Capitolato - Provincia di Monza e Brianza

Commenti

Transcript

Capitolato - Provincia di Monza e Brianza
CAPITOLATO TECNICO
PER’ IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE
ANTINCENDIO IN USO AGLI EDIFICI DELLA PROVINCIA DI MONZA
E DELLA BRIANZA.
1. OGGETTO DEL CONTRATTO
Il Contratto ha per oggetto il servizio di manutenzione delle attrezzature
antincendio in uso in tutti gli edifici della Provincia di Monza e della Brianza,
per la durata 24 mesi
L’elenco delle attrezzature antincendio , è quello riportato nell’allegato “A”.
Le quantità sono indicative.
2. DURATA DEL CONTRATTO
Il contratto avrà durata di 24 mesi dalla data del verbale d’avvio del servizio
La Provincia di Monza e della Brianza, ricorrendone le condizioni, si riserva la
facoltà di affidare al concorrente aggiudicatario del presente appalto, alla scadenza
dei 24 mesi, un nuovo contratto, della durata massima di ulteriori 12 (dodici) mesi,
per prestazioni consistenti nella ripetizione di servizi analoghi a quelli oggetto del
presente contratto, mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di
bando di gara, ai sensi dell’art.57, art.5, lett. b), del D.Lgs. n.163/2006 e ss.mm.ii.,
sempre che sussistano le condizioni e previa valutazione dell’economicità del
servizio.
3. IMPORTO BASE DI GARA
L’importo del servizio è determinato dal prezzo offerto dall’aggiudicatario in
ribasso rispetto all’importo posto a base della gara, oltre oneri contributi e
previdenziali, se dovuti, ed IVA. L’importo Base di Gara è stimato in euro
39.345,00 oltre IVA . In fase di valutazione preventiva dei rischi relativi
all’appalto in oggetto, non sono stati individuati costi aggiuntivi per apprestamenti
di sicurezza relativi all’eliminazione dei rischi di interferenza, pertanto i costi
della sicurezza sono pari a zero.
4. LUOGO DI PRESTAZIONE DEI SERVIZI
Il soggetto aggiudicatario presterà il proprio servizio nelle diverse sedi della
Provincia di Monza e della Brianza (vedi appendice al presente capitolato).
5. DATI GENERALI RELATIVI ALL’ORGANIZZAZIONE
PROVINCIALE
L’attuale organico della Provincia di Monza e della Brianza si compone di 283
dipendenti, di cui n.162 addetti ad attività d’ufficio (personale amministrativo) e
n.121 addetti ad attività non assimilabili a quelle d’ufficio (operanti in settori
riconducibili ai seguenti ambiti: personale tecnico, personale tecnico manutentivo,
personale del Corpo di Polizia Provinciale).
6. PRESTAZIONI INERENTI AL SERVIZIO
Le prestazioni del servizio del presente capitolato riguardano la manutenzione
delle attrezzature antincendio in uso nei diversi edifici della Provincia di
Monza e della Brianza, così come indicato nell’allegato “A” al presente
capitolato.
Le quantità segnalate nell’allegato “A” sono indicative e potrebbero richiedere
l’inserimento di nuovi estintori , manichette, idranti sopra suolo da
considerarsi nell’affidamento del servizio nella misura del 10% di ogni
categoria indicata nell’allegato A.
6.1 ESTINTORI
Le operazioni di manutenzione devono avere cadenza semestrale e riguardano
IL DIRIGENTE
L’IMPRESA
1
gli interventi di seguito specificati.
