALGO AL MONTE
Otto anni di un grande pontificato
”
a parlato del “primato della preghiera” Benedetto XVI,
H
stamattina, nel suo ultimo Angelus con le migliaia di fedeli che hanno riempito piazza San Pietro, prima di lascia-
re, giovedì 28 febbraio alle ore 20, il ministero petrino. La
preghiera, ha avvertito il Papa, “non è un isolarsi dal mondo e dalle sue contraddizioni”, ma “riconduce al cammino,
all’azione”. Ed è a una vita “ancora di più” dedicata “alla
preghiera e alla meditazione” che ora il Signore lo chiama
per continuare a servire la Chiesa “con la stessa dedizione e
lo stesso amore con cui l’ho fatto fino ad ora”.
Un nuovo “esodo”. “Grazie per il vostro affetto”, ha esordito il Pontefice, prima di spiegare il Vangelo del giorno.
Nella seconda domenica di Quaresima “la liturgia ci presenta sempre il Vangelo particolarmente bello della Trasfigurazione del Signore”. L’evangelista Luca pone “in particolare risalto il fatto che Gesù si trasfigurò mentre pregava:
la sua è un’esperienza profonda di rapporto con il Padre
durante una sorta di ritiro spirituale che Gesù vive su un
alto monte in compagnia di Pietro, Giacomo e Giovanni,
i tre discepoli sempre presenti nei momenti della manifestazione divina del Maestro”. Il Signore, che poco prima
aveva preannunciato la sua morte e risurrezione, offre così
“ai discepoli un anticipo della sua gloria”. E anche nella
Trasfigurazione, come nel battesimo, “risuona la voce del
Padre celeste: ‘Questi è il figlio mio, l’eletto; ascoltatelo!’”.
La presenza poi di Mosè ed Elia, che rappresentano la Legge e i Profeti dell’antica Alleanza, è “quanto mai significativa: tutta la storia dell’Alleanza è orientata a Lui, il Cristo,
che compie un nuovo ‘esodo’, non verso la terra promessa
come al tempo di Mosè, ma verso il Cielo”. L’intervento di
Pietro, “Maestro, è bello per noi essere qui”, rappresenta
“il tentativo impossibile di fermare tale esperienza mistica”.
Il Santo Padre ha ripreso, quindi, un commento di sant’Agostino: “[Pietro] … sul monte … aveva Cristo come cibo
dell’anima. Perché avrebbe dovuto scendere per tornare alle
fatiche e ai dolori, mentre lassù era pieno di sentimenti di
santo amore verso Dio e che gli ispiravano perciò una santa
condotta?”.
Il primato della preghiera. Meditando questo brano del
Vangelo, per Benedetto XVI, “possiamo trarne un insegnamento molto importante”. Innanzitutto, “il primato della
preghiera, senza la quale tutto l’impegno dell’apostolato e
della carità si riduce ad attivismo”. Di qui l’invito: “Nella
Quaresima impariamo a dare il giusto tempo alla preghiera,
personale e comunitaria, che dà respiro alla nostra vita spirituale”. Inoltre, “la preghiera non è un isolarsi dal mondo
e dalle sue contraddizioni, come sul Tabor avrebbe voluto
fare Pietro, ma l’orazione riconduce al cammino, all’azione”. “L’esistenza cristiana – ha continuato il Papa, richiamando un passaggio del suo Messaggio per questa Quaresima – consiste in un continuo salire il monte dell’incontro
con Dio, per poi ridiscendere portando l’amore e la forza
che ne derivano, in modo da servire i nostri fratelli e sorelle
con lo stesso amore di Dio”.
“Salire sul monte”. “Questa Parola di Dio – ha confessato il Pontefice, interrotto da scroscianti applausi – la sento in
modo particolare rivolta a me, in questo momento della mia
vita. Il Signore mi chiama a ‘salire sul monte’, a dedicarmi
ancora di più alla preghiera e alla meditazione”. Ma, ha
evidenziato, “questo non significa abbandonare la Chiesa,
anzi, se Dio mi chiede questo è proprio perché io possa continuare a servirla con la stessa dedizione e lo stesso amore
con cui ho cercato di farlo fino ad ora, ma in un modo più
adatto alla mia età e alle mie forze”. Il Santo Padre ha poi
invocato l’intercessione della Vergine Maria: “Lei ci aiuti
tutti a seguire sempre il Signore Gesù, nella preghiera e nella carità operosa”.
Il grazie a tutti per l’affetto. “Ringraziamo il Signore per
il po’ di sole che ci dona”, ha esortato Benedetto nei saluti
in varie lingue, nei quali ha voluto, come la settimana scorsa, ancora ringraziare tutti per la vicinanza in questo momento. In francese ha ringraziato “di tutto cuore” per le preghiere e l’affetto manifestatogli in questi giorni. “Ringrazio
ciascuno per le espressioni di gratitudine, affetto e vicinanza
nella preghiera che ho ricevuto”, ha affermato in inglese. In
tedesco ha ringraziato tutti per “i tanti segni di vicinanza e
di affetto, in particolare per la preghiera”. Ringraziamenti
anche in spagnolo per “le tante testimonianze di vicinanza
e preghiere che gli sono giunte in questi giorni” e in portoghese: “Vi sono grato per la vostra presenza e per tutte le
manifestazioni di affetto e solidarietà, in particolare per le
preghiere con le quali mi state accompagnando”. Ancora
in polacco: “Vi ringrazio del ricordo e della manifestazione
di benevolenza che da voi ricevo in questi giorni e in modo
particolare per le preghiere”, ha dichiarato. “Il Vangelo
di oggi – ha aggiunto – ci conduce sul monte Tabor, dove
Cristo ha svelato davanti ai discepoli lo splendore della sua
divinità e diede la certezza che attraverso la sofferenza e la
croce possiamo raggiungere la risurrezione. Dobbiamo saper scorgere la Sua presenza, la Sua gloria e la Sua divinità
nella vita della Chiesa, nella contemplazione e negli eventi
di ogni giorno”. Infine, rivolgendosi ai pellegrini di lingua
italiana, ha ricordato che “sono presenti numerosi rappresentanti di diocesi, parrocchie, associazioni e movimenti,
istituzioni, come pure tanti giovani, anziani e famiglie. Vi
ringrazio per l’affetto e la condivisione, specialmente nella
preghiera, di questo momento particolare per la mia persona e per la Chiesa. In preghiera siamo sempre vicini”.
SABATO 2 MARZO 2013
SABATO 2 MARZO 2013
IL GIORNO DELL’ADDIO
DI BENEDETTO XVI
PAPA DOLCE, UMILE E LUMINOSO
(dalla prima dello Zoom)
L’ULTIMA COMMOSSA UDIENZA
IN PIAZZA SAN PIETRO
C’ERAVAMO ANCHE NOI, UNA QUARANTINA DI CREMASCHI
di GIORGIO ZUCCHELLI
C
i siamo anche noi, mercoledì in
piazza San Pietro, all’udienza
n. 348 e ultima di papa Benedetto
XVI, immersi in un mare di 150.000
persone. Vogliamo dare l’ultimo saluto al Papa che ha lasciato il ministero
ed essere partecipi di un momento
veramente storico.
Trentuno i cremaschi scesi a Roma,
martedì pomeriggio, con un pullman
organizzato dal nostro giornale, sollecitati dall’entusiasmo di alcuni fedeli:
“Andiamo a salutare il Papa”. Altri
cremaschi hanno raggiunto la capitale
alla spicciolata, viaggiando di notte.
In tutto circa una quarantina.
Alle 7.30 di mercoledì, siamo già in
fila a Largo Cavalleggeri per entrare
in piazza. Una ventina di minuti per
passare dalle postazioni di sicurezza
e guadagnare una posizione tutto
sommato buona.
La piazza San Pietro via via si
riempie di fedeli di ogni nazionalità.
Moltissimi i giovani. Il colpo d’occhio
è straordinario, striscioni da ogni
parte con messaggi affettuosi al Papa
che conclude il suo ministero: “Le tue
parole luce per sempre, Piacenza ti
abbraccia”; “Non ci sentiamo abbandonati, ma fortificati. Buona Missione
Santo Padre”; “Grazie Santità”; “Sei
nei nostri cuori”; “Tu sei Pietro e noi
giovani sempre ti amiamo”; “Santo
Padre ti vogliamo bene. Prega per
noi”. Quando lo speaker – dopo due
ore e mezza di attesa che passano in
un volo – inizia a elencare i gruppi
presenti, la piazza s’accende – qua e
là – di urla di gioia: sono soprattutto
i giovani e i ragazzi delle scuole a
sventolare le loro bandiere per salutare
e farsi conoscere.
Finalmente, alle 10.30, puntuale,
l’arrivo di Benedetto XVI in papamobile: esce dall’arco delle campane,
apparendo su tutti i monitor. E la folla
esplode. La papamobile percorre in
lungo e in largo l’intera piazza per
un ultimo, grande abbraccio di papa
Ratzinger ai fedeli che rappresentano
l’intera Chiesa.
Inizia quindi l’udienza: prima la
lettura della parola di Dio in diverse
lingue. Poi il commovente discorso
di Benedetto XVI che scalda i cuori
di tutti e inumidisce i nostri occhi.
Lo pubblichiamo integralmente qui
a fianco: è troppo bello e non si può
riassumere. Infine i saluti in tutte le
lingue e la benedizione. Si chiude un
capitolo di storia. Nel pomeriggio
celebriamo la santa Messa, alle 16,
nella chiesa di Santo Spirito in Sassia.
E poi, di corsa a Crema!

Galleria fotografica in
www.ilnuovotorrazzo.it
Venerati Fratelli nell’Episcopato e nel Presbiterato! Cari fratelli e sorelle!
Vi ringrazio di essere venuti così numerosi a questa mia ultima Udienza generale. Grazie di cuore!
Sono veramente commosso! E vedo la Chiesa viva! E penso che dobbiamo anche dire un grazie al Creatore per il tempo bello che ci dona adesso ancora nell’inverno. Come l’apostolo Paolo nel testo biblico
che abbiamo ascoltato, anch’io sento nel mio cuore di dover soprattutto ringraziare Dio, che guida e fa
crescere la Chiesa, che semina la sua Parola e così alimenta la fede nel suo popolo. In questo momento il
mio animo si allarga e abbraccia tutta la Chiesa sparsa nel mondo; e rendo grazie a Dio per le “notizie”
che in questi anni del ministero petrino ho potuto ricevere circa la fede nel Signore Gesù Cristo, e della
carità che circola realmente nel Corpo della Chiesa e lo fa vivere nell’amore, e della speranza che ci apre
e ci orienta verso la vita in pienezza, verso la patria del Cielo.
Sento di portare tutti nella preghiera, in un presente che è quello di Dio, dove raccolgo ogni incontro,
ogni viaggio, ogni visita pastorale. Tutto e tutti raccolgo nella preghiera per affidarli al Signore: perché
abbiamo piena conoscenza della sua volontà, con ogni sapienza e intelligenza spirituale, e perché possiamo comportarci in maniera degna di Lui, del suo amore, portando frutto in ogni opera buona (cfr Col
1,9-10). In questo momento, c’è in me una grande fiducia, perché so, sappiamo tutti noi, che la Parola
di verità del Vangelo è la forza della Chiesa, è la sua vita. Il Vangelo purifica e rinnova, porta frutto,
dovunque la comunità dei credenti lo ascolta e accoglie la grazia di Dio nella verità e nella carità. Questa
è la mia fiducia, questa è la mia gioia.
Quando, il 19 aprile di quasi otto anni fa, ho accettato di assumere il ministero petrino, ho avuto la
ferma certezza che mi ha sempre accompagnato: questa certezza della vita della Chiesa dalla Parola di
Dio. In quel momento, come ho già espresso più volte, le parole che sono risuonate nel mio cuore sono
state: Signore, perché mi chiedi questo e che cosa mi chiedi? È un peso grande quello che mi poni sulle
spalle, ma se Tu me lo chiedi, sulla tua parola getterò le reti, sicuro che Tu mi guiderai, anche con tutte
le mie debolezze. E otto anni dopo posso dire che il Signore mi ha guidato, mi è stato vicino, ho potuto
percepire quotidianamente la sua presenza. È stato un tratto di cammino della Chiesa che ha avuto
momenti di gioia e di luce, ma anche momenti non facili; mi sono sentito come san Pietro con gli Apostoli nella barca sul lago di Galilea: il Signore ci ha donato tanti giorni di sole e di brezza leggera, giorni
in cui la pesca è stata abbondante; vi sono stati anche momenti in cui le acque erano agitate e il vento
contrario, come in tutta la storia della Chiesa, e il Signore sembrava dormire. Ma ho sempre saputo che
in quella barca c’è il Signore e ho sempre saputo che la barca della Chiesa non è mia, non è nostra, ma
è sua. E il Signore non la lascia affondare; è Lui che la conduce, certamente anche attraverso gli uomini
che ha scelto, perché così ha voluto. Questa è stata ed è una certezza, che nulla può offuscare. Ed è per
questo che oggi il mio cuore è colmo di ringraziamento a Dio perché non ha fatto mai mancare a tutta
la Chiesa e anche a me la sua consolazione, la sua luce, il suo amore.
Siamo nell’Anno della Fede, che ho voluto per rafforzare proprio la nostra fede in Dio in un contesto
che sembra metterlo sempre più in secondo piano. Vorrei invitare tutti a rinnovare la ferma fiducia nel
Signore, ad affidarci come bambini nelle braccia di Dio, certi che quelle braccia ci sostengono sempre
e sono ciò che ci permette di camminare ogni giorno, anche nella fatica. Vorrei che ognuno si sentisse
amato da quel Dio che ha donato il suo Figlio per noi e che ci ha mostrato il suo amore senza confini.
Vorrei che ognuno sentisse la gioia di essere cristiano. In una bella preghiera da recitarsi quotidianamen-
te al mattino si dice: “Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto
cristiano…”. Sì, siamo contenti per il dono della fede; è il bene più prezioso, che nessuno ci può togliere!
Ringraziamo il Signore di questo ogni giorno, con la preghiera e con una vita cristiana coerente. Dio ci
ama, ma attende che anche noi lo amiamo!
Ma non è solamente Dio che voglio ringraziare in questo momento. Un Papa non è solo nella guida
della barca di Pietro, anche se è la sua prima responsabilità. Io non mi sono mai sentito solo nel portare
la gioia e il peso del ministero petrino; il Signore mi ha messo accanto tante persone che, con generosità e
amore a Dio e alla Chiesa, mi hanno aiutato e mi sono state vicine. Anzitutto voi, cari Fratelli Cardinali: la vostra saggezza, i vostri consigli, la vostra amicizia sono stati per me preziosi; i miei collaboratori, a
iniziare dal mio Segretario di Stato che mi ha accompagnato con fedeltà in questi anni; la Segreteria di
Stato e l’intera Curia Romana, come pure tutti coloro che, nei vari settori, prestano il loro servizio alla
Santa Sede: sono tanti volti che non emergono, rimangono nell’ombra, ma proprio nel silenzio, nella
dedizione quotidiana, con spirito di fede e umiltà sono stati per me un sostegno sicuro e affidabile. Un
pensiero speciale alla Chiesa di Roma, la mia Diocesi! Non posso dimenticare i Fratelli nell’Episcopato
e nel Presbiterato, le persone consacrate e l’intero Popolo di Dio: nelle visite pastorali, negli incontri, nelle
udienze, nei viaggi, ho sempre percepito grande attenzione e profondo affetto; ma anch’io ho voluto bene
a tutti e a ciascuno, senza distinzioni, con quella carità pastorale che è il cuore di ogni Pastore, soprattutto del Vescovo di Roma, del Successore dell’Apostolo Pietro. Ogni giorno ho portato ciascuno di voi
nella preghiera, con il cuore di padre.
Vorrei che il mio saluto e il mio ringraziamento giungesse poi a tutti: il cuore di un Papa si allarga
al mondo intero. E vorrei esprimere la mia gratitudine al Corpo diplomatico presso la Santa Sede, che
rende presente la grande famiglia delle Nazioni. Qui penso anche a tutti coloro che lavorano per una
buona comunicazione e che ringrazio per il loro importante servizio.
A questo punto vorrei ringraziare di vero cuore anche tutte le numerose persone in tutto il mondo, che
nelle ultime settimane mi hanno inviato segni commoventi di attenzione, di amicizia e di preghiera. Sì,
il Papa non è mai solo, ora lo sperimento ancora una volta in un modo così grande che tocca il cuore.
Il Papa appartiene a tutti e tantissime persone si sentono molto vicine a lui. È vero che ricevo lettere dai
grandi del mondo – dai Capi di Stato, dai Capi religiosi, dai rappresentanti del mondo della cultura
eccetera. Ma ricevo anche moltissime lettere da persone semplici che mi scrivono semplicemente dal loro
cuore e mi fanno sentire il loro affetto, che nasce dall’essere insieme con Cristo Gesù, nella Chiesa. Queste
persone non mi scrivono come si scrive ad esempio a un principe o a un grande che non si conosce. Mi
scrivono come fratelli e sorelle o come figli e figlie, con il senso di un legame familiare molto affettuoso.
Qui si può toccare con mano che cosa sia Chiesa – non un’organizzazione, un’associazione per fini religiosi o umanitari, ma un corpo vivo, una comunione di fratelli e sorelle nel Corpo di Gesù Cristo, che ci
unisce tutti. Sperimentare la Chiesa in questo modo e poter quasi toccare con le mani la forza della sua
verità e del suo amore, è motivo di gioia, in un tempo in cui tanti parlano del suo declino. Ma vediamo
come la Chiesa è viva oggi!
In questi ultimi mesi, ho sentito che le mie forze erano diminuite, e ho chiesto a Dio con insistenza,
nella preghiera, di illuminarmi con la sua luce per farmi prendere la decisione più giusta non per il mio
bene, ma per il bene della Chiesa. Ho fatto questo passo nella piena consapevolezza della sua gravità e
anche novità, ma con una profonda serenità d’animo. Amare la Chiesa significa anche avere il coraggio
di fare scelte difficili, sofferte, avendo sempre davanti il bene della Chiesa e non se stessi.
Qui permettetemi di tornare ancora una volta al 19 aprile 2005. La gravità della decisione è stata
proprio anche nel fatto che da quel momento in poi ero impegnato sempre e per sempre dal Signore.
Sempre – chi assume il ministero petrino non ha più alcuna privacy. Appartiene sempre e totalmente
a tutti, a tutta la Chiesa. Alla sua vita viene, per così dire, totalmente tolta la dimensione privata. Ho
potuto sperimentare, e lo sperimento precisamente ora, che uno riceve la vita proprio quando la dona.
Prima ho detto che molte persone che amano il Signore amano anche il Successore di san Pietro e sono
affezionate a lui; che il Papa ha veramente fratelli e sorelle, figli e figlie in tutto il mondo, e che si sente
al sicuro nell’abbraccio della vostra comunione; perché non appartiene più a se stesso, appartiene a tutti
e tutti appartengono a lui. Il “sempre” è anche un “per sempre” – non c’è più un ritornare nel privato.
La mia decisione di rinunciare all’esercizio attivo del ministero, non revoca questo. Non ritorno alla vita
privata, a una vita di viaggi, incontri, ricevimenti, conferenze eccetera. Non abbandono la croce, ma
resto in modo nuovo presso il Signore Crocifisso. Non porto più la potestà dell’officio per il governo della
Chiesa, ma nel servizio della preghiera resto, per così dire, nel recinto di san Pietro. San Benedetto, il cui
nome porto da Papa, mi sarà di grande esempio in questo. Egli ci ha mostrato la via per una vita, che,
attiva o passiva, appartiene totalmente all’opera di Dio.
Ringrazio tutti e ciascuno anche per il rispetto e la comprensione con cui avete accolto questa decisione così importante. Io continuerò ad accompagnare il cammino della Chiesa con la preghiera e la
riflessione, con quella dedizione al Signore e alla sua Sposa che ho cercato di vivere fino ad ora ogni
giorno e che vorrei vivere sempre. Vi chiedo di ricordarmi davanti a Dio, e soprattutto di pregare per i
Cardinali, chiamati a un compito così rilevante, e per il nuovo Successore dell’Apostolo Pietro: il Signore
lo accompagni con la luce e la forza del suo Spirito. Invochiamo la materna intercessione della Vergine
Maria Madre di Dio e della Chiesa perché accompagni ciascuno di noi e l’intera comunità ecclesiale; a
Lei ci affidiamo, con profonda fiducia. Cari amici! Dio guida la sua Chiesa, la sorregge sempre anche e
soprattutto nei momenti difficili. Non perdiamo mai questa visione di fede, che è l’unica vera visione del
cammino della Chiesa e del mondo. Nel nostro cuore, nel cuore di ciascuno di voi, ci sia sempre la gioiosa
certezza che il Signore ci è accanto, non ci abbandona, ci è vicino e ci avvolge con il suo amore. Grazie!
Cristo al centro della vostra vita”.
È il testo dell’ultimo tweet lanciato
dal Papa.
Ore 17.20 - Circa quindici minuti di volo, dal Vaticano a Castel
Gandolfo. Benedetto XVI arriva
nella cittadina dei Castelli Romani
che sarà la sua residenza da “Papa
emerito”, per due mesi. L’elicottero atterra, il Papa viene accolto
dal presidente del Governatorato,
il card. Giuseppe Bertello, da mons.
Marcello Semeraro, vescovo di Albano, dal sindaco e dal parroco di
Castel Gandolfo. Poi il Papa sale in
macchina alla volta della sua abituale residenza estiva.
Ore 17.35 - Il nome di “Benedetto” scandito senza sosta, le bandierine bianche e gialle, innumerevoli. Si
stima che ci siano 10mila persone
nel cortile del Palazzo Apostolico
di Castel Gandolfo. Le campane
suonano a festa. Il Papa si affaccia
alla Loggia, salutato da un applauso
corale che è un vero boato. E il
Papa, quasi a voler smorzare il
clamore, si rivolge subito ai fedeli
della diocesi di Albano, in un’insolita cornice invernale. “Cari amici –
esordisce – sono felice di essere con
voi, circondato dalla bellezza del
creato e dalla vostra simpatia che mi
fa molto bene. Grazie per la vostra
amicizia, il vostro affetto”.
“Voi sapete – dice il Papa – che
questo giorno mio è diverso da
quelli precedenti: non sono più Pontefice Sommo della Chiesa cattolica:
fino alle otto di sera lo sarà ancora,
poi non più. Sono semplicemente
un pellegrino che inizia l’ultima
tappa del suo pellegrinaggio su
questa terra, ma vorrei ancora con
il mio cuore, con il mio amore, con
la mia preghiera, con tutte le mie
forze interiori, lavorare per il bene
comune e per il bene della Chiesa
e dell’umanità. E mi sento molto
appoggiato dalla vostra simpatia.
Andiamo avanti con il Signore per
il bene della Chiesa e del mondo.
Grazie, buona notte! Grazie a voi
tutti.” È il semplice, ma profondo
congedo del Papa.
Ore 20 - Con puntualità tedesca,
il portone delle Ville Pontificie si
chiude. Le Guardie Svizzere, finora custodi del Palazzo Apostolico
di Castel Gandolfo, lasciano il
compito di vegliare sulla sicurezza
di Benedetto XVI alla Gendarmeria Vaticana. Anche questa è una
novità assoluta di una conclusione
inedita di un Pontificato, sancita
dalla cerimonia simbolica della
chiusura del portone.
Il cortile antistante è gremito
di gente in attesa, di fotografi e
cameramen. “Viva il Papa”, urla
la folla alla chiusura del portone.
È la fine ufficiale del pontificato di
Benedetto XVI, che non governa
più “la barca di Pietro”. Da ora
inizia il periodo della Sede Vacante, che condurrà al Conclave per
l’elezione del nuovo Pontefice, e il
governo della Chiesa passa nelle
mani del Collegio dei cardinali.
Gli amici del Papa, come li ha
chiamati ancora una volta questa
mattina, congedandosi da loro uno
per uno.
Termina così l’indimenticabile
pontificato di Benedetto XVI, papa
dolce, umile e luminoso.
NOLEGGIO Tendostrutture - Gazebo - Palchi
PER EVENTI DI SICURO SUCCESSO!
www.franzini.info
La forza dei nostri numeri:
- 15.000 mq di tendostrutture
- 15.000 posti a sedere
- 2.500 mq di palchi
- 1.000 mq di gazebo
SABATO 2 MARZO 2013
UN VIAGGIO, UNA DOMANDA
OVUNQUE BENEDETTO XVI HA LANCIATO INTERROGATIVI SU DIO E L’UOMO
di FABIO ZAVATTARO
’è come un sottile fil rouge che,
C
lungo questi quasi otto anni di
pontificato, tiene insieme i viaggi
internazionali di Benedetto XVI
ed è il Concilio, con le sue attenzioni al mondo contemporaneo,
alla vita delle comunità cristiane,
al dialogo con le altre religioni.
È un cammino che per Joseph
Ratzinger, appena eletto Papa, non
poteva non cominciare se non dai
giovani, da quella tappa a Colonia,
voluta da Giovanni Paolo II e
riletta, se così possiamo dire, da
Papa Benedetto con la sua volontà
di proporre ai ragazzi il tempo del
silenzio e della preghiera nell’adorazione all’Eucaristia. Scelta che è
sembrata a molti in contrasto con
la gioiosità di questi appuntamenti
mondiali e con la spensieratezza
propria della condizione giovanile;
non pochi hanno pensato a una
decisione destinata a non avere
successo. Invece la risposta dei
ragazzi è stata sorprendente, e via
via, a Sydney, a Madrid, non solo
si è ripetuta ma è stata ancor più
seguita e voluta proprio da loro.
Credo che non molti di quei
cardinali che lo hanno votato nel
Conclave del 2005 pensassero che
lui, il professor Ratzinger, il fine
teologo, arcivescovo di Monaco
e prefetto della Congregazione
per la dottrina della fede, potesse
entrare in sintonia e essere capito
subito dai giovani, dai papaboys,
come sono stati anche chiamati i
ragazzi di Wojtyla. Lui, Benedetto
XVI, che si era presentato come
semplice, umile lavoratore nella
vigna del Signore.
Parlando di Concilio, le tappe
che segnano questa attenzione
sono diverse, ma come non partire
proprio dal viaggio nella patria del
suo predecessore, omaggio al Papa
“venuto da un paese lontano” e,
in modo particolare, dalla tappa di
Auschwitz. E come non ricordare
quella sua preghiera davanti alle
lapidi che ricordano i milioni di
uomini e donne, ebrei soprattutto,
uccisi nel campo di concentramento: “Prendere la parola in questo
luogo di orrore, di accumulo di crimini contro Dio e contro l’uomo
che non ha confronti nella storia,
è quasi impossibile ed è particolarmente difficile e opprimente
per un cristiano, per un Papa che
proviene dalla Germania. In un
luogo come questo vengono meno
le parole, in fondo può restare
soltanto uno sbigottito silenzio, un
silenzio che è un interiore grido
verso Dio: Perché, Signore, hai
taciuto? Perché hai potuto tollerare
tutto questo?”.
C’era già stata la visita alla
Sinagoga di Colonia; sarebbe poi
andato al Tempio maggiore di
Roma, e avrebbe messo la sua preghiera tra le pietre del Muro occidentale a Gerusalemme. Visitando
il mausoleo dell’Olocausto, Yad
Vashem, dirà: i nomi dei milioni di
ebrei uccisi “nell’orrenda tragedia
della Shoah” sono “incisi in modo
indelebile nella memoria di Dio
Onnipotente”.
È proprio Benedetto XVI che,
parlando ai parroci di Roma,
ricorda che il documento Nostra
aetate, risponde “in modo più
sintetico e più concreto alle sfide
del nostro tempo”. Ricorda quei
giorni del Concilio: “Dall’inizio
erano presenti i nostri amici ebrei,
che hanno detto, soprattutto a noi
tedeschi, che dopo gli avvenimenti
tristi di questo secolo nazista, la
Chiesa cattolica deve dire una
parola sull’Antico Testamento,
sul popolo ebraico”. Ma anche
l’Islam “è una grande sfida e la
Chiesa deve chiarire anche la sua
relazione con l’Islam. Una cosa
che noi, in quel momento, non
abbiamo tanto capito, un po’, ma
non molto. Oggi sappiamo quanto
8 MARZO 2013
FONDATA
SUL
RISPETTO
www.cgil.it
LA VIOLENZA SULLE DONNE È UNA SCONFITTA PER TUTTI
CGIL. Sempre dalla tua parte.
fosse necessario”.
È il tema del dialogo nella diversità delle fedi, che Benedetto XVI
interpreta recandosi a Istanbul,
con visita a Santa Sofia e silenziosa preghiera accanto all’Imam. Ma
il tema del dialogo con le altre religioni e in particolare con l’Islam
vive di altri momenti, dall’incontro
di Assisi, preghiera per la pace nel
mondo, alla lezione di Ratisbona,
dove una cattiva interpretazione
delle parole del Papa suscita
violente manifestazioni proprio nel
mondo arabo.
Il tema che affronta è fede
e ragione, e si sofferma su un
dialogo tra l’imperatore Manuele
II Paleologo e un dotto arabo con
la domanda “inaccettabile” sul
rapporto religione e violenza. Dirà
il Papa: “Nel mondo occidentale
domina largamente l’opinione, che
soltanto la ragione positivista e le
forme di filosofia da essa derivanti
siano universali. Ma le culture
profondamente religiose del
mondo vedono proprio in questa
esclusione del divino dall’universalità della ragione un attacco alle
loro convinzioni più intime. Una
ragione, che di fronte al divino
è sorda e respinge la religione
nell’ambito delle sottoculture, è
incapace di inserirsi nel dialogo
delle culture”.
I viaggi africani – Benin,
Angola, Cameroun – hanno come
linee guida il tema della missione, possiamo dire del decreto Ad
Gentes. Viaggi per dire che non
bisogna “rubare” il futuro di questi
popoli, messaggio all’occidente
che vive e spreca l’ottanta per cento delle risorse, lasciando ciò che
rimane ai tre quarti della popolazione mondiale. Viaggi nel sud
del mondo, nell’America Latina
dei grandi contrasti, nella Cuba
che vive la difficile transizione del
dopo Fidel Castro, con una Chiesa
che sempre più chiede spazio per
la sua opera di evangelizzazione.
All’Avana incontra il leader maximo, colloquio privato di un uomo
nel quale la fede, appresa nella sua
giovinezza, è forse solo sopita ma
non del tutto dimenticata.
Ci sono poi le visite in Gran
Bretagna, il discorso alla Westminster Hall, in Francia, la lezione su
fede e cultura al Collegio des Bernardin, e le parole pronunciate a
Berlino al Reichstag, il Parlamento
federale, di un figlio della Germania che ricorda la Costituzione
nata dalle macerie della seconda
guerra mondiale e che ribadisce
con vigore i diritti della persona di
fronte all’arroganza del potere.
Proprio in Germania, il tema
del dialogo ecumenico torna con
forza visitando, settembre 2011,
Erfurt la città dove Lutero ha
studiato, si è formato, e da dove è
partito per andare ad affiggere alla
porta del duomo di Wittemberg le
95 tesi sulle indulgenze. Incontro
che per Papa Benedetto parte da
una domanda che non dava pace
al padre della Riforma: “Come
posso avere un Dio misericordioso?”. Questa domanda gli
penetrava nel cuore e stava dietro
ogni sua ricerca teologica, dirà
Benedetto XVI. Una domanda che
colpisce: “Chi si preoccupa ancora
di questo, anche tra i cristiani? Che
cosa significa la questione su Dio
nella nostra vita?”
Una riflessione che, in qualche
modo, si pone in continuità con
un altro documento conciliare, la
costituzione Gaudium et spes, su
Chiesa e mondo contemporaneo,
che “ha analizzato molto bene il
problema tra escatologia cristiana
e progresso mondano, tra responsabilità per la società di domani e
responsabilità del cristiano davanti
all’eternità, e così ha anche rinnovato l’etica cristiana, le fondamenta” dirà il Papa. Certo quella
domanda di Lutero porta con se
altre questioni che Benedetto XVI
evidenzia: “Non viene forse devastato il mondo a causa della corruzione? Non viene forse devastato a
causa del potere della droga? Non
è forse minacciato dalla crescente
disposizione alla violenza che, non
di rado, si maschera con l’apparenza della religiosità?”
Il male, la follia del terrorismo,
che Benedetto XVI percepisce
scendendo a Ground zero, la ferita
al mondo e non solo a New York
in quell’11 settembre 2001: “Dio
della comprensione, sopraffatti
dalla dimensione immane di
questa tragedia, cerchiamo la tua
luce e la tua guida, mentre siamo
davanti ad eventi così tremendi”.
Per finire, come non fermarsi
con il pensiero alla visita a Gerusalemme, il Santo Sepolcro. La
tomba vuota ci parla di speranza:
“Qui Cristo morì e risuscitò, per
non morire mai più. Qui la storia
dell’umanità fu definitivamente
cambiata. Il lungo dominio del
peccato e della morte venne
distrutto dal trionfo dell’obbedienza e della vita; il legno della croce
svela la verità circa il bene e il
male; il giudizio di Dio fu pronunciato su questo mondo e la grazia
dello Spirito Santo venne riversata
sull’umanità intera”.
26
Il Cremasco
SABATO 2 MARZO 2013
SERGNANO
VOLLEY D FEMMINILE: bene Castelleone
Incontri culturali
in Biblioteca
I
l 17° turno del girone E della serie D femminile è stato propizio per
la capolista Manfredi Castelleone, impegnata nel derby casalingo
contro la Energei Crema Volley. Rispettando il pronostico della vigilia, la formazione di coach Fedeli ha vinto per 3-1, un risultato che ha
consentito al team castelleonese di allungare in classifica sfruttando
anche l’imprevista doppia sconfitta delle due immediate inseguitrici. La Warmor Gorle, infatti, ha ceduto di schianto (3-0) sul campo dell’Oro Volley Scanzo, così come la Delta Engineering è uscita
sconfitta per 3-1 dal confronto con la quotata Grumello. La Manfredi è così salita a quota 40 con 5 lunghezze di vantaggio sul Gorle
(35), mentre la Delta Gorgonzola è ferma a quota 32 pur avendo una
gara da recuperare. Il match con la Energei ha visto le castelleonesi
dominare i primi due set (25-13, 15-13), prendersi poi una pausa di
riflessione nel terzo gioco, perso a sorpresa 19-25, prima di chiudere
il conto con un ultimo, indiscutibile 25-10.
La quarta giornata di ritorno ha proposto anche il derby provinciale Walcor Soresina-Branchi Cr Transport di Ripalta Cremasca. Le
padrone di casa soresinesi, che si sono imposte con merito per 3-0 e
i parziali di 25-23, 25-19 e 25-20, obbligando così le ospiti di coach
Aiello alla terza sconfitta consecutiva. In graduatoria la Walcor ha
agganciato proprio la Branchi al 7° posto con 28 punti, mentre la
Energei è sempre penultima con soli 9 punti, all’attivo.
Questo fine settimana il calendario propone nuovamente due sfide incrociate tra le quattro squadre del nostro territorio. Alle 20.30
la Energei ospiterà a Crema la Walcor Soresina, mentre alle 21, a
Ripalta Cremasca, big match tra le padrone di casa della Branchi Cr
Transport e la battistrada Manfredi Castelleone, più che mai decisa a
continuare la sua corsa solitaria al vertice della graduatoria.
IN CALENDARIO, NUOVI AUTORI
E IL CICLO “BENESSERE E SALUTE”
L’
obiettivo è permettere “alle
idee di volare libere, di seguire quelle linee di percorso dell’animo umano che si perdono nell’infinito dei sentimenti e dei pensieri”.
La commissione Cultura e “Linee Infinite Edizioni” hanno organizzato ancora una volta una serie
di appuntamentii che vanno sotto
la denominazione Incontra nuovi
autori. Il progetto ha preso il via la
scorsa settimana e proseguirà mercoledì prossimo quando, presso
l’oratorio di Trezzolasco, alle ore
21.30, Lorenzo Laneve presenterà
il suo romanzo Nel vento.
Siamo nel 2013, il petrolio del
pianeta sta per finire, il mondo è
spaccato in due, Oriente e Occidente combattono segretamente
tra loro per realizzare una nuova
tecnologia per la produzione energetica. Ethan J. Ford lavora da
tutta la vita al progetto di un super
treno a energia solare che segnerà
la storia e l’economia mondiale...
Lorenzo Laneve, nato a Milano
nel 1976, nel 1995 ha conseguito il
diploma di maturità presso l’Istituto d’Arte “Umberto Boccioni”
di Milano. Dal 1997 fa l’agente
di commercio, promuovendo la
vendita di materiali di pregio per
interni. Da oltre 12 anni si sposta
in auto per le strade d’Italia, in solitudine, dove il suo lavoro lo porta e
dove incontra luoghi e personaggi
che di notte trasforma in romanzi,
racconti, fiabe e poesie. Persone e
luoghi carichi di contrasti che stimolano la passione della scrittura
dell’autore, il quale li miscela nei
suoi contesti a volte surreali e immaginari, ma che si fondono con
la realtà di tutti i giorni.
Proseguendo gli appuntamenti
con la cultura, il 20 marzo sarà
la volta dell’incontro con Sergio
Rancati, che presenterà Aspetto la
vita che passi; il 3 aprile, invece, Davide Truzzi illustrerà la sua “fatica” In Nomine Patris.
