CREMA - Il Nuovo Torrazzo

Commenti

Transcript

CREMA - Il Nuovo Torrazzo
SABATO 23 MARZO 2013
ANNO 88° - N. 12
UNA COPIA € 1,20
ABBONAMENTO ANNUO € 40
DIREZIONE: ☎ 0373 256350
VIA GOLDANIGA 2/A CREMA
SETTIMANALE
CATTOLICO
CREMASCO
D’INFORMAZIONE
FONDATO NEL 1926
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN
ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
www.ilnuovotorrazzo.it
La grande
Festa dell’albero
“A
l tempo che santo Francesco dimorava nella città
di Agobbio (Gubbio), nel contado apparì un lupo
grandissimo, terribile e feroce, il quale non solamente
divorava gli animali, ma eziandio gli uomini; in tanto
che tutti i cittadini stavano in gran paura e nessuno era
ardito d’uscire fuori della terra. Per la qual cosa avendo
compassione santo Francesco agli uomini della terra, sì
volle uscire fuori a questo lupo, bene che li cittadini al
tutto non gliel consigliavano; e facendosi il segno della santissima croce, uscì fuori della terra egli co’ suoi
compagni, tutta la sua confidanza ponendo in Dio. E
dubitando gli altri di andare più oltre, santo Francesco
prese il cammino inverso il luogo dove era il lupo. Ed
ecco che, vedendo molti cittadini li quali erano venuti
a vedere cotesto miracolo, il detto lupo si fa incontro a
santo Francesco, con la bocca aperta; ed appressandosi
a lui santo Francesco gli fa il segno della santissima croce, e chiamollo a sé e disse così: ‘Vieni qui, frate lupo, io
ti comando dalla parte di Cristo che tu non facci male
né a me né a persona’. Mirabile cosa a dire! Immantanente che santo Francesco ebbe fatta la croce, il lupo
terribile chiuse la bocca e ristette di correre; e fatto il
comandamento, venne mansuetamente come agnello, e
gittossi alli piedi di santo Francesco a giacere.”
È un brano de I Fioretti (cap. XXI) in un italiano antico e molto bello. Che senso riportarlo? L’idea me l’ha
data una signora di San Benedetto: “Questo Papa – mi
ha detto dopo la santa Messa – è come san Francesco:
ammansirà i lupi!” Idea geniale. È stato detto tutto di
papa Francesco, che ha conquistato subito i cuori della
gente, ma quella del lupo non l’ho sentita da nessuno.
Francesco dunque è il programma di questo Papa.
E cosa vuol dire Francesco? Vuol, dire: sorella povertà
e distacco dalle cose, umiltà, semplicità, amore per il
creato e per gli uomini, bellezza (è stato il primo poeta
italiano), predicazione della Parola, amore e fedeltà alla
Chiesa, testimonianza e grande fascino sui giovani, incontro con il sultano per convertirlo. L’obiettivo, identificarsi in tutto con Cristo, fino a prenderne le stigmate.
Nessuno si è fatto tanto simile al Maestro!
Ma il poverello di Assisi è anche colui che ha ammansito il lupo. C’è pure oggi un lupo che si aggira nei
dintorni della Chiesa, abitazione dei credenti, impaurendo tutti? Ditemelo voi. Sì che c’è. E si rivela in tante
forme. Papa Francesco l’ha già rievocato più volte chiamandolo “diavolo”. Non facciamo troppi sentimentalismi guardando il Papa; non ci interessa il colore delle
scarpe, ci interessa il “progetto Francesco”.
pagina 5
A pag. 35
SANTA
BERNARDETTE
Diocesi di Crema
ROMA
Ufficio Pellegrinaggi
PELLEGRINAGGIO
DIOCESANO
XXVIII
GMG
DIOCESANA
Il lupo di Gubbio
e fa Anda
tutt te disc te
i i p epo
opo li
li
Veglia delle Palme
2-3-4-5 settembre
e professione di fede dei 19enni
Sabato 23 marzo
ore 21
ritrovo presso
la chiesa della SS. Trinità
e cammino verso
la chiesa di San Benedetto
Prenotazioni presso le singole
parrocchie o presso la
segreteria del Centro S. Luigi
entro il 15 aprile versando
l’acconto di euro 100.
Informazioni
- don Elio Costi
0373.66250 - 331.4487096
- Ufficio Pastorale Giovanile
(S. Luigi) dal lunedì al venerdì
tel. 0373.250291
www.ilnuovotorrazzo.it
www.diocesidicrema.it
In caso di maltempo la funzione si terrà
nella chiesa di San Bernardino in città
Oggi in regalo
un mini-poster
di papa Francesco
Grazie a:
O
ANCESC
PAPA FR
Fiori e altro...
SERGNANO
pagina 7
pagina 24
pagina 36
S. Stefano: Sottopasso Capergnanica Giornata
identità vitale per maggio elezioni 2013
del FAI
Il Nuovo Torrazzo
incontra il quartiere
Dai primi di aprile
una corsia a senso unico
Sindaco: due candidati
per le primarie
Crema: oggi e domani
a palazzo Terni
Maroni insediato al Pirellone
Ieri Napolitano ha dato l’incarico a Bersani
l Presidente della Repubblica, Giorgio NaIBersani
politano, ha convocato ieri alle 17, Pierluigi
per dargli l’incarico di formare il nuovo
Governo. Il Presidente ha chiesto numeri certi
per formare una maggioranza. Non si vede dove
Bersani possa andarli a cercare. Per questo si
prevede che l’incarico esplorativo non andrà a
buon fine. Se Bersani fallirà, si andrà verso un
Governo di scopo, visto che il Pd si prende la responsabilità di non collaborare con il Pdl per un
Governo di larghe intese, nonostante quest’ultimo si sia detto ancora disponibile.
Venerdì 15 e sabato 16 scorsi, Camera e Senato hanno eletto i loro presidenti. Per la prima
ha vinto Laura Boldrini con 327 voti (Fico, 108;
Schede bianche, 155). Per il secondo è stato
eletto Piero Grasso con 12 voti in più rispetto
a quelli di cui dispone al Senato la coalizione
di centrosinistra (ne ha 125, ne ha presi 137).
Il contendente Renato Schifani ha ricevuto invece tutti i voti di cui dispone la coalizione di
centrodestra. Per eleggere Grasso il Movimento
Cinque Stelle ha accusato una prima frattura
(alcuni senatori hanno disobbedito all’ordine del capo di boicottare qualsiasi
candidato di partito).
La Boldrini è stata per 14 anni portavoce vità produttive, Ricerca e innovazione, Valentina
dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati, oc- Aprea (Pdl) all’Istruzione, formazione e Lavoro,
cupandosi di numerose missioni in aree di crisi Alberto Cavalli (Pdl) al Commercio e Turismo,
come ex Jugoslavia, Afghanistan, Pakistan, Iraq Paola Bulbarelli (Pdl) alla Casa, housing sociale
e Ruanda; Grasso – da parte sua – in magistratu- e pari opportunità, Viviana Beccalossi (Fdi) al
ra da ben 43 anni, è diventato procuratore nazio- Territorio e Urbanistica e difesa del suolo. Gli
nale antimafia nel 2005.
altri sette assessori di area Lega
Se lo Stato sta faticosamente
sono: Massimo Garavaglia a
ricercando il proprio Governo,
Economia, Crescita e semplificain Lombardia Roberto Maroni
zione; Antonio Rossi (Lista Masi è insediato alla presidenza
roni) allo Sport e politiche per i
della regione, lunedì 18 marzo.
giovani, Gianni Fava all’Agricol“È una grande emozione per
tura, Maria Cristina Cantù alla
me questo giorno – ha detto
Famiglia, solidarietà sociale e voai giornalisti – assumo una relontariato, Claudia Terzi all’Amsponsabilità importante. Voglio
biente, energia e sviluppo sostecontinuare l’esperienza di buon
nibile, Cristina Cappellini alla
governo di chi mi ha preceduto,
Cultura, identità e autonomie; Sisviluppare le eccellenze ma anmona Bordonali alla Sicurezza,
che innovare: ho l’ambizione di
Immigrazione e Protezione civile.
fare anche meglio”.
La presentazione della giunta
Roberto Maroni, neo
Il giorno dopo sono stati an- presidente Lombardia
si è svolta a Palazzo Lombardia,
nunciati i nuovi assessori che
al termine della cerimonia di
formeranno la giunta. Quattordici in tutto, set- intitolazione della Sala dei 500 a Marco Biagi,
te donne e sette uomini; sette gli assessorati as- nell’undicesimo anniversario dell’omicidio da
segnati a Pdl e Fratelli d’Italia, sette alla Lega: parte delle Br. Intanto Andrea Gibelli, il parlaMario Mantovani (Pdl) vicepresidente con de- mentare lodigiano eletto in passato anche nel
lega alla Sanità, Maurizio Del Tenno (Pdl) alle Cremasco, è il nuovo segretario generale della
Infrastrutture, Mario Melazzini regione Lombardia. Gibelli passa dall’incarico
(Pdl) alle Atti- politico di vicepresidente a quello dirigenziale
di massima responsabilità, prendendo il posto di
Nicola Maria Sanese.
2
SABATO 23 MARZO 2013
In primo piano
SABATO 23 MARZO 2013
3
La prima Messa del Papa “custode”
“CUSTODIRE GESÙ
CON MARIA,
CUSTODIRE L’INTERA
CREAZIONE,
CUSTODIRE OGNI
PERSONA, SPECIE
LA PIÙ POVERA,
CUSTODIRE
NOI STESSI: ECCO
UN SERVIZIO
CHE IL VESCOVO
DI ROMA È CHIAMATO
A COMPIERE.”
di M.MICHELA NICOLAIS - Sir
nizia con un “fuori programma” – papa Francesco che scende dalla
Iministero
“papamobile” per baciare un ammalato – la Messa di inizio del
petrino del vescovo di Roma. Due ore in tutto. L’omelia su san
Giuseppe e la “tenerezza”. Il saluto alle delegazioni provenienti da ogni
parte del mondo. Prima della Messa – alle 8 ora italiana, circa le 4 in
Argentina – Papa Francesco si è collegato telefonicamente con Plaza de
Mayo a Buenos Aries, rivolgendosi alle migliaia di fedeli che l’affollavano. “Vi chiedo un favore”, ha detto loro: “Camminiamo tutti insieme,
prendiamoci cura gli uni degli altri. Proteggiamo la vita, la famiglia, la
natura, i bambini, gli anziani. Che non ci sia odio, liti. Lasciate l’invidia,
dialogate tra di voi. Che questo desiderio di prendersi cura cresca nel
cuore. Avvicinatevi a Dio”.
Alle ore 8.50, la celebrazione inizia con un lungo giro di papa Francesco intorno a piazza S. Pietro, gremita fino all’inverosimile da 200mila
persone. Poi la preghiera alla tomba di San Pietro, presso la quale sono
conservati l’anello e il pallio, i due segni del ministero petrino che
verranno consegnati al Pontefice, poi la Messa che si svolge sulla piazza,
luogo del martirio di San Pietro. Sono 180 i concelebranti con Papa
Francesco: tutti i cardinali presenti a Roma, i patriarchi e gli arcivescovi
maggiori delle Chiese orientali. Sul sagrato le delegazioni di tutti i Paesi.
I primi riti sono la consegna del pallio e dell’anello al Papa, che
rappresentano i due segni del ministero petrino. Il pallio viene imposto
dal cardinale protodiacono, Jean-Louis Tauran; a consegnare l’anello
in argento dorato è il cardinale decano, Angelo Sodano: è opera di un
famoso artigiano italiano, Enrico Manfrini. Di seguito, i cardinali Re,
Bertone, Meisner, Tomko, Martino e Marchisano, prestano obbedienza
a nome di tutto il Collegio.
Dopo i riti specifici dell’inizio pontificato, papa Francesco dà avvio
alla celebrazione eucaristica in onore di san Giuseppe. Le letture in
inglese, italiano e spagnolo; il Vangelo cantato in greco, per sottolineare
l’unità tra le Chiese d’Oriente e d’Occidente: è il brano di Matteo che
racconta di Giuseppe, “uomo giusto”, e del sogno in cui l’angelo del
Signore lo chiamò a prendere con sé Maria come sua sposa.
“Cari fratelli e sorelle! Ringrazio il Signore di poter celebrare questa
Santa Messa di inizio del ministero petrino nella solennità di san Giuseppe, sposo della Vergine Maria e patrono della Chiesa universale”.
Queste le prime parole di papa Francesco nell’omelia che delinea i tratti
portanti del suo pontificato. “È una coincidenza molto ricca di significato – continua – ed è anche l’onomastico del mio venerato predecessore:
gli siamo vicini con la preghiera, piena di affetto e di riconoscenza”.
Immediatamente la folla risponde con un applauso.
“Come esercita Giuseppe la sua custodia?”, si chiede il Papa: “Con
discrezione, con umiltà, nel silenzio, ma con una presenza costante e
una fedeltà totale, anche quando non comprende. Dal matrimonio con
Maria fino all’episodio di Gesù dodicenne nel Tempio di Gerusalemme
– ricorda – accompagna con premura ogni momento”.
“E come vive Giuseppe la sua vocazione di custode di Maria, di
Gesù, della Chiesa?”, si chiede ancora il Santo Padre: “Nella costante
attenzione a Dio, aperto ai suoi segni, disponibile al suo progetto, non
tanto al proprio. Giuseppe è “custode”, spiega, “perché sa ascoltare Dio,
si lascia guidare dalla sua volontà, e proprio per questo è ancora più
sensibile alle persone che gli sono affidate, sa leggere con realismo gli avvenimenti, è attento a ciò che lo circonda, e sa prendere le decisioni più
sagge”. In lui, secondo papa Francesco, “vediamo come si risponde alla
vocazione di Dio, con disponibilità, con prontezza, ma vediamo anche
qual è il centro della vocazione cristiana: Cristo!”. “Custodiamo Cristo
nella nostra vita, per custodire gli altri, per custodire il creato!”.
“Siate i custodi dei doni di Dio”, esorta papa Francesco, dopo aver
spiegato che “la vocazione del custodire non riguarda solamente noi
cristiani, ha una dimensione che è semplicemente umana, riguarda tutti.
È il custodire la bellezza del creato, come ci viene detto nella Genesi e
come ci ha mostrato san Francesco d’Assisi; è l’avere rispetto per ogni
creatura di Dio e per l’ambiente in cui viviamo. È il custodire la gente,
l’aver cura di tutti, di ogni persona, con amore, specialmente dei bambini, dei vecchi, di coloro che sono più fragili e che spesso sono nella
periferia del nostro cuore. È l’aver cura l’uno dell’altro nella famiglia, è
il vivere con sincerità le amicizie che sono un reciproco custodirsi nel
rispetto e nel bene. E quando l’uomo viene meno a questa responsabilità, quando non ci prendiamo cura del creato e dei fratelli – ammonisce
il Papa – allora trova spazio la distruzione e il cuore inaridisce”.
“Vorrei chiedere a tutti coloro che occupano ruoli di responsabilità
in ambito economico, politico o sociale, a tutti gli uomini e le donne
di buona volontà: che siano custodi della creazione, del disegno di Dio
iscritto nella natura, custodi dell’altro, dell’ambiente. Non lasciamo che
segni di distruzione e di morte accompagnino il cammino di questo
nostro mondo!”. È il forte appello al centro dell’omelia del Papa, che
suscita l’applauso immediato della piazza. “Ma per custodire dobbiamo

Galleria fotografica in
www.ilnuovotorrazzo.it
IL SANTO PADRE AI DELEGATI
DELLE DIVERSE CONFESSIONI
CRISTIANE E DI ALTRE RELIGIONI
ercoledì mattina, nella Sala Clementina, papa Francesco ha
M
ricevuto i Delegati Fraterni di Chiese, Comunità Ecclesiali e
Organismi Ecumenici Internazionali, i Rappresentanti del popolo
Papa Francesco
celebra la Messa
di inaugurazione
del pontificato;
bacia un
ammalato e
riceve in udienza
i delegati
di Chiese,
comunità
ecclesiali
e organismi
ecumenici
internazionali
anche avere cura di noi stessi!”, prosegue: “Ricordiamo che l’odio, l’invidia la superbia sporcano la vita!”. Custodire vuol dire, allora, “vigilare
sui nostri sentimenti, sul nostro cuore, perché è da lì che escono intenzioni buone e cattive: quelle che costruiscono e quelle che distruggono”.
E poi un affondo di papa Francesco: “Non dimentichiamo mai che il
vero potere è il servizio e che anche il Papa per esercitare il potere deve
entrare sempre più in quel servizio che ha il suo vertice luminoso sulla
Croce; deve guardare al servizio umile, concreto, ricco di fede, di san
Giuseppe e come lui aprire le braccia per custodire tutto il popolo di Dio
e accogliere con affetto e tenerezza l’intera umanità, specie i più poveri,
i più deboli, i più piccoli, quelli che Matteo descrive nel giudizio finale
sulla carità; chi ha fame, sete, è straniero, nudo malato, in carcere”. È il
passo più applaudito, a più riprese, dell’omelia del Papa, e quello più significativo del modo in cui il 266° successore di Pietro intende esercitare
il suo ministero, che è iniziato ufficialmente martedì. “Solo chi serve con
amore sa custodire!”, esclama. Poi la definizione del ministero petrino:
“Custodire Gesù con Maria, custodire l’intera creazione, custodire ogni
persona, specie la più povera, custodire noi stessi: ecco un servizio che il
vescovo di Roma è chiamato a compiere, ma a cui tutti siamo chiamati
per far risplendere la stella della speranza”.
ebraico e di Religioni non Cristiane, giunti a Roma per partecipare
alla Santa Messa di inizio del suo Ministero di Vescovo di Roma e di
Successore dell’Apostolo Pietro.
A nome di tutti i presenti ha preso la parola il Patriarca Ecumenico
di Costantinopoli, Bartolomeo I, che ha salutato il Papa, ricordando “l’alta, grave e difficile missione” del suo ministero, ribadendo la
necessità delle Chiese di fuggire la mondanità e di perseguire l’unità
dei cristiani. Papa Francesco ha accolto le parole del Patriarca e ha
ringraziato Bartolomeo I, chiamandolo “Il mio fratello Andrea”,
giacché i Patriarchi di Costantinopoli sono considerati i successori
dell’Apostolo Andrea, fratello di Simon Pietro. Il Papa ha affermato
che grazie alla presenza alla Messa di ieri di tutti di Rappresentanti
delle diverse comunità, “mi è parso (...) di vivere in maniera ancor
più pressante la preghiera per l’unità tra i credenti in Cristo e insieme
di vederne in qualche modo prefigurata quella piena realizzazione,
che dipende dal piano di Dio e dalla nostra leale collaborazione”.
“Inizio il mio ministero apostolico – ha proseguito – durante
quest’anno che il mio venerato predecessore, Benedetto XVI, con
intuizione veramente ispirata, ha proclamato per la Chiesa cattolica
‘Anno della Fede’. Con questa iniziativa, che desidero continuare e
spero sia di stimolo per il cammino di fede di tutti, egli ha voluto
segnare il 50° anniversario dell’inizio del Concilio Vaticano II, proponendo una sorta di pellegrinaggio verso ciò che per ogni cristiano rappresenta l’essenziale: il rapporto personale e trasformante con Gesù
Cristo, Figlio di Dio, morto e risorto per la nostra salvezza. Proprio
nel desiderio di annunciare questo tesoro perennemente valido della fede agli uomini del nostro tempo, risiede il cuore del messaggio
conciliare”.
Successivamente papa Francesco ha affermato: “Da parte mia, desidero assicurare, sulla scia dei miei Predecessori, la ferma volontà di
proseguire nel cammino del dialogo ecumenico (...)”. Nel rivolgersi
ai rappresentanti del popolo ebraico, citando il Decreto Nostra aetate
del Concilio Vaticano II, ha affermato: “La Chiesa di Cristo riconosce che gli inizi della sua fede e della sua elezione si trovano già,
secondo il mistero divino della salvezza, nei patriarchi, in Mosè, e nei
profeti. Confido – ha proseguito – che, con l’aiuto dell’Altissimo, potremo proseguire proficuamente quel fraterno dialogo che il Concilio
auspicava e che si è effettivamente realizzato, portando non pochi
frutti, specialmente nel corso degli ultimi decenni”.
“Saluto poi e ringrazio cordialmente tutti voi, cari amici appartenenti ad altre tradizioni religiose; innanzitutto i Musulmani, che adorano Dio unico, vivente e misericordioso, e lo invocano nella preghiera, e voi tutti”. Rivolgendosi a tutti i presenti il Papa ha esclamato:
“Apprezzo molto la vostra presenza: in essa vedo un segno tangibile
della volontà di crescere nella stima reciproca e nella cooperazione
per il bene comune dell’umanità”.
Gente & Moda
Non sololeclassico...
Vestiamo
cerimonie
Buona
Pasqua
Barbata (Bg) S.Statale 11
(vicino Antegnate Shopping Center)
Tel: 0363 91.40.84 - www.gentemoda.it
Dall’Italia e dal mondo
Cipro terrorizza gli europei
di NICOLA SALVAGNIN
ra il 1992, all’alba di tangenE
topoli e della fine della prima
Repubblica. L’Italia, con i conti pubblici agonizzanti, si trovò alle prese
con una tassa... retroattiva. Nel
senso che fu applicata nella notte
tra il 9 e il 10 luglio dall’allora governo Amato: il 6 per mille dei conti
correnti italici passò appunto dalle
nostre tasche a quelle dello Stato, e
ce lo dissero a cose fatte. Una minipatrimoniale blitz, che fruttò (allo
Stato) 5mila miliardi di lire, e a noi
una rabbia notevole. Ci sentimmo
semplicemente traditi.
Cambiano i tempi, cambiano i
luoghi, permangono i sentimenti
nell’operazione imposta dall’Europa
alla piccola Cipro, Isola che condivide con i greci non solo la lingua
ma pure il dissesto finanziario. C’è
da recuperare qualcosa come 5,8
miliardi di euro, che per un Paese
di un milione di abitanti sono una
cifra colossale. Se si attendono le
vie “normali”, è ovviamente una
somma restituibile (forse) in tempi
lunghissimi.
Ecco perché si è passati alle vie
anomale, a quella patrimoniale sui
conti correnti attuata tramite un
prelievo forzoso assai pesante: il
6,7% sui depositi fino a 100mila
euro; addirittura del 9,9% per quelli
d’importo superiore. Per carità: più
che una patrimoniale sembra quasi
un furto, perché non si sa come altrimenti definire un prelievo di 10mila
euro su 100mila risparmiati.
Infatti i ciprioti non l’hanno presa
minimamente bene, il Parlamento
ha respinto al mittente il provvedimento e le cifre del salasso volgono
verso una riduzione. La draconiana
Europa (leggi Germania e Bce) ha
detto che non importa come: basta
che il saldo rimanga invariato.
Tutto ciò ha creato un effetto-panico che ha travalicato rapidamente
i confini dell’isola mediterranea,
dove i bancomat sono stati presi
d’assalto. Ricordiamoci che nessuna
banca al mondo ha in cassa la somma dei soldi in essa depositati, che
vanno appunto impiegati in mutui,
prestiti e finanziamenti: se tutti
chiedessimo indietro i nostri euro,
salterebbe il sistema in un amen e
noi con lui.
Ma la questione è un’altra. La
sensazione è che sia stato infranto
un tabù, l’inviolabilità dei nostri
risparmi, la sicurezza nel tenerli
in una banca piuttosto che sotto il
materasso (o in qualche paradiso
fiscale). Cipro è una piazza finanziaria notevole e abbastanza opaca.
Nelle sue banche sono parcheggiati
molti soldi di provenienza estera, soprattutto russa. Cipro è la Svizzera
dei russi, tanto per capirci. La mossa
ideata dagli euro-potenti maschera a
malapena la voglia di tosare capitali
abbondanti e non autoctoni. Solo
che per colpire questi, si colpisce
tutti. Probabilmente si rimedierà
all’ingiustizia con una furbata
mediterranea: nessun prelievo sui
conti sotto i 100mila euro, 12% sugli
altri. Cioè quelli dei ricconi locali
e stranieri (che domani spariranno
lasciando danni ben superiori).
E se si colpisce Cipro, perché un
domani non si potrebbero verificare
analoghe situazioni in altri Paesi
fortemente indebitati? E quando
parliamo di “Paesi fortemente indebitati”, chi ci viene in mente?
Ecco, appunto.
C’è da dire che in Europa si battono i pugni sul tavolo soprattutto
contro i “piccoli”, ma l’Italia non è
nelle condizioni di alzare molto la
voce. C’è da dire anche che tutto ciò
appare come l’ennesimo scricchiolìo
del sistema-Euro(pa). Ai Paesi del
Nord interessa sempre meno del
destino di quelli mediterranei; non
è un mistero che la Germania stia
studiando un euro-due che non ci
vede coinvolti, o altre opzioni che
comunque prevedono la separazione dei destini di Spagna, Grecia,
Portogallo e Cipro dai “virtuosi” del
Nord. Sull’Italia il giudizio era stato
sospeso dalla parentesi-Monti, ma
l’attuale stato d’ingovernabilità conferma tutte le perplessità che Berlino
ha su di noi, sul nostro modo di Divina
affrontare le cose. A settembre le
cautele tedesche si esauriranno con
il voto locale, ma l’opinione su di
noi è comune sia alla destra che alla
sinistra tedesca. Quindi aspettiamoci
atteggiamenti ben più netti, e prepariamoci ad affrontarli.
SABATO 23 MARZO 2013
IL CONTINENTE GIALLO
Li Keqiang: riformista alla cinese
el nuovo Premier cinese, Li Keqiang, eletto lo scorso 15
D
marzo dall’Assemblea nazionale del popolo, si racconta che
avrebbe delle responsabilità rispetto a quel che avvenne alla fine
degli anni Novanta nella provincia centrale dell’Henan, quando
decine di migliaia di persone, a causa di una campagna governativa per donazioni di sangue dietro compenso, contrassero il
virus dell’Hiv a seguito di trasfusioni infette. In quegli anni, il
governatore di quella regione era l’attuale Premier, accusato d’inerzia e di copertura dello scandalo. Accuse che però non sono
state mai provate.
La biografia di Li Keqiang, che ha 58 anni, è diversa da quella
dei suoi sei predecessori. Figlio di un funzionario provinciale del
partito, s’iscrive al Partito comunista cinese nel 1976, dopo due
anni di lavoro nelle campagne durante la Rivoluzione culturale,
esperienza comune a molti degli attuali dirigenti politici cinesi.
Il suo primo incarico è quello di segretario della locale squadra
di produzione della contea di Fengyang, nello Anhui. Nel 1982
si laurea in legge presso la prestigiosa Università di Pechino,
dove qualche anno dopo prende anche un master in Economia.
Contemporaneamente aderisce alla Lega per la Gioventù comunista
e lavora a stretto contatto con l’allora segretario generale della
Lega Hu Jintao, poi divenuto leader della “Quarta generazione”.
Entra nel Comitato permanente del Politburo nel 2007. Con la
nomina a primo ministro, diventa il numero due del PCC, dopo il
nuovo presidente Xi Jinping, anch’egli eletto nello stesso giorno.
Al di là delle dichiarazioni iniziali – “la Cina non può evitare di fare dei cambiamenti”, ha detto il premier, per il quale
“la priorità massima è trovare un giusto equilibrio tra la crescita
economica e il benessere della popolazione” – Li Keqiang dovrà
necessariamente “riparare” l’immagine della premiership, che
sembra sia stata compromessa dal suo predecessore. Nell’ottobre scorso, il New York Times pubblicò un’inchiesta, basata su
documenti che coprivano il periodo tra il 1992 e il 2012. Da essa
risultava che Wen Jiabao, il precedente primo ministro cinese,
avrebbe accumulato, insieme alla sua famiglia, un’enorme ricchezza: 2,7 miliardi di dollari, costituiti da investimenti in banche, gioielli, resort turistici, aziende di telecomunicazioni e progetti di infrastrutture. Un’altra vicenda inquietante riguarda un
altro esponente di primo piano del PCC, Bo Xilai, il leader caduto
in disgrazia l’anno scorso e oggi in prigione in attesa di processo.
Ritenuto colpevole di corruzione e abuso di potere, a oggi nessuna accusa è stata formalizzata contro di lui.
Li Keqiang è considerato un riformista. Dovrà affrontare problemi immensi: ambientali, economici, sociali e geopolitici, che
la crescita economica sfrenata degli ultimi dieci anni ha aperto
e reso urgenti.
Dovrà anche
decidere14.12
rispettoPagina
all’abolizione
o
misericordia
2013.qxd
23/01/2013
3
meno del “hukou”, il permesso di residenza che divide gli 1,3
miliardi di cinesi tra chi è residente nelle campagne e chi nelle
città. Per ora, su questo punto – che è alla base dell’esplosione
della crescita economica, anche se ha depauperato le campagne
– il primo ministro si è limitato ad affermare che il processo di
urbanizzazione si dovrà indirizzare non solo verso le grandi metropoli, come Pechino e Shanghai, ma anche verso le cosiddette
“città di seconda fascia”.
Anche sul fronte dei diritti umani, i problemi sono giganteschi.
Dai 3 ai 5 milioni di persone, dissidenti e anche cristiani, sono
rinchiusi in Cina nei Laogai, dove si lavora sedici ore al giorno
per produrre beni che invadono i nostri mercati. Il numero di
questi campi di concentramento è segreto di Stato. I dissidenti ne
hanno contati almeno mille. Si stima che dal 1949 siano state incarcerate nei Laogai da 40 a 50 milioni di persone, mentre sarebbero oltre 300 le imprese commerciali collegate a questi campi e
110 i Laogai che pubblicizzano le loro attività sul web. Accanto
ai Laogai, esistono anche i “campi di rieducazione attraverso il
lavoro”, i cosiddetti Laojiao, istituiti negli anni Cinquanta per
trasformare i “cattivi soggetti” in “nuove persone socialiste”: una
“forma di detenzione extra giudiziaria”, dove le persone possono
venire internate fino a 4 anni senza un processo, ai lavori forzati,
senza la difesa di un avvocato e per decisione della sola polizia.
I detenuti, come ha più volte denunciato Amnesty International,
possono essere percossi o sottoposti a torture e maltrattamenti,
specie se rifiutano di ripudiare i loro “crimini”. Dai tempi di
Deng Xiaoping, i Laojiao sono divenuti vere e proprie aziende,
nelle quali si produce ogni cosa, a basso costo. Secondo il Gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sul lavoro forzato e la detenzione arbitraria, vi sono non meno di 300mila persone internate in
oltre 280 campi. Le condanne colpiscono soprattutto le religioni
non autorizzate e le minoranze etniche come gli Uighuri. Nei
campi vengono rinchiusi inoltre drogati, prostitute e alienati
mentali, considerati “minacce sociali”.
Durante la conferenza stampa di presentazione, rispondendo
alla domanda di una giornalista cinese, Li Keqiang si è impegnato a presentare entro la fine dell’anno la “riforma” dei campi
di lavoro. Sarebbe una svolta per il regime cinese, che potrebbe
preludere a un piano di riforme, seppur “cauto”.
7 Aprile 2013
FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA
Una Festa voluta da Gesù
7 Aprile 2013
e confermata
dal Beato Giovanni Paolo II
il 30 Aprile dell’anno 2000
Una Festa
voluta
da Gesù
Dal “Diario
di Santa Maria Faustina
Kowalska La Misericordia divina della mia anima”
Libreria Paolo
Editrice Vaticana
e confermata dal Beato Giovanni
II
«Desidero che la Festa della Misericordia sia di riparo e di rifugio per
tutteil
le anime
i poveri peccatori. In quel2000
giorno so30e specialmente
Aprileperdell’anno
no aperte tutte le viscere della Mia misericordia, riverserò tutto un
FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA
mare di grazie sulle anime che si avvicinano alla sorgente della Mia Misericordia. L’anima che si accosta alla confessione e alla santa comuDal “Diario di Santa Maria Faustina Kowalska nione riceve il perdono totale delle colpe e delle pene... Nessun’aniLadi Misericordia
divina
della
miafossero
anima”
ma abbia paura
avvicinarsi a Me, anche
se i suoi
peccati
come lo scarlatto. La Mia MisericordiaLibreria
è talmenteEditrice
grande che
nessuna
Vaticana
mente, né angelica, né umana, riuscirà a sviscerarla pur impegnando«Desidero che la Festa della Misericordia sia di riparo e di rifugio
le anime
specialmente
per dalle
i poveri
visi perper
tuttatutte
l’eternità...
La Festaedella
Misericordia è uscita
mie
viscere;
desidero che venga
celebratatutto
solennemente
la prima
domepeccatori. In quel giorno sono aperte tutte le viscere della Mia
misericordia,
riverserò
un mare
di grazie
nica dopo Pasqua.
L’umanità
pace finché
si rivolgerà
sulle anime che si avvicinano alla sorgente della Mia Misericordia.
L’anima
chenonsitroverà
accosta
alla non
confessione
alla sorgente della Mia Misericordia». (Quaderno II, pag. 267)
e alla santa comunione riceve il perdono totale delle colpe e delle pene... Nessun’anima abbia paura di av«Nessun’anima
troverà
giustificazioneèfinché
non si rivolgerà
conche
fivicinarsi a Me, anche se i suoi peccati fossero come lo scarlatto.
La Mia
Misericordia
talmente
grande
ducia alla Mia Misericordia e perciò la prima domenica dopo Pasqua
nessuna mente, né angelica, né umana, riuscirà a sviscerarladeve
puressere
impegnandovisi
per tutta l’eternità... La Festa
la Festa della Misericordia e i sacerdoti, in quel giorno,
della Misericordia è uscita dalle mie viscere; desidero che venga
solennemente
la ed
prima
domenica
debbonocelebrata
parlare alle anime
della Mia grande
insondabile
Miseridopo Pasqua. L’umanità non troverà pace finché non si rivolgerà
sorgente
cordia».alla
(Quaderno
II, pag.della
227) Mia Misericordia». (Quaderno II, pag. 267)
«In quel giorno chi si accosterà alla sorgente della vita (la Comunione) questi conseguirà la remissione totale delle colpe e delle pene».
«Nessun’anima troverà giustificazione finché non si rivolgerà
con fiducia alla Mia Misericordia e perciò la
(Quaderno I, pag. 132)
prima domenica dopo Pasqua deve essere la Festa della Misericordia e i sacerdoti, in quel giorno, debbono
La Festa della
MisericordiaII,è una
delle
5 forme di culto alla Divina Miparlare alle anime della Mia grande ed insondabile Misericordia».
(Quaderno
pag.
227)
sericordia richieste da Gesù attraverso Suor Faustina, come si legge
nel Diario della Santa.
Spiega
Don Ròzycki,la
teologo-postulatore
degli
«In quel giorno chi si accosterà alla sorgente della vita (la Comunione)
questi
conseguirà
remissione totale
scritti di Faustina: «...Si tratta della remissione completa delle colpe e
delle colpe e delle pene». (Quaderno I, pag. 132)
delle pene, in altre parole è la totale remissione dei peccati che non
ancoraMisericordia
stati rimessi e di tutte
le pene derivanti
da questi
peccaLa Festa della Misericordia è una delle 5 forme di culto allasono
Divina
richieste
da Gesù
attraverso
ti. Per quanto riguarda la remissione dei peccati questa grazia è equiSuor Faustina, come si legge nel Diario della Santa. Spiega valente
Don alla
Ròzycki,
teologo-postulatore degli scritti di
grazia battesimale. La grazia della remissione totale delle
Faustina: «...Si tratta della remissione completa delle colpe ecolpe
delle
pene,
altre parolepossibile
è la totale
remissione
e delle
pene in
è teologicamente
perché né
questa grazia,derivanti
né le condizioni
riceverla,Per
si oppongono
dei peccati che non sono ancora stati rimessi e di tutte le pene
danecessarie
questi per
peccati.
quantoall’insegnariguarda
mentobattesimale.
rivelato. Se Dio laLa
puògrazia
concedere
attraverso
il sacramento
del
la remissione dei peccati questa grazia è equivalente alla grazia
della
remissione
totale
Battesimo, perché non la dovrebbe poter concedere, se lo vuole, atdelle colpe e delle pene è teologicamente possibile perché né
questa grazia, né le condizioni necessarie per
traverso l’Eucarestia che è il sacramento più importante?».
riceverla, si oppongono all’insegnamento rivelato. Se Dio laLapuò
concedere
attraverso
il sacramento
del Batcomunione
deve essere
ricevuta il giorno
della Festa, prosegue
il
telogo
Don Ròzycki,l’Eucarestia
invece la confessione
fatta prima (antesimo, perché non la dovrebbe poter concedere, se lo vuole,
attraverso
che può
è ilessere
sacramento
più
che qualche giorno). L’importante è non aver alcun peccato.
importante?».
La comunione deve essere ricevuta il giorno della Festa, prosegue il telogo Don Ròzycki, invece Letture
la confessione
consigliate:
“Diario di Santa Maria Faustina Kowalska può essere fatta prima (anche qualche giorno). L’importante è non aver alcun peccato.
La Misericordia divina nella mia anima”
Libreria Editrice
Vaticana
Letture
consigliate:
“Diario di Santa Maria Faustina Kowalska - La Misericordia divina nella“Il mia
anima”
Editrice
Vaticana
Culto della
Divina Libreria
Misericordia”,
Don Ignacy
Ròzycki
“Il Culto della Divina Misericordia”, Don Ignacy Ròzycki, Libreria
Editrice
Vaticana
Libreria Editrice Vaticana
Il nuovo Premier cinese, Li Keqiang, eletto lo scorso 15 marzo
dall’Assemblea nazionale del popolo
4
In primo piano
SABATO 23 MARZO 2013
S. STEFANO: identità vitale
IL
NUOVO
TORRAZZO
NEI
QUARTIERI
5
Perni: Parrocchia
e Comitato di quartiere
di GIORGIO ZUCCHELLI
e ANGELO MARAZZI
I
l quartiere di Santo Stefano,
benché ampliatosi con nuovi
insediamenti in ville, singole o a
schiera – a parte un unico condominio, consentito dal vecchio Prg
– mantiene la propria identità, imperniata su legami parentali forti,
in grado di far fronte ai disagi derivanti dalla perdita di alcuni servizi
in loco. Da una quindici d’anni,
infatti, son venuti meno negozi di
vicinato: un problema, specie per
gli anziani, procurarsi alimenti e
beni di prima necessità, ma a fare
la spesa provvedono appunto i parenti e nessuno – a quel che risulta
– è lasciato solo. Così come, dopo
la chiusura l’anno scorso dell’ambulatorio medico, le famiglie si
sono organizzate, facendo riferimento in città, dove da tempo vengono anche portati i bambini dalla
materna alla primaria e secondaria
di primo grado.
E questa dinamica solidaristica
sembra favorire anche la grande
vitalità e vivacità che animano
il quartiere. Nel quale si registra
un’intensa attività comunitaria, su
base esclusivamente volontaria.
DINAMICO COMITATO
DI QUARTIERE
A S. Stefano è operativo un dinamico Comitato di Quartiere.
“È stato costituito nel 1996, uno
dei primi in città – tiene a evidenziare l’attuale presidente, Cesare Cattaneo – da sempre strutturato con
tanto di Statuto, atto costitutivo depositato all’Ufficio di Registro e un
consiglio di amministrazione eletto
ogni 5 anni dai soci, che versano annualmente una quota sociale.”
“È un’associazione senza scopo
di lucro – prosegue – con 106 soci.
Ma ci son stati anni che abbiamo
superato i 130.”
“L’aspetto importante – fa osservare Giovanni – è che il Comune ci
riconosce il ruolo di interlocutore,
che rappresenta le istanze dei residenti, e ci tiene in considerazione in
tale funzione.”
La sede del Comitato è presso
l’oratorio e i dieci componenti il
consiglio direttivo si riunisce ogni
due mesi – salvo urgenze – e organizza le manifestazioni, divenute
ormai appuntamenti attesi nell’arco
dell’anno, o affronta le diverse problematiche d’interesse collettivo.
“A tutti i soci – sottolinea ancora
Giovanni – viene recapitata un’informativa su quanto trattato; mentre i residenti trovano le notizie su
due bacheche installate in due punti
del quartiere.”
“È in allestimento – riferisce
Giorgio – un sito, www.santostefanoinvairano.it e un indirizzo mail
[email protected] che
oltre alla storia e a documentazioni fotografiche delle iniziative promosse in passato, consentirà un’informazione puntuale.”
Una volta all’anno, poi, si tiene
l’assemblea generale dei soci.
“Su specifiche questioni rilevanti, come ad esempio qualche anno
fa per contrastare la mega cava a
lato della via provinciale per Campagnola – fa osservare Sauro – la
consultazione è aperta a tutti i residenti. Di norma comunque, le
istanze vengono messe per iscritto e
inoltrate agli uffici di competenza,
di Comune, Provincia... in modo da
formalizzarle ufficialmente.”
“Un altro tema forte è stato il
superamento della barriera ferroviaria. E siamo molto soddisfatti –
attesta Gianni, riscuotendo la conferma unanime di tutti i presenti
– che finalmente si stia per risolvere
con l’apertura del sottopasso. Il collegamento diretto con il centro città
era un’esigenza anche degli abitanti
a Sant’Angela Merici, oltre che delle numerose realtà economico-produttive insediate nell’area ex Olivetti, compreso il Polo universitario.”
IL COMITATO FUCINA
D’INIZIATIVE
Diversi gli appuntamenti promossi nell’arco dell’anno dal
Comitato e diventati ormai parte
della tradizione: da Sestén ‘n piàsa,
un’intera settimana di spettacoli
a inizio settembre – rammentano
Agostino e Marco – che culmina
nella serata di proclamazione del
“Santostefanese dell’anno” – nel
2011 assegnato a Marco, bronzo
nel singolo e oro nel doppio ai
mondiali di Atene, nel Bad-
l’Udito Naturale:
Spatial Sound
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
Uno scorcio da via Brunelli con l’area edificabile che nella parte
a ridosso della chiesa dovrebbe essere destinata a parcheggio e a verde;
la ciclabile a lato di via Caravaggio
e gli intervenuti all’incontro di mercoledì sera
PROBLEMI DI VIABILITÀ
minton (Volano) – e in quella di
“Miss bertolina”; e nel corso della
quale si esibiscono valenti poeti
locali, con recita delle rispettive
composizioni in vernacolo. Alla
Festa d’inizio estate, a luglio, che
coinvolge tutti i gruppi presenti in
parrocchia e quartiere: oltre al Comitato, la bocciofila – fondata nel
1972, che conta 30 soci, riferisce
il presidente Pietro Manini, di cui
18 che gareggiano nelle categorie
A,B e C – il consiglio pastorale e
i catechisti.
A fine marzo-inizio aprile c’è
poi la Festa degli anziani, con pranzo sociale in un ristorante e a
maggio la gita in visita a qualche
santuario, dove il parroco celebra
la santa Messa.
14/02/2006
18.26
FORSE L’AMBULATORIO
INFERMIERISTICO?
Da parte sua Daniel fa rilevare
che con l’incremento delle aspettative di vita della popolazione potrebbe insorgere il bisogno di assistenza.
Al riguardo Cesare fa osservare che
il Comitato aveva avviato una collaborazione con l’Auser per il trasporto presso strutture sanitarie per esami o visite specialistiche, ma è stato
sospeso per assenza di richieste.
In ogni caso, informa, l’amministrazione si sta attivando per riaprire presso l’ex ambulatorio medico
uno infermieristico, per prelievi del
sangue, iniezioni, prova della pressione...
GRUPPI PARROCCHIALI
Anche la parrocchia è una fucina d’attività. Diversi componenti
il consiglio pastorale sono impegnati anche nel Comitato, ma c’è
il gruppo dei catechisti – presenti
all’incontro mercoledì sera Elisa
Fabrizio e Francesco – che il sabato pomeriggio fanno catechismo ai
bambini della primaria e i ragazzi
delle medie e 1a superiore: una
quarantina in tutto e quindi a due
classi accorpate. Ieri sera i ragazzi
hanno animato la Via Crucis; l’altra domenica si sono impegnati
nella raccolta di alimenti da donare
a chi è nel bisogno; a Natale messo
in scena una recita e a S. Lucia raccolto giochi.
Molto attivo il gruppo Caritas,
che svolge attività in collaborazione con S. Angela Merici e S. Maria
della Croce, in unità pastorale.
“Il prossimo mese partirà, presso la casa parrocchiale di S. Angela, il Centro d’ascolto – fanno osservare Cesare e Agnese – con una
dozzina di persone disponibili.”
In parrocchia ci sono inoltre due
gruppi Famiglia: uno “storico”
che si ritrova ogni tre settimane ad
approfondire tematiche formative;
l’altro di giovani coppie con bambini, che si confrontano su problemi educativi.
Internorm
14/02/2006
14/02/2006
18.26
18.26
Pagina
Pagina
1
1
Il tuo
Hai problemi
problemi
di
udito?
Hai
problemi di
didi
udito?
Hai
udito?
Hai problemi
udito?
udito
problemi
di
udito?
Hai problemi di
udito?
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
Restano irrisolti altri aspetti viabilistici, come la ciclabile sulla trafficata via Caravaggio, che si ferma
all’altezza di via Roggia Fontana,
lasciando incompleto il collegamento al tratto già realizzato dal confinante Comune di Campagnola.
“Il problema più grosso – fa
però presente Agnese – è via Del
Fante: un’alternativa attualmente
molto comoda di collegamento con
il centro città, essendo le sbarre al
casello ferroviario temporizzate e
dunque con sosta limitata. Oltre al
fondo dissestato, ha le sponde dei
fossi che cedono e sono molto pericolose.”
In un recente incontro con l’assessore Fabio Bergamaschi e il
geometra Maggioni dell’Ufficio
Tecnico son state promesse le sistemazioni di sponde e banchine e
l’asfaltatura, non appena saranno
ultimati i lavori in corso al centro
sportivo, per i nuovi campi da tennis.
“L’intenzione del Comune è di
mantenerla a senso unico, che però
nessuno osserva”, sottolinea Cesare. “E verificati i flussi di traffico
con l’apertura del sottopasso, potrebbe essere trasformata in ciclabile. Un’ipotesi che non ci convince e
sulla quale ci vogliamo confrontare,
per una scelta condivisa.”
Molto sentito è poi il problema
della mancanza di spazi di parcheggio nel quartiere, dove ci sono fra
l’altro due rinomati ristoranti. E il
piazzale della parrocchia è invaso
dalle auto dei frequentanti la Scuola serale.
Sul lato est di via Crocicchio,
all’altezza della chiesa c’è un’area
edificabile su cui il Pgt prevede venga riservata un’ampia porzione a
parcheggio e a verde, ma la proprietà al momento non sembra interessata alla cessione.
Pagina
1
non è mai stato
FINESTRA DELL’ANNO
LA NUOVA FINESTRA IN PVC KF 410
così bello.
APPARECCHI ACUSTICI DIGITALI IN PROVA GRATUITA
AZIENDA AUTORIZZATA ALLE FORNITURE ASL/INAIL
ASSISTENZA A DOMICILIO GRATUITA
IL MARCHIO NUMERO 1 IN EUROPA CON OLTRE 80 ANNI DI ESPERIENZA
SOLUZIONI D’AVANGUARDIA PER PORTE E FINESTRE - 30 ANNI DI ASSISTENZA
APPROFITTA DELLE DETRAZIONI FISCALI DEL 55% PER SCEGLIERE IL MEGLIO
TI OFFRIAMO CONSULENZA TECNICA GRATUITA PER TROVARE LA SOLUZIONE
PIÙ IDONEA ALLA TUA CASA E ALLE TUE ESIGENZE
Uw 0,72 W/m2K con vetro basso emissivo
LIGHT (valore g 50%) e canalina ISO
Uw 0,729 W/m2K con vetro basso emissivo
SOLAR+ (valore g 62%) e canalina ISO
Canalina ISO di serie
PILE, ASSISTENZA E RIPARAZIONI
DI APPARECCHI ACUSTICI
DI TUTTE LE MARCHE
Aguzza
l’ingegno... non
non le
le orecchie!!!
orecchie!!!
Aguzza Aguzza
l’ingegno...non
le orecchie!!!
orecchie!!!
l’ingegno...
Aguzza
l’ingegno...non
le
PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI
Aguzza
l’ingegno...
non
le
orecchie!!!
l’ingegno...non le orecchie!!!
APERTO TUTTI I GIORNI dalle 9 alle 12,30
Convenzionato ASL/INAIL
Convenzionato ASL/INAIL
pomeriggio su appuntamento
Via Beltrami, 1 - CREMONA - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
Via Beltrami,
- CREMONA
Tel.PREVENIRE!
0372 26757 - 0372 36123
E’1 IL
MOMENTO- DI
sentire
Convenzionato
ASL/INAIL
Gratuitamente
per
accurato esame
ed un simpatico omaggio.
E’voiILunMOMENTO
DIdell’udito
PREVENIRE!
Via Borgo S. Pietro, 15
edper
essere
Gratuitamente
voi un
accurato
esame
dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Beltrami, 1 - CREMONA
- ascoltati
Tel. 0372
26757
- 0372
36123
Tel. 0373 81432
CREMA
CREMONA
- Via DIBeltrami,
E’ IL MOMENTO
PREVENIRE! 1 - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
Gratuitamente
per voi
accurato
esame
dell’udito
un simpatico
omaggio.
CREMONA
-A
Via
Beltrami,
Eun S
M
E edD
E1L- Tel.
L’0372
U D26757
I T O - 0372
G R36123
AT U I T O
CREMA - Via Borgo S. Pietro, 39 Tel. 0373 81432
- ViaCREMA
Beltrami,-1Via
- Tel.
0372S.
26757
- 0372
36123
Borgo
Pietro,
39 Tel.
0373 81432
E’
IL
MESE
DELLA
PREVENZIONE
- Via Borgo
Pietro, DELLA
39 Tel. 0373
81432
E’ ILS.MESE
PREVENZIONE
Gratuitamente
per
voi un
un accurato
accurato esame
esame dell’udito
dell’udito
L MESE
DELLA per
PREVENZIONE
Gratuitamente
voi
Vetro LIGHT di serie
Design moderno,
ideale per lo stile home pure
Vetratura I-tec
lastra vetro incollata
Su richiesta, con guscio esterno in alluminio
Triplo sistema di guarnizioni
Sistema a 5 camere con inserto in schiuma
Ferramenta completamente nascosta,
a vista a richiesta
Profondità del profilo del telaio 90 mm,
con vetratura di 48 mm
PORTE & FINESTRE Internorm
AREA 33
RIVENDITORE AUTORIZZATO DI ZONA
VIA G. AMENDOLA n. 2 – PIANENGO (CR)
TEL. 0373/750269 (SOLO POMERIGGIO 14 -18)
CELL. 329/8141660 - [email protected]
www.internorm.com
6
Opinioni e commenti
ASM Castelleone
Intendo replicare alle affermazioni contenute nel comunicato
stampa diffuso dai consiglieri comunali di minoranza relativamente ad ASM Castelleone.
La Giunta Comandulli non
scarica sulle precedenti amministrazioni le responsabilità della
situazione in cui versa ASM: le
motivazioni del dissesto sono state
illustrate in Consiglio Comunale
attraverso i numeri e non avvalendosi di frasi generiche del tipo
“dopo quattro anni di amministrazione i problemi dell’azienda sono
aumentati” oppure “manca... il
benché minimo progetto industriale o budget...”.
Noi siamo gente concreta: pur
non presentando “piani industriali
o budget” e pur essendoci trovati in
una situazione in cui poco si poteva fare per “resuscitare il morto”,
in quattro anni – dei quali gli ultimi
tre sotto la guida dell’attuale presidente – abbiamo realizzato una
serie di iniziative. Le elenchiamo:
- Riduzione dal 2009 dei compensi agli Amministratori;
- Riduzione dei compensi al collegio Sindacale;
- Revoca o riduzione delle consulenze esterne (amministrativa
per € 12.000, fiscale per € 3.000 e
tecnica per € 24.000);
- Riduzione progressiva dell’orario di lavoro del direttore, passato
da 18 a 13 ore dal 1° gennaio 2012,
con una ulteriore diminuzione ad 8
ore dall’agosto 2012;
- Da marzo 2013 il CDA a maggioranza ha rinunciato alla figura
di direttore;
- Rinuncia alla certificazione
della qualità in quanto non indispensabile per i servizi rimasti (con
un risparmio di € 12.500);
- Internalizzazione degli appalti
per la manutenzione del verde (oltre € 38.000 di risparmio), le potature e in parte lo sgombero della
neve; questa scelta ha portato alla
riduzione dei costi, al miglioramento dei servizi e ad un più efficiente utilizzo delle risorse umane
a disposizione.
In merito alla affermazione
delle minoranze “Le pesantissime
critiche rivolte all’azienda ed al
suo personale...”, ribadisco che si
tratta di constatazioni di stati di
fatto, supportate da numeri e reali
situazioni, come ribadito nella mia
lettera di risposta già trasmessa anche ai capigruppo consiliari.
L’opposizione, non trovando
altri appigli per sollevare critiche
ma dovendo anzi ammettere che
questa Amministrazione sta portando a termine ben più di quanto
promesso e indicato nel programma amministrativo, si limita a
lanciare sfottò di cattivo gusto del
genere “il presidente, il Sindaco
e la giunta se la suonano e se la
cantano. Intanto l’azienda Municipalizzata gli scoppia in mano”
che dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, l’assoluta mancanza di elementi concreti di critica
e l’infima qualità della dialettica
politica.
Potremmo abbassarci a risposte
dello stesso tenore, ma avendo a
cuore il bene dei castelleonesi continuiamo a lavorare sui problemi
concreti, fedeli al motto del sommo poeta: “Non ragioniam di lor,
ma guarda e passa...”.
SABATO 23 MARZO 2013
La penna ai lettori
✍
La speranza di un nuovo progetto
Caro direttore,
riprendendo le fresche parole di papa Francesco mi viene da dire:
“Non cediamo mai al pessimismo, a quell’amarezza che il diavolo ci offre ogni giorno; non cediamo al pessimismo e allo scoraggiamento”. È questo il sentimento che provo leggendo gli ultimi
interventi su questo giornale a proposito di cattolici e politica. Se
la “tenerezza” veramente riuscisse a sostituire quello sguardo accigliato, pessimista, acido che spesso abbiamo nei confronti degli
altri e della società della quale facciamo parte, allora finalmente
vedremmo, più che il “laicismo”, tanti uomini e donne di “buona
volontà”, faticosamente impegnati, con molti credenti, a costruire
un mondo più umano. Non c’è lo spazio, nelle poche righe che
mi sono concesse, di compiere una riflessione articolata su questi
temi. Per questo credo molto più proficuo riprendere alcune suggestioni veramente promettenti e illuminanti del nuovo “vescovo
di Roma”. Che oltre al richiamo a non cadere nel pessimismo, ci
ha messo in guardia dalla nostra antica attitudine a “bastonare gli
altri”, che ha fatto l’elogio della diversità (lo Spirito “fa tutte le
differenze nelle Chiese... Ma dall’altra parte, è colui che fa l’unità
di queste differenze, non nella “ugualità”, ma nell’armonia”), che
ci ha invitato ad essere una chiesa “povera e per i poveri” ed ha
insistito sulla necessità della custodia del creato (per il credente
impegnato in politica si tratta di prospettive esigenti).
Francamente non ho mai sentito che “i cristiani dovevano
sparpagliarsi in tutti i partiti per diventarne il sale”. Ho letto, e
lì rimango attestato perché il magistero successivo non l’ha corretta, l’affermazione di Paolo VI nell’Octogesima adveniens (1971),
che riprende una prospettiva conciliare, che “bisogna riconoscere
una legittima varietà di opzioni possibili. Una medesima fede cristiana può condurre a impegni diversi” (n. 50). In altre parole: è
legittimo il pluralismo politico dei cattolici. È anche opportuno?
Conveniente? La valutazione di tale convenienza è di carattere
prudenziale. L’esperienza dell’unità politica dei cattolici in Italia
è legata al contesto storico particolare ed oggi non è, a mio parere,
riproponibile. In una società in cui i credenti “impegnati” sono
circa il venti per cento, è realisticamente pensabile ad un partito
come la Dc e che abbia il “peso” che ha avuto la Dc? È assolutamente legittimo che dei cristiani si impegnino per dar vita ad un
soggetto politico “cristianamente ispirato” ma la presenza di un
soggetto siffatto non potrebbe mettere in discussione la legittimità
del pluralismo, ossia la presenza di credenti in altri soggetti politici. Oggi i credenti in Italia sono presenti in partiti molto diversi tra
loro: non mi sembra scandaloso. Che la loro testimonianza, ossia
l’efficacia del loro impegno non sia adeguata è difficile giudicare.
Certamente non si tratta di una “testimonianza” facile, al di là
della fase di “crisi della politica” che stiamo attraversando. Facile
(e comodo) è enunciare i princìpi, molto difficile invece tradurli
in concrete scelte politiche e amministrative dovendo, per questo,
inoltre dialogare-mediare con altre “visioni” ed altre impostazioni. Chi tra i cattolici si impegna oggi in politica, in un difficile
“esercizio del cristianesimo”, non credo meriti “bastonature”,
semmai incoraggiamento ad una sempre più limpida coerenza, in
sintonia con altre parole di papa Francesco che ci invita ad «aprire
l’orizzonte della speranza”.
Romano Dasti
Caro Romano,
non mi pare il caso di scomodare papa Francesco e il suo elogio della
tenerezza per definire ancora una volta i miei interventi pessimisti, amari
e acidi. In realtà è la situazione molto acida e bisogna avere il coraggio
e l’umiltà di prendersi le proprie responsabilità, senza rimandare al mittente qualsiasi critica. Dobbiamo ammetterlo: il progetto politico portato
avanti da tanti cattolici in questi ultimi venti anni è fallito. Siamo nella
peggior condizione etico-politica dal dopoguerra a oggi. Prendiamone
atto e chiediamoci il perché. La speranza si costruisce non sulle illusioni,
ma sulle prese di responsabiltà e su progetti positivi.
Tu citi il n° 50 dell’Octogenisma Adveniens di Paolo VI. Bene, bisognerebbe citare anche il n° 49: “Coinvolto in correnti diverse dove accanto
a legittime aspirazioni s’insinuano orientamenti più ambigui, il cristiano
deve operare una cernita oculata ed evitare di impegnarsi in collaborazioni non controllate e contrarie ai principi di un autentico umanesimo, sia
pure in nome di solidarietà effettivamente sentite”. Idea ripresa da Giovanni Paolo II quando disse al Convegno di Palermo: “La Chiesa non
deve e non intende coinvolgersi con alcuna scelta di schieramento politico
o di partito, come del resto non esprime preferenze per l’una o per l’altra
soluzione istituzionale o costituzionale, che sia rispettosa dell’autentica
democrazia. Ma ciò nulla ha a che fare con una ‘diaspora’ culturale dei
cattolici, con un loro ritenere ogni idea o visione del mondo compatibile
con la fede, o anche con una loro facile adesione a forze politiche e sociali
che si oppongano, o non prestino sufficiente attenzione, ai principi della
dottrina sociale della Chiesa sulla persona e sul rispetto della vita umana,
sulla famiglia, sulla libertà scolastica, la solidarietà, la promozione della
giustizia e della pace.” Certo che un pluralismo politico è legittimo, ma
alle condizioni qui indicate!
Non dire che sono pessimista. Nei mesi scorsi ho seguito (non solo io)
con grande ottimismo (e continuo ad appoggiarlo) il progetto Todi: non
è una riedizione dell’unità politica dei cattolici, ma la presenza di cattolici organizzati che diano vita a quello che anche tu ritieni possibile: un
soggetto politico “cristianamente ispirato”. Io direi “ispirato a una sana
e vera antropologia”, com’è quella cristiana in collaborazione con tante
persone laiche di buona volontà. Nelle passate elezioni eravamo a un passo per realizzare questo progetto che poteva dare finalmente speranza agli
italiani sconsolati, poi qualcuno ha messo i bastoni fra le ruote o non ha
avuto il coraggio. E sono esplosi i grillini! Ma è possibile rilanciarlo (vedi
che sono ottimista!). E perché non ci stai anche tu, invece che inseguire
ricette ormai decotte?
· COSÌ NON VA · COSÌ NON VA · COSÌ NON VA · COSÌ NON VA ·
“Questo sarebbe un giardino comunale?”. Ecco cosa
chiede un lettore inviandoci la fotografia a lato che mostra lo stato del fondo dell’area verde di via Donizetti a
Scannabue. In effetti ogni volta che piove si formano pozzanghere incredibili che non consentono l’utilizzo del parchetto.
Invitiamo i lettori a inviarci foto e brevi didascalie per evidenziare disagi o disservizi in
città e nei paesi, non per spirito polemico, ma come servizio utile a migliorare l’ambiente
in cui viviamo.
Camillo Comandulli
Sindaco di Castelleone
Assistenza domiciliare
Vorrei raccontare ai lettori cosa
mi è successo. Sono la figlia di una
persona che si trova nella fase della
sua vita dove ha bisogno di aiuto,
usufruendo di quel servizio che
permette di restare tra gli affetti dei
propri cari anche se non autonoma: l’Assistenza Domiciliare.
Mi sono recata dal mio medico di base esprimendo questo desiderio ed egli mi ha consigliato
di rivolgermi all’ASL, facendo
un’impegnativa per richiedere la
fisioterapista in modo da permettere alla mamma di lavorare sulle
sue capacità residue, ciò ci facilita
da tempo la sua già pesante gestione a cui noi assolviamo volentieri
e con orgoglio (cosa peraltro già
consigliata dall’ortopedico che ha
in cura mia mamma).
Dopo aver consegnato l’impegnativa, sono stata contattata da
un responsabile dell’ASL: mi ha
comunicato che la mamma non ha
diritto alla fisioterapia in quanto,
dopo un colloquio telefonico con
lo stesso medico che mi ha fatto
la prescrizione, hanno deciso che
non ha i requisiti e quindi non veniva nemmeno avviata la pratica.
Pensate quanto sono rimasta
perplessa... ho insistito e, quasi per farmi un favore, mi è stata
concessa una valutazione fisiatrica
a domicilio, per verificare la reale
necessità a fronte di un parere ortopedico di aggravamento e della
richiesta del medico di base.
Dopo una settimana, si sono
presentate due persone a casa (solo
dopo ho saputo chi fossero perché
sprovvisti di cartellini di riconoscimento), rispettivamente un fisioterapista e un’infermiera dell’ASL
che hanno fatto una valutazione
alla mamma.
I valutatori dell’ASL mi hanno
consigliato di considerare un ricovero presso una struttura per anziani, ma – come ho detto all’inizio – il volere mio e della mamma
è di restare a casa. Allora hanno
cambiato proposta consigliandomi una operatrice socio sanitaria
affermando che sono molto brave
a muovere e a fare camminare i
pazienti.
Mi sono sentita come un ladro
in chiesa... Sapete cosa vuole dire
avere una professionista competente che lavora sulla mamma dandole la sicurezza di fare dei movimenti che nemmeno lei pensava di
poter fare ancora?? Che risponde
in modo competente a tutte le nostre domande e ci sprona a credere
ancora di avere delle possibilità di
restare negli affetti famigliari??
Il giorno dopo la stessa infermiera chiama e insiste con l’operatricesocio sanitaria: mi sono permessa
di dirle di tenere quelle risorse per
altre famiglie nel bisogno.
Alla fine ci hanno dato 8 sedute
di fisioterapia in 30 giorni, dicendo
che la mamma sarà in formissima
al termine del trattamento... Vorrei
che queste persone ascoltassero
davvero ciò che dicono...
Io non sono d’accordo e chiedo
di venire contattata dalla responsabile del servizio, ma ad oggi nessuno ha chiamato. So che siamo in
un momento di crisi e di “tagli”,
ma spero che il mio racconto possa
aiutare l’ASL ad essere maggiormente vicino alle persone fragili
che si rivolgono al servizio di “Assistenza Domiciliare”.
Lettera firmata
GOMME AUTO - MOTO
SCONTATISSIME
PNEUMATICI auto - moto
RICAMBI moto - ASSISTENZA
ACQUISTIAMO
per CONTANTI
MOTO E SCOOTERS
di ogni tipo e marca
BATTERIE moto
e CANDELE
SCONTATISSIME
SUPER OFFERTA
OLIO
moto e scooters
MISURA
NEXEN
VIKING PIRELLI METZELER MICHELIN
175/65/14 Auto
€ 41,00
€ 43,00
€ 45,00
€ 52,00
185/65/14 Auto
€ 41,00
€ 46,00
€ 58,00
€ 63,00
205/55/16 Auto
€ 48,00
€ 60,00
€ 66,00
€ 82,00
225/45/17 Auto
€ 65,00
€ 78,00
€ 95,00
€ 115,00
130/90/10 Scooter
€ 28,00
€ 30,00
€ 31,00
160/60/15 Maxi Scooter
€ 96,00
€ 96,00
€ 105,00
180/55/17 Moto
€ 100,00
€ 100,00
€ 105,00
190/50/17 Moto
€ 95,00
€ 95,00
€ 110,00
120/70/17 Moto
€ 75,00
€ 80,00
€ 80,00
i prezzi si intendono al netto dell’IVA
VAIANO CREMASCO (CR) via E. Mattei 12
Tel. 0373 277425 - 346 3935427
sabato 23 marzo 2013
LAVORI PUBBLICI
DAI PRIMI DI APRILE
SARÀ PERCORRIBILE
A SENSO UNICO
VERSO LA PISCINA
PER CONSENTIRE
I LAVORI
ALLA “PSEUDO”
ROTATORIA.
PREVISTI INTERVENTI
“TAMPONE” SU
MOLTE VIE URBANE
E DI MANUTENZIONE
DEL VERDE
PER 150 MILA EURO
Sottopasso
pronto a maggio
di ANGELO MARAZZI
N
onostante le interruzioni forzate per il maltempo, che rende impraticabile il cantiere, la realizzazione del sottopasso ferroviario in via GaetaIndipendenza è alle fasi conclusive. E l’ingegner Federico Galli, dirigente
dell’Ufficio tecnico comunale, è soddisfatto per come sono andati i lavori:
“Entrati nel vivo ai primi di gennaio 2012 – fa osservare – se si tien conto
delle inevitabili sospensioni dovute ad agenti meteorologici e a impedimenti tecnici per spostamenti di reti di sottoservizi e opere che hanno coinvolto
direttamente le Ferrovie, riuscire a completare l’intervento di questa portata
in un anno e mezzo è un bel risultato”. Ed è ancor più sereno, considerando
che grazie alle tecnologie adottate nell’esecuzione – formazione del cosiddetto tampone di fondo, mediante Jet grouting: operazione di iniezione nel
terreno di una miscela cementizia, attraverso piccoli ugelli, con pressioni
fino a 600 atmosfere – son stati esclusi tutti i rischi paventati: problemi di
staticità degli edifici prospicienti il cantiere, infiltrazioni d’acqua dal vicino
canale, disturbi per il prolungato funzionamento di idrovore h24...
Lo stesso assessore ai Lavori pubblici, Fabio Bergamaschi, elogia l’Ufficio tecnico per “l’assidua e scrupolosa attenzione con cui sta seguendo
i lavori, che presto consentiranno di mettere finalmente in collegamento
diretto con il centro città i quartieri di Santo Stefano e Sant’Angela Merici,
con il Polo universitario e le molte realtà produttive e di servizio insediate
nell’ex area Olivetti e nel soprastante Pip”.
La ditta De Fabiani ha comunicato lo scorso mese un nuovo cronoprogramma, che prevede la consegna dell’opera per i primi di maggio.
“Siamo effettivamente alle fasi conclusive”, conferma l’ingegner Galli.
“Restano da fare i due innesti della rampa su via Gaeta a un capo e via
Indipendenza all’altro. Che saranno risolti – spiega – con la formazione
di due pseudo rotatorie: ovvero senza la classica aiuola centrale, ma una
‘coppa rotatoria’ e un’opportuna segnaletica orizzontale, in modo che resti
sormontabile all’occorrenza.”
Per consentire agli automezzi di cantiere di operare in sicurezza, riferisce
inoltre, ai primi di aprile il sottopasso sarà asfaltato e reso transitabile nel
solo senso di marcia da via Gaeta a via Indipendenza; mentre i veicoli in direzione viale di Santa Maria percorreranno l’attuale corsia. Si avrà dunque
una prima, parziale, sperimentazione dei vantaggi del bypassaggio della
barriera ferroviaria. Mentre verrà anche approntato il collegamento ciclopedonale, con un attraversamento della via Caravaggio, prima del ponte sul
canale, che avrà una nuova corsia protetta per ciclisti e pedoni sul lato est; e
un attraversamento della via Gaeta, a distanza di sicurezza dalla rotatoria,
per potersi poi innestare nella ciclopedonale sul lato sud del sottopasso.
L’Ufficio tecnico sta nel frattempo anche predisponendo interventi indispensabili di manutenzione di vie urbane e verde.
“Con un lavoro poderoso – fa osservare l’assessore Bergamaschi – la collega al Bilancio Saltini ha conseguito un contenimento della spesa senza
precedenti, a detta degli stessi uffici. E ha individuato una somma prudenziale sull’assestamento dello scorso anno, mettendo a disposizione oltre ai
100 mila euro d’inizio anno, già spesi per manutenzioni varie di fabbricati,
strade, spazzamento neve..., altri 150 mila.”
Un importo che, nella speranza possa essere ulteriormente implementato
nei prossimi mesi, riferisce d’aver ripartito, destinandone: 80 mila per la
manutenzione del verde – di cui 54,5 mila su sfalci di aree verdi; 13,8 mila
per manutenzione dei parchi e 6,5 mila dei cimiteri; 5,2 mila per lo sfalcio
della vegetazione spontanea – 40 mila per le strade, di cui ben 24 mila per la
chiusura di buche nei punti più ammalorati di quasi tutte le strade urbane e
16 mila per rifacimenti della segnaletica orizzontale e verticale.
“In realtà servirebbero nuove riasfaltature, ma le risorse non lo consentono. Negli anni – osserva – si sono rinviati interventi di una certa consistenza
sperando che la congiuntura migliorasse, invece purtroppo...”
Dei restanti 30 mila euro, 20 mila andranno per l’ordinaria manutenzione di fabbricati e impianti; e 10 mila per l’acquisto di attrezzature per la manutenzione del verde, per la quale si son messi a disposizione gli alpini.
“Ci auguriamo – conclude – sia l’inizio di un virtuoso processo di collaborazione tra volontariato e Comune. Valorizzando questa ritrovata passione dei cittadini, sollecitata dalla crisi, per la cura della cosa pubblica.”
7
I lavori in corso al sottopasso
ferroviario in via Gaeta
e l’assessore Fabio Bergamaschi
BILANCIO: BERETTA (PdL) “DILETTANTISMO PURO”
Aumenteranno l’Irpef del 60% e tasseranno anche i passi carrai
N
ella maggioranza al governo della città, a detta del consigliere comunale del
PdL Simone Beretta, “c’è qualcosa che non
va: mostra un dilettantismo inconcludente – incalza – che vien, purtroppo, pagato
dai cittadini”. E proprio in senso letterale,
stando a quel che riferisce d’aver appreso
nella commissione Bilancio di lunedì. Una
riunione che definisce “inconcludente in
modo imbarazzante”, nella quale l’assessore alla partita “ha consegnato un brogliaccio contenente solo un’ipotesi di pareggio
del bilancio di previsione 2013 e l’elenco di
una ventina di punti, tutti ancora in fase di
studio e di verifica, tralasciando di illustrare
le manovre di contenimento della spesa già
decisa e gli obiettivi da conseguire”.
“Ha tentato di spacciarla per una cosa
seria – ha osservato – ma quel che è parso chiaro è che questa amministrazione di
centrosinistra metterà a fondo le mani nelle
tasche dei cittadini. E, cosa ancor peggiore,
lo farà in modo indiscriminato.”
Per recuperare i 4,6 milioni di euro di
minore entrate, l’intenzione è infatti di “aumentare l’addizionale Irpef del 60% – e l’ha
scandito per evidenziarne l’entità – portandolo dal 5 all’8 per mille, che è l’aliquota
massima consentita dalla legge”.
Il gettito previsto è di 1,5 milioni di euro
in più rispetto al 2012, “quasi tre miliardi
delle vecchie lire: uno sproposito – ha commentato – per raggiungere il quale ripartiranno indistintamente l’aumento su tutte le
fasce, anche le più deboli”.
E ha mostrato una tabella con la ripartizione dei cittadini nei cinque scaglioni:
nel primo, da 0 a 15 mila euro di reddito,
rientra il 12% dei residenti in Crema: nella
seconda, da 15 mila a 28 mila, il 42,5% e il
25,80% in quella da 28 mila a 55 mila; nella
A.EMME s.r.l.
impresa edile,
trasporti, scavi,
movimento terra,
forniture per l’edilizia
Sede operativa: via Lodi 13 - BAGNOLO CREMASCO
Alberti Massimo cell. 348 7009887
quarta, che va da 55 mila a 75 mila, appena
il 6% e poco più del 13% sono coloro che
guadagnano oltre i 75 mila.
Beretta s’è detto sconcertato che “un’amministrazione di centrosinistra proceda senza equità, applicando la stessa percentuale
a chi ha redditi per 80 mila euro e a chi solo
15 mila, costringendo queste famiglie a rinunciare a beni primari o comunque importante come può essere anche solo una pizza
insieme, ogni tanto”.
Non c’è alcuna certezza, ha fatto inoltre
rilevare, nemmeno su altre previsioni d’entrata, a conferma di quello che ha ribadito
essere un “dilettantismo puro”.
“Ipotizzano di recuperare 1 milione 100
mila euro da arretrati Ici e adeguamenti
Imu, ma come faranno – s’è chiesto – venendo approvato il bilancio di previsione a
giugno, a rispettare i tempi di riscossione?”
E inoltre prevedono di poter racimolare
da “altri interventi correttivi in parte corrente, 1.183.988,90 euro, senza però specificare per quali minori spese e nuove entrate”.
“Ma come si fa – ha commentato indignato – ha mettere una cifra, addirittura
con specificati 90 centesimi, senza dire alla
commissione niente di preciso al riguardo!”
A queste sue obiezioni, l’assessore Morena Saltini ha risposto: “Se le entrate si
saranno dimostrate inferiori alle attese –
riferisce il consigliere del PdL, citando testualmente – resta sempre la possibilità in
fase di assestamento di rimettere mano alla
leva fiscale”.
“Sarebbe a dire che si potrebbero autorizzare delle spese senza adeguate coperture?”, s’è interrogato esterrefatto Beretta.
Che ha poi aggiunto che “il funzionario
presente, onde evitare fraintendimenti, ha
corretto immediatamente il tiro, precisando
che si farà un ferreo controllo di gestione, quasi
giornaliero, perché senza copertura finanziaria
non si può spendere”.
Altra incognita, ha fatto osservare inoltre, sono gli “eventuali 500 mila euro d’entrate da alienazioni”, senza avere anche al
riguardo ancora deciso quali saranno. E
soprattutto prevedendo – nel caso anziché
destinare il gettito in spesa corrente a pareggio del bilancio utilizzarlo per realizzare
opere – di “recuperare 400 mila euro con
un’ulteriore manovra aggiuntiva Imu sulle
seconde case e altri 400 mila euro con la
Cosap sui passi carrai”.
Ha quindi ribadito di non aver capito
come si possano sprecare soldi per “una
commissione tanto scoordinata e priva di
senso”, non avendo messo sul tavolo una
“proposta seria e articolata, sulla quale
anche noi consiglieri di minoranza possiamo farci un’idea certa dello stato dell’arte
e delle scelte politiche definite dalla maggioranza, per dare un nostro contributo
costruttivo”.
“Capisco, comunque, le difficoltà: avendo promesso l’impossibile in campagna
elettorale – ha osservato severo – e, dopo un
anno, trovarsi a non aver fatto niente e dover dire a cittadini che si andranno a mettere pesantemente le mani nelle loro tasche.”
“Ma se la maggioranza non diventa forte rispetto al suo sindaco e non chiede di
ricomporre la Giunta con persone adeguate al ruolo – sostiene – rimedieranno solo
brutte figure.”
“Governare – conclude – è cosa ben diversa che chiacchierare. Noi continuiamo
nel nostro atteggiamento costruttivo, loro
devono incominciare a formulare proposte
esaustive.”
A.M.
Matrimoni
Eventi
Meeting
Ristorante à la carte
Suites
Vinerie
Via Mirabello, 1 Bertonico (LO) w w w. v i l l a f a b r i z i a . i t
cell. 348 0065752
[email protected]
Menù di Pasqua
Aperitivo
Patè di vitello servito con brioche calda
accompagnato da uovo di quaglia farcito
Cannelloni mignon di pasta fresca ripieni con ricotta di capra
e pomodorini pachino serviti con vellutata di melanzane
Risotto ai carciofi e pancetta
Tagliata di cosciotto d’agnello marinato al rosmarino
servito con melanzane grigliate e salsa alla menta
Millefoglie con crema al mascarpone e scaglie di cioccolato
Colomba pasquale
Caffè
Il menù di Pasqua verrà servito dalle ore 12.30 al prezzo di euro 40 bevande escluse
È gradita la prenotazione
La Città
8
SABATO 23 MARZO 2013
MANIFESTAZIONE
PARTECIPATE
Ma che... Strada
stiamo prendendo?
IRONICA DENUNCIA DEL CONSIGLIERE
COMUNALE PDL, SIMONE BERETTA
di ANGELO MARAZZI
È
ironico e indignato il consigliere comunale
del PdL, Simone Beretta: ha convocato d’urgenza un incontro stampa, stamattina, nella sede
del partito in piazza Marconi, “avendo visto che
la stampa non era informata della riunione di ieri
– alle 8,30 – in municipio. L’incontro, “probabilmente, a quel che si può intuire stando ai partecipanti – oltre al sindaco Stefania Bonaldi, il presidente di Scrp Corrado Bonoldi accompagnato
dal consigliere dottor Dino Martinazzoli e dal
direttore ingegner Giovanni Soffiantini, l’amministratore unico di Scs Servizi Locali Gianfranco
Ervin e quello di Cremasca Servizi architetto
Claudio Bettinelli – sarà stato dedicato al futuro
di Scrp, ovvero alla sua semplificazione e razionalizzazione, alla ricollocazione di Cremasca
Servizi nella Società patrimoniale, alle trattative
in corso con Lgh in materia di rifiuti e teleriscaldamento, piuttosto che ai piani di sviluppo e ai
nuovi patti parasociali, della vendita a Padania
Acque delle quote di Scrp....”. E su questo, ha
osservato, niente da eccepire, anzi.
A lasciarlo perplesso è piuttosto la presenza
dei sindaci di Spino d’Adda Paolo Riccaboni e
di Romanengo Marco Cavalli: “Perché solo questi due e non anche quello di Ripalta Guerina
Gianpietro Denti, che è presidente della Consulta dei sindaci di tutto il Cremasco?”, ha obiettato.
Ma a suscitargli ancor più stupore e a risultargli
“incomprensibile” è stata la partecipazione alla
riunione dell’ex parlamentare Renato Strada.
“Che ci azzecca – ha evidenziato, facendo il
verso a Di Pietro, ponendo una serie d’interrogativi – con tutto questo? A che titolo ha preso
parte a una riunione così delicata e importante?
In rappresentanza di chi: del Partito Democratico? Come ex presidente di qualche partecipata?”
“Perché allora non anche Bruno Garatti e Piero Bertesago, artefici ultimi di quella miriade di
società che tanti considerano oggi – sindaco Bonaldi compresa, ha sottolineato – scatole cinesi?”.
La presenza di Strada, fa insorgere nell’esponente del PdL il dubbio che “dopo le sperticate
lodi sul dottor Martinazzoli da parte del sindaco
– che l’ha proposto non solo per il Cda di Scrp
ma pure come amministratore unico di Cremasca Servizi: scelta, per altro, risultata illegittima,
per norme insipienti volute proprio anche dall’attuale sindaco, quand’era in minoranza, ha rimarcato Beretta – è già venuta meno la fiducia?”.
CREMA
L’associazione nazionale
Carabinieri in assemblea
Il gruppo dei soci che hanno partecipato domenica all’assemblea dell’Anc
Santa Maria: weekend
con la 348a fiera
Simone Beretta durante l’incontro stampa
“E poi – ha obiettato inoltre – perché un cittadino qualsiasi qual è ora Strada, viene messo
a parte di cose che prima di lui dovrebbero conoscere altri certamente più titolati, istituzionalmente parlando, come i gruppi consiliari di maggioranza e gli stessi delle minoranze, piuttosto
che l’Ufficio per il coordinamento e il controllo
delle società partecipate…”
“Ho scolpito nella testa – ha aggiunto – queste
che son rimaste vane e vacue parole: I commissari hanno delineato in maniera molto forte il ruolo di
protagonismo che deve avere il consiglio comunale nella
raccolta delle informazioni e nelle indicazioni di strategia che i rappresentanti devono poi esercitare all’interno
dei vari consigli di amministrazione. E mi vien spontaneo commentare: povero consiglio comunale!”
Beretta ritiene necessario che il sindaco “debba riferire immediatamente in consiglio comunale i contenuti della riunione, perché solo così può
rimediare a un atto irriverente nei confronti dei
rappresentanti dei cittadini democraticamente
eletti”. “È inaccettabile che chi negli anni scorsi
ha speso tante parole per predicare la partecipazione, oggi la disattenda – ha commentato severo
– portando a riunioni persone non istituzionalmente delegate.”
S
i è svolta domenica a Casaletto Ceredano l’assemblea
ordinaria dei soci della sezione di Crema dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Un
incontro che ha coinvolto numerosi tesserati e che ha consentito al presidente Stefano
Brusaferri di presentare il bilancio dell’attività svolta nel 2012.
Un anno nel quale la locale sezione si è spesa nell’organizzazione diretta di iniziative senza
trascurare la partecipazione a
eventi territoriali proposti da
altre realtà.
Parlando di numero la sezione cresce. Da 320 iscritti
nel 2011 si è passati, grazie a
18 nuovi tesseramenti contro
4 addii – due dei quali passati
a miglior vita e ricordati in assemblea dal presidente – a 334
affiliazioni.
Numeri che fanno guardare
con fiducia al futuro della benemerita associazione e che attendono di essere riconfermati
in questi due mesi che accompagnano al termine della campagna tesseramenti.
La quota di adesione ammonta a 20 euro per i soci effettivi – sono stati 228 nel 2012
– 25 euro per i familiari (50) e
25 euro per i soci simpatizzanti, ben 56.
La presentazione con approvazione del consuntivo e
l’illustrazione delle proposte di
bilancio preventivo per il 2013
hanno lasciato quindi spazio
alla consegna della tessera a tre
nuovi soci: il brigadiere capo
Quinto Valenti, il carabiniereausiliario Cesare Fusar Poli e il
socio simpatizzante Giambattista Serina.
Quindi il pranzo con il ricordo, prima del congedo, di due
importanti momenti per la vita
della sezione programmati per
le prossime settimane. Oltre
al precetto pasquale, svoltosi
ieri nella chiesa parrocchiale
di San Bartolomeo ai Morti, il
presidente Stefano Brusaferri
ha caldeggiato la partecipazione alla gita in Toscana del 20 e
21 aprile.
Per informazioni sulle iniziative o per il rinnovo del tesseramento la sede di via Barelli 15
della locale sezione dell’ANC è
aperta tutte le domeniche sino
a maggio dalle 10 alle 12. Attivo anche un indirizzo di posta
elettronica [email protected]
Tib
O
ggi e domani è prevista pioggia. Forse anche lunedì. Infatti il
weekend vedrà lo svolgersi della 348a edizione della fiera di Santa Maria della Croce: da “sempre” la manifestazione del quartiere
cittadino, che si sviluppa attorno alla basilica mariana, è in effetti
abbinata al maltempo.
Il clima, però, non riuscirà a togliere nulla al fascino che accompagna l’evento, meta anche di turisti che vengono da fuori città. Per
i bambini e i ragazzi ci saranno come sempre il luna park – nella via
dell’oratorio parrocchiale e nel parchetto della frazione – e le attrazioni organizzate dalla Parrocchia: la pesca benefica e quella vera e
propria, alla trota. Non mancheranno lungo il viale le “mitiche” bancarelle, che propongono dolciumi, prodotti d’artigianato, vestiario e
così via. Spazio anche agli stand del Comune, alla scuola “Stanga”
e alle visite al santuario. Accanto all’aspetto folcloristico e legato al
divertimento, la fiera porta con sé anche una serie di tradizioni più o
meno antiche: su tutte la visita silenziosa alla basilica e la benedizione degli oggetti personali allo scurolo. Intere famiglie e compagnie di
amici si ritrovano, organizzando il tradizionale “pranzo della fiera”.
Sul piano liturgico la novità 2013 è la celebrazione dei vespri cantati di oggi alle ore 17, seguiti dalla recita del Santo Rosario e dalla celebrazione eucaristica. Stesso programma anche per domani domenica
24 marzo. La parrocchia propone pure l’ormai consueta mostra dei
manufatti del santuario. Quest’anno la Casa del pellegrino (con ingresso da via Battaglio) ospiterà Santi di Santa Maria: esempi, maestri
e intercessori, percorso tra fede, pietà e folclore. 83 le “opere” visibili,
con 4 busti d’argento, 8 statue e 71 reliquie di ogni epoca e stile. Sono
tutte parte del “tesoro” del santuario, un vero patrimonio di fede e
arte, che i Missionari dello Spirito Santo, guidati da padre Ricardo
Castillo, stanno pian piano valorizzando e recuperando al meglio,
grazie alla collaborazione di preziosi volontari.
Non resta allora che rinnovare l’invito alla fiera, appuntamento
che offre opportunità ricreative, culturali e spirituali.
Luca Guerini
LIONS HOST: allo Sraffa per il Progetto Martina
A
nche quest’anno il Lions Club Crema Host, presieduto quest’anno da Maria Luisa Gasparini, ha partecipato al service pluriennale di rilevanza nazionale “Progetto Martina” con una interessante e dinamica lezione presso l’Istituto “Sraffa” di Crema. Grazie
all’organizzazione della socia Giovanna Calace Salvemini e alla
disponibilità del socio del Lions Pandino il Castello dottor Giovanni
Groppelli, tre classi dell’ultimo anno del’istituto hanno ascoltato con
interesse la relazione presentata.
Il “Progetto Martina” ha l’obiettivo di informare i giovani sulle
modalità di lotta ai tumori, sulla possibilità di evitarne alcuni, sulla
opportunità della diagnosi tempestiva, sulla necessità di impegnarsi
in prima persona e di dare tranquillità.
Il dottor Groppelli, con l’ausilio di alcune slides esplicative, ha
illustrato con statistiche e immagini quali sono le precauzioni e le
accortezze da utilizzare per vivere in modo sano e per poter stroncare sul nascere alcuni tumori con una buona prevenzione e controlli
sistematici.
Con questo progetto tutti i Lions italiani in questi ultimi anni hanno sensibilizzato le fasce giovani con il motto “La lotta contro i tumori si vince con la cultura”, continuando quella che è un’azione di
servizio a 360 gradi verso la comunità.
Il Torrazzo per la famiglia
Vi siete sposati
o vi sposerete
2013
nel
Lo stile, la
di sempre
prezzi
straordinari.
Lo qualità
stile, la qualità
di sempre aaprezzi
straordinari.
SPECIALI OFFERTE su tutti gli articoli
di pelletteria e piumini con bordi di pregio.
su tutti gli
di apelletteria
Lo stile, la qualità
di articoli
sempre
prezzi straordinari.
Lo stile, la qualità di sempre a prezzi straordinari.
SPECIALI
OFFERTE
su
tutti
gli articoli
SPECIALI
OFFERTE
su tutti gli articoli
e qualità
piumini
conabordi
di
pregio.
Lo stile, la
di sempre
prezzi
straordinari.
di pelletteria e piumini con bordi di pregio.
di pelletteria
piumini
bordi di pregio.
SPECIALI e
OFFERTE
su tutticon
gli articoli
SPECIALI OFFERTE
di pelletteria e piumini con bordi di pregio.
Via XX(CR)
Settembre,
1 CREMA
(CR) Tel. 0373-257829
Via XX Settembre, 1 CREMA
Tel.
0373-257829
Via
Settembre,
1 CREMA
Tel. 0373-257829
ViaXX
XX Settembre,
1 CREMA
(CR) Tel.(CR)
0373-257829
Via XX Settembre, 1 CREMA (CR) Tel. 0373-257829
O
MENT
A
N
O
? ABB RATIS
G
013
2
L
I
R
PE
eci
Portat a
tr
la vos pazione
i
partec e
z
z
di no
ta
Offer
ata
riserv enti
id
ai res
lia
in Ita
Specializzati in:
· SCULTURA
· ARCHITETTURA
· RESTAURO
· DESIGN
CREMA - via De Chirico, 8 (zona P.I.P.) - ☎ 0373 204339
La Città
SABATO 23 MARZO 2013
TEATRO S. DOMENICO
TRIBUNALE
Per molti si può
ancora salvare
Chieste a Elisa Marinoni
le dimissioni dal Cda
L
MINORANZE E ORDINE DEGLI AVVOCATI
MA ANCHE I GRUPPI DI MAGGIORANZA
di ANGELO MARAZZI
I
giochi non sono chiusi e, a quanto credono
sia i gruppi consiliari di minoranza che quelli di Sel – che ora hanno anche il loro esponente Franco Bordo alla Camera dei deputati
– e l’ordine degli avvocati cittadini, non tutto è
perduto riguardo al mantenimento del Tribunale di Crema, accorpato a quello di Treviglio
o altro che si voglia.
La questione è stata rilanciata la scorsa settimana dalla capogruppo consiliare del PdL,
Laura Zanibelli. La quale, sconcertata dalle
“proposte più diverse” che vanno emergendo
circa un eventuale “riutilizzo” dell’edificio di
via Macallé – sede della nuova caserma di Polizia o Vigili del Fuoco, istituto scolastico, uffici comunali... – in una nota diffusa lo scorso
venerdì ha indicato come necessario conoscere
preliminarmente tanto le caratteristiche proprie dell’immobile quanto i bisogni specifici
degli eventuali nuovi “entranti”. E ha chiesto
al sindaco di aggiornare il consiglio comunale “su come stia operando prima di cedere le
armi, senza dimenticare le numerose firme raccolte anche quest’inverno”.
Da parte sua il consigliere comunale di Servire il cittadino, Antonio Agazzi, ha ri-presentato
un’interpellanza in cui rilancia la necessità di
“riprendere con vigore l’iniziativa tesa a scongiurare la soppressione e l’accorpamento a
Cremona”. Rammentando che il 14 novembre scorso l’assemblea di aula degli Ostaggi
ha approvato all’unanimità la mozione da lui
presentata, che invitava il sindaco a chiedere
ai deputati e senatori del territorio di perorare
presso il Governo un provvedimento correttivo dei decreti legislativi del settembre 2012,
dando “puntuale attuazione ai pareri approvati
allora dalle commissioni Giustizia di Camera
e Senato, con conseguente riviviscenza degli
uffici giudiziari soppressi in difformità” dagli
stessi. E di sollecitare i colleghi sindaci del
territorio, unitamente a quelli di tutte le città
sedi di Tribunali accorpandi, a porre in essere
analoghe azioni.
Nell’evidenziare poi “la vittoria portata a
casa da Comuni e associazioni di Avvocati dei
Tribunali di Legnano, Rho e Cassano d’Adda”, con il Consiglio di Stato che ha accolto
il loro ricorso al Tar, Agazzi chiede al sindaco “quali azioni abbia, a oggi, posto in essere
PIANO TERRITORIALE ORARI: il Comune
di Crema ammesso al finanziamento
L
a Regione Lombardia ha comunicato –
con decreto n. 2486 del
19 marzo scorso della
Direzione centrale relazioni esterne – gli esiti
della valutazione della
manifestazione di interesse riferita al IV bando
per il PTO-Piano Territoriale degli Orari.
Il progetto “Together:
Percorsi… vitali”, presentato a suo tempo dal
Comune di Crema, è risultato tra i 22 ammessi
alla fase del finanziamento vero e proprio – sul totale di 58
partecipanti – che avverrà con una modalità “a sportello”,
ossia con un percorso condiviso tra la Regione e i singoli
Comuni che hanno superato la selezione, con attività di accompagnamento, affinamento progettuale e successiva realizzazione dei progetti.
“Esprimo sincera soddisfazione per questa buona notizia”, è il commento del sindaco Stefania Bonaldi, diffuso
ieri con una nota dell’ufficio di staff.
“Adesso cercheremo di sviluppare al meglio il progetto per le
fasi successive – ha aggiunto – in modo da poter accedere ai
finanziamenti necessari per portare avanti le politiche temporali e di conciliazione e dare attuazione al PTO, in piena
coerenza con il programma di mandato.”
Il tribunale di Crema, in via Macallé
per dare attuazione al deliberato del consiglio
comunale; e se non ritenga di convocare un incontro con i Parlamentari neo eletti del territorio provinciale per sensibilizzarli, da subito,
rispetto a una battaglia che non sarebbe utopica se ci si decidesse a combatterla”. E conclude
chiedendo se non sia il caso di “rilanciare la
proposta di revisionare le circoscrizioni giudiziarie, recuperando – nel nostro caso – l’ipotesi di aggregazione delle sedi di Crema e
Treviglio”.
Stamattina è previsto un nuovo incontro in
Comune tra le istituzioni locali di Crema, l’ordine degli avvocati e i parlamentari del territorio, per fare il punto sulle possibili iniziative
da intraprendere per scongiurare l’ipotesi di
accorpamento del nostro Tribunale a quello di
Cremona. Mentre Sel invita tutti i cittadini a
ritrovarsi, alle 11, davanti al Tribunale per un
presidio a sostegno del mantenimento di questo importante struttura di “difesa dei diritti di
tutti”.
Alla manifestazione, informa il coordinatore
Alvaro Dellera, hanno dato l’adesione tutti i
gruppi consiliari di maggioranza e l’Anpi, che
sventoleranno come unico simbolo, il Tricolore.
Torneo Città di Crema a Pasqua
È
stato definito il quadro delle
squadre partecipanti alla 42ª
edizione del ‘Torneo Città di
Crema’, manifestazione di calcio
giovanile organizzata dall’Alba
Crema. Saranno cinque le categorie in lizza: Pulcini 2002, 2003,
2004, Primi calci 2005-2006 e
Pulcini Professionisti 2003. Gli
incontri si svolgeranno tutti sul
terreno dello stadio ‘Voltini’ nelle giornate di sabato 30, domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile.
Per i Pulcini 2002 saranno impegnate, divise per gironi, Capergnanica, Fanfulla, Pergolettese, Albacrema, Alzanocene, Caravaggio,
Luisiana, Trescore, Casale Cremasco, Spinese Oratorio, Oratorio
Sabbioni e Castelnuovo. Per i Pulcini 2003 saranno dodici le squadre partecipanti: Pergolettese, Albacrema, Fanfulla, Oratorio S.G.B.
Giardino, Sergnano, Oratorio Sabbioni, Excelsior Vaiano, Pagazzanese, Castelnuovo, Calcio Rudianese, Caravaggio e Casalbuttano.
Tra i Pulcini 2004 giocheranno: Capergnanica, Albacrema, Pontisola, Pergolettese, Fanfulla, Caravaggio, Casale Cremasco, Castelnuovo, Cr81 Duemila, Casalbuttano, Luisiana e Zivido. Dodici
anche le squadre iscritte nella categoria Primi Calci: Albacrema ‘A’
e ‘B’, Palazzo Pignano, Chieve, Caravaggio, Offanenghese, Zivido,
Excelsior Vaiano, Calvenzano Oratorio, Casale Cremasco, Doverese
e Pieranca. Il clou della manifestazione sarà infine costituito dai due
triangolari della categoria Pulcini Professionisti 2003. Il giorno di ‘Pasquetta’ si sfideranno Juventus e Torino, a cui si aggiungono Inter e
Atalanta, Albinoleffe e Cremonese.
dr
Locale climatizzato
Trattoria Toscanini
“Sapori di un tempo
   
