capitolato descrittivo scuola fosdinovo

Commenti

Transcript

capitolato descrittivo scuola fosdinovo
Comune di Fosdinovo
Provincia di Massa Carrara
Area III“Lavori Pubblici e Paesaggio”
Titolo:
Fornitura e posa in opera di Moduli Prefabbricati ad uso Scuola Materna
Fosdinovo
Committente:
AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI FOSDINOVO
Via Roma, 4
Responsabile del Procedimento: arch. Paolo Pavoni
Fosdinovo (MS)
Progetto definitivo
Ufficio Tecnico Comune di Fosdinovo
Allegato:
Scala:
CAPITOLATO DESCRITTIVO
Fase:
PROGETTO DEFINITIVO
Data
Normativa di riferimento:
• Legge n. 1086 del 5 novembre 1971:”Norme per la disciplina delle opere in
conglomerato cementizio armato, normale. precompresso e per le strutture metalliche“;
• Legge 2 febbraio 1974 n. 64;
• D.P.R. 21 aprile 1993 n 246, recante regolamento di attuazione della direttiva
89/106/CEE relativa ai prodotti da costruzione;
• DECRETO MINISTERIALE 09.01.1996: Norme tecniche per il calcolo, l'esecuzione
ed il collaudo delle strutture in cemento armato, normale e precompresso e per le
strutture metalliche;
• D.P.R. 6 giugno 2001 n.380: “Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari
in materia edilizia”;
• Ordinanza PCM 3274 del 20 marzo 2003 così come integrata dalle ordinanze 3379 del
5 novembre 2004 e 3431 del 3 maggio 2005, relativa ai criteri per la classificazione
sismica del territorio nazionale e normative tecniche per le costruzioni in zona sismica;
• Decreto del Ministero delle Infrastrutture 14.01.2008 - Approvazione delle nuove
norme tecniche per le costruzioni [G.U. 04.02.2008 n. 29, S.O. n. 30];
• Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici - Istruzioni per l’applicazione delle “Norme
tecniche per le costruzioni” di cui al D.M. 14 gennaio 2008 nonché secondo tutte norme
UNI ENV relative ai vari materiali impiegati nella realizzazione degli edifici;
• D.M. 18/12/1975: Norme tecniche aggiornate relative alla edilizia scolastica,ivi
compresi gli indici minimi di funzionalità didattica, edilizia ed urbanistica, da osservarsi
nella esecuzione di opere di edilizia scolastica;
• D.M. 26/08/1992 Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica.
• D.P.R. 01/12/1956 n° 1688 Approvazione di nuove norme per la compilazione di
progetti di edifici ad uso delle scuole elementari e materne;
• D.P.R. 24/07/1996 n°503 Regolamento recante norme per l’eliminazione delle barriere
architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici;
• Legge n° 296 del 27/12/2006;
• Legge n. 10 del 09/01/91 “Contenimento consumi energetici” DL 192/2005 DL 311/06;
• Legge n. 37/08 del 22/01/2008 “Norme per la sicurezza degli impianti”;
• D.P.C.M. 5/12/1997: Determinazione dei requisiti acustici passivi delle sorgenti sonore
interne e i requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti al fine di ridurre
l’esposizione umana al rumore;
• D.Lgs. 9 Aprile 2008 n° 81 Attuazione dell’art.1 della Legge 3 Agosto 2007, in materia
di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
• D.P.R. 246 del 21/04/1993;
• Decreto 12/07/2005: Elenco riepilogativo di norme armonizzate concernenti l’attuazione
della Direttiva 89/106/CE relativa ai prodotti da costruzione.
CARICHI METEOROLOGICI
• Neve 150 Kg/mq.
• Vento 90 Km/h (25 m/s).
• Zona sismica 2
• Zona climatica E
PREVENZIONE INCENDI SECONDO D.M. 26/08/1992 S.M.I.