Incontra nuovi autori è un progetto che vuole consentire a scrittori
SERGNANO: mediazione familiare
esordienti di entrare a far parte a
tutti gli effetti del panorama letterario, mettendone in risalto le
qualità, senza dimenticare le inevitabili logiche del mercato, ma
proponendosi come un’alternativa alla cultura omogeneizzante
che segue sovente le sole regole
del marketing e della scrittura
creativa.
L’impegno assunto dalla casa
editrice rientra quindi in un’ottica
di valorizzazione dell’opera pubblicata tramite diverse forme di
promozione e divulgazione, con
un’attenzione particolare ai giovani autori locali, affiancando le
proposte del mercato nazionale e
favorendo un radicamento al territorio, alla cultura regionale”.
Come detto, l’obiettivo è permettere “alle idee di volare libere,
seguire quei percorsi dell’animo
umano che si perdono nell’infinito
dei sentimenti e dei pensieri. Le linee infinite, appunto”.
La commissione Cultura ha or-
Julius
CAPRALBA: due serate sui cani da caccia
L
a nuova farmacia, l’avevamo anticipato, sarà presto realtà: l’accordo con l’A
AFM (Azienda Farmaceutica Municipalizzata) di Crema per la gestione della locale rivendita di farmaci è stato raggiunto.
“In settimana – dichiara il vicesindaco Alfredo Ubbiali – ci è arrivata
la bozza di convenzione, che ora passerà dalla Giunta. Con la AFM c’è
anche un accordo di massima per spostare l’attuale sede in centro storico, spazio più funzionale per un servizio come questo”. In tal modo,
nell’Alto Cremasco le farmacie gestite dall’Azienda d Crema (in convenzione con i Comuni) saranno due: oltre a Casaletto Vaprio, infatti,
va ricordata quella di Pieranica. Soddisfatta l’amministrazione, certa
che il servizio sarà gradito dalla popolazione.
Nel frattempo, gli amministratori stanno anche pensando al Piano
di Governo del Territorio. Dopo oltre due anni dall’entrata in vigore,
la Giunta ha avviato il procedimento per la variante relativa al Piano
delle regole e al Piano dei servizi, insieme alla verifica di assoggettabilità alla VAS. Si procederà alla precisazione e correzione di alcune
norme del Documento di Piano, del Piano delle Regole, del Piano dei
Servizi, a rettifica di errori materiali, semplificazioni, integrazioni,
chiarimenti e adeguamenti per sopravvenute disposizioni normative,
all’eliminazione di alcune zone edificabili a bassa intensità. Così come
alla ridefinizione dell’indice di edificabilità di alcuni ambiti residenziali consolidati. Eventuali istanze per varianti proposte dai cittadini
verranno valutate. “La Variante – spiega Ubbiali – non è finalizzata
alla previsione di nuova edificazione e non comporterà alcun consumo
di suolo agricolo. Nell’ottica della condivisione delle scelte effettuate
dalla Giunta, espressione del gruppo di maggioranza, si organizzerà
a breve un incontro con le minoranze consiliari, presente l’estensore
stesso del PGT stesso, l’architetto Monaci”.
L’
REALIZZAZIONE DI TETTI IN LEGNO
Pretagliati con taglio computerizzato
lenza
Consutazione
t
e
Prog in opera
Posa
Abete, larice, rovere (lunghezza fino a 12 mt)
ISOLANTI
COPERTURE
COMPLETE
fibrocemento, tegole, coppi,
pannelli lamiera...
DENTIERA ROTTA!!!
RIPARAZIONE IMMEDIATA
PULITURA E LUCIDATURA
Per tutti un utile omaggio telefonando al n. 0373.83385
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
CREMA - Via Podgora, 3 - (Zona Villette Ferriera)
il regalo
che non trovi
da noi lo trovi!
CREMA - VIA CAVOUR, 28 (VICINO AL DUOMO)
regali novitÀ per:
FESTEGGIAMO
18 ANNI
18%
s.r.l.
LINEE VITA
LATTONERIA
rame, lamiera, ecc...
Rivenditore autorizzato
RICENGO
VIA SONCINO, 13
☎ 0373 266042  0373 266135
e-mail: [email protected]
www.legnoedilizia.com
Pannelli solari VELUX
integrati nella
copertura abbinabili
alle finestre
casette · gazebi · pergolati · portichetti vari su misura
E TUTTO IL LEGNAME PER L’EDILIZIA
FESTA DI
LAUREA
COMPLEANNO
ADDIO AL NUBILATO
PENSIONE
SPORT E TIFOSERIA
SCONTO
gadget personalizzati per aziende - catalogo 2012/2013
Tel. 0373.83390 - 0373.273597
UFFICIO E MAGAZZINO - VIA PRADONE, 10
Z.I. SAN BENEDETTO - CREMOSANO
Luca Guerini
el
polistirene, sughero,
lana di roccia,
fibra di legno...
limentazione e benessere del cane da caccia sono gli argomenti che
saranno affrontati nelle due serate organizzate dal Credito Cooperativo dell’Adda e del Cremasco-Cassa Rurale in collaborazione
con l’associazione ex allievi dell’Istituto agrario “Stanga” di Crema e
l’adesione delle BCC di Caravaggio e Dovera-Postino.
Gli incontri si terranno a Capralba, nella sala “Mons. Paravisi”
della Cassa Rurale in via Piave 25, con interventi di veterinari ed
esperti. I due appuntamenti sono in calendario per i venerdì 8 e 15
marzo, alle ore 20.45. Saranno trattati, in particolare, gli aspetti relativi all’alimentazione delle principali razze di cani da caccia presenti
nel nostro territorio e quelli connessi ai principali aspetti sanitari, con
utili indicazioni al riguardo. La partecipazione è gratuita, per ragioni
organizzative è tuttavia gradita l’iscrizione entro il 6 marzo, presso
le filiali delle BCC, oppure contattattando: Paolo Gatti [email protected]
addaecremasco.bcc.it (335.7055747) oppure Angelo Bonomi [email protected] (349.2260429).
El
Casaletto Vaprio: variante Pgt
amministrazione comunale di Sergnano, in collaborazione con il consultorio “Kappadue” di Crema, offre
al paese il servizio Info Point-Mediazione familiare, ossia
un punto informativo che presenta, appunto, l’opportunità
della mediazione familiare. “Si tratta di un servizio rivolto
ai genitori alle prese con la difficoltà della separazione affinché possano continuare a essere padre e madre, protagonisti
insieme della crescita e dello sviluppo dei figli”, vale a dire:
“Separarsi come coppia, ritrovarsi come genitori”.
Per saperne di più ci si può rivolgere all’Info Point presso
la sala riunioni del Comune di Sergnano (nella foto), al piano
terra, di fianco all’Ufficio Servizi alla Persona.
Da oggi, sabato 2 marzo, un’operatrice specializzata sarà
a disposizione per offrire informazioni sulla mediazione familiare nel suo complesso (tematiche affrontate, durata, sedi
a cui rivolgersi, prenotazione di ulteriore appuntamento per
approfondire) così ogni sabato mattina, eccetto il 16 marzo,
dalle ore 10 alle 12 sia di questo mese che in aprile.
Per informazioni più dettagliate ci si può rivolgere all’Ufficio Servizi alla Persona del Comune di Sergnano durante gli
orari di apertura al pubblico o telefonando al n. 0373.456616.
A
ganizzato anche un ciclo di incontri sul tema Benessere e salute, che
si terranno nuovamente presso la
Biblioteca comunale. Si comincerà giovedì 7 marzo alle ore 20.45,
quando il dott. Maurizio Grassi
intratterrà il pubblico su: Oncologia
al femminile: prevenzione e diagnosi. Il
21 marzo, con il dott. Alberto Degli Agosti, l’attenzione sarà posta
su osteoporosi e mal di schiena. Il
4 aprile il dott. Angelo Lodi Rizzini parlerà, infine, di Malattie del
cuore: prevenzione diagnosi e terapia.
.
ITALCASA CREMA
Via IV Novembre, 56 - Tel.
0373·83566
visitaci su: www.italcasacrema.it
CREMA CENTRALE
A PIEDI IN CENTRO
C.E. “G” - I.P.E. 296,31 Kw/mq
C.E. “E” - I.P.E. 139,1 Kw/mq
Ampi spazi ben distribuiti nell’apparCausa trasferimento vendesi a prezzo
tamento dal “taglio classico” ingresso,
ribassato trilocale termoautonomo,
cucina, soggiorno, 3 camere, 2 bagni,
“pari al nuovo” € 129.000.
rip., 2 balconi, box e cantina. € 185.000
RIPALTA CREMASCA
In Palazzina di sole 4 unità particolare
appartamento di 3 locali + doppi servizi
+ mansarda, terrazza con vista sul verde
e box. € 169.000.
C.E. “G” - I.P.E. 197,2 Kw/mq
TERRENO EDIFICABILE
Ideale per villa singola
con abitazione su 2 livelli + accessori.
Lotto di 400 mq. circa
€ 62.000. Crema 4 Km. Info in studio
Immobile esente da C.E.
ATTICO ATTICO ATTICO...
...Due Proposte Interessanti!
- A Crema con terrazza di 50 mq.
€ 290.000 C.E. “B” - I.P.E. 57,66
- A Madignano con soppalco
€ 180.000 C.E. “F” - I.P.E. 146,97
ULTIMO PREZZO € 95.000!
In contesto signorile di recentissima
costruzione bel bilocale con terrazzino,
cantina e posto auto privato.
Arredo compreso!
C.E. “D” - I.P.E. 93,37 kw/ mq
AFFITTO A RISCATTO!
Nuovo a Crema appartamento, piano
terra con giardino di 180 mq., cucina,
sala, 2 camere, bagno, lavanderia e box.
C.E. “D” - I.P.E. 112 Kw/mq
IN VILLA
A Crema piano terra indipendente,
libero su 4 lati quadrilocale di 120 mq.
su unico livello con giardino e box.
Trattativa riservata!
C.E. “G” - I.P.E. 466,98 Kw/mq
S. BERNARDINO
Appartamento in palazzina di sole 6 famiglie,
recente ristrutturazione: ceramica chiara,
doppi vetri, infissi bianchi, zanzariere,
completo di box e grande cantina € 120.000
C.E. “G” - I.P.E. 186,56 Kw/mq
BILOCALE LOW COST
In piccolo contesto senza spese
di condominio con ingresso indipendente
e box. € 76.000. Crema 5 minuti
Immobile esente da C.E.
27
SABATO 2 MARZO 2013
Giovedì 7 marzo
www.cremona1tv.it
Canale 211 del digitale terrestre
programmi della giornata
ore
ore
ore
ore
ore
7,00
7,07
9,30
10,00
11,00
ore 13,30
ore 14,00
ore 14,30
Buongiorno Cremona - Meteo - Oroscopo
Rassegna Stampa e lettura quotidiani nazionali e locali
Gioielli sotto casa: Soncino
Formato famiglia
Rassegna Stampa e lettura quotidiani nazionali e locali
Telegiornale, l’informazione della provincia di Cremona
L’impresa al centro - vetrina dell’economia del territorio cremonese
Le nostre regioni - Debora Manoni accompagna i telespettatori
ore 15,00
ore 15,30
alla scoperta del patrimonio naturale e culturale del Nord Italia, con interviste,
servizi e approfondimenti.
Black Stallion - Sceneggiato
Borghi d’Italia: Tarzo (Treviso)
ore 16,00
ore 16,30
ore 17,30
Gioielli sotto casa: Soncino
Italia a tavola
Nevesport. Magazine settimanale dedicato alla sintesi delle più spettacolari
ore 18,00
ore 18,30
ore 19,00
ore 19,40
ore
ore
ore
ore
ore
20,00
20,30
21,00
23,00
23,40
manifestazioni sportive invernali.
Black Stallion - Sceneggiato
Le nostre regioni - Debora Manoni accompagna i telespettatori alla scoperta
del patrimonio naturale e culturale del Nord Italia, con interviste, servizi e approfondimenti.
Telegiornale, l’informazione della provincia di Cremona
Telegiornale nazionale
Focus dentro la notizia - il fatto del giorno
La città della musica, cori e orchestre della provincia
“La piazza” di Cremona, Crema e Casalmaggiore dedicato a fatti di cronaca
Telegiornale, l’informazione della provincia di Cremona
Telegiornale nazionale
28
SABATO 2 MARZO 2013
Seguici su
RICHIEDI NEI NOSTRI NEGOZI LA TUA FIDELITY CARD per partecipare al concorso
ACCUMULA I PUNTI SHOPPING ad ogni acquisto
SEGUI LA CLASSIFICA SUL SITO www.antegnateshoppingcenter.it
100 NEGOZI
Il Cremasco 29
SABATO 2 MARZO 2013
Alto
Cremasco
BAGNOLO CREMASCO
Moretti confermato
alla guida dell’Avis
P
rosegue il suo iter il progetto di gestione associata del servizo di Polizia
Locale dei sette Comuni
dell’Alto Cremasco (Trescore, Campagnola, Cremosano, Capralba, Vailate, Casaletto Vaprio e Quintano).
Ora è il momento del Piano
attuativo, che sarà approvato
nei prossimi Consigli comunali e passerà al vaglio di tecnici e amministrazioni.
La bozza del Piano è stata
presentata nei giorni scorsi in una riunione indetta a
Trescore Cremasco alla presenza di sindaci e delegati dei
Comuni e del futuro comandante della Polizia stessa,
ovvero Fausto Tovo, in forza
a Vailate. All’assemblea erano presenti il sindaco Giancarlo Ogliari, accompagnato
da Gianmario Mazzini (candidato sindaco delle prossime elezioni), il sindaco di
Vailate Pierangelo Cofferati
(con lui, i consiglieri Armando De Bernardis della maggioranza e Roberto Sesani
dell’opposizione), il sindaco
di Cremosano Marco Fornaroli con il vice e assessore
Raffaele Perrino, il sindaco
Emi Zecchini di Quintano,
il sindaco Agostino Guerini Rocco per Campagnola
Cremasca, il vicesindaco di
Casaletto Vaprio Alfredo
Ubbiali e il capogruppo di
maggioranza Emilio Morali
per Capralba.
Tutti d’accordo sulla bontà dell’iniziativa e sul fatto di
proseguire coesi sulla strada
della gestione associata.
Ora i sette Comuni, presa
visione della bozza di Piano,
potranno apportare suggerimenti e correzioni da discutere insieme. Le osservazioni
vedranno coinvolti anche i
segretari comunali e la responsabile del servizio finanziario del Comune di Vailate
Nadia Fontana.
La futura sede del comando sarà a Vailate (ente capofila) nella sede dell’ex asilo
“Zambelli-Ferri”.
Sul territorio, in verità
molto esteso, saranno operativi cinque agenti, sperando
che in futuro si possano trovare soluzioni per implementare la dotazione di vigili. Per
ora Vailate ne porta in dote
due, Trescore uno, Cremosano uno e Capralba-Quintano-Casaletto Vaprio uno. Al
momento le assunzioni sono
bloccate, ma in futuro non è
detto che qualcosa migliori:
nel frattempo l’impegno è
quello di impiegare al meglio
le forze a disposizione con la
gestione associata.
LG
Q
uando la scuola si mette in
gioco… vince! È quanto accaduto alla classe 3a E (nella foto)
delle scuole medie di Offanengo
(Istituto “Falcone e Borsellino”),
che hanno partecipato a un bando
dell’Istituto Nazionale per il Risorgimento sez. Giacomo Pagliari di
Cremona che invitava a realizzare
un elaborato (temi per le scuole superiori e una proiezione in Power
Point per le medie) che affrontassero il seguente argomento: L’Italia
dalle guerre per l’Indipendenza alla
proclamazione della Repubblica: nascita di un Paese libero.
Alcuni ragazzi della classe, coordinati dagli insegnanti Ghisetti
e Ambrosio, hanno costituito tre
gruppi che si sono mossi molto
bene nel documentarsi, recandosi
presso il museo di Crema e consultando l’archivio del “Centro di
Ricerca Galmozzi”.
“I ragazzi hanno agito in maniera autonoma ed, entusiasti del
lavoro, hanno curato interviste a
nonni e parenti e hanno realizzato
un filmato poi inviato alla giuria”,
affermano i docenti.
Abbiamo visionato alcuni passaggi del lavoro degli studenti e confermiamo l’eccellente qualità del
risultato; una qualità evidentemente
constatata anche dalla giuria, vista
OFFANENGO: concorso “Barbelliamo” 2013
T
VENERDÌ SCORSO L’ASSEMBLEA DEI SOCI
V
enerdì scorso, l’assemblea dei soci AVIS ha riconfermato Andrea Moretti presidente della sezione
bagnolese. Accanto a lui, a guidare l’associazione nei
prossimi anni, sono stati eletti: Domenico Lupo Pasinetti e Zefferino Parati in qualità di vicepresidenti;
Paolo Donida Labati segretario, Andrea Kulcsar, amministratore, Giuseppe Ghidotti, Marialuisa Moretti,
Celeste Crespiatico, Gilberto Regazzi e Gianfranco
Ruini quali membri del consiglio direttivo. Nel consiglio dei sindaci sono stati invece confermati Gilberto
Ceron (presidente), Ivano Damiani (membro effettivo) e Adriano Moroni (membro supplente).
Per festeggiare questo nuovo inizio insieme ai primi
responsabili della grande famiglia avisina di Bagnolo,
domani, domenica 3 marzo, si svolgerà una serata
danzante presso la discoteca “Magika” con l’orchestra
“Filadelfia”. L’ingresso è gratuito per tutti. L’occasione è propizia per rilanciare la sezione AVIS nel futuro
con rinnovato entusiasmo e nuovi stimoli che possono
derivare da una partecipazione attiva alla vita della
associazione sia come donatori, che come promotori
del volontariato del sangue e degli ideali di gratuità,
solidarietà e sanità.
Gli sforzi compiuti nell’anno appena trascorso si
sono concretizzati in questi numeri: 431 donatori effettivi che hanno compiuto 1.062 donazioni. Intensa è
stata l’attività di prevenzione sanitaria, tutti i donatori
sono stati sottoposti a visita annuale e cardiogramma.
L’AVIS di Bagnolo ha potuto contare sulla direzione
sanitaria del dott. Stefano Aiolfi e l’impegno di Do-
M.Z.
BAGNOLO: iniziative per la Festa della donna
I
menico Lupo Pasinetti e Battista Lupo Stanghellini,
costanti nel chiamare i donatori alla visita di controllo.
Non meno intensa è stata l’attività del consiglio direttivo, che ha promosso numerose manifestazioni al
fine di promuovere l’associazione; ne sono un esempio la festa danzante, i controlli di glicemia, colesterolo e pressione nei paesi della zona (Chieve, Casaletto
Ceredano, Bagnolo e Monte), la partecipazione alla
festa di solidarietà, la festa sociale del 38° anniversario
di fondazione con il pranzo offerto dall’AVIS presso un
noto ristorante del Cremasco. Se questo è ciò che è stato fatto, ha affermato il neoeletto presidente Moretti
“dobbiamo rimboccarci le maniche per ripartire verso
nuovi traguardi e crescere sempre più!”
TRESCORE CREMASCO
Biblioteca comunale
sempre molto attiva
R
ecentemente il sito del Comune di Trescore Cremasco
è stato ulteriormente organizzato e abbellito da una nuova grafica, ancor più accattivante.
L’amministrazione, da sempre attenta all’aspetto della
comunicazione, facilita in tal
modo l’accesso ai diversi servizi, rende le informazioni più
puntuali e immediate e consente
ai cittadini di conoscere molte
cose del proprio paese.
Tra gli spazi specifici, ce n’è
uno molto particolare: quello
dedicato alla Biblioteca comunale, intitolata lo scorso ottobre alla signora Teresa Salina
(Zina), che tanto ha fatto per la
Cultura locale.
La Biblioteca, vero fiore
all’occhiello
dell’amministrazione Ogliari come spesso abbiamo sottolineato, si trova in
via Vittorio Veneto (telefono
0373.274578; e-mail [email protected]
comune.trescorecremasco.cr.it.) ed
è aperta al pubblico nei seguenti
orari: lunedì 14.45-17.15; martedì: 14.45-18.45; mercoledì:
14.45-17.15; giovedì: 14.4518.45; venerdì: 14.45-17.15, con
chiusura il sabato.
Sul sito web dell’ente comunale, nell’apposita area a essa
destinata è possibile “rileggere”
i grandi classici, imparare a consultare il catalogo online, vedere
i nuovi acquisti degli ultimi mesi
per le sezioni adulti e ragazzi,
collegarsi ad altri siti di lettura,
trovare consigli per scegliere un
OFFANENGO
Il Risorgimento...
fa vincere la terza E!
la comunicazione alla scuola che
il lavoro dei ragazzi di 3a E è risultato nella rosa dei premiati: tutti a
Cremona, dunque, il 19 marzo per
ricevere il meritato premio, anche se
la “classifica” finale ancora non si
orna anche quest’anno il bando Barbelliamo, aperto a tutti i cittadini italiani e stranieri a partire dai 14 anni, con tema: Valorizzare
e dar risalto alla figura artistica di Gian Giacomo Barbelli, artista seicentesco che vanta natali offanenghesi. L’iniziativa, che già lo scorso anno
aveva ottenuto positivi riscontri e una massiccia partecipazione da
parte delle scuole del paese, è stata promossa dal Comune di Offanengo e dalla BCC di Treviglio. “Con questo bando – ha dichiarato
Emanuela Scaramuccia, assessore comunale alla Cultura – si vuole
mettere in risalto la ricca produzione pittorica del Barbelli, conosciuta nel Cremasco come in tutta la Lombardia”.
Per partecipare è possibile realizzare opere pittoriche fino a una
dimensione massima di 2x2 metri, con tecnica libera al fine di dare
spazio alla creatività. Lo stesso vale per il supporto, che può essere di
tela, carta, plastica o di qualunque altro materiale. I primi tre classificati riceveranno, nell’ordine, 500 euro, 200 euro e 150 euro. Si aggiudicherà il primo posto l’artista che avrà prodotto un’opera originale,
di qualità e coerente alla finalità del concorso.
Un altro bando di concorso con le medesime finalità è riservato a
tutti gli alunni iscritti all’Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino”
di Offanengo, che possono partecipare singolarmente, in gruppo o
con l’intera classe. Il bando è scaricabile dal sito www.comune.offanengo.cr.it. Le domande di partecipazione devono essere presentate in
municipio, all’Ufficio Protocollo, entro le ore 12 del 2 aprile; la consegna delle opere è prevista per il 30 aprile. Per ulteriori informazioni
contattare l’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) del Comune al
seguente numero: 0373.2473226.
conosce (ai primi andrà una borsa di
studio di 200 euro; secondo premio
100 euro in libri di carattere storico;
3° premio 100 euro in DVD storici).
Un altro importante progetto interdisciplinare finanziato anche dal
Elisabetta Maesi
buon libro e collegarsi a MediaLibraryOnline (MLOL), la Biblioteca digitale a portata di clic
24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365
giorni all’anno.
Si tratta, come noto, del primo e unico network italiano di
Biblioteche pubbliche per la gestione del prestito digitale.
La Biblioteca offre, inoltre, la
consultazione di alcune testate
cartacee (altre sono consultabili
via Internet proprio attraverso il
portale MediaLibraryOnLine):
Il Nuovo Torrazzo, La Provincia e
le riviste Le Scienze e il prestigioso National Geographic.
Infine, presso la sede sono a
disposizione di tutti due postazioni informatiche con possibilità di connessione a Internet.
Tra i recenti appuntamenti
da segnalare in Biblioteca, l’incontro sull’accesso facilitato al
credito a sostegno alle Piccole
e Medie Imprese e dei giovani organizzato giovedì scorso
a seguito di una forte richiesta
di informazioni in merito a un
sostegno finanziario da parte di
aziende che oggi si trovano in
difficoltà. In campo gli esperti di
ConfCommercio Cremona.
Luca Guerini
Piano per il Diritto allo Studio si sta
realizzando, sempre in 3a E, grazie
al contributo di diversi insegnanti di
questa classe. Si tratta di un approfondimento sui Promessi Sposi, di cui
sono stati letti ampi passaggi, introdotti anche dalla visione di spezzoni
di film e sceneggiati che raccontano
la celebre storia manzoniana. La
finalità è la realizzazione di un cortometraggio che abbia per soggetto
proprio i Promessi Sposi: a tal fine,
la classe ha svolto anche a Milano
alcuni laboratori con registi, montatori e curatori della colonna sonora
del MIC Milano. All’Istituto “Marazzi” cittadino, poi, hanno studiato
la realizzazione di costumi d’epoca
e all’ISP E il trucco, alla moda seicentesca. In classe sono intervenuti due
esperti: Claudia Seggi, cameraman
di “Sky”, e il regista Roberto Riseri.
Intanto, la prima scena del cortometraggio è già stata montata.
Un modo nuovo e appassionante
per conoscere le pagine manzoniane (sono stati affrontati in particolare i luoghi manzoniani, la vicenda
di Gertrude, il ruolo della Provvidenza e la presenza dell’elemento
religioso nella vita della gente), che
ancora molto hanno da dire, soprattutto se approcciate in un modo
così accattivante per i più giovani.
M.Z.
n occasione della Festa della donna, Paola Bignardi sarà a Bagnolo
giovedì 7 marzo per relazionare sul tema: Sei tu che mi hai tessuto nel
ventre di mia madre (Salmo 139,13)... Il messaggio delle donne alla Chiesa
dal Concilio a oggi, sesto appuntamento formativo nell’Anno della fede
organizzato dalla parrocchia, questa volta in collaborazione con il locale Movimento Cristiano Lavoratori e la partecipazione dell’Azione
Cattolica diocesana e si svolgerà presso il Cineteatro dell’oratorio, in
via Geroldi, con inizio alle ore 21.
La dott.ssa Paola Bignardi, pedagogista, cremonese, è stata la prima donna nella storia a guidare l’Azione Cattolica Italiana, di cui è
stata presidente per due mandati (dal 1998 al 2005), oltre ad aver ricoperto l’incarico di direttore responsabile della rivista Scuola Italiana
Moderna del Gruppo Editoriale La Scuola, con cui collabora come
pubblicista. È membro del Comitato per il progetto culturale della
CEI e del Pontificio Consiglio per i Laici.
Sempre in occasione della Festa della donna, sarà celebrata con
particolari intenzioni la messa delle ore 18 di sabato 9 marzo, cui
farà seguito alle ore 21, in Cineteatro, la proiezione del film Un milione di giorni, con ingresso libero, offerto dal MCL. La pellicola del
2012 esplora la condizione della donna in Sicilia in epoche differenti
e attraverso le storie di cinque donne molto diverse tra loro: figure in
apparenza normali, ma in realtà di normale straordinarietà.
Un altro modo per sorridere è la gita della donna organizzata nel
Monferrato domenica 10 marzo. Il programma prevede il pranzo della donna e la visita al castello di Prasco (Al) con tappa a una cantina
con degustazione dei famosi vini del territorio.
Elisabetta Maesi
CAMPAGNOLA: lavori al cimitero e sicurezza
L’
amministrazione comunale guidata dal sindaco Agostino Guerini Rocco sta lavorando per il completamento dell’iter che
porterà ai lavori presso il locale cimitero. In questi giorni si stanno
chiudendo gli ultimi dettagli dell’operazione, dopo che il Consiglio
comunale aveva approvato nei mesi scorsi il progetto preliminare
e quello esecutivo. “Stiamo chiudendo la pratica – spiega il primo
cittadino – per quanto riguarda il mutuo bancario. Seguirà la gara
d’appalto e l’assegnazione dei lavori che riguardano l’opera”. Lavori
che porteranno all’allargamento del camposanto nella zona nord (la
parte nuova), con la creazione di 128 nuovi loculi.
Da sempre, inoltre, l’impegno degli amministratori è focalizzato
sulla sicurezza in paese. Sin dai tempi dell’amministrazione Gelati, la
comunità era infatti stata presa di mira dai soliti ignoti, che avevano
messo a segno diversi furti in abitazione. Da lì la necessità di trovare
rimedi efficaci e deterrenti. Tra questi, il sistema di videosorveglianza, ora completato con la nuova telecamera posta nella piazzetta
centrale dell’abitato, “occhio” digitale attivato dai primi di febbraio.
Ora le telecamere in funzione nei punti più importanti del territorio
comunale sono cinque, collegate con i monitor delle forze dell’ordine
di Crema. Il Consiglio comunale ha già proceduto ad approvare il
Regolamento sulla privacy: solo il sindaco Guerini Rocco, o un suo
delegato, può vedere gli schermi posti in municipio e segnalare movimenti “strani” e problemi vari.
LG
CASALE CREMASCO: sportello catastale
L
o sportello catastale decentrato è un servizio fondamentale per i cittadini. Lo forniscono il Comune di Casale
Cremasco-Vidolasco e il Comune di Sergnano, in convenzione anche per i Comuni di Pianengo, Camisano e Castel
Gabbiano.
Il servizio permette ai residenti la puntuale conoscenza e
verifica degli immobili di cui sono proprietari. A seguito della
firma del Protocollo d’intesa e della convenzione speciale con
l’Agenzia del Territorio, negli uffici di via Roma 56 a Casale e
presso il palazzo comunale di Sergnano, l’amministrazione lo
ha attivato: è possibile ottenere le visure catastali riconosciute
dalla stessa Agenzia del territorio, vale a dire quello che una
volta si chiamava Catasto.
La richiesta di visura catastale (il rilascio è a pagamento),
utilizzando l’apposito modulo, va compilata anche richiedendo personalmente la visura stessa presso gli uffici comunali
del Servizio tributi e Tecnico.
La visura, che per gli atti informatizzati è rappresentata dal
rilascio di una copia in carta libera delle risultanze della banca dati, consente la consultazione degli atti e dei documenti
catastali. In particolare essa consente di acquisire i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati);
verificare se una determinata persona (fisica o giuridica) risulti intestataria di beni immobili.
Il rilascio della visura è immediato e si possono eseguire
massimo cinque visure consecutive per utente. Può essere
effettuata: per immobile, mediante il foglio e la particella (e
subalterno per il Catasto Fabbricati, qualora esistente); per
soggetto intestato (o cointestato), mediante i dati anagrafici;
per partita (numero identificativo della ditta intestataria di
uno o più beni). Informazioni in Comune, via Roma 56 dal
lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30.
30
Il Cremasco
SABATO 2 MARZO 2013
PALAZZO PIGNANO
TRESCORE: Protezione Civile intercomunale
Braccio di ferro
Comune-Ginelli
VOTATA NEL CONSIGLIO DI VENERDÌ
L’INCOMPATIBILITÀ DELL’EX SINDACO
di LUCA GUERINI
I
l braccio di ferro tra il Comune di Palazzo e
l’ex sindaco Antonio Ginelli, oggi capogruppo della minoranza Lista Civica, ha avuto un
momento decisivo venerdì scorso nella riunione di Consiglio comunale convocata dal sindaco Rosolino Bertoni. Tra i 14 punti all’ordine
del giorno, infatti, figurava anche la “deliberazione definitiva in seguito alla contestazione
delle cause di incompatibilità al consigliere Ginelli Antonio”. Secondo il voto dell’assise, l’ex
primo cittadino è incompatibile e deve lasciare
il Consiglio comunale.
Secca la replica dell’interessato, che ha annunciato il ricorso contro l’atto che definisce
“illegittimo”. La delibera è stata votata dalla
sola maggioranza – Lista Civica ha espresso
compatta voto contrario, l’altra minoranza di
In Comune con noi s’è astenuta – che ha concluso
in questo modo il “cammino” intrapreso, con
un altro atto ufficiale, il 27 dicembre scorso,
delibera che aveva sollevato il problema dell’incompatibilità di Ginelli con il proprio ruolo
ricoperto in Consiglio per il coinvolgimento in
una controversia legale con l’ente.
N
uova iniziativa del Gruppo
Piedubus d’argento. Lunedì
25 febbraio, gli amici dei Comuni di Palazzo e Pandino hanno
potuto conoscere, attraverso una
visita guidata gratuita, il meraviglioso edificio della Banca
Popolare di Lodi, progettato da
Renzo Piano, il più grande architetto italiano, forse mondiale.
L’edificio, situato a fianco della stazione ferroviaria lodigiana,
accoglie in sé materiali antichi
e nuovi, come il cotto, il vetro,
l’acciaio e l’alluminio.
Attraverso il porticato del piano terra si accede a una piazza
interna, coperta da una tensostruttura in cavi in acciaio e
vetro (nella foto). Nella piazza
sono situati i corpi cilindrici del
grande auditorium e dei caveau
rivestiti in cotto che richiamano
la forma dei silos, costruzioni tipiche della tradizione locale.
Sulla piazza si affacciano le
finestre quadrate degli uffici
dell’istituto bancario.
Di particolare interesse è l’auditorium che, come in numerose
opere di Piano, è stato studiato
per un’ottimale resa acustica.
Un sistema di riflettori sonori
di differenti dimensioni si dispongono a raggiera intorno
Fin dall’approvazione dei verbali della precedente seduta (appunto quella del 27 dicembre 2012), la questione è emersa, con Ginelli
a chiedere d’inserire un documento a integrazione della delibera numero 70, quella relativa
all’incompatibilità stessa. La delibera, per il
portavoce della minoranza, non avrebbe dovuto essere messa ai voti e approvata, ma rinviata, in quanto mancavano alcuni allegati che
avrebbero dovuto essere forniti nella seduta di
dicembre. Entro il 19 febbraio Ginelli avrebbe
potuto presentare “eccezioni” per chiarire le
cose, ma non l’ha fatto proprio per questo.
Una cosa è certa: maggioranza e Ginelli
sono ai ferri corti, e non da oggi. Sin dal suo insediamento, l’amministrazione Bertoni ha fatto le pulci alla passata gestione amministrativa,
segnalando a chi di dovere presunte anomalie e
incongruenze: l’ultimo atto risale a una decina
di giorni fa, quando il Comune ha posto all’attenzione della Procura della Repubblica e della
Corte dei Conti alcune situazioni legate al passato, nello specifico l’incarico di progettazione
del nuovo polo scolastico affidato all’arch. Ercole Barbati poco prima delle elezioni, l’ordinanza “contigibile e urgente” per opere al cen-
A
nche a Trescore è stato approvato, dalla Giunta Ogliari, l’accordo di programma per il Piano intercomunale di Protezione Civile. Il progetto – che comprende Vaiano Cremasco, Palazzo Pignano,
Agnadello e Pieranica – è composto da nove articoli e serve a coordinare l’attività congiunta tra gli enti interessati.
Scopo dell’accordo è, innanzitutto, quello di predisporre e/o aggiornare i Piani comunali sottoforma di un unico documento sovraccomunale d’emergenza, per rispettare le nuove direttive regionali.
Rosolino Bertoni, sindaco di Palazzo, Comune capofila, avrà in futuro il compito di verificare l’andamento del servizio attraverso la
consultazione degli altri sindaci dei paesi coinvolti.
All’ente capofila spetta anche stabilire i criteri per identificare il
professionista cui conferire l’incarico per la redazione del Piano e individuare un responsabile del procedimento che raccordi i Comuni
committenti. Ogni amministrazione, comunque, assicura tramite il
proprio personale la massima collaborazione per la gestione delle informazioni e per facilitare l’accesso al servizio da parte del pubblico.
Il Consiglio comunale di Palazzo Pignano
in una foto di repertorio
tro sportivo e servizi al centro sportivo stesso.
Il Consiglio di venerdì scorso ha poi trattato
due interrogazioni presentate da In Comune con
noi, approvato la convenzione per l’istituzione
della Rete Bibliotecaria Cremonese (RBC), lo
statuto e l’atto costitutivo di Comunità Sociale
Cremasca, il regolamento dei controlli interni, l’adesione al patto dei sindaci e il Piano di
emergenza comunale/intercomunale di Protezione civile (l’intesa è con Agnadello, Pieranica, Trescore Cremasco e Vaiano Cremasco).
Lo scopo principale della stesura del Piano di Emergenza Intercomunale, partendo
dall’analisi delle problematiche esistenti sul
territorio, è l’organizzazione delle procedure
d’emergenza, dell’attività di monitoraggio del
territorio e dell’assistenza alla popolazione,
secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale vigente, in armonia con il
Piano di Emergenza Provinciale, approfondendone a livello locale le problematiche di rischio
contenute.
Infine, il sindaco Bertoni ha comunicato ufficialmente la nuova composizione della Giunta
dopo le dimissioni delle scorse settimane degli
assessori Castoldi e Sangiovanni.
PALAZZO PIGNANO
Il “Piedibus d’argento”
scopre Renzo Piano
alla lanterna centrale sospesi
al soffitto: volumi che sembrano immateriali e che danno
l’impressione di galleggiare nel
vuoto sovrastante la platea. La
loro forma, modellata dalla luce
che ne esalta le superfici curve,
richiama un’immagine tratta
dallo spazio: una galassia, in cui
i pianeti sospesi nel vuoto sono
grandi o piccoli, a seconda della vicinanza o lontananza nello
spazio infinito.
A migliorare le caratteristiche
acustiche, il soffitto e le pareti si
inclinano nella zona retrostante
della platea fornendo il giusto
riverbero della musica.
Ad accogliere il gruppo cremasco era presente la guida,
dottor Anselmo Ferri, responsabile della comunicazione della
Banca Popolare di Lodi.
