Strada in Chianti: cacciatore ritrovato morto in un capanno

Commenti

Transcript

Strada in Chianti: cacciatore ritrovato morto in un capanno
Strada in Chianti: cacciatore ritrovato morto in un capanno
14.02.2015
h 09:28
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8761
Di Antonio Taddei
Strada in Chianti: cacciatore ritrovato morto in un capanno
Era sparito dal 12 febbraio: la moglie, che non può moversi e parlare, non aveva potuto dare l'allarme
STRADA (GREVE IN CHIANTI) - E’ stato ritrovato privo di vita nel pomeriggio di venerdì 13 febbraio un settantasettenne
residente a Strada in Chianti.
L’allarme è stato dato nella mattinata dopo che un amico lo aveva cercato presso la sua abitazione dove viveva con la moglie colpita
1 di 2
24/02/2015 12:16
Strada in Chianti: cacciatore ritrovato morto in un capanno
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8761
da una malattia che le impedisce di muoversi e di parlare.
L’uomo era uscito da casa il giorno prima (giovedì 12 febbraio) per una battuta di caccia, ma non aveva fatto ritorno. E causa
l’invalidità della moglie, questa non aveva potuto in alcuna maniera dare l’allarme.
Solo quando è stato possibile entrare in casa e non hanno trovato l’uomo, che era solito accudirla, sono subito scattate le ricerche da
parte dei carabinieri di Strada in Chianti, assieme a familiari e amici.
A un certo punto è stata avvistata l’auto nei pressi di un podere. dove l’uomo aveva l’abitudine di andare a fare le battute di caccia:
questo ha fatto pensare che si potesse trovare nelle vicinanze.
Effettivamente poco dopo è stato ritrovato all’interno di un capanno da caccia, ormai privo di vita. Sul posto è stata fatta arrivare
l’ambulanza con medico e volontari da San Casciano, ma non c’era nulla da fare.
Il medico ha potuto constatare il decesso, avvenuto molte ore prima, probabilmente per un malore.
Poiché questo si trovava in un capanno sopraelevato da terra, il cui accesso era possibile salendo da una scala, è stato necessario fare
intervenire una squadra dei vigili del fuoco per riportare a terra la salma.
2 di 2
24/02/2015 12:16
Domenica 15 febbraio dalle 8 alle 11 donazione sangue a Strada in Chianti http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8764
14.02.2015
h 10:13 Di Redazione
Domenica 15 febbraio dalle 8 alle 11 donazione sangue a Strada in Chianti
Al Centro Civico. Il presidente Mariani: "Partecipate numerosi. Anche all'assemblea dei soci del 20
febbraio"
STRADA (GREVE IN CHIANTI) - Continuano provvisoriamente le raccolte di sangue e plasma presso il centro
civico di Strada in Chianti. La prossima domenica 15 febbraio dalle 8 alle 11.
"Vista la critica situazione delle scorte di sangue - dice il presidente dell'Avis stradese Paolo Mariani - Vi invitiamo
a partecipare numerosi, magari accompagnati da un amico. Inoltre vi informiamo che venerdì 20 febbraio alle 21.15
presso il Centro Civico si terrà l’assemblea ordinaria dei soci".
"Vista la difficoltà che la nostra sezione sta vivendo - conclude Mariani - a causa delle normative per
l’accreditamento, vi invitiamo numerosi per far sentire la nostra voce e per ascoltare le vostre proposte, i vostri
consigli affinchè possiamo mantenere questo servizio che da 40 anni offriamo al paese".
1 di 1
24/02/2015 12:17
Tzubame Karate: nove medaglie al "Grand Prix della Lombardia"
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8777
16.02.2015 h 10:18 Di Redazione
Tzubame Karate: nove medaglie al "Grand Prix della Lombardia"
Tre ori, quattro argenti e due bronzi per i ragazzi allenati da Michele Romano e Marco Diani
GREVE IN CHIANTI - Sabato 14 e domenica 15 febbraio la squadra degli atleti della Tzubame di Greve in Chianti, accompagnata dai
Maestri Michele Romano e Marco Diani, si è recata a Lecco per il "Grand Prix della Lombardia", gara nazionale organizzata dalla F.I.K
(Federazione Italiana Karate) organizzata dal Comitato lombardo F.I.K..