LOCALE TIPICO
Segnalato Slow Food
È gradita la prenotazione
Chiuso il lunedì e il martedì a pranzo
Pasqua e Pasquetta
”
BATTESIMI - COMUNIONI - CRESIME
RICORRENZE E CENE AZIENDALI
MENÙ ALLA CARTA A PRANZO E CENA
RIPALTA GUERINA CR - Via XXV Aprile, 3 - Tel. 0373.66171
e-mail: [email protected]
www.trattoriavineriatoscanini.it
il regalo
che non trovi
da noi lo trovi!
CREMA - VIA CAVOUR, 28 (VICINO AL DUOMO)
regali novitÀ per:
FESTEGGIAMO
18 ANNI
18%
SCONTO
FESTA DI
LAUREA
COMPLEANNO
ADDIO AL NUBILATO
PENSIONE
SPORT E TIFOSERIA
gadget personalizzati per aziende - catalogo 2012/2013
Tel. 0373.83390 - 0373.273597
UFFICIO E MAGAZZINO - VIA PRADONE, 10
Z.I. SAN BENEDETTO - CREMOSANO
9
a decisione del Cda del S. Domenico, di confermare quale
consulente Enrico Coffetti, promuovendolo direttore artistico
del teatro cittadino, non ha emendato – a quanto pare – quella
che per i capigruppo consiliari Laura Zanibelli (PdL), Antonio
Agazzi (Servire il cittadino) e Paolo Patrini (Solo cose buone per Crema) è stata ritenuta una grave inopportunità. Dopo aver chiesto,
subito l’altra settimana, le dimissioni dall’incarico del consigliere
rappresentante del Comune di Crema nella Fondazione “avendo
dimostrato chiaramente di non seguire criteri trasparenti e corretti”, martedì hanno presentato una mozione, per portare la vicenda in discussione nell’assemblea di aula degli Ostaggi.
I curricula degli aspiranti all’incarico di consulente per la direzione teatrale, come si ricorderà, sono stati infatti vagliati da
un’apposita commissione di valutazione, composta da Elisa Marinoni e Franco Gallo – due componenti il Cda della Fondazione
espressi dalla maggioranza di centrosinistra del Comune di Crema – e da Paolo Mariani, indicato dall’amministrazione provinciale di Cremona, di centrodestra. E, da indiscrezioni, pare avesse selezionato Pierfrancesco Pisani, candidato dalle indiscutibili
competenze, ma – ed è questo che ha innescato subito riserve – in
rapporti professionali proprio con il consigliere Elisa Marinoni.
La quale – a quel che rilevano nella mozione i tre consiglieri
delle minoranze – avrebbe “omesso di informare di ciò commissione e Cda, i quali ne sono venuti a conoscenza autonomamente,
decidendo opportunamente di non dare corso a tale selezione”.
Zanibelli, Agazzi e Patrini , “condiviso quanto dichiarato anche dal sindaco a mezzo stampa Da sempre sostengo che clientelismi
e familismi non devono esistere, l’ho ribadito chiaramente anche ai vertici
della Fondazione; (...) riconoscendo al consiglio d’amministrazione e al suo presidente di aver responsabilmente archiviato una
candidatura divenuta quanto meno scomoda, provvedendo a rinominare Coffetti con la nuova qualifica di direttore artistico”,
chiedono formalmente “le dimissioni del consigliere Elisa Marinoni – rappresentante della Maggioranza consiliare del Comune
nel Cda della Fondazione San Domenico – anche per togliere
dall’imbarazzo quanti, sindaco in primis, ancora credono in valori come trasparenza, coerenza, etica professionale”.
A.M.
CREMA RICERCHE: incontro con I3P, incubatore
d’imprese innovative del Politecnico di Torino
I
3P, incubatore di imprese innovative del
Politecnico di Torino,
è uno dei principali incubatori italiani e ha
organizzato lo scorso
ottobre 2012 il “Turin Start up Day” allo
stadio della Juventus.
All’evento aveva partecipato anche il Consorzio Crema Ricerche
con due delle aziende
incubate nell’Officina,
Sensure e Maxwell.
Nella giornata di martedì si è svolto un incontro mirato a rafforzare la conoscenza e le potenziali sinergie fra i due incubatori, risposta
che si sta rivelando vincente per la nascita di nuove aziende ad alta
tecnologia. All’incontro ha partecipato Mario Vittone, direttore del
Consorzio, mentre per il Gruppo Cnl erano presenti Paolo Massola e
Simona Calabrese. Mentre per Crema Ricerche ha partecipato il presidente Pier Paolo Soffientini con Alessandra Ginelli e Massimiliano
Falanga dell’Associazione Industriali di Cremona, che ha avviato i
primi contatti fra i due incubatori. A esporre le loro iniziative imprenditoriali le aziende incubate Certiprodop, Sensure, X-On e Maxwell.
Forte il riconoscimento sulle alte competenze in termini di automazione avanzata, molto diversificate come settore di applicazione
ma già apprezzate anche dalle aziende internazionali che, a Crema
come a Torino, trovano sempre più spesso nelle start up soluzioni
innovative per i loro processi produttivi.
Macelleria - Salumeria
Gastronomia - Frutta e Verdura
Pastificio sociale ONLUS
PER
TROVERAI
PASTA
!!
Per PASQUA
Pasqua troverai
le NUOVA
novità di
pastaRIPIENA
ripiena!
_ Tortelli con ricotta di bufala e limone
❀_Tortelli
conprimavera
ricotta di bufala
Tortelli
allee limone
verdure
❀_Tortelli
primavera
alle verdure
Tortelli
pomodoro,
cipolle e basilico
❀ Tortelli pomodoro, cipolle e basilico
marubini
✿ Tortellini bolognesi
tortellini bolognesi
✿ Marubini
mezze maniche
✿ Mezze maniche
lasagne di vario tipo
✿ Lasagne di vario tipo
gnocchi di vario tipo
✿
Gnocchi
tipo
crepes
nidididivario
rondine
✿ Crepes nidi di rondine
✿ Cannelloni alla Rossini
Pasticceria:
Pasticceria:
i Rossini,
i macarones,
colombe
di sfoglia
ripiena fresca
e tanta
i rossini,
i macarones,
colombe di
sfoglia ripiena,
tanta pasticceria
e
pasticceria
fresca
e biscotti
con farina
di grano monococco.
biscotti
con farina
di grano
monococco
biologica
Antipasti
conpizzette
pizzette
di sfoglia,
brioches
fatti
Antipasti con
di sfoglia,
brioches
salate salate
farcite,farcite,
grissini grissini
fatti a mano,
a mano, schiacciatine
di vario
variotipo,
tipo,pizze,
pizze,
focacce
e torte
schiacciatine di
focacce
e torte
salatesalate.
APERTO DOMENICA 31 MARZO DALLE 9 ALLE 12
APERTO DOMENICA
31 MARZO
dalle 9.00 alle 12.00
Per informazioni
e prenotazioni:
via T. Pombioli - CREMA
(davanti alla sede
Inail) • Tel. 0373
Per informazioni
e prenotazioni:
Macellai dal 1933 - La nostra esperienza al vostro servizio
LA MIGLIORE CARNE AI MIGLIORI PREZZI
CREAZIONI DI CARNE PRONTE DA CUOCERE DI NOSTRA PRODUZIONE
... oltre alle
nostre
specialità:
... oltre
alle
nostre specialità:
tortelli cremaschi pizzicati a mano
✿ Tortelli cremaschi pizzicati a mano
tortelli di zucca mantovani
✿ Tortelli di zucca mantovani
tortelli con verdure e vegani
✿ Tortelli con verdure e vegani
tortelli rossi salsiccia e peperoni
✿tortelli
Tortellidirossi
salsiccia
peperoni
brasato
dellae nonna
Pina
✿cappellacci
Tortelli di brasato
della
nonna
Pina
toscani patate
e carciofi
✿tortelli
Cappellacci
toscani
patatericotta
e carciofi
di grano
saraceno
e spinaci
✿ Tortelli di grano saraceno ricotta e spinaci
DE LORENZI
200550
via T.Pombioli - Crema (davanti alla sede Inail)
Tel. 0373 200550
Bistecche vitellone teneressime €
Polpa famiglia vitellone
€
Fesa di vitello a pezzi
€
Costatine di vitello per arrosto €
9,99
7,99
13,99
8,99
Bistecche suino magre
Spezzatino suino magro
Stinco suino nostrano
Petto di pollo intero
€
€
€
€
5,90
5,90
3,49
6,99
AGNELLO FRESCO NOSTRANO € 8,99
CAPRETTI FRESCHI SPECIALI
SABATO POMERGGIO SCONTO DEL 10% SU SALUMI,
FORMAGGI E GASTRONOMIA
Per una spesa superiore a € 35,00
diamo in omaggio una bottiglia di vini piacentini doc
SALAMI, SALAMELLE E COTECHINI NOSTRANI
➭ Si accettano buoni pasto di tutte le marche ➭
P.zza Fulcheria, 29 - CREMA - Tel. 0373 202727
10
La Città
SABATO 23 MARZO 2013
RITIRO PASQUALE
• Spazio salute •
Gesù risorto
appare ai discepoli
Prot. 2928/12/C
PROF. DOTT. CARLO OTTAVIANI
SPECIALISTA in ORTOPEDIA
e in MEDICINA LEGALE e delle ASSICURAZIONI
Via Medaglie d’ORO n. 2 Tel. 0373 84975; cell. 329 2170246
Dott.
Arancio Francesco
SpecialiSta
in oStetricia-ginecologia
Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8
Tel. 0373 84197 - Cell. 335 6564860
RIFLESSIONE DEL VESCOVO A CHI È
STUDIO PODOLOGICO
Dott.ssa Chiara Caravaggi
IMPEGNATO IN POLITICA E NEL SOCIALE
Crema - Via Desti n. 7
☎ 0373 259432 - 338 5028139
Prot. n. 08/II°/AL/an del 18/01/2006
dott. GRAZIELLA GIROLETTI - OCULISTA
medico chirurgo
- specialista in oftalmologia
Crema - Via IV Novembre 6 - Tel. 0373 256695
Riceve per appuntamento
Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia
esperta in medicina naturale e nutrizione biologica
Riceve su appuntamento cell. 349 1868192
Ripalta Cremasca - via Civerchio 2
[email protected]
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
Dr.ssa Lorenzetti Maria Beatrice
PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA
specializzata in disturbi di ansia, disturbi psicosomatici,
forme depressive, tecniche di rilassamento
Dott. BONARA
DANIELE
MEDICO CHIRURGO
SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA
SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA
PSICOTERAPEUTA
Riceve per appuntamento in via Urbino 32,
CREMA • Tel. 0373 / 82202
(si eseguono visite a domicilio)
er l’ormai tradizionale momento di riflessione, promosso dalla commissione diocesana
per la Pastorale sociale a quanti sono impegnati in ambito socio-politico in preparazione alle
due celebrazioni liturgiche nodali – Natale e
Pasqua – il vescovo Oscar ha scelto quest’anno
il brano di Marco di Gesù risorto che appare ai
discepoli (16, 9-20). Focalizzando l’attenzione
dei convenuti, domenica presso il Centro di
Spiritualità di via Medaglie d’Oro, sul “compito che i laici cristiani oggi possono assumere
nella società, al loro ruolo attivo e responsabile
per trasformare il mondo, collaborando con chi
ha altri orientamenti” e sulla loro “fatica della
testimonianza dentro un mondo plurale, che
contraddice il modo di essere dei credenti”. Con
alcune correnti di pensiero che hanno assolutizzato l’uomo: ab-solutus, sciolto da ogni legame
e da ogni costituzione naturale. Situazione, ha
osservato, che rende “immane il compito dell’evangelizzazione”.
Mons. Cantoni s’è innanzi tutto chiesto “quale stile di impegno e di testimonianza richiede il
vivere da risorti?”. “La Risurrezione – ha sottolineato – è il segreto che il mondo non vede
e non constata. Ancora oggi, davanti al Gesù
risorto c’è chi crede e chi non crede. Il mondo
di Dio ha fatto irruzione nella storia, ma non è
documentabile umanamente.”
Il testo di Marco presenta Gesù risorto che
“si accosta ai suoi discepoli in modo progressivo: li prepara attraverso suoi rappresentanti, poi
si intrattiene direttamente con loro”.
I discepoli, che non hanno ancora ricevuto
lo Spirito Santo, fanno fatica a riconoscere il
Cristo risorto perché la risurrezione è al di fuori
DOTT. ALDA PILONI
Medico Chirurgo
Dermatologo
Specialista in clinica dermosifilopatica
via Diaz, 32 - CREMA
Tel. 0373 / 82357
delle attese umane. Per cui non vollero credere a
Maria di Magdala (Mc. 16, 9-11): eppure Gesù,
apparendo a una donna, ritenuta a torto dai
discepoli una testimone non credibile, ha fatto
rilevare il vescovo Oscar, “dà la conferma che il
mondo nuovo è già incominciato”. Apparve poi
ai due discepoli di Emmaus (12-13), che però
“risultano sospetti, essendosene andati via”. E,
alla fine, appare agli Undici, “rimproverandoli
per la loro incredulità e durezza di cuore!”
Ma subito (14-15) affida loro il compito di
andare in tutto il mondo a predicare il Vangelo: “un passaggio sbalorditivo – ha commentato – Gesù accetta i discepoli nella loro fragilità,
nella loro durezza di cuore, nella loro fatica di
credere e li invia nel mondo. Accetta strumenti
deboli e ad essi affida il compito della evangelizzazione!”.
“Anche noi, come gli apostoli, facciamo fatica a credere. Eppure – ha sottolineato monsignor Cantoni – Gesù ci utilizza come siamo e
ci invia ad annunciare al mondo intero la bella
notizia. La corsa della Parola è affidata a noi,
uomini e donne, deboli e fragili, spesso duri di
cuore, ma anche forti della forza di Dio, che
sostiene e accompagna, che libera e promuove.
Spesso a nostra insaputa, Dio compie meraviglie attraverso le nostre mani.”
E ha poi sollecitato la riflessione dei presenti,
ponendo alcune domande: “Noi che diciamo di
credere, siamo nello stesso tempo anche missionari? O affidiamo ad altri, agli specialisti della
missione, questo compito irrinunciabile per
ogni discepolo di Gesù? Dov’è il luogo della
mia missione? Dentro le mura della mia casa:
può essere già lì il luogo adatto; ma anche al di
ODONTOIATRIA
Santa Claudia
fuori: nel mio mondo del lavoro, dell’impegno
sociale, della politica, in ospedale, e perfino in
quello dello svago e del tempo libero… Noi che
diciamo di essere convertiti al Vangelo siamo
creature nuove?”
La nostra fede, ha incalzato, va “sottoposta
davanti al mondo al vaglio della prova”. Il cristiano è chiamato a vivere la propria umanità
ispirando la propria condotta a Cristo.
Il mandato ai discepoli è di andare in tutto il
mondo e proclamare il Vangelo a ogni creatura: “L’annuncio – ha sostenuto – è il più grande
atto di carità che i discepoli possono fare agli
uomini.
“Chi accetta di credere, impegno ratificato
nel Battesimo – ha osservato in un ulteriore
passaggio – può sperimentare la vittoria che il
Vangelo proclama.”
E come allora Gesù ha inviato i suoi discepoli, oggi lo stesso mandato è assegnato a ogni
credente. Chiamato ad affermare la verità dove
c’è la menzogna, la “doppiezza”, la mancanza
di libertà; ad affrontare la complessità della vita
per renderne più umane le condizioni, tutelare
gli interessi dei poveri, degli indifesi, dei deboli, degli ultimi; lottare per la promozione della
giustizia, attento a ciò che tende ad escludere
l’altro, il diverso, lo straniero. A contrastare “il
veleno”, che oggi consiste fondamentalmente in
un’antropologia nel suo fondo atea. A “imporre le mani ai malati”, ovvero a instaurare “un
rapporto individualizzato con le persone; una
vicinanza premurosa e attenta a tutti i malati:
nel corpo e nell’anima – ha concluso – mettere
pace nei cuori angosciati, invitare a gesti di riconciliazione”.
Crema in salute
AMBULATORIO
AMBULATORIO POLISPECIALISTICO
POLISPECIALISTICO
ODONTOIATRIA
ED
ODONTOIATRIA
ODONTOIATRIA
Autorizzazione
n. 7611/2004
Prot. 15040/99/CR/M/VC/bg
Autorizzazione n° 40/2000 Prot. n. 40/II°/AL/an
Autorizzazione n° 41/2000 Prot. n. 41/II°/AL/an
Riceve a Castelleone per appuntamento tel. 338 9824545
P
Il vescovo di Crema, monsignor Oscar Cantoni
Direttore Sanitario
Direttore
Sanitario
dott.ssa Marina Stramezzi
dott.ssa
Marina
Stramezzi
medico
chirurgo
Direttore
Odontoiatrico
Medico
Chirurgo
dott. Filippo Forcellatti
Aperto tutto l’anno in orario continuato
Aperto lunedì e venerdì ore 9-22
lunedì e venerdì ore 9 -22
martedì,
mercoledì,
ore9-19
9-19
martedì,
mercoledì,giovedì
giovedìee sabato
sabato ore
orario continuato
SANTA
CLAUDIA
SRL
- CREMA
LaPira,
Pira,8 -8N.
- N.
Verde
800 273222
SANTA
CLAUDIA
SRL
- CREMA -- Via
Via La
Verde
800273222
Palazzo
Ipercoop
Rondò
- (2°
piano)
Palazzo
Ipercoop -- Gran
Gran Rondò
- (2°
piano)
CREMA - Tel. 0373 259698
via del Macello, 18
POLIAMBULATORIO MEDICO, FISIOTERAPICO
HUMAN TECAR CENTER direttore sanitario dott.ssa Cattaneo
specializzazioni
Dott.ssa Cattaneo medico chirurgo specialista in AUDIOLOGIA
Dott. Bait medico chirurgo specialista in ORTOPEDIA
Dott. Rossetti medico chirurgo specialista in ONCOLOGIA E CHIRURGIA
Dott. Risi medico chirurgo specialista in UROLOGIA E ANDROLOGIA
Dott.ssa Campi medico chirugo specialista in ENDOCRINOLOGIA
Dott.ssa Maccalli medico chirurgo SERVIZIO DI FISIATRIA
Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h. 14.30 - 18.00
Dott.ssa Carla Bolzoni
cell. 342 5336078
Dott.ssa Laura Gerroni
cell. 348 7445357
Dott.ssa Maria Elena Pagliari cell. 333 8256943
Dott. Fabrizio Zonato
cell. 349 3133016
Ricevono su appuntamento per:
- Ansia - Stress e attacchi di panico - Depressione
- Disturbi e malattie psicosomatiche
- Difficoltà relazionali di coppia
- Disturbi alimentari e delle dipendenze
- Bambini e adolescenti, s.o.s genitori
www.studiopontefurio.com
Dott.ssa M.G. Mazzari
medico chirurgo
Specialista in ostetricia e ginecologia
Dirigente 1° livello Ospedale Maggiore di Crema
Visite ostetriche - ginecologiche
Ecografie - 3D e 4D
Riceve per appuntamento al n. 0373 257706 via Mazzini, 65 - Crema
s.r.l.
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 il sabato dalle 9.00 alle 12.00
Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale)
Tel. 0373.200520/0373.201767 - Fax 0373.200703
E-mail: [email protected]
Qilongdao Medical SPA
Punto Salute Donna
Direttore sanitario
ANTONIA CARLINO
Dott. Donesana Paolo Mario
Medico Chirurgo - Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Centro salute RAIM
dott. Eneo Meminaj
servizio di podologia
trattamento
del piede doloroso
servizio
di pedicure
curativo
servizio
di posturologia
servizio
di fisioterapia
rieducazione
motoria
dietistica
tecar terapia · elettroterapia
viale De Gasperi, 51 CREMA ☎ 345 2223786
www.podologocrema.it - www.riabilitazionecrema.it
www.fisioterapiacrema.it
TEL. 0373
MIOPIA - IPERMETROPIA
ASTIGMATISMO
Visite Oculistiche - Visite Ortottiche
via Suor Maria Crocifissa di Rosa, 8/B - CREMA
Dott.ssa
Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per:
CENTROMEDICO
Largo della Pace, 2 - 26013 Crema (CR)
80343 - FAX 0373 250123
Medical SPA
www.qilongdao.it
w Visite ostetrico-ginecologiche:
Dott.Donesana
Paolo Mario
Per appuntamenti:
347.0474378 - 327.0442606
adolescenza gravidanza menopausa www.qilongdao.it
Direttore sanitario
w Ecografie 3D e 4D
Largo della Pace,2 - 26013 Crema (CR)
per app: 347.0474378 - 327.0442606 - 0373.630564(segr.tel.)
Medicina Estetica
Biorivitalizzazione cutanea con Laser Co2 frazionato
Tricologia Medica (Cura e benessere capelli)
Dietetica ed educazione alimentare
ALCAT Test per intolleranze alimentari
Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
Protocolli per disassuefazione dal fumo,
controllo della fame, ansia, insonnia
Medicina antalgica (mesoterapia, omeotossicologia)
Ozonoterapia antalgica ed estetica
Massaggi: shiatsu, thai, filipino hilot, bamboo,
stone, con compresse di erbe ed olii essenziali
w Ecografie: traslucenza nucale e morfologica fetale
w Flussimetria materno fetale
w Profilo biofisico della gravidanza
w Ecografie pelviche t.a e transvaginali
w Monitoraggio follicolare per infertilità
w Duo pap per HPV test w Colposcopia - vulvoscopia
w Ecografie mammarie
w Riabilitazione del pavimento pelvico
per incontinenza urinaria:
A) ginnastica perineale B) bio feed-back C) elettrostimolazione
64166 DEL 08/10/2004
Via Ponte Furio, 22 - Crema
AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N°
STUDIO DI PSICOLOGI/PSICOTERAPEUTI
Resp. Sanitario Dr. Marco Cesarini
Specialista in Oftalmologia
0373.630564
Medicina Estetica
Tricologia Medica (Cura e benessere capelli)
Dietetica / Intolleranze alimentari
Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
Ozonoterapia antalgica ed estetica
Massaggi orientali energetici
Open day informativo
20-21-22-23 gennaio 2012
in occasione del Capodanno Cinese
Anno del Drago
Protocolli di agopuntura e auricoloterapia
per la disassuefazione dal FUMO,
CONTROLLO FAME, ANSIA, INSONNIA
sabato 23 marzo 2013
11
CASTELNUOVO
La Parrocchia
festeggia il 70°
La chiesa parrocchiale di Castelnuovo
e un momento della celebrazione presieduta,
martedì, dal vescovo Oscar.
Sotto, i fedeli alla Messa e i sacerdoti
con monsignor Cantoni al taglio
della torta celebrativa del settantesimo
di GIAMBA LONGARI
È
sempre bello vedere una comunità in festa, che ricorda
con fede e gioia, vivendo lo stile
della famiglia, una tappa significativa del proprio cammino
che s’intreccia con quello della
storia locale. Così Castelnuovo
ha celebrato, martedì 19 marzo,
il 70° anniversario di fondazione della Parrocchia, dedicata al
Cuore Immacolato di Maria:
l’ha fatto, dopo un triduo di preparazione, con una santa Messa
presieduta dal vescovo monsignor Oscar Cantoni, affiancato
dal parroco don Giuseppe
Dossena e dal cappellano don
Giovanni Zaninelli. Con loro
sull’altare anche altri sacerdoti,
nativi o che alle Quade hanno
svolto il loro ministero: don
Michele Nufi, don Luciano
Pisati, don Giovanni Rossetti,
don Giancarlo Scotti, don Gian
Battista Pagliari e il missionario
padre Giuseppe Mizzotti.
Istituita ufficialmente il 19
marzo 1943 dal vescovo Francesco Maria Franco, la prima
chiesa parrocchiale di Castelnuovo si trovava nel piccolo
edificio a ridosso dell’attuale
svincolo della tangenziale: solo
dopo alcuni anni – la consacrazione risale al 6 settembre
1958 – la Parrocchia ha trovato
“casa” nell’attuale chiesa.
Nel corso di questi 70 anni
si sono succeduti diversi preti:
il primo parroco monsignor
Giovanni Scalvini (dal 1943 al
1951), poi a seguire don Luigi
Caprioli, don Ennio Raimondi,
don Franco Mandonico, don
Giuseppe Pagliari, l’amministratore don Mario Piantelli e
l’attuale don Giuseppe Dossena, parroco dal 2011. Con loro
anche curati e cappellani: don
Emilio Lingiardi, don Bruno
Ginoli, don Michele Nufi, don
Luciano Pisati, don Giovanni
Rossetti e, ancora oggi presente,
don Giovanni Zaninelli.
Nel tardo pomeriggio di
martedì, in tanti sono accorsi in
chiesa per la Messa di festa nel
70° di fondazione. Il parroco
don Giuseppe ha accolto il
vescovo Oscar “con gioia e gratitudine”, rimarcando come la
lieta ricorrenza sia stata prece-
duta da un triduo di preparazione e di adorazione eucaristica,
“perché senza preghiera non c’è
comunità”. Dopo aver ricordato i sacerdoti castelnovesi
impossibilitati a essere presenti
e, soprattutto, quelli che già
godono del premio riservato ai
“servi buoni e fedeli”, don Giuseppe ha ringraziato il Signore
“per il dono del suo amore” e
tutti ha affidato all’intercessione
della Vergine Maria e di san
Giuseppe. Il parroco, inoltre, ha
ricordato un altro motivo per
rendere lode: proprio martedì,
infatti, monsignor Cantoni ha
festeggiato l’ottavo anniversario
del suo ingresso in diocesi.
Il Vescovo, iniziando l’omelia, ha posto l’accento su
un’altra felice coincidenza: il
ricordo del 70° di fondazione
della Parrocchia ha coinciso,
oltre che con la solennità di
san Giuseppe, con l’inizio del
pontificato di papa Francesco,
“presenza umile che subito è
entrata nel cuore di tutti”: Dio,
ha detto monsignor Cantoni, sorprende sempre con i
suoi doni! Il Santo Padre ha
subito raccomandato uno stile
d’accoglienza reciproca, per
custodirci vicendevolmente in
un abbraccio di pace: “Questo –
ha rilevato il vescovo Oscar – è
il clima che può regnare in una
comunità parrocchiale”. Le
mura della chiesa, ha aggiunto, “sono dense della voce di
tanta gente, sono impregnate di
preghiera, di lodi nate dal cuore
in momenti di gioia e di dolore:
è il cammino della vita, ma è
bello ritrovarci qui abbracciati
gli uni agli altri, anche con chi
non c’è più e ci ha preceduto e,
ora, veglia su di noi”.
“Vi auguro – ha concluso il
Vescovo – che sappiate camminare nella fede, testimoniando
l’amore del Signore e aiutandovi gli uni gli altri: solo così
sarete una testimonianza viva
per il mondo”.
La Messa, accompagnata dal
Coro parrocchiale, è terminata
con il canto mariano del Magnificat. Poi la cena del Vescovo
con i sacerdoti e il taglio della
torta del 70° anniversario.
PASTICCERIA
L’
estate è ancora lontana, ma la Caritas di Crema, in collaborazione con l’Ufficio di Pastorale Giovanile e degli Oratori,
è già al lavoro in vista dei campi estivi che anche quest’anno, per
il decimo anno di fila, offriranno ai ragazzi e alle ragazze del Cremasco l’opportunità di dedicare parte delle loro vacanze estive
per svolgere attività di volontariato.
Nelle ultime settimane i volontari che hanno già vissuto l’esperienza dei campi sono andati a portare la loro testimonianza
nelle classi quarte e quinte di tutti gli Istituti scolastici superiori
di Crema, presentando il progetto Giovani on the road... quando il
mondo è la tua casa, con lo scopo di sensibilizzare gli studenti alle
attività di volontariato e verificare la presenza di ragazzi interessati a partire per la prossima estate.
I campi estivi sono attività del tutto simili ai Grest organizzati
dagli oratori locali, ma svolti in contesti dove questo tipo di servizio è unico nel corso dell’anno, assumendo un valore enorme per
i bambini e i ragazzi del luogo. Parti importanti dell’esperienza
sono il coinvolgimento dei giovani locali nelle attività di gioco e
animazione e la conoscenza della cultura locale.
Dopo le esperienze in Montenegro e Kosovo, la meta di
quest’anno, per il quinto anno consecutivo, sarà ancora l’Albania (in particolare la città di Scutari e il piccolo paese di Bajze),
luogo in cui si svolgeranno due campi di animazione e un campo
presso un centro per disabili, grazie alla collaborazione della Caritas locale e dei frati che ospiteranno i cremaschi presso le loro
strutture. Quest’anno, oltre a confermare le tre opportunità sopra
descritte, sarà anche offerta la possibilità di svolgere le attività
con i bambini della città di Locri, in provincia di Reggio Calabria, sempre in collaborazione con la Caritas locale, perché non è
necessario uscire dai confini italiani per far sì che la propria opera
di bene sia utile e importante.
Sabato 13 aprile, alle ore 18, si terrà una conferenza stampa di
presentazione presso la sede della Caritas di Crema (viale Europa
2), aperta a chiunque voglia reperire informazioni. Per l’occasione, verrà allestita una mostra fotografica per celebrare il decimo
anniversario dei campi e sarà offerto un buffet. Per informazioni:
telefono 0373.286175; mail [email protected]
Due momenti tratti dall’album dei ricordi dei campi estivi
promossi dalla Caritas diocesana di Crema
La Treccia d’Oro
Cav. Vittorio Maccalli
Crema piazza Garibaldi, 77
Tel. 0373.257.643
·
PROPOSTA DELLA CARITAS DIOCESANA DI CREMA
Campi 2013 per ragazzi e ragazze: l’estate è “on the road!”
TIPICO
ARTIGIANALE
CREMASCO
12
I
La Chiesa
nizia domani, domenica 24
marzo, la Settimana Santa,
cuore e centro di tutto l’Anno
liturgico, che avrà il suo culmine
nella Veglia pasquale e nell’annuncio della risurrezione. Il vescovo monsignor Oscar Cantoni
presiderà le seguenti solenni celebrazioni nella chiesa cittadina di
San Bernardino.
• DOMENICA DELLE PALME - Ore 10.45: benedizione
degli ulivi (nel cortile delle Ancelle, con breve processione). Ore
11: Pontificale con la lettura del
racconto della Passione secondo
l’evangelista Luca.
• GIOVEDÌ SANTO - Ore
9.30: Messa crismale con tutti i
sacerdoti (con la consacrazione
degli oli e il rinnovo da parte dei
presbiteri delle promesse effettuate al momento dell’Ordine sacro).
SABATO 23 MARZO 2013
DENTIERE
SETTIMANA SANTA
Le celebrazioni solenni
presiedute dal Vescovo
Ore 18.30: Messa in Coena Domini nel ricordo dell’Ultima Cena,
dell’istituzione Eucaristia e del
sacerdozio ministeriale (si ripete
il gesto simbolico della lavanda
dei piedi).
• VENERDÌ SANTO - Ore 8:
Lodi e Ufficio delle letture. Ore
18.30: Azione liturgica della
RIPARAZIONI E MANUTENZIONI
GIORDANO RAFFAELE
CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo)
Tel. 0373/202722 · Cell. 339 5969024
dal LUNEDÌ al VENERDÌ ore 9-12 e 14-19
Passione di Nostro Signore Gesù
Cristo, con l’adorazione della
Croce. In serata il Vescovo parteciperà alla Processione del Cristo
Morto nella parrocchia cittadina
di San Benedetto.
• SABATO SANTO - Ore 8:
Lodi e Ufficio delle letture. Ore
21.30: solenne Veglia pasquale
Montodine
e annuncio del Risorto (la celebrazione più importante di tutto
l’Anno liturgico, con i riti del
fuoco nuovo, della luce, dell’acqua e il rinnovo delle promesse
battesimali).
DOMENCA DI PASQUA Ore 17.15: Vespri battesimali.
Ore 18: solenne Pontificale.
ACQUISTO ORO - PAGO CONTANTI
MASSIMA VALUTAZIONE
Via Crotti 30
Tel. 0373 31542 - Cell. 366 9308517
— GIORNO DI CHIUSURA LUNEDÌ —
IL DONO DELLA VITA SULLA CROCE
Prima lettura: IS 50,4-7
Salmo: 21
Seconda lettura: FIL 2,6-11
Vangelo: Forma breve (LC 23,1-49). PASSIGNORE GESÙ CRISTO SECONDO LUCA
- Non trovo in quest’uomo alcun motivo di
condanna
In quel tempo, tutta l’assemblea si alzò; condussero Gesù da Pilato e cominciarono ad accusarlo: «Abbiamo trovato costui che metteva in
agitazione il nostro popolo, impediva di pagare
tributi a Cesare e affermava di essere Cristo re».
Pilato allora lo interrogò: «Sei tu il re dei Giudei?». Ed egli rispose: «Tu lo dici». Pilato disse
ai capi dei sacerdoti e alla folla: «Non trovo in
quest’uomo alcun motivo di condanna». Ma essi
insistevano dicendo: «Costui solleva il popolo, insegnando per tutta la Giudea, dopo aver cominciato dalla Galilea, fino a qui». Udito ciò, Pilato
domandò se quell’uomo era Galileo e, saputo che
stava sotto l’autorità di Erode, lo rinviò a Erode,
che in quei giorni si trovava anch’egli a Gerusalemme.
- Erode con i suoi soldati insulta Gesù
Vedendo Gesù, Erode si rallegrò molto. Da
molto tempo infatti desiderava vederlo, per averne
sentito parlare, e sperava di vedere qualche miracolo fatto da lui. Lo interrogò, facendogli molte
domande, ma egli non gli rispose nulla. Erano
presenti anche i capi dei sacerdoti e gli scribi, e
insistevano nell’accusarlo. Allora anche Erode,
con i suoi soldati, lo insultò, si fece beffe di lui, gli
mise addosso una splendida veste e lo rimandò a
Pilato. In quel giorno Erode e Pilato diventarono
amici tra loro; prima infatti tra loro vi era stata
inimicizia.
- Pilato abbandona Gesù alla loro volontà
Pilato, riuniti i capi dei sacerdoti, le autorità e
il popolo, disse loro: «Mi avete portato quest’uomo
come agitatore del popolo. Ecco, io l’ho esaminato
davanti a voi, ma non ho trovato in quest’uomo
nessuna delle colpe di cui lo accusate; e neanche
Erode: infatti ce l’ha rimandato. Ecco, egli non
ha fatto nulla che meriti la morte. Perciò, dopo
averlo punito, lo rimetterò in libertà». Ma essi si
misero a gridare tutti insieme: «Togli di mezzo
costui! Rimettici in libertà Barabba!». Questi era
stato messo in prigione per una rivolta, scoppiata
in città, e per omicidio. Pilato parlò loro di nuovo,
perché voleva rimettere in libertà Gesù. Ma essi
urlavano: «Crocifiggilo! Crocifiggilo!». Ed egli, per
LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE
SIONE DI NOSTRO
la terza volta, disse loro: «Ma che male ha fatto
costui? Non ho trovato in lui nulla che meriti la
morte. Dunque, lo punirò e lo rimetterò in libertà». Essi però insistevano a gran voce, chiedendo
che venisse crocifisso, e le loro grida crescevano.
Pilato allora decise che la loro richiesta venisse eseguita. Rimise in libertà colui che era stato messo
in prigione per rivolta e omicidio, e che essi richiedevano, e consegnò Gesù al loro volere.
- Figlie di Gerusalemme, non piangete su di
me
Mentre lo conducevano via, fermarono un certo Simone di Cirene, che tornava dai campi, e gli
misero addosso la croce, da portare dietro a Gesù.
Lo seguiva una grande moltitudine
di popolo e di donne, che si battevano
il petto e facevano lamenti su di lui.
Ma Gesù, voltandosi verso di loro,
disse: «Figlie di Gerusalemme, non
piangete su di me, ma piangete su voi
stesse e sui vostri figli. Ecco, verranno
giorni nei quali si dirà: “Beate le sterili, i grembi che non hanno generato
e i seni che non hanno allattato”.
Allora cominceranno a dire ai monti: “Cadete su di noi!”, e alle colline:
“Copriteci!”. Perché, se si tratta così il legno verde,
che avverrà del legno secco?».
Insieme con lui venivano condotti a morte anche altri due, che erano malfattori.
C
on trepidazione e speranza varchiamo
la soglia del mistero: la Settimana Santa nella quale riconosciamo Gesù Signore
della Chiesa e dei cuori. Lo ringraziamo per
il dono dell’Eucaristia e del ministero sacerdotale; lo contempliamo Crocefisso e sceso
negli abissi tenebrosi del male; partecipiamo
alla gioia della vittoria sul peccato e sulla
morte nella risurrezione.
Inizia questa settimana con la festa dell’ingresso di Gesù nella città santa di Gerusalemme in attesa del Messia umile e povero,
secondo l’annuncio profetico di Zaccaria.
Cavalcando l’asinello è acclamato dai giovani di Israele con il canto che risuonava nel
tempio durante la festa delle capanne (succòt) riconoscendolo il Salvatore secondo la
stessa parola Hosanna (in ebraico, Dio solo
salva!). Gesù entra in Gerusalemme non per
dominare o comandare sui romani occupanti la Giudea, ma per servire il disegno del Padre e donare la vita sulla croce per la pace di
tutti gli uomini. Il potere, ha affermato papa
Francesco durante l’omelia d’inizio pontificato, è solo servizio fino al dono glorioso
sulla croce. Per questo viene proclamata,
durante la celebrazione eucaristica, la passione presentata dall’evangelista Luca che
ci accompagna durante l’anno liturgico che
stiamo vivendo. Non è una contraddizione il
canto dell’Osanna e il Crucifige, ma è il senso
più veritiero della missione di Gesù che, anticipando l’offerta sacrificale della sua vita,
lascia alla Chiesa il corpo donato e il sangue
versato nel pane e vino consacrati dal ministero sacerdotale istituito per l’Eucaristia.
Umanissimo è il comportamento
di Gesù nell’agonia: trema e suda
sangue, vorrebbe che il calice
passasse, cerca consolazione nei
discepoli. È sempre testimone di
misericordia: verso le donne che
lo compiangono, verso il “buon
ladrone” cui assicura il paradiso
e per tutti noi prega dal Padre il
perdono. La missione annunciata si attua nel venire a cercare chi
si è perduto. Anche nelle tenebre
spesse e dense Gesù è sempre il Figlio che si
affida con fiducia nelle mani del Padre.
Affascina un altro tratto della grandezza
e dignità di Gesù: il suo silenzio. Tace davanti a Caifa, a Pilato, perfino irritato da tale
atteggiamento, a Erode desideroso di vederlo compiere qualche miracolo. Il silenzio è
rotto solo qualche istante prima della morte, quando “con alto grido” si affida a Dio
Padre. Il dono pasquale di questa morte per
amore è il perdono che Gesù chiede al Padre
per noi, affidato al Sacramento della riconciliazione nella quale ci viene assicurato che
siamo di nuovo entrati in paradiso, che non è
più un luogo sulla terra, ma è il cuore stesso
del Signore.
La liturgia orientale in un canto invoca il
“buon ladrone” come il primo vero teologo,
perché ha sperimentato il Dio ricco di misericordia. Dal paradiso di Dio siamo ancora
portati sulla terra per condividere i passi con
tutti gli uomini, segnati e feriti dalle prove
della vita, per donare con il piccolo segno
dell’ulivo benedetto la gioia della pace che ci
rende veramente amici e fratelli.
Don Emilio Lingiardi
(parroco della Cattedrale)
Domenica delle Palme (Anno C) Domenica 24 marzo 2013
GREST 2013
• tinteggiature • sistemi decorativi
• rivestimenti plastici • tappezzerie
• moquettes • pavimenti tecnici
• parquet • tende
vento
Siamo presenti all’e
Tel. 0373 278150
Cell. 335 6325595
a il nostro sito
Visit
SposiinAC24RMEMARAZO
DOMENIC
presso
Villa
.
ITALCASA CREMA
Via IV Novembre, 56 - Tel.
0373·83566
visitaci su: www.italcasacrema.it
CREMA - ATTICO
CASCINA, CASCINA, CASCINA...
C.E. “E” - I.P.E. 128,09 Kw/mq
C.E. “G” - I.P.E. 355,19 Kw/mq
Ampia superficie abitativa su 2 livelli,
4 camere + studio, bella zona giorno
con loggiato, box e posto auto. € 320.000
CREMA 1 KM
Piano terra con ingresso privato
e giardino di proprietà, 3 locali + servizi
+ taverna e doppio box. € 115.000
C.E. “G” - I.P.E. 227,58 Kw/mq
TAGLIO PERFETTO!
A corte chiusa, a 10 minuti dalla città,
oltre 300 mq coperti + giardino
e accessori. Trattativa riservata
OFFANENGO
Affarissimo! Prezzo ribassato
a € 109.000 per Trilocale
con doppio box, in palazzina
con pochissime spese comuni.
C.E. “F” - I.P.E. 164,49 Kw/mq
OMBRIANO 3 KM
Ingresso, cucina, sala, 2 camere,
2 bagni, ripostiglio, terrazza,
cantina e box. € 168.000.
Possibilità Affitto/Riscatto
C.E. “D” - I.P.E. 105,25 Kw/mq
Villa, recente costruzione,
ultimo prezzo € 145.000
Vero affare!
AFFITTASI
S. BERNARDINO
C.E. “G” - I.P.E. 230,48 kw/mq
C.E. “G” - I.P.E. 186,56 Kw/mq
C.E. “E” - I.P.E. 136,19 Kw/mq
Solo referenziati Grande Bilocale
Appartamento in palazzina di sole 6 famiglie,
(65 mq) a 2 km da Crema, completarecente ristrutturazione: ceramica chiara,
mente arredato con terrazza e box.
doppi vetri, infissi bianchi, zanzariere,
No spese di condominio.€ 450 mensili. completo di box e grande cantina € 120.000
PIAZZA GARIBALDI AD.ZE
Con 2 splendide terrazze di 30 mq
vista verde Trilocale da “ammodernare”.
€ 95.000
C.E. “G” - I.P.E. 272,7 kw/ mq
PREZZI MAI VISTI!
Crema e Cremasco bilocali con
e senza box. Ideali per “tutto mutuo”
a partire da € 69.000
C.E. “F” - I.P.E. 168,6 Kw/mq
RISTORANTE GOMEDO
☎ 0374 350556 Cell. 349 2613589
MANODOPERA QUALIFICATA
VAIANO CREMASCO
Via Garibaldi, 7 - Tel. 0373 238146 - Cell. 335 6262490
26010 CAPERGNANICA (CR)
Via provinciale Adda n° 60 Gombito (Cr)
PROFESSIONALITÀ • ESPERIENZA • PRECISIONE
L
a tradizionale presentazione del Grest a don
e coordinatori (tematica
dell’anno, materiali formativi e di supporto) raggiunge, quest’anno, le singole
Zone pastorali per tentare
una maggiore vicinanza e
coinvolgimento. Per l’Ufficio di Pastorale giovanile
è importante capire come
essere d’aiuto e supporto
agli oratori, al cammino di
formazione e preparazione
al Grest.
Ecco le date:
2 APRILE: Zona Est a
Ricengo.
4 APRILE: Zona Città
e Suburbana a San Benedetto.
5 APRILE: Zona Nord a
Quintano.
8 APRILE: Zona Ovest a
Chieve.
9 APRILE: Zona Sud a
Ripalta Guerina.
L’appuntamento è sempre alle ore 21 nei singoli
oratori.
Installazione e riparazione
di zanzariere,
tende da sole, tende da interno,
veneziane, tapparelle
e porte a soffietto.
Toscanini
a Ripalta Cremasca
www.dadasnc.it
www.gomedo.com e-mail: [email protected]
Menù di Pasquetta
Gli affettati misti all’italiana
Le verdurine di stagione secondo usanza della casa
I bocconcini di pansfoglia ripieni di pomodoro e mozzarella
Gli involtini di gamberi e verdure in pasta fillo

Il risotto con taleggio e pasta di salame
I tortelloni rossi, ripieni di radicchio e gorgonzola dolce
con burro fuso e raspadura di grana padano

La frittura mista di pesce
(calamari, code di gamberi, polipetti e pesciolini)
Il sorbetto al limone verde

Lo spezzato d’agnello alle erbe fini
patatine fritte

Il dolce pasquale
Il caffè

Il Gutturnio piacentino doc
Il Trebbianino dei colli piacentini doc
Il Prosecco brut - Il Moscato
IL PREZZO DI QUESTO MENÙ È DI € 30
TUTTO COMPRESO SENZA LIMITAZIONI DI QUANTITÀ

La giornata sarà allietata con musica dal vivo

La Chiesa 13
SABATO 23 MARZO 2013
VEGLIA DIOCESANA A CHIEVE
IN CHE COSA CREDIAMO? - 6
CREDO NEL CREATORE
DI CIELO E TERRA
D
io, Padre onnipotente, è “il creatore del
cielo e della terra”. La prima opera che
manifesta l’onnipotenza di Dio è la creazione.
Senza di essa la redenzione e la salvezza non
avrebbero nessun fondamento. Benché l’opera
della creazione venga attribuita al Padre, Dio
ha creato il mondo attraverso Cristo e in vista
di Lui.
La creazione dice innanzitutto qualcosa
su Dio stesso. Dio solo chiama dal nulla
all’esistenza le realtà finite che, per continuare
a sussistere, hanno bisogno di essere ricreate,
in qualche modo, in ogni istante successivo al
primo. In questo senso la creazione è continua.
Il mondo è stato creato per la gloria di Dio.
Spesso cantiamo nei Salmi la magnificenza di
Dio riflessa nella sua creazione. Dio ha creato
tutto dal niente, non perché abbia bisogno
della nostra lode, ma per pura bontà, volendo
comunicarci il dono della propria beatitudine
eterna. Il mondo non è prodotto del caso, ma
espressione di una sapienza e di un amore
gratuito che dona se stesso liberamente.
È facile dare per scontato ciò che invece stupisce l’uomo religioso: il mondo è ordinato secondo leggi che possiamo esplorare e su questa
logica (matematica) si basa la concezione della
scienza. Non si può indagare il caos, ma il cosmo, espressione di una intelligenza superiore.
È curioso il modo in cui un bambino “elabora”
un oggetto finché non lo ha “compreso” e in
fondo uno scienziato non fa nient’altro che
questo. Ma la cosa più sorprendente è che la
realtà si fa comprendere da noi perché racchiude un progetto. Più gli scienziati penetrano la
realtà in tutti i suoi ambiti e più scoprono con
meraviglia il disegno prodigioso che nasconde. Einstein diceva: “Non è sorprendente il
fatto che noi conosciamo le cose, ma che esse
sono conoscibili”. È così ovvio che nell’intero
universo ci sia il nostro pianeta, la Terra, che
possiede tutte le condizioni, d’altronde assai
improbabili, affinché su di essa sia possibile la
vita? Quanto più sorprende che ci siamo noi
uomini capaci di riconoscere questo disegno.
Ed è proprio attraverso le bellezze della natura
che noi possiamo intravedere la magnificenza
del suo autore.
Inseparabilmente connessa alla fede nella
creazione è la fede nella “divina Provvidenza”.
Le realtà finite dipendono da Dio non solo nel
proprio essere ma anche nel proprio divenire.
Dio è il Creatore non solo perché crea e stabilisce l’ordine di tutte le cose, ma anche perché le
conserva in esistenza e le conduce verso il loro
compimento. Non bisogna pensare che Dio abbia creato il mondo e poi lo abbia abbandonato
a se stesso, ma che lo crea continuamente.
Da sempre il credente si chiede: “Perché Dio
non ha creato un mondo perfetto esente dal
male?”. Ci sono le catastrofi naturali come le
malattie inguaribili perché il mondo creato da
Dio procede con una sua autonomia. Anzi Dio
permette anche il peccato perché senza libertà
non esisterebbe neppure la possibilità di amare.
Dal nostro male egli sa trarre un bene più
grande: Gesù Cristo e la sua grazia.
Nel Credo riconosciamo che Dio ha fatto
“cielo e terra”. Questa espressione vuol significare “il tutto” o, come dice il Credo (nicenocostantinopolitano), “il mondo visibile e invisibile”. Una parte della creazione invisibile, sono
gli angeli. Il mondo visibile comprende “cielo
e terra”, il cosmo sopra noi, il firmamento, e il
mondo su cui poggiano i piedi, il pianeta Terra.
Secondo la Fede, tutto ciò che esiste al di fuori
di Dio è stato creato e dipende da lui. Non c’è
ragione di contrapporre creazione a evoluzione: Fede e scienza infatti sono due prospettive
differenti ma complementari, perché se la Fede
ci dice “chi” ha creato il mondo e “perché”, la
scienza ci spiega il “come” è stato creato. Per
accordare creazione ed evoluzione molti teologi affermano: Dio crea le cose in modo che siano capaci di cooperare alla propria evoluzione.
“Dio fa che le cose si facciano da sé” (Teilhard
de Chardin). Ci sono diverse teorie elaborate
dalla scienza, ma una vera conoscenza scientifica non può essere in contrasto con la Fede.
Ciò che tuttavia nessuna ipotesi scientifica può
spiegare è la domanda primigenia del pensiero
umano: “Perché c’è qualcosa e non piuttosto
il contrario?”. E ancora: “Come è successo
che nel processo del divenire sia sorto proprio
questo pianeta così dolce da permettere la vita
e poi l’origine dell’uomo?” Chi spiega tutto
come un cieco gioco del caso e della necessità
deve allora chiarire come è stato possibile che
una serie inconcepibile di casi necessari abbia
avuto come prodotto finale la terra, unico
ambiente vitale dell’uomo. Insomma, tolto Dio
per sostituirlo con la materia, diventa ancora
più difficile spiegare il senso della realtà.
La Fede ci dice che questo disegno (intelligente) è opera di una ragione infinita, sapiente
e amorevole. Per questo è importante fare
attenzione alle caratteristiche di ogni creatura:
questa è la base della moralità verso la creazione. C’è un’ecologia “umana” inscindibile
da quella della terra, per questo la custodia
del creato implica il rispetto della vita. Dio ci
parla attraverso la retta coscienza come limite
al libero arbitrio che oggi cerca di trasformare
i capricci in sacrosanti diritti. Il diritto naturale in riferimento all’indisponibilità della vita
(inizio e fine) e della famiglia (formata da un
uomo e una donna) è dunque da riproporre
come scelta profetica per un nuovo umanesimo non meno che la destinazione universale
dei beni della terra.
“Da dove veniamo e dove andiamo a
finire?” si chiedono da sempre le persone pensanti. La Fede in Dio ci consola affermando
che tutti, grandi e piccoli, abbiamo lo stesso
Creatore, e un destino che va oltre il cielo e
la terra: il regno eterno di Dio. L’uomo non
può venire ridotto a una parte della natura
con nessun’altra prospettiva se non questa vita
terrena perché è creato a immagine di Dio (cfr
Gen 1,27). Vera sapienza è riconoscere realisticamente che non siamo Dio, ma creature
limitate e mortali sebbene con una grande
dignità perché chiamate alla comunione con
Dio. Non ci siamo dati la vita ma la riceviamo da Dio, istante per istante, come un dono
di cui rendere grazie. Gratuità e gratitudine
dunque riassumono il senso di tutta la nostra
esistenza. Sulla verità dell’immagine si fonda
la dignità di ogni persona (indipendentemente
da qualsiasi diversità di razza, religione e
cultura) e i diritti umani universali.
Unicamente la persona, tra tutte le creature,
può conoscere e amare e sapere che conosce
e ama. Solo l’uomo, non in modo generale
ma come “io” personale unico e irripetibile,
è chiamato a condividere la vita di Dio. Chi
dice persona dice comunione: anche tu non
sei qualcosa ma qualcuno, un “io” come me,
amato da Dio e chiamato alla vita eterna.
Per questo tutti gli uomini sono veramente
fratelli. L’uomo è il vertice (o il centro) della
creazione ma questo non significa che ne
può disporre come vuole: ha infatti ricevuto
il compito di rendere più umano il mondo. Il
capolavoro di Dio è chiamato dal suo Creatore a custodire e coltivare responsabilmente
il giardino per consegnarlo intatto alle future
generazioni nel suo originario splendore.
L’uomo è unità
di anima e di corpo.
Nonostante questa
verità possa essere
riconosciuta con la
propria ragione vi
sono in continuazione
errori che hanno conseguenze molto gravi
come il materialismo
(che nega l’anima) o
viceversa lo spiritualismo disincarnato (che
disprezza il corpo).
Corpo e alito di vita
sono entrambi opera
del Creatore, tuttavia
è l’anima a rendere l’uomo simile a Dio.
Per questo l’anima è anche più preziosa del
corpo come testimoniano i martiri. La Fede
comprende la convinzione dell’unità nella
diversità di corpo e anima nel singolo uomo,
ma anche la dottrina della creazione diretta
dell’anima spirituale da parte di Dio, la nozione della morte come separazione di corpo
e anima sino alla risurrezione e l’immortalità
dell’anima diversamente dal corpo.
Ma questo non significa la svalutazione della vita corporale e della sessualità. Dio esalta
il corpo proprio attraverso l’incarnazione e il
dono della sua stessa vita per la nostra redenzione. Con il corpo Cristo è nato, con il corpo
è risorto, nel suo corpo glorioso egli siede alla
destra del Padre, corporalmente noi siamo
uniti a lui attraverso l’Eucaristia. Per questo
il cristiano non disprezza né esalta il proprio
corpo, ma lo rispetta e lo pone a servizio del
disegno di Dio.
Nella Bibbia l’uomo creato a immagine di
Dio è il maschio e la femmina insieme. Che
l’essere umano esista come uomo e donna
non è un incidente o un capriccio della natura
bensì una magnifica “idea” del Creatore.
Quindi uomo e donna possiedono la stessa
dignità ed entrambi sono, nella loro diversità,
perfetti, immagine di Dio. È cosa buona essere uomo e donna così come è cosa buona avere il corpo. Uomo e donna sono creati l’uno
per l’altra. L’altro per l’uomo può essere solo
la donna. L’amore tra i due, teso all’infinito
è un dono stesso di Dio che implica fedeltà e
fecondità. La rottura del rapporto con Dio ha
distrutto anche l’armonia tra uomo e donna
che è possibile ricostruire, dopo ogni fallimento, non con la separazione e il divorzio (di cui
le principali vittime sono i figli) ma attingendo all’amore incondizionato di Dio.
ESPOSIZIONE ARREDAMENTI
PAVIMENTI E RIVESTIMENTI
BAGNO
di GIAMBA LONGARI
gni anno, il 24 marzo, si celebra la Giornata di preghiera e diO
giuno in memoria dei missionari martiri. L’appuntamento richiama il 24 marzo 1980 quando, mentre celebrava la Messa, venne
ucciso monsignor Oscar Arnulfo Romero, Vescovo di San Salvador
nel piccolo Stato centroamericano di El Salvador. La celebrazione
annuale di una Giornata di preghiera e digiuno parte dunque dal
qual tragico evento per fare memoria di quanti lungo i secoli hanno immolato la propria vita proclamando il primato di Cristo e annunciando il Vangelo fino alle estreme conseguenze, ma vuole pure
ricordare che il valore supremo della vita è dono per tutti. Fare memoria dei martiri è acquisire una capacità interiore di interpretare la
storia oltre la semplice conoscenza.
Quest’anno,
essendo il 24 marzo
domani, domenica
delle Palme, la celebrazione in memoria
dei missionari martiri è stata anticipata
a livello diocesano
la sera di sabato 16
marzo, quando a
Chieve s’è svolta una
veglia presieduta dal
vescovo Oscar. La
scelta di Chieve non
è casuale: in questa
Il vescovo Oscar e il parroco
parrocchia, infatti,
don Alessandro durante la celebrazione
c’è il piccolo oratorio
di San Martino vescovo, consacrato alla speciale preghiera per i martiri del XX Secolo.
La veglia, ben preparata dal parroco don Alessandro Vagni e dai
suoi collaboratori, è iniziata nella chiesa parrocchiale dove i tanti
intervenuti hanno riflettuto ascoltando anche le parole di padre Alfredo Cremonesi, missionario cremasco del quale quest’anno ricorre
il sessantesimo anniversario della morte, avvenuta in Birmania. Il
martirio, autentica testimonianza di fede, è un’esperienza tutt’oggi
fortemente attuale: lo scorso anno, secondo i dati diffusi da Fides, nel
mondo sono stati uccisi dodici operatori pastorali: dieci sacerdoti,
una religiosa e una laica.
La veglia è proseguita con la Via Crucis lungo le vie di Chieve,
con canti, preghiere e la riflessione su martiri contemporanei quali
Aleksandr Men, monsignor Romero, Ghasibé Kayrouz, suor Dorothy Stang, monsignor Pierre Claverie. Il tutto è terminato nell’oratorio di San Martino con la benedizione del Vescovo.
CENTRO SAN LUIGI - CREMA
Laboratorio per educatori di adolescenti
l Laboratorio di formazione per tutti gli educatori degli adolescenIdall’Équipe
ti, organizzato sabato 16 marzo al Centro Giovanile San Luigi
Adolescenti della Pastorale Giovanile di Crema, ha avu-
to come protagonista don Valentino Bulgarelli, responsabile dell’Ufficio Catechistico di Bologna. Ha proposto uno sguardo più ampio
sul mondo dei ragazzi, sia su quelli che frequentano gli oratori sia
su quelli che si sono allontanati o stanno per farlo. Ha suggerito di
“prendersi cura”, sull’esempio del Samaritano, ricordando che è necessario dotarsi di gratuità, stupore e di uno sguardo positivo sulla
realtà. Inoltre, la parola deve sempre passare al Vangelo, alla ripresa
dei contenuti della Fede perché costituiscono la qualifica del nostro
essere Chiesa che sa mandare avanti le persone. Il prossimo appuntamento diocesano per gli adolescenti della 1a, 2a e 3a superiore sarà
il pomeriggio di domenica 28 aprile al Centro Giovanile San Luigi.
(Nella foto, l’Équipe Adolescenti con don Valentino)
OFFANENGO - Via Brescia
☎ 0373 789181  0373 244768
www.termosipe.it
e-mail: [email protected]

di GIANFRANCO MARICONTI
Ricordo e testimonianza
dei missionari martiri
COMMERCIO MATERIALE IGIENICO SANITARIO RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO
Collezione
Concessionario ufficiale

