vincenzo gatti vincenzo gatti santo tomaino santo tomaino

Commenti

Transcript

vincenzo gatti vincenzo gatti santo tomaino santo tomaino
VINCENZO GATTI
è nato il 10 febbraio 1948 a Torino, città in cui vive e lavora.
Per un ventennio è stato titolare della cattedra di Tecniche
dell’Incisione, che fu già dei suoi maestri Calandri e Franco,
all’Accademia Albertina di Torino; di quest’Istituzione, nel
1991/92, gli fu affidata la Direzione.
Tra le prime occasioni espositive, è del 1970 la personale alla
galleria “La Darsena” di Milano, (con Aimone e Cortassa),
presentata da Paolo Fossati. Seguono la mostra del 1974 allo
Studio d’arte grafica di Milano (con presentazione di Marco
Valsecchi) e la personale alla galleria Tardy di Enschede
(Olanda) nel 1976.
L’anno seguente espone alla galleria “Venezia viva”
(presentato da Pino Mantovani) e nel 1981 l’Istituto Italiano
di Cultura di Bucarest ospita una rassegna di incisioni
presentata da Renzo Guasco.
In tempi più recenti si ricordano, tra le altre, le personali alla
galleria “Le immagini” di Torino nel 1986 (presentata da
Marco Rosci) e nel 1990 (presentazione di Guido Giubbini), la
mostra del 1995 alla galleria Davico di Torino (presentata da
Rossana Bossaglia), a Trento alla galleria Fogolino (presentata
da Egisto Bragaglia) nel 2000 e alla Galleria 44 di Torino nel
2006 (presentato da Pino Mantovani).
Nel 2001 è stata allestita un’antologica a Palazzo Opesso di
Chieri, a cura di Silvana Nota, con scritti di Rolando Bellini e
Franco Fanelli.
Gatti è stato varie volte invitato alle più importanti rassegne
della grafica, come il Premio Biella (1971-73-76-80-84-87 e
1996 Premio speciale), la Triennale dell’Incisione di Milano
(1972-76-80-91-94), la Biennale Internazionale della Grafica
di Palazzo Strozzi a Firenze del 1974 (Premio della
Repubblica Federale Tedesca) e del 1976, la Biennale
dell’Incisione di Cittadella (1979 e 1983), l’Intergrafik di
Berlino Est (1984, 1990), la Biennale di Lubiana del 1989, la
Biennale dell’Incisione di Oderzo del 1990, la Biennale di
Belgrado del 1994, la Biennale di Varna del 1995, la Biennale
dell’Incisione di Acqui Terme del 1995 (premiato), il Premio
Suzzara del 1998, la Biennale dell’Incisione “Josif Iser” di
Ploiesti del 1999 (premiato), la I Triennale d’Incisione “Città
di Chieri” del 1999 (premiato), la VI Biennale dell’incisione
contemporanea di Campobasso nel 2010, la I Biennale
dell’Incisione Carmelo Floris a Olzai.
Nel 2002 gli è stato assegnato il I Premio alla Biennale
Internazionale di Grafica di Francavilla al Mare e nel 2005 il
Premio Santa Croce.
Intensa e continuativa l’attività exlibristica, con numerose
partecipazioni e riconoscimenti. Nel 1993 sono state
organizzate personali alla libreria “La Città del Sole” di
Torino (presentazione di Nico Orengo) e alla Biblioteca Civica
di Biella, nel 1998 alla galleria “Il Quadrato” di Chieri.
È stato segnalato più volte sui Cataloghi Bolaffi della Grafica
Italiana.
Ha pubblicato vari scritti riguardanti la pratica e la didattica
dell’incisione, ha curato mostre e cataloghi, con un interesse
particolare verso la grafica incisa del ‘900 in Piemonte.
VINCENZO GATTI
SANTO TOMAINO
Opere in mostra:
Opere in mostra:
Giostra
1987, acquaforte mm 445x295
Paesaggio
1987, acquaforte a colori (due lastre) mm 100x125
Tavolo di lavoro
1993, acquaforte mm 80x147
In camera
2002, acquaforte mm 180x265
Divano
2007, acquaforte mm 210x230
Demolizione
2008/09, acquaforte mm 235x155
Cinque ex libris
Autoritratto, 1995, disegno mm 90x160
Naiade, 2001, disegno mm 170x250
Icaro, 2010, disegno mm 450x330
Piccola città, 2006, terracotta ingobbiata
mm 160x200x410 (h)
Sirena, 2013, terracotta ingobbiata
mm 300x200x150 (h)
Canto alla Luna 1
Canto alla Luna 2
Canto alla Luna 3
Canto alla Luna 4
Canto alla Luna 5
Canto alla Luna 6
(le sei opere precedenti sono in polpa di cellulosa
e ossidi su feltro mm 300x250)
Canto alla Luna
(ossidi su feltro 2012 mm 1500x2800)
Vincenzo Gatti e Santo Tomaino sono gli autori delle due incisioni inserite nella Cartella 2013 di grafica edita
dagli “Amici della Biblioteca Luisia” in Vigone.
“....Se ripercorro a ritroso la vicenda di Gatti [....], mi pare di poter giustificare non solo in chiave formale i ritagli
di luce che definivano la presenza vacante di un oggetto - figura umana o cosa - in una incisione o in un disegno
