Prog.-Educ.-alla-Leg..

Commenti

Transcript

Prog.-Educ.-alla-Leg..
!
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA
MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO
!
Commissione Tributaria Regionale del Piemonte
Spett.le
Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte
Alla c.a. del Sig. Direttore Regionale
Via Pietro Micca 20
10122 TORINO
e p.c. Spett.le
I.T.C.S. GERMANO SOMMEILLER
alla c.a. Del Dirigente Scolastico
alla c.a. Del Dipartimento di Diritto ed Economia
Sua Sede
10100 TORINO
PROGETTO
“EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’ FISCALE”
Avv. Prof.ssa GIULIANA PASSERO
DESTINATARI: Allievi Scuole secondarie superiori
PARTNER NEL PROGETTO:
•
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO FAC. DI GIURISPRUDENZA
•
MASTER DIRITTO TRIBUTARIO “Tributi, procedimenti e processo fra
efficienza e giustizia”, presso la Fac. di Giurisprudenza di Torino (Direttore
Prof. Avv. Enrico Marello)
•
CONSIGLIO DI PRESIDENZA DELLA GIUSTIZIA TRIBUTARIA -via
Solferino 15 ROMA
•
COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE DEL PIEMONTE
Dr. V. Garino)
•
COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVICIALE DI TORINO ( presidente Dr.
Grimaldi)
( presidente
SCUOLA PILOTA: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE : “Germano
SOMMEILLER”
Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Paciariello - Docente di
riferimento per il Progetto Prof.ssa Cristina Armano - TORINO
ISTITUZIONI O ENTI CHE IL PROGETTO INTENDE COINVOLGERE QUALI
DESTINATARI DI ISTANZE DI PATROCINIO, COLLABORAZIONE, SUPPORTO
PROFESSIONALE ED APPORTO DI QUANTO DAGLI STESSI REPUTATO UTILE O
PROFICUO PER LO SCOPO:
PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA,
CORTE DI CASSAZIONE, COMMISSIONI
FINANZA E TESORO, COMMISSIONI GIUSTIZIA DI CAMERA E SENATO, ENTI
LOCALI, MINISTERO DELLA GIUSTIZIA ( già coinvolto nel più generale progetto di
“Educazione alla legalità” tout court attivato nella Regione ), UNIVERSITA’ FAC. DI EC.
E COMMERCIO, AGENZIA DELLE ENTRATE, GUARDIA DI FINANZA, ALTRI
ISTITUTI SCOLASTICI.
PREMESSA
( omissis )
Il secondo progetto infra descritto, poiché riferito agli istituti di istruzione secondaria,
vede il suddetto Master impegnato ad orientare non solo verso i laureati ma anche
verso la Scuola Secondaria Superiore le sue prospettive e, segnatamente, sviluppare
un lavoro di educazione alla legalità fiscale, nel solco di quello che già il Ministero della
Pubblica Istruzione ha intrapreso con apposite convenzioni con l’Agenzia delle Entrate.
All'uopo si segnala che una Funzionaria dell'Agenzia delle Entrate, la dott.ssa Ramona
Marchetto, dottore di ricerca in Diritto Tributario, da due anni collabora stabilmente
come formatore.
Tale progetto si inserisce nell’ambito della più generale azione del MPI nei confronti
della costruzione del concetto di cittadinanza attiva come bussola per l’istruzione e la
formazione dei giovani. In molteplici interventi normativi - e non solo – infatti, il Ministro
ha richiamato in maniera significativa il ruolo della scuola come comunità educante al
vivere sociale e civile.
In particolare, alla luce della ventennale esperienza della sottoscritta, non solo di
docente di materie giuridiche, ma anche come Giudice Tributario e Vice presidente di
Sezione presso la Commissione Tributaria Regionale del Piemonte – ed ora
Consigliera di Presidenza presso il Consiglio di Presidenza della Giustizia di
presidenza della Giustizia Tributaria – la scrivente afferma con convinzione:
- che la formazione di una coscienza civile della legalità tributaria si inserisce a
pieno titolo in questo quadro;
- che gli interventi sinora esperiti del progetto "Fisco e scuola", hanno coinvolto la parte
del diritto sostanziale (essendo promanazione di accordi del MPI con l’Agenzia delle
Entrate che comunque è solo una parte del rapporto e del processo) che si vuol
continuare a coinvolgere, come in effetti è stato, ma nella dialettica delle parti, e non
come interlocutore esclusivo del cittadino-contribuente.
