SalUtiEuropei n° 136 – febbraio 2014

Commenti

Transcript

SalUtiEuropei n° 136 – febbraio 2014
Newsletter n° 136 febbraio 2014 - Newsletter n° 136 febbraio
saluti
europei
Redazione a cura di
Franca Dot
e Serena Favret
...dal FVG
n° 136 - febbraio 2014
in
questo
numero
The European
Peace Walk
28th July – 18th August 2014
www.peacewalk.eu
la Rappresentanza
in Italia scrive
news da Commis. e PE
news europee
EPW e’ un’ iniziativa transnazionale e “oltre-confine” che vuole creare una piattaforma integrata di
turismo lungo le frontiere dell’Europa Centrale per
celebrare la cultura europea della pace.
Accessibile a tutti, EPW é un cammino di 550 km
con servizi e luoghi di ristoro disponibili lungo tutto l’itinerario, che porterà un nuovo flusso turistico
nell’area interessata.
EPW comincia a Vienna-Bratislava, per poi continuare verso Sopron, Szombathely, Maribor, Slovenj Gradec e Kranjprima di concludersi sul mar
Mediterraneo (Adriatico) a Trieste, in Italia.
Se sei interessato a fare parte di un nuovo capitolo della storia europea, hai uno spirito avventuroso e vuoi tracciare un sentiero transnazionale che
sarà percorso dalle generazioni future allora visita
il sito www.peacewalk.eu
Maggiori informazioni a pagina 6
European Peace Walk
news europee da Eurodesk
trasmissioni
radiofoniche europee
vuoi andare all’estero?
L’Europe Direct Eurodesk al lavoro
Volontariando con lo SVE
Modulo l’Europa entra in
classe
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
1
www.retecivica.trieste.it/eud
la Rappresentanza in Italia scrive
...news fresche fresche dalla Rappresentanza
della Commissione europea a Milano
Capitale dell'innovazione:
selezionate le città finaliste
Fondo sociale europeo
l'occupazione giovanile
per
Sono sei le città finaliste del E' stato lanciato il nuovo fondo sociale europrimo concorso “Capitale peo per il periodo 2014 – 20, per combattere
europea dell'innovazione”: la disoccupazione, aiutare i cittadini a trovare
Barcellona, Parigi, Espoo, posti di lavoro migliori e assicurare opportuniGrenoble, Groningen e Ma- tà lavorative più eque per tutti nell'UE.
laga. Una giuria di esperti Ogni anno, il fondo sociale aiuta milioni di citselezionerà la vincitrice nel tadini a potenziare le proprie capacità faciliGrenoble
marzo 2014 e la città pre- tando l'inserimento nel mercato del lavoro e
scelta riceverà in premio combattendo l'esclusione sociale e la povertà.
500.000 euro per il miglior E' uno strumento essenziale per garantire agli
“ecosistema
innovativo” stati membri che le loro politiche siano adeche collega cittadini, orga- guate a promuovere l'occupazione e sostenere
nismi politici, università ed la mobilità dei lavoratori, investire nell'istruimprese.
zione, nelle competenze e nell'apprendimennEspoo
Questa iniziativa è sorta to. Inoltre, per la prima volta nella storia delper incoraggiare i centri la politica di coesione europea, dovrà essere
urbani europei dove si con- fissata una quota minima riservata al fondo
centra il 68% della popola- sociale. A sostegno dell'occupazione, oltre al
zione a stimolare l'innova- fondo sociale, la Commissione ha predisposto
zione e creare un network l'Iniziativa per l'occupazione giovanile, rivolta
Groningen
di città in grado di condi- alle regioni europee che contano una percenvidere e sviluppare le loro tuale di disoccupazione giovanile superiore al
migliori idee per il futuro. 25%. all'Italia saranno destinati un miliardo e
Le città saranno valutate mezzo, tra fondi UE e nazionali, che saranno
sia sulle iniziative già in- erogati sulla base di un Piano nazionale.
traprese e sui risultati otte- h t t p : / / e c . e u r o p a . e u / e s f / h o m e .
Malaga
nuti, sia sui progetti futuri. jsp?langId=it
Verrà premiata la città che
dimostrerà di essere la più
innovativa ed interattiva, capace di coinvolgere talenti, cittadini e finanziatori. Le sei città finaliste, vantano delle eccellenze nel campo dell'innovazione:
Barcellona si è distinta per l'utilizzo di nuove tecnologie a livello urbano; la
Pari
Pa
Parigi
rigi
ri
gi
finlandese Espoo si è distinta per la creazione di una partnership strategica
che unisce scienza, business e creatività. Grenoble è riuscita a creare sinergia tra i settori della ricerca, istruzione e industria. In Olanda, Groningen
ha introdotto strumenti volti a sviluppare un ecosistema energetico vicino
all'utente. Malaga ha proposto un nuovo modello urbano in cui cittadini ed
industria cooperano e stimolano la crescita. Ed infine Parigi ha concesso le
proprietà pubbliche alla sperimentazione di soluzioni innovative per tutti i
tipi di business. Con questo tipo di premio, la Commissione Ue intende riconoscere tutte le iniziative che agevolano la connessione tra cittadini, ambiente, organizzazioni pubbliche e privati.
Barcellona
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
2
www.retecivica.trieste.it/eud
news da Commissione e Parlamento
Tutela del diritto di candidatura e di voto
Secondo le regole europee, in vigore in tutti gli Stati membri, sarà più facile per i cittadini dell'Unione che vivono in un altro Paese candidarsi alle
elezioni parlamentari europee 2014. La semplificazione di questa procedura di candidatura, rientra in una serie di misure volte a promuovere le
elezioni UE che avranno luogo tra il 22 ed il 25 maggio 2014. Attualmente, solo 14 paesi dell'unione hanno recepito questa direttiva in tempo.
