Percorso musicale–poetico nel Tempo di Quaresima Anonimo Di

Commenti

Transcript

Percorso musicale–poetico nel Tempo di Quaresima Anonimo Di
O MISERICORDISSIME IESU
Percorso musicale–poetico
nel Tempo di Quaresima
In epoca antica, nel passaggio dalla polifonia alla monodia accompagnata, il canto sacro esprime
tematiche religiose con espressività nuova. Sorretta dallo strumento a tastiera, che può realizzare le
più diverse armonie e, insieme, rispondere in contrappunto alla melodia, la voce porta verità di fede,
spunti di riflessione interiore, immagini toccanti delle figure divine, in particolare il Figlio e la Madre.
Nello spazio ecclesiale il canto vibra in tutta la sua ampiezza di struttura e contenuto, che risuona delle
peculiarità linguistiche e di stile proprie dei vari compositori, inframmezzato da interventi alla tastiera
che sottolineano i temi consoni al Tempo di Quaresima.
Anonimo
Di, por qué muere en cruz
XV sec.
Bartolomeo Tromboncino
Virgine bella
ca. 1470–post 1535
L. Grossi da Viadana
Exaudi me, Domine per soprano e b.c.
ca.1560–1627
Tarquinio Merula
Canzonetta sopra la nanna
1595-1665
A. Gabrieli
Ricercar in fa
1533–1585
H. Schütz
O misericordissime Jesu
1585–1672
Alessandro Grandi
O dulce nomen Jesus
1577–1630
G. Gabrieli
Canzone in sol
1557–1612
Alessandro Grandi
Tota pulchra es
C. Monteverdi
Laudate Dominum
1567–1643
Duo Claviere
Elena Modena canto, viola da gamba rinascimentale
Ilario Gregoletto clavicembalo
TESTI
Dì, por qué mueres en cruz
Dimmi, perché muori sulla croce, o Redentore del mondo? Ah, Tu che porti il peccato dell’umanità!
Contemplando la tua grandezza, ti ho visto nascere e crescere a poco a poco vestendo corpo d’uomo.
Stando al mondo come Signore hai sofferto duramente. Ah! Tu che porti il peccato dell’umanità!
Virgine bella
Virgine bella che di sol vestita, coronata di stelle al sommo sole piacesti sì che’n Te sua luce ascose.
Amor mi spinge a dir di te parole; ma non so’ncominciar senza tu’aita e di Colui ch’amando in te si
pose. Invoco lei che ben sempre rispose, chi la chiamò con fede Virgine s’a mercede, miseria extrema
de l’humane cose giamai ti volse al mio priego t’inchina. Soccorri a la mia guerra bench’io sia terra e tu
del ciel regina. Amen.
Exaudi me, Domine
Esaudiscimi, o Signore, la tua misericordia è benigna, conforme alla moltitudine dei tuoi miseri. Guarda
a me e non distogliere il tuo sguardo dal tuo figlio poiché sono nell’affanno. Esaudiscimi presto.
Canzonetta spirituale sopra la nanna
Hor ch’è tempo di dormire, dormi figlio e non vagire perché tempo ancor verrà che vagir bisognerà,
deh ben mio, deh cor mio fa la ninna nanna na … Chiudi quei lumi divini come fan gl’altri bambini
perché tosto oscuro velo priverà di lume il cielo, deh ben mio, deh cor mio fa la ninna nanna na … over
prendi questo latte dalle mie mammelle intatte perché ministro crudele ti prepara aceto e fiele, deh
ben mio, deh cor mio fa la ninna nanna na … Amor mio sia questo petto or per te morbido letto pria
che rendi ad alta voce l’alma al Padre su la croce, deh ben mio, deh cor mio fa la ninna nanna na … Posa
queste membra belle vezzosette e tenerelle perché poi ferri e catene gli daran acerbe pene, deh ben
mio, deh cor mio fa la ninna nanna na … Queste mani e questi piedi ch’or con gusto e gaudio vedi,
ahimè com’in vari modi passeran acuti chiodi; questa faccia gratiosa rubiconda hor più che rosa sputi e
schiaffi sporcheranno con tormento e grande affanno. Ah con quanto tuo dolore, sola speme del mio
core, questo capo e questi crini passeran acuti spini. Ah ch’in questo divin petto, amor dolce e diletto,
vi farà piaga mortale empia lancia e disleale. Dormi, dormi figliol mio, dormi pur redentor mio perché
poi con lieto viso ci vedrem in paradiso. Hor che dorme la mia vita, del mio cor gioia compita, tacia
ognun con puro zelo, tacia sin la terra e il cielo; e fratanto io che farò, il mio ben contemplerò, ne starò
col capo chino sin che dorme il mio bambino.
