Sintalex Trasporti. - Associazione Ambiente e Lavoro

Commenti

Transcript

Sintalex Trasporti. - Associazione Ambiente e Lavoro
CHEFREN versione 1.0
Manuale utente
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
SOMMARIO
1
2
Premessa............................................................................................................................ 4
Metodologia ed introduzione ............................................................................................ 5
2.1
2.2
2.3
3
Hardware e software necessario ...................................................................................... 8
3.1
3.2
3.3
4
Installazione da CD .........................................................................................................................9
Installazione programma scaricato da Internet .............................................................................11
Download aggiornamenti da Internet ............................................................................................11
Attivazione.....................................................................................................................................12
Termini e convenzioni ..................................................................................................... 13
5.1
5.2
5.3
5.4
6
Sistema operativo ...........................................................................................................................8
Requisiti minimi del sistema............................................................................................................8
Requisiti del sistema consigliati ......................................................................................................8
Installazione del programma............................................................................................. 9
4.1
4.2
4.3
4.4
5
Strumenti di auditing per il CST(D.Lgs. 40/00)................................................................................5
Valutazione di esposizione agli agenti chimici nel trasporto (D.Lgs. 25/02)....................................6
Precisazioni sull’uso del programma...............................................................................................7
Termini relativi al mouse ...............................................................................................................13
Termini relativi alla tastiera ...........................................................................................................13
Termini generali ............................................................................................................................13
Come utilizzare il manuale ............................................................................................................13
Avvio del programma ...................................................................................................... 14
6.1
Menu principale .............................................................................................................................15
6.2
Anagrafica Azienda .......................................................................................................................17
6.2.1
Elenco Aziende/Unità produttive ............................................................................................17
6.2.2
Scheda Dati azienda/Unità produttiva....................................................................................18
6.3
Archivio agenti...............................................................................................................................18
6.3.1
Scheda inserimento dati agenti chimici..................................................................................19
6.3.2
Scheda archivio agenti chimici...............................................................................................21
6.4
Scheda valutazione rischi esposizione agenti chimici...................................................................22
6.4.1
Elenco schede di valutazione.................................................................................................22
6.4.2
Scheda informativa ................................................................................................................23
6.4.3
Analisi delle condizioni di lavoro ............................................................................................25
6.4.4
Visualizzazione degli indici di rischio......................................................................................27
6.5
Misurazioni ambientali...................................................................................................................29
6.5.1
Scheda di Misurazione ambientale ........................................................................................29
6.5.2
Archivio limiti ..........................................................................................................................30
6.6
Check-list adempimenti agenti chimici..........................................................................................31
6.6.1
Scheda check-list...................................................................................................................32
6.7
Valutazione CST ...........................................................................................................................33
6.8
Stampe..........................................................................................................................................36
6.8.1
Stampa dei documenti ...........................................................................................................36
6.8.2
Data di compilazione..............................................................................................................37
6.9
Attivazione.....................................................................................................................................37
6.10 Help ...............................................................................................................................................37
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 2
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
FIGURE
Figura 1 - Chiudere le applicazioni prima dell'installazione .................................................................. 9
Figura 2 - Directory di installazione consigliata ................................................................................ 10
Figura 3 - Selezione gruppo di programmi ...................................................................................... 10
Figura 4 - Aggiornamento file di sistema ........................................................................................ 11
Figura 5 - Fine installazione .......................................................................................................... 11
Figura 6 - Maschera di attivazione presente nel programma ............................................................. 12
Figura 7 - Attivazione effettuata..................................................................................................... 12
Figura 8 - Prima videata ............................................................................................................... 14
Figura 9 - Informazione a lettura obbligatoria .................................................................................. 15
Figura 10 - Menu principale .......................................................................................................... 15
Figura 11 - Elenco Aziende/Unità produttive ................................................................................... 17
Figura 12 - Scheda anagrafica Dati Azienda/Unità produttiva ............................................................ 18
Figura 13 - Scheda archivio agenti ................................................................................................ 19
Figura 14 - Database agenti chimici classificati .............................................................................. 20
Figura 15 - Esempio scheda agente .............................................................................................. 22
Figura 16 - Elenco schede di valutazione ....................................................................................... 23
Figura 17 - Scheda informativa ..................................................................................................... 24
Figura 18 - Check-list analisi delle condizioni di lavoro ..................................................................... 26
Figura 19 - Visualizzazione indici di rischio ..................................................................................... 27
Figura 20 – Stampa giudizio valutazione ........................................................................................ 28
Figura 21 - Comandi modalità preview ........................................................................................... 28
Figura 22 - Scheda di misurazione ambientale ................................................................................ 30
Figura 23 - Archivio limiti .............................................................................................................. 31
Figura 24 - Check-list adempimenti ............................................................................................... 32
Figura 25 – Valutazione CST ........................................................................................................ 35
Figura 26 – Menu stampe ............................................................................................................ 36
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 3
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
1 Premessa
Il Programma Sintalex trasporti - CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN (Chefren) è
stato sviluppato da Sindar S.r.l., Federchimica e Associazione Ambiente e Lavoro (autori del
programma “Agenti chimici 626 - CHemical Exposure OPerating Evaluation®”, noto come
Cheope) e si rivolge a tutte le realtà interessate dal trasporto merci pericolose.
Il programma Chefren è un pacchetto completo per la valutazione dei rischi nel trasporto merci
pericolose, che si rivolge sia al Datore di Lavoro sia al Consulente Sicurezza Trasporto.
Il programma permette di:
- fornire al Consulente Sicurezza Trasporti, ai sensi del D.Lgs. 40/00, accurati strumenti di
auditing e di stesura della relazione annuale
- effettuare la valutazione di esposizione agli agenti chimici ai sensi del D.Lgs. 25/02 nelle
attività di trasporto, carico e scarico
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 4
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
2 Metodologia ed introduzione
Il programma permette di rispondere sia ai dettami del D.Lgs. 40/00 che a quelli del D.Lgs.
25/02 titolo VII bis D.lGs. 626/94.
2.1 Strumenti di auditing per il CST(D.Lgs. 40/00)
Il Consulente Sicurezza Trasporti è una figura professionale dotata di idonea formazione,
basata sulla conoscenza delle problematiche tecniche, delle disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative essenziali alle varie modalità di trasporto delle merci pericolose,
in grado di consigliare ed indirizzare le imprese operanti nel settore, affinché l’attività si svolga
in condizioni ottimali di sicurezza.
A tal proposito il CST deve:
- monitorare con audit periodici l’intero sistema, per individuare ed intervenire
sistematicamente nei punti di debolezza;
- approfondire il grado di conoscenza del sistema e diffonderne la consapevolezza;
- effettuare una valutazione dei pericoli ogni qualvolta siano cambiate le condizioni del
trasporto;
- effettuare un riesame annuale con la Direzione per fare un bilancio delle attività di
movimentazione sostanze pericolose ed individuare obiettivi di miglioramento.
®
Il programma Sintalex trasporti - Chefren permette di:
- individuare e descrivere le attività produttive interessate dal trasporto, carico e scarico merci
pericolose;
- accedere al database delle sostanze, di cui all’accordo Europeo ADR 2001;
- creare un database sostanze specifico dell’unità produttiva in esame;
- selezionare gli agenti chimici per caratteristiche di pericolosità;
- fornire delle schede informative a tutto il personale coinvolto nelle attività di trasporto, carico
e scarico;
- fornire uno strumento completo di check-list per l’effettuazione degli audit periodici;
- definire il programma delle azioni da intraprendere;
- redigere la relazione annuale.