Sorveglianza
Le operazioni di sorveglianza riguardano il controllo degli estintori nella
posizione in cui sono stati collocati, con particolare riferimento ai seguenti
aspetti:
- Gli estintori siano presenti e segnalati con apposito cartello, secondo
quanto previsto dalla legislazione vigente ;
- Gli estintori siano chiaramente visibili, immediatamente utilizzabili e
l’accesso agli stessi sia libero da ostacoli;
- Gli estintori non siano manomessi, in particolare non risultino
manomessi o mancanti i dispositivi di sicurezza per evitare
azionamenti accidentali;
- I contrassegni distintivi siano esposti a vista e siano ben leggibili;
- Gli indicatori di pressione, se presenti, indichino un valore di
pressione compreso nel campo verde;
- Gli estintori non presentino anomalie quali ugelli ostruiti, perdite,
tracce di corrosione, sconnessioni o incrinature dei tubi flessibili, ecc;
- Gli estintori siano esenti da danni alle strutture di supporto e alla
maniglia di trasporto;
- In particolare se carrellati, abbiano ruote funzionanti;
- I cartellini di manutenzione siano presenti sugli apparecchi e siano
correttamente compilati.
Le prestazioni del seguente paragrafo dovranno essere eseguite entro il termine
di 5 giorni dalla data dell’ordine.
Controllo
Le operazioni di controllo riguardano l’efficienza degli estintori, tramite
l’esecuzione di quanto segue:
- Pulizia dei depositi solidi ed eliminazione dei cristalli di sale
eventualmente formatasi;
- Lavaggio esterno ed interno degli estintori idrici a schiuma ed a
schiuma meccanica;
- Controllo del peso degli estintori a CO2, con verifica della scadenza
per quelli di oltre 4 Kg. di contenuto;
- Accertamento della pressione interna;
- Verifica e manutenzione degli ugelli erogatori, dei coni e degli
attacchi su tutti gli estintori di qualsiasi tipo e portata;
- Ingrassatura delle parti metalliche non verniciate;
- Eventuale prova idrostatica di collaudo;
- Controllo delle parti metalliche a contatto con gli acidi;
- Controllo dei dispositivi di sicurezza;
- Controllo dei dispositivi di funzionamento;
- Controllo dello stato di carica per ciascun estintore;
- Applicazione del cartellino mediante la data della verifica e
piombatura;
- Segnalare l’eventuale inadeguatezza del tipo di estintore per il tipo di
incendio, e considerare le disposizioni derivanti dal D.Lgs. 81/2008
s.m.i. con particolare attenzione alla cartellonistica, segnalando
tempestivamente le eventuali modifiche e/o mancanze;
- Ogni altra operazione prevista dalle vigenti normative.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine di 5.giorni alla data dell’ordine.
Revisione
Le operazioni di revisione, con le frequenze stabilite dalla normativa, sono atte
a verificare e rendere perfettamente efficienti gli estintori, tramite
l’effettuazione dei seguenti accertamenti e interventi:
- Verifica della conformità al prototipo omologato per quanto attiene
2
alle iscrizioni all’idoneità degli eventuali ricambi;
Verifiche di cui alle fasi di sorveglianza e controllo;
Esame interno dell’apparecchio per la verifica del buono stato di
conservazione;
- Esame e controllo funzionale di tutte le parti;
- Controllo di tutte le sezioni di passaggio, in particolare il tubo
pescante, tubi flessibili, i raccordi e gli ugelli, per verificare che siano
liberi da incrostazioni, occlusioni e sedimentazioni;
- Controllo dell’assale e delle ruote , quando esistenti;
- Ripristino delle protezioni superficiali, se danneggiate;
- Sostituzione dei dispositivi di sicurezza contro le sovra pressioni con
altri nuovi;
- Montaggio dell’estintore in perfetto stato di efficienza;
- Ogni altra operazione prevista dalle vigenti normative.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine di 5.giorni alla data dell’ordine.
Collaudo
Verifica, all’atto della data del verbale dell’assegnazione di incarico e
successivi collaudi secondo le normative vigenti, della stabilità del serbatoio
o della bombola dell’estintore, in quanto facente parte di apparecchi a
pressione.
Al termine delle prove, non devono verificarsi perdite, trasudazioni,
deformazioni o dilatazioni di nessun tipo.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine di 5 giorni dalla data dell’ordine.