O misericordissime Jesu
O Gesù, così misericordioso, così dolce, così grato, in te è salvezza per coloro che sperano e credono, sei
la vita per quanti in te si rifugiano. O Gesù, dolce remissione per tutti i peccatori, o Gesù, per il tuo
santo nome salvami affinché il mio spirito non muoia. O Gesù, pietà di me finché vale il tempo del
perdono, e non destinarmi ai dannati nel tempo del giudizio. Se infatti ho peccato, e per questo potresti
punirmi, tu non mi hai allontanato; perciò puoi salvarmi. Sii dunque con me, o Gesù, per il tuo stesso
nome, e abbi pietà di me, riportati a me secondo il tuo santo nome, guarda a me misero, che ti invoco
chiamandoti con il tuo nome amabile: Gesù.
O dulce nomen Jesus
O dolce nome Gesù, splendore di eterna luce. Tu salvezza del mondo, tu gloria del cielo, tu vero
paradiso di delizie. Salvami, Gesù, a te vengo con tutto il cuore, perché soffro a causa del tuo amore. O
fiamma di vita incendiami di amore divino. O morte vittoriosa, fa’ che la mia vita si chiuda nel nome di
Gesù. O Gesù, ho sete di te, perché in me c’è il fuoco delle tue piaghe. Muoia dunque la mia carne in
Cristo, viva sempre Gesù nella mia anima, perché il mio cuore possa godere la gloria del Paradiso.
Tota pulchra es
Sei bella in tutto, amica mia, non porti macchia alcuna. Vieni dal Libano, o mia sposa, vieni, sarai
incoronata. Sei bella in tutto, amica mia, non porti macchia alcuna. Come sono belli i tuoi seni, o mia
sorella, mia amica e sposa. I tuoi germogli sono come un giardino di melograni con i frutti più squisiti,
profumano come la cannella e il cinnamòmo con ogni specie d'alberi d’incenso, come la mirra e l’aloe
con ogni sorta di unguento. O mia sorella, mia amica e sposa, sei bella in tutto, nessuna macchia è in te.
Laudate Dominum
Lodate il Signore nelle sue manifestazioni di santità, lodatelo nel fondamento della sua grandezza,
lodatelo con il suono delle trombe, col salterio e la cetra, con i timpani e il canto di voi tutti, lodatelo
con gioia sonando i cimbali dal chiaro tintinnìo. Ogni creatura loda il Signore. Alleluja, Alleluja.