• Scuola tipo 1
• Strutture portanti verticali, pavimento e copertura REI60’
• Separanti (pareti) REI 60
PROTEZIONE AL FUOCO
Basamento con pacchetto legnocemento e rigidur REI 60
Struttura verticale REI 60.
Copertura con controsoffitto REI 60
DIMENSIONI DELL’EDIFICIO
L’edificio dovrà avere dimensioni di circa ml. 10,95 * 14,50;
Dovrà essere composto di due aule di circa mq. 50,00, oltre servizi igienici per gli alunni, per il
personale, un locale per lo sporzionamento dei pasti (collegato ad una aula e con accesso
indipendente dall’esterno) e spazio di ingresso / disimpegno, come da grafico allegato.
I locali dovranno avere una altezza interna non inferiore a ml. 2,70.
STRUTTURA DI FONDAZIONE
Piano di appoggio formato da platea in cemento su cui saranno individuati elementi sporgenti, quali
cordoli o punti di appoggio, delle dimensioni minime (per l’appoggio) di cm. 20 * 20.
Il tutto dovrà essere coerente con lo stato di carico massimo del terreno e realizzato secondo le
specifiche tecniche fornite dalla Relazione geologica e dalla Direzione dei Lavori (da realizzarsi a
cura dell’Amministrazione Comunale, su indicazione della Ditta appaltatrice per quanto attiene
agli appoggi).
STRUTTURA PORTANTE
Telaio in profili di acciaio saldato e pressurizzato a freddo di adeguato spessore e presso piegati
zincati sul perimetro con traversi di collegamento in tubolare per fissaggio di uno strato di lastre in
legno cemento o pannelli in truciolato sp 20/22 mm.
Il materiale protegge la sottostante struttura portante REI60 al fuoco.
Classe reazione al fuoco A2S1d0.
Portata pavimento 300 Kg/mq.
Struttura verticale in profili e presso piegati zincati sp. 20-30/10
Copertura profili presso piegati in lamiera zincata presso piegata spessore 20-25/10 per
l’alloggiamento dei pannelli con funzione di raccolta delle acque meteoriche.
PAVIMENTO
In teli di vinile reazione al fuoco (EN 13501-1) classe CFLS1 - sp. 3.0/3.2 mm., marcato CE,
incollati con giunti saldati, profili di abbinamento tra i moduli in alluminio.
Antiscivolo (R9).
Colore chiaro a scelta della Direzione dei Lavori, da tabella.
Battiscopa in pvc rigido h = 70 mm.
VERNICIATURA
Applicazione di vernici bicomponenti poliuretaniche acriliche con protezione anticorrosione alla
struttura portante zincata; colore a scelta D.L.
PARETI LATERALI (perimetrali esterne)
In pannello sandwich sp. 60/70 mm. con lato esterno ed interno in lamiera zincata profilata e
laminata, preverniciata a fuoco colore a scelta della Direzione dei Lavori, intercapedine in lana di
roccia ovvero poliuretano espanso, di adeguata densità e coerente con la tipologia di impiego.
Resistenza al fuoco REI 60.
Pannello marcato CEE esente formaldeide.
PARETI INTERNE
Spessore 50/60 mm. con le stesse caratteristiche delle pareti laterali esterne, con lamiera zincata
profilata e laminata da entrambe i lati, preverniciata a fuoco colore a sceta della Direzione dei
Lavori, intercapedine in lana di roccia a fibre orientate densità 100 Kg/mc ovvero poliuretano
espanso.
Resistenza al fuoco REI 60.
Pannello marcato CEE esente formaldeide.
COPERTURA
In pannello sandwich spessore minimo 80 mm., con supporto interno in lamiera microgrecata
zincata, profilata e laminata, preverniciata colore bianco grigio, supporto esterno in lamiera grecata,
zincata preverniciata colore a scelta della D.L. ed intercapedine in lana di roccia a fibre orientate
densità 100 Kg/mc ovvero poliuretano espanso.
