Newsletter Italia Romania n° 1 - 2008

Commenti

Transcript

Newsletter Italia Romania n° 1 - 2008
Newsletter Italia Romania n° 1 - 2008
Comune di Asti Sportello Europa Piazza Catena 3—14100 ASTI - ITALIA
tel 0141 399238 fax 0141 399302 e-mail: [email protected]
www.comune.asti.it
IL PROGETTO "COMUNI IN RETE
ITALIA-ROMANIA"
LA CITTA' DI DETA
Grazie ad un finanziamento regionale, il Comune di Asti
ha iniziato quest'anno una cooperazione istituzionale
con la Città di Deta, situata nella regione di Timis Torontal a circa 40 km di distanza da Tomisoara. La presenza
sul territorio della provincia di Asti di una numerosa comunità romena, che ad oggi conta più di 4.500 persone, altamente integrata nella vita sociale e culturale locale, ha favorito la scelta da parte del Comune di Asti
di promuovere un progetto di cooperazione in Romania,
paese recentemente entrato a far parte dell’Unione Europea. Il progetto prevede di trasferire presso il Comune
di Deta una tecnologia già sperimentata dal Comune di
Asti che consente di gestire il modo semplice i contenuti
di un sito internet anche da parte di personale non specializzato. Personale tecnico dei Sistemi Informativi del
Comune di Asti insegnerà ai tecnici del Comune di Deta
il funzionamento di questa procedura, attraverso un corso di formazione che gli amici romeni seguiranno in Italia
a spese del progetto. Questa tecnologia consentirà al
Comune di Deta di migliorare la comunicazione con i
cittadini e con i Comuni dell'area circostante, favorendo
sia l'attività amministrativa che la promozione del territorio e il turismo. La collaborazione fra i due enti favorirà
inoltre lo scambio di informazioni e competenze anche
nei campi della gestione dei progetti internazionali. Nelle
successive edizioni del giornalino vi terremo aggiornati
sugli sviluppi delle attività.
La Città di Deta, situata al centro dell’area della microregione di Timis Torontal, presenta caratteristiche ottimali per la realizzazione dell’intervento proposto. La
regione di Timis Torontal, che fa parte del distretto di
Timis (capoluogo Timisoara) conta complessivamente
51.409 abitanti e copre un territorio di 1.477 Km quadrati. Il Comune di Deta è il più popoloso (6.582 ab).
L’ultimo dato di censimento della popolazione risale al
2002 e mostra che la popolazione della Città di Deta è
formata per il 69,49 % da persone di nazionalità romena, il 16,44 % magiara, il 5,54 % tedesca, il 4,34 % serba e 3,44 % tzigana (il restante 0,75 % è rappresentato
da altre nazionalità). Il secondo comune più popoloso
dell’area è Gataia (6446
ab), seguito da Ciacova
(5164 ab), mentre i rimanenti comuni oscillano
fra i 1.500 e i 3.000 abitanti. Si tratta di piccoli
comuni che basano la
proprie economia prevalentemente
sull’agricoltura e non
hanno ancora sviluppato
idonee politiche di promozione del territorio ai
fini turistici
Multumita unui finantiament regional, Primaria din Asti a
inceput in acest an o cooperare institutionala cu orasul
Deta, situat in judetul Timis Torontal la circa 40 km. distanta de Timisoara. Prezenta pe teritoriul de la Provincia di Asti de o numeroasa comunitate romaneasca, care astazi consta in 4.500 de persoane, integrata in viata
sociala si culturala locala, a favorit alegerea din partea
Primariei din Asti de promovare un proiect de cooperare
in Romania, tara intrata recent in Comunitatea Europeana. Proiectul prevede de transferire la Primaria din Deta
o tehnologie deja experimentata de Primaria din Asti
care permite de folosire in modul simplu continutul unui
sit internet si de catre personal nu specializat. Personalul tehnic de la Sistemul Informativ de la Primaria din Asti
va invata tehnicii de la Primaria din Deta, cum functioneaza aceasta procedura,printr-un curs de formare pe care prietenii romani il vor frecventa in Italia pe cheltuiala
proiectului. Aceasta tehnologie va consimti Primariei din
Deta de imbunatatire comunicarea cu cetatenii si cu primariile din imprejurimi, favorand atat activitatea administrativa cat si promovarea teritoriului si turismului. Colaborarea intre cele doua institutii favorizeaza schimbul de
informati si competente in campul de la gestiune de
proiecte internationale. In succesivele editii de ziar va
tinem la curent cu desfasurarea activitatii.