Rispecchiatevi nel nuovo concetto di comfort
14
La Chiesa
SABATO 23 MARZO 2013
GRUPPO PER IL CIAD - CREMA
BAGNOLO CREMASCO
Un anno
di solidarietà
BILANCIO DEL 2012: AIUTATE
LE PERSONE DI DODICI PAESI
di GIAMBA LONGARI
È
proseguita anche nel 2012 l’intensa attività
del Gruppo per il Ciad di Crema, una delle
realtà di volontariato che da tanto tempo assicura aiuto e sostegno alle missioni e alle popolazioni bisognose di parecchi Paesi
del mondo. Il lavoro, nonostante
il periodo di difficoltà economica,
non è mancato nemmeno lo scorso anno, che s’è rivelato positivo
anche per la scelta del gruppo di
diventare Onlus: sono certamente
aumentate le responsabilità, ma le
entrate sono state maggiori grazie
alla possibilità di rilasciare la ricevuta per la detrazione dei redditi.
Molte sono pure le persone che
hanno donato il 5x mille, i cui fondi saranno destinati per un progetto ben preciso.
“Particolare attenzione – spiega Massimo
Forti, presidente del Gruppo per il Ciad, presentando il resoconto 2012 – l’abbiamo riservata al
martoriato Sudan, dove i cristiani vivono un periodo difficile a causa della divisione del Paese:
diversi missionari sono stati costretti a lasciare
Un grande successo
per l’oratorio sul Web
L’
Papà James, Anna con Ciril e Monica (India).
Sotto, Massimo Forti, responsabile del Gruppo per il Ciad di Crema
la loro missione al Nord, Darfur compreso.
Grazie agli amici del Gruppo India di Roma e
ai loro 5.000 euro, siamo riusciti ad acquistare
farmaci e latte in polvere per diverse missioni in
Sudan, spedendo tutto tramite container”.
Sempre a mezzo di container, fa sapere Forti,
“grazie alla donazione di un privato sono stati spediti in Malawi 300
kg di latte in polvere e in Togo altri
300 kg di latte e 70 kg di alimenti. Spediti per posta 56 pacchi per
911,500 kg, per un costo di 4.185
euro. In totale sono stati spediti
140 pacchi, per un peso complessivo di 1.961,500 kg e un costo totale
di spedizione di 4.358 euro”.
Il gruppo cremasco ha raggiunto
dodici Paesi: India, Mozambico,
Sudan, Ciad, Uganda, Cameroun,
Togo, Niger, Repubblica Democratica del Congo, Malawi, Repubblica du Congo e Albania.
“Anche lo scorso anno – continua Massimo
Forti – siamo riusciti a fare un bonifico di 800
euro per sostenere gli studi di Monica in India,
mentre per i lebbrosi di padre Anthony speriamo di mandare qualcosa quest’anno”.
Venendo al lato strettamente economico, il
presidente ricorda che a giugno, nella giornata
di raccolta fondi in piazza Duomo, sono stati
raccolti 887,70 euro. “Il totale delle entrate del
2012 – rileva Forti – ammonta a 24.353 euro:
ringraziamo tutti per l’attenzione e il sostegno
ai poveri. Le uscite, invece, sono state pari a
22.611 euro, così divise: 10.157 euro per medicinali acquistati dalla Cooperativa ISI e dalle
Farmacie Massari e Bertolini; 5.828 euro per
latte in polvere acquistato dall’Humana, dalla
Micromilk e per i biberon acquistati dalla Farmacia XX Settembre”.
Oltre a ringraziare le ditte per il trattamento
ricevuto, il presidente Forti rivolge un particolare ringraziamento alla Bayer Diagnostici “per
il dono di apparecchi e striscette per il diabete
Brezee, molto richiesti in Africa. Un sincero grazie anche alla San Vincenzo della Cattedrale, al
Gruppo Missionario dei Sabbioni, alla Parrocchia di San Benedetto e alla Caritas Diocesana
che ospita la nostra sede”.
Per quanti desiderano sostenere il Gruppo
per il Ciad, il codice fiscale per il 5x mille è
91034400191, mentre per un bonifico il codice
Iban è IT46 S070 7656 8410 0000 0024 803.
oratorio San Giovanni Bosco di Bagnolo è sul web!
All’inizio di questa nuova avventura il sito www.temporatoriobagnolo.it ha già avuto più di
11.000 visite e si conferma un
ottimo strumento per comunicare. Giovani, ragazzi, famiglie
troveranno informazioni relative
a tutte le attività dell’oratorio e
della parrocchia, con aggiornamenti costanti e veloci, grazie
all’impegno di esperti volontari.
Accedendo alla home i navigatori potranno aprire diverse
pagine relative ai diversi campi
in cui l’opera pastorale agisce:
dall’oratorio alla parrocchia,
dall’ACR al gruppo giovani e
alla famiglia; oppure curiosare
tra le attività culturali proposte
in cineteatro, con appuntamenti,
date e ingressi. Interessante la
pagina della spiritualità con testi
di catechesi e le omelie della domenica, oppure a portata di clic
è possibile fare il download del
bollettino parrocchiale o del sussidio di Quaresima: per questo
motivo è un’ulteriore occasione
di formazione e riflessione per
adulti, giovani e ragazzi.
Ricchissima la fotogallery con
centinaia di fotografie su tutti
gli avvenimenti della parrocchia
e poi uno spazio tutto dedicato
al confronto e alla condivisione
di pensieri e immagini. C’è pure
la possibilità di contattare diret-
Parrocchia di Bottaiano: bella esperienza di adorazione in chiesa e sulla strada
S
pesso, prima di preparare un incontro
di catechesi per gli adolescenti del mio
paese (Bottaiano), perdo molto tempo nel
tentativo di trovare qualcosa di interessante e accattivante, per non annoiarli e
così non rischiare di perderli per strada;
per non parlare poi del timore di non essere all’altezza, di non riuscire in qualche
modo a trasmettere e comunicare una
esperienza di fede.
È maturata però in me, anche la consapevolezza che risulti difficile proporre
un percorso di maturazione all’adesione
di fede a persone che non vivono la fede.
Invitiamo a essere testimoni dei ragazzi
che vivono dinamiche di allontanamento dalla vita cristiana e dalla Chiesa, che
identificano con un mondo infantile dal
quale hanno voglia e prima ancora bisogno di uscire.
Che fare? Pensare a qualcosa di diverso
che tenga presente questa realtà e che non
si concentri solo sulla dimensione cognitiva?!
Una possibile risposta mi è stata data da
Greta, che fa parte dell’associazione Papa
Giovanni XXIII e che, insieme a Ester, Jacopo e altri amici mi hanno proposto un’esperienza di incontro e carità con i senza
tetto della città di Milano.
Ne parlo con i ragazzi e, nonostante gli
impegni del sabato sera, le gite scolastiche
e l’influenza, riesco a trovare qualcuno interessato e così sabato 16 marzo io, Valentina, Erica, Marco, Daniele e altri ragazzi
di Crema e Bagnolo partiamo per Milano.
Destinazione chiesa di San Carlo, che si
trova in centro. In chiesa ci attendevano
già un centinaio di ragazzi provenienti dal
resto della regione e, dopo un momento
di preghiera e di adorazione eucaristica il
prete, don Federico Pedrana, ci ha invita-
to ad andare a incontrare
Cristo anche sulla strada.
Divisi in gruppetti, armati
di panini, cioccolati e dolci e di un po’ di timore,
siamo partiti a piedi per le
strade dell’affollatissimo
centro di Milano. Il primo
incontro è stato con Azim,
un ragazzo senegalese che,
rinchiuso in due scatoloni,
stava cercando di addormentarsi e ripararsi dal
freddo. Ci sembra di capire
dalle sue parole che la sua
situazione attuale derivi
dalla necessità di mandare
più soldi possibili alla famiglia, rimasta in Senegal. Nonostante la
nostra insistenza, rifiuta qualsiasi offerta
di cibo e bevande.
Poco più avanti incontriamo Vlasco, un
signore romeno che dorme in un sacco a
pelo sui gradini di un rinomato negozio,
con una storia alle spalle davvero tragica:
preferisce dormire da solo perché dice che
molti “barboni” sono alcolizzati e spesso
litigano fra di loro. Seduti per terra intorno
a lui, cerchiamo di parlargli, di trasmettergli in qualche modo la nostra solidarietà,
agila da
Elisabetta Maesi
UFFICIO FAMIGLIA
Enzo Bianchi a Crema
ma capisco ben presto dal suo sguardo che
il suo ascoltarci è molto probabilmente un
gesto di cortesia nei nostri confronti.
Sulla strada di ritorno verso la chiesa
abbiamo incontrato altri senzatetto, Tullio, Marco e Greg: sono quasi 13 mila a
Milano e, nonostante il numero, pare non
esistano agli occhi dei passanti. In chiesa
una preghiera finale e un saluto, con l’impegno di ritrovarci ancora lì la prossima
volta (27 aprile).
Cosa rimane do questa esperienza e poi
perché raccontarla? Rimane sicuramente
la consapevolezza di toccare con mano
una realtà di estrema povertà e miseria e il
rendersi conto aiuta a capire e a non dare
giudizi affrettati.
Rimane il desiderio di raccontare anche
di ragazzi che spendono il loro tempo per
attività di questo tipo. Rimane la necessità
di far conoscere anche ad altri associazioni come la Papa Giovanni XXIII, che da
anni ormai si occupa e si prende cura di
storie di povertà ed emarginazione.
Rimane il desiderio di condividere e
quindi proporre per gli adolescenti nuove
forme di evangelizzazione e rimane, soprattutto, la consapevolezza che la prima
evangelizzazione è per ognuno di noi.
Michele - catechista
L’
Ufficio Famiglia diocesano ha organizzato un
incontro con Enzo Bianchi,
priore del monastero di Bose:
l’appuntamento, inserito nel
cammino di questo Anno della Fede, si terrà lunedì 8 aprile, alle ore 21, presso la chiesa
cittadina di San Bernardinoauditorium Manenti. Enzo
Bianchi tratterà il tema Fiducia
e fedeltà in famiglia, nella società,
nella Chiesa, andando alle radici
umane e spirituali della crisi,
pubblica e privata, che stiamo
vivendo. Fiducia e fedeltà sono
ancora possibili oggi? L’incontro è aperto a tutti.
meriva da
8.600 € 13.250 €

Concessionaria
rte
Porte ape
e
sabato 23
24
domenica
CorSa, meriva e agila
tamente don Stefano e ricevere
e-mail.
Infine, ricca di incontri è la pagina eventi con il calendario degli appuntamenti. Tra questi è da
segnalare il ritorno de I Legnanesi nel cineteatro di Bagnolo,
martedì 14 maggio con lo spettacolo Lasciate che i pendolari vangano a me: per prenotare un posto è
necessario rivolgersi a don Stefano, passando in oratorio o chiamando al numero 3472961396.
Per ultimo non manca l’elenco
dei link amici.
Il sito web dell’oratorio ha una
struttura snella, di facile consultazione, fruibile da tutti ed è sicuramente uno strumento che
faciliterà lo scambio d’informazioni e un veloce aggiornamento
delle notizie relative alle attività
della parrocchia. Insomma: ogni
volta sarà tutto da scoprire!
agila da
meriva da
8.600 € 13.250 €
Corsa da
8.600 €
Corsa da
8.600 €
Con opel riparte la rottamazione.
e diventa
CorSa,
meriva esuper.
agila Fino a 5.000 €.
la qualità tedesca è per tutti. e decidi tu come risparmiare: gPl Tech, ecoFlex o ecotec.
Con
opel riparte la rottamazione.
Solo a marzo.
e diventa super. Fino a 5.000 €.
Opel
MAZZOLA
via Piacenza, 61 - CREMA
Tel. (0373) 257947 - 254077
Fax (0373) 85205
E-mail: [email protected]
www.opelmazzolacrema.it
la qualità tedesca è per tutti. e decidi tu come risparmiare: gPl Tech, ecoFlex o ecotec.
Solo a marzo.
Offerta valida fino al 31/3/13 per vetture in stock, per rottamazione o permuta auto immatricolata entro 31/12/03 posseduta da almeno 6 mesi, non cumulabile con altre in corso. Massimo ecoincentivo su Corsa GPL Tech. Foto a titolo di esempio.
Consumi Gamma Opel ciclo combinato (l/100 km)/Emissioni CO2 (g/km): da 3,3 a 11,3/da 88 a 258.
Offerta valida fino al 31/3/13 per vetture in stock, per rottamazione o permuta auto immatricolata entro 31/12/03 posseduta da almeno 6 mesi, non cumulabile con altre in corso. Massimo ecoincentivo su Corsa GPL Tech. Foto a titolo di esempio.
Consumi Gamma Opel ciclo combinato (l/100 km)/Emissioni CO2 (g/km): da 3,3 a 11,3/da 88 a 258.
Opel. Idee brillanti, auto migliori
amenti
Aggiorn ni
quotidia to
ro si
sul nost rrazzo.it
uovoto
www.iln

CARABINIERI
B
ergamasco in manette nella notte in territorio di Rivolta d’Adda,
sempre più porta di ingresso al Cremasco per la microcriminalità.
I Carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi del 32enne di Romano di Lombardia Marco P. accusato di detenzione a fini di spaccio
di sostanze stupefacenti e cessione di droga.
Il giovane è stato trovato in possesso di 0.40 grammi di cocaina e
avrebbe tentato di disfarsi di altri 4.70 grammi della stessa sostanza
mentre si trovava sull’auto controllata dai Cc. Vettura intestata a un
muratore trovato in possesso di un grammo di eroina che l’arrestato
gli avrebbe ceduto poco prima.
L’assuntore è stato segnalato. Il 32enne è invece finito in manette.
CAMISANO: blitz gasolio in un altro comune
SALTA UNA PATENTE OGNI 36 ORE
na patente ritirata ogni 36 ore. È il
bilancio dell’attività di prevenzione
agli incidenti stradali messa in atto nei
primi 75 giorni dell’anno dai carabinieri.
Un quadro preoccupante che non presenta
nessuna controtendenza rispetto agli anni scorsi nonostante l’inasprimento delle
sanzioni.
Se si considerano i ritiri di
patente esclusivamente per
guida in stato di ebbrezza
o sotto l’effetto di sostanze
stupefacenti il timore cresce:
un permesso di guida ritirato in media ogni tre giorni.
Dando un’occhiata ai dati
forniti dal Comando Compagnia di Crema
dei Cc, ai quali si devono aggiungere i riscontri delle altre Forze dell’Ordine, il rispetto del codice della strada è un concetto
puramente teorico.
Dal primo gennaio al 15 marzo sono sta-
Il Comando Compagnia dei Carabinieri di Crema
ti appiedati: 21 automobilisti perr violazione all’art.186 del cds. Guida in stato di ebbrezza, 8 per violazione all’art.187 del cds.
Guida sotto l’uso di stupefacenti, 27 per
gravi violazioni delle norme di comportamento che prevedono il ritiro immediato della patente;
18 persone inoltre sono state sorprese alla guida senza
avere mai conseguito la patente mentre 20 autovetture
sono state sequestrate per
mancata copertura assicurativa. Complessivamente
sono state verbalizzate 374
contravvenzioni al C.d.s.
per un ammontare di euro
59.039,00 e decurtati 746 punti dai permessi di guida.
A livello di sinistri l’attività di controllo
ha portato ai rilevi di un incidente mortale,
15 sinistri con feriti e 11 senza lesioni per
i coinvolti.
ANCHE DROGA
E INFRAZIONI
GRAVI AL CDS
TRA LE CAUSE
DEI RITIRI
PANDINO
Cerca di rubare ai ladri
...e li fa arrestare
15
RIVOLTA D’ADDA: droga, 32enne in manette
Alcol e guida
Piaga aperta
U
sabato 23 marzo 2013
Intimidazione
A
ltro episodio che assume i contorni
di una minaccia, per nulla velata,
si è verificato a Crema a una settimana
dall’intimidazione subìta dal titolare di
un negozio di tatuaggi a Casaletto Ceredano. Questa volta nel mirino di ignoti è
finita la trattoria ‘Al balurdù’ di via Capergnanica, a Crema.
Il titolare ha trovato la porta di ingresso parzialmente sfondata. Nella notte tra
mercoledì e giovedì, infatti, ignoti hanno
rotto il vetro gettando all’interno del locale una bottiglia con liquido infiammabile. Il rogo fortunatamente ha interessato solo la porta e il tappetino di ingresso.
La Polizia indaga.
TRESCORE CR.SCO
Ladruncoli da Guinnes,
presi 2 volte in una notte
A
precisazione di quanto riportato la scorsa settimana in merito al ritrovamento di gasolio rubato nell’abitazione di un
autotrasportatore residente con la moglie nel Cremasco, si evidenzia come le attenzioni dei militari della stazione di Camisano fossero rivolte a uno slavo residente non nel Comune di
Camisano ma in un paese limitrofo. Il carburante sarebbe stato
sottratto dallo straniero al proprio datore di lavoro, un’impresa
con sede nel Bresciano.
CASTELLEONE: ladri... con il mal di denti
L
adri dal dentista, ma non per un’otturazione. Lo studio castelleonese del dottor Marco Antinori è stato visitato dai soliti ignoti che
hanno trafugato strumenti e apparecchiature tra cui: pinze, fotocamere, Pc e denaro. Il bottino è di qualche migliaio di euro. I Carabinieri
indagano.
Il colpo risale a due giorni fa e ad accorgersene è stato lo stesso titolare dello studio che ha allertato l’Arma. I militari hanno effettuato
un sopralluogo rinvenendo impronte e altre tracce. Quasi certamente
le attrezzature mediche varcheranno il confine nazionale.
BAGNOLO CR.: ‘topi’...
‘topi’... su quattro ruote
T
re bulgari residenti in provincia di Lodi sono finiti in manette ieri
sera a Bagnolo Cremasco. La gang, di topi d’azienda, è stata vista
con l’auto parcheggiata nei pressi di una concessionaria d’auto da una
volante del Commissariato. I poliziotti hanno bloccato la vettura e
trovato i tre in possesso di ruote asportate da vetture di proprietà della
rivendita.
Quando gli uomini della Polizia di Stato si sono avvicinati per procedere al controllo, i tre stranieri sono saliti a bordo dell’auto con la
quale erano giunti in territorio Cremasco. Hanno cercato di avviare il
veicolo ma la macchina è stata bloccata dalla volante e gli operatori
della Polizia hanno immediatamente fermato gli occupanti.
Dalla perquisizione veicolare sono emersi quattro ruote complete e
alcuni tergicristalli, materiale era stato asportato da alcune macchine
parcheggiate nello spazio aperto.
I tre bulgari, O.M. di 32 anni, G.K. di 27 e S.N. di 27 sono stati
arrestati per furto aggravato in concorso.
RIVOLTA D’ADDA: ruba gasolio, arrestato
È
un caso che ha dell’incredibile quello che a Pandino ha portato all’arresto con l’accusa di ricettazione di due albanesi con
domicilio Cassano d’Adda. I due sono finiti nel mirino di un ladro
che ha cercato di aprire il vano bagagli del loro bus. I Carabinieri,
scoperta la refurtiva li hanno ammanettati.
Tutto nasce da una segnalazione. Un pandinese ha informato
i Carabinieri del posto che un uomo stava cercando di forzare il
vano porta bagagli di un pullman parcheggiato alle porte del paese. I Militari sono giunti sul posto senza riuscire a trovare l’autore
del tentato raid ma notando l’effrazione. A quel punto hanno pensato bene di dare un’occhiata a quanto stipato nel vano ed è stata
la sorpresa. C’era di tutto, da coppe e trofei ad articoli per la casa
sino a Pc e monitor.
A quel punto le indagini hanno preso una svolta determinante.
I Cc hanno bussato alla porta di un albanese che aveva noleggiato
il mezzo. Insieme a lui hanno trovato un connazionale. Accompagnati in caserma i due, 27 e 33 anni, non hanno ovviamente
saputo giustificare la presenza degli oggetti nel vano del bus con
il quale probabilmente volevano varcare il confine per poi darsi al
‘commercio illecito’. Sono finiti sotto fermo con l’accusa di ricettazione.
P
robabilmente dopo il primo fermo hanno deciso di entrare
nel Guinnes dei primati e allora perché non farsi denunciare
una seconda volta in poche ore. Protagonisti dell’episodio tre
bergamaschi giunti nel Cremasco con chiare intenzioni e finiti
senza l’auto, alla quale avevano ritoccato la targa, e con due
deferimenti a carico. Degna conclusione per una notte che dovrebbe farli riflettere in merito all’attività intrapresa. La carriera
da Lupin non fa per loro.
I tre sono stati fermati a Trescore dai militari dell’Arma. Il
numero della targa della loro Alfa 147 era stato modificato con
nastro adesivo per ricavare un 6 da un 5. I Cc hanno accompagnato in caserma i tre e li hanno denunciati anche per il possesso di chiavi alterate e grimaldelli, con i quali verosimilmente
volevano compiere qualche effrazione.
Appiedata la gang se ne è andata dalla caserma salvo poi farvi
ritorno, sempre accompagnata dai Cc, per rispondere di un’altra
denuncia. I tre, infatti, sono stati visti pochi minuti dopo aver lasciato la stazione dei Cc armeggiare attorno ad alcune biciclette
da un passante. L’allarme lanciato al 118 ha rimesso in moto la
macchina dei controlli e i Carabinieri si sono ritrovati davanti i
tre bergamaschi salutati poco prima.
I
Carabinieri di Rivolta d’Adda hanno arrestato B.V.B., 28enne romeno senza fissa dimora, ritenuto responsabile di furto aggravato e
possesso di grimaldelli. Il giovane è stato sorpreso l’altra notte davanti
al cancello d’ingresso dell’allevamento ‘Freedog’ mentre, con un complice fuggito, stava caricando sulla sua Ford due taniche da 20 litri di
gasolio asportato, poco prima, da un mezzo dell’allevamento. In possesso del giovane sono stati anche trovati arnesi da scasso.
CASTELLEONE: spesa, paga lo ‘zio d’America’
F
a la spesa con una carta di credito palesemente contraffatta e viene arrestato. Protagonista dell’episodio un 29enne domiciliato
a Castelleone, in frazione Le Valli. Il giovane è riuscito a portare a
compimento un acquisto presso un market del paese salvo poi essere
fermato in una seconda occasione.
Allo Zerbimark è riuscito ad acquistare generi alimentari per 232
euro effettuando la transazione telematica con la carta tarocca, attraverso la quale la spesa è stata addebitata sul conto corrente di un
ignaro americano. Il badge è stato rifiutato invece dal Famila
I Carabinieri, prontamente intervenuti, lo hanno tratto in arresto.
16
Necrologi
Il Presidente, i volontari e i soci tutti
della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Crema, partecipano al lutto del
volontario Giuseppe Avaldi e della famiglia per la scomparsa della loro cara
Natalina Sigismondi
e inviano sentite condoglianze.
Crema, 21 marzo 2013
Gigi, Manuela, Laura, Marco con Viviana stringono in un forte abbraccio
Arturo, Matteo con Federica, ed Elisa
unendosi al loro dolore per l’immatura
e improvvisa scomparsa della cara
Luciana
Quintano, 22 marzo 2013
SABATO 23 MARZO 2013
A funerali avvenuti i familiari del caro
Giuseppe Marchesetti
ringraziano quanti hanno partecipato e
condiviso il loro dolore.
Nell’impossibilità di farlo singolarmente esprimono un ringraziamento particolare ai colleghi per la vicinanza e la
disponibilità dimostrata; al presidente,
ai soci del Tennis Club Crema e a tutto
lo staff del Torneo Internazionale Under
16. Un grazie di cuore al presidente, al
consiglio e ai soci della società Bocciofila “Santamaria”. Le figlie Patrizia
e Paola esprimono riconoscenza ai
colleghi di lavoro per la vicinanza e la
disponibilità dimostrata.
Pianengo, 19 marzo 2013
È mancata all’affetto dei suoi cari
di anni 87
Ne danno il triste annuncio la figlia
Franca, il nipote Giorgio con Loredana,
i nipoti, la sorella Pina e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano chi, con preghiere e scritti, hanno
partecipato al loro dolore.
Un particolare ringraziamento a tutto il
personale del Reparto Hospice dell’Istituto Kennedy di Crema per le cure
prestate.
Casaletto Vaprio, 18 marzo 2013
Il Signore ha chiamato a sè l’anima di
Agostino Riboli
(Tino)
Ne danno il triste annuncio le sorelle,
i cognati, i cari nipoti, i pronipoti e gli
amici tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate
all’équipe cremasca Cure Palliative.
Crema, 20 marzo 2013
Concetta Bertolotti
ved. Soldati
È mancato all’affetto dei suoi cari
Giovanni Bragonzi
di anni 90
prof. Giancarlo Caffi
Eudilia
Alghisio Piloni
È quasi una vita che ci conosciamo e tu
sarai sempre la persona che ci voleva
bene, anche se non eri portato a dimostrarlo. Siamo vicini alla tua famiglia.
Bruno e Carla
Crema, 18 marzo 2013
Giancarlo Caffi
Insegnante di fisica che con professionalità, serietà e ironia ha contribuito
alla formazione di tanti giovani dagli
anni ‘60 agli anni ‘90 lasciando un ricordo indelebile in tutti coloro che lo
hanno conosciuto.
Crema, 18 marzo 2013
Circondata dall’affetto dei suoi cari è
tornata alla casa del Padre
Luigina Marazzi
ved. Rovida
Domenica Martelli
ved. Spedini
di anni 85
Ne danno il triste annuncio i nipoti
Patrizia, Emma e Arcisio, la sorella
Maria Luisa, i cognati Alfredo, Alberto,
l’affezionata Makenia, Fusar Imperatore
Guido e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Crema, 19 marzo 2013
È mancato all’affetto dei suoi cari
Ne danno il triste annuncio la moglie
Franca, i figli Cinzia e Francesco, il genero Emanuele, i fratelli, le sorelle e i
parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Montodine, 18 marzo 2013
Circondata dall’affetto dei suoi cari è
mancata
Mario Ghilardi
di anni 80
Maria Tesoro
ved. Barbieri
di anni 91
Ne danno il triste annuncio la figlia
Franca con il marito Giuseppe Barbati,
la nipote Paola con Massimo, le adorate nipotine Elisa, Monica, Sofia e i
parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione alla cerimonia funebre hanno preso parte al loro dolore.
Un particolare ringraziamento al dott.
Bonizzoni e alla cara signora Angela
per le cure prestate.
Offanengo, 20 marzo 2013
Maria Tesoro
Ti ricordiamo nei momenti trascorsi
insieme, per la tua accoglienza, la tua
generosità e la tua umanità. Sarai sempre nei nostri cuori.
Iside, Gaia e Walter
Pieranica, 22 marzo 2013
via Roma 83/a
Per informazioni:
Cel. 340 0851664
Abit. 0373 789359
La moglie Antonia, i figli Alberto, Alessandro con Sara e Giulia ringraziano
quanti di persona con fiori, scritti e la
partecipazione al funerale hanno preso
parte al loro dolore per la scomparsa
del caro
Eudilia Alghisio
A funerali avvenuti, il figlio Stefano, il
fratello Giacomo, la sorella Paola, la
cognata, il cognato, i nipoti ed i parenti
tutti, nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che con
preghiere, fiori, scritti e la partecipazione ai funerali, hanno condiviso il loro
dolore per la perdita del caro
Franco Manzoni
Agnadello, 12 marzo 2013
Improvvisamente è mancato all’affetto
dei suoi cari
Giovanni Severgnini
(Gigi)
di anni 54
Roberto Vailati Canta
(Cici)
di anni 83
Esprimono un particolare ringraziamento ai medici e al personale infermieristico dell’Unità Cardio Coronarica
dell’Ospedale Maggiore di Crema per
tutte le premurose e amorevoli cure
prestate.
Izano, 19 marzo 2013
Circondato dall’affetto dei suoi cari è
mancato
Ne danno il triste annuncio la moglie
Nuccia, le sorelle Franca e Silvia, il
fratello Daniele, la suocera Maria, i cognati, la cognata, i nipoti Mattia, Chiara, Valentina e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà lunedì 25 marzo alle ore 10.30 partendo
dall’abitazione in via C. Goldoni n. 1
per la chiesa parrocchiale di Ombriano,
indi proseguirà per il cimitero Maggiore di Crema.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Crema, 22 marzo 2013
“C’è un’unica felicità nella
vita: amare ed essere amati”.
Ti abbiamo amato tanto e ci mancherai
immensamente!
Ciao
zio Gigi
Mattia, Valentina e Chiara
Crema, 22 marzo 2013
Luigina Marazzi
ved. Rovida
Federica, Gigi e Fabio Carera con le
rispettive famiglie sono vicini al dolore della cara Nuccia, per l’improvvisa
scomparsa del caro
Attraverso la nostra umile e sincera
preghiera, affidiamo la sua anima alla
protezione del Buon Pastore perché la
ricompensi del bene compiuto in vita.
Trescore Cremasco, 21 marzo 2013
Preventivi
senza
impegno
IZANO
Crema, 22 marzo 2013
I sacerdoti, il gruppo catechisti, il gruppo oratorio e il gruppo “Mani d’oro”,
condividono il lutto di Maria Teresa per
la scomparsa della cara mamma
A funerali avvenuti i familiari della cara
Ditta individuale
Raimonda Zanetti
ved. Cappalunga
di anni 87
Ne danno il triste annuncio i figli Tarcisio, Teodoro e Maria Teresa con Antonio, i cari nipoti Maurizio con Michela,
Carmen con Giordano, Giovanni con
Elena, i pronipoti, il fratello Lorenzo
con Maria, la sia Rosalinda, lo zio Ugo,
i nipoti, i cugini e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà oggi,
sabato 23 marzo alle ore 10 partendo
dall’abitazione in C.na Gandino, via
Vallarza per la chiesa parrocchiale di
Sergnano, indi proseguirà nel cimitero
locale.
Non fiori ma preghiere e opere di bene.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore. Esprimono
un ringraziamento particolare, per le
premurose cure prestate, all’affezionatissima sig.ra Anna, al dott. Gianluigi
Bernardi, al dott. Pietro Carlo Gazzaniga, al dott. Luigi Enterri e a tutti gli
operatori OSA.
Un grazie di cuore a don Francesco e
a don Appo per il sostegno spirituale.
Sergnano, 23 marzo 2013
di anni 76
Ne danno il triste annuncio le sorelle
Teresa e Laura, i cognati, le cognate, i
nipoti e tutti i parenti.
I familiari ringraziano di cuore quanti
con fiori, scritti e preghiere hanno partecipato al loro dolore.
Pieranica, 22 marzo 2013
L’amministratore del condominio “Ombrianello I Palazzo” sito in Crema in via
D’Andrea n. 11/15 e i signori condomini, porgono sentite condoglianze ai
familiari per la scomparsa della sig.ra
Mi stringo in un forte abbraccio a Luigina, Walter e Aldo ricordando con
commosso cordoglio la cara
“Io sono la resurrezione e la
vita, chi vive in me anche se
muore vivrà”. (GV 11, 25)
Ne danno il triste annuncio la moglie
Anna con i figli Gisella e Marco con le
rispettive famiglie e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno partecipato al loro
dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare ai medici e a tutto il personale della
Fondazione Brunenghi di Castelleone
per le cure prestate.
Quintano, 20 marzo 2013
Dopo aver donato alla famiglia tutti i
tesori del suo cuore, è mancata
Rosa Ghidotti
ved. Fagioli
li ha lasciati.
La cerimonia funebre si svolgerà lunedì
25 marzo alle ore 9.30 partendo dall’abitazione in via San Pantaleone n. 5 per
la chiesa parrocchiale dei Sabbioni,
indi proseguirà nel cimitero Maggiore
di Crema.
Non fiori, ma devolvere eventuali offerte ai missionari Cappuccini della parrocchia dei Sabbioni (referente Padre
Giuseppe).
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
dell’Ospedale Maggiore di Crema e di
Rivolta d’Adda.
Crema, 22 marzo 2013
di cui sempre resteranno nella memoria
la bontà, la saggezza e la signorilità del
tratto.
Agnese
Crema, 22 marzo 2013
È mancata all’affetto dei suoi cari
di anni 75
Ne danno il triste annuncio il figlio
Francesco, le figlie Rosella con Giacomo ed Elsa con Franco, i nipoti Ileana,
Monia, Marco e Virginia, i fratelli, le
cognate e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Izano, 20 marzo 2013
Luigina, Walter e Aldo annunciano a
parenti e conoscenti che la cara
di anni 95
Ne danno il triste annuncio la figlia
Mariateresa, il figlio Angelo, il genero, la nuora, i nipoti e i parenti tutti. A
funerali avvenuti i familiari ringraziano
quanti con fiori, scritti, preghiere e la
partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare al personale medico, infermieristico, alle rev. suore per le amorevoli cure
prestate.
Bagnolo Cremasco, 18 marzo 2013
Dopo aver donato alla famiglia tutti i
tesori del suo cuore, è mancata
Maria Barbaglio
ved. Maccalli
Colleghi, ma soprattutto amici, Bruno
Silvestri e Carla Zanardi ricordano con
stima e affetto il
Gli amici-colleghi dell’I.T.I.S. “Galileo
Galilei” di Crema salutano con affetto
il prof.
di anni 74
È mancata dall’affetto dei suoi cari
Maria Bombelli
Ved. Coradi
(Teresì)
“Tu che ci amasti tanto in vita
veglia su di noi. Guidaci perché possiamo sempre percorrere con te la giusta via della
rettitudine e della bontà”.
Madre
Agnese Resteghelli
Canossiana
sentitamente ringraziano quanti con
fiori, scritti e preghiere hanno partecipato al loro dolore.
Ripalta Cremasca, 20 marzo 2013
Primo
Bianchessi
di anni 92
Ne danno il triste annuncio il figlio Gian
Pietro con la moglie Giuseppina, le
care nipoti Cinzia con Marco e Daniela
con Riccardo, i pronipoti Martina e Nicolò, le sorelle Maria e Rita, la cognata,
i nipoti e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà domani, domenica 24 marzo alle ore 16
partendo dall’abitazione in via Verdi n.
2 per la chiesa parrocchiale di Bolzone,
indi proseguirà nel cimitero locale.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
della Casa Albergo di Crema.
Bolzone, 22 marzo 2013
Altre necrologie
alle pagine
18 e 20
Gigi
Crema, 22 marzo 2013
Gli amici del Gruppo Corale Santa Maria Assunta di Ombriano si stringono
con tutto l’affetto alla corista Franca
per l’improvvisa scomparsa del caro
fratello
Gigi Severgnini
Esprimono alla moglie Nuccia e alla
suocera signora Maria, la loro cristiana
condivisione nella preghiera.
Ombriano, 22 marzo 2013
Tutti i collaboratori e colleghi delle ditte
Cartotecnica Cremasca SIRA, Artigrafiche Cremasche e MI.ME.CA. srl sono
vicini a Nuccia e famiglia per l’improvvisa perdita del caro
Gigi
Crema, 22 marzo 2013
sabato 23 marzo 2013
17
VAIANO CREMASCO
Alchieri apre
ai “verdi”
di LUCA GUERINI
N
ovità nell’ultimo Consiglio
comunale di Vaiano, riunitosi lunedì: Giovanni Alchieri ha
comunicato di lasciare il gruppo
di UDP per costituire una nuova
minoranza chiamata Vaiano
democratica. A un anno dalle elezioni comunali, l’ex sindaco, con
questa decisione, promuove una
nuova fase politica, avvicinandosi alla componente ambientalista
che in paese è rappresentata dal
gruppo de Il Girasole guidato da
Andrea Ladina.
Nelle ultime elezioni comunali
Alchieri aveva sfiorato i mille
voti come candidato sindaco,
risultando, però, non eletto in ragione anche della presenza di più
liste, compresa quella dei Verdi.
La scelta dell’ex componente
di UDP apre, dunque, scenari
nuovi. “Quando UDP era al
governo del paese – afferma
Alchieri, interpellato sul tema –
in nome di una malintesa idea
di sviluppo ci eravamo messi in
testa che, anno dopo anno, continuare a costruire fosse sinonimo
di progresso, dimenticando che
a Vaiano di suolo agricolo ne è
rimasto ben poco. È stato un errore ed è senso di responsabilità
ammetterlo, e io lo faccio per primo”. Che cosa chiede Il Girasole?
Che le nuove costruzioni in paese
siano realizzate utilizzando le
aree dismesse (ad esempio l’ex segheria di via Verdi o l’area dell’ex
azienda “Mizzotti” in via della
Liberazione), mettendo uno stop
per i prossimi anni al consumo
di altro terreno agricolo che ora,
a causa della limitata estensione
del paese (solo 6,2 kmq), delle
recenti lottizzazioni e dei lavori di
riqualificazione della “Paullese”,
sono ormai ben pochi.
“È una richiesta che se nel
passato ci appariva come fattore
di limitazione allo sviluppo –
prosegue il portavoce del nuovo
gruppo politico – adesso risulta
essere la più realistica, dal momento che non sappiamo quali
saranno, fra 50 anni, le esigenze
del paese. Tenuto conto, inoltre,
che il mantenimento dell’agricoltura, del paesaggio, dei prati
e degli habitat naturali sono un
valore per Vaiano e per i suoi
abitanti”.
La scelta di Alchieri arriva
dopo attente riflessioni, nella
convinzione che “l’obiettivo
per il futuro dev’essere quello di
creare un’alternativa nell’ambito
del centrosinistra, accogliendo
queste istanze che in passato avevano causato contrasti tra UDP e
il Girasole”.
Alla domanda se si candiderà
alle prossime elezioni, Alchieri
ha risposto di “avere energie
e buona volontà da mettere
al servizio del paese e di non
escludere nulla, compresa una
sua candidatura per dare forza a
quest’idea di cambiamento. “Ma
quello che dev’essere chiaro è
che, anche alla luce del bisogno
di rinnovamento espresso dagli
italiani nelle ultime elezioni, la
lista che auspico e che spero sarà
la più unitaria possibile, non
dovrà prestarsi ad alcun fraintendimento. Per cui, non ci dovrà
essere tra i suoi componenti
nessun portatore di conflitto d’interesse, ad esempio promotore
immobiliare, tale da condizionare la politica del nuovo gruppo
di centrosinistra. Mai come oggi
i cittadini chiedono che chi fa
politica lo debba fare per spirito
di servizio e non per mischiare
interessi privati”.
“Non vorrei risultare irriverente – conclude Alchieri – ma
la novità avvenuta con l’elezione
del nuovo papa Francesco credo
che avrà conseguenze profonde
anche sul mondo della politica,
che dovrà essere più sobrio e
veramente impegnato disinteressatamente per il bene comune”.
Il Consiglio comunale ha poi
approvato all’unanimità il Regolamento sui controlli interni, il
manifesto dei sindaci sul gioco
d’azzardo e detto sì alla mozione
delle minoranze per richiedere
a breve una serata-convegno sul
tema del lavoro come priorità per
i giovani e le famiglie.
L’assessore alla Sicurezza
Graziano Baldassarre ha, infine,
risposto all’interrogazione di
Alchieri e Ladina sul nuovo assetto viario dopo i lavori in corso
per la nuova piazza. L’obiettivo
per i due è renderla più fruibile.
S’è capito che potrebbe essere a
senso unico e che sarà necessaria
una fase di sperimentazioni per
regolare il tutto al meglio.
L’EX SINDACO FONDA
“VAIANO DEMOCRATICA”,
LASCIANDO UDP. L’INTENTO
È CREARE UN’ALTERNATIVA
DI CENTROSINISTRA
Il Consiglio riunito e, sopra, Giovanni Alchieri
CREDERA: RIUNITO IL CONSIGLIO
Approvati regolamenti e convenzioni
di GIAMBA LONGARI
turali e di favorire sempre più l’accesso alla disponibilità di libri da rendere disponibili in ogni
reve riunione, la sera di giovedì 21 marzo, per singola biblioteca”. Un fine lodevole, ha aggiunil Consiglio comunale di Credera-Rubbiano, to Facchi, auspicando che la Rete Bibliotecaria
chiamato ad approvare una serie di regolamenti Cremonese “non diventi un nuovo carrozzone i
e convenzioni.
cui costi superano i benefici”.
La seduta è iniziata con il Regolamento che
Il Consiglio ha quindi approvato all’unanimidisciplina il sistema dei controlli interni. Il tà la convenzione con il Comune di Moscazzano
sindaco Matteo Guerini Rocco ha
per il servizio di sorveglianza presspiegato che si tratta di una nuova
so la mensa della scuola elementare
normativa che tutti i Comuni sono
crederese. “Quest’anno – ha spiechiamati a recepire: il dispositivo,
gato Matteo Guerini Rocco – in
in pratica, serve per valutare l’effimensa abbiamo un numero elevato
cacia e l’efficienza della macchina
di bambini: la legge impone alla
amministrativa, per controllare gli
scuola di avere un adeguato numeequilibri di bilancio, per verificare
ro di persone che sorvegliano, con
l’effettiva disponibilità delle risorspese a carico della scuola stessa.
se impegnate, per un controllo – da
La preside professoressa Bianchesparte del segretario – su determine
si ci ha chiesto aiuto perché, a caue delibere. Su tale Regolamento s’è
sa degli ingenti tagli, la scuola non
astenuto il consigliere d’opposiziopuò fronteggiare costi ulteriori: noi
ne Fulvio Zairo Facchi: rimarcando
abbiamo messo a disposizione una
Il sindaco Matteo
lo scopo del dispositivo legislativo
persona e siccome parecchi bambiGuerini Rocco
di dare un’etica all’attività ammini arrivano da Moscazzano abbianistrativa, ha invitato la maggioranza a un con- mo chiesto la compartecipazione sulla spesa. Il
fronto preventivo quando si tratta di predisporre sindaco Giuseppe Brambini ha accettato e quinsimili strumenti. Facchi, si riserva di valutare di il costo è suddiviso per tre quinti a carico noper bene il nuovo Regolamento e, nel caso, di stro e per la restante parte a carico di Moscazzaavanzare modifiche e suggerimenti.
no. Ora la sorveglianza funziona bene e la scuola
Con voto unanime, invece, è stato approvato ha espresso la propria soddisfazione”.
lo schema di convenzione per l’istituzione della
Infine, è stato approvato il Regolamento del
Rete Bibliotecaria Cremonese, nuova realtà che Consiglio comunale e delle Commissioni consiva a unificare i due sistemi bibliotecari esistenti liari. Il precedente Regolamento, ha precisato il
sul territorio provinciale, quello Cremasco-So- sindaco, risaliva al 1985: ora è stato modificato,
resinese e quello Cremonese-Casalasco. “Il ser- adattato e snellito al fine di regolare al meglio le
vizio già presente di collegamento tra le biblio- principali funzioni dell’attività consiliare e delle
teche per il prestito librario e altri servizi – ha commissioni. Fulvio Facchi s’è astenuto in attespecificato il sindaco – s’allarga grazie a questa sa di valutare bene il Regolamento e ha suggerito
nuova Rete, che sarà gestita dalla Provincia: l’o- come metodo di lavoro futuro una stesura condibiettivo è quello d’incrementare le attività cul- visa di questi strumenti così importanti.
B
Onoranze Funebri
Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo
Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo
Preventivi senza impegno
Tel.
0373 203020
Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)
Casale Cr.
Neomamme
U
na serata per neomamme o donne in
dolce attesa. La promuovono i Comuni del sub-ambito di Sergnano in collaborazione con il Consultorio
Familiare Integrato ASL.
L’appuntamento è per lunedì 25 marzo, alle ore
20.30 nella sala consiliare
di Casale. Tema dell’incontro: La preparazione al parto
e il post partum-Stili di vita
sani in gravidanza.
La serata rientra nel
progetto denominato Passepartout: una sola chiave
apre tutte le porte della rete
servizi per coppie, donne
in gravidanza e nel post
partum. In particolare,
l’incontro del 25 sarà indirizzato alle coppie e alle
donne nel primo trimestre
di gravidanza; assistenti
sanitarie e ostetriche intratterranno sul tema dei
comuni disturbi della gravidanza, trattando anche il
ruolo degli integratori alimentari. Si parlerà, infine,
di farmaci e sostanze tossiche, fumo, alcool, viaggi
e sicurezza in auto, attività
fisica, ecc.
L’assessore alla Cultura
casalese, Catia Raineri,
invita tutte le persone interessate a partecipare.
LG
18
Necrologi
SABATO 23 MARZO 2013
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
1975
2000
marzo
agosto
2013
2013
Nel diciottesimo anniversario della
scomparsa della cara mamma
2006
1989
28 marzo
Nel terzo anniversario della scomparsa
della cara
“Ti portiamo nel cuore con
l’amore di sempre”.
Regina Colombetti
in Valcarenghi
il marito, le figlie, il genero, il piccolo
Riccardo, i parenti tutti e gli amici la
ricordano con amore.
Offanengo, 29 marzo 2013
Angela Mauri
ved. Marazzi
i figli, i nipoti, la sorella, il fratello e i
parenti tutti la ricordano con tanto affetto.
Una s. messa sarà celebrata giovedì 28
marzo alle ore 20.30 nella chiesa di Cascine Gandini.
27 marzo
A tre anni dalla scomparsa del caro
Alfonso Abati
23 marzo
Gian Lorenzo
Cavallanti
Carlo Panigada
i figli Giulio, Carla, Giovanni, Adele, Alfredo e loro familiari, lo ricordano con
tanto affetto e nostalgia.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata lunedì 25 marzo alle ore 9.30 nella
chiesa di S. Maria Stella in Crema.
Crema, 28 marzo 2013
la moglie, le figlie, i generi, i nipoti e i
parenti tutti lo ricordano con immenso
amore, unitamente alla cara
2005
25 marzo
i figli e i parenti tutti la ricordano con
immutato affetto.
Una s. messa di suffragio è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di Offanengo.
Offanengo, 15 febbraio 2013
2012
Nell’ottavo anniversario della scomparsa del caro
Margherita
Messaggi
2013
Una s. messa sarà celebrata mercoledì
27 marzo alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Trescore Cremasco.
Nel terzo anniversario della scomparsa
del caro
Leone
Pierino Baffi
... eppure sei sempre con noi.
Ti ricordano tua moglie Giustina, Adriano con Mirella, Rosario con Monica, i
tuoi nipoti Piero, Marta, Ilaria, Stefano,
parenti e amici tutti.
Vailate, 27 marzo 2013
Giuseppe Facchi
1993
sei sempre con noi, ti ricordiamo sempre.
I tuoi cari
Camisano, 23 marzo 2013
i figli, il genero, la nuora e le nipotine
la ricordano con affetto unitamente al
caro papà
2012
25 marzo
24 marzo
2013
“L’amore non tramonta mai.
Sei con noi sempre”.
2012
Omar Leva
la moglie Angela, i figli Nicolas e Denis, la mamma Maddalena, il fratello
e le sorelle, i cognati, le cognate e i
parenti tutti lo ricordano con grande
affetto e nostalgia.
Un ufficio funebre sarà celebrato mercoledì 27 marzo alle ore 20 nella chiesa
parrocchiale di Cremosano.
2012
27 marzo
“Il ricordo di chi ci ha amato
vive per sempre”.
Romualda
Cremascoli
(Raimonda)
Nel primo anniversario della tua partenza la tua famiglia, i parenti e gli
amici ti ricordano sempre con affetto e
nostalgia.
Una s. messa sarà celebrata oggi, sabato 23 marzo alle ore 18 nella chiesa
parrocchiale di Moscazzano.
Giuseppe Vailati
2013
la moglie Monica, mamma e papà, la
sorella Luisa con Andrea, i parenti e gli
amici tutti vogliono ricordarti con una
s. messa di suffragio che sarà celebrata
domani, domenica 24 marzo alle ore
10.45 presso la chiesa di San Bartolomeo.
Battista Calzi
A tre anni dalla scomparsa della cara
1993
23 marzo
2003
30 marzo
Angelo Zagheni
Il fratello, le sorelle, il cognato, le
cognate e i nipoti lo ricordano con
affetto.
Una s. messa in sua memoria sarà
celebrata sabato 6 aprile alle ore 18
nella chiesa parrocchiale di Casale
Cremasco.
2013
“È dolce ricordarti ma immensamente triste non averti più
qui”.
A dieci anni dalla scomparsa della cara
2008
27 marzo
2008
2013
“Per chi ti ha amata è impossibile dimenticarti”.
Nel quinto anniversario della scomparsa della cara
2013
Nel quinto anniversario della scomparsa della cara
2013
Nell’anniversario della scomparsa del
caro
Noemi
Grassi Scalvini
Fausta Bonizzoni
in Ubaldi
Colomba Scaravatti
in Ferla
Carlo, Tiziano e Alessandra la ricordano con immutato affetto a coloro che
l’hanno conosciuta e le hanno voluto
bene.
Sante messe di suffragio verranno celebrate nella chiesa parrocchiale di San
Benedetto in città.
Francesco Franceschini
la figlia e il genero lo ricordano sempre
con immutato affetto.
Offanengo, 23 marzo 2013
la moglie, le figlie, il genero, la nipote,
i fratelli, la sorella e i parenti tutti lo ricordano con tanto amore.
Una s. messa sarà celebrata domenica
7 aprile alle ore 10.30 nella chiesa parrocchiale dei Sabbioni.
2001
2013
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
la moglie, i figli, il genero, l’amato nipote e tutti i parenti lo ricordano con
nostalgia.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 24 marzo alle ore 18
nella chiesa del Sacro Cuore a Cremanuova.
2013
29 marzo
2013
Nell’anniversario della scomparsa del
caro
2013
Alberto Cabrini
20 marzo
“L’amore che donavi a tutti,
ora risplende nel cuore di chi
ti ricorda sempre”.
“Sempre viva è l’impressione
della tua mano che ci accarezza”.
Un ufficio in loro suffragio sarà celebrato martedì 26 marzo alle ore 20.15
nella chiesa parrocchiale di Bagnolo
Cremasco.
2013
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
2013
2013
Rosa Angela
Aliprandi
20 marzo
“Sei sempre nei nostri pensieri e nei nostri cuori”.
a 29 anni dalla sua scomparsa.
Crema, 24 marzo 2013
2010
Maria Teresa
Casirani
2013
Da ventotto anni vivi nella tenerezza di
Dio, caro
Nel settimo anniversario della scomparsa della cara mamma
29 marzo
Nell’ottavo anniversario della scomparsa della cara
Pierina Nichetti
i figli e i parenti tutti la ricordano con
sempre infinito affetto unitamente al
caro papà
1985
2010
“È dolce ricordarvi, ma immensamente triste non avervi
più qui”.
2013
Nel ventiquattresimo anniversario della
scomparsa del caro
“Il cuore batte forte quando il pensiero
tocca il vostro ricordo. Solo la certezza
del vostro sguardo su di noi ci fa sentire
meno soli”.
Ss. messe in vostro suffragio verranno
celebrate per rimanere sempre a voi
spiritualmente uniti.
Margherita, Gianni e Mariangela
Ripalta Cremasca, 26 marzo 2013
3 aprile
2013
Nel settimo anniversario della scomparsa della cara
Angelo Parati
Maria Lorenzetti
2006
28 marzo
il marito Bruno, i figli Angela con Aldo,
Agostino, i nipoti Serena, Fausta e Andrea, la sorella, i cognati, la zia e i parenti tutti la ricordano con tanto affetto.
Una s. messa in memoria sarà celebrata mercoledì 27 marzo alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale del Sacro Cuore di
Gesù in Crema Nuova.
Caterina Cantoni
in Gipponi
i figli Giuliana, don Francesco, Pierantonio, Anna Rosa, Stefania e Sergio con
le rispettive famiglie la ricordano con
tanto amore a parenti e amici.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
martedì 26 marzo alle ore 20.30 nella
chiesa parrocchiale di Pianengo.
le sorelle, i cognati, i nipoti e i pronipoti la ricordano con l’affetto e l’amore di
sempre, uniti a parenti e amici. Accomunano nel ricordo gli amati genitori
Mario
e
Silene
Una s. messa di suffragio sarà celebrata mercoledì 27 marzo alle ore 18 nella
chiesa di San Bernardino in città.
Cav. Paolo Lacchinelli
Nel pensiero di ogni giorno vive il tuo
dolce ricordo.
Ginetta, Simona, Alessia e famiglie
Una s. messa in memoria sarà celebrata
nella parrocchia della SS. Trinità domani, domenica 24 marzo alle ore 18.
Il Cremasco 19
SABATO 23 MARZO 2013
BAGNOLO CREMASCO
Volontariato, valore
aggiunto per il paese
I DATI 2012 DEL GRUPPO INFERMIERISTICO
I
l Comune di Bagnolo Cremasco può avvalersi
della preziosa collaborazione di un centinaio di
volontari impegnati su vari fronti, soprattutto nel
campo sociale. I gruppi che assicurano importanti
servizi sono: trasporto sociale (accompagnamento
di anziani e disabili verso i centri infermieristici e
di assistenza), gruppo infermieristico, volontari del
verde/gruppo ecologico, nonni vigili, collaboratori
del Piedibus, volontari del Centro Anziani e, infine,
di “Bagnolo Sport”.
L’amministrazione Aiolfi, sin dall’inizio del suo
mandato, ha puntato molto sulla valorizzazione
del volontariato e la scommessa è stata vinta.
“Il numero dei volontari è ampio e sempre in aumento – afferma il sindaco Doriano Aiolfi –. Garantire questi servizi in un momento di crisi come
questo è fondamentale, perché gli enti locali fanno
molta fatica per i continui tagli ai finanziamenti
statali”. In questi giorni il gruppo dei volontari del
servizio infermieristico ha diffuso i dati relativi al
2012, rendendoli chiaramente noti anche all’amministrazione comunale. “Anche l’anno scorso
notevole è stato l’impegno profuso dai nostri volontari-infermieri che gestiscono l’attività presso
l’ambulatorio infermieristico che si trova presso
l’opera Pia Antonietti e Crespi”.
Questi i numeri legati alle prestazioni fornite
alla cittadinanza: 935 le rilevazioni della pressione, 693 le iniezioni, 692 le determinazioni delle
glicemie, 335 le medicazioni, 357 le determinazioni dei valori di colesterolemia, per un totale di ben
3.133 prestazioni eseguite (quelle relative al 2011
erano state complessivamente 2.880, a testimonianza dell’importanza dei servizi erogati).
“È evidente il grande sforzo dei nostri volontari, ai quali non possiamo che essere riconoscenti,
ribadendo il sostegno dell’amministrazione affinché si porti avanti tale servizio a beneficio di tutti
i cittadini bisognosi di tali prestazioni, che sono
Il sindaco Aiolfi premia alcuni volontari
del gruppo infermieristico
naturalmente gratuite (tranne che le determinazioni relative alle glicemie e al colesterolo, per le quali
comunque si chiede una modestissima cifra)”.
A tutti coloro che vorranno rendersi disponibili
per tali attività, avendone le capacità e i titoli, chi
è al governo apre le braccia: “Saremo ovviamente
grati a chi vorrà unirsi nell’assistenza a chi ne ha
bisogno”.
Il servizio dell’ambulatorio infermieristico situato presso l’opera Pia Antonietti e Crespi è assicurato ai seguenti orari di ricevimento, senza
necessità di appuntamento: dal lunedì al sabato
dalle ore 15 alle ore 16. Vi è disponibilità degli
infermieri volontari, in casi di effettiva necessità,
anche a svolgere alcune prestazioni al domicilio,
pur per brevi periodi di tempo.
Intanto stamattina alle ore 10 presso la sala consiliare andrà in scena la cerimonia d’insediamentoprima seduta del Consiglio comunale dei ragazzi
(del paese e di Chieve), presieduto da una bambina
che sceglierà il suo vice tra i neo-consiglieri.
Luca Guerini
Bagnolo
Scuola, novità
P
resso la scuola “Falcone,
Borsellino-Uomini della
scorta” di Bagnolo Cremasco, lo scorso 6 marzo per
la prima volta s’è formato il
Comitato dei Genitori della
scuola primaria.
Quattro i membri del direttivo, naturalmente tutti
genitori: le “quote rosa”
sono state rispettate, essendo presidente, vice, tesoriere
e segretario tutte mamme. Il
Comitato dei Genitori nasce
per favorire la collaborazione fra scuola e famiglia, nel
rispetto reciproco del ruolo
di ciascun componente, con
la funzione di collegamento e
di stimolo alla partecipazione e alla formulazione di proposte da sottoporre a tutti.
Il Comitato è nato come
un’associazione di fatto, senza fini di lucro, democratica
e indipendente da ogni movimento politico, ed è formato, oltre che dall’esecutivo,
da tutti i genitori che hanno
figli frequentanti la scuola
primaria. Per la richiesta di
informazioni, suggerimenti e
proposte, la e-mail è [email protected]
[email protected]
La prima iniziativa “proscuola” che il nuovo organo
ha promosso è la lotteria di
Pasqua. Da alcuni giorni nel
cortile della scuola sono in
vendita i biglietti al costo di
un euro; all’acquisto del biglietto verrà richiesto il nome
del bambino e la relativa classe. In palio ci sono cinque
uova di Pasqua, i cui numeri
vincenti saranno estratti mercoledì 27 marzo nell’atrio
dell’istituto scolastico. Tutti
i genitori sono invitati a partecipare agli eventi e alla vita
del Comitato.
LG
VAIANO: sicurezza degli edifici scolastici
L’
assessore alla Sicurezza Graziano Baldassarre ha promosso
una verifica sullo stato degli edifici scolastici del paese, atto da
cui è scaturito un quadro rassicurante per quanto riguarda la messa a norma e la sicurezza delle strutture. Sull’argomento avevano
avanzato un’interrogazione i consiglieri Andrea Ladina de Il Girasole e Giovanni Alchieri di UDP. Baldassarre, rispondendo ai due,
ha spiegato che le scuole sono state costruite in epoche differenti e
pertanto sottoposte a normative diverse. Si pensi, ad esempio, alla
regolamentazione antisismica, valida solo per l’ultimo ampliamento delle elementari: gli altri plessi non ne rispondono in quanto edificati molto prima. Sul fronte degli impianti, tutto è invece a norma
grazie all’impegno del Comune negli anni passati. Tutto ok anche
sul fronte degli impianti antincendio, anche se si è in attesa del certificato di prevenzione da parte dei Vigili del Fuoco.
LG
CREMOSANO: oggi la “Festa dell’Albero”
È
tempo della 12a Festa
dell’Albero. La bella manifestazione “dal pollice verde”
si terrà oggi, sabato 23 marzo, dalle ore 9 alle 12.30 nella piazza centrale del paese.
All’evento hanno collaborato
i bambini e le docenti della
scuola dell’infanzia e della
scuola primaria. In mattinata
porteranno “in scena” il loro
messaggio sulla natura e sul
rispetto del’ambiente. Durante l’evento prevista la distribuzione di piante, fiori ed essenze autoctone ai cittadini e agli
agricoltori, invitati a metterli
a dimora nei giardini privati
e sulle rive dei fossi. Tra gli stand sempre apprezzati quello delle
Guardie Ecologiche Volontarie e del Gruppo Micologico di Crema.
Per l’occasione sarà consegnato un pensiero di benvenuto ai nuovi
nati: un albero e un omaggio floreale a ogni partecipante. Tra gli appuntamenti comunitari, lunedì 25 marzo, ricordiamo il cineforum Il
favoloso mondo di Amélie promosso dai giovani della Biblioteca.
LG
PALAZZO P.: convenzioni e regolamenti
C
onvenzioni e Regolamenti (approvate le modifiche dello statuto
di Comunità Sociale Cremasca) in Consiglio comunale. L’assise ha dato il proprio assenso alla modifica dell’intesa con Torlino
Vimercati nel campo della vigilanza. Il Comune – come ha chiarito
il primo cittadino Rosolino Bertoni – dava in prestito il vigile per
tre ore settimanali al vicino Comune, e ora l’impegno dell’agente è
calato a due. Ok anche al nuovo Regolamento imposto dalla legge
sui controlli interni, che prevede ulteriori verifiche sulla parte amministrativa-contabile e sulle determine.
La libertà?
Chiedila
a
Classe
C.
La
La libertà?
libertà?
Mercedes-Benz
Chiedila
a
Classe
C.
Chiedila
a
Classe
C.
DrivePass
• gamma da 325 euro al mese*
• anticipo 5.800 euro
• assicurazione incendio e furto
•
e straordinaria.**
• manutenzione
gamma da 325ordinaria
euro al mese*
•
gamma
da
325
euro
al
mese*
•
325 euro
euro al mese*
• gamma
anticipoda
5.800
Mercedes-Benz
anticipo
euro
Mercedes-Benz
anticipo
5.800
euro
EMercedes-Benz
dopo 2 anni sei•••libero
di5.800
restituirla.
assicurazione
incendio
e furto
incendio
e
•
assicurazione
incendio
eefurto
furto
Consumi ciclo combinato (km/l): 8,2•
(C assicurazione
63 AMG SW) e 24,4 (C 220
CDI berlina cambio
meccanico e cerchi da 16”).
•
manutenzione
ordinaria
straordinaria.**
Emissioni CO (g/km): 280 (C 63 AMG SW) e 109 (C 220 CDI berlina cambio meccanico e cerchi da 16”).
•
• manutenzione
manutenzione ordinaria
ordinaria e
e straordinaria.**
straordinaria.**
DrivePass
DrivePass
2
*L’esempio è riferito a Classe C 180 CDI BlueEFFICIENCY
Importo finanziato 21.312 euro. Importo totale dovuto dal
Trend con Formula DrivePass Leasing, inclusi assicurazione
consumatore 23.956 euro. I valori espressi sono IVA inclusa.
incendio e furto Feel Sure Basic per 24 mesi e Accordo
Salvo approvazione Mercedes-Benz Financial Services Italia
Assistenza Excellent che prevede manutenzione ordinaria e
S.p.A. Offerta soggetta a disponibilità limitata per contratti
Consumi
ciclo
combinato
(km/l):
8,2
(C
63
AMG
SW)
e
24,4
(C 220 CDI
cambio
meccanico
e cerchi da
16”).
straordinaria (**comprensiva di materiali d’usura) per 24
sottoscritti
finoberlina
al 31 marzo
2013
e immatricolazioni
entro
il
Consumi
ciclo
combinato
(km/l):
8,2
(C
63
AMG
SW)
e
24,4
(C
220 CDI
berlina
cambio meccanico
e16”).
cerchi da
16”).
(g/km):
(C 63 (IVA
AMG
109
(C 220
CDI
berlina
cambio
econ
cerchi
Emissioni
COkm.
mesi/40.000
Prezzo280
di(km/l):
listino
eSW)
Messa
su SW)
strada
30(C
giugno
2013,
nonmeccanico
cumulabile
altreda
iniziative
corso.
Consumi
ciclo
8,2 (C
63 eAMG
e 24,4
220 CDI
berlina
cambio meccanico
e cerchiinda
16”).
2 combinato
(C
63
SW)
109
220
berlina
cambio
ee cerchi
16”).
Emissioni
comprese) CO
32.357
euro, 280
prezzo
in mano
Lista
concessionarie
aderenti all’iniziativa
e maggiori
2 (g/km):
2
(g/km):
280
(C chiavi
63 AMG
AMG
SW) ee27.112
109 (C
(Ceuro
220 CDI
CDI
berlina
cambio meccanico
meccanico
cerchi da
da
16”). info su
Emissioni
CO
*L’esempio
è 2riferito aMercedes-Benz
Classe C 180 CDI
Importo
finanziato Fogli
21.312informativi
euro. Importo
totale dovuto
(compreso contributo
ItaliaBlueEFFICIENCY
1.573 euro e
mercedes-benz.it.
disponibili
presso dal
le
*L’esempio
è
riferito
a
Classe
C
180
CDI
BlueEFFICIENCY
Importo
finanziato
21.312
euro.
Importo
totale
dovuto
dal
Trend
con
Formula
DrivePass
Leasing,
inclusi
assicurazione
consumatore
23.956
euro.
I
valori
espressi
sono
IVA
inclusa.
contributo concessionario
3.672Ceuro),
messa su strada
concessionarie
Mercedes-Benz
sul sito
internet
*L’esempio
è riferito a Classe
180 IVA
CDIe BlueEFFICIENCY
Importo
finanziato
21.312 euro. eImporto
totale
dovutodella
dal
incendio
e Formula
furto
Feel
Sure
Basic
per inclusi
24
mesi
ecanoni
Accordo
Salvo approvazione
Mercedes-Benz
Financial
Trend
DrivePass
Leasing,
assicurazione
consumatore
23.956
euro.
II valori
espressi
sono
IVA
comprese
esclusa).
Anticipo
5.800
euro,
23
da
Società.
L’offerta
è valida
gamma
Classe
CServices
berlina
eItalia
SW
Trend con
con (IPT
Formula
DrivePass
Leasing,
inclusi
assicurazione
consumatore
23.956
euro.sulla
valori
espressi
sono
IVA inclusa.
inclusa.
Assistenza
che
prevede
manutenzione
ordinaria
S.p.A.
Offertadelle
soggetta
a disponibilità
limitata
perraffigurata
contratti
incendio
furto
Sure
per
24
mesi
ee Accordo
Salvo
approvazione
Mercedes-Benz
Financial
Services
Italia
325
euro ee Excellent
riscatto
finale
da Basic
16.481
euro
6,99% ead
eccezione
motorizzazioni
AMG.
La vettura
incendio
furto Feel
Feel
Sure
Basic
per
24(TAN
mesifisso
Accordo
Salvo
approvazione
Mercedes-Benz
Financial
Services
Italia
straordinaria
(**comprensiva
di materiali
per 24
sottoscritti
fino alCoupé
31 marzo
2013 e immatricolazioni
entro il
Assistenza
che
manutenzione
S.p.A.
Offerta
aa disponibilità
limitata
contratti
TAEG 8,56%,Excellent
di
cui spese
di istruttoria
363 d’usura)
euro, ordinaria
imposta
diee
è una Classe
Messaggio
pubblicitario
Assistenza
Excellent
che prevede
prevede
manutenzione
ordinaria
S.p.A.
Offerta Csoggetta
soggetta Avantgarde.
disponibilità
limitata per
per
contratti
straordinaria
(**comprensiva
di materiali
d’usura)
per
24
sottoscritti
fino
alnon
31 cumulabile
marzo 2013con
e immatricolazioni
mesi/40.000
km. Prezzo
di listino
(IVA
Messa
strada
30
giugno
altre iniziative inentro
corso.il
bollo
14,62 euro,
spese RID
2,20
euro eper
ogni su
incasso).
con
finalità2013,
promozionale.
straordinaria
(**comprensiva
di materiali
d’usura)
per 24
sottoscritti
fino
al 31 marzo 2013 e immatricolazioni entro il
mesi/40.000
km. Prezzo
di listino
(IVA
Messa
su strada
30
giugno
2013, non aderenti
cumulabile
con altre einiziative
corso.
comprese) 32.357
euro, prezzo
chiavi
in emano
27.112
euro
Lista
concessionarie
all’iniziativa
maggioriininfo
su
mesi/40.000 km. Prezzo di listino (IVA e Messa su strada
30 giugno 2013, non cumulabile con altre iniziative in corso.
(compreso 32.357
contributo
Mercedes-Benz
Italia
1.573
euro
e
mercedes-benz.it.
Fogli
informativi
disponibili
presso
le
comprese)
euro,
prezzo
chiavi
in
mano
27.112
euro
Lista
concessionarie
aderenti
all’iniziativa
e
maggiori
info
comprese) 32.357 euro, prezzo chiavi in mano 27.112 euro
Lista concessionarie aderenti all’iniziativa e maggiori info su
su
contributo concessionario
3.672 euro), IVA e messa
su stradae
concessionarie Mercedes-Benz
e sul sito internet
della
(compreso
mercedes-benz.it.
(compreso contributo
contributo Mercedes-Benz
Mercedes-Benz Italia
Italia 1.573
1.573 euro
euro e
mercedes-benz.it. Fogli
Fogli informativi
informativi disponibili
disponibili presso
presso le
le
contributo
concessionario
3.672 euro),
e messa
su strada
concessionarie
e sulClasse
sito Cinternet
comprese (IPT
esclusa). Anticipo
5.800IVA
euro,
23 canoni
da
Società. L’offertaMercedes-Benz
è valida sulla gamma
berlina edella
SW
contributo concessionario 3.672 euro), IVA e messa su strada
concessionarie Mercedes-Benz e sul sito internet della
comprese
esclusa).
5.800
canoni
Società.
L’offerta
valida sulla gamma
C berlina
e SW
325 euro e(IPT
riscatto
finaleAnticipo
da 16.481
euroeuro,
(TAN23
fisso
6,99%daad eccezione
delleèmotorizzazioni
AMG.Classe
La vettura
raffigurata
comprese (IPT esclusa). Anticipo 5.800 euro, 23 canoni da
Società. L’offerta è valida sulla gamma Classe C berlina e SW
TAEGeuro
8,56%, di cui spese
di istruttoria
363 euro,
imposta diè una
Classe C Coupé
Avantgarde. Messaggio
pubblicitario
325
ad
325 euro ee riscatto
riscatto finale
finale da
da 16.481
16.481 euro
euro (TAN
(TAN fisso
fisso 6,99%
6,99% ad eccezione
eccezione delle
delle motorizzazioni
motorizzazioni AMG.
AMG. La
La vettura
vettura raffigurata
raffigurata
bollo 14,62
euro,
spese RID
2,20 euro pereuro,
ogni incasso).
finalità promozionale.
TAEG
ècon
TAEG 8,56%,
8,56%, di
di cui
cui spese
spese di
di istruttoria
istruttoria 363
363 euro, imposta
imposta di
di
è una
una Classe
Classe C
C Coupé
Coupé Avantgarde.
Avantgarde. Messaggio
Messaggio pubblicitario
pubblicitario
bollo
14,62
euro,
spese
RID
2,20
euro
per
ogni
incasso).
con
finalità
promozionale.
bollo 14,62 euro, spese RID 2,20 euro per ogni incasso).
con finalità promozionale.
E dopo 2 anni sei libero di restituirla.
E dopo 2 anni sei libero di restituirla.
20
Il Cremasco
SABATO 23 MARZO 2013
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
1994
27 marzo
2013
Nel diciannovesimo anniversario della
scomparsa del caro
2007
26 marzo
2013
Nel sesto anniversario della scomparsa
del caro
1993
4 aprile
RIVOLTA D’ADDA
Sul Bilancio la scure
della Spending Review
2013
Nell’anniversario della scomparsa del
caro papà
VOTO CONTRARIO DELL’OPPOSIZIONE
Gianni
Dornetti
la moglie Ninì, i figli Mario ed Edoardo la nuora Mariangela e la nipotina
Valentina lo ricordano con l’amore di
sempre.
Una s. messa verrà celebrata mercoledì
27 marzo alle ore 17.30 nella chiesa
parrocchiale di Rubbiano.
Nel sedicesimo anniversario della
scomparsa della cara mamma
Francesco Carniti
Fortunato Amatruda
la moglie, i figli, i nipoti e i parenti tutti
lo ricordano con tanto amore.
Una s. messa sarà celebrata domenica
7 aprile alle ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di Cremosano.
Luisa, Salvatore, Teresa, Elvira e Alfonso lo ricordano con infinito affetto. Accomunano nel ricordo la cara mamma
2010
26 marzo
2013
“Non è morto... sta vivendo
nei cuori di chi l’ha tanto amato... capito... apprezzato”.
Nel terzo anniversario della scomparsa
del caro
Rosaria Amodio
e il caro fratello
Giovanna
Bertolotti
i figli con le rispettive famiglie la ricordano sempre con infinito affetto unitamente al caro papà
Ezio
Tosetti
la moglie Marisa, la figlia Marika e il
piccolo Luca, la mamma, la sorella Annamaria, il fratello Silvano e i parenti
tutti lo ricordano sempre con grande
amore.
Accomunano nel ricordo il caro
Agostino Amatruda
Crema, 4 aprile 2013
In occasione del compleanno del caro
zio
Luigi Ferrari
Un ufficio funebre di suffragio sarà
celebrato martedì 26 marzo alle ore 18
nella chiesa del Sacro Cuore di Crema
Nuova.
“Nelle cose che facciamo,
che pensiamo, nelle gioie e
nei dolori di ogni giorno siete
sempre con noi”.
Nell’undicesimo
morte di
anniversario
della
Natale
Tosetti
Una s. messa sarà celebrata martedì 26
marzo alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Bernardino in Crema.
Crema, 26 marzo 2013
Francesco Cazzamali
i nipoti e i pronipoti lo ricordano con
affetto.
Un ufficio in suffragio sarà celebrato
mercoledì 27 marzo alle ore 20.15 nella
chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
2001
1983
25 marzo
14 febbraio
2013
2013
Sempre e con immutato affetto i familiari ricordano con messe e preghiere
Turiddo
Doldi
l’adorata nipote Sara, le figlie Raffaella
con Riccardo, Tamara con Gianmario,
la suocera Rosa, il fratello, la sorella, i
cognati e tutti i nipoti lo ricordano con
immenso amore unitamente alla moglie
Polisportiva
Madignanese
M
ercoledì sera, la Polisportiva Madignanese
ha rieletto il direttivo dopo
le dimissioni del presidente
Gianfranco Piantelli. Un
passaggio fondamentale per
arrivare, mercoledì prossimo,
all’elezione del nuovo uomo
guida della Polisportiva.
Oltre 200 i soci della Madignanese che in Sala delle
Capriate hanno espresso la
loro indicazione per comporre il nuovo direttivo, formato
da: Walter Carrisi, Giuseppe
Viola, Giuliano Di Pietro,
Mara Pola, Gianluigi Bergami. Nel Collegio dei revisori
dei conti figurano Federico
Biondini e Luigi Fava mentre in quello dei Probiviri
Corrado Locatelli, Paolo
Bergami e Alvaro Averci.
Il direttivo si ritroverà
mercoledì 27 marzo per
eleggere il presidente.
Tib
e graniti
per edilizia
CREMA
V. De Chirico, 8
(Zona P.I.P.)
☎ (0373) 20 43 39
buenti con ISEE inferiore a 6.700 euro”.
Il Bilancio dell’anno in corso consente di “mantenere l’impegno prioritario negli ambiti riguardanti la
scuola e il sociale”.
Per quanto riguarda il settore opere pubbliche, la
compagine guidata dal sindaco Fabio Calvi ha dato
la priorità alla realizzazione della nuova scuola materna; intende chiudere la gara d’appalto entro l’anno. Prioritaria anche alla costruzione di nuovi loculi
cimiteriali. Sono stati rideterminati, aumentati, gli
“oneri di urbanizzazioni fermi dal 1998”, con una
riduzione del 65% per gli interventi in centro storico
“allo scopo di favorirne il recupero” e stabilito il valore delle aree edificabili ai fini IMU servirà anche quale
riferimento per gli accertamenti ICI e IMU che verranno svolti a partire dal 2009, anno di approvazione del
Piano di Govento del Territorio”.
Molto critico il centrodestra sullo strumento contabile, difatti ha fatto pollice verso. Per il capogruppo
Marianna Patrini si tratta di “un Bilancio di ordinaria amministrazione e che quindi non concretizza
quanto Rivoltiamo aveva promesso di fare; un Bilancio che non prevede un piano triennale delle opere
pubbliche, che riconferma l’addizionale IRPEF, tanto
criticata prima e rivalutata oggi”. Per il centrodestra
“è un Bilancio che, nonostante ciò che succede intorno, persegue solo una linea elettorale e lo si evince
chiaramente con l’aumento degli oneri di urbanizzazione in taluni casi anche del 60%”.
Bruna Cattaneo
unitamente al marito
Fermo Dossena
Sabbioni, 25 marzo 2013
R
ecentemente a Gussago si
sono svolte le semifinali dei
Campionati Regionali Esordienti A. Presenti sul piano vasca a
sostenere Alex Bottani nei 100
e 200 rana, l’allenatore Marco
Sfolciaghi e il vicepresidente della “Rari Nantes”, Giuseppe Bottani. La società avrebbe dovuto
schierare anche l’atleta Valentina Aresti, che purtroppo però
era infortunata.
La prima gara, svoltasi in mattinata, ha visto Alex Bottani impegnato nei 200 rana; sulla lunga
distanza “il nostro” ha fermato
il cronometro sui 3.29.80, confermando sostanzialmente i suoi
tempi e arrivando 40° nella graduatoria regionale del suo anno.
El
OFFANENGO: ossa e alimentazione, corso
U
n corso di educazione alimentare mirato alla salute delle
ossa. Lo propne il Comune offanenghese in collaborazione
con la dietista Elena Piovanelli, relatrice delle tre serate insieme
alla fisioterapista Ilenia Moretti e alla psicologa-pscicoterapeuta
Clara Pelizzari. Non perder altro tempo… MENOpausa nei prossimi
50 anni! il titolo del ciclo di incontri, già organizzato anche altrove
nel Cremasco.
Si tratta di un corso indirizzato in particolare alle donne con
familiarità all’osteoporosi, in pre-menopausa o nei primi anni di
menopausa. Si parlerà di dieta, attività fisica e psiche. Il costo delle lezioni (venerdì 5, 12 e 19 aprile, sempre dalle ore 21 alle 23),
che si svolgeranno nella sala “Aldo Moro” in piazza Patrini, è di
35 euro. Informazioni e iscrizioni entro mercoledì 3 aprile presso
la Biblioteca comunale dalle 18 alle 19.30 del mercoledì, oppure al
numero 335.8338208. A ogni partecipante sarà lasciato un decalogo a ricordo delle nozioni apprese.
LG
CASALETTO VAPRIO: “Il pranzo è servito”
L
a Compagnia “DalFilDaFer” di Casaletto Vaprio torna alla ribalta con il nuovo spettacolo Il pranzo è servito, commedia “nera”
in due atti al debutto stasera, sabato 23 marzo, alle ore 21 al teatro di Capergnanica. L’opera, scritta dal regista Samuele Zenone da
un’idea di Ambra Bellandi, s’inserisce nel calendario della rassegna
teatrale Remulass e racconta la storia degli sposini Charlie ed Edna,
in attesa del loro primo figlio, che vivono in condizioni disperate. Entrambi senza lavoro a causa della crisi, si barcamenano alla ricerca di
una soluzione per non finire in mezzo a una strada... Del cast fanno
parte: Marta Clemente, Jacopo Carioni, Pierbattista Suardi, Ambra
Bellandi e lo stesso Zenone.
NUOTO
Marmi
funeraria
Dina Nichetti
on il voto favorevole della maggioranza di centrosinistra e di Rivolta delle idee e il “no” del centrodestra, martedì sera è stato approvato il Bilancio di previsione 2013, illustrato dall’assessore Pietro Palella.
Rivolta d’Adda ha subìto un taglio di 272.000 euro
per quanto riguarda i trasferimenti statali per effetto
dell’ultima Spendig Review, quindi si sono rese obbligatorie limature in alcuni settori. La minore entrata,
come sottolineato da Palella, è stata compensata con
la riduzione della spesa corrente “e per effetto della
riduzione delle rate dei mutui indotta dalla notevole
estinzione condotta lo scorso anno”. Sono rimaste
invariate le aliquote IMU (Imposta Municipale Unica), rispettivamente al 4 e 8,5 per mille, così come
l’addizionale IRPEF, che rimane al 5 per mille.
Col passaggio dalla TARSU alla TARES, composta
da una parte che finanzia il servizio Rifiuti Solidi Urbani, “il cui costo complessivo si riduce di circa il 2%
rispetto al 2011 per effetto di una gestione efficiente e
di una parte (nuova) che finanzia i servizi indivisibili
che abbiamo scelto di applicare nella misura minima
permessa di 0,30 euro al metro quadrato, il nuovo
tributo, contrariamente a quello precedente, dipende
molto dal numero dei componenti del nucleo familiare”.
Con questa novità “vengono notevolmente penalizzati i nuclei numerosi che vivono in abitazioni
medio-piccole. Per proteggere la fascia più debole,
abbiamo quindi deciso di istituire un fondo destinato
ad assorbire l’aumento da TARSU a TARES per i contri-
“Rari Nantes”: brillano
Alex, Cristina e Diana
ed arte
Ci mancate tanto.
Ombriano, 15 marzo 2013
C
Molto bene la gara del pomeriggio, dove nei 100 rana Alex
con alto ritmo e con un ottimo
scivolamento ha migliorato il
suo tempo personale di oltre un
secondo, concludendo la gara
con il tempo di 1.37.10 e ben
piazzandosi nella graduatoria
regionale.
In seguito, a Milano, presso
il Centro Fin di via Mecenate,
in vasca da 50m coperta si sono
svolte le Finali Regionali Primaverili di nuoto di Fondo.
Fra le ammesse alle finali, a
rappresentare la “Rari Nantes”,
Diana Basso Ricci per la categoria Ragazzi e Cristina Nicastro
per la finale assoluta femminile.
Prima a entrare in acqua Dia-
na Basso Ricci (classe 2000), che
con una gara attenta e ben distribuita ha percorso la distanza di 3
chilometri in un tempo inferiore
ai 45 minuti, classificandosi 13a
nella graduatoria regionale finale per la categoria Ragazzi femmine, che comprende le ragazze
nate negli anni 1999-2000.
Grande anche la prestazione di
Cristina Nicastro (classe 1998), la
prima nella storia della società a
conquistare il posto per una finale regionale assoluta. Ricordiamo
infatti che l’ASD Rari Nantes Crema, da poco si è affacciata sullo
scenario del nuoto lombardo.
Cristina, impegnata nella gara
dei 5 chilometri con atleti di valore nazionale, ben figurava nella
competizione, migliorando il suo
personale di ben 2 minuti, percorrendo l’intera distanza in un
ora e diciotto minuti classificandosi al 14° assoluto regionale.
Dopo la competizione, le due
ragazze si sono soffermate ad
ammirare i loro “idoli” e avversari con foto e autografi di rito.
Ad Alex, Cristina e Diana,
tutta la Società rivolge le più vive
congratulazioni per i risultati ottenuti, sicuramente forieri di ulteriori successi futuri.
CONCESSIONARIA
Auto Futura - Cassini
UNICA
CONCESSIONARIA
UFFICIALE DEL CREMASCO
www.cassiniauto.it
Auto Futura - CASSINI
Bagnolo Cremasco - S.S. Paullese Km 31 - tel. 0373 648164
IL NUOVO TORRAZZO
Inserto di informazioni per usare la città e il circondario
AGENDA
CREMA
TEATRO SAN DOMENICO CREMA
Informazioni in segreteria
della Fondazione S. Domenico
via Matteotti, 39 - tel. 0373.85418
MOSTRA PITTURA-POESIE
Alla Pro Loco mostra Arazzi di Giovanni Pietro Giovanetti con poesie
del dott. Cristiano Crotti. Esposizione visitabile fino a domani, domenica
24 marzo ore 10 - 12 e 16 - 19.
S. MARIA DELLA CROCE
FIERA
Oggi, domani e lunedì tradizionale fiera di S. Maria. Bancarelle,
attrazioni e giostre nel parco, sul viale, nel piazzale della basilica e
in via Battaglio. All’oratorio pesca benefica e pesca alla trota. Nella
Casa del Pellegrino mostra sui santi e sulle reliquie del Santuario
(ingresso da via Battaglio).
ORE 9
CREMOSANO FESTA DELL’ALBERO
ORE 10
CREMA
Fino alle ore 12,30 nella piazza del paese Festa dell’albero.
GIORNATA FAI
Oggi e domani, in occasione della XXI Giornata Fai di primavera, apertura straordinaria del Museo del Cremasco dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle
18,30. Apertura sala Pietro da Cemmo e Casa cremasca. A cura del Fai
apertura anche del Palazzo Terni de’ Gregorj Portapuglia Bondenti di via
Dante Alighieri 22. Oggi dalle 10 alle 12 (ultimo ingresso ore 11,20) e dalle 14,30 alle 17,30 (ultimo ingresso ore 17,10). Prenotazione consigliata:
[email protected], tel. 348.7434207.
(ns. servizio pag. 36)
ORE 16
CREMA
CERIMONIA
Nella sala Ricevimenti del Comune, cerimonia in occasione dei 40° di
presenza sul territorio della Lega Navale Italiana sezione di Crema. Interverrà il delegato regionale amm. Pietro Caricato per la consegna di riconoscimenti a coloro che hanno reso possibile questo traguardo.
ORE 17
S. MARIA
ORE 17
CREMA
PRIMI VESPRI
Nella basilica di S. Maria della Croce, Primi Vespri della domenica delle
Palme in gregoriano e polifonia. Coro del Collegio Vocale di Crema, direttore Giampiero Innocente.
INAUGURAZIONE
Alla fondazione S. Domenico in via Verdelli 6, inaugurazione della
personale di Barbara Martini La dignità di essere uomini. Il mio posto nel
mondo. Esposizione visitabile fino al 14 aprile, martedì-domenica dalle
ore 16 alle 19. Ingresso libero.
(ns. servizio pag. 37)
Martedì 26 ore 21 concerto di Raphael Gualazzi “Happy mistake tour”. Biglietti: poltronissime € 30,00 +
prev, poltrone € 20,00 + prev.
ORE 20,30
CASTELLEONE
ORE 21
CAPERGNANICA
Croazia-Medjugorje...
Dal 3 all’8 giugno viaggio in
Croazia, Medjugorje e Dubronvik.
Partenza da Ombriano e visita a
Postumia, Malinska, Krk, Kosljun,
Vrbink, Zara, Parco nazionale del
Fiume Krka, Medjugorje, Dubrovnik, Sebenico, Fiume e rientro
a Ombriano. Quota di partecipazione € 850, supplemento in camera singola € 125. Iscrizioni entro il
7 aprile presso la sig.ra Giusy Denti
0373.31960 versando un acconto di
€ 250, saldo entro il 2 maggio.
UNITALSI CREMA
Pellegrinaggi a Lourdes
Con la guida del nostro Vescovo, pellegrinaggio a Lourdes
dall’8 al 14 agosto. Info e iscrizioni:
Unitalsi, via Forte 2 il martedì ore
10,30-12 e giovedì 17,30- 19. Don F.
Vailati 0373.411123 - 339.2682730;
Giuseppina Manfredi 0373.791282347.9099383;
Elda
Zambiasi
0373.274733-335.7008135. E-mail:
[email protected],
sito:
unitalsicrema.blogspot.it.
14 APRILE 2013
Trenino dei sapori
Giovedì 14 aprile “Trenino
dei sapori”, lago d’Iseo. Partenza
con bus da Crema-Offanengo, arrivo a Iseo e visita alla città con
guida. Partenza con il trenino dei
sapori e pranzo con degustazione
vini Franciacorta a bordo; proseguimento in battello per Montisola. Quota di partecipazione € 78 a
persona. Per informazioni i iscrizioni Celestina 339.5979968.
COMMEDIA
Al teatro S. Giovanni Bosco la compagnia Dal Fil da fer di Casaletto Vaprio presenta Il pranzo è servito.... Biglietti € 5, ridotto € 3. Per info e prenotazioni 335.5853753. Il botteghino apre alle 20,30 il sabato presso il teatro.
ORE 21
CREMA
INCONTRO
Presso la sede del Cai di via Donati 10, serata con le immagini di Marco
Moschetti da Capralba. Tema della serata Da Bossico al Monte Bianco, passando per... Alla serata è invitata tutta la cittadinanza.
ORE 21,15
ROMANENGO
SPETTACOLO
ORE 21,15
CASTELLEONE
Al teatro G. Galilei La passione secondo Giovanni (uno che c’era, ha visto, ha capito, ha creduto). Voce recitante Marco Zappalaglio, violoncello
maestro Marco Ravasio con brani musicali di J. S. Bach, A. Vivaldi, B.
Marcello. (Replica domani a Crema alle ore 21).
MUSICA
Presso l’associazione Alice nella città in via Cappi 26, appuntamento
live (ma non solo) dedicato alla musica e alla “letteratura” di Enzo Jannacci. Presentazione del libro di Nando Mainardi sul percorso artistico
e umano del cantautore milanese e reinterpretazione di alcuni brani di
Jannacci da parte di Davide Zilli, cantautore.
DOMENICA 24
CASTELLEONE
MERCATINO
Mercatino dell’antiquariato. In occasione del 25° manifestazioni e
iniziative varie.
Comunicati
Comunicati Iniziative ecclesiali
PARROCCHIA DI OMBRIANO
SPETTACOLO
Al teatro Giovanni Paolo II in via Garibaldi 27, spettacolo teatrale rivolto a bambini, ragazzi e famiglie La battaglia di Emma. Domani, domenica
24 alle ore 16 presso il cinema teatro Leone in via Garibaldi 27, incontro
con testimonianze di alcune famiglie affidatarie. A disposizione uno spazio di animazione per bambini delle famiglie partecipanti.
ADORAZIONE COMUNITARIA
■ Nella chiesa di S. Giovanni (tranne il sabato mattina e la domenica)
ore 9-12 e 15-18 adorazione comunitaria.
■ Lunedì ore 17,30 preghiera per la vita.
COMUNICANDI ZONA SUBURBANA
■ Oggi, sabato 23 marzo alle ore 15 chiesa cittadina di S. Bernardino
incontro del Vescovo con i cresimandi della Zona Suburbana.
RITIRO PREPARAZIONE ALLA PROFESSIONE DI FEDE
■ Sabato 23 dalle ore 17 alle 19 presso la Casa Vescovile ritiro di
preparazione alla Professione della fede e incontro con il Vescovo.
VEGLIA DELLE PALME E PROFESSIONE DI FEDE 19ENNI
■ Sabato 23 marzo alle ore 21 con partenza dalla chiesa della SS.
Trinità veglia delle Palme e Professione di fede dei 19 enni. In caso di
pioggia l’iniziativa si terrà nella chiesa cittadina di S. Bernardino.
INCONTRO DEL VESCOVO CON I CRESIMANDI ZONA EST
■ Domenica 24 marzo alle ore 15 presso la chiesa cittadina di S.
Bernardino incontro del Vescovo con i cresimandi della zona Est.
MUNICIPIO DI CREMA
L’URP INFORMA...
Distribuzione gratuita mod. 730 per redditi 2012
■ Nei locali dalla Portineria del Comune, distribuzione gratuita dei
modelli 730/2013 - redditi 2012. Orari: lunedì, martedì e giovedì ore 8,3012 e 14,30-16,30; mercoledì 8,30-17,30; venerdì 8,30-12 e sabato 9-12.
Miobus-Autoguidovie
■ In occasione della fiera di S. Maria, chiusura di via Bramante dalle
ore 12 di oggi sabato 23 a tutto lunedì 25 marzo. Le corse delle linee 1 S.
Maria-Ombriano, 2 S. Stefano-Castelnuovo, servizio a chiamata Miobus,
effettueranno deviazioni. Miobus: sospese le fermate interessate dalla deviazione.
■ Lunedì 25 marzo la corsa feriale delle ore 7,30 Crema -Express - Milano verrà accorpata alla corsa delle ore 7,25 Crema - A1-Milano.
La corsa feriale delle 17 da Milano - Express - Crema verrà accorpata
alla corsa delle ore 17,10 Milano - A1 - Crema.
■ Durante le festività di Pasqua il servizio sarà così erogato. Giovedì
28 venerdì 29 e sabato 30 marzo orario del servizio non scolastico: domenica 31 marzo servizio sospeso; lunedì 1° aprile orario festivo; martedì
2 aprile orari del servizio non scolastico. Da mercoledì 3 ripresa normali
orari del servizio invernale-scolastico.
ORE 14,30
OFFANENGO
CENTRO EDEN
ORE 21
CREMA
SPETTACOLO
ORE 21
CREMA
CONCERTO
ORE 21
IZANO
Al Centro Eden giornata libera.
Nella sala P. da Cemmo Passione secondo Giovanni (uno che c’era, ha
visto, ha capito, ha creduto). Un testimone diretto di quanto avvenne
sul Golgota quel giorno e di quello che ne seguì. Voce recitante Marco
Zappalaglio, musica Marco Ravasio.
Presso l’oratorio del SS. Crocefisso al Quartierone, concerto della
Domenica delle Palme e lettura artistica dell’Oratorio del Quartierone.
Lettura iconografica a cura del prof. Cesare Alpini.
MUSICA
Al Santuario della Pallavicina Mater Fons Amòris, polifonie mariane
e penitenziali, ensemble vocale “Concinentes” Crema. Organo: Pietro
Pasquini; direttore: Daniele Scolari.
LUNEDÌ 25
ORE 14,30
CREMA
INCONTRO
ORE 20,45
CREMA
CAFFÈ A TEATRO
Il liceo D. Alighieri presenta una serie di incontri dal titolo L’Universo è razionale? Tema oggi I fondamenti della meccanica quantistica. Rel. il prof. Bruno
Cordani. Appuntamento alla Manziana di via D. Alighieri 24.
Nella sala Bottesini dell’istituto musicale Folcioni, presentazione del
libro Dio giocava a pallone di Giorgio Ghiotti. Serata condotta da Tiziana
Cisbani; interventi musicali di Jessica Sole e Ruggero Frasson, lettura
brani di Walter Bonetti ed Emma Sangiovanni.
MARTEDÌ 26
ORE 17,30
CREMA
LEZIONE CONCERTO
Alla scuola Monteverdi di via D. Alighieri 24 lezione-concerto Conosciamo gli strumenti – Wolfy, che ne pensi? Gli allievi di pianoforte della
scuola intratterranno i presenti.
GIOVEDÌ 28
ORE 17
CREMA
ORA DELLA FIABA
In Biblioteca, sala Ragazzi l’associazione “Amici della Biblioteca” invita i ragazzi all’Ora della fiaba. Partecipazione gratuita con prenotazione
0373.893335.
defibrillatore
Hospital TRASPORTI
Services IN AMBULANZA E AUTOVETTURA
www.hospitalservices.it
OPERATIVI 24 ore su 24
SABATO 23
SABATO 23 MARZO 2013
Tutti i mezzi sono dotati di
e personale addestrato
Crema - Via Stazione n. 27 - Tel.
DIOCESI DI CREMA
Pellegrinaggio a Roma
Pellegrinaggio diocesano a
Roma, andiamo a salutare Papa
Francesco dal 2 al 5 settembre.
Camera singola € 465, doppia €
380, tripla € 350. Il costo è inteso
a persona e comprensivo di trasporto, alloggio, pasti, eventuali
ingressi. Prenotazioni presso le
singole parrocchie o presso la segreteria del Centro S. Luigi entro
il 15 aprile, versando l’acconto di
€ 100. Per informazioni don Elio
Costi 0373.66250 - 331.4487096
oppure dal lunedì al venerdì Ufficio Pastorale Giovanile (S. Luigi)
tel. 0373.250291.
COMUNE DI CAPRALBA
Ville del Brenta
Il Comune organizza per
domenica 19 maggio una gita alle
Ville del Brenta. Navigazione sul
Brenta da Dolo a Venezia e visita delle Ville Pisani e Widmann.
Partenza ore 6 dai Giradini pubblici di via Verdi; rientro a Capralba per le ore 20,30 circa. Quota di
partecipazione € 58. Per i minori
di 18 anni o più di 56 € 48, fino
ai 6 anni € 18. Per informazioni e
iscrizioni contattare la Biblioteca
al numero 0373.452127 entro e
non oltre sabato 20 aprile.
ASSOC. CULTURALE ORFEO
Soggiorni al mare
L’associazione Orfeo organizza per i propri iscritti: sabato
20 aprile Monza: il Duomo, la
cappella della regina Teodolinda,
il centro storico e il parco. Quota
di partecipazione € 32.
Domenica 12 maggio, navigazione sul Lago Maggiore e i fiori
di Villa Taranto. Quota di partecipazione € 65 + pranzo facolta-
tivo di € 17. Per info 0373.250087,
assoc. Orfeo, via Medaglie d’Oro
1, e-mail: [email protected] Le
iniziative d’Orfeo sono riservate
agli iscritti Nextour. Tessera € 10.
CENTRO DIURNO
Iniziative varie
Appuntamenti del mese di
marzo al Centro di via Zurla 1, tel.
0373.257637 ✔ lunedì 25 ore 15
ginnastica con cassetta; ✔ martedì
26 gioco delle carte; ✔ mercoledì 27
tombola con auguri di Pasqua; ✔
giovedì 28 ore 15,15 ginnastica con
Carlo Curci; ✔ venerdì 29 chiuso.
0373 - 250654
CENTRO TURISTICO ACLI
Iniziative varie
Il C.t. Acli organizza: Pasqua
sul Garda dal 29 marzo al 4 aprile
€ 540, Pasqua-Chianciano terme e
tesori della Toscana dal 30 marzo
al 2 aprile € 480; Pasqua-Germania
centrale e Norimberga dal 29 marzo
al 3 aprile € 750, Lubiana e le Grotte di Postumia 6-7 aprile € 200, Pisa
e San Rossore (parco) 7 aprile, tour
della Spagna centrale 13-19 aprile €
900. Iscrizioni e prenotazioni: Cta/
Acli piazza Manziana, 17 (martedì,
giovedì e sabato dalle ore 9 alle 12)
tel. 0373.250064, Tessera socio € 13.
RITIRO ORO
CREMA (CR)
Piazza Marconi, 36
CASTELLEONE (CR)
Via Roma, 40
Per info:
Tel 348.7808491
PAGO CONTANTI
TELEFONI UTILI
ORARI D’INGRESSO E APERTURA UFFICI
Emergenza sanitaria..................................................118
Carabinieri .........................................112 - 0373.893700
Polizia ................................................113 - 0373.897311
Vigili del fuoco ...................................115 - 0373.256222
Soccorso stradale ................................................ 803803
Ospedale Maggiore (centralino).......................... 0373 2801
Polizia stradale ........................................... 0373 897311
Vigili urbani................................................ 0373 894212
Associazione Fraternità.................................0373 80756
SCS ..............................................................800-904858
Linea Più (gas) - via Stazione 9 - Crema ........800-189600
Guasti elettrici (ENEL) ....................................... 803500
Etiopia e Oltre ............................................ 0373 255847
Giudici di Pace ........................ 0373 250571-0373 250587
Treni: Stazione ferroviaria di Crema:
piazzale Martiri della Libertà 1 (senza prefisso) 892021
Autobus: Autoguidovie
piazzale Martiri della Libertà 8 - Crema ......... 0373 204524
Taxi Crema: ................................................ 333 1212888
Miobus: Prenotazioni: ....................(gratuito) 800-907700
0373 287728 da cellulare - Informazioni: 840-620000
L’Approdo
Associazione Gruppi di Alcolisti in Trattamento
Alcool-Parliamone insieme 800 010886
Libreria
Editrice
Buona Stampa Srl

