Fine settimana di fuoco

Commenti

Transcript

Fine settimana di fuoco
GIORNALEdelPOPOLO
SABATO 13 DICEMBRE 2014
hockey
+
I leventinesi perdono anche Sidler: commozione cerebrale?
sport in breve
Ambrì sconfitto a Ginevra
in una notte di sbadigli
di luca faranda / cdt
GINEVRA La rete della certezza di
Timothy Kast a poco meno di quattro
minuti dal termine ha potuto dare
il via alle celebrazioni per la storica
“Escalade” ginevrina del 1602. La
maglia speciale indossata da Romy e
compagni per la sfida contro i leventinesi ha quindi portato fortuna ai padroni di casa che nonostante l’assalto
finale dei biancoblù – in situazione di
superiorità numerica e con Saikkonen richiamato in panchina – hanno
saputo mantenere il doppio vantaggio fino al 60’. In un match privo di
intensità, caratterizzato dalle imprecisioni delle due difese, gli sbadigli
dei 6.813 spettatori hanno avuto la
meglio sullo scarso spettacolo offerto
sul ghiaccio. Il Ginevra, privato del
“bad boy” Tim Traber, è invece stato
favorito dall’importante rientro di
capitan Bezina e dal gradito ritorno
di Cody Almond. È proprio quest’ultimo a portare in vantaggio i padroni
di casa, approfittando di un’ingenua
imprecisione del giovane Saikkonen.
I biancoblù sono però bravi a reagire
e ribaltano il risultato già nel primo
tempo, prima con Chavaillaz – a tu
per tu contro Schwendener – e poi
con un ritrovato Aucoin in situazione di superiorità numerica. Partita
incanalata quindi sui binari giusti
per i biancoblù che spesso in stagione
hanno però dimostrato di non riuscire a conservare il vantaggio. Il Servette rientra infatti dagli spogliatoi portando maggiore intensità sul ghiaccio
e mettendo pressione sulla difesa
leventinese – senza Sidler dal 28’ per
sospetta commozione cerebrale – che
concede a Bezina e D’Agostini di superare due volte Saikkonen dalla media distanza riportando in vantaggio
i padroni di casa alla seconda sirena.
Le speranze dei tifosi biancoblù di assistere a una vera e propria reazione
degli uomini di Pelletier negli ultimi
20’ non vengono però ripagate, troppo spesso i leventinesi girano al largo
dalla gabbia difesa da Schwendener,
le altre partite Sorpresa
2-4
(0-2, 0-0, 2-2)
RETI: 10. Miéville (Louhivaara,
Genazzi; 5c4) 0-1; 11. Louhivaara
(Pesonen; 5c4) 0-2; 50. Hytönen (Pesonen) 0-3; 54. Hasani (Mottet) 1-3;
56. Mauldin (Kwiatkowski, Mottet)
2-3; 60. Bang (Louhivaara; Friborgo
a porta vuota) 2-4.
NOTE: 6.384 spettatori; arbitri Mollard e Vinnerborg. Penalità: Friborgo 3x2’; Losanna 4x2’.
RAPPERSWIL - ZURIGO d.s. 3-2
(0-0, 1-1, 1-1; 1-0)
RETI: 23. Malgin (Nilsson) 0-1; 34.
Weisskopf (Danielsson; 5c3) 1-1; 42.
Baltisberger (Trachsler, Blindenba-
nuoto L’A-Club
calcio
Passaporto svizzero per Embolo
GINEVRA: Schwendener; Vukovic, Iglesias;
Loeffel, Bezina; Antonietti, Mercier; Trutmann;
D’Agostini, Romy, Taylor Pyatt; Rubin, Rod,
Almond; Simek, Tom Pyatt, Picard; Jacquemet,
Rivera, Gerber; Kast.
AMBRÌ-PIOTTA: Saikkonen; Bouillon,
Zgraggen; Birbaum, Kobach; Trunz, Sidler;
Chavaillaz, Grieder; Steiner, Hall, Lauper;
Pestoni, Aucoin, Giroux; Duca, Schlagenhauf,
Dostoinov; Stucki, Fuchs, Lüthi.
rinunciando più volte alla conclusione diretta preferendo purtroppo passaggi complicati che non impensieriscono la difesa ginevrina.