Cartellino
Il cartellino di manutenzione dovrà attestare gli interventi effettuati in
conformità alla norma vigente.
In particolare dovrà obbligatoriamente riportare:
- Numero di matricola o altri estremi di identificazione dell’estintore;
- Regione sociale e indirizzo completo e altri estremi di identificazione
del manutentore;
- Massa lorda dell’estintore;
- Tipo di fase effettuata;
- Data dell’ultimo intervento (mese/anno nel formato mm/aa)
- Firma leggibile o punzone identificativo del manutentore.
Ricambi sostituzione e ricarica dell’agente estinguente
I ricambi devono far conservare all’estintore la conformità al prototipo
omologato ed essere garantiti all’utilizzatore dal manutentore.
L’agente estinguente utilizzato nella ricarica deve far conservare all’estintore
la conformità al prototipo omologato ed essere garantito all’utilizzatore dal
manutentore.
La sua sostituzione deve essere effettuata con intervallo di tempo non
maggiore di quello massimo di efficienza dichiarato dal produttore e, in ogni
caso, non maggiore degli intervalli di cui al prospetto “frequenza di revisione”.
In occasione delle verifiche periodiche e/o straordinarie di solidità e integrità
del corpo di estintore e quando gli estintori siano stati parzialmente scaricati,
l’agente estinguente degli estintori deve essere sostituito integralmente.
6.2 CASSETTE ANTINCENDIO
Sorveglianza e manutenzione periodica
Le operazioni di sorveglianza e di manutenzione periodica, da effettuarsi
semestralmente, comprendono le seguenti operazioni:
- La verifica della presenza delle segnalazioni, dei comportamenti, della
visibilità ed accessibilità, delle istruzioni d’uso leggibili delle
apparecchiature.
- Controllo visivo per verificare che non vi siano state manomissioni
-
IL DIRIGENTE
L’IMPRESA
3
alle dotazioni delle attrezzature;
Controllo che le attrezzature non siano evidentemente difettose e non
presentino segni di corrosione o perdite;
- Pulizia;
- Apposizione del tagliando di controllo.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine di 5 Giorni dalla data dell’ordine.
Controllo e manutenzione annuale
La tubazione deve essere srotolata completamente e sottoposta alla pressione
di rete.
Devono essere controllati i seguenti punti:
- L’attrezzatura è accessibile senza ostacoli e non è danneggiata; i
componenti non presentano segni di corrosione o perdite;
- Le istruzione d’uso sono chiare e leggibili;
- La collocazione è chiaramente segnalata;
- I ganci per il fissaggio a parete sono adatti allo scopo, fissi saldi;
- Il getto d’acqua è costante e sufficiente;
- L’indicatore di pressione (se presente) funziona correttamente e
all’interno della sua scala operativa;
- La tubazione su tutta la sua lunghezza, non presenta screpolature,
deformazioni, logoramenti o danneggiamenti. Se la tubazione presenta
qualsiasi difetto deve essere sostituita o collaudata alla massima
pressione di esercizio;
- Il sistema di fissaggio della tubazione è di tipo adeguato ed assicura la
tenuta;
- Le bobine ruotano agevolmente in entrambe le direzioni;
- Per i naspi orientabili, verificare che il supporto pivotante ruoti
agevolmente fino a 180 °;
- Sui naspi manuali, verificare che la valvola di intercettazione sia di
tipo adeguata e sia di facile e corretta manovrabilità;
- Sui naspi automatici, verificare il corretto funzionamento della valvola
automatica ed il corretto funzionamento della valvola di
intercettazione di servizio;
- Verificare le condizioni della tubazione di alimentazione idrica, con
particolare attenzione ai segnali di logoramento o danneggiamento in
caso di tubazione flessibile;
- Se i sistemi sono collocati in una cassetta, verificare eventuali segnali
di danneggiamento e che i portelli della stessa si aprano agevolmente;
- Verificare che la lancia erogatrice sia di tipo appropriato e di facile
manovrabilità;
- Verificare il funzionamento dell’eventuale guida di scorrimento della
tubazione ed assicurarsi che sia fissata correttamente e saldamente;
- Lasciare il naspo antincendio e l’idrante a muro pronti per un uso
immediato. Nel caso siano necessari altri lavori di manutenzione si
deve collocare sull’apparecchiatura l’etichetta “FUORI SERVIZIO” e
la persona competente deve informare il responsabile dell’edificio in
cui è collocata l’apparecchiatura.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine di 10giorni dalla data dell’ordine.