Con queste misure la Commissione intende arginare il costante calo
dell'affluenza alle urne per le elezioni europee favorendo il coinvolgimento attivo di tutti i cittadini europei. Nel passato, i cittadini che volevano
candidarsi in altri stati UE dovevano tornare nel loro Paese di provenienza per ottenere il certificato che attestasse l'eleggibilità, mentre per i
cittadini che risiedevano nel loro paese di origine era richiesta solamente una dichiarazione.
Ora tutti, cittadini europei potranno candidarsi alle stesse condizioni indipendentemente dallo
Stato membro in cui vivono.
La Commissione si è espressa anche in difesa del diritto di voto alle elezioni nazionali per i cittadini che risiedono all'estero. Attualmente 5 stati membri applicano restrizioni al diritto di voto,
in contrasto con il principio fondamentale della cittadinanza dell'Unione e con la libera circolazione delle persone. La Commissione ha pubblicato alcuni orientamenti che invitano gli Stati
dell'Unione di permettere ai propri cittadini di mantenere il diritto di voto alle elezioni nazionali, se continuano a dimostrare interesse
per la politica del proprio paese, chiedendo Se siete elettori italiani temporaneamente all’estero
di rimanere iscritti alle liste elettorali. Gli per motivi di lavoro o di studio, non iscritti nell’elenstati membri devono anche assicurarsi che co degli elettori residenti negli altri Paesi dell’Unione
i cittadini residenti in un altro stato UE pos- Europea potete votare nel paese di residenza recansano votare in forma elettronica e che sia- dovi nei seggi italiani che saranno istituiti nella sede
no informati in tempo circa le modalità per diplomatico-consolare di riferimento.
esprimere il loro voto. La Commissione ri- La domanda per poter esercitare il proprio diritto di
tiene importante che tutti rispettino queste voto, fuori sede, diretta al Sindaco del Comune di
misure al fine di agevolare la piena libertà iscrizione nelle liste elettorali, dovrà pervenire entro il
di movimento delle persone e alla parità di 6 marzo prossimo al Consolato italiano di riferimento.
trattamento al fine di promuovere la parte- Maggiori informazioni www.retecivica.trieste.it/
cipazione dei cittadini alla vita democratica elezionieuropee2014/
in qualsiasi Paese UE.
O ufficio AIRE (Anagrafe - Italiani Residenti all’estero)
www.retecivica.trieste.it/procedimenti/pub/
esamina.asp?id=460
Nuovi principi per il turismo
La Commissione europea ha proposto il 20 febbraio una serie di principi per il turismo, per garantire che i turisti che si recano in altri Stati membri o visitano il nostro continente da paesi
terzi, ricevano un servizio di qualità.
I principi europei per il turismo di qualità interesseranno quattro aree principali: la formazione
del personale sotto la supervisione di un coordinatore di qualità; la soddisfazione dei consumatori per assicurare che i turisti possano contare sul trattamento dei loro reclami; la pulizia e la
manutenzione; la correttezza e affidabilità delle informazioni nella lingua straniera principale.
L'accesso a informazioni affidabili e aggiornate sulla qualità dei servizi turistici consentirà ai
turisti di fare un confronto fra diversi prodotti e quindi di scegliere in maniera consapevole e di
superare le difficoltà linguistiche. Le piccole e medie imprese, che rappresentano oltre il 90%
del settore turistico dell'Unione, riusciranno inoltre a offrire più facilmente un servizio di alta
qualità.
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
3
www.retecivica.trieste.it/eud
news europee
250.000
250.000 corsi
corsi di
di formazione
formazione e
e migliaia
migliaia di
di posti
posti nel
nel digitale
digitale
Investire sulla formazione e creare posti di lavoro nel digitale. Questa è la sfida che la commissione europea ha colto in collaborazione a grandi aziende come Cisco; Google, Microsoft, Oracle,
Samsung, SAP e Telefonica. Molte richieste di collaborazione sono giunte anche da imprese più
piccole, istituti educativi e organizzazioni non governative, con l'obiettivo di generare opportunità di lavoro e formazione nel settore digitale in Europa. Il programma verterà soprattutto
sui settori dei beni di consumo e commercio al dettaglio che necessitano di un numero sempre
maggiore di lavoratori con competenze informatiche. Lo scopo è di agevolare la relazione fra
imprenditori innovativi e lavoratori qualificati, che spesso sono giovani, competenti e preparati, ma faticano a trovare un'occupazione. Per fare alcuni esempi, Microsoft sta aumentando il
numero di tirocini del 50% su un periodo di tre anni. Il CEPIS (Council of European professional Informatics Societes), un'organizzazione no profit che collabora con l'UE nel settore delle
tecnologie digitali, ha sviluppato uno strumento chiamato “e-competence benchmark”, per far
coincidere le ricerche tra candidati e imprenditori sulla possibilità di assunzione. In Italia, Didasca, col progetto Banda larga & menti acute, che fa parte della campagna “Skill for Jobs”
promossa dalla Commissione europea, ha tenuto corsi di formazione per il miglioramento delle
competenze informatiche ai quali hanno partecipato 1.100 insegnanti e 3.000 altre persone
interessate. In più di una decina di stati membri, sono state istituite delle Coalizioni nazionali
per facilitare l'implementazione dell'iniziativa a livello locale.
http://ec.europa.eu/italia/milano/newsletterepubblicazioni_it.htm
L’angolo dei diritti
Proposta Ue per migliorare i diritti dei passeggeri
L'Ue fa un passo avanti nella creazione di nuovi diritti e nel rafforzamento di quelli esistenti nel
settore dei viaggi aerei. Il Parlamento europeo ha approvato la proposta della Commissione
europea per rafforzare le prerogative dei passeggeri. Se la proposta dovesse venire approvata
definitivamente, le nuove regole introdurrebbero l'obbligo di informare al massimo 30 minuti
dopo l'ora prevista per la partenza i passeggeri del ritardo o della cancellazione del volo.