Si ricorda che la dichiarazione annuale non deve essere inviata, ma tenuta presso l’azienda da
parte del capo dell'impresa, conservata per cinque anni e, su richiesta, messa a disposizione
della M.C.T.C.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 5
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Gli argomenti della check-list sono raggruppati come segue:
1. Procedure volte a far rispettare le norme in materia di identificazione delle merci pericolose
trasportate;
2. Prassi dell'impresa per quanto concerne la considerazione, all'atto dell'acquisto dei mezzi di
trasporto, di qualsiasi particolare esigenza relativa alle merci pericolose trasportate;
3. Procedure di verifica del materiale utilizzato per il trasporto di merci pericolose o per le
operazioni di carico o scarico;
4. Possesso, da parte del personale dell'impresa interessato alla gestione delle merci
pericolose, di un’adeguata formazione, documentata nei fascicoli personali;
5. Applicazione di procedure d'urgenza adeguate agli eventuali incidenti o eventi imprevisti,
che possano pregiudicare la sicurezza durante il trasporto di merci pericolose o le
operazioni di carico o scarico;
6. Ricorso ad analisi e, se necessario, redazione di relazioni sugli incidenti, gli eventi imprevisti
o le infrazioni gravi constatate nel corso del trasporto delle merci pericolose o durante le
operazioni di carico o scarico;
7. Attuazione di misure appropriate per evitare la ripetizione di incidenti, eventi imprevisti o
infrazioni gravi;
8. Considerazione delle disposizioni legislative e delle particolari esigenze relative al trasporto
di merci pericolose, per quanto concerne la scelta e l'utilizzo di subfornitori o altri interessati;
9. Verifica che il personale, incaricato del trasporto di merci pericolose oppure del carico o
dello scarico di tali merci, disponga delle procedure di esecuzione e di istruzioni dettagliate;
10. Avvio di azioni di sensibilizzazione ai rischi connessi al trasporto di merci pericolose o al
carico o scarico di tali merci;
11. Istituzione di procedure di verifica volte a garantire la presenza, a bordo dei mezzi di
trasporto, dei documenti e delle attrezzature di sicurezza che devono accompagnare il
trasporto e la loro conformità alle normative;
12. Istituzione di procedure di verifica dell'osservanza delle norme relative alle operazioni di
carico e scarico.
2.2 Valutazione di esposizione agli agenti chimici nel trasporto (D.Lgs. 25/02)
Com’è noto, il Datore di Lavoro ha l’obbligo di effettuare la valutazione dei rischi di esposizione
dei lavoratori, ai sensi del D.Lgs. 2 febbraio 2002 n. 25, e di prendere, in base alle risultanze,
tutte le misure di prevenzione e protezione, collettiva ed individuale, necessarie a ridurre al
minimo il rischio.
Come ben specificato dalle Linee Guida sulla “Protezione da Agenti chimici” del Coordinamento
tecnico delle Regioni e delle Province autonome” la normativa interessa anche tutte le attività
interessate dal trasporto, carico e scarico di merci pericolose.
Tale valutazione deve essere effettuata prima dell’inizio attività ed aggiornata ogni qualvolta
intervengano modifiche sostanziali.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 6
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Nella valutazione dei rischi è possibile individuare tre fasi separate e sequenziali:
! Valutazione preliminare del pericolo per tutte le attività
! Valutazione dettagliata del rischio residuo, mediante algoritmi o misurazioni
! Valutazione estesa per le attività a pericolo "non moderato"
Il programma Sintalex trasporti® - Chefren è un valido strumento per redigere la valutazione
preliminare e la valutazione dettagliata nelle attività a pericolo “moderato” e “non moderato”
nelle attività di trasporto, carico e scarico merci pericolose e, in particolare, permette di:
! individuare le sostanze pericolose presenti secondo le definizioni del D.Lgs. 25/02,
partendo dalla classificazione ADR 2001;
! classificare le sostanze mediante indici di pericolosità diversificati per tipologia di
esposizione;
! individuare e definire le fasi/operazioni a cui applicare l’analisi;
! effettuare la valutazione preliminare per ogni coppia fase/operazione individuata;
! definire un indice di esposizione nel normale utilizzo e nelle situazioni di emergenza che
tenga conto del pericolo di esposizione e delle misure in atto;
! essere coadiuvati nel definire il pericolo di esposizione "moderato" o "non moderato";
! individuare, ove siano state effettuate misurazioni ambientali, il rapporto tra i livelli di
esposizione per mansione-sostanza e gli standard di riferimento;
! verificare, tramite check-list, la completezza degli adempimenti intrapresi al fine di
rispondere al titolo VII bis del D.Lgs. 626/94;
! utilizzare uno standard di documento per poter stendere la relazione;
! stampare in automatico gli allegati alla relazione;
! fornire documentazione utilizzabile nelle attività di formazione ed informazione.
2.3 Precisazioni sull’uso del programma
Il software è progettato per fornire all'utente un facile accesso ai dati in fase di input, editing e
consultazione. Nei paragrafi successivi viene descritta in modo sintetico la struttura generale
del software e la descrizione dei singoli comandi.
Questo manuale contiene informazioni e procedure relative a tutte le operazioni che è possibile
eseguire con il programma; contiene informazioni di riferimento complete su oggetti, proprietà
ed azioni che l’utilizzatore può eseguire e/o utilizzare.
Il software "Sintalex Trasporti® - CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN" è coperto
da copyright.
È stato realizzato con la maggior cura possibile nell'interpretazione della letteratura vigente,
tuttavia si declina ogni responsabilità per eventuali errori e omissioni o danni cagionati
dall'applicazione del programma e dall'uso delle informazioni in esso contenute.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 7
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
3 Hardware e software necessario
3.1 Sistema operativo
•
•
•
•
•
Il software realizzato può lavorare correttamente su diversi ambienti operativi, quali:
Windows 98
Windows NT
Windows ME
Windows 2000
Windows XP
3.2 Requisiti minimi del sistema
Per potere utilizzare il programma occorre disporre dei seguenti requisiti minimi di hardware:
• PC Pentium 233 MHz
• 64 MB di memoria (RAM)
• un disco rigido con 50 MB di spazio libero
3.3 Requisiti del sistema consigliati
Per potere utilizzare il programma è consigliabile disporre dei seguenti requisiti di hardware:
• PC Pentium 1 GHz o superiore
• risoluzione 1024x768 o superiore
• 128 MB di memoria (RAM) o superiore
• un disco rigido con 100 MB di spazio libero o superiore
• un lettore di CD
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 8
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
4 Installazione del programma
4.1 Installazione da CD
Per installare Sintalex trasporti - CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN è sufficiente
inserire il CD nel lettore: il programma si autoinstallerà.
Se ciò non dovesse avvenire, è necessario scegliere da AVVIO/START il comando esegui,
quindi lanciare il SETUP.EXE direttamente dal CD.
IMPORTANTE: per eseguire il programma di installazione è necessario chiudere tutte le applicazioni.
