capitolato dei lavori - studio d`architettura cesana

Commenti

Transcript

capitolato dei lavori - studio d`architettura cesana
NUOVA COSTRUZIONE DI EDIFICIO RESIDENZIALE
Via Adige n.5 a Nova Milanese
CAPITOLATO DEI LAVORI
Immobiliare Orchidea 2006 srl
via I Maggio n.32 Muggiò
Sutdio d’Architettura Cesana
www.studio-cesana.eu
20/10/2008
PAG.1
NOTA INTRODUTTIVA
Le descrizioni dei lavori riportate nel presente allegato, si intendono sommarie e schematiche, con il
solo scopo di individuare e fissare gli elementi fondamentali. Il capitolato dei lavori rappresenta
pertanto una descrizione sintetica delle opere.
Tali descrizioni si intendono sempre comprensive di tutto ciò che, pur non essendo specificato,
risulterà necessario a dare l'opera o la fornitura finita e funzionante in luogo.
Tutte le opere e forniture si intendono sempre comprensive di ogni e qualsiasi inerente materiale,
mano d'opera, mezzi d'opera, assistenza ecc., necessarie a dare le opere e le forniture finite e
funzionanti a perfetta regola d'arte.
Su eventuali divergenze tra le tavole di progetto e la descrizione delle opere, deciderà la Direzione
Lavori.
Si precisa che il tipo, la forma e la quantità dei materiali da impiegare potranno subire variazioni,
secondo le necessità di Progettazione e/o Direzione Lavori, in quanto la presente descrizione e’
indicativa dello stato di progetto e può subire variazione durante la fase operativa della costruzione.
CARATTERISTICHE STRUTTURALI E COSTRUTTIVE
FABBRICATO
Edificio di tre piani fuori terra con autorimessa e cantine al piano interrato, costruito come da progetto
approvato dal Comune di Nova Milanese con Permesso di Costruire n. 31/08 del 23/09/2008, salvo
varianti da richiedersi durante il corso dei lavori oppure prescritte dal Comune di Nova Milanese.
Trattasi di edificio a basso consumo energetico (come da Relazione Tecnica di cui alla Legge 10/91 e
nel rispetto dei disposti legislativi vigenti in materia di contenimento del consumo energetico degli
edifici).
FONDAZIONI
Le fondazioni sono a cordoli e travi rovesce, spessore 50 cm, poggianti su platea di cls armata con
rete elettrosaldata, su sottofondo in misto ghiaioso-sabbioso compattato.
Per la caratterizzazione del terreno di fondazione si è fatto riferimento alla relazione geotecnica del
giugno 2008, a firma geol. Ivan Talamona, iscritto all’ordine dei Geologi della Lombardia al n. 1358.
Le strutture portanti verticali sono costituite da pilastri, setti e muri in c.a.
Le strutture portanti orizzontali sono costituite da corree e travi in c.a. e solai a lastre prefabbricate
(copertura piano interrato) o a travetti tralicciati.
Le fasi di analisi e verifica della struttura sono state condotte in accordo alle disposizioni normative
vigenti.
Per la realizzazione dell’opera in oggetto saranno impiegati i seguenti materiali:
• Calcestruzzo tipo C25/30 (Resistenza caratteristica Rck = 30.0 N/mm2) per travi, pilastri, balconi,
solai;
• Calcestruzzo tipo C20/25 (Resistenza caratteristica Rck = 25.0 N/mm2) per muri e corree;
• barre di acciaio ad aderenza migliorata tipo Acciaio B450C (Resistenza caratteristica Fyk = 440.0
N/mm2).
20/10/2008
PAG.2
STRUTTURA PORTANTE
Scheletro o maglia strutturale (pilastri e travi) in cemento armato gettato in opera; solai di interpiano in
laterocemento, solaio piano autorimessa in lastre predalle.
MURI ESTERNI
Misti, con finitura esterna paramano (mattoni a vista) di qualità ed elevate prestazioni meccaniche a
scelta D.L. o con analoga finitura tipo mattoni a vista realizzata con listelli klinker (due colori), con
retrostante blocco in laterizio tipo Poroton 30cm di spessore, previa interposizione di pannello
coibente (di spessore secondo quanto stabilito in Relazione Tecnica Legge 10/91 - pannelli isolanti
leggeri in poliestilene espanso estruso con coefficente λ =0,035W/mqk) e con finitura esterna ad
intonaco tradizionale (in corrispondenza delle terrazze).
La stratigrafia di questi muri verifica un valore di trasmittanza termica U inferiore del 10% rispetto al
limite di legge vigente in Regione Lombardia.