Se la compagnia aerea non sarà in grado di garantire un volo entro le 8 ore, dovrà predisporre
l'imbarco su altre compagnie aeree o predisporre altri mezzi di trasporto.
Inoltre, il regolamento proposto, obbligherebbe le compagne al risarcimento dei disagi dovuti
ai ritardi, cancellazioni, smarrimento bagagli. Le cosiddette” circostanze eccezionali” quelle per
cui non sono tenuti a risarcire i passeggeri, e che non sono ben definite nel regolamento in
vigore, dovranno essere esplicitate in una lista esaustiva: per esempio, le calamità naturali o lo
sciopero dei controllori di bordo sono considerati eccezionali, i problemi tecnici dell'aeromobile,
no.
Viene altresì introdotto un periodo temporale entro cui devono essere risolte le richieste di risarcimento e che prevede che la risposta sia fornita entro due mesi.
Infine, le autorità nazionali ed europee avranno più poteri sulle compagnie aeree con possibilità
di sanzioni maggiori e l'obbligo di monitoraggio delle stesse.
Con questa normativa, l'UE intende tutelare le necessità dei passeggeri che spesso vedono i
propri viaggi trasformarsi in lunghe attese negli aeroporti, e non ricevere risposte ai vari reclami.
Esistono già delle normative in materia dei diritti dei passeggeri, ciò nonostante la Commissione Ue ha avvertito l'esigenza di migliorare e aggiornare i regolamenti per garantire una più
adeguata applicazione dei diritti dei passeggeri.
www.europarl.europa.eu/portal/it
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
4
www.retecivica.trieste.it/eud
news europee
Lotta alla corruzione
Riforma
Riforma della
della protezione
protezione
dei
dei dati
dati personali
personali
La corruzione continua
a costituire un problema
per l'Europa. E' un feno- Il 28 gennaio, i 47 Stameno che interessa tutti ti del Consiglio d'Europa
gli stati membri con un con il sostegno dell'Unione
costo di circa 120 miliardi europea hanno istituito la
di euro all'anno. Malgrado giornate della “protezione
le misure intraprese negli dati” dedicata alla tutela
ultimi anni, i risultati sono dei dati personali.
stati disomogenei e occorre fare di più a livello In un mondo globalizzato,
di prevenzione e repressione. Per più dei tre il trasferimento dei dati in
quarti dei cittadini europei, e ben il 97% degli Paesi terzi è diventato un
italiani, la corruzione è un fenomeno naziona- fattore importante delle dilagante. L'Italia, nel 2012, ha adottato la la vita quotidiana: tutte le imprese ne fanno
legge anticorruzione che mira a rafforzare la uso in quanto non esistono frontiere nel web.
prevenzione e a responsabilizzare i pubblici uf- L'economia digitale ha bisogno della fiducia
ficiali e la classe politica per bilanciare la lot- degli utenti, per poter espandersi, ma molta a questo fenomeno che attualmente ricade ti cittadini manifestano una certa diffidenza
quasi esclusivamente sulla magistratura e le a comunicare i propri dati. Infatti il 92% dei
forze dell'ordine. La relazione presentata dalla cittadini teme che la propria privacy sia violaCommissione europea suggerisce di potenzia- ta e l'89% afferma di voler essere informato
re il regime d'integrità per le cariche pubbliche quando i dati vengono condivisi con terzi. Con
elettive, introducendo codici etici e strumen- norme più forti ed affidabili, il trattamento dei
ti per la rendicontazione dell'operato. L'Italia dati diverrà più sicuro, più economico e più ridovrebbe consolidare uno strumento sul fi- spettoso della privacy di tutti.. Sono già stati
nanziamento ai partiti e risolvere le carenze compiuti diversi progressi in questo settore in
del regime di prescrizione. La Commissione questi ultimi due anni. I principali cambiamenconsiglia anche di garantire maggiore traspa- ti riguarderanno: il consenso al trattamento
renza negli appalti pubblici e colmare le lacune dei dati che dovrà essere fornito esplicitadella lotta anticorruzione nel settore privato. mente anziché solamente supposto; il “diritto
I problemi principali affrontati nella relazione all'oblio” che consentirà la cancellazione dei
europea riguardano i meccanismi di controllo, dati personali, qualora non sussistano motivi
il perseguimento e le sanzioni, la dimensione legittimi per conservarli. Imprese e organizzapolitica e le aree a rischio. In molti Stati mem- zioni saranno tenute a comunicare le violazioni
bri, i controlli interni delle autorità pubbliche, gravi, possibilmente entro 24 ore, riferendosi
sono risultati carenti e scoordinati, le norme ad un'unica autorità nazionale nel luogo in cui
sul conflitto di interesse sono spesso insuf- hanno la sede principale, anche quando i dati
ficienti e le sanzioni vengono applicate rara- personali sono trattati in un altro Paese. Samente e con poca forza. Nella maggior parte ranno eliminati gli oneri amministrativi superdei paesi UE, mancano statistiche complete flui, con l'obbligo di notifica per le imprese: le
sulla corruzione e il perseguimento di tale re- norme europee si applicheranno alle imprese
ato è spesso ostacolato dalle norme procedu- che non hanno sede nell'UE ma che offrono
rali. L'integrità dei politici rimane un problema prodotti e servizi in Europa
e i codici di comportamento sono privi della
forza necessaria. Il rischio di corruzione generalmente è più elevato a livello regionale e locale
e i settori più minati sono gli appalti pubblici, lo sviluppo urbano, l'edilizia e l'assistenza sanitaria. La relazione della Commissione invita a rafforzare le regole d'integrità e di migliorare i
meccanismi di controllo anche in questi settori.