(traduzione dal latino a cura di Elena Modena)
Curricula
Diplomata in pianoforte, clavicembalo, organo, composizione, prepolifonia, Elena Modena è laureata
in Lettere con menzione di stampa. Conseguito al Lichtenberger Insitut für Gesang und
Instrumentalspiel (Odenwald, Germania) il diploma d’insegnante di Metodo funzionale della voce,
ideato da Gisela Rohmert, ha fondato a Vittorio Veneto il Centro Studi Claviere per la ricerca sul suono
vocale, la divulgazione della musica antica, la conservazione degli strumenti di tradizione. Coniuga
l’attività di ricerca con l’attività didattica, organizzativa e artistica, quest’ultima come membro stabile
di Ensemble Claviere, InUnum ensemble e Duo Claviere, di cui è voce e strumentista, e voce de I
Cantori di San Marco. Ha inciso per le case discografiche Rivoalto e Tactus. Docente a contratto
all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è autrice di L’altrOrfeo. Considerazioni analitiche sulla vocalità
(Aracne, Roma 2009) e di Strumenti Musicali Antichi a raccolta (Aracne, Roma 2010). Ideatrice del
progetto Mistica, Musica e Medicina, ha curato Ildegarda fra il suo e il nostro tempo, Atti del convegno
(Vittorio Veneto, 22–23 settembre 2012, con CD musicale accluso, di cui è interprete), Stamperia della
Provincia, Treviso 2013; Il Tempo e il Sacro, Atti del convegno (Vittorio Veneto, 5–6 ottobre 2013),
Stamperia della Provincia, Treviso 2014; La Parola alle Virtù: per riedificare un nuovo mondo, Atti del
convegno (Vittorio Veneto, 20–21 settembre 2014), Stamperia della Provincia, Treviso, 2015. Sulla
rivista «Vita Nostra», 1, 2015, ha pubblicato Anima symphonizans. La musica come terapia nella visione
di Santa Ildegarda.
Ilario Gregoletto nato a Vittorio Veneto, insegnante e concertista, si è diplomato in pianoforte e
clavicembalo con studi in organo e strumenti antichi a fiato al Conservatorio B. Marcello di Venezia. Si
è presto dedicato all’interpretazione con criteri filologici: punti di riferimento sono stati Kennet Gilbert
per il cembalo e Renè Clemencic per gli strumenti a fiato antichi. Ha tenuto circa un migliaio di
concerti, anche per prestigiose istituzioni e con grandi artisti della musica antica. Fondamentale la
collaborazione con Elena Modena, con cui, da una decina d’anni, si dedica anche al repertorio
medievale e rinascimentale con strumenti coevi. Ha all’attivo pubblicazioni di carattere filologico sulla
storia degli strumenti musicali. E’ insegnante di ruolo in clavicembalo da oltre venticinque anni nei
Conservatori italiani e dal 1991 ad oggi al Conservatorio J. Tomadini di Udine, già docente ospite
presso il Conservatorio di Adria e l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha inciso una quindicina di CD
per le Case Discografiche Rivoalto, Tactus e Brilliant con strumenti copie ed originali, in particolare
clavicembali e fortepiani, appartenenti alla propria raccolta personale, attualmente a disposizione
delle attività statutarie promosse dal Centro Studi Claviere.
Il Centro Studi Claviere, sorto a Vittorio Veneto (Treviso) nel 2003, ha come principali scopi statutari
la divulgazione della musica antica e della musica sacra, la conservazione degli strumenti musicali di
tradizione, la ricerca sul suono vocale e strumentale.
Guardando alla musica praticata nei suoi molteplici aspetti — creativo, educativo, comunicativo,
artistico — e considerata alla portata di chiunque ne sia interessato, a prescindere dalla formazione, il
Centro Studi Claviere si qualifica come associazione di promozione sociale e come tale è iscritta dal
2004 all’Albo Regionale Veneto delle APS.
Per la specificità dei contenuti statutari, le iniziative che fanno capo all’Associazione sono
caratterizzate da peculiarità tematica e stretta relazione fra campi artistici da sempre in contatto — la
musica, la poesia, l’architettura, l’arte figurativa — promuovendo l’esperienza e la conoscenza
finalizzate all’arricchimento sul piano umano. Dei progetti sinora realizzati si citano per ampiezza di
respiro e durata le rassegne La via al Santuario (giunta alla nona edizione consecutiva) e Luoghi dello
Spirito e dell’Arte; i convegni Ildegarda fra il suo e il nostro tempo, Il Tempo e il Sacro, La Parola alle
Virtù, sovratitolati Mistica, Musica e Medicina; i cicli di Incontri sul Benessere Vocale.
Associazione di promozione sociale
c.f. 93011530263
Via G. Lioni, 111 – 31029 Vittorio Veneto (TV)
tel. 0438 57614; cell. 340 2122409
e-mail: [email protected]
sito web: www.centrostudiclaviere.it