0373 257312 -  0373 80530
☎
0373 256265
via Civerchi, 7 - Crema
 0373 256994
Per altre info: Il Nuovo Torrazzo
Fondazione “Carlo Manziana”
SCUOLA DIOCESANA
www.fondazionemanziana.it
via Dante, 24 - CREMA
via Mazzini, 12
CREMA
Bonifico bancario: Banco Popolare
via XX Settembre Crema
IT 32N0503456841000000584575
COMUNE DI CREMA CENTRALINO 0373 8941 www.comunecrema.it
Apertura Palazzo Comunale: lun., mart., giov. 8.30-12/14.3016.30. Merc. 8.30-17.30. Ven. 8.30-12. Sab. 9-12
L’apertura del palazzo non comporta automaticamente anche l’apertura al pubblico dei vari uffici
CONSULTORIO FAMILIARE
tel. e fax 0373 82723
e-mail: [email protected]
Distribuzione
numeri e attività
di sportello
Crema - via Frecavalli 16 (a pochi passi dal Duomo):
dal martedì al venerdì 14-19 - sabato 9-13
OSPEDALE MAGGIORE CENTRALINO 0373 2801
ORARI VISITA PAZIENTI: lun., mart., giov. e ven.: ore 19.1520.15 • Merc. e sab.: ore 15-16 e 19.15-20.15 • Domenica e festività
infrasettimanali: ore 11-12 e 15-18
CAMERA ARDENTE: ore 8-18 (orario continuato tutti i giorni,
festivi compresi). Entrata solo da via Capergnanica.
ATTIVITÀ DEGLI SPORTELLI CUP
• Ore 7: PRELIEVI ingresso 1, AMBULATORI TAO (ingresso
2). Distribuzione numeri fino alle ore 9.30
• Ore 7.30: ACCETTAZIONI ESAMI DI
LABORATORIO
• Ore 8.00: RITIRO REFERTI, ACCETTAZIONE
AMMINISTRATIVA DELLE PRENOTAZIONI
TELEF., REGISTRAZIONE PRESTAZIONI
ESEGUITE, ATTIVITÀ DI CASSA
• Ore 9.15: PRENOTAZIONI DIRETTE
PER PRESTAZIONI AMBULATORIALI
E DI LABORATORIO
• Ore 16.45: FINE DELL’EROGAZIONE DEI NUMERI
• IL SABATO: non vengono effettuati i prelievi. La consegna del materia-
le biologico avviene dalle ore 7.30 alle ore 9.30. Le restanti attività inizieranno alle ore 7.15 con la distribuzione dei numeri e termineranno alle ore 12.30
• Prenotazioni telefoniche al numero verde 800.638.638 (SENZA
prefisso): dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 20, esclusi festivi
CRONACA D’ORO
TRIBUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE www.tribunaletutelasalute.it
Presso l’ospedale di Crema (venerdì dalle ore 9 alle 11) ☎ 0373 280873
CIMITERI DELLA CITTÀ Uff. Cimiteriale ☎ 0373 202807 via Camporelle
Maggiore - S. Maria della Croce - S. Bernardino - S. Bartolomeo: i cimiteri cittadini sono aperti tutti i giorni con orario continuato dalle ore 8 alle ore 18
PIATTAFORMA RIFIUTI via Del Macello, 21 - ☎ 0373 89711 - SCS ☎ 800 904858:
Lun., mar., giov., ven., sab. 8-12 e 13.30-17.30. Merc. 13.30-17.30. Domenica 8-12
UFFICI TRIBUTI COMMERCIO E CATASTO ☎ 0373 876611
Crema - via Pombioli, 6 - 2° piano (presso Palazzo Inail)
e-mail: [email protected] - www.comunecrema.it
Dal lunedì al venerdì ore 9-12 - Mercoledì 14-15
INPS - CREMA ☎ 0373 281111
via Laris, 11 Crema - [email protected]
Dal lun. al ven 8,45-12. Il mercoledì anche al pomeriggio 14-15
BIBLIOTECA COMUNALE ☎ 0373 893331-329
Via Civerchi, 9 - Crema. Lunedì 14.30-18.30; dal martedì al venerdì 9.30-18.30 (continuato). Sabato ore 9-12.30. Sala ragazzi da lunedì a venerdì 14.30-18. Sabato 9-12
ORIENTAGIOVANI ☎ 0373.893325-324 - fax 0373.893323
Via Civerchi, 9 - Crema - Lunedì ore 15-18, martedì-giovedì-venerdì
10-12 e 15-18, mercoledì 10-18, sabato 10-12.
MUSEO CIVICO ☎ 0373 257161-256414 - fax 0373 86849
www.comunecrema.it e-mail: [email protected]
Da mart. a giov. ore 9-12.30 e 14-17.30; ven. ore 9-12.30; sab. e dom. ore 1012 e 15.30-18.30. Lun. chiuso. Domenica di Pasqua: chiuso. Ingresso gratuito.
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO ☎ 0373 85385
Via Matteotti 41, Crema - al 1° piano.
Martedì ore 9.30-12, giovedì ore 15.30-18, sabato ore 9.30-12
CENTRI SPORTIVI CREMA
Piscina comunale, via Indipendenza ☎ 0373.202940
Palestra PalaBertoni, via Sinigaglia 6 ☎ 0373.84189
Stadio Voltini, viale De Gasperi 67 ☎ 0373.202956
Campi sportivi: via Serio 1 (S. Maria) ☎ 0373.257728
via Ragazzi del ’99 n. 14 ☎ 0373.200196
PRO LOCO CREMA - UFFICIO IAT
Piazza Duomo, 22 - Crema - ☎ 0373.81020: lunedì 15-18; dal
martedì al sabato 9-12.30 e 15-18; domenica e festivi 10-12
TURNI D’APERTURA
FARMACIE
DISTRIBUTORI CREMA
Dalle ore 8.30 di venerdì 22/3 fino 29/3:
Apertura con presenza del gestore
– Farmacia Comunale Crema Nuova Domenica 24 marzo: TOTAL ERG
via Cappellazzi 1/c - CREMA
Tangenziale Lato Nord - TOTAL
tel. 0373 202860
ERG Tangenziale Lato Sud
– Vaiano
– Pianengo
EDICOLE
– Fiesco turno fino h. 24,00.
Riapre tutto il giorno dopo anche se festivo
CREMA: piazza Duomo - via Cadorna
Dalle ore 8.30 di venerdì 29/3 fino 5/4:
- via Kennedy - piazza Fulcheria - Ospe– Farmacia Vergine dr. Rizzi
dale Maggiore. SANTA MARIA DELvia Cremona 3 - CREMA
LA CROCE: via Bramante. OMBRIAtel. 0373 84906
NO: piazza Benvenuti 13.
– Palazzo Pignano
– Soncino (dott. Bernelli)
– Ripalta Cr. turno fino h. 24,00.
Riapre tutto il giorno dopo anche se festivo
TACCUINO
- Per il Seminario: Giornata Seminario, parrocchie: Pieranica Azzano
€ 400, Ricengo € 250, Bottaiano € 250, S. Carlo € 900. Un sacerdote
€ 500, Maria Gandelli € 30, Bertolotti Buonaventura € 100, Amici di
Crema per le missioni € 250
- Per il Centro di Aiuto alla Vita: NN € 300
Offerte ricevute in Caritas diocesana
e Ufficio Missionario al 21 marzo
Per Fondo Famiglie Solidali R.L. € 1.000, NN € 200, F.A. € 1.000, NN progetto “Un Cuore Nuovo” € 5.000
Per Caritas Diocesana NN € 100, parrocchia di Camisano in ricordo di L.
Mariconti € 120
Per Seminario Diocesano parrocchia di Vidolasco € 250
Per la missione di don Federico Bragonzi in Uruguay Gruppo Missionario Terzo Mondo Chieve € 500
REGIONE LOMBARDIA
SABATO 23: S. Turibio
Il sole sorge alle 5.57 e tramonta alle 18.16
DOMENICA 24: Delle Palme
Il sole sorge alle 5.56 e tramonta alle 18.18
LUNEDÌ 25: Annunciazione di Gesù
Il sole sorge alle 5.54 e tramonta alle 18.19
MARTEDÌ 26: S. Emanuele
Il sole sorge alle 5.52 e tramonta alle 18.20
MERCOLEDÌ 27: S. Augusta di Treviso
Il sole sorge alle 5.50 e tramonta alle 18.21
GIOVEDÌ 28: S. Sisto III Papa
Il sole sorge alle 5.48 e tramonta alle 18.23
VENERDÌ 29: S. Secondo
Il sole sorge alle 5.46 e tramonta alle 18.24
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANTE MESSE IN CITTÀ
PREFESTIVE
16.30 Kennedy
17.00 S. Antonio Abate
17.30 Ospedale, Santuario delle Grazie
18.00 SS. Trinità, S. Maria della Croce, Cattedrale,
S. Pietro, S. Carlo, Crema Nuova, S. Giacomo,
Ombriano, S. Bernardino, Castelnuovo,
S. Stefano, Sabbioni, Vergonzana
18.30 S. Benedetto, S. Angela Merici via Bramante
20.30 S. Bartolomeo ai Morti
23.00 Santuario Madonna del Pilastrello
FESTIVE
7.00 S. Benedetto
7.30 Cattedrale
8.00 SS. Trinità, S. Carlo, Sabbioni,
S. Pietro, S. Bernardino, S. Maria della Croce
8.30 S. Antonio Abate, Crema Nuova, Ospedale,
Ombriano
9.00 Cattedrale, S. Benedetto, Castelnuovo,
S. Bartolomeo ai Morti
·
I
·
M
9.30 Villette Ferriera, S. Giacomo
9.45 Vergonzana, Casalbergo
10.00 Cattedrale, SS. Trinità, Ombriano,
Cappella Cimitero Maggiore, S. Maria dei Mosi
10.30 S. Benedetto, S. Pietro, S. Stefano, Sabbioni, S. Carlo,
S. Bernardino, Kennedy,
S. Maria della Croce, Santuario delle Grazie,
Crema Nuova
10.45 S. Angela Merici - via Bramante,
S. Bartolomeo ai Morti, S. Giacomo
11.00 Cattedrale, Castelnuovo, Ombriano, SS. Trinità,
Ospedale
12.00 Santuario delle Grazie
17.30 Santuario delle Grazie
18.00 S. Benedetto, S. Giacomo, Ombriano, SS. Trinità,
S. Carlo, Cattedrale,
Crema Nuova, S. Stefano, S. Bernardino,
S. Maria della Croce
19.00 Cattedrale
20.30 Sabbioni
·
M
·
A
·
G
·
I
·
CINEMA
Crema fino al 27 marzo
Castelleone
Porta Nova ☎ 0373 218411
·
I
Dal 25 marzo al 28 aprile viene effettuata
la periodica indagine di gradimento in tutte le Unità Operative,
Servizi e Ambulatori dell’Azienda Ospedaliera di Crema,
nelle sue sedi di Crema, Rivolta d’Adda e Soresina.
I questionari saranno distribuiti a tutti i pazienti ricoverati nei reparti
e a tutti i cittadini che si presenteranno al CUP
per la prenotazione di prestazioni ambulatoriali.
Fanfulla ☎ 0371 / 30740
Benvenuto presidente • Cineforum:
Pietà (merc. 27 e giov. 28 marzo)
Moderno ☎ 0371 / 420017
• I croods (2 e 3D) • Gli amanti
passeggeri
Del Viale ☎ 0371 426028
• Buongiorno papà
·
anni 1940
’41 - ’42 - ’43
INVITO A PRANZO
Conclusosi l’anno olimpico i Consigli Direttivi
di tutte le Associazioni iscritte al CONI decadono e devono essere rinnovati.
Il nuovo Consiglio Direttivo del Circolo di Crema è composto da Enzo Legnani presidente,
Franco Bauchiero vicepresidente e dai Consiglieri Ornella Bonizzi, Adolfo Bruschi, Marzia Ermentini, Rosaria Italiano e Stella Velgi.
Nella prima riunione il nuovo Consiglio ha
preso decisioni circa gli eventi che si terranno
nell’anno in corso. Verranno promossi tornei di
circolo e tornei di beneficenza a favore di Organizzazioni che operano nel territorio cremasco.
Nel 2012 i soldi raccolti in questi tornei e devoluti alle iniziative benefiche adottate sono stati
più di 5.000 €. Anche quest’anno il Comune di
Crema ci ha concesso l’utilizzo dei portici di S.
Agostino (Museo Civico Cremasco).
L’Appuntamento è per giugno e settembre e
ne daremo notizia per tempo circa i giorni e
gli orari. Martedì scorso gli allievi del corso di
bridge hanno partecipato al loro primo torneo.
Malgrado la loro inesperienza hanno saputo
Ingredienti: 300 g patate, 2 uova, 50 g pane grattugiato + 50 g per cospargere gli stampini, 100 g grana padano, 40 g burro per imburrare gli stampini, 4 fette di pancarrè, 100 g di gorgonzola, 30 g timo fresco, 4 stampini
alluminio monoporzione tondi, 1 dl latte
EVOLUZIONE GENERALE
Da oggi graduale peggioramento per l’arrivo di una
perturbazione atlantica, che porterà nuvolosità estesa e precipitazioni nel fine settimana.
Lunedì allontanamento verso est della struttura depressionaria, con residua instabilità. Martedì e mercoledì flusso in quota da ovest, nuvolosità irregolare, ma bassa probabilità di precipitazioni.
SABATO 23 MARZO
Nuvolosità irregolare nella prima parte della giornata. Dal pomeriggio aumento della nuvolosità,
con cielo da nuvoloso a molto nuvoloso ovunque
in serata. Al mattino non sono esclusi piovaschi su
Alpi e bassa pianura. Dal pomeriggio deboli sparse
a partire da pavese, in estensione in serata a gran
parte della regione. Temperature minime in aumento, massime in calo. In pianura minime tra 3 e 8°C,
massime tra 10 e 15°C.
DOMENICA 24 MARZO
Molto nuvoloso o coperto. Precipitazioni diffuse deboli o moderate, fin dalla notte e continue per gran
parte della giornata. Più insistenti nel pomeriggio,
dalla serata in attenuazione e in via di esaurimento
a partire dai settori occidentali. Nevose oltre 1.000
metri circa, nella seconda parte della giornata su pavese limite in abbassamento con neve oltre 600-700
metri circa. Temperature minime e massime in calo.
In pianura massime intorno a 7°C.
LUNEDÌ 25 MARZO
Fino al mattino molto nuvoloso. Quindi nuvolosità
in attenuazione, con irregolari schiarite sui settori
occidentali. Precipitazioni fino al mattino deboli sparse; quindi in attenuazione ed esaurimento a
partire dai settori occidentali. Residue nel pomeriggio-sera sui settori orientali. Possibile pioggia mista
a neve sotto i 500 metri circa. Temperature: minime
e massime in calo.
TENDENZA
PER MARTEDÌ E MERCOLEDÌ
In entrambe le giornate la nuvolosità risulterà irregolare a tratti estesa, con probabilità di precipitazioni, specie a ridosso della fascia prealpina.
Temperature minime stazionarie, massime in aumento.
Ariston ☎ 0363 419503
• I Croods • Benvenuto presidente • Gli
amanti passeggeri • La madre • Il grande e potente Oz (2 e 3D) • Buongiorno
papà • Il lato positivo • Sinister (vm 14)
• Un giorno devi andare (merc. 27/3
ore 20.45) • Il menù d’essai: • Original
Movie Passion: Flight - v.o. inglese con
sottotitoli in italiano (mar. 26/3 ore
21)
Spino d’Adda
Vittoria ☎ 0373 980106
• Il grande potente Oz • Film di Rassegna: Argo (mart. 26 marzo ore 21)
…certa Caterina da j’Ubèrt
al tri d’april dal Quatresent Nuanta…..
Ed èco ‘l fato sopranatüràl:
gh’è cumparit na Siura benvestida
bèla cumè la stèla da Nedàl!
(tratta da “La Stòria da Crèma” di Piero Erba)
La Féra da Sànta Maréa
in tempi un pò più lontani ecco come l’accadimento usciva giocosamente dalla penna della Poetessa
In collaborazione con il ristorante La Corte di Moscazzano
e gli alunni dell’Istituto P. Sraffa di Crema
Sformato di patate allo zola
PREVISIONI METEO
• Benvenuto presidente • Buongiorno papà • Dead man down - Il
sapore della vendetta • Gli amanti
passeggeri • I croods (2 e 3D) • Il
grande e potente Oz (2 e 3D) • La
Treviglio
Rosetta Marinelli Ragazzi
Tempo di elezioni per il circolo Bridge e Burraco di Crema
cavarsela senza l’aiuto dell’insegnante o di monitori. Li invitiamo a proseguire con costanza
perchè l’allenamento dei tornei è la migliore
palestra per migliorare le proprie capacità e conoscenze.
A loro i nostri complimenti per l’entusiasmo e
la bravura. Vi ricordiamo che ogni lunedì sera
alle ore 21 presso la nostra sede di via Cesare
Battisti 1 si svolge un torneo di burraco a cui
possono partecipare anche i non iscritti al Circolo. Ogni martedi alle ore 21.30 si svolge il
torneo di bridge per gli iscritti al circolo e per i
principianti. Ogni giovedi alle ore 21.30 si svolge il torneo di bridge per gli iscritti alla Federazione Italiana Gioco Bridge. Infine la prima e
la terza domenica del mese il Circolo organizza
tornei pomeridiani di burraco mentre nella seconda e nella quarta domenica si svolgono tornei pomeridiani di bridge. I tornei domenicali
sono aperti a tutti.
Il Circolo resta aperto nelle altre serate e nei
pomeriggi di mercoledì e sabato.
Vi aspettiamo numerosi!
Starplex ☎ 030 943605
frode • La madre (vm 14) • Sinister
(vm 14)
L’aparisiù... e l’è sucès a…
Informazione a cura di: Ufficio Comunicazione e Relazioni col Pubblico
☎ 0373 280 580 - 280 544 ; e-mail: [email protected] ; [email protected]
Rubrica dell’Associazione Bridge e Burraco Crema di via Cesare Battisti,1 - Crema
Orzinuovi
Il giornale non è responsabile degli
eventuali cambiamenti di programmazione
AL NÒST DIALÈT
L’iniziativa rappresenta un’importante occasione e un canale di ascolto relativo alle
soddisfazioni e insoddisfazioni dei cittadini che si rivolgono alle varie strutture ospedaliere dell’azienda. Successivamente i dati saranno elaborati dall’Ufficio Comunicazione
e Relazioni col Pubblico e, insieme a reclami ed elogi ricevuti, costituiranno la base
di partenza per una riflessione che potrà favorire la progettazione di azioni di miglioramento, che vedrà coinvolti l’Ufficio Qualità, le Unità Operative, i Servizi e gli Uffici
della nostra Azienda ospedaliera.
A tutti i cittadini viene rivolto l’invito a partecipare all’iniziativa attraverso
la compilazione dei questionari (anonimi) che verranno loro distribuiti.
Un ringraziamento, sin da ora, per l’aiuto che vorranno dare
con le loro preziose indicazioni.
BRIDGE
• Benvenuto presidente • I croods (2
e 3D) • Sinister • Il grande e potente
Oz (2 e 3D) • La madre • Buongiorno
papà
Lodi
Asilo
infantile
dei Sabbioni
A tutti i cittadini viene rivolto l’invito a partecipare all’iniziativa
Cinelandia ☎ 0371 237012
• Lincoln
• Cinemimosa lunedì (25 marzo)
ore 21.30: Gli amanti passeggeri
• Over 60 mercoledì (27 marzo)
ore 15.30: La cuoca del presidente
• Cineforum martedì (26 marzo)
ore 21.00: La cuoca del presidente
N
Pieve Fissiraga (Lodi)
Cineteatro ☎ 0374 350882
• The croods • La frode • Il lato
positivo • Il grande e potente Oz •
Gli amanti passeggeri • Benvenuto
presidente
“Ascoltare il cittadino per migliorare i servizi”
OSPEDALE VIA KENNEDY ☎ 0373 2061 (centralino)
Feriale: ore 11.30-13.30 e 17-19.30 • Festivo: 11-13 e 16.30-19.30
CAMERA ARDENTE: lun.-sab. ore 8-18.15. Dom. ore 8-19.15
cinema · ricetta · meteo · orari uffici · notizie utili · farmacie di turno
SABATO 23 MARZO 2013
Benvenuto presidente!
G
u
e
l
i
t
U
ida
Lavare le patate e farle bollire per circa 45 minuti; sbucciarle e passarle con lo schiacciapatate; aggiungere
le uova, il formaggio grattugiato, il pan grattato, il timo fresco tritato; regolare di sale e pepe e aggiungere il
latte fino a ottenere un composto omogeneo. Versare il composto ottenuto negli stampini imburrati e cosparsi
con il pane grattugiato; infornare a 180° per circa 20 minuti. Con il coppapasta creare dei tondi nelle fette
di pancarré e farli tostare in forno. Fondere il gorgonzola con del latte. Impiattare: usare come base i tondi
di pane tostato, capovolgere gli stampini, versavi la salsa di gorgonzola e decorare con un rametto di timo
fresco. Suggerimento: invece del timo fresco, alle patate si possono aggiungere dei broccoli tagliati a tocchetti
in precedenza fatti sbollentare e alla fine invece di usare la salsa allo zola, si può usare una salsa al caprino.
Menu Santa Pasqua
Aperitivo di benvenuto. Antipasto di terra: salumi nostrani con torta
fritta – Giardiniera della casa in agrodolce. Antipasti di mare: spada marinato – capasanta gratinata – insalata di mare con verdurine
Risotto con gamberi e zucchine, bigoli al ragù d’anatra. Sorbetto
al limone
Filetto di branzino con pomodorini pachino e olive taggiasche, agnello arrosto alle erbe aromatiche con patate. Dolce della casa
Vino selezione La Corte, bianco Ortrugo, rosso Gutturnio. Acqua caffè. Colomba pasquale della tradizione. Euro 39 - Bambini fino
12 anni euro 20
I MERCATI DI CREMONA
Ristorante
la Corte
RISTORANTE ALBERGO
PARCO MEETING
Fraz. Colombare, 16 Moscazzano (Cr)
Tel. 0373 667056 - www.la-corte.net
ISTITUTO TECNICO:
Menu di Pasquetta
Antipasto di salumi con bruschette miste
Risotto con salva e punte di asparagi
Tortelli cremaschi o pappardelle al ragù di
cinghiale, bigoli al sugo d’anatra
Stinco di maiale al forno marinato
Costolette d’agnello aromatiche
Patatine fritte o insalata di stagione
Dolce della casa
Acqua, vino, caffè
Euro 29 - Bambini sotto i 12 anni 18 euro
“P. SRAFFA”
CEREALI: Frumenti nazionali teneri con 14% di umidità
Varietà speciali n.q.; Fino (peso specifico da 81 a 84)
229-232; Buono mercantile (peso specifico da 78 a 80)
224-228; mercantile (p.s. fino a 77) n.q. Frumenti nazionali duri (produzione Nord Italia): Fino (p.s. da 80 e oltre)
n.q.; Buono mercantile (p.s. 77/79) n.q.; Mercantile (p.s.
74/76) n.q. Cruscami franco domicilio acquirente: Farinaccio
alla rinfusa 208-210; Tritello alla rinfusa 207-209; Crusca
alla rinfusa 191-193; Crusca in sacchi n.q; Cruschello alla
rinfusa 200-202. Granoturco ibrido nazionale (con il 14% di
umidità): Comune 212-213; Semivitreo n.q. Orzo nazionale: peso specifico oltre 66 212-217; peso specifico da 63
a 66 206-210 Orzo estero pesante (da commerciante-franco
acquirente) n.q. Semi di soia nazionale n.q. Semi da prato
selezionati (da commerciante): Trifoglio violetto 2,80-3,20;
Ladino nostrano (Lodigiano gigante) 8-9; Erba medica
di varietà 2,90-3,30; Lolium italicum 1,40-1,70; Lolium
italicum tetraploide 1,40-1,70.
BESTIAME BOVINO: Vitelli da allevamento baliotti (peso
vivo in kg): Da incrocio (50-60 kg) 3,00-4,00; Frisona (50-60
kg) 1,00-1,20. Maschi da ristallo biracchi (peso vivo): Frisona
(180-250 kg) 1,40-1,60. Bovini da macello (prezzo indicativo
- peso morto in kg): Cat. B - Tori (maggiori di 24 mesi) P2
(50%) - O3 (55%) 2,40-2,70; Cat. E - Manze scottone (fino
a 24 mesi) P3 (47%) - O3 (50%) 2,50-3,00; Cat. E - Manze
scottone (sup. a 24 mesi) P2 (45%) - O3 (48%) 2,25-2,90;
Cat. E - Vitellone femmine da incrocio O3 (54%) - R3
(57%) 3,30-3,80; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità P3
(44%) - O2/O3 (46%) 2,55-2,85; Cat. D - Vacche frisona
di 2° qualità P2 (42%) - P3 (43%) 2,05-2,35; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità P1 (39%) - P1 (41%) 1,60-1,90;
Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità (peso vivo) 1,12-
ISTITUTO PROFESSIONALE:
Sociale, Economico, Alberghiero
FORMAZIONE PROFESSIONALE
REGIONALE
via Piacenza, 52/c - Crema ☎ 0373 257802
1,31; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità (peso vivo)
0,86-1,01; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità (peso
vivo) 0,62-0,78; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali di 1°
qualità R3 (55%) - U3 (56%) 3,40-3,70; Cat. A - Vitelloni
incrocio nazionali di 2° qualità O3 (53%) - R2 (54%) 2,903,15; Cat. A - Vitelloni frisona di 1° qualità O2 (51%) - O3
(52%) 3,15-3,40 Cat. A - Vitelloni frisona di 2° qualità P1
(49%) - P3 (50%) 2,30-2,70.
FORAGGI: Fieno e paglia (da commerciante-franco azienda
acquirente): Fieno maggengo 2012 160-175; Loietto 2012
160-175; Fieno di 2a qualità 2012 125-135; Fieno di erba
medica 2012 170-190; Paglia 2012 85-95.
SUINI: Suini vivi (escluso il premio) da allevamento (muniti
di marchio di tutela): 15 kg 4,39; 25 kg 3,31; 30 kg 3,04; 40
kg 2,41; 50 kg 1,96; 65 kg 1,70; 80 kg 1,65; 100 kg n.q.
Magri da macelleria: 90-115 kg n.q. Grassi da macello (muniti
di marchio di tutela): 130-145 kg 1,335; 145-160 kg 1,365;
160-180 kg 1,425; oltre 180 kg 1,395.
CASEARI: Burro: pastorizzato 2,95; zangolato di creme fresche n.q.; crema di latte centrifugata e pastorizzata (reg. Cee n. 1547/87) n.q. Provolone Valpadana: dolce
5,05-5,20; piccante 5,25-5,50. Grana: stagionatura tra
60-90 giorni fuori sale n.q. Grana Padano: stagionatura di
9 mesi 6,85-7,20; stagionatura tra 12-15 mesi 8,00-8,25;
stagionatura oltre 15 mesi 8,35-8,95.
LEGNAMI: Legna da ardere (franco magazzino acquirente):
Legna in pezzatura da stufa: 60% forte e 40% dolce 100
kg 12-13.; legna in pezzatura da stufa: forte 100 kg 14-15
Pioppo in piedi: da pioppeto 4,60-6,50; da ripa 2,80-3,30
Tronchi di pioppo: trancia 21 cm 9,50-12; per cartiera 10
cm 3,50-4,00.
Aanti, aanti!...
A füria da sbürlù e sgumbetàde,
sa rìa ‘n söl piasàl;
e gh’è: ‘n banchèt da fior artificiali,
‘n altre da póe, s’ciòp e s’ciupitì;
tante bale da goma
e balù da foot-ball;
giràndule, tambór e bandiróle;
ugiài, bursì e portafòi;
caàgne e caagnói;
pépe, buchì, buchèt
e pòrta sigarète;
fulsì e rambidìne;
resùr e pò falcèt,
curtèi e curtilì,
messür e messurì…
Sura ‘ste maciciò,
‘ste brigulù da zent
che sbürla per passà;
sura töt ‘ste mastì,
sura töt ‘ste vusà,
sa léa ‘l Santüare, maestùs,
con i sò quatre bràss
che i fa da Crus…
Nu manca pò le stròleghe
che le sa dì ‘l destì;
e quel che fa i ritrat sedüta stante
e con pochi quatrì.
Aturne a ‘n sarlatà,che ‘l vent la ròba
sa fùrma ‘l circol da la zent curiusa
che sempre la finés pò a cumprà
an qualche s’giànfer da ‘nfessà la casa.
Lü, ‘l Santüàre, che l’è valt da resù,
al mèrita da ardàga
perché l’è bèl dal bù.
Al par culur da rósa, da luntà,
e la rutùnda
la sa fa rimirà
per töti i bèi ricàm, per le lugète,
finestre, finestrì e culunète;
archi, archèt, archetù
che, i sa corr adré an giro tondo
e i gióga a caalìna...
Al töt ansèma pò, ‘l fa ‘n baduèl
che, ‘nfine, a ardàga bé,
a l’è ‘l sò bèl.
Annans an tuchelèt, da le lingòte
le va da svrinza; le sa pòrta ‘n aria
sota la spinta da quei che gh’è sö;
e-mail: [email protected] - sito web: www.sraffacrema.it
Della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
pò, du gabiù da fèr,
cumè funiculàr
i söta ‘n sö e ‘n zo….
Gh’è di paiàs, che ‘nséma ai baracù
i suna da le trùmbe che le par
quèle che sunarà, e sensa fal,
an dal dé dal Giüdésse Üniversàl;
Grafico e Turismo
ISTITUTO ISTRUZIONE
SUPERIORE
Ai vinticinch da Mars, töti i la sa
a gh’è la féra e ‘n brigulù da zént,
da Crèma o paisà, i manca mia
d’andà al Santüare per chel vial
che ‘l ména dret filàt, da la rutùnda,
fina a Santa Marìa.
‘N di baracù da bestie e ròbe rare,
la zent la à dentre e fóra e la sa scambia...
I è tresent’àn che ògne primaéra
al vèt a rinuàs ‘ste burdelére
che l’è ‘l caràter pròpe da le fere;
e me crède che ‘n fùndo
a ga farà piassér
a vèt töta ‘ste zént, che pò va déntre
(dopo ‘l diertimént), dentre da lü
a fa al sò duér.
(in grafia originale)
...va salüda i “Cüntastòrie”
Città Università
E
87 - Una voce dalle aziende
di GIOVANNI RIGHINI
Nelle ultime tre settimane ho riferito alcuni episodi
che possono far intuire il punto di vista degli studenti, delle università e degli amministratori pubblici in merito al rapporto tra la formazione universitaria e il mondo del lavoro. Ho voluto lasciare
per ultima la voce forse più importante: quella delle
aziende.
Durante la stessa cerimonia di un anno fa in cui
avevo udito un assessore regionale esclamare
dell’università che “Non siamo mica qui ad acculturarci!!”, benché fossi esterrefatto da ciò che avevo
ascoltato durante la passerella di autorità accademiche e civili, l’ultimo intervento della giornata
aveva tenuto acceso in me un lume di speranza.
Il rappresentante dell’Associazione Industriali di
Cremona aveva portato il punto di vista degli imprenditori e mi aveva convinto che forse le aziende
bisognerebbe citarle di meno e ascoltarle di più.
Non aveva chiesto all’università stagisti da far lavorare gratis, ma conoscenze e competenze che alle
aziende mancano. Non aveva chiesto di mandare
gli studenti in azienda anziché in aula, ma aveva
detto che le aziende fanno fatica a stare al passo
con gli sviluppi della scienza e della tecnica e che
l’università dovrebbe servire a dare loro questo ag-
giornamento. Non aveva chiesto manovalanza da
sfruttare per sostenere business insostenibili, ma
aveva affermato che siamo nell’epoca del management e che la competitività delle aziende oggi può
risiedere solo nell’intelligenza con cui vengono gestite. Aveva parlato per ultimo, senza alcuna enfasi
da comiziante e molto più brevemente di ciascuno
degli altri, ma aveva detto molto di più. Mi aveva
indotto a sospettare che il tritacarne della gioventù sia soprattutto nella testa degli amministratori
pubblici, che sono preoccupati di procurarsi i voti
degli imprenditori e che non sanno immaginare un
modello socio-economico nuovo, al quale invece
gli imprenditori stessi (o per lo meno alcuni) aspirano sinceramente.
Purtroppo però il mondo dell’impresa non parla ad
una sola voce. Nella mia personale esperienza mi
sono imbattuto in aziende e in imprenditori molto diversi tra loro. Ci sono quelli che investono per
finanziare assegni di ricerca per progetti di innovazione, così come quelli che all’università sanno
solo chiedere stagisti che lavorino gratis. Ci sono
quelli che ritengono fattibile qualunque cosa, forse
ritenendo che gli accademici siano stregoni in grado di risolvere qualsiasi problema con uno schioccare di dita, e quelli scettici, che non ritengono fattibile nemmeno ciò che è già stato realizzato molte
volte. Ci sono quelli in cerca di carne da cannone e
quelli in cerca di talenti intellettuali. Ci sono quelli
che tentano di puntellare a tutti i costi aziende in
settori saturi e senza prospettive e quelli che aprono coraggiosamente strade nuove in settori nuovi.
Ci sono quelli che non hanno nemmeno il fax e
quelli che girano il mondo continuamente. Ci sono
quelli che sono amici della ricerca scientifica solo
finché è gratuita e quelli che sanno riconoscere il
valore della ricerca, sostenendone i costi vivi. Ci
sono quelli che puntano più sul lavoro di studenti e
stagisti e quelli che preferiscono la collaborazione
diretta con professori e ricercatori. Ci sono quelli
che tentano di usare l’università per farsi pubblicità e quelli che si offrono persino gratuitamente
per dare utili informazioni e consigli agli studenti.
Ci sono quelli che hanno sempre qualcosa di più
importante da fare che interagire con l’università e
quelli che considerano l’università un partner strategico da mettere in cima alle loro priorità. Ci sono
quelli che vendono e chiedono all’università di fare
da agente commerciale e quelli che progettano e
producono e chiedono all’università conoscenze
per progettare e produrre sempre meglio. E ognuno
sembra avere un’idea diversa dall’altro di cosa sia la
formazione universitaria.
[email protected]
24
Il Cremasco
SABATO 23 MARZO 2013
CAPERGNANICA
CASALETTO VAPRIO: ordinanza anti nomadi
Sindaco:
primi nomi
N
IL 7 APRILE LE PRIMARIE
CON SEVERGNINI E BEGOTTI
di GIAMBA LONGARI
D
opo la caduta del governo Picco e l’attuale fase di commissariamento, a Capergnanica si “scaldano i motori” in vista delle
elezioni amministrative del 26 e 27 maggio,
che daranno al paese un nuovo sindaco e un
nuovo Consiglio comunale.
Tra le voci che iniziano inevitabilmente a
rincorrersi e in attesa delle mosse della Lega
Nord, l’unica certezza è l’impegno concreto
del gruppo Capergnanica Amica che ha saputo coinvolgere parecchi cittadini in una serie
d’incontri preliminari e, ora, in serate utili per
la nascita del programma amministrativo, grazie anche all’intervento di persone esperte su
varie tematiche. Tre le riunioni già archiviate,
nel corso delle quali s’è parlato di assistenza
sociale e volontariato, di scuola e di cultura,
di urbanistica, ambiente e viabilità. Un ultimo
incontro è programmato per il 28 marzo, alle
ore 21, in Palazzo Robati: Alessandra Ginelli,
direttore di Reindustria, si soffermerà su questioni legate al commercio e alle relative opportunità di finanziamento e sviluppo.
Fissate le linee guida del gruppo, messo in
pratica il concetto di partecipazione attiva e
ei giorni scorsi il vicesindaco Alfredo Ubbiali ha firmato
un’ordinanza per impedire a un gruppo di nomadi di sostare
nella zona industriale del paese. Tre carovane si erano infatti fermate in via Delle Industrie nella giornata di venerdì, inducendo
l’amministrazione a correre subito ai ripari con l’emissione dell’ordinanza di sgombero (già in passato tale dinamica aveva fatto scaturire le proteste degli imprenditori e delle ditte presenti).
L’avviso della presenza dei nomadi è giunto direttamente dal
maresciallo dei Carabinieri di Vailate, Nicola Piga. L’ordinanza è
stata recapitata ai proprietari delle roulotte sabato mattina e domenica dopo pranzo, come comunicato, hanno lasciato Casaletto.
L’ordinanza specificava che l’area industriale del paese non è idonea alla sosta di caravan per la mancanza di servizi igienici e rete
idrica, oltre che per motivi di sicurezza.
LG
PIERANICA: il paese tra storia e cronaca
Alex Severgnini
gettate le fondamenta del programma, lo step
successivo riguarda la scelta del candidato
alla carica di sindaco, che avverrà attraverso
le primarie fissate per domenica 7 aprile, con
seggi allestiti dalle ore 8 alle 18 sotto i portici
del Comune a Capergnanica e nel parcheggio
della chiesa-oratorio a Passarera.
A competere attraverso lo strumento delle
consultazioni popolari saranno due candidati:
Alex Severgnini e Stefano Begotti, ammessi
alle primarie dopo che il Comitato organizzatore di Capergnanica Amica – composto da
Mauro Rivolta, Roberto Nichetti e Azoulay
Piantelli Mariem – ne ha valutato i requisiti
sulla base dei valori che fondano l’azione del
gruppo (ogni candidato, inoltre, ha dovuto
presentare almeno 30 firme a sostegno).
“Il momento delle primarie – rileva Roberto
Nichetti – oltre a essere un’occasione inedita nella storia del Comune di Capergnanica,
riveste un ruolo sostanziale e non formale:
l’idea di far scegliere ai cittadini il candidato
che più li rappresenta è nata in seno al nutrito gruppo di lavoro che si è formato nei mesi
scorsi come naturale conseguenza del valore
della partecipazione attiva della cittadinanza
alle scelte amministrative, valore che occupa il
Stefano Begotti
primo posto nella Carta dei principi di Capergnanica Amica. L’obiettivo delle consultazioni
popolari è quello di promuovere un’autorevole
candidatura, portatrice di un programma condiviso, espressione di un progetto collettivo di
cambiamento rispetto alle passate amministrazioni del paese. Una candidatura capace di
guidare la campagna elettorale, di governare
nell’interesse del paese e di promuovere una
nuova classe di amministratori”.
Capergnanica Amica, dunque, schiera alle
primarie due candidati. Alex Severgnini, 27
anni, risiede a Capergnanica da sempre, è
laureato in Biologia applicata alla ricerca biomedica e lavora presso l’Istituto Spallanzani di
Rivolta d’Adda. Coordinatore del locale circolo del Partito Democratico, è stato consigliere
di minoranza nell’ultima tornata amministrativa. Stefano Begotti, 46 anni, è sposato, ha
una figlia e risiede a Passarera dal 2004. Lavora come consulente informatico presso una
multinazionale di San Donato Milanese ed è
il portavoce del Comitato Pendolari Cremaschi,
oltre che membro dell’Osservatorio per la mobilità del Comune di Crema.
Entrambi sono decisi a rilanciare Capergnanica con idee nuove e una nuova fase politica.
Ricengo: la classe quinta alla scoperta del buon cibo biologico
I
l biologico ha lo stesso sapore del cibo normale? Per rispondere ai
ragazzi della classe quinta della scuola primaria di Ricengo, il maestro Alex Corlazzoli ha pensato di portare i suoi allievi direttamente
ad assaggiare salumi, formaggi, olio e miele biologico alla fiera Fa’ la
cosa giusta,
giusta giunta alla decima edizione. Per un giorno, dunque, la lezione si è svolta tra i padiglioni della mobilità sostenibile e dell’abitare green,, scoprendo che è possibile avere una macchina elettrica e una
sedia realizzata in cartone. I concessionari delle auto ecologiche sono
stati intervistati dai ragazzi, che ne hanno voluto conoscere i segreti:
“Quanti chilometri fanno queste macchine? Quanta elettricità serve
per farle funzionare?”... A dare il benvenuto agli alunni, accompagnati
da Corlazzoli e dalla maestra Tiziana Fratantonio, erano presenti Sara
Milanese e Dimitri di Radio Popolare, che li hanno intervistati e hanno
mostrato loro come funziona una trasmissione radiofonica.
Interessante, soprattutto per le bambine, la visita agli stand del critical
fashion:: le ragazzine hanno scoperto che si può avere una borsa fatta
con le camere d’aria riciclate o collane realizzate con le cialde del caffè
usate. Tutto all’insegna del comprendere che riciclare e riutilizzare è
possibile e anche bello. Al punto da poter mangiare addirittura gli scarti
di frutta e verdura: Sesi Cozinha Brasil, Mattia e Stefania, con tanto di
cappello da cuochi, hanno infatti preparato per i compagni “il succo
di Hulk”, composto da avanzi del cavolo, acqua, polpa di maracuja,
zucchero e limone. Il laboratorio brasiliano ha insegnato ai ragazzi a
C
on una spesa prevista pari a 5.600 euro, il Comune di Pieranica promuoverà un libro sul paese. Pieranica tra storia e cronaca
il titolo della pubblicazione affidata allo storico Pietro Savoia di
Ripalta Cremasca. La bozza del testo è già nelle mani dell’amministrazione comunale dallo scorso mese di novembre.
Il volume farà chiarezza sull’origine e la storia del paese, che
affonda le sue radici in tempi remotissimi. Da un documento del
3 ottobre 1130, il suo nome è riferito nella forma pilaranica, e in
altri del 1129, 1286 e 1314, è scritto plaranica. Si può dedurre che
il nome primitivo risulti dalla fusione di due termini: il primo rappresentato da un prefisso fluttuante pi, pie o pla, il secondo dalla
parola Laranica o, più anticamente, larianica.
OFFANENGO: tappa del minivolley indoor
I
l “PalaCoim” di Offanengo ha ospitato, domenica scorsa, una
delle tappe di minivolley indoor della Federazione Italiana Pallavolo di Cremona. Otto le società partecipanti (Bagnolo Cremasco,
Pizzighettone, Sergnano, Ripalta Cremasca, Crema Volley, Montodine, Romanengo e Offanengo), per un totale di 113 mini-atlete e
mini-atleti presenti, accompagnati da dirigenti e genitori. Suddivisi
in una quarantina di squadre i bambini si sono sfidati su otto campi
da gioco alla conquista del podio, divertendosi un mondo. Molto
apprezzata l’iniziativa organizzata al meglio dal team di casa, il
Volley Offanengo 2011, così come la merenda conclusiva: il buffet
è terminato in un batter d’occhio così come il pomeriggio di sport.
Quando si sta bene, il tempo vola!
Luca Guerini
PALAZZO E FRAZIONI: iniziative varie
P
preparare alimenti economici e senza sprechi, usando parti importanti
di frutta, legumi e verdura, come le bucce, le foglie e i gambi, dove si
concentrano molte sostanze nutritive che però quasi sempre vengono
sprecate. In Fiera, la classe ha incontrato anche l’assessore all’Istruzione della Giunta Pisapia e Pietro Raitano, direttore della rivista Altreconomia. Una giornata che s’inserisce alla perfezione nelle esperienze di
vita che i ragazzi di quinta stanno facendo: per molti di loro, poi, è stata
la prima volta di un viaggio in treno e in metropolitana.
LG
roseguono le proposte comunitarie. Per venerdì prossimo 29
marzo nella frazione di Scannabue, alle ore 20 è prevista la celebrazione della Messa, cui seguirà la processione lungo le vie del
paese. A Cascine Gandini e Capri la via Crucis sfilerà mezz’ora
più tardi. Infine, nel capoluogo Palazzo alle ore 20.30 si svolgerà
la via Crucis vivente. Diverse le iniziative già fissate anche in aprile, di cui avremo modo di parlare: domenica 14 alle ore 10.30 la
Cresima a Scannabue, giovedì 18 alle 21 la conferenza Prevenzione
e cura delle malattie cardiovascolari (relatore il dott. Agricola, cardiologo dell’Ospedale Maggiore di Crema) all’oratorio di Palazzo,
domenica 21 al mattino Rifiutando, giovedì 25 aprile le manifestazioni dei Combattenti e Reduci. Infine il 28, di nuovo alle 10.30,
la Prima Comunione a Scannabue.
informazione pubblicitaria
Associazione L’Arcobaleno
dott. Paola Soccini 328 7499219
Fabiana Tamburrini 338 3114080
via San Giuseppe, 10
GOMBITO (CR)
via Marcello Prestinari, 4
MILANO
L’Associazione Arcobaleno vuole promuovere iniziative ed attività varie a sostegno della
crescita dei bambini e dei ragazzi, mettendo a disposizione della famiglia le proprie risorse in stretta collaborazione con altre realtà sul territorio (pubbliche e private), in sinergia
con le scuole attraverso progetti ed incontri di formazione/supervisione, (dando indicazioni teoriche e pratiche su disturbi di apprendimento, problemi comportamentali/bullismo, ritardi del linguaggio, disturbi di attenzione ed iperattività, immaturitá, o su quello
che risulta più utile alla scuola con la quale si avvia il progetto); vengono tenuti anche
momenti di osservazione nelle scuole ed interventi sul gruppo classe (dalle materne alle
superiori), per lavorare sulle dinamiche relazionali, sui prerequisiti scolastici attraverso
il gioco e proposte psicomotorie, su abilitá logiche e metacognitive, sulle problematiche
adolescenziali.
Attraverso le figure della Dott.ssa Paola Soccini, neuropsicomotricista, formatore e applicatore del Metodo
Feuerstein e di Fabiana Tamburrini, insegnante, educatore e applicatore del Metodo Feuerstein, l’Associazione
farà partire attività ludiche (usando come veicolo la musica, la pittura, il movimento), giochi di squadra, attività
motorie, laboratorio teatrale e doposcuola, sostenendo in
tutti gli aspetti la crescita dell’individuo.
L’Associazione Arcobaleno vuole essere sempre più vicina alla realtà dei bambini e dei ragazzi,
attivando vari progetti come quelli giá avviati in ambito sportivo e ricreativo/relazionale:
si sta collaborando con la scuola calcio del Formigara, andando sul campo da gioco a proporre
esercizi mirati a migliorare lo spirito di squadra e le abilità tecnico/sportive;
si stanno tenendo degli incontri presso gli oratori con i bambini/ragazzi per poter dare
agli adulti che si interfacciano con loro, strumenti sempre adeguati a sostenere la crescita.
via Adua, 12 - Crema (CR)
Tel -Fax 0373 202837
www.dellanoce.biz
[email protected]
Portatile • Semplice
Senza installazione
...perché al tuo giardino,
non basta accontentarsi...
Tosaerba • Trattorini • Motoseghe • Motozappe • Motopompe • Decespugliatori • Tosasiepi
SABATO 23 MARZO 2013
Seguici su
100 NEGOZI
25
Il Cremasco
26
SABATO 23 MARZO 2013
CREDERA: lezioni di giornalismo in classe 5a
PALAZZO PIGNANO
L’Antiquarium romano
alla ribalta nazionale
I
U
n giornalista in classe. I ragazzi di quinta della scuola elementare di Credera – al termine di una serie di lezioni sulla
stampa e i giornali con l’insegnante Raffaella Viviani – hanno ospitato Luca Guerini. Al giornalista de Il Nuovo Torrazzo
hanno fatto molte domande, dimostrando grande interesse e
preparazione. S’è parlato di menabò, dei vari tipi di articolo,
delle nuove tecnologie, dell’informazione “integrata” (cartaceo,
sito web, social network e radio) del settimanale diocesano, del
lavoro di redazione e di molto altro ancora. Per gli alunni è stata
una bella esperienza, magari da completare alle medie con una
visita alla sede del giornale.
TRESCORE: il Comune premia i volontari
nteressantissimo incontro, venerdì 15 marzo, presso l’area
archeologica di Palazzo Pignano,
che ha ospitato una visita guidata
della classe 5a elementare dell’Istituto Comprensivo “G.B. Puerari”
di Sospiro (Cr). L’iniziativa s’inserisce nell’ambito del progetto didattico Radici del Presente, promosso da “Assicurazioni Generali”.
L’idea nasce dal desiderio dello sponsor di offrire un solido e
duraturo contributo al sistema
scolastico nazionale attraverso la
realizzazione di un Museo con la
collezione dei reperti archeologici
di proprietà del gruppo assicurativo e di un percorso didattico finalizzato alla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico del
Belpaese. Il progetto didattico propone agli insegnanti delle scuole
italiane un percorso di approfondimento delle radici storiche delle
realtà locali attraverso attività da
svolgere in aula, materiali di approfondimento, sopralluoghi nei
siti archeologici e un’attività didattica specificamente sviluppata
per il sito web del progetto. Sono
state individuate sul territorio nazionale più di 20 ville imperiali,
tra le quali, appunto, anche la Villa romana tardoantica di Palazzo.
La classe 5a elementare cremonese, per volontà delle insegnanti
Stefania Viola e Daniela Vetromilo, ha aderito al’iniziativa. Grazie
alla professionalità dell’addetta
culturale, la sig.ra Astrid Bombelli, i bambini hanno potuto scoprire e visitare il museo “Antiquarium”, la Pieve romanica di San
Martino con l’antica chiesa del V
secolo, i resti del villaggio altomedioevale del VI e VII secolo d.C.
e l’area della villa romana. Infatti
dalle ore 10 fino alle 15 circa, la
guida ha calamitato l’attenzione
e l’interesse del giovane pubblico,
realmente partecipe e incuriosito.
In occasione della visita, i bambini hanno scattato foto degli scorci che ritenevano più rilevanti e
che verranno caricate sul sito web
del progetto insieme a una descrizione del punto scelto da ogni studente, con il contributo di alcuni
esperti. Il programma, infatti, si
avvale della collaborazione di un
gruppo di ricercatori e archeologi
delle Università Italiane che, coordinati dal prof. Federico Rausa
(docente di Archeologia Classica
presso il dipartimento di Discipline Storiche dell’Università Federico II di Napoli) affiancheranno
nelle diverse attività proposte gli
insegnanti che aderiranno a questo percorso didattico.
Al termine della giornata, le
insegnanti di Sospiro si sono dette
particolarmente soddisfatte della
visita e meravigliate per la bellezza del luogo e per il valore del sito
archeologico.
“Avendo partecipato all’iniziativa, ritengo che l’obiettivo del
progetto, ossia supportare gli insegnanti nella sensibilizzazione
delle nuove generazioni nei confronti del valore dei beni culturali
e delle origini storico-culturali del
territorio in cui vivono, sia stato
ampiamente raggiunto”, il commento di Francesca Sangiovanni,
assessore comunale alla Cultura.
Doppiamente soddisfatta perché
protagonisti della visita sono stati
gli scavi di Palazzo.
Luca Guerini
Trescore Cremasco: inaugurata l’Area Servizi al Cittadino
N
S
abato 16 marzo, l’amministrazione comunale guidata dal
sindaco Giancarlo Ogliari, in carica ancora per poco in
quanto si andrà a elezioni, ha consegnato una pergamena ai
volontari che hanno prestato servizio alla comunità in questi
ultimi 10 anni. La pergamena che gli amministratori hanno
donato ai volontari riporta la seguente motivazione: “Per il
prezioso lavoro svolto, quale volontario, a favore della comunità di Trescore Cremasco”.
Il documento attesta la stima e la gratitudine per la collaborazione e l’impegno costanti nello svolgimento del servizio
nei diversi campi di impegno sociale e civile. Alla sobria cerimonia erano presenti una trentina di volontari.
LG
Sorgente del Mobile
VAIANO CREMASCO - S.S. PAULLESE km 27 - Tel. 0373 791159 - Fax 0373 276259
uovo sportello in Comune. È l’Area Servizi al Cittadino, nata dalla riorganizzazione di funzioni e processi precedentemente
suddivisi in diversi uffici; il tutto per facilitare
ulteriormente il cittadino, “muovendo le informazioni e non le persone”.
La conferenza stampa di presentazione
del progetto, che è già realtà, s’è svolta sabato scorso in mattinata nella sala consiliare
del municipio. Si tratta di un punto di riferimento che l’amministrazione comunale ha
deciso di mettere a disposizione dell’utenza
per fornire risposte sempre più immediate. Il
Comune di Trescore non è nuovo a iniziative
come questa: negli anni, tra i suoi punti di
forza, ha promosso sempre più un’efficace
comunicazione con il cittadino e intensifi-
cato l’impegno degli uffici. All’incontro di
presentazione, insieme al sindaco Giancarlo
Ogliari, erano presenti i consiglieri comunali
Giovanna Facchi e Filippo Dossena, le quattro impiegate che hanno in gestione i servizi
(Donatella Ogliari, Elena Severgnini, Susy
Pedretti e Paolina Belli che seguono l’Anagrafe, le Pratiche cimiteriali, l’URP-Ufficio
Relazione con il Pubblico, Tributi e Protocollo e Filippo Dossena di “Sinergie”, la società che da tempo collabora con l’ente per
il miglioramento dell’aspetto comunicativo.
Con l’apertura del nuovo sportello, mai
più in Comune un residente si sentirà dire:
“Non c’è l’impiegata che si occupa di questo,
torni domani”… Grazie all’interscambiabilità delle dipendenti e a una banca dati spe-
ciale, infatti, tutte le procedure di front-office
saranno sempre possibili. In un unico spazio,
il cittadino potrà svolgere tutte le pratiche
e ricercare le informazioni che gli servono.
Soddisfatti gli amministratori e le delegate ai
servizi: il riscontro è buono e non potrà che
migliorare.
“La comunicazione finalizzata a una miglior fruibilità del Comune da parte della
gente – ha concluso il sindaco Ogliari – è un
lavoro iniziato anni fa e l’Area presentata
oggi è uno dei traguardi finali”. Tra questi,
anche il sito web comunale, che funziona benissimo e permette di conoscere il paese in
tutti i suoi aspetti, superando molte dinamiche burocratiche già con un click.
Luca Guerini
E
ATTENZION
VIABILITÀ MODIFICATA
SEGUIRE LE NOSTRE INDICAZIONI
Dal 1962 mobilieri
con reparto di falegnameria
OFFERTA
SHOCK
Macchina S04
scontata del 50%
da € 149
a € 74,50
con 40 capsule in omaggio
valida fino a esaurimento scorte
(pezzi disponibili 100)
CREMA - via L. Cadorna 37 • Tel. 0373 82554
TI RESTITUIAMO IL 20% DELLA SPESA
- con un BUONO ACQUISTO
valido fino al 30 giugno su tutti gli articoli
disponibili in negozio
- oppure SCONTO 20%
sul prezzo
Il Cremasco 27
SABATO 23 MARZO 2013
PIANENGO: risate con “Ma che ferie da...”
C
ommedia brillante da vivere quella che verrà interpretata
stasera, sabato 23 marzo, alle ore 21 presso il centro diurno pianenghese dalla compagnia teatrale di Ricengo “La bottega delle donne”. A conclusione delle iniziative organizzate
per il mese di marzo dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con Biblioteca e AUSER-Arcobaleno, viene riproposto
l’ormai consueto appuntamento con l’ironica Compagnia di
Ricengo-Bottaiano.
Il team, costituito unicamente da donne e diretto da Angelo Pisoni, ogni anno mette in scena una nuovo lavoro. Stasera
interpreterà Ma che ferie da… Narra di due famiglie che, a
causa di un errore dell’agenzia, si trovano a dividere la stessa
casa-vacanze. Siamo negli anni ’60, la convivenza sarà difficile e a tratti comica, ma alla fine ci sarà da divertirsi, quindi
lo spettacolo è da gustare.
el
PIANENGO: alla scoperta dell’arte organaria
N
ei giorni scorsi gli alunni della classe terza elementare
della scuola primaria hanno partecipato al percorso
didattico di arte organaria visitando due “perle” che hanno
sede proprio a Pianengo: la fabbrica “Tamburini”, sita nella
zona industriale del paese, dove il titolare ha spiegato con
grande pazienza la storia della fabbrica, i differenti modelli
dello strumento e le parti che lo compongono, e il laboratorio
di canne d’organo dei fratelli Denti, dove la classe ha assistito
“dal vivo” alla costruzione di una canna.
“Per la bella giornata trascorsa, le insegnanti Pinuccia e
Maria Rosa e gli alunni ringraziano vivamente il titolare
Saverio Tamburini per l’accoglienza e la competenza nell’illustrare l’arte organaria; i fratelli Denti, Valentino e Paolo,
e il signor Fiorenzo del laboratorio di canne d’organo per
la splendida dimostrazione e per il gradito omaggio, il maestro Mauro Bolzoni per il repertorio musicale eseguito nella
chiesa parrocchiale, gentilmente messa a disposizione da don
Gian Battista”.
Maestre e bambini “ringraziano inoltre l’amministrazione
comunale e la bibliotecaria Laura per l’organizzazione della visita didattica”. Il virgolettato, l’articolo quindi, è stato
scritto dagli alunni stessi alla lavagna multimediale, entusiasti dell’esperienza appena vissuta.
Sergnano: preoccupazioni
per gli impianti Snam-Stogit
O
ggi, sabato 23 marzo, alle ore 19, nella sala del cinema dell’oratorio di Sergnano, si discuterà nuovamente del progetto relativo all’impianto di compressione. L’iniziativa è del gruppo No
Garasaran, fermamente contrario all’operazione.
Lo scorso fine settimana l’amministrazione comunale ha organizzato un’assemblea pubblica nella palestra delle scuole elementari con i tecnici della SNAM (presente anche un rappresentante
della “Stogit”), ben guidata dal coordinatore di redazione de Il
Nuovo Torrazzo, Angelo Marazzi. Il sindaco Gianluigi Bernardi,
introducendo l’argomento, ha sottolineato di voler “chiarire ogni
dubbio. Faccio parte anch’io di questa comunità e non voglio che
qualcosa possa danneggiarla”. Interminabile la discussione, sviluppatasi con numerosi interventi del folto pubblico convenuto: il
“rompete le righe” è avvenuto dopo l’una di notte!
Enrico Duranti, portavoce del No Garasaran (sabato scorso il
gruppo era in piazza Duomo a Crema a farsi sentire sulla questione) ha letto un lungo comunicato in cui venivano elencati tutti i
dubbi non solo sulla centrale SNAM, ma anche su quella “Stogit”,
con l’accusa di cementificare il territorio sergnanese e di non informare correttamente la popolazione. No Garasaran ha fatto sapere di aver presentato un ricorso al TAR del Lazio e uno al TAR
della Lombardia contro la centrale.
La SNAM, con i dirigenti Massimo Montecchiari e Agostino
Limonta, ha illustrato il progetto, presentando anche l’impianto
realizzato a Poggio Renatico in provincia di Ferrara, visitato di
recente dal sindaco Bernardi e da una decina di consiglieri di maggioranza e opposizione. I tecnici e dirigenti SNAM hanno cercato
di rassicurare tutti illustrando le caratteristiche dell’impianto, ma
il dialogo è stato sovente “vivace”. È intervenuto anche il geologo Giovanni Bassi, che segue la pratica per l’amministrazione
comunale, chiarendo che il Comune può intervenire sull’aspetto
viabilistico, in quanto quello tecnico è stato analizzato dalla Regione Lombardia.
L’autorizzazione alla costruzione e all’esercizio dell’impianto
Gas di Sergnano era stata presentata nel marzo 2012 dalla SNAM
al Ministero dello Sviluppo Economico (Dipartimento per l’Energia). Il 26 novembre scorso la Regione Lombardia determinava
l’esclusione con prescrizioni della VIA (Valutazione Impatto Ambientale) del progetto. Il 14 gennaio scorso, “la SNAM comunicava
ai proprietari dell’area interessata (ubicata all’ingresso del paese,
subito dopo la rotonda di Pianengo, sulla sinistra per Bergamo,
ndr) al progetto l’inizio della fase istruttoria del relativo procedindr
mento di autorizzazione, precisando che tale istanza vale anche
come richiesta di accertamento della conformità urbanistica, apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, approvazione del
progetto e dichiarazione di pubblica utilità”.
Un intervento che fa discutere animatamente. Stasera alle 19, in
oratorio, sulla questione è dunque in programma un’altra assemblea aperta a tutti su iniziativa del gruppo No Garasaran.
el
Enoteca CREMAVINI
via Milano, 43 26013 Crema (CR) Tel. 0373 202880 - [email protected]
El
BAGNOLO CREMASCO
Associazione AIPAMM,
un aiuto in più ai malati
D
a qualche anno, anche i pazienti con malattie mieloproliferative
hanno un’associazione a cui far riferimento: l’AIPAMM Onlus, intitolata al cremasco Giambattista Mazzini.
La sezione cremasca lavora in stretta collaborazione con la Fondazione IRCCS del Policlinico “San Matteo” di Pavia, dove opera in attività
di ricerca, diagnosi e cura lo staff dei dottori Giovanni Barosi e Vittorio
Rosti. Istituita per tutelare i diritti dei pazienti affetti da malattie mieloproliferative croniche e dei loro familiari, è pioniera in Italia e si sta
espandendo nella Penisola. A febbraio è stata inaugurata la sede territoriale di Gela, che si pone accanto a quella di Catania; prossima sarà
l’apertura di quella di Roma.
L’associazione è finalizzata a migliorare le condizioni di salute, la
qualità della vita e la sopravvivenza dei malati, nonché a promuovere e divulgare la conoscenza della malattia fra i pazienti e i medici e
prestare un’assistenza adeguata ai malati e alle loro famiglie, oltre che
aumentare le opportunità di ricerca scientifica sulla causa e la cura della
mielofibrosi; si propone pure di perseguire tali finalità valorizzando le
reti di ricerca italiana ed europea già operanti, ovvero il RIMM (Registro
Italiano della Mielofibrosi), coordinato dal Laboratorio di Epidemiologia Clinica/Centro per lo Studio della Mielofibrosi della Fondazione
IRCCS Policlinico “San Matteo” di Pavia, la “MPD Foundation”, una
organizzazione negli Stati Uniti che si occupa di pazienti con malattie mieloproliferative croniche, il consorzio “Leukemianet”, una rete
di ricerca europea sulle malattie ematologiche maligne finanziata dalla Unità Europea e l’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie).
Tanto lavoro per tessere una rete di sezioni territoriali che possa essere
sempre più vicina ai malati e dare speranza.
La prossima iniziativa della sezione cremasca sarà il concerto dei piccoli musicisti della scuola pavese “Suzuki” del maestro Marcello Rosa
(11 maggio, nella sala “Pietro da Cemmo” del Museo Civico di Crema)
e poi l’immancabile Memorial Gianbattista Mazzini, giunto quest’anno
alla settima edizione (25-26-28 maggio, centro sportivo di Bagnolo Cremasco e stadio “Voltini” di Crema). Due eventi ai quali tutti i cremaschi
sono caldamente invitati a partecipare.
Per supportare l’attività dell’associazione è possibile versare una
quota di 5 euro, oppure fare donazioni sul c/c bancario intestato a:
AIPAMM Credito Cooperativo dell’Adda e Cremasco Cassa Rurale
IBAN: IT47 G087 7156 6500 0000 0014 748. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il vicepresidente Regazzi Gilberto al numero
338.2078452. Del direttivo fanno parte: dott. Giovanni Barosi, presidente; dott. Gianfranco Brambilla, consigliere; dott. Quinto Ginelli,
presidente del collegio dei revisori, insieme al dott. Vittorio Rosti e a
Giuseppe Mazzini, oltre a Gianmario Mazzini e Cristina Azzan nel
ruolo di revisori supplenti. Ricoprono invece il ruolo di soci dell’atto
costitutivo la dott.ssa Maria Letizia Lupo, il dott. Alessandro Inzoli e il
sig. Marcantonio Gipponi.
Elisabetta Maesi
28
Il Cremasco
SABATO 23 MARZO 2013
CASTELLEONE
SONCINO
Mercatino, 25° compleanno
Poster
guardando al Guinness... da Torre Isso da premio
S
DOMANI
PRESENTAZIONE
DI INIZIATIVE
E PROGETTI
PRESSO IL TEATRO
GIOVANNI PAOLO II
Il Mercatino dell’Antiquariato
in una foto di repertorio
I
l Mercatino del piccolo antiquariato compie 25 anni. Aspettando la torta e qualche altra sorpresa,
alle quali la presidente Pupilla Bergo e i suoi collaboratori ci hanno
abituato, per l’edizione di aprile
della fiera d’antan (aprile, all’anagrafe delle manifestazioni, è il
mese del compleanno dell’iniziativa, ndr), la mostra mercato aprirà
i festeggiamenti domani, domenica
24 marzo, con un pomeriggio dedicato al passato e al futuro.
Alle 17.30 la presidente e il suo
staff accoglieranno tutti coloro
i quali vorranno partecipare al
momento che rilancia un sogno
tradottosi in realtà grazie allo sforzo, all’impegno e all’audacia di
un gruppo. Un team affiatato che
ha saputo far crescere un piccolo
mercatino dell’antico fatto di una
manciata di stand, sino alle dimensioni attuali (200 banchi circa ogni
domenica, ndr), con una risonanza
che ha varcato i confini di provincia e regione.
La seconda giovinezza di un’idea passa attraverso una collaborazione con il Comune e con la
parrocchia. La prima è stata sancita dalla convenzione che regola
la locazione dei locali di proprietà
comunali, dietro pagamento di un
canone annuo, nei quali l’associazione ha sede e, soprattutto, dal
contributo erogato dal Mercatino
a favore del restauro delle pareti
esterne del Torrazzo. 100mila euro
che si assommano a quanto messo
a disposizione dalla Fondazione
Cariplo (150mila euro) e a quanto
garantirà il Comune per mettere in
sicurezza il manto esterno dell’antico baluardo.
In merito alla collaborazione con
l’oratorio sarà la sorpresa, regalo di
compleanno, che Castelleone riceverà. Domani tutto sarà chiarito.
In programma il raggiungimento
di un primato da Guinness. Indiscrezioni parlano di un chilometrico panino farcito con cioccolato
che dovrà essere preparato, grazie
alla collaborazione dei fornai del
luogo, e divorato dai castelleonesi.
Domani se ne saprà di più
La giornata dedicata al 25° anniversario si aprirà alle 17.30 con
l’intervento della presidente. Alle
17.40 proiezione del video storico
sul Mercatino. Alle 18 gli interventi
del parroco mons. Amedeo Ferrari,
del sindaco Camillo Comandulli,
dell’assessore alla Cultura Stefano
Micheletti, del vicario don Vittore
Bariselli e del vicepresidente della
mostra mercato William Parmesani. Alle 18.30 la parola all’architetto Tiziano Zanisi che presenterà il
progetto riguardante Torre Isso.
Quindi il buffet per tutti. Un
occasione per brindare ai primi 25
anni del Mercatino.
Tib
i è svolta presso l’aula
magna dell’istituto comprensivo ‘Giovanni XXIII’
di Soncino, la cerimonia di
premiazione del concorso
internazionale Un poster per
la pace, organizzato con la
collaborazione dei Lions.
Per l’occasione l’aula
era gremita di genitori e di
alunni delle quattro classi
terza, accorsi ad ammirare
i poster vincenti esposti in
mostra insieme a tutti gli
altri lavori in gara. Il vincitore assoluto, un vero capolavoro che è già stato inviato negli Stati Uniti per la
gara internazionale, è risultato essere quello nato dalla
creatività di Alice Barbieri.
Altri quattro lavori hanno ricevuto una particolare
segnalazione. Sono quelli
di Greta Monfredini, Luca
Scalvini, Chiara Alberti e
Attaf Houria.
Il concorso ha l’obiettivo
di incoraggiare gli adolescenti a esprimere in modo
creativo, il proprio ideale di
pace e a condividerlo con
altri, in modo che tutti possano raggiungere una maggiore tolleranza per una
civile convivenza.
Questa mattina gli alunni si ritroveranno in aula
magna per l’incontro con
il comandante della locale
stazione dei Carabinieri Paolo Rosin e il Comandante
della Compagnia di Crema
dell’Arma Antonio Savino,
che parleranno ai ragazzi
del ruolo dei Cc nella difesa
delle istituzioni.
CASTELLEONE: Rsa Brunenghi, stop alle rette
L
a Brunenghi va in controtendenza e sceglie, per il 2013, di non aumentare le rette di ricovero della Residenza Sanitaria Assistenziale. Il Cda ha mostrato attenzione alla difficile situazione finanziaria
globale che rischia di mettere in seria difficoltà anche le famiglie degli
anziani ospiti. La chiusura positiva dei Bilanci ha aiutato.
Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha deliberato la
decisione nella seduta del 12 marzo. “Tale scelta – spiegano – accuratamente ponderata dal Consiglio di Amministrazione, è stata fatta
sia in considerazione del gravoso peso che le famiglie devono sopportare per i ricoveri dei loro cari anziani, soprattutto in questo tempo
di crisi economico-finanziaria, sia per la sostanziale chiusura positiva
dei Bilanci degli ultimi due anni che ha permesso di risanare completamente le perdite di anni precedenti. Pertanto le rette per l’anno
2013 restano uguali a quelle del 2012: ospiti provenienti dai comuni
di Castelleone, Montodine, Ripalta Arpina e Gombito 54,70 euro al
giorno; ospiti provenienti da altri comuni 55,70 euro al giorno.”
La R.S.A., oltre a 124 posti accreditati dispone anche di un posto
autorizzato al funzionamento, ma non accreditato, e destinato a ricoveri di sollievo (massimo due periodi di 30 giorni in un anno). La
retta per il ricovero di sollievo è di € 55,50 per i residenti nel comune
di Castelleone e dei centri di Gombito, Montodine e Ripalta Arpina,
e di € 56,50 per i residenti negli altri comuni.
Non è tutto. I posti del Centro diurno integrato, (il cui aumento di
rette è di soli 30 centesimi al giorno), visto il suo buon andamento,
sono aumentati passando da 20 a 25. È stato istituito inoltre un nuovo
servizio, quello dei Ricoveri temporanei notturni, sempre per gli ospiti
del Centro diurno. Il servizio è stato attivato, un po’ in sordina, con il
1° gennaio e in questi primi due mesi ha ricevuto riscontri e apprezzamenti notevoli, perché costituisce un ulteriore aiuto alle famiglie.
Tib
CASTELLEONE: Affido, una rete possibile
A
ffido… una rete possibile per minori e famiglie è il progetto di Comunità Sociale Cremasca che verrà coniugato in due momenti
distinti ma tra loro intrecciati, oggi e domani (sabato 23 e domenica
24 marzo) a Castelleone.
Si parte questa sera presso la sala teatrale Giovanni Paolo II di viale
Santuario con lo spettacolo teatrale La battaglia di Emma. Il sipario
si alzerà alle 20.30 sulla piéce rivolta a bambini, ragazzi e famiglie.
Domani alle 16 sarà invece la sala Leone di via Garibaldi a ospitare il secondo atto della due giorni castelleonese dedicata agli affidi.
In programma un incontro con le testimonianze di alcune famiglie
affidatarie. Per i più piccoli è disponibile uno spazio animazione in
modo che i genitori possano seguire i momenti fondamentali per la
creazione di una rete affidi che possa andare incontro alle esigenze del
territorio.
Tib
CASTELLEONE: i nostri primi 40 anni
A
AA coscritti classe 1973 cercansi!!! È l’appello di Mauro
Valcarenghi, referente organizzativo per i castelleonesi che
quest’anno festeggiano il traguardo dei ‘primi 40 anni’. Lo vogliono fare riunendo gli amici di un tempo, anche quelli che per
ragioni professionali o familiari hanno dovuto lasciare il borgo.
La rimpatriata è fissata per sabato 18 maggio: messa alle 18
in parrocchiale, foto di gruppo, aperitivo con cena e sorprese
presso ‘Gli Oleandri’. Per info e adesioni 349.1549970.
Ti aspettiamo in concessionaria
anche DOMENICA 24
Vailati
F.LLI SRL
La nostra pubblicità
anche su www.creuropa.it
il nuovo portale
di informazione del cremasco
CREMA - Via Milano, 53 - Tel. 0373 / 230110 - Fax 0373 / 31785 - E.Mail: [email protected] - Web: www.vailatifratelli.peugeot.it
...due passi in via Mazzini
Pavesi
Una tradizione che continua
1927
l’Arte della
tavola
e del Regalo
- Lista Nozze -
CREMA - Via Mazzini, 56
CREMA - Via Mazzini, 72 ☎ 0373 256950
☎ 0373 257027
PROFUMERIA
SI EFFETTUANO TRUCCHI DA SPOSA
www.otticacapitano.it
Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua 2013 Pasqua
29
SABATO 23 MARZO 2013
VALMONT - ULTIMA II - REVLON - MARBERT - ANNICK GOUTAL
Occhiali da sole - occhiali da vista
Applicazione lenti a contatto
Via Mazzini, 79 ☎ 0373 256735 - CREMA
CREMA - Via Mazzini, 13 - ☎ 0373 256250  0373 254714
Tante idee
e
simpatiche
proposte
CALZATURE
le calzature benefiche
per il tuo corpo
Via Mazzini, 65 - ☎ 0373 86891  0373 86891
http://www.chizzoli.it
e-mail: [email protected]
BUONA PASQUA
VASTO ASSORTIMENTO
LIBRI DI NARRATIVA
Fav o le a Me re n
Letture animate
per bambini
...a tavola
con la tradizione
della cucina cremasca
Auguri
di buona Pasqua
PASSARERA DI CAPERGNANICA
Via Roma, 18
Sabato 6 aprile ore 16.30
Sabato 20 aprile ore 16.30
CREMA via Delle Grazie, 6/F Tel. 0373 84875
www.libreriadornetti.it
☎ 0373 238118
PARRUCCHIERE
SPACCIO
calze
collant
intimo
da
Intimo
uomo e donna
delle
migliori marche
al miglior prezzo!
squa
A Pa ti
la
Rega IFT
lo G
o
c
s
o
B
NUOVO COLORE
SENZA AMMONIACA
ad alta definizione
Auguri
di buona Pasqua
Crema - via C. Urbino, 7/C - Tel. 0373 85319
Auguri Buona Pasqua
Via Crispi 5/C (zona Campo di Marte)
CREMA - Tel. 0373 267504
www.4point-travel.it
[email protected]
TRATTORIA . BRUSCHETTERIA
SPAGHETTERIA . CARNE ALLA GRIGLIA
MADIGNANO (Cr) Località Marzale
Tel. 0373.65171 - Gradita la prenotazione
Prova il
via Gerrone, 25
Orari: dal lunedì al venerdì
9-12,30 e 16,30-19
il sabato 9-13
Esperienza decennale nella realizzazione di viaggi personalizzati:
individuali, aziendali e gruppi. Bravo-Net Point.
Partner dei principali Tour Operator Italiani.
Emissione diretta di biglietteria aerea, linea e low cost, marittima.
Idee regalo Boscolo GIFT - Liste nozze
per
Cremosano
ZONA INDUSTRALE
LOC. SAN BENEDETTO
Tel. 0373 203574
Agenzia Autorizzata
Pranzo di Pasqua
Antipasti
PASQUETTA
Fantasia di salumi con insalata russa
pranzo
Sfogliata al salmone
con menù alla carta
Frittatina farcita
Rosellina di bresaola
Sformatino di polenta allo zola
Voulevant con spinaci e brié
Primi piatti
Lasagne di pesce
Risotto taleggio e pere
Secondi piatti
Trancio di tonno con insalatina novella
Sorbetto
Arrosto di vitello con patate al forno
00
Fragole con gelato - Dolce pasquale
Acqua - Caffé
Vino bianco: Ortrugo - Vino rosso: Montepulciano
€ 35,
30
Il Cremasco
SABATO 23 MARZO 2013
ROMANENGO
DENTIERA ROTTA!!!
Bilancio 2013
con incognite
RIPARAZIONE IMMEDIATA
PULITURA E LUCIDATURA
Per tutti un utile omaggio telefonando al n. 0373.83385
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
CREMA - Via Podgora, 3 - (Zona Villette Ferriera)
RAPPRESENTATE DA TARES
E TRASFERIMENTI ERARIALI
di BRUNO TIBERI
C
onsiglio Comunale con presentazione
del Bilancio di previsione per l’anno
2013 quello in programma ieri sera a Romanengo. Documento programmatico che
risulta essere pesantemente condizionato
dalla situazione generale di incertezza.
“In questa fase – ha spiegato il sindaco Marco Cavalli
– presentiamo il Bilancio con
anticipo rispetto alla scadenza di giugno per esigenze
tecniche legate alla necessità
di poter disporre di contributi che ci sono stati erogati
per precise opere. Si tratta di
un documento tecnico che
sarà assoggettato a variazioni quando, dopo il mese di
maggio, vi sarà la comunicazione da parte
del Governo centrale in merito ai trasferimenti”.
Romanengo risulta essere tra gli unici Comuni del territorio ad aver predisposto un
Bilancio per l’anno in corso. “Lo abbiamo
IZANO
Festa dell’Albero
Il paese sceglie il verde
opo il grande successo
riscosso l’anno scorso,
quando l’iniziativa ha catturato
l’interesse di tutta la comunità,
anche quest’anno l’amministrazione comunale di Izano, in collaborazione con la commissione
all’Ambiente ed Ecologia e il
gruppo delle Guardie ecologiche volontarie della provincia
di Cremona, ‘Gev’, aspetta tutti i cittadini questa mattina alle
ore 11 presso il parco ‘Vallèe
de l’Hien’, per partecipare alla
seconda edizione della ‘Festa
dell’Albero’.
Pensata allo scopo di sensibilizzare i cittadini izanesi sull’importanza della tutela della biodiversità e della salvaguardia
pago contanti
vendita permuta nonsolooro
Il Comune di Romanengo e il sindaco Marco Cavalli
fatto – ha aggiunto il primo cittadino – consci delle incertezze legate per esempio all’Imu, alla nuova ‘tassa’ per raccolta e smaltimento rifiuti Tares e al quadro generale.
In ogni caso anche nelle precedenti tornate
si sono sempre adottate variazioni al documento programmatico a seconda delle maggiori entrate e/o uscite verificatesi in corso
di esercizio. L’anno in oggetto, a maggior ragione, seguirà
questa logica”.
Sul fronte tassazione, buona notizia per i residenti, non
muterà nulla rispetto al 2012.
Imu mantenuta all’aliquota
base per le prime case, 0.86%
per attività produttive, 0.9 per
seconde case e 0.2 per terreni
agricoli. L’addizionale Irpef
resterà inchiodata allo 0.6%
così come i servizi a domanda individuale
non subiranno variazioni.
“L’unica incognita sarà la Tares – continua Cavalli – che richiederà uno sforzo maggiore a molte categorie. Questo perché parte
dell’introito dovrà essere girato allo Stato.
TRA LE OPERE
SPICCA
IL CASTELLO.
TASSAZIONE
SENZA AUMENTI
D
compro oro
STAMATTINA
FIORI IN DONO
E PIANTINE
PER OGNI NATO
NEL CORSO
DEL 2012
dell’ambiente, con l’iniziativa
l’amministrazione intende cogliere l’occasione per promuovere la piantumazione di alberi
autoctoni e piantine. Si tratta di
una mattinata di festa da passare
all’insegna dell’amore per l’am-
Nei prossimi giorni studieremo il piano finanziario per il passaggio da tassa a tariffa
e prima dell’approvazione del Bilancio, che
avverrà verosimilmente a metà aprile, saremo in grado di presentare il quadro completo e definitivo”.
Poche novità sul fronte opere pubbliche.
“L’intervento più importante – l’illustrazione di Cavalli – è quello sul Castello,
che figurava già nel Bilancio 2012. Si tratta
dell’unica opera di grandi dimensioni programmata. Entro aprile si chiuderà la sistemazione del fontanile e dell’area annessa,
se verremo premiati metteremo mano alla
piazzola ecologica e, grazie a un contributo, realizzeremo in piazza Amigoni la Casa
dell’Acqua. Non mancheranno le manutenzioni ordinarie e la prosecuzione dei lavori
di messa a punto delle strade del paese. L’ex
scuola elementare di via De Brazzi non sarà
oggetto di intervento, semmai di alienazione. Nel caso l’operazione andasse in porto,
come ci auspichiamo, andremo a variare, in
entrata, le voci di Bilancio con una somma
che, in questo modo, potremo impiegare per
altre interventi”.
biente che ci circonda.
Gli alberi sono i polmoni verdi del nostro pianeta, sono loro
che assorbono anidride carbonica per poi restituirci l’ossigeno,
rendono più belli i nostri territori evidenziandone le diversità
e hanno un ruolo fondamentale
nella prevenzione del dissesto
idrogeologico.
È buona cosa che la tutela del
verde riguardi in particolare le
giovani generazioni, in quanto
è importante che comprendano
l’importanza della gestione e
della conservazione degli spazi
verdi, luoghi di socializzazione
e d’incontro che oggi purtroppo
tendono a scomparire.
Tutti coloro che interverranno
alla Festa dell’Albero riceveranno in dono un fiore, un piccolo
gesto per dare il benvenuto alla
primavera.
Nel corso della celebrazione
verrà donato un albero a tutti
i genitori dei bambini nati nel
2012, affinché venga messo a dimora nel proprio giardino oppure, per coloro che non avessero
a disposizione un’area apposita,
il Comune ha individuato alcuni
spazi di proprietà da adibire alla
procedura.
Silvia Bissa
Trigolo
Auser
SI RITIRANO ANCHE ARGENTO
E OROLOGI PREZIOSI
Via Indipendenza, 79
26013 CREMA (CR)
Tel. 0373 438470
DA LUNEDÌ A SABATO
9,30 13,00 / 15,30 19,00
LUNEDÌ MATTINA CHIUSO
Casaletto Ceredano (CR)
via Marconi n. 13
Tel. 327 6936077
e-mail: [email protected]
La Dolce Crema Pasticceria
Catering & Chef a domicilio
Produzione propria di pasticceria fresca,
torte a tema, cake design,
gastronomia salata
Orari di apertura negozio:
lunedì-venerdì 8.00-12.30 e 15.30-20.00
sabato 8.00-20.00 continuato; domenica 8.00-13.00
MARTEDÌ CHIUSO
APERTURA
SPECIALE
Pasqua e pasquetta dalle 8 alle 13
Prenotazioni per colombe classiche, agnelli
di sfoglia vuoti o pieni, uova di cioccolato
decorate a mano e personalizzate
Cascina Cà del Facco, 6
Salvirola (CR)
Tel. 0373 780083 - Fax 0373 789821
www.cadelfacco.com - [email protected]
È
un bilancio che sottolinea l’importanza
dell’Auser, quello stilato
nei giorni scorsi dalla locale sezione, concernente l’attività del 2012. Un
anno nel quale i soci sono
passati da 94 a 120 con 19
affiliati attivi.
Continuando a parlare
di numeri sono stati ben
2.621 i pasti a domicilio
consegnati dai volontari, 1.222 interventi per
assistenza, 225 trasporti
presso strutture sanitarie
e 1.079 ore dedicate ai
servizi alla persona. Il volontariato civico, per l’apertura della piazzola ecologia, ha comportato un
impegno complessivo di
402 ore mentre 8.149 sono
stati i chilometri percorsi.
Tib
Menù di Pasqua
ANTIPASTI
Carpaccio di Salmone con Crostini
Concassé di Pomodorini Freschi
Fiocchetto di Parma, Salame di Cascina, Lonzetta Affumicata
PRIMI PIATTI
Risotto con Porcini e Speck
Timballo di Tagliolini al Salmone
SECONDI PIATTI
Filetto di Storione Gratinato con verdurine fantasia
Sorbetto della casa
Bocconcini di Cosciotto d'Agnello con patate al forno
Fragole con Aceto Balsamico
DESSERT
Bis di dolci
Trancetto di Colomba con Mousse al Gianduia
Semifreddo agli Amaretti con Panna
Caffè - Correzione
CANTINA
Vino Bianco Chardonnay Villa Chiopris
Vino Rosso Cabernet Sauvignon Villa Chiopris
Vino da Dessert Spumante Dolce Tenuta Manuelina
Acqua Frizzante e Naturale Lynx
COSTO A PERSONA € 45,00
MADIGNANO: il Summer camp si prepara
N
on vi è ancora l’ombra della primavera, nonostante
il calendario dica che la stagione mite è già tra noi,
e gli sguardi di Polisportiva Madignanese e Oratorio
Don Bosco sono già proiettati al caldo mese di giugno
per la quarta edizione del ‘Summer camp’. La settimana full immersion in pallavolo, calcio o, da quest’anno,
tennis, accompagnerà i partecipanti dal 10 al 15 giugno.
La formula è quella consolidata di una giornata da
vivere insieme, bambini/ragazzi (6-13 anni), volontari
e istruttori qualificati, non solo per apprendere le nozioni teorico-pratiche della disciplina scelta, ma anche,
e soprattutto, per crescere insieme. L’obiettivo è quello
di contribuire a formare uomini, sportivi, capaci di appassionarsi ad una schiacciata, un ace o una punizione
e arricchire così il proprio bagaglio dando nuovo impulso alle proprie passioni.
La quota di iscrizione ammonta a 125 euro all inclusive, con due opportunità di sconto definite per l’edizione
2013. Se si iscrivono più fratelli o sorelle la detrazione
in quota ammonta a 20 euro, se si è ancora in possesso
dello zainetto dello scorso anno 10 euro di sconto.
“La squadra dei tecnici – spiegano gli organizzatori – è stata incrementata con altro personale ISEF per
fronteggiare il considerevole numero di iscrizioni che
l’anno scorso ha raggiunto i 120 partecipanti. Le collaborazioni con US Cremonese Calcio, Crema Volley,
Ce’ Fitness (Tennis), Polisportiva sez.Calcio, Oratorio
e volontari, sono fondamentali per l’iniziativa, sempre
guardando all’unico vero obiettivo, far divertire bambini e ragazzi”.
Tib
Madignano: tennis nel pallone
Autofficina GATTI
 Autofficina
CENTRO
REVISIONI
 Elettrauto
AUTO, MOTO,
•
Elettrauto
TRE RUOTE, QUAD
 Gommista
• Assistenza
Iniezione
Benzina eericarica
Diesel