CONTROSOFFITTO
In pannelli di fibra minerale dim. 60x60 cm. con struttura a vista pendinata, isolato con materassino
di lana di roccia incombustibile sp. 50 mm. protetta.
FINITURE ESTERNE
Pluviali in lamiera preverniciata sezione 100 x 100.
Scossaline di finitura sul tetto in lamiera zincata preverniciata.
FINITURE INTERNE
Giunti pareti divisorie interne siliconate con silicone ignifugo e coperti con profili di lamiera zincata
preverniciata colore a scelta della D.L..
Piantoni verticali coperti con profili di lamiera zincata preverniciata colore a scelta della D.L.,
presso piegata.
Giunti pavimento con profili di alluminio naturale.
COIBENTAZIONE PAVIMENTO
Con pannelli di polistirene spessore minimo 60 mm. U = 0.548 W/mqK.
PORTE ESTERNE
Porte esterne d’ingresso principali (120 * 220), a tutto vetro con profilo in alluminio a giunto aperto
colore a scelta della D.L., a due battenti assimetrici con maniglione antipanico.
Su tutti i serramenti vetrati sarà apposto vetro camera basso emissivo 6/7+15+6/7 U = 1.4 W/mqK:
• 2 porte cm. 120 x 210 apertura esterna con antipanico
• 1 porta cm. 90 x 210 a due ante assi metriche, apertura esterna con antipanico
FINESTRE
Profili in PVC bianco, con vetratura isolata a basso emissivo 6/7+15+6/7, tapparella pure in PVC
del tipo incorporata, completa di cordina di avvolgimento e tendina veneziana interna.
Doppia apertura: normale e a ribalta. (lastra stampata nei bagni) U = 1.4 W/mqK
• 6 finestre cm. 145 x 145 a due ante di cui una ribalta;
• 4 finestra cm. 46,5 x 46,5 a wasistas;
PORTE INTERNE
Cieche, con pannello di tamponamento in pannello sandwich lati in lamiera preverniciata ed
intercapedine in poliuretano.
• 1 porta interna cm. 90 * 210
• 7 porte interne cm. 80 x 210
IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO / RISCALDAMENTO
Realizzato nei locali aule / disimpegni con elettroradiatori ( 2kw) con termostato e protezione
contro il surriscaldamento, completi di dichiarazione di conformità nel rispetto delle vigenti
normative Europee.
Ogni componente dovrà essere conforme alle normative EN ISO 9001.
Grado di protezione ottimale; i radiatori dovranno essere sottoposti a controlli tecnologici rigorosi,
infine alla prova di tenuta idraulica conforme alla norma EN 442-1.
Termoventilatori elettrici nei bagni e locale dispensa / cucina.
IMPIANTO IDROSANITARIO
Tubazioni adduzione acqua in polipropilene con giunti saldati.
Scarichi fino a 1 ml. dal filo prefabbricato sotto pavimento in tubo di polipropilene con giunti a
bicchiere completi di guarnizioni.
Miscelatori di primaria marca.
Produzione acqua calda con boiler elettrici.
Accessori:
Bagno personale:
• 1 vaso wc
• 1 lavabo
• Accessori bagno
Bagno alunni:
• 3 vasi wc baby
• 1 lavabo a 3 rubinetti acqua c/f
• Accessori bagno
IMPIANTO ELETTRICO
Classificazione degli ambienti
L’immobile in oggetto verrà costruito in posizione isolata, disposto su un piano, costituito da una
struttura metallica e pannelli di tamponamento e divisori realizzati in lamiera sandwich con
materiale isolante all’interno.
All’interno sono identificabili i seguenti ambienti:
- aule;
- servizi igienici;
- dispensa / cucina;
- ingresso / disimpegno.
ILLUMINAZIONE INTERNA:
L’impianto d’illuminazione sarà costituito da apparecchi illuminanti al neon con struttura in acciaio,
completi di schermo di protezione in policarbonato o recuperatore parabolico di flusso, il tipo di
plafoniera installata sarà con ottica DARK LIGHT nei locali aule.