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
5
www.retecivica.trieste.it/eud
European Peace Walk
The European Peace Walk
28th July – 18th August 2014
www.peacewalk.eu
La EPW (European Peace Walk) partirà da Vienna il 28 Luglio 2014, esattamente 100
anni dopo lo scoppio della prima guerra mondiale. Un “simbolo del nostro progresso”, la
EPW sarà una piattaforma sociale durevole in Europa centrale, aperta a tutte le persone, per facilitare l’incontro e per condividere, in questo momento di pace perpetua, la
scomparsa delle frontiere e il luminoso futuro di condivisione che ci accingiamo a vivere
insieme, celebrando, allo stesso tempo, le nostre ricche storie comuni.
100 partecipanti cammineranno con noi per 550km da Vienna alla Slovacchia, per poi
attraversare l’Ungheria, l’Austria, la Slovenia, concludendo, 3 settimane dopo, nel Mar
Mediterraneo, a Trieste, in Italia. I camminatori passeranno attraverso molte frontiere
e avranno l’opportunità di ammirare paesaggi nascosti e bellissime città dell’Europa
centrale. Le notti, dedicate al relax, sono previste in strutture economiche presenti sul
cammino.
Siamo alla ricerca di appassionati camminatori interessati a partecipare a questa odissea internazionale, così da tracciare insieme il primo sentiero transnazionale e permanente d’Europa dedicato alla pace e all’integrazione europea.
Se sei interessato a essere parte di un nuovo capitolo della storia europea, hai uno
spirito avventuroso e vuoi tracciare un sentiero transnazionale che sarà percorso dalle
generazioni future, sei pregato di registrarti sul nostro sito internet: www.peacewalk.
eu/register.html
Non vediamo l’ora di incontrarvi tutti in questa Odissea!
Nel sito www.peacewalk.eu potrete vedere i partner del progetto, il percorso della
camminata ed avere maggiori informazioni su questo importante progetto.
Se siete interessati a prendere parte a questo progetto non perdete questa occasione,
visitate il sito ed iscrivetevi!
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
6
www.retecivica.trieste.it/eud
news europee by Eurodesk
www.eurodesk.it
Rapporto Mondiale ONU sui Numero di emergenza UE 112:
Giovani 2013
ancora pochi lo conoscono
Il rapporto offre una panoramica sulla situazione dei giovani migranti dalla prospettiva dei
giovani migranti stessi. Sottolinea preoccupazioni, sfide e successi vissuti dai giovani immigrati in prima persona e li racconta con le loro
voci. Il rapporto è incentrata in larga parte su
fenomeni di immigrazione internazionale che
ha un impatto sempre maggiore sui paesi e
le comunità di origine, transito e destinazione.
Le conseguenze sono complesse e soggette a
cambiare nel tempo. Il rapporto è stato redatto in maniera interattiva, permettendo al lettore di navigare nei singoli capitoli.
www.unworldyouthreport.org
Il sito “Lascia Il Segno” racconta l’Unione europea
Tramite il sito Lascia Il
Segno, un gruppo di
giovani realizzerà una
campagna informativa
per raccontare l’Unione Europea con le sue
Istituzioni, cosa fa e perché è utile, in vista
delle elezioni del Parlamento Europeo previste
per il 25 maggio. Ogni fase di costruzione della
campagna, che verrà creata unendo “vecchi” e
“nuovi” linguaggi e strumenti, sarà condivisa
online. Attraverso il fumetto, il rap, le webradio si farà capire quanto è importante andare
a votare, cosa significa esprimere la propria
opinione e come ogni cittadino può condizionare le future scelte dell’Europa. L’uso di un
linguaggio “aperto e moderno” e dei mass media permetterà inoltre a questi giovani di aprire un nuovo dialogo con i loro coetanei e con
tutti coloro che vivono a contatto col mondo
giovanile. Il sito è uno strumento di apertura
anche per chi, in qualità di esperto cybernauta, navigatore occasionale o semplice appassionato dell’Europa, vuole condividere pensieri, idee, link, foto, video e lasciare un segno
per un’Europa che cresce!
www.lasciailsegnoineuropa.eu/index.
php
L’11 febbraio era la Giornata europea del 112, dedicata alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica
sulla sicurezza in Europa.
Negli ultimi anni la Commissione europea ha collaborato con gli operatori di
viaggio per pubblicizzare
i servizi del 112 presso i viaggiatori di tutta
Europa. La Commissione ha anche messo a
punto materiale promozionale (compresi logo,
poster, striscioni, quiz per i bambini, ecc.) che
può essere usato dalle pubbliche amministrazioni o da qualsiasi altra organizzazione per
contribuire a pubblicizzare il numero 112. Il
112 è attualmente operativo in tutti gli Stati
membri dell’UE, oltre ai numeri d’emergenza
nazionali, come il 999 o il 110. Danimarca,
Finlandia, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Romania e Svezia hanno deciso di adottare il 112
come numero unico o principale di chiamata di
emergenza nazionale. Il 112 è usato anche al
di fuori dell’UE, ad esempio in Svizzera, Montenegro e Turchia.