Erano presenti per la Tzubame: Jago Masini, Olivia Gentile, Alessandro Sereni, Erika Lepore, Alessandro Gentile, Federico Tatini,
Leonardo Prosperi, Francesca Gentile per la specialità del Kumite; mentre nella specialità del Kata Bianca Vannucci e Federico Tatini.
Anche questa volta i "galletti" chiantigiani si sono fatti onore, conquistando tre ori, quattro argenti e due bronzi.
La gara del sabato era riservata alle categorie dei Giovanissimi fino agli Esordienti, mentre la domenica tutte le categorie degli "azzurrabili":
gli" azzurrabili" sono coloro che tramite le vittorie e i piazzamenti nelle gare del circuito federale, riescono a conquistare i punti validi per la
selezione della squadra nazionale.
La Tzubame aveva solo un'atleta "azzurrabile", Francesca Gentile, che con il secondo posto di domenica si ritrova prima in classifica nella
specialità dello Shobu Ippon Kumite, categoria Cadetti (16-17anni)
Speriamo davvero di vedere Francesca convocata a rappresentare l'Italia ai campionati mondiali Cadetti e Junior, che si svolgeranno il
prossimo novembre in Slovenia.
1 di 1
24/02/2015 12:18
Ripetuti furti di generi alimentari alla Coop di Greve: denunciato 45enne
16.02.2015
h 13:17
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8781
Di Matteo Pucci
Ripetuti furti di generi alimentari alla Coop di Greve: denunciato 45enne
La sua "tattica" era molto semplice: fare normalmente la spesa e poi... svignarsela dalle casse
GREVE IN CHIANTI - Alla fine è scattata la denuncia, in seguito a quello che pare sia stato l'ennesimo furto di generi alimentari ai
danni della Coop di Greve in Chianti.
A venire immortalato dalle telecamere di sorveglianza, e in seguito identificato e rintracciato dai carabinieri della Stazione di Greve
in Chianti, un 45enne extracomunitario, arrivato anni fa dalla ex Jugoslavia, sposato e regolarmente residente a Greve con la moglie.
Non è stato, è bene precisarlo subito, uno di quelli che vengono definiti "furti per fame": l'uomo infatti, così come la moglie, avrebbe
un lavoro e, pur con tutte le difficoltà del periodo, vivrebbe un'esistenza dignitosa.
Nei giorni scorsi l'ultimo furto: l'uomo ha riempito le buste con la spesa e poi, arrivato alle casse, è riuscito a svicolare senza pagare.
Una "tattica" elementare che però pare abbia avuto esiti positivi in altre occasioni.
Riprese però dalle telecamere di sorveglianza, è stato identificato dai carabinieri grevigiani: che lo hanno rintracciato e, nel corso
della perquisizione domiciliare, hanno ritrovato la spesa appena arraffata. Che è stata restituita alla Coop in via Veneto. Per il 45enne
è invece scattata la denuncia per furto.
1 di 1
24/02/2015 12:18
I Pulcini della Grevigiana tornano dalla Francia... con il sorriso
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8782
16.02.2015 h 13:45 Di Redazione
I Pulcini della Grevigiana tornano dalla Francia... con il sorriso
I bambini del 2004 hanno partecipato a un torneo che ha visto la presenza di tantissime squadre europee
GREVE IN CHIANTI - L'A.S.D. Grevigiana, con la squadra dei Pulcini anno 2004, ha partecipato alla "7ème Tournoi AJA Futsal 2015" che
si è svolta presso la città francese di Auxerre, gemellata con il comune di Greve in Chianti.
Il torneo, al quale hanno partecipato squadre proveniente dalla Germania, Polonia e dalla Francia, ha emozionato tutti i partecipanti per il
clima che si è respirato all'interno dei palazzetti dove si è svolto il torneo.