I muri del seminterrato saranno in cemento armato e la parte entro terra verrà debitamente
impermeabilizzata.
CORNICI, SOGLIE E ZOCCOLATURA
saranno realizzate in serizzo antigorio, a disegno semplice
SOTTOFONDI
Saranno del tipo multistrato e diversificati secondo le solette. Schematicamente la stratigrafia è
costituita da uno strato alleggerito (Leca classic o similare), sovrapposto da materassino fonoisolante
(tipo Leca Calpestop o similare), sovrapposto alla cappa di protezione impianti 6cm.
TRAMEZZATURE INTERNE
In laterizio spessore al grezzo cm 8 per tutti gli ambienti escluso i bagni che saranno spessore cm 12.
MURI DI CONFINE TRA ALLOGGI
Di spessore complessivo pari a 25cm, realizzato con idonei blocchi fonoisolanti al fine di garantire
l’abbattimento acustico secondo quanto previsto dal DPCM 05/12/1997.
COPERTURA
In laterocemento con sovrapposizione di strato isolante/barriera vapore e pannelli sottotegola isolanti
tipo isotec o similare.
La stratigrafia verifica un valore di trasmittanza termica U inferiore del 10% rispetto al limite di legge
vigente in Regione Lombardia.
MANTO DI COPERTURA
Eseguito in laterizio con tegole piane ad incastro di IMERYS TOITURE mod. Alpha 10, colore rosso a
cura D.L., a norma NFEN 1304, classe 1 per l'impermeabilità, tipo C prove al gelo.
In alternativa altro prodotto a cura D.L. di comprovato valore.
I lucernai dei sottotetti sono rivestiti in rame.
LINEA VITA – SISTEMA ANTICADUTA FISSO
Il sistema deve consentire l'accesso in sicurezza al tetto per la manutenzione ordinaria. Certificato a
norma di legge (componenti del sistema a marchiatura CE in conformità delle direttive CEE).
CANALI DI GRONDA E PLUVIALI
Realizzati in lamiera di rame completi di raccordi e minuterie.
TERRAZZE, SOLETTE E PARAPETTI
Eseguite in cemento armato gettato in opera, debitamente impermeabilizzate.
20/10/2008
PAG.3
ISOLANTI E COIBENTI
Tutti i materiali isolanti e coibenti sono idonei per l’utilizzo cui sono applicati. In particolare i materiali
coibentanti saranno allegati di apposito certificato o etichetta da parte del costruttore attestante le
proprietà tecniche e prestazionali del prodotto.
Per il solaio sopra l’autorimessa e per le terrazze sud del piano sottotetto è prevista l’applicazione di
pannelli isolanti leggeri Elyfoam (Brianza Plastica) in poliestilene espanso estruso con coefficente λ
=0,035W/mqk, di spessore 10 cm
IMPERMEABILIZZAZIONE
Tutti gli elementi del fabbricato che necessitano di impermeabilizzazioni sono trattati nel modo più
consono al caso specifico, con apprpriate guaine bituminose e manti impermeabilizzanti.
A mero titolo esemplificativo si citano quali elementi soggetti ad impermeabilizzazioni: il solaio del
tetto, le pareti controterra del piano interrato, il solaio del piano interrato, balconi e terrazze, ecc.
TUBAZIONI, SCARICHI, FOGNATURE
Le tubazioni per servizi Acqua potabile, Gas, Telefono, Energia elettrica e collettori fognature saranno
previste in p.v.c. di adeguate dimensioni da collegarsi alla rete pubblica, sono escluse tutte le richieste
di allacciamento alle rispettive utenze.
Le acque meteoriche verranno convogliate, mediante condotte, a pozzo perdente.
Le acque nere verranno allacciate alla pubblica fognatura.
Le colonne di scarico delle fognature di bagni e cucine verranno realizzate con tubazioni
fonoassorbenti di adeguate dimensioni.
Le condotte delle cappe aspiranti delle cucine verranno insonorizzate.
*
PARTI COMUNI
RECINZIONE ESTERNA
Muretto in cemento a faccia-vista e sovrastante cancellata in ferro.
AREE VERDI
Giardino condominiale e giardini pertinenziali sistemati a verde con prato, siepi, cespugli, e piante
come previsto a progetto.
ACCESSO CARRAIO
Dotato di cancello motorizzato.
ACCESSO PEDONALE
Con cancelletto a tiro elettrico in ferro. Si realizza una pensilina d’ingresso con struttura in c.a., con
rivestimento esterno di finitura come l’edificio d’abitazione, impermebilizzata e munita di gronda e
pluviale. Sono installati nell’ingresso pedonale il videocitofono ed il casellario postale.
