101007_Verbale Forum Donne OK

Commenti

Transcript

101007_Verbale Forum Donne OK
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.444145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
FORUM PROVINCIALE DELLE DONNE
CONVOCAZIONE DEL 7 OTTOBRE 2010
Iniziale dibattito sulla comunicazione da inviare alla stampa a seguito dei recenti
avvenimenti di cronaca nera, riguardanti violenza sulle donne. In allegato 1, il
comunicato definitivo.
Sull’argomento intervengono:
MARGHERITA SALVIOLI: è giusto un invito pressante alle istituzioni ed alle forze sociali
per applicare tutte le leggi e le norme, anche quelle vigenti a livello europeo, per
assicurare le pari opportunità e la pari dignità - rischiamo di limitarci ad esprimere solo
un sentimento - dobbiamo farci portatrici di una proposta forte.
LILIANA COSI: non prendere la distinzione dei due casi - inserire una frase che pur nella
diversità dei due casi mantenga ferma una dichiarazione di principio chiara e forte.
IRIS GIGLIOLI: il tema da rafforzare è la violenza sul debole.
LOREDANA LIGABUE: sottolinea il tema della violenza sulle donne anziane e sulle
badanti (ricorda il progetto DIADE).
FRANCESCA MONTECCHI: solleva l’intenzione di esporre una varia. Si tratta di una
proposta del Comitato Etica Giustizia e Partecipazione.
Vicina a un gruppo di famiglie a cui è stato sottratto un minore, intende sollevare un
problema molto grave che necessita di una discussione profonda. Tema su cui il forum
delle donne non può non pronunciarsi. E' un tema che riguarda da vicino la famiglia.
VERA ROMITI la interrompe e riprende l'OdG, rimandando la varia proposta al punto
delle varie ed eventuali: chiude il discorso sul comunicato stampa (che viene corretto
dalla consigliera Angela Zini e consegnato all’ufficio stampa) ed inizia ad illustrare la
proposta del’AUSL sul progetto di Precorso Nascita e chiede chi ha interesse a
partecipare (Allegato 2).
SONIA MASINI: il tema della nascita, legato a quello del ruolo di una madre, è
certamente da approfondire e può essere utile il percorso di riflessione proposto
dall'AUSL. Occorre valutare come il forum delle donne possa tenere in mano questo
tema in modo completo, per capire in profondità la situazione della maternità qui ed
oggi, come le donne si trovano non solo a partorire, ma anche a concepire i loro figli e
come i loro figli vengono seguiti nei primi anni di vita.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
Sussistono tutt’oggi diverse criticità a Reggio Emilia, ma che non vorremmo vivere a
Reggio Emilia.
Un elemento di forza può essere costituito da percorsi di ricerca e corsi di laurea qui a
Reggio Emilia, percorsi che possono diventare un vero e proprio dipartimento trasferire su Reggio Emilia queste scienze rafforzando a Reggio Emilia un polo
universitario IRCCS.
Vorrei fare venire qui, a confrontarsi col Forum, chi segue questo settore, per discutere
in modo approfondito e sostenere questo tema.
Poi c'è quello che si chiama “Percorso nascita”, che mette insieme diverse funzioni. Qui
ci giochiamo parte della nostra specializzazione sulla sanità, in particolare sulla
fecondazione assistita. Reggio Emilia è un luogo dove si pratica la fecondazione, ma
anche altri servizi.
Le nascite qui sono aumentate molto. C'è tutto un tema, come quello della
prevenzione dell'aborto, che ci segnala l’aborto come strumento spesso utilizzato per il
controllo delle nascite, soprattutto da parte delle donne straniere.
Poi c'è tutto il discorso legato al lavoro ed alla crisi.
Poi, ancora, le condizioni fisiche dell'ambiente del parto – diverse segnalazioni di
incapacità ed inadeguatezza delle strutture stesse (c’è chi ancora oggi si ritrova a
passare il travaglio in corridoio) ed il mancato collegamento tra le varie branchie ed i
vari ambiti.
Va fatta una riflessione, poi, sulla nascita di bambini con patologie, sull’aumento delle
sofferenze fetali e neonatali, anche a seguito della fecondazione assistita stessa.
Molti gli aspetti, dunque, legati al tema della nascita; aspetti di carattere tecnico ed
economico, scelte di carattere amministrativo, ma anche etico, deontologico e
culturale.
Potrebbe essere utile dedicare un nostro incontro a questi temi, chiamando dei
professionisti (IRCSS ed ospedale delle nascite).