Dopo la convincente vittoria nel
derby e i due punti conquistati contro
il Friburgo, i biancoblù devono ora
tornare a mostrare quel gioco basato
sull’intensità e sul sacrificio dell’intera squadra, a cominciare proprio da
lunedì sera. Prima di poter riposare
durante la pausa dedicata alla Nazionale, l’Ambrì Piotta dovrà infatti
concentrarsi per la sfida con il Kloten
valida per i quarti di finale di Coppa
Svizzera.
(foto Keystone)
a Rapperswil: battuto lo Zurigo all’overtime
cher) 1-2; 56. Sieber (Danielsson)
2-2; 61. Walser (Danielsson, Fransson) 3-2.
NOTE: 4.241 spettatori; arbitri Popovic e Stricker. Penalità: Rapperswil 3x2’; Zurigo 3x2’.
KLOTEN - BERNA
1-5
(0-0, 1-2, 0-3)
RETI: 24. Cloutier (A. Berger) 0-1; 26.
M. Müller (Gardner, Scherwey) 0-2;
38. Leone (Vandermeer) 1-2; 41. Gragnani (Holloway, Ritchie) 1-3; 44.
Gragnani (Holloway, Ritchie; 5c4)
1-4; 53. Bertschy 1-5
NOTE: 5.352 spettatori; arbitri Schukies e Wehrli. Penalità: Kloten 2x2’;
Berna 2x2’.
DAVOS - BIENNE
5-4
(2-2, 2-0, 1-2)
RETI: 5. Schneeberger (Paulsson,
Guerra) 1-0; 8. Tschantré (Olausson)
1-1; 13. Sciaroni (Hofmann; 5c4) 2-1;
19. Wetzel (Arlbrandt, Untersander;
5c4) 2-2; 27. Ambühl (R. Von Arx, Dino
Wieser; 5c4) 3-2; 28. Lindgren (M. Wieser, Paulsson) 4-2; 51. Lindgren (Paulsson, Simion; 5c4) 5-2; 52. Tschantré
5-3; 54. Fey (Arlbrandt, Kamber) 5-4.
NOTE: 3.777 spettatori; arbitri Eichmann e Prugger. Penalità: Davos 3x2’;
Bienne 3x2’.
MERCATO Il Friborgo ha prolungato
di due stagioni il contratto del canadese Marc-Antoine Pouliot. Il Berna
ha invece ingaggiato il finlandese
Jesse Jeonsuu, ex Edmonton Oilers.
che nel 2012 si imposero davanti
al loro pubblico sulle zurighesi dell’Uster-Wallisellen. Dodici
mesi fa non arrivò l’oro ma comunque si fece una bella figura:
sempre in campo femminile la
Lugano Nuoto conquistò un fantastico bronzo, mentre tra gli uomini l’A-Club chiuse al settimo
rango. Quest’anno i ticinesi escono dalle qualificazioni con la consapevolezza di avere il potenziale
per raggiungere nuovamente il
podio.
A livello maschile, alle spalle
di Meilen, Aarefish e Genève Natation, troviamo i ragazzi dell’AClub, quarti con 7.528 punti FINA,
seguiti a ruota dalla Nuoto Sport
Locarno, quinta con 7.487 punti.
Gareggeranno anche gli uomini della Mendrisiotto Nuoto, che
hanno ottenuto il 14° rango con
6.975 punti. Savosa e Locarno
cercheranno di mettercela tutta
per strappare una medaglia che
appare obiettivamente possibile.
Nelle qualificazioni la squadra di
Ginevra ha staccato la coppia ticinese di meno di 200 punti, un’inezia considerando le incognite della finale che potrebbe stravolgere
degli equilibri in vasca.