I ragazzi (Daniele Adami, Spartaco Randelli, Leonardo Gimignani, Dior Berisha, Ariol Tafallari, Luca Francini, Tommaso Bianchini e
Jacopo Romiti) accompagnati dall'istruttore Carmelo Garofalo e dal collaboratore Andrea Gimignani, si sono classificati al decimo posto,
mentre il torneo è stato vinto dalla squadra di casa, l'Auxerre.
Il Comune di Greve in Chianti era rappresentato dal vice sindaco Stefano Romiti, papà di Jacopo, portiere della Grevigiana: unitamente alle
personalità presenti della città di Auxerre, ha premiato le squadre che hanno partecipato al torneo.
La bellissima esperienza sarà ricordata, oltre che per l'aspetto sportivo, soprattutto per gli attestati di stima che il gruppo grevigiano (atleti,
genitori e autisti) ha ricevuto dall'entourage francese.
1 di 1
24/02/2015 12:19
Arrivano i controlli gratuiti dell'udito all'Avg di Greve in Chianti
1 di 1
19.02.2015
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8804
h 15:32 Di Redazione
Arrivano i controlli gratuiti dell'udito all'Avg di Greve in Chianti
Dedicati agli over 60: primi due appuntamenti, il 21 e 28 febbraio dalle 9 alle 13
GREVE IN CHIANTI - L'Avg, Associazione Volontariato Grevigiano, in collaborazione con Acustica Fiorentina,
organizza una serie di controlli audiologici dedicati agli over 60.
Completamente gratuiti, si tratta di screening all'udito di carattere preventivo: già fissati i primi due appuntamenti, il
21 e 28 febbraio dalle 9 alle 13. Non serve prendere l'appuntamento, basta presentarsi in quegli orari presso
l'associazione.
24/02/2015 12:20
"A Greve in Chianti il Comune finanzia... il Partito democratico"
1 di 1
19.02.2015
h 18:29
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8806
Di Redazione
"A Greve in Chianti il Comune finanzia... il Partito democratico"
L'accusa del Centrosinistra per Greve in Chianti: nel mirino la presentazione del libro di Lorenzo Becattini
GREVE IN CHIANTI - "Il Partito democratico di Renzi, si sa, è contrario al finanziamento pubblico dei partiti. A Greve in Chianti,
però, dove il nuovo corso renziano ha il volto del sindaco Sottani e della famiglia Saturnini, si cambia passo, e a finanziare il Pd
locale siamo tutti noi cittadini, proprio attraverso il Comune".
E' il durissimo atto d'accusa del gruppo di opposizione Centrosinistra per Greve in Chianti, che poi ne spiega il motivo: "Sabato 14
febbraio si sarebbe dovuta tenere, presso la biblioteca comunale di Greve, la presentazione del libro del deputato democratico
Lorenzo Becattini, “Il nostro primo iPad”. La presentazione fa parte di una serie di iniziative del Comune di Greve (la locandina,
con tanto di logo dell’amministrazione, è pubblicata sul sito istituzionale) per presentare libri ai cittadini".
"Tutte le iniziative - accusano- sono coordinate da amministratori o consiglieri di maggioranza. Una bella passerella promossa e
finanziata con i soldi pubblici, in nome della cultura, che noi pensiamo debba invece essere patrimonio di tutti".
"Ma la presentazione del libro di Becattini - rilanciano - poi rinviata al 21 marzo per impegni del deputato alla Camera, va ben oltre.
Come pubblicato dallo stesso autore sul proprio profilo Facebook, il ricavato della vendita dei libri durante la presentazione “va a
finanziare il Pd Greve in Chianti”".
"Becattini - chiariscono - lo fa, legittimamente, in ogni occasione di presentazione del suo libro. Solo che altrove l’iniziativa è
organizzata e pagata dal partito. A Greve no. Ricordiamo che per organizzare queste iniziative, l’amministrazione utilizza soldi
pubblici per stampare locandine e manifesti, risorse umane e strumentazioni pubbliche, locali pubblici. Becattini ha poi cancellato
questa frase, forse consapevole di aver fatto una pesante gaffe".
