Scarica il PDF

Commenti

Transcript

Scarica il PDF
Data
14-06-2013
Pagina
CHIP
PCWORLD
T3 ONLINE
GAME REPUBLIC
GENTE MOTORI
Collegati con:
YACHT ONLINE
PLAYBOY
Login | Registrati
Cerca
Notizie | Interviste | Punti di vista | Knowledge Center | Resource Center | I video di Cwi.it
Home > News > Finanza&Mercati > In Italia cala il fatturato ICT e cresce il digital divide In Italia cala il fatturato ICT e cresce il digital divide Resource Center
Secondo il rapporto Assinform, nei primi quattro mesi del 2013 il Global Digital Market è calato del 7,5 per cento. Il Presidente Angelucci propone bonus cloud per applicazioni e innovazione dei processi aziendali e un fondo per lo sviluppo di prodotti e soluzioni IT Le best practice per rendere il BYOD semplice e sicuro 14 giugno 2013 – Il fatturato del Global Digital Market ha registrato un calo del 7,5 per cento nel primo quadrimestre del 2013. E’ quanto emerge dall’ultimo Rapporto Assinform sull’Informatica, le Telecomunicazioni e i Contenuti Multimediali, presentato ieri a Milano. In particolare, si è registrata una contrazione delle componenti tradizionali dell’ICT: le TLC hanno subito un calo del 9,4%, principalmente per effetto della riduzione delle tariffe di terminazione, e l’IT un calo del 4,2%. “E’ questo un segnale fortemente negativo”, ha dichiarato Paolo Angelucci, Presidente di Assinform, “che, appesantito dai ritardi accumulati nel processo di attuazione dell’Agenda Digitale e dall’assenza di misure tese a favorire la ripresa degli investimenti in innovazione e a risolvere fattori fortemente penalizzanti per le imprese come il credit crunch, ci costringe a correggere in termini peggiorativi lo scenario più pessimistico che avevamo delineato all´inizio dell’anno, stimando che il Gdm chiuderà il 2013 a ­4,2%, a cui l’It contribuirà con un trend di ­
5,8%, mentre le Tlc si fermeranno a ­6,5%”. Una guida, offerta da Citrix, per scegliere le tecnologie e i criteri di sviluppo per i programmi di “bring your own device” A livello mondiale la spinta verso del Global Digital Market (Gdm) ha segnato un aumento del 5,2 per cento nel 2012/11, raggiungendo un valore di 4.219 miliardi di dollari, e trainando l´economia cresciuta del 3,5% nello stesso periodo. “Anche in Italia l’economia digitale presenta aspetti di notevole potenzialità e vivacità con trend allineati o superiori a quelli globali”, ha commentato Angelucci. Scomponendo il Gdm italiano, che nel 2012 ha totalizzato un fatturato pari a 68.141 milioni di euro, con un calo annuo dell’1,8 per cento (con il Pil nazionale a ­2,4%), si rileva che le componenti innovative legate al web, che rappresentano il 21% del mercato, hanno registrato un incremento del 7,5%. La vendita globale di smartphone è cresciuta del 41% e quella di Internet delle cose del 6%, mentre in Italia i trend sono stati rispettivamente di + 62% e + 22%. “Performance eccellenti”, ha sottolineato Angelucci, “che tuttavia nelle condizioni attuali di arretratezza della Pa, di oggettiva difficoltà delle imprese e di mancanza di una strategia sistemica per lo sviluppo dell´innovazione, rimangono fattori isolati, non in grado di diventare, come altrove, volano della ripresa, né di incidere sul ritardo che il nostro paese sta accumulando con le principali economie¨. A questo riguardo i dati sono allarmanti. Da parte delle imprese, nel 2012, gli investimenti in tecnologie digitali sono diminuiti per le grandi aziende dell’1,7%, per le medie del 2,1% e per le piccole del 3%, mentre la percentuale di fatturato attraverso l’e­commerce si è attestata al 6%, a fronte di una media europea del 15%. In Italia le abitazioni con accesso a banda larga si fermano al 55%, mentre la media Ue27 è del 73%, gli individui che non hanno mai usato Internet rappresentano il 37% della popolazione, quelli che acquistano on line si fermano al 15% a fronte di medie europee rispettivamente del 22% e 35%, per l’utilizzo dell’e­banking siamo al 21% e per le interazioni on line con la PA al 19%, mentre le medie europee viaggiano sul 40% e 44%. rispettivamente. Top News