MARGHERITA SALVIOLI (libro di Cristina Comencini)
Come OOSS a livello regionale abbiamo svolto un lavoro sulla situazione femminile in 5
paesi europei - vi girerò il lavoro che abbiamo fatto (Allegato 3) - parlando con le
donne di altri stati appare evidente che “tutto il mondo è paese”, un conto è la
legislazione (che in Italia è “apparentemente” avanzata), un conto è la realtà.
Interessante il percorso svolto dall'AUSL, ma ricordiamoci che c'è anche il dopo nascita:
non siamo riusciti a fare passi in avanti nel mondo del lavoro, per le lavoratrici madri,
occorre smuovere questo ambito per non lascare le donne allo sbaraglio di fronte ai
problemi della realtà e del mondo del lavoro.
E’ importante inoltre capire cosa significhi la nascita di un bambino - il passaggio da
coppia a famiglia (percorso fatto tempo fa dall'AUSL) ed una riflessione sui sentimenti
difficili delle madri: la violenza delle madri sui propri figli, in aumento purtroppo.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
Come forum dobbiamo fare lo sforzo di sbloccare la condizione delle donne in ambito
lavorativo.
IONE BARTOLI: quando faremo questi incontri è bene che non ci siano solo ginecologi
ed ostetrici, ma anche la parte del sociale.
ROSA GALEAZZI: importante che l'ente locale si avvalga della forza del territorio –
gradita la scelta dell’ente locale Provincia di avvalersi delle espressioni nel merito dei
contenuti all’interno dei forum, riunioni caratterizzate da un taglio di stimolo nei
confronti delle forze espressione del territorio.
Molto importante la lettura socio – economica e socio – sanitaria, e non solo sanitaria,
del tema del dopo nascita. Sottolinea l’aspetto della distanza tra l’esistenza dei diritti
alla loro pratica attuazione.
DONATELLA FERRARI: conferma che molte delle difficoltà del dopo maternità arrivano
anche al suo sportello sotto forma di discriminazione e ne presenta alcuni casi.
SONIA MASINI: un altro argomento che vorremmo sottoporre all’attenzione del Forum
è il riconoscimento ad un gruppo di donne africane e ad una in particolare: Marguerite
Barankitse. Abbiamo sostenuto la causa del Nobel alle donne africane e pare che una
delle papabili sia proprio lei. Vorremmo aiutarla, anche attraverso la Fondazione
Montalcini, e proseguire con l'aiuto alle donne africane. Maggy ci raccontava della
difficoltà delle donne africane di trovare percorsi di liberazione collettivi, di
emanciparsi ed aiutare altre donne, manca la consapevolezza per la rivendicazione di
diritti collettivi. Vedremo come proseguire questo lavoro, ma ci sarà bisogno del nostro
e del vostro aiuto. Ne abbiamo parlato con un'associazione di donne di Siena e
pensavamo di proporre un'iniziativa di incontro del Forum delle donne di Reggio Emilia
con questa associazione di Siena, magari nel corso di un weekend, per approfondire la
conoscenza ed elaborare proposte. Chi vorrà partecipare a questo lavoro sarà
informato.
MICHELA BENDOTTI (Reggio Children): presenta il progetto editoriale “Malkia –
Regine”, legato ad un progetto svolto insieme ad AMREF ed al Teatro delle Briciole.
Il libro “Malkia” nasce da un'esperienza progettuale di AMREF e Reggio Children,
rivolta a giovani donne a Nairobi, per lavorare su tutta la loro bellezza, forza e dignità.
La sfida ora è di riuscire a vendere questo libro perché gli utili andranno a sostegno di
questo progetto. Vi chiediamo di aiutarci a trovare delle modalità di promozione e
vendita. La prima occasione individuata sarà la presentazione del libro in città, il 9
novembre alla Libreria all'Arco.
VERA ROMITI: vorremmo organizzare delle uscite del forum sul territorio – per
novembre avevamo un’idea sul distretto di Scandiano, che potrebbe essere l'occasione
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
per avere un riscontro sul progetto svolto in quel distretto contro la violenza sulle
donne.
GIULIA IOTTI: apprezzo l'idea appena esposta anche perché le donne del gruppo pari
opportunità a Scandiano sono molto attive e potremmo fare una convocazione
congiunta.
ELETTA BERTANI: condivisione per l'opportunità di conoscere ed aprirsi verso l'Africa partecipato ad un incontro in proposito a Reggio Children, molto bello ed emozionante
- le donne sono davvero la forza di cambiamento, soprattutto in questi paesi.