"Ci auguriamo - concludono - che i nostri amministratori si siano resi conto del brutto incidente provocato, e che sabato prossimo la
presentazione del libro, a cui auguriamo grande successo, sia l’occasione per chiedere scusa ai cittadini. E magari donare i soldi
ricavati dalla serata alla biblioteca. Pubblica".
24/02/2015 12:20
Libro Becattini, Saturnini: "Dal Centrosinistra accuse... sul nulla"
1 di 2
20.02.2015
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8818
h 16:07 Di Matteo Pucci
Libro Becattini, Saturnini: "Dal Centrosinistra accuse... sul nulla"
Il presidente del consiglio comunale replica all'opposizione, che accusa il Comune di sostegno al Pd
GREVE IN CHIANTI - E' il presidente del consiglio comunale di Greve in Chianti Giulio Saturnini (in foto), in
qualità di coordinatore della presentazione del libro del parlamentaare Pd Lorenzo Becattini ("Il nostro primo Ipad"),
che si sarebbe dovuta svolgere sabato 14 febbraio (rimandata al 21 marzo per impegni istituzionali), a rispondere alle
accuse del Centrosinistra per Greve in Chianti.
Che, senza mezzi termini, ha accusato il Comune di Greve in Chianti di organizzare, con soldi pubblici, un'iniziativa a
sostegno del Pd (clicca qui per leggere l'articolo).
24/02/2015 12:21
Libro Becattini, Saturnini: "Dal Centrosinistra accuse... sul nulla"
2 di 2
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8818
"Dispiace - esordisce Saturnini - dover rispondere a chi lancia accuse, anche gravi, sulla base del nulla. Nello
specifico: nessuno, né il Pd di Greve né tantomeno il Comune (e ci mancherebbe altro) ha mai detto, scritto o pensato
che gli eventuali ricavi dei libri venduti in sede di presentazione del libro sarebbero andati a finanziare il partito".
"Non appena mi è stata fatta notare - ricorda - in quanto coordinatore della presentazione, la frase postata sul profilo
Facebook dell’onorevole Becattini (che legittimamente in altre presentazioni organizzate dal partito ha devoluto i
proventi ai circoli locali) ho chiamato personalmente per farla togliere, dal momento che la presentazione, appunto,
non era organizzata dal Pd ma dal Comune".
"Una svista insomma - minimizza Saturnini - nulla di più! D’accordo con l’autore (che, si badi bene, conserva sempre
il sacrosanto diritto di devolvere i proventi della propria opera come meglio crede), saremo ben felici di donare
l’intero ricavato delle vendite alla biblioteca comunale".
"Piccola nota a margine - tiene a dire - questo modo di fare opposizione, volto a dipingere il marcio anche dove non
ce n’è traccia (o a farlo intuire attraverso allusioni e ipotesi di complotto), ha come unico risultato quello di minare la
credibilità della politica (anche locale) agli occhi di cittadini già ampiamente sfiduciati, alla faccia di chi ci si è invece
buttato per passione e spirito civico".
"Un atteggiamento questo - precisa ancora - esemplificato anche dalla descrizione della serie di presentazioni di libri
come una “passerella” , anziché come un’occasione di crescita e di dibattito".
"I consiglieri della Lista Pecorini - conclude - dovrebbero però sapere, visto che sono in politica da ben più tempo
rispetto al sottoscritto, che questo stile in genere non porta a grandi risultati, specie per chi alza i toni fino a questo
punto. L'appuntamento con la presentazione del libro è per sabato 21 marzo".
24/02/2015 12:21
Chianti Classico Collection 2015: denominatore comune Gallo Nero
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8770
15.02.2015 h 11:04 Di Redazione
Chianti Classico Collection 2015: denominatore comune Gallo Nero
Il 17 e 18 alla Stazione Leopolda si lancia anche la grafica con i volti di 149 produttori
CHIANTI - Together è lo slogan scelto dal Consorzio Vino Chianti Classico per promuovere l’evento Chianti Classico Collection 2015, in
programma martedì 17 e mercoledì 18 febbraio alla Stazione Leopolda di Firenze, dove la coesione sarà la protagonista e la diversità è intesa
come ricchezza.