Climatizzatori
I
n un tempo quasi record è stato completato l’intervento di
copertura del campo da tennis, recentemente rifatto, del
centro sportivo Foscarino Foschi. Struttura metallica di sostegno allestita, telo montato e illuminazione ormai installata. Una volta effettuato il collaudo il nuovo impianto sarà fruibile. “Questione di giorni” assicurano dagli uffici comunali.
La struttura sarà prevalentemente a vocazione tennistica.
Questo consentirà di liberare la palestra delle numerose ore di
utilizzo da parte degli amanti delle racchette in modo da consentire l’attività ad altre realtà sportive. Una valvola di sfogo
non di poco conto e un ulteriore completamento del centro
sportivo che vanta bocciodromo, campi da calcio e bar.
Tib
SOSTITUZIONE E ASSISTENZA PNEUMATICI
•VENDITA
Autoradio
preventivi gratuiti VENDITA- PNEUMATICI
INVERNALI
Sino
30 aprile 2013
EalCATENE
DA Prossima
NEVE. apertura
• Autofficina
centro revisioni
SCONTO del 20% su dischi e pastiglie
• Gommista
RICORDIAMO CHE A MARZO REVISIONIAMO
Eseguiamo
i veicoli di prima manutenzione
immatricolazione marzo 2009
e
i
veicoli
revisionati
nel marzo 2011nuove
e tagliandi su autovetture
OFFANENGO - Via S.
Lorenzo, 7 • Tel.
mantenendo
inalterata
la 0373.780228
garanzia
E-mail: autoffi[email protected]
OFFANENGO - Via S. Lorenzo, 7
Tel. e fax 0373.780228
E-mail: [email protected]
Il Cremasco 31
SABATO 23 MARZO 2013
PANDINO
CASTELLEONE: parco giochi per cani
Fiera senza
la primavera
S
ACQUA, FREDDO E NEVE LASCIANO
IL SEGNO. PROGRAMMA DIMEZZATO
L
a forte nevicata tra domenica notte e lunedì ha costretto gli ambulanti a lasciare
il borgo con un giorno di anticipo, dopo una
domenica fredda e piovosa, comunque vivace. Fiera di primavera riuscita a metà quindi
lo scorso weekend a Pandino.
“Non ci aspettavamo una coltre bianca simile – riflette l’assessore comunale al
Commercio e Turismo Alessio Marazzi –.
Pazienza. I ben informati sostengono che
un evento atmosferico simile si era verificato
unicamente quindici anni or sono. Domenica, nonostante l’acqua e il freddo, gli stand
sono stati frequentati assiduamente, ma lunedì non è stato possibile dare continuità
alla festa”.
Il tema prescelto per l’edizione 2013, dedicato agli anni ’20 e ’30, all’insegna del
passato quindi, ha entusiasmato e, specie nel
pomeriggio del giorno clou, quello festivo,
la presenza nel borgo è stata significativa. È
stato il sindaco Donato Dolini, assieme al
comandante della stazione locale dei Carabinieri, Gerardo Giordano e al presidente
del comitato di frazione di Nosadello, Francesco Zambarbieri, a inaugurare la Fiera di
San Giuseppe. Un appuntamento preparato
a dovere grazie all’impegno di gruppi e associazioni e alla risposta di commercianti
e ambulanti che ben conoscono Pandino,
dove hanno spesso concluso ottimi affari in
passato.
“La primavera tarda ad arrivare, ma noi
siamo pronti”, ha osservato il primo cittadino prima del taglio del nastro con le forbici
consegnategli da una bimba, dopo il corteo
per le vie del centro. È seguito lo spettacolo,
applaudito, delle majorettes della forte compagine pandinese accompagnato dalle note
offerte dalla banda all’interno dell’area del
trecentesco castello visconteo.
Pandino d’altri tempi è partita in sordina
sotto le nubi, ma col trascorrere delle ore,
dal primo pomeriggio, il centro storico (via
Umberto, grazie all’impegno dei commercianti, è stata riportata agli anni ’20 e ’30)
e il maniero, hanno offerto un gran bel colpo d’occhio. “Questo è un appuntamento di
cui si parla ovunque, che chiama a raccolta migliaia di persone e tanti sfidano anche
l’acqua e il freddo. Queste presenze ne sono
la conferma” hanno argiomentato con sod-
disfazione i promotori dell’evento.
La mostra realizzata sul loggiato del castello con le fatiche di 14 pittori ha fatto da
sipario alla splendida esposizione ospitata in
Sala Affreschi: Pandino in bianco e nero (260
foto della Pandino sino agli anni ’60, curata e realizzata da Ernesto Silva con le foto
del Gruppo Immagine), che si potrà visitare
sino a domani.
Molto attivi il Moto Club per la presentazione dell’ambizioso progetto della ‘Motovia’, la Pro Loco, nella distribuzione di
panini e salamelle, gli allievi della Scuola
Casearia, impegnati nella consegna dei formaggi prodotti nel loro moderno caseificio.
Come anticipato alla vigilia, è comparso
anche un grande album bianco su cui i passanti hanno potuto scrivere le ‘scurmagne’,
i soprannomi che si davano sovente tempo
addietro.
C’erano tutti gli ingredienti per una fiera
da tutto esaurito. Domenica, nonostante
tutto, non è andata male, lunedì ha vinto la
forte nevicata. Inaspettata e, stavolta, “indesiderata”.
El
Uno scorcio
del Parco del Tormo
Parco del Tormo
tra bello e brutto
lis (Parco locale di interesse sovracomunale) del Tormo: il bello
e il brutto. È il tema del concorso
fotografico promosso dalla commissione di gestione del Parco
del Tormo, aperto alle scuole
primarie e secondarie di primo
grado dei Comuni che rientrano
nei confini del territorio bagnato
da questo corso d’acqua, vale a
dire, Arzago, Agnadello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte
Cremasco, Dovera, Crespiatica,
Corte Palasio, Abbadia Cerreto.
Il concorso, che fruisce di un
contributo
dell’Amministrazione Provinciale di Cremona,
riguarda l’anno scolastico 20122013. La scadenza per l’iscrizione e la consegna degli elaborati è
stata fissata al 15 aprile.
CONCORSO
FOTOGRAFICO
RISERVATO
AI GIOVANI
STUDENTI
DEL TERRITORIO
Sono ammesse partecipazioni esclusivamente di classe. Le
scuole dei Comuni che rientrano nel Plis potranno decidere di
aderire con una o più classi, delle
quali saranno referenti i singoli
insegnanti che accetteranno di
RIVOLTA D’ADDA
Paladini del verde
ripuliscono il paese
“I
l malcostume è purtroppo
sempre di attualità. Rifiuti domestici e inerti, anzitutto,
vengono abbandonati in dosi
massicce dappertutto”. Domenica scorsa nel paese rivierasco
è stata proposta Rivolta pulita
2013, ossia una manifestazione
ecologica a tutela dell’ambiente
durante la quale si è proceduto
alla pulizia delle aree verdi e boschi.
All’invito lanciato dall’assessorato all’Ambiente ed ecologia
del Comune, d’intesa col gruppo
comunale ‘Rivolta d’Adda’, con
l’Associazione “S.o.s. Adda”,
con la Federazione Italiana della Caccia, sezione di Rivolta,
con l’Associazione nazionale
Libera Caccia, sezione Rivolta-
Tib
VAILATE: serata a tutto Verdi
I
n occasione del bicentenario della nascita del compositore Giuseppe Verdi (1813), l’amministrazione comunale organizza, questa
sera, sabato 23 marzo, un concerto lirico. L’appuntamento è alle ore
21 presso il Centro civico Alberico Sala di via Dante. I cantanti che si
esibiranno provengono dalla prestigiosa ‘Scuola Musicale’ di Milano,
realtà che già in altre occasioni ha avuto modo di deliziare il pubblico
vailatese con le sue performance. Il repertorio che verrà rappresentato
sarà un estratto delle principali opere del genio parmense, tra le più
celebri delle quali non possiamo non ricordare Nabucco (1842), Rigoletto (1851), Il trovatore (1853), La Traviata (1853), la famosissima Aida
(1871), Otello (1887) e Falstaff (1893).
Il primo cittadino di Vailate Pierangelo Cofferati rivolge un ringraziamento particolare ai signori Paolo Origgi, Riccardo Bisleri e a tutta
la Commissione Cultura per l’insostituibile aiuto prestato nell’organizzazione dell’evento che, ci si augura, possa coinvolgere un buon
numero di spettatori.
Settimana prossima, invece, nella giornata di domenica 31 marzo,
la locale sezione Avis-Aido ha in programma, presso la sua sede, una
bancarella pasquale. Sempre attenta ad animare la vita culturale e
associativa del paese, Avis-Aido Vailate aveva usato la formula della
bancarella anche domenica 10 marzo per omaggiare tutte le donne in
occasione della loro festa.
Ramon Orini
PANDINO
P
i inaugura oggi alle 11 l’area comunale per lo sgambamento dei
cani. Sarà presente il sindaco Camillo Comandulli con l’assessore
all’Ambiente Paolo Spadari. Si tratta di un parco cintato, a lato del
parcheggio di piazza Santi Latino e Giacomo, nel quale i fedeli amici
dell’uomo potranno correre liberi senza guinzagli e museruole. I padroni dovranno solamente rispettare un regolamento deliberato dal
Consiglio comunale nella sua ultima seduta.
A rendere possibile il raggiungimento del traguardo sono state le
collaborazioni siglate dall’ente locale con Mammut Store di Romanengo di Fiorenzo, e l’aiuto garantito da Alberto Bellani e Gabriele
Brocca. L’area sarà fruibile 24 ore su 24 ed è attrezzata con panchine
e contenitori per la raccolta delle deiezioni; l’ombra per ripararsi dal
sole è assicurata dalle piante poste lungo il perimetro del prato. L’accesso è gratuito.
Dando una veloce occhiata al regolamento è importante ricordare che i cani vanno comunque vigilati durante la loro permanenza
nell’area attrezzata; se lo spazio risulta essere occupato i cani di indole
aggressiva vanno tenuti al guinzaglio e/o con museruola; è vietato
l’accesso ai cani femmina nel periodo del calore; a garanzia dell’igiene
e a tutela del decoro dell’area, è fatto obbligo ai possessori-accompagnatori dei cani di essere muniti di attrezzatura idonea alla raccolta
delle deiezioni che dovranno essere depositate negli appositi contenitori presenti nei pressi dell’area.
INIZIATIVA
DELL’ASSESSORATO
CHE HA COINVOLTO
CITTADINI E AZIENDE.
RACCOLTI RIFIUTI
PER 48 QUINTALI
na; con la Cava fratelli De Poli
e la ditta Terzi Ambiente, hanno risposto 52 volontari che si
sono concentrati specie sulle
fasce delle Provinciali CassanoPandino e Rivoltana, nonché sul
tratto dell’Adda maggiormente
coordinare il lavoro degli alunni.
La commissione del Parco del
Tormo “ritiene che lo sguardo e
la sensibilità dei giovani alunni
possano aiutare la consapevolezza degli stessi amministratori
e operatori del Plis – riflette la
presidente Romana Camoli –. Si
chiede ai partecipanti di mettere
a fuoco sia gli aspetti ‘positivi’
del territorio del Plis, come la
bellezza del paesaggio, la peculiarità di qualche sua componente, sia gli aspetti che presentano
criticità e che i ragazzi riterranno di segnalare come situazioni
‘negative’ o quantomeno da migliorare”.
I partecipanti sono invitati a
concentrare “la propria attenzione critica anche all’esterno delle
frequentato.
“Sono stati raccolti 200 sacchi
circa di rifiuti, circa 48 quintali
di scarti. È stata differenziata e
riciclata la parte metallica e vetrosa dei rifiuti (circa 5 quintali),
oltre a pneumatici, ingombranti
e altro ancora”, spiega l’assessore e vicesindaco Elisabetta
Nava. Per l’operazione sono
stati utilizzati anche 10 mezzi,
camioncini per la precisione,
taluni messi a disposizione anche dalle ditte private che hanno
aderito alla giornata ecologica,
cui ha detto ‘sì’ anche il Parco
Adda Sud.
“Ringraziamo tutti i volontari
e le associazioni che hanno partecipato e le aziende che oltre a
prendere parte alla manifestazione hanno messo a disposizione i propri mezzi permettendoci di organizzare al meglio
l’iniziativa”, sottolinea la Nava,
soddisfatta per la risposta dei rivoltani, un po’ meno per quanto
‘filmato’ durante la raccolta”.
Al termine dei lavori i volontari si sono ritrovati al centro
socio-culturale ‘La Chiocciola’
in via Renzi per un simpatico
rinfresco organizzato dall’assessore Cirtoli.
El
AGNADELLO: consulenza legale gratuita
zone urbanizzate. La Commissione propone infatti di valutare
il territorio del Parco a 360 gradi;
nel rapporto tra l’ambito del parco e i centri edificati, ma anche il
territorio agricolo nella sua intera struttura e complessità: la rete
delle acque e dei percorsi, i fontanili, gli arginelli e la struttura
poderale, la vegetazione, la relazione tra la rete di acque/percorsi e gli insediamenti rurali”.
Gli organizzatori hanno messo a disposizione un fotografo
esperto per le eventuali indicazioni tecniche che gli insegnanti
volessero avere.
A ogni classe risultata vincitrice, tra quelle partecipanti nel
medesimo Comune, verrà assegnata una macchina fotografica
digitale compatta.
Non è da escludere che la
commissione di gestione del Plis
decida di “impiegare alcune foto
o anche tutte le fotografie pervenute, per l’allestimento di una
mostra”.
El
Spino d’Adda
M
ani: un corpo a corpo
tra misticismo e passione.. È il tema dello spettacolo di poesia e canzone
in programma stasera in
cascina Carlotta, presso il
centro di documentazione
‘Cecilia Guerini Rocco’,
con inizio alle 21. La serata, organizzata dall’assessorato alla Cultura,
sarà a cura di Laura Bagarella (voce recitante) e
Sabrina Sparti (cantante/
musicista).
L’iniziativa
odierna rientra nell’idea
Quattro mesi d’arte, lanciata dall’assessorato guidato
da Francesca Dordoni.
La medisina miraculusa. È invece il titolo della
commedia in tre atti di
Fabrizio Dettamanti che
interpreterà stasera e domani sera la compagnia
teatrale oratoriana ‘La
Carabèla’ presso l’accogliente sala del cinema
‘Vittoria’.
A
partire dal mese di marzo l’amministrazione comunale di Agnadello ha aperto uno sportello di consulenza legale gratuita per
tutti i cittadini che necessitano di un consiglio qualificato in materia.
Il servizio sarà attivo ogni secondo lunedì del mese, escluso agosto,
dalle ore 17 alle 19, presso il centro civico di via Marconi 6. Il prossimo appuntamento è fissato per il 10 aprile con l’avvocato Gipponi.
Assieme a lui saranno a disposizione di chiunque abbia bisogno di
consulenza altri quattro colleghi: Bulgarini, Valsecchi, Brunelleschi
e Boschiroli.
Lo sportello legale si affianca a quello notarile, avviato a partire dal
23 gennaio e attivo ogni ultimo mercoledì del mese, sempre presso il
Centro Civico di via Marconi dalle ore 17 alle 19. Il notaio designato
dall’amministrazione è la dottoressa Rotta Gentile.
Per scaricare il calendario completo delle date in cui sono fissati i rispettivi due servizi è possibile consultare il sito www.comune.agnadello.cr.it oppure rivolgersi agli uffici comunali al numero 0373/976192.
Ramon Orini
VAILATE: Origgi, poliedricità in mostra
P
assione e impegno per la cultura, per l’arte e per lo studio della storia.
Questo il titolo della mostra di Paolo Origgi, visitabile nella giornata di domani, domenica 24 marzo, dalle 9.30 alle 13.30, presso la
Sala 2 Giugno del palazzo municipale.
Nato a Vailate il 30 aprile 1948, Moriggi è molto legato alla sua
terra d’origine, di cui conosce ogni dettaglio storico, i personaggi, le
tradizioni e le consuetudini.
È personaggio poliedrico, ricco di interessi che riguardano, oltre
alla storia e le arti, la natura e l’ambiente. Si è dedicato alla ricerca,
agli approfondimenti, allo studio, alla promozione e diffusione della
cultura, contribuendo alla nascita di numerose iniziative e alla stesura di interessanti pubblicazioni. Si ricordano, inoltre, le sue attività
di pittore e animatore presso la biblioteca comunale, nonché il suo
impegno in numerosi progetti presso gli istituti scolastici, nei quali
ha trasmesso le sue conoscenze e la sua passione a docenti e studenti.
È stato presidente del Corpo Bandistico di Vailate e assessore all’Ecologia nell’amministrazione Comunale. È tra i fondatori, nel 1994,
del Centro Studi Storici della Geradadda.
Ramon Orini
Tribunale di Crema
Esec. Immob. n. 177/2009 R.G.E. (Reg. Inc. n. 41/2011)
G.E.: Dott. C. Colombo
Estratto Avviso di Vendita di Immobili (quinto esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Marco Severgnini, con Studio in Crema, Via Porzi, n.
7. Vendita senza incanto: 09 Maggio 2013, ore 16.00 presso lo studio del delegato. In Comune di Vailate (Cr), Via Borghi Inferiori, n. 14. Piccola porzione di
fabbricato inserito tra altrui costruzioni, costituito da una camera con sottotetto
e parti comuni nel vecchio contesto vicinale. Sono comprese le seguenti “utilità
comuni” al bene suddetto: cortile – latrina esterna – pompa dell’acqua potabile –
balconi – balconate, oltre a servitù attive e passive presenti nel vetusto complesso
residenziale (androne d’accesso, transito pedonale e carrale, utenze e scarichi,
strutture murarie lungo i confini, ecc...). Dati catastali e confini come in atti. Gli
immobili sono liberi da persone e cose. Immobile non tenuto alla dotazione e
all’allegazione dell’A.C.E. negli atti di trasferimento. Custode Giudiziario: Istituto
Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l.. Prezzo base € 8.859,38 - Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale
di Crema entro le ore 12.00 del 08 maggio 2013 con unito assegno circolare per
cauzione pari al 10% del prezzo proposto dall’offerente, intestato a: “Tribunale
di Crema - Procedura Esecutiva Immobiliare n. 177/2009 R.G.E.”. Vendita
con incanto: 28 Maggio 2013, ore 16,00 presso lo studio del delegato – Prezzo
base: € 8.859,38 con offerte in aumento non inferiori a € 500,00=. Le domande di partecipazioni all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovranno essere
depositate in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la
vendita, con uniti assegni circolari, come sopra intestati, per cauzione, di € 886,00. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv. Marco Severgnini
(tel. 0373/80660 – telefax 0373/223572), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di
Crema e l’Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l., Via Vittorio Veneto, n. 4, Ripalta
Cremasca (tel. 0373/80250 – e-mail: [email protected]), anche per
visionare gli immobili. Perizia e avviso di vendita con modalità di partecipazione,
consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.crema.astagiudiziaria.
com – www.astegiudiziarie .it – www.tribunalecrema.it – www.giustizia.brescia.it
Crema lì 14 marzo 2013
Severgnini Avv. Marco
32
Domande & Offerte
Signora rumena, affidabile, con
referenze cerca lavoro come
BADANTE o DOMESTICA,
nel Cremasco
Signora italiana
cerca lavoro come
PRIVATO VENDE
AGRICOLO
BADANTE, COLF... TERRENO
a Crema - 10 pertiche
GIORNO E/O NOTTE
☎ 389 0394561
☎ 346 1036506
Società metalmeccanica, affermata in Italia ed Estero,
situata nelle vicinanze di Crema
CERCA
RESPONSABILE COMMERCIALE
CON ESPERIENZA PLURIENNALE NEL SETTORE
Richiesta adeguata conoscenza, scritta e parlata, delle lingue
Inglese, Tedesca e Francese
Scrivere a: ditta rif. «F» presso Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A
26013 Crema (Cr)
Coppia italiana offresi come
CUSTODI
SABATO 23 MARZO 2013
in Crema e circondario
OTTIME REFERENZE
Disponibili per PULIZIE E MANUTENZIONE GIARDINO
☎ 0373 259704 (ore pasti e serali)
Tribunale di Crema
☎ 338 4059631
MADIGNANO PRIVATO VENDE BILOCALE
DI 60 MQ ARREDATO con predisposizione
per altra eventuale stanza. Portico coperto,
ampio giardino di 70 mq di cui 40 mq
piastrellato, posto auto nel cortile,
riscaldamento autonomo. No spese
condominiali. € 110.000. ☎ 345 8189193
Classe Energetica G Indice di Prestazione Energetica
376,29 kwh/mq anno (kwh/m2a)
Tribunale di Crema
Esec. Immob. n. 128/2010 R.G.E. (Reg. Inc. n. 5/2012)
G.E.: Dott.ssa M.M. Cristoni
Estratto Avviso di Vendita di Immobili (quarto esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Marco Severgnini, con Studio in Crema, Via Porzi, n.
7. Vendita senza incanto: 16 Maggio 2013 ore 15.00 presso lo studio del delegato. In Comune di Capralba (Cr), Via Roma, n. 74: Appartamento composto
da soggiorno, cucina, un ripostiglio, due camere, bagno, disimpegno e balcone,
ubicato al piano secondo dell’edificio; autorimessa al piano terra; quota proporzionale di comproprietà degli enti e delle parti comuni dell’intero stabile; quota
di 71/1000 delle aree urbane poste al piano terra destinate a parcheggio. L’abitazione è parte di un edificio plurifamiliare, con locali pubblici, di tipo condominiale, edificato all’interno di un’area allo stato sistemata a giardino. Dati catastali
e confini come in atti. Gli immobili sono occupati dagli esecutati. Piccole difformità urbanistico/edilizie sanabili. Classe Energetica E–Prestazione Energetica EPH
118,19 kwh/mqa Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l..
Prezzo base € 57.797,00- Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Crema entro le ore 12.00 del
15 Maggio 2013 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo
proposto dall’offerente, intestato a: “Tribunale di Crema - Procedura Esecutiva
Immobiliare n. 128/2010 R.G.E.”. Vendita con incanto: 05 Giugno 2013, ore
15,00 presso lo studio del delegato – Prezzo base: € 57.797,00 con offerte in
aumento non inferiori a € 3.000,00=. Le domande di partecipazioni all’incanto,
in bollo e non in busta chiusa, dovranno essere depositate in Cancelleria entro
le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con uniti assegni circolari, come sopra intestati, per cauzione, di € 5.779,70-. Maggiori informazioni:
presso il professionista delegato, Avv. Marco Severgnini (tel. 0373/80660 – telefax 0373/223572), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Crema e l’Istituto
Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l., Via Vittorio Veneto, n. 4, Ripalta Cremasca (tel.
0373/80250 – e-mail:[email protected]), anche per visionare gli immobili. Perizia e avviso di vendita con modalità di partecipazione, consultabili in
Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.c rema.astagiudiziaria.com – www.
astegiudiziarie .it – www.tribunalecrema.it – www.giustizia.brescia.it
Crema, lì 14 marzo 2013
Severgnini Avv. Marco
TRIBUNALE DI CREMA
Esec. Immob. n. 103/2010 R.G.E. (Reg. Inc. n. 56/2011) – G.E.: Dott. C. Colombo
Esecuzione Immobiliare n. 95/10 R.G.E. - G.E. Dott. Christian Colombo
(Registro Incarichi n. 18/12)
Professionista Delegato: Avv. Marco Severgnini, con Studio in Crema, Via Porzi,
n. 7. Vendita senza incanto: 09 Maggio 2013, ore 15.00 presso lo studio del
delegato. LOTTO A (Capannone) – In Comune di Pianengo (Cr), Via della Costituzione, n. 4 (già via Roma) - Area con soprastante capannone artigianale totalmente recintata e inghiaiata. Il bene deve obbligatoriamente trasformato in
un’area edificabile, essendo già stato convenzionato con il Comune di Pianengo
un Piano Integrato di Intervento (P.I.I.) a destinazione esclusivamente residenziale, che prevede la demolizione del capannone, con assegnazione di una capacità
edificatoria, per la costruzione di fabbricati solo residenziali, di 2.257 mc e contestuale obbligo di realizzare un parcheggio. Gli immobili sono liberi. Immobile
non tenuto alla dotazione e all’allegazione dell’A.C.E. negli atti di trasferimento.
La vendita avrà luogo in unico lotto al prezzo base di € 87.328,13 - Offerte
da depositare in bollo e in busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Crema entro le ore 12.00 del 08 Maggio 2013, con unito assegno
circolare per cauzione pari al 10% del prezzo proposto dall’offerente, intestato a:
“Tribunale di Crema - Procedura Esecutiva Immobiliare n. 103/2010 R.G.E.”.
Vendita con incanto: 28 Maggio 2013, ore 15,00 presso lo studio del delegato
– Prezzo base: € 87.328,13 con offerte in aumento non inferiori a € 6.000,00=. Le
domande di partecipazioni all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovranno
essere depositate in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con uniti assegni circolari, come sopra intestati, per cauzione, di
€ 8.732,81-. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv. Marco
Severgnini (tel. 0373/80660 – telefax 0373/223572), la Cancelleria Esec. Immob.
Tribunale di Crema e l’Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l., Via Vittorio Veneto, n. 4, Ripalta Cremasca (tel. 0373/80250 – e-mail: [email protected]
com), anche per visionare gli immobili. Perizia e avviso di vendita con modalità
di partecipazione, consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.c
rema.astagiudiziaria.com – www.astegiudiziarie .it – www.tribunalecrema.it –
www.giustizia.brescia.it
Crema, li 14 marzo 2013
Severgnini Avv. Marco
Professionista delegato: Avv. Fabrizia Sinigaglia, con studio in Crema (CR), Via XX
Settembre 86. Vendita senza incanto 15/05/2013 ore 16.00 presso lo studio
del Professionista Delegato. Unico lotto: In Comune di Dovera (CR), via Vittorio
Emanuele 38. Fabbricato ad uso abitativo su due piano fuori terra con annesso
cortile. L’immobile si sviluppa su due piani fuori terra e comprende un soggiorno con scala di accesso al piano primo, una cucina non comunicante dall’interno,
portico con locale ripostiglio, area cortilizia e due camere comunicanti al piano primo. L’immobile risulta disabitato ed in stato di abbandono. Dati catastali e confini
come in atti. Attestazione di certificazione energetica, le unità immobiliari non
sono soggette all’obbligo dell’Attestato di Certificazione Energetica come previsto
al punto 9.6 della Delibera di Giunta Regionale della Lombardia n. VIII/8745 del
22/12/2008. PREZZO BASE: €. 38.463,75. Le offerte da depositare in bollo legale e busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale
di Crema entro le ore 12.00 del giorno 14/05/2013, con unito assegno circolare
per cauzione pari al 10% del prezzo proposto intestato a: “Procedura Esecutiva Immobiliare n. 95/10 R.G.E. – Tribunale di Crema”. Vendita con incanto
30/05/2013 ore 16.00 innanzi al professionista delegato avv. Fabrizia Sinigaglia
in Crema, presso il suo studio. PREZZO BASE: €. 38.463,75 con offerte in aumento sul prezzo base non inferiori a euro 2.000,00. La domanda di partecipazione
all’incanto, in bollo legale dovrà essere depositata nella Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore 12.00 del giorno non festivo
precedente la vendita, unitamente all’assegno circolare come sopra intestato per
cauzione pari al 10% del prezzo base. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta srl – tel. 0373.80250. Per informazioni: Avv. Fabrizia Sinigaglia,
Professionista Delegato, tel. 0373/256451– e-mail: [email protected];
Tribunale di Crema, Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari. Relazione di stima e
avviso di vendita sono pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.com, www.
astegiudiziarie.it e consultabili presso la Cancelleria.
Crema, 11 marzo 2013
Avv. Fabrizia Sinigaglia
Tribunale di Crema - Estratto avviso di vendita - 3° esperimento
Tribunale di Crema - Estratto avviso di vendita - 6° esperimento
Estratto Avviso di Vendita di Immobili (sesto esperimento)
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (3° esperimento)
Esec. Immob. n. 131/2010 RGE (reg. incarichi n. 39/2012)
G.E. dott. Christian Colombo
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo
S.Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 8.5.2013 alle ore 16.00 presso lo studio del
delegato. Lotto unico: in Comune di Trigolo (CR) – via Stanga – Porzione di fabbricato in linea costituita da abitazione ai piani terra e primo collegati da scala
interna, composta al p.t da soggiorno e cucina e al p.I da due camere, un corridoio,
un bagno ed un antibagno, con annessi area cortilizia ed un fabbricato accessorio
adibito al p.t. ad autorimessa e al p.I a fienile. Dati catastali e confini come in atti.
Immobile in classe energetica G; indice prestazione energetica climatizzazione
invernale 211,74 Kwh/mqa. L’unità immobiliare è libera da persone e parzialmente arredata. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta s.r.l
– via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca (CR) (tel. 0373/80250) – e-mail: [email protected] Prezzo base € 65.531,25. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari
del Tribunale di Crema entro le ore 12.00 del 7.5.2013, con unito assegno circolare non trasferibile per cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, intestato a: Proc.
Esec. Immob.131/2010 RGE Trib.Crema. Vendita con incanto: 24.5.2013 alle ore
17.30 nello studio dell’Avvocato delegato. Prezzo base € 65.531,25 con offerte
in aumento non inferiori ad € 3.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto,
in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere depositata in Cancelleria entro le ore
12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare
non trasferibile per cauzione di € 6.553,13, intestato come sopra. Maggiori informazioni presso: professionista delegato avv. Anita Brunazzi (tel. 0373/81407); custode giudiziario, anche per visionare l’immobile; Cancelleria Esec. Immob. Tribunale Crema, anche relative alle generalità del debitore ex art.570 c.p.c.. Relazione
di perizia, nota integrativa e avviso di vendita con le modalità di partecipazione
alla vendita consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.com e www.astegiudiziarie.it
avv. Anita Brunazzi
Esec. Immob. n. 35/2010 RGE (reg. incarichi n. 29/2011)
G.E. dott. Christian Colombo
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo
S.Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 8.5.2013 alle ore 15.00 presso lo studio
del delegato. Lotto unico: in Comune di Crema (CR) nel supercondominio sito
in via Bramante n.102- appartamento al p.II di una palazzina di nove appartamenti, con annesso vano cantina al p.t. e box – autorimessa di pertinenza al
p.t., composto da ingresso, soggiorno, disimpegni, tre camere, cucina e doppi
servizi. Dati catastali e confini come in atti. Immobile in classe energetica G; indice prestazione energetica climatizzazione invernale 453,98 Kwh/mqa. L’unità
immobiliare è abitata dall’esecutato con la famiglia. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta s.r.l – via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca
(CR) (tel. 0373/80250) – e-mail: [email protected] Prezzo
base € 26.815,43. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso la
Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore
12.00 del 7.5.2013, con unito assegno circolare non trasferibile per cauzione,
pari al 10% del prezzo offerto, intestato a: Proc. Esec. Immob.35/2010 RGE Trib.
Crema. Vendita con incanto: 24.5.2013 alle ore 16.30 nello studio dell’Avvocato delegato. Prezzo base € 26.815,43 con offerte in aumento non inferiori
ad € 3.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta
chiusa, dovrà essere depositata in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno non
festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare non trasferibile per
cauzione di € 2.681,54, intestato come sopra. Maggiori informazioni presso:
professionista delegato avv. Anita Brunazzi (tel. 0373/81407); custode giudiziario, anche per visionare l’immobile ( tel.:0373/80250); Cancelleria Esec. Immob.
Tribunale Crema, anche relative alle generalità del debitore ex art.570 c.p.c.. Relazione di perizia e avviso di vendita con le modalità di partecipazione alla vendita consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.
com e www.astegiudiziarie.it
avv. Anita Brunazzi
TRIBUNALE DI CREMA
Esec. Civ. n. 116/2010 - Reg. Incarichi 7/2012 - G.E. dott.ssa Cristoni
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA - IV esperimento
TRIBUNALE DI CREMA
Esec. Immob. n. 142/2010 R.G.E. (Reg. Incarichi n. 52/2012)
G.E.: Dott.ssa M. M. Cristoni
Estratto avviso di Vendita di Immobili (II Esperimento)
Professionista delegato: avv. Simone Benelli, con studio in Crema (CR), v. Crispi, 5. Vendita senza incanto: 05.06.2013 ore 15,00, presso lo studio del
delegato. Lotto unico: in Comune di Pianengo (CR), v. alla Chiesa, 12, appartamento posto al piano terra costituito da tre locali (soggiorno e due camere da letto), cucina, disimpegno, piccolo ripostiglio, bagno e portico, cui
ineriscono all’esterno due ripostigli, una cantina, un locale sgombero, due
legnaie e area ad uso ortivo. Compete inoltre al compendio una porzione
comune di area cortilizia. Dati catastali e confini come in atti. Il compendio
immobiliare ha accesso pedonale e carrale sull’area cortilizia ad uso comune.
Al compendio immobiliare, attualmente libero, compete la proporzionale
quota di comproprietà degli enti e parti comuni dell’edificio di cui l’unità immobiliare costituisce porzione. La condizione del compendio risulta difforme dagli elaborati progettuali agli atti del Comune e dalle schede catastali,
con possibilità di regolarizzazione mediante presentazione di idonea pratica edilizia, per un costo complessivo valutato in euro 3.000,00. Immobile
abitativo in classe energetica “G” e indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale pari a 186,79 kWh/m2a. Custode giudiziario: IVGA
S.r.l. (Ripalta Cremasca, v. Vittorio Veneto, 4, tel. 0373.80250). PREZZO BASE:
euro 30.775,78. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso la
Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema non oltre le
ore 12,00 del 04.06.2013, con unito assegno circolare N.T. per cauzione pari
al 10% del prezzo offerto, intestato a “Proc. Es. Immob. n. 116/2010 R.G.E. –
Trib. Crema”. Vendita all’incanto: 19.06.2013 ore 15,00, presso lo studio
dell’avv. Simone Benelli al PREZZO DI BASE di euro 30.775,78 con offerte in aumento non inferiori a euro 2.000,00. La domanda di partecipazione
all’incanto, in bollo, dovrà essere depositata nella Cancelleria del Tribunale
di Crema non oltre le ore 12,00 del giorno 18.06.2013, con unito assegno
circolare N.T. per cauzione di euro 3.077,57, intestato come sopra. Per maggiori informazioni: avv. Simone Benelli (tel. 0373.386446); Custode giudiziario (anche per visionare l’immobile); Cancelleria esec. immob. Crema.
Relazione e avviso di vendita per esteso consultabili in Cancelleria e sui siti
www.astagiudiziaria.com, www.astegiudiziarie.it, www.giustizia.brescia.it e
www.tribunalecrema.it (ove attivo). La presentazione dell’offerta implica la
conoscenza e l’accettazione degli atti della procedura.
Avv. Simone Benelli
Professionista Delegato: Avv. Corrado Locatelli con studio in Crema, P.zza Istria
e Dalmazia n. 20. Vendita senza incanto: 10 Maggio 2013 ore 15,00 presso lo studio del delegato. Lotto unico. In Comune di Torlino Vimercati (CR)
via Roma n. 17, compendio immobiliare costituito da n. 4 unità immobiliari
così configurate: Unità n. 1: detta unità che si eleva su due piani fuori terra
(P.T e I P) ed è costituita da un portico al piano terra di mq 36 e da un Locale
deposito al primo piano. Unità n. 2: costituita da un locale garage di mq 16.
Unità n 3: costituita da un locale garage di mq 16. Unità n. 4 costituita da un
magazzino di mq 24. Le unità immobiliari presentano difformità edilizie: le
Unità 2-3-4 hanno una altezza media dichiarata di 2,30 m mentre l’altezza effettiva rilevata è di 2,57 m. L’unità 1 presenta un solaio posto all’altezza di 3,20
m con sovrastante parete in muratura di tamponamento che dà origine ad
un locale deposito al piano primo, non rappresentato nelle schede catastali.
Si precisa che la regolarizzazione dello stato dei luoghi è necessaria solo per
l’unità immobiliare 1. All’Agenzia delle Entrate-Ufficio di Crema non risulta alcun contratto di locazione. L’immobile al momento del sopralluogo del perito
è risultato libero. L’immobile oggetto della presente vendita non è soggetto
all’obbligo dell’allegazione dell’attestato di certificazione energetica. Dati catastali e confini come in atti. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie
ed all’Asta s.r.l.. Prezzo base: €. 32.100,00=. Offerta da depositare in bollo
ed in busta chiusa presso Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari Tribunale
di Crema entro le ore 12,00 del 09.05.2013 con unito assegno circolare per
cauzione pari al 10% del prezzo proposto dall’offerente intestato a “Tribunale di Crema – Procedura Esecutiva Immobiliare n. 142/2010 R.G.E.” Vendita
con incanto: 30 maggio 2013 ore 15,00 presso lo studio del delegato. Prezzo base: €. 32.100,00= con offerte in aumento non inferiori ad €. 2.000,00=.
La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo ed in busta chiusa, dovrà
essere depositata in Cancelleria del Tribunale entro le ore 12,00 del giorno
non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare, come sopra
intestato, per cauzione di €. 3.210,00=. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv. Corrado Locatelli (tel. 0373 1970882), la Cancelleria
Esec. Immob. Tribunale di Crema e l’Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l.
(tel. 0373 80250). Ordinanza G.E., perizia ed avviso di vendita con modalità di
partecipazione consultabili sui siti internet www.crema.astagiudiziaria.com,
www.astegiudiziarie.it, www.tribunalecrema.it, www.giustizia.brescia.it.
Crema, lì 15 marzo 2013
Avv. Corrado Locatelli
Privato VENDE A CREMA VIA CRISPI
(Campo di Marte) TRILOCALE + servizi
Classe G 427,77 kwh/m2a. Prezzo interessante
No agenzie. ☎ 335 5653542 (dalle ore 20)
Per trasferimento
CEDO ATTIVITÀ DI PARRUCCHIERE
☎ 349 6360634
Tribunale di Crema
Esec. Immob. n. 115/2010 R.G.E. (Reg. Inc. n. 50/2012) - G.E.: Dott. C. Colombo
Estratto Avviso di vendita di Immobili (secondo esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Marco Severgnini, con Studio in Crema, Via Porzi,
n. 7. Vendita senza incanto: 14 Maggio 2013, ore 15.00 presso lo studio del
delegato. In Comune di Ripalta Cremasca (Cr), Via Molino, n. 2 - Appartamento posto al piano secondo di un fabbricato a tre piani, con porticato, piccolo cortile interno con autorimesse in corpo staccato nel medesimo cortile.
L’appartamento è della consistenza di soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno e due camere con proporzionale quota di comproprietà degli
enti e parti comuni dell’edificio di cui all’art. 1117 Codice Civile. Dati catastali e
confini come in atti. Gli immobili sono liberi da persone. Non risultano difformità edilizie. Immobile non tenuto alla dotazione e all’allegazione dell’A.C.E.
negli atti di trasferimento. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e
all’Asta S.r.l.. Prezzo base € 52.500,00 - Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Crema entro
le ore 12.00 del 13 Maggio 2013 con unito assegno circolare per cauzione pari
al 10% del prezzo proposto dall’offerente, intestato a: “Tribunale di Crema
- Procedura Esecutiva Immobiliare n. 115/2010 R.G.E.”. Vendita con incanto: 30 Maggio 2013, ore 15,00 presso lo studio del delegato – Prezzo base:
€ 52.500,00 con offerte in aumento non inferiori a € 2.000,00=. Le domande
di partecipazioni all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovranno essere
depositate in Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con uniti assegni circolari, come sopra intestati, per cauzione,
di € 5.250,00-. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv.
Marco Severgnini (tel. 0373/80660 – telefax 0373/223572), la Cancelleria Esec.
Immob. Tribunale di Crema e l’Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l., Via
Vittorio Veneto, n. 4, Ripalta Cremasca (tel. 0373/80250 – e-mail: [email protected]
astagiudiziaria.com), anche per visionare gli immobili. Perizia e avviso di vendita con modalità di partecipazione, consultabili in Cancelleria e pubblicati sui
siti Internet www.crema.astagiudiziaria.com – www.astegiudiziarie .it – www.
tribunalecrema.it – www.giustizia.brescia.it
Crema, lì 14 marzo 2013
Severgnini Avv. Marco
Tribunale di Crema
Esec. Immob. n. 58/2010 R.G.E. (Reg. Inc. n. 73/2011)
G.E.: Dott.ssa M.M. Cristoni
Estratto Avviso di Vendita di Immobili (quinto esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Marco Severgnini, con Studio in Crema, Via Porzi, n. 7.
Vendita senza incanto: 16 Maggio 2013 ore 16.00 presso lo studio del delegato.
In Comune di Ripalta Cremasca (Cr), Via Roma, n. 29 Unità immobiliare costituita
da un blocco appartamento + negozio. L’appartamento, cui si accede tramite vano
scala esclusivo con diritto di passaggio all’unità al Piano Terra, è costituito da un locale soggiorno con angolo cottura, un bagno con rispettivo antibagno, un disimpegno ed una camera da letto piuttosto piccola. Il Negozio, situato al piano terra-primo
del complesso, è un ampio locale ad una vetrina con servizio al piano terreno con
annesso deposito al piano primo, avente accesso direttamente dalla Via Roma e dal
vano scala di proprietà dell’appartamento posto al piano primo. Dati catastali e confini come in atti. Gli immobili sono liberi da persone. Nessuna difformità urbanistica/
edilizia. Classe Energetica G – Prestazione Energetica EPH 313,44 kwh/mqa. Custode
Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta S.r.l.. Prezzo base € 52.207,05 - Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Crema entro le ore 12.00 del 15 Maggio 2013 con unito assegno
circolare per cauzione pari al 10% del prezzo proposto dall’offerente, intestato a: “Tribunale di Crema - Procedura Esecutiva Immobiliare n. 58/2010 R.G.E.”. Vendita
con incanto: 05 Giugno 2013, ore 16,00 presso lo studio del delegato – Prezzo
base: € 52.207,05 offerte in aumento non inferiori a € 5.000,00=. Le domande di partecipazioni all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovranno essere depositate in
Cancelleria entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con uniti
assegni circolari, come sopra intestati, per cauzione, di € 5.220,70-. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv. Marco Severgnini (tel. 0373/80660 – telefax 0373/223572), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Crema e l’Istituto Vendite
Giudiziarie e all’Asta S.r.l., Via Vittorio Veneto, n. 4, Ripalta Cremasca (tel. 0373/80250
– e-mail:[email protected]), anche per visionare gli immobili. Perizia e
avviso di vendita con modalità di partecipazione, consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.crema.astagiudiziaria.com – www.astegiudiziarie .it – www.
tribunalecrema.it – www.giustizia.brescia.it
Crema lì 14 marzo 2013
Severgnini Avv. Marco
TRIBUNALE DI CREMA
ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA - 1° esperimento
Esecuzione Immobiliare nr. 155/2010 R.G.E. (reg.inc.04/2013) G.E. dr.
Christian Colombo Professionista delegato Avv. Carlo de Blaw con studio in Crema via C. Urbino, 54 (tel. 0373.83571 fax 0373.257667 e-mail:
[email protected]) Vendita senza incanto: 17/05/2013 ore 16.30
presso lo studio del professionista delegato. Lotto unico: in Comune di
Pandino (CR), in ex casa cantoniera, abitazione al primo piano così organizzata: soggiorno-pranzo, cuoci vivande, disimpegno che conduce a
due camere da letto ed un bagno; cantina, ubicata in una parte del piano terreno di un rustico accessorio e area cortilizia pertinenziale. Classe
energetica G – Indice di prestazione energetica 399,90 kWh/m2a. Prezzo
Base: € 89.600,00= offerte da depositare in bollo e busta chiusa presso
la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro
le ore 12.00 del 16/05/2013, con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato a “Tribunale di Crema - procedura esecutiva immobiliare nr.155/2010 R.G.E.” Vendita all’incanto:
31/05/2013 ore 16.30 presso lo studio del professionista delegato, in
Crema via C. Urbino, 54. Prezzo Base: € 89.600,00= con offerte in aumento non inferiori ad € 2.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto in bollo e busta chiusa dovrà essere depositata nella Cancelleria
delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore 12,00
del 30/05/2013 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10%
del prezzo base, come sopra intestato. Maggiori informazioni presso il
professionista delegato e la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari del
Tribunale di Crema. Ordinanza G.E., perizia e avviso di vendita consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.com,
www.giustiziabrescia.it, www.tribunalecrema.it
Crema, 18.03.2013
Avv. Carlo de Blaw
Tribunale di Crema - Estratto avviso di vendita - 2° esperimento
Esec. Immob. n. 59/2009 RGE (reg. incarichi n. 17/10)
G.E. dott. Christian Colombo
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo
S.Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 9.5.2013 alle ore 16.00 presso lo studio
del delegato. Lotto unico: In Comune di Crema (CR) – via Benzi n. 6 – Appartamento al p.I di una palazzina di 5 unità abitative, dotata di ascensore,
composto da locale ingresso, soggiorno, cucina, ripostiglio, bagno e camera.
Dati catastali e confini come in atti. Immobile in classe energetica E; indice
di prestazione energetica climatizzazione invernale 142,06 Kwh/mq L’unità
immobiliare è abitata dall’esecutato. Custode giudiziario: Istituto Vendite
Giudiziarie e all’Asta s.r.l – via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca (CR) (tel.
0373/80250) – e-mail: [email protected] Prezzo base
€ 122.250,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crema entro le ore 12.00
del 8.5.2013, con unito assegno circolare non trasferibile per cauzione, pari
al 10% del prezzo offerto, intestato a: Proc. Esec. Immob.59/2009 RGE Trib.
Crema. Vendita con incanto: 24.5.2013 alle ore 16.00 nello studio dell’Avvocato delegato. Prezzo base € 122.250,00 con offerte in aumento non inferiori ad € 5.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non
in busta chiusa, dovrà essere depositata in Cancelleria entro le ore 12.00 del
giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare non
trasferibile per cauzione di € 12.225,00 intestato come sopra. Maggiori informazioni presso: professionista delegato avv. Anita Brunazzi (tel. 0373/
81407); custode giudiziario, anche per visionare l’immobile (tel.0373/80250);
Cancelleria Esec. Immob. Tribunale Crema, anche relative alle generalità del
debitore ex art.570 c.p.c.. Relazione di perizia e avviso di vendita con le modalità di partecipazione alla vendita consultabili in Cancelleria e pubblicati sul
siti Internet www.astagiudiziaria.com. e www.astegiudiziarie.it
avv. Anita Brunazzi
sabato 23 marzo 2013
33
Gli annunci di questa rubrica sono gratuiti (con foto) per le persone che festeggiano le nozze di diamante (60 anni) e più e i 95 anni e oltre. Tutte le altre ricorrenze sono a pagamento: per gli auguri,
lauree, ringraziamenti e simili, senza foto € 1,00 a parola, con foto € 30,00; per i festeggiamenti di classe € 70,00; per i matrimoni, gli anniversari di matrimonio e le quattro generazioni (con foto)
€ 50,00. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente ogni inserzione non consona alla linea del giornale. Gli annunci saranno pubblicati fino a esaurimento dello spazio disponibile.
CASALE CREMASCO: 91 ANNI!
Oggi, sabato 23 marzo Anna
Domani, domenica 24 marzo
Smiroldo soffia 8 candeline sulla
Alessandro Neotti festeggerà il
torta.
traguardo dei 91 anni.
Gli auguri più cari e più belli
Complimenti e tantissimi augu-
dai nonni Giordano e Cesarina,
ri dai figli e dai nipoti.
dagli zii Roberto ed Elisa.
Buon compleanno!
Gli alunni della classe 5a
della scuola Primaria di Credera
e le loro insegnanti desiderano
ringraziare il giornalista de “Il
Nuovo Torrazzo”, LUCA GUERINI, che con cortesia e competenza ha fatto loro conoscere in
maniera approfondita il lavoro
che si svolge nella redazione del
giornale.
Lunedì 18 marzo YURI
MANZONI di Cremosano ha
festeggiato 23 anni, lo stesso
giorno si è laureato e sulla torta
il 110 si è conquistato. Complimenti e tantissimi auguri per una
brillante carriera da Manuela e
famiglia.
Per EUSTELLA TRIULZI
di Quintano che domenica 24
marzo compie gli anni. Tanti auguri di buon compleanno da Natascia, Barbara, Rosanna, Erminia, Cristina, Rosaria, Eugenia,
Enrica, Giusy, Tea, Caterina.
Per FABIO CORTESI di
Montodine: martedì 26 marzo
sarà una giornata molto faticosa,
dovrà spegnere tante candeline.
Per questa ardua impresa ti sono
vicini i nonni Cesare e Ines, la
mamma, il papà e il fratello Riccardo. Non potendo purtroppo
fermare il tempo ti auguriamo di
continuare sempre così per altri
100 anni. P.S. la mancia sarà calcolata sulla misura della fetta di
torta. Auguroni!
Varie
Collezionista compra, scambia, MODELLINI DI AUTO in
scala 1:43 in metallo (anche obsolete), MODELLINI DI TRENI in H:0 e vari kit di montaggio. ☎ 339 4145719
VENDO IDROPULITRICE Winnar 10 Bai Karcher seminuova a € 50. ☎ 331 1393409
VENDO QUINTALI 20 DI
LEGNA DA ARDERE (faggio,
rovere, ecc.) a € 12 al q.le per piz-
CREMOSANO
Lunedì 18 marzo Arianna Tedoldi si è brillantemente laureata in
Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Università degli
Studi di Bergamo. Congratulazioni da mamma, papà, Damiano,
Chiara, Luca e dal piccolo Lorenzo.
Felicissimo compleanno!
zerie e privati, disponibile anche
nei bancali. ☎ 338 1649737
VENDO TRAPANO a colonna a 220 volt a € 200 trattabili;
STUFA A LEGNA “della nonna”
a € 150. ☎ 0373 203052
VENDO SP 520 apparecchio
di Vorwerk per folletto per la pulizia ad umido e a secco con aspirazione della polvere e il lavaggio
pavimenti + set di panni € 480
trattabili. ☎ 334 7786076
CHIAVETTA INTERNET
USB, usdpa/umts 3,5 Mbps della
Tre, mod. ZTE MF 627, VENDO
a € 20; HARD DISK esterno usb
3,5’’ un terabyte, perfettamente
funzionante, vendo a € 60. ☎ 393
7531255
VENDO DISCHI 45 GIRI:
“La ragazza dell’ombrellone
accanto - Mi guardano” Mina,
“Mio fratello è figlio unico”
Rino Gaetano, “Fantastic Fly”
Pooh, “Yesterday the night before” Beatles, € 25 cad. ☎ 335
8382744
VENDO 19 PRISMI larg.
CONCESSIONARIA CITROËN PER CREMONA E PROVINCIA:
RIPARATORE AUTORIZZATO, ASSISTENZA-RICAMBI: F.lli
MADIGNANO: FIOCCO ROSA!
Per la gioia di mamma Felicia e papà
Gilberto è arrivata Nicole.
Un grosso “benvenuto” dai nonni, dagli
zii e un bacione particolare dai cugini Michael e Matteo.
cm 40, altez. cm 20, prof. cm 20
colorati, bugnati color rosso corallo (mattone) a metà prezzo, a €
30 totali. ☎ 333 8645988
Arredamento
e accessori per la casa
VENDO DIVANO a 3 posti, stile antico a € 100 trattabili.
☎ 392 8205916
VENDO ARMADIO primi
’800 altezza cm 233, lunghezza
cm 140, profondità cm 50 in massello, cassetto interno con maniglie originali, 2 ante € 650 trattabili. ☎ 035 878400
Auto, cicli e motocicli
VENDO BICI da donna,
ottime condizioni, nera, freni
a bacchetta a € 100. ☎ 0373
203052
In edicola
il numero 1/2013
Bimestrale
d’Attualità
e Cultura
cremonaproduCe
Friendly
Laurea
PIANENGO: 8 CANDELINE!
architettura
Il Ventennio
Società
arturo capitano:
moderno ritrattista
TerrITorIo
Crema e i suoi quartieri
S. maria della croce
SRL CREMA - VIA INDIPENDENZA, 55 - TEL. 0373 200770
Locatelli SNC - BAGNOLO CR. - SS 235 KM 47 (CREMA-LODI) - TEL. E FAX 0373 234869
34
SABATO 23 MARZO 2013
Tutti i risultati sul nostro sito www.ilnuovotorrazzo.it
CALCIO A 5
ECCELLENZA
VOLLEY: STANDARD VINCE IL GIRONE
Enrico IV: obiettivo stagionale sono i playoff
ganico della Valentino
Tessuti, per due anni
consecutivi vincitrice
del titolo assoluto. Proprio contro i rosanero di
Manuel Galvani i ragazzi di Gozzoni e Cremonesi avevano avuto la
meglio nella finalissima
di Coppa della stagione
2011-2012. Un risultato
non pronosticato dagli
addetti ai lavori e che
dro Nichetti e Federico
Lorenzetti.
I rivali contro cui
sono chiamati a vedersela sono compagini
di prim’ordine e non
lasceranno loro vita
facile. Primo fra tutti il
Videoton, squadra che
ha raccolto tra le sue fila
parecchi giocatori che
nelle passate stagioni
hanno militato nell’or-
volley volley volley
G
le ragazze dell’Oratorio Sabbioni riacciuffano il quarto posto e attendono il recupero del match non disputato con il Traba Volley per sciogliere il
pari merito a 27 punti, che le vede appaiate con le coetanee dell’Avis Izano, battute
nell’ultima giornata con un secco 3-0 (25-12; 25-21; 25-14). Dietro di una sola lunghezza la Segi Spino d’Adda, sconfitta dal San Bernardo per 3-0 (18-25; 21-25; 1025). Niente da fare anche per la Polisportiva Pier Giorgio Frassati che perde contro la
capolista lodigiana. Seconda vittoria stagionale per la Capralbese, vincente sul Volley
Zelo. Con la sesta giornata che si disputerà in questo fine settimana, il torneo Under
12 è già al giro di boa del girone di ritorno. Oggi pomeriggio vedremo in campo: Polisportiva Frassati-Sant’Alberto; Pg Laus –Segi Spino d’Adda; Us Capralbese-Traba
Old Volley; Casaletto Ceredano-Oratorio Sabbioni; Avis Izano-Gso San Fereolo.
RAGAZZE: bel 3-1 (25-17; 24-26; 14-25; 21-25) per la Segi Spino d’Adda che in
trasferta batte la terza, il Gso Laudense. Vince anche Zaniboni Infissi Offanengo, rifilando al Gso San Rocco un deciso 3-0 (25-15; 25-15;25-20). Mancano otto giornate
alla fine della regular season e per le Under 14 offanenghesi la rimonta non sembra
poi così impossibile: tra loro e la zona playoff ci sono soltanto 7 punti. In una botte
di ferro, invece, l’accesso delle spinesi, che conducono a 49 punti. Oggi pomeriggio
Spino-Castelnovese e domani San Bernardo-Offanengo.
ALLIEVE: Con due vittorie – l’ultima per 3-0 (19-25; 13-25; 15-25) contro il Volley
Codogno – su due partite disputate, l’Avis Izano si posiziona al comando della classifica playoff. Non va altrettanto bene alla Segi Spino d’Adda, ancora ferma a quota
zero punti. Oggi pomeriggio affronteranno due match in trasferta rispettivamente in
casa del San Bernardo e dello Junior Sant’Angelo. Bene, nei playout, la Polisportiva
Pier Giorgio Frassati, che grazie alle due vittorie conduce il tabellino a punteggio
pieno. Domani le cremasche sfideranno il New Volley Vizzolo.
TOP JUNIOR: Dopo la vittoria in casa dello Junior Sant’Angelo per 3-1 (18-25; 2025; 25-19; 14-25) la Segi Spino d’Adda chiude in girone d’andata dei playoff al primo
posto con 8 punti. Nella prima giornata di ritorno affronterà l’Ap Spes.
OPEN MISTO: le semifinali vedranno sfidarsi Gso Sergnano-Master Volley e Vbc
Bagnolo La Fiesta-Pallavolo Oratorio Izano. Le due squadre vincenti disputeranno a
metà aprile la finalissima per il titolo assoluto. Nei playout, invece, gli accoppiamenti
sono Sant’Alberto-Pozzo dei Golosi e Pallavolo Castelleone-Il Calabrone.
OPEN MASCHILE: Volley Offanengo 2011 44; Vogelsang 38; Segi Spino d’Adda 32;
Offanengo Evergreen 27; Reima Crema 23; Pallavolo Castelleone 18; San Bartolomeo 10; Usd Pianenghese 6; Ambrosiana Sport 0.
IOVANISSIME:
ECCELLENZA
calcio a 5
Mirko Bonizzi e Loris
Luciani; in difesa Luca
Polastri, capocannoniere
della squadra con più
di venti gol all’attivo,
Roberto Doldi e il capitano Luca Comandulli;
a centrocampo Alessandro Polastri, Luca
Fiori, Massimo Corrado
e Fabio Comandulli;
all’attacco le tre punte
Marcello Ricci, Alessan-
calcio a 5
n unico obiettivo
stagionale per i
ragazzi dell’Enrico IV:
conquistare i playoff
nell’Eccellenza del
Calcio a 5. Gli “argentini” del calcetto cremasco
– vogliamo ribattezzarli
così visti i colori, bianco
e azzurro, delle loro maglie – hanno tutte le carte
in regola per riuscire in
questa difficile impresa
che è sfuggita loro la
scorsa stagione, quando,
arrivando quinti, rimasero fuori per una sola
posizione.
“Siamo una squadra
equilibrata – ci ha spiegato il dirigente responsabile Riccardo Cremonesi
– con buone potenzialità
in tutti e tre i settori del
campo”.
A sua disposizione mister Mirko Gozzoni ha
una rosa di tredici giocatori. Tra i pali i portieri
Giovanni Ogliarbadessi,
Classifica: Videoton A 40; Enrico IV 38;
Fidelis San Carlo 36; Dtg San Benedetto
30; Oratorio Spinese 25; Pieranica United 23; Polisportiva Castelnuovo 18; Lte
Soncino 17; Golden Boys Pandino 17;
SimeComm 13; Montodine Calcetto 12;
Casaletto Ceredano 9.
VIII giornata R: Oratorio Spinese-Montodine Calcetto; Golden Boys PandinoPieranica United; Videoton A- Fidelis San
Carlo; Lte Soncino-Sime Comm; Polisportiva Castelnuovo-Casaletto Ceredano;
Dtg San Benedetto-Enrico IV.
PROMOZIONE A
Classifica: Fidelis San Carlo B 23; Videoton B 20; San Luigi Crema 20; Sand
Romanengo 17; Asterhristo Pub 10; Arci
Noa 9; Toga 9; Enercom Circolino 0.
V giornata R: Videoton B-Fidelis San Carlo B; Enercom Circolino-Toga; Sand Romanengo-Asteherhristo Pub; Arci NoaSan Lugi Crema.
PROMOZIONE B
Classifica: Or. Cremosano 27; Bagnolo
Amatori 24; Tassi che Saltano 19; Doverese 18; Ital Modular 17; Amici del
Mulino 13; Gamma 11 9; Ninfa Cafè 8;
I Giaguari 0.
V giornata R: Amici Del Mulino-Bagnolo
Amatori; Oratorio Cremosano-Ital Modular; Tassi Che Saltano-Ninfa Cafè; I Giaguari-Gamma 11; Doverese riposa.
L
e pallavoliste dell’Us Standard non tradiscono i pronostici e si aggiudicano il primo posto nel girone B dell’Open
Femminile. Il dream team allenato da Luca Guerra ha chiuso
la sua regular season con statistiche da record: diciotto vittorie
su altrettante partite disputate e soltanto quattro set persi.
Altrettanto straordinaria la prestazione della new entry Oratorio Agnadello (47 punti), sconfitta soltanto dall’inarrivabile capolista. Terzo posto (41) per le Nuvole Rosse di Bagnolo e quarto per
la Fidelis San Carlo (28), protagonista di una faticosissima rimonta nel girone di ritorno. Queste le squadre che parteciperanno ai
playoff, assieme alle prime quattro del girone lodigiano: il temibile San Fereolo (48), campione della stagione 2010-2011; l’Oratorio
San Luigi (45); Santo Stefano Volley (43) e Gso San Rocco (38).
Nei playout rientreranno, invece, la Polisportiva Capergnanica (27) e l’Usd Pianenghese (26), che si sono viste superare
nell’ultima giornata dalla Fidelis, Jolly Roger Bianchessi (20),
Pallavolo Oratorio San Giorgio (13), Real Qcm2 (11) e il Volley
Scannabue. Dal girone A troveranno Real Qcm (26), Dream
Cafè (23), Alpina (22), Picchio Volley (18), Sant’Alberto (4) e
Fulgor Lodivecchio (3).
Le partire di playoff e playout inizieranno questo fine settimana, secondo un calendario ancora da perfezionare.
Ram
calcio a 11
U
dà una marcia in più
agli argenti del calcetto
cremasco. Il Videoton comanda con 40
punti, soltanto quattro
lunghezze di distanza
dall’Enrico IV (36).
Tra le due squadre, a
38 punti, la corazzata
cremasca Fidelis San
Carlo e appena dietro,
con 30, il Dtg San
Benedetto. Staccate di
un abisso l’Oratorio
Spinese (25) e le altre
inseguitrici che tenteranno di certo il tutto e
per tutto per rientrare
nelle prime posizioni,
valevoli per obliterare il
biglietto dei playoff.
Si preannuncia una
fine di campionato
combattuta e sofferta,
in cui gli scontri diretti
saranno fondamentali. Determinazione e
concentrazione saranno
le armi che Enrico IV
dovrà sfruttare per non
farsi sfuggire questa
preziosa occasione.
calcio a 11
di RAMON ORINI
ECCELLENZA A
Classifica: Amatori Vaiano
28; Us Ricengo 28; Oratorio
Trescore 24; Us Caprabese
23; Oratorio Cremosano 22;
Cantuccio Pandino 21; Asd
Passarera 20; Oratorio Sabbioni 19; Crema Nuova 15;
Cami L. Mecc 11; Pol. Fiesco 11; Us Ticengo 10.
VI giornata R: Cami L.
Mecc-Or. Trescore; Asd Passarera-Oratorio Cremosano;
Us Capralbese-Cantuccio
Pandino; Amatori VaianoUs Ticengo; Crema NuovaOratorio Sabbioni; Pol. Fiesco-Us Ricengo
PROMOZIONE A
Classifica: Sgb Quintano 29;
Or. Atletico Bagnolo 29; Polisportiva Castelnuovo A 27; Us
Standard 23; Sporting Iuvenes
21; Pieranica 21; Or. Izano
17; Polisportiva Castelnuovo
B 16; Vima Castelleone 16;
Uso Romanengo 16; Werder
Crema 14; Baby Garden 14.
VI giornata R: Pieranica-Baby
Garden; Oratorio Izano-Us
Standard; Sporitng IuvenesUs Romanengo; Polisportiva
Castelnuovo A-Vima Castelleone; Polisportiva Castelnuovo B-Sgb Quintano; Or. Atletico Bagnolo-Werder Crema
ECCELLENZA B
Classifica: Am. Bagnolo 29;
Asd Sergnanese 23; Gso
Boffalorese 23; Scannaboys
22; Fidelis S. Carlo 22; Aurora Ombriano 21; Excelsior
Vaiano 18; Fc Calcio Spino
18; Casaletto Vaprio 17; Casaletto Ceredano 16; Atalantina B 13; Campagnola 6.
VI giornata R: Asd Sergnanese-Fidelis S. Carlo; Fc
Calcio Spino-Am. Bagnolo;
Casaletto Vaprio-Excelsior
Vaiano; Casaletto Ceredano-Aurora Ombriano; Gso
Boffalorese-Campagnola;
Scannaboys-Atalantina B.
PROMOZIONE B
Classifica: Amatori Monte
Cremasco 32; Us Pianenghese 28; Atalantina A 26; Torre
Pallavicina 20; Csai Crespiatica 20; Soncino 16; Dal Brambo Montodine 16; Princes
Tower 15; Du Pub Sagic 13;
Oratorio Rovereto 12; Cso Offanengo 9; Dinamo Crema 6.