Orasul Deta
Orsul Deta, situat in centrul judetului Timis, prezinta
caracteristici optime pentru realizarea interventului propus.Judetul Timis cu capitala la Timisoara numara aproximativ 51.409 de locuitori si acopera un teritoriu de
1.477 km. patrati. Orasul Deta ii cel mai populat (6.582
loc.).Ultimul recensamant a fost facut in 2002 si din
aceste date reiasa ca populatia este formata din
69,49%de persoane de nationalitate romana, 16,44%
unguri, 5,54% nemti, 4,34% sarbi, si 3,44% tigani
(restul 0,75% este raprezentat de alte nationalitati). Al
doilea oras mai populat din imprejurimi este Gataia
(6.446loc.), precedut de Ciacova (5.164loc.), in schimb
orasele ramase oscileaza intre 1.500 si 3.000 de locuitori. Este vorba de putine orase care isi bazeaza propria economie cu prevalenta pe agricultura si nu au
inca dezvoltat politici potrivite pentru a promova teritoriul pentru scopuri turistice.
La Pasqua romena Ortodossa
Siamo di nuovo nel periodo della Santa Pasqua e come al solito dobbiamo riflettere insieme sul senso del
significato cristiano di questa festa. Celebrare la Santa Pasqua è per noi tutti un occasione per sentirci più
vicini a Gesù ma nello stesso tempo molto vicini l’ uno
con l’altro, rafforzando il legame tra noi esseri umani.
La Pasqua ortodossa per i romeni e' molto importante; la data
della Pasqua romena non coincide con quella cattolica, perché
la Chiesa ortodossa utilizza per
il calcolo il calendario giuliano
anziche'quello gregoriano. Pertanto la Pasqua ortodossa cade circa una settimana dopo quella cattolica.
Il sabato prima di Pasqua si colorano le uova di rosso
e si confezionano i panettoni. La sera si va in chiesa a
prendere la LUCE: questo rito consiste nell'aspettare
il PRIORE fino alla mezzanotte; si accenderanno
quindi con la sua candela le candele di tutti. Alle cinque della domenica si torna in chiesa a prendere il
pane e il vino per celebrare la Santa Pasqua a casa,
quando la mattina tutti si svegliano. Per il pranzo di
Pasqua si prepara un piatto per ricordare i cari defunti: il cibo deve essere sufficiente per offrirlo a chiunque bussi alla porta. Dopo mangiato si continua a bere vino rosso e si cominciano a rompere le uova tutti
insieme con gli altri membri della famiglia. Anche
Ne aflam din nou
in perioada Sfintelor Pasti si ca de
obicei, se cuvine
sa cugetam impreuna la unul din
intelesurile care ni
le da cel mai mare
semnificat al crestinitatii. Sarbatorirea Sfintelor Pasti este pentru noi
toti un prilej de a ne simti una cu Isus, dar in acelasi
timp foarte aproape de toti ceilalti. E unul din momentele pe care il traim cu intensi tate cand simtim cat
este de reala legatura dintre noi oamenii.
Si in acest an asociatia “ Colori del Mondo” a organizat
sarbatorirea Sfantului Paste Romanesc Ortodox. Acesta este al patrulea an ca sarbatorim Nasterea Domnului pentru romanii de religie ortodoxa, si considerat
interesul care creste, la fel si participarea, presedinta
Alina Iacobescu, a multiplicat fondurile economice
pentru a putea organiza sarbatoarea si mai frumoasa.
