Siamo sulla strada giusta, dobbiamo crederci

Commenti

Transcript

Siamo sulla strada giusta, dobbiamo crederci
«Siamo sulla strada giusta, dobbiamo crederci»
Il presidente Stefano Sardara è ottimista e ribadisce: «Pasquini non si tocca, è fuori discussione»
» SASSARI
Il presidente della Dinamo Stefano Sardara incassa la vittoria
su Torino senza trionfalismi,
con lo sguardo insieme al passato, al presente e al futuro, indissolubilmente legati: «I problemi
di questo periodo fanno parte
dei rischi di un nuovo ciclo, che
come tutte le corse ha i suoi
ostacoli. E' stato un dicembre faticoso, ma siamo fiduciosi e occorre che tutti siamo consapevoli del fatto che il progetto è
giusto».
Il coach è stato messo in discussione «E' normale che in situazioni come queste ci siano
degli imputati e solitamente il
coach è il primo - prosegue -,
ma Pasquini è fuori discussione. Ha dovuto affrontare una situazione particolare, ha avuto
la sfortuna di prendere 4 sconfitte ravvicinate di un solo punto
che ci hanno creato un trauma.
Stiamo riuscendo a venirne fuori e oggi quella che mi porto a casa non è solo una vittoria larga.
In un contesto come quello della gara con Torino, da mors tua
vitamea, la squadra ha reagito e
ha reagito anche bene. E questo
vuol dire tante cose: che gli elementi li ha, le caratteristiche le
ha, la squadra il coach e la società sono un tutt'uno. Insomma
guardiamo avanti con serenità,
ricordandoci sempre che facciamo pallacanestro. Una vittoria
va festeggiata come si festeggia
una vittoria, così come quando
si perde non abbiamo una bomba che ci esplode in casa. Dispiace, ovviamente, ma abbiamo solo perso una partita di basket».
Antonello Palmas
Stefano Sardara (a sinistra) in panchina nel match contro Torino