Così afferma Pieralberto Castoldi che, insieme a Simona
Vaccari della BPL, ha organizzato l’uscita e richiesto i vari permessi: “Il gruppo di amici cremaschi ha potuto godere di una
piazza unica, dove la tensostruttura sospesa e la fontana ‘Fiore
d’acqua’ ne fanno una moderna
agorà pubblica”.
Molto soddisfatta anche Doretta Noli, responsabile del
Gruppo Piedubus d’argento: “È
stata un’esperienza molto bella,
le persone sono rimaste entusiaste, me compresa. Una struttura
veramente inimmaginabile! Il
dottor Ferri è stato molto coinvolgente”.
TRESCORE: pane, formaggio e salame
L
a Fiera del pane, del formaggio e del salame sarà realtà anche quest’anno, organizzata dagli amministratori comunali. L’appuntamento
è per domenica 19 maggio, dalle ore 10 alle 18. Gli espositori e gli
ambulanti che vorranno parteciparvi dovranno consegnare al Comune di Trescore Cremasco il corrispondente modulo scaricabile dal
sito web dell’ente (ci sono il modulo espositori e il modulo ambulanti). A tali documenti è necessario allegare anche la copia della carta
d’identità. I moduli dovranno, quindi, essere recapitati e-via mail
all’indirizzo [email protected] (in tal caso, dovrà essere una scansione nella quale sia evidente l’applicazione della marca
da bollo), oppure via fax al numero 0373.272232, sempre con applicata la marca da bollo. È possibile anche la consegna a mano all’Ufficio Protocollo (piano terra) che osserva i seguenti orari di apertura
al pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 8.30-12; mercoledì: 8.30-10; giovedì: 8.30-12.30; venerdì: 10-13; sabato: 8.30-12.
LG
CAPRALBA: consegna borse studio Eurosyn
C
on una cerimonia all’insegna della semplicità, ma senza nulla
togliere alla sua intrinseca valenza di riconoscimento al merito,
nel tardo pomeriggio di venerdì, nella sala consiliare del Comune di
Capralba sono state conferite le borse di studio gentilmente offerte
dalla “Eurosyn SpA” – un’azienda insediatasi in paese – per ragazzi
che nell’anno scolastico 2011-2012 si sono brillantemente licenziati
nella locale scuola secondaria di primo grado.
Alla consegna sono intervenuti, oltre al sindaco Pierluigi Lanzeni
e alla vice Lorena Mariani, il vice presidente della “Eurosyn” Pierluigi Alviggi e le professoresse Luisa Zaghen e Luciana Soccini.
Emozionati quanto soddisfatti i tre protagonisti, gli alunni Federico Costi, Luca De Martini e Filippo Merigo, che hanno ricevuto
ognuno una borsa di studio del valore di 250 euro e una pergamena a ricordo dell’ottimo risultato conseguito in questo primo ordine
di studi. Accompagnati, naturalmente, dai fervidi complimenti sia
del rappresentante dell’azienda – che ha sottolineato l’importanza
di arrivare al momento dell’inserimento lavorativo con una solida
preparazione scolastica ma anche di formazione – sia dei due rappresentanti dell’istituzione locale. I quali hanno tenuto a evidenziare
come un adeguato livello di istruzione sia fondamentale anche per un
impegno civico. Al termine, l’amministrazione comunale ha offerto
ai premiati e ai loro familiari un piccolo rinfresco: un piacevole momento di scambio di considerazioni, favorito dal contesto del tutto
informale in cui ognuno ha potuto esprimere pensieri in libertà.
RIPALTA ARPINA: Auser La.Vo.Ra alla grande
LG
Ripalta Cremasca: “Insieme per sempre”, il diabete non fa paura
di GIAMBA LONGARI
“N
on so cosa abbia riservato per me il destino… e il bello della vita è che bisogna viverla giorno per giorno, soprattutto a 17
anni!”. È la frase con cui finisce il libro Insieme
per sempre,
sempre prima opera letteraria di Barbara
Paggi che, con la forma del romanzo, ha deciso
di raccontare i problemi di un’adolescente colpita da diabete: nel bel testo Barbara chiama la
protagonista Irene, in realtà è la storia – densa
di significati e d’insegnamenti – della figlia Greta, diabetica dall’età di 2 anni e oggi ragazzina
come tante che, nella semplicità quotidiana,
accetta la sua condizione e la vive serenamente, con gli accorgimenti del caso. Un raccontotestimonianza, per andare oltre gli ostacoli e
affrontare l’esistenza, comunque, con il sorriso.
Per presentare il libro, Barbara Paggi è tornata nel suo paese d’origine, Ripalta Cremasca:
l’evento, seguito da un pubblico attento e ammirato, è stato ospitato sabato scorso dalla sala
consiliare del municipio dove Cristian Lusardi,
vicesindaco e assessore alla Cultura, ha fatto gli
onori di casa.
“L’idea del libro – ha spiegato l’autrice – è
nata in un momento di crisi. Quando un figlio
ha problemi di salute, ti chiedi perché è capitato
e cosa accadrà: così due anni fa, in un periodo
duro, ho iniziato a esorcizzare il problema scri-
vendo. Il diabete è diventato una situazione che
come genitore devo accettare, perché anche mia
figlia l’ha fatto: se lo accetti ci convivi e, soprattutto, puoi vivere normalmente”.
Nel racconto, con il cuore di mamma, Barbara ha immaginato come potrebbe essere sua
figlia a 17 anni: l’ha fatto attingendo alla sua
esperienza di adolescente, pensando alla scuola, alla compagnia, ai primi amori… Come si
può reagire di fronte a una diagnosi di diabete?
“Ho voluto far capire a me stessa e ad altri genitori – la risposta della Paggi – che questa malattia va curata, ma ci si può convivere: come
io indosso gli occhiali, mia figlia fa l’iniezione
d’insulina… Nel libro, tra i racconti della vita
e vari personaggi, spiego come la condizione
diabetica si affronta nelle cose di tutti i giorni”.
Agile da leggere, Insieme per sempre appare
quindi come la storia di una qualsiasi persona,
che vive serena il proprio percorso esistenziale,
consapevole che il diabete ci sarà sempre ma
che non impedirà lo svolgersi dell’esperienza
umana.
Un ringraziamento per la positività del messaggio lanciato da Barbara Paggi è giunto da
Franco Maestri, presidente dell’Associazione
Diabetici del Territorio Cremasco, che immediatamente ha precisato: “Il diabete non è una
malattia, ma uno stato, un modo di essere che,
se conosciuto e gestito, consente di affrontare la
normalità della giornata; diventa devastante e
pericoloso se non lo conosci, ma se si rispettano certe regole è possibile conviverci”. Maestri
ha poi posto l’accento sull’importanza della
prevenzione, dell’alimentazione e dell’attività
fisica, ricordando anche che lo stile di vita e
la giusta informazione sono fondamentali per
contrastare il diabete. “Dobbiamo molto a questa signora – ha concluso – perché ha avuto il
coraggio di parlarne e di trasmettere con leggerezza un messaggio che va oltre la speranza”.
“Ammiro tantissimo mia figlia – ha concluso
Barbara Paggi – perché comunque è una ragazza felice: questa, per una mamma, è la cosa più
importante”.
Il libro è disponibile presso la Biblioteca comunale di Ripalta Cremasca e, grazie al Sistema interbibliotecario, accessibile a tutti i lettori.
I
l gruppo di volontariato AUSER La.Vo.Ra di Ripalta Arpina ha riunito nei giorni scorsi gli iscritti per l’annuale assemblea, nel corso
della quale con votazione unanime sono stati approvati il Bilancio
consuntivo e preventivo e sono state discusse le attività per l’anno in
corso. All’incontro, accanto al presidente Gian Pietro Casazza, al segretario amministrativo Paolo Rossi e a tutti i loro collaboratori, sono
intervenuti anche il presidente provinciale Giuseppe Strepparola e il
dirigente Gian Carlo Manfredini.
I massimi esponenti provinciali hanno posto l’accento sul determinante ruolo dei volontari che, han detto, “sono i veri protagonisti della nostra associazione”. Tra gli impegni rinnovati dall’AUSER,
figurano il promuovere i valori e la pratica del volontariato per la
solidarietà tra le persone, in particolare quelle anziane, senza dimenticare il sostegno alla cittadinanza attiva attraverso la partecipazione
responsabile dei ripaltesi alla vita della comunità.
Nel corso dell’assemblea sono stati pure illustrati gli straordinari
risultati che l’AUSER di Ripalta Arpina ha ottenuto nel 2012 in merito
alla gestione delle attività di volontariato sociale e civico svolte in
paese. I 21 volontari impegnati hanno assistito 328 persone nell’accompagnamento verso strutture che svolgono servizi sanitari; inoltre,
sono state svolte 790 ore totali di volontariato per servizi alla persona
e 1.995 ore totali di volontariato civico per prestazioni di cui ha beneficiato l’intera collettività. Nel complesso, lo scorso anno i volontari
hanno percorso con i mezzi a disposizione 7.067 Km.
Il presidente Gian Pietro Casazza, ricordando che è aperto il tesseramento all’AUSER per il 2013, invita tutte le persone interessate a
contribuire all’attività associativa a prendere contatto con i volontari.
Giamba
30
Il Cremasco
SABATO 2 MARZO 2013
ROTARY CLUB SONCINO
RIVOLTA D’ADDA
Sant’ Apollonia
da difendere
Legislazione ospedaliera
Il futuro di Crema
S
DOPO LE POLEMICHE, ODG DI LEGA E PDL
A TUTELA DELLA FIERA ZOOTECNICA
di ELISA LORENZETTI
D
ifendiamo il comparto agricolo locale
attraverso una politica incisiva di tutela.
Il messaggio è del gruppo consigliare di minoranza Lista per Rivolta, di centrodestra. “In
considerazione delle ultime proteste, registrate
durante la fiera di Santa Apollonia, proponiamo un Ordine del giorno per
il prossimo consiglio comunale, perché siamo in assenza di
posizione da parte dell’amministrazione comunale”, premette la capogruppo Marianna Patrini, che chiarisce: “La
nostra forza politica vorrebbe
venisse invece riconfermato
un indirizzo incisivo di tutela
del comparto agricolo locale,
messo polemicamente sotto
accusa senza ricevere il sostegno che merita”.
In premessa Lista per Rivolta evidenzia che
le “amministrazioni comunali che si sono
succedute hanno sempre favorito la promozione e l’organizzazione della Fiera Regionale di Sant’Apollonia, considerandola la mani-
festazione principale dell’ente locale e hanno
sempre speso la propria partnership e manifestato il proprio sostegno al comparto agricolo
locale, perché fermamente convinte che sia da
sostenere e tutelare, quale fattore incomparabile di sviluppo economico, identità e qualità
specifica, dell’intero territorio rivoltano”.
La Patrini fa notare che “nonostante periodi di forte crisi sia del comparto agricolo che, più in generale,
di crisi economica, le amministrazioni comunali hanno sempre dato lustro e risalto alla
Fiera, riconoscendo nella sua
organizzazione il giusto volano per riconfermare le radici
locali e la vocazione agricola
del territorio, non solo evidenziando e attribuendo l’importanza economica al settore
stesso ma favorendone anche la custodia dei
valori della tradizione locale”.
La minoranza consigliare Pdl-Lega sottolinea che “la Fiera di Sant’Apollonia ha conquistato negli anni titoli di riconoscimento e
attestati di leadership nel comparto agricolo
“ORDINE DEL
GIORNO
IN ATTESA
DELLA VOCE
DI CALVI & C.”
PANDINO
Casa di riposo nel futuro
con Wii e fotovoltaico
B
en riuscita domenica scorsa la
tradizionale Festa dell’anziano
con gli ospiti e i loro parenti; al
consueto pranzo all’aperto ha fatto
seguito la premiazione degli ultranovantenni. Nella stessa giornata
è stata inaugurata l’esposizione di
pittura che va sotto la denominazione Emozioni e cose, di Rossella
Portoghese pittrice molto attiva sul
territorio attraverso l’associazione
culturale ‘La Corte PeschierArte’
di Peschiera Borromeo. La festa
si è conclusa nel tardo pomeriggio
con il lancio di centinaia di palloncini colorati in cielo.
I festeggiamenti quest’anno
sono stati arricchiti da un evento
particolare. Il giorno prima presso la Fondazione di Pandino si è
tenuta la proiezione pubblica del
filmato Raccontare per Vivere realizzato dalla fondazione Galmozzi di
Crema; è il documento finale di un
progetto della durata di due anni
che ha visto protagonisti gli studenti dell’Istituto Superiore Professionale ‘Stanga’ Scuola Casearia di
Pandino e gli ospiti della casa di riposo; in diversi incontri sono stati
affrontati i temi Amore e Guerra
con alcuni interventi significativi e
toccanti. Hanno partecipato all’evento anche i volontari che dedicano il loro tempo agli anziani ospiti
residenti nella struttura sia durante
i momenti di tempo libero sia durante i pasti.
La Fondazione è impegnata
in questi giorni su altri fronti. “È
prevista, infatti, entro questo mese
la conclusione dell’installazione di
un impianto fotovoltaico che garantirà una produzione annua di
elettricità stimata in circa 190.000
kwh, equivalente al fabbisogno di
65 famiglie medie. L’impianto realizzato consente inoltre di evitare
ogni anno le emissioni in atmosfera di 118 tonnellate di anidride carbonica (CO2). I pannelli sono circa
750 e sono stati posti sulle falde dei
tetti della Fondazione per una superficie complessiva di oltre 1.400
metri quadrati”.
Il personale della Fondazione
nella cura dei propri ospiti è sempre aperto alla sperimentazione di
nuove tecniche di coinvolgimento
e riabilitazione, difatti da quest’anno, sulla base di esperienze positive
avviate già in altre strutture analoghe si sta cominciando ad adottare
una nuova modalità di riabilitazione che va a integrare il classico lavoro motorio per alcune tipologie
di ospiti. In seno al Cda si fa notare
che “su consiglio fisiatrico, supportato da studi scientifici ufficiali al
riguardo, il personale della fisiatria ha cominciato ad utilizzare la
console Wii con alcuni dei nostri
ospiti che presentano le necessarie
caratteristiche (sufficiente mobilità
e capacità di comprensione ). Tale
strumento, famoso come piatta-
TRIGOLO: Biancaneve fa tappa in biblioteca
rande partecipazione di pubblico la settimana scorsa in
occasione del primo appuntamento della rassegna ‘Il
CantaStorie’, organizzato dall’associazione ‘A Tutta Birra’
di Trigolo. Grazie alla collaborazione dei ragazzi di ‘Operazione Musical’, la biblioteca comunale di Trigolo, per un
pomeriggio, si è trasformata in un grande teatro che nulla
aveva da invidiare alle più grandi platee.
Da subito l’atmosfera si è illuminata, tutto ciò che apparteneva al mondo dei sogni è improvvisamente diventato una
realtà, con scroscianti applausi finali da parte di un pubblico
interamente catturato dalla magia delle interpretazioni.
E tutto grazie alla delicatezza con cui è stata portata in scena la celeberrima fiaba Biancaneve e i 7 nani. In un’atmosfera
da cartone disneyano, i protagonisti hanno ballato, cantato e
recitato, coinvolgendo i bambini che non sono, quindi, stati
spettatori passivi ma parte della rappresentazione stessa.
Silvia Bissa
forma per videogiochi, consente
anche di fare delle attività motorie
che vengono simulate, stimolate e
ritrasmesse sulla televisione. Gli
studi hanno rilevato che l’utilizzo
nel tempo di alcuni esercizi effettuabili tramite questa console, permette di ottenere il miglioramento
dell’equilibrio nel cammino e del
controllo del tronco nella posizione seduta”.
L’ospite muovendosi su una
pedana dotata di sensori di peso,
vede lo spostamento del proprio
baricentro attraverso una figura sullo schermo posizionato di
fronte. In questo modo, coinvolto
anche dal non indifferente aspetto
ludico, prende coscienza dei propri
movimenti e di riflesso lavora sul
miglioramento del proprio equilibrio.
Sino a oggi sono stati ‘testati’
una quindicina di ospiti in possesso delle necessarie caratteristiche
“e i primi risultati sono sicuramente interessanti sotto l’aspetto tecnico, e ancora di più sotto l’aspetto
motivazionale, in quanto queste
persone chiedono, con reale entusiasmo, di ripetere l’esperienza”.
Una casa di riposo, quella pandinese, che vuole sempre essere al
passo coi tempi.
El
Lions Club Soncino
V
G
locale, provinciale e regionale, divenendo
punto di riferimento nelle fiere di settore, palesando la capacità innovativa delle proprie
tradizioni e garantendo sempre un’organizzazione efficiente e di alta qualità”. Inoltre,
“l’organizzazione della mostra bovina è ritenuta l’elemento principale e fondamentale
dell’organizzazione fieristica locale considerata anche la manifesta evidenza che la nostra
Fiera ha per la cittadinanza intera”.
Tutto ciò per Lista per Rivolta è “in forte contrasto con le ultime polemiche registrate, relative la manifestazione fieristica”. Pertanto, il
Consiglio comunale, fermamente solidale col
mondo agricolo locale, “dovrebbe confermare
la volontà di mantenere la Fiera Regionale di
Sant’Apollonia quale evento principalmente
dedicato al mondo della zootecnia e dell’agricoltura, in riconoscimento di un settore fondante e imprescindibile per l’economia locale,
respingendo ogni qualsivoglia pretesto potesse lasciar spazio a ragioni diverse, che non
siano quelle evidenziate e che possano mettere in forte difficoltà sia la realizzazione della
Fiera stessa, sia il comparto agricolo rivoltano
nel suo complesso”.
enerdì 22 febbraio si è tenuta la seconda conviviale 2013
del Lions Club Soncino. La serata è stata prevalentemente
dedicata al tema Turisti non per caso ed è stata finalizzata alla
raccolta di idee, riflessioni e testimonianze per la programmazione di un viaggio in Terra Santa e in Giordania.
A fare gli onori di casa, il presidente del Lions Club Soncino Ilaria Fiori, coadiuvata dal cerimoniere Adriano Corradini
che, insieme ai numerosi soci intervenuti alla serata, hanno accolto con calore e amicizia il ‘Cavaliere di Gran Croce’ Mario
Bianchi, proprietario di un’agenzia turistica, che ha conquistato i presenti raccontando il suo personale percorso di vita
intarsiato da curiosità ed episodi interessanti che gli sono valsi
non solo il cavalierato ma anche la preziosa onorificenza della
‘Palma d’oro città di Gerusalemme’.
L’intervento di Mario Bianchi, che ha condiviso con tutti gli
ospiti e i soci la sua conoscenza e la sua particolare attenzione
alle religioni, alle culture e alle bellezze della Terra Santa e
della Giordania, si è trasformato così in una preziosissima occasione per conoscere quei luoghi e trarre spunti per il viaggio
che il Club intende a breve programmare.
La serata ha visto poi protagonista la Conferenza San Vincenzo di Soncino, che con encomiabile spirito di solidarietà
opera nei confronti dei bisognosi di tutto il territorio. Grazie
anche al contributo del Lions Club la San Vincenzo nel 2012 ha
potuto sostenere 42 famiglie (di cui 20 italiane) per un totale
di 323 persone. Il volume delle entrate è stato pari a € 26.000,
una somma ragguardevole che ha consentito di coprire anche le
maggiori spese sostenute l’anno precedente.
i è svolta a Soncino nella serata di giovedì 21 febbario una
conviviale a cui è stato invitato come ospite e relatore il
dott. Luigi Ablondi direttore generale dell’ospedale Maggiore
di Crema. Era presente anche Ugo Vanoli, presidente della
Rsa Soncino Onlus e molti soci Rotary, tra i quali anche il
presidente Ugo Nichetti e il suo predecessore, Silvano Broggian.
Il tema della serata, sul quale Ablondi ha fatto luce, riguardava lo stato e l’evoluzione della legislazione ospedaliera con
un riferimento specifico all’ospedale di Crema e alla fondazione di Soncino
“Gli ospedali sono finanziati in parte per quel che fanno e
in parte per quel che sono – ha spiegato Ablondi –. Sappiamo
benissimo che ci sono in giro programmi di accorpamento e
ridimensionamento, tra ospedali e tra Aziende sanitarie locali. Il nostro è un ospedale che ha tutte le carte in regola.
L’importante è sposare una struttura che sia alla pari per funzionalità e professionalità. Ritengo quindi molto importante
che la cittadinanza si renda conto e conosca a fondo questa
realtà, in modo tale da essere in grado di far sentire la sua
voce al momento opportuno”.
Con riguardo alla sperimentazione con la struttura di Soncino, Ablondi ha fatto sapere che anche i dirigenti della santità lombarda ritengono questa come l’unica sperimentazione di sub-acuti realmente funzionante. “La motivazione sta
nel fatto che questa è stata concepita con alcune regole che
abbiamo imposto e condiviso con Vanoli. Quindi, noi siamo
titolari dei 20 posti qui nel borgo, dove i titolari della struttura
hanno accettato senza problemi il fatto stesso che anche la direzione fosse nostra. Ciò significa che un paziente che si trova
in stato di ‘acuto’ in ospedale, non ha bisogno di negoziare
con nessuno il passaggio dall’ospedale fino qui, e successivamente a casa. Tutto avviene regolarmente e con una sorta
di prassi consolidata, perché da noi il sistema gira veramente
come un orologio svizzero. Ciò che non si può dire accada in
altre realtà”.
Silvia Bissa
SONCINO: 8 marzo, le donne si raccontano
A
nche quest’anno il gruppo ‘Donne per Soncino – ApertaMente Lab’, ha voluto ricordare a tutti la giornata simbolo per il gentil sesso, l’8 marzo, sottolineandone il significato,
ben lontano dalle derive consumistiche che questa ricorrenza
ha assunto negli ultimi tempi.
Per questo motivo è stato organizzato l’incontro che si terrà
venerdì 8 marzo alle 20.45 presso la ex Filanda, dal titolo
Essere donna...ieri, oggi e domani. A spiegarlo al nostro giornale
è stata Carla Urgesi, referente della commissione femminile
di ‘ApertaMente Lab’, la quale ha sottolineato la necessità
di rendere omaggio, attraverso musica e testimonianze, alle
donne che hanno saputo dare onore alla città di Soncino con
il loro impegno quotidiano.
“Donne comuni, donne di tutti i giorni, che non fanno la
storia ma che in silenzio e con fatica realizzano ogni giorno
piccole grandi rivoluzioni – spiega la Urgesi –. In un viaggio
che dal passato volge al futuro, la serata vuole raccontare la
vita e la trasformazione delle donne soncinesi e anche la loro
difficoltosa strada verso l’emancipazione mettendo a fuoco il
lavoro femminile. Un lavoro che cambia nel corso degli anni
portando le donne ad affermarsi progressivamente in mestieri
diversi e una volta appannaggio esclusivamente del mondo
maschile”.
Durante la serata le protagoniste dello spettacolo saranno
ovviamente le donne di Soncino con tanti racconti di vita,
divertenti, spensierati, ma soprattutto veri ed emozionanti,
intervallati da canzoni di ieri e di oggi. Una serata significativa e tutta da gustare.
“‘Donne per Soncino’ – conclude Carla Urgesi – è un
gruppo di lavoro composto esclusivamente da donne, nato in
seno ad ‘ApertaMente Lab’ ma aperto anche a donne non
affiliate all’associazione, che intende essere di supporto alle
rappresentanti del gentil sesso della nostra comunità, individuandone le problematiche, incentivandone l’aggregazione,
promuovendone la partecipazione alla vita pubblica e amministrativa e sensibilizzando la comunità stessa sulle tematiche
femminili”.
Per informazioni e adesioni le interessate possono scrivere mezzo posta elettronica a [email protected],
oppure entrare in contatto con l’associazione attraverso la
pagina Facebook: https://www.facebook.com/#!/groups/
Donne.Soncino/. Anche la partecipazione alla serata di venerdì prossimo può essere un interessante primo approccio
al sodalizio.
Silvia Bissa
AGNADELLO: Pasquetta in castello
C
on il ritorno della bella stagione il Gruppo Culturale Per
Agnadello torna a proporre agli agnadellesi e non la tradizionale gita primaverile. L’appuntamento è per lunedì 1°
aprile presso il castello di Rivalta e l’abbazia di Chiaravalle
della Colomba.
La partenza è fissata per le ore 8 dal piazzale antistante la
palestra comunale con arrivo intorno alle 10. Dopo la visita
guidata di un ora e mezza al Castello seguirà una visita libera
al caratteristico borgo. Nel pomeriggio, dopo il pranzo con
menu tipico, seguirà la visita all’abbazia. Il rientro ad Agnadello è previsto per le ore 18.
Le iscrizioni, aperte per soci e non, si riceveranno presso
il Centro Sociale nella giornata di sabato prossimo, 9 marzo,
dalle ore 14 alle 15.30. La gita pasquale verrà organizzata
esclusivamente al raggiungimento del numero di quaranta
partecipanti.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero
3457757239 (dopo le 19), oppure scrivere all’indirizzo mail
[email protected]
Ram
Il Cremasco 31
SABATO 2 MARZO 2013
ROMANENGO
ROMANENGO: giovani artisti crescono
Casa volontariato
aperta ai partiti
BAGARRE IN CONSIGLIO E LA CARIONI
FA POLLICE VERSO AL ‘SUO’ SINDACO
di BRUNO TIBERI
È
stata l’adozione del regolamento per la
concessione in uso delle aree polifunzionali
del centro civico ‘Casa del volontariato’ a tenere banco nel Consiglio comunale di martedì.
Una riunione caratterizzata da un accadimento
non unico ma insolito: il sindaco che chiede di
emendare il documento partorito dalla Commissione Statuto e Regolamenti. Una assise
preceduta, qualche settimana fa, da una iniziativa della minoranza consiliare ‘Romanengo
domani’ che attraverso un volantinaggio porta
a porta e comunicazioni a mezzo stampa ha
voluto informare i cittadini in merito all’utilizzo della sala in oggetto per attività promosse
dai partiti in barba a una proposta di regolamento (a quell’epoca il documento non era ancora stato ratificato dall’organo di governo del
paese, ndr) che vietava espressamente l’utilizzo
della sala ai partiti.
È finita come il capogruppo di minoranza
Marco Pozzi aveva anticipato, non senza disappunto, e così come il sindaco Marco Cavalli ha
ritenuto dover essere nel rispetto dei diritti di
tutti. L’articolo in questione che vietava l’utiliz-
zo della sala a partiti politici è stato eliminato
dal regolamento che affida alla discrezionalità
dell’amministrazione pubblica, comunque, la
decisione di concedere o meno la sala a qualsivoglia richiedente.
“Si tratta di una situazione serena – precisa il
primo cittadino il giorno dopo l’accesa seduta
– che parte da un presupposto. La Casa del volontariato è uno spazio civico e come tale deve
poter essere utilizzato da tutti, senza nessuna
demonizzazione. Concederlo eventualmente
ai partiti non significa svilire l’opera fatta e la
presenza delle associazioni che giustamente non
vogliono etichette. Inoltre viene regolamentato
l’utilizzo con un canone che consentirà all’ente
locale di far quadrare meglio i conti anche a beneficio dei sodalizi di volontariato stessi”.
“Non vi sono scollature, a chi potrebbe strumentalizzare la cosa, in maggioranza – l’aggiunta di Cavalli –. Semplicemente vi sono idee diverse sulle quali ci si confronta senza pregiudizi
o prevaricazioni”. Il riferimento è alla presidente
della Commissione, Alessandra Carioni, che ha
proposto il regolamento. L’articolo di divieto
d’utilizzo della sala alle forze politiche era stato dalla stessa condiviso e approvato all’atto
MADIGNANO
Serio Morto ‘scortato’
da due filari di alberi
I
l progetto di rilancio dell’area
bagnata dalle acque del Serio
prosegue con un intervento volto a implementare il polmone
verde e a migliorare l’aspetto
paesaggistico. Grazie a una
convenzione pubblico/privato,
infatti, presto saranno messe a
dimora nuove essenze arboree
autoctone.
“Si tratta di un accordo a costo zero per il Comune – spiega
il sindaco Virginio Venturelli –
che vede l’ente locale definire
un piano d’azione in condivisione d’intenti con il Parco del
Serio e con il titolare dell’azienda agricola Filippini di Fiesco.
Tutto nasce dal desiderio di
arricchire il patrimonio arboreo
PROSSIMO
INTERVENTO
TRA IL MARZALE
E RIPALTA ARPINA
PER VALORIZZARE
LA VALLE DEL FIUME
della zona in fregio al Marzale
e al contempo garantire la coltivazione dei terreni operata
dall’azienda con sede nel fieschese”.
In sostanza esiste una striscia di proprietà demaniale che
Il palazzo municipale di Romanengo
della presentazione della bozza di regolamento
al Consiglio comunale, in accordo anche con
gli esponenti della minoranza. Dimostrando
coerenza la Carioni ha votato, unica della maggioranza, contro l’emendamento presentato dal
primo cittadino, schierandosi di fatto su questo
tema al fianco degli esponenti dell’opposizione.
“Con molto piacere ho annotato la coerenza
della presidente della commissione – la precisazione di Marco Pozzi, capogruppo della minoranza – che ha condiviso, anche con noi, il percorso che ha portato alla bozza di regolamento
poi emendata. Peccato sia stata inascoltata dal
suo gruppo. Ho letto perplessità anche sui volti
dei presidenti delle associazioni che hanno casa
nella struttura di via De Brazzi, presenti in sala.
Mi riservo di sentirli per capire quali siano le
loro impressioni. Per come è andata la votazione a noi non è rimasto altro che evitare all’ente
locale e alla struttura la beffa oltre al danno. Ho
presentato un emendamento, accolto all’unanimità, che ha corretto un’indicazione relativa alla
gratuità di utilizzo della sala per un solo giorno.
Essendo aperta all’affitto per qualsiasi ‘figura’
ho chiesto e ottenuto che venisse monetizzato
anche il singolo giorno di utilizzo”.
accompagna, ad est del Serio,
il corso del Serio Morto. Una
striscia di profondità compresa
tra 3 e 10 metri in buona parte
utilizzata, in questi anni dall’azienda Filippini per le abituali
coltivazioni. “La nostra volontà – precisa il primo cittadino
– è quella di rendere più bella
la visuale della valle del Serio
Morto, dalla terrazza rappresentata dalla direttrice per Ripalta Arpina, ma al contempo
non sottrarre appezzamenti
all’ambito produttivo. Per questo è stato stretto un accordo a
tre nel quale il terzo referente è
il Parco del Serio che autorizza
la piantumazione, la effettua e
si occuperà in futuro di curare
tutti gli aspetti relativi alla manutenzione”.
Dal cosiddetto Salto del gatto
sino alla cascina Corfù, a sinistra dello stretto budello che
toccando il Marzale porta a Ripalta Arpina, il corso del Serio
Morto sarà seguito da due filari
di piante, uno per sponda, che
verranno piantumate dai tecnici del Parco. Un metro di profondità ai quali si aggiungono
ulteriori 3 metri di rispetto per
la strada sterrata che può essere
CASTELLEONE: mensa di solidarietà
utilizzata per passeggiata. Oltre
questa soglia, anche in presenza di appezzamenti di proprietà
demaniale, Filippini potrà continuare a coltivare. In cambio,
per la durata della convenzione,
concederà al Comune aree attigue alla chiesa del Marzale sulle quali effettuare una ulteriore
piantumazione.
“In questo modo – aggiunge
Virginio Venturelli – saranno
salvaguardati i diritti di tutti
gli attori di questa convenzione e al contempo sarà garantito un impatto paesaggistico
più accattivante. Oggi la zona
è una sorta di radura. Domani
vedremo due splendidi filari di
piante”.
L’intervento da continuità a
quanto già realizzato nel parco del Serio lungo la strada
che porta da Ripalta Vecchia a
quella Arpina. Aree di sosta attrezzate che rendono vivibile il
suggestivo budello alberato, affacci sulla Valle del Serio Morto
e tabelloni che ne illustrano le
peculiarità sono quanto già allestito. A breve, quindi, anche
un arricchimento dal punto di
vista ambientale.
Tib
Izano: genitori si diventa
G
ettare il cibo è uno spreco ingiustificato e ingiustificabile,
se poi questo avviene in periodo di ristrettezze economiche la nota di biasimo si fa ancora più feroce. Lo sanno bene
in Comune dove l’attenzione al risparmio è giunta anche
a scuola, più precisamente in mensa. Un verifica svolta ha
consentito all’amministrazione comunale di verificare come
quotidianamente parecchie vivande venissero gettate. E allora perché non farne
tesoro a beneficio delle
famiglie maggiormente
in difficoltà.
Nasce così un’iniziativa che coinvolge
anche il segretariato
sociale e un gruppo di
volontari. Donare il
cibo in esubero ai nuclei del borgo messi
Le scuole elementari di via Beccadello
alle corde dalla crisi
che ormai impera da
anni. Non si tratta
degli avanzi del pasto consumato dai bimbi in refettorio, bensì di pane, pasta e altre vivande risultate in eccesso rispetto
alla reale richiesta di quel giorno. Riso, pasta, pane, frutta e
verdura finiscono così sulle tavole dei meno abbienti grazie
anche al lavoro di Auser e Late.
L’intervento dai connotati sociali è ancora in fase di perfezionamento. Al momento sono aiutati alcuni nuclei, quelli
che risultano maggiormente numerosi, indicati dall’ufficio
Servizi Sociali del Comune. L’obiettivo è quello di riuscire a
portare a regime quanto prima la macchina al fine di aiutare
quante più famiglie possibile.
Tib
I
I
l comune di Izano, in collaborazione con il centro Moses, ente
specializzato nei problemi dell’età evolutiva, ha organizzato un
ciclo di serate informative gratuite e aperte a tutti, sul tema dell’adolescenza.
Il primo incontro, dal titolo Genitori e figli: istruzioni per l’uso,
si terrà giovedì prossimo 7 marzo alle 21 presso la scuola primaria. Per l’occasione saranno presenti Maria Giovanna Canevisio
e Claudia Corda, specialisti di alto livello sul tema dell’età evolutiva.
Avviene infatti sempre più spesso che i genitori di oggi si trovino
in difficoltà di fronte alla necessità di mantenere una posizione autorevole di fronte ai propri figli, senza però mai arrendersi a un eccessivo permissivismo o, al contrario, in un eccessivo autoritarismo.
Questo deriva in parte dal fatto che essere genitori al giorno d’oggi
si rivela spesso un’impresa assai ardua. Di fronte al bombardamento mediatico a cui tutti noi siamo costantemente sottoposti e dal
quale spesso fatichiamo a difenderci, sono soprattutto i ragazzi a
farne le spese. È per questo motivo che è necessario che essi trovino
nei genitori un valido punto di appoggio e di confronto.
Possiamo pensare ad esempio ai comportamenti oppositivi
(quando i figli non obbediscono), aggressivi (quando esprimono la
loro rabbia attraverso urla e gesti violenti), di evitamento (quando
si ritirano nella loro camera e interrompono la comunicazione) o
di ansia (quando si rifiutano di andare a scuola perché c’è l’interrogazione). Gli adulti dovrebbero cercare di gestire i problemi dei
figli in età adolescenziale, cercando di essere fermi nelle decisioni,
senza però urtare la loro sensibilità.
Silvia Bissa
ragazzi di ieri si ricorderanno della scuola d’arte più famosa del
mondo e della serie televisiva che ha poi ispirato fortunati ‘talent’:
Saranno Famosi. A Romanengo lo stesso sogno è vissuto, senza fiction ma con tanto realismo, alla scuola media che da anni ha abbracciato l’indirizzo musicale con percorsi speciali che hanno già portato
alla formazione di una junior band. Studenti e insegnanti, così come
la serie tv degli anni Settanta/Ottanta insegnò, non disdegnano saggi
e vere proprie stagioni artistiche che possano consentire ai ragazzi di
mostrare al pubblico le capacità acquisite. Così nasce la stagione artistica che è già decollata con successo.
Ad aprire la piccola rassegna è stato, il 15 febbraio, lo spettacolo
teatrale Ricordati di non dimenticare, frutto di un progetto di collaborazione tra gli artisti di Giovani Fontanili d’Autore e allievi e insegnanti della scuola primaria e secondaria di Romanengo finalizzato alla
commemorazione della Giornata della Memoria. Quindi venerdì 22
febbraio, sempre in prima serata presso l’auditorium, il maestro Mario
Piacentini ha tenuto una lezione concerto per il pubblico presente in
buona parte costituito da alunni della scuola. Il concerto jazz ha visto
il musicista Mario Piacentini al pianoforte, Michele Bianchessi al contrabbasso, Paolo Simonetti alla batteria.
Ma non è finita. Venerdì 8 marzo animerà la serata la Junior Band
di Sergnano diretta dalla professoressa Francesca Manenti, insegnante presso la scuola di Romanengo. Venerdì 15 marzo la giornata sarà
dedicata alla musica con una lezione per gli alunni tenuta dal maestro
Claudio De Micheli la mattina e un concerto dello stesso musicista
la sera stessa al Galilei.
Quindi palco tutto per gli insegnanti di strumento dell’indirizzo
musicale della scuola di Romanengo: Eleonora Pasquali e Luca Vaiani alla chitarra, Cinzia Rogna al flauto traverso, Viviana Carniti al
violino e Cristiano Paluan al pianoforte. In data ancora da definire
proporranno alcuni brani del loro repertorio.