Este invitat si Domnul Primar si la autoritatile din Provincia. Pe durata sarbatorii, ca de obicei, vor fi servite
specialitati tipice romanesti(sarmale, oua si cozonac).
quest’anno, l’associazione “I Colori del Mondo”, ha
organizzato i festeggiamenti per la Pasqua romena di
rito Ortodosso. Tanti amici, già da parecchi mesi ci
chiedevano se, anche quest’anno l’avremmo organizzata. Questo è il quarto anno e, considerato il crescente interesse e la crescente partecipazione, la presidente Alina Iacobescu ha reperito maggiori fondi
rispetto a quelli stanziati negli anni scorsi per poter
allestire un’edizione ancora più bella. L’invito è stato
esteso al Signor Sindaco ed alle autorità di tutta la
Provincia. Durante la festa, come di consueto verranno servite alcune specialità ( sarmale, uova ed un dolce tipico )! Tanti compatrioti romeni arriveranno come
al solito da tutta la provincia ed altrettanti amici
italiani che ci onoreranno
con la loro presenza. La
festa sarà allietata da
musiche popolari della
nostra cara Romania.
Siamo certi che, come
sempre, riusciremo a divertirvi ed a farvi sentire a casa. La pasqua verrà festeggiata domenica 27 aprile
dalle ore 15 alle ore 19. Programma: Saluto della presidente Alina Iacobescu, eventuale intervento autorità
invitate, distribuzione specialità alimentari accompagnata
da
musiche
popolari
romene.
Sper ca vor participa multi prieteni romani din toata
Provincia si la fel de multi prieteni italieni care de obicei ne-au onorat cu prezenta lor. Ca si in ceilalti ani
sarbatoarea va fi inveselita de muzica populara romaneasca. Suntem siguri ca vom reusi inca o data sa va
facem sa va simtiti ca la voi
acasa. Cristos a Inviat
Sfintele Pasti va fi sarbatorit
duminica 27 aprilie, incepand
cu orele 15 pana la orele 19.
Programul consta in salutul
presedintei Alina Iacobescu
si un eventual intervent de
autoritatile invitate, servim
specialitati alimentare insotite de muzica populara romaneasca.
Vertice nato a Bucarest
Dal 2 al 4 aprile 2008 i Capi di Stato e del Governo delle 26 nazioni aderenti alla NATO, i partner ed altri rappresentanti delle maggiori istituzioni internazionali si
sono incontrati a Bucarest (Romania), per discutere
circa l'allargamento della NATO e le operazioni in
Afghanistan e Kosovo. Il Vertice ha incluso incontri dei
massimi livelli NATO, come: il Consiglio Nord-Atlantico
(NAC), il Consiglio della Società Euro-Atlantica (EAPC),
il Consiglio NATO-Russia, la Commissione NATOUcraina (NUC).Nell'agenda del Vertice l'allargamento
della NATO è stato uno dei punti prioritari. I leader alleati hanno preso in considerazione l'adesione alla NATO
dei paesi aspiranti in linea con gli standard basati sul
rendimento, che contribuiscono alla sicurezza EuroAtlantica. Quanto all’Afghanistan, si è potuto registrare
“una grande unità di posizioni”, sul fatto che l’aspetto
militare “è solo un punto, e non il più importante”, della
strategia della Comunità internazionale. I leader
dell’Alleanza Atlantica riuniti a Bucarest per la seconda
giornata del vertice Nato hanno approvato un documento strategico sull’Afghanistan. Nel documento viene
definita la visione strategica per l’Afghanistan, dove l'Alleanza Atlantica è impegnata nella sua missione più
In 2-4 aprilie 2008 sefii de stat si de guvern de 26 de
natiuni care au aderit la NATO, partenerii si reprezentantii de cele mai importante institutii internationale s-au
intalnit la Bucuresti (Romania), pentru a discuta largirea
de la NATO si de operatiunile in Afganistan si Kosovo.