Alcuni antivirus potrebbero inibire l'installazione di programmi e devono, pertanto, essere
temporaneamente disattivati. Alcuni sistemi operativi (per esempio Windows 2000 e Windows XP
professional)
possono
richiedere
l'intervento
dell'amministratore
del
sistema
per
l'installazione/disintallazione di software/periferiche. Potrebbe perciò accadere, in questi casi, di ricevere il
messaggio “attivazione avvenuta con successo”, ma al momento di una successiva riaccensione del
computer, trovare ancora il programma non attivato, perché il sistema non ha permesso di registrare la
chiave sul registro di configurazione. Verificare, in caso di mancata riuscita dell'installazione, di essere in
possesso delle autorizzazioni sufficienti. Se è presente una versione precedente del programma occorre
prima disinstallarla, utilizzando l'apposito comando di AVVIO/START - impostazioni - pannello di controllo.
Figura 1 - Chiudere le applicazioni prima dell'installazione
Durante l’installazione viene proposto di installare il programma nella directory
C:\Programmi\Chefren. Se tale directory non esiste, viene automaticamente creata. Se si
desidera cambiare la directory di installazione è possibile farlo seguendo le indicazioni fornite. Il
programma di installazione chiede inoltre di confermare il nome del gruppo di programmi dove
verrà inserita l’icona di Sintalex trasporti - CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN creata
automaticamente.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 9
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 2 - Directory di installazione consigliata
Figura 3 - Selezione gruppo di programmi
L’installazione può essere interrotta in qualsiasi momento e iniziata successivamente.
Il programma di installazione effettuerà verifiche sull'esistenza, nel computer, dei file di sistema
necessari e sul loro grado di aggiornamento, chiedendo conferma all'utente per eventuali
scelte.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 10
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 4 - Aggiornamento file di sistema
IMPORTANTE: in rari casi, può accadere che, durante l’installazione venga visualizzato il messaggio
“Esiste già una versione più recente del file crystl32.ocx. Mantenere il file? Sì”. Il mantenimento del file
esistente potrebbe comportare problemi nelle stampe dei report di Chefren (per esempio nella
numerazione delle pagine); sovrascrivere, però, potrebbe creare malfunzionamenti in eventuali programmi
personalizzati preinstallati. In quest’ultimo caso, tuttavia, è sufficiente reinstallare il programma che non
funziona più correttamente, per tornare alla situazione preesistente. Una volta verificata l’eventuale
incompatibilità tra Chefren ed altri software, è consigliabile installare i software incompatibili su computer
differenti.
Figura 5 - Fine installazione
4.2 Installazione programma scaricato da Internet
Il software può essere scaricato dal sito www.sindar.it, accedendo alla pagina riservata agli
utenti registrati.
Se si effettua il download del programma da internet, occorre scaricare il file
SintalexTrasporti.zip in una directory temporanea (ad esempio C:\Windows\Temp) e
scompattarlo nella stessa directory con il programma Winzip: alla fine dell'operazione saranno
presenti 3 file: Setup.exe, Setup.lst e Chefren.cab. A questo punto si lancia il file setup.exe e si
seguono le istruzioni dell'installazione.
Per scaricare il programma è consigliabile utilizzare una connessione veloce ad internet.
4.3 Download aggiornamenti da Internet
Eventuali aggiornamenti possono scaricati dal sito www.sindar.it, accedendo alla pagina
riservata agli utenti registrati.
IMPORTANTE: Il programma Chefren registra tutti i dati immessi nel database sindar.mdb, del quale è
buona norma effettuare periodici backup da conservare su cd o altro supporto. Per aggiornamenti
successivi l’installazione non sovrascrive sul database sindar.mdb già esistente ed i dati delle valutazioni
precedentemente effettuate vengono conservati
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 11
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
4.4 Attivazione
L'acquisto del programma dà diritto a tre chiavi di attivazione.
Per attivare Chefren 1.0, dopo aver effettuato l'installazione su un computer, occorre procedere
come segue:
• scegliere il comando attivazione dal menu principale del programma. Apparirà la
seguente maschera, contenente il codice identificativo, generato al momento
dell'installazione.
Figura 6 - Maschera di attivazione presente nel programma
•
•
collegarsi al sito www.sindar.it nella pagina riservata agli utenti registrati - se ancora non
si è registrati, seguire le istruzioni presenti nel sito o telefonare al numero 0371549200 e scegliere il comando attiva i programmi: apparirà una maschera analoga alla
precedente, nella quale si deve inserire la ragione sociale ed il codice identificativo
trovato. Premendo sul tasto procedi, verrà generata la chiave di attivazione, composta
da otto numeri, che deve essere riportata nel corrispondente campo della maschera del
programma.
un messaggio avvertirà che l'attivazione è avvenuta con successo. Se così non fosse,
controllare di aver riportato esattamente gli stessi dati in entrambe le maschere.
Figura 7 - Attivazione effettuata
La procedura di attivazione deve essere effettuata una sola volta dopo l’installazione.
IMPORTANTE: il codice identificativo viene generato al momento dell'installazione e varia da computer a
computer. Nel caso si effettuino aggiornamenti o si passi ad una versione superiore non è necessario
effettuare una nuova attivazione sui computer nei quali era stato installato il precedente programma. Le
attivazioni precedentemente acquistate vengono integralmente trasferite al nuovo software.
NOTA BENE: in caso sia stato installato sullo stesso computer il programma Cheope non si verifica
alcuna incompatibilità tra i due programmi, dato che i codici identificativi sono differenti.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 12
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
5
Termini e convenzioni
Per utilizzare il programma Sintalex trasporti - CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
occorre avere una conoscenza di base del sistema Windows. Questo manuale presuppone la
conoscenza di Windows e ne utilizza la terminologia.
Il programma usa alcuni termini e convenzioni speciali per far riferimento a particolari azioni e
oggetti.
Anche se queste convenzioni sono normalmente intuitive, è possibile usare in caso di dubbio
questa sezione come riferimento.
5.1 Termini relativi al mouse
I seguenti termini si riferiscono ad azioni specifiche eseguite con il mouse.
• Puntare significa spostare il puntatore su un particolare oggetto. Ad esempio, puntare su un
pulsante presente in una finestra di lavoro, significa spostare il mouse finche l’estremità del
puntatore non si trova sul pulsante stesso. In alcune funzioni il puntatore cambia forma e
indica che state eseguendo un’azione con il mouse.
• Cliccare significa premere il pulsante sinistro del mouse mentre si punta un oggetto. Ad
esempio, per cliccare il pulsante OK della scheda di presentazione, basta spostare il
puntatore del mouse su tale pulsante e premere una volta il tasto sinistro del mouse.
• Doppio click significa premere due volte in rapida successione il pulsante sinistro del mouse
mentre si punta un oggetto. Per esempio per avviare il programma bisogna cliccare due
volte (doppio click) sull’icona.
5.2 Termini relativi alla tastiera
Questi termini indicano termini specifici alle azioni effettuate con la tastiera.
• Premere significa premere un tasto della tastiera. Ad esempio “premere Invio” significa
“premere il tasto Invio”.
• Scrivere significa digitare informazioni specifiche con la tastiera.
• Immettere è un termine generale che si riferisce ad informazioni che non possono essere
specificate singolarmente.
5.3 Termini generali
Questi termini indicano specifiche azioni eseguite con il mouse o con la tastiera, utilizzando le
tecniche standard di Windows.
• Scegliere significa attivare uno specifico comando di menu o un campo di una finestra. Ad
esempio, per “scegliere File Uscita” si può utilizzare il mouse (cliccando sulla barra dei
menu per aprire il menu File, quindi cliccando il comando Uscita) o la tastiera (premendo
Alt+F, premendo E, quindi premendo Invio).