La calata del sipario sulla stagione della media romanenghese il
30 aprile. A chiudere la rassegna sarà il concerto lirico dell’ensemble
‘Dulcis in fundo’ con il soprano Marina Morelli accompagnata da,
Jack Masseroli (contrabbasso), Giorgio Scolari (pianoforte) e Marco
Rozzi (flauto).
E come ogni scuola d’arte che si rispetti l’approccio alle prime audizioni diventa elemento imprescindibile. Lo è stato, il 13 febbraio,
per alcuni allievi dell’indirizzo musicale della scuola secondaria di I
grado di Romanengo, accompagnati a Milano dai loro insegnanti per
partecipare alle selezioni per l’Orchestra della Lombardia, valutati da
una giuria di specialisti. È andata bene, anzi benissimo. Due alunni
della scuola: Riccardo Facco, chitarrista, e Arechi Ferrari, violinista, e
una ex allieva che continua a studiare con la medesima insegnante che
la seguì in istituto, Alessia Rigoli, sono stati scelti. Altri due alunni,
Francesco De Riso, chitarrista e Carla Ostelli, violinista, sono stati
ritenuti idonei.
Tib
MADIGNANO: weekend tra note e bingo
F
ine settimana di appuntamenti tra oratorio e centro sociale.
Questa sera si parte con la tombolata dedicata alle donne e
ai papà. A proporla la parrocchia nel mese in cui il calendario offre spunti in occasione dell’8 e del 19 marzo. Appuntamento alle 21
presso il centro parrocchiale ‘Don Bosco’ con il bingo che dispenserà
divertimento e premi.
Domani sarà invece l’Auser a proporre un pomeriggio al profumo
di mimosa. Per la festa della donna musica e danze dalle 15 con il
maestro Artenio Bianchessi. L’evento sarà ospitato dal centro sociale
di via Lago Gerundo e si protrarrà sino alle 18.30.
Tib
CASTELLEONE: Zanisi resta guida dell’ASM
G
iacomo Zanisi resta presidente dell’Asm, azienda di servizi del
Comune. Lo ha stabilito il sindaco, al fianco della propria maggioranza, nel corso della seduta di giovedì del Consiglio Comunale.
A chiedere le dimissioni del numero uno della municipalizzata
erano state le minoranze unite per l’assenza di un piano industriale
legato al futuro dell’azienda che è andata via, via perdendo i propri
servizi e i propri rami aziendali. L’ultimo a prendere il volo è stato
quello dell’acqua. Timori erano stati espressi anche per il personale.
Zanisi ha tranquillizzato relativamente a questo punto illustrando
un Bilancio che nel 2013 punta al pareggio. In merito ai servizi e alla
operatività dell’azienda ha enunciato le poche cose che sono rimaste
(dalla cura del verde, dei canali e delle rogge alla manutenzione delle
strade). Il presidente ha indicato la ferma volontà di salvare l’azienda
e garantirle lunga vita. L’opposizione non si è però detta soddisfatta.
Tib
CASTELLEONE: l’Avis premia e prepara il 60°
A
ssemblea annuale inedita quella con cui l’Avis nei giorni scorsi,
in Sala Leone, ha chiamato a raccolta i propri iscritti. A rendere
speciale l’incontro la comunicazione dell’iniziativa assunta dal direttivo presieduto da Rosolino Valesi per il 2014. Nell’anno del 60° di
fondazione della locale sezione di donatori di sangue, l’Avis erigerà
un monumento presso il camposanto cittadino a ricordo dell’impegno
profuso dalle centinaia di volontari che dal 1954 si sono avvicendati a
infoltire le file dell’associazione.
Oltre alla comunicazione legata ai bilanci il presidente Valesi ha
premiato i ragazzi che si sono aggiudicati le borse di studio riservate
a soci o figli di tesserati della locale sezione. A far proprio l’assegno
di importo pari a 500 euro riservato all’università è stato Marcello
Bettinelli, per le scuole superiori (300 euro) il premiato è stato Diego
Pedrini, mentre la giovanissima Lara Capoani si è distinta tra gli studi
delle medie (200 euro per lei).
L’assemblea, l’ultima del direttivo guidato da Valesi prima della rielezione del consiglio, è stata anche l’occasione per la consegna delle
benemerenze agli avisini che hanno raggiunto importanti traguardi
donazionali. Si tratta di: Pasquale Adinolfi, Filippo Agosti, Monica
Aimi, Aldo Antoniazzi, Lorenzo Badioni, Adriano Bellandi, Fabio
Bellani, Dario Bertolasi, Federico Bergami, Stefano Bettinelli, Angelo Borra, Massimo Brocca, Daniele Bruschi, Carlo Bonizzi, Mario
Campari, Arrigo Cottarelli, Davide Cateto, Riccardo Cattaneo, Davide Cortesini, Riccardo Carpani, Alberto Cotza, Alessandro Dolera,
Ornella Doneda, Angela Di Cioccio, Agostino Freri, Moreno Fusari,
Davide Fava, Mariella Ferrari, Nicole Ferrari, Ivano Galeazza, Luigi Giupponi, Giuseppe Ghidoni, Stefano Guerrini, Mario Gallarini,
Laura Gallerini, Pier Marino Galli, Corinna Galli, Andrea Ghidelli,
Erik Lundberg, Luca Lacca, Enrico Longari, Stefano Lucchi Tuelli,
Pier Locatelli, G. Marchesetti, Mauro Marchini, Matteo Morosini,
Maurizio Marinelli, Giuliana Martelli, C. Mantegazza, Dario Mayer,
Matteo Mazzolari, Danilo Miglioli, Giacomo Montano, Salvatore
Montano, Vittorio Pini, Giuseppe Pandini, Matteo Prazzoli, Francesco Piazzi, Andrea Pisati, Massimo Pedrini, Pier Razzetti, Giacomo
Redegalli, Andrea Stabile, Luca Soardo, Massimo Stocco, Giacomo
Stringhini Ciboldi, Caterina Salvaderi, Luca Stellari, Cinzia Tacchinardi, Danilo Toninelli, Dario Tosoni, S. Tacchinardi, Alberto Tirelli,
P. Valcarenghi, Paolo Visigalli, Alberto Visigalli, Guido Vairani, Ferdinando Zanenga, Giovanni Zanisi, Giuliana Zignani, Simone Zaninelli.
Tib
32 sabato 2 marzo 2013
Gli annunci di questa rubrica sono gratuiti (con foto) per le persone che festeggiano le nozze di diamante (60 anni) e più e i 95 anni e oltre. Tutte le altre ricorrenze sono a pagamento: per gli auguri,
lauree, ringraziamenti e simili, senza foto € 1,00 a parola, con foto € 30,00; per i festeggiamenti di classe € 70,00; per i matrimoni, gli anniversari di matrimonio e le quattro generazioni (con foto)
€ 50,00. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente ogni inserzione non consona alla linea del giornale. Gli annunci saranno pubblicati fino a esaurimento dello spazio disponibile.
ripalta vecchia: 85 anni - buon compleanno!
s. michele - 6 marzo
Agostino Guerini
90 anni di vita esemplare
Laurea
per un nonno spettacolare.
Giovedì 7 marzo la signora
Il tempo vola
Bice Rosa Aiolfi festeggerà il tra-
e tu caro nonno
guardo delle 85 primavere.
gli corri dietro
I figli, i generi e i nipoti le por-
con la tua bicicletta.
gono tantissimi auguri di buon
I nipoti tutti ti augurano
compleanno!
con gioia immensa
Buon Compleanno!
crema
Martedì 26 febbraio presso il Politecnico di Milano si è brillantemente laureata Maria Guerini in Ingegneria Meccanica.
Il papà Emilio, la mamma Ausilia e Davide sono orgogliosi per il traguardo raggiunto e porgono un augurio speciale per un radioso futuro.
Complimenti Maria!
Vaiano cremasco: 93 anni - auguri!
Il “29” febbraio la nostra cara
ombriano: i 90 anni di nonna pina!
nonna Rosa taglierà l’invidiabile
pianengo: 100 primavere!
traguardo dei 93 anni.
Infiniti auguri da tutta la tua
Domani, domenica 3 marzo la
Mercoledì 6 marzo Pina Baselli
famiglia e in particolare dalle tue
nostra cara Giuseppa Denti fe-
festeggerà il bellissimo traguardo
nipoti Moira ed Elsa.
steggerà con gioia il prestigioso
dei 90 anni.
Congratulazioni!
traguardo delle 100 primavere.
I più cari e affettuosi auguri di
Auguri sinceri e affettuosi di se-
buon compleanno dai tuoi figli,
renità e salute dai figli, dai generi,
dal genero, dalla nuora e dai ni-
dai nipoti e dai pronipoti.
poti.
Buon compleanno!
offanengo: 95 anni!
Mercoledì 6 marzo nonno Ma-
rio Riboli raggiugerà il bel tra-
Friendly
A Stefania Pelizzari di Quintano che mercoledì 27
febbraio ha compiuto 39 anni, tanti
auguri di buon compleanno da Ilaria e Federico.
Festa della donna.
Un insieme di progetti, tanta voglia
di fuggire, un bisogno di calore, di
dischiuderti all’amore, una voglia
di creare, una nuova poesia che ti
riconosca donna comunque sia. Il
poeta.
Rubbiano. Domenica 24 febbraio Luca Bonati ha spento
4 candeline. Tanti auguri affettuosi
da mamma, papà e dal tuo fratellino Christian con i nonni e gli zii.
Buon compleanno!
Gli anni passano... i ricordi
sbiadiscono... ma la tua saggezza aumenta! Buon compleanno
alla nostra cara mamma, moglie,
nonna, Zemira che oggi sabato
2 marzo festeggia il suo... compleanno! Con tanto affetto Elena,
Alessandro, Gianfranco, Zvonimir,
Nadia e Pierangelo.
Dedicato a Zvonimir “trasformato” da bambino a ragazzino
che martedì 5 marzo festeggerà i
suoi splendidi 13 anni! Con tanto
affetto mamma, papà, Nadia, nonni, nonne e zio Alessandro.
Animali
Cerco cane metic-
cio di piccola taglia, maschio a
pelo raso, età dai 30 ai 50 giorni.
☎ 338 9466485 - 349 7101808
Vendo gabbie per
uccelli cm 60x30 con accessori a € 15 cad. ☎ 340 1897814
Libri usati
Vendo enciclopedia nuova degli animali con
videocassette a € 50. ☎ 0373
66637
Varie
Vendo n. 1 biglietto
prato del concerto di
Vasco Rossi a Bologna il 23
giugno a € 100. ☎ 339 6988555
Collezionista compra, scambia, modellini di auto in
scala 1:43 in metallo, modellini di treni in H:0 e vari kit di
montaggio. ☎ 339 4145719
Vendo q.li 20 di legna
da ardere (faggio, rovere, ecc.) già stagionata a € 13 al
q.le per pizzerie e privati. ☎ 338
1649737
Vendo 19 prismi larg. cm
40, altez. cm 20, prof. cm 20 colorati, bugnati color rosso corallo
(mattone) a metà prezzo, a € 30
totali. ☎ 333 8645988
Vendo macchina per
cucire elettrica nuova “Protes”
con mobile e seggiolino € 400 trat-
tabili. ☎ 0373 202805
Vendo
chitarra
elettrica nera + amplificatore
marca Soundsation a € 150 complessive. ☎ 338 6799148
Vendo passeggino di
colore rosso, praticamente nuovo,
per bambini fino a 3/4 anni a € 25.
☎ 348 4109941
Affare: vendo DVD
cartoni animati tartarughe Ninja dal n. 1 al 35,
praticamente nuove a € 200. ☎
0373 234818 (ore pasti)
Vendo macchina da
caffè, Saeco Lavazza a Modomio a € 70; seggiolino per
pianoforte, rotondo, altezza regolabile a € 50. ☎ 340 8325111
Vendo sella da reining
(monta western) white star wh
108b, seggio 16 pollici, arcione in
legno + sottosella in neoprene + sottosella western
imbottito + testiera lavorata
con borchie + accappatoio antisudore in fibra specifica, tutto in
ottime condizioni. € 700 complessive. ☎ 339 1395462
Arredamento
e accessori per la casa
Vendo lampada da terra
funzionante, alta 1,50 fusto in legno, pralume di vetro temperato a
forma di campana rovesciata a €
40. ☎ 035 878400
Vendo specchio lacca-
(Castelleone - CR - via per Ripalta Arpina, 14 - tel. 0374 3551)
www.marsilli.it
Per l’ampliamento della struttura tecnico-linguistica ricerca un/una
INTERPRETE E TRADUTTRICE
LINGUA TEDESCA
È indispensabile la conoscenza professionale della lingua tedesca, sia scritta che parlata, approfondita con stages all’estero o svolgendo mansioni analoghe in azienda. La condizione
di madre lingua, la ottima conoscenza della lingua inglese, una discreta familiarità con gli
applicativi MSOffice e la conoscenza generale della terminologia tecnico/commerciale costituiranno titolo preferenziale. La sede di lavoro è in Castelleone (CR). La selezione è finalizzata
ad un inserimento stabile, mediante contratto di lavoro a tempo indeterminato. L’inquadramento e la retribuzione saranno commisurati alle competenze e all’esperienza maturata.
Gli interessati possono inviare il loro curriculum per posta elettronica
all’indirizzo: [email protected]
specificando nell’oggetto “Ricerca traduttrice”.
Si garantisce la massima riservatezza
to bianco da bagno con mobiletto,
2 luci e 2 ante, usato pochissimo,
lunghezza cm 91, altezza cm 65 €
30. ☎ 346 8406138
Lampadario 6 luci con
2 aplique, doppie in capodimonte
e peltro vendo € 300; vari soprammobili di Capodimonte
e Amorini a partire da € 5. ☎ 0373
273291 (ore serali)
Vendo 6 sedie anni’40, in
legno, perfetto stato a € 15 cad. ☎
035 878400
Vendo tavolo in legno
in massello d’abate cm 85x160 allungabile a mt 2,20 a € 300 trattabili + 4 sedie sempre in legno a
€ 100 complessive; divano a 3
posti cm 190x80 a € 150, tenuto
molto bene. ☎ 0373 648679
guardo dei 95 anni.
Affettuosi auguri dai figli, dalle
nuore, dai generi, dai nipoti e dai
pronipoti.
Buon compleanno!
Santa maria della Croce: 40 anni insieme!
3.03.1973
Andrea Gandelli
e Maria Teresa Boschiroli
In un momento così
gioioso non possiamo
che esprimervi i migliori
auguri per il vostro 40°
anniversario di matrimonio. Che il vostro cammino duri insieme ancora
per tanti anni.
I figli Mirko con Elena
Mauro e Lara
Auto, cicli e motocicli
Vendo bicicletta da
donna, sportiva, marca Atala, di
colore nero, rimessa a nuovo,
con cestello e portapacchi a €
100; bicicletta da donna,
marca Bianchi, con freni a bacchetta, semi nuova a € 200. ☎
0373 31957
Vendo bicicletta da
donna usata con cestino € 50. ☎
0373 202805
Oggetti smarriti/ritrovati
Venerdì 8 febbraio nel trat-
Auguri alla mamma
Maria Teresa che oggi
festeggia il compleanno!
to via Griffini - piazza Garibaldi a Crema, è stata smarrita una chiave (senza
portachiavi) di auto Lancia.
si prega di contattare il n. 333
3497868
In zona Campo di Mar-
te, nel pomeriggio di sabato
19 gennaio, ho smarrito
le chiavi dell’auotomobile con portachiavi in cuoio.
Chi le avesse ritrovate è pregato di contattare il n. 0373
256257
(Castelleone - CR - via per Ripalta Arpina, 14 - tel. 0374 3551)
www.marsilli.it
Nell’ambito di un programma di sviluppo dell’area tecnica ricerca un
ADDETTO CONTROLLO QUALITÀ
La Società opera nel campo della produzione di macchinari complessi di elevata precisione e
cerca un tecnico da inserire nel proprio laboratorio metrologico come addetto al controllo qualità
delle parti meccaniche approvvigionate. Il candidato, nell’ambito delle direttive impartitegli dal
diretto responsabile, basandosi sui disegni costruttivi e le relative specifiche, dovrà effettuare le
verifiche necessarie alla valutazione della conformità delle parti meccaniche provenienti dalla
subfornitura. Nello svolgimento delle mansioni affidategli farà uso della strumentazione metrologica ordinaria (calibri, micrometri, altimetri, ecc.) e delle altre apparecchiature presenti in laboratorio (rugosimetri, durometri, macchine di misura tridimensionali, ecc.). Pertanto è indispensabile una consolidata esperienza nella mansione tale da garantire la conoscenza professionale
del disegno meccanico e la capacità di utilizzare la strumentazione citata. Sono richieste doti
di autonomia organizzativa, precisione e capacità di relazione. È molto gradita una precedente
esperienza nel campo delle lavorazioni con macchine utensili per la produzione di attrezzature
meccaniche di precisione. La selezione è finalizzata ad un inserimento stabile, mediante contratto
di lavoro a tempo indeterminato. L’inquadramento e la retribuzione saranno commisurati alle
competenze e all’esperienza maturata. La sede di lavoro è in Castelleone (CR).
Gli interessati possono inviare il loro curriculum per posta elettronica
all’indirizzo: [email protected]
specificando nell’oggetto “Selezione controllo qualità”.
Si garantisce la massima riservatezza
Domande & Offerte 33
arco case
SABATO 2 MARZO 2013
Privato VENDE A CREMA VIA CRISPI
(Campo di Marte) TRILOCALE + servizi
Classe G 427,77 kwh/m a. Prezzo interessante
No agenzie. ☎ 335 5653542 (dalle ore 20)
2
Privato
VENDE A CREMA LOC. S. MARIA
in contesto signorile BILOCALE DI MQ 50
composto da ampia zona giorno con parete cottura,
bagno e spaziosa camera matrimoniale.
Giardino privato di circa 80 mq + box doppio con cantina
Aria condizionata e impianto allarme. € 128.000
Classe E. CE. IPE 124,66
Solo se realmente interessati ☎ 335 7746582 (NO MEDIATORI)
Telefono
0373 - 278580
Cedesi attività di pizzeria d’asporto in
ottima posizione, avviamento consolidato da diversi anni.
Trattative in ufficio!
Affarone: in bifamiliare nuovissimo tre locali
con ingresso indipendente e giardinetto privato. Possibilità scelta finiture e box. Bellissimo.
Soli € 98.000 al netto del recupero fiscale!
Recente villa a schiera di quattro locali, doppi
servizi, ripostiglio, due balconi, ampio box e giardino privato. Ottima posizione.
AFFITTO A RISCATTO!
Classe energetica G IPE 279,46. Vaiano Cr.sco
Cascina con grande corte chiusa, abitazione
composta da cucina, sala, due camere grandi,
bagno, ripostiglio oltre due locali indipendenti al
primo piano. Libera. Possibilità per due famiglie!
Bagnolo Cremasco. A.C.E. G IPE 418,58
Classe energetica C IPE 74,72
COMUNE DI RIVOLTA D’ADDA (CR)
Area urbanistica ed edilizia privata - Servizio urbanistica
AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VALUTAZIONE AMBIENTALE
STRATEGICA (VAS) DELLA VARIANTE (N. 2) AL PIANO DI
GOVERNO DEL TERRITORIO (PGT) AI SENSI DELLA L.R. 12/2005
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 4 della L.R. 11 marzo 2005 n.12 “Legge per il
governo del territorio” e s.m.i., degli indirizzi generali di piani e programmi
approvati con D.C.R. 13 marzo 2007 n. VIII/351 e delle indicazioni contenute
nella D.G.R. 27 dicembre 2007 n.VIII/6420,
SI RENDE NOTO
Che l’Amministrazione Comunale di Rivolta d’Adda ha avviato il procedimento relativo al processo di valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) della
Variante al Documento di Piano, Piano dei Servizi e Piano delle Regole del
vigente P.G.T. ai sensi della D.G.C. n.18 del 2/2/2013.
Gli enti territoriali interessati, le istituzioni e le autorità con specifiche competenze in materia ambientale saranno successivamente invitati a partecipare
ai diversi incontri nell’ambito delle Conferenze di Valutazione.
Chiunque abbia interesse a presentare, sin da ora, suggerimenti, proposte
e istanze utili, aventi attinenza con gli obiettivi dell’atto di indirizzo di cui
alla D.G.C. n. 69/2012, per la definizione del progetto di variante e le scelte
di pianificazione, redatte in duplice copia in carta semplice (anche compresi
elaborati in formato digitale), da recapitare all’Ufficio Protocollo del Comune
di Rivolta d’Adda.
Rivolta d’Adda, 27/02/2013
L’Autorità Procedente per la V.A.S.
Il Sindaco
TRIBUNALE DI CREMA
RISTORAZIONE
Crema limitrofo
VENDE ATTIVITÀ
solo referenziati. Trattativa riservata
☎ 334 2634742
MADIGNANO
PRIVATO VENDE
BILOCALE DI 60 MQ
ARREDATO
con predisposizione
per altra
eventuale stanza
Portico coperto, ampio giardino
di 70 mq di cui 40 mq piastrellato,
posto auto nel cortile,
riscaldamento autonomo.
No spese condominiali. € 110.000
☎ 345 8189193
Classe Energetica G
Indice di Prestazione Energetica 376,29
kwh/mq anno (kwh/m2a)
CREMA, BILOCALE DI 65 MQ
CREMA, CAMPO DI MARTE
CREMA, VIA CAPERGNANICA
al piano primo di quattro, tenuto bene, inserito
luminoso trilocale al 5° piano della superficie
di 100 mq circa. Ingresso, soggiorno, cucina
in zona residenziale molto ben servita. Appartaabitabile,
tre camere di buona metratura, bagno,
mento composto da: camera, cucina separata,
balcone, soffitta e box. In buone condizioni.
bagno, due balconi, soffitta e box.Riscaldamento Teleriscaldamento con valvole contaconsumi.
compreso nelle spese di € 1.000 all’anno.
Servizio di portineria compreso.
CL. F (172,84 kwh/mqa).
CL. G (205,81 kwh/mqa). Richiesta € 160.000
Richiesta € 85.000. Rif. 1294
Rif. 1318
CREMA, TRILOCALE DI 100 MQ
al piano secondo di una piccola palazzina ben
abitata in zona residenziale e di grande tranquillità. L’appartamento è servito da ascensore ed è
composto da ingresso, cucina, soggiorno, due
camere, un bagno, tre balconi, cantina e box.
Termoautonomo. CL. G (215,51 kwh/mqa).
Richiesta € 100.000. Rif. 1307
CREMA, VIALE S. MARIA
appartamento di 100 mq al piano rialzato in
tranquilla palazzina di 3 piani totali. Soggiorno,
cucina abitabile, 2 camere e 1 cameretta in
parquet di nuova esecuzione, bagno, grande
balcone e box. Spese annuali 400 €.
CL. G (303.34 kwh/mqa) Richiesta € 130.000
Rif. 1308
CONSORZIO DI IRRIGAZIONE
ROGGE COMUNA ED UNITE
Presso: Consorzio di Bonifica Dugali Naviglio Adda Serio
Distretto di Crema via G. Verdi, 16 - CREMA
Tel. e Fax 0373 259693 e-mail: [email protected]
AVVISO DI CONVOCAZIONE
ASSEMBLEA GENERALE DEI CONSORTISTI
A termini di Statuto i sigg. Consortisti sono invitati a partecipare
all’Assemblea Generale che si terrà a Crema presso la Sala Achilli in
via Frecavalli n. 2/A (g.c.) alle ore 8 in prima convocazione il giorno
5 marzo 2013, valida in seconda convocazione, qualunque sarà il
numero degli intervenuti e delle superfici rappresentate, il giorno di
MARTEDÌ 5 MARZO 2013 ALLE ORE 10
per la trattazione del seguente O.d.G.:
1. Discussione e approvazione del conto consuntivo dell’anno 2012
2. Discussione e approvazione del bilancio preventivo dell’anno 2013
3. Nomina Sindacato Centrale triennio 2013-2015
4. Nomina dei revisori dei Conti per l’anno 2013
5. Varie ed eventuali
Ogni Consorziato potrà rappresentare altro o altri Consorziati mediante
delega scritta.
La documentazione inerente all’ordine del giorno è disponibile per la
consultazione presso la sede del Consorzio previo avviso telefonico di
1 giorno.
Crema, lì 20 febbraio 2013
IL SINDACATO CENTRALE
TRIBUNALE DI CREMA
ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA - 3° Esperimento
Esec. Civ. R.G.E. N. 174/2010 - G.E. Dr.ssa Maria Marta Cristoni
Registro incarichi N. 15/2012 - Avv. Giuseppe Moretti
AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (quarto esperimento)
Vendita senza incanto: 18 aprile 2013, alle ore 15,30 nello studio dell’Avv.
Giuseppe Moretti, professionista delegato, in Crema, Via Frecavalli, 30. Lotto unico, in Comune di Madignano (CR), piena proprietà di terreni agricoli
costituiti da sette Particelle formanti un corpo unico della superficie complessiva di Ha 2.56.10. Prezzo base € 115.593,75. Offerte da depositare in
bollo ed in busta chiusa, presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari
del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente
la vendita, nella quale va inserito l’assegno circolare, per cauzione, non trasferibile, dell’importo pari al 10% del prezzo offerto, intestato alla Proc. Esec.
Imm. N. 174/2010 R.G.E. Tribunale di Crema. Vendita all’incanto: 7 maggio 2013, alle ore 15,30 nello studio dell’Avvocato delegato, prezzo base
€ 115.593,75, offerte in aumento non inferiori ad € 6.000,00. La domanda
di partecipazione all’incanto, in bollo, va depositata presso la Cancelleria
delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del
giorno non festivo precedente la vendita, unitamente all’assegno circolare,
come sopra indicato, dell’ importo pari al 10% del prezzo base e medesima intestazione. Maggiori informazioni presso: l’Avv. Giuseppe Moretti,
Tel. 0373/84938-Fax 0373/86357, e-mail [email protected]; il
custode giudiziario nominato, Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta Srl, Tel.
0373/80250, anche per visionare l’immobile; la Cancelleria del Tribunale di
Crema ove potranno essere chieste anche informazioni relative alle generalità del debitore. Relazione di stima, ordinanza di vendita e avviso di vendita
con le modalità di partecipazione alla vendita sono pubblicati sui siti Internet www.astegiudiziarie.it e www.giustizia.brescia.it.
Crema, lì 22 febbraio 2013
Avv. Giuseppe Moretti
Esecuzione Immobiliare nr. 139/2010 R.G.E. (reg. inc. 2/2012) G.E. Dr. Christian Colombo Professionista delegato Avv. Carlo de Blaw con studio in
Crema via C. Urbino 54 (tel. 0373.83571 fax 0373.257667 e-mail: [email protected]) Vendita senza incanto: 24/04/2013 ore 15.30 presso lo
studio del professionista delegato. Lotto unico: in comune di Agnadello,
in villa Liberty, appartamento (mq 175) al piano rialzato così organizzato:
scala coperta di accesso dal giardino, disimpegno, cucina, soggiorno, due
camere due bagni e loggia chiusa, dalla quale si accede alle cantine poste
nel seminterrato tramite scala. Fabbricato accessorio pertinenziale ad uso
autorimessa di 60 mq. Il tutto con area cortilizia pertinenziale di circa 494
mq. Classe energetica G – Indice di prestazione energetica 482,48 kWh/m2a.
Occupato. Prezzo Base: € 123.750,00= (centoventitremilasettecentocinquanta/00) offerte da depositare in bollo e busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le 12.00 del
23/04/2013, con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato a “Tribunale di Crema - procedura esecutiva immobiliare
nr. 139/2010 R.G.E.” Vendita all’incanto: 08/05/2013 ore 15.30 presso lo
studio del professionista delegato, in Crema via C. Urbino, 54. Prezzo Base:
€ 123.750,00= (centoventitremilasettecentocinquanta/00) con offerte in aumento non inferiori ad € 5.000,00. La domanda di partecipazione
all’incanto in bollo e busta chiusa dovrà essere depositata nella Cancelleria
delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del
07/05/2013 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo
base, come sopra intestato. Maggiori informazioni presso il professionista
delegato e la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari del Tribunale dei Crema. Ordinanza G.E., perizia e avviso di vendita consultabili in Cancelleria e
pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.com, www.giustiziabrescia.
it, www.tribunalecrema.it
Crema, 25/02/2013
Avv. Carlo de Blaw
TRIBUNALE DI CREMA
Es. imm. N. 149/2010 R.G.E. Reg. Incarichi N. 46/2012 - G.E. Dott. Colombo
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA di IMMOBILI - II esperimento
Esec. Immob. n. 132/2010 R.G.E. (Reg. Incarichi n. 43/2012)
G.E. dott.ssa M.M. Cristoni
Vendita senza incanto: 23 aprile 2013 ore 15.30 presso lo studio del delegato
avvocato Giulia Bravi in Crema, via del Ginnasio 15. Appartamento sito nel Comune di Pandino Via Battisti n. 11/G, ubicato al primo piano di una palazzina
condominiale denominata “A4” composto da un ingresso-soggiorno, cucina,
due camere da letto, due servizi igienici, disimpegno notte, due balconi; al
piano terreno un box autorimessa e la cantina. Competono alle porzioni immobiliari le quote millesimali delle parti comuni e gestione delle stesse. L’accesso (pedonale e carrale) avviene principalmente dalla strada comunale di
via Battisti. CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELL’IMMOBILE - L’immobile in oggetto è in classe energetica G con un consumo di 371.81 KWh/m3a. Il prezzo base
è di € 83.250,00=. Custode Giudiziario è l’Istituto Vendite Giudiziarie, Via
Vittorio Veneto, 4, Ripalta Cremasca, tel. 0373/80250, e-mail [email protected] Le offerte d’acquisto dovranno essere presentate
in bollo e busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del
Tribunale di Crema entro le ore 12 dell’ultimo giorno non festivo precedente
la vendita, unitamente ad assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo
offerto, non trasferibile intestato alla procedura esecutiva immobiliare n.149/2010
R.G.E. Tribunale di Crema. Vendita con incanto: 07 maggio 2013 ore 15.30 presso lo studio del delegato avvocato Giulia Bravi in Crema, via del Ginnasio 15.
Il prezzo base è di € 83.250,00=, offerte in aumento non inferiori ad € 2.000,00=.
La domanda di partecipazione all’incanto, sottoscritta ed in carta da bollo, dovrà
essere depositata presso la Cancelleria del Tribunale di Crema, entro le ore 12,00
dell’ultimo giorno non festivo precedente la vendita e dovrà contenere le indicazioni di cui sopra. Gli offerenti dovranno prestare cauzione di importo pari al 10%
del prezzo base con assegno circolare, non trasferibile, intestato come sopra, che
dovrà essere depositato con la domanda di partecipazione all’incanto presso la
Cancelleria del Tribunale di Crema. La relazione di stima è pubblicata sui siti internet www.astegiudiziarie.it e www.crema.astagiudiziaria.com, unitamente all’ordinanza di vendita ed al presente avviso di vendita. La presentazione dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto
nella relazione peritale e nei suoi allegati, agli atti del fascicolo processuale, nonché dell’ordinanza e dell’avviso di vendita. Con espressa avvertenza che saranno
poste a carico dell’aggiudicatario, ai sensi dell’art. 179 bis disp. att. cod. proc. civ.
e art. 7 D.M. n. 313/1999, le spese, i diritti e le competenze successive alla vendita, così come esattamente liquidate dal Giudice, il tutto da corrispondere entro il
termine di giorni sessanta dall’aggiudicazione. Ogni ulteriore informazione potrà
essere richiesta dagli interessati all’Avvocato Delegato, presso il proprio studio, Tel.
0373/259128 – Fax 0373/84768 – e-mail [email protected], o presso la
Cancelleria del Tribunale di Crema, nonché presso il Custode Giudiziario.
Crema, 18.02.213
Avv. Giulia Bravi
snc
Via Griffini, 26 - CREMA (Cr)
tel. 0373 25.77.78 - fax 0373 81171 e-mail: [email protected]
TRIBUNALE DI CREMA
Estratto avviso di Vendita di Immobili (III esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Corrado Locatelli con studio in Crema, P.zza
Istria e Dalmazia n. 20 Vendita senza incanto 23.04.2013 ore 15,00 presso
lo studio del delegato. Lotto unico: In Comune di Crema (CR) Via Bramante
n. 108/U, appartamento posto al terzo piano di fabbricato edificato da cielo
a terra su tre piani residenziali e piano terra ad uso di accessori box e cantina
composto da: soggiorno, cucina, due bagni, tre camere, ingresso e disimpegno, piccolo ripostiglio con disimpegno bagno di servizio, due balconi. Al
piano terra trovasi locale cantina con accesso da disimpegno comune e locale box. L’immobile ha una superficie commerciale complessiva di 111,57mq.
l’appartamento, mq. 6,72 la cantina, mq. 10,46 il box. All’Agenzia delle Entrate-Ufficio di Crema non risulta alcun contratto di locazione immobiliare
registrato. Regolarità edilizia: dal sopralluogo del perito è emersa inoltre l’esecuzione all’interno del fabbricato di opere non autorizzate. Opere sanabili
ai sensi del DPR 380/01 e della L.R. 12/05 con un costo di Euro 2.666,00=; importo già scomputato dal valore attribuito all’immobile. Dati catastali e confini come in atti. L’immobile è attualmente occupato dai debitori esecutati.
Classe energetica “G”. Indice di prestazione energetica (IPE): 310,31 Kw/m2a.
Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l.. Prezzo base:
€. 61.351,49=. Offerta da depositare in bollo ed in busta chiusa presso Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Crema entro le ore 12,00 del
22.04.2013 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo
proposto dall’offerente intestato a “Tribunale di Crema – Procedura Esecutiva Immobiliare n. 132/2010 R.G.E.” Vendita con incanto: 14 Maggio
2013 ore 15,00 presso lo studio del delegato. Prezzo base: €. 61.351,49 con
offerte in aumento non inferiori ad €. 2.000,00=. Le domande di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovranno essere depositate in
Cancelleria del Tribunale entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente
la vendita, con unito assegno circolare, come sopra intestato, per cauzione
di 6.135,15=. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv.
Corrado Locatelli (tel. 0373 1970882), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Crema e l’Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l. (tel. 0373 80250).
Ordinanza G.E., perizia ed avviso di vendita con modalità di partecipazione
consultabili sui siti Internet www.crema.astagiudiziaria.com, www.astegiudiziarie.it, www.tribunalecrema.it, www.giustizia.brescia.it.
Crema lì 22.02.2013
Avv. Corrado Locatelli
ampio quadrilocale (160 mq circa) al 6° e ultimo
piano, in contesto residenziale immerso nel verde.
Ampio ingresso, cucina abitabile, soggiorno, 3
camere, 2 bagni, ripostiglio, 2 balconi, oltre a box e
cantina. Tenuto benissimo. Possibilità cucina.
CL. F (165,57 kwh/mqa).
Richiesta € 270.000
Rif. AQ03
CREMA, BILOCALE CON GIARDINO
PARTICOLARISSIMO APPARTAMENTO
CREMA, APPARTAMENTO
CREMA CENTRO STORICO
a 5 minuti di passeggiata dal centro storico. Inserito MANSARDATO in piccolo e tranquillo contesto
a corte immerso nel verde. Travi a vista in legno
in un complesso residenziale curato e distinto,
presenta un ingresso indipendente dal portico, un sbiancato. Grande superficie per il salone, con cucina
a
vista, due camere matrimoniali, cabina armadio,
soggiorno con parete cottura, camera, bagno e 2
due bagni e un ripostiglio. Box doppio, due cantine,
ripostigli. Cantina e box al piano interrato.
posto
auto. Condizionato, impianto allarme, altissime
CL. G (186,72 kwh/mqa). Richiesta € 168.000
finiture. CL. G (219,75 kwh/mqa).
Rif. 1314
Richiesta € 360.000. Rif. 1313
inserito in contesto gradevole e pacifico, tenuto appartamento da sogno di circa 150 mq nel cuore della
città. Appena ristrutturato, con finiture di alto livello e
benissimo e disposto su due piani. Salone
doppio, cucina e bagno al piano terra + portico altezze interne superiori ai 4 metri. Situato al 2° piano con
accesso tramite scalinata interna in pietra e ringhiera in
di mq 46; tre camere, di cui due matrimoniali, e ferro battuto, si presenta con ingresso, grande soggiorno
bagno padronale al primo piano. Tutto parquet. con cucina a parete, veranda di 14 mq, disimpegno, due
Box di 18 mq + posto auto coperto di mq 19.
camere con rispettivi guardaroba collegati da un patio e
due bagni. CL:EN (163,90 Kwh/mqa). Info in studio.
CL. G (229,93 kwh/mqa). Richiesta € 240.000
Rif. 1322B
Rif. VQ02
COMUNE DI SPINO D’ADDA (CR)
AVVISO DI PUBBLICAZIONE E DEPOSITO DEL PIANO INTEGRATO
DI INTERVENTO “PII AREA WELKO” IN VARIANTE AL PIANO DELLE
REGOLE DEL P.G.T., REDATTO DALL’ING. PAOLO GUERINI ROCCO,
PRESENTATO DAL SIG. GIANFRANCO CICORELLA IN QUALITÀ
DI PROCURATORE ad negotia DELLA SOCIETÀ
“WELKO INDUSTRIALE S.R.L.”
IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA
Ai sensi del comma 4, dell’art. 13 della Legge Regionale n. 12/2005 e Legge
Regionale n. 4/2012, e successive modifiche e integrazioni;
PREMESSO
che il Consiglio Comunale con Deliberazione n. 8 del 20.02.2013, dichiara immediamente eseguibile, ha adottato il Piano Integrato di intervento “PII AREA
WELKO” in variante al Piano delle Regole del P.G.T., redatto dall’ing. Paolo Guerini Rocco, presentato dal sig. Gianfranco Cicorella in qualità di procuratore ad
negotia della Società “WELKO INDUSTRIALE S.R.L.”;
RENDE NOTO
che la succitata deliberazione del Consiglio Comunale con tutta la documentazione tecnico-grafica allegata sarà depositata per trenta giorni consecutivi
a partire dal 27.02.2013 fino al 29.03.2013 compreso, presso l’ufficio della Segreteria Comunale e sarà in libera visione al pubblico;
AVVERTE
che durante il periodo di pubblicazione, chiunque ha facoltà di prendere visione degli atti depositati ed entro trenta giorni successivi, e comunque entro
il giorno 29.04.2013, potrà presentare le proprie osservazioni al P.I.I. in variante al Piano delle Regole del P.G.T.
Le eventuali osservazioni dovranno essere redatte in duplice originale e presentate al Protocollo generale del Comue.
Spino d’Adda, 27.02.2013
IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA
EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA
geom. Irene Paola Ricci
Tribunale di Crema - Estratto avviso di vendita Esec. Immob. n. 172/2010 RGE (reg. incarichi n. 56/2012)
G.E. dott.ssa Maria Marta Cristoni
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo S.
Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 19.4.2013 alle ore 15.00 presso lo studio
del delegato. Lotto unico: In Comune di Trescore Cremasco (CR) – viale A.
De Gasperi – In edificio plurifamiliare a schiera, parte di un complesso immobiliare, appartamento al piano I di tre locali oltre i servizi ed autorimessa privata al p.t con antistante area esclusiva di pertinenza nonché proporzionale
quota di comproprietà indivisa ex art. 1117 c.c. Dati catastali e confini come in
atti. Immobile in classe energetica G; indice prestazione energetica climatizzazione invernale 229,90 Kwh/mqa. L’unità immobiliare è abitata dagli esecutati con la famiglia. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta
s.r.l – via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca (CR) (tel. 0373/80250) – e-mail:
[email protected] Prezzo base € 82.350,00. Offerte
da depositare in bollo e in busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni
Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore 12.00 del 18.4.2013, con unito
assegno circolare non trasferibile per cauzione, pari al 10% del prezzo offerto,
intestato a: Proc. Esec. Immob.172/2010 RGE Trib. Crema. Vendita con incanto: 9.5.2013 alle ore 15.00 nello studio dell’Avvocato delegato. Prezzo base
€ 82.350,00 con offerte in aumento non inferiori ad € 2.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere
depositata in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare non trasferibile per cauzione di €
8.235,00, intestato come sopra. Maggiori informazioni presso: professionista delegato avv. Anita Brunazzi (tel. 0373/81407); custode giudiziario, anche
per visionare l’immobile; Cancelleria Esec. Immob. Tribunale Crema, anche
relative alle generalità del debitore ex art. 570 c.p.c.. Relazione di perizia, nota
integrativa e avviso di vendita con le modalità di partecipazione alla vendita
consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.
com e www.astegiudiziarie.it
avv. Anita Brunazzi
TRIBUNALE DI CREMA
Esec. Civ. n. 168/2010 - Reg. Incarichi 35/2012 - G.E. dott.ssa Cristoni
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA III esperimento
Professionista delegato: avv. Cristiano Duva, con studio in Crema – Piazza Trento
e Trieste n. 7. Vendita senza incanto: 7 maggio 2013 alle ore 16,00, presso lo
studio del delegato. Nel Comune di Agnadello – via Dante n. 36 - appartamento
ubicato al piano primo, composto da due locali e accessori. Attualmente l’immobile risulta libero da persone e da cose. Detta unità immobiliare non è soggetta
all’obbligo dell’allegazione dell’attestato di certificazione energetica in quanto
priva dell’impianto di riscaldamento. Si precisa che sono stati eseguiti lavori edili
di consolidamento di parti murarie ammalorate. Detti lavori sono stati pagati
dalla procedura. PREZZO BASE euro 24.716,25 con offerte in aumento di
euro 1.000,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso la competente Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema non oltre
le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato alla Procedura Esecutiva Immobiliare n. 168/2010 R.G.E. – Tribunale di Crema. Vendita all’incanto:
23 maggio 2013 alle ore 16,00, sempre nello studio dell’avv. Cristiano Duva al
PREZZO DI BASE di euro 24.716,25 con offerte in aumento di euro 1.000,00.
La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà
essere depositata nella competente Cancelleria del Tribunale di Crema non oltre
le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con allegato assegno
circolare per cauzione di euro 2.471,62, intestato come sopra. In ogni caso sul
sito web www.astagiudiziaria.com, e sul sito web www.astegiudiziarie.it, gestito
dalla società Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. - la quale garantirà la contemporanea
pubblicità della vendita anche sui siti www.giustizia.brescia.it e www.tribunalecrema.it ove attivo - sono pubblicate la relazione di stima dell’immobile per
cui è la presente procedura di vendita. La presentazione dell’offerta implica la
conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella
relazione peritale e nei suoi allegati, negli atti del fascicolo processuale, nonché
nell’avviso affisso, in forma integrale, all’Albo del Tribunale di Crema. Sono a carico dell’aggiudicatario le spese, i diritti e le competenze successive alla vendita,
nonché le spese del decreto di trasferimento, imposte e tasse inerenti e conseguenti, ai sensi dell’art. 179 bis, disp. att. cod. proc. civ. e dell’art. 7 D.M. 25
maggio 1999, n. 313, oltre a quelle relative agli annotamenti di cancellazione
delle trascrizioni e iscrizioni pregiudizievoli, ad eccezione delle relative imposte
e tasse che rimarranno a carico, per l’intero, della procedura.
Crema, 26 febbraio 2013
(avv. Cristiano Duva)
34
SABATO 2 MARZO 2013
Tutti i risultati sul nostro sito www.ilnuovotorrazzo.it
SETTORE VOLLEY
TOP JUNIOR
CARO PAPA... L’ABBRACCIO DEL CSI
“C
volley volley volley
G
IOVANISSIME: continua la caccia ai playoff
per le giovani pallavoliste dell’Oratorio
Sabbioni, attualmente in quarta posizione con 21 punti nel torneo Under 12.
Non stanno di certo a guardare le pari età dell’Avis, vittoriose per 2 a 1 Izano (25-23;
25-21; 16-25) nell’ultimo match contro la Segi Spino d’Adda, che tallonano le sabbionesi a sole tre lunghezze di distanza (21). Nonostante la sconfitta anche Spino vuol
dire la sua e segue a ruota con 20 punti. Più indietro, rispettivamente in nona, decima
e undicesima posizione, le altre squadre cremasche, la Polisportiva Pier Giorgio Frassati (15), che ha vinto nell’ultima partita disputata contro l’Us Capralbese, l’Oratorio
Casaletto Ceredano (10) e le neroazzurre (3). Tra oggi e domani, nella terza giornata
di ritorno, la maggior parte delle squadre cremasche saranno impegnate fuori casa:
l’Oratorio Sabbioni sarà ospite del Traba Volley, l’Avis Izano del fanalino di coda
Volley Zelo e l’Us Capralbese del Sant’Alberto. Match casalingo per la Frassati, che
accoglierà il San Bernardo e scontro Segi Spino-Oratorio Casaletto Ceredano.
RAGAZZE: giornata no per le pallavoliste della categoria Ragazze. Nell’Under 13
Avis Izano non riesce a portare a casa la vittoria e, nell’Under 14, dopo la sconfitta
per 3 a 1 subita contro il Volley Codogno, le atlete della Segi Spino (14-25; 13-25; 2523; 18-25) si vedono raggiungere alla testa della classifica dal Gso Laudense, vincente
per 3 a 0 (25- 9; 25-19; 25-19) sull’altra squadra cremasca del torneo, Zaniboni Infissi
che scende in classifica in decima posizione. Se le spinesi saranno oggi pomeriggio
impegnate contro un ostico Real Qcm, quarto a quota 35, le offanenghesi dovrebbero
aver meno difficoltà con il Volley Riozzo che le segue in classifica di parecchi punti.
OPEN MISTO: Master Volley 30; Pallavolo Oratorio Izano 30; Vbc Bagnolo la Fiesta
27; Gso Sergnano 19; Pallavolo Castelleone 18; Il Calabrone 15; Sant’Alberto 5; Il
Pozzo dei Golosi 0.
OPEN MASCHILE: Volley Offanengo 2011 38; Vogelsang 32; Segi Spino d’Adda 26;
Offanengo Evergreen 19; Pallavolo Reima Crema 18; Pallavolo Castelleone 17; San
Bartolomeo 9; Usd Pianenghese 6; Ambrosiana Sport 0.
OPEN FEMMINILE - GIRONE B
Classifica: Us Standard 45; Oratorio Agnadello 41; Nuvole Rosse 29; Usd Pianenghese 26; Fidelis San Carlo 22; Polisportiva Capergnanica 18; Jolly Roger Bianchessi 11;
Real Qcm 11; Polisportiva Oratorio San Giorgio 10; Volley Scannabue 0.
VII giornata R: Volley Scannabue-Jolly Roger Bianchessi; Usd Pianenghese-Nuvole
Rosse; Us Standard-Polisportiva Capergnanica; Polisportiva Oratorio San GiorgioFidelis San Carlo; Real Qcm-Oratorio Agnadello.
La scarsa disponibilità di spazio
non ha di certo impedito di
raggiungere traguardi di tutto
rispetto, ma ci si chiede quanto
di più e meglio possano fare se
potessero distribuire meglio le
tante attività che si sovrappongono.
ORATORIO SPINESE: Nathalia
Arioli, Valentina Bellini, Chiara
Bertolli, Luana Colla, Sara Favero, Martina Fraschini, Laura
Galbiati, Francesca Galvagni,
Clara Goi, Sonia Lucini, Elisa
Moretto, Erica Mori, Andrea
Piccichino, Laura Pizzamiglio,
Veronica Pizzoli, Camilla Raisi,
Marta Rinoldi, Letizia Simeone, Camilla Torchio, Alessia
Vanazzi, Costanza Vedani.
Allenatori: Gian Carlo Carniti,
Alessandra Doi. Dirigenti
Accompagnatori: Antonio Fraschini, Fiorella Pogliani.
ECCELLENZA
Classifica: Enrico IV 32; Videoton A 31;
Fidelis San Carlo 29; Dtg San Benedetto
24; Oratorio Spinese 24; Pieranica United
20; Golden Boys Pandino 16; Polisportiva
Castelnuovo 14; Lte Soncino 13; SimeComm 11; Casaletto Ceredano 10; Montodine Calcetto 5.
V giornata R: Golden Boys Pandino-Videoton A; Montodine Calcetto-Lte Soncino;
Pieranica United-Polisportiva Castelnuovo; Fidel San Carlo-Dtg San Benedetto;
SimeComm-Enrico IV; Casaletto Ceredano-Oratorio Spinese.
Lettera del presidente Csi
Massimo Achini
calcio a 11
randissima regular season
per le pallavoliste dell’Oratorio Spinese (nella foto).
Le ragazze allenate da Gian
Carlo Carniti hanno, infatti,
conquistato, per il secondo
anno consecutivo la vittoria nel
girone unico del torneo Top
Junior, riservato alle giocatrici
sotto i ventidue anni. Numeri
da capogiro per le spinesi,
vittoriose in ben dodici match
su tredici disputati, con trentotto set all’attivo e soltanto
cinque persi. Dietro di loro, a
sette lunghezze di distanza con
30 punti, il Volley Codogno
e lo Junior Sant’Angelo, le
due formazioni che, assieme
all’Ap Spes prenderanno parte
ai playoff. A questo appuntamento – che metterà in palio
rispettivamente un secondo e
un terzo posto che rimarranno
sicuramente a lungo nei cuori
delle ragazze e dello staff tecnico e dirigenziale.
“In quelle occasioni se avessimo avuto la rosa al completo –
ci ha spiegato Carniti – avremmo potuto fare sicuramente di
più. Quest’anno speriamo di
riuscirci, anche perché possiamo contare su una formazione
ancor più competitiva”.
Quello che manca alle
pallavoliste spinesi è, però, una
struttura in cui potersi allenare
senza troppe sovrapposizioni.
Allo stato attuale, il settore
volley dell’Oratorio Spino conta
sette squadre impegnate nei
vari campionati per un totale
di oltre centocinquanta atleti
che si allenano ogni martedì e
giovedì nella palestra comunale.
calcio a 5
G
non solo il titolo zonale, ma
anche i biglietti verso le fasi
regionali – l’Oratorio Spinese
si presenta sicuramente come
la squadra da battere, forte del
primato appenato conquistato
in campionato e soprattutto dei
successi ottenuti nella stagione
2011-2012.
“La squadra – ci racconta
mister Carniti – è nata soltanto
l’anno scorso, quasi per scherzo, in seno a una delle società
storiche del Comitato Csi
Crema che, da anni, partecipa a
un gran numero di campionati
arancioblù.” “L’appetito vien
mangiando e dopo le prime
vittorie abbiamo subito capito
di poter far bene”. Nel 2012,
apppuntato al petto il titolo
zonale, Spino ha proseguito la
sua cavalcata verso le fasi regionali e nazionali, conquistando
ECCELLENZA A
Classifica: Am. Vaiano 24;
Us Ricengo 24; Us Capralbese 21; Asd Passarera 19;
Or. Trescore 18; Cantuccio
Pandino 18; Or. Cremosano
17; Or. Sabbioni 16; Crema
Nuova 15; Cami L. Mecc
10; Pol. Fiesco 7; Us Ticengo 6.
III giornata R: Asd Passarera-Cami L. Mecc; Us Capralbese-Or. Trescore; Am.
Vaiano-Or. Cremosano; Cremanuova-Cantuccio Pandino; Pol. Fiesco-Us Ticengo;
Or Sabbioni-Us Ricengo.
PROMOZIONE A
Classifica: Or. Atletico Bagnolo 23; Sgb Quintano 22; Pol.
Castelnuovo A 21; Pieranica
20; Us Standard 17; Or. Izano
16; Sporting Iuvenes 14; Werder Crema 14; Pol. Castelnuovo B 13; Uso Romanengo 13;
Vima Castelleone 12; Baby
Garden 11.
III giornata R: Or. IzanoOr. Atletico Bagnolo; Baby
Garden-Sporting Iuvenese;
Us Stancard-Pol. Castelnuovo A; Werder Crema-Pol.
Castelnuovo B; Uso Romanengo-Sgb Quintano; Vima
Castelleone-Pieranica.
ECCELLENZA B
Classifica: Am. Bagnolo 86
23; Scannaboys 22; Asd Sergnanese 19; Gso Boffalorese
19; Fidelis S. Carlo 18; Aurora Ombriano 15; Excelsior
Vaiano 14; Fc Calcio Spino
14; Casaletto Vaprio 14; Casaletto Ceredano 12; Atalantina B 10; Campagnola 3.
III giornata R: Fc Calcio
Spino - Casaletto Vaprio;
Asd Sergnanese - Casaletto
Ceredano; Am. Bagnolo 86
- Gso Boffarlores3; Excelsior
Vaiano - Scannaboys; Aurora Ombriano - Atalantina
B; Campagnola-Fidelis San
Carlo.
PROMOZIONE B
Classifica: Amatori Monte
Cremasco 26; Us Pianenghese 25; Atalantina A 22; Csai
Crespiatica 17; Torre Pallavicina 16; Princes Tower 15; Du
Pub Sagic 13; Soncino 13; Dal
Brambo 12; Cso Offanengo 9;
Oratorio Rovereto 8; Dinamo
Crema 3.
III giornata R: Princes TowerTorre Pallavicina; Atalantina
A-Du Pub Sagic; Dinamo
Crema-Dal Brambo Montodine; Oratorio Rovereto-Us
Pianenghese; Cso OffanengoCsai Crespiatica; SoncinoAmatori Monte Cremasco
PROMOZIONE
Primo turno di Coppa
calcio a 5
di RAMON ORINI
calcio a 11
Spino vince il girone:
nel mirino i nazionali
aro Papa, ti vogliamo bene! A nome di ogni persona che vive la nostra affascinante avventura educativa nello sport seguendo la visione cristiana dell’uomo e del
mondo, voglio ringraziarti per il bene che ci hai fatto con la
tua guida universale, capace di tracciare orizzonti della fede
così ampi e luminosi da non lasciarci risucchiare in piccoli e
oscuri anfratti di nostre meschinità e particolarismi.
Il tuo insegnamento della Verità e il tuo continuo additare il vero Maestro ha illuminato anche i campi di gioco e le
nostre organizzazioni e iniziative; non soltanto quando hai
parlato di sport, ma sempre, nei tuoi interventi volti a promuovere la grandezza e la dignità di ogni persona nell’incontro con Cristo, un incontro che hai sempre presentato come
ragionevole, illuminato dalla Grazia divina, pienamente
umano e soprattutto felice.
Il dono che vorrei consegnarti a nome del Csi è allora semplicemente l’assicurazione che continueremo con impegno a
seguire il bene che ci hai indicato. Voglio poi trasmetterti con
tutto il cuore il bene che ti auguriamo, anzi che chiediamo
a Dio per te nella preghiera. È il bene che tu hai dichiarato
con inequivocabile chiarezza e fermezza come l’unica motivazione che ti ha mosso nella tua scelta ultima, coerente coronamento di tutta la tua vita spesa così: il bene della Chiesa!
Tu sei Pietro, e per mandato divino conosci e servi il bene
della Chiesa al di sopra di chiunque altro. Noi accogliamo
con fede il tuo discernimento e offriamo la nostra piccola
parte per il bene della Chiesa: anche attraverso l’impegno
sportivo-educativo proviamo a crescere giovani donne e uomini nell’autenticità dei valori umani e cristiani, costruttori
di pace e portatori di speranza, diventando anche noi sempre
più veri insieme a loro. Per il bene della Chiesa ci affidiamo
allora alla tua preghiera, ora forse più nascosta ma non meno
intensa ed efficace per il mondo intero. Caro Papa, ci aiuti
ancora a diventare santi?”
Passano al secondo turno del Torneo
le prime due squadre classificate di
ogni girone
GIRONE A
Tassi che Saltano 9 punti
Astherhisto Pub 6 punti
GIRONE B
Fidelis San Carlo B 7 punti
Doverese 6 punti
GIRONE C
Ital Modular 10 punti
Gamma 11 6 punti
GIRONE D
Videoton 7 punti
Sand Romanengo punti 4
FERRAMENTA VOLTINI di G. Dossena
dal 1923
senza gas
senza canna fumaria
senza installazioni
semplice da usare
massima sicurezza
PROFUMI - ARTICOLI REGALO
PRODOTTI E ACCESSORI
PER CAPELLI E BENESSERE CORPO
PIANENGO - Via A. Moro, 1
Tel. 0373 74858 • Fax 0373 751049
Via IV Novembre, 33 - CREMA
Tel. 0373 25.62.36 - Fax 25.63.93
[email protected]
www.vanazziservice.com
sabato 2 marzo 2013
FONDAZIONE MANZIANA
CINQUE
INCONTRI
ORGANIZZATI
DALLA
FONDAZIONE
MANZIANA
CHE
AFFRONTANO I
TEMI LEGATI ALLE
TEORIE
DELL’EVOLUZIONE
È l’universo
razionale?
A
nche quest’anno la Fondazione Manziana organizza un corso
di credito per insegnanti e alunni dal titolo È l’universo razionale?.
“Non sempre – si legge nella presentazione del ciclo di incontri – la scienza è in grado di spiegare in modo esaustivo la realtà
materiale. Con il contributo della riflessione filosofica e teologica,
il corso si propone di approfondire temi attinenti al meccanismo di
funzionamento dell’universo e della sua evoluzione”.
Gli incontri si terranno presso l’aula multimediale della sede della Fondazione Manziana in via Dante, 24 a Crema, dalle ore 14.30
alle ore 16.30 secondo il seguente calendario: lunedì 11 marzo il
prof. B. Cordani, già docente presso l’Università Statale degli Studi
di Milano, affronterà il tema Le leggi della meccanica celeste; lunedì 25
marzo il medesimo relatore interverrà riguardo ai Fondamenti della
meccanica quantistica mentre giovedì 4 aprile sarà la volta del prof.
C. Anelli, dirigente scolastico e docente di Storia e Filosofia presso
le Scuole Diocesane di Lodi e docente presso l’ISSR di Crema-Cremona-Lodi tratterà del tema Implicanze filosofiche dell’evoluzionismo
darwiniano. Lunedì 8 aprile ancora un intervento del prof. Cordani
su Evoluzionismo darwiniano mentre il corso sarà chiuso giovedì 18
aprile da don Enzo Bellini, docente dell’ISSR di Crema-CremonaLodi che proporrà il tema Comprendere: Galileo e/o la Chiesa? La difficile strada del dialogo.
Un’occasione qualificata e importante per approfondire temi filosofici e scientifici dagli indubbi risvolti teologici, al di la di rigide posizioni preconcette. Per ulteriori informazioni e iscrizioni è
possibile rivolgersi alla segreteria della Fondazione Manziana, tel.
0373.257312.
M. Zanotti
CONVEGNO UST CREMONA
V
enerdì 8 marzo dalle ore 9 alle ore 17.30 e in data 9 marzo
dalle ore 9 alle 12 presso l’Istituto Vacchelli di Cremona si
terrà il convegno Le Scienze Polari per capire il clima e non solo…
seconda fase.
Il programma prevede al mattino del giorno 8 marzo alcune relazioni tenute da: Carlo Ossola del Centro studi Museo Nazionale Antartide di Genova, Matteo Cattadori, responsabile progetti
didattici Museo Tridentino Scienze naturali di Trento, Carlo Lanzi, Ricercatore nel progetto Spedizione scientifica per il monitoraggio
del ghiacciaio Changri Nup.
Al pomeriggio del giorno 8 e al mattino del giorno 9 sono previsti laboratori per docenti coordinati da Matteo Cattadori. Ai
tavoli di lavoro Piera Ciceri, Alessia Cicconi, docenti della Scuola
Polare Estiva (SPEs) ed. 2012. Parteciperanno ai laboratori Luca
Miserere, docente selezionato per la partecipazione alla spedizione in Antartide recentemente conclusa e Michele Davitti di
Orbetello con alcuni degli studenti che stanno sperimentando un
metodo di monitoraggio ambientale in laguna. Alle ore 20.30 del
giorno 8, sempre nell’aula magna dell’ITG “Vacchelli” si terrà una
serata (a ingresso libero) di letture, immagini e racconti di esperienze di e con Davide Persico, Matteo Cattadori, Luca Miserere
dal titolo Ricercatori polari raccontano... L’iniziativa è aperta a docenti delle scuole di ogni ordine e grado e a gruppi di studenti
interessati al tema.
Il Convegno è organizzato dall’UST di Cremona, dal Presidio
ISS, dall’Istituto Comprensivo di Trescore Cremasco e da Mediaexpo con il coordinamento della dr.ssa Maria Laura Beltrami.
Per ulteriori informazioni chiamare l’Istituto Comprensivo di
Trescore Cremasco (0373273120) o la docente dell’Istituto Donati De Conti Silvia (3283729902).
PORTO PALOS: incontro con lo scrittore
L’
Associazione Porto
Palos – realtà nata a
Crema nel 2005 dal desiderio di un gruppo di insegnanti di accompagnare
gratuitamente i ragazzi nel
loro bisogno quotidiano,
ossia lo studio – centro di
aiuto allo studio, organizza per sabato 9 marzo alle
ore 17.30 presso la sala
Alessandrini in Crema un
incontro pubblico con lo
scrittore Valerio Capasa
dal titolo, La mia passione
per Cesare Pavese. Capasa
Il prof. Valerio Capasa
è docente di italianistica
presso l’Università di Bari
e insegnante presso diversi licei della città. “Abbiamo
avuto l’occasione di conoscere Valerio Capasa come un
uomo certamente appassionato di poesia ma soprattutto
appassionato alla vita. Uno studioso desideroso di incontrare uomini con la sua stessa domanda di felicità e che
suggerisce a se stesso e a tutti noi un modo nuovo e più
interessante di studiare. Questa posizione e questo desiderio di conoscere sé e la realtà è lo stesso che anima la
nostra opera educativa a Porto Palos. Desideriamo estendere l’invito all’incontro a tutti gli studenti di Crema e a
chiunque sia interessato a incontrare un uomo vivo” hanno dichiarato i volontari dell’associazione Porto Palos.
35
La locandina del corso
di credito dal titolo
“È l’universo razionale”
organizzato dalla Fondazione
“Carlo Manziana”
FATF: Europa, in che senso?
P. SRAFFA: corso di primo soccorso con CRI
S
ono già 500 gli studenti delle scuole superiori che si sono
accreditati al convegno Europa, in che senso? organizzato
dal Franco Agostino Teatro Festival, con la collaborazione
del Centro Culturale Diocesano Gabriele Lucchi e del Caffè Letterario di Crema, in programma per oggi, sabato 2
marzo alle ore 10.30 presso il teatro San Domenico.
Un confronto tra i cittadini europei di domani e alcuni
studiosi particolarmente attenti alle questioni legate all’identità europea, che ha come obiettivo l’identificazione
e l’analisi delle motivazioni profonde, delle passioni che
ancora giustificano lo sforzo comune per la creazione di
un’Europa autenticamente unita.
Il dibattito sarà moderato da Aberto Mingardi, economista, giornalista, scrittore e studioso del pensiero liberale, e
vedrà l’intervento dei professori Franco Cardini, storico e
saggista, già presidente dell’associazione Identità europea,
e Klaus Reichert, studioso tedesco e autore di Europa als
Kulturelle Idee.
Il Convegno parte da una tesi di fondo: l’integrazione europea non nasce con la dichiarazione Shumann, ma affonda
le sue radici in un percorso millenario in cui gli elementi
che accomunano i popoli europei hanno saputo prevalere su
diversità ed egoismi apparentemente insuperabili.
“In questa occasione – ha affermato Gloria Angelotti,
presidente FATF – attraverso il confronto con le competenze
di grandi pensatori contemporanei, non solo italiani, vogliamo offrire alle giovani generazioni gli strumenti per
risvegliare quella passione ragionata che ha caratterizzato
i momenti più alti della nostra cultura, nella realizzazione
definitiva del sogno di una grande patria europea comune
ai popoli che la abitano.”
L’incontro trova adeguata collocazione nelle attività formative del FATF, in un percorso che mira a una riflessione di
ampio respiro sull’ideantità europea, che si articola lungo
il prossimo triennio del Festival: il progetto prevede perciò questa prima tappa di taglio storico-sociologico; una
seconda tappa volta a esplorare il versante religioso, giuridico ed economico; una terza tappa che intende osservare
l’integrazione europea nelle tradizioni artistiche e letterarie che si incrociano nel nostro continente.
Del resto da alcuni anni il Festival ha assunto un respiro
europeo e all’Europa intende continuare a guardare.
Un momento del corso di primo soccorso, curato dalla
Croce Rossa, presso l’Istituto Sraffa
C
ome è ormai tradizione da diversi anni presso l’istituto
superiore P. Sraffa è stato avviato un corso di primo
soccorso in collaborazione con i volontari della Croce rossa Italiana. Il corso si articola su sei lezioni, terminerà la
prossima settimana e ha coinvolto le classi VA Ristorazione e VA sociale coordinate dall’insegnante di Educazione Motoria Loretta Tomasoni che conferma, con questa
iniziativa, un’attenzione particolare che la scuola riserva
ai temi del primo soccorso e della sicurezza. Lo Sraffa infatti ha coperta il costo, assai contenuto, che l’iniziativa ha
comportato, nella convinzione che conoscere le tecniche
di primo soccorso e di rianimazione possa essere utile in
ogni contesto, da quello scolastico a quello della vita quotidiana, competenze che possono essere messe a servizio
degli altri e che potrebbero fare la differenza.
Durante le lezioni i ragazzi, che hanno dimostrato partecipazione e attenzione alla proposta, hanno affrontato
contenuti di carattere teorico e prove pratiche dalla bls, Basic Life Support, Sostegno di base alle funzioni vitali alla
pls Posizione Laterale di Sicurezza.
Al termine del corso verrà sostenuto un test e rilasciato
un certificato di partecipazione agli studenti che, con soddisfazione, avranno acquisito le tecniche base per il primo
soccorso. Bravi ragazzi, le vostre nuove competenze potrebbero risultare utilissime!
Mara Zanotti
Ex alunni del Racchetti: la figura del Prefetto nella storia
V
enerdì scorso 22 febbraio presso il palazzo
della provincia in Crema si è tenuta una
conferenza organizzata dall’Associazione
degli ex-alunni del Liceo Ginnasio Racchetti
dal titolo L’autorità di governo al servizio delle
autonomie locali, relatore il Prefetto di Cremona, dott. Tancredi Bruno di Clarafond.
Il relatore è stato presentato dalla presidente
prof.ssa Elisabetta Cantoni, che ne ha illustrato ai convenuti il prestigioso curriculum
professionale, presenti in sala anche il sindaco di Crema dott.ssa Stefania Bonaldi, e il
vice questore di Crema, dott. Daniel Segre.
Il Prefetto ha sottolineato il legame comune
con l’associazione, costituito dai medesimi
studi classici effettuati, che hanno rappresentato un’importante esperienza culturale
e personale. Il dott. Bruno di Clarafond ha
quindi brevemente percorso la storia della
figura del Prefetto, ricordando che la stessa
venne istituita in questo territorio nel 1802
da Napoleone Bonaparte, con atto firmato da Melzi d’Eril, che ne prevedeva anche
un “vice” a Crema, Lodi e Casalmaggiore.
Rappresentante originariamente della ristretta classe politica dominante, con compiti di
controllo amministrativo locale e di garanzia d’ordine, la figura del Prefetto vide nel
tempo crescere il proprio prestigio e la pro-
Nella fotografia un momento della serata
pria importanza; divenne fondamentale
strumento per il consolidamento dell’unità
nazionale, soprattutto nel Meridione, dove
meno sentita risultava nella popolazione
la spinta unitaria. Nel 1923 il Prefetto venne definito come l’unico rappresentante del
Governo nella Provincia. Per comprensibili ragioni storiche dopo la seconda Guerra
Mondiale i Padri Costituenti sostituirono
la figura del Prefetto con quella di Commissario del Governo, lasciandone comunque
sostanzialmente inalterata la funzione. Oggi
il Prefetto dipende amministrativamente dal
Ministero dell’Interno, rappresenta però
tutti i Ministeri (tant’è che la sua nomina
è formalizzata da un atto del Consiglio dei
Ministri) poiché le competenze attribuite
alla carica sono trasversali e relative alle più
varie situazioni. È autorità nel territorio di
Pubblica Sicurezza, e ne ha responsabilità dal
punto di vista tecnico ed esecutivo; sovraintende alle direttive emanate e ha compiti di
coordinamento tra Stato e autonomie locali, è responsabile per la Protezione Civile e
per questioni d’immigrazione, ed è la figura
e l’autorità di riferimento cui fare capo per
qualsiasi problematica non altrimenti risolvibile. Il dott. Bruno di Clarafond ha anche
effettuato alcuni interessanti paralleli con
analoghe figure istituzionali presenti in altri
ordinamenti statali europei come Francia,
Spagna, Regno Unito, Norvegia. Portando
anche personali esperienze in alcune particolari circostanze, ha testimoniato l’impegno e
la dedizione necessari per lo svolgimento di
un ruolo delicato e impegnativo, per il quale
comunque è stato molto spesso gratificato da
stima e riconoscimento.
In chiusura di serata la Presidente ha ringraziato il dott. Tancredi Bruno di Clarafond
per la disponibilità dimostrata accettando
l’invito dell’Associazione, per la interessante ed esauriente relazione e per la cordialità
con cui si è intrattenuto con i partecipanti.
36
SABATO 2 MARZO 2013
San Domenico, partita
la rassegna “Wide shut”
Festa donna,
al teatro
S. Domenico
V
enerdì 8 marzo il teatro
San Domenico organizza,
come sua tradizione, un appuntamento certamente rivolto a
un’ampia platea ma con una attenzione particolare all’universo
femminile. Affari di cuore di Colette Freedman, con Mariangela
D’Abbraccio, Pino Quartullo
e Chiara Noschese, per la regia
di Chiara Noschese, è tratto dal
romanzo di Anna Dillon The Affair. Il testo di Colette Freedman
disseziona il rapporto amoroso
mettendo in scena la classica
dinamica a tre – moglie, marito, amante – nella forma di un
dramma psicologico raffinato e
tagliente che propone uno spaccato della vita matrimoniale di
Caterina e Roberto che lentamente fanno scivolare il loro
matrimonio verso la noia. Lei
sente la frustrazione di aver rinunciato alle possibilità di carriera per la famiglia, lui è sempre
più distratto dal lavoro. Roberto
incontra Stefania, collega giovane e talentuosa, e flirta con lei.
Caterina trova una traccia
di questa relazione e cerca un
confronto con la verità, costringendo così anche gli altri a fare
i conti con le loro profonde motivazioni. Ma, ben al di là del
plot, l’elemento di interesse del
testo è lo scavo nell’interiorità
dei personaggi e il particolare
legame empatico che l’autrice
riesce a instaurare tra loro e il
pubblico.
Avvicinandosi alla forma del
literary drama del Molly Sweeney
di Brian Friel – un racconto al
pubblico in forma di romanzo,
dove la presenza-assenza dei tre
attori-personaggi genera nuove
dinamiche e nuove possibilità
per la scrittura drammatica – lo
stesso uomo rende il pubblico
diretto interlocutore dei personaggi, alternando ai dialoghi
tra loro frequenti a parte, in cui
Caterina, Roberto e Stefania,
sottraendosi per un momento
allo svolgersi della vicenda, la
commentano con gli spettatori.
Lo spettacolo verrà proposto
alle ore 21, biglietti: 32, 30, 22, 20
e 12 euro. Info tel. 0373.85418.
M. Zanotti
di MARA ZANOTTI
D
iscreto il numero di presenze in sala venerdì scorso in occasione del primo dei tre spettacoli inseriti nella rassegna Wide Shut,
anche se gli organizzatori speravano in un coinvolgimento maggiore
di giovani. Sul palco la compagnia Naturalis Labor che ha proposto
un “musical da camera” dal titolo Que rest t il de nos amour, declinando alla francese tutto il noto bagaglio del binomio Parigi-amore.
Celebri canzoni francesi degli anni Quaranta e Cinquanta, fanno da
colonna sonora dello spettacolo dove scorrono passioni e incontri,
amori timidamente narrati e altri appassionatamente vissuti. E poi i
ricordi, le fotografie, le lettere gli abbandoni e le riprese. I danzatori,
che si muovono sulle coreografie di Luciano Padovani, esprimono
un’ottima tecnica interpretativa ma lo spettacolo, pur molto gradevole, non risulta del tutto coinvolgente. Forse su Parigi, sulle panchine
di Peynet, sui grandi cuscini a forma di cuore rosso, sui letti disfatti su
cui gli innamorati ancora si cercano e sulle canzoni di Charles Trenet
si è già scritto, visto e sentito molto. L’insieme è stato dunque assai
piacevole ma non ha aggiunto nulla al già visto. Per una rassegna che
vuole smarcarsi dall’ufficialità della stagione di prosa forse sarebbe
stato necessario qualcosa di più incisivo, come però si annunciano i
prossimi due appuntamenti di Wide Shut a partire da Senza Famiglia
in calendario per venerdì prossimo 5 marzo quando Animanera – crt
Teatro dell’Arte porteranno in scena uno spettacolo che è forte di un
testo, scritto da Magdalene Barile, finalista al premio Hystrio per la
nuova drammaturgia 2011. I primi maestri, buoni o cattivi, sono i
nostri genitori.
A loro il compito di guidare i primi pensieri, di stabilire per noi
cos’è bene, cos’è male. Contestare questi insegnamenti è parte di ogni
maturazione: ogni rivoluzione comincia in famiglia. Senza famiglia
è la storia tragicomica di una madre, femminista e nostalgica degli
anni Settanta, che fuori tempo massimo decide di recuperare il rapporto con la figlia casalinga sottomessa al marito, già madre a sua
volta di due figli adulti ma irrisolti. Asserragliate in una vecchia casa
al mare, la donna costringerà la figlia a seguire un corso accelerato
di emancipazione, anarchia e trasgressione. Gli insegnamenti, mal
compresi e non digeriti, finiranno per avere effetti nefasti sull’equilibrio del gruppo familiare. Senza Famiglia racconta di come i sogni dei padri e delle madri cadano come macigni sulle teste dei figli,
mentre la comunicazione fra le generazioni sia costellata da equivoci
e disastri. Fra voglia di approvazione e voglia di ribellione, i passaggi
di consegne fra genitori e figli si trasformano in un tritacarne.