Intalnirea a inclus intalniri de inalt livel ca de exemplu:
Consiliul Nord -Atlantic (NAC), Cosiliul de la Societatea
Euro- Atlantica(EAPC), Consiliul NATO -Rusia, Comisia
NATO-Ucraina(NUC). In agenda intalnirii largirea de la
NATO a fost unul dintre punctele prioritare. Liderii aliati
au luat in considerare adeziunea la NATO de tarile aspirante, in linie cu standardurile bazate pe avantajul ca
acestea contribuie la siguranta Euro- Atlantica. In ceea
ce piveste Afganistan s-a inregistrat "o mare unitate de
pozitii" pentru faptul ca aspectul militar "ii numai un
punct si nu cel mai important" de la strategia de la Comunitatea internationala.In a doua zi liderii de la Alianta
Atlantica reuniti la Bucuresti, au aprobat la intalnirea
NATO, un document strategic pentru Afganistan. In document vine definita viziunea strategica pentru Afganistan, unde Alianta Atlantica va fi ocupata in misiunea sa
cea mai importanta. In test se cere celor 26 de tari
membre, pe langa cele 14 care nu apartin la NATO,
care iau parte la misiunea Isaf, "de mentinere un angajament pe termen lung aprobat pentru Afganistan". Cele
26 de tari membre in acest fel se angajeaza de a susti-
importante. Nel testo si chiede ai 26 paesi membri, oltre
che ai 14 non Nato che prendono parte alla missione
Isaf, di “mantenere un impegno a lungo termine condiviso sull'Afghanistan”. I 26 Paesi membri si impegnano
così a sostenere lo sviluppo delle forze afghane, coordinare gli sforzi militari e civili, aumentare la cooperazione
con i paesi vicini dell'Afghanistan, specialmente con il
Pakistan. Agli alleati si chiede, inoltre, di assicurare
“massima possibile flessibilità” all'uso della forza da parte dei comandanti tattici di Isaf sul teatro, e a riempire le
lacune, in termini di uomini e mezzi, che ancora mantiene la missione Isaf. Nella dichiarazione i leader si impegnano inoltre a mettere a disposizione degli afghani le
unità di addestramento e a provvedere gli equipaggiamenti necessari “per raggiungere l’obiettivo di un esercito afghano effettivo di 80 mila uomini entro il 2010”. Nel
terzo e ultimo giorno del Vertice Nato di Bucarest si sono riunite la Commissione Nato– Ucraina e il Consiglio
Nato–Russia. I 26 leader dell’Alleanza hanno incontrato
il Presidente dell’Ucraina, Viktor Yushchenko, per tracciare la linea di una futura partnership e il Presidente
della Federazione Russia, Vladimir Putin, per la seconda volta dopo il Vertice di Pratica di Mare del 2002.
(Fonte: Governo Italiano)
ne dezvoltarea fortelor afgane, coordinand fortele armate si civile, crescand cooperarea cu tarile vecine cu Afganistan in special cu Pakistan. La aliati se cere de asigurare "o maxima posibilitate flexibila" in folosirea fortei
din partea comandantilor tactici di Isaf in teatru, de a
umple gaurile cu oameni si mijloace, care inca mentin
misiunea Isaf. In declaratii liderii se angajeaza, de a
pune la dispozitia afganilor unitatile de instruire si prevedere echipajul necesar "pentru a ajunge obiectivul
de o armata afgana, un efectiv de 80 de mii de oameni
pana in 2010". In a treia si ultima zi,la reuniunea NATO
de la Bucuresti s-au reunit Comisia NATO-Ucraina si
Consiliul NATO- Rusia. Al 26 lider de la Alianta a intalnit
presedintele de la Ucraina, Viktor Yushchenko, pentru a
trasa linia viitoare de partener si Presedintele de la Federatia Rusa, Vladimir Putin, pentru a doua oara dupa intalnirea de la Pratica di Mare din 2002.
