programma - Provincia di Genova

Commenti

Transcript

programma - Provincia di Genova
COMUNE DI COGOLETO
Assessorato alla Cultura
Autunno
Musicale
06
IV edizione
Settembre - Dicembre
2006
con il sostegno della
GRAFICA E STAMPA: SORRISO FRANCESCANO - GENOVA
con il Patrocinio della
in collaborazione con
Provincia di Genova
UNITRE
Università delle tre età
Arenzano - Cogoleto
La Civica Amministrazione è lieta di presentare
l’edizione 2006 della Rassegna “Autunno Musicale”. Un appuntamento che propone agli ascoltatori
una serie di concerti di grande qualità. Il programma, opportunamente articolato in vari generi per
soddisfare nel migliore dei modi le aspettative del
pubblico, propone giustamente, oltre ad artisti affermati e di fama internazionale, anche alcuni giovani musicisti i quali, per le loro capacità artistiche
rappresentano il futuro in ambito musicale.
L’Amministrazione Comunale è fermamente
convinta dell’importanza di programmare e realizzare iniziative culturali di livello, di cui tutti possano
gratuitamente beneficiare. Per questo ha creduto
fortemente in questa Rassegna, che è divenuta negli
anni l’appuntamento culturale e musicale cittadino
più atteso.
Per raggiungere questi obiettivi, il Comune ha
partecipato al bando In Compagnia della Musica
2006 indetto dalla Compagnia di San Paolo, la quale ha selezionato nuovamente l’Autunno Musicale
assegnando un contributo di 15 mila euro.
I bandi, indetti dal 2001 dalla Compagnia di San
Paolo per sostenere la realizzazione di rassegne e
stagioni musicali e teatrali, sono rivolti ad enti che
operano in Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. Essi
rappresentano uno dei più recenti ed importanti
strumenti varati, appositamente, dalla Compagnia di
San Paolo, Fondazione torinese di diritto privato tra
le maggiori in Europa che ha anche nella Liguria
uno dei territori di riferimento della propria attività.
E’ pertanto doveroso ringraziare innanzitutto la
Compagnia di San Paolo che ha ritenuto di sostenere, per il quarto anno consecutivo, la nostra iniziativa dimostrando di apprezzarne i valori, e quanti hanno fattivamente prestato la loro opera per la
sua realizzazione.
Anche quest’anno, in virtù dei soddisfacenti risultati conseguiti nelle precedenti edizioni della
Rassegna, la Direzione artistica della manifestazione è stata affidata al nostro concittadino, il Prof. Fabrizio Fancello, al quale va il nostro plauso per le
varie e qualificate scelte musicali offerte alla comunità.
Con l’augurio di buon ascolto.
IL SINDACO
Attilio Zanetti
2
Autunno Musicale
Signori ………… ecco la musica!
Ma la Musica con la M maiuscola.
Ancora una volta Cogoleto presenta una manifestazione culturale di qualità, un gran galà della
musica di pregio che ha la caratteristica di presentare stili diversi, in modo da soddisfare tutti gli
appassionati.
E così la musica farà da sottofondo alle nostre
serate, traghettandoci morbidamente dalle giornate estive ad un autunno che sarà comunque ricco di
iniziative.
Cogoleto è una cittadina che vuole ancora crescere, dal punto di vista culturale: l’Autunno
Musicale ci aiuterà a diventare grandi.
Auspichiamo che questa bella esperienza possa
continuare anche in futuro, ormai i nostri cittadini
sono abituati bene e non sono disposti a rinunciarvi.
