Convegno Propeller Club Livorno 20 gennaio 2014 “Sea Shepherd

Commenti

Transcript

Convegno Propeller Club Livorno 20 gennaio 2014 “Sea Shepherd
Calata Carrara - Stazione Marittima
57123 LIVORNO
Tel./Fax: 0039 0586 829344
E-mail: [email protected]
Convegno Propeller Club Livorno 20 gennaio 2014
“Sea Shepherd: i pirati buoni a difesa dell’ecosistema”
L’Interclub con il Lions Club Porto Mediceo ha dato spunto per una serata all’insegna della responsabilità di tutti per la salvaguardia dell’ambiante e del sua inestimabile valore. Presente anche l’Organizzazione Internazionale non-profit Sea Shepard rappresentata dall’Ing. Nelusco Dinelli. Sea Shepard si definisce un’organizzazione “conservazionista” dell’ecosistema marino che studia la legge e
le situazioni ove non sia rispettata e le relative ragioni. Spesso solo dopo anni di lavoro di intelligence
sul luogo, necessari per poter capire cosa succede e come poter agire, riesce ad intervenire con azioni di disturbo mai violente verso l’uomo, per far rispettare la legge sostituendosi a chi invece latita.
Sea Shepard è nata 37 anni fa e conta solo 100 volontari nel mondo ma riesce con il suo impegno a
disturbare pesantemente molte organizzazioni che guadagnano cifre imponenti con attività illegali.
Nata da una iniziativa di Paul Watson, uno dei fondatori di Greenpeace, dispone di 4 navi donate dai
finanziatori ed a loro intitolate: Steve Irwin, Sam Simon, Brigitte Bardot e Bob Barker.
Le navi battono bandiera nera ed i volontari si definiscono “pirati”. In effetti la loro attività si concretizza nell’intralcio al naviglio “nemico” esponendosi a reazioni spesso violente tanto da porre
in pericolo la loro stessa vita. Nel corso della serata sono stati mostrati alcuni video riguardanti le
campagne dell’Organizzazione come quella per fermare il massacro dei delfini a Taiji in Giappone.
La difesa della fauna marina a forte rischio estinzione (balene, squali, delfini, tonni etc.) è un punto
fermo dell’Organizzazione ed è solo un anello della difesa globale dell’ecosistema che è ormai compromesso dall’attività dell’uomo come la deforestazione, le emissioni di CO2 ed altro.
L’Interclub di questa sera pertanto ha dato la possibilità al grande numero di presenti di richiamare
l’attenzione verso un pensiero più profondo della propria responsabilità personale verso il pianeta.
È stato infine presentato il nuovo socio Andrea Monti presidente dei giovani imprenditori della
CNA.
La serata si è conclusa, come sempre, con una piacevole cena conviviale.

Documenti analoghi