Controllo periodico e manutenzione
le tubazioni devono essere sottoposte alla massima pressione di esercizio come
specificato dalla legislazione vigente.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine10. giorni dalla data dell’ordine.
Registrazioni dei controlli e delle manutenzioni
Dopo ogni controllo ed adozione delle necessarie misure correttive ogni
-
4
naspo antincendio ed ogni idrante a muro deve essere marcato
“REVISIONATO” dalla persona competente, che dovrà riportare nel registro
permanente ogni ispezione, controllo e collaudo.
La registrazione dovrà comprendere:
- La data (mese e anno) del controllo e dei collaudi;
- L’annotazione del risultato dei collaudi;
- L’elenco e la data di installazione delle parti di ricambio;
- L’eventuale necessità di ulteriori collaudi;
- La data (mese ed anno) per il prossimo controllo e collaudo;
- L’identificazione di ogni naspo e/o idrante a muro.
Le prestazioni di cui la presente paragrafo devono essere eseguite entro il
termine di 5 giorni dalla data dell’ordine.
Etichetta di manutenzione e controllo
I dati di manutenzione e controllo devono essere riportati su un’etichetta che
non deve impedire la visione della marcatura del fabbricante.
Sull’etichetta devono essere riportati i seguenti dati:
- La dicitura “REVISIONATO”;
- La ragione sociale e l’indirizzo del fornitore del naspo o dell’idrante a
muro(in caso di sostituzione o se reperibile);
- Gli estremi di identificazione della persona competente;
- La data (mese ed anno) dell’intervento di manutenzione.
Le prestazioni di cui al presente paragrafo dovranno essere eseguite entro il
termine di 5 giorni dalla data dell’ordine.
6.3 PORTE REI e USCITA DI SICUREZZA (US)
Visite semestrali
Le visite di controllo avranno cadenza semestrale e comprendono:
- Controllo dello stato generale delle porte, verifica dell’integrità delle
ante e dei telai;
- Verifica dell’integrità delle guarnizioni termo espandenti;
- Lubrificazione delle cerniere, dei perni e delle serrature;
- Controllo del corretto funzionamento delle porte quali: apertura, auto
chiusura automatica e relativa alla messa a punto;
- Verifica della corretta funzionalità di tutti gli elementi di corredo
(maniglioni antipanico, chiudi porta , elettromagneti di trattenimento,
serratura ecc.) e eventuale registrazione;
- Verifica dell’assenza di impedimento di qualsiasi natura nel raggio
d’azione delle porte e controllo del libero accesso alle porte adibite ad
uscite di sicurezza;
Controllo del serraggio dei componenti meccanici e loro eventuale
lubrificazione e grassaggio;
- Sostituzione dei materiali di consumo danneggiati o logorati dall’uso
(cerniere, molle, perni, ecc.);
- Applicazione di apposita targhetta numerata d’identificazione,
comprovante l’avvenuta manutenzione ed il periodo di controllo;
- Verifica contrassegni distintivi del costruttore;
- Verifica dell’ammortizzatore di fine corsa e del dispositivo di
sicurezza per la regolazione della velocità di chiusura delle porte
scorrevoli;
- Applicazione dei sigilli a garanzia della manutenzione certificata.