L’Assessore alla Cultura
Prof. Giorgio Bisio
Cogoleto in una stampa del sec. XIX
Autunno Musicale
3
Calendario generale
Sabato 2 settembre – ore 21
Piazza della Chiesa
Sabato 2 settembre, ore 21
Piazza della Chiesa
Sestetto Jazz
“Duccio Swingers”
Venerdì 15 settembre, ore 21
Oratorio S. Lorenzo
Hugo Ticciati violino
Sophia Rahman pianoforte
Venerdì 6 ottobre, ore 21
“Duccio Swingers”
Duccio Castelli
Alfredo Ferrario
Paolo Alderighi
Roberto Colombo
Roberto Piccolo
Massimo Caracca
trombone e vocalist
clarinetto
pianoforte
chitarra
contrabbasso
percussioni
Auditorium “B. Berellini”
Quartetto d’arpe
White Harps Quartet
Domenica 29 ottobre, ore 16
Auditorium “B. Berellini”
I giovani canterini di S. Olcese
Gruppo canterini Valbisagno
Venerdì 17 novembre, ore 21
Auditorium “B. Berellini”
Youngmi Choi pianoforte
Domenica 17 dicembre, ore 16
Chiesa parrocchiale S. Maria
Rev. Jessy Dixon
& the Chicago Gospel Singers
Sabato 30 dicembre, ore 16
Auditorium “B. Berellini”
Orchestra d’archi
Oratorium Ensemble
Direzione Artistica: Fabrizio Fancello
4
Autunno Musicale
“DUCCIO SWINGERS” è un sestetto di Jazz tradizionale
fondato da Duccio Castelli nell’anno 2000.
Difficile, oggi, definire il concetto di stile “tradizionale”. Fino ad alcuni decenni fa, infatti, esso comprendeva il Jazz delle origini (New
Orleans, primi del ‘900), più la variante Dixieland (variante bianca) e lo stile “Chicago” (dal nome della città dove erano emigrati i
jazzisti da New Orleans). Lo stile “swing” successivo (Benny Goodman, Count Basie e molti altri) si può considerare uno dei passaggi evolutivi verso lo stile “moderno”, che ha la sua massima rappresentazione con lo stile “Be-Bop”, creato dalla genialità di Charlie Parker, che con Louis Armstrong rappresenta uno dei punti cardinali del Jazz. Successivamente, l’altra demarcazione altrettanto
fondamentale, è rappresentata da John Coltrane che con lo stile
“free” ha – secondo alcuni – stravolto il significato stesso del termine “Jazz” che oggi spazia tra influenze di molti tipi di altre musiche
e si definisce Jazz “contemporaneo”. Nel nostro giovane terzo millennio, il “tradizionale” è musica poco conosciuta e di “elite”.
Una riflessione amara: in molte scuole di Jazz italiane, si tende a
datare l’inizio del Jazz con la figura di Charlie Parker. Noi non siamo d’accordo.
I componenti del gruppo si sono esibiti singolarmente presso gli importanti Festival di Ascona, Sacramento, Dresda,
Breda, Marciac, St. Raphael, Verona, Edimburgo collaborando con solisti quali Bill Coleman, Lee Konitz, Ralph Sutton, Bobby Hackett, Barry Harrys, Albert Nicholas, George
Masso, Alfredo Espinoza, Bud Freeman, Jimmy Cobb.
Autunno Musicale
5
Venerdì 15 settembre - ore 21
Oratorio S. Lorenzo
Hugo TICCIATI
violino
Sophia RAHMAN
pianoforte
J. Brahms (1833 – 1897)
Sonata n° 2 in La maggiore op. 100
Allegro amabile
Andante tranquillo, Vivace
Allegretto grazioso
W. Lutoslawski (1913 – 1994)
Partita
###
C. Debussy (1862 - 1918)
Sonate pour violon et piano
Allegro vivo
Intermède (Fantasque et léger)
Finale (Très animé)
E. Elgar (1857 – 1934)
Sonata op. 82
Allegro
Andante
Allegro, non troppo
6
Autunno Musicale
Hugo Ticciati, inglese, ha iniziato lo studio del violino a sette anni con Faith Whitely, proseguendo poi con Simon Fischer. Ha frequentato il Liceo Musicale presso la St.Paul’s
School di Londra e, nell’anno accademico ‘98/99, ha studiato all’Università di Toronto con David Zaffer.