RAMPA CARRAIA
Pavimentata con cemento al quarzo a lisca di pesce.
PAVIMENTAZIONE AUTORIMESSA
In cemento del tipo “industriale” al quarzo di colore grigio elicotterato e con formazione di giunti
strutturali.
LOCALE RIFIUTI
20/10/2008
PAG.4
In piastrelle monocottura o klinker, finitura opaco, colore a discrezione D.L.
E’ prevista idonea ventilazione come da norme vigenti.
PERCORSI PEDONALI
Misti, pavimentati con massetti in cls. vibrocompresso a finitura anticata in miscellanea di colori a
scelta della D.L. (vialetti condominiali) e pavimentati con piastrelle di gres porcellanato colorato tutta
massa Sant'Agostino, serie Paving, Flat Grigio. Dimensioni 15x15/10x15/30x15/22,5x15cm
(marciapiedi perimetrali e verande).
PUNTI LUCE ESTERNI
Per i passaggi pedonali e aree a verde comuni: corpi illuminante con palo altezza 1,20 m circa, marca
e modello a cura D.L.
per l’illuminazione della rampa box: corpi immuminanti a tenuta stagna incassati nella muratura, mod.
e marca a cura D.L.
Tutti i balconi e le terrazze cono dotate di punto luce esterno.
PORTA D’INGRESSO
Dell’androne vano scala/ascensore in alluminio verniciato, completa di tiro elettrico e pompa aerea.
PAVIMENTI INGRESSO E PIANEROTTOLI
Piasterelle di gres porcellanato colorato tutta massa Sant'Agostino, serie Paving. Dimensione
30x30cm. Spessore 11mm. Colore Grigio.
In alternativa serizzo antigorio o altro materiale a cura D.L.
SCALE
Piasterelle di gres porcellanato colorato tutta massa Sant'Agostino, serie Paving, per rivestimento
gradini scala comune. Dimensione 30x30cm. Spessore 10mm. Colore Grigio.
In alternativa serizzo antigorio o altro materiale a cura D.L.
ASCENSORE
Ascensore oleodinamico pistone laterale in taglia ad un ingresso (Legge 13 del 09/01/1989 – D.P.R.
162 del 30/04/99 (95/16/CE) della ditta Otis, Kone o simili.
*
INTONACI E TINTEGGIATURE
INTONACO INTERNO
Tipo tradizionale a grana fine.
INTONACO ESTERNO
Tipo tradizionale, finitura a discrezione D.L.
TINTEGGIATURE E VERNICIATURE
Solo parti comuni ed esterne in pittura acrilica con inerti di quarzo, colore a discrezione D.L.
Tutte le parti in ferro sono verniciate con specifici prodotti secondo il caso.
*
PAVIMENTI E RIVESTIMENTI
PAVIMENTO CAMERE DA LETTO
20/10/2008
PAG.5
Parquet in legno massiccio, a listoncini di rovere, larghezza da 65-72mm, lunghezza da 330-450mm,
spessore 10mm, finitura semilucida, posati grezzi, lamatura, stuccatura, verniciatura in opera, nel
rispetto delle norme UNI EN 13226 - UNI EN 13227
PAVIMENTO INGRESSO, SOGGIORNO, CUCINA, DISIMPEGNI
Piasterelle di gres porcellanato colorato tutta massa Sant'Agostino, serie Quarzi. Dimensione
30x30cm. Spessore 10mm. Colore QZR Almond o altro colore a cura D.L.
PAVIMENTO BAGNI, SERVIZI
Piasterelle monocottura VOGUE serie interni 20x20. Piastrelle di ceramica pressate a secco con
basso assorbimento di acqua (0,5% < E ≤ 3%) - Gruppo B1b - M - GL UNI EN 14411 appendice H.
Spessore 7mm. Colori a cura D.L.
In alternativa monocottura di comprovata qualità a cura D.L.
RIVESTIMENTO BAGNI E SERVIZI
Piasterelle monocottura VOGUE serie cristalli 20x20. Piastrelle di ceramica pressate a secco con
basso assorbimento di acqua (0,5% < E ≤ 3%) - Gruppo B1b - M - GL UNI EN 14411 appendice H.
Spessore 7mm. Colori a cura D.L.
Il rivestimento della parete s’intende da terra ad h.180cm secondo quanto disposto dal Regolamento
d’Igiene.
In alternativa monocottura di comprovata qualità a cura D.L.
RIVESTIMENTO CUCINA
Piasterelle monocottura VOGUE serie cristalli 20x40. Piastrelle di ceramica pressate a secco con
basso assorbimento di acqua (0,5% < E ≤ 3%) - Gruppo B1b - M - GL UNI EN 14411 appendice H.