Contestuale il lancio di una nuova grafica, che rappresenta - appunto - i volti dei 149 produttori della Collection: dal nobile al vigneron, dal
blogger al capitano di industria, dallo straniero appassionato al giovane imprenditore.
Partendo dalla nuova immagine (un mix di ritratti fotografici all’interno della silhouette del Gallo), la kermesse sarà l’occasione per un
dibattito (17 febbraio alle 12) condotto da Nicola Porro, sul valore della coesione e del confronto fra i produttori vitivinicoli, in particolare
quelli del Chianti Classico.
Qualunque sia il produttore, il denominatore comune è sempre lo stesso: l’appartenenza al Consorzio più antico d’Italia che “unisce” aziende
di dimensione ed estrazione diverse (circa 600) sotto lo stesso simbolo, il Gallo Nero.
Un marchio inconfondibile che dal 2005 rappresenta l’intera denominazione Chianti Classico e che esprime l’energia e l’eleganza del prodotto
stesso.
La vera forza del Chianti Classico è quindi l’unione nella diversità: tante storie ed esperienze differenti che ogni giorno danno vita a
interpretazioni diverse di un vino e di un territorio, ma tutte unite dall’inconfondibile dna che il terroir del Gallo e il suo Sangiovese
restituiscono ai vini di questa storica DOCG.
Il marchio del Gallo Nero che rappresenta tutte le anime del Chianti Classico è stato oggetto di una recente rivisitazione grafica tesa a renderlo
più moderno e protagonista su ogni bottiglia: con forme più efficaci, non si trova più nella fascetta di Stato ma in posizione frontale sul collo o
in retro-etichetta.
1 di 1
24/02/2015 12:21
Il Gallo Nero vola in alto, segnali positivi anche nel 2014: vendite +5%
17.02.2015
h 13:56
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8790
Di Redazione
Il Gallo Nero vola in alto, segnali positivi anche nel 2014: vendite +5%
Dati incoraggianti dalla Collection 2015: oltre l’'80% del prodotto che esce dai confini nazionali
CHIANTI - Nel 2014 le vendite complessive del Gallo Nero sono salite del 5%, merito di un’ulteriore crescita delle esportazioni che
nel 2014 hanno toccato quota 82%, la più alta di sempre. In consistente aumento anche il prezzo del Chianti Classico sfuso: circa il
30% in più del 2013.
Questa, in sintesi, la fotografia del Chianti Classico, una delle denominazioni di riferimento della Toscana, che presenta in questi
giorni, alla Chianti Classico Collection, l’anteprima delle annate 2014, 2013 e della Riserva 2012, oltre ai nuovi prodotti certificati
Gran Selezione.
In un periodo di forte regresso dei consumi interni e dopo gli anni neri della crisi mondiale del biennio 2008-2009 la crescita delle
vendite nel 2014 (+5% con circa 264.000 ettolitri di venduto) è da considerarsi un grande successo, anche perché realizzata in un
contesto di mercato difficile per i grandi rossi toscani.
1 di 2
24/02/2015 12:22
Il Gallo Nero vola in alto, segnali positivi anche nel 2014: vendite +5%
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8790
La crescita delle vendite è stata accompagnata da un consistente rialzo del prezzo dello sfuso e da una progressiva riduzione degli
stock di giacenze, oggi riportati ad un livello di equilibrio.
“Siamo molto soddisfatti dell’andamento del mercato - afferma Giuseppe Liberatore (in foto a destra), direttore generale del
Consorzio - un risultato che almeno in parte è stato determinato dall’effetto traino generato dalla Gran Selezione, la nuova tipologia
di Chianti Classico presentata agli operatori esattamente un anno fa".