Tuttavia, secondo un’indagine Eurobarometro realizzata a fine gennaio 2014, il 49% dei
cittadini europei non è consapevole di poter
chiamare i servizi di emergenza formando il
numero “112”. Nonostante anni di sforzi, questa informazione è nota solo al 50% dei viaggiatori, compresi quelli regolari. I cittadini più
esposti a rischi sono i greci (10%) e i britannici
(18%); i più informati sono i lussemburghesi
(80%), i rumeni (71%), i polacchi (80%) e i
bulgari (70%). Questa settimana la Vicepresidente della Commissione europea, Neelie Kroes, ha scritto a tutti i governi nazionali esortandoli a migliorare le funzioni di localizzazione
del chiamante e l’accesso delle persone disabili
ai sistemi nazionali del 112, nonché a lanciare
campagne pubblicitarie mirate ai viaggiatori.
http://europa.eu/rapid/press-release_
MEMO-14-97_it.htm
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
7
www.retecivica.trieste.it/eud
trasmissioni radiofoniche europee
Un libro per l'Europa
21 febbraio 2014
“Polonia l’Europa senza euro”
LIMES - Gruppo Editoriale L’Espresso
La trasmissione “Un libro per
“Nel paragonare l’economia polacca alle altre
l’Europa” vuole essere un ineconomie ex-socialiste dell’Europa centrocontro su uno o più libri, tra auorientale si usa spesso il termine miracolo,
tori e specialisti dell'argomenin virtù del livello di prodotto interno lordo
to. I temi sono legati all'Unione
raggiunto nel 1990. L’aspetto miracoloso vieeuropea: saggi di politica, di
economia o diritto, temi sociane attribuito in genere alla capacità dei grupli, ambientali ecc. La letteratura
pi dirigenti polacchi di introdurre riforme di
non è dimenticata. Sono invitati
mercato in modo più rapido, determinato ed autori europei famosi, tradotti in italiano, come per
efficiente che negli altri paesi dell’area.”
esempio: Adam Bodor (Ungeria), Predrag Matvejevic
Ospiti: Wojciech Ponikiewski, ambasciatore della Repubblica di Polonia presso Repubblica Italiana, Repubblica di San Marino
e Repubblica di Malta; Luigi Marinelli, ordinario di Slavistica, lingua e letteratura polacca all’Università La Sapienza di Roma.
(Croatia), o traduttori di autori come il premio Nobel
Czeslaw Milosz (Polonia). La trasmissione propone
anche commenti e dibattiti su libri dell'umanesimo
europeo che hanno segnato la nostra civiltà.
Una trasmissione ideata e curata da: Thierry Vissol
e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione
europea.
Conduttore: Thierry Vissol, economista consigliere speciale Media & Comunicazione,
Rappresentanza in Italia della Commissione europea
Regia: Luca Singer
Assistente al programma: Tomasz Koguc
I brani, scelti sono: Kayah & Bregović – To nie ptak, Kayah & Bregović – Prawy do lewego, Możdżer, Danielsson & Fresco - The Time - Incognitor, Frederic Chopin –Waltz n°17
in E Flat Major – Arturo Benedetti Michelangeli
Cerchi libri sull’UE?
ECLAS http://ec.europa.eu/eclas/
è il catalogo online della Biblioteca centrale della Commissione europea http://
ec.europa.eu/libraries/index_en.htm.
Oltre 600.000 pubblicazioni specializzate in materia d’integrazione europea,
politiche dell’UE e attività delle istituzioni, nonché una selezione di articoli di periodici possono essere consultate presso
la Biblioteca centrale o richieste in prestito tramite una biblioteca pubblica.
La trasmissione è disponibile in podcast:
Sito internet: http://bit.ly/libroPa
Facebook: http://bit.ly/libroF
Twitter: http://bit.ly/libroT
APP Android: http://bit.ly/euroAPP
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
8
www.retecivica.trieste.it/eud
trasmissioni radiofoniche europee
22 minuti, una settimana d’Europa in Italia
21 febbraio 2014
L’UE riparte: trasporto aereo, industria e telecomunicazioni
La trasmissione ”22 minuti,
Il 20 febbraio, la Commissione europea ha propouna settimana d’Europa in
sto un quadro per il turismo in Europa atto a fornire
Italia” si articola in due o tre
nuove garanzie per un servizio di qualità ai turisti
parti: la prima presenta tramite
che si recano in altri Stati membri o che visitano il
interviste e reportage i princinostro continente da paesi terzi. L’accesso a inforpali eventi di interesse europeo
mazioni affidabili e aggiornate sulla qualità dei sersvoltisi in Italia durante la setvizi turistici consentirà ai turisti di fare un confronto
timana precedente alla messa
fra diversi prodotti e quindi di scegliere in maniera in onda. La seconda parte, contiene interviste con
il Vicepresidente della Commissione Antonio Tajani
consapevole.
Il 17 febbraio è stata pubblicata una relazione sulla e con europarlamentari italiani, i quali commenstruttura industriale (2013) che evidenzia la ten- tano in maniera personale la settimana europea.
La terza parte consiste di una rassegna stampa in
denza discendente dell’industria manifatturiera,
collaborazione con la rivista Internazionale e con il
ma sottolinea anche le correlazioni vantaggiose tra sito www.Presseurop.eu, di una nota umoristica a
il settore manifatturiero e quello dei servizi. Il rap- cura di Diego Marani, intitolata "L'Europa di noialporto mette in luce la necessità di puntare sulla tri", nonché di un'intervista con un esponente del
reindustrializzazione come è stato fatto anche nella mondo delle arti e della cultura la cui attività abbia
comunicazione “Per una rinascita industriale euro- beneficiato di finanziamenti UE, o con l'autore di un
libro su un tema europeo pubblicato in Italia.
pea” della Commissione.
Secondo una nuova indagine, condotta su 28 000
cittadini dell’UE, il 94% degli europei che viaggia al di fuori del proprio paese fa un uso limitato
di servizi come Facebook sul cellulare a causa dei costi del roaming. Eliminando questi costi, si
stima che le società di telecomunicazioni avrebbero 300 milioni di clienti in più.