• Selezionare significa attivare un campo. Ad esempio, “ selezionare il campo Locale” mentre
viene visualizzata una finestra, significa cliccare con il mouse su quel campo.
5.4 Come utilizzare il manuale
Il manuale utente spiega come utilizzare il programma Sintalex trasporti - CHemical Exposure &
Freight Risk EvaluatioN e ne illustra le funzioni principali.
Ogni paragrafo mostra una singola funzione o procedimento. L’intero documento può essere
utilizzato in linea come corso di apprendimento.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 13
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
6 Avvio del programma
Il programma Sintalex trasporti - CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN può essere
avviato nei seguenti modi:
• premendo il tasto Avvio/Start, Programmi/Programs, Agenti chimici 626
• facendo un doppio clic sull’icona programma Agenti chimici 626 dalla relativa finestra
Figura 8 - Prima videata
La prima finestra che compare sul monitor è di tipo informativo e scompare dopo pochi secondi.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 14
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 9 - Informazione a lettura obbligatoria
La seconda finestra che compare sul monitor fornisce ulteriori indicazioni di carattere generale.
Per passare alla videata successiva occorre premere il tasto OK. Successivamente appare la
schermata del menu principale.
6.1 Menu principale
Dal menu principale è possibile selezionare le diverse fasi del programma.
Figura 10 - Menu principale
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 15
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Cliccando sulle singole icone si attivano le maschere di riferimento che, nell’ordine, sono:
" ANAGRAFICA AZIENDA
" ARCHIVIO AGENTI
" VALUTAZIONE RISCHI
" MISURAZIONE AMBIENTALE
" CHECK-LIST AGENTI CHIMICI
" VALUTAZIONE CST
" STAMPE
" ATTIVAZIONE
" HELP
" ESCI
compilazione dei dati anagrafici dell’azienda, elencazione
delle fasi e delle operazioni associate, inserimento
facoltativo della descrizione delle mansioni o operazioni,
inserimento del numero di addetti per mansione o
operazione
compilazione dell’archivio degli agenti chimici movimentati
compilazione delle schede di valutazione di esposizione
agli agenti chimici
inserimento dei risultati delle eventuali misurazioni
ambientali e archivi dei valori limite
verifica della rispondenza alle richieste normative del
D.Lgs. 25/02
Check-list per il Consulente Sicurezza Trasporto per la
redazione degli audit periodici, la stesura della relazione
annuale e la preparazione di registri delle non conformità
stampa di tutti gli elaborati sia per la valutazione
esposizione agenti chimici che per le valutazioni del CST
comando per l'attivazione del programma
manuale d'uso e informazioni sul programma
IMPORTANTE: prima dell'attivazione il programma Chefren funziona solo in modalità demo.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 16
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
6.2 Anagrafica Azienda
Figura 11 - Elenco Aziende/Unità produttive
6.2.1
Elenco Aziende/Unità produttive
All’apertura della scheda l’Elenco Aziende/Unità produttive risulta vuoto.
Selezionando NUOVA si apre la scheda di compilazione, nella quale devono essere inseriti i
dati dell'azienda analizzata: ragione sociale, unità produttiva e rispettivi indirizzi, nominativi di
datore di lavoro, medico competente, RSPP, RLS e CST.
Con un pulsante è possibile scegliere di inserire fasi lavorative/operazioni. La scelta della
terminologia appropriata permette una maggiore precisione nella documentazione elaborata.
È possibile, inoltre, introdurre una descrizione delle mansioni od operazioni svolte nell'apposito
campo note.
Le aziende inserite compariranno nell’Elenco Aziende/Unità produttive.
IMPORTANTE: non si devono mai inserire nella compilazione dei campi i caratteri “virgolette” e “doppie
virgolette” perché possono creare problemi in fase di registrazione dati. Prima dell'attivazione è possibile
introdurre una sola azienda/unità produttiva.
I comandi COPIA e INCOLLA dell'Elenco Aziende/Unità produttive permettono di copiare i dati
relativi ad un’azienda, creando un record identico che viene indicato con "Copia di …".
Cliccando su tale record e aprendo la maschera corrispondente è possibile modificare i dati
desiderati.
Il comando ELIMINA permette di eliminare l'azienda/unità produttiva selezionata.
Il comando ESCI permette di tornare al menu principale.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 17
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
6.2.2
Scheda Dati azienda/Unità produttiva
Nella scheda Dati azienda/Unità produttiva il comando NUOVA crea un nuovo record
azienda/unità produttiva, INSERISCI crea un nuovo reparto/fase o mansione/operazione,
ELIMINA cancella quello selezionato, ANNULLA cancella i nuovi dati inseriti nella scheda e
riporta all'Elenco Aziende/Unità produttive, SALVA registra i dati introdotti e riporta all'Elenco
Aziende/Unità produttive.
Aprendo la scheda Dati azienda/Unità produttiva corrispondente ad una di tali attività, dopo
aver inserito la fase con la relativa descrizione, si possono scegliere le operazioni correlate
dallo specifico database.
Figura 12 - Scheda anagrafica Dati Azienda/Unità produttiva
6.3 Archivio agenti
Dal menu principale, terminato l'inserimento dell'anagrafica aziendale, con il doppio click
sull'icona dell'Archivio agenti si inizia l'introduzione dei dati relativi agli agenti pericolosi presenti
nell'unità operativa. Un pulsante ed un "elenco a tendina" permettono di selezionare l'unità
produttiva di riferimento.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 18
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 13 - Scheda archivio agenti
6.3.1
Scheda inserimento dati agenti chimici
È possibile inserire gli agenti chimici movimentati solo dal database sostanze ADR 2001.
Una volta selezionato il pulsante corrispondente, si accede, tramite il comando CERCA
SOSTANZA o CERCA UN, al database delle sostanze classificate pericolose ai sensi dell'ADR
2001.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 19
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 14 - Database agenti chimici classificati
Se si effettua la ricerca con CERCA SOSTANZA, vengono proposte tutte le sostanze che
contengono quel nome. Per continuare la ricerca oltre la prima sostanza, premere il tasto
INVIO.
Vengono inseriti in modo automatico: nome dell'agente, numero UN, Classe, Codice, Categoria
trasporto, numero Kemler, CAS se disponibile, stato fisico se ricavabile, simboli/etichette.
Introdurre CAS (se presente e se non è stato già introdotto dal programma), nome prodotto
(commerciale) Dalla scheda di sicurezza dovranno essere rilevate le ulteriori informazioni:
fornitore, azienda associata (unità produttiva a cui si riferisce), fornitore, categoria di utilizzo
(ove si voglia raggruppare le merci trasportate per tipologia a cura dell'utilizzatore), data delle
istruzioni di sicurezza, dispositivi di protezione/risposta all'emergenza, qualità delle istruzioni di
sicurezza.
Classe, Codice, Categoria di trasporto, stato fisico a temperatura ambiente e le informazioni
sulla qualità delle istruzioni di sicurezza sono utilizzate dal programma per calcolare l'indice di
pericolosità della sostanza.
Le altre informazioni, ovvero anagrafica scheda, simboli/etichette, dispositivi di
protezione/risposta all'emergenza sono invece riportate a scopo informativo nelle stampe del
programma.