Una guida tecnica aggiornata per UE: DAL 2015 ECALL SU TUTTE LE consentire l’utilizzo AUTOMOBILI NUOVE di tablet e smartphone personali La tecnologia eCall si attiva in caso di garantendo incidente stradale, inviando informazioni sicurezza e al 112, e,secondo la Commissione protezione dei dati riservati Europea, non comporta alcun pericolo per la privacy dei conducenti IN ITALIA CALA IL FATTURATO ICT E Cisco: “Guardare CRESCE IL DIGITAL DIVIDE al futuro” Secondo il rapporto Assinform, nei primi Computerworld Italia quattro mesi del 2013 il Global Digital vi offre la possibilità Market è calato del 7,5 per cento. Il di scaricare gratuitamente Presidente Angelucci propone bonus questo White Paper, cloud per applicazioni e innovazione dei con l'opinione di processi aziendali e un fondo per lo Chris Dedicoat, sviluppo di prodotti e soluzioni IT Presidente EMEAR di Cisco sul futuro del mercato FUJITSU PRESENTA I NUOVI DISPOSITIVI “MADE IN GERMANY” I nuovi PC Esprimo e le workstation Celsius offrono più opzioni di configurazione, hard disk a stato solido IDC: le nuove e maggiore affidabilità sfide lanciate dalla virtualizzazione “I tanti ritardi e digital divide italiani”, ha concluso Angelucci, “indicano chiaramente che per attivare il circolo virtuoso della crescita non ci si può affidare a provvedimenti spot, ma occorre un impegno a tutto campo puntando su Agenda Digitale, Economia Digitale e Politica Industriale per il settore IT”. Angelucci ha indicato due misure prioritarie per lo sviluppo dell´economia digitale: l’istituzione del “Bonus Cloud” sotto forma di credito d´imposta da utilizzare obbligatoriamente in applicazioni e nello sviluppo di nuovi processi aziendali; e l’introduzione Distribuire in modo sicuro informazioni aziendali su Android e iOS Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
Questo white paper identifica le sfide chiave tipiche degli ambienti virtualizzati ed evidenzia i più importanti servizi IT che possono migliorare l’ambiente virtuale. 058042
1/2
www.ecostampa.it
Foglio
Data
14-06-2013
Pagina
di una “Sabatini tecnologica” per agevolare la digitalizzazione delle imprese e gli investimenti anche immateriali. Inoltre Assinform propone di sostenere il settore IT con la creazione di un plafond da destinare alle aziende informatiche, finalizzato allo sviluppo di prodotti e soluzione innovative, eventualmente con un apposito Fondo di Garanzia, e l’aumento dell’occupazione qualificata, prevedendo l´inserimento in azienda di diplomati tramite stage di 12 mesi e passaggio all’apprendistato. 2
Mi piace
Condividi:
Gli articoli più letti
Backup e ripristino, la Microsoft: i vantaggi dell’UCC per la PA soluzione è su misura Cybersecurity: aziende italiane poco preparate La protezione e il recupero dei dati Apple: in autunno arrivano iOS 7 e OS X Mavericks non sono semplici come la teoria DataCore potenzia la virtualizzazione storage sembra suggerire. Ecco qualche Google pronta a investire un miliardo di suggerimento su dollari in Waze come affrontare Google conquista le imprese italiane correttamente il Ottenere il meglio da LinkedIn in 5 problema mosse Navigatori Garmin: mappe aggiornate gratis per sempre Nessun commento Categorie: Finanza&Mercati, News Tag: assinform, cloud, digital divide, Global Digital Market, Internet of Things l
l
l
ESG: ecco come NetApp punta sul software­defined migliorare la storage protezione dei Articoli correlati l
2/2
www.ecostampa.it
Foglio
L’economia digitale cresce, ma l’Italia resta indietro Rinnovato il Consiglio Direttivo di Assinform Assinform: ICT in calo, si punta sul Global Digital Market ICT in Italia, continua il trend negativo Pomelli nominato System Engineer dati Leader di Cisco Nel 2012 le principali aree di investimento riguarda backup/ripristino e virtualizzazione. Segui Computerworld Italia
Ecco come migliorare le strategie per la protezione dei dati. Aggiungi un commento. Nome (richiesto) I vantaggi di V­
Ray e di Symantec NetBackup E­mail (richiesta) Sito Web Il tiering automatizzato dello storage Scopri come gestire in modo automatico il tiering delle risorse di storage. Scarica questo documento in formato PDF! 058042
Commento Un documento dedicato all’utilizzo della tecnologia V­
Ray con Symantec NetBackup, che la sfrutta per il backup e il ripristino delle macchine virtuali. Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.