Laboratorio "Scacchi"

Commenti

Transcript

Laboratorio "Scacchi"
PROGETTO
SCACCHI
Scuola primaria e secondaria di primo grado “A. M. Ricci ”
A.S. 2016/2017
Insegnanti coinvolti:
Umberto Bellino – Stefania Gregori
PREMESSA
Gli scacchi, gioco da tavolo di strategia che vede opposti due giocatori, non ha
solamente carattere ludico ma, si presenta come mezzo di costruzione e di
consolidamento delle strutture cognitive. E’ particolarmente adatto a ragazzi di età
compresa tra 9 e 14 anni che sono in grado di seguire una metodologia di carattere
deduttivo poiché possiedono un tipo di intelligenza che può operare per ipotesi
astratte e deduzioni. Gli scacchi favoriscono, inoltre, l’interrelazione con gli altri e,
soprattutto, pongono l’alunno di fronte alla necessità di tener conto del punto di vista
altrui, facendo sì che attenuino e superino il proprio naturale egocentrismo
DESTINATARI
Gli alunni che hanno scelto il laboratorio di scacchi provengono dalle classi terze della
Scuola Primaria e da tutte le classi e sezioni della Scuola Secondaria di I grado.
OBIETTIVI SPECIFICI
Sviluppare concretamente i concetti teorico-pratici del gioco per portare gli allievi ad
una conoscenza abbastanza completa dei fondamenti non solo teorici degli scacchi.
Offrire uno strumento piacevole e impegnativo, che favorisca lo sviluppo del pensiero
formale, la fiducia nei propri mezzi, il rispetto delle opinioni degli interlocutori,
l'accettazione del confronto.
OBIETTIVI EDUCATIVI
 controllare l'impulsività, l'emotività, l'approssimazione, la superficialità e la
presunzione;
 sviluppare l'esercizio della pazienza;
 aiutare la formazione di una coscienza autocritica;
 stimolare la fiducia in se stessi, l'autocontrollo, le capacità decisionali, il senso di
responsabilità e la maturazione generale.
 rispettare le regole e accrescere la correttezza;
 rispettare l'avversario;
 trasferire nel gioco la propria aggressività;
 accettare la sconfitta ed adattarsi alla realtà.
OBIETTIVI DIDATTICI
 affrontare e risolvere situazioni problematiche;
 sviluppare le capacità logiche, la consequenzialità, le capacità di ragionamento in
generale;
 sviluppare capacità di analisi, sintesi, approfondimento;
 rafforzare la memoria in generale, la memoria visiva in particolare, la lucidità, la
capacità di astrazione;
 sviluppare la creatività, la fantasia, lo spirito d'iniziativa.
METODO
Ogni lezione sarà articolata in tre momenti:
Esposizione teorica su scacchiera magnetica; esercizi; partite simultanee.
Le partite tra gli alunni avverranno sotto la supervisione degli insegnanti per la
correttezza delle mosse e del comportamento.
Partecipazione ai tornei
La partecipazione ai tornei tra scuole è finalizzata ad una più approfondita
acquisizione delle tecniche, ma soprattutto al rafforzamento del carattere, alla
capacità di affrontare situazioni problematiche senza perdere la testa, anzi, facendo
ricorso a tutte le risorse fisiche e mentali.
STRUMENTI
Fotocopie da libri e da materiale in possesso degli insegnanti referenti.
Insegnanti referenti
Umberto Bellino
Stefania Gregori