IMPORTANTE: in Chefren prima dell'attivazione il database delle sostanze classificate non è disponibile.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 20
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Gli agenti inseriti per l’unità produttiva considerata possono essere ricercati tramite il comando
CERCA UN, CERCA SOSTANZA o CERCA CATEGORIA, dopo aver selezionato il pulsante
Unità produttiva.
IMPORTANTE: non è prevista l'introduzione di agenti che non siano già classificati mediante numero UN.
I dati inseriti devono essere registrati con il comando SALVA, che riporta alla scheda Archivio
agenti; il comando ANNULLA cancella i dati inseriti e non ancora registrati, riportando alla
scheda Archivio agenti; il comando STAMPA permette di stampare la scheda del singolo
agente direttamente dalla maschera di inserimento (lo stesso può essere stampato
successivamente, insieme agli altri allegati).
6.3.2
Scheda archivio agenti chimici
Gli agenti inseriti per l'unità produttiva vengono elencati nella scheda unitamente agli indici di
pericolosità iniziale per inalazione, contatto pelle, ingestione, irraggiamento, esplosione, stato
fisico, incompatibilità. Nell'ultima colonna della tabella è riportato l'indice globale dello specifico
agente, che è dato dalla somma logaritmica dei valori attribuiti ai suddetti indici.
Gli agenti elencati possono essere ordinati per pericolosità, così da stabilire una priorità
d'intervento, ed essere stampati con il comando STAMPA INDICI (Allegato 3: Indici di
pericolosità degli agenti).
Il comando STAMPA, invece, stampa l'elenco degli agenti (Allegato 2: Elenco Agenti) con
indicazione del nome, numero UN, Classe, Codice, Categoria trasporto, numero Kemler,
numero CAS e stato fisico.
IMPORTANTE: Gli Allegati 2 e 3 sono da inserire sia nel Documento di Valutazione di Esposizione agli
Agenti chimici ai sensi del D.Lgs. 25/02, sia nella Relazione annuale del CST ai sensi del D.Lgs. 40/00.
È possibile accedere alle informazioni inserite per il singolo agente con un doppio click sulla
riga corrispondente.
Il comando ELIMINA cancella un agente dall'elenco.
I comandi COPIA/INCOLLA, applicati agli agenti, sono di particolare utilità se si desidera
duplicare i dati relativi ad una unità operativa esistente, per attribuirli ad un'altra similare.
In tal caso, dopo aver effettuato la copia dell'anagrafica aziendale (vedi par. 6.2.1), si copiano
le righe corrispondenti agli agenti desiderati dall'altra unità operativa, quindi si richiama l'unità
operativa interessata e vi si incollano le schede degli agenti precedentemente copiati. Si
effettuano, poi, le modifiche desiderate.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 21
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 15 - Esempio scheda agente
IMPORTANTE: Il programma non permette di proseguire se non sono state completate le informazioni
relative allo stato fisico. L'assenza di informazioni relative alla qualità delle istruzioni di sicurezza genera
invece solo un messaggio di warning.
6.4 Scheda valutazione rischi esposizione agenti chimici
La compilazione della scheda di valutazione è il fulcro della valutazione ai sensi del D.Lgs.
25/02
È possibile creare una o più schede per ogni unità operativa inserita, per esempio quando si
debba aggiornare una valutazione già presente in archivio.
6.4.1
Elenco schede di valutazione
Selezionando un'unità produttiva, sono disponibili le opzioni NUOVA, per creare una nuova
Scheda informativa; APRI, per aprire una scheda di valutazione già esistente (è possibile
editare la scheda anche con un doppio click sulla riga corrispondente); STAMPE, per stampare
le schede relative all'unità operativa selezionata (Scheda agente, mansione, di valutazione,
anagrafica e di riepilogo); ELIMINA, per eliminare una valutazione esistente; ESCI per tornare
al menu principale.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 22
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
IMPORTANTE: Il programma, in fase di stampa delle schede di valutazione e di riepilogo, permette di
scegliere se riprodurre sugli allegati il giudizio - moderato o non moderato - ottenuto. Naturalmente tale
giudizio dovrà invece essere chiaramente espresso nel documento di valutazione.
I comandi COPIA/INCOLLA si utilizzano quando si intende attribuire una valutazione già
esistente ad una anagrafica aziendale precedentemente duplicata e modificata (vedi par.
6.3.2): COPIA, per copiare una valutazione esistente; INCOLLA, per creare un duplicato della
valutazione, che viene inserita in cima all'elenco con la data più recente. Con un doppio click si
entra nella valutazione, si richiama l'anagrafica pertinente con il menu a tendina del campo
ragione sociale e si effettuano le modifiche desiderate.
IMPORTANTE: è indispensabile utilizzare il comanda COPIA e INCOLLA e la procedura
precedentemente illustrata, quando si debba cambiare nome ad un reparto presente in anagrafica, del
quale sia stata già effettuata la valutazione. Infatti, cambiando semplicemente il nome del reparto in
anagrafica, si perde il collegamento ai dati della valutazione effettuata.
La data stampata sugli allegati prodotti dalla valutazione è per default quello di
creazione/modifica.
È possibile modificare la data e attribuire una data diversa da quella di sistema utilizzata di default
mediante il campo DATA PER STAMPE dal menu STAMPE (vedi par. 6.8.2)
Figura 16 - Elenco schede di valutazione
6.4.2
Scheda informativa
Selezionando dall'elenco a tendina del campo Ragione sociale, si può scegliere tra le aziende
inserite precedentemente in anagrafica. Appariranno i dati relativi a fasi lavorative e operazioni.
Se in precedenza sono stati variati i dati anagrafici di un'azienda, è necessario utilizzare il tasto
AGGIORNA DATI AZIENDA DA ANAGRAFICA per poter disporre in fase di valutazione dei
nuovi dati relativi a fasi lavorative e operazioni.
Selezionando successivamente ogni fase e le relative operazioni, sarà possibile collegare gli
agenti chimici presenti nell'unità operativa: il comando AGGIUNGI inserisce un record vuoto,
cliccando sul quale appare un campo per la selezione dell'agente. Se l'agente desiderato non è
stato ancora inserito, con il comando NUOVO è possibile far comparire da questo punto del
programma una maschera di inserimento agente. Il comando CONFERMA registra
l'attribuzione dell'agente all'operazione.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 23
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 17 - Scheda informativa
Nel campo descrizione è possibile precisare le modalità di esposizione dell'operazione
all'agente chimico selezionato.
Per ogni agente è possibile introdurre il valore della massima quantità presente nell'operazione
e della quantità movimentata annua, inserendo le rispettive unità di misura. Queste
informazioni, utili per evidenziare l'effettiva esposizione, sono solo informative e non sono
utilizzate nell'elaborazione degli indici di rischio. Durante la valutazione le informazioni sulla
quantità, fondamentali per la stesura del giudizio finale, vengono riproposti in modo qualitativo
(trascurabile, bassa, media, elevata) e non quantitativo (vedi oltre).
Con riferimento ai dispositivi di protezione/risposta all'emergenza, il programma importa quelli
definiti pertinenti sulla scheda agente e permette di editarne il testo.
I comandi COPIA/INCOLLA permettono di copiare la valutazione effettuata per un agente (vedi
oltre), applicandola ad un altro similare. Evidenziando il primo agente del quale è stata
effettuata la valutazione, è possibile copiare tale valutazione ed applicarla ad un altro agente
similare per tipologia di rischio di esposizione, selezionandone il nome dall'elenco. È opportuno,
comunque, verificare che la valutazione copiata sia completamente applicabile al secondo
agente, verificando la pertinenza delle risposte date.