che rappresentasse con analitica stupefazione un ambiente, e anche - solo in apparenza tutt'altra cosa- il crescere
o ridursi degli interstizi tra le molecole segniche: in entrambi i casi restando l'equivalenza dei pieni, addensati in
oggetti, e dei vuoti, rivelatori di una sottesa abbacinante luminosità. E trovo ragionevole far corrispondere ai valori
tattili, intuitivamente sempre perseguiti dall'artista, la scelta di confrontarsi addirittura con la materia plasmata
o con un disegno plasticamente elaborato sommando la traccia d'inchiostro con il grattage, o forse meglio ritessendo
per tracce in sottrazione la prima tessitura per tracce d'inchiostro. Come a dire che a un certo punto non basterebbe
più all'artista né la problematicità del segno inciso né il morbido palinsesto del segno a grafite, rendendosi
necessario uno spessore, una solidità da verificare secondo prospettive multiple in reciproca tensione.”
Pino Mantovani
(dalla presentazione alla mostra del 2006 presso la Galleria 44 di Torino)
“Nella pittura di Tomaino i rimandi al mondo esterno si intrecciano con le figure della memoria, con elementi legati
alla condizione psicologica e a quella costellazione di miti e archetipi che fanno la storia dell’uomo, costituendosi
come modelli cognitivi..”.
Gianni Mercurio
(dalla presentazione alla mostra Epic Painting Museo Bilotti, Roma, 2012)
SANTO TOMAINO
è nato a Carlopoli (CZ) nel 1954.
Vive e lavora a Mazzè (Torino).
Mostre personali: 1982 “La notte e il fuoco” Marco Noire,
Torino. 1985 “La pelle delle rose” Alberto Weber, Torino.
1986 Galleria Aroma, Berlino. 1990 “ L’amore del poeta” Arte
Fiera, Bologna. “ I quattro elementi” Palazzo dei Priori,
Perugia. “ Opere 1983-1989” Castello di San Giusto, Trieste.
1991 “La luna” Romberg Arte Contemporanea, Cisterna di
Latina. Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, Arezzo.
1995 “Domus Master” L’opificio Arte Contemporanea,
Benevento. 2002 “Canto alla luna” Romberg Arte
Contemporanea, Latina. 2004 “Fiori di rosa, fiori di pesco”
Romberg Arte Contemporanea, Latina. 2005 “Chiamatemi
Ismaele” Romberg Arte Contemporanea, Latina. 2008
“Animum peragrare” Ter et Bantine, Milano. 2009 “Animum
Peragrare” Basilica di Santa Croce, Firenze. 2010
“Chiamatemi Ismaele” Galleria Boursier. 2010 “Canto alla
luna” Comune di Impruneta (FI). 2012 “Epic painter” Museo
Bilotti, Roma. Mostre collettive: 1982 “Settimo cielo”
Alberto Weber, Torino. 1985 “D’ombra d’incanto” Alberto
Weber, Torino. 1986 “Luoghi di silenzio” Alberto Weber,
Torino. 1987 “D’ombra d’incanto” Palazzo San Francesco,
Domodossola. “Under 35” Arte Fiera, Bologna. Premio
marche 1990, Ancona. “Fante cavallo e re” Castello di San
Giusto, Trieste. 1992 “Histoire du ciel” Galleria La Bussola,
Torino. 1993 “Carte Italiane” Decouvertes Grand Palais,
Parigi. V Biennale di arte Sacra, San Gabriele (TE). “Carte
Italiane” Romberg Arte Contemporanea, Latina. “La linea
dell’immagine” Antico Chiostro di Sant’Antonio, Ceppaloni
(BN). Piano Nobile, Perugia. 1994 “La nave dei folli”
Romberg Arte Contemporanea, Latina. “Della Notte” Tauro
Arte, Torino. L’opificio Arte Contemporanea, Benevento. VI
Biennale di arte Sacra, San Gabriele (TE). “I Que Bien
Resistes!” Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, Arezzo.
1996 “Come Quando Fuori Piove” Romberg Arte
Contemporanea, Latina. “Ritmo Pause Silenzi” Centro
Storico, Sermoneta (LT). VII Biennale di arte Sacra, San
Gabriele (TE). 1997 “Europ’Art” Palazzo delle Esposizioni,
Ginevra (con Romberg Arte Contemporanea). 1998
“Remember” Romberg Arte Contemporanea, Latina. 2001
“Italiana” Romberg Arte Contemporanea, Latina. 2002
“Come Quando Fuori Piove 2 “ Romberg Arte
Contemporanea, Latina. 2003 “Periferica” Romberg Arte
Contemporanea, Latina. RipArte Ripa Hotel suite 309, Roma
(con Romberg Arte Contemporanea. “Terapia di gruppo”
Romberg Arte Contemporanea, Latina. 2004 “Periferica”
Romberg Arte Contemporanea. 2005 Fiera di Bergamo e
Verona. 2005 Riflessioni sulla Via Crucis, Luino. 2006 Fiera
di Milano. 2007 Fiera di Verona. 2009 Galleria Ikebò, Torino.
2011 “Cartalibera” Galleria Boursier. 2011 “Il futuro nelle
mani. Artieri Domani” Comitato Italia 150 O.G.R.
Torino.2013” (im) materiali, palazzo Samone, Cuneo.

Documenti analoghi