Ospiti:
Carlo Corazza, portavoce del commissario europeo Antonio Tajani, responsabile per l’industria
Enrico Camilli, funzionario della DG Connect presso la Commissione europea
Anguel Beremliysky, addetto stampa e media della Commissione europea Rappresentanza
in Italia
Le rubriche settimanali:
Nuovo Cinema europeo: la rubrica di Andrea Corrado e Igor Mariottini
Il disco della settimana, scelto in collaborazione con Luca D’Ambrosio di www.musicletter.it è
di Andrea Romeo, musicista e compositore di Treviso. “Need for Expression” (2013) è la sua
prima fatica discografica. Il brano scelto: “Heart”.
Una trasmissione ideata da:
Thierry Vissol, economista e consigliere speciale Media & Comunicazione, Rappresentanza in
Italia CE
Ponduttore: Luca Singer,
Regia: Alessandro Bufarari
Assistente al programma: Tomasz Koguc
Ascolta la trasmissione: http://bit.ly/Met6IV
La trasmissione è disponibile in podcast:
Sito internet: http://bit.ly/22minPa
Facebook: http://bit.ly/22minF
Twitter: http://bit.ly/22minT
APP Android: http://bit.ly/euroAPP
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
9
www.retecivica.trieste.it/eud
vuoi andare all’estero/1
/
by
Eurodesk
b
yE
urod
desk
k
www.eurodesk.it
Diventa volontario ONU
Formazione per accrescere le voL'attività dei Volontari delle Nazioni Unite si di- stre capacità di leadership
vide in 4 settori principali: Cooperazione tecnica allo sviluppo, Opere partecipative orientate
alle comunità, Opere umanitarie di soccorso e
ricostruzione, Operazioni di pace, diritti umani
e osservazioni elettorali.
Per diventare un volontario dell’ONU, occorre
avere almeno 25 anni e i seguenti requisiti:
laurea universitaria o diploma tecnico superiore almeno 2 anni di esperienza professionale
buona conoscenza pratica di almeno una delle
tre lingue di lavoro dell’UNU: inglese, francese e spagnolo, un forte impegno a rispettare
i valori e i principi del volontariato, capacità
di lavorare in un ambiente multiculturale, capacità di adattarsi a condizioni di vita difficili,
spiccate competenze interpersonali e organizzative. Sono apprezzate precedenti esperienze
di volontariato e/o di lavoro in un paese in via
di sviluppo.
www.portaledeigiovani.it/
scheda?id=10437
Formazione per partire per:
l’Africa, Asia, America Latina e Mediterraneo
CEIPES offre un’opportunità di formazione
per operatori giovanili, attivisti, operatore di
sviluppo delle comunità o lavori con i giovani
che potranno partecipare ad un programma di
formazione con altri ragazzi europei per potenziare le capacità di leadership.LEAD II è un
corso di formazione volto ad esplorare lo sviluppo della leadership con un focus particolare
sulla diversità.
Gli obiettivi del corso sono:
Riflettere sul proprio stile di leadership, sui valori, atteggiamenti e sulle competenze in materia di leadership in un mondo diverso.
Ottenere una migliore comprensione di come
includere nel vostro team persone con un
background culturale differente.
Scambiare con altri partecipanti diverse conoscenze e sfide derivanti dalle diversità nel proprio ambiente e costruire assieme un network.
Tornare a casa con nuove conoscenze ed idee
su come essere più inclusivi nel loro ruolo di
leadership con i giovani.
Il corso si svolgerà a Clonmines (Wellington
Bridge, Irlanda) dal 21 al 28 Giugno 2014.
Il vitto e l’alloggio sono coperti dal progetto.
Viaggio rimborsato al 70% + 50€ di iscrizione
al CEIPES.
Il termine ultimo per la presentazione delle
domande è il 20 Marzo 2014.
www.portaledeigiovani.it/
scheda?id=10448
Lo SCI - Servizio Civile
Internazionale - organizza degli incontri di formazione per partire in Africa, Asia, America Latina e
Mediterraneo.
Gli incontri si svolgono su due livelli, entrambi obbligatori, che permettono
di prendere coscienza dell’esperienza: dalla conoscenza dell’associazione ai
partner, dalla motivazione che ci muove al contesto con cui ci si confronterà.
Gli incontri di formazione hanno carattere residenziale: si dorme e si mangia assieme. E’ fondamentale la permanenza durante tutto il tempo, perché le formazioni sono
anche dei momenti per condividere vita comunitaria e mettersi alla prova rispetto alla dinamica
del campo di volontariato.
Gli incontri, salvo casi eccezionali, non sono selettivi, ma ovviamente avranno la funzione di
portare il volontario stesso a capire se l’esperienza proposta è quella adatta.
Ai volontari si richiede il tesseramento e un contributo di 20 per contribuire alle spese della
struttura ospitante.
Le iscrizioni saranno aperte dal 5 MARZO 2014
www.portaledeigiovani.it/scheda?id=10447
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
10
www.retecivica.trieste.it/eud
vuoi andare all’estero/2
Informazioni tratte dai siti di : www.portaledeigiovani.it, gioventu.org
Progetto “Job of my life” - Germania
The Job of my life è un progetto che favorisce
la mobilità transnazionale e combatte la disoccupazione giovanile, coinvolgendo giovani italiani in attività di formazione in Germania. Il
progetto The Job of my life prevede per i candidati selezionati attraverso il Portale Cliclavoro (www.cliclavoro.gov.it) il “Dual vocational training”, ovvero la “formazione duale” con
inserimento lavorativo in Germania tramite
contratto di apprendistato. In Germania, infatti, per molte professioni la formazione è fornita da un duplice programma di formazione e
istruzione.