I comandi COPIA/INCOLLA permettono, inoltre, di copiare le valutazioni dell'esposizione a più
agenti dell'operazione di una fase (vedi oltre) ed incollarle in un'altra operazione della stessa
fase. Per effettuare la selezione multipla degli agenti è necessario puntare il mouse sulla prima
riga e, tenendo premuto il tasto sinistro sino al termine dell'operazione, trascinarlo fino all'ultima
riga da copiare. Al termine di tale operazione le righe saranno evidenziate in arancione;
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 24
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
premere ANNULLA nella maschera Selezione dell'agente che compare e, quindi, il comando
COPIA. Posizionarsi sulla mansione/operazione di destinazione e premere il tasto INCOLLA.
Il comando SALVA registra i dati inseriti. Con il comando AVANTI si passa alla scheda
successiva che prende in esame le condizioni di lavoro.
IMPORTANTE: il valore di soglia per la definizione del rischio moderato e non moderato, posto in questa
scheda in alto a destra, è modificabile sotto la responsabilità del datore di lavoro. Il programma non pone
limiti alla definizione del valore limite, ma indicativamente è probabile che un indice IR<2 sia moderato ed
un IR>4 sia non moderato. Si precisa che la scala dei valori è di tipo logaritmico e, pertanto, la distanza tra
un numero ed il suo successivo equivale ad un ordine di grandezza.
6.4.3
Analisi delle condizioni di lavoro
Le informazioni richieste nella check-list forniscono i punteggi per il calcolo degli indici di
rischio.
In primo luogo rispondere alle domande sulla Informazione e formazione dei lavoratori sui rischi
correlati all'agente in esame. Le domande sono differenziate in caso si tratti dell'autista o di un
qualsiasi altro operatore.
Inserire quindi (linguetta trasporto) le informazioni su tipologia trasporto, idoneità carico e
nomina CST.
Infine esaminare il sistema ad albero delle altre domande.
Le domande vengono poste solo se pertinenti (se un agente non ha frasi di rischio di
pericolosità per inalazione non verranno poste domande su questo meccanismo di assunzione;
parimenti se il prodotto è solido verranno poste domande sulla dispersione da polveri e non su
quella da vapori).
Quando si risponde No ad un'intera voce (Es. Esposizione prevista per il contatto con la pelle)
questa voce e le successive domande vengono occultate. Per vederla nuovamente e
modificarla utilizzare il tasto SCOPRI.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 25
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 18 - Check-list analisi delle condizioni di lavoro
È possibile evidenziare in colore verde i gruppi di domande alle quali si è risposto con un
doppio click sulla riga corrispondente. Per cancellare il colore è sufficiente cliccare una seconda
volta sulla riga.
Il campo note in basso a sinistra contiene la guida alla compilazione delle domande che
vengono man mano evidenziate, il campo note a destra, invece, è utilizzabile dall'utente.
Le frasi della check-list sono divise in tre categorie, evidenziate dal diverso colore: ARANCIO,
quelle riferite a quantitativi minimi dell'agente; BLU, quelle che si escludono a vicenda; VERDE,
quelle che ammettono scelta multipla.
IMPORTANTE: le frasi ARANCIO riducono sensibilmente gli indici di rischio corrispondenti e sono state
introdotte per descrivere tutte quelle situazioni, nelle quali le sostanze sono presenti in quantitativi
effettivamente minimi, in conformità a quanto indicato dalle Linee Guida del Coordinamento tecnico per la
sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni e delle Province Autonome. Si raccomanda, pertanto, di
utilizzare tali frasi solo quando effettivamente rispondenti alla realtà lavorativa per non falsare i risultati
della valutazione.
Il tasto DESELEZIONE RISPOSTE DATE permette inoltre di cancellare tutte le risposte. È
opportuno usare particolare cautela nell’uso di questo tasto; il programma prima di procedere
chiede conferma.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 26
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
6.4.4
Visualizzazione degli indici di rischio
Ogni volta che si fornisce una risposta alle domande della check-list, gli indici di rischio
vengono modificati. È possibile visualizzarli premendo l'apposita etichetta Indici di rischio.
Nella prima riga sono riportati gli indici di pericolosità iniziale, calcolati in base alle informazioni
fornite dalla scheda di sicurezza.
Le righe successive, invece, riportano gli indici di rischio per modalità di esposizione prevista,
accidentale e da contaminazione: modalità di esposizione prevista è quella relativa alle normali
condizioni operative (attività a ciclo aperto); modalità di esposizione accidentale è quella, non
prevista nelle normali condizioni operative (attività a ciclo chiuso), ma possibile a seguito di
eventi incidentali; modalità di esposizione per contaminazione è la possibilità di esposizione ad
un agente non collegato alla mansione/operazione analizzata.
Il campo Indice di pericolo globale riporta la somma su base logaritmica degli indici di
pericolosità iniziale, il campo Indice di rischio globale la somma su base logaritmica degli indici
di rischio per modalità di esposizione prevista, accidentale e da contaminazione.
Figura 19 - Visualizzazione indici di rischio
Terminata la fase di introduzione, registrare le modifiche con il comando SALVA.
Con il tasto AVANTI si accede alla possibilità diretta di stampa dell'Allegato 1 (scheda
anagrafica azienda), Allegato 4 (scheda agente), Allegato 5 (scheda mansione), Allegato 6
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 27
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
(scheda di valutazione), Allegato 7 (scheda riepilogativa) ed allo standard di valutazione
allegato al programma.
L’allegato 7 (scheda riepilogativa) può essere stampato per tutte le mansioni/operazioni oppure
per la sola mansione/operazione attiva.
Sia per l’Allegato 6 (scheda valutazione) che per l’allegato 7 (scheda riepilogativa) è stata
introdotta una nuova opzione
Figura 20 – Stampa giudizio valutazione
Se si sceglie Sì nella stampa vengono riportati i giudizi di moderato/non moderato per ogni
singola valutazione effettuata; se si sceglie no viene riportato solo il valore dell’indice di rischio
calcolato senza commento. In questa seconda ipotesi occorre specificare il risultato
moderato/non moderato all’interno del documento di valutazione del rischio.
Nella stampa dell’Allegato 6 (scheda di valutazione) è stato inoltre introdotta l’individuazione
dell’indice più critico (permette di evidenziare se il rischio viene principalmente da esposizione
prevista, esposizione accidentale o contaminazione) e della modalità di esposizione critica
(inalazione, ingestione, contatto, incendio, esplosione, stato fisico o incompatibilità) al fine di
chiarire meglio l’origine del rischio.
Dal menu valutazione, la stampa dei diversi allegati permette il Preview a schermo della stampa
stessa.
Figura 21 - Comandi modalità preview
Dalla modalità Preview è possibile
Ingrandire
Stampare
,
Esportare
L'esportazione può avvenire nei principali formati d'uso dei documenti.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 28
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
6.5 Misurazioni ambientali
Qualora siano state effettuate delle misurazioni ambientali o si provveda ad effettuarle a valle
dell'analisi, questo modulo permette di evidenziare il rapporto esistente tra il valore di
esposizione della singola mansione e gli eventuali limiti di riferimento.
Premendo l'icona presente nel menu principale, si accede all'elenco, inizialmente vuoto, delle
aziende per le quali sono state effettuate misurazioni ambientali.