GRAZIELLA FORNACIARI (Comune Reggio Emilia): presentazione di un'iniziativa di cui il
Comune si è fatto promotore. Si tratta del V Day, rappresentazione fatta da donne sul
tema dei monologhi della vagina, opera che parla di donne che hanno subito violenza e
che riprendono il rapporto col proprio corpo (V come vittoria, come vagina e come san
Valentino). Ci sarà la partecipazione di donne comuni che leggono e raccontano - i
monologhi sono stati rappresentati in questo modo in tutto il mondo – ad uno
spettacolo che si farà nell’anno nuovo. Ancora non sappiamo quando perché l’evento è
ancora da costruire. (Allegato 4)
LOREDANA LIGABUE: illustra alcuni strumenti formativi e di auto aiuto sul lavoro di
cura. (Allegato 5)
CRISTINA MARCHESI: aggiungo a quanto detto da Loredana Ligabue che ci sono varie
iniziative in città, magari varrebbe la pena di riunirle tutte, magari in un unico incontro,
e di confrontarsi - mettere assieme questi pezzetti, dal piano della non autosufficienza
del comune di Reggio Emilia al corso del Comune di Bibbiano sulle badanti, ed altre
ancora.
VERA ROMITI: lettura del comunicato stampa definitivo.
LUCIA GARDINAZZI: in riferimento all’accenno, nel comunicato stampa, alle fasce
deboli della società: le donne sono tutto fuorché fascia debole.. Va fatto piuttosto un
accenno all'omertà delle donne del caso pugliese, dice di aspettare, di essere più
caute.
D'accordo sulle iniziative a livello internazionale, ma più attenzione ai problemi che
abbiamo in casa nostra - freno alla scolarizzazione, matrimoni forzati etc. sono
all'ordine del giorno anche da noi - accenno al comunicato stampa di Stecco sulla
necessità di un numero verde contro la violenza, è una vittoria che una voce maschile
si alzi, anche se come numero telefonico esiste già quello della Carfagna...
Ricordiamoci che dobbiamo agire sulle schiave di casa nostra.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
IUNA SASSI: vuole comunicare al forum l'iniziativa "mamme a scuola" rivolta alle donne
straniere, che hanno seguito corsi si lingua e di cittadinanza, sessualità etc. Una
criticità però è la difficoltà a trovare un numero sufficiente di volontarie, è un peccato
perché è un’esperienza di grande crescita per tutte, anche per le donne italiane.
ROSA GALEAZZI sulla giornata sulla violenza alle donne: ricorda l’esperienza dei centri
sociali di santa croce nelle scuole superiori, progetto "Educare ai sentimenti".
ASSOCIAZIONE TERRA DI DONNE - 2 PROPOSTE PER IL DISTRETTO BASSA REGGIANA: 1.
proporre ai comuni dei consigli comunali aperti sul tema della violenza sulla donna 2.
proporre ai comuni di aderire alla campagna nazionale UDI per “ripulire” il territorio
dalle immagini pubblicitarie che ledono la dignità delle donne.
Come nella bassa, ci saranno già altri territori che fanno fatica a lavorare su questo
tema, richiesta alla provincia di promuovere un'iniziativa invitando tutti i comuni della
provincia ad aderire e a farsi carico di iniziative decentrate sul territorio.
FRANCESCA CORREGGI: ricorda l’intenzione del forum delle donne ad uscire con
iniziative specifiche sui territori ed anche ad uniformare le attività ed i progetti svolti
dai vari distretti sulle pari opportunità – ricorda una mappatura svolta, che rileva una
non uniformità del territorio provinciale. Comunicazione sull’ingresso della Provincia
nel tavolo interistituzionale di contrasto alla violenza alle donne e dell’idea di fare un
incontro a Scandiano in Novembre, di restituzione del progetto contro la violenza sulle
donne.
LEONELLI (?)
LILIANA COSI
SPETTACOLO AL TEATRO BOIARDO IL 13 - potremmo mettere informazioni in teatro
rispetto alle iniziative per il 25 novembre.
