Regolamento interno del corso di strumento musicale

Commenti

Transcript

Regolamento interno del corso di strumento musicale
Regolamento interno del corso di strumento musicale - A.S. 2016/2017
- Vista la Legge 03 Maggio 1999 n. 124 - Riconduzione ad ordinamento dei corsi sperimentali ad indirizzo
musicale nella scuola media, art.11, comma 9;
- Visto il D.M. del 6 agosto 1999 n. 201 - Corsi ad indirizzo Musicale nella scuola Media-Riconduzione e
Ordinamento - Istituzione classe di concorso di "strumento musicale" nella scuola media;
-Visto il D.P.R. 20 marzo 2009, n. 81 -Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed
efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell'
articolo 64, comma 4, del decreto legge
25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, della legge 6 agosto 2008, n. 133, art. 11 e 13;
-Vista C.M. n. 49 del 20 maggio 2010 - Valutazione degli alunni ed esame di Stato conclusivo del primo ciclo
di istruzione;
- Vista la specificità dell’indirizzo musicale della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo
Statale “Gabriele D’Annunzio” di Motta S. Anastasia (CT) nella
quale si insegnano i seguenti strumenti:
Flauto, violino, chitarra e pianoforte;
- Considerato che lo studio dello strumento musicale rientra, per gli alunni che lo hanno scelto, fra le
attività curriculari obbligatorie aggiuntive;
- Considerato che l’insegnamento dello strumento musicale prevede un rapporto docente-alunno uno a
uno e/o per piccoli gruppi strumentali;
- Atteso che per l’insegnamento dei suindicati strumenti musicali è stata prevista un’articolazione oraria
pomeridiana dal lunedì al venerdì;
Il Consiglio di Istituto
DELIBERA
L’adozione del seguente Regolamento del Corso ad Indirizzo Musicale quale parte integrante del
Regolamento d’Istituto della scuola
Art.1
Scelta del corso a Indirizzo musicale
La frequenza del Corso ad Indirizzo Musicale è opzionale. Tale opzione è espressa all’atto dell’iscrizione alla
classe prima, con l’indicazione, non vincolante, dell’ordine di preferenza tra i quattro strumenti insegnati.
Art.2
Accesso al corso a Indirizzo musicale
Si accede al Corso ad Indirizzo Musicale previo superamento di una prova di ammissione orientativoattitudinale. La Commissione esaminatrice è composta dai docenti di Strumento Musicale in servizio presso
l’Istituto. Le prove sono svolte con le stesse modalità per tutti gli alunni delle classi quinte della scuola
primaria e consistono in esercizi di difficoltà progressiva in relazione a:
·
Discriminazione delle altezze musicali (suoni gravi ed acuti);
·
Riproduzione di brevi sequenze ritmiche con difficoltà crescente;
·
Esercizi di intonazione e riproduzione di semplici melodie vocali;
·
Eventuale dimostrazione delle abilità strumentali acquisite (se già in possesso);
·
Verifica dell’Idoneità fisica allo studio dello strumento scelto dall’alunno.
Al termine delle prove verrà stilata una graduatoria degli alunni, suddivisi per classi di strumento con
indicato il punteggio ottenuto. Le graduatorie verranno rese pubbliche tramite il sito web della scuola.
Art.3
Scelta dello strumento
Una volta stilate le graduatorie, all’atto della preiscrizione, i genitori interessati effettueranno la scelta dello
strumento nell’apposita scheda del MIUR. Nel caso in cui l’alunno non rientri in posizione utile per
l’inserimento nella classe dello strumento, si potrà optare, previa accettazione da parte della famiglia, per
la scelta di un altro strumento diverso da quello della graduatoria in cui l’alunno risulta inserito, tra i
quattro insegnati e limitatamente al numero di posti disponibili. Le famiglie degli alunni ammessi al Corso
ad indirizzo musicale si impegnano, all’atto dell’ammissione, ad acquistare uno strumento musicale
personale secondo le proprie disponibilità. Non è ipotizzabile, per ovvie ragioni, frequentare il Corso se non
si procede all’acquisto di uno strumento ad uso personale. La scuola può, in determinati casi, valutare la
cessione in comodato d’uso gratuito di strumenti musicali di sua proprietà fino ad esaurimento dei pezzi
disponibili per coloro i quali non possano acquistare uno strumento.
Art. 4
Frequenza del corso
Il numero di alunni ammessi a frequentare il Corso ad Indirizzo Musicale è determinato tenendo conto delle
indicazioni espresse dalla normativa in vigore e dalle ore curriculari disponibili (diciotto). Il numero
massimo di posti disponibili per le prime classi di ogni singolo strumento può variare di anno in anno anche