- che si ritiene logico e necessario sviluppo del progetto far accedere i ragazzi alla
conoscenza ( a mezzo di stages, cicli di conferenza concordate con le scuole, accessi
alle udienze presso le Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali e quando è
possibile, come avvenuto nello scorso anno scolastico, sinanco in Cassazione) anche
dell’aspetto della tutela del diritto, dello Statuto del Contribuente, delle garanzie
costituzionali sottese al tributo, completando quindi quell’educazione alla legalità che
già vede lo studio della Costituzione come documento imprescindibile della
Educazione.
SCHEMA DEL PROGETTO
Il progetto “Educazione alla legalità fiscale”, è nato come strutturato secondo un
modello a moduli “2+3”:
Modulo biennale = ( entry level) per il biennio degli ICT o Istituti dove le discipline
giuridiche vengono insegnate solo nel biennio ;
Modulo triennale= ( modulo avanzato) per le classi 3^-4^-5^ ( anche con specifico
riguardo all’orientamento post diploma verso le professioni inerenti le discipline
giuridico/fiscali/tributarie).
L'esperienza condotta nei primi due anni con l’Istituto Tecnico Commerciale G.
Sommeiller di Torino ed il suo Dipartimento di Diritto ed Economia ( Coordinatore
Prof.ssa Cristina Armano), scuola con un primato d'eccellenza quanto a progettualità
ed offerta formativa, previa intesa e coordinamento con il Dirigente Scolastico prof.
Giovanni Paciariello e la Coordinatrice del Dipartimento prof.ssa Cristina Armano ha
meglio permesso di individuare nel triennio finale, quanto meno allo stato, gli studenti
più idonei per conoscenze, prerequisiti e modalità di accesso alla didattica precipua i
destinatari del progetto.
L'istituto ha sempre garantito e fornito sinora tutta la collaborazione necessaria che
deve pervenire dall’interno della struttura didattica stessa.
Non si esclude peraltro che in un prossimo futuro il Collegio Docenti di concerto con il
Dipartimento non preveda di reinserire anche le classi iniziali nel progetto.
.
PROGRAMMAZIONE
La bozza di programmazione delle “lezioni” specialistiche cui gli allievi saranno invitati
e delle altre attività è stata predisposta tenendo in considerazione il programma
ministeriale di Diritto ed Economia via via svolto negli anni di corso con integrazioni
rispetto alla peculiarità della materia e secondo indicazioni dei docenti esterni come
coordinati dalla scrivente.
Si precisa peraltro che gli allievi di questo istituto già partecipano al più generale
progetto di “Educazione alla legalità” con seminari e corsi tenuti da magistrati ed
avvocati di avvicinamento al diritto civile, penale e processuale.
Ai discenti d'altronde è chiesto un minimo di conoscenze di base impartite dai loro
insegnanti sulle quali si innestano le nozioni particolari e gli approfondimenti che
potranno essere somministrati nelle lezioni tenute dai professori universitari che già si
sono resi disponibili, dai Giudici Tributari, dagli esperti che saranno invitati.
Gli insegnanti delle classi interessate potranno e dovranno dare indicazioni, soprattutto
per le IV e V, al fine di meglio articolare il lavoro sia per gli obiettivi di eventuali crediti
utili per l’esame di maturità sia per non appesantire troppo il carico di lavoro agli
studenti e non distrarli dagli impegni curricolari.
Con le premesse di cui sopra, come sotto specificato, si propone un percorso didattico
misto che prevede sia i lezioni frontali, sia accesso alle aule d'udienza ( di merito e
legittimità ) sia ai palazzi istituzionali.
L'offerta formativa può individuarsi, ferma restando la disponibilità dei docenti ( scelti
preferibilmente tra giudici tributari in servizio ed a riposo, professori universitari,
magistrati ordinari in servizio ed a riposto, esperti dell'A.E, Guardia di Finanza,
Avvocati, Commercialisti, Esperti Contabili) e di altri argomenti che i docenti stessi
dovessero ritenere utili ai fini didattici o concordare direttamente con la coordinatrice o
il dirigente scolastico nella somministrazioni di lezioni/conferenze avente a tema:
“ Dallo Statuto Albertino alla
Costituzione repubblicana”
“I principi del diritto tributario
nella nostra costituzione.