CELESTINA TINELLI importante il discorso sulle scuole e del contatto con i giovani riflettiamo su una nostra disponibilità ad andare nelle scuole, come testimonianza del
forum.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
A cura dell’Ufficio Stampa della Provincia di Reggio Emilia – Corso Garibaldi, 59
Tel. 0522.444151 (f.macchi) - 444134 (s.mannari) mail: [email protected]
Reggio Emilia, 8 ottobre 2010
"La parità tra uomini e donne deve essere obiettivo di
tutti"
Il Forum delle donne interviene sulla tragica fine di Sarah Scazzi e di
Begun, uccisa dal marito perche difendeva la figlia: "Su questo si
impegnino le istituzioni"
Il Forum delle donne della Provincia di Reggio Emilia, riunitosi il 7 ottobre,
intende manifestare sdegno, dolore e condanna per la tragica fine
dell’adolescente pugliese Sarah Scazzi e di Begum, la donna pakistana di
Novi di Modena, uccisa del marito per salvare la figlia Nosceen.
Pur nella sostanziale diversità dei casi, le due vicende, mentre da un lato
confermano il coraggio e la forza delle donne nell’opporsi alle vessazioni e
nel favorire i cambiamenti culturali e sociali, dall’altro evidenziano ancora
una volta come il prezzo di questo cambiamento sia sempre per loro troppo
alto e violento.
La determinazione delle donne, spesso anche molto giovani, per far valere il
proprio punto di vista, le proprie scelte, i propri diritti, è troppe volte fonte
di segregazione, violenze domestiche, omicidi, come confermano le cifre
ufficiali: in Italia la violenza domestica è la prima causa di morte per le
donne dai 16 ai 44 anni, ed ogni due giorni si consuma un delitto in
famiglia.
Questi drammi che spesso si consumano sulle fasce più deboli della società
mettono in evidenza tradizioni culturali proprie di comunità chiuse, dove in
famiglia il maschio è il padrone della vita e della morte delle componenti
femminili.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
Come già per Hina e Sanaa il rifiuto da parte delle ragazze immigrate di
queste barbare usanze tribali determina una conflittualità che a Novi ha
trovato alleate due generazioni di donne, madre e figlia, e dove la madre ha
pagato con la vita la condivisione della ribellione della figlia, mentre
l’ambiente dell’omicidio di Sara lascia presumere possibili silenzi familiari
da parte delle stesse donne della famiglia.
Di fronte alla drammaticità di questi eventi, è sbagliato ricorrere
semplicemente alla stigmatizzazione, all’esclusione, all’isolamento.
Per questo il Forum delle donne della Provincia di Reggio Emilia chiede
l’impegno di tutte le istituzioni affinchè si applichino le leggi esistenti, al
fine di costruire reali condizioni di parità tra uomini e donne, e questo a
cominciare dalle istituzioni scolastiche. Solo questo può imprimere i
necessari e urgenti cambiamenti culturali e sociali.
Si auspica infine che questo tema non sia solo a carico delle donne, ma
veda una forte ribellione e condivisione da parte della
componente
maschile della società.
Tutti devono sentire la propria responsabilità nella ricerca delle condizioni
che permettano a donne e uomini di ogni nazionalità e cultura di essere
realmente liberi e autonomi.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
Progetto NasceRE
Premessa
Il Progetto NasceRE sviluppato dall’Azienda USL e dall’Azienda Ospedaliera di Reggio
Emilia, ha per obiettivo il miglioramento del “percorso di accompagnamento alla
nascita”, periodo compreso tra il concepimento ed il primo anno di vita del bambino,
attraverso lo sviluppo di un percorso di progettazione partecipata che coinvolga
cittadini e operatori.
La prima parte del progetto, realizzata il 22 maggio 2010 con la metodologia Open
Space Technology, ha permesso un confronto e una riflessione ampia sui diversi aspetti
della nascita. L’iniziativa era aperta a donne, uomini, mamme, papà, nonni, chi lavora
nei servizi.
Hanno partecipato 125 persone che hanno sviluppato 16 temi, spontaneamente
proposti dai presenti:
1.
LE DIVERSE ESPERIENZE CULTURALI E NON SOLO DELLE DONNE D’ALTROVE DAL
CONCEPIMENTO AL PRIMO ANNO DI VITA;
2.
ETERNITA’, AMORE, PAURA, DOLORE – UN FILO DI SENSO;
3.
COME RENDERE I GENITORI PROTAGONISTI CAPACI DI SCEGLIERE E DIRE L’ULTIMA
PAROLA (AUTODETERMINARSI);
4.
I CONSIGLI SONO CONSIGLI, NON UN DICTAT;
5.
BURN OUT DEL PEDIATRA E ACCOGLIENZA DEI GENITORI DEI BAMBINI;
6.