Requisiti di accesso:
Età: da 18 a 35 anni,
Nazionalità: appartenenza ad uno Stato membro dell'UE, paesi dello Spazio Economico Europeo o Svizzera, con il diritto alla libera circolazione dei lavoratori nell'UE.
Licenza di scuola media inferiore. È necessario
non aver già concluso un percorso di “vocational training” presso un’altra azienda.
La conoscenza della lingua tedesca (A2 - livello base) rappresenta requisito essenziale. Tale
requisito sarà verificato durante il colloquio di
pre-selezione in Italia che si terrà in lingua tedesca.
Maggiori informazioni: www.portaledeigiovani.it/scheda?id=10430
Visitare, studiare, lavorare...
in Australia!
Lavoro come assistente ai viaggi
studio
L'Australia richiama ogni anno migliaia di giovani, in cerca di nuove opportunità, per studiare, lavorare o semplicemente per visitare
questo immenso territorio.
L'ingresso in Australia è sempre subordinato
al possesso del passaporto e all'ottenimento
di un visto, ottenibile facendo richiesta al più
vicino consolato australiano. Per alcuni visti
inoltre, c'è la possibilità di fare domanda direttamente online.
Esistono svariate decine di visti, ognuno adatto alle attività specifiche che si intendono
compiere una volta arrivati in Australia, e di
diversa durata (le autorità australiane possono valutare il prolungamento della validità di
alcuni tipi di visto). Il Dipartimento dell'Immigrazione australiano mette a disposizione sul
proprio sito www.immi.gov.au, un utile servizio di ricerca che permette di individuare il
visto più adatto alle proprie esigenze. Ad ogni
visto viene assegnato un codice identificativo,
chiamato subclass, o sottoclasse.
Maggiori informazioni: www.gioventu.org
ITF in collaborazione con le sedi EURES di Milano, Benevento Palermo, Roma , Venezia, offre
a candidati qualificati e motivati la possibilità
di effettuare una esperienza di lavoro durante
la stagione estiva, come membri del team di
assistenza ed animazione di gruppi di giovani in età scolare partecipanti a viaggi studio
all’estero.
Periodo: Da metà giugno a fine agosto 2014.
Sedi di Lavoro: Gran Bretagna, Irlanda, Francia.
Scadenza: 9 marzo 2014
www.portaledeigiovani.it/
scheda?id=10418
Volontariato
Volontariato all’estero
all’estero per
per
minorenni
minorenni
Vorreste andare a fare un’esperienza di volontariato all’estero
ma siete ancora minorenni?
Niente paura, ci sono diverse
associazioni che promuovono campi di volontariato sia in
Italia che all’estero per giovani
under 18! In questo sito trovate solo alcune di queste associazioni:
www.portaledeigiovani.it/
scheda?id=10310
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
11
www.retecivica.trieste.it/eud
vuoi andare all’estero/3
Informazioni tratte dai siti di : www.casaxeuropa.org, gioventu.org
Sei laureato/a in chimica, far- Lavoro presso le sedi dell’OSCE
L’OSCE offre a giovani laumacia e biotecnologia?
50 tirocini di 24 settimane
presso centri di ricerca europei chimici, farmaceutici
e biotecnologici: è l’opportunità offerta a 50 neolaureati dal progetto Unipharma Graduates, coordinato
dall’Università La Sapienza
di Roma all’interno del Programma Leonardo da Vinci.
I tirocini dovranno iniziare entro il 30 ottobre
2014 ed avranno una durata di 24 settimane
(5 mesi e mezzo).
Ai tirocinanti verrà corrisposto un contributo
a titolo di rimborso delle spese di viaggio, alloggio, vitto e trasporti locali, fino a un massimo di 3.722,60 euro per tutte le 24 settimane. Il tirocinio potrà essere svolto presso
numerosi centri di ricerca europei (in Belgio,
Francia, Olanda, Germania, Spagna, Regno
Unito, Svizzera), sia privati che pubblici. Una
lista degli istituti aderenti al progetto è presente sul sito www.unipharmagraduates.
it. Scadenza: 31 marzo 2014
Maggiori informazioni: http://casaxeuropa.org/2014/02/20/50-neolaureati50-tirocini-5-mesi-allestero/
reati l’opportunità di lavorare 6 mesi nei suoi uffici
di Vienna e Copenaghen.
Due volte l’anno, il Segretariato Internazionale
dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE - Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in
Europa offre a 9 laureati l’opportunità di lavorare 6 mesi presso le proprie sedi di Vienna e
Copenhagen, usufruendo di un assegno mensile pari a 564 euro e della gratuità dell’alloggio.
Gli assegnisti saranno impegnati a supportare le attività ordinarie degli uffici dell’OSCE,
contribuendo alla redazione di documenti, allo
svolgimento di ricerche, all’organizzazione di
incontri, all’elaborazione di discorsi, paper e
report.
Le candidature dovranno essere inviate entro
l’1 maggio 2014, per le attività che avranno
inizio nel mese di settembre/ottobre 2014.
Una nuova fase di selezione, con scadenza l’1
ottobre 2014, sarà prevista per le attività che
avranno inizio a febbraio/marzo 2015.
Per maggiori informazioni visitare il sito www.
oscepa.org.
Info tratta dal sito www.casaxeuropa.org
Tre giorni da giornalista per il Parlamento Europeo
European Youth Media Days 2014: l'evento per giovani giornalisti appassionati di politica europea. E’ aperta all’1 marzo la call degli European Youth Media Days 2014 - Special Edition:
l’evento - organizzato dal Parlamento Europeo in collaborazione con l’European Youth Press che offre a 120 giovani giornalisti (di età compresa tra i 18 e i 30 anni) interessati alla politica
europea l’opportunità di partecipare da protagonisti all’European Youth Event che si svolgerà a
Strasburgo dall’8 all’11 maggio 2014.