Testo dirompente che sarà allestito dalla compagnia vincitrice del
Premio Nazionale della Critica 2012. Biglietti 15 e 10 euro. Un bel
pienone è atteso dal San Domenico.
Per la rassegna Domeniche per le famiglie domani, domenica 3 marzo
alle ore 16 verrà proposto Appunti, spettacolo sul tema della sostenibilità ambientale. È imprescindibile e improrogabile l’educazione
alla sostenibilità ambientale, tema legato alla salute dell’uomo e alla
salute dell’ambiente, alla vita quotidiana, alle abitudini di consumo e
ai processi di produzione. Tanto importante che l’ONU ha proclamato
il periodo 2005-2014 come Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile. Per affrontare questo importante tema verrà proposto uno spettacolo comico e senza parole che racconti di quella che
potrebbe diventare, o è già, una tragedia: lo scempio delle risorse e
l’avanzare del mondo artefatto.
In scena Bano Ferrari, tra i più importanti clown italiani e Stefania
Caldognetto, giovane attrice comica. La coppia, nei panni di Alfred
e Miriam, ha il privilegio di essere invitata a una festa dove è possibile vincere il “Premio Sopravvivenza” presso il “Giardino Nuovo
Eden”, un Eden contemporaneo.. ...in cui cose vere e cose finte si
confondono, in cui la naturale cura dell’uomo per la sopravvivenza
CENTRO CULTURALE DIOCESANO G. LUCCHI
Sabato prossimo, quattro
organi per tre organisti
T
re organi che suonano
c o n t e m p o r a n e a m e n t e,
per mano di Pietro Pasquini,
Michele Barchi e Francesco
Zuvadelli. Accanto a loro, la
partecipazione straordinaria
del soprano cremasco Lucia
Cirillo, nel cuore di una carriera internazionale.
Si presenta prezioso e originale Quattro organi per tre organisti, il concerto programmato
per sabato 9 marzo, alle 21,
nella chiesa di San Bernardino auditorium Manenti di
Crema. Già, quattro organi.
Perché ai tre strumenti “positivi” (cioè trasportabili, 2
realizzati da Giuseppe Tisi di
Montichiari e uno dalla pontificia fabbrica “Giovanni Tam-
Il FAI si
presenta a
Castelleone
Lo splendido interno
di San Bernardino
burini” di Crema) che verranno collocati lì per l’occasione
si aggiungerà il “padrone di
casa”: l’organo Antegnati In-
zoli del 1886 custodito nella
chiesa. Ma a differenza degli
altri suonerà da solo (seppure
a 4 o addirittura 6 mani), per
ragioni foniche e logistiche.
A organizzare l’appuntamento è il centro culturale diocesano “Gabriele Lucchi”, che
anche quest’anno non manca
di sottolineare la vigilia della
quarta domenica di Quaresima (detta “In laetare”) e il suo
invito liturgico alla “gioia per
la Pasqua ormai vicina”: un
momento in cui lo strumento
principe dei riti acquista grande rilevanza.
Le norme della Chiesa cattolica, nel periodo che prepara
alla Risurrezione, impongono
infatti che l’organo sia utilizzato solo per accompagnare i
canti delle celebrazioni, e non
come strumento solista.
Unica eccezione la domenica “In laetare”, sottolineata
anche dalla possibilità di ornare l’altare con fiori e dal colore
rosaceo, e non viola, dei paramenti liturgici previsti.
Appuntamento dunque a
sabato prossimo per ascoltare
questa singolare armonia organaria.
O
spesso è dimenticata.La presenza del premio scatena tra loro dinamiche competitive, che rispecchiano le differenze di genere, ma non salvano nessuno dei due. Alfred e Miriam pensano di dimostrare il loro
valore l’uno a discapito dell’altro mostrando talenti quali: la forza, la
bellezza, l’abilità tecnologica, la cura di sé, il potere. Nel farlo disfano
completamente il giardino e la loro relazione. Posto unico 5 euro.
“La cena dei cretini”
G
rande prova di comicità domenica scorsa al San Domenico
con La cena dei cretini di Frances Veber, già successo cinematografico, portata a teatro dalla bravissima e collaudatissima coppia di attori Gaspare e Zuzzurro (nella foto), alias Nino Formicola
e Andrea Brambilla. Tutto inizia da un mal di schiena, quello di
Pierre Brochant, noto editore parigino, imprevisto che lo costringerebbe a starsene a casa e a saltare la sua cinica “invenzione”
del mercoledì, la “cena dei cretini”, una odiosa cena nella quale
lui e i suoi amici invitano l’idiota di turno per prenderlo in giro.
La moglie cerca di dissuaderlo senza riuscirci. Nel giro di poco
Brochant si trova in casa, arrivato in anticipo, il malcapitato di
quella sera, tale François Pignon, impiegato del Ministero delle
Finanze e costruttore e collezionista di opera architettoniche in
miniatura, create da lui con i fiammiferi. Pignon lo crede interessato proprio a questi suoi lavori. Alla presunzione e supponenza
di Brochant, Pignon risponde con la sua innocenza irritante e
maldestra. Già perché Pignon sarà pure ingenuo, ma in ugual
misura ne combina di tutti i colori come svelare candidamente
alla moglie, non riconosciuta, lo stile da Don Giovanni del marito o indisporre l’amichetta di turno o ancora farsi aiutare da
un collega, che può trasformarsi in un segugio, nella sua qualità
di ispettore accertatore. Strepitoso il personaggio Pignon nella
sua esilarante comicità, con battute di grande forza, capaci di
strappare allo spettatore il sorriso e la risata, coadiuvato con perfetto tempismo dal personaggio di Brochant. Pignon innesca la
vendetta dei ritenuti idioti o cretini nei confronti degli altri, che
si credono più furbi. Al sorriso aggiunge anche un invito a una
riflessione. La coppia Gaspare e Zuzzurro lo fa con una straordinaria e coinvolgente leggerezza, affiancata in ciò da altri bravi
attori come Gianfranco Candia, Alessandra Schiavoni, Angelo
Zampieri nei panni dell’amico, della moglie e dell’amica e del
collega ispettore fiscale, che sostengono e tengono teso questo
sviluppo comico. Grande gradimento del pubblico che ha risposto con applausi, risate e una compiaciuta attenzione.
g. mazzini
ggi, sabato 2 marzo alle
ore 17.30 presso la sala
“Aldo Moro” del comune, via
Roma, 65, a Castelleone i volontari del Gruppo FAI, (Fondo
Ambiente Italiano) di Crema,
Delegazione di Cremona, presenteranno il FAI e il programma delle attività che verranno
realizzate nei prossimi mesi a
Crema e nella provincia di Cremona.
Il FAI è una Fondazione nazionale senza scopo di lucro
che dal 1975 opera con iniziative concrete per la salvaguardia del patrimonio d’arte e
natura italiano (website www.
fondoambiente.it). Dal mese di
ottobre 2012 a Crema si è costituito un Gruppo di volontari
che, nell’ambito della Delegazione di Cremona, lavora per
sensibilizzare alla conoscenza,
al rispetto e alla cura dell’arte
e della natura e del paesaggio,
elementi che caratterizzano le
nostre radici e la nostra identità.
A Castelleone i volontari del
Gruppo di Crema racconteranno con testi e immagini il lavoro già svolto – incontri e iniziative accolte con entusiasmo
e notevole partecipazione di
pubblico – e solleciteranno agli
intervenuti nuove proposte.
Nell’occasione sarà possibile
iscriversi al FAI, ricevere materiale informativo e proporsi
come volontari anche per le
prossime Giornate FAI di Primavera, quando, per la prima
volta, il 23 e 24 marzo 2013
uno splendido palazzo cremasco sarà eccezionalmente
aperto al pubblico. Con questa
realtà il Cremasco e la nostra
provincia si arricchisce di altri volontari che andranno ad
affiancarsi ad altre istanze di
volontariato o professionali,
nell’intento di promuovere,
far conoscere, tutelare e valorizzare il nostro patrimonio
storico-artistico. Per ulteriori
informazioni è possibile scrivere a [email protected]
com o telefonare ai numeri 328
7633155 o 348 7434207.
M.Z.
San Domenico, la mostra di Giulia Ronchetti
U
na giovanissima artista, soli 25 anni, idee chiare, tratto sicuro, una creatività che si propone
in maniera già convinta seppure il suo percorso sia
solo agli esordi. Giulia Ronchetti esporrà le sue opere presso la Fondazione San Domenico da oggi sabato 2 marzo – inaugurazione alle 17 – a domenica
17 marzo. Il presidente della Fondazione Giovanni
Marotta, a fianco dell’artista e del consigliere Antonio Chessa, in sede di conferenza stampa, ha dichiarato la sua soddisfazione nell’ospitare un’artista
tanto giovane, del resto “aprirsi alle istanze dei più
giovani anche a livello di proposte teatrali è la filosofia di questo consiglio di amministrazione”.
Dopo i ringraziamenti Giulia Ronchetti si è soffermata sul soggetto della sua mostra che guarda
con particolare attenzione al mondo animale, abitato da creature prive di razionalità e molto istintuali.
Una scelta compiuta non in contrapposizione con la
figura umana bensì come fecondo campo di ricerca
in quanto, pur approcciati da diverse sfaccettature,
l’essenza e la forma degli animali non cambia. “Ciò
che stupisce – ha aggiunto Marco Viviani presente
alla conferenza stampa – è come alcune opere possano essere viste da diverse angolature, si possano
girare o capovolgere permettendo comunque una
loro lettura”. Dato questo che desta indubbiamente
molta curiosità circa i ventuno lavori che verranno
esposti a partire da oggi.
Nello stile di Giulia Ronchetti echi del pensiero artistico di Alighiero Boetti, artista concettuale,
Da sinistra: Ronchetti, Marotta e Chessa
versatile e caleidoscopico che negli anni Ottanta e
Novanta approdò alla produzione di composizioni
colorate di tecnica mista su carta in cui scorrono
schiere di animali, memori della decorazione etrusca o pompeiana. E l’opera della Ronchetti presenta
proprio tratti che sfociano nella ricerca del decorativo, nel quale vengono “incastrate” le sue forme. Un
lavoro dunque che nelle premesse suscita interesse,
un invito a scoprire personalmente il mondo espressivo di questa giovane artista cremasca (diplomata al
liceo artistico Munari e in Graphic Design all’Accademia LABA di Brescia). L’esposizione Multipli singoli
sarà visitabile con i seguenti orari: tutti i giorni dalle
10 alle 12 e dalle 16 alle 19.
M. Zanotti
La Cultura 37
SABATO 2 MARZO 2013
PER L’8 MARZO
Ricco weekend rosa: teatro, poesia, arte
danza, per celebrare l’universo femminile
di MARA ZANOTTI
L
e assessori alle Pari Opportunità e alla Cultura
del comune di Crema Morena Saltini e Paola
Vailati, affiancate da un nutrito numero di relatori
in rappresentanza delle diverse realtà associative
coinvolte, hanno presentato giovedì mattina in Comune la prima edizione di Pensieri, Parole, Emozioni in rosa, un evento che si articolerà su 4 giorni
dal 7 al 10 marzo. “Nel ringraziare tutti coloro
che hanno contribuito alla realizzazione di questa
proposta confermiamo la piena adesione dell’amministrazione comunale al tema celebrativo dell’8
marzo, occasione colta per porre l’attenzione sul
drammatico fenomeno del femminicidio e sul valore di giuste relazioni” hanno confermato la Saltini e la Vailati cedendo poi la parola a Luca Severgnini, organizzatore di eventi che ha tenuto le fila
dell’articolata proposta.
Si inizia giovedì 7 marzo alle 21 presso la Biblioteca di Crema dove si terrà una serata tutta al femminile dal titolo Portare la parola, lettura di poesie
di autrici cremasche in collaborazione con il Circolo Poetico Correnti, rappresentato da Mariangela
Torrisi: “Abbiamo già coinvolto sette autrici che
porteranno le poesie che più sentono vicine alla
sensibilità femminile”. Venerdì 9 marzo alle 11 in
piazza Duomo verrà inaugurata l’installazione I
passi interrotti: 123 paia di scarpe accanto alle quali
saranno indicati data e nome delle vittime di femminicidio, un percorso avviato dall’artista messicana Elina Chauvet di forte impatto (presso l’Orientagiovani è possibile far pervenire vecchie scarpe
femminili utili per l’installazione). Alle 19 prove
gratuite di flamenco presso l’Enoteca Fuoriporta a
cura di Soncai Flamenco.
Alle 16 di sabato 9, presso la sala Ricevimenti
del comune, si terrà la premiazione della II edizione del bando Donne in tesi, quest’anno sono
I relatori della conferenza stampa di giovedì
giunti 15 elaborati di ottimo livello; il premio è organizzato in collaborazione con la Consulta Pari
Opportunità della Provincia, il club Soroptimist
e la Provincia stessa: a chi vincerà 1.000 euro per
la laurea magistrale e 500 per quella triennale più
l’opportunità di svolgere uno stage trimestrale presso un’azienda cemasca. Alle 18 inaugurazione ufficiale della manifestazione in piazza Duomo alla
presenza delle quattro donne protagoniste della
vita amministrativa di Crema a partire dal sindaco
Stefania Bonaldi che sarà affiancata dalle assessore
Saltini, Beretta e Vailati. Per l’occasione gli Artisti
e Associati appronteranno una grande installazione artistica-fotografica-scultorea e pittorica di 10
mx7. In serata presso la sala Bottesini alle 21 sarà
proposto il celebre spettacolo I monologhi della vagina di Eve Ensler, a cura dell’associazione Donne
contro la violenza. Domenica 10 infine sono previsti alle 10.15 presso la palestra delle scuole di via
Borgo S. Pietro un laboratorio corporeo espressivo e dalle 9 alle 12.30 presso l’ospedale di Crema
controlli gratuiti e preventivi proposti da senologi
e ginecologi. Un manifestazione molto articolata
che non mancheremo di seguire.
LIBRO
di GRETA MARIANI
Presentato il volume
La fede è dono concreto
Un momento della presentazione del volume al Centro S. Luigi
di LUISA GUERINI ROCCO
I
l secondo concerto dell’Associazione “Assonanze” si è tenuto domenica 24 febbraio alle
ore 17 nella sala “G. Bottesini”
dell’istituto musicale “Luigi Folcioni”.
A esibirsi il Quartetto Ferraris, formato da Enrico Tansini
(pianoforte), Daniela Sangalli (violino), Carlo Costalbano
(viola) e Fabio Mureddu al violoncello al posto del previsto
Marco Ravasio, che ha presentato il programma, costituito da
due Quartetti di Mozart, il KV
478 e il KV 493.
Nel primo, l’Allegro introduttivo ha presentato un andamento giocoso, caratterizzato
dall’inconfondibile cifra stilistica dell’autore, che abilmente
intreccia i quattro strumenti,
tutti con ruoli di rilievo sia nella
presentazione delle idee melodiche come delle elaborazioni
armoniche, anche se al primo
violino tocca una parte particolarmente virtuosistica. Pausa riflessiva pervasa da una serenità
non troppo placida nell’Andante
centrale, ma con sempre una
certa energia e un incalzare dei
D
imostrare quanto la fede sia
ragionevole, connessa in maniera inestricabile alla ragione.
Non un paradosso, ma l’obiettivo
del volume La fede è dono concreto,
presentato mercoledì sera dagli
autori Marco Cassinotti e don
Marco D’Agostino presso il Centro San Luigi con il contributo di
don Emanuele Barbieri in veste di
relatore.
Lo spunto iniziale del testo è
una riflessione che Marco, padre di
famiglia, sviluppa nei confronti del
mondo giovanile, nel prendere atto
della difficoltà di raccontare loro la
Parola, di interessarli alla Chiesa
e alla figura di Gesù. Da qui un
desiderio più ampio d’indagare le
tre domande che accomunano da
sempre gli esseri umani: cos’è la
vita? Cos’è la morte? In cosa consiste la ricerca della felicità che caratterizza la nostra intera esistenza? Proprio in questa dimensione
di ricerca nasce il confronto con
don D’Agostino, un dialogo sulla
fede tradotta nei gesti quotidiani e
concreti e sulla Chiesa non solo a
due voci; sono due diversi stili di
vita e di cristianità che si mettono
in comunicazione e ascolto.
La struttura segue tre linee base
MUSICA
Piacevole esibizione
del Quartetto Ferraris
PROSEGUE
LA RASSEGNA
MUSICALE
PROPOSTA
DALL’ASSOCIAZIONE
“ASSONANZE”
motivi espressivi, con soluzioni
ritmiche continuamente nuove e
frammenti melodici che passano
ai vari strumenti. Una parentesi
poetica che sfocia nel Rondeau
conclusivo, definito salottiero
da Marco Ravasio in apertura,
e in effetti ha rappresentato una
ventata di freschezza nel tipico stile settecentesco, galante e
danzante insieme, in un’atmosfera di eleganza e divertimento
ben amalgamati. Elementi che il
quartetto ha saputo mettere in
evidenza, specialmente il pianoforte del maestro Tansini, che ha
disegnato con abilità ogni figurazione. Pochi minuti di pausa per
annunciare le Quattro Stagioni di
Vivaldi in scena giovedì scorso
nella sala “Pietro da Cemmo”,
poi i musicisti hanno preso posto sul palco per presentare al
numeroso pubblico intervenuto
il secondo Quartetto in programma, di poco posteriore al
precedente, per un’elaborazione
ancora più complessa, ma nello stesso tempo scanzonata nel
compro oro
pago contanti
vendita permuta nonsolooro
Amenic
Cinema
A
menic Cinema ritorna con una rassegna
intitolata C’era una volta il
Western. La proiezione del
film Missouri si terrà come
sempre in sala Alessandrini, via Matilde di Canossa
(ingresso libero con tessera annuale di euro 7 valida
fino al 31/12/2013, info.
[email protected]). Missouri (USA 1976, regia Arthur
Penn, con Marlon Brando,
Jack Nicholson e Kathleen
Lloyd), si svolge in Montana, nel 1870: un ricco allevatore, per difendersi dai
furti di bestiame, ingaggia
Jack Clayton (Brando), un
violento avventuriero. La
banda dei ladri di bestiame,
guidata da Tom Logan (Nicholson), viene sgominata,
ma a Jack viene teso un agguato dall’ultimo superstite.
Il regista, giunto al suo terzo
western dopo Furia selvaggia
e Piccolo grande uomo, racconta uno dei momenti di
passaggio della storia americana, in cui si infransero
le idilliache speranze dei
pionieri. Nel film sono messi a confronto due mondi
antitetici, quello degli allevatori organizzati e irrigiditi
nella difesa dei loro interessi
e quello degli emarginati. È
un western moderno, senza
eroi che mostra il suo lato
crudo e cinico sovvertendo
le regole del genere.
della cristianità, ovvero “il credere”, “l’amare” e “il vivere” accomunate dalla luce di Cristo e dalla
sua Parola. Una testimonianza che
non vuole essere materiale per teologi ma attualità pura, concretezza
nella quotidianità. Uno stile fresco
e immediato nella stesura indica
che i primi destinatari sono proprio i giovani, ai quali raccontare
senza pretese didattiche la bellezza
delle scelte importanti, quelle che
prevedono una risposta che sia per
sempre. Un dialogo che vuole essere un segnale sul cammino, un suggerimento amichevole a guardare
sotto la superficie, all’essenza della
vita e della fede. Prendendo in prestito una frase di Paolo VI, gli autori invitano i giovani e chiunque
sia in ricerca a “guardare al mondo
con immensa simpatia perché, se
anche il mondo si sente estraneo
al cristianesimo, il cristianesimo
non si sente estraneo al mondo...
qualunque sia l’atteggiamento del
mondo verso di esso”.
Idea realizzata nell’importante
contesto dell’Anno della Fede che
aggiunge nuovi spunti di riflessione e opportunità di approfondimento con il semplice dialogo e
il ragionamento, come suggerisce
don Domenico Sigalini nella prefazione al testo.
primo movimento. Grande impegno per gli strumentisti, ripagato dall’attenzione e dal divertimento degli spettatori. Dopo
la carica d’energia dell’Allegro,
un Larghetto molto mutevole
nelle sonorità e nel clima suscitato, ora intenso ora stemperato
da leggiadre leggerezze. Aria di
festa per la chiusura, rappresentata da un Allegretto che ritrova
i passaggi gioiosi e virtuosistici,
così amati da Mozart, in una
brillante rincorsa fra i quattro
strumenti. Proposta originale
quella di giovedì scorso in sala
Pietro da Cemmo quando sono
state illustrate e quindi eseguite le Quattro stagioni. Guido
Felizzi, violino solista a capo
del gruppo Ichnos, nel quale
spiccano esecutori d’eccellenza,
ha condotto una serata volta a
“smontare e rimontare” l’opera
vivaldiana che risale al 1723 e
che ancora oggi conserva una
sonorità modernissima. L’attore Marco Zappalaglio (Piccolo
Parallelo) ha letto i sonetti che
l’autore compose prima di ogni
concerto per descriverne il contenuto, quindi le Quattro Stagioni sono state eseguite nella loro
interezza.
SI RITIRANO ANCHE ARGENTO
E OROLOGI PREZIOSI
Via Indipendenza, 79
26013 CREMA (CR)
Tel. 0373 438470
DA LUNEDÌ A SABATO
9,30 13,00 / 15,30 19,00
LUNEDÌ MATTINA CHIUSO
DENTIERE
RIPARAZIONI E MANUTENZIONI
GIORDANO RAFFAELE
CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo)
Tel. 0373/202722 · Cell. 339 5969024
dal LUNEDÌ al VENERDÌ ore 9-12 e 14-19
Pizza & Cucina
SENZA GLUTINE
Affiliati
TRATTORIA BAR PIZZERIA
AIC
Dopo Montodine - loc. BOCCASERIO Ripalta Arpina
Tel. 0373 667301 Cell. 335 7863752
8 - 9 MARZO
Festa della Donna
Menù Pizza € 15,00
Aperitivo + pizza + bibita + dolce
Menù €
25,00
Aperitivo della casa
Selezione di affettati
con gnocco fritto e perla di zola
Gnocchetti pomodorini salsiccia
zafferano e mozzarella
Tagliata con rucola e grana oppure
Frittura di calamari con insalata mista
Crostate miste della casa
Acqua e vini selezionati dalla casa
caffé e limoncello
31 MARZO
Pasqua
per info e prenotazioni
335 7863752 - 0373 667301
a
La nostra pizzaissesimnza
on
glutine è bu
VIENI A PROVARLA
E FINO AL 30 APRILE
IL DOLCE SENZA GLUTINE
LO OFFRIAMO NOI!
www.trattorialapalazzina.it [email protected]
NUOVO CAT ASSISTENZA TECNICA
CALDAIE E PROVE FUMI
Promozione per NUOVI CLIENTI
PRIMA PROVA FUMI
€
75,00 IVA INCLUSA
ABILITATI ALLA REGISTRAZIONE
CURIT REGIONE LOMBARDIA
CREMA: via Everest 24/26
Tel. 0373 86856 - [email protected]
CALDAIA ECOBLU 25 CPR
€
1.130,00 *
38 Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione
sabato
domenica 3 lunedì 4
TV
martedì 5 mercoledì 6 giovedì 7
venerdì 8
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20-1.15
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20-0.45
TG1 ore 6.30-7-8-9-10-13.30-17-20-0.50
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
10.05 MixItalia. Rb
6.45 Unomattina. Contenitore
10.05 Linea Verde Orizzonti. Rb
10.30 A sua immagine. Rb religiosa
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.10 Unomattina storie vere. Rb
10.55 Santa Messa e recita dell'Angelus 11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
12.20 Linea Verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.30 Le amiche del sabato. Talk show 14.00 Domenica in–L'Arena. Talk show 14.10 Verdetto finale. Rb
17.15 A sua immagine. Rb religiosa
16.35 Domenica in–Così è la vita.
15.15 La vita in diretta. Contenitore
17.45 Passaggio a Nord-Ovest. Docum
18.50 L'eredità. Gioco
Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
20.35 Affari tuoi. Gioco
20.40 Affari tuoi. Gioco
21.10 Marzo. Speciale dedicato
21.10 I migliori anni. Show
21.30 Un medico in famiglia 8. Serie Tv
a Lucio Dalla
24.00 S'è fatta notte. Rb
23.35 Speciale Tg1
1.45 Sottovoce. Rb
1.00 Cinematografo. Rb
1.05 Applausi. Rb
2.15 Rai Educational
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
15.15 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Un medico in famiglia 8. Serie Tv
23.20 Porta a porta. Talk show
1.30 Sottovoce. Rb
2.00 Rai Educational
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-1.00
6.45 Unomattina. Contenitore
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
15.15 La vita in diretta. Contenitore
15.15 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Lo scandalo della banca romana. 20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Che Dio ci aiuti 2. Serie Tv
Film storico
23.30 Porta a porta. Talk show
23.30 Porta a porta. Talk show
1.40 Sottovoce. Rb
1.40 Sottovoce. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.55
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
15.15 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Red or Black? Tutto o niente.
TG2 ore 13-18-20.30-23.30
TG2 ore 13-17.05-20.30-1.00
7.00 Cartoon Flakes Weekend
7.00 Cartoon Flakes Weekend
10.30 Sulla via di Damasco. Rb religiosa 10.10 Ragazzi c'è Voyager. Rb
11.00 Mezzogiorno in famiglia. Conten 10.50 A come avventura. Rb
13.25 Dribbling. Rb sportiva
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
14.00 Il volto della morte. Film giallo
13.45 Quelli che aspettano. Talk show
15.40 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
15.40 Quelli che. Talk show
17.05 Sereno variabile. Rb
17.10 Stadio sprint. Rb sportiva
18.05 90° minuto Serie B. Rb sportiva
18.10 90° minuto. Rb
19.30 Invincibili angeli. Tel
19.35 Il Puma. Tel
21.05 Castle. Tel
21.00 NCIS. Tel
22.50 Sabato sprint. Rb sportiva
21.45 Elementary. Tel
23.45 Tg2 Dossier
22.35 La domenica sportiva. Rb sportiva
TG2 ore 13-18-15-20.30-23.25
9.40 Sabrina, vita da strega. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Seltz. Sketch comici
14.45 Senza traccia. Tel
15.30 Cold case / Numb3rs. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
19.35 Il commissario Rex. Tel
21.00 NCIS: Los Angeles. Tel
21.50 Blue Bloods. Tel
22.40 The Good Wife. Tel
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.05
9.40 Sabrina, vita da strega. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Seltz. Sketch comici
14.45 Senza traccia. Tel
15.30 Cold case / Numb3rs. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
19.35 Il commissario Rex. Tel
21.05 Tutto Dante. Monologo di Benigni
22.40 A gifted man. Serie Tv
23.40 La tigre e il dragone. Film fantasy
TG2 ore 13-18.15-20.30-0.10
9.40 Sabrina, vita da strega. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Seltz. Sketch comici
14.45 Senza traccia. Tel
15.30 Cold case–Delitti irrisolti. Tel
16.15 Numb3rs. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
19.35 Il commissario Rex. Tel
21.00 The voice of Italy. Talent show
23.40 Made in Sud. Show
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.25
9.30 TgR Montagne. Rb
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
14.00 Seltz. Sketch comici
14.45 Senza traccia. Tel
15.30 Cold case–Delitti irrisolti. Tel
16.15 Numb3rs. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
19.35 Il commissario Rex. Tel
21.05 Rex 4. Tel
22.45 NYC 22. Tel
23.45 L'ultima parola. Talk show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
10.00 La storia siamo noi. Docum
8.00 Agorà. Talk show
10.50 Codice a barre. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
10.50 Codice a barre. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap 12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
15.10 La casa nella prateria. Tel
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
16.00 Geo & Geo. Rb
15.10 La casa nella prateria. Tel
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
16.00 Geo & Geo. Rb
20.35 Un posto al sole. Soap
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
21.05 Ballarò. Talk show
20.35 Un posto al sole. Soap
23.20 Glob Porcellum. Show
21.05 Chi l'ha visto?. Inchieste
24.00 Linea Notte. Attualità
23.15 Glob Porcellum. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
10.50 Codice a barre. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
15.10 La casa nella prateria. Tel
16.00 Geo & Geo. Rb
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Un eroe dei nostri tempi. Film comm
22.50 La storia siamo noi. Docum
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
10.50 Codice a barre. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
15.10 La casa nella prateria. Tel
16.00 Geo & Geo. Rb
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 A bug's life. Film animazione
22.50 Glob Therapy. Show
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Scusa ma ti chiamo amore.
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Benvenuti al Sud. Film com
23.40 Lezioni di cioccolato. Film comm
2.00 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Il clan dei camorristi. Serie Tv
23.20 Supercinema. Magazine
0.30 Striscia la notizia. (R)
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.45 Everwood. Tel
9.40 ER–Medici in prima linea. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
15.55 White collar–Fascino criminale. Tel
16.45 Chuck. Tel
17.40 La vita secondo Jim. Sitcom
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Il mistero dei Templari. Film avv
23.35 Le Iene. Show
1.05 The Shield. Tel
2.35 Sport Mediaset. Rb sportiva
2
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35
8.05 La Venere dei pirati. Film avv
9.20 Doc Martin. Tel
10.10 L'ispettore Derrick. Tel
11.00 Rubriche varie
12.55 Ambiente Italia. Attualità
14.55 Tv Talk. Talk show
16.30 Timbuctu: i viaggi di Davide. Rb
17.00 I Miserabili. Film dramm
20.10 Che tempo che fa. Talk show
21.30 Metropoli. Documenti
23.45 Il giallo e il nero. Inchieste
0.55 Agenda del mondo. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.10
9.30 Sorgente di vita. Rb religiosa
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.45 Medicina 33. Rb
14.45 Senza traccia. Tel
15.30 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
16.15 Numb3rs. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
19.35 Il commissario Rex. Tel
21.00 Hawaii Five-0. Tel
22.40 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
23.40 Headhunters. Film thriller
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35-0.50 TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.05 Cartouche. Film avv
10.00 La storia siamo noi. Docum
9.55 L'ispettore Derrick. Tel
10.50 Codice a barre. Rb
10.45 Rubriche varie
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
12.55 Rai Educational
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
13.25 Passepartout. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
14.30 In 1/2H. Attualità
15.10 La casa nella prateria. Tel
15.05 Alle falde del Kilimangiaro.
16.00 Geo & Geo. Rb
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
Magazine
18.00 Per un pugno di libri. Gioco
20.35 Un posto al sole. Soap
20.10 Che tempo che fa. Talk show
21.05 La seconda notte di nozze.
21.30 Presadiretta. "Tsunani". Speciale
Film comm
23.40 Gazebo. Rb
23.0 Toxic Somalia. Reportage
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
9.05 Zoo Doctor. Tel
9.55 Melaverde. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Cougar Town. Tel
14.10 Amici. Talent show
16.00 Verissimo. Talk show
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Italia's got talent. Talent show
24.00 Avvocati a New York. Tel
1.30 Striscia la notizia. (R)
2.20 Normandia: passaporto... Film
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Le frontiere dello spirito.
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.20 Cartoni animati
11.00 Robin Hood. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Batman–Il ritorno. Film fantasy
16.00 Samurai Girl. Miniserie Tv
17.50 Magazine Champions League. Rb
19.00 Life Bites. Sitcom
19.20 Un ponte per Terabithia.
Rb religiosa
10.00 Belli dentro. Sitcom
10.55 South Pacific. Docum
11.55 Melaverde. Rb
13.40 L'arca di Noè. Rb
14.00 Domenica Live. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la domenica. Show
21.30 Il gladiatore. Film dramm
1.00 Striscia la domenica. (R)
1.50 Voglio stare sotto al letto. Film
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Zelig Circus. Show
23.40 Baciati dall'amore. Serie Tv
2.00 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Calcio Champions League.
Juventus-Celtic
Game show
0.35 L'appuntamento. Rb
1.40 Sottovoce. Rb
23.50 L'ombra del destino. Serie
22.45 Champoins League. Rb sportiva
20.00 Striscia la notizia. (R)
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.50 Cartoni animati
6.40 Cartoni animati
10.35 Due gemelle per un papà. Film
8.45 Everwood. Tel
13.00 Sport Mediaset XXL. Rb sportiva 10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
14.00 Merlino e l'apprendista stregone. 13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
Film fantasy
16.50 Zoo Rangers in Sudamerica.
15.50 White collar–Fascino criminale. Tel
16.45 Chuck. Tel
Film avv
19.00 Così fan tutte. Sitcom
17.40 La vita secondo Jim. Sitcom
19.10 L'altra sporca ultima meta.
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Transporter: The Series. Tel
Film sportivo
21.25 Le Iene Show
23.05 True Justice–Stato di guerra.
0.25 Californication. Tel
Film azione
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.40 Cartoni animati
8.45 Everwood. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
15.50 White collar–Fascino criminale. Tel
16.45 Chuck. Tel
17.40 La vita secondo Jim. Sitcom
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Wild–Oltrenatura. Reportage
0.15 Champions League. Speciale
1.35 The Shield. Tel
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.40 Cartoni animati
8.45 Everwood. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
15.50 White collar–Fascino criminale. Tel
16.45 Chuck. Tel
17.40 La vita secondo Jim. Sitcom
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Mistero. Inchieste
0.15 The Vampire Diaries. Tel
2.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.45 Everwood. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
15.50 White collar–Fascino criminale. Tel
16.45 Chuck. Tel
17.40 La vita secondo Jim. Sitcom
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Shooter. Film azione
23.35 Daylight–Trappola nel tunnel.
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
10.15 Donnavventura. Reportage
11.00 Tierra de Lobos. Speciale
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Poirot. Tel
16.40 Monk. Tel
17.40 Pianeta mare. Rb
19.15 Tempesta d'amore. Soap
20.40 Walker Texas Ranger. Tel
21.30 Sfida ad alta quota. Film azione
23.35 Life. Tel
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.35 Lotta per la sopravvivenza. Docum
9.20 Viaggio nel cuore della Terra. Doc
10.00 Santa Messa
11.00 Le storie di "Viaggio a...". Docum
12.00 Pianeta mare. Rb
13.00 Donnavventura. Rb
14.40 Zivago. Film dramm
19.35 Il comandante Florent. Tel
21.30 Tierra de Lobos–L'amore e
il coraggio. Serie Tv
23.45 Bad Girls–Cattive ragazze.
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Rescue Special Operations. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
17.00 L'ultimo uomo libero. Film giallo
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
20.10 Quinta colonna. Talk show
23.55 Terra!. Attualità
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Rescue Special Operations. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.50 La guida indiana. Film western
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 Io sto con gli ippopotami. Film
0.20 Una 44 Magnum... Film pol
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Rescue Special Operations. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
17.00 Mega Fault–La terra trema. Film
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 The Closer. Tel
23.10 Bones. Tel
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Rescue Special Operations. Tel
16.35 Sabrina. Film comm
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.40 Calcio Europa League.
22.55 Europa League. Rb sportiva
23.35 Il macellaio. Film per adulti
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.40 Hunter. Tel
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
15.50 I guerrieri. Film guerra
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 Quarto grado. Inchieste
24.00 Il colore del crimine. Film dramm
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.55 Coffee Break. Rb
11.05 Bookstore. Rb
11.45 4 donne e un funerale. Tel
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Winchester '73. Film western
16.10 The District. Tel
18.00 L'ispettore Barnaby. Tel
20.30 In onda. Attualità
22.30 Linea di sangue. Film dramm
0.50 MODA. Rb
1.35 Perché proprio a me?. Film comm
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.05 Fuori di gusto. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Baby Boom. Film comm
16.15 The District. Tel
18.00 L'ispettore Barnaby. Tel
20.30 In onda. Talk show
21.30 I Borgia. Serie Tv
23.20 Toro Scatenato. Film biografico
1.50 I giardini di pietra. Film
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Elezioni. Speciale
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 McBride: doppio omicidio. Film
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Piazzapulita. Talk show
23.45 Omnibus notte
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 McBride: chi ha ucciso Ron?. Film
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Unforgettable. Tel
23.55 The Bic C. Tel
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 McBride: l'ultimo show. Film giallo
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Le invasioni barbariche. Talk show
0.15 Omnibus notte
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 McBride: delitto passionale. Film
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Servizio Pubblico. Attualità
23.45 Omnibus notte
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.55 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 McBride: la vendetta. Film
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Crozza nel Paese delle meraviglie
22.20 Zeta. Attualità
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
7.15 Sfogliando "Famiglia Cristiana"
7.30 Chiesa nella città. Rb religiosa
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 L'Italia a tavola. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Vie verdi. Rb
19.00 Cliveland. L'inglese per tutti
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Vie verdi. Rb
24.00 Top Fuel Story. Rb sportiva
0.30 Antologia del calcio
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.45 Occasioni da shopping
13.00 Antologia del calcio
13.30 Novastadio. Rb sportiva
18.00 Occasioni da shopping
18.30 91° minuto. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Telefilm
24.00 Top fuel. Rb sportiva
0.30 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
1.30 Telefilm
2.30 L'Italia a tavola. Rb
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
8.00 Cliveland. L'inglese per tutti
8.30 Occasioni da shopping
13.00 L'Italia a tavola. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
18.30 CISL. Speciale
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.15 Telefilm
0.15 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
8.00 Cartoni animati
9.00 Occasioni da shopping
13.00 L'Italia a tavola. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
21.00 Catechesi quaresimale. Rb rel
22.15 A come Alpi. Magazine
23.00 Portfolio. Rb
0.15 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Catechesi quaresimale. (R)
8.15 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 The Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
18.30 CISL. Speciale
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio Champions League.