VI giornata R: Amatori Monte Cremasco-Atalantina A;
Princes Tower-Dinamo Crema; Torre Pallavicina-Or.
Rovereto; Du Pub Sagic-Cso
Offanengo; Dal Brambo Montodine-Soncino; Us Pianenghese-Csai Crespiatica.
Due sale separate climatizzate
Ampia sala cerimonia
Ampio parcheggio
Crema - piazza Garibaldi, 18 - ☎ e  0373 257480
serie 290
struttura in acciaio piegato
SEMPLICE E ROBUSTA
199
,00
A soli €
,00
anziché € 299
mod. 540
Chiuso il mercoledì
Forno a legna
Concediti un peccato...
Pasqua e Pasquetta
SCONTO ROTTAMAZIONE
250
CENTRO RIPARAZIONI MACCHINE Lane e cotoni
PER CUCIRE DI OGNI MARCA filati, merceria
per soddisfare la tua gola
Si accettano prenotazioni per
APPROFITTANE
,00
DI €
PERMUTIAMO IL TUO USATO
www.7sapori.it
Menù di Pasqua € 35 + vini
SI ACCETTANO
TICKET RESTAURANT
Via Enrico Mattei n. 22 - VAIANO CREMASCO -
Pasquetta alla carta
Tel. 0373 27 63 99
sabato 23 marzo 2013
35
15A FESTA DELL’ALBERO
Tanto sole,
un successo!
di LUCA GUERINI
MIGLIAIA DI BIMBI
E RAGAZZI TRA
GLI STAND, I FIORI
E GLI ANIMALI
C
he sole! Che bell’inizio di primavera! Che grande “Festa dell’Albero!”. Ancora una volta l’appuntamento organizzato dall’istituto “Stanga” in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato,
i diversi parchi regionali e tante associazioni del territorio (con il
patrocinio del Comune di Crema) ha catalizzato l’attenzione dei
bambini, ma non solo, nel primo giorno della nuova stagione.
Migliaia le presenze registrate in piazza Duomo (impossibile
quantificarle esattamente) giovedì per la quindicesima edizione della manifestazione “ecologica” legata al rispetto della natura, degli
alberi e, da quest’anno, degli animali, visto che intorno alla Cattedrale si sono visti anche cavalli, pulcini, agnelli, caprette, oche, tartarughe e pappagalli. Gli organizzatori hanno distribuito piantine di
fiori a tutte le scolaresche intervenute, davvero numerosissime, e ai
cittadini essenze autoctone da piantare nei propri parchi e giardini.
Grande l’entusismo dei più piccoli, intenti ad ammirare gli animali presenti e ad accarezzarli, ma anche molto attenti alle spiegazioni delle Guardie Ecologiche e degli esperti “del verde” sui diversi
aspetti della natura e della fauna che abita il nostro territorio (bellissima la lezione sul pesce Siluro che mangia tutti i propri simili di dimensioni più piccole). Aprrezzatissimi anche i modellini di cascina
e mezzi agricoli dei ragazzi
dello “Stanga”. Così come
le radici-sculture, i laboratori
improvvisati e lo stand del
Carnevale Cremasco, con il
Gagét che ha presentato a
tutti i bambini la sua celebre
e ubbidiente oca.
Enorme la soddisfazione
degli organizzatori, in primis
del coordinatore Basilio Monaci e della dirigente scolastica “Stanga” Paola Manara, raggianti durante la visita
delle autorità agli stand (tra
gli altri l’assessore alla Sostenibilità di Crema Giorgio
Schiavini, l’assessore provinciale Paola Orini, Francesca
Bianchessi dell’ufficio scolastico provinciale, Maria
Ausilia Bianchessi, vicepresidente vicario della Libera
Agricoltori e il vescovo Oscar Cantoni). Il vociare dei ragazzi non
ha impedito di cogliere commenti molto positivi e di apprezzamento
per la manifestazione che ogni anno è capace di rinnovarsi e proporsi al meglio.
In concomitanza con la festa si sono tenute come sempre le premiazioni del concorso abbinato all’iniziativa, dal titolo Se fossi solo
un albero. Terze classificate, “ex aequo” le classi IV A e IV B della
scuola primaria “Braguti” e la scuola dell’infanzia di Quintano; seconda la V di Santa Maria della Croce, già vincitrice lo scorso anno;
prima la scuola elementare di borgo San Pietro, con un lavoro collettivo realizzato da cinque classi, I, II e III A, III B e III C.
Il vescovo Oscar ha significativamente portato i saluti di papa
Francesco: “Tutti sapete quanto San Francesco – ha detto – amasse
la natura e il Creato e come ci abbia insegnato a custodire la terra e
i suoi tesori. Facciamo ciò tutti insieme, certi che la terra e la natura
sapranno custodire e preservare l’uomo”.
Impossibile riportare tutte le emozioni scolpite sui volti dei più
piccoli: per questo vi rimandiamo alla galleria fotografica che trovate sul sito www.ilnuovotorrazzo.it.
Una serie di scatti della
“Festa dell’albero” 2013;
galleria fotografica completa
su www.ilnuovotorrazzo.it
“Munari”: ecco Ottomanelli
S
abato scorso si è tenuto presso l’Aula Magna del liceo artistico “Munari” un incontro tra l’architetto-fotografo Antonio
Ottomanelli e gli allievi delle classi quarte e quinte.
S’è trattato di fatto di una vera e propria lezione durata oltre due ore e seguita con grande attenzione e interesse da tutti
gli studenti. L’architetto, che è docente presso il Politecnico di
Milano e che pubblica i suoi lavori e le sue foto sulle più importanti riviste internazionali, ha presentato alcuni suoi interventi
relativi alla rappresentazione della vita quotidiana nei paesaggi
urbani di Stati colpiti da una grave crisi.
Oltre alle conseguenze dei numerosi conflitti in Medioriente, Striscia di Gaza in primis, ha documentato anche gli effetti
dei terremoti de L’Aquila e di Haiti, con le relative proposte di
ricostruzione architettonica dei tessuti urbani devastati. I suoi
interventi – come del resto tutto il suo lavoro – sono a cavallo
tra la rappresentazione iconografica della realtà e la stesura di
progetti che tendono a cambiarla e a ricostruirla. Ottomanelli si
è presentato agli alunni dell’artistico come un architetto che ha
avuto la possibilità di sperimentare e di intrecciare varie discipline, che spaziano dalle installazioni dell’arte contemporanea
alle fotografie “sociali”, che mirano a illustrare la vita quotidiana delle persone che hanno visto distrutte le loro abitazioni
a causa di una guerra o di una catastrofe ambientale. Dietro a
ogni intervento urbanistico – ha detto l’illustre ospite – ci deve
essere la conoscenza del territorio e della popolazione sui quali
si interviene. Ecco perché l’architetto deve essere anche, attraverso la fotografia, un acuto osservatore della realtà sociale, a
partire dalla sua componente più debole, sulla quale è chiamato a intervenire. Gli studenti del “Munari”, sia quelli del corso
architettonico sia quelli del grafico-multimediale, hanno molto
apprezzato la testimonianza dell’ospite, a partire soprattutto dal
suo contenuto umano, oltre che professionale.
PAVICERAMICA
SS. 415 Paullese km18 (Via Parma, 8) - SPINO D’ADDA (CR)
GALILEI: Dante e la matematica, sorpresa!
M
etti un sommo poeta, un illustre matematico e una giovane
compagnia teatrale…, fanne un mix e chiama a raccolta un
nutrito numero di giovani studenti. Non può che nascerne una
curiosa sorpresa.
È così che sabato 9 marzo, presso la sala Alessandrini, la Compagnia teatrale “L’aquila signorina” di Bologna ha dato vita allo
spettacolo Dante e la matematica di Bruno D’Amore, cui hanno
assistito numerose classi dell’Istituto “Galilei” cittadino.
La pièce è il frutto dell’amicizia e della collaborazione con
il matematico e filosofo bolognese D’Amore, che nel romanzo
omonimo (ri-edito da Giunti nel 2012, dopo l’ormai esaurito Più
che ‘l doppiar delli scacchi s’immilla) ripercorre con freschezza e fantasia le tappe della formazione scientifica di Dante.
Ne è nata una sorta di conferenza-spettacolo, nella quale un
attore e un’attrice si rimbalzano la parola, ora nelle vesti di Dante
e del suo amico Guido Cavalcanti, ora come narratori o commentatori. L’obiettivo è quello di mostrare il volto di un Dante
curioso, profondo ma scanzonato, che tra banchi di scuola, giochi di scacchi, fortuiti incontri nelle taverne delle diverse corti italiane o nelle vesti di padre, alimenta il proprio sapere umanistico
e scientifico.
Ed è la “logica”, l’antica dialettica, il filo conduttore di tale
percorso: partendo da alcune terzine della Comedìa o da suggestive ipotesi sulle conoscenze matematiche, astronomiche e di
calcolo che Dante acquisì nei luoghi della sua formazione, gli
episodi dialogati proposti cercano di illustrare il “principio del
terzo escluso” e il metateorema dello “pseudo-Scoto”, l’infinito
in potenza di Aristotele, il sistema numerico indo-arabo e l’impossibile – o possibile? – questione della quadratura del cerchio.
Se la parte narrata si rifà direttamente e puntualmente ad alcuni capitoli del romanzo di D’Amore, gli intermezzi commentati
ne spiegano gli antefatti storici, i riferimenti culturali, le ricadute
poetiche; alle spalle degli attori scorrono immagini proiettate che
richiamano le più significative testimonianze artistiche relative
ad alcuni luoghi, personaggi ed episodi della Comedìa. Uno spettacolo vario e fluido, che ridona vita al pensiero di Aristotele, agli
insegnamenti dell’arabo Averroè, alla disarmante astuzia del saggio Sissa Nassir, a Fibonacci e al suo Liber Abaci, fino a giungere
al rigore della geometria di Euclide.
Se dal punto di vista didattico tale esperienza vuol porsi come
stimolo per proporre nelle singole classi alcuni interventi di approfondimento su singole tematiche (l’infinito, la logica…, il ruolo dell’intellettuale medioevale…), nell’intento degli insegnanti
vive il desiderio di riconsegnare ai propri studenti l’immagine di
un mondo antico ancora splendidamente moderno, in cui il “sapere” è sintesi di una cultura poliedrica e dove Dante, da perfetto
intellettuale del suo tempo, lo trasforma in sublime poesia.
FERRAMENTA VOLTINI di G. Dossena
dal 1923
Tel. 0373 965312 Fax 0373 966697
Dal lunedì al sabato 8.30-12 e 14-18.30. Sabato 15-18.00
Augura
Buona Pasqua
e
h
c
i
m
a
r
t
e
e
C
u
i
q
t
t
r
e
a
n
P
Cami
Shoow Room di oltre 1500 mq
dove troverai esposte le migliori marche
Scopri l’offerta del mese. Visita il nostro sito internet: www.paviceramica.it
senza gas
senza canna fumaria
senza installazioni
semplice da usare
massima sicurezza
Via IV Novembre, 33 - CREMA
Tel. 0373 25.62.36 - Fax 25.63.93
36
Al Caffè
Letterario,
ecco Ghiotti
SABATO 23 MARZO 2013
“Giornata di primavera Fai”:
le meraviglie di palazzo Terni
“La passione
secondo
Giovanni”
Il mondo dei ragazzi suoi coet
anei, quel momento nella vita in
cui si scopre di dover crescere, abbandonare l’adolescenza per entrare nella vita adulta è al centro del
prossimo appuntamento del Caffé
Letterario di Crema.
Ospite uno scrittore 18enne romano, considerato tra i migliori
della sua generazione: Giorgio
Ghiotti, studente al liceo Classico “Manara”, che per il suo libro
d’esordio Dio giocava a pallone, pubblicato da Nottetempo, è stato selezionato per la tavola rotonda degli
scrittori esordienti tanto al festival
“Libri Come che” al prossimo Salone del Libro di Torino. Ghiotti è
stato finalista al Campiello Giovani
2011 e 2012, vincitore sempre nel
2012 del Campiello Giovani nel
Lazio.
L’appuntamento con questa serata giovane è fissato per lunedì 25
marzo ore 20.45, alla sala Bottesini
dell’Istituto musciale “Folcioni”,
in via Verdelli 6. Durante la serata, che sarà condotta da Tiziana
Cisbani, sono previsti interventi
musicali di Jessica Sole Negri e
Ruggero Frasson che eseguiranno i
brani musicali che Ghiotti ascoltava mentre scriveva i racconti; Walter Bonetti ed Emma Sangiovanni,
della scuola di teatro del San Domenico, leggeranno alcuni brani.
L’incontro fa parte della rassegna “Caffé a teatro” organizzata
dall’associazione culturale cremasca in collaborazione con la Fondazione San Domenico. I protagonisti di Dio giocava a pallone sono
ragazzi nati, come l’autore, all’inizio degli anni Novanta: ognuno di
essi, a suo modo, esplora inquieto
quel passaggio dall’adolescenza
all’età adulta che li renderà sconosciuti a se stessi. I compiti in classe,
con il loro schema calcistico di chi
passa la soluzione e di chi copia, i
giorni di scuola dove un buon voto
è la possibilità di andare al mare e
di innamorarsi al sole, le feste con
la luna, i baci infuocati con partner
inattesi, un’isola inventata, metafora dell’adolescenza da cui si esce
ritrovandosi perduti, l’ascolto proibito dei desideri del proprio corpo,
le corse forsennate con i motorini
truccati che trasformano i lungomari in un nostalgico Far-West...
N
Due belle immagini del palazzo Terni de’ Gregorj Portapuglia Bondenti,
che sarà eccezionalmente aperto al pubblico oggi e domani grazie al FAI
di LUCA GUERINI
U
scire di casa per un appuntamento speciale, che coinvolge il
cuore e la mente. “Invadere” per una volta le città e sentirsi
parte di una collettività che si riconosce nella cultura del nostro
Paese. Vivere l’esperienza di tante storie diverse che raccontano
un’unica grande storia, la nostra, attraverso capolavori dell’arte,
ambienti meravigliosi e luoghi apparentemente familiari eppure
sorprendenti. E “riconoscersi tra sconosciuti” grazie a questi sentimenti comuni, stati d’animo che ci fanno sentire più vicini gli
uni agli altri.
È ciò che succede durante la XXI Giornata FAI di Primavera, in
programma oggi sabato 23 e domani domenica 24 marzo. Una
grande mobilitazione popolare che è diventata negli anni irrinunciabile per centinaia di migliaia di italiani e che ha coinvolto finora
6.800.000 persone. Anche quest’anno il FAI – Fondo Ambiente
Italiano – apre 700 luoghi in tutta Italia, bellezze spesso inaccessibili e per l’occasione eccezionalmente a disposizione del pubblico.
Per la prima volta il FAI propone le Giornate di Primavera anche
a Crema. Per l’occasione verrà aperto il palazzo Terni de’ Gregorj
Portapuglia Bondenti di via Dante Alighieri: un evento eccezionale per la città. Il palazzo segna il passaggio dal gusto seicentesco a
quello barocchetto del Settecento: si caratterizza per la mole imponente in cotto a vista di gusto lombardo e per la ricchezza delle
decorazioni. L’edificio ha una struttura complessa: due ali, rivolte
verso la piazzetta Winifred Terni de’ Gregorj, sono collegate da
un corpo arretrato e formano una corte, chiusa da un’alta muraglia con quattro statue di elegante fattura. Quasi la metà del corpo
di fondo e l’intero braccio nord dell’immobile sono incompiuti:
questa parte è molto suggestiva; le finestre aperte sul cielo danno
un senso di rovina antica, una quinta quasi “piranesiana” e protoromantica.
La facciata del palazzo, che nasconde al suo interno parti
quattro-cinquecentesche preesistenti alla sua fondazione, presenta ricche decorazioni naturalistiche secondo il gusto piacentino.
Maestosi i due portali d’ingresso in pietra con grandi conchiglie,
FRANCO AGOSTINO TEATRO FESTIVAL
A Concordia tanta
commozione e gratitudine
È
entusiasta Gloria Angelotti, presidente del Fatf, al rientro dall’esperienza a
Concordia sulla Secchia di giovedì della scorsa settimana del Franco Agostino Teatro Festival, che ha regalato un sorriso e un po’ di allegria a 450 bambini della locale scuola primaria colpiti dal terremoto.
“Abbiamo davvero... bucato le nuvole!”, ha commentato nell’incontro stampa di lunedì, in sala delle Vele, richiamando il titolo dell’evento organizzato
nella circostanza con i Cippi Guitti, per portare la solidarietà attraverso un momento teatrale dove gli stessi bambini son stati non solo spettatori ma anche
protagonisti. “È stato emozionante vedere la partecipazione straordinaria delle
maestre e dei bambini, come pure del sindaco e degli assessori del Comune di
Concordia.” E a testimoniarlo è la toccante lettera di ringraziamento inviata
dall’assessore del Comune emiliano, Angela Bozzoli, alla collega di Crema, per
aver favorito i contatti e messo in collegamento il Faft con Concordia. “Cibo e
aiuti materiali sono importanti quando c’è da ricostruire ciò che è andato distrutto – ha osservato ancora la Angelotti, mentre scorrevano le immagini della
giornata – ma non si può dimenticare il cibo per l’anima, soprattutto quando
si tratta di bambini. La gioia, l’allegria, i momenti di svago e leggerezza sono
importanti quanto i bisogni materiali, una vera e propria boccata d’ossigeno che
arriva dritta al cuore. E così è stato.” Intanto un’altra bella notizia per il “Fatf ”:
il suo spettacolo Guasto è stato selezionato per partecipare alla III edizione del
festival “I teatri del sacro” di Lucca dal 10 al 16 giugno.
capitelli a fogliami e festoni di fiori. Preziosi i ferri battuti dei balconi e delle aperture ogivali che alleggeriscono il muro anteriore, sovrastato da quattro grandi statue realizzate nel 1716 da due
scultori milanesi, Giovan Battista Dominone e Carlo Francesco
Mellone. La fondazione della nobile residenza avvenne nel 1698
per opera del nobile giureconsulto Nicolò Maria Bondenti, che incaricò del progetto l’architetto piacentino Giuseppe Cozzi (16711712); l’esecuzione continuò poi, dopo la morte di Cozzi, con
Andrea Nono (capomastro che a Crema lavorò anche alla chiesa
della SS. Trinità), e fu sospesa definitivamente nel 1737, lasciando, come detto, incompiuta la parte nord. Nell’“Ala Bondenti”, la
parte quattro-cinquecentesca del palazzo sono appena terminati i
lavori interni di restauro conservativo, eseguiti sotto la direzione
dall’arch. Magda Franzoni (l’iconostasi con le quattro statue è stata sistemata nel 2010). Si tratta di quattro sale decorate e affrescate
con soffitti “a passa sotto”. La prima e la seconda sala presentano
soffitti a cassettoni con tavolette lignee: nel restauro sono affiorate
decorazioni e figure della seconda metà del 1400. Sugli affreschi
della terza aula hanno lavorato Giovanni Galliari (morto nel 1722)
e Martino Cignaroli (1649-1726). La quarta sala è caratterizzata in
parte da un soffitto ligneo dipinto e in parte da uno a volta affrescato, che rappresenta l’Alcova della famiglia del fondatore.
Durante la “Giornata di Primavera” sarà possibile visitare queste quattro splendide sale del piano rialzato. Il percorso di visita
comprenderà la Biblioteca e la Cappella gentilizia. Gli orari di
apertura del palazzo per entrambe le giornate sono: dalle 10 alle
12 e dalle 14.30 alle 17.30; il tempo previsto per l’intero percorso è
di circa 40 minuti. È consigliata la prenotazione on-line su www.
faiprenotazioni.it, o via e-mail a [email protected] o
telefonando al numero 348.7434207. Prima della visita è necessario registrarsi al Banco FAI in piazzetta Terni de’ Gregorj almeno
15 minuti prima dell’orario. Oggi e domani, poi, anche la Casa
cremasca e la Sala Pietro da Cemmo presso il Museo Civico saranno visitabili grazie alla collaborazione de “I volontari del Touring
Club Italiano per il Patrimonio Culturale” sezione di Crema, così
come il Museo Civico, sempre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.30.
uovo appuntamento questa
sera sabato 23 marzo, alle ore
21.15, a Romanengo al teatro “G.
Galilei”, con la rassegna “Teatri di
Pianura” (replica domani a Crema
in sala Pietro Da Cemmo – Museo
Civico – alle ore 21).
È la volta de La passione secondo
Giovanni (sottotitolo “uno che c’era, ha visto, ha capito, ha creduto”)
con GianMarco Zappalaglio, voce
recitante e Marco Ravasio al violoncello, in collaborazione Enzo
G. Cecchi. Si tratta di un lavoro che
scandaglia il Vangelo giovanneo,
levando le parti prolisse e ripetitive
che toglievano ritmo alla narrazione. Interrogato una volta su come
vedesse la figura di Maria, Ravasio
rispose testuale “ai piedi della croce tutta sporca di sangue” facendo
fuggire la pia intervistatrice. In
questa frase c’è tutta la concezione
cristiana di Ravasio che, unita al cinico disincanto che su questo tema
ha sempre pervaso Zappalaglio, ha
fatto sì che si unissero le forze di
due persone diversissime per arrivare a un lavoro sofferto e profondo che unisce le parole del Vangelo
alle musiche studiate e calibrate sul
testo al quale fornisce una chiave
di lettura alternativa e affascinante,
piena di colpi di scena, pur nella
scena già nota. Zappalaglio affida
alla recitazione, la paura, l’angoscia, l’amarezza e il terrore disperato di un Cristo venduto, deriso,
rinnegato, ingiustamente condannato, frustato, sputato, inchiodato,
che deve bersi, come dice Lui, il calice amaro dell’ira di Dio che lo fa
parafulmine di tutte le nefandezze
dell’uomo ontologico.
Apertura cassa ore 20, informazioni e prenotazioni biglietti al tel.
0373.729263 dalle 18 alle 21 del
sabato, al cell. 339.8181799.
LG
“Nonsoloturisti” al via: Tiziano Terzani, Un indovino ci disse
H
a preso il via lo scorso venerdì con
un doppio appuntamento, la rassegna Nonsoloturisti: Racconti e immagini di
scrittori viaggiatori dedicata a Giorgio Bettinelli dal 2011, cremasco doc, grande
viaggiatore che nel 2008 fu ospite della
rassegna. Giunta alla XIII edizione l’iniziativa gode del patrocinio del Comune di
Crema, assessorato alla Cultura, alle Politiche Giovanili, della Biblioteca Civica,
della Provincia di Cremona, della Regione
Lombardia e dell’Associazione Culturale
“L’Angolo dell’Avventura”.
La giornata è iniziata alle 10.30 presso
la sala Alessandrini con un incontro per
le classi terze delle scuole medie cittadine,
che hanno avuto la fortuna di incontrare
un premio Nobel per la Pace, Aung San
Suu Kyi, voce pacifica del Myanmar (ex
Birmania).
La proiezione del film The Lady è stato
lo spunto per affrontare insieme ai ragazzi
tematiche importanti e complesse come la
tutela della libertà di pensiero e di espressione e l’importanza di una attiva partecipazione alle vicende politiche e sociali del
nostro Paese. Tematiche per le quali l’ospite ha lottato e ha pagato in prima persona
anche a costo della privazione della libertà
personale.
Nella foto da sinistra: Alen Loreti, Mario
Zanot, Marco Del Corona
Il clou della manifestazione si è avuto
presso la sala Pietro Da Cemmo, quando la serata è stata interamente dedicata
alla memoria del grande Tiziano Terzani,
prendendo spunto dal suo libro Un indovino ci disse – Il film. La rivoluzione arriverà e
comincerà con una poesia. Il grande reporter
del Corriere della Sera, inviato di guerra
per tanti anni, è stato presentato oltre che
da Alen Loreti, da due suoi colleghi, Mario Zanot e Marco Del Corona.
La serata è stata incentrata su molte
cose inedite di Terzani a nove anni dalla
sua scomparsa, focalizzando il tutto in
particolare sul suo passaggio da reporter
e inviato di guerra, che ha raccontato tanti
orrori e tante tragedie, fino alla sua conversione a Uomo di Pace, lungo un percorso che è stato molto lungo e travagliato.
Nel 1996 egli si ritira dalla vita pubblica
e inizia il suo viaggio intimista e privato,
non solo per la malattia che lo colpisce.
Non analizza più gli avvenimenti ma comincia un lungo viaggio dentro se stesso,
che lo fa diventare quel grande saggio che
i filmati proiettati durante la serata hanno
documentato.
Un indovino ci disse è l’ultimo libro di
Terzani, dove egli documenta un lungo
viaggio attraverso l’Asia compiuto nel
1993 attraverso 15 Paesi e 35 città, tutto
via terra e mare dopo che un indovino appunto gli disse di non prendere aerei per
un anno. Egli lo ascoltò ed ebbe modo
così di scoprire tante cose che volando si
sarebbe perso.
Mario Zanot e Marco Del Corona vogliono che questo libro diventi un film e
percorreranno adesso l’Italia in lungo e
in largo, per raccogliere fondi perché questo sogno possa diventare realtà. Un altro
modo perché il grande patrimonio spirituale di Terzani non vada perduto. Il progetto dovrebbe realizzarsi nel 2014.
La Cultura 37
SABATO 23 MARZO 2013
MUSICA
HAI ROTTO LA DENTIERA?
La Oxa incanta
il San Domenico
NESSUN PROBLEMA!
alla CREMADENT si effettuano
riparazioni e qualsiasi tipo di modifica
– RITIRO ANCHE A DOMICILIO –
Via Cavalli, 25 (dietro tabaccaio) CREMA
Tel. 0373/200842
Info e prenotazioni:
NEXTOUR Centro Turistico
Via Medaglie d’Oro, 1
Crema (CR) - Tel. 0373.250087
e-mail: [email protected] - www.nextour.it
MOLTO APPREZZATA LA SUA “HISTORY”
MARTEDÌ SARÀ LA VOLTA DI GUALAZZI
di LUISA GUERINI ROCCO
C
ontinuano i grandi eventi al San Domenico. Mercoledì 20 marzo, dopo le ore
21, sul palco del teatro cittadino è salita una
delle più rappresentative “signore” della
canzone italiana: Anna Oxa.
La sua data zero a Crema è giunta poco
dopo le lunghe polemiche legate alla sua
mancata partecipazione all’ultimo “Festival
di Sanremo”, manifestazione che l’ha lanciata e nella quale ha sempre riscosso molto
successo, soprattutto per il suo imprevedibile trasformismo fisico e musicale. Dal punk
degli esordi a cambi nel colore dei capelli,
giocando a fare le femme fatale, per giungere a immagini ora più pacate, ora aggressive tipo donna-guerriero e altre ancora, ma
sempre immancabili motivi di discussione.
Adesso la sua evoluzione, o meglio creatività, come lei stessa preferisce definirla,
l’ha portata a un look più minimalista, ma
sempre molto curato nei dettagli. Sul palco
cremasco, davanti a una platea al completo,
la cantante pugliese, ma di origine albanese, ha stupito di nuovo apparendo con un
DIALETTO: Come sta?
C
ome sta il dialetto cremasco? Una domanda a cui
ha dato risposta, sabato scorso, il professor Luciano Geroldi – autore del Vocabolario
del dialetto di Crema nel 2004
– durante la giornata dedicata
alla “lingua del popolo” promossa dalla Pro Loco presso
la Sala dei Ricevimenti di
palazzo comunale. Il tutto si
inseriva nell’ambito delle iniziative promosse dalla Unione
Nazionale delle Pro Loco Italiane per la “Giornata del dialetto”. Lo studioso ed esperto,
nonché cremasco doc, sullo
stato di salute dell’idioma cremasco ha esordito dicendo:
“Ho una cosa che mi rende
amaro il cuore: il mio dialetto
che sta morendo”.
di GIAMBA LONGARI
I
chiostri del Teatro San Domenico di Crema, con ingresso da
via Verdelli 6, ospitano da oggi,
sabato 23 marzo, la mostra La
dignità di essere uomini, della giovane e poliedrica artista Barbara
Martini. Nel pomeriggio, alle ore
17, la cerimonia d’inaugurazione, con la presentazione a cura di
Marco Viviani.
Per la prima volta a Crema,
ospite di quello che non ha esitato a definire “uno spazio così
bello e prestigioso come il San
Domenico”, Barbara Martini è
una bresciana di 36 anni, residente a Castelleone. Diplomata
a Brescia e in possesso del titolo
accademico che ha ottenuto con
la massima onorificenza all’Accademia di Belle Arti di Brera, da
sempre è appassionata d’arte nelle sue più diverse espressioni, che
vanno dall’incisione alla grafica,
passando attraverso la pittura e la
fotografia.
“Nella mostra di Crema – ha
spiegato l’artista lunedì, nella
conferenza stampa di presentazione – propongo lavori nuovi,
che non hanno nulla a che fare
con altre esposizioni. Con La di-
numero di magia, in total black e lunga
chioma ramata, e ha subito conquistato con
l’inconfondibile timbro morbido e graffiante insieme, dalle mille e mutevoli inflessioni
e la dizione non sempre chiara, mandando
in visibilio il pubblico con le sue movenze
feline.
Sul palco, infatti, non si è mai tirata indietro, mettendosi sempre e completamente
in gioco, dominando lo spazio da sola sul
palco, lasciando quasi in ombra perfino la
sua valida band.
Una personalità prorompente e spiazzante che con Senza di te ha creato un’atmosfera
magica e il percorso si è snodato tra molteplici emozioni, suscitate dalla cangiante
voce, a volte maltrattata, ma sempre sicura
nelle sensazioni da suscitare, confermandosi in ogni momento un autentico animale da
palcoscenico.
In viaggio nei teatri di tutta Italia con
“Oxa History” attraverso i numerosi successi di una lunghissima carriera – circa
35 anni di vita artistica – portati sul palco
e passati quasi in un soffio, che la cantante
ha saputo rendere ancora tutti attuali. Non
S
egnaliamo la mostra “ManifestoCina” di Paola Leone Morettini,
fino al 7 aprile visibile presso il Calisto
Café di Vailate (orari: da martedì a
giovedì 7.30-1; da venerdì a domenica
7.30-2).
Queste carte cinesi costituiscono una preziosa raccolta inedita
che documenta un passaggio fondamentale nella poetica di Paola
Leone Morettini. I viaggi a Taipei,
Hong Kong e Taiwan, compiuti
tra il 1992 e il 1996, sono stati caratterizzati da momenti di studio
e lavoro in un laboratorio della
carta, da esperienze artistiche ed
espositive ma anche da incontri
importanti che hanno segnato una
svolta vitale nel percorso espressivo, stilistico e spirituale dell’artista.
Le opere sono state realizzate
durante i soggiorni in Oriente, hanno viaggiato racchiuse in involti
protettivi che l’autrice ha deciso di
aprire e srotolare solo ora, come si
fa con le pagine di un antico diario
di viaggio.
Sulla superficie sensibile di
queste carte orientali, realizzate
artigianalmente grazie a un’affascinante sapienza millenaria, Paola Leone Morettini ha steso un
racconto fatto di simboli e caratteri
Anna Oxa in concerto a Crema
potevano mancare Un’emozione da poco e Pagliaccio azzurro che ha interpretato poco più
che adolescente, intense e suadenti Donna
con te, È tutto un attimo, Non scendo, fino a
Ti lascerò, che è diventata un vocalizzo nel
finale della nuova versione.
Dopo l’intervallo, un altro momento d’illusionismo per tornare al pubblico e al suo
viaggio attraverso la musica, con poche parole rivolte ai presenti, enigmatiche come
il successivo brano Oltre la montagna e poi
ancora canzoni che hanno suscitato l’entusiasmo degli spettatori e decretato il trionfo
di questo nuovo tour in partenza. L’artista
non si è negata nei bis, in un continuo coinvolgimento tra suoni, luci e la sua immagine
carismatica, che ha catalizzato l’attenzione
di tutti sulla scena per più di due ore.
Martedì prossimo, alle ore 21, sempre in
San Domenico arriverà Raphael Gualazzi:
con la data zero di “Happy mistake tour”.
Dopo due anni lontano dalle scene torna
a esibirsi dal vivo portando sul palco di Crema il suo inconfondibile sound con i brani
dell’ultimo disco di inediti, uscito lo scorso
febbraio per Sugar.
Partenza alle ore 6.00 dal piazzale delle Autoguidovie di fronte alla
scuola ex Agello. Via autostrada si raggiungerà Udine. Pranzo in ristorante. Pomeriggio visita guidata della città. Cena e pernottamento
in hotel. Domenica visita guidata del centro storico di Trieste con il
colle S. Giusto e la cattedrale. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio
visita libera al castello di Diramare. Al termine rientro a Crema dove
si giungerà nella tarda serata.
Quota di partecipazione 280 euro: e comprende pullman, guida specializzata, assicurazione, accompagnatore.
29 marzo - 2 aprile tour in Costiera Amalfitana € 320.00 partenza da
Crema bus, pensione completa con bevande.
Le iniziative d’Orfeo sono riservate ai soli iscritti e dall’assistenza
tecnica dell’agenzia Nextour.
L’iscrizione è libera e la tessera annuale ha un costo di 10 euro.
NOLEGGIO
PIATTAFORME AEREE
REALIZZAZIONE
E
MANUTENZIONE
GIARDINI
MOSTRA
Manifesto-Cina: a Vailate
preziose carte cinesi
grafici, stilizzazioni di immagini
arcaiche il cui significato si stempera nella storia di una lingua misteriosa che conserva qui l’essenza
di un’impressione.
Grazie all’esperienza diretta e
immediata di questo affascinante
supporto e sulla scorta dei grafemi orientali, carichi di storia e di
significati che qui travalicano la
mera interpretazione dell’elemento significante, la Leone Morettini
riesce a liberare dai depositi della
sua esperienza espressiva le potenzialità della forza colore, che carica
l’insieme visivo di un’energia pittorica nuova.
Il pennello si occupa sia del
segno grafico che del gesto cromatico. In questi manifesti trova,
MOSTRA
Al San Domenico
espone Barbara Martini
L’artista Barbara Martini
OGGI ALLE ORE 17
L’INAUGURAZIONE:
L’INQUIETUDINE
DELL’UOMO
NELL’ARTE ANTICA
DELLA TESSITURA
gnità di essere uomini mi concentro
sulle inquietudini dell’uomo di
oggi e il ‘linguaggio’ che utilizzo,
sia per il lavoro su tela sia per l’installazione, affonda le sue radici
nell’antica tecnica del ricamo e
del cucito: storie messe insieme
Sabato 23 e domenica 24 MARZO 2013
PICCOLO TOUR A UDINE E TRIESTE
da una serie di figure ricamate”.
Le figure – che paiono disegnate – sono in realtà fili rossi su
sfondi in parte pittorica: uomini
e donne di ogni età, ritratti in un
istante qualunque della loro esistenza “che narra la condizione
infatti, piena espressione anche
l’urgenza cromatica che si riversa
nelle opere attraverso eruzioni di
colore accostate all’ideogramma
con grazia e misura, come esito di
un gesto rituale.
L’azione artistica in questo
caso non si genera nella mente ma
nell’esperienza diretta e immediata
sulla carta, la quale si nutre di materia pittorica, assorbe e si satura di
pigmento per diventare essa stessa
colore. La carta intercetta e conserva i pensieri, la curiosità, le emulsioni emotive dell’artista come una
pellicola fotografica o come una
lastra incisoria vergine, restituendo
intatte le suggestioni eterogenee
che hanno dato origine al percorso
espressivo.
· DISINFESTAZIONI · DERATTIZZAZIONI
· INTERVENTI SPECIALI PER L’ALLONTANAMENTO
PREVENTIVI GRATUITI
DEI PICCIONI DAI TETTI
VENDITA E NOLEGGIO
ATTREZZATURE DA GIARDINAGGIO
www.ceserani.it
CREMA - VIA MILANO 59 B -  0373 31430
Silvia Merico
della solitudine, il senso della vita
che sfuma via con il destino, senza lasciare la possibilità di costruire attorno a sé un mondo solido
e vero di relazioni”.
La mostra si completa con una
serie di disegni a china preparatori dei lavori principali e, anche,
nell’inganno visivo di cuscini
scolpiti e ricamati nel piombo,
collocati su diversi tipi di sedie:
cuscini che sembrano veri, la cui
“falsità” si scopre solo a pochi
centimetri, addirittura quando
li si tocca. “L’apparenza accogliente e morbida dei cuscini è
puro artificio, è un trabocchetto,
poiché non è possibile fermarsi a
riposare su queste superfici scomode di metallo così come non è
affatto facile trovare un posto comodo in un mondo che ci vuole
costantemente in ansia”.
Il tema della frenesia contemporanea e dei falsi miti creati dalla nostra società, che allontanano
le persone dal proprio “io”, rivive
pertanto nella bella e interessante
mostra di Barbara Martini che,
dopo l’inaugurazione di questo
pomeriggio alle ore 17, resterà
aperta fino al 14 aprile, dal martedì alla domenica, con orario
dalle 16 alle 19.
C’è crisi:
NON CAMBIARE,
AGGIUSTA
elettricista: prese, lampade...
montaggio mobili (Ikea, Mercatone...)
falegnameria (serrature, porte...)
idraulica: rubinetti, scarichi...
tinteggiatura e verniciatura
riparazione piccoli elettrodomestici
piccoli traslochi
www.amicobob.it
[email protected]
38 Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione
sabato
domenica
lunedì
martedì
mercoledì
giovedì
venerdì
23
24
25
26
27
28
29
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20-1.15
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20-0.45
TG1 ore 6.30-7-8-9-10-13.30-17-20-0.50
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
6.45 Unomattina. Contenitore
10.05 Linea Verde Orizzonti. Rb
9.25 Benedzione delle Palme, Santa
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.10 Unomattina storie vere. Rb
Messa e recita dell'Angelus
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
12.25 Linea Verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.30 Le amiche del sabato. Talk show 14.00 Auto F1. GP della Malesia
14.10 Verdetto finale. Rb
17.15 A sua immagine. Rb religiosa
16.35 Domenica in–L'Arena. Talk show 15.15 La vita in diretta. Contenitore
17.45 Passaggio a Nord/Ovest. Docum 17.35 Domenica in–Così è la vita.
18.50 L'eredità. Gioco
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
Contenitore
20.35 Affari tuoi. Gioco
18.50 L'eredità. Gioco
21.10 Qualcosa di speciale. Film dramm
21.10 I migliori anni. Show
20.40 Affari tuoi. Gioco
23.15 Porta a porta. Talk show
24.00 S'è fatta notte. Rb
21.30 Un medico in famiglia 8. Serie Tv 1.25 Sottovoce. Rb
1.00 Cinematografo. Rb
23.35 Speciale Tg
1.55 Rai Educational
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
15.15 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Calcio. Malta-Italia. Qualif.
TG2 ore 13-18-20.30-23.30
TG2 ore 13-17.05-20.30-1.00
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.10
9.45 Inside the world. Docum
7.00 Cartoon Flakes Weekend
9.30 Protestantesimo. Rb religiosa
10.40 Sulla via di Damasco. Rb religiosa 10.10 Ragazzi c'è Voyager. Rb
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.10 Mezzogiorno in famiglia. Conten 10.50 A come avventura. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.30 Dribbling. Rb sportiva
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten 13.50 Medicina 33. Rb
13.45 Auto F1. GP Malesia (qual.)
13.45 Sul filo del pericolo. Film thriller 14.00 Detto fatto. Rb
14.55 Senza traccia. Tel
15.10 Il gioco dell'inganno. Film thriller 16.05 Tutti pazzi per amore. Serie Tv
15.40 La carta del destino. Film giallo
16.35 Fuga dal passato. Film thriller
17.00 Army Wives. Tel
17.10 Sereno variabile. Rb
18.10 90° minuto Serie B. Rb
18.20 Calcio Italia-Ucraina Under 21.
18.05 Amore senza pietà. Film thriller
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
Incontro amichevole
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 NCIS. Tel
21.05 NCIS: Los Angeles. Tel
21.05 Castle / NYC 22. Tel
21.45 Elementary. Tel
21.50 Blue Bloods. Tel
23.40 Tg2 Dossier
22.40 NYC 22. Tel
22.40 The good wife. Tel
TG2 ore 13-18-15-20.30-23.25
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.05 Tutti pazzi per amore. Serie Tv
17.00 Army Wives. Tel
18.45 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Pretty Princess. Film comm
23.20 Aeon Flux–Il futuro ha inizio.
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35
7.40 Il fuggiasco. Film dramm
9.15 Paesereale. Rb
10.15 L'ispettore Derrick. Tel
11.00 Rubriche varie
12.55 Ambiente Italia. Attualità
14.55 Tv Talk. Talk show
17.00 Timbuctu: i viaggi di Davide. Rb
17.25 Life is life–80 e tanta voglia di
rock. Film comm
20.10 Che tempo che fa. Talk show
21.30 Metropoli. Documenti
23.45 Il giallo e il nero. Inchieste
TV
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
15.15 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 53° Premio regia televisiva. Show
23.45 Porta a porta. Talk show
1.55 Sottovoce. Rb
2.25 Rai Educational
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-1.00
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Rb
15.15 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Che Dio ci aiuti 2. Serie Tv
23.30 Porta a porta. Talk show
1.40 Sottovoce. Rb
2.10 Rai Educational
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.55
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Occhio alla spesa. Rb
11.05 Unomattina storie vere. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 A sua immagine. Rb religiosa
15.30 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Porta a porta. Speciale
21.10 Rito della Via Crucis presieduto
dal Papa
22.35 Vivere con passione. Speciale
23.25 Concerto di Pasqua. Da Orvieto
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.05
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.05 Tutti pazzi per amore. Serie Tv
17.00 Army Wives. Tel
18.45 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.05 Tutto Dante. Monologo di Benigni
22.35 A Gifted Man. Tel
23.40 The King Maker. Film avv
TG2 ore 13-18.15-20.30-0.10
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.05 Tutti pazzi per amore. Serie Tv
17.00 Army Wives. Tel
18.45 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 The Voice of Italy. Talent show
24.00 90° minuto Serie B. Rb sportiva
1.15 Rai Parlamento. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.25
8.05 TgR Montagne. Rb
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
14.00 Detto fatto. Rb
16.05 Tutti pazzi per amore. Serie Tv
17.00 Army Wives. Tel
18.45 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.05 Rex 4. Tel
22.45 NYC 22. Tel
23.45 L'ultima parola. Talk show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
8.00 Agorà. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
10.00 La storia siamo noi. Docum
10.50 Codice a barre. Rb
10.50 Codice a barre. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap 13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
15.10 La casa nella prateria. Tel
15.10 La casa nella prateria. Tel
16.00 Geo & Geo. Rb
16.00 Geo & Geo. Rb
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
20.35 Un posto al sole. Soap
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Ballarò. Talk show
21.05 Chi l'ha visto?. Inchieste
23.20 Glob Porcellum. Show
23.15 Glob Porcellum. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
10.50 Codice a barre. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
15.10 La casa nella prateria. Tel
16.00 Geo & Geo. Rb
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Il marito. Film comm
22.50 La storia siamo noi. Docum
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
10.50 Codice a barre. Rb
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
15.10 La casa nella prateria. Tel
16.00 Geo & Geo. Rb
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Milo su Marte. Film animazione
23.05 Glob del venerdì. Show
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
9.05 Zoo Doctor. Tel
8.50 Le frontiere dello spirito. Rb relig 8.50 Mattino cinque. Contenitore
9.55 Melaverde. Rb
10.00 South Pacific. Docum
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
11.55 Melaverde. Rb
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Cougar Town. Tel
13.40 L'arca di Noè. Rb
14.10 Centovetrine. Soap
14.10 Amici. Talent show
14.00 Domenica Live. Contenitore
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.00 Verissimo. Talk show
18.50 The money drop. Gioco
16.15 Amici. Talent show
18.50 The money drop. Gioco
20.40 Striscia la domenica. Show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
20.40 Striscia la notizia. Show
21.30 Karol, un uomo diventato Papa.
18.50 The money drop. Gioco
21.10 Italia's got talent. Talent show
20.40 Striscia la notizia. Show
Film biografico
24.00 X-Style. Rotocalco
0.30 Striscia la domenica. (R)
21.10 Zelig Circus. Show
1.00 Striscia la notizia. (R)
2.25 Moonlight Mile–Voglia di
23.40 Baciati dall'amore. Serie Tv
1.55 Il giovane Casanova. Miniserie Tv
ricominciare. Film comm
1.30 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 The money drop. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Donne in gioco. Miniserie Tv
23.35 Speciale Tg5
1.05 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 The money drop. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Immaturi. Film comm
23.30 Mai dire provini '13. Show
1.00 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 The money drop. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Occhio a quei due. Film com
23.40 Supercinema. Magazine
0.40 Striscia la notizia. (R)
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.20 Cartoni animati
11.00 Robin Hood. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 In viaggio per il college. Film
15.20 Cadet Kelly–Una ribelle...Film
17.25 La vita secondo Jim. Sitcom
17.50 Magazine Champions League. Rb
19.00 Life Bites. Sitcom
19.15 Richie Rich. Film comm
21.10 Harry Potter e il calice di fuoco.
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.50 Cartoni animati
6.40 Cartoni animati
10.35 Due gemelle a Roma. Film comm 8.45 Una mamma per amico. Tel
13.00 Sport Mediaset XXL. Rb sportiva 10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
14.00 La famiglia del professore matto. 13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
Film com
16.05 Bowfinger. Film com
15.50 Superman. Film fantasy
18.05 La vita secondo Jim. Sitcom
19.20 CSI New York. Tel
19.00 Così fan tutte. Sitcom
21.10 Arrow. Tel
19.10 Due cavalieri a Londra. Film avv 23.00 Nikita. Tel
21.25 Le Iene Show
0.50 Undercovers. Tel
0.35 2 Broke Girls. Tel
1.40 Undici. Rb sportiva
1.30 Californication. Tel
3.25 Sport Mediaset. Rb sportiva
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.40 Cartoni animati
6.40 Cartoni animati
6.40 Cartoni animati
8.45 Una mamma per amica. Tel
8.45 Una mamma per amica. Tel
8.45 Una mamma per amica. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
13.40 Cartoni animati
13.40 Cartoni animati
15.50 Superman II. Film fantasy
15.50 Superman III. Film fantasy
15.50 Superman IV. Film fantasy
19.20 CSI New York. Tel
19.20 CSI New York. Tel
18.05 La vita secondo Jim. Sitcom
21.10 Wild–Oltrenatura. Reportage
21.10 Mistero. Reportage e inchieste 19.20 CSI New York. Tel
0.30 Le morti di Ian Stone.
0.15 The Vampire Diaries. Tel
21.10 The Departed–Il bene e il male.
2.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
Film horror
Film dramm
2.20 Sport Mediaset. Rb sportiva
2.25 The Shield. Tel
0.05 Le iene. Show
2.45 The Shield. Tel
3.25 Media Shopping
1.35 Sport Mediaset. Rb sportiva
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.40 Cartoni animati
8.45 Una mamma per amica. Tel
10.35 ER–Medici in prima linea. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
15.50 Ember–Il mistero della città di luce.
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
10.05 Donnavventura. Reportage
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Poirot. Tel
17.00 Monk. Tel
18.00 Pianeta mare. Rb
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.40 Walker Texas Ranger. Tel
21.30 Sfida tra i ghiacci. Film dramm
23.30 Life. Tel
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
7.55 Vita da strega. Tel
9.00 BBC Knowledge. Docum
10.00 Santa Messa
11.00 Le storie di "Viaggio a...". Docum
12.00 Pianeta mare. Rb
13.05 Donnavventura. Rb
14.40 Ieri e oggi in Tv Special. Musicale
15.15 Piccolo mondo antico. Film dramm
19.35 Il comandante Florent. Tel
21.30 Die hard–Vivere o morire.
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Shenandoha, la valle dell'onore.
0.20 Trappola criminale. Film thriller
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.55 Le indagini di padre Castell. Tel
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
20.10 Quinta colonna. Talk show
23.55 Terra!. Attualità
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Letti separati. Film comm
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 The Closer. Tel
23.10 Bones. Tel
1.00 Donnavventura. Rb
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
7.45 Miami Vice. Tel
8.40 Hunter. Tel
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.35 La tunica. Film storico
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 Australia. Film avv
0.45 Lantana. Film dramm
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.05 Bookstore. Rb
11.45 4 donne e un funerale. Tel
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Soldati a cavallo. Film western
16.55 The District. Tel
17.55 L'ispettore Barnaby. Tel
20.30 In onda. Attualità
21.30 La7 Doc. Docum
23.00 Nel nome del padre. Film dramm
1.35 MODA. Rb
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.05 Fuori di gusto. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Piedipiatti. Film comm
16.15 The District. Tel
17.55 L'ispettore Barnaby. Tel
20.30 In onda. Talk show
21.30 I Borgia. Serie Tv
0.50 U-Boot 96. Film guerra
3.30 La7 Doc. Docum
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 Il purosangue. Film giallo
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Piazzapulita. Attualità
23.45 Omnibus notte
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 Il mistero della sala chiusa. Film 15.30 Piccoli semplici indizi. Film giallo
17.10 Il commissario Cordier. Tel
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Assassinio al galoppatoio. Film
21.10 Le invasioni barbariche. Talk show
22.50 Assassinio sul treno. Film giallo
0.15 Omnibus notte
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.50 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 Chi è stato?. Film giallo
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Servizio Pubblico. Attualità
23.45 Omnibus notte
TG La7 ore 6-7.30-13.30-20 e nella notte
7.00 Omnibus. Contenitore
9.55 Coffee Break. Rb
11.00 L'aria che tira. Rb
12.30 I menù di Benedetta. Rb
14.05 Tg La7 Cronache
14.40 Le strade di San Francisco. Tel
15.30 A prima vista. Film giallo
17.10 Il commissario Cordier. Tel
18.50 I menù di Benedetta. Rb
20.30 Otto e mezzo. Attualità
21.10 Crozza nel Paese delle meraviglie
22.20 Zeta. Attualità
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
7.15 Sfogliando "Famiglia Cristiana"
7.30 Chiesa nella città. Rb religiosa
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 L'Italia a tavola. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Vie verdi. Rb
19.00 Cliveland. L'inglese per tutti
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Vie verdi. Rb
24.00 Top Fuel Story. Rb sportiva
0.30 Antologia del calcio
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.45 Occasioni da shopping
13.00 Antologia del calcio
13.30 Novastadio. Rb sportiva
18.00 Occasioni da shopping
18.30 91° minuto. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Telefilm
24.00 Top fuel. Rb sportiva
0.30 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
1.30 Ora musica. Videoclip
1.45 Telefilm
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
8.00 Cliveland. L'inglese per tutti
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Vie verdi. Rb
13.45 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
18.30 CISL. Speciale
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.15 Telefilm
0.15 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.30 Cartoni animati
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Vie verdi. Rb
13.45 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.45 Film
23.00 Portfolio. Rb
0.15 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.30 Cartoni animati
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Vie verdi. Rb
13.45 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
18.30 Chiesa nella città. Rb
19.00 MeteoLive
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Griglia di partenza. Rb sportiva
23.15 Telefim
0.15 MeteoLive
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.30 Cartoni animati
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Vie verdi. Rb
13.45 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.00 Top fuel. Rb sportiva
23.45 Telefilm
0.30 Antologia del calcio
Film fantasy
0.05 Blade. Film horror
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35-0.50 TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.45 Ambiente Italia. Speciale
8.00 Agorà. Rb
10.00 La storia siamo noi. Docum
Giornata di Primavera del FAI
10.45 Rubriche varie
10.50 Codice a barre. Rb
12.55 Rai Educational
11.30 Buongiorno Elisir. Rb
13.25 Passepartout. Rb
12.45 Le storie–Diario italiano. Rb
14.30 In 1/2H. Attualità
13.10 Lena, amore della mia vita. Soap
15.05 Alle falde del Kilimangiaro. Show 15.10 La casa nella prateria. Tel
18.00 Per un pugno di libri. Gioco
16.10 Geo & Geo. Rb
20.10 Che tempo che fa. Talk show
20.10 Stanlio e Ollio. Comiche
21.30 Presadiretta. "Lamegliosanità".
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Che tempo che fa del lunedì. Show
Inchieste
23.40 Gazebo. Rb
22.50 Neripoppins. Show
Film dramm
Campionati mondiali 2014
23.20 Porta a porta. Talk show
1.30 Sottovoce. Rb
2.00 Rai Educational
Film fantasy
Film dramm
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 Tierra de lobos. Serie Tv
23.30 Basic instinct 2. Film thriller
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Amici. Talent show
16.55 Pomeriggio cinque. Contenitore
18.50 The money drop. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Donne in gioco. Miniserie Tv
23.35 Travolti dal destino. Film comm
2.00 Striscia la notizia. (R)
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
9.50 Carabinieri. Serie Tv
10.50 Ricette di famiglia. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.45 La legge del capestro. Film west
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Walker Texas Ranger. Tel
21.10 Green Zone. Film guerra
0.10 Grindhouse–Planet terror. Film fant
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.30 Cartoni animati
8.00 Documentario
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Vie verdi. Rb
13.45 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno. Rb
18.30 CISL. Speciale
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.15 Telefilm
0.15 Antologia del calcio
1.00 Occasioni da shopping
Film avv
18.05 La vita secondo Jim. Sitcom
19.20 CSI New York. Tel
21.10 Shutter Island. Film dramm
23.55 The skeleton key. Film horror
1.50 Sport Mediaset. Rb sportiva
V
Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche
EducAzione
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANITARIA
CREMA
a cura dei Medici dell’Ospedale Maggiore di Crema
La blefaroplastica / 2
L’
intervento correttivo di blefaroplastica superiore
non richiede ricovero ospedaliero, consentendo al
paziente di essere dimesso appena accertate le sue buone condizioni post-chirurgiche. Consiste nell’asportazione dell’eccesso cutaneo, a volte anche dell’eventuale
eccesso di muscolo orbicolare; in entrambi i casi, è un
intervento tendenzialmente rapido (circa un’ora).
Dopo aver eseguito una misurazione e una marcatura con penna demografica della cute esuberante, si
infiltra localmente un anestetico, si esegue un’incisione con successivo scollamento del tessuto rispetto al
piano muscolare. L’incisione della palpebra superiore
avviene a livello della sua piega naturale, che è percepibile solo nello sguardo in basso o a occhi chiusi,
rendendola quindi invisibile. La rimozione della cute
e del muscolo orbicolare sottostante può avvenire con
laser (elettrochirurgia, radiofrequenza, CO2 pulsato) o
con lama fredda (bisturi) a seconda della preferenza
del chirurgo.
Viene asportata la cute in eccesso, in modo simmetrico, avendo però assoluta cura nel lasciarne la corretta
quantità, per garantire la chiusura palpebrale spontanea e evitare così ogni complicazione.
La sutura della cute è lo step chirurgico finale e avviene con un filo da sutura non riassorbibile in modo
da minimizzare la visibilità della cicatrice. Vanno inoltre rispettate quelle che sono le caratteristiche estetiche
del singolo individuo.
Nella correzione della dermatocalasi è imperativo
non asportare troppa cute, proprio per non avere un
arrotondamento del bordo palpebrale (effetto occhio
di bue) o fino addirittura a un vero e proprio quadro di
retrazione palpebrale cicatriziale.
ASpI - Assicurazione Sociale per l’Impiego
Si forma così una cicatrice ben camuffata dalle fisiologiche pliche cutanee, che è praticamente invisibile.
Nell’anamnesi è quindi di fondamentale importanza accertare che il paziente non sia predisposto alla
formazione di cheloidi, ovvero una crescita anormale
e rilevata di tessuto fibrotico post-cicatriziale.
Il decorso postoperatorio è rapido e indolore, il paziente viene dimesso a seguito dell’intervento, dopo
che sono stati applicati cerotti sterili a livello dell’area
di sutura ed accertata una buona emostasi.
Nei primi tre-quattro giorni c’è un discreto gonfiore
che va trattato con impacchi di ghiaccio; poi l’edema
si riassorbe rapidamente e in 6a-7a giornata ne residua
solo un 20%, che necessiterà di un ulteriore paio di settimane per regredire completamente. L’asportazione
della sutura avviene dopo 5-7 giorni.
Dopo una settimana, comunque, l’aspetto è accettabile e si può riprendere una normale vita di relazione, anche se l’ematoma può perdurare per circa 10-15
giorni. La scomparsa totale del gonfiore richiede circa
un mese e per circa due mesi si sconsiglia l’esposizione
al sole, per evitare inestetiche discromie cutanee.
La blefaroplastica è un intervento i cui benefici durano parecchi anni, ma non si può escludere che, col
passare del tempo, si riformi della cute in eccesso che
può essere nuovamente asportata.
Il Sistema Sanitario Nazionale sostiene le spese per
l’intervento di blefaroplastica solo se il problema è dovuto a un rilassamento palpebrale che limita la funzionalità, o meglio, il campo visivo per una percentuale
di almeno il 30%, mentre non fa fronte a interventi per
finalità puramente estetiche.
(2–fine)
* Medico dell’Unità Operativa
di Oculistica
MERCOLEDÌ 27 MARZO
giornata promozione
Non esistono capelli brutti,
ma solo quelli maltrattati!
PROMOZIONE
shampoo
capelli colorati + maschera al pompelmo
€ 35 - 20% = € 28. FINO AD ESAURIMENTO SCORTE
Via Kennedy 26/b • Tel. 0373 256059 - CREMA
[email protected]
www.farmaciacontenegri.it
IO SONO
Sede di Crema - via Vescovato 18 Tel. 0373 81382
CUD 2013: RILASCIO GRATUITO PRESSO IL PATRONATO SIAS
L’INTERVENTO NON RICHIEDE RICOVERO
dott.ssa LAURA SAVOJNI *
Città Solidale
È
una nuova forma di assicurazione istituita dalla legge n. 92/2012 al fine di tutelare coloro
che rimangono involontariamente disoccupati a
partire dal 1°gennaio 2013.
SOSTITUISCE: l’indennità di disoccupazione ordinaria; l’indennità di disoccupazione con requisiti ridotti; la disoccupazione speciale nell’edilizia.
BENEFICIARI
Tutti i lavoratori dipendenti, a tempo indeterminato
e determinato del settore non agricolo, licenziati per
motivi indipendenti dalla propria volontà, compresi:
gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperative di produzione di lavoro; il personale artistico con rapporto
di lavoro subordinato; i lavoratori a tempo determinato delle aziende pubbliche o esercenti pubblici servizi.
Sono esclusi i lavoratori a tempo indeterminato
delle P.A. e i lavoratori agricoli. Sono, altresì, esclusi
i lavoratori che cessano per dimissioni o per risoluzione consensuale, ma continuano ad aver il diritto:
le lavoratrici madri e lavoratori padri che si dimettono entro l’anno di vita del bambino; chi si dimette
per giusta causa; per risoluzione consensuale del rapporto di lavoro intervenuta per trasferimento ad altra
sede distante più di 50 km dalla residenza, oppure
nell’ambito della procedura di conciliazione secondo le modalità introdotte dalla legge di riforma del
mercato del lavoro.
REQUISITI
La prestazione economica spetta ai quei lavoratori
che: sono in stato di disoccupazione, cioè soggetti
privi di lavoro che anno reso l’immediata disponibilità ai centri competenti; possono far valere due anni
di assicurazione; possono far valere almeno un anno
di contributi nei due anni precedenti.
DURATA anno 2013: fino a 50 anni: 8 mesi; dai 50 a
oltre 55 anni: 12 mesi.
MINI ASPI
La norma istituisce dal 1/1/2013 una indennità
chiamata mini-ASpI che sostituisce la disoccupazione con requisiti ridotti.
BENEFICIARI E REQUISITI
L’indennità è riconosciuta ai lavoratori che abbiano
perduto involontariamente il lavoro a partire dal 1°
gennaio 2013 e che presentino i seguenti requisiti:
possono far valere lo status di disoccupato e abbiano
reso la disponibilità al lavoro; possono far valere almeno 13 settimane di contribuzione negli ultimi 12
mesi. Sono esclusi gli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato.
MINI ASPI – 2012
La legge di riforma, abrogando l’indennità di disoccupazione con requisiti ridotti, ha disposto, per coloro che nel
2012 hanno maturato i requisiti previsti dalla predetta
norma abrogata, l’assorbimento delle relative prestazioni nella nuova mini-ASpI.
Rimangono esclusi dalla mini-ASpI 2012 i lavoratori
agricoli che dovranno presentare domanda entro il
31 marzo 2013 potendo far valere il requisito normale (102 contributi giornalieri nel biennio 2011-2012).
REQUISITI
La prestazione sarà riconosciuta qualora risultino
accertate per l’anno 2012 le condizioni richieste per
l’abrogata prestazione di disoccupazione ordinaria
con requisiti ridotti.
Anzianità assicurativa di due anni, almeno 78 giornate di lavoro individuate, come di consueto, con riferimento alla durata contrattuale e indipendentemente dallo stato disoccupazione del lavoratore
richiedente.
PRESENTAZIONE
La domanda, come avveniva per l’indennità requisiti
ridotti, va presentata esclusivamente per via telematica entro il 31 marzo 2013.
   