6.4 PRESCRIZIONI COMUNI A TUTTI I TIPI DI ATTREZZATURE
L’aggiudicatario provvederà a rilasciare al Settore Sicurezza, la bolla di
avvenuta manutenzione delle attrezzature. Non verranno riconosciuti gli
interventi che non saranno comprovati della suddetta pezza giustificativa.
Unitamente alle bolle di avvenuta manutenzione , l’aggiudicatario del servizio
presenterà al Settore Sicurezza sul Lavoro una nota delle anomalie rilevate e
degli interventi (eventuali sostituzioni, forniture, ricariche, ecc) da effettuare,
IL DIRIGENTE
L’IMPRESA
5
con il relativo preventivo di spesa. Tali interventi verranno effettuati previo
sopralluogo in collaborazione con il Settore Sicurezza sul Lavoro e
conseguente benestare. Non verranno riconosciute le prestazioni effettuate
discrezionalmente dall’aggiudicatario servizio.
6.5 SMALTIMENTO ATTREZZATURE ANTINCEDIO
L’aggiudicatario provvederà su richiesta del settore Sicurezza sul Lavoro allo
smaltimento degli estintori a polvere e CO2 come indicato nell’allegato A.
L’aggiudicatario del servizio provvederà inoltre, sempre su richiesta del
Settore Sicurezza sul Lavoro previo invio di apposito preventivo di spesa, allo
smaltimento di altre attrezzature antincendio (cassette , idranti, ecc.).
7 TEMPI DI INTERVENTO
Le prestazioni previste dal presente capitolato dovranno essere eseguite entro i
termini prescritti nei rispettivi paragrafi dell’art. 6.
L’aggiudicatario si impegnerà ad effettuare ulteriori interventi richiesti entro i
seguenti termini:
- Interventi di carattere ordinario:10 giorni consecutivi dalla data della
comunicazione;
- Interventi di carattere di urgenza: 48 ore dalla data della
comunicazione.
Il settore Competente segnalerà all’atto dell’ordine ,se si tratta di intervento
urgente. Qualora non venga fornita nessuna indicazione, l’intervento si riterrà
di carattere ordinario.
8 ONERI A CARICO DELL’AGGIUDICATARIO
Il Servizio deve essere eseguito con l’osservanza di tutti i patti, gli oneri e le
condizioni previste dal presente capitolato del bando di gara.
L’aggiudicatario si impegna, in particolare, ad effettuare il servizio con
regolarità ed efficienza.
Sono a completo carico dell’aggiudicatario, senza alcuna possibilità di rivalsa
nei riguardi dell’Amministrazione:
il rispetto delle norme di sicurezza;
l’osservanza delle norme derivanti dalle leggi vigenti, decreti e
contratti collettivi di lavoro in materia di assicurazioni sociali obbligatorie,
prevenzione infortuni sul lavoro e ogni altro onere previsto a carico del datore
di lavoro;
tutte le spese e gli oneri relativi a dotazione, gestione, deposito e
manutenzione delle attrezzature e dei macchinari necessari a svolgere i servizi
oggetto dell’appalto;
tutte le spese e gli oneri derivanti dall’adozione dei procedimenti e
delle cautele necessarie per garantire la vita e l’incolumità delle persone
addette ai servizi stessi e dei terzi, nonché per evitare danni ai beni.
E’ a totale carico dell’aggiudicatario ogni onere fiscale presente e futuro che
per legge non sia inderogabilmente posto a carico dell’Amministrazione.
L’aggiudicatario si impegna a fornire, in qualsiasi momento su richiesta della
Provincia di Monza e della Brianza, oppure alla cessazione dell’incarico, la
documentazione in suo possesso, nel rispetto delle disposizioni vigenti e con
salvaguardia del segreto professionale.