Con il comando NUOVA si crea una nuova scheda Misurazione ambientale; con APRI, si
accede ad una scheda precedentemente introdotta; con ELIMINA, la si cancella ed il comando
ESCI riporta al menu principale.
IMPORTANTE: prima dell'attivazione la funzione Misurazione ambientale non è presente.
6.5.1
Scheda di Misurazione ambientale
Nella parte alta della scheda creata, con un menu a tendina, si può richiamare l'anagrafica di
una delle aziende precedentemente inserite.
Se in precedenza sono stati variati i dati anagrafici di un'azienda, è necessario utilizzare il tasto
AGGIORNA DATI AZIENDA DA ANAGRAFICA per poter disporre dei nuovi dati relativi a
reparti/fasi e mansioni/operazioni.
Compariranno, per ciascun reparto/fase, le mansioni/operazioni ad esso collegate. Per
ciascuna di esse, dovranno essere inseriti, con il comando INSERISCI e richiamandoli
dall'elenco precedentemente implementato, gli agenti per i quali siano state eventualmente
effettuate misurazioni ambientali.
Per ciascun agente sono presenti le colonne relative a Livelli di esposizione, Limiti di
esposizione e Rapporto percentuale, riferiti alle misurazioni effettuate nel corso di 8 ore (TLVTWA Valore Limite di Soglia - media ponderata nel tempo) e di 15 minuti (TLV-STEL Valore
Limite di Soglia - limite per breve tempo di esposizione). I dati possono essere riportati sia in
3
mg/ m sia in ppm.
Se la sostanza è elencata tra quelle per cui la normativa italiana o comunitaria prevedono dei
limiti, questi compariranno in automatico (nel caso siano presenti in entrambe le normative,
saranno scelti quelli della normativa italiana). In caso contrario occorre inserire anche i valori
limite di esposizione per poter calcolare il rapporto tra l'esposizione e i TLV.
Se la sostanza non è fra quelle per le quali le normative italiana e comunitaria prevedono dei
limiti di esposizione, potranno essere inseriti manualmente i TLV pubblicati da ACGIH.
Il comando ELIMINA permette di eliminare un agente precedentemente inserito nella scheda
Misurazione ambientale, STAMPA di stampare l'Allegato 8 (Misurazioni esposizioni
professionali).
Un campo note, in fondo alla scheda, permette di riportare la Descrizione delle misurazioni nel
periodo di riferimento. Il comando MEMORIZZA permette di registrare tali note.
È necessario utilizzare il comando SALVA per salvare la registrazione della scheda, ESCI per
tornare al menu principale.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 29
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 22 - Scheda di misurazione ambientale
6.5.2
Archivio limiti
L'accesso ad archivio limiti avviene da un apposito pulsante nella maschera introduttiva di
Misurazioni ambientali.
L'archivio contiene i Valori Limite di Esposizione riportati nella normativa nazionale e nella
normativa comunitaria.
È possibile effettuare la ricerca dei dati relativamente ad una sostanza, ricercandola per
numero CAS o per nome, dopo aver selezionato il database (Normativa Nazionale e Normativa
Europea 2002-39-CE) con l'apposito pulsante.
Per ciascun agente sono presenti le seguenti colonne: CAS, Nome agente, mg/m3 8 ore, ppm 8
3
ore, mg/ m 15 min., ppm 15 min, Tipo, Cancerogenicità, Pelle, Sensibilizzazione, Effetti critici,
Proposte di modifica.
I TLV-STEL Valore Limite di Soglia - limite per breve tempo di esposizione (riferiti di norma a 15
minuti) ed i TLV-TWA Valore Limite di Soglia - media ponderata nel tempo (riferiti ad una
giornata lavorativa convenzionale di otto ore e ad una settimana di 40 ore) possono essere
3
riportati in mg/ m oppure in ppm.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 30
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 23 - Archivio limiti
6.6 Check-list adempimenti agenti chimici
Il modulo check-list adempimenti permette di verificare il livello di completezza degli
adempimenti con riferimento al D.Lgs. 25/02 - Titolo VII bis D.Lgs. 626/94.
Cliccando sull'icona corrispondente del menu principale si accede all'elenco (inizialmente vuoto)
delle aziende per le quali è stata compilata la check-list.
Con il comando NUOVA si inserisce una nuova scheda check-list, con il doppio click se ne apre
una esistente, con COPIA/INCOLLA se ne duplica una esistente (ad esempio, se si vuole
aggiornare in un secondo momento la check-list di una unità operativa precedentemente
analizzata. In tal caso è necessario cambiare la data di compilazione all'interno della scheda
check-list - vedi oltre).
È possibile scegliere fra due comandi di stampa: STAMPA RISPOSTE DATE (Allegato 9 Stato di applicazione della normativa) e STAMPA RISPOSTE NEGATIVE. (Allegato 10 - Azioni
da intraprendere)
IMPORTANTE: prima dell'attivazione la funzione Misurazione ambientale non è presente.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 31
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 24 - Check-list adempimenti
6.6.1
Scheda check-list
La compilazione va effettuata una volta per azienda/unità produttiva. Dopo aver creato con il
comando NUOVA la scheda, si può scegliere dal menu a tendina l'azienda da analizzare.
Verrà inserita in automatico la data di compilazione, che può essere modificata manualmente
(menu Stampe, vedi par. 6.8). È necessario, quindi, indicare se il rischio risultato dalla
valutazione è moderato o non moderato, se vengono effettuata sorveglianza sanitaria o
misurazioni ambientali.
Si passa quindi a compilare la check-list, per ciascuna voce delle quali viene riportato l'articolo
normativo di riferimento.
È consigliabile indicare nell'apposito campo note, memorizzandola con il comando
MEMORIZZA, la giustificazione alle risposte fornite: Sì, No o Non Applicabile.
È possibile applicare un filtro alle risposte date, visualizzando solo risposte Sì, No o Non
Applicabile.
È possibile scegliere fra due comandi di stampa: STAMPA RISPOSTE DATE (Allegato 9 Stato di applicazione della normativa) e STAMPA RISPOSTE NEGATIVE. (Allegato 10 - Azioni
da intraprendere). Gli Allegati si riferiscono al Documento di Valutazione esposizione Agenti
chimici.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 32
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Il comando SALVA registra l'analisi effettuata, ELIMINA cancella la scheda check-list aperta
dall'archivio, ANNULLA esce dalla scheda senza registrare e riporta all'elenco delle check-list
compilate, NUOVA crea una nuova scheda da compilare.
6.7 Valutazione CST
Il Consulente Sicurezza Trasporti è una figura professionale dotata di idonea formazione,
basata sulla conoscenza delle problematiche tecniche, delle disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative essenziali alle varie modalità di trasporto delle merci pericolose,
in grado di consigliare ed indirizzare le imprese operanti nel settore, affinché l’attività si svolga
in condizioni ottimali di sicurezza.
A tal proposito il CST deve:
- monitorare con audit periodici l’intero sistema, per individuare ed intervenire
sistematicamente nei punti di debolezza;
- approfondire il grado di conoscenza del sistema e diffonderne la consapevolezza;
- effettuare una valutazione dei pericoli ogni qualvolta siano cambiate le condizioni del
trasporto;
- effettuare un riesame annuale con la Direzione per fare un bilancio delle attività di
movimentazione sostanze pericolose ed individuare obiettivi di miglioramento.