CUD 2013, le novità per il rilascio
tramite Patronato
A decorrere da quest’anno, per i pensionati il modello CUD INPS-INPDAP-ENPALS-IPOST non sarà
spedito tramite posta, ma verrà rilasciato esclusivamente per via telematica (è possibile anche la stampa
del mod. obism e cedole pensione ente pubblico
anno 2013). Per l’acquisizione il cittadino potrà rivolgersi al nostro Patronato S.I.A.S. in qualità di
ente autorizzato. IL SERVIZIO OFFERTO DAL PATRONATO S.I.A.S. È GRATUITO.
   
GIULIETTA.
METTIMI ALLA PROVA,
O PROVA A RESISTERMI.
Giulietta con nuovo motore GPL TURBO 120 CV, naturalmente potente.
PRESTAZIONI Il GPL Alfa Romeo è stato pro- EFFICIENZA Il GPL offre un consistente vantag- SICUREZZA Il GPL Turbo 120 CV è progettato,
gettato per offrire le stesse prestazioni di cop- gio sui costi del carburante e riduce forte- fabbricato e garantito da Alfa Romeo secondo
pia, potenza e affidabilità del motore benzina. mente le emissioni di sostanze inquinanti. i suoi più elevati standard.
Oggi fino a 5.000 euro di incentivi, tan zero e anticipo zero.
SABATO 23 E DOMENICA 24
SENZA CUORE SAREMMO SOLO MACCHINE
su Giulietta 1.4 TB GPL 120 CV, prezzo promo privato € 17.400,00 (escl. IPT e contributo PFU) in caso di permuta, su un lotto limitato di vetture in stock e con il contributo dei concessionari Alfa Romeo. Anticipo € 0 - 36 rate mensili di € 521,60 TAEG 2,31% Es.Imp.finanziamento
Tot. del Credito € 18.649,84 (incl. SavaDna e Prestito Protetto facoltativi per € 935,22, spese pratica € 300,00 + bolli € 14,62) - Imp. Tot. Dovuto € 18.788,84 - Spese incasso Rid € 3,5 a rata, spese invio estr. conto € 2,81 per anno - TAN fisso 0% - TAEG 2,31%.
Salvo approvazione
. Iniziativa valida fino al 31/3/2013. Documentazione precontrattuale in Concessionaria. Messaggio pubblicitario a scopo promozionale. Consumi ciclo combinato max 7,6 l/100 km; emissioni CO2 max 177 g/km (Giulietta 1750 TBi 235 CV).
Gruppo Bossoni
CREMONA
Via Eridano, 21/F
Tel. 037253551
BAGNOLO CREMASCO (CR)
Strada Statale 415 Paullese km 31,4
Tel. 0373648174
39
40
La Cultura
SPETTACOLO
Idoli chiude Wide Shut:
i vizi capitali in scena
Un momento dello spettacolo
U
ltimo appuntamento della
rassegna “Wide Shut” per
il San Domenico. Venerdì scorso la compagnia Carrozzeria
Orfeo ha proposto Idoli, per la
regia di Gabriele Di Luca, Massimilano Setti e Alessandro Tedeschi, anche interpreti insieme
a Giulia Maulucci e Valentina
Picelli.
La rovina di un’intera società
dietro la facciata dorata del perbenismo. Famiglia, amicizie,
relazioni: nulla si salva sotto
il peso dei nuovi vizi capitali,
della perdita di senso, dell’e-
SABATO 23 MARZO 2013
sistenza priva d’ideali. Solo idoli
sembrano animare desideri e ambizioni dei personaggi in scena,
proiezioni distorte dell’immagine
che ciascuno vorrebbe avere di sé.
I protagonisti si muovono sul
palco senza un’identità precisa,
a nessuno di loro è concesso il
privilegio di essere chiamato per
nome. Prodotti omologati di una
cultura del vuoto, vittime e carnefici, responsabili di una costante
autodistruzione. Una famiglia apparentemente perfetta vive l’unico
dramma della solitudine declinato
in diverse forme e generazioni; il figlio adolescente buono e timido si
costruisce una personalità trasgressiva e crudele al punto giusto per
conquistare in chat la ragazza dei
suoi sogni. La coppia di genitori
è più d’ogni altra cosa l’unione di
due frustrazioni, affogate nel vizio
del gioco e nella vana ricerca di un
equilibrio sul lettino della psicologa, disperate nei loro tentativi di
ricucire gli strappi di un’armonia
perduta.
L’unico superstite in questo scenario apocalittico è il nonno – salvo perchè rinchiuso nel mondo che
la malattia gli ha costruito intorno
– che si crede un pirata e solca i
mari in compagnia di Juliette con
la leggendaria nave di cui è capitano. A volte tuttavia, la malattia
lascia spazio a spiragli di lucidità
e il nonno si rende conto che l’affetto dei famigliari è forse più rivolto alla sua pensione che alla sua
persona. Ecco perchè trova nella
morte l’unica via di scampo, la liberazione dagli affanni quotidiani
e lo stratagemma per sottrarre il
suo contributo all’avido genero.
“Se ti addormenti sotto la neve
non la senti la morte che arriva”.
Un motto valido per tutti i protagonisti della storia, anche per la
giovane donna vittima di violenza
domestica e costretta a prostituirsi
in rete.
Una vicenda, la sua, che ha l’esito più drammatico e irreparabile
tra le storie portate in scena. Sotto
il manto delle convenzioni sociali e
delle abitudini (l’albero di Natale,
la cena in famiglia, la fede calcistica) scorrono tragedie personali
che nemmeno il freddo della neve
riuscirà a spazzare via.
Carrozzeria Orfeo, pluripremiata compagnia friulana chiude così
la rassegna dedicata al teatro d’avanguardia del San Domenico.
Greta Mariani
L
a Giornata Mondiale della
Poesia è stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale Unesco nel
1999 e celebrata per la prima
volta il 21 marzo seguente. La
data, che segna anche il primo
giorno di primavera, riconosce
all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturali, della
diversità linguistica e culturale, della comunicazione e della pace.
L’Unesco negli anni ha voluto dedicare la giornata all’incontro tra
le diverse forme della creatività, affrontando le sfide che la comunicazione e la cultura attraversano in questi anni. Tra le diverse forme
di espressione, infatti, ogni società umana guarda all’antichissimo
statuto dell’arte poetica come a un luogo fondante della memoria,
base di tutte le altre forme della creatività letteraria e artistica (fonte
www.unesco.it).
“In una cultura caratterizzata dalla velocità e dal dominio delle
nuove tecnologie – afferma l’assessore alla Cultura Paola Vailati
(nella foto) – la poesia ci offre l’occasione di accedere alla parte più
profonda di noi stessi. Una forma artistica che si fonda sull’intuizione e sulla creatività e che trova nella parola la sintesi ideale di
espressione”. L’assessorato alla Cultura del Comune di Crema ha
celebrato questa ricorrenza invitando i cittadini a recarsi in Biblioteca
comunale dove, per l’occasione, è allestito uno scaffale dedicato alla
poesia che evidenzia una selezione di autori di ogni tempo e di ogni
lingua che, con la loro opera poetica, hanno promosso il dialogo interculturale e la pace.
SORESINA: al teatro Sociale il Mago Forest
Gruppo l’Araldo: cartografia storica al Museo Civico
P
L
a Cartografia storica cremasca è stata protagonista di un
altro momento culturale al Museo Civico di Crema e del
Cremasco, nella sala dell’ex Biblioteca comunale. L’appuntamento era previsto sabato scorso (nella foto) nell’ambito del ciclo
di incontri intitolato Aperti per voi, i sabati del Museo, rassegna
organizzata dall’ente insieme al Touring Club cittadino. Sotto i
riflettori dell’ultimo ritrovo, il Gruppo Culturale l’Araldo presieduto da Mario Cassi, affiancato anche dal presidente onorario
Ferrante Benvenuti. Tra i presenti Giulio Foglia, Paola Orini,
assessore provinciale al Lavoro della Provincia di Cremona e
Anna Maria Messaggi, coordinatrice locale del Touring.
L’associazione culturale – davvero molto propositiva s’è già
distinta per diversi lavori dedicati alla storia antica e moderna
della nostra città – ha presentato una sua nuova ricerca, un volume dedicato alla cartografia cremasca stampata tra il secolo XV
e il secolo XIX. L’opera contiene molte riproduzioni di cartine
d’epoca, anche a colori.
Il Gruppo ancora una volta ha dimostrato di svolgere appieno gli obiettivi che si è preposto: ovvero la promozione e valo-
POESIA: celebrata la Giornata Mondiale 2013
rizzazione del patrimonio culturale, araldico, artistico e storico
di Crema e del Cremasco, la promozione di studi e ricerche per
incoraggiare la conoscenza delle raccolte e dei musei pubblici e
privati, senza trascurare l’organizzazione di manifestazioni culturali, mostre e convegni sul mondo del collezionismo, della cultura e della storia locali.
LG
revendita di biglietti
aperta per lo spettacolo
che, nell’ambito della stagione teatrale Sifasera promossa dal Teatro del Viale,
sarà ospitato il 14 aprile alle
21 al Sociale di Soresina.
Dalla ribalta televisiva di
Zelig Circus arriverà nientemeno che il presentatore,
il Mago Forest, al secolo
Michele Foresta. Il comico/
prestigiatore presenterà il suo spettacolo Mr Forest Show dove
un candido e incompetente mago, unendo una vena comica di
stampo cabarettistico all’abilità tipica dei prestigiatori, cerca di
dare un senso arcano alle banalità del quotidiano. Una sorta di
show man disastroso che porta avanti il suo spettacolo addentrandosi in tutte le branche della magia, ipnotizzando banane e
piranha, piegando servizi di posate, tentando impossibili evasioni alla Houdinì con un unico risultato: l’esilarante fallimento!
Biglietti in vendita al costo di 18/16/12 euro. Info e prenotazioni al 3486566386 oppure www.teatrodelviale.it
L'anima, L'ABBRACCI .
NASCE BenEssere, IL NUOVO MENSILE DI SALUTE.
Tutti i mesi consigli e risposte per aiutarti a vivere meglio sotto tutti i punti
di vista. Perché, per stare bene, bisogna prendersi cura del proprio
corpo, ma anche mantenere un equilibrio interiore ed essere
in armonia con se stessi e con gli altri.
DA GIOVEDÌ
21 MARZO
IN EDICOLA
41
SABATO 23 MARZO 2013
VOLLEY / B1
di GIULIO BARONI
PALLAVOLO REIMA CREMA-HASTA
VOLLEY ASTI: 3-1 (25-15, 25-19, 25-27, 25-22)
a Pallavolo Reima Crema è ancora viva e lo ha
dimostrato domenica pomeriggio aggiudicandosi
il delicato match con l’Hasta Volley Asti. Dopo il pesante
stop del turno precedente in casa del Revivre Milano, Egeste e compagni erano attesi da una prova d’orgoglio contro i
piemontesi in quello che, a tutti gli effetti, si poteva considerare
il classico match “da ultima spiaggia”. Con la zona salvezza a 7
punti di distanza, delimitata proprio dall’Asti e da Sant’Antioco,
una sconfitta nello scontro diretto avrebbe significato abbandonare
definitivamente le residue speranze di permanenza in serie B1 con
6 giornate d’anticipo. Invece i ragazzi di Gazzotti hanno dato fondo
a tutte le loro energie fisiche e mentali ottenendo, non senza gli immancabili brividi, un successo che li rimette in corsa per il quint’ultimo posto. I “blues” si sono imposti per 3-1, dominando nettamente i
primi due set e complicandosi poi la vita nella parte finale del match. I
padroni di casa si presentavano con un break di 8-2 e, dopo un timido
tentativo di recupero degli ospiti (10-7), attuavano una progressione irresistibile sino al conclusivo 25-15. La superiorità dei cremaschi, determinata dalla precisione nei principali fondamentali, continuava anche
nel secondo set. Avanti subito 12-8, i “blues” tenevano alto il ritmo del
gioco e mettevano in crisi la ricezione avversaria con un servizio molto
efficace, riuscendo così a gestire il vantaggio e a incrementarlo sino al
25-19 finale. Nella terza frazione Egeste e compagni creavano più volte
i presupposti per mettere fine alla contesa in tre soli set, portandosi in
vantaggio di 3-4 punti in più di una occasione. Ma gli ospiti, favoriti
anche dalle “leggerezze” dei locali, riuscivano sempre a rientrare in
partita, beffando poi ai vantaggi i “blues” (25-27). Stringendo i denti
la Reima si rimetteva a macinare gioco nella quarta partita e, grazie
all’apporto delle fresche energie del neo entrato Bonizzoni (al posto di
Silva), portava a casa il risultato pieno con l’ultimo parziale di 25-22.
“È vero, ancora una volta ci siamo complicati la vita – ha commentato al termine Gazzotti – ma quello che contavano erano i 3 punti e
alla fine, con pieno merito, sono arrivati”. L’intera posta conquistata
domenica ha consentito alla Reima di salire a quota 22 in compagnia
dell’Igleias mettendo nel “mirino” la coppia Asti-Sant’Antioco ferma
a quota 26. Dopo Asti, oggi (inizio ore 19) la formazione di Gazzotti
andrà a far visita proprio ai sardi dell’Olimpia Sant’Antioco in quella
che si preannuncia come un’altra delicatissima sfida all’ultimo respiro:
“Inutile sottolineare l’importanza del match di oggi – ha dichiarato il
tecnico della Reima. – Con Asti i cagliaritani sono gli avversari sui quali dobbiamo fare la corsa salvezza. Il campo è molto caldo e non sarà
facile! Mi auguro che non si vada solo per fare una scampagnata ma
che si possa lottare sino alla fine per un risultato importante”.
L
VOLLEY D: CASTELLEONE VA KO NEL BIG MATCH
Il big match della 20a giornata del girone E della serie D femminile
tra la Warmor Gorle e l’Officine Manfredi Castelleone, rispettivamente
seconda e prima della classe, si è risolto con un netto successo delle padrone di casa. Le castelleonesi, incappate in una serata poco felice, non
hanno saputo opporsi alla caparbietà e determinazione delle orobiche,
molto efficaci al servizio e attentissime in difesa, che alla fine si sono
imposte meritatamente per 3-0 (25-19, 25-19 e 25-22). Inevitabilmente
lo stop patito in casa della Warmor da parte della Manfredi ha determinato suscettibili variazioni della classifica del girone, almeno per quanto riguarda la consistenza dei distacchi. La Manfredi, infatti, continua
a guidare solitaria il gruppo con 45 punti, ma ha visto ridursi a una sola
lunghezza il vantaggio proprio sulla Warmor Gorle. Anche la Delda
Gorgonzola, terza forza del torneo, ha approfittato della situazione salendo a quota 41 dopo il facile successo sul Volley Bassa Bergamasca.
Questa sera la Manfredi sarà attesa a un pronto riscatto di fronte al
pubblico amico contro la Univolley 2009, avversario di tutto rispetto
che si trova al quinto posto della graduatoria. La 7a giornata di ritorno
aveva in calendario anche il derby tra la Energei Crema e la Branchi CrTransport di Ripalta Cremasca. Sovvertendo i pronostici della vigilia,
le giovani della Crema Volley si sono imposte a sorpresa per 3-2 (2225/15-25/25-18/29-27/15-13). Dopo il ko nel derby Mariana Bettinelli è subentrata a Marco Aiello nella conduzione tecnica della Branchi
Cr Transport. In classifica la Branchi è settima con 32 punti, mentre
la Energei, sempre penultima, è salita a quota 11. Oggi la Branchi cercherà di fare lo sgambetto alla lanciatissima Warmor Gorle, mentre
la Energei sarà ospite della Gardonese, quarta in classifica. Infine da
segnalare la sconfitta per 3-0 (25-19, 25-23, 25-16) patita dalla Walcor
Soresina proprio sul campo della Gardonese. Le soresinesi in classifica
seguono a una lunghezza la Branchi e oggi potranno beneficiare di un
turno favorevole ospitando il fanalino di coda Mornico.
S
La Reima è viva
e combatte ancora
Qui sopra
un super Corti
attacca il muro di Asti;
nella foto a lato
muro a tre
di Mazzonelli, Egeste e Silva.
Per i ‘blues’ una vittoria
molto importante
E ORA SOTTO
CON I SARDI
DEL SANT’ANTIOCO
PER UN’ALTRA
DELICATISSIMA
SFIDA IN CHIAVE
SALVEZZA
PERGOLETTESE: il divario in testa ora è grande!
R��������–G��. B
di FEDERICA DAVERIO
Aurora-Castellana
Pergolettese-Caronnese
Caravaggio-Alzano
Darfo Boario-Trento
F.Perginese-Pro Sesto
Lecco-Mezzocorona
Ponte Isola-Seregno
Sant’Angelo-Mapello
St Georgen-Montichiari
Voghera-Olginatese
D
omani la Pergolettese ha un appuntamento decisivo, che potrebbe dire già molto sul finale
di campionato. Il team di mister Venturato, infatti,
andrà in trasferta in quel di Olginate per affrontare la squadra allenata dall’ex gialloblù Alessio
Del Piano che è tra le più in forma in questo momento (ha battuto il Voghera domenica scorsa
e ora si trova ben salda
nel gruppetto delle inseguitrici della capolista
Pergolettese ndr).
I cremaschi nelle ultime settimane sono
riusciti a scavare un
divario importante con
le inseguitrici: 68 punti
contro i 60 del Voghera
che si trova secondo. Il
Ponte Isola in settimana
ha ‘solamente’ pareggiato nel recupero con la
Castellana quindi attualmente è fermo a quota 59
appaiato appunto all’Olginatese.
Da qui alla fine la società di Micheli-Fogliazza
dovrà combattere in tutte le gare come fossero
finali senza avere mai cali di concentrazione...
e allora sì che il sogno promozione ampiamente
cullato, potrebbe trasformarsi in realtà.
Per il delicato impegno di domani alle ore
14.30 a Olginate, mister Venturato recupera
Chiurato, Zanola e Filippini e dovrà fare a meno
P������� �����
Qui sopra Fogliazza scherza con i giocatori
durante l’aperitivo gialloblù di giovedì sera
di Martinelli, Tacchinardi, Zoppetti e Di
Matteo. Facciamo un passo indietro e ritorniamo
a domenica scorsa dove la Pergolettese grazie
alle reti di Guerci e Amodeo (nella foto a lato)
ha steso con grande carattere la Caronnese che
comunque è una delle migliori squadre di questo
campionato. In casa Pergo c’è comunque un bel
clima di serenità ed entusiasmo... un’ennesima
dimostrazione la si è avuta giovedì al Type Café
al terzo aperetivo cannibale: società, giocatori e
tifosi tutti uniti verso la meta!
Volley C: vola la Alkim contro il Rezzato
abato scorso, di fronte al pubblico amico della
Braguti, la Alkim Banca Cremasca ha ottenuto la
15a vittoria stagionale nel girone C della serie C maschile. Bonizzoni e compagne hanno dimostrato di
attraversare un periodo di forma veramente positivo
liquidando con un secco 3-0 il Volley Virle Rezzato,
avversario di tutto rispetto che si trova nelle zone
alte della graduatoria in corsa per accedere ai playoff promozione. Le cremasche, dimostrando grande
sicurezza e maturità hanno gestito con autorità la
partita, imponendosi con i parziali di 25-21, 25-23
e 25-10. In classifica le biancorosse sono saldamente
al terzo posto con 46 punti, a 7 lunghezze dal Brembate attualmente secondo. “La squadra ha disputato una buona partita – ha commentato al termine il
tecnico della Alkim Vittorio Verderio – . A questo
punto della stagione il nostro obiettivo è quello di
prepararci al meglio ai playoff promozione, senza perdere di vista, naturalmente, il secondo posto
della classifica che è ancora alla nostra portata. Da
parte nostra, però, non possiamo permetterci distrazioni, a cominciare dalla gara di questa sera che ci
vedrà impegnati sul campo dell’Excelsior Bergamo,
che in casa propria è sempre temibile”.
Nei playoff della serie C maschile il Volley Offanengo 2011 ha ottenuto una convincente vittoria,
imponendosi di fronte al pubblico amico per 3-0 (2523, 25-18, 27-25) sul Gonzaga Milano con la quale
condivideva la terza posizione della graduatoria. In

Altri articoli di volley su www.ilnuovotorrazzo.it
Aurora Seriate - Lecco
Caronnese - Ponte Isola
Castellana - Darfo Boario
Mapellobonate - St Georgen
Mezzocorona - F. Perginese
Olginatese - Pergolettese
Montichiari - Alzano Cene
Pro Sesto - Caravaggio
Seregno - Sant’Angelo
Trento - Voghera
C��������� ����� �
Pergolettese 68; Voghera 60; Olginatese 59, Ponte Isola 59; Lecco
(-3) 51; Caronnese 49; Castellana
48; Montichiari 44; Aurora Seriate
43; Mapellobonate 42, Caravaggio; Alzano Cene 39, Seregno 39;
F. Perginese 38; Darfo Boario (-3)
37; Pro Sesto 36; St Georgen 24;
Trento (-1) 23; Mezzocorona 22;
Sant’Angelo 13.
LABORATORIO
MULTIMARCA
SPECIALIZZATO
classifica i ragazzi di Mazzoleri sono così saliti a quota 11 e seguono a due lunghezze le capolista Montichiari e Tampini Azzano. Oggi alle 19 i cremaschi
saranno ospiti proprio del Lorini Montichiari.
OFFANENGO BATTE LA CAPOLISTA
La Trony Offanengo si è prontamente riscattata
dalla pesante sconfitta rimediata nel turno precedente sul campo della Pro Victoria Muggiò. Nel big
match della 20a giornata del girone B della serie C, la
compagine di coach Bergamaschi di fronte al caloroso pubblico di casa è riuscita a fermare la corsa della
capolista Eldor Orsenigo. Sabato scorso Ramponi e
compagni sono riuscite e a piegare la resistenza delle
comasche solo al quinto set (25-17/25-18/16-25/2225/15-13). “Un vero peccato aver risolto la gara al
tie break – ha commentato al termine il direttore
sportivo offanenghese Giovanni Schiavini – visto
che ci siamo trovati in vantaggio per 2 set a 0 e solo
per demeriti nostri siamo riusciti a rimettere in corsa
le avversarie. Comunque non possiamo che essere
contenti, perché abbiamo riscattato la brutta prestazione di Muggiò e siamo rimasti in scia della prima
della classe”. Questa sera la Trony sarà impegnata in casa del fanalino di coda Cantiere dell’Adda
Mandello. Nulla da fare per la Pallavolo Vailate che
in casa cede per 1-3 (12-25, 25-20, 12-25 e 18-25) alla
Pro Victoria Muggiò. Questa sera gara del riscatto
si spera contro l’Hotel Lido Angera.
Julius
1-0
2-0
1-1
3-2
1-0
4-2
1-1
1-2
1-3
0-2
DISPONIAMO DI UN
MODERNISSIMO
LABORATORIO
ATTREZZATO IN GRADO
DI GESTIRE TUTTE
LE PROBLEMATICHE
DEL TUO COMPUTER
CON ONESTÀ
E TRASPARENZA
www.mbstore.it
per la
riparazione
del tuo
notebook
o PC
CREMA - VIA CATERINA DEGLI UBERTI, 13
(nel cortile dietro la nuova “Osteria del Viale”, zona Basilica) Tel. 0373 85477 Fax 0373 630506
42 Calcio
SABATO 23 MARZO 2013
ECCELLENZA
PROMOZIONE
Crema e Rivoltana
incassano punti
Luisiana-Chieve,
derby delicato
È
IL DOPPIO TURNO HA PORTATO BENE. DOMANI NEROBIANCHI
IMPEGNATI A CAVENAGO; I RIVIERASCHI RICEVONO IL SONDRIO
Roberto Porcu: suo il 4° gol
nerobianco contro la Zanconti
(Per la foto si ringrazia la Società)
D
P������� T����
ue sfide in tre giorni che hanno portato 4 punti alla Rivoltana, sempre impegnata in trasferta, e 3 punti al Crema, domenica
in campo al “Bertolotti” (sconfitta
1-2) sul filo di lana dalla Trevigliese) e mercoledì al “Voltini”, dove
ha rullato 5-1 la Zanconti.
Domani il Sondrio sbarcherà in
riva all’Adda, mentre i nerobianchi
saranno di scena a Cavenago.
Al “Bertolotti” il Crema è stato
punito in zona Cesarini. “Non si
può subire un gol del genere, non è
ammissibile che un avversario calci
al volo in piena area indisturbato”,
ha considerato Lucchetti, critico anche “per le troppe palle lunghe dove
non c’era nessuno”. La Trevigliese
ha lasciato il segno con palle inattive
al 13’, quando un calcio di punizione è stato deviato dalla barriera mettendo out De Santis, e al 91’, quando sul tiro dalla bandierina Vezzoli
ha calciato al volo indisturbato. L’11 è stato opera di Lera al 48’.
Al “Voltini” è stata festa per la
squadra di Lucchetti, che ha lascia-
R��������-G��. B
Ardor Lazzate-Arcellasco
Cavenago-Base 96
Sancolombano-Cantù S. Paolo
Trevigliese-Mariano
Crema-Zanconti
Desio-Rivoltana
Ciserano-Sondrio
Giana-Valle Brembana
Real Milano-Giussano
to il segno con Pagano (11’ e 75’),
Lera (67’), Porcu (69’) e Fiorentini
(80’). Il golletto della bandiera per
la Zanconti è stato registrato al 71’,
quanto i 3 punti erano già del Crema, “vicina al traguardo stagionale, la salvezza”, riflette il presidente
Walter Fornaroli.
Domani i nerobianchi andranno
a far visita al Cavenago, che sarà
più fresco non essendo sceso in
campo mercoledì (la sfida col Base
96 è stata infatti rinviata).
Domenica a Treviglio la Rivol-
Giana 64; Ciserano 56; Mariano
47; Sancolombano 47; Sondrio 45;
Trevigliese 45; Crema 42; Desio
39; Ardor Lazzate 39; Cavenago
37; Base 96 37; Valle Brembana
34; Rivoltana 34; Real Milano
28; Arcellasco 26; Giussano 12;
Zanconti 11; Cantù S. Paolo 2
tana ha inanellato il 5° risultato
utile consecutivo con una “prova
di grossa maturità”, come rimarcato dal direttore sportivo Bruno
Sesani. La compagine rivoltana ha
saputo attendere prima di colpire:
nella prima frazione si è difesa con
ordine, senza però disdegnare puntate in avanti; nella ripresa ha osato
con convinzione, cogliendo i frutti
di un’indiscussa superiorità. Fatte
le prove generali del gol un paio di
volte, ha colpito al 66’ col tap-in di
Valli (il cuoio era stato ribattuto dal
Scannabuese a -1 dalla vetta
S
palo sulla conclusione di Sala). Costretta a inseguire, i bergamaschi
hanno portato avanti il baricentro,
prestando il fianco all’avversario.
Proprio su azione di rimessa è scaturito il 2-0 griffato Sala.
Mercoledì a Desio i gialloblù,
passati a condurre al 15’ con Sala,
sono stati agguantati all’80’. Peccato per le espulsioni di Locatelli e
Valli che obbligano mister Castellani a rivedere l’assetto col temibilissimo Sondrio.
El
Niente vittorie
nell’ultimo turno
P
Scannabuese in azione
(foto di repertorio)
ora secondi da soli. 0-0 tra
Agnadello e Madignanese. Tra
24 ore, Pieranica-San Luigi e
Madignanese-Offanengo saranno i match di cartello.
LG
R��������-G��. A
Calcio Crema-Or. Frassati
Camisanese-S. Carlo Crema
Casale Cr.-CR81 Duemila
Casaletto Cer.-Scannabuese
Ombriano-Madignanese
Or. Offanengo-Sergnanese
Pianenghese-Pieranica
S. Luigi Crema-Agnadello
Valle Brembana-Arcellasco
Trevigliese-Ardor Lazzate
Base 96-Ciserano
Cavenago-Crema
Desio-Giana
Cantù S. Paolo-Zanconti
Mariano-Real Milano
Giussano-Sancolombano
Rivoltana-Sondrio
PRIMA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
ergnanese-Pieranica 0-1;
Pianenghese-Aurora Ombriano 1-5, Calcio Crema-San
Luigi Crema 1-4; CR81 Duemila-San Carlo 2-1: questi i
risultati dei recuperi di mercoledì sera. La capolista ha vinto
all’ultimo secondo in casa della Sergnanese grazie a Polgati,
strozzando l’urlo di gioia delle
inseguitrici. I boys di Colucci,
in un match equilibrato, hanno
fatto valere l’esperienza. Domenica scorsa i pieranichesi
erano stati raggiunti sul 2-2
dalla Pianenghese al 48’ perdendo due punti preziosissimi.
Si sono rifatti, stavolta sfruttando la zona Cesarini.
Dalle gare del mercoledì
sono uscite due protagoniste,
l’Aurora e il San Luigi Crema.
Quest’ultimo ha centrato la seconda vittoria consecutiva: domenica 1-0 all’Agnadello, mercoledì 4-1 al Calcio Crema.
Ancor più pesante, perché
l’avversario era di quelli forti,
la vittoria dell’Aurora, che ha
steso 5-1 la Pianenghese. Nichetti, Pascuzzi (doppietta con
un penalty), Braguti e Verdelli
gli autori delle reti ombrianesi; Peroni per gli “orange”.
Domenica scorsa gli ombrianesi erano invece stati battuti
in casa dalla Madignanese,
corsara con Fonzo al 30’. Evidentemente i bomber di mister
Chiodo hanno tenuto tutti i
colpi per il recupero. Bene, in
notturna, anche il CR81 Duemila, che ha battuto il San
Carlo 2-1 grazie alle marcature
di Robesti su rigore e Plizzari.
Per la squadra cittadina il solo
gol di Alghisio.
Del turno domenicale vanno segnalate anche la vittoria
della Scannabuese a Casaletto
(4-0 firmato Piccolo – tripletta
– e Cattaneo) e l’1-1 dell’Oratorio Offanengo con la Sergnanese: un giusto pareggio
con reti di Pavesi e Perolini.
Squadre in campo anche nella
serata di giovedì, con gare che
hanno mosso la classifica nelle
zone nobili. Il riferimento è a
Frassati-Scannabue terminato
2 a 4 per i ragazzi di Chiodo,
1-0
rinv.
rinv.
0-3
5-1
1-1
3-1
3-0
2-0
C���������
2-2
1-1
0-1
0-4
0-1
1-1
2-2
1-0
C���������
Pieranica 46; Scannabuese 45;
Or. Offanengo 42; Sergnanese
39; Pianenghese 37; Agnadello 35; Madignanese 35; S.
Luigi Crema 33; Ombriano 29;
Casaletto Cer. 29; Or. Frassati
27; CR81 Duemila 26; S. Carlo
Crema 17; Casale Cr. 14; Camisanese 8; Calcio Crema 3
P������� T����
Agnadello-Casaletto Cer.
Casale Cr.-Pianenghese
CR81 Duemila-Sergnanese
Madignanese-Or. Offanengo
Or. Frassati-Ombriano
Pieranica-S. Luigi Crema
S. Carlo Crema-Calcio Crema
Scannabuese-Camisanese
iù bassi che alti per le nostre
formazioni di Prima. Nessuna
vittoria nell’ultimo turno di campionato, ma solo pareggi e due
sconfitte, quella dell’Excelsior con
l’Orceana e quella del Castelleone
con il San Biagio, che si è imposto
per 3 a 1 in casa dei nostri. Bene
l’Offanenghese di De Capitani,
andata a pareggiare sul campo del
forte Santo Stefano e in grado così
di agganciare i gialloblù castelleonesi di mister Severgnini.
Con la seconda forza del torneo
i giallorossi hanno impattato a reti
bianche, dimostrando ancora una
volta di valere la posizione di classifica. Su un terreno non… di Prima categoria, i più vicini al gol, in
una gara comunque emozionante,
sono stati proprio i cremaschi, che
con Benelli, di testa (su bel cross di
Dragoni), hanno mancato il bersaglio da pochi passi.
Segno “x” positivo anche per il
San Paolo Soncino, che ha strappato un punto all’Oriese lontano
da casa. Grande merito per il punto guadagnato va al portiere Lanzi,
spesso decisivo con i suoi interventi nel corso del match. La segnatura dei nostri con Somenzi al 22’
della ripresa, e se nel finale Simoni
avesse gestito meglio un contropiede saremmo qui a raccontare una
grande impresa. Ma va bene così.
Nella lotta salvezza, invece, l’Excelsior è caduto in casa
dell’Orceana. Dopo la vittoria col
Santo Stefano, i vaianesi si sono
SECONDA CATEGORIA
L’Acos rallenta
con l’Or. Sabbioni
L’
Oratorio Sabbioni ha imposto il pari alla capolista
Acos in suolo trevigliese con una
prestazione gagliarda; la Ripaltese è naufragata in riva al Serio al
cospetto di un Trescore grintoso e
determinato, che domani ospiterà
il Monte, costretto alla resa dalla
Calcense, una tra le più belle realtà del torneo.
Pareggiando col Bagnolo, la
Spinese ha ceduto volentieri l’ultima piazza al Crespiatica, che tra
poco più di 24 ore riceverà il lanciatissimo Romanengo: la truppa
di mister Raimondi, seppur a fatica, domenica ha strappato l’intera posta al tenace Castelnuovo
grazie alla rete firmata da Andrea
Viscontini a 3’ dalla conclusione.
Equilibrata la prima frazione, dove
sono scarseggiate le emozioni; più
vivace la ripresa quando, a 15’ dal
termine, la compagine di Bettinelli
è rimasta in inferiorità numerica
per l’espulsione di Tossi (proteste).
Il Trescore, sempre lucido e
ispirato, ha fatto shopping a Ripalta. I ragazzi di Fusari, reduci
dal pareggio infrasettimanale con
la capolista, non sono mai entrati in partita. Ottima la prova del
complesso di Bombelli, che dopo
appena 2’ ha incanalato la contesa sui giusti binari colpendo con
un bel colpo di testa di Poiaghi.
Non c’è stato alcun cenno di reazione dei “marèi’” puniti nuovamente al 20’ da Gargioni: ha trafitto Oldani dopo aver lasciato sul
giunta l’ora del derby. Al
“Comunale” di Pandino saranno di fronte Luisiana e Chieve, entrambe con la necessità di
muovere la classifica: i nerazzurri
di Luciano Ferla, reduci dallo 0-0
di Tribiano, sentono il fiato sul
collo della Sangiulianese, fanalino di coda (l’ultima retrocede
direttamente), che ha castigato i
ragazzi di Danilo Bianchetti. Il
Chieve è a quota 27 e non può
distrarsi, perché la salvezza senza
passare attraverso i playout è ancora tutta da conquistare, dopo le
due sconfitte rimediate nell’arco
di otto giorni.
Ancora una volta, la Luisiana
non è stata capace di affondare i
colpi, s’è disunita negli ultimi 16
metri vanificando le occasioni
avute, “almeno due o tre costruite
con azioni limpide – ha rimarcato
mister Ferla –. Granata si è trovato solo davanti al portiere il pallonetto di Dognini meritava più
fortuna”. Comunque positivo per
l’ambiente pandinese, “il punto
conquistato in suolo milanese”.
Peccato per gli errori sottoporta.
Il Chieve, sbloccato il risultato
al 14’ con Severgnini, ha dominato la scena sino al 25’, dando la
netta sensazione di poter conquistare l’intera posta, invece è andata diversamente. Un rimpallo al
26’ ha favorito l’1-1 degli ospiti,
che al 45’ sono addirittura passati
R��������-G��. F
Casalbuttano-Casalmaiocco 1-1
Montanaso-Fanfulla
0-3
Settalese-Gessate
0-1
Tribiano-Luisiana
0-0
Acc. Sandonatese-Paullese 2-1
Chieve-Sangiulianese
2-3
Codogno-Soresinese
3-3
Melegnano-Vignate
1-0
C���������
Fanfulla 51; Acc. Sandonatese 44;
Melegnano 41; Settalese 36; Vignate 33; Gessate 33; Soresinese 32;
Tribiano 29; Paullese 27; Chieve
27; Casalaiocco 24; Casalbuttano
23; Codogno 22; Montanaso 21;
Luisiana 20; Sangiulianese 18
P������� �����
Fanfulla-Acc. Sandonatese
Luisiana-Chieve
Casalbuttano-Codogno
Casalmaiocco-Gessate
Paullese-Melegnano
Soresinese-Montanaso
Sangiulianese-Settalese
Vignate-Tribiano
a condurre con la complicità del
pacchetto arretrato cremasco. Al
60’ i milanesi hanno capitalizzato
dal dischetto, poi c’è stato il gol
di Sangiovanni al 62’, ma nell’ultima mezz’ora è successo poco e
l’hurrà l’ha liberato la Sangiulianese. Domani, derby delicato. Per
entrambe.
el
presentati all’appuntamento con i
bresciani privi di cinque titolari e
la tenuta, nel corso della gara, ne
ha risentito. Nei momenti topici dell’incontro i padroni di casa
hanno colpito – alla mezz’ora e in
avvio di ripresa – quando i nostri
sembravano poter riuscire a comandare le operazioni.
2 a 2 il risultato del derby Agnadellese-Salvirola nell’altro delicato
match in chiave salvezza. Mellino
e Meneghetti hanno portato per
ben due volte avanti l’Agnadellese,
sempre raggiunta da calci piazzati
di Bertolotti (il rigore su Forcati è
apparso quantomeno “generoso”).
Infine il Castelleone, che nulla
ha potuto contro il San Biagio. Gli
ospiti hanno recuperato il gol di
inizio ripresa di Marchesini e gonfiato la rete per tre volte dal 24’ al
40’ del secondo tempo.
Nel girone “L” niente da fare
per il Palazzo Pignano opposto
all’osso duro Real Qcm, che si è
imposto 3-0. Domani, sfida salvezza con la Savorelli.
Nel girone “H” i derby, S. PaoloAgnadellese e Salvirola-Castelleone. Sfida playoff dell’Offanenghese che attende la lanciata Orceana,
anch’essa ferma a quota 35.
R��������-G��. H
posto un paio di avversari. Nelle
battute conclusive di gara, Pinardi
ha spinto in rete l’invito del compagno Raimondi.
Il 2-2 scaturito a Spino d’Adda serve a poco per entrambe le
contendenti, che si sono battute
col cuore in mano alla ricerca
dell’intera posta. Al vantaggio del
Bagnolo con Angoli (15’), i locali
hanno risposto con l’uno-due griffato Guavari (22’)-Conca (30’). In
avvio di ripresa (48’) A. Donati ha
permesso alla truppa di Mussini
di pareggiare il conto.
Il Monte Cremasco non ha demeritato, ma la Calcense è stata
più lucida sottoporta, strappando
i tre punti che le permettono di
restare a ridosso della battistrada.
Nel primo tempo la formazione
bergamasca ha colpito due volte, tra il 15’ e il 32’. Familiari ha
riaperto il confronto al 57’ con
un preciso colpo di testa, ma in
zona Cesarini lo schieramento di
Brambillaschi ha trovato nuovamente la via del gol.
Sconfitta all’inglese della Doverese per conto del Vidalengo. La
squadra di Mario Caccialanza ha
rimediato entrambe le reti nella
ripresa (59’ e 78’).
R��������-G��. I
LG
El
Casalpusterlengo-Castelverde 1-1
Orceana-Excelsior
2-0
C. S. Stefano-Offanenghese 0-0
Formigara-Quinzanese
2-2
Or. Senna Lod.-Real Casal 1-1
Castelleone-S. Biagio
1-3
Agnadellese-Salvirola
2-2
Oriese-S. Paolo Soncino
1-1
C���������
Real Casal 45; C. S. Stefano 39;
Offanenghese 35; Castelleone 35;
Orceana 35; S. Biagio 33; Casalpusterlengo 33; Or. Senna Lod. 31;
Oriese 28; Castelverde 27; Quinzanese 27; Formigara 24; Salvirola
23; Excelsior 20; Agnadellese 18;
S. Paolo Soncino 15
P������� T����
S. Paolo Soncino-Agnadellese
Or. Senna Lod.-C. S. Stefano
Excelsior-Casalpusterlengo
Salvirola-Castelleone
S. Biagio-Formigara
Offanenghese-Orceana
Castelverde-Oriese
Real Casal-Quinzanese
Cappuccinese-Crespiatica
Doverese-Vidalengo
Fontanella-Juventina Covo
Monte Crem.-Calcense
Ripaltese-Trescore
Romanengo-Castelnuovo
Spinese Or.-Bagnolo
Acos Treviglio-Or. Sabbioni
4-0
0-2
2-0
1-3
0-3
1-0
2-2
0-0
C���������
Acos Treviglio 43; Juventina
Covo 39; Calcense 38; Romanengo 38; Ripaltese 34; Vidalengo
33; Fontanella 32; Monte Crem.
31; Trescore 30; Cappuccinese
24; Castelnuovo 23; Doverese
23; Or. Sabbioni 18; Bagnolo 16;
Spinese Or. 14; Crespiatica 13
P������� T����
Bagnolo-Juventina Covo
Calcense-Doverese
Castelnuovo-Acos Treviglio
Crespiatica-Romanengo
Or. Sabbioni-Ripaltese
Spinese Or.-Cappuccinese
Trescore-Monte Crem.
Vidalengo-Fontanella
Sport 43
SABATO 23 MARZO 2013
ATLETICA ESTRADA
P
er i cremaschi dell’Atletica
Estrada la stagione delle
gare outdoor è iniziata lo scorso
weekend a Chiari, in occasione
del meeting regionale G.B. Foresti, valido anche come seconda
giornata dei campionati regionali di lanci cadetti e allievi.
L’acuto di giornata arriva da
Leonardo Provana, allievo al
primo anno, classe 1997: s’impone negli 80 metri col tempo di
9,68, che rappresenta il primato
personale e lascia ben sperare, essendo stato realizzato in
condizioni climatiche estremamente sfavorevoli. Per Provana,
ragazzo di Capergnanica che si
allena dividendosi fra le piste di
Bagnolo Cremasco e Caravaggio, si trattava del debutto con la
nuova divisa dell’Atletica Cento
Torri di Pavia, società in cui è in
prestito da dicembre e di cui sarà
pedina fondamentale nell’ottica
della staffetta 4x100 allievi, parte di un gruppo che è già andato
a podio ai Campionati Italiani
Indoor di questo inverno ad Ancona.
Per quanto riguarda invece le
gare di lanci, in gara con i nostri
colori anche la cadetta Michela
Corbani. Per lei 7° posto con
16,00 nella gara del lancio del disco, al debutto nella specialità, e
15° posto, nella classifica valida
come campionato regionale, nel
getto del peso con 7,41, anche in
questo caso alla prima gara con
l’attrezzo da 3 kg della categoria
cadette. Si tratta di risultati incoraggianti che sembrano dare ragione alla decisione di affiancare
le specialità di lanci, soprattutto
peso e disco, a quelle di corsa
veloce.
Prossimo appuntamento a
Urgnano.
BASKET A2
CICLISMO: presentazione dell’Uc Cremasca
Tecmar
senza smalto
A
BISOGNA USCIRE DAL “BUIO”
di TOMMASO GIPPONI
U
ltima chiamata per la TecMar Crema, che questa
sera riceve l’Interclub Muggia nell’ultima giornata
di ritorno con ancora la propria posizione nella griglia
playoff da decidere. La gara avrà inizio alle 20.30, come
tutte le altre di quest’ultimo turno che per regolamento
si devono giocare in contemporanea. Una TecMar che
ha fallito i primi due tentativi di mettere in cassaforte un
quarto posto finale in graduatoria meritatissimo, ma che
ultimamente pare stregato. Dopo la sconfitta interna
con Broni sabato scorso è arrivata quella esterna contro
un Valmadrera non irresistibile per 60-49, che ha rimandato il verdetto a stasera. A Crema per finire quarta basta vincere, o in caso di sconfitta sperare che Marghera
perda a sua volta il derby tutto lagunare che la vede opposta alla capolista, già promossa in A1, Venezia, contro cui c’è un’acerrima rivalità. Quarto o quinto posto
comunque cambia relativamente poco, è più una questione di prestigio, visto che comunque entrambi danno diritto ad avere il fattore campo a favore nel primo
turno di playoff. Per sapere l’avversaria poi bisognerà
attendere i risultati dagli altri campi, in particolare dalle
gare Udine-Broni e Alghero-Selargius. Delle 8 combinazioni possibili, anche a seconda del risultato proprio
della TecMar, le cremasche hanno il 50% di probabilità
di incrociare Alghero, accoppiamento non proprio congeniale per via della lunga trasferta, mentre le restanti
probabilità se le spartiscono equamente Udine e Broni.
Stasera dovrebbero andare decisamente meglio, in
Karate: trionfo per GKA
L
a GKA conferma
ancora una volta la
sua posizione di vertice
all’interno della federazione mettendo al palo
i prestigiosi avversari
nella gara interstile della
coppa del presidente.
Domenica scorsa si
è disputata la “Coppa
del presidente” UKS a
Calcinato, la gara rappresenta un’importante
tappa che segue ai diversi raduni preparatori e selezionatori per
la ormai prossima finale del campionato italiano (25 Aprile) e per
il successivo campionato del Mondo che si terrà a Bucarest in giugno.
Gara interstile ospitata da un bellissimo palazzetto gremito dai
400 partecipanti agonisti e dai rispettivi accompagnatori e ‘arredato’ con ben 5 tatami. La GKA trionfa letteralmente portando sui
gradini del podio 8 dei 10 atleti iscritti. Le gare si sono svolte con
ritmo incalzante tant’è che alle 13 tutte le categorie più giovani
avevano già terminato le loro prove, sia di kata che di kumite.
Questo il medagliere finale della società cremasca: Oro kata
per Simone Maraffino, Alice Malusardi e Andrea Gerola; argento
Kumite per Simone Maraffino; argento kata per Andrea Bergami
(9 anni cintura gialla) e Kevin Malfasi; bronzo Kata per Tommaso Baldassarre (6 anni cintura arancio), Miriana Belloni, Davide
Baldassarre.
Nella foto la giocatrice Biasini
una gara importante più che per la classifica per il morale biancoblù. Il prossimo fine settimana i campionati sono fermi per Pasqua ma subito dopo, mercoledì 3
aprile, scatteranno i playoff con la TecMar che ospiterà
gara 1 dei quarti di finale.
Sea Logistic Valmadrera-TecMar Crema 60-49 (1610; 27-25; 44-37)
TecMar Crema: Conti 3 (1/3, 0/1), Biasini (0/1),
Capoferri 4 (1/4, 1/3), Sforza 1 (0/1, 0/1), Caccialanza
6 (2/4, 0/7), Losi 12 (1/6, 3/6), Cerri 5 (1/4, 1/1), Gibertini 4 (2/5), Rizzi 9 (4/5), Picotti 4 (1/6, 0/1). All.
Giroldi.
PROMOZIONE
En plein di vittorie per le tre formazioni cremasche impegnate nel campionato di Promozione.
La Conad Offanengo ha superato 64-58 una temibile avversaria come gli Old Socks San Martino.
Gara che ha visto i cremaschi scappare via nella
ripresa soprattutto grazie alle triple di Martinenghi e al dominio sotto canestro di Ema Marchesi.
Bel successo esterno invece della Banca dell’Adda Rivolta, passata in volata 71-72 sul campo del
Leonbasket. Gara che ha visto i cremonesi sempre avanti ma una grande reazione dei cremaschi
nell’ultimo quarto, che grazie alle triple di Moriggi e Airoldi operano il sorpasso negli ultimi 25
secondi. Infine, bel successo interno 67-56 del Castelleone sulla Floris. Ventura e Ziglioli mattatori
della gara rispettivamente con 23 e 21 punti.
BOCCE: Vis Trescore
V
ittoria con passaggio del turno per la Vis Trescore nel
Campionato Italiano per società
di Prima categoria. La squadra
cremasca ha superato per 2 a 0
il Clusone nel confronto di ritorno del secondo turno. Il match
ha avuto luogo sulle corsie del
bocciodromo comunale di via
Indipendenza, per l’indisponibilità di quello trescorse. Le due
contendenti partivano dall’1 a 1
dell’andata.
La terna ha visto impegnati
Guglieri-Guerrini-Zagheno, che
hanno pareggiato per 8-6, 5-8. Il
primo punto per Trescore è arrivato nell’individuale, nella quale
Pedrignani ha superato per 8-3,
8-5 il bergamaschi Baronchelli.
La Vis Trescore ha poi bissato
il successo nella prima coppia,
con Pedrignani-Guglieri che hanno regolato il duo di Clusone,
Merlini-Baronchelli col punteggio di 8-4, 8-0.
Sull’altra corsia, la coppia ospite
Papandrea-Finotti stava conducendo per 6 a 5 contro i trescoresi Guerrini-Zagheno, ma a quel
punto, a risultato ormai acquisito,
l’incontro è stato sospeso.
dr
Basket DNC: torna in campo l’Erogasmet
T
orna in campo dopo la settimana di pausa per
la Coppa Italia l’Erogasmet Crema, in una trasferta domani pomeriggio alle 18 sul campo della
Clf Bergamo, terz’ultima in classifica. I cremaschi
prima della sosta stavano attraversando un periodo davvero molto positivo, con diversi successi
convincenti, figli di un gruppo che pian piano ha
ritrovato tutti o quasi i suoi elementi (manca ancora il solo Stefano Chiari all’appello) e che ora
grazie al quotidiano lavoro in palestra migliora la
chimica di squadra e può esprimersi al meglio. La
gara di domani sulla carta si presenta abbastanza
semplice, ma sarebbe sbagliatissimo sottovalutarla. Già lo scorso anno Crema in una situazione
analoga perse sul parquet orobico una gara molto
importante per la sua classifica. Il piazzamento attuale dei biancorossi vieta cali di concentrazione
nelle ultime cinque giornate. Dopo Bergamo i cremaschi riceveranno Cantù dopo la sosta pasquale
e subito dopo Cittadella, per poi andare a Milano
contro il Milanotre e chiudere in casa con Pisogne.
L’obiettivo che l’Erogasmet si deve porre in questo
finale di stagione è riuscire ancora a scalare una
posizione, superando magari il San Bonifacio al
terzo posto e al momento distante 4 lunghezze. La
missione non sembra impossibile visto che i veronesi hanno un calendario difficilissimo da qui alla
fine. Arrivare terzi poi sarebbe importantissimo,
in quanto garantirebbe il fattore campo per due se-
ATLETICA: Virtus
rie di playoff, e in un campionato così equilibrato
al vertice questo potrebbe fare molta differenza.
BASKET D: SIMECOMM SCONFITTA
Brutta sconfitta casalinga della SimeComm Ombriano, che ha ceduto 62-79 a un Nembro non
irresistibile. “Pessima prestazione – commenta il
dirigente responsabile rossonero Vittorio Soldati
– in una gara che ci poteva far recuperare ancora
un paio di posizioni in classifica prima del trittico
proibitivo con le bresciane capoclassifica a quota
40. Dopo una discreta partenza, dal settimo minuto è calato il buio improvvisamente, con Banfi e
Castelletti a godere di spazi inattesi e a punirci insieme a Medolago e Della Valentina. Meno dieci a
metà gara e poi anche meno 25 prima di una tardiva e inutile reazione. Difesa inesistente, zero grinta e attacco confusionario. Da salvare solo il 6/9
da tre di Cerioli ma a giochi già decisi e i 12 recuperi in coppia di Manenti e Piloni grazie a qualche
rubata e sfondamenti. Malissimo comunque tutti,
a partire da un reparto lunghi praticamente inesistente. Unica scusante l’assenza di Vailati, unita
alle pessime condizioni di Baggi, Premoli e Piloni
ma abbiamo dato comunque troppo poco”. E ora
per Ombriano la serie inizia dalla trasferta a Iseo.
SimeComm Ombriano-Nembro 62-79 (13-21; 2636; 42-63)
tm
ppuntamento oggi pomeriggio alle 14.30 per la presentazione ufficiale delle squadre che nella stagione 2013 vestiranno la gloriosa
maglia dell’Unione Ciclistica Cremasca. Il vernissage si terrà come di
consueto negli ultimi anni presso il negozio Cicli Francesconi di Salvirola, grande amico del club, nonché fornitore del materiale di gara.
Presenti tutti i tesserati del club, oltre a familiari e simpatizzanti di
un sodalizio che quest’anno spegnerà 81 candeline, come sempre non
mancheranno ospiti illustri.
NIENTE GRAN PREMIO LIBERAZIONE
Una brutta notizia dal mondo del ciclismo cremasco. Quest’anno,
per la prima volta da 27 anni a questa parte, non si terra il consueto
Gran Premio Liberazione, che ogni anno il 25 Aprile rendeva Crema la
capitale mondiale del ciclismo femminile. Scelta sofferta ma obbligata
da parte del GC Arci Cremasco promotore, che rispecchia la grande
crisi a livello di sponsorizzazioni che tutto il mondo dello sport, in particolare femminile, sta attraversando. In una nota a firma dei presidenti
del Club Angelo Peia e Angelo Bassi si legge: “Il comitato organizzatore del Gran Premio Liberazione – corsa ciclistica internazionale
femminile – e il Gruppo Ciclistico ARCI Cremasco comunicano che
la 28a edizione di questo tradizionale appuntamento sportivo, che ogni
25 Aprile accoglie sullo storico traguardo di viale Santa Maria atlete e
appassionati da tutta Europa, è stato rinviato a primavera 2014.
La decisione del comitato, presa dopo un’attenta valutazione del
bilancio preventivo, tiene conto delle attuali difficoltà a reperire aiuti
e contributi da parte di Enti e sponsor commerciali. Gli organizzatori si augurano che il patrimonio di capacità organizzative cresciuto e
maturato in 27 anni non vada disperso, così come i valori di libertà e
integrazione che una scelta, anche sportiva, di protagonismo della donna significa. Il Comitato, proprio perché consapevole dell’attualità dei
contenuti che la ricorrenza del 25 Aprile richiama, sin da ora si sta già
impegnando a una nuova edizione più al passo coi tempi. La speranza
di tutti è che intorno a questo progetto si trovi la partecipazione più
ampia di sostenitori pubblici e privati e di appassionati”. E la speranza è
davvero che il 2013 resti un anno isolato in questo senso.
tm
PODISMO: Caminada da Bagnol Cremasc
D
omani si correrà la 38a Caminada da Bagnol Cremasc -7° Trofeo Francesco Cazzamali a.m. organizzata dal Gruppo Podistico Bagnolese.
Il ritrovo è presso il Centro sportivo comunale di via Lodi, con partenza libera dalle ore 8 alle 8.30. Quattro percorsi a scelta di km 6,12,
22 e 33. Le iscrizioni si ricevono telefonando al 338.7345312 (Luigi),
346.8757438 (Morena) e sul posto prima della partenza dietro versamento di euro 2.00 per la sola partecipazione; euro 4.00 con premio
per i tesserati Fiasp, per i non tesserati aggiungere euro 0.50 a copertura assicurativa. Riconoscimento per i partecipanti a quota intera, una
confezione di kg. 2 di riso sottovuoto. Al gruppo più numeroso andrà
in premio il Trofeo Francesco Cazzamali, dal 2° in poi, coppe trofei
e targhe fino a esaurimento del disponibile. Per i gruppi ricordiamo
che è necessario la presentazione dell’elenco dei partecipanti come da
regolamento. L’assistenza sanitaria è assicurata dalla Croce Rossa di
Crema. La manifestazione è omologata Fiasp dal Comitato Marce di
Cremona e valida per la vidimazione delle tessere per i concorsi podistici. Responsabile manifestazione Barbati Luigi. Commissari marcia
Fusar Bassini e Viola.
a.g.
ARBITRI: tre giorni importanti a Coverciano
D
omenica scorsa a Chiari si
è disputato il Memorial Foresti, Trofeo invernale di lanci
outdoor, valido come campionato regionale invernale per il
getto del peso cadetti/e.
La gara clou della giornata
per i nostri atleti era, quindi, il
getto del peso cadetti e cadette
competizione che prevedeva
l’assegnazione del titolo regionale. Luca Boschiroli, grazie
a un lancio di mt. 10,71 si è
guadagnato l’accesso alla finalissima dove ha concluso le sue
fatiche all’8° posto; molto bene
anche Matteo Serio che ha concluso al 10° posto con mt. 9,94.
In campo femminile buona prova di Silvia Guercilena, giunta
al 21° posto con mt. 6,94. Negli
80 piani cadette, ottima vittoria
di Sofia Borgosano (nella foto)
che ha sbaragliato tutte le avversarie nonostante le condizioni
meteo avverse e il vento contrario ed ha concluso con l’ottimo
tempo di 10”56. Sempre negli
80 cadette troviamo al 6° posto Giulia Falcone con 11”44,
al 12° Chiara Lupo Timini con
11”64, al 24° Sara Zuccotti con
12”17 e al 24° Silvia Guercilena
con 12”24. Tra i cadetti buona
prova di Matteo Serio che ha
concluso al 5° posto coprendo
la distanza in 10”13 seguito
all’11° posto da Francesco Righini con 10”43 e al 16° posto
da Luca Boschiroli con 10”69.
Sempre nei mt. 80, categoria
allieve, ottima prova di Francesca Bettinelli che ha concluso al
2° posto con il tempo di 11”90
seguita al 3° posto da Giulia
Ghidotti con 12”18. Nei mt.
300 cadette Sofia Borgosano ha
concluso al 2° posto assoluto
stabilendo il suo nuovo record
personale con 45”02 mentre
Veronica Simonetti ha concluso al 22° posto con 54”71; in
campo maschile ottimo debutto
nella specialità di Mattia Peveri che ha concluso al 14° posto
con 44”36. Nell’ultima gara in
programma, i mt. 400 categoria
allievi, buon esordio stagionale
per Alex Foolchand e per Edoardo Visconti. Silvia Panzetti
T
re giorni di apprendimento al centro tecnico federale della Figc di
Coverciano. È quanto hanno fatto due giovani arbitri della sezione
di Crema, Marco Peletti e Bianca Uberti, che hanno avuto la fortuna
di partecipare al raduno intersezionale lombardo. Lo stage di perfezionamento tecnico e atletico ha visto i due arbitri cremaschi impegnati
insieme ai loro colleghi delle sezioni della Lombardia.
Il primo giorno, i partecipanti hanno scritto un tema e simulato la
compilazione di un rapporto di gara. A seguire c’è stata una lezione
tecnica del presidente della sezione di Brescia. Dopo una breve pausa i
ragazzi hanno scambiato opinioni con il designatore della Can A Stefano Braschi e con l’arbitro di serie A Andrea Gervasoni.
Il secondo e terzo giorno, i giovani arbitri hanno sostenuto, con successo, i quiz tecnici interattivi sul regolamento, dopodiché sono scesi in
campo per allenamenti e partitelle.
dr
PALLANUOTO: il Punto Sma prosegue la marcia
C
ontinua la marcia del Crema Supermercati Punto Sma verso i piani
alti della classifica. Nell’incontro casalingo contro il Vimercate, il
team cremasco ha vinto con il punteggio di 13-6 (4-3/2-1/3-0/4-2). Pur
soffrendo nella prima metà della gara, la truppa di Massimo Parietti ha
controllato le sfuriate avversarie per colpire in ogni occasione. I giovani
cremaschi, ben guidati in difesa da Stefano Calenti e in attacco da Carlo
Marta, si sono destreggiati con tante azioni di rilievo e alla sirena finale
hanno fatto 13. Poker di gol per Alberto Comassi e Giovanni Marchesi
e un gol a testa per Calenti, Tammaccaro, Marta, Garufi e Bocca.
GIORGIO ZUCCHELLI Direttore responsabile
Angelo Marazzi Coordinatore di direzione
IN REDAZIONE
Gian Battista Longari (redattore editoriale)
Bruno Tiberi (redattore editoriale)
Mara Zanotti (redattore editoriale)
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
Direzione, redazione e amministrazione: via Goldaniga 2/A - 26013 Crema
Tel. 0373 256350 - Fax 0373 257136
Posta elettronica: [email protected]
C.C. postale 10.35.1260 - CCIAA Cremona 119560
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008 Fax 0372 471175
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Abbonamento 2013: anno euro 40, semestre euro 26
Pubblicità: uffici Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A Crema Tel. 0373 256350
Fax 0373 257136 e-mail: [email protected]
www.ilnuovotorrazzo.it
U.P. Uggeri Pubblicità srl corso XX Settembre 18 Cremona Tel. 0372 20586 Fax
0372 26610 e-mail: [email protected] - sito: www.uggeripubblicita.it
Manoscritti e fotografie non richiesti dalla direzione, anche se non pubblicati, non vengono
restituiti. La direzione si riserva di condensare le lettere che a suo giudizio risultassero troppo
lunghe o di interesse non generale. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente qualsiasi inserzione anche pubblicitaria non consona all’indirizzo del giornale.
44
SABATO 23 MARZO 2013
DI
O
C
I
D
O
I
R
PE
DIMENTI
PIATTI TIPICI
Supplemento gratuito n. 11 a Il Nuovo Torrazzo n. 12 del 23 marzo 2013
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA GIORNALE LOCALE ROC
APPROFON
Agriturismo
Agriturismo
Agriturismo
Agriturismo
Cascina
Loghetto
Cascina
Loghetto
Cascina
Loghetto
dal 1535 dal 1535
dal 1535
1535
dal
di Marianidal
Anna
Maria
di1535
Mariani
Anna Maria
Maria
Mariani
Anna
di Mariani
Anna
Maria
didiMariani
Anna
Maria
“Tutta
lala
deldel
territorio,
una
cucina
dai
sapori
per
i inostri
ospiti”
“Tutta
la
tradizionee
del del
territorio,
unauna
cucina
daidaimille
sapori
per
ii nostri
ospiti”
“Tutta
latradizione
tradizionee
del
territorio,
una
cucina
daimille
mille
sapori
percoccolare
coccolare
i nostri
nostri
ospiti”
“Tutta
tradizionee
territorio,
una
cucina
dai
mille
sapori
per
coccolare
ospiti”
“Tutta
la tradizionee
territorio,
cucina
mille
sapori
percoccolare
coccolare
nostri
ospiti”
CUCINA
CASALINGA
anche
per
CELIACI
(intolleranti
al glutine)
glutine)
iscritti
A.I.C.
CUCINA
CASALINGA
anche
per
CELIACI
(intolleranti
alalalglutine)
iscritti
A.I.C.
CUCINA
CASALINGA
anche
per
CELIACI
(intolleranti
glutine)
iscritti
A.I.C.
CUCINA
CASALINGA
anche
per
CELIACI
(intolleranti
al
iscritti
A.I.C.
CUCINA
CASALINGA
anche
per
CELIACI
(intolleranti
glutine)
iscritti
A.I.C.
Veranda
Giardino
conlaghetto
laghetto
Piccolo
parco
con
animali
Veranda
esterna
Giardino
con
laghetto
•• Piccolo
parco
con
animali
Veranda
esterna
•esterna
Giardino
concon
laghetto
• •Piccolo
parco
con
animali
Veranda
esterna
•••Giardino
con
• Piccolo
parco
animali
Veranda
esterna
• Giardino
laghetto
Piccolo
parco
concon
animali
RISTORANTE
RISTORANTE
RISTORANTE
RISTORANTE
APERITIVI
CON
BUFFET
APERITIVI
CON
BUFFET
APERITIVI
CON
BUFFET
APERITIVI
CON
BUFFET
CAMERE
CON
PRIMA
COLAZIONE
CAMERE
CON
PRIMA
COLAZIONE
CAMERE
CON
PRIMA
COLAZIONE
CAMERE
CON
PRIMA
COLAZIONE
SALA
MEETING
SALA
MEETING
SALA
MEETING
SALA
MEETING
ia Milano,
Milano,
CREMA
Tel.230209
0373 230209
230209
- 349
349 4405805
4405805
www.cascinaloghetto.it
vvia
44 -- CREMA
--Tel.
0373
-4405805
-- www.cascinaloghetto.it
via Milano,
4 - CREMA
- Tel.
- 349
- www.cascinaloghetto.it
via Milano,
-ECREMA
- Tel.
0373
230209
349
4405805
- www.cascinaloghetto.it
via4Milano,
4 - CREMA
-0373
Tel.
0373 -230209
-349GRATUITO
4405805
- www.cascinaloghetto.it
CHIUSO
IL LUNEDÌ
LUNEDÌ
MARTEDÌ
Gradita
prenotazione
USO
DI BICICLETTE
BICICLETTE
PER PASSEGGIATE
PASSEGGIATE
CHIUSO
IL
E MARTEDÌ
-- Gradita
prenotazione
-- USO
GRATUITO
DI
PER
CHIUSO
IL
LUNEDÌ
E
MARTEDÌ
Gradita
prenotazione
USO
GRATUITO
DI
BICICLETTE
PER PASSEGGIATE
PASSEGGIATE
CHIUSO IL LUNEDÌ E MARTEDÌ - Gradita prenotazione - USO GRATUITO DI BICICLETTE PER
CHIUSO IL LUNEDÌ e MARTEDÌ - Gradita prenotazione - USO GRATUITO DI BICICLETTE PER PASSEGGIATE
Auguriamo
ti
amici e clien
ri
st
o
n
i
i
a tutt
una
qua
Buona Pas
2
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
tazzi
F O R M A G G I
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
a
r
e
v
a
m
i
r
p
a
.
.
.
o
t
s
a
p
Anti
rr
te
o
tr
s
o
n
l
a
e
e
n
io
g
alla sta
io
h
c
c
o
l’
o
n
a
z
iz
tr
s
e
h
Tre idee c
3
itorio
ente. Si cotavola. Finalm
a
i
rs
de
se
di
isto il perioora
zo, Pasquale (v
mincia il pran na), o per qualsiasi altra
ci
do che si avvi r iniziare concediamoci un
pe
o
nt
poi, ancora
occasione. E ta
rla Cremasco,
pa
Se
.
to
as
bell’antip
meglio.
È
TARIANI
E
CESTINETTI VEG
tariani’ che han‘Cestinetti vege
ria
E così via con i stra terra, che in fretta e fu no
cu
lla
a
de
a
ito
lv
rv
sa
no nel
essere se
i in
to sprint può
per un antipas ento alle tighe (peperoni verd
m
na
bi
ab
betti in
ente principe.
cosa
aceto), l’ingredi tempo e concediamoci qual rpe
o
o
tr
am
at
bi
qu
ab
Ma
nti per
o. Gli ingredie
30gr
,
at
m
or
0c
eb
el
x2
ù
20
pi
llo
di
fogli di pasta fi 50gr di salva,12
a,
sone sono: 16
150gr di ricott tritati quanto ba,
i
di burro fuso
ch
ac
st
pi
o,
chin
oliva
pomodorini pa basta, olio extra vergine d’
to
sta, sale quan
fillo.
quanto basta. spieghiamo cos’è la pasta
o
Fi
tt
n tutti. llo o
Innanzitu
in molti, ma no cato è “foglia”.
no
an
er
sc
no
La co
gnifi
dal greco e il si
arata
phyllo, deriva a varietà di pasta sfoglia prep he
tic
un
is
er
za
tt
an
ra
st
sue ca
È in so
gli separati. Le
ione
in sottilissimi fo cottura ridottissimi, produz za
en
di
er
ff
pi
di
m
(a
te
grassi
sono:
coa l’aggiunta di
effettuata senz e per la maggior parte delle in
a
en
zz
vi
ili
av
ut
to
Si
an
ro.
di qu
lie), gusto neut
atti
muni paste sfog r preparare i più variegati pi di
pe
ro
a
uc
itt
ol
fr
nv
o
l’i
che
forno
ato
sostituendo an
di alta cucina sua estrema versatilità ha trov na
ci
la
cu
r
Pe
lla
.
ne
ni
e
anch
involti
per
ariato impiego
innovativo e sv la preparazione di dolci, sia
r
pe
a
si
na
italia
Da dove comin
piatti salati.
stri cestinetti. fillo scongelata,
no
ai
o
m
ia
rn
To
sta
n il
rre 4 fogli di pa
ciare? Sovrappo i deve essere spennellato co oal
od
qu
m
i
po
de
i
re
no
te
ognu
i met
tta
centro dei fogl
burro fuso. Al ti a metà, un cucchiaio di rico
ia
gl
ta
e
ti
va
la
rini
salva.
re i
e un cubetto di o serve manualità. Raccoglie ini
st
nt
ce
pu
4
to
re
es
ea
qu
cr
A
da
ciarli in modo
uffin
fogli e accartoc sere riposti in stampini da m n
co
es
o
tt
no
tu
an
il
tr
re
po
che
ati. Condi
rr
bu
im
forte
in
en
m
re
le e mette
precedente
un pizzico di sa
e
io
ol
d’
lo
fi
un
piper 20 minuti.
no caldo a 200° cottura, sfornare, lasciare intie to
ca
la
ac
a
st
at
er
in
av
rm
po
Te
do
re i pistacchi,
dire e aggiunge cestino da muffin.
oè
il
con attenzione ndo un Pinot bianco. Il gioc
na
bi
ab
Servire
fatto.
MOUSSE
CROSTINI CON
NCOLLE
DI CECI, MAZZA NATA
N
E LARDO DI COLO
o antipasto proorato il second
Un po’ più elab mento tra carne, pesce e legu
in
na
a
bi
lin
ab
uo
n
cq
U
nire l’a
posto.
parlarne fa ve
ceci,
mi che solo a di ‘Crostini con mousse di
le
no
ta
so
at
a
tr
os
Si
bocca.
nata’. C
lardo di Colon ata? Presto detto.
e
le
ol
nc
za
az
m
nn
il lardo di colo
mazzancolle e
i. Adagiare sulla
a per 1-2 minut fetta e servire
ld
ca
te
en
er
ad
na
antincolle per ciascu
, limousse 2 mazza o con una vinaigrette di olio
nd
ra
co
de
,
to
subi
acinato.
mone e pepe m
NTA,
TARTINE DI POLE
ZOLA,
CON GORGON
RDA
SALVA E MOSTA
l mar
pode tipico de
crostaceo deca beretto. Il seconun
è
a
im
pr
m
La
ziouna sorta di ga
Mediterraneo, onnata è un salume a indica o
ol
im
C
on
di
om
o
ll’
rd
la
de
il
o
do
(IGP) tipic
ta
et
ot
une
pr
m
co
ca
fi
l
ione de
ne geogra
i Apuane, fraz viene prodotto
lp
A
lle
su
o
in
ta
paes
mo
rdo di Colonna
di Carrara. Il la o stagionato in conche di mar
in
su
di
o
rd
la
con
lla ricetta, per
di Carrara.
li ingredienti de di baguette.
ag
a
or
o
am
ni
ne
Ve
pa
liono 4 fette di
4 persone. Serv 0gr di ceci lessati, succo di to20
a
e:
iv
ss
ol
ou
d’
m
ne
la
gi
r
Pe
aver
pe,
basta, olio extr
mone quanto to basta, rosmarino, sale e pe ta
na
an
on
qu
ol
P
C
IG
di
o
o
rd
la
scan
cotte, 4 fette di
8 mazzancolle
povero, ma
gi e a un cibo artine di
ag
rm
fo
ai
o
m
Tornia
tipasto. ‘T
per il terzo an e mostarda’, anche
straordinario,
a
lv
sa
,
la
terrgonzo
polenta con go piatto che parla del nostro diun
on
so
nf
ca
co
in
to
es
ri
qu
po
sa
in
cibi gustosi e di
ritorio fatto di per i palati.
ambili, una delizia i per 4 persone sono: 200 gr ine
nt
rg
ie
ve
ed
a
tr
gr
Gli in
olio ex
mi
1 cucchiaio di
mi di polenta, gorgonzola DOP, 100 gram ce
di
no
r
di
0g
li
10
ig
6 gher
d’oliva,
mi di insalata,
o il
di salva, 50 gram della noce che si trova sott oda
m
bi
di
or
ai
m
hi
e
(la part
, 4 cucc
può mangiare)
guscio e che si sale e pepe quanto basta.
,
rtire.
starda di frutta ienti sul tavolo si può pa
e
Con gli ingred arare la polenta, stenderla e
ep
re
pr
va
o
la
tt
e,
itu
po pulir
Innanz
e. Nel frattem
li di
farla raffreddar ata, dividere a metà i gherig la
al
zo
ns
on
l’i
rg
e
go
ar
rda, il
spezzett
dadini la mosta
a
re
ia
gl
ta
,
ci
no
lenta con il ta
e il salva.
i
o tagliare la po
A questo punt e ricavare le tartine. Mettere
te
lo
en
el
er
an
ad
ad
tia
della an
gliapast
lenta in una pa
dischetti di po o d’olio e farli dorare.
rtine
con un cucchiai a che guarnire metà delle ta n il
st
re
co
à
Ora non ci
l’altra met
salva e le noci e
con l’insalata, il mostarda.
etare
P quangorgonzola e la a con il pepe, per compl anoliva toscano IG
d’
tin
ne
e
ra
gi
in
ve
er
rt
ol
ta
av
sp
tr
le
Una
servire
IGP, olio ex
gusti e sapori e
.
si
di
fa
e
le
bl
o
em
ss
ns
pa
a.
r
st
l’e
pe
to ba
ione ecco passo
io.
cora tiepide.
Per la preparaz re i ceci e passarli al setacc
ala
ul
sm
fr
ro
n
e per un antico
co
e
po
rt
,
Si pa
veloci e gustos i sapori tipici
sale, pepe
e,
e,
os
on
zi
a
sfi
lim
un
il
ee
re
n
id
ne
Tre
no a otte
Condire co
dandoci de
giungere olio fi
imavera. Ricor
rino tritato e ag à messa da parte a riposare. en- pasto a pr terra.
ra
mousse che verr o sgusciare le mazzancolle avAv- della nost
nt
.
pu
da
co
to
es
la
qu
A
stesse
o di
di lasciare alle
do però cura una, con mezza fetta di lard
a
a
un
,
le
er
volg
icacuna.
Colonnata cias e il pane in forno a 180°. R le
or
ar
sp
st
di
to
e
i
ci
nd
ce
ui
Q
di
elle di mousse
della
vare delle quen rare i crostacei in una pa
do
sul pane. Far
Bar • Caffetteria
Pasticceria • Sala da The
OFFANENGO: via Madonna del Pozzo 24
0373 277007
Vasto assortimento di
formaggi e gastronomia
[email protected]
www.lapasticceriadelizia.it
“
Anche a Pasqua
siamo pronti a prendervi
per la gola...
con le nostre delizie!!
”
È disponibile il menù di Pasqua
Servizio rivolto a:
consegne a domicilio, rinfreschi,
battesimi, cresime, comunioni,
cerimonie, bomboniere e altre idee regalo
VENERDÌ MERLUZZO FRITTO
te alla
le difficoltà dovu
SCUSANDOCI per
e la nostra
VI RICORDIAMO ch
viabilità interrotta
servizio
sempre al vostro
professionalità è
Tel. 0373 780557
SI ACCETTANO TICKET
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK
CHIUSO
IL LUNEDÌ
Buona
Pasqua
PIATTI TIPICI
4
SABATO 23 MARZO 2013
.
o
C
.
e
D
o
t
t
a
i
p
o
m
i
t
t
o
Marubini,
tto
o
d
o
r
p
o
ic
ip
T
.
o
d
in bro
e
t
n
e
m
a
s
o
r
o
ig
r
i
igine
it
r
v
r
O
e
i
s
d
,
li
le
io
a
v
n
a
u
r
i
m
d
o
i,
C
ne
llin
Una sorta di torte l 2007 ha ottenuto la Denominazio
VINO
cremonese che ne
COSTAMENTO
AC
giano Assolo
Lambrusco Reg edici Ermete
M
z.
A
“E
n piàt de marubéen el fa resusitàa
àan i mòort”. Il detto popolare cremonese, che nella trasposizione in
italiano recita: un piatto di marubini fa resuscitare anche i morti, è quanto meglio descrive
il prodotto tipico del territorio. Di una bontà
tale da compiere il miracolo.
I Marubini sono un tipo di pasta ripiena riconosciuta come prodotto agroalimentare tradizionale della regione Lombardia, piatto tipico
Cremonese al quale nel 2007 la giunta comunale della città capoluogo ha attribuito la Denominazione Comunale di Origine DE.CO. È una
sorta di tortellino, di raviolo, che viene servito
rigorosamente in brodo e preparato seguendo
una specifica procedura che impiega particolari
quantità e tipologie di ingredienti. La base è la
carne.
In realtà anche nel piacentino il marubino ha
fatto conquiste. Del resto a separare Cremona e la
provincia vicina vi è solo un fiume, il Po.
I marubini sono senza timore di smentita il
piatto principe tra i primi dell’area cremonese.
Non vi è festa in famiglia o grandi pranzi o cene
che non prevedano nel menù il tipico ‘tortello’
con un ripieno di tre tipi di carne e un brodo
risultato di un sapiente mix di tre cotture distinte.
La consistenza è compatta e il peso variabile; la
forma è solitamente tondeggiante, ma si possono
trovare anche quadrati o a mezzaluna.
La storia del primo tipico della città del Torrazzo affonda le sue radici in un racconto popolare
che vuole, nel 1414, Cabrino Fondulo, Signore
di Cremona, invitare a Cremona il Papa e l’imperatore Sigismondo di Lussemburgo, con l’intento di scaraventarli dalla sommità del campanile
della cattedrale. Durante un banchetto, preparato
ad hoc, Fondulo fece servire ai due illustri ospiti
uno straordinario piatto in brodo, i marubini di
Musone. Una sorta di omaggio prima che i due
passassero a miglior vita. Il piatto fece tanto successo che i due commensali ringraziarono a sfinimento il despota che, colpito, desistette dal suo
proposito.
La prima testimonianza oggettiva risale al 1572
anno in cui compare, tra gli altri beni lasciati in
eredità a una domestica da una famiglia della città, anche una “rodella da far li marobini”.
Per datare e preservare la ricetta, nel 2003 personaggi illustri della cultura cremonese e dell’Accademia della Cucina Italiana, hanno definito
con atto notarile la nascita della ricetta intorno
al 500. Nel 2007 la DE.CO. comunale concluse
il percorso. L’etimologia del nome lascia spazio
a diverse interpretazioni. Una corrente vuole che
il nome marubino derivi dalla forma delle foglie
del marrobbio, un’erba dalle foglie frastagliate
così come risulterebbe la pasta pizzicata a mano.
Una seconda tesi indica in ‘marù’, termine dialettale che significa castagna, la radice della parola;
la castagna sarebbe la misura oltre la quale non si
dovrebbe andare nel dosare la quantità del ripieno. La prima volta che questa caratteristica pasta
viene definita col nome di marubino è in occasione della stesura del libro Il re dei cuochi ossia l’arte
di mangiare al gusto degli italiani che ne riporta
anche la ricetta.
O
SUGGERIAM
Il vino che trova
io
il giusto connub
to
at
pi
con questo
ero
è un rosso legg
ve
lie
con
effervescenza
ico
e poco alcool
orta
ip
Vineria Fuor
abrizia Resort
presso Villa F
(Lo)
, 1 - Bertonico
llo
e
b
a
ir
M
a
vi
t
fu o ri p o r ta .i
w w w.v in e ri a
La ricetta tradizionale per 6 persone del
piatto, secondo la Denominazione Comunale, prevede l’utilizzo di ingredienti della
provincia di Cremona, comunque lombardi.
Ripieno e pasta le due fasi di preparazione da
eseguire con attenzione ai rigorosi passaggi.
Per il ripieno servono 500 gr di carne bovina magra (possibilmente la parte anteriore
dell’animale), 300 gr di carne di vitello (sempre da anteriore d’animale), 300 gr. di carne di
maiale, cipolle, sedano, carote, 250 gr di vino
rosso con un buon corpo, 300 gr di grana padano, 3 uova, pane grattugiato e noce moscata.
La preparazione prevede di far lessare la carne
bovina con le verdure (dopo essere stati marinati entrambi nel vino per una decina di ore); nel
frattempo arrostire in padella con olio e burro
la carne di vitello profumandola con salvia e rosmarino, in un altro tegame preparare invece la
carne di maiale con una spruzzata di vino bianco.
Una volta raffreddata la carne, al termine della
cottura, macinarla aggiungendo i restanti ingredienti; impastare il composto in modo uniforme
e lasciare il tutto a riposo per una buona mezz’ora.
Se il composto risultasse un poco molle aggiungere una o due cucchiaiate di pane grattugiato
Per la pasta servono invece 500 gr di farina di
grano tenero e di grano duro, 4 uova intere, 40 gr
circa di olio extravergine di oliva. Per prepararla
sistemare la farina a ‘fontana’ o ‘vulcano’ in modo
da posizionare nel centro le uova; impastare aggiungendo olio extravergine ed eventualmente
un pizzico d’acqua tiepida, quindi lavorare con
piglio l’impasto per un quarto d’ora. Una volta
ottenuto un impasto omogeneo stenderlo e tirarlo in modo da ottenere una sfoglia sottile.
A questo punto l’ultima fase della preparazione.
A bocconi disporre il ripieno, in quantità mai
superiore alle dimensioni di una castagna, sulla
sfoglia a una distanza tale che consenta di tagliare
la pasta e chiuderla per la realizzazione del tradizionale raviolo o tortello pizzicato.
La cottura deve avvenire in brodo per la preparazione del quale la procedura è piuttosto articolata. Servono: verdure, aromi, aglio e 1 o 2 chiodi
di garofano, carne di gallina, manzo e suino (alcune varianti prevedono che la carne di gallina
sia sostituita da quella di cappone o gallo e quella
suina da un salame da pentola). Il brodo va pre-
parato con i tre tipi di carne che devono però
essere cotti separatamente. Solo in ultimo vanno
miscelate facendo schiumare il brodo. L’acqua di
cottura che si ottiene da questo procedimento va
portata a ebollizione e a quel punto vanno versati
i marubini che, una volta cotti, vanno serviti in
tavola con una spolverata di Grana Padano.
È bene aggiungere che nel Cremonese la ricetta dei marubini varia da paese a paese. Vi sono
varianti legate al numero di uova impiegate per
la preparazione della pasta o all’aggiunta di ingredienti, quali pepe e prezzemolo.
t
e
t
g
o
o
ne
B
l
I
macellazione propria
dei F.lli Marchesi
www.postitipici.it
www.vivitipico.it
TROVA E PRENOTA
I LOCALI TIPICI ITALIANI
IL PORTALE
DEL VIVERE TIPICO ITALIANO
carne bovina e suina
VIENI A SCOPRIRE I NUOVI
MENÙ DI PRIMAVERA
SI ACCETTANO PRENOTAZIONI PER:
∎ BATTESIMI, COMUNIONI E CRESIME
∎ RICORRENZE
∎ MATRIMONI
∎ FESTIVITÀ
∎ MEETING
... e per ogni occasione particolare!
È
NECESSARIA LA PRENOTAZIONE
PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: 338 8421624
Via Madonna delle Fontane, 29 - Casaletto Ceredano (CR)
Tel. 0373 262310 - Fax 0373 262257 - E-mail: [email protected]