9 DOCUMENTAZIONE E RISERVATEZZA
Ai sensi dell’art. 18 del D.Lgs. 30 giugno 2003, 196 il trattamento dei dati è
finalizzato esclusivamente alla gestione del rapporto contrattuale e agli
adempimenti prescritti dal D.Lgs. 81/2008. Il titolare del trattamento è la
Provincia di Monza e della Brianza. Il responsabile del trattamento competente
6
di riferimento è il Responsabile del Settore Sicurezza sul lavoro. L’appaltatore
dichiara di operare nel rispetto della normativa della Privacy ed in particolare
che i dati e le informazioni acquisite durante lo svolgimento del servizio non
dovranno essere diffuse a terzi.
IL DIRIGENTE
10 PAGAMENTI
Fatte salve le verifiche di legge, il pagamento sarà effettuato, per il servizio
svolto, in via posticipata, entro 30 giorni dalla presentazione di regolare
fattura, previa verifica della conformità dei servizi effettuati alle previsioni
contrattuali.
Il pagamento dei corrispettivi è subordinato alla previa acquisizione del
documento unico di regolarità contributiva ed al rispetto delle disposizioni
normative vigenti al momento del pagamento stesso.
Il soggetto aggiudicatario dovrà conoscere ed accettare le disposizioni
contenute nel D.M. Economia 18/01/2008 n. 40 e che, pertanto, la Stazione
Appaltante procederà alla liquidazione delle fatture di importo pari o superiore
ad € 10.000,00= solo successivamente all’avvenuto accertamento - tramite
Equitalia Servizi SpA – dell’insussistenza di inadempimento di pagamento (da
parte dell’Appaltatore) di una o più cartelle esattoriali.
L’IMPRESA
I pagamenti potranno avvenire esclusivamente mediante bonifico bancario o
riportante in relazione a ciascuna transazione posta in essere il codice
identificativo gara (CIG).
11 RESPONSABILITA’ PER DANNI
L’aggiudicatario è responsabile per infortuni o danni arrecati a persone o cose
dell’Amministrazione nell’esecuzione degli adempimenti assunti con il
presente appalto anche se per fatto dei suoi dipendenti e collaboratori con
conseguente esonero dell’Amministrazione da qualsiasi responsabilità
eventuale al riguardo.
12 PENALI
Durante l’esecuzione dell’appalto, l’Amministrazione si riserva la facoltà di
procedere all’accertamento della conformità delle prestazioni rese dal soggetto
giuridico riservandosi il diritto di effettuare il controllo ed il monitoraggio
sull’esecuzione del servizio.
Qualora
l’Amministrazione
rilevasse
inadempienze
contrattuali,
insoddisfacente qualità del servizio o altre violazioni al presente capitolato,
applicherà una penalità pari a € 150,00= (Euro centocinquanta/00) per
ciascuna violazione accertata.
Le trattenute e le penali saranno applicate sul prezzo del servizio, ad
insindacabile giudizio dell’Amministrazione, precedute da regolare
contestazione dell’inadempienza, da effettuarsi mediante lettera raccomandata
A.R. alla quale il soggetto aggiudicatario avrà facoltà di presentare le proprie
controdeduzioni entro e non oltre 15 giorni dalla notifica della contestazione
medesima.
Nel caso di ritardo superiore a 30 giorni, salva l’applicazione delle penali, sarà
facoltà dell’Amministrazione procedere alla risoluzione del contratto, salvo il
risarcimento dei maggiori danni e/o salvo l’aggiudicazione in danno delle
inadempienze a favore della seconda ditta offerente in graduatoria.
7
13 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
Dopo tre inadempienze gravi, anche non consecutive, segnalate per iscritto
all’impresa aggiudicataria, non seguite da interventi di ripristino entro i termini
prefissati, l’Amministrazione procederà alla risoluzione del contratto,
trattenendo la cauzione definitiva quale penale.