(Sursa: Guvernul italian)
Informazioni Utili e Curiosità Informatii utile si curiozitati
Asti- Trasferimento uffici comunali. Dal mese di Marzo è iniziato il trasloco degli uffici comunali da P.za San
Secondo e altre sedi a P.za catena n°3 ex Palazzo di Giustizia.
Gli uffici che hanno cambiato sede sono: Lavori Pubblici, Sistemi Informatici, le Risorse Umane, Sportello Europa,
il settore Ambiente e la Sicurezza sul Lavoro, prossimamente si trasferiranno l’Istruzione, il Decentramento e
l’Urbanistica attualmente in p.za Vittorio Veneto.
Con gli ultimi trasferimenti i cittadini troveranno gli uffici comunali, tra cui l’Anagrafe, la Ragioneria e lo Sportello
Unico per le imprese, concentrati nello stesso edificio compreso tra via Natta, p.za Catena e via De Amicis.
Asti- Transferul birourilor comunale. Din luna martie a inceput transferul birourilor comunale din P-ta San Secondo si alte sediuri in P-ta Catena nr. 3, fostul Tribunal. Birourile care au schimbat sediu sunt: Lucrarile Publice,
Sistemurile Informatice, Biroul Europa, sectorul Ambiente si Siguranta Muncii, in curand se vor transfera Instructia,
Decentramentul si Urban actual in P-ta Vittorio Veneto.
Cu ultimele transferari cetatenii vor gasi birourile comunale, intre care si biroul de Stare Civila, Contabilitatea si
biroul Unic pentru Firme, concentrate in acelasi edificiu cuprins intre via Natta, p-ta Catena si via De Amicis.
Borse di studio per stranieri. Roma - Il governo ha avviato l’assegnazione di borse di studio per cittadini stranieri
che vogliono impegnarsi in studi o ricerche in Italia tra ottobre 2008 e settembre 2009. A gestire la presentazione
delle domande è il Ministero degli Esteri, attraverso le singole .Le borse possono essere richieste per corsi brevi di
lingua, corsi universitari singoli, corsi di laurea, corsi post universitari, corsi di alta formazione artistica e musicale, corsi di lingua e cultura italiana per docenti di italiano. Tra i requisiti dei candidati (eccetto che per le borse
relative a corsi di lingua) ci sono la conoscenza della lingua italiana e naturalmente i titoli di studio richiesto per
l’iscrizione all’istituzione prescelta. Il limite di età varia secondo gli accordi culturali tra l’Italia e il Paese d’origine,
ma questi non lo prevedono è fissato a 35 anni.
Burse pentru straini. Roma – Guvernul a inceput alocarea burselor de studiu pentru cetatenii straini care vor sa
se ocupe de studiu si cercetari in Italia intre octombrie 2008 si septembrie 2009. De administrarea prezentarii
cererilor se ocupa Ministerul de Externe , prin intermediul ambasadelor. Bursele pot sa fie cerute pentru cursuri
scurte de limba, cursuri universitare singulare, cursuri de licenta, cursuri post universitare, cursuri de inalta formare artistica si muzicala, cursuri de limba si cultura italiana pentru profesori de italiana.
Printre titlurile cerute candidatilor (exceptand cursurile relative la cursurile de limba) sunt cunoasterea limbii italiene si bineinteles titlurile de studiu cerute pentru inscrierea la institutia aleasa. Limita de varsta variaza in functie de
acordurile culturale intre Italia si tara de origine, unde nu este prevazut e fixat la 35 de ani.