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.30 Cartoni animati
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
18.30 Chiesa nella città. Rb
19.00 MeteoLive
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Griglia di partenza. Rb sportiva
23.15 Novastadio Europa League.
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.30 Cartoni animati
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Vie verdi. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.00 Top fuel. Rb sportiva
23.45 Telefilm
0.30 Antologia del calcio
Film fantasy
21.10 Harry Potter e la pietra filosofale.
Film fantasy
24.00 Spia per caso. Film dramm
Film western
Film comm
Rb sportiva
23.15 Telefilm
0.15 Antologia del calcio
Film dramm
1.50 The Shield. Tel
Tottenham-Inter
Rb sportiva
V
Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche
EducAzione
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANITARIA
ATTENZIONE ALLE CURE "FAI DA TE"
Stitichezza: fra miti e realtà/1
L
a stipsi (o stitichezza) è una alterazione dell’alvo caratterizzata dalla emissione infrequente, difficoltosa
e apparentemente incompleta di feci di consistenza aumentata. La rilevanza clinica della stipsi, troppo spesso
autodiagnosticata e automedicata, associata all’elevato
costo sociale, ha portato molti studiosi a porsi l’obiettivo
d’individuare dei criteri per formularne lo stato cronico,
prendendo in considerazione sintomi e dati oggettivi
quali: il numero delle evacuazioni, che dev'essere inferiore a 3 alla settimana; l’evacuazione difficoltosa almeno
una volta su 4; la consistenza delle feci, che dev’essere
aumentata o dura o avere una forma “caprina” almeno
una volta su 4 e, sempre con tale frequenza, si deve avere
la sensazione di uno svuotamento incompleto del retto.
Almeno due di questi sintomi devono essere presenti da
12 mesi, senza uso di lassativi.
Se si fa riferimento a questi parametri, il sintomo stitichezza è presente in circa il 20% della popolazione occidentale; le donne sono maggiormente colpite, mentre
in età pediatrica ha una frequenza del 3% e rappresenta
il 25% di tutte le consultazioni gastroenterologiche pediatriche. L’incidenza tende ad aumentare con l’età fino
a valori dal 20 al 40% dopo i 65 anni. Nell’anziano è da
collegare a diverse cause: riduzione della quantità di alimenti ingeriti, diminuzione dell’attività fisica, alterazioni della sensibilità che può non far avvertire lo stimolo
alla defecazione.
Dal punto di vista clinico e diagnostico si possono distinguere diverse forme di stipsi: idiopatica (o primitiva),
definita anche stipsi “semplice”, legata spesso a errori
alimentari; legata alla sindrome del colon irritabile; da
inerzia (pigrizia) del colon; rettale e quella presente in
gravidanza. Ci sono poi forme di stipsi secondaria ad
Città Solidale
CREMA
a cura dei Medici dell’Ospedale Maggiore di Crema
dott. ROBERTO BASSI *
39
altre cause: ormonali, neurologiche, da farmaci.
In genere, la stipsi semplice (la forma più diffusa) è
legata a una dieta povera di scorie, a una vita sedentaria
e a volte, alla cattiva abitudine di rimandare lo stimolo a
evacuare (…devo correre in ufficio… andrò in bagno quando
torno). Altrettanto diffusa è la stipsi associata a colon irritabile che generalmente si associa a dolore addominale,
gonfiore dell’addome, ansia e, talvolta, depressione.
Per quanto riguarda la fisiopatologia (la scienza che
studia le alterazioni delle funzioni in corso di malattia)
possiamo distinguere la stipsi colica, con rallentata progressione del contenuto intestinale, e la stipsi rettale, con
difficoltà di espulsione del contenuto intestinale.
Se la prima è rappresentata da una diffusa alterazione motoria del colon con un transito rallentato o una
sua iperattività spastica, la stipsi rettale, chiamata anche
“outlet obstruction” (ossia ostruzione all’uscita) è invece
legata a un alterato comportamento del pavimento pelvico. In questi pazienti le feci transitano fino al retto in
tempi normali, ma qui stazionano per un tempo maggiore, permettendo al viscere di riassorbire una maggiore
quantità di acqua; quindi le feci diminuiscono di volume, diventando più asciutte e difficili da eliminare. Nello
sforzo cronico si determina uno stiramento dei nervi che
innervano i muscoli del pavimento pelvico determinandone un ulteriore abbassamento che, talvolta, si associa
ad alterazioni organiche del retto come il prolasso (ossia
una sua discesa eccessiva sino ad esteriorizzarsi dall’ano) e il rettocele (una erniazione della parete anteriore
del retto verso la vagina) che possono peggiorare ulteriormente l’ostacolo a una corretta evacuazione.
(1–continua)
LUNEDÌ 11 MARZO
Promozione capelli,
corpo e viso
* Medico dell’Unità Operativa
di Chirurgia, Responsabile
della Colonproctologia
Non esistono capelli brutti,
ma solo quelli maltrattati!
PROMOZIONE
shampoo
capelli colorati + maschera al pompelmo
€ 35 - 20% = € 28. FINO AD ESAURIMENTO SCORTE
Via Kennedy 26/b • Tel. 0373 256059 - CREMA
[email protected]
www.farmaciacontenegri.it
POSSONO ESSERE DI CARATTERE COMMERCIALE O SANITARIO
Frodi alimentari: sai distinguerle?
G
li alimenti sono un bene insostituibile e muovono interessi molto importanti, tali da indurre alcuni produttori e/o rivenditori a trarre
profitti illeciti tramite azioni, comunemente conosciute come “frodi”, che hanno come obiettivo
principale quello di rendere vendibili prodotti con
caratteristiche merceologiche e/o sanitarie non
idonee al consumo, ovvero di “migliorare” la
qualità degli alimenti con operazioni che sono
spesso di facciata, come nel caso della modifica
delle etichette, attribuendo ai prodotti denominazioni che traggono in inganno i consumatori.
La frode alimentare, in altre parole, racchiude
in sé diverse condotte illecite finalizzate a un
guadagno illecito abbattendo i costi di produzione e peggiorando la qualità del prodotto venduto, quasi sempre senza alcun riguardo per la salute del consumatore.
Le frodi alimentari possono essere di carattere commerciale e/o sanitario.
Le frodi commerciali producono danni economici, in quanto vengono venduti alimenti di
valore inferiore a quello reale.
Le frodi sanitarie, invece, possono avere conseguenze sulla salute in quanto possono contenere prodotti di degradazione, sostanze chimiche esogene o contaminanti microbici
potenzialmente dannosi.
Tracciare un confine netto tra i due tipi di frodi, commerciali e sanitarie, è assai difficile perché nella maggior parte dei casi i due fenomeni
sono coesistenti.
Nel settore alimentare, le frodi vengono distinte in varie categorie:
✔ le sofisticazioni consistono nel modificare
un alimento scadente per renderlo simile a un
prodotto di ottima qualità. Per ottenere questi
risultati, si ricorre spesso all’aggiunta di sostanze chimiche non consentite che mascherano colori o sapori degli alimenti come, ad esempio,
l’aggiunta di anidride solforosa alla carne macinata per renderla di colore rosso, l’aggiunta di
coloranti alla pasta per farla sembrare all’uovo,
di perossido di benzoile alla mozzarella per ren-
derla più bianca.
✔ Le adulterazioni generalmente modificano
anche in modo significativo la composizione originale di un alimento, con la conseguenza che
tanto il suo valore nutrizionale quanto le sue caratteristiche igienico-sanitarie possono subire
delle variazioni, con grave pericolo, in alcuni
casi, per la salute umana. Con l’affinamento delle conoscenze in materia di tecnologia alimentare, è oggi possibile adulterare un alimento anche
sottraendo dei nutrienti e sostituendoli con altri
di minore costo, come, ad esempio, produrre formaggi utilizzando sottoprodotti, sostituire l’alcol etilico con il metanolo per aumentarne il
grado alcolico.
Le adulterazioni classiche sono l’aggiunta di acqua al latte o al vino o l’aggiunta di olio di semi
all’olio di oliva per venderlo sul mercato come
olio di oliva puro al 100%.
✔ Le contraffazioni consistono essenzialmente nel conferire al prodotto alimentare una denominazione diversa da quella reale, solitamente di
un prodotto più pregiato, ovvero di formare un
alimento apparentemente genuino con sostanze
diverse da quelle di cui è normalmente composto. Ad esempio, mettere in vendita un olio di
semi con la denominazione di olio di oliva, oppure “marchiare” un formaggio comune con il
simbolo di un prodotto a denominazione di origine controllata o, anche, vendere per formaggio
di pecora uno fatto con latte bovino.
✔ Le alterazioni consistono nello spacciare
come regolari prodotti che hanno comunque subito delle modificazioni nei componenti o nei
nutrienti, a causa, ad esempio, di una errata conservazione: l’esempio tipico di alterazione è
quello di modificare la data di scadenza posta
sull’etichetta, oppure di “bonificare” dei prodotti ammuffiti o deteriorati e metterli in vendita
come freschi.
✔ Le falsificazioni con le quali un prodotto
viene sostituito con un altro, come nel classico
esempio della margarina al posto del burro.
(www.consumatori.it)
40
La Cultura
SABATO 2 MARZO 2013
RESTAURO
SIFASERA: “Vengo a prenderti stasera”
Bressanoro:
tetti da premio
V
MENZIONE SPECIALE PER
LO STUDIO ERMENTINI
I
l restauro dei tetti della magnifica chiesa rinascimentale di Santa Maria Bressanoro a
Castelleone ha vinto la Menzione Speciale del
Premio internazionale Domus restauro. La giuria composta da eminenti studiosi nel campo
del restauro ha giudicato il lavoro diretto dagli
architetti Marco e Laura Ermentini di Crema
degno del premio che verrà
consegnato il 20 marzo a Ferrara nell’ambito del Salone
del Restauro. I progetti partecipanti, provenienti da tutto il
mondo, erano duecento e di
grande rilevanza. Grande soddisfazione anche dal parroco
Mons. Amedeo Ferrari e per
tutti i partecipanti ai lavori. La
giuria del premio è composta
dal prof. Giovanni Carbonara,
Università La Sapienza di Roma, dall’arch.
Laura Moro, Ministero dei Beni Culturali, dal
prof. Beatriz Mugayar, Universidade de Sao
Paolo, Brazil, dal prof. Riccardo Dalla Negra,
Università di Ferrara e dal prof. Marcello Balzani, Università di Ferrara.
I tetti sono un elemento importantissimo
che garantisce la conservazione dei monumen-
ti. Per effetto della totale perdita della pratiche
di manutenzione, fondamentale per la conservazione degli edifici, ci troviamo sempre di
più nell’emergenza con l’improvvisa scoperta
di infiltrazioni che provocano gravi danni e a
volte anche gravissimi. Soprattutto quando esistono preziosi affreschi come a Bressanoro. Il
progetto effettuato ha voluto
riscoprire l’antica tradizione
dei “Conciatetti”, quei muratori che un tempo si occupavano
della manutenzione periodica
delle coperture. Nel contempo
si sono studiati gli accorgimenti
per eseguire in perfetta sicurezza
tutti i lavori installando speciali
linee vita sui colmi, alle quali
gli operatori si collegano sia per
eseguire il lavoro che per la successiva manutenzione periodica che è compresa
per i prossimi cinque anni e facilitata dai percorsi sicuri e comodi installati. Il risultato è un
intervento consapevole ed efficace con costi nettamente inferiori di circa un terzo rispetto a uno
del tipo tradizionale. La Fondazione Cariplo ha
ritenuto interessante il progetto e lo ha parzialmente finanziato con un apposito bando sull’in-
SVOLTO UN
RESTAURO
INTELLIGENTE,
PARSIMONIOSO
E... “TIMIDO”
TEATRI DI PIANURA
Madame Rebinè,
il talento incanta tutti
Un fermo immagine per lo
spettacolo “La riscossa del
clown”
LA COMPAGNIA È
STATA INTERPRETE
DI DUE SPETTACOLI
ENTRAMBI MOLTO
APPREZZATI DAL
PUBBLICO DI ADULTI
SABATO E DI
BAMBINI DOMENICA
D
opo le iniziative invernali
(un bellissimo concerto Gospel, la cioccolata di Modica e le
tante idee regalo del negozio),
la Cooperativa La Siembra e il
Commercio Equo e Solidale ripartono con le attività primaverili, con nuove interessanti proposte e progetti per approfondire la
conoscenza delle cucine di tutto
il mondo. Negli anni passati ci si
è cimentati con le cucine provenienti dall’Africa, dall’America
Latina, da alcuni paesi dell’Est
Europa e dell’Asia.
Luogo di svolgimento delle
cene è la Cascina Arcobaleno di
Capergnanica, con la quale i volontari de La Siembra collaborano da anni. In un ambiente caldo
e accogliente. Con loro lavorano
e danno un aiuto appassionati
della gastronomia etnica.
Il primo appuntamento è sabato 16 marzo alle ore 20 con
i sapori delle terre e del mare
dell’India, un paese sempre ricco
di fascino e in grado di stupire
piacevolmente. Come già in passato il menù prevede alcuni piatti
a base di riso, verdure ecc. con
contorni e altre gustose e gradevoli particolarità.
Il costo della cena è di 20 euro,
da versare all’atto della preno-
novazione nel restauro. Particolare attenzione è
stata posta nelle indagini scientifiche dello stato
di conservazione delle travi lignee, alcune sono
antiche e preziose e svolgono il loro compito in
maniera migliore di quelle nuove, con l’obiettivo di sostituire il minimo materiale possibile.
La tenuta all’acqua è garantita da una serie di
accorgimenti che ne permettono la perfetta impermeabilizzazione. I lavori terminati da poco
e premiati a Ferrara sono la testimonianza per
diffondere questa pratica innovativa e molto
economica che è un’applicazione del cosiddetto Restauro Timido. Una corrente di pensiero
ideata dagli architetti Ermentini che prevede il
minimo intervento sugli antichi edifici, un messaggio etico che incentiva le virtù dell’umiltà e
della parsimonia. Dopo il cantiere sperimentale del restauro del castello di Lurano questo
risulta il primo in Italia. Gli architetti Ermentini
non sono nuovi alla vincita di prestigiosi premi
come il Premio Assisi per il Restauro vinto con
il restauro del Campanile del Duomo di Crema
nel 1995. In questi tempi di crisi un intervento
di Restauro timido, intelligente e parsimonioso,
se diffuso potrebbe favorire la conservazione del
nostro sterminato patrimonio effettuando solo
gli interventi minimi e necessari.
N
ello
scorso,
nevoso,
weekend è stata protagonista presso il teatro di Romanengo la compagnia Madame
Rebinè.
Sabato sera gli attori hanno
proposto Il paziente, racconto intenso e al tempo stesso ironico
dell’ultimo istante di vita. Esorcizzare le difficoltà, la malattia,
la morte con un sorriso senza
risultare banali, accostare allegria e compassione nello stesso
spettacolo evitando che un sentimento sminuisca l’altro non è
cosa semplice.
Gli attori non solo hanno ammaliato il pubblico con la loro
evidente bravura; protagonisti in
egual misura della rappresentazione hanno scatenato in equilibrata alternanza risate e commozione in un pubblico sempre
più sorpreso dall’originalità della proposta teatrale.
La camera d’ospedale è solo lo
spunto, l’ambientazione iniziale. In realtà lo spettacolo è una
carrellata di discipline artistiche
che i tre attori nei panni dell’infermiera Jenny, del dottor Centi
e dell’indisciplinato paziente terminale Claude interpretano con
intelligenza e indubbio talento.
SIEMBRA
Cena etnica: il fascino
dell’India a tavola
LA SERATA DELLA
COOPERATIVA
SOCIALE SI TERRÀ
SABATO 16 MARZO
Alcune prelibatezze
della cucina indiana
tazione Il ricavato andrà a sostegno di alcuni importanti progetti elaborati e sostenuti da La
Siembra in collaborazione con
associazioni e realtà del nostro
territorio a favore dei disabili. I
due progetti principali sono MusicaMente anno 2013 e Brasile
2013. Attraverso l’apporto didattico di alcuni educatori provenienti dal Brasile e dall’Italia,
come lo straordinario Nomio o i
bravissimi Zinho e Loris Campana, si vuole far conoscere la musica anche di altre culture, farne
conoscere le peculiarità anche
Clownerie come terapia, illusionismo per trasformare quel male
incurabile in una miriade di fiori
colorati, break dance, atmosfere
circensi, videoproiezioni.
Il giorno successivo, per la
rassegna E domenica... teatro, la
medesima compagnia ha intrattenuto un più che discreto
numero di spettatori accorsi ad
applaudire La riscossa del clown,
in cui giocoleria e clowneria si
sono sposate con un divertente
cabaret surreale che ha coinvolto il pubblico felice che l’anziano clown, da tutti bistrattato,
alla fine abbia avuto la sua giusta e trionfale vittoria! Lo spettacolo è stato l’ultimo di questa
intelligente rassegna domenicale
dedicata alle famiglie che anche
quest’anno ha confermato la felice formula coinvolgendo un’ottima media di pubblico.
Prossimo appuntamento della
rassegna Teatri di Pianura sarà
a Romanengo sabato 9 marzo
con Ouverture des Saponettes, ma
il teatro è già “tutto esaurito”,
un altro bel colpo messo a segno
dalla compagnia Piccolo Parallelo che cura anche quest’anno
la stagione.
M. Zanotti e G. Mariani
insegnando a conoscere e costruire gli strumenti tipici percussivi
brasiliani. Allo stesso tempo far
crescere la consapevolezza della
propria identità nei ragazzi disabili attraverso la cultura musicale
brasiliana. I progetti partiranno
dalla fine di marzo con il preziosissimo sostegno logistico della
parrocchia di Crema Nuova che
mette a disposizione gratuita
le sue strutture, l’oratorio e con
l’aiuto e intervento attivo del
gruppo Arca, apprezzatissima
associazione nata e cresciuta in
tale ambito.
Venendo in aiuto a questa finalità, la Cena Indiana è occasione
per trascorrere una serata diversa piena del fascino e dei sapori
intensi e gustosi delle terre orientali. Per esigenze organizzative è
necessario dare la propria adesione al più presto, recandosi al
negozio La Siembra di via Santa
Chiara a Crema (tel. nr.0373250670, mail: [email protected]). Il tutto, come detto, si
svolgerà grazie alla ottima organizzazione delle volontarie e
volontari, soci e simpatizzanti
de La Siembra in collaborazione
con la cascina Arcobaleno.
g.mazzini
enerdì prossimo, 8 marzo alle ore 21 presso il
teatro Sociale di Soresina,
andrà in scena Vengo a prenderti stasera, commedia di
Lorenzo Beccati, Valerio
Peretti e Diego Abatantuono con Nini Salerno e
Mauro di Francesco (nella
foto), per la regia di Diego
Abatantuono.
Due nomi sinonimo di
comicità sul palco e un artista del grande schermo e
delle tavole di teatro a condurre la regia. Bastano gli
ingredienti per far di questa commedia una pièce da
non perdere. Vengo a prenderti stasera è una commedia originale
che sa dosare emozioni e risate. La trama racconta l’incontro di un comico al tramonto, e che non ha mai raggiunto il
successo, con la sua morte. Una morte davvero speciale che si
occupa di portare nell’aldilà solo i comici. Tra i due personaggi
c’è un’alternarsi continuo di esilaranti momenti di conflittualità e di complicità. Il comico mette a nudo le sue folli paure
cercando di prendere tempo. La morte, capace di compiere
stupefacenti magie, si prodiga per convincerlo a spirare subito
per portarlo nell’inferno dei comici, ma il comico si ribella.
Tra i momenti esilaranti s’insinuano momenti toccanti. Infatti,
la morte racconta con orgoglio dei comici che ha conosciuto,
ovviamente per motivi di “lavoro”.
La morte racconta con sentimento i particolari della dipartita di grandi artisti della comicità come Totò, Belushi, Troisi,
Chiari, Stanlio e Ollio, Chaplin, De Sica e altri. Gli equivoci e
i contrasti tra i due proseguono sino ad approdare a un clamoroso colpo di scena finale. Gli interpreti sono perfetti nel loro
ruolo e sanno toccare con istrionica maestria sia le corde del
tragico che del riso. Maurino Di Francesco è il comico fallito e
Nini Salerno è l’originale morte.
Biglietti: intero 18 euro, ridotto 16, loggione 12 euro.
I biglietti dello spettacolo sono in prevendita presso: Ufficio
Turistico di Castelleone, Informagiovani di Soresina, Libri a
merenda, Orzinuovi, Libreria Buona Stampa,Crema, La calzorapid, Centro Comm.le La Girandola a Bagnolo Cremasco. Prenotazioni biglietti e informazioni tel. 0374/350944,
348/6566386.
M.Z.
VIAGGIO ATTRAVERSO IMMAGINI: Azzorre
S
i è concluso martedì sera, presso la sala Alessandrini, con l’ultimo incontro sulle Azzorre, il ciclo di videoproiezioni Il viaggio
attraverso le immagini rassegna organizzata dalla sezione di Crema
dell’associazione ‘L’angolo dell’avventura’, curata da Andreina
Castellazzi in collaborazione con Silvia Zangrandi.
Le Azzorre: alla scoperta delle isole atlantiche tra Europa e America
Vulcani, natura, tradizioni, questo il filmato proposto e realizzato da
Federico Mainardi presente in sala e commentato dalla guida tedesca Birgit Siegel, che ha preparato una tesi di laurea sulle Azzorre e
ha studiato in Germania, Inghilterra e Portogallo decidendo infine
di stabilirsi sulle isola atlantiche. Una videoproiezione quindi realizzata da una persona che conosce bene quei posti: un vero paradiso terrestre che alterna una vegetazione lussureggiante, a pascoli
rigogliosi, a colate laviche, a enormi crateri occupati da laghi, a
sorgenti termali ferruginose e calde dove è estremamente piacevole,
oltre che curativo, immergersi. Il tutto caratterizzato dal fatto che i
luoghi sono scarsamente abitati: dal più popoloso che conta 40.000
abitanti fino a paesi che contano anche solo 10 persone. Una meta
quindi per chi ama le bellezze paesaggistiche ma anche la solitudine e il relax.
Il miglior periodo dell’anno per farvi visita è l’estate, quando la
temperatura raggiunge al massimo 30° e l’oceano si riscalda richiamando anche i capodogli, mentre i delfini sono presenti tutto l’anno. Vi si giunge via Lisbona e Oporto. Le Azzorre sono formate da
9 isole di origine vulcanica divise in tre gruppi, a oriente, occidente
e centrali, ognuna con le proprie caratteristiche. La più grande è
l’isola di S. Miguel che si affaccia sulla caldera di un vulcano, occupata da un lago e che offre l’occasione per lunghe passeggiate. La
città principale è Ribera Grande dove scorre l’omonimo fiume. La
natura è sempre verde anche in inverno, essendo il clima sud tropicale e le temperature al massimo di 30°. Molti villaggi sorgono sul
fondo di un cratere vulcanico. Le Azzorre sono state scoperte solo
nel 1427 e non hanno una popolazione autoctona. Di particolare
attrazione sull’isola di S. Miguel è un enorme giardino botanico
realizzato in stile romantico inglese e che abbonda di vegetazione
di ogni tipo, in particolare di camelie delle quali si contano ben 600
tipi. Oltre all’isola di San Miguel da ricordare è l’isola del Picco
con il monte più alto di 2351 m., l’isola di Faial con i suoi enormi
pascoli. Gli abitanti praticano esclusivamente la religione cattolica,
sono molti devoti e danno vita a riti che si tramandano da secoli e
che durano anche una decina di giorni.
PIZZIGHETTONE: domani Il gigante egoista
D
omenica 3 marzo alle
ore 15 il Teatro alle
Mura del borgo di Pizzighettone ospiterà il primo
appuntamento dedicato a
famiglie e ragazzi con l’opera Il gigante egoista, di
Manicomics Teatro, ispirata
all’omonimo testo di Oscar
Wilde. Il percorso, dal nome
Ragazzi alla ribalta! è specificamente pensato per i più
piccoli e per i loro genitori, anche grazie alla scelta di produzioni che oltre a un linguaggio e uno stile più diretto verso queste
particolari fasce d’età, sappiano anche lanciare messaggi particolari ed educativi.
La poetica fiaba Il gigante egoista viene sviluppata attraverso
una tecnica mista tra teatro d’attore e di figura, capace di divertire, far pensare e intrattenere ampie platee di pubblico. Durante
i dialoghi tra i fiori, gli uccellini e la luna, l’attore clown che interpretava il giardiniere con i trampoli e con un grande costume
diventa magicamente un gigante, trasformandosi in un enorme
personaggio alto più di due metri.
Biglietti, posto unico 6 euro; informazioni, biglietteria, prenotazioni e prevendite presso l’agenzia live, tel. 393 9012927.
La sala teatrale, dotata di 170 posti a sedere, è riscaldata. Si
consiglia la prenotazione.
41
SABATO 2 MARZO 2013
BASKET / DNC
di TOMMASO GIPPONI
U
n vero e proprio calcio all’attuale momento
difficile quello che ha dato sabato scorso l’Erogasmet Crema vincendo nettamente il derby con l’MG
KVis Piadena per 90-76. Crema, che veniva da un pesante
ko nell’altro derby a Orzinuovi, ha saputo tirare fuori tutte
le energie di cui dispone giocando una gara sostanzialmente
perfetta. Che si può leggere attorno a due aspetti principalmente. Il primo difensivo, coi biancorossi che nei momenti topici
della partita hanno saputo chiudere la via del canestro agli avversari, e il secondo offensivo, con un 13/19 da tre punti (ma a
pochi minuti dal termine era 12/16) che di fatto ha stroncato ogni
tentativo avversario. È sempre stata in controllo del match l’Erogasmet, fin da un inizio dove è riuscita a correre spesso e volentieri per
via di alcuni bei recuperi difensivi. E quando Piadena ha provato ad
alzare la testa ecco che è arrivata una grandinata di triple e da tanti
giocatori diversi. Se gli avversari poi provavano a stringere maggiormente sul perimetro allora Crema si appoggiava sulle possenti spalle di
capitan Paolo Denti, autore di una prestazione da annali con 28 punti,
11/11 ai liberi e ben 38 di valutazione.
Nella ripresa l’allungo decisivo per i biancorossi è stato quello nel finale di terzo quarto, sigillato dalla schiacciata di Anzivino e dalla tripla
di Galletta, settimo giocatore biancorosso a mandare a bersaglio un tiro
dalla lunga distanza, a firmare il più 18 sulla sirena del 30’.
Piadena ci provava ancora nell’ultima frazione ma Crema era troppo
concentrata e alla fine ha portato a casa un successo molto importante,
che ribalta anche a proprio favore lo scarto con gli avversari rispetto
alla gara d’andata. Cremonesi ora nel mirino a due sole lunghezze di
vantaggio: per passare davanti basterà agganciarli in classifica. Erogasmet quindi rivitalizzata, con un quinto posto più saldo e con tutte le
intenzioni di provare a scalare ancora qualche posizione, superando
Piadena ma anche provando ad agganciare San Bonifacio che è 4 punti
avanti ma che coi biancorossi ha anch’esso il computo degli scontri diretti sfavorevoli. E tutto questo è reso ancora più possibile dal fatto che
l’Erogasmet non affronterà più da qui alla fine della stagione regolare
squadre che la precedono in graduatoria. Un calendario non impossibile quindi, ma che per questo non dev’essere sottovalutato.
Si inizia questa sera con la trasferta di Bernareggio, contro una squadra in cerca di riscatto. Crema però sa che i due punti sono obbligatori
per continuare a coltivare il sogno terzo posto. Gradualmente gli appena rientrati Degli Agosti e Carlo Bianchi stanno raggiungendo il top
della forma, e sono due presenze che possono fare davvero la differenza
nel finale di campionato dei biancorossi, soprattutto ai playoff.
Erogasmet Crema-Mg Kvis Piadena 90-76 (30-15; 47-42; 77-58)
Erogasmet Crema: Denti 27 (8/13), A. Bianchi 12 (0/3, 4/7), Ferri
9 (0/2, 2/3), Galletta 6 (0/4, 2/3), Dedda, Persico 4 (2/4), Anzivino
11 (3/7, 1/1), Cardellini 10 (2/4, 2/2), C. Bianchi 4 (0/3, 1/2), Degli
Agosti 7 (1/3, 1/1). All. Galli.
Classifica: Tb Montichiari 34; Novella Sentieri 28, S. Bonifacio 28;
MgKVis 26; Erogasmet Crema 24; Da G. Lissone 22; Iseo Pisogne 20,
Milanotre Basiglio 20; Gorla Cantù 16; P. Bernareggio 12, Clf Italia
BG 12; B&b Cittadella 10; G. M. Arzignano 6, Pontek P. Mantovano 6.
BASKET D: SIMECOMM, PRESTAZIONE SFORTUNATA
Sfortunata prestazione della SimeComm Ombriano che sul campo
della Effect Brescia quinta in classifica gioca in modo gagliardo ma alla
fine è costretta ad arrendersi 94-88 dopo un supplementare.
La classifica è difficile per gli ombrianesi al momento ma c’è assolutamente tempo e modo per risollevarsi: “Prestazione bella ma sfortunata quella di Brescia – commenta il dirigente responsabile rossonero
Vittorio Soldati – contro una Golden Street imbattuta nel girone di ritorno grazie agli innesti dei gemelli Marelli, ex C1 a Crema e Orzinuovi. Bresciani ora quarti e Ombriano, al secondo stop di fila, che guarda
con preoccupazione ma allo stesso tempo determinazione alla gara di
domenica contro Dalmine, una sorta di spareggio salvezza anticipato.
Partenza ad handicap venerdì scorso sul 17-4 firmato Corti ma prima Cerioli e poi gli under Cremaschi, Mapelli e Codevilla hanno imbastito una rimonta, culminata nel sorpasso del 30’ siglato dall’mvp
Cremaschi. Finale punto a punto con un paio di errori evtabili sul 7475 per noi. Brescia scappa 80-77 con Saresera ma non commette fallo
tattico così ancora Cerioli impatta da tre sulla sirena.
Nell’overtime Sandro Marelli e Giuri fanno la differenza e le uscite
per falli di Cerioli e Piloni spengono le nostre speranze, anche a causa
delle pesanti assenze di Priori e Manenti”. L’appuntamento è per domani alle 18 alla Cremonesi per SimeComm-Dalmine.
Effect Brescia-SimeComm Ombriano 94-88 (29-19; 47-39; 62-64;
89-80)
Ombriano: Marazzi 2, Cerioli 25, Piloni 6, Vailati 5, Cremaschi 19,
Baggi 10, Mapelli 5, Premoli 5, Gallo 3, Codevilla 8. All. Malaraggia.
C
Erogasmet, un calcio
al momento difficile!
Qui sopra
Andrea Bianchi
in azione;
nella foto a lato
Degli Agosti dell’Erogasmet
tenta di non farsi
rubare la palla
dall’avversario
VINTO
NETTAMENTE
IL DERBY
CON PIADENA
(90-76).
QUESTA SERA
TRASFERTA
A BERNAREGGIO
PERGOLETTESE: finalmente primi in classifica!
del pubblico della Serie A. Trovare un palazzetto così
caldo e partecipe è impensabile in altri campi di B1.
Un grazie di cuore a tutti dalla società!
SERIE C: LA ALKIM STRAVINCE!
La quarta giornata di ritorno si è rivelata un turno
di ordinaria amministrazione per la Alkim Bamca
Cremasca di Crema che, settimana dopo settimana, si sta confermando splendida realtà di vertice
del girone C della serie Femminile. La compagine
di coach Vittorio Verderio ha reagito prontamente
alla sconfitta al tie break patita nel turno precedente
per mano della vice capolista Brembate, andando a
stravincere sul campo della malcapitata Oro Volley
Nembro (18-25/7-25/16-25), formazione che si trova in piena zona retrocessione. Grazie ai tre punti
conquistati sabato la compagine del presidente Paolo Stabilini si è confermata la terza forza del torneo con 39 punti all’attivo. Questa sera alla Braguti
Bonizzoni e compagne cercheranno di compiere un
ulteriore passo verso i playoff promozione contro
le bergamasche dell’Ambivere. In serie C maschile
nello scorso weekend si è disputata la terza giornata
dei playoff promozione. Un turno che non è stato favorevole al Volley Offanengo 2011 sconfitto per 3-1
(25-20, 24-26, 25-16, 5-2) in quel di Azzano Mella.
Stasera match casalingo con il Gorlago. Julius

Castellana-Trento
Perginese - Pergolettese
Aurora Seriate-Mapello
Darfo-Montichiari
Lecco-Olginatese
Ponte Isola-Pro Sesto
Sant’Angelo-Alzano Cene
Seregno-Mezzocorona
St Georgen-Caronnese
Voghera-Caravaggio
F
inalmente primi! I gialloblù della Pergolettese,
dopo mesi a rincorrere prima la Caronnese e
poi il Ponte Isola, si ritrovano con 56 punti al comando della classifica.
Infatti la squadra cremasca della premiata ditta Andrea Micheli-Cesare Fogliazza, domenica
ha vinto in trasferta contro la Fersina Perginese
e il Ponte Isola nel recupero (sono stati tanti nel
weekend i rinvii a causa della neve) di mercoledì pomeriggio è stato clamorosamente sconfitto
in casa allo scadere dalla Pro Sesto per 2 reti a
1. Deve ancora recuperare una gara il temibile
Voghera (quella di domenica in casa con il Caravaggio verrà disputata il 6 marzo), ma attualmente si trova a 5 lunghezze dalla capolista cremasca e quindi non la raggiungerebbe comunque.
Domani alle ore 14.30 i gialloblù giocheranno
al Voltini contro il Caravaggio: all’andata i cremaschi in una brutta gara rimediarono una delle
poche sconfitte di quest’anno per 1 a 0. Ora non
ce lo si può permettere: psicologicamente siamo
i nuovi ‘primi della classe’ e sono gli altri che devono rincorrere, quindi da qui a fine campionato
teoricamente avremo in mano il nostro destino.
Ma facciamo un passo indietro e torniamo alla
gara di domenica contro la Fersina Perginese giocata sul campo sintetico di Mezzocorona. Dopo
una ventina di minuti la formazione di mister Venturato è passata in vantaggio grazie a una punizione di Felline; passa un’altra ventina di minuti e
Panizza di testa insacca la rete del pari. A cinque
Volley B1: Reima sconfitta dalla capolista
ASSA RURALE CANTÙ-PALLAVOLO REIMA CREMA: 3-0 (25-22, 25-18, 25-20)
In casa della capolista Cassa Rurale Cantù la Reima
Crema ha interrotto la serie positiva di tre successi
consecutivi (tutti al tie break) rimediando una sconfitta per 3-0. I “blues”, al di là dei “numeri” della
sconfitta, hanno comunque cercato di tenere testa
ai quotati avversari, obbligandoli anche a inseguire
nel primo e terzo set. Lo stop rimediato in casa della
prima della classe non è stato indolore sulla classifica dei “blues” che, fermi a quota 16, sono rimasti
solitari al penultimo posto con una lunghezza di
margine sul “fanalino di coda” Cisano Bergamasco
e un ritardo rispettivamente di 1 e 2 punti dai Diavoli
Rosa Brugherio, sconfitti dal Caloni Bergamo e dalla
Comer Iglesias. Ma il dato più preoccupante è che la
“zona salvezza” si è ulteriormente allontanata, tornando ora a 6 punti dai cremaschi. A questo punto
diventa “vitale” per Egeste e compagni il confrontospareggio di domani sera al “PalaBertoni” contro
i Diavoli Rosa Brugherio. “Sapevamo che a Cantù
sarebbe stata durissima – ha sottolineato il direttore
generale della Reima Michele Rota – e non era certo
quella la partita su cui fare affidamento per fare passi
avanti in classifica. Per il match di domani contiamo
molto sul nostro fantastico pubblico”. “Le oltre 450
persone presenti al “PalaBertoni” anche in occasione del match contro Bergamo hanno, ancora una volta, ricordato a tutti che a Crema è rimasto il segno
R��������–G��. B
di FEDERICA DAVERIO
Altri articoli di volley su www.ilnuovotorrazzo.it
P������� �����
Un’immagine di repertorio della gara di ritorno
con l’Aurora Seriate allo stadio Voltini
minuti dal termine della partita, altra punizione
per la Pergolettese: dopo Felline non sbaglia nemmeno Amodeo che regala tre preziosissimi punti e
la vetta della classifica.
Sarà un marzo intenso di gare, i cremaschi per
domani recuperano Filippini, ma hanno ancora
fuori Soregaroli, Milani, Davini, Di Matteo, Zoppetti e Tacchinardi.
Dove non c’è la forza... ci provi il cuore!
MINIVOLLEY: tappa dalla U.S. Capralbese
R
ecentemente nella palestra comunale di Capralba si è svolta la tappa di
minivolley. 65 i piccoli atleti
partecipanti provenienti dalle società di volley del Cremasco: Pandino Atalantina,
Vailate e U.S.Capralbese
(società organizzatrice), che
nonostante la giovane età
(6-11 anni), hanno dato vita
a un confronto sportivo che
ha dato notevoli spunti che
saranno poi interpretati dai
vari allenatori.