Negli ultimi cinque anni ha seguito un programma specialistico con i violinisti russi Nina e Oleg Balabina, alla Lilla
Akademien di Stoccolma, dove ora anch’egli insegna violino, improvvisazione, armonia e storia della musica; sta scrivendo un libro di testo su cui si baserà un corso specialistico ufficiale per l’educazione musicale in Svezia. All’Accademia sta anche lavorando con un gruppo di studenti sul cosiddetto “intuitive playing”, su come cioè la meditazione
possa integrare fisicamente il progresso tecnico nel suonare e spiritualmente il processo creativo.
Nel 2002 ha vinto il Concorso Internazionale “Giovani Talenti” di San Bartolomeo al Mare (IM), dove ha anche meritato il secondo premio (primo non assegnato) nella competizione “Rovere d’Oro” di Interpretazione Strumentale.
Nel 2004 ha vinto la Mendelsshon Cup di Bari, per violino
e orchestra.
Ha iniziato giovanissimo a suonare in pubblico, come solista, in gruppi di musica da camera o con orchestra, esibendosi al Festival di Edimburgo nel ‘92 e alla Queen Elizabeth
Hall l’anno seguente e suonando nella National Youth Orchestra di Londra dal ‘95 al ’97. Dal 2000 ha suonato molte
volte da solista con orchestre dirette dal fratello Robin. Negli ultimi anni ha compiuto tournée in Italia, Francia, Giappone (come rappresentante della musica classica svedese),
Inghilterra e Svezia. Recentemente ha fondato il Quartetto
d’Archi “Schrabiati”, che ha già effettuato una tournée in
Italia lo scorso maggio.
Sophia Rahman ha studiato alla Yehudi Menuhin School di
Londra sotto la guida di Peter Norris e Louis Kentner. Ha
proseguito e completato gli studi con Alexander Kelly e
Malcolm Martineau.
Da quando vinse la Royal Overseas League Competition per
pianista accompagnatore e il Liza Fuchsova Memorial Prize
per pianista in musica da camera, la sua carriera è stata un
susseguirsi di attività solistica e cameristica, con concerti in
tutte le più prestigiose sale di Londra e in moltissime città
europee, del Sud America, dell’India e del Giappone.
Ha fondato il Plane Dukes Rahman Trio (clarinetto, viola,
pianoforte), che celebra quest’anno il quindicesimo anno
di attività. Ha effettuato registrazioni per la BBC Radio e
BBC TV, per la radio indiana, olandese, giapponese e per la
televisione turca. Ha inciso anche molti dischi, sia con il suo
Trio, sia in altre formazioni cameristiche.
Autunno Musicale
7
Venerdì 6 ottobre – ore 21
Auditorium “B. Berellini”
White Harps Quartet
Sabina Baratella, Monica Fioravanti,
Donata Mattei, Alessandra Targa
M. Righetti
Lineamenti
(1966)
C. Salzedo
Trittico
(1885 – 1961)
J. Pachelbel
Canone
(1653 – 1706)
E. Halffter
Danza
(1905 - 1989)
I. Albeniz
Asturias
(1860 – 1909)
(trascr. M. Fioravanti)
E. Lecuona
Malagueña
(1896 – 1963)
###
B. Andres
La ragazza
(1941)
Anonimo
Andro and his cutty gun
(trascr. M. Belluzzi)
8
N. Piovani
La vita è bella
(1946)
(trascr. A. Targa)
R. Roger
Concerto Jazz
(1924 - 1994)
(trascr. A. Targa)
D. Milhaud
Brazileira
(1892 – 1974)
(trascr. A. Targa)
Autunno Musicale
Il quartetto d’arpe WHITE HARPS è nato nel 1993 dal bisogno di sperimentare nuove valenze acustico-espressive
dell’arpa, esigenza che realizza affrontando svariati generi
musicali e proponendo un repertorio che spazia da Vivaldi
a Gershwin, dai motivi classici alle danze spagnole, dai brani jazz a quelli contemporanei.