L’Amministrazione può procedere all’immediata risoluzione del contratto
unicamente comunicando al soggetto aggiudicatario la propria decisione, senza
con ciò rinunciare al diritto di chiedere il risarcimento dei danni eventualmente
subiti, nei seguenti casi:
a) qualora non vengano rispettati da parte del soggetto aggiudicatario i
patti sindacali in vigore ed in generale le norme relative al lavoro, alla
sicurezza sui luoghi di lavoro, alle assicurazioni sociali, alla
prevenzione infortuni.
b) nel caso di mancata corresponsione delle paghe ai propri dipendenti.
c) nel caso di ripetute o gravi inosservanze delle clausole contrattuali ed
in particolare di quelle riguardanti la puntualità nell’effettuazione delle
visite.
d) per grave negligenza o frode nell’esecuzione degli obblighi
contrattuali.
e) per motivi di pubblico interesse.
f) in qualsiasi momento dell’esecuzione avvalendosi delle facoltà del
Codice Civile.
Ferme restando le responsabilità di ordine penale qualora sussistessero, per
qualsiasi ragione si addivenga alla risoluzione del contratto il soggetto
aggiudicatario, oltre alla perdita del deposito cauzionale a titolo di penale, sarà
tenuto al risarcimento dei maggiori oneri sostenuti dall’Ente appaltante per il
ripristino del livello di efficienza del servizio fatto svolgere ad altri soggetti,
per spese varie, nonché per ogni altro eventuale danno, spesa o pregiudizio che
dovessero derivare all’Ente.
Qualora l’aggiudicatario dovesse cessare l’attività o trasferirla ad altro titolare,
sarà pure facoltà dell’Amministrazione di recedere dal contratto in vigore o di
continuarlo con il nuovo titolare, fatta salva la responsabilità
dell’aggiudicatario e del nuovo titolare per le obbligazioni anteriori al
trasferimento.
In caso di fallimento dell’aggiudicatario sarà facoltà dell’Ente di ritenere
sciolto il contratto.
14 SUBAPPALTO E DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO
Il ricorso al subappalto deve avvenire nel rispetto delle condizioni dettate
dall’art. 118, comma 2, ultimo periodo, del D.Lgs.163/2006.
Il contratto non potrà essere ceduto, a pena di nullità, salvo quanto previsto
dall’art.116 D.Lgs.163/2006.
15 RECESSO DEL COMMITTENTE
E’ espressamente attribuita all’Amministrazione Provinciale la facoltà di
recedere dal contratto per sopravvenuti motivi di interesse pubblico salvo il
diritto dell’aggiudicatario al pagamento delle spese sostenute e delle
prestazioni eseguite.
16 FORO COMPETENTE
Qualsiasi controversia che dovesse insorgere circa l’interpretazione la validità
8
e l’esecuzione del presente contratto è devoluta in via esclusiva alla
competenza del Foro di Monza.
17 APPENDICE
Sono luoghi di lavoro della Provincia di Monza e della Brianza:
- la sede istituzionale sita in Monza via T. Grossi 9;
- la sede operativa sita in Monza piazza Diaz 1;
- la sede operativa sita in Monza via della Minerva 7;
- la sede operativa sita in Monza via Cernuschi 8;
- la sede operativa sita in Limbiate via Bonaparte 2;
- la sede del Corpo di Polizia Provinciale sita in Cesano Maderno via
Donegani 4;
- la sede della Protezione Civile sita in Agrate Brianza via delle
Industrie 97;
- il Centro Operativo sito in Agrate Brianza;
- il Centro Operativo sito in Busnago;
- il Centro Operativo sito in Carate Brianza;
- il Centro Operativo sito in Desio;
- il Centro Operativo sito in Lentate sul Seveso;
- il Centro Operativo sito in Peregallo di Lesmo;
- Edifici Scolastici.
Con l’apertura della nuova sede in Piazza IV Novembre nel 2014 verranno a
meno le sedi:
di Piazza Diaz 1Monza;
di Via della Minerva 7 Monza;
di Via Cernuschi 8 Monza;
di Via Bonaparte 2 Limbiate.
L’appaltatore
…
Il Direttore del Settore Patrimonio
Dott. Arch. Egidio GHEZZI
IL DIRIGENTE
L’IMPRESA
9

Documenti analoghi