"Con l’introduzione della Gran Selezione - prosegue - il Chianti Classico ha dato al mercato un deciso segnale sulla volontà di
accrescere il livello qualitativo della denominazione, e questa scelta ha sicuramente influenzato positivamente l’immagine del
prodotto e le vendite. Oggi la Gran Selezione costituisce il vertice qualitativo del Chianti Classico, con vendite che si attestano
intorno al 4% del totale, ma ha dato e darà un impulso fondamentale a tutto il Chianti Classico. Si tratta - prosegue il direttore - di
una tipologia che abbiamo fortemente voluto e che ha qualificato ulteriormente la nostra offerta".
"Un grande vino - conclude Liberatore - che ha già riscosso grandi successi di critica e l’apprezzamento del pubblico internazionale,
che in breve tempo si è posizionato nella sfera delle eccellenze enologiche mondiali”.
Sul fronte della penetrazione commerciale i dati mostrano il Gallo Nero presente in oltre 60 Paesi di tutti i continenti, ma con una
spiccata concentrazione nei suoi mercati storici che, anche in un periodo di crisi come quello attuale, si sono dimostrati i più
generosi.
L’export, ancora in crescita nel 2014, rappresenta l’82% dello sbocco commerciale del Chianti Classico, mentre il mercato interno
assorbe il 18% delle vendite.
La contrazione delle vendite sul mercato interno è segno dei tempi, influenzato sia dalla congiuntura economica che dalla progressiva
tendenza alla regionalizzazione dei consumi, ma già gli ultimi mesi del 2014 hanno registrato una fase di assestamento se non
addirittura di leggera ripresa.
Anche per il 2014 gli Stati Uniti si confermano il primo mercato del Chianti Classico assorbendo circa il 31% delle vendite totali,
seguiti dalla Germania con il 12%, dal Canada con il 10%, da Regno Unito, Svizzera e Giappone con il 5%, dai Paesi Scandinavi al
4%, da Benelux, Cina e Hong Kong al 3%, e infine dalla Russia con l’1% e da altri Paesi al 3%.
La performance del Chianti Classico è in linea con le tendenze complessive del comparto enologico italiano, con gli Usa che si
confermano un mercato strategico per le vendite del Gallo Nero.
Un “ritorno al passato” solo apparente, visto che il mercato americano continua ad essere “innamorato” del vino italiano e prima
degli altri, di quello toscano. Inoltre si segnala una nuova crescita del secondo mercato “storico” per il Chianti Classico, quello
tedesco.
Dopo una serie di annate caratterizzate da vendemmie quantitativamente molto scarse, la produzione 2014 di Chianti Classico ha
raggiunto i 290.000 ettolitri, registrando un incremento di oltre il 10% sul 2013 e riportandosi nella media degli ultimi 20 anni. I soci
del Consorzio Vino Chianti Classico sono 566, di cui 371 costituiti da imbottigliatori.
Nel mondo del vino il Chianti Classico può essere a ragione definito come un vero e proprio “distretto” e contare su numeri da
“grande impresa”, con un fatturato globale stimabile in oltre 600 milioni di euro, un valore della produzione vinicola imbottigliata di
circa 360 milioni di euro e infine un valore della produzione olivicola pari a 10 milioni di euro.
2 di 2
24/02/2015 12:22
Meningite B: vaccino dal pediatra anche se non si è suoi pazienti
1 di 2
18.02.2015
h 10:32
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8793
Di Redazione
Meningite B: vaccino dal pediatra anche se non si è suoi pazienti
Sul sito web www.asf.toscana.it l'elenco di tutti i pediatri che hanno aderito alla richiesta dell'Asl
FIRENZE - Per facilitare ancor più la vaccinazione antimeningococco B introdotta dalla Regione Toscana nel nuovo calendario
vaccinale per tutti i bambini nati dopo l'1 gennaio dello scorso anno, Azienda sanitaria di Firenze e Federazione dei medici pediatri
(Fimp) hanno integrato l’accordo siglato nei giorni scorsi che consente ai medici aderenti la possibilità di effettuare nei loro
ambulatori la vaccinazione oltre che ai propri assistiti e a quelli dei pediatri facenti parte della stessa Associazione, anche a tutti a
tutti i soggetti in età pediatrica residenti nella Asl 10.