L’installazione di questo tipo di plafoniere e con queste caratteristiche, dovranno offrire un
illuminamento medio all’interno dell’area di 300 LUX.
ILLUMINAZIONE DI SICUREZZA:
Il tipo di illuminazione sarà costituito da un apparecchio illuminante autonomo completo di batteria
e caricabatteria con corpo in poliestere, autonomia di 1 ora in grado di fornire un illuminamento tale
da consentire la fuori uscita delle persone senza pericolo da posizionarsi a parete.
ILLUMINAZIONE ESTERNA:
Il tipo di illuminazione sarà costituito da due apparecchi illuminanti in policarbonato
autoestinguente e schermo trasparente per lampade al neon, con appropriate caratteristiche per la
resistenza agli agenti atmosferici con grado di protezione IP65 conforme alla normativa.
Gli apparecchi saranno comandati da un interruttore crepuscolare automatico pretarato.
SPINE E PRESE DI CORRENTE:
Le prese adottate per questo tipo di impianto saranno a 250V, 16A standard italiano/tedesco tipo
Unel con schermi di sicurezza, di tipo P30, installati in appositi contenitori a cassetta e/o incasso.
Conforme alla normativa IEC.
QUADRI ELETTRICI:
All’interno della struttura si avrà un quadro elettrico generale di distribuzione fornito in acciaio
preverniciato rispondente a IEC.
CIRCUITI:
Tutti i circuiti saranno progettati e realizzati in modo che tutti i carichi siano fra di loro bilanciati,
ed adeguati per una distribuzione funzionale ed efficace secondo le normative vigenti.
MESSA A TERRA:
La messa a terra dell’impianto elettrico e l’equalizzazione del potenziale sarà conforme agli
standard internazionali con riferimento alla normativa: CEI 64-8.
L’intero sistema di messa a terra sarà collegato ad un punto principale ubicato all’esterno della
struttura completo di morsettiera per il collegamento del conduttore di protezione (PE) proveniente
dal collettore sul quadro elettrico, i conduttori di terra provenienti dalla rete esterna di terra, e il
conduttore equipotenziale della struttura del fabbricato.
DISTRIBUZIONE INTERNA.
La distribuzione interna verrà eseguita a vista con tubi rigidi in PCV autoestinguenti.
I punti luce e gli impianti a soffitto verranno eseguiti a vista, pure con tubazioni o canaline rigidi in
pvc autoestinguente.
I cavi posati nelle tubazioni, oltre che ad essere sostenuti con appositi reggicavi, saranno identificati
con apposite targhette rispettando la stessa numerazione che si troverà nella morsettiera del quadro
generale.
Le giunzioni saranno eseguite in apposite scatole di derivazione, poste all’interno delle aule e/o nel
corridoio e contrassegnate al loro interno con le targhette identificatici delle varie linee.
La linea all’interno delle tubazioni sarà con corde di sezione adeguata come specificato negli
schemi progettuali.
IMPIANTO ANTINCENDIO / RILEVAZIONE INCENDI
2 estintori portatili di capacità estinguente non inferiore 13 A, 89B, C in numero pari a uno ogni 100
mq. di superficie.
Il presente APPALTO dovrà pertanto comprendere, oltre la fornitura e la posa in opera / montaggio
della struttura, ogni opera a carattere edile e civile, la messa a terra della struttura metallica.
Inoltre, a cura dell’Impresa appaltatrice, dovrà essere operato lo smaltimento dei materiali di risulta
e tutto quanto non espressamente indicato.
Gli allacciamenti alle reti esistenti da filo costruzione, saranno a carico dell’Amministrazione
Comunale.
Costo della Fornitura e posa in Opera = a corpo € 79'579,10 (di cui €. 2'370,00 per
oneri di sicurezza non soggetti a ribasso)