Forte interesse desta l’originalità della formazione strumentale, la cui particolarità timbrica amplifica l’eleganza
delle armonie esaltando l’espressività musicale e la linearità agogica.
Le componenti, Sabina Baratella, Monica Fioravanti, Donata Mattei e Alessandra Targa, dopo aver compiuto brillanti studi, si sono perfezionate con Maestri di fama internazionale quali G. Albisetti, F. Pierre, J. Liber, M. Oliva ed
hanno partecipato a corsi e Concorsi nazionali ed esteri
classificandosi sempre tra i primi posti.
Hanno collaborato con l’Accademia Musicale di Montegridolfo (FO) diretta dal M° G. Khun esibendosi in Italia e all’estero.
Parallelamente all’attività concertistica si dedicano all’insegnamento e collaborano, in diverse città italiane, con orchestre prestigiose quali: Orchestra del Teatro alla Scala di
Milano, Rai di Torino, Orchestra del San Carlo di Napoli,
Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi”, Orchestra Nazionale della Repubblica di Malta, Orchestra Città di Ferrara. Effettuano tournée in Germania, Slovenia, Austria,
Malta, Irlanda, Grecia ottenendo larghi consensi di critica
e di pubblico.
Conquistati dalle singolari peculiarità dell’insieme, noti
autori italiani, quali Giorgio Gaslini e Fabrizio Francia,
hanno espressamente composto e dedicato al gruppo nuove opere.
Autunno Musicale
9
Domenica 29 ottobre – ore 16
Auditorium “B. Berellini”
La squadra dei “GIOVANI CANTERINI DI S. OLCESE”
nasce nel 1992, a cura di un gruppo di giovani, con lo scopo di continuare la tradizione dei loro padri e dei loro
nonni, e per diffondere l’antica arte polivocale ligure del
Tralallero.
L’esordio ufficiale avvenne nel 1994 al Teatro “Carlo Felice” di Genova, in occasione del convegno di squadre di
canto popolari liguri, dove ottenne particolare successo
con il brano “Baccicin vattene a cà”
In questi anni ha tenuto concerti e partecipato a rassegne
in Italia e all’estero (Spagna e Svizzera), riscuotendo unanimi consensi di critica e pubblico. Con la canzone “Tralallero, cansun de na vitta” scritta dal contralto del gruppo, nonché direttore musicale Paolo Besagno è risultata
vincitrice del premio “Città di Recanati”. Vincitrice del
“Premio Liguria”, ha effettuato registrazioni per la RAI ed
ha partecipato alla trasmissione ”La domenica del villaggio” su Rete 4.
###
Venerdì 17 novembre – ore 21
Auditorium “B.Berellini”
Youngmi CHOI
pianoforte
L. van Beethoven (1770 – 1827)
Sonata n° 25 op. 79
Presto alla tedesca, Andante, Vivace
F. Chopin (1810 – 1849)
Notturno op. 9 n° 1
Mazurka in Fa min. op. 7 n° 3
Ballata n° 1 in Sol min. op. 23
R. Schumann (1810 – 1856)
Studi sinfonici op. 13
Il “GRUPPO CANTERINI VALBISAGNO” si è formato
nel 1986 in Via Canneto il Lungo, noto vicolo della Genova medioevale, nella celeberrima latteria “du Tugni”
che per moltissimi anni è stato il fulcro del Trallalero.
Con il passare degli anni ha subito diverse variazioni tra i
componenti, fino ad arrivare alla formazione attuale composta da 12 elementi. In questi anni il gruppo ha partecipato a numerose manifestazioni in ambito locale ma anche in diverse località italiane ed europee.