®
Il programma Sintalex trasporti - Chefren permette di:
- individuare e descrivere le attività produttive interessate dal trasporto, carico e scarico merci
pericolose (vedi par. 6.2.2);
- accedere al database delle sostanze, di cui all’accordo Europeo ADR 2001 (vedi par. 6.3.1);
- creare un database sostanze specifico dell’unità produttiva in esame (vedi par. 6.3.2);
- selezionare gli agenti chimici per caratteristiche di pericolosità (vedi par. 6.3.2);
- fornire delle schede informative a tutto il personale coinvolto nelle attività di trasporto, carico
e scarico (vedi par. 6.3.2);
- fornire uno strumento completo di check-list per l’effettuazione degli audit periodici;
- definire il programma delle azioni da intraprendere;
- redigere la relazione annuale.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 33
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Per quanto concerne gli ultimi tre punti è possibile utilizzare la presente check-list, i cui
argomenti sono raggruppati come segue:
1. Procedure volte a far rispettare le norme in materia di identificazione delle merci pericolose
trasportate;
2. Prassi dell'impresa per quanto concerne la considerazione, all'atto dell'acquisto dei mezzi di
trasporto, di qualsiasi particolare esigenza relativa alle merci pericolose trasportate;
3. Procedure di verifica del materiale utilizzato per il trasporto di merci pericolose o per le
operazioni di carico o scarico;
4. Possesso, da parte del personale dell'impresa interessato alla gestione delle merci
pericolose, di un’adeguata formazione, documentata nei fascicoli personali;
5. Applicazione di procedure d'urgenza adeguate agli eventuali incidenti o eventi imprevisti,
che possano pregiudicare la sicurezza durante il trasporto di merci pericolose o le
operazioni di carico o scarico;
6. Ricorso ad analisi e, se necessario, redazione di relazioni sugli incidenti, gli eventi imprevisti
o le infrazioni gravi constatate nel corso del trasporto delle merci pericolose o durante le
operazioni di carico o scarico;
7. Attuazione di misure appropriate per evitare la ripetizione di incidenti, eventi imprevisti o
infrazioni gravi;
8. Considerazione delle disposizioni legislative e delle particolari esigenze relative al trasporto
di merci pericolose, per quanto concerne la scelta e l'utilizzo di subfornitori o altri interessati;
9. Verifica che il personale, incaricato del trasporto di merci pericolose oppure del carico o
dello scarico di tali merci, disponga delle procedure di esecuzione e di istruzioni dettagliate;
10. Avvio di azioni di sensibilizzazione ai rischi connessi al trasporto di merci pericolose o al
carico o scarico di tali merci;
11. Istituzione di procedure di verifica volte a garantire la presenza, a bordo dei mezzi di
trasporto, dei documenti e delle attrezzature di sicurezza che devono accompagnare il
trasporto e la loro conformità alle normative;
12. Istituzione di procedure di verifica dell'osservanza delle norme relative alle operazioni di
carico e scarico.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 34
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Figura 25 – Valutazione CST
Rispondere alle domande.
Nel campo note è possibile introdurre le risposte o le annotazioni alle domande stesse.
Si consiglia di copiare il testo della domanda (campo in giallo in alto) ad es. con la
combinazione dei tasti CTRL INS e incollarlo nel campo Note (ad es. con la combinazione dei
tasti SHIFT INS). Successivamente modificare il testo della risposta.
Nel campo Fonte sono riportati riferimenti ove disponibili.
La stampa “Valutazione CST” stampa tutti campi compilati e può essere utilizzata sia in fase di
audit che per la relazione annuale (Allegato 5 alla relazione)
La stampa “Azioni da intraprendere” stampa tutti campi compilati con risposta negativa e può
essere utilizzata sia come registro delle non conformità e azioni da intraprendere che per la
relazione annuale (Allegato 6 alla relazione)
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 35
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
6.8 Stampe
6.8.1
Stampa dei documenti
Dal menu Stampe è possibile stampare
-
il Documento standard di valutazione esposizione agenti chimici:
la Relazione del Consulente Sicurezza Trasporti
ed i relativi Allegati prodotti
Figura 26 – Menu stampe
Sia il documento Standard di Valutazione sia il documento Standard di Relazione del CST,
sono documenti che possono essere personalizzati.
I file sono presenti nella directory dove è stato installato il programma (per default
C:\Programmi\Chefren) e sono in formato .rtf per ragioni di portabilità: SDVC.RTF (Standard di
Valutazione) e SDVC_CST.RTF (Standard di Relazione del CST).
Si consiglia comunque di salvare i documenti implementati in formato .doc o analogo per
ridurne le dimensioni. In questo caso, naturalmente, non saranno più apribili direttamente da
Chefren, ma dal programma di scrittura utilizzato.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 36
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
Gli allegati prodotti da Chefren saranno inseriti nel documento stampato, nei capitoli in esso
indicati.
In particolare è possibile stampare gli allegati dei seguenti documenti
Documento standard di valutazione esposizione agenti chimici
Allegato 1 - Scheda anagrafica azienda
Allegato 2 - Elenco agenti
Allegato 3 - Indici di pericolosità degli agenti
Allegato 4 - Scheda agente
Allegato 5 - Scheda mansione
Allegato 6 - Scheda di valutazione
Allegato 7 - Scheda riepilogativa
Allegato 8 - Misurazioni esposizioni professionali
Allegato 9 - Stato di applicazione della normativa
Allegato 10 - Azioni da intraprendere
Relazione del Consulente Sicurezza Trasporti
Allegato 1 - Scheda anagrafica azienda
Allegato 2 - Elenco agenti
Allegato 3 - Indici di pericolosità degli agenti
Allegato 4 - Scheda agente
Allegato 5 - Relazione CST
Allegato 6 - Azioni da intraprendere
Dal menu stampe, inoltre, è possibile stampare il documento sulla metodologia CHemical
Exposure & Freight Risk EvaluatioN. Il documento è in formato pdf (Acrobat Reader).
Nota bene: nel menu stampe non è presente la funzione Preview a schermo, mentre è possibile la
selezione multipla che permette di stampare più documenti contemporaneamente. La funzione Preview,
come quella Esporta, è presente invece dal tasto di stampa presente negli specifici menu man mano che
si procede con la compilazione (ad es. alla fine del processo di valutazione del rischio, dell'inserimento
agenti nel Menu Agenti, etc.)
6.8.2
Data di compilazione
Nel Menu di stampa è possibile modificare manualmente la data di compilazione dei documenti.
Per default viene riportata la data di sistema.
In caso di necessità di selezione di una data differente (ad es. per revisione di un documento)
modificare la data. La data selezionata sarà resettata a quella del sistema a seguito dell’uscita
dal programma.
6.9 Attivazione
Vedi quanto detto al paragrafo 4.4.
6.10
Help
Sono fornite alcune informazioni sul programma ed i suoi autori.
• Manuale d’uso del programma
• Informazioni sul programma Chefren
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 37
CHemical Exposure & Freight Risk EvaluatioN
in applicazione del D.Lgs. 626/94 titolo VII bis e del D.Lgs. 40/00
• Informazioni su Federchimica - Federazione Nazionale dell'Industria Chimica
• Informazioni su Associazione Ambiente e Lavoro
• Informazioni su Sindar S.r.l.
Manuale utente Sintalex Trasporti - Chefren Pag. 38

Documenti analoghi