Grande la soddisfazione
della società organizzatrice,
del responsabile Giancarlo
Marchetti, e dei dirigenti
Fabiola Marcoccia e Luigi
Paioro. Ma le gioie non si
esauriscono qui!. Infatti la
squadra della categoria Allieve riesce a vincere sabato
la sua seconda partita acquistando sempre più fiducia nelle sue capacità e lasciando ben
sperare per il futuro.
L’U.S. Capralbese comunica inoltre, che è alla continua ricerca di nuove atlete da inserire nelle due categorie giovanissime
(U12) allieve (U16) e per una eventuale terza divisione e invita
tutte le ragazze che volessero raccogliere questo invito rivolgersi
direttamente al responsabile o ai dirigenti sopra nominati.
1-3
1-2
rinv.
4-3
rinv.
1-2
0-3
rinv.
rinv.
rinv.
Alzano Cene - St Georgen
Caronnese - Castellana
Mapellobonate - Darfo Boario
Mezzocorona - Ponte Isola
Montichiari - Voghera
Pergolettese - Caravaggio
Olginatese - F. Perginese
Pro Sesto - Sant’Angelo
Seregno - Aurora Seriate
Trento - Lecco
C��������� ����� �
Pergolettese 56; Ponte Isola 54;
Voghera 51; Olginatese 46; Caronnese 45; Castellana 41; Lecco (-3)
40; Montichiari 37, Caravaggio 37;
Alzano Cene 35, Mapellobonate 35;
Seregno 34; Darfo Boario (-3) 32, F.
Perginese 32, Aurora Seriate 32; Pro
Sesto 30; St Georgen 24; Mezzocorona 20; Trento (-1) 17; Sant’Angelo
13
VOLLEY C
D
opo due sofferti tie break,
uno vinto e l’altro perso, contro formazioni di bassa classifica,
la Trony Offanengo è tornata a
riassaporare il gusto della vittoria
da 3 punti. La compagine di coach Bergamsachi, dimostrando
grande carattere e forza di volontà, è riuscita a imporsi per 3-1
(25-20/15-25/21-25/15-25) in
quel di Cernobbio sul campo della Lariointelvi. “Una vittoria che
vale moltissimo per le condizioni
in cui ci siamo trovati infortuni e
malattie di stagione – ha dichiarato il diesse della Trony Giovanni
Severgnini – e quindi un grande
plauso a tutte le ragazze che sono
riuscite a conquistare l’intera posta”. In classifica la Trony è sempre seconda a un punto dall’Eldor
Orsenigo. Oggi la formazione di
Bergamaschi tornerà a esibirsi in
casa contro la Pallavolo Senago.
Sempre nel girone B della serie C
la Pallavolo Vailate ha conquistato
un prezioso punto sul campo del
Pisogne. Le ragazze di coach Zanotti sono state sconfitte per 3-2
(25-12, 22-25, 25-19, 27-29, 1513). Le vailatesi oggi ospiteranno
l’abbordabile Lariointelvi. Giuba
42 Calcio
SABATO 2 MARZO 2013
ECCELLENZA
PROMOZIONE
Crema e Rivoltana
pronte alla corsa
Ripresa tosta
per le “nostre”
R
DOMANI I NEROBIANCHI AFFRONTERANNO IL SANCOLOMBANO
AL “BERTOLOTTI”. RIVIERASCHI IN TRASFERTA A VILLA D’ALMÈ
Roberto Gritti del Crema
(Per la foto si ringrazia la Società)
S
P������� T����
top forzato dopo una giornata
molto proficua. Crema e Rivoltana, reduci dalle vittorie ottenute
rispettivamente a spese di Lazzate
e Giussano, domenica scorsa sarebbero scese volentieri in campo
per prolungare la striscia positiva,
ma la neve lo ha impedito.
E domani si ricomincia. I nerobianchi ospiteranno al “Bertolotti”
il Sancolombano, terza forza del
campionato; l’undici di Castellani
andrà invece a Villa d’Almè dov’è
atteso dal Valle Brembana.
Mister Maurizio Lucchetti
non potrà contare sull’apporto di
Marchesini, squalificato, mentre
il resto della truppa sarà a disposizione. Rexho e Fiorentini hanno smaltito gli acciacchi, quindi
non dovrebbero dare forfait; resta
invece in infermeria il difensore
Profeta. “Non so ancora chi sarà
chiamato a prendere il posto dello
squalificato, l’importante è scendere in campo convinti di far bene.
Dovremo fare i conti con un avversario che naviga nei quartieri nobi-
R��������-G��. B
TURNO
RINVIATO
CAUSA
MALTEMPO
li, comunque se ci esprimeremo ad
alti livelli potremo dire la nostra”.
All’andata finì a reti inviolate.
“Esatto, ma ogni partita fa storia a
sé. Ce la giochiamo con tutte se ci
mettiamo la giusta determinazione, la convinzione palesata prima
della pausa forzata”.
I playoff non sono distanti…
“È un capitolo che non affrontiamo in questa fase”.
Lucchetti non si pronuncia sul
salto di categoria diretto: “Sarà
una bella lotta fra Giana e Cisera-
TERZA CATEGORIA
C’è Pianengo-Scannabue!
I
l campionato di Terza è
sempre più avvincente,
nonostante i continui rinvii
a causa della neve. Ci sono
squadre ferme a sedici match
disputati (come il Calcio Crema e il San Carlo), le altre
sono scese in campo 17 volte.
Solo Oratorio Offanengo e
Casale vedono nel tabellino
il numero 19, segno di altrettante gare disputate. Gli
uomini di Ivo Sacchi meritano
un plauso per quanto stanno
facendo e per la bella rimonta messa a segno: il ritorno
sta andando alla grande e i
giallorossi occupano la quarta piazza in compagnia della
Pianenghese.
Davanti a tutti il Pieranica, che non ha mai nascosto
i propri sogni di gloria (risalire in Seconda!): ha qualcosa in più delle altre e alcune
gare vinte in modo incredibile
sembrano dire che è l’anno
giusto per il salto. Staremo a
vedere...
Scannabuese e Sergnanese,
che seguono da vicino la capolista, hanno avuto un andamento diverso: i biancorossi
sono in crescita, la Scannabuese di Roby Chiodo non è partita col piede giusto in questo
2013, lasciando punti per strada. La lotta per i playoff è molto interessante e aperta a ogni
possibile sviluppo, con almeno
sei squadre in grado di classificarsi, sempre che la Federazione confermerà gli scontri post
season a quattro squadre.
Domani l’ennesimo turno con sfide da non perdere.
Il big match di giornata sarà
senz’altro Pianenghese-Scannabuese, entrambe alla ricerca
di punti pesanti per stare col
fiato sul collo al Pieranica. La
tripla è d’obbligo.
Punti facili per la Sergnanese col Calcio Crema, fanalino
di coda. Altra contesa dal non
facile pronostico è quella tra
l’Oratorio Offanengo e l’Aurora: per Verdelli e compagni,
forse, l’ultima chanche per
non perdere definitivamente il
treno playoff. Pieranica-CR81
C���������
Giana 55; Ciserano 50; Sancolombano 46; Sondrio 41; Trevigliese
39; Cavenago 37; Mariano 35;
Crema 35; Desio 32; Base 96 32;
Ardor Lazzate 30; Valle Brembana 27; Rivoltana 26; Arcellasco
23; Real Milano 18; Zanconti 11;
Giussano 9; Cantù S. Paolo 2
no. Francamente, non saprei indicare la favorita”.
Torniamo all’impegno col Sancolombano: ha una cifra tecnica
diversa rispetto al Lazzate...
“Certo, ma insisto: se andremo
in campo convinti di dire la nostra,
potremmo riuscire a spuntarla”.
La Rivoltana, che domenica
scorsa avrebbe dovuto vedersela
col fanalino di coda Cantù, affronterà in trasferta il Valle Brembana,
che la precede di un solo punto. Si
tratta di uno scontro diretto quindi,
Duemila vede favorita la capolista, ma i crederesi sono in
grado di compiere l’impresa.
Vinca il migliore!
LG
R��������-G��. A
TURNO
RINVIATO
CAUSA
MALTEMPO
C���������
Pieranica 39; Scannabuese 35;
Sergnanese 34; Or. Offanengo
32; Pianenghese 32; Ombriano
28; Agnadello 28; S. Luigi Crema 26; Madignanese 25; CR81
Duemila 23; Or. Frassati 23;
Casaletto Cer. 20; Casale Cr.
14; S. Carlo Crema 12; Camisanese 7; Calcio Crema 2
P������� T����
Calcio Crema-Sergnanese
Camisanese-Madignanese
Casale Crem.-Agnadello
Casaletto Cer.-Or. Frassati
Ombriano-Or. Offanengo
Pianenghese-Scannabuese
Pieranica-CR81 Duemila
S. Luigi Crema-S. Carlo Crema
dalla grande rilevanza. La squadra
è in salute, ma sa che non può concedersi distrazioni, anzi, dovrà giocare sempre col coltello tra i denti
perché la salvezza è tutta da conquistare: “Per centrare l’obiettivo
senza passare dai playout dovremo
agguantare quota 42-43”.
Il traguardo è alla portata? In
riva all’Adda sono dell’avviso
che saranno decisive le prossime
4-5 partite. E quella di domani
vale doppio.
El
PRIMA CATEGORIA
n altro turno rinviato a causa
del maltempo. Questa la triste
realtà anche in Prima categoria,
dove le formazioni cremasche non
vedono l’ora di tornare a giocare.
Il campionato è molto avvincente, con le “nostre” di fatto divise in
due “tronconi”: c’è chi lotta per le
zone nobili – Offanenghese soprattutto, ma anche Castelleone – e chi
si getta nella battaglia ogni domenica per ottenere la salvezza e la
militanza nella categoria.
Purtroppo, il discorso riguarda
tutte le altre cremasche, raccolte ai
piedi della graduatorira: San Paolo
Soncino, Excelsior Vaiano, Agnadellese e Salvirola si legge dal fondo della classifica.
Domani il turno previsto pro-
pone sfide delicatissime, a partire
dal big match tra Offanenghese e
Real Casal. I giallorossi di capitan
Ogliari (nella foto) ospiteranno la
regina del torneo, almeno sin qui.
Si tratta di una gara in cui è impossibile fare pronostici. Dragoni e
compagni segnano con più facilità,
incassando però troppe reti, addirittura 11 in più dei rivali. Gli offanenghesi sembrano rinati rispetto
al brutto avvio del 2013 e le ultime
affermazioni lo dimostrano, compresi gli ultimi tre punti ottenuti
nel recupero in notturna.
Il Castelleone si troverà di
fronte il Formigara del nuovo mister Marino Bracchi, un lusso per
la categoria.
Diverso il discorso, come detto,
SECONDA CATEGORIA
Domani due match
“d’alta quota”
D
omani il calendario offrirà due match d’alta quota:
Acos Treviglio-Calcense e Monte
Cremasco-Juventina Covo. Da seguire anche Ripaltese-Vidalengo e
Romanengo-Trescore (1-2 all’andata). Queste due compagini sono
appaiate in classifica (26 punti),
ma il Trescore, che in questo periodo ha fatto davvero fatica ad
allenarsi per le delicate condizioni
del campo e carenza di strutture
alternative disponibili, ha una partita in più da recuperare.
L’andatura la detta da tempo
l’Acos Treviglio, squadra ben messa in ogni reparto. “Sì, ha qualcosa
in più – evidenziano molti addetti
ai lavori –. Si difende con grinta,
a centrocampo ha le idee chiare,
fa viaggiare il cuoio da grande e
là davanti, quando ha l’occasione,
non perdona”.
In soldoni: era e rimane l’undici
da battere, senz’altro favorito per
il salto diretto in Prima. Delle nostre, è quasi sempre stata in zona
nobile la Ripaltese di mister Afredo Fusari, bravo a dare una precisa
identità al gruppo. L’obiettivo è la
salvezza, praticamente in cassaforte, “anche perché quest’anno sono
previste solo due retrocessioni”,
puntualizza il condottiero rivierasco, che adesso non si nasconde:
“A questo punto, cercheremo di
conquistare il nullaosta per gli spareggi promozione. Siamo in buona
compagnia per questo traguardo,
classifica alla mano”.
R��������-G��. F
TURNO
RINVIATO
CAUSA
MALTEMPO
C���������
Fanfulla 42; Acc. Sandonatese 38;
Settalese 33; Vignate 32; Melegnano 32; Tribiano 25; Soresinese 25;
Gessate 24; Chieve 24; Casalmaiocco 23; Casalbuttano 22; Codogno 21; Paullese 21; Montanaso
20; Luisiana 16; Sangiulianese 15
P������� �����
Soresinese-Casalmaiocco
Casalbuttano-Fanfulla
Tribiano-Gessate
Acc. Sandonatese-Luisiana
Codogno-Paullese
Melegnanese-Sangiulianese
Chieve-Settalese
Montanaso-Vignate
questo plotone c’è anche il complesso di Bianchetti.
Domani contro la Settalese
non ci sarà Bellani, operato all’avambraccio (ne avrà per un mese
e mezzo) mentre potrebbero
rientrare Alborghetti, Donetti e
Vigani, tornati a lavorare. Ripresa col botto, quindi?
el
R��������-G��. H
Offanenghese,
serve l’impresa!
U
Chiodo, mister della Scannabuese
Zanconti-Base 96
Sondrio-Cavenago
Ciserano-Desio
Ardor Lazzate-Giana
Arcellasco-Mariano
Valle Brembana-Rivoltana
Crema-Sancolombano
Real Milano-Trevigliese
Cantù S. Paolo-Giussano
ipresa tosta per le “nostre”.
La Luisiana è attesa a San
Donato dall’Accademia, seconda della classe, il Chieve ospiterà
la Settalese, terza. Prima della
nevicata, la squadra di Danio
Bianchetti aveva liberato l’hurrà a Tribiano grazie alla rete di
Akoiblin, mentre i pandinesi
erano franati a Codogno (4-2).
“Possiamo dire che la sosta
ha ci fatto bene, ha consentito
i recuperi di Favalli, Dognini
e Bolzoni – riflette il direttore
sportivo Mario Bertazzoli –. Si
tratta di due pedine importanti.
Non possiamo muovere alcun
appunto al gruppo, perché l’impegno è sempre grande, non ci
sono forfait nelle sedute infrasettimanali”. Mancano i risultati,
però... Con l’avvicendamento in
panchina, Ferla per Premoli, è
arrivata subito la vittoria, seguita
da un brutto scivolone. “Ormai
il nostro obiettivo sono i playout. Come risaputo, retrocede
direttamente l’ultima classificata
mentre andranno agli spareggi le
compagini racchiuse tra il penultimo e il quint’ultimo posto, se
non ci saranno 10 punti di scarto
tra chi sta peggio e chi è messo
meglio”. Il Chieve (7 pareggi in
5 gare) ha migliorato la classifica, che non gli consente però di
stare tranquillo. Ben 9 squadre
sono racchiuse in 5 punti e in
TURNO
RINVIATO
CAUSA
MALTEMPO
C���������
per le altre, tutte attese da sfide
non facili. Il San Paolo, alla ricerca
disperata di punti, incrocerà i “cugini” dell’Orceana che navigano
in acque tranquille, addirittura in
zona playoff.
Stesso discorso per il Salvirola
che visiterà Casalpusterlengo, dove
servirà una vera e propria impresa
per portare a casa dei punti. Agnadellese-Quinzanese è un’altra gara
delicata che i cremaschi non possono permettersi di perdere: si cercherà di sfruttare il fattore campo.
Infine, Oratorio Senna-Excelsior, con i primi favoriti anche se
a Vaiano in molti credono nella
rimonta e ci sono i mezzi per metterla a segno.
LG
Chi, oltre a voi, delle altre cremasche?
“Monte, Romanengo e Trescore. Sarà una bella lotta. Anche per
il primo posto la partita, a mio avviso, è ancora aperta”.
Pensi di acciuffare la vetta?
“La Calcense è bene assortita,
ha un organico importante e può
sicuramente dar fastidio alla capolista, che non abbiamo ancora
avuto modo di affrontare: la sfida
con l’Acos Treviglio è stata sempre rinviata, addirittura tre volte!”.
Fusari è molto soddisfatto
dell’impegno della sua truppa (un
mix di giovani di belle speranze ed
elementi esperti): “Hanno sempre
una gran voglia di fare, nessun
ragazzo si lamenta, compreso chi
va in panchina, quindi non posso
che essere contento”.
La Prima categoria rientra nei
vostri programmi?
“Dovresti girare l’interrogativo
al nostro presidente, Cesare Fayer, sempre molto vicino ai nostri
ragazzi. Insisto: stiamo andando
oltre le aspettative e, chiaramente,
siamo contenti”.
E domani?
“Come sempre, giocheremo
per vincere!”.
El
Real Casal 38; C. S. Stefano 35;
Offanenghese 30; Orceana 29;
Castelleone 28; Casalpusterlengo
28; Castelverde 26; S. Biagio 26;
Or. Senna Lod. 26; Quinzanese 25;
Formigara 23; Oriese 23; Salvirola
22; Agnadellese 14; Excelsior 14;
S. Paolo Soncino 10
P������� T����
Centro S. Stefano-Castelverde
Or. Senna Lod.-Excelsior
Castelleone-Formigara
Agnadellese-Quinzanese
Offanenghese-Real Casal
Oriese-S. Biagio
Casalpusterlengo-Salvirola
Orceana-S. Paolo Soncino
R��������-G��. I
TURNO
RINVIATO
CAUSA
MALTEMPO
C���������
Acos Treviglio 39; Juventina
Covo 32; Calcense 30; Ripaltese
29; Monte Crem. 28; Vidalengo
27; Romanengo 26; Trescore 26;
Fontanella 25; Castelnuovo 20;
Doverese 19; Or. Sabbioni 16;
Cappuccinese 14; Crespiatica 13;
Bagnolo 12; Spinese Or. 9
P������� T����
Cappuccinese-Or. Sabbioni
Crespiatica-Bagnolo
Doverese-Fontanella
Monte Crem.-Juventina Covo
Ripaltese-Vidalengo
Romanengo-Trescore
Spinese Or.-Castelnuovo
Acos Treviglio-Calcense
Sport 43
SABATO 2 MARZO 2013
RITMICA: Us Acli
R
ecentemente a Desio, nel Palazzetto che ospita la Squadra
Nazionale di Ginnastica Ritmica
le “Farfalle D’oro”, si è svolta la
gara di qualificazione Regionale
Trofeo di Sincrogym che ha visto
la partecipazione di due squadre
nella terza e quarta fascia, della
società US ACLI di Crema.
Le ginnaste allenate da Marina Bogachuk divise in squadra
A con Giorgia Agosti, Rebecca Cattaneo, Claudia Cavalli,
Sara Foppa Vicenzini, Michela
Martinenghi e Serena Portalupi,
e squadra B con Laura Bergamaschi, Chiara Gizzi, Emma
Lucini Paioni, Alessandra Rossi e
Christine Valcarenghi hanno presentato un esercizio di collettivo
combinato e due esercizi a coppie
il tutto a corpo libero. Le ragazze
della Ritmica dell’US Acli hanno
riportato i seguenti punteggi: per
la Squadra A, esercizio collettivo
combinato punti 34; esercizio 1°
coppia (Foppa Vicenzini-Martinenghi) punti 16,80; 2° coppia
(Cattaneo-Portalupi) punti 17,00con un punteggio totale di 67,800
si posiziona in classifica generale
al 5° posto. Squadra B, esercizio
collettivo combinato punti 31,30;
esercizio 1° coppia (BergamaschiGizzi) punti 15,40; esercizio 2°
coppia (Lupo Pasini-Rossi) punti
15,50 con un punteggio totale di
62,20 si posiziona in classifica generale al 6° posto. L’allenatrice si
dice soddisfatta e pare che la qualificazione alla fase Regionale sia
stata ottenuta.
BASKET A2
CREMA NUOTO: campionati regionali, i risultati
Tec Mar, testa
rialzata: 88-68
BATTUTO IL SELARGIUS
di TOMMASO GIPPONI
H
a ripreso il proprio cammino come meglio non si
poteva la TecMar Crema, che dopo la batosta di
San Martino ha subito rialzato la testa imponendosi alla
grande nel match casalingo di domenica scorsa contro
il San Salvatore Selargius. 88-68 il punteggio finale di
una gara sempre giocata a ritmi altissimi da parte delle
biancoblù. Che sono partite come meglio non si poteva,
riuscendo a recuperare molti palloni in difesa e ad andare a segno con grandissima continuità, sia da sotto che
da fuori. È stato un po’ il tema di tutta la partita, con
le cremasche a correre e a segnare praticamente a ogni
azione, tanto da rendere inutile ogni buon parziale delle
avversarie, che a un certo punto avevano anche trovato
il modo di perforare con continuità la difesa cremasca.
Forse però tutto questo era dovuto al ritmo che Crema stava dando alla partita più che a falle difensive vere
e proprie. Non dimentichiamo che il Selargius era salito a Crema con grandi motivazioni, cercava due punti
che sarebbero stati fondamentali per la sua rincorsa a
un posto playoff, e quindi non si è mai arreso. Ma alla
TecMar domenica riusciva davvero tutto. Soprattutto, è
stato molto limitato rispetto al solito il numero di palle
perse, il che ha consentito più possessi e di conseguenza
più tiri e più punti. A livello individuale poi ancora una
volta si è distinta alla grande Magda Losi, vera e propria
dominatrice dell’incontro con 28 punti, 10 rimbalzi, 5
assist e uno strabiliante 38 di valutazione. Molto bene
anche le altre però, dalle lunghe Gibertini e Biasini, a
Rugby: Crema vince il derby!
S
La cremasca Losi nella difesa sarda
una Capoferri chirurgica al tiro uscendo dalla panchina. Partita dove comunque tutte hanno saputo dare un
solido contributo. È dunque iniziata nel modo migliore la parte finale di campionato per la TecMar, che la
vedrà sempre opposta a compagini della zona medio
bassa della classifica, e dove è auspicabile una serie di
successi consecutivi come all’andata considerato anche
che le sfide sulla carta più difficili Crema le avrà tutte in
casa. Stasera invece Caccialanza e compagne saranno di
scena alle 20 a Biassono, contro l’ultima in classifica e in
crisi nera, sconfitta nelle ultime 16 partite e vincente una
sola volta a metà ottobre in questo campionato.
TecMar Crema-San Salvatore Selargius 88-68 (2816; 50-33; 71-52)
TecMar Crema: Conti 2 (0/1, 0/3), Biasini 7 (3/4),
Capoferri 14 (5/5, 1/2), Sangiovanni, Sforza 7 (2/5,
1/1), Caccialanza 10 (2/5, 2/12), Losi 28 (8/10, 3/10),
Gibertini 4 (1/2), Rizzi 4 (1/2, 0/6), Picotti 12 (4/5,
1/2). All. Giroldi.
PROMOZIONE
Una vittoria e una sconfitta per le formazioni cremasche impegnate in Promozione. Non ha giocato la Conad Offanengo, che ha giustamente chiesto e ottenuto il
rinvio della propria gara nella lunghissima trasferta di
Quistello quando la nevicata era ancora forte. Ha colto un bel successo esterno la Banca dell’Adda Rivolta,
55-61 a Cremona contro la Floris. Tre quarti di grande
equilibrio ma poi allungo rivoltano. Netto stop invece
77-50 del Castelleone sul campo dell’Oglio Po.
TIRO CON L’ARCO
U
W
eekend di grande soddisfazione lo scorso per il mondo del Crema Rugby. Domenica, nonostante la nevicata fitta che ha reso
l’atmosfera ancora più eroica, è andato in scena il primo derby ufficiale di campionato tra Crema e Cremona Rugby. L’hanno spuntata i nostri per 8-3, al termine di una partita fisica e nervosa, dove le
condizioni impossibili del campo hanno impedito particolari giocate
in velocità. I cremonesi si erano portati avanti al quarto con un calcio
piazzato, ma per il resto è stato un totale monologo dei cremaschi, in
meta al 24’ con Andrea Crotti e
ad allungare sull’8-3 col piazzato
di Marchesi. La ripresa vedeva
un dominio territoriale totale dei
neroverdi, pur senza altri punti
a tabellone. Continua quindi il
2013 vincente del Crema Rugby,
domani pomeriggio chiamato
all’impresa di battere a casa sua
la capolista, e mai sconfitta,
Caimani del Secchia. Domani in programma alle 14.30 al campo cremasco il bis del derby, stavolta tra gli Under 20. Questa compagine
è reduce dalla sconfitta casalinga per 43-0 contro il forte Bergamo.
Sconfitta anche per l’altra formazione giovanile impegnata nello scorso fine settimana. La Under 16 in quel di Milano ha perso 55-5 contro
i più quotati avversari dell’Amatori. La Under 12 sarà impegnata in
quel di Pavia sempre domani ma alle 10 contro i pari età del Cus Milano, dell’Union Milano e del Pavia stesso. Alle 11 invece e sul campo
amico di via Toffetti scenderà in campo la Under 14 impegnata in un
concentramento a tre contro i pari età del Brescia e del Lumezzane. La
formazione femminile sarà impegnata alle 11 a Lodi.
t.g.
I
l CremArcheryTeam ha partecipato lo scorso weekend alla
seconda edizione della gara 3D
a Lombardore in provincia di Torino. La neve ha reso ancora più
suggestiva la gara che si è disputata all’interno del parco Campofelice. Ottima l’organizzazione
della compagnia A.S.D Arcieri di
Volpiano e tante soddisfazioni per
i cremaschi. Su tutti Gianmario
Vezzani che nel Compund Over
20 si aggiudica la prima posizione con 386 pt seguito da Antonio
Zaniboni che di punti ne totalizza
369. Giancarlo Cividati di punti ne totalizza 298 che valgono
l’ottava posizione. Per i ragazzi
Compund Under 20 buona la prestazione di Luca Toppio che con i
suoi 290 pt conquista la seconda
posizione. Per Matteo Gritti, al
suo primo 3D, con 245 pt realizzati è terzo posto.
Atletica Virtus: Vailati e Borgosano stelle!
S
abato 23 e domenica 24 si sono disputati i Campionati regionali indoor riservati alla categoria
cadetti/e. La prima giornata, disputatasi nell’impianto indoor di Saronno, ha avuto come protagonista assoluta la nostra Giada Vailati (nella foto a
destra) che con un salto strepitoso di ben. 5,47 mt. si
destra
è aggiudicata il titolo di campionessa regionale 2013
di salto in lungo. La gara di Giada è stata strepitosa:
già nel primo salto ha stabilito con mt. 5,39 il suo
nuovo limite personale incrementandolo al secondo
salto con 5,47 e proseguendo la gara con misure tutte al disopra dei mt. 5,30, sequenza impressionante
che ha strappato l’applauso di tutto il pubblico presente. Nella seconda giornata, presso il nuovissimo
impianto al coperto di Bergamo, sono scesi in pista i
velocisti per la disputata dei mt. 60 piani. Il numero
dei partecipanti è stato impressionante, nonostante
la tempesta di neve che ha colpito Bergamo e tutta
la regione: le cadette in gara erano infatti 150 (26
batterie) mentre i cadetti erano 114 (19 batterie).
Sofia Borgosano (nella
nella foto a sinistra
sinistra) ha mostrato
ancora una volta di essere un’ottima velocista conquistando la finale dal 1° al 6° posto col suo nuovo record personale di 8”18. L’atleta cremasca ha
conquistato poi il 5° posto assoluto nella finalissima
chiudendo col tempo di 8”19.
Molto bene anche gli altri virtussini in gara visto
che tutti hanno migliorato il proprio record nella
velocità. In campo femminile, grande miglioramen-
ATLETICA ESTRADA
to per Giulia Falcone che con 8”65 ha concluso al
39° posto, per Chiara Lupo Timini che ha fermato i
cronometri a 8”94, per Silvia Guercilena 9”33, per
Laura Festari 9”50 e per Veronica Simonetti 9”76.
Tra i cadetti netto miglioramento di Luca Boschiroli che ha concluso al 38° posto con 9”96 e per Francesco Righini 46° con 8”12.
Sempre domenica 24 erano in programma ad
Arcisate anche i Campionati regionali di cross riservati alle categorie giovanili. Buona la prova della
nostra portacolori Itzà Vailati che, tra le cadette, ha
concluso al 17° posto, mentre, nelle gare di contorno, ricordiamo il 9° posto di Carlos Vailati tra gli
esordienti B e il 37° di Alan Vailati tra gli assoluti.
Permetteteci anche di ricordare l’ottimo 4° posto
di Paolo Vailati, fino allo scorso anno tesserato virtussino e ora in forza all’atletica N. A. Fanfulla di
Lodi, ai Campionati Italiani indoor di Ancona nel
getto del peso juniores.
na pioggia di grandi risultati
ha caratterizzato il weekend
dell’Atletica Estrada e anche stavolta un buon contributo arriva
dagli atleti del cremasco.
L’appuntamento principale era
al Banca Marche Palas di Ancona, in occasione dei Campionati
Italiani Allievi e Juniores. L’atletica Estrada è al via con ben 9 atleti, rappresentando, al maschile,
l’Atletica Cento Torri di Pavia e,
al femminile, la Bracco Atletica di
Milano. Fra la serie di ottime performance si ritaglia un ruolo notevole Chamod Dayawansa, allievo
di Sergnano. Per lui, al debutto in
una rassegna nazionale, un notevole 8° posto nella staffetta 4x200,
corsa in 1,35,44.
Al femminile, nella gara del
getto del peso, 15° posto per Elisabetta Severgnini. Per lei, ormai
alla terza partecipazione a un
Campionato Italiano, una misura,
10,45, leggermente al di sotto delle sue possibilità, ma ampiamente
giustificata dal recente infortunio.
La manifestazione, congiuntamente ai Campionati Italiani Assoluti della settimana precedente,
assegnava lo Scudetto Indoor ed è
stata proprio la Bracco Atletica di
Elisabetta Severgnini a potersi fregiare del titolo di società campione d’Italia. Nella stessa classifica,
ma al maschile, buon 14° posto
per l’Atletica Cento Torri, merito,
fra le tante prestazioni, anche del
risultato della staffetta targata per
tre quarti Atletica Estrada.
Nel weekend erano in programma anche i Campionati Regionali Cadetti e Cadette, divisi fra
gli impianti indoor di Saronno e
Bergamo. Anche in questo caso
il bottino dell’Atletica Estrada è
notevole, con 6 piazzamenti nella top ten regionale a fronte dei 9
atleti al via e fra cui svettano, nel
salto triplo, il titolo regionale e la
miglior prestazione nazionale stagionale di Lucrezia Gritti.
Due i cremaschi impegati: Alfredo Romano, velocista classe
1998 di Rivolta d’Adda si è piazzato 8° nei 60 metri con il nuovo
personale di 7,64. Per Alfredo,
già campione regionale di Società
negli ultimi due anni, si tratta di
un’ottima conclusione della stagione indoor.
In gara a Bergamo anche il saltatore cremasco Andrea Cavalli,
al primo anno nella categoria cadetti. Per lui un buon piazzamento nel salto in lungo, e una misura
di 4,61 che rappresenta il primato
personale di quasi 50 cm.
ono iniziati i campionati Regionali di nuoto
e la Cremanuoto è presente con alcuni atleti che si
sono qualificati alla manifestazione, e domenica
24 febbraio nelle due sedi
staccate di Milano per il
settore femminile e Desenzano del Garda per quello
maschile è andata in onda
la prima parte.
A Desenzano del Garda
il settore maschile è stato
rappresentato da Egon
Costi (94) categoria cadetti che con i 100 rana ha migliorato il suo
tempo chiudendo in 1.07.93, di seguito la staffetta 4 x 200 stile libero composta, nell’ordine di partenza, da Jonathan Cattaneo ( che ha
chiuso la sua frazione in 2.01.34) Matteo Barcillesi (99) che termina in
2.10.98, Andrea Martellosio (97) tocca in 2.07.18 e ultimo frazionista
Davide Viviani che conclude in 2.06.80 dando un tempo complessivo
di 8.26.30 con soddisfazione dei partecipanti.
Nello stesso tempo a Milano nella piscina federale di via Mecenate
due atlete cremasche difendevano i colori della società entrambe sulla
gara veloce dei 50 stile libero.
Marianna Catena (98) categoria juniores terminava la prova in
0.28.48 mantenendo fede ai suoi tempi e chiudendo alla 9^ posizione
di categoria, di seguito Greta Delfini (99) categoria ragazzi va a ritoccare in meglio il proprio personale e tocca la piastra in 0.27.78 5 posto
per lei a poche centesimi dal podio.
La prossima settimana vedrà il settore femminile spostarsi a Desenzano del Garda e i maschi a Monza per la seconda parte della prova
Regionale, in acqua ci saranno ancora Egon Costi per i 50 e 200 rana
e Greta Delfini per i 100 stile, vi sarà anche la staffetta juniores 4 x 100
stile libero maschile a rappresentare il nuoto cremasco.
VIDEOTON: i cremaschi rialzano la testa (1-6)
A
Bellinzago i rossoblù fanno un sol boccone dei boys e si riprendono la seconda piazza. Il risultato tennistico finale di 6 a 1 non
è solo mera statistica; in campo i ragazzi di Valente hanno dimostrato
di aver recuperato la freschezza smarrita dopo la sosta natalizia e oggi
il sogno di andare a riprendere il Saints Pagnano in fuga grazie alla
vittoria di misura contro Pavia non è più un tabù.
La cronaca racconta di una partita senza storia, giocata su un ritmo
indiavolato per tutto il primo tempo, nel quale Giulivi e compagni non
lasciano sul campo nemmeno le briciole ai malcapitati giallo-neri di
mister Buzzi. Dal 10’ al 30’ della prima frazione infatti vanno in rete
Piacentini, De Freitas e due volte il giovanissimo e talentuoso Pagano.
Il Bellinzago frastornato dopo pochi minuti dall’inizio del secondo
tempo alza definitivamente bandiera bianca sotto le stoccate di Marazzi e ancora di De Freitas, tornato sui livelli di inizio stagione.
Il gol della bandiera per i milanesi, trascinati ora nella zona paludosa dei playout, arriva solo a una manciata di minuti dallo scadere
grazie a un eurogol del brasiliano di casa che si inventa un missile a
incrociare dal limite dell’area – l’unico modo per battere Sardi.
GOLF: l’attività riprende con continuità
M
esse alle spalle le nevicate, si riprende a giocare con continuità
sul green del Golf Crema Resort. Oggi è in programma la disputa della ‘Associazione golfisti neroazzurri - Creative’, gara a 18 buche
Stableford per atleti di tre categorie, aperta ai non classificati. Domani,
invece, toccherà al ‘Trofeo Giovanile Lacoste’, gara a 18 Buche Medal
riservata agli Under 16.
Nei giorni scorsi, sul campo del circolo situato all’intero del Podere
di Ombriano si è disputato il ‘Trofeo Golf Crema Resort’, competizione a 18 buche Stableford per categoria unica, aperta anche ai non
classificati. Nel Lordo, il migliore del lotto dei partecipanti è risultato
Antonio Maioli del Golf Club Crema, che con 27 punti ha messo in
fila Andrea Pagano del Campo Pratica Golf Antonio Orsini, fermatosi
a 26. Grazie al suo handicap molto alto (16), Pagano ha poi vinto nella
Prima categoria Netto. La cremonese Susanna Berselli è stata la prima
tra le Ladies.
dr
PALLANUOTO: netta vittoria di Crema (10-4)
N
ella seconda giornata del campionato di promozione di pallanuoto, il Crema Supermercati Punto Sma vince nettamente contro il
Pavia con il punteggio di 10-4 (2-1/1-2/4-1/3-0). Fino a metà incontro
le formazioni si sono equivalse, poi il Crema ha messo la freccia e con
una serie di attacchi portati felicemente a termine ha concluso con un
successo pieno. Mattatore ancora Alberto Comassi autore di cinque
reti, mentre Giovanni Marchesi segna due volte. Un gol per Tammaccaro, Marta e il giovanissimo (classe ’97) Brian Marazzi. Stasera un
incontro importante contro il Milano 2 capolista.
GIORGIO ZUCCHELLI Direttore responsabile
Angelo Marazzi Coordinatore di direzione
IN REDAZIONE
Gian Battista Longari (redattore editoriale)
Bruno Tiberi (redattore editoriale)
Mara Zanotti (redattore editoriale)
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
Direzione, redazione e amministrazione: via Goldaniga 2/A - 26013 Crema
Tel. 0373 256350 - Fax 0373 257136
Posta elettronica: [email protected]
C.C. postale 10.35.1260 - CCIAA Cremona 119560
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008 Fax 0372 471175
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Abbonamento 2013: anno euro 40, semestre euro 26
Pubblicità: uffici Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A Crema Tel. 0373 256350
Fax 0373 257136 e-mail: [email protected]
www.ilnuovotorrazzo.it
U.P. Uggeri Pubblicità srl corso XX Settembre 18 Cremona Tel. 0372 20586 Fax
0372 26610 e-mail: [email protected] - sito: www.uggeripubblicita.it
Manoscritti e fotografie non richiesti dalla direzione, anche se non pubblicati, non vengono
restituiti. La direzione si riserva di condensare le lettere che a suo giudizio risultassero troppo
lunghe o di interesse non generale. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente qualsiasi inserzione anche pubblicitaria non consona all’indirizzo del giornale.
44
SABATO 2 MARZO 2013

Documenti analoghi