Dal 2004 ha anche intrapreso una collaborazione con
l’artista multimediale Pierandrea Casati, tesa ad esplorare nuove possibilità espressive del canto polivocale genovese. Tale sperimentazione ha avuto come risultato il progetto Jazz Meets Trallalero (Il Jazz incontra il Trallalero),
al quale hanno sinora partecipato jazzisti di fama internazionale quali Andy Sheppard, Riccardo Zegna, Piero
Leveratto e Jesse Davis. Per la prima volta, le due forme
musicali si sono confrontate creando scenari sonori inusuali: tale concerto ha debuttato al Festival Internazionale di Sarzana ed è stato replicato con successo anche in
Lussemburgo.
10
Autunno Musicale
###
La pianista coreana Youngmi CHOI, dopo gli studi musicali compiuti presso la Scuola delle Arti e l’Università di Seoul
si è trasferita in Europa dove ha frequentato l’Università
delle Arti di Berlino e la Hochschule di Hannover.
Ha studiato con Ick-choo Moon, Soo-jung Shin, Klaus Hellwig e Matti Raekallio ed ha frequentato Master Class con
John O’conor, Emanuel Ex, Hans Leygraf, Pascal Devayon,
Julian Martin e Rudolf Meister.
Ha partecipato a diversi concorsi internazionali quali “Donga Music” (1° premio), “Pusan Music” (3° premio), “Seoul
Competition” e “Ibla International Competition” (2° premio), “Rovere d’oro” (1° premio).
Svolge regolare attività concertistica e, tra le altre, si è esibita nelle città di Londra, Fellbach, Seoul, Berlino, Woolsan,
Oberlin e Vienna.
Autunno Musicale
11
Domenica 17 dicembre – ore 16
Chiesa parrocchiale S. Maria
Rev. Jessy Dixon &
The Chicago Gospel Singers
Jessy Dixon
vocals
Elsa Harris
piano, vocals
Sandra Baker-McCall
Gloria Sanders
Pat Sanders
}
vocals, handpercussion
Sabato 30 dicembre – ore 16
Auditorium “B. Berellini”
ORATORIUM ENSEMBLE
Direttore
Giuseppe Mario Faveto
W. A. Mozart (1756 – 1791)
Eine Kleine Nachtmusik K 525
Allegro, Romance, Minuetto, Rondò
L. Bernstein (1918 – 1990)
Il Rev. Jessy Dixon è noto per essere uno tra i cantanti più
spettacolari della musica gospel e non solo. Per questa
ragione si è conquistato l’appellativo “The King of Gospel
Music”, divenendo una figura chiave del gospel internazionale.
Dopo la separazione da Art Garfunkel, il cantautore americano Paul Simon chiese a Jessy Dixon di diventare il suo
partner artistico. Insieme registrarono gli album “Live
Rhymin” e “Still Crazy …” e, con il coro “Jessy Dixon
Singers”, si esibirono in tutto il mondo partecipando anche
a numerosi show televisivi. L’incontro tra i due portò nuove
melodie pop nella musica gospel e, viceversa, influenze
gospel nella musica pop.
Oltre alla straordinaria collaborazione con Paul Simon,
Jessy Dixon ha lavorato con altri importanti artisti e gruppi
tra i quali ricordiamo Leo Sayer, Natalie Cole, Diana Ross,
Randy Crawford e il gruppo dei Toto. Canzoni come “We
Give You Praie” sono eseguite in tutto il mondo e, con i
“Jessy Dixon Singers”, il “Chicago Dance Company” ed il
celebre “Chicago Community Choir”, la sua musica ha
attraversato i cinque continenti.
Durante la sua carriera, Jessy Dixon ha selezionato un
numeroso gruppo di giovani talenti ed ha promosso, con
loro, l’idea di riportare in giro per il mondo il grande musical degli anni ’70 Black Nativity. Nel corso degli anni è stato
premiato sette volte con Grammy Award per la musica.