I giovani selezionati parteciperanno a workshops in lingua inglese durante i quali avranno
l’occasione di relazionarsi con politici europei e giornalisti professionisti e di realizzare report
giornalistici (video, foto, radio, stampa o multiAltre
Altre opportunità
opportunità sul
sul nostro
nostro sito
sito
media) sui temi affrontati.
Le candidature dovranno essere effettuate entro Ricordiamo che sul nostro sito www.retecivica.
il 1 marzo compilando il form online disponi- trieste.it/eud potete trovare numerose altre opbile sul sito www.youthpress.org, allegando portunità per andare all’estero, basta cliccare sulun curriculum vitae, una lettera motivazionale e la notizia “Vuoi andare all’estero?”. Se siete intedue esempi di prodotti giornalistici già realizzati. ressati a fare un’esperienza lavorativa con l’Eures
allora non perdetevi le offerte provenienti dall’EuInformazione tratta dal sito www.gioventu.org
res di Gorizia, le trovate sempre in Homepage.
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
12
www.retecivica.trieste.it/eud
l’Europe Direct - Eurodesk al lavoro
Informa
Informa SVE/FVG
SVE/FVG Tour
Tour
Si è tenuta il 27 febbraio 2013 la conferenza stampa di lancio del progetto “InForma SVE/FVG Tour”. La prima tappa del tour è stata realizzata il 5 aprile 2013
durante il concerto “CXG” organizzato dal nostro partner Associazione JamboGabri. La seconda durante il [email protected] all’Università di Trieste. Nel mese di aprile
e maggio invece sono state effettuate diverse tappe: incontro informativo SVE
(23.4.13), incontro con la cooperativa nuove tecniche a PN (24.4.13), banchetto durante il GASP a Trieste (3.5.13), incontro presso la scuola Max Fabiani TS
(10.5.13) e l’incontro informativo (21.5.13). Il mese di maggio si è terminato
con il banchetto durante la festa della Musica organizzato dall’ARCI servizio civile
presso il Toti. Tale evento si è ripetuto i due venerdì sucessivi, 7 e 14 giugno 2013.
Sempre con l’ARCI SCN il nostro ufficio ha collaborato partecipando con due workshop all’evento “Trieste on Sight” il 22 e 23 giugno a Opicina. Il mese di giugno è terminato poi
con l’incontro tenutosi a Udine presso la cooperativa ARACON. A luglio invece gli appuntamenti
sono stati tre: il 2 luglio, l’inconto sulla Serbia, seguito il 16 da un incontro SVE e finendo il 23
con l’incontro sulla Polonia. Ad agosto si sono tenuti due incontri SVE, il 6 ed il 27. A settembre
è stato realizzato un incontro il 12 e un altro il 23 all’interno del progetto Adopt Srebrenica. A
ottobre si sono tenuti due incontri informativi SVE, l’8 ed
il 22 e il 25-26 ottobre l’ufficio ha tenuto un incontro in
occasione della Venice Marathon in collaborazione con il
partner Europe Direct Comune di Venezia. Il 21 novembre si è tenuto un incontro presso l’ufficio mentre il 26
presso il circolo Brandl a Turiacco.
Il 16 di dicembre si è tenuto un incontro informativo presso
il nostro ufficio, mentre a gennaio due sono state le tappe
del Tour: il 22 un incontro informativo presso il nostro ufficio
e il 23 un incontro in occasione della giornata “Youth Adrinet Opportunity Day” organizzata dal Comune di Gorizia.
Nel mese di febbraio diverse sono state le tappe organizzate in regione: 10 incontro SVE presso l’ufficio, 11
incontro presso la scuola Carducci Dante di Trieste e il 12
12 febbraio
incontro presso la scuola Stellini a Udine.
Incontro presso la scuola Stellini
di Udine
11 febbraio
Incontro presso
la scuola Carducci
Dante di Trieste
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
13
www.retecivica.trieste.it/eud
volontariando con lo SVE
Vuoi partire con il
Servizio Volontario Europeo?
Se hai dai 17 ai 30 e sei residente in Italia allora non perdere l’occasione di fare
un’esperienza all’estero partendo con il Servizio Volontario Europeo!
Cos’è il Servizio Volontario Europeo (SVE)?
Lo SVE è l’opportunità offerta dall’Unione europea di passare dai 2 ai 12 mesi all’estero
facendo attività di volontariato in ambito sociale, culturale, ambientale, ricreativo,
sportivo e molto altro.
Ti abbiamo incuriosito? Allora contattaci, ti daremo tutte le informazioni ed il
supporto per partire, il nostro ufficio è infatti ente di invio e coordimanento del
Servizio Volontario Europeo. Se vuoi partire affidati a noi, non te ne pentirai.
Ti preoccupano i costi, niente paura, è praticamente tutto spesato dall’Ue. Sul nostro
sito puoi trovare tutte le informazioni a riguardo: http://www.retecivica.trieste.
it/eud/default.asp?pagina=-&ids=8&id_sx=&tipo=blocchi_dx_530&tabella_
padre=dx&id_padre=530
Vuoi dare già un occhio dei progetti a cui potresti partecipare? Allora visita la banca dati
ufficiale https://europa.eu/youth/evs_database!
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
14
www.retecivica.trieste.it/eud
Modulo Europa entra in classe
EuropeDirect - Eurodesk TRIESTE
Comune di Trieste, Servizio Comunicazione via della Procureria, 2/a I - 34121 Trieste
tel 040.675.41.41
fax 040.675.41.42
[email protected]
15
www.retecivica.trieste.it/eud