I medici che hanno aderito all’accordo in tutto sono 66, su un totale di 107 pediatri di famiglia presenti nel territorio dell’Azienda
sanitaria di Firenze, il 62% circa.
Nel dettaglio sono 5 pediatri nel quartiere 1 di Firenze, altrettanti nel quartiere 2, solo 3 nel quartiere 3, ben 7 nel quartiere 4 e
addirittura 8 nel quartiere 5.
24/02/2015 12:22
Meningite B: vaccino dal pediatra anche se non si è suoi pazienti
2 di 2
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8793
E poi 4 fra Barberino di Mugello, Scarperia e Borgo San Lorenzo, uno ciascuno a Dicomano e Vicchio, e un altro fra Marradi e
Firenzuola. Quindi 4 a Scandicci, 5 fra Signa e Lastra a Signa ed altrettanti a Campi Bisenzio così come fra Calenzano e Sesto
Fiorentino, 1 a Vaglia, 3 a Bagno a Ripoli, uno a Greve in Chianti e un altro che opera a San Casciano, Tavarnelle e Barberino Val
d'Elsa. Fra Pontassieve, Pelago e Rufina ce ne sono 2, fra Reggello, Rignano, Incisa e Figline 4.
L’elenco completo dei medici che hanno aderito all’iniziativa, suddiviso per Comune, è consultabile sul sito internet dell’Azienda
sanitaria di Firenze all’indirizzo www.asf.toscana.it nella colonna centrale alla voce “News servizi”.
Per i bambini nati dopo l'1 gennaio 2014 il vaccino è gratuito, mentre per quanti sono nati prima di quella data e intendono
comunque preservarsi dal possibile attacco di quel virus per il quale in precedenza non esisteva il vaccino c’è un contributo di
compartecipazione che proprio in questi giorni è sceso da 71 a 55,60 euro, ai quali si aggiunge il compenso libero professionale del
pediatra.
La vaccinazione antimeningococco B viene effettuata in quattro sedute per i bambini fino a 1 anno, che diminuiscono con
l’aumentare dell’età.
È inoltre attivo dalle 15 alle 18, dal lunedì al venerdì, il numero dedicato (lo 0556939580 dotato di casella vocale) al quale è
possibile telefonare per prendere un appuntamento nei sette ambulatori pubblici dive vengono eseguite le vaccinazioni: piazza
Dallapiccola e via Canova a Firenze, e poi Scandicci, Campi Bisenzio, Grassina, Figline e Borgo San Lorenzo.
24/02/2015 12:22
Influenza 2014/2015: 48 casi gravi in Toscana. Fra cui 9 decessi
1 di 1
20.02.2015
h 09:15
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8807
Di Redazione
Influenza 2014/2015: 48 casi gravi in Toscana. Fra cui 9 decessi
Il picco sembra passato, ma l'incidenza (a causa delle diminuzione dei vaccini) rimane maggiore rispetto all'anno
scorso
TOSCANA - Sono 48 i casi gravi e 9 i decessi registrati fino ad oggi in Toscana per l'influenza. In questa settimana, comunque, la
morbosità per sindrome influenzale è in calo, come risulta dal sito Cirinet, il Centro interuniversitario di ricerca sull'influenza e altre
infezioni trasmissibili con sede a Genova..
Nella stagione 2014-2015, i casi gravi di influenza (con sindromi respiratorie e cardiovascolari) sono stati 48: di questi, 35 di
AH1N1; 5 di AH3N2; 5 di 8A (non tipizzabile).
Questa la suddivisione dei casi gravi per classi di età: 2 da 0 a 4 anni; 2 da 15 a 24; 2 da 25 a 34; 6 da 35 a 44; 11 da 45 a 54; 9 da 55
a 64; 16 oltre i 65 anni.
I decessi sono stati 9: 6 per AH1N1; 2 per AH3N2; 1 A/non tipizzabile. Questa la suddivisione dei decessi per classi di età: 2 da 45 a
54 anni; 2 da 55 a 64; 5 oltre i 65 anni.