12
Autunno Musicale
Suite da “West side story”
Maria – One Hand, One Hart – Cool –
Somewhere - America
G. Gershwin (1898 – 1937)
Rapsody in Gershwin
J. Lanner (1801 – 1843)
Hans Jörgel Polka op. 194
Die Schönbrunner Walzer op. 200
J. Strauss jr. (1825 – 1899)
Pizzicato Polka
“An der schönen blauen Donau” Walzer op. 314
(Sul bel Danubio blu)
Autunno Musicale
13
L’ ORATORIUM ENSEMBLE è una formazione orchestrale da camera che si è costituita di recente sotto l’egida di
due importanti istituzioni culturali liguri: l’Oratorio dei Padri Filippini di Genova e l’Accademia Musicale Teresiana di
Arenzano.
E’ formata da un gruppo di strumentisti che da tempo collaborano con il Coro Musica Nova, ai quali altri si sono aggiunti per il concerto inaugurale, dopo i restauri effettuati
nell’ambito di “Genova Capitale della Cultura”, del prestigioso Oratorio barocco di S. Filippo in Genova (dicembre
2004).
Primo violino del gruppo è Giuliano Paganini, docente
presso il Conservatorio di Genova.
Svolge regolare attività concertistica eseguendo un repertorio per sola orchestra d’archi e collabora con diversi solisti.
Fra le varie esibizioni è da ricordare l’esecuzione, insieme al
Coro Musica Nova, della cantata “Muri di Cenere” del M°
Raffaele Cecconi, compositore genovese e docente presso il
Conservatorio “N. Paganini”: tale brano è stato eseguito in
prima assoluta nel 2005 e replicato quest’anno nella Sala
del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova.
Nel 2006, tra l’altro, l’Ensemble è stato il protagonista del
Concerto di Capodanno presso l’Auditorium delle Clarisse
di Rapallo e prescelto per l’esecuzione di brani mozartiani
per archi nell’ambito del Progetto Mozart – Liguria 2006
“Caro Amadeus”.
Il Direttore, Giuseppe Mario Faveto si è diplomato presso il
Conservatorio di Alessandria in Musica Corale e Direzione
di Coro; ha poi frequentato alcuni corsi di perfezionamento con i Maestri Bordignon, Acciai, Pigazzini e Grandini. Ha
inoltre studiato direzione d’orchestra con Romolo Gessi
partecipando a seminari tenuti da Angelo Persichilli e Julius Kalmar.
Svolge attività di insegnamento e per oltre dieci anni ha collaborato con l’Accademia Musicale di Arenzano, dove ha insegnato Teoria e Solfeggio, Armonia ed è stato docente di
Esercitazioni Corali. Attualmente insegna presso il Liceo
Delpino-Marconi di Chiavari.
Nel 1986 ha dato vita al “Coro Musica Nova”, un insieme vocale-strumentale che si è specializzato nei repertori del rinascimento e del barocco italiano, e che tuttora dirige.
E’ stato membro nella giuria del concorso Trofeo Coro
Amici della Montagna a Genova, e della Commissione Artistica della ACOL (Associazione Cori Liguri). Alcune sue
composizioni sono state edite per i tipi delle edizioni Carrara; altre hanno ottenuto riconoscimenti e premi: segnalazione al IX Concorso Internazionale di Trento (1997), terzo premio al Concorso di composizione per voce e chitarra
14
Autunno Musicale
di Varenna (1997), menzione speciale al 1° Concorso Internazionale Poetico Musicale di Basilea (2001). In occasione dell’edizione 1997 del premio di poesia Genovantasette
di Genova, ha composto un brano su una poesia del poeta
Mario Luzi pubblicamente eseguito alla presenza dell’autore. E’ direttore anche della Cappella Musicale Filippina di
Genova.
L’Orchestra
Viola
Violino
Giuliano Paganini
Michela Cambrea
Fernando Arena
Chiara Noera
Marco Faveto
Mariana Rusnac
Chiara Puppo
Paola Delucchi
Paola Rossi
Massimo Vivaldi
Paola Martina
Simona Merlano
Violoncello
Marco Martina
Edoardo Valle
Contrabbasso
Piero Paolo Ferrari
Autunno Musicale
15