sulla base del numero di alunni frequentanti le seconde e terze classi ma non può superare le dieci unità
annuali. Una volta ammessi al Corso, esso diventa obbligatorio al pari di tutte le altre discipline curriculari.
Ha la durata di tre anni, è parte integrante del piano di studi dello studente e costituisce materia d’esame di
stato al termine del primo ciclo d’istruzione. Non è ammesso il ritiro dal corso tranne che per eccezionali e
sopravvenuti motivi certificati che comprovino l’impossibilità della frequenza e/o dello studio dello
strumento.
Art. 5
Orario delle lezioni
Gli orari delle lezioni sono concordati con i rispettivi docenti di strumento e comunicati alle famiglie dai
rispettivi insegnanti di strumento musicale tramite comunicazione scritta; le lezioni individuali o per piccoli
gruppi si svolgono nel pomeriggio in orari non coincidenti con le altre attività didattiche curriculari. L’orario
delle lezioni, articolato su cinque giorni settimanali ha validità per l’intero anno scolastico. In concomitanza
di saggi, concerti, concorsi ecc. o per motivi di organizzazione interna alla scuola, gli orari potranno subire,
anche se per brevi periodi, delle variazioni; in questi casi le famiglie saranno avvisate tramite
comunicazione scritta e/o telefonicamente e/o con avviso sul sito web della scuola.
LUNEDI: 14.45 - 18.45
MARTEDI: 14.45 - 18.45
MERCOLEDI: 14.45 - 16.45
GIOVEDI: 14.45 - 16.45
VENERDI: 14.45 - 18.45
Art.6
Vigilanza
Ai docenti di strumento è affidato il compito della vigilanza degli alunni per il tempo della loro permanenza
a scuola sulla base dell’orario di lezione stabilito; torna di competenza dei genitori prima dell’ingresso a
scuola e all’uscita una volta terminate le lezioni.
Art. 7
Organizzazione delle attività didattiche del corso strumentale - Lezioni individuali o per piccoli gruppi
Il Corso ad Indirizzo Musicale si articola in classi di strumento costituite da gruppi di alunni frequentanti le
diverse sezioni al fine di fornire la più ampia possibilità di accesso agli alunni dell’Istituto. Non è consentita
agli alunni la permanenza all’interno del plesso scolastico nell’intervallo di tempo tra la conclusione
dell’orario scolastico antimeridiano e l’inizio della propria ora di lezione di strumento.
Art. 8
Assenze dei Docenti di strumento musicale
Se un docente di strumento musicale comunica la propria assenza nel giorno in cui deve prestare servizio,
l’ufficio di segreteria informerà tempestivamente gli alunni interessati. Se i genitori non sono rintracciabili
gli alunni rimarranno a scuola ospitati da un’altra classe di strumento musicale. Nei casi in cui ci fossero
particolari esigenze dovute a prove generali, saggi, concerti ecc., gli alunni, dopo preventivo avviso alle
famiglie, resteranno a scuola e saranno sotto la tutela dei docenti di strumento musicale presenti. Se un
docente sa già con largo anticipo che dovrà assentarsi (permessi, visite specialistiche ecc.) sarà sua cura
interessarsi, anche tramite il coordinatore del corso di strumento, affinché l’ufficio comunichi per iscritto ai
genitori il giorno o i giorni della sua assenza.
Art. 9
Assenze degli alunni
Per le assenze degli alunni valgono le regole generali dell’istituto fatta eccezione per il seguente caso: se
l’alunno è presente a scuola la mattina e poi, tornato a casa non fa rientro il pomeriggio, l’insegnante di
strumento appunterà l’assenza sul registro personale che dovrà essere giustificata.
Art. 10
Permessi e autorizzazioni
I permessi relativi alla uscite anticipate vengono rilasciati dall’insegnante di strumento musicale della
classe, a condizione che l’alunno venga ritirato da uno dei genitori o da un loro delegato maggiorenne.
Art. 11
Orientamento
L’Istituto organizza attività di orientamento per le famiglie degli alunni e di continuità formativa per gli
studenti delle classi quinte della scuola primaria e delle classi terze della scuola secondaria di I grado, al fine
di illustrare i contenuti della disciplina e le modalità di organizzazione del Corso ad Indirizzo Musicale,
anche in vista di una prosecuzione dello studio dello strumento musicale nella scuola secondaria di II grado.
Art.12
Modifiche e/o integrazioni
Il presente regolamento potrà essere modificato e/o integrato durante l’anno scolastico qualora se ne
ravvisasse la necessità. Per tutto quanto non espresso nei suindicati articoli si rimanda al regolamento
generale dell’istituto allegato al piano dell’offerta formativa.

Documenti analoghi