Spessore 9mm. Colori a cura D.L.
Il rivestimento della parete s’intende da terra ad h.160cm secondo quanto disposto dal Regolamento
d’Igiene.
In alternativa monocottura di comprovata qualità a cura D.L.
BATTISCOPA
Saranno accompagnati al pavimento (stesso tipo e ditta).
BALCONI
Pavimentati previa impermeabilizzazione con piasterelle di gres porcellanato colorato tutta massa
Sant'Agostino, serie Paving. Dimensione 30x30cm. Spessore 11mm. Colore Grigio.
In alternativa, pavimentati in klinker colore 60S e formato 12x24 della ditta LARIA, KLINKERSIRE o
simili a scelta della D.L.
RIVESTIMENTO PARAPETTI BALCONE
Con fascia in lastra di rame nervata/grecata con piega tagliagoccia
*
SANITARI E RUBINETTERIA
SANITARI BAGNO PRINCIPALE e BAGNO DI SERVIZIO
Tutti i sanitari sono di colore bianco puro.
Vasi e bidet saranno del tipo sospeso della Ditta Dolomite, serie Garda; i lavabi saranno del tipo a
semicolonna, Dolomite serie Garda; le Vasche saranno Dolomite serie Navona; i piatti doccia saranno
Dolomite serie Piano Design o Surf
Per la disposizione e numero dei sanitari si rimanda alle tavole di progetto.
20/10/2008
PAG.6
RUBINETTERIA
Con miscelatori monocomando Dolomite serie Kirì.
In alternativa a discrezione della D.L. analogo prodotto Fantini, Hansgroe o simili.
Nelle docce è prevista l’installazione di aste sali-scendi.
ATTACCHI PARTICOLARI
Nel bagno principale o di servizio verrà installato l’attacco per la lavatrice, nella cucina l’attacco per la
lavastoviglie.
Nelle terrazze è previsto un punto acqua completo di scarico.
*
IMPIANTI
Tutti gli impianti devono soddisfare le norme di legge e verificare ogni specifico regolamento ad essi
rivolti.
IMPIANTO ELETTRICO:
ALLOGGI
Costituite per ciascuna unità da: collegamento al contatore (escluso interruttore automatico a valle
dello stesso) con linea dimensionata per 6kw; quadretto d'utenza con interruttore generale automatico
con relè differenziale e in media tre interruttori automatici magnetotermici; circuiti ai punti luce ed ai
punti prese di corrente, circuiti ai punti prese per elettrodomestici (di massima i primi saranno due, il
secondo uno); derivazioni ai punti luce, punti comando, punti prese di corrente, punti prese
elettrodomestici. Di massima si prevede un punto luce per ambiente (almeno tre punti luce negli
ambienti soggiorno - angolo cottura, un punto luce a parete addizionale a quello a soffitto in cucina e
bagni) con comandi opportunamente disposti secondo la destinazione dei locali stessi e dell'ipotesi
d'arredo a progetto).
- FRUTTI della ditta vimar o biticino con placche di tipo scelta della D.L.
- PLACCHE in tecnopolimero di colore a scelta del cliente tra quelli del campionario del produttore.
- VIDEOCITOFONO con campanello e ricezione con cornetta e monitor piatto a colori, ditta e modello
a disrezione D.L.
- SALVAVITA ABB con interruttori automatici a protezione differenziata.
- IMPIANTO TV con antenna centralizzata completa di parabola per ricezione satellitare e digitale
terrestre (in una presa dell’appartamento).
- PUNTI LUCE E PRESE si prevedono un elenco di prese e punti luce come da schema di seguito
allegato (vedi indicazioni elettriche alloggi)
per le CANTINE e BOX si prevedono rispettivamente:
CANTINA PRIVATA
n° 1 punto luce interrotto
n° 1 presa da 10 A
BOX
n° 1 punto luce interrotto
n° 1 presa da 10 A
Il box verra’ collegato direttamente al contatore dell’appartamento
IMPIANTO ELETTRICO:
PARTI COMUNI
20/10/2008
PAG.7
Gli impianti servizi generali sono costituiti da quadro generale con collegamento al contatore
(alimentazione unica), con interruttore generale onnipolare e protezioni generali e dei circuiti, nonché
(ove occorre) protezioni con relè differenziali. Dal quadro generale sono alimentate con appositi
circuiti le utilizzazioni per illuminazione e forza motrice delle parti comuni. EssI sono di massima:
• impianti luce dell'atrio, scale, cantinato, autorimesse, centrali servizi tecnici, spazi esterni, con