Diritti e doveri del
contribuente e dello Stato”
“Il ruolo dello Stato
nell’economia e il potere
impositivo dello Stato”
-
“L’evasione fiscale”.
-
“ Storia del Diritto tributario
dalle origini ai giorni nostri”
: “Differenze, similitudini,
peculiarità nelle economie
liberiste e nel welfare state”
-
“ Diritto Nazionale e Diritto
Comunitario. L’imposizione in
Italia e nel resto del mondo. I
paradisi fiscali.”
-
“ Il sistema fiscale italiano:
imposte dirette ed imposte
indirette- ”
“ Diritto ed Internet - Il
processo tributario telematico”
“ Fisco ed Etica”
“L'accertamento”.
“ L'Agenzia delle Entrate.
Funzioni, Competenze ”
Esclusivamente per le Classi
5^ lezione : lezione svolta
presso la VI Commissione
Finanza e Tesoro del Senato
“La funzione legislativa in
materia fiscale ed il ruolo di
Governo e Parlamento”
Esclusivamente per le classi
5^ lezione presso Consiglio
di presidenza della Giustizia
Tributaria – Roma
“la Giustizia tributaria, gli
organi preposti alla
giurisdizione, gli atti
impugnabili, il contribuente,
l'ente impositore, la difesa
tecnica
•
Per tutte le classi, compatibilmente con la programmazione scolastica dei
singoli docenti, viene proposto l'invito all'accesso ad udienze presso
Commissione Tributaria Regionale o Provinciale di Torino ( previo incontro di
preparazione)
•
Altresì, come per il passato, effettuata una ricognizione di lezioni aperte, corsi,
convegni ( organizzati da CTR o ordine Commercialisti o Università o Consiglio
di Presidenza ) il cui tema trattato sia compatibile con il progetto e la
programmazione, le classi partecipanti al progetto sono invitate alla
partecipazione.
•
Tutti gli anni Infine il progetto prevede l’organizzazione di accessi presso organi
istituzionali. Anche quest'anno è in corso di organizzazione la visita in primavera
alla Biblioteca del Senato ( ore 10,00 ) a seguire poi la partecipazione ai lavori
d'aula.
•
Con la collaborazione della presidenza della VI Commissione Finanze e Tesoro
del Senato è stata poi organizzata una specifica lezione ed incontro sul tema
della legislazione fiscale che avverrà nel parlamentino della Commissione.
Sarà dunque un'importantissima occasione e
possibilità per gli studenti
conoscere e vedere chi ci governa, chi decide le leggi che studiano sui libri, e
sicuramente esperienza formativa. La scrivente intende proporla anche per il
prossimo anno scolastico. Ben diversa dalla visita al Palazzo ( comunque
interessante dal punto di vista culturale), l'incontro vuol essere anche e
sopratutto un momento scientifico con studenti comunque già “adulti” ( riservato
alla classe 5).
•
Nella stessa giornata seguirà la lezione presso il Consiglio di Presidenza della
Giustizia tributaria, organo di autogoverno della magistratura fiscale. Questo è
un momento della didattica già collaudato in passato che tuttavia quest'anno,
essendo la scrivente stessa, Consigliera di Presidenza, intende vieppiù
arricchire di contenuti rispetto al passato. Peraltro anche negli scorsi anni, per la
presenza durante la lezione-incontro del Presidente del Consiglio e di molti
consiglieri che hanno voluto offrire ciascuno il proprio apporto, la lezione è
sempre stata particolarmente significativa e pertanto s'intende rinnovarne
l'ingresso nella programmazione ordinaria.
•
Circa la partecipazione ad udienze presso la Commissione Tributaria trattasi di
esperienza già effettuata con esito positivo in passato anche con allievi del
biennio ma ancor meglio con studenti del triennio, più preparati e consapevoli. Il
Direttore della CTP di Torino, dott.ssa Carmen Borrillo ha già preso intese con la
coordinatrice del progetto prof.ssa Armano al fine di concordare le date di
udienza più idonee ai fini didattici.
Torino, lì novembre 2014
Giuliana Passero