Bancari firmatari della convenzione (Banca Credito Cooperativo

Commenti

Transcript

Bancari firmatari della convenzione (Banca Credito Cooperativo
CONVENZIONE FRA ISTITUTI BANCARI e PROVINCIA DI BELLUNO per l'ANTICIPAZIONE ai
LAVORATORI dei TRATTAMENTI di CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA, CASSA
INTEGRAZIONE GUADAGNI IN DEROGA E CONTRATTI DI SOLIDARIETA'- SCHEDA TECNICA
DESCRITTIVA DEL FINANZIAMENTO DA CONSEGNARE AI LAVORATORI - ALLEGATO B MODALITA’ OPERATIVA - QUALI SONO I CONTENUTI DELLA CONVENZIONE
DI COSA SI TRATTA
E’ un prestito che viene concesso da alcuni Istituti Bancari del territorio bellunese sotto forma di apertura di credito in
c/c, con durata massima di 7 mesi e per un importo massimo di € 6.000,00 (seimila//00) per dipendente.
La disponibilità delle quote economiche è su base mensile posticipata, con prima decorrenza a 30 giorni dall’effettiva
collocazione in CIGS del lavoratore.
La Provincia di Belluno invierà all'Istituto Bancario copia del verbale di accordo di esame congiunto sottoscritto fra le
parti nel quale risulti che l’azienda ha richiesto, per i lavoratori interessati alla CIGS, alla CIG in deroga o ai contratti di
solidarietà, il pagamento diretto al lavoratore da parte dell’INPS della suddetta integrazione salariale.
L'Azienda produrrà mensilmente all'Istituto Bancario una dichiarazione dei lavoratori in CIG o CIG in deroga e delle
relative ore di lavoro effettuate a conferma del mantenimento dei requisiti richiesti.
DESTINATARI – I lavoratori:

posti in contratti di solidarietà o in Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) o in cassa integrazione
guadagni in deroga (CIG in deroga) a zero ore mensili e/o che abbiano prestato la propria opera per un orario pari o
inferiore al 70% delle ore lavorabili nel mese, intendendosi per tali le ore giornaliere previste per giornate lavorative nel
mese di riferimento ovvero per un orario pari o inferiore a 112 ore lavorate mensilmente; tale percentuale non riguarda i
lavoratori posti in contratti di solidarietà.
in attesa del pagamento diretto dell'INPS;
dipendenti di aziende industriali, artigiane, commerciali, del turismo e dei servizi fino a 500 dipendenti in Italia con
sede legale o produttiva/ operativa o amministrativa nel territorio della provincia di Belluno e ivi occupati;
che non hanno ottenuto alcun altro beneficio a medesimo titolo;
che non risultino iscritti alla Centrale d’Allarme Interbancaria, che non siano protestati e che a proprio carico non
risultino decreti ingiuntivi, pignoramenti o altre formalità pregiudizievoli.
COME RICHIEDERE L'ANTICIPAZIONE
I lavoratori possono richiedere l'anticipo del trattamento di integrazione salariale presso tutti gli sportelli degli Istituti
Bancari firmatari della convenzione (Banca Credito Cooperativo Prealpi, Banca Popolare Friuladria, Cassa
Rurale ed Artigiana di Cortina d'Ampezzo e delle Dolomiti, Cassa Rurale Primiero e Vanoi, Cassa
Rurale Valsugana e Tesino), presentando la seguente documentazione:
documento (lettera, nota, verbale....) del datore di lavoro che attesti la sua collocazione in CIGS o CIG in
deroga o la sua inclusione nei contratti di solidarietà e il numero di ore fruite nel mese;
carta d’identità e codice fiscale o eventuale altra documentazione richiesta dall'Istituto
DOCUMENTAZIONE DA SOTTOSCRIVERE presso l'Istituto Bancario
Al lavoratore che si presenta all'Istituto Bancario, eventualmente assistito da un rappresentante sindacale firmatario del
verbale di accordo a seguito dell'esame congiunto fra le Parti, verrà consegnato per la sottoscrizione un modulo di
autorizzazione per il recupero dell’importo concesso e l’estinzione dell’affidamento una volta avvenuto l’accredito da
parte dell’INPS degli arretrati e una dichiarazione di domiciliazione irrevocabile a favore dell’Istituto Bancario per il
pagamento relativo alla CIGS da trasmettere all’INPS territorialmente competente.

Documenti analoghi