Sondaggio tra cittadini Romeni, Roma. Uno su tre dei romeni immigrati in Italia intende tornare definitivamente
in patria entro due anni per costruirsi o comprarsi una casa e ristabilirvisi. Il dato emerge da un sondaggio fatto
dall’Istituto di ricerca romeno Metro Media – Transilvania e commissionato dall’agenzia di strategia del Governo
della Romania. Lo studio è stato condotto tra novembre e dicembre 2007 su 1.066 persone. Solo il 21 % di loro ha
dichiarato di voler restare definitivamente in Italia. Il 35%si rivede a casa entro 2 anni. I migranti romeni
"mantengono relazioni strette" con i parenti rimasti nel paese d’origine. Il 51% invia denaro alla famiglia almeno
due o tre volte all'anno, mentre il 70% ritorna nella terra natia almeno una volta all'anno.
Sondaj intre cetatenii romani. Unul din trei romani emigrati in Italia intentioneaza sa se intoarca definitiv acasa in
doi ani pentru a-si construi sau cumpara o casa unde sa se restabileasca. Datele vin de la un sondaj facut de Institutul de cercetari roman Metro Media – Transilvania si coordonat de agentia de strategie al Guvernului Roman.
Studiul a fost condus intre noiembrie si decembrie 2007 pe 1.066 de persoane. Numai 21% dintre ei au declarat
ca vor sa ramana definitiv in Italia. 35% se revad acasa in timp de doi ani. Emigrantii romani “ mentin relatii apropiate” cu rudele ramase in Romania. 51% trimit bani acasa la familie de cel putin doua sau trei ori pe an, in
schimb 70% se intorc unde sunt nascuti cel putin o data pe an.
Prosegue la protesta in Romania dei lavoratori della casa automobilistica Dacia, filiale della francese Renault. Uno sciopero giudicato legale da un tribunale di Bucarest e che punta ad aumenti salariali piu' forti, in tutto
57 euro, di quelli finora proposti dalla direzione. "Nel 2007 le vendite della Logan, l'auto low cost prodotta in Romania sono state 230 mila con un crescita di oltre il 17% rispetto al 2006 con utili netti di 150 milioni di euro: il salario
medio
di
un
dipendente
Dacia
è
di
285
euro
al
mese.
I dipendenti Dacia chiedono un aumento salariale di 148 euro: una proposta respinta dalla direzione che propone
si un aumento, ma molto piu' basso cui si aggiunge un premio di produzione in caso di raggiungimento degli obiettivi. Un successo quella della Logan in costante crescita: nel periodo gennaio-febbraio del 2008 le vendite dell'auto
low cost hanno fatto un balzo del 62% rispetto al corrispondente periodo del 2007.
Continua protestul in Romania a muncitorilor de la firma de automobile Dacia, filiala franceza Renault.
O greva judecata legala de un tribunal din Bucuresti, tinteste marirea salariilor, cu 57 , din cei propusi pana acum
de directiune. In 2007 vanzarile Logan, auto ieftin produs in Romania au fost de 230 de mii cu o crestere de mai
mult de 17% fata de 2006 cu un castig net de 150 de milioane : salariul mediu de un angajat Dacia e de 285 la
luna. Angajatii Dacia cer o marire de salar de 148 : o propunere respinta de directiune care propune o marire, dar
mult mai mica la care se aduga un premiu de productie in cazul in care se ajung obiectivele. Un succes acela de
la Logan in constanta crestere: in perioada ianuarie – februarie din 2008 vanzarile masinii ieftine au facut un salt
de 62% respectiv cu aceeasi perioada din 2007.

Documenti analoghi

Moldbrixia 8, 2013 - Ambasada Republicii Moldova în Republica

Moldbrixia 8, 2013 - Ambasada Republicii Moldova în Republica lunii august, chiar dacă nu mă găseşte pe bulevardul Ştefan cel Mare din Chişinău, îmi aminteşte cu nostalgie, dar totodată şi mândrie naţională de ultimele sărbători cucerite şi celebrate în Moldo...

Dettagli