Quanto alla curva, dopo aver toccato il picco di 10 casi su 1.000 abitanti, la scorsa settimana, questa settimana la sindorme
influenzale è in fase discendente e si avvicina a 8 casi su 1.000 abitanti.
Dall'inizio del 2015, comunque, la diffusione è stata molto più alta rispetto alla passata stagione 2013-2014, quando il picco massimo
raggiunto era stato di 4 casi ogni 1.000 abitanti.
24/02/2015 12:23
Waste-less: in Chianti uno dei migliori progetti ambientali d'Europa
20.02.2015
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8809
h 09:51 Di Redazione
Waste-less: in Chianti uno dei migliori progetti ambientali d'Europa
Oscar green per il progetto che riesce a ridurre i rifiuti fino a 150 Kg annui pro capite
CHIANTI FIORENTINO - Waste-less in Chianti conquista la Comunità europea. Sulla filosofia vocata al consumo
consapevole delle risorse, sui molteplici obiettivi orientati alla riduzione degli imballaggi, sulle innumerevoli azioni
concrete e capillari per l’introduzione di un nuovo stile di vita nelle scuole, tra gli esercizi pubblici e nel tessuto
economico e produttivo locale, hanno messo gli occhi gli esperti della CE tanto da selezionare e premiare il progetto
come uno dei migliori su scala europea nel settore ambientale.
Una sorta di Oscar green oltreconfine che permette all’iniziativa, messa in rete dalla Provincia di Firenze e dai
Comuni del Chianti, di conquistare un podio di alto profilo e piazzarsi tra i migliori 22 progetti ambientali "Best Life
Ambiente", già selezionati tra i 102 progetti valutati nel corso del 2014, insieme ad altri 9 progetti italiani.
Meno rifiuti e imballaggi di plastica fino a 150 Kg annui pro capite. E’ questo l’obiettivo ampiamente raggiunto dai
Comuni grazie al programma di azioni del progetto “Wasteless in Chianti”, iniziativa pilota che ha messo in rete
quattro Comuni del Chianti, legati da un comune modello di sostenibilità ambientale.
Partito nel 2011, il progetto ha attuato un programma integrato di azioni per la prevenzione e la riduzione dei rifiuti
1 di 2
24/02/2015 12:23
Waste-less: in Chianti uno dei migliori progetti ambientali d'Europa
http://www.gazzettinodelchianti.it/stampa-articolo.php?id_articolo=8809
nel territorio del Chianti. Tra gli interventi la dotazione di erogatori di acqua di alta qualità nelle scuole.
Realizzati con il contributo della Provincia di Firenze, i fontanelli sono stati installati in decine di edifici scolastici.
“Il risultato ci riempie di soddisfazione - commentano gli assessori all’ambiente dei Comuni di Barberino, Tavarnelle,
San Casciano e Greve Giannino Pastori, Marco Rustioni, Consuelo Cavallini e Stefano Romiti - il merito di
Waste-less è quello di essere riuscito a radicarsi nella quotidianità, ad esprimersi sotto più profili coinvolgendo a vari
livelli le diverse fasce degli stakeholders".
"Oltre agli erogatori - ricordano - abbiamo distribuito ecoborracce a centinaia di studenti, ci siamo dotati di un
regolamento per la gestione dei rifiuti nelle sagre e nella manifestazioni in modo da vietare l'uso di posate "usa e
getta", abbiamo approvato un nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti urbani che introduce sanzioni per i
conferimenti errati dentro e fuori i cassonetti, abbiamo organizzato iniziative in piazza invitando i cittadini a svuotare
la soffitta, ci siamo dotati di un centro del riuso che ha sede a San Casciano”.
Il progetto riceverà una targa "Best Life Ambiente" nel corso di una cerimonia di premiazione che si terrà il 4 giugno,
nell'ambito delle iniziative della "Green week", organizzata dalla Commissione Europea (DG Ambiente).
Gli Stati Membri stanno ulteriormente valutando i migliori progetti di quest'anno al fine di selezionare i 5 "Best of the
Best" progetti LIFE Ambiente.
2 di 2
24/02/2015 12:23

Documenti analoghi