Progresso Vet_Febbraio 05

Commenti

Transcript

Progresso Vet_Febbraio 05
Progresso Vet_Febbraio 05
11-02-2005
11:07
Pagina 92
Libri
Gli animali domestici nella storia
Nell’economia, nella religione, nell’arte
nella letteratura, nella politica, nell’alimentazione
e nella vita quotidiana dell’uomo
Secondo lo storico Braudel, la più importante
fonte di energia che fino alla fine del '700 ha
alimentato l’economia europea (ma questo
vale anche per altri continenti), più che il
legname, le ruote idrauliche, la fatica degli
uomini e le vele, sono stati gli animali domestici. Lo stesso paesaggio europeo è stato
modellato nelle forme che conosciamo dal
congiunto lavoro di uomini e animali. Già questo può dare l’idea della straordinaria importanza che hanno sempre avuto gli animali
domestici non solo come forza lavoro: per millenni hanno ricoperto ruoli decisivi come fornitori di cibo e materie prime indispensabili o
come fonte di svago e compagnia, ma sono
stati anche formidabili macchine da guerra e
veicolo di catastrofiche epidemie. Utilizzando
un tono colloquiale e arricchendo la trattazione con aneddoti e curiosità, questo libro propone una chiave di lettura medita dell'intera
storia dell'umanità e dimostra come gli animali domestici abbiano influenzato non solo il
progresso economico e demografico, i rapporti sociali, l'alternanza sulla scena nel
mondo delle varie civiltà, ma anche la formazione del nostro immaginario collettivo dal
punto di vista culturale, religioso, politico e
dell'alimentazione. Solo da poco agli animali
Autore: Francesco
Edizioni: Cierre
Burlini
edizioni
Prezzo: Euro 18,00
domestici - a lungo considerati semplici strumenti - vengono attribuiti la dignità e il rispetto che meritano: l’autore tuttavia mette anche
in luce malintesi, contraddizioni e limiti dei
recenti movimenti animalisti e vegetariani.
Libertà
condizionata
Fotografie: Raffaello Raimondi
Testi: Alvise Sapori
Prefazione: Lucio Dalla
Edizioni: alberto perdisa
Prezzo: Euro 23,00
editore
Ogni anno, in Italia, vengono abbandonati o
si smarriscono circa 150.000 cani. Solo il
15% di loro sopravvive e trova ricovero in un
canile. Alcuni vengono adottati o ritrovano il
padrone, altri vi restano per tutta la vita. Il
libro documenta, con immagini e testi, la vita
dei cani nei canili e, nei casi più fortunati, con
il nuovo padrone, accompagnandoci in un
percorso ideale che va dalla disperazione
della solitudine al ricostituito rapporto con
l’uomo... in cui è l'uomo a non poter fare a
meno del cane.
A chi ha dubbi sulle capacità emozionali degli
animali, non resta che sfogliare e leggere
questo libro, che documenta come le esperienze negative ti segnino profondamente e,
in alcuni casi, in maniera indelebile. Ma cosa
pensa un cane smarrito o abbandonato?
Lucio Dalla, nel suo racconto-prefazione, ci
dà la sua risposta, dolce e struggente.
FEBBRAIO
2005
92