18 marzo 2016 File

Commenti

Transcript

18 marzo 2016 File
Laboratorio di scrittura
Mirko Tavosanis
18 marzo 2016
Le liste
= brevi paragrafi
dotati di un punto di aggancio visivo
a sinistra
(a volte si parla di elenchi, o punti-elenco, ma
è lo stesso)
Vantaggi delle liste
• Chi scrive può organizzare
facilmente l’informazione
• Chi legge percepisce meglio
l’articolazione di un argomento
• Si possono fare più facilmente
controlli / cancellazioni
(più avanti parleremo del modo in cui
funzionano realmente gli occhi)
Spesso utili per le vostre voci di
Wikipedia
Tre regole
•
La lista deve semplificare la
comunicazione
•
La lista deve contenere più di un
elemento
•
La sintassi del testo, nelle liste
articolate, deve essere coerente
Nota: oggi si tende a non usare il punto e
virgola alla fine degli elementi
Tipi di lista
Esistono (banalmente) due
grandi tipi di liste:
• Liste puntate
• Liste numerate
Caratteristiche
delle liste puntate
• Per esempio, questa è una lista
puntata
• La natura esatta dell’elemento
grafico non ha importanza
(pallini, quadratini…)
• Tutti gli elementi hanno la
stessa enfasi
Caratteristiche
delle liste numerate
1. Per esempio, questa è una lista
numerata
2. Si possono usare simboli che hanno
un ordine predefinito (lettere o
numeri)
3. Le liste numerate implicano
l’esistenza di un ordine tra gli elementi
(quindi, questa lista non va tanto bene,
perché gli elementi sono sullo stesso
piano)
Rispettare la sintassi
Di solito, ogni elemento della lista deve continuare in
modo sintatticamente corretto la frase iniziata prima
dei due punti (se esiste): altrimenti qualcuno lo nota...
Esempio di sintassi sbagliata
Ho bisogno di:
• il documento riassuntivo sulla posta elettronica
• devo ricevere conferma dell’invio a Carratelli
Esempio di sintassi corretta
Ho bisogno di ricevere:
• il documento riassuntivo sulla posta elettronica
• la conferma dell’invio a Carratelli
Struttura del testo
Sezioni
•
•
•
•
Per prima cosa, di regola è utile concepire il
testo in sezioni
Ogni sezione dovrebbe avere un argomento
preciso (è la solita regola, falsa ma utile)
La divisione in sezioni si basa sui contenuti;
quando si cambia argomento, si cambia
sezione
Questo sistema serve a progettare il testo
ma anche a tenerlo sotto controllo... se non
c’è una struttura ben visibile, o siamo molto
bravi, o qualcosa di regola ci sfugge
Si può fare una scaletta...
Informazioni su un telefono cellulare
•
•
•
•
•
Presentazione generale
A che cosa può servire?
Come funziona?
In quali condizioni funziona?
Quanto costa?
... oppure un cluster
Scaletta o cluster...
... l’importante è scrivere qualcosa che:
• Contenga (tutte e solo) le informazioni che
interessano al lettore
• Presenti le informazioni nel modo più
adeguato al lettore
Esercizio: la guida turistica
• come si suddividono le informazioni?
• si può migliorare?
Quanto dev’essere
dettagliato l’indice?
• Quanto necessario
• Al limite minimo, a livello di paragrafo
• Per testi molto complicati: a livello di
capitolo, di sezione e così via
• Lavorare in questo modo è uno standard
• Nel testo definitivo, almeno
un’interruzione (con titolo) ogni pagina... e
in Wikipedia, e in molte relazioni tecniche
molto più spesso
Voci di Wikipedia
• L’indice interno alle voci si genera
automaticamente quando vengono inserite
almeno quattro sezioni nel testo
• … quindi, non dovete preoccuparvi di
crearlo: comparirà da solo
• L’indice può essere forzato (ma spesso gli
utenti cancellano)
• Per informazioni
• http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Indice
Perché?
• Perché funzionano i meccanismi che
abbiamo visto?
• Basi “biologiche” della lettura
•
•
A livello di riga e frase
•
A livello di testo complesso
Alcuni concetti trasversali & terminologia
• Due tecnologie: stampa e pagine web
• Nozioni diffuse di usabilità: scrivere per
l’occhio
Basi della lettura:
dal punto di vista del lettore
• Come si legge un testo scritto?
• Al livello più basilare…
• Quali movimenti vengono eseguiti dagli
occhi, dalle mani, dal resto del corpo…?
• La risposta è sorprendentemente
complessa, con diversi “moduli” in
funzione allo stesso tempo
• Soprattutto, non è il modo che spesso
immaginiamo (modello “testina di
stampante a getto d’inchiostro”) e che a
volte usiamo
A livello di riga e frase
• Movimenti saccadici
• Salti all’indietro
Diverse osservazioni interessanti
• Si legge a pezzi e bocconi, riconoscendo le
parole (anche se non proprio la sagoma delle
parole) più che le singole lettere
• Il sistema è ridondante
• Il cervello riempie i pezzi mancanti
• Per questo è così difficile scovare gli errori di
battitura!
• E per questo funzionano per esempio le
abbreviazioni, le alterazioni dello spam, e così
via
• D’altra parte, anche i sistemi per il
riconoscimento del parlato, o della scrittura,
funzionano allo stesso modo
Ridondanza a diversi livelli...
Sceodno una rcrecia sovtla in una uvinisertà
iatilana, non ha ipmotrzana in qalue odrnie
le ltetree snoo dsioptse in una proala
l’ucina csoa ipmotratne è che la pmira e
l'utlmia ltereta sanio al psoto gustio. Il rseto
può esrese una talote cnfosounie ed esrese
acnroa cmpolteanemte cmprosneilibe.
Qeutso prehcé non lgegamio ongi sniolga
ltertea ma la praloa nlela sua itnezreza.
Interferenze tra livelli diversi
• La lettura (e la scrittura) coinvolgono
livelli diversi di esperienza
• Anche l’aspetto materiale del testo
influenza la comprensione e può
interferire con i contenuti (!)
• Perfino il modo in cui sono disegnati i
caratteri facilita / rende possibili
determinati tipi di lettura
... anche nelle forme più radicali!
• Sistemi di scrittura alternativi (alfabeti
diversi da quello latino, scritture non
alfabetiche) funzionano in modo diverso
dal punto di vista del lettore
• I caratteri cinesi e giapponesi richiedono
un lungo addestramento ma rendono
possibile una lettura molto più rapida,
rispetto alla scrittura alfabetica
• Meglio老师 o insegnante?
• Tuttavia, anche limitandosi al sistema di
scrittura basato sull’alfabeto latino, le
cose cambiano col tempo
Per informazioni:
[email protected]
23