carta italiana

Commenti

Transcript

carta italiana
COMMISSIONE EUROPEA
CENTRO COMUNE DI RICERCA
Istituto dell'Energia
Unità Supporto di gestione (Ispra)
Ispra, 21.7.2010
F01-IE/MAM/D(2010)(3511)448240
Indirizzo e-mail: [email protected]
Oggetto: Bando di gara con procedura aperta per la "Fornitura, installazione e manutenzione di una
camera climatica per cicli termici di moduli fotovoltaici a concentrazione"
Avviso di gara rif. GU 2010/S 129-196457 del 25.6.2010; nostro rif. IE/2010/08/01/OC
Desideriamo informarvi che la scadenza per l'inoltro delle candidature sarà posticipata. La
data esatta sarà fissata a breve e verrà pubblicata sul sito internet della gara. Il link è
http://web.jrc.ec.europa.eu/callsfortender/index.cfm?action=app.tender&id=743&home=1
Vi raccomandiamo di controllare regolarmente i comunicati pubblicati su tale sito.
DOMANDE – RISPOSTE / informazioni aggiuntive
In riferimento al suddetto bando di gara e conformemente all'articolo 99 del regolamento
finanziario, sono di seguito allegate le risposte a otto quesiti posti da alcuni operatori economici.
1. Domanda
In merito all'allegato I, pagina 4, punto 2, desideriamo sapere cosa si intende esattamente con
"Hardware di controllo del sistema".
Si intende l'hardware elettronico e di altro tipo che consente alla camera di eseguire cicli climatici e
termici controllati, utilizzando appositi sistemi di feedback.
2. Domanda
Desideriamo sapere se sia sufficiente uno strumento completo di programmatore e web
controller (opzionale) o se sia invece necessario offrire uno strumento completo di PC.
Deve essere fornito un sistema completo in grado di eseguire le prove termiche e climatiche
richieste; il CCR può fornire un PC standard con sistema operativo Windows e interfacce standard
LAN e USB, ma qualsiasi dispositivo per interfacce specifiche deve essere messo a disposizione dal
fornitore. In questo caso l'installazione sarà estesa anche al software di controllo sul PC, il cui
corretto funzionamento verrà verificato nel corso delle prove di accettazione.
3. Domanda
Per la camera interna proponiamo le seguenti dimensioni: L 1100 mm (ca.); P 800 mm (ca.);
H 1440 mm (ca.)
Le specifiche tecniche indicano una misura minima del volume effettivo e della porta d'accesso.
Stante la conformità del prodotto a tali indicazioni, le dimensioni effettive sono a discrezione del
fornitore.
1
4. Domanda
Il tasso di variazione della temperatura richiesto di 14K/min è da considerarsi con il campione
di prova?
Sì, il tasso di variazione della temperatura è da considerarsi con il/i campione/i di prova all'interno
della camera.
5. Domanda
Qual è l'intervallo di temperatura per il tasso di variazione della temperatura richiesto? Da 40°C a +110°C a 14 K/min con/senza campione di prova?
La specifica tecnica richiede un intervallo minimo di variazione della temperatura tra -45°C e
+120°C, con il/i campione/i di prova all'interno della camera. Questo è leggermente più ampio
rispetto ai valori massimi riportati nella norma IEC 62108 per consentire un certo margine di
prestazione. Il tasso minimo richiesto di 14 K/min si riferisce ad una media sul periodo di transizione
riscaldamento/raffreddamento.
6. Domanda
Massa del campione di prova
La camera climatica verrà utilizzata per collaudare prototipi di moduli fotovoltaici a concentrazione.
I dispositivi a cui si fa riferimento hanno un peso che varia da pochi kg a circa 30 kg e presentano
generalmente un rivestimento in metallo o plastica, lenti e altre parti ottiche in vetro o plastica e gli
assemblati di ricezione con il relativo cablaggio. È preferibile che la camera sia in grado di
sopportare il limite superiore di tale intervallo. Sarebbe quindi utile confermarlo all'interno
dell'offerta o riportare un limite massimo indicativo del peso campione.
7. Domanda
L'intervallo climatico richiesto è compreso tra il 20% e il 90% di umidità relativa per
temperature al di sopra dei +4°C. Vale a dire un punto di condensazione per il valore climatico
di +4°C/20% u.r. a partire da -15°C. Per questo motivo è necessario un essiccatore per aria
compressa. Ma forse si tratta di un malinteso e l'intervallo climatico richiesto è diverso. Vi
preghiamo quindi di verificare la conformità dei nostri intervalli climatici standard con
variazione termica da +10°C a 90°C, variazione di umidità dal 10% al 95%, variazione del
punto di condensazione da +4°C a 94°C.
Il valore del 20% di umidità relativa si riferisce al valore previsto dall'ESTI per i cicli termici che
fanno parte delle prove di qualifica (sulla base delle attuali pratiche per tali prove su moduli piatti),
sebbene non sia un requisito specificato. In linea di principio non vi sono controindicazioni ad un
valore UR inferiore per basse temperature, se ciò permette di evitare l'uso di sistemi aggiuntivi di
essiccatura. Più nel dettaglio, per rendere più chiari i nostri requisiti, desideriamo sottolineare che
lo standard IEC 62108 indica tre tipi di prove per le quali la camera ambientale oggetto del presente
bando verrà impiegata:
1. La prova al caldo umido. Viene eseguita ad un valore costante di 85°C/85% UR
2. La prova dei cicli termici. È indicato che essa "deve essere svolta in aria senza aggiunta di
umidità".
3. La prova di umidità e congelamento. Richiede un controllo climatico all'85% +/- 5% UR mentre la
temperatura del campione è superiore alla temperatura ambiente. Mentre la temperatura del
campione è compresa tra la temperatura ambiente e la temperatura minima del ciclo di -40°C, non è
richiesto nessun controllo dell'umidità relativa.
8. Domanda
2
Raffreddamento ad aria o ad acqua per il condensatore? In caso di raffreddamento ad acqua,
qual è la temperatura in entrata e in uscita?
La scelta della modalità di raffreddamento è a discrezione del fornitore. Le camere climatiche ESTI
esistenti utilizzano il raffreddamento ad acqua. La fornitura d'acqua ha una variazione stagionale
massima della temperatura compresa tra 6 e 14°C. Attualmente per quanto riguarda il nostro
laboratorio non vi sono restrizioni sulla temperatura in uscita, fermo restando che la quantità sia
trascurabile rispetto all'emissione totale del sito.
3