e
n
o
i
z
produlumi
sa
Via Libertà, 14 - SALVIROLA (CR) - Tel. 0373 72315
[email protected]
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
5
e
l
a
u
q
o.
s
c
i
l
a
o
b
p
m
i
s
o
e
r
o
c
i
val
e
p
l
i
o
v
t
e
t
o
n
o
n
t
u
le
t
a
n
a
o
m
i
c
i
i
n
a
n
p
a
o
i
l
t
s
o
:
i
c
r
o
l
, pic
ric
l
o
e
p
m
e
i
a
s
t
s
a
i
n
u
s
o
n
g
i
t
t
s
n
u
A
raica ed è co
glio questo g
eb
me
a
l
z
a
n
a
e
s
r
a
u
’
r
l
l
o
a
p
d
a
s
r as
e
p
Deriva
e
t
t
e
c
i
r
e
r
t
Proponiamo
ACCOSTAMENTO VINO
SUGGERIAMO
Carignano del Sulcis Grottarossa
Az. Santadi
Il vino che meglio
si abbina all’agnello
è un rosso di media
struttura e buona
persistenza gustativa
P
er quanto il detto sia “Natale con i tuoi, Pasqua
con con chi vuoi”, per molti – specie di questi
tempi – la festa si trascorre in famiglia o con gli
amici.
La preparazione del pranzo, anche senza spendere cifre esagerate, può optare per la tradizione, per cui non
possono mancare uova – sode e benedette il pomeriggio
di sabato, come ancora si fa in tutte le nostre parrocchie,
mangiate subito al mattino, accompagnate dall’acqua
Santa preparata nel fonte battesimale nella liturgia della
Luce la sera precedente – carciofi, salame, riso o pasta a
preferenza...
A parte la colomba come dolce, il piatto tipico del
pranzo pasquale – che ha anche un valore simbolico,
rappresentando la figura di Cristo, vittima innocente
– è l’agnello.
La tradizione deriva dall’usanza ebraica di mangiare l’agnello durante la festa dell’Haggadah di Pesach,
dove si celebra l’uscita del popolo ebraico dall’Egitto.
Nonostante qualche protesta di gruppi animalisti
e vegetariani, questa usanza permane anche ai giorni
nostri.
In effetti l’agnello, simbolo di purezza e di mitezza,
mette un po’ di tenerezza, e il pensiero di mangiarlo è
un po’ cruento. Comunque, anche se un po’ cinicamente, è anche un ottimo alimento, che ha dato origine a numerose ricette tradizionali nelle varie località
italiane e del mondo.
Nell’acquisto si deve tener conto che qualità della
carne d’agnello è determinata da tre fattori: razza, pascolo ed età. La carne deve essere rosa e il grasso il più
possibile bianco e abbondante, segno di pastura ricca,
poco movimento, bestia giovane e quindi carne tenera
e saporita. Proprio per questo, richiede delle piccole
attenzioni quando si deve preparare.
Per attenuare il sapore molto forte, sarebbe meglio
congelarla per qualche giorno e, in ogni caso, prepararla con una buona marinatura. Mettendo ad esempio la
carne a bagno in tanto vino rosso, buono e forte, con
alloro, aglio, cipolla, sedano, carota; lasciandola in infusione – coperta e nel frigo – anche per un paio di giorni,
girandolo ogni tanto, o almeno per una notte.
Al momento di cucinarlo, si butta tutto il brodo di
vino, trattenendo solo gli aromi; si asciuga bene l’agnello e lo si fa rosolare a fuoco vivace con un po’ d’olio.
Quindi, a scelta, si può farlo in umido o al forno.
Nel primo caso si rimette l’agnello in padella, dopo
averlo ben scolato dall’olio, si aggiunge nuovamente del
vino buonissimo, gli aromi, il sale quanto basta e lo si fa
cuocere piano piano per 2-3 ore.
Nel secondo, dopo la rosolatura, lo si mette in una
teglia, con aggiunta di vino bianco e aromi, e dopo
Per i tuoi regali
via Matteotti, 15 - Crema
www.enotecafuoripor ta.it
averlo coperto va in forno a 220 gradi per almeno 2
ore. A metà cottura si possono aggiungere patate crude
a tocchetti.
La ricetta più classica è però l’agnello al forno con
patate.
Per 4 persone serve 1 chilo di agnello: un ottimo cosciotto, che è la parte più pregiata, con un prezzo elevato. Vanno comunque benissimo anche le costolette.
Il pezzo di carne va insaporito inserendo fettine di
aglio – ricavate da un paio di spicchi – e 4-5 rametti
di rosmarino, nei tagli praticati nella carne, che va poi
sfregata con del sale.
In una teglia da forno si adagiano i pezzi di agnello
e 500-800 grammi di patate – a libera scelta – tagliate
a tocchetti o intere se si tratta di piccole patate novelle.
Dopo aver oliato uniformemente mescolando patate e
agnello, si inforna a 180 gradi per circa un’ora e mezza. Se dovesse asciugare troppo, aggiungere man mano
poca acqua o brodo caldo.
Una variante può essere: anziché al forno, cuocerlo
in un tegame antiaderente direttamente sul fornello,
avendo cura di rigirare carne e patate per rosolarle e
cuocerle uniformemente senza farle bruciare.
All’inizio della cottura, dopo rosolatura in un po’
d’olio, si può aggiungere un po’ di vino, magari quello
della marinata.
Festeggiate la Pasqua con noi
Per
izio
un serv
sempre
illare
più cap
COLOMBE PRODUZIONE ARTIGIANALE
Siamo sempre noi
nei tre punti vendita
di Crema
CREMA
via Mazzini, 58
☎ 0373 86479
CREMA
via Borgo S. Pietro, 7
☎ 0373 85576
CREMA
piazza Fulcheria, 30
angolo via Samarani
☎ 0373 202790
Altre varianti possibili: al posto o assieme alle patate
utilizzare dei quarti di cipolla bionda o cipolline novelle pelate. O ancora, al posto delle patate, dopo aver
rosolato l’agnello in una padella con un po’ di olio e
aglio a fettine, sfumare con un bicchiere di vino bianco
e lasciar evaporare. Aggiustato di sale e pepe, si aggiungono 300-400 grammi di pelati tagliuzzati e una foglia
di alloro. Si prosegue poi la cottura per un’ora e 15
minuti circa, aggiungendo un po’ di brodo caldo se la
preparazione dovesse asciugarsi troppo. Il sugo prodotto può essere utilizzato per condire la pasta.
Una delle ricette più consigliate è l’agnello profumato alle erbe.
Innanzitutto bisogna scegliere il taglio di carne.
Quello più pregiato è senz’altro il cosciotto, che però,
come detto sopra, ha un prezzo elevato. Vanno comunque benissimo anche le costolette.
Per 4 persone serve 1 cosciotto da 1,3 chili oppure
1,5 chili di costolette; 7 cucchiai di olio extravergine
di oliva, 3 bicchieri di vino bianco, 2 spicchi d’aglio, 3
cucchiai di erbe aromatiche – rosmarino, timo, prezzemolo, maggiorana – sale e pepe.
Si adagia il cosciotto – o le costolette – in una ciotola, nella quale si versa l’emulsione preparata a parte con
4 cucchiai di olio extravergine e un bicchiere di vino
bianco e si massaggia bene la carne.
Si stecca quindi la carne, inserendo fette di
aglio nei tagli praticati alla carne a una distanza di circa 4 centimetri uno dall’altro. E la si cosparge quindi
con il trito di erbe aromatiche, rimassaggiandola per
farle aderire bene e penetrare anche nella steccatura.
La si lascia poi riposare per almeno 12 ore, girandola
di tanto in tanto.
Facendo attenzione a non perdere il trito di erbe
aromatiche, si mette la carne in una teglia da forno
antiaderente cosparsa con qualche cucchiaio di olio.
Si preriscalda il forno a 190° e si fa cuocere per 15
minuti. Si abbassa quindi la temperatura a 170-180°
e si continua la cottura per altri 45 minuti. Girandola
3 o 4 volte e facendo attenzione a non bucare la carne
per evitare che le fibre si rompano e la carne risulti
secca. Durante la cottura bisogna bagnare la carne con
il vino bianco rimasto.
A cottura ultimata, l’agnello può essere servito con
patate duchessa oppure patate arrosto, cotte in una teglia a parte.
Una ricetta semplice è la carne di agnello nella versione laziale – ovvero l’agnellino non ancora svezzato,
che si è nutrito di solo latte materno – l’abbacchio a
scottadito.
Per 4 persone servono almeno 12 costolette d’abbacchio, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe.
Innanzitutto si deve versare in un recipiente 1 bicchiere di olio extra vergine di oliva, condire con sale e
una macinata abbondante di pepe ed emulsionare leggermente. Immergervi quindi le costolette e lasciarle
riposare per una decina di minuti.
Scaldare nel frattempo sul fuoco una piastra di ghisa. Scolare le costolette e cuocerle, poche alla volta,
sulla piastra rovente, da entrambi i lati, facendo attenzione che non si brucino.
In alternativa si possono cuocere in forno a 250 gradi. L’abbinamento ideale è con patate arrosto oppure
con una bella insalata ricca.
La tradizione dei prodotti
genuini e di qualità artigianale,
colombe e agnelli pasquali
UOVA CON REGALO PERSONALIZZATO
• PANETTERIA
• GASTRONOMIA
• PASTA FRESCA
• PASTICCERIA
Uova decorate a mano
con sorpresa personalizzata
PRODOTTI
ANCHE PER
INTOLLERANTI
Siamo a vostra disposizione per preparare
i piatti della cucina tradizionale:
capretti, agnelli
e tante altre gustose sorprese
AL LATTOSIO
Tutto di nostra produzione
VISITATE IL NOSTRO SITO: www.lebontadelborgo.it
Auguri
di
Buona
Pasqua
6
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
a
l
a
f
u
b
i
d
a
m
.
.
.
a
l
l
e
r
Mozza
ato
z
z
li
a
e
r
,
o
t
t
o
d
o
r
ino p
u
n
e
g
e
e
r
a
t
ata
lu
a
in
s
c
,
u
o
s
c
o
e
li
h
c
ig
n
v
a
a
r
a
e
M
. Ottim
o
li
g
a
c
e
le
a
s
,
o
c
s
con latte fre
L
a mozzarella di bufala – prodotto caseario
dell’Italia centrale e meridionale, tradizionalmente della Campania, soprattutto nelle province di Caserta e Salerno – è da diversi anni sempre
più apprezzato sulle tavole dell’intera penisola.
Viene prodotta solo con latte fresco e intero di
bufala di razza mediterranea italiana – allevamenti
ci sono anche nella nostra zona – che deve avere
un contenuto di grassi minimo, stabilito dal disciplinare, consegnato al caseificio entro 16 ore dalla
mungitura.
Composta soltanto da prodotti naturali – latte,
sale, caglio – senza alcun conservante, viene venduta
immersa in “acqua di filatura” a cui viene aggiunto
sale e siero diluito, che ne prolunga anche la durata,
assicurandone una corretta conservazione.
Al momento di mangiarla si può anche sciacquare
superficialmente con l’acqua del rubinetto, se la si
preferisce meno sapida.
Se conservata in frigorifero a bassa temperatura,
per gustarla meglio, dopo averla lasciata almeno
mezz’ora a temperatura ambiente, la si può immergere in acqua calda (35-40°) per circa cinque minuti.
La mozzarella di bufala è ottima anche cucinata.
In tal caso è consigliabile toglierla dalla sua acqua
e tenerla per alcune ore nel frigo, in modo che si
possa separare dal liquido in eccesso, guadagnando
la giusta consistenza.
È un prodotto molto versatile, che si presta a essere gustato sia negli antipasti, sia con i primi e anche
con i secondi.
Tra le tante ricette possibili, gustosissima è mescolata – dopo averla tagliata a filetti piuttosto lunghi
e sottili – a fagiolini verdi, precedentemente cotti a
vapore o in poca acqua salata, scolati e passati sotto
l’acqua fredda, e con l’aggiunta di una salsetta di
pasta d’acciughe stemperata nell’olio e un cucchiaio
d’aceto e lasciata poi marinare per circa un’ora.
Sempre come antipasto un successo si può riscuo-
tere, preparando delle tartine – tagliando la mozzarella di bufala a fette spesse circa 1 centimetro –
sulle quali spalmare la crema ottenuta tritando olive
snocciolate con basilico e origano e amalgamata con
olio extravergine, aggiustata di sale e pepe.
Volendo si possono inoltre decorare sbucciando
un cetriolo e tagliandolo a fettine sottili.
Una volta preparate, le tartine vanno tenute in
frigorifero per circa un’ora, prima di servirle.
Come primo piatto, volendo far colpo sui commensali, si può portare in tavola una pasta al forno
con melanzane, zucchine e mozzarella di bufala. Un
po’ elaborata come preparazione, ma... davvero una
delizia per il palato.
Per 4 persone servono 500 grammi di melanzane,
500 di zucchine e 800 di polpa di pomodoro fresca
o in scatola; 1 mazzetto di basilico e 1 scalogno; 500
grammi di fusilli bucati corti; 600 grammi di moz-
zarella di bufala; 3 uova; 150 grammi di Parmigiano
Reggiano; olio extravergine di oliva e olio di semi di
arachide; sale.
Lavate e affettate melanzane e zucchine, vanno
ben asciugate e poi fritte utilizzando l’olio di arachide.
In una casseruola grande si fa quindi appassire
lo scalogno – affettato sottilmente – in poco olio
di oliva e poi si aggiungono i pomodori e il sale,
quanto basta. Si fa sobbollire per 10 minuti, mescolando ogni tanto. Quindi si uniscono le verdure
fritte, facendole insaporire a fuoco basso per qualche minuto.
Cotta la pasta fino a metà cottura, scolata e freddata velocemente in acqua e ghiaccio, la si unisce al
sugo lasciato nel frattempo intiepidire, aggiungendo metà del Parmigiano, il basilico e due delle uova,
ben sbattute assieme a un pizzico di sale.
Si mette metà della pasta in un tegame da forno e
sopra si dispone uno strato di mozzarella di bufala a
fettine e quindi si copre con la pasta restante.
Si sbatte il resto del parmigiano assieme al terzo
uovo e, con il composto ottenuto, va spennellata
accuratamente la superficie della pasta. Si finisce la
cottura in forno già caldo (200°) per 10 minuti.
Come secondo, di facile preparazione è il tortino
di zucchine con mozzarella di bufala.
Per 4 persone servono: 4 uova, 600 grammi di
zucchine, 250 di mozzarella di bufala; farina, olio,
burro, sale e pepe quanto basta. Una volta tagliate le
zucchine a fettine rotonde, si infarinano e friggono
in padella con due cucchiai di olio.
Unta di burro una teglia, vi si stende uno strato
di zucchine fritte, sopra le fettine di mozzarella, coperta da un altro strato di zucchine.
Si mette la teglia in forno caldo per una decina
di minuti in modo da far sciogliere la mozzarella;
quindi si versano le uova sbattute come per frittata e
si rimette la teglia in forno per altri 10 minuti.
Buon appetito!
“Unache tradizione
continua
”
Società Agricola
La Boscarina
del dott. Lunghi Mario
Produzione e vendita diretta
di MIELE e PRODOTTI DELLE API
via Pietro Donati 48 - Santa Maria della Croce - CREMA
Tel. 0373 80351 -E-mail: [email protected]
www.laboscarina.com
Siamo presenti anche la 1a e la 3a domenica di ogni mese
al MERCATO di CAMPAGNA AMICA
in via Terni (zona acquedotto) Crema
CREMA via Mazzini 56
 0373 257027
Grande assortimento cioccolatini,
caramelle e biscotti
delle migliori marche
SPECIALITÀ
per RINFRESCHI e CERIMONIE
PRODUZIONE PROPRIA
DI ABRAMO
& FRANCESCO
ZUCCOTTI
DI SERGIO BRAMBINI E LOTTE HANSEN
PASQUA
MOSCAZZANO (CR)
Loc. Colombare ☎ 0373 66190
E-mail: [email protected]
www.brambini.com
2013
Carpaccio di piemontese e insalata di carciofi

Croccantini di formaggio

Sfoglia di gamberi con spumone di trota salmonata
e salsa balsamica

Fonduta di salva in crosta di spezie

Crocchette di patate e prosciutto

Sformato di uova e asparagi

Cannoli di pasta filo al ragù di crudo e speck

Stufato di agnello e vitello con patate e cipolle

Tiramisù di fragole con zabaione al moscato,
cialda di mandorle e nocciole
Caffè
42.95 € con le bevande della casa
38.95 € bevande escluse
20.00 € per i bambini
STRAORDINARIE OFFERTE SU
SALUMI
E CARNI
SUINE E BOVINE
DIRETTAMENTE DAL PRODUTTORE
SPACCIO APERTO: Martedì - Venerdì - Sabato
mattino 8,30 - 12 pomeriggio 15 - 19
TEL.
SALVIROLA
VIA CASCINA
ALBERA
SU
ORDINAZIONE
AGNELLI
E CAPRETTI
NOSTRANI
per la vostra
PASQUA
0373 72167 - 328 9411805 - 347 8058892
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
7
d
r
o
n
l
e
n
e
d
n
a
r
g
o
t
t
a
f
è
’
o
l
s
o
s
,
n
o
d
n
i
u
n
o
s
i
z
l
e
tura
ondi
n
a
c
n
e
o
n
i
o
u
g
t
t
a
r
t
a
s
o
p
a
l
n
p
o
o
:
e
ond
o in
c
n
d
e
r
s
a
o
,
c
l
e
t
a
n
o
o
a
t
c
v
a
c
l
l
i
o
e
p
Pr io è a pasta filata, viene m.oIdl sapore passa dal dolce al
Il formagg ra, ma anche di acidità
di temperatu
ACCOSTAMENTO VINO
SUGGERIAMO
Colli Piacentini Ortrugo
Az. Manara
Abbinamento
suggerito su un
provolone dolce
un bianco frizzante
leggero
F
Vineria Fuoriporta
presso Villa Fabrizia Resort
via Mirabello, 1 - Bertonico (Lo)
www.vineriafuoripor ta.it
quei fenomeni che andranno a muovere nel futuro
formaggio imprimendogli il caratteristico sapore.
Il latte cambia stato grazie all’impiego del caglio
in forma liquido, se si desidera un formaggio fresco,
o in polvere, se il provolone dovrà subire un processo di stagionatura. Il caglio è un elaborato della
natura che deriva dagli animali, vitelli (per il
formaggio dolce),
agnelli o capretti (per
PIZZE
TORTE
Vieni ad
assaggiarla
“La Chisóla”
Da noi,
produzione del
DOLCE TIPICO
RIPALTESE
Produzione
di colombe
artigianali
P
E
coltiva cereali e foraggi e con i propri prodotti
alleva animali da tre generazioni.
Vengono prodotti solo salumi naturali,
secondo la tradizione cremasca,
i
E re d i Pi z z a m
SALUMI
Panetteria
Eredi Pizzamiglio
FORMAGGI
via Roma, 7
RIPALTA CREMASCA
e tanto altro!
gio di essere modellata secondo le forme che sono
proprie del provolone. La salatura, in enormi vasche d’acqua arricchita con sale marino, conferirà
l’ultimo tocco al formaggio prima del deposito in
magazzino per la stagionatura. Estratte dalle vasche
le forme vengono lavate a freddo e legate con corde.
Durante la stagionatura il formaggio si trasforma
e il diverso sapore, piccante o dolce, prende corpo.
A lavorare sono sostane e batteri che consentono la
nascita del Provolone Valpadana, capace di meritarsi
dall’Unione Europea la Denominazione di origine
protetta DOP.
Il provolone può essere consumato così, oppure
può arricchire del proprio sapore qualsiasi piatto o
ricetta. Una che vogliamo proporvi è quella che porta alla preparazione dei gnocchetti. Per sei persone
gli ingredienti sono: 300 g di Provolone Valpadana
grattugiato, 300 gr di patate bollite, 200 gr di farina, 1 uovo e sale. Per la salsa servono invece: 20 gr
di porri, 1 noce di burro, 300 gr di asparagi, 30 gr
di patate, brodo vegetale e olio extravergine d’oliva.
Per preparare i gnocchetti serve impastare bene tutti
gli ingredienti prima di formare dei piccoli gnocchetti lavorati uno a uno con il palmo della mano.
Le patate vanno prima cotte in acqua in modo da
renderle molli e il provolone, può essere leggermente riscaldato.
Quindi preparare la salsa spezzettando gli asparagi, scartando la parte dura, e passando le punte
con sale e burro. In padella far scaldare l’olio per far
soffriggere i porri tagliati a fettine, le patate tagliate
a cubetti e la parte centrale dell’asparago. Il tutto va
salato e lasciato cuocere con un bicchiere di brodo
vegetale. A cottura finita passate il tutto nel passaverdura.
Una volta cotti in acqua i gnocchetti, impiattateli
e conditeli con la salsa e le punte di asparago.
L’Azienda Agricola Corte dei Monaci
io
FOCACCE
limentar
i
il formaggio piccante), e che fa coagulare il latte.
Nelle caldaie dei caseifici la cagliata viene rotta
una prima volta, poi anche in una seconda fase, con
un palo che in cima si apre in un groviglio di lame
taglienti, e poi viene “cotta”.
Quindi si passa alla filatura, da qui la peculiarità
di formaggio a pasta filata.
Appositi stampi permettono alla pasta di formag-
gl
PANE
ia A
r
e
Pane
tt
ormaggio a pasta filata il Provolone Valpadana
trova nel territorio Cremonese, da Soresina a
Persico Dosimo, importanti caseifici di produzione. Un prodotto tipico della nostra zona nella
quale si è sviluppato nonostante l’origine campana.
A forma cilindrica o in quella classica a mandarino
ha un sapore dolce o pungente a seconda della qualità scelta.
L’origine del provolone è certamente meridionale. Sembra infatti che la tecnica di produzione fosse
propria di alcuni caseifici del sud Italia che decisero
però di spostare la produzione in aree geografiche
con alta, altissima disponibilità di latte, quali Brescia, Cremona e Piacenza. Qui allestirono comparti
produttivi facendo di quello specifico formaggio un
prodotto tipico che da tempo trova la sua denominazione protetta attraverso le sigle del Consorzio
Valpadana, che raggruppa una serie di produttori.
Il termine provolone è relativamente recente;
ufficialmente viene menzionato per la prima volta
nel 1871 all’interno del Vocabolario di Agricoltura
Canevazzi. Sul nome due sono le correnti di pensiero. La prima lo farebbe risalire alla parola provola o
“prova”, che si riferirebbe al campione che veniva
usato per controllare, durante le fasi di lavorazione, il grado di filatura del prodotto. La seconda lo
farebbe derivare dal termine napoletano provatura,
di forma sferica.
Il formaggio è a pasta filata, viene modellato a
caldo in opportune condizioni non solo di temperatura, ma anche di acidità. Ha forme diverse:
mandarino, a pera o cilindrica e abitualmente è
contenuto in reti di corda o giunco. Il peso dipende
dalla pezzatura e varia da alcuni etti sino ai 10 chilogrammi delle forme più grandi.
La pasta è di colore giallastro ed è piena, senza
occhiature. Il sapore spazia dal delicato al piccante
a seconda del grado di stagionatura che determina
anche l’apporto calorico del prodotto.
Il provolone è un intreccio di sensibilità e sapienza artigianale della preparazione. Si parte dal
latte della frisone allevate nel nostro territorio. Le
autobotti fanno tappa negli allevamenti e portano
il fluido latte in azienda per l’avvio della lavorazione che lo porterà a trasformarsi in formaggio grazie
all’azione di temperatura e altri agenti.
In primis i casari aggiungono al latte un potentissimo elemento naturale, il siero-innesto (il liquido
che resta nella caldaia quando la cagliata si è solidificata) e lasciato riposare un giorno e una notte.
Questa sostanza, ricca di microrganismi, servirà per
 0373 268208
senza glutine e senza lattosio.
Augura
Buona Pasqua
AZIENDA
AGRICOLA
PRODUZIONE E VENDITA DIRETTA
CARNI E SALUMI NOSTRANI
dalla tradizione contadina
l’arte di fare i salumi
“Filieracorta”
acquistare direttamente
dal produttore agricolo
conviene.
CAMPAGNA AMICA
OGM FREE
ORARI
Venerdì e sabato
9.00 - 12.00
15.00 - 19.00
Via Cantoni, 1 - Crema (CR)
Zona Garzide - loc. S. Bernardino
Tel. 338 3139107 - Fax 0373 84843
[email protected]
8
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
e
c
l
o
d
a
u
q
c
a
’
d
Pesci
rosi
e
m
u
n
a
d
a
t
a
lc
o
s
asca
m
e
r
c
a
r
r
e
t
a
ll
e
d
e
ta
n
n
io
le
iz
o
d
p
a
a
r
t
ll
a
a
d
g
n
e
r
lu
p
a
m
Un
nati se
g
a
p
m
o
c
c
a
i
t
t
ia
P
TO VINO
corsi d’acqua.
ACCOSTAMEN
O
SUGGERIAM
ot Bianco
Alto Adige Pin s Kellerei
, circonco
as
em
ru
cr
et
P
rio
z.
ito
A
l terr
a peculiarità de ovenienti dalle vicine Alpi
pr
i
um
or
fi
ris
e
da
qu
to
ac
da
ssi alimentati da
e irrigato da fo tito di trovare nell’attività
ns
co en
vi.
give, ha sempre soluzione ai problemi nutriti e
no
a
Richiede un vi
della pesca un reto che si specchia nel fium
re
er
la
C
l
co
o
se
de
cc
e
a
se
zi
stimon
L’abba
bianco
ta come un te
de
Tormo, è rimas monaci bonificatori e della fe
giovane con un
i
lo
dell’operosità de i valori collegati al pesce, simbo
buon bouquet
dei cremaschi ne Cristo.
rie
paleocristiano di sviluppato nel tempo una se iLa tradizione ha ici legati anche alla fauna itt
iti tip
di ricette e piat nelle nostre zone, segnate da m a
m
ca, davvero ricca qua. Un’ottima ricerca sul te o
ac
st
gliaia di corsi d’ e LA ÙCIA DAL CASÜL, te m
to
si trova nel volu asco visto dalla tavola, degli au o
pp
em
ru
cr
G
re
il
lo
r
lc
ari pe
sul fo
15 - Crema
e Pier Luigi Ferr
ie
via Matteotti,
ri Marco Lunghi remasco. Da lì traiamo le notiz
C
Antropologico attazione.
ta .i t
e
tr
te c a fu o ri p o r
o
n
di questa breve detto dell’abbondanza di acqu
.e
w
w
w
Abbiamo già
e distribuite in
dalle risorgive
che l’eabase di pesce, variacorrenti diffuse nella fascia nord dove riaffior o
a
na
ce
a
un
n
e
re con
stupire co
modo particolar re delle Alpi Orobiche. Vann sapeva ammanni
ife
sperta cuciniera nto ineccepibili da strappare
no le falde acqu ione, poi, i tre fiumi del territo ,
ta
az
ni
distribuiti tra
zioni sul tema
presi in consider glio che ne definiscono i confi e
adeguatamente avura dell’oi
at
tic
er
ch
sp
,
l’O
i
sa
e
og
br
el
acqua di ca
rio: l’Adda
dell’ospite e la
là
erato il corso d’
la munificenza la serie un gustoso antipasto
e il Serio, consid rra in due parti, “da ché e da
a
iv
da
te
peratrice. Apr
carpiù”, seguito
divide la nostra
dalla “bisèta ‘n izutì coi gamber” e
riito
id
itu
za
st
ez
co
”.
ch
re
ric
Sè
dal
a base di “r
esto scorrere di
un primo piatto uzzicante per l’acutezza della
Naturalmente qu consistente e varia abbondan
st
o
nd
a
co
ra
un
s a lès co la
da un se
ca porta con sé dolce che, come detto, la nost re
e abbinava “‘l pè ente con la
ch
ne
io
siz
a
ve
po
qu
ol
m
ac
m
ris
co
al
are per
za ittica d’
oseguiva trionf
ancato di utilizz
re
salsa vérde” e pr éla giüstada zò coi raaiòt”.
gente non ha m entazione. Si può documenta lgu
tra“ténca” o “l’in
to della pesca en
problemi di alim e alla pesca fosse presente nele
o poi il prodot e diventava oggetto
nd
on
zi
do
ua
ca
Q
an
vo
qu
la
da
e
ote,
com
mmercial
da epoche rem
ggi
va nel circolo co tica di “salümér” e “salsamenla nostra storia lagavano il territorio e i villa
lis
ia
ec
sp
al
nprincipali vie
dell’arte
paludi gerunzie le popolazioni vivevano a co
ata bottega nelle ientela di un
om
rin
n
ve
co
do
”
,
re
a”
ta
lacustri.
dell’“Insul
rivano a una cl
n naturali bacini i degli amminicittadine, che off e piatti di raffinata frittura,
tatto diretto co
on
zi
la
re
al
ci
lle
ne
certo livello so ita pescagione, composizioÈ documentato ssima Repubblica come l’abrt
ni
are
grigliate di asso e in gelatina decorate con
stratori della Se otti della pesca e l’ottima qu
pesc
di
e
se
od
os
pr
ris
zi
i
sfi
vo
de
fa
ni
i fluviali
bondanza
ne.
recie di crostace
ortaggi di stagio meritano i gamberi di foslità di alcune sp portazione sui mercati delle te o lo
nn
sato
ce
es
an
ac
e
o
n
nt
U
on
da
ss
si po
aragosta color ro
un’abbon
di queste attivitàsoprannomi dei
sorta di piccola ssa nella cottura e
a
ce
ac
un
:
Tr
so
.
ne
ci
vi
i
re
ntava ro
ain alcuni folcloric
chiaro, che divesucchiare. Infine un piccola
che riscontrare e i “Gamber” di Bagnolo e M r
da
a
im
m
pe
iss
erano protagustos
nostri paesi, co èt” di Ripalta Guerina, solo e
rane. Anch’esse di pesca nei
lle
su
i
ar
es
es
ev
nt
“P
i
ril
re
o
pa
te
e
dignano
rprenden
se delle battut
rel dialetto è so
goniste indiscus lle famiglie contadine. Vercitarne due. N comportamenti tratti dall’osse e
de
i
st
i
ar
re nere,
fossi e dei pa
come particolar a acquifera potessero divent tto, con striatu amenso
e
ch
an
bi
e
a
ia
un
fa
oros
di sopr
cemente attegg
vazione della
si distinguono rig
.
r definire effica
a: “pulénta pès” arrostito invade- bianche e beige, l Signor”, più piccole e non
nt
le
po
emblematici pe propri dell’uomo.
la
n
co
te
i
mo
umo di pesce
dalle “ranèle da
urare in modo
menti e caratter o nella campagna incontria e
Un intenso prof dove il rispetto del giorno di te mestibili.
famiglia a proc ia prima, dal
in
ti
m
nt
ta
tia
ge
ili
,
os
ili
m
e
ab
rt
ne
sp
ar
co
o
eran
Se ci
se e i co
a prepar
professio
le mater
dedite a questa attrezzi e segreti diversi questa provvidenzia sso a piedi nudi alla va le ca induceva le buone famiglie
lie
ig
rm
pe
fa
o
re
ic
te
om
in
fo
sua astinenza
padre in figlio
to
tava il più econ
e sguazzava nel
che si passava di pesca. Il libro sopra ricorda i ragazzetto ch ’ e ‘besacagne’, facili prede della ne questo piatto che risul e che si cucinava con una
sio
gl
i
lla
os
tt
es
da
de
ricerca di ‘b
ti al tema,
del mestiere
scatore di prof fiumi ché alla portata di tu farina bianca e una succeszi
i argomenti lega
forchetta, al pe
affronta tutti gl scatore ai suoi abiti, dagli attrez i implacabile a grandi battute di pesca nei cit- “impanatura” a base di
rs
io.
ciche organizzav le alle richieste del mercato
strumenti del pe e e pasture, descrivendo i dive
siva frittura in ol ente diventava il teatro di cu il
ch
es
i).
le
do materia
bi
al
um
en
fi
o
do
am
e
rn
an
i
o
fo
ss
tr
qu
al
fo
di frod
e
n
sc
li,
pe
ni
Be
di
sca (fonta
de- tadino e del territorio”.
esigenti a base
base di pesce
orato
ambienti della pe portante, naturalmente, è
nfo dei piatti a rdì, un tem- ne raffinate ed egiato della pesca veniva elab ioio
tr
il
di
im
e
e
e
rt
ch
rt
so
pa
to
sa
et
iz
pr
ne
io
D
ad
ù
ve
Una
or
tr
pi
l
gl
to
lla
de
a
ot
de
“L
ta
e
.
od
na
culinario
n la gior
borghesia
agro”, pr
ani
dicata all’aspetto he locali era destinata alle m , coincideva co al precetto dello “stretto m asca nelle case della buona affidato alle mani esperte
sa
ic
to
tante specie itt re massaie o delle cuoche di ca o po consacra menticare che la cucina crempo e nale nobiltà, dove era di famiglia, che avevano
di
st
m
esperte delle no sapienza culinaria che possia - non si deve ta nelle ricette in questo cam ica, di riconosciute cuoche alla cultura del cibo. Tala
ita
su
ic
In
nt
lim
ll’
’a
i
de
sa
un
i
as
era
mune caratterist
remot
one di casa
eredi di
rato la loro vita
alente ai secoli . Tutti del resto che quasi tutte avevano una co la di essere abbina- consac per l’“accolta sublime” il padr oneva di
el
immaginare ris
op
la
lta
qu
vo
si pr
L
Per i tuoi regali
Augura
Buona Pasqua
Si accettano prenotazioni
per Pasqua e per il lunedì dell’Angelo
Menù alla carta con specialità di pesce
APERTO TUTTI I SABATI MATTINA
www.salumificiocastelleonese.it
Via Bodesine, 40
CASTELLEONE
Tel. 0374.56121
i
n
a
i
g
i
Art
e
m
a
l
del sa
e tipici piatti della Costiera Amalfitana
a prezzi moderati
CREMA - Via IV Novembre 46 - Tel.
0373 80877
ORARI DI APERTURA: da lunedì a venerdì: 9.00 - 12.00 / 15.00 - 18.00
Chiuso il martedì pomeriggio
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
i
c
l
o
d
.
.
.
o
l
l
e
n
g
a
e
a
Colomb
9
se
o
r
e
m
u
n
n
i
a
t
s
o
è prop
d
e
a
lia
i
i
d
c
i
r
a
S
b
a
ll
m
e
o
d
L
o
a
t
t
ll
e
u
t
d
t
a
a
La prima è tipic il secondo è caratteristico sopr
varianti, mentre
TO
ACCOSTAMEN
A
Pasqua, sulla tavola, il dolce non può
mancare! Due, in particolare, sono
quelli della tradizione: l’uovo di cioccolato (di cui parliamo dettagliatamente in
un’altra pagina) e la colomba, anche se negli
anni si sono fatti largo pure squisiti agnelli di
pastasfoglia farciti alla crema. Tutte prelibatezze che sono proposte in diverse varianti, in un
trionfo di decorazioni.
Accanto alle uova, l’altro dolce caratteristico
della Pasqua è la colomba. Tipica dell’Italia, quella classica fu inventata in Lombardia intorno al
1930 dalla Motta e poi diffusa commercialmente
ovunque. Esiste anche una colomba pasquale di
più antica tradizione, originaria della Sicilia. Entrambe sono state ufficialmente inserite nella lista
dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani
dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari
e Forestali e riconosciute come “tipiche” sia dalla
Lombardia sia dalla Sicilia.
Restando all’origine lombarda, la Motta “inventò” la colomba così da poter sfruttare gli stessi
macchinari e la stessa pasta del celebre panettone
natalizio. Da quei lontani anni Trenta, la colomba
s’è diffusa nelle case di tutti gli italiani e, all’impasto originale a base di farina, burro, uova, zucchero
e buccia d’arancia candita, con una ricca glassatura
alle mandorle, ha successivamente visto l’aggiunta
di più forme e varianti, offrendo un’ampia scelta di
farciture e decorazioni.
Nella nostra regione vi sono leggende che vorrebbero far risalire questo dolce pasquale in epoca
longobarda, addirittura al re longobardo Alboino
che durante l’assedio di Pavia (metà VI secolo) si
vide offrire, in segno di pace, un pan dolce a forma
di colomba.
Un’altra leggenda vuole la colomba pasquale legata alla regina longobarda Teodolinda e al santo
abate irlandese San Colombano. La leggenda vuole
che San Colombano al suo arrivo in città, attorno
al 612, venisse ricevuto dai sovrani longobardi e
invitato con i suoi monaci a un sontuoso pranzo.
Gli furono servite numerose vivande con molta
selvaggina rosolata, ma Colombano e i suoi, benché non fosse di venerdì, rifiutarono quelle carni
troppo ricche servite in un periodo di penitenza
quale quello quaresimale. La regina Teodolinda si
offese non capendo, ma l’abate superò con diplomazia l’incresciosa situazione affermando che essi
avrebbero consumato le carni solo dopo averle benedette. Colombano alzò la mano destra in segno
di croce e le pietanze si trasformarono in candide
colombe di pane, bianche come le loro tuniche
monastiche. Il prodigio colpì molto la regina che
comprese la santità dell’abate e decise di donare il
territorio di Bobbio, dove nacque l’Abbazia di San
Colombano. La colomba bianca è anche il simbolo
VINO
ero
cato dolce legg
il classico mos na Fonda
o
am
ni
bi
ab
,
e lievitato
- Az. Casci
ito
, che è un dolc
’Asti Bel Piano
no dolce pass
- Sulla colomba to. SUGGERIAMO: Moscato D
abbinare un vi Anna Berra
o
m
ia
bb
tta
do
fru
a
z.
er
aromatico
crema pasticc
lo Friulano - A
sfoglia ricco di tiva. SUGGERIAMO: Ramando
di
llo
ne
ag
on
sta
-C
Cocchi
persistenza gu
o Chinato - Az.
con una buona
MO: Barol
IA
ER
GG
SU
colato.
- Uova di cioc
ria Fuoriporta
Vine
w w w.v in e ri a
fu o ri p o r ta .i
t
abrizia Resort
presso Villa F
Bertonico (Lo)
1
,
llo
e
b
a
ir
via M
iconografico del Santo ed è sempre raffigurata sulla
sua spalla.
Come per le uova di cioccolato, negozi e
supermercati abbondano di colombe del
tipo commerciale: classiche, al cacao, farcite alla crema o alla marmellata, con ripieni ai gusti di frutta… Anche il prezzo
varia e ce n’è per tutte le tasche. Colombe artigianali si trovano, invece, nelle
pasticcerie e pure dai fornai: molto buone, hanno costi decisamente accessibili.
Per fare una buona colomba in casa,
ecco la ricetta più diffusa.
Ingredienti:
250 gr. di farina;
100 gr. di burro;
150 gr. di zucchero;
4 tuorli d’uovo;
3 cucchiai di latte;
la buccia grattugiata di un limone;
1 bustina di lievito;
100 gr. di cedro candito;
un pizzico di sale;
100 gr. di mandorle spellate a scagliette;
granella di zucchero quanto basta.
Tagliate il cedro candito a pezzetti e infarinateli leggermente. Lavorare il burro con lo zucchero fino a formare una crema. Aggiungete
uno alla volta i tre rossi d’uovo e continuate a
girare. Versate la farina setacciata piano piano
e il pizzico di sale. Aggiungete all’impasto i
pezzetti di cedro candito con la buccia del
limone grattugiata, il latte e per ultimo il
lievito. Quindi lavorate bene il tutto e versatelo in una tortiera a forma di colomba
che avrete precedentemente imburrato e
infarinato. Spennellate il dolce con il rosso
d’uovo rimasto e distribuiteci sopra le scagliette di mandorle e la granella di zucchero. Infornate in forno già caldo per circa
45 minuti e... buon appetito!
Infine, un accenno all’agnello pasquale che negli anni ha preso sempre più
piede ed è legato soprattutto alla produzione artigianale e pasticcera. Va precisato che questo dolce è tipico di Favara, in
Sicilia, e per tradizione è costituito da pasta di mandorle e pasta di pistacchio, aromatizzato di scorza di limone grattugiato
e velato con zucchero fondente. Nata nel 1997 per
iniziativa dell’assessorato comunale alla Cultura,
c’è addirittura la Sagra dell’Agnello pasquale, che
si svolge ogni anno nel periodo di Pasqua al Castello Chiaramonte di Favara: comprende una serie
di giornate nelle quali le persone possono andare a
guardare e gustare il dolce della tradizione favarese
preparato dai varie pasticcerie della città. Inoltre,
si può assistere alla preparazione del dolce grazie ai
pasticceri favaresi e all’opera degli alunni del locale
Istituto alberghiero. Tale sagra valorizza il paese di
Favara attirando visitatori da tutti i Comuni della provincia di Agrigento e
della Sicilia.
Dalle nostre parti, l’agnello – o anche una
forma che richiama la
colomba – è prevalentemente composto
da una base di
pastasfoglia, farcita alla crema
Chantilly o
con cioccolata.
LA CONGREGA DELLA SPONGARDA
presenta l’ANTICO DOLCE DELLA CITTÀ DI CREMA dal 1755
prodotto tipico regionale
LE PASTICCERIE
DELLA CONGREGA:
Pasticceria Denti
Via XX Settembre 37
Tel. 0373 257821
Pasticceria Dossena
Via Mazzini, 56
Tel. 0373 257027
Pasticceria Maiandi
Via Matilde di Canossa 13/c
Tel. 0373 87017
Pasticceria Nando
Via IV Novembre, 52
Tel. 0373 81856
Pasticceria Radaelli
Augura Buona Pasqua con i prodotti tipici delle prossime festività
(colombe, agnelli di sfoglia, uova e... tante altre delizie)
Via Matteotti, 9
Tel. 0373 256284
Pasticceria Samanni
Via Indipendenza, 53
Tel. 0373 200806
PIATTI TIPICI
10
SABATO 23 MARZO 2013
a
u
q
s
a
P
i
d
a
v
o
u
Le
ta:
s
e
f
a
t
s
e
u
q
i
d
o
c
e tipi
lc
o
d
l
i
sa
a
r
c
e
p
n
i
o
i
t
t
t
la
a
f
o
,
c
c
o
o
n
i
c
é
h
el
Tutta la bontà d erciali a quelli artigianali e, perc
da quelli comm
O
ltre alle colombe e agli agnelli di pasticceria, il
dolce più tipico della Pasqua è l’uovo, divenuto
nel tempo uno dei simboli stessi della festività. Se è recente la tradizione del classico uovo di cioccolato, il dono di uova vere – decorate con qualsiasi
tipo di disegni o dediche – affonda le sue radici fino al
Medioevo: in quell’epoca, infatti, l’uovo decorato era
considerato il simbolo della rinascita primaverile della
natura e, con il Cristianesimo, divenne il simbolo della
rinascita dell’uomo in Gesù. Ancora oggi – e succede
nelle nostre chiese il Sabato Santo – le uova benedette
sono segno di vita nuova: il loro schiudersi rimanda al
sepolcro squarciato, dal quale il Risorto inaugura la pienezza dell’esistenza.
L’usanza dello scambio di uova decorate si sviluppò
come detto nel Medioevo come regalo alla servitù. La
diffusione dell’uovo come regalo pasquale sorse probabilmente in Germania, dove si diffuse la tradizione di
donare semplici uova in occasione di questa festività.
Sempre nel Medioevo prese piede anche una nuova
tradizione: la creazione di uova artificiali fabbricate o
rivestite in materiali preziosi quali argento, platino e
oro, ovviamente destinate agli aristocratici e ai nobili.
Edoardo I, re d’Inghilterra dal 1272 al 1307, commissionò la creazione di circa 450 uova rivestite d’oro da
donare in occasione della Pasqua. La ricca tradizione
dell’uovo decorato è però dovuta all’orafo Peter Carl
Fabergé, che nel 1883 ricevette dallo zar il compito di
preparare un dono speciale per la zarina Maria. L’orafo creò per l’occasione il primo uovo Fabergé, un uovo
di platino smaltato di bianco contenente un ulteriore
uovo, creato in oro, il quale conteneva a sua volta due
doni: una riproduzione della corona imperiale e un pulcino d’oro. La fama che ebbe il primo uovo di Fabergé
contribuì anche a diffondere la tradizione del dono interno all’uovo. La ricca tradizione dell’uovo decorato ha
poi conosciuto nella storia più evoluzioni, ognuna con
un suo preciso significato.
Tornando alle uova di cioccolata, la tradizione vuole
che anch’esse siano arricchite al proprio interno da un
piccolo o grande dono. Accanto alla diffusione a carattere commerciale – con le uova che invadono i supermercati anche più di un mese prima della Pasqua e
che ormai spesso richiamano un cartone animato, un
film, addirittura le più prestigiose squadre di calcio –
non manca l’uovo di cioccolato prodotto dai pasticceri
artigiani, in svariate dimensioni. Presenti anche nelle
pasticcerie di Crema e del Cremasco, queste uova sono
veramente uno spettacolo per gli occhi, oltre che ovviamente per il palato: accanto alla forma tradizionale,
infatti, è possibile scegliere uova che, adeguatamente
curate dalla fantasia dei maestri pasticceri, assumono
le sembianze di animali o di altri personaggi che catturano l’attenzione e la gola dei bambini e, spesso, anche
di chi piccolo non è più, ma non sa resistere al piacere
di queste specialità di cacao al latte, fondente, bianco,
al gusto gianduia, con le mandorle e chi più ne ha più
ne metta.
Dicevamo poi del dono, meglio conosciuto con il
termine “sorpresa” che genera quel piacevole senso d’attesa e di suspance: all’interno dell’uovo si può trovare
di tutto, ma è pure possibile procedere con la personalizzazione portando al pasticcere di fiducia il regalo
che s’intende far trovare ai figli, agli amici, alla persona
amata. Il successo è garantito!
Il prezzo delle uova di cioccolato varia a seconda delle
marche e delle dimensioni: quelli commerciali si trovano anche al di sotto dei 10 euro, per quelli artigianali si
parte da circa 25 euro e si sale, anche di molto. Ma ce
n’è per tutte le tasche.
Con un po’ di creatività, poi, esiste un’altra possibilità: ma perché non provare a fare in casa l’uovo di
Pasqua? Con gli strumenti giusti e un po’ di pazienza
e manualità, non è poi un’impresa particolarmente difficile.
Ecco cosa serve per preparare un uovo medio-grande:
2 mezzi stampi da uova pasquali (si trovano abbastanza facilmente nei negozi di casalinghi e in quelli che
vendono articoli per la pasticceria);
500 grammi di cioccolato fondente da copertura,
che si può trovare in pasticceria (è più ricco di burro
di cacao, rispetto al fondente normale e, quindi, più
adatto a essere lavorato);
1 caramellometro (o termometro per dolci, reperibile nei negozi specializzati);
1 cucchiaio di legno;
1 teglia:
carta crespa, tulle e nastro per la confezione;
la vostra sorpresa preferita da inserire;
Una volta preparate tutte queste cose, riempite una
pentola d’acqua fino a poco più della metà e portate
a ebollizione. Abbassate la fiamma e immergete nella pentola un pentolino più piccolo contenente il
cioccolato da sciogliere. Fate sciogliere il cioccolato
e, con il caramellometro, verificate che la temperatura si mantenga intorno ai 42°.
A questo punto inizia una fase cruciale per la
buona riuscita della ricetta: il temperaggio del
cioccolato, cioè il procedimento che consente
di portare il cioccolato al giusto grado di cristallizzazione. Per attuarlo, togliete la pentola
dal fuoco, prendete i 3/4 del cioccolato fuso e
versatelo su una superficie liscia, lasciando il
cioccolato restante a bagnomaria.
Fate raffreddare il cioccolato sulla superficie, girandolo con un cucchiaio di legno fino
a quando raggiungerà la temperatura di 30°.
Quindi, versate il cioccolato temperato nel
pentolino insieme alla parte restante e verificate che la temperatura del cioccolato nel pentolino non sia inferiore ai 35°: se così fosse, rimettete il pentolino a bagnomaria fino a quando la
temperatura sarà arrivata a quel livello.
Prendete i due mezzi stampi, versatevi il
cioccolato fuso e fateli roteare lentamente, in
modo che il cioccolato si spalmi uniformemente su tutta la superficie. Mettete gli stampi in
frigo per un paio d’ore, finché il cioccolato si
sarà solidificato; poi togliete le uova dal frigo e staccate
delicatamente il cioccolato dagli stampi.
Aiutandovi con un coltello, lisciate i bordi, per rimuovere eventuali grumetti o sbavature. Inserite in una
delle due metà l’eventuale sorpresa.
Fate scaldare il forno a 180-200 gradi per 15 minuti e mettetevi una teglia vuota. Tirate fuori la teglia
e appoggiate per qualche secondo le due metà uova
nelle parti da unire, in modo da farle ammorbidire.
Unite i bordi, senza esercitare troppa forza (altrimenti il cioccolato si potrebbe rompere), assicurandovi
che combacino bene. Come tocco finale, prendete
della carta crespa del vostro colore preferito, del tulle
e un nastro e confezionate l’uovo. Avrete già l’acquolina in bocca!
Dunque, per le uova di Pasqua esistono una lunga
storia e una ricca tradizione, ampie possibilità di scelta
e di dar libero sfogo a voglia e creatività. Una cosa è
certa: commerciali o artigianali, piccole o grandi, fatte
in casa... le uova di cioccolato non possono mancare
nelle nostre case e, di certo, allietano la Pasqua di bambini e adulti.
Azienda Agrituristica
Girasole
www.girasoleagriturismo.it
Famiglia Fusar Poli
SPECIALITÀ: salumi nostrani e gnocco fritto, tortelli crenaschi, grigliate miste, paste fresche con ragù di cinghiale o d’anatra guanciale e funghi,
ravioli di patate e asiago e tante altre specialità. Selezione di carni bianche e rosse, ortaggi, latte alta qualità, uova, frutta del nostro allevamento.
Si organizzano anche battesimi con buffet, comunioni, cresime
e matrimoni, feste di compleanno CON ANIMAZIONE
ne
gustazio
Menu de
20
€ 30 a €
ta
o alla car
Vieni a visitare
la nostra fattoria!!!
Menù
pasquetta
€ 30
Menù di Pasqua
Antipasti con salume nostrano,
gnocco fritto e degustazioni
Risotto agli asparagi
Ravioli con le patate e l’asiago
al burro fuso
Filetto di manzo al pepeverde
Stinco al forno con contorni
Dolce colomba farcita con la crema
al mascarpone e frutta fresca
Spumante, acqua, vino e caffè
Euro 35
Chieve (CR) Cascina Colombare
Tel. 0373 648606 - [email protected]
Chiusi dal lunedì al mercoledì (apertura solo su prenotazione)
AMPIO PARCHEGGIO
FAI LA TUA SPESA IN CASCINA
DAI CAMPI ALLA TUA TAVOLA
VENDITA DIRETTA ORTOFRUTTA
VERDURA di nostra produzione
FRUTTA DI STAGIONE
e altri prodotti della NATURA...
ORARI DI APERTURA:
martedì e venerdì
14.30 - 18.30
sabato 9.30 - 13.00
Ci trovate a
OMBRIANO
vai Adamello, 25
Per informazioni
0373 230006
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
11
o
n
a
i
r
a
t
e
g
e
v
u
n
Me
ha
e
n
n
o
n
i
h
c
i
d
e
t
a par
d
e
h
c
n
a
a
!
lt
o
o
t
v
s
u
e
g
h
l
i
lc
a
e
r
u
e
q
d
r
lo
e
r
p
a
È bene adott di vita. Effetti salutari senza
fatto una scelta
ci possono
elta vegetariana
lla base della sc etiche, principi religiosi,
ni
essere motivazio lute e preoccupazione per
sa
la
al
ne
io
attenz
e l’ispirano,
no le ragioni ch vegetariani
sia
li
ua
Q
.
te
en
i
o de
l’ambi
Paese il numer
anche nel nostro l milione e mezzo – pari al 2,5%o
sta crescendo: dae totale – rilevato a inizio nuov .
gi
della popolazion ati ai 3,7 milioni (6%) di og
liriv
a
ar
è
e
si
ch
o
an
ni
o
nd
millen
a si sta diffonde
Di conseguenz tutta una serie di prodotti
ze
ale
vello commerci nsati per soddisfare le esigen r
pe
te
ta pe
op
i
ch
di
e
appositamen
iv
anche gustat
lle
nutrizionali ma di carne, compresa quella de
a
iv
pr
una dieta
di
creature marine. non è vegetariano per scelta
Anche per chi e o quattro giorni alla settimar tr
tie,
vita, adottarlo pe urre i rischi di alcune malat
In
rid
.
di
so
pe
te
sovrap
na consen
pertensione e il empio, la diel’i
e,
et
ab
di
il
e
r es
com
e sovrappeso, pe
oicaso di diabete rmette di introdurre più carb
ra
pe
lio
ig
na
m
ria
ta
to
es
ge
ta ve
di fibre e qu
i
ch
l
ric
ne
si,
ri
es
he
pl
di zucc
drati com
concentrazione sulina più rella
de
llo
ro
nt
in
il co
oa produzione di
sangue, con un ress per il pancreas, la ghiand
to
st
vu
o
do
en
e
m
et
e
ab
re
gola
parsa del di
m
co
il
lla
ne
ne
a
tie
at
ismo man
la interess
ri. Così l’organ a più scorie, a
ta
en
im
al
ri
ro
in
a er
ù attivo ed elim
metabolismo pi lla linea!
de
ura
tutto vantaggio or consumo di frutta e verd i
gi
tiv
ag
et
m
ot
il
pr
anti
Inoltre
orte di antiossid tre, potassio,
sc
re
fa
di
te
en
ol
In
cons
vasi sanguigni.
tadel cuore e dei ico e folati presenti nei vege o
ol
le
er
no
st
-li
le
fa
co
al
di
o
li
el
acid
o a ridurre i liv
uili contribuiscon nel sangue e la pressione sang
i, le erbetL)
D
(L
o”
e con gli spinac
tiv
nt
at
“c
ria
va
la
e
ch
e an
sima Pasqua è provar
gna.
laboriosa,
sione della pros bandendo un te, o i carciofi.
ro, è piuttosto l’occhio
ve
Anche in occa
im
in
e
,
ar
ne
gi
io
eg
az
st
ar
fe
per
ibile
La prep
grande effetto sia
comunque poss ente vegetariano.
di
è
to
ta
ul
ris
il
un
am
ma
pranzo rigoros dall’accogliere gli ospiti con
r il palato.
o le biete – o
Cominciando e e pratico: preparando, ad che pe nzi tutto si puliscono e lessan perchio in
e
ol
na
il
ev
In
di
a con co
morbi
aperitivo, piac
n le zucchine, insalata le altre erbe – in una pentol necessario a seconda
co
n
uffi
m
i
de
n
nt co
inuti (o
esempio,
ati da vol au ve
ti, acqua salata, per 5 m inaci...). Quindi la si scola e
sani; accompagn stosa – graditi e molto colora
sp
i
gl
ti
el
sc
di se si son
gu
russa – sempre di portare in tavola le primizie
no
to
en
ns
co
e
ch
obbligo: e dunprimavera.
le uova sono d’ degli spiedini
A Pasqua, poi,
la
mettere in tavo
que si potranno , a complemento dell’aperiti
lia
i
ol
ag
ev
qu
ac
di
pi
va
no
uo
so
di
locemente e
ve
o
al
an
e
ar
es
ep
on
pr
lla mai
vo. Si
i abbinati a de
alla vista; magar fa primavera.
re
basilico, che pu inciare il pranzo con “asparaSi può poi com to fresco e allegro, facile da
piat
gi mimosa”: un unque, di effetto.
preparare e, com gli asparagi – in mazzetti adeo
Basta cuocere
li – al vapore,
,
o di commensa
guati al numer de, per il tempo che si ritiene
on
ro
e.
ic
nt
m
l
de
ne
eno al
anche
acciano più o m
o
a seconda che pi si lessano un paio di uova,
.
po
ire
m
te
nd
at
co
fr
Nel
ragi da
quantità di aspa
più in base alla quindi gli asparagi nel piatto da
Si distendono
con sale, olio e
ndisce, appunto,
a
portata e li si co a, e vi si sbriciolano poi sopr
st
n
ba
co
to
to
an
at
pi
qu
ne il
pepe
uarnendo alla fi
i tuorli sodi. G lsina a piacere.
sa
maionese o una ò essere inoltre arricchito porL’antipasto pu torta pasqualina: un classico
la
..
tando in tavola vese, ma ormai diventato.
no
r
della cucina ge inoltre il vantaggio di pote
ha
a
he
tim
C
ot
e.
o
al
nd
esse
nazion
il giorno prima,
essere preparata
ò
anche fredda. sica è con le biete, ma si pu
La ricetta clas
A
ra con la pasta
sso, e lo si fode ta, per veloba
po
op
tr
sia
non
à pron
assimo quella gi
sfoglia. Va beni azione e non renderla eccessiv
ar
ep
pr
la
e
cizzar
iva.
no
mente impegnat po, lo si riempie con il ripie ,
am
rlo
st
de
lo
iu
to
ch
ra
di
de
a
Fo
entemente. Prim
no,
preparato precedare tre piccoli incavi nel ripie
no
ic
cu
at
as
pr
ci
o
in
on
ss
o
rend
si po
erà
no dall’altro, ap
equidistanti l’u che durante la cottura divent
,
un uovo intero
disco di pasta
sodo.
la torta con un tura del didi
in
qu
de
iu
ch
Si
sborda
e va ripiegata la
sfoglia sul qual
gradi per
sco di base.
forno – a 200 cie con
in
rla
te
et
m
di
Prima
ta la superfi
a
i – va spennella
circa 50 minut e punta irregolarmente con unn
to
co
tu
re
at
ra
sb
che deco
un uovo
o, la si può an
più
forchetta. Volend scritta pasquale, per renderla
a
un
o
o
un disegn
rrebbe una
simpatica.
la tradizione vo a del gu,
to
at
pi
o
im
pr
Come
, a second
dema ovviamente
pasta all’uovo, egliere una qualsiasi; o anche e
pr
sc
m
ò
se
pu
,
l risotto
sto, se ne
in tavola un be
re
te
et
m
di
re
cide
bile
apprezzato.
molto gradito e o originale e gustoso, consiglia o;
or
nd
od
m
po
al
)
Per un seco
hi
sc
barbe di frate (li
eta
è lo sformato di ata da tofu fritto, che ne compl
.
gn
ze
pa
en
m
ist
co
ns
ac
i
co
ar
e
ag
ri
m
oco di sapo
gi
il
,
e
llo
vo
ve
iti
no
tr
o
nu
cicorin
il valore
vece l’insalata di
Più classica è in ta finissima, con gustosi tomiglia
gna
rigorosamente ta vanno fatti al momento e biso i
de
e
ni al sesamo, ch spazio in cucina e il numero
lo
re
ta
lu
va
quindi
ci, con salsa al
commensali.
e le frittelle di ce a, economico
ch
an
no
so
e
m
Otti
e grec
che
to della tradizion
limone: un piat mpleta la lista degli alimenti
co
e
ch
,
so
io
e deliz
“portano bene”. mancare il dolce.
.
il
ne
,
be
vo
to
uo
ol
m
un
n
Non può infine oli è il momento delle uova di
strizza
i la ricotta, co
e
Se per i più picc della bontà del cioccolato hanSi amalgama po corino, aggiungendo durant
o
là
è
pe
o
il
st
e
po
m
no
ia
co
o il
Pasqua, che al di ... sorpresa; i grandi, non men ,
parmig
le
le e pepe. Quand
lla
ba
la lavorazione sa si uniscono le biete lessate, con si no il fascino de gustare la tradizionale colom l
de
o
golosi, possono ello, con farciture a fantasia
ben amalgamat te, a piacere; e analogamente
gn
ita
piuttosto che l’a cia.
foglie intere o tr .
in
be
fa con le altre er uno stampo circolare – anche e pasticcere di fidu
Si prende poi tta – facendo attenzione ch
e ge
alluminio usa
C ASE I F I C I O
RISTORANTE
TIRABOSCHI
CASEIFICIO
MOR STABILINI snc
S.S. 235 n. 13 CRESPIATICA
Tel. 0371 484341
al vostro servizio dal
1956
DOP
P
ona
asqua
B
u
PRODUZIONE PROPRIA
 Grana Padano DOP
 Tipico Lodigiano
 La Vera Raspadura Lodigiana
 Gorgonzola DOP Dolce e Piccante
 Taleggio DOP e Taleggini
 Quartirolo Lombardo DOP
 Salva Cremasco
 Torta Contadina
 Caciottine Lodigiane
 Fontal Mor
 Promessi Sposi
 Mascarpone e Panna Fresca
Prosciutto Crudo di Parma
 Formaggi Freschi
R TA
E
F
F
O
Grana Padano DOP
30 mesi € 9,50 kg
Raspadura € 13,50 kg
Mostarda Cremonese
di frutta mista e di verdura
€ 11,90 kg
Tutte le sere
pizza con forno a legna
Pizza da asporto
  
-    –
Seguici anche su
Sala Banchetti
Cucina tradizionale carne e pesce
Cene di lavoro
Tortelli cremaschi
di nostra produzione
Ogni martedì sera pizza gratis
Ristorante Tiraboschi - Via G. Giana, 11 Sergnano - Tel. 0373 41625
12
PIATTI TIPICI
SABATO 23 MARZO 2013
Meglio
fidarsi
di chi
Meglio
fidarsi
ha
una
storia
antica
di chi ha una storia antica
IlIlnostro
da mille
milleanni.
anni.
nostroformaggio
formaggio lo
lo si
si fa
fa da
Il Il
Grana
Val Padana,
Padana,con
conililnostro
nostro
GranaPadano
PadanoDOP
DOPèèfatto
fatto solo
solo in Val
latte
nostromarchio
marchiotiti
lattee nei
e neinostri
nostricaseifi
caseifici.
ci.Da
Da sempre ilil nostro
garantiscesicurezza,
sicurezza,gusto
gustoee tanti
tanti nutrienti
nutrienti per
garantisce
perlalatua
tuasalute.
salute.
Grana Padano DOP, tutta un’altra storia
Grana Padano DOP, tutta un’altra storia
Sul sito www.granapadano.info trovi tutte le informazioni sulla
corretta
e lo stile di vita
pertutte
grandi
e piccini.
Sul sitoalimentazione
www.granapadano.info
trovi
le informazioni
sulla
corretta alimentazione e lo stile di vita per grandi e piccini.

Documenti analoghi