LUOGHI DI INCONTRO NEL 1° ANNO DI VITA, CHE FAVORISCONO L’INCONTRO TRA
MAMME, GENITORI, FAMIGLIA (NON LUOGO DI CURA SANITARIO);
7.
INFORMAZIONI COME RIUNIRLE E COME RENDERLE FRUIBILI;
8.
VALORE SOCIALE DELLA MATERNITA’: LA NASCITA E’ UNA QUESTIONE CHE
RIGUARDA LA FAMIGLIA E I SERVIZI. IN MEZZO MANCA LA COMUNITA’. QUALE
COMUNITA’ POSSIBILE?;
9.
“DALL’ALCOVA AL NIDO”: LA SESSUALITA’ DELLA COPPIA DOPO LA NASCITA DI UN
FIGLIO;
10.
CONCEPIMENTO: I NASCITA. PERIODO DEI 9 MESI CHE PRECEDE LA II NASCITA
FONDAMENTALE PER LA FORMAZIONE DEL NUOVO INDIVIDUO;
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
11.
QUANDO SI NASCE?;
12.
LA NASCITA DI UN BIMBO DISABILE, PAURA- DOLORE- COSA FARE- COSA SUCCEDE
DOPO- INCERTEZZE- A CHI RIVOLGERSI- QUALE VITA L’ATTENDE- SENSAZIONE DI
SOLITUDINE E DI ABBANDONO CHE NEGLI ANNI NON E’ MODIFICATO, ANCHE A
FRONTE DEGLI ENORMI PASSI FATTI;
13.
GLI OPERATORI NELL’ANALISI DEI BISOGNI INDIVIDUANO I BISOGNI E LE
ASPETTATIVE DEI CITTADINI IMPLICITI ED ESPLICITI. DA QUESTA LETTURA DUE
QUESITI: A) VI SONO SIGNIFICATIVI BISOGNI IMPLICITI/ ESPLICITI INEVASI? B) SE SI,
VI SONO MARGINI DI REALE MIGLIORAMENTO?;
14.
IDEALIZZAZIONE DELLA NASCITA E SENTIMENTI “DIFFICILI”;
15.
OSTETRICI E PEDIATRI SI PARLANO: ACIDO FOLICO;
16.
IL COINVOLGIMENTO DELLA COPPIA RIGUARDO ALLA GESTIONE DEL
TRAVAGLIO-PARTO E ALLE MODALITÀ DEL PARTO (INFORMAZIONI E
DECISIONI).
L’esito della giornata, ovvero quanto emerso dai gruppi di lavoro è stato trasmesso ai
partecipanti e reso disponibile sui siti internet dell’Azienda USL e dell’Azienda
Ospedaliera di Reggio Emilia.
La seconda parte del progetto, a partire da quanto emerso il 22 maggio scorso, si pone
come obiettivo l’individuazione di indicazioni operative nel percorso nascita per fornire
risposte vicine ai bisogni delle persone che accedono ai servizi dell’Azienda USL e
dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia nella realizzazione del proprio “progetto di
accompagnamento alla nascita”.
Lo strumento utilizzato è il focus group, ovvero una riflessione guidata in gruppi,
proposto a coloro che hanno partecipato alla prima parte del progetto e ad altre
persone che possano portare un ulteriore contributo alla prosecuzione del progetto.
Sono stati costituiti 3 gruppi di lavoro; ciascuno affronterà due focus group di circa 3
ore l’uno.
Primo focus group: a partire da quanto emerso il 22 maggio 2010, individuare aspetti
che si ripropongono (over lapping), nei temi affrontati, si sovrappongono
concettualmente e che possono essere ricompresi all’interno di alcune macro aree
tematiche, “filoni conduttori” da approfondire per formulare indicazioni operative nel
secondo focus group.
PRESIDENZA
Corso Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - C.F. 00209290352
Tel 0522.44145 - Fax 0522.438988
E-mail: [email protected] - Web: www.provincia.re.it – Blog: www.soniamasini.it
Secondo focus group: ha l’obiettivo di elaborare proposte operative relativamente alle
aree tematiche individuate nel primo focus goup.
I risultati saranno condivisi con le direzioni aziendali per l’attivazione/promozione dei
percorsi necessari per la realizzazione delle proposte da attivare.
I focus group verranno realizzati con la collaborazione e la conduzione dell’Agenzia
Sanitaria e Sociale Regionale.
Dott.sa Sara Baruzzo

Documenti analoghi