Legnago il primo bilancio positivo. Il prossimo test a Lazise

Commenti

Transcript

Legnago il primo bilancio positivo. Il prossimo test a Lazise
La Provincia da scoprire: Legnago il primo bilancio positivo. Il prossimo test a Lazise.
Battesimo davvero felice per “La Provincia da scoprire: 3.121 kmq di sorprese”, il primo progetto
della neo costituita srl Provincia di Verona Turismo, partito a Legnago lo scorso sabato 30 aprile e
domenica 1 maggio, e che si concluderà l’11 dicembre a S.Ambrogio in Valpolicella.
Una due giorni nella pianura veronese affollata di cittadini e visitatori – circa 30.000 le presenze
complessive - che hanno accolto favorevolmente una kermesse di mostre, visite guidate, opportunità
di conoscenza del territorio e delle sue risorse artistiche e culturali, e di degustazione dei prodotti
tipici veronesi.
La novità vera gli uffici turistici provinciali – i 17 “Iat” che si occupano in forza della Legge
regionale n. 33/02 dell’informazione, della promozione locale e dell’accoglienza al turista – portati
sul territorio ad accogliere il visitatore, con le mappe, i pieghevoli, gli itinerari consigliati, i cd, ma
soprattutto con la professionalità e la qualità del servizio offerto dagli operatori degli Iat.
Uffici trasferiti temporaneamente a Legnago e schierati insieme come una squadra vincente per
parlare (anche in inglese, in francese e in tedesco) con la gente, per spiegare perché anche il basso
veronese merita una visita, un viaggio, un approfondimento.
Questo “Villaggio del Turismo” con le sei aree ben delineate che disegnano il territorio provinciale:
Baldo-Garda, Valpolicella, Lessinia, Verona, Est veronese e Pianura, ha contato oltre 1.500
visitatori per area.
Quattro i percorsi in pullman con le guide esperte per circa 150 visitatori, che hanno
particolarmente apprezzato l’organizzazione: dal Castello di Bevilacqua a Villa Fascinato a
Terrazzo, da Villa Dona’ delle Rose a Boschi S.Anna, fino al Castello di Sanguinetto, ed inoltre
Palazzo Maggi a Nogara, San Salvaro a San Pietro di Legnago, Bosco del Tartaro a Torretta
Veronese, la Pieve di San Zeno a Cerea e molto altro ancora.
La cerimonia di inaugurazione alla presenza delle autorità cittadine, del Presidente della Provincia
di Verona Elio Mosele, del Vice Presidente e Assessore al Turismo Antonio Pastorello,
dell’Assessore all’Agricoltura Dionisio Brunelli, e di Loris Danielli Amministratore della società, si
è svolta in un clima festoso al suono della banda.
“ Il turismo nel territorio veronese può crescere sia in quantità sia in qualità - ha affermato Antonio
Pastorello - e questo primo progetto pilota, proprio guardando la grande partecipazione della gente,
si sta dimostrando la scelta giusta. Ci auguriamo che anche il prossimo incontro previsto a Lazise il
4 e 5 giugno confermi questa positiva accoglienza”.
Il Presidente della Provincia prof. Mosele ha poi voluto inaugurare la mongolfiera affrontando
l’ebbrezza del primo volo, tra gli applausi di simpatia e di incoraggiamento del pubblico.
Patrizia Salvaterra, Verona, 5 maggio 2005

Documenti analoghi