Nel settore femminile abbiamo
nella Lugano Nuoto la nostra più
grande speranza. Le qualificazioni hanno attribuito alle luganesi
il 6° rango provvisorio con 8.338
punti, molto vicine al terzo posto
virtualmente occupato dall’U-
calcio
I conti del Wil sono in rosso
Sesta forza della Challenge League, il Wil ha
accusato una perdita di 455.000 franchi nell’esercizio appena concluso. La Società Anonima
“FC Wil 1900” non dovrà però far fronte ad un
indebitamento, dato che i suoi azionisti principali hanno annunciato di voler rinunciare al
rimborso di una somma pari a 600.000 franchi. La perdita è stata causata in parte dall’acquisizione e gestione di cartelloni pubblicitari
LED per l’IGP Arena, rivelatasi più costosa rispetto a quanto preventivato.
Weger senza errori al 12° posto
NOTE: 6.813 spettatori; arbitri Kämpfer e
Massy (Ambrosetti e Tscherrig). Ginevra senza
Lombardi, Marti, Mayer (inf.), Traber (squal.) e
Ranger (in sovr.), Ambrì-Piotta senza Gautschi,
Lhotak, Flückiger, Zurkirchen e O’Byrne (inf.).
Tiri in porta: 45-36 (15-10, 17-11, 13-15). Premiati
quali migliori in pista D’agostini e Aucoin.
FLOP
TOP
Keith Aucoin:
pare finalmente aver ingranato la marcia giusta. La rete e
l’assist offerto contro i ginevrini completano un bottino di 10
punti negli ultimi 8 incontri. Può
sicuramente migliorare, ma
la strada sembra quella
buona.
Il talento del Basilea Breel Embolo (17 anni)
ha ricevuto questa settimana il passaporto
svizzero. Ora, Embolo dovrà decidere se vestire la maglia del suo Paese d’adozione, la
Svizzera, o quella del suo Paese d’origine, il
Camerun. Finora, l’attaccante ha disputato
unicamente delle partite amichevoli con le selezioni giovanili svizzere.
biathlon
PENALITÀ: Ginevra 3x2’; Ambrì-Piotta 2x2’.
Benjamin Weger non ha commesso errori
al tiro e ha chiuso al 12° posto la gara sprint
(10 km) di Hochfilzen, in Austria. Il successo
è andato al norvegese Johanes Thignes Boe
davanti ai tedeschi Simon Schempp e Andreas
Birnbacher. Solo 7° il francese Martin Fourcade. Nello sprint femminile (7,5 km) ha vinto
la finlandese Mäkäräinen. Miglior elvetica è
risultata Elisa Gasparin (41ª).
bob
La difesa HCAP:
privata di Sidler dal 28’ per
una sospetta commozione cerebrale, la retroguardia biancoblù
concede troppo spazio nel proprio
terzo offrendo più volte la possibilità alle aquile ginevrine di
andare al tiro con troppa facilità.
Equipaggi elvetici fuori dal podio
Gli equipaggi elvetici sono rimasti fuori dal podio nella prima prova stagionale di Coppa del
mondo di bob a due sulla pista di Lake Placid.
Quarto posto per Beat Hefti e Alex Baumann
(a 0’’36) e quinto posto per Rico Peter con l’olandese Bror van der Zijde (a 0’’48). La gara è
stata vinta dai tedeschi Francesco Friedrich e
Thorsten Margis davanti ai lettoni Oskar Melbardis/Daumants Dreiskens e agli statunitensi Nick Cunningham/Casey Wickline.
classifica e programma
ciclismo
LA CLASSIFICA
Davos
Berna
Zurigo
Lugano
Ginevra
Zugo
Losanna
Kloten
302022 6116 7566
301743 6102 7162
311816 6 96 6362
281345 6 88 7252
31134311 92 9450
281244 8 88 7148
31121315 68 7641
30 94116699236
L’ex sprinter Danilo Hondo, 40 anni, vincitore di due tappe del Giro d’Italia nel 2001, è il
nuovo coach della squadra elvetica Under 23
su strada. Il tedesco, da molti anni domiciliato
in Svizzera, entrerà in funzione a partire dal 1.
gennaio 2015. Hondo avrà un incarico al 50%
in seno a Swiss Cycling.
Friborgo
Bienne
Ambrì-Piotta
Rapperswil
32
30
31
30
ciclismo
7 5 515
6 5 613
4 8 415
3 5 517
LE PROSSIME PARTITE
Berna - Ginevra
Zugo - Kloten
Bienne - Rapperswil
Losanna - Lugano
Zurigo - Davos
Lugano - Zugo Hondo alla guida degli U23
96121 36
80100 34
74102 32
71103 24
oggi 19.45
oggi 19.45
oggi 19.45
oggi 19.45
domani 15.45
domani 15.45
Il meglio della Svizzera ritorna in Ticino
Il meglio del nuoto elvetico torna oggi in Ticino. Esattamente
come due stagioni fa sarà la piscina dell’A-Club Swimming Team
di Savosa ad accogliere le formazioni qualificate per la finale dei
Campionati svizzeri di squadra
giovanili. Nel luganese arriveranno le trentadue migliori squadre
del Paese tra le quali ne figurano
sei ticinesi, tutte al via con serie
ambizioni. Il movimento natatorio cantonale è tradizionalmente
performante tra i giovani e negli
anni passati alcuni team sono addirittura riusciti a laurearsi campioni nazionali.
Le ultime a compiere l’impresa
sono state le ragazze dell’A-Club
Il giudice unico della Lega Reto Steinmann ha
squalificato per sette giornate (e 1.500 franchi
di multa) il ginevrino Tim Traber per la carica
alla testa ai danni del difensore del Lugano
Marco Maurer del 5 dicembre scorso. Il Ginevra
ha cinque giorni per ricorrere.
(1-2, 2-0, 1-0)
di Savosa oggi accoglie la finale dei Campionati nazionali di squadra
di eugenio bianchi / cdt
Sette giornate a Tim Traber
RETI: 8.11 Almond (D’Agostini, Antonietti)
1-0; 17.35 Chavaillaz (Aucoin) 1-1; 19.35 Aucoin
(Giroux, Hall; esp. Gerber) 1-2; 29.14 Bezina
(Simek, Almond) 2-2; 39.04 D’Agostini (Ta.
Pyatt, Vukovic) 3-2; 56.09 Kast (Rubin, Loeffel)
4-2.
Il Davos continua la sua marcia
FRIBORGO - LOSANNA
hockey
Ginevra4
Ambrì-Piotta2
L’Ambrì-Piotta di Daniel Steiner è finito al tappeto.
sport 23
ster-Wallisellen con 8.560. Parteciperanno alla kermesse anche le
ragazze dell’A-Club e della Turrita
Nuoto, che partono rispettivamente con l’11° e il 14° punteggio.
Nella giornata di oggi potrebbe dunque capitare di tutto. Per
i giovani partecipanti di 16 anni
e meno si tratterà specialmente
di gestire l’emozione, che è sempre grande in questa gara. Se la
tensione della vigilia verrà trasformata in energia positiva da
sfruttare a proprio favore in acqua siamo sicuri che si assisterà
ad uno spettacolo appassionante.
L’inizio delle competizioni è fissato alle ore 9.30 per la sessione
mattutina e alle 16.00 per quella
pomeridiana.
Presentato il Romandie 2015
Ieri è stato svelato il percorso del prossimo
Tour de Romandie (28 aprile - 3 maggio).
Diversamente all’edizione di quest’anno,
quando il secondo giro a tappe svizzero partì
da Ascona, nel 2015 non sono previste tappe in Ticino. Si partirà da Le Sentier, con una
crono sino a Juraparc (19,2). Queste le altre
tappe: Apples - St. Imier (166,1 km); Moutier
- Porrentruy (173,2 km); Neuveville - Friborgo
(169,8 km); Friborgo - Champex-Le-Lac (166,1
km); Losanna (crono di 17,3 km).
i Dragoni tra Coppa e LNA
Fine settimana di fuoco
Doppio impegno per la Pallavolo Lugano. I Dragoni,
secondi in classifica, oggi saranno impegnati in trasferta contro l’Amriswil – terza forza del campionato
– per la 9ª giornata di LNA (17.00), mentre domani
ospiteranno il Näfels, per gli ottavi di Coppa Svizzera
(18.00); competizione vinta proprio dai glaronesi, la
scorsa stagione, in finale con il Lugano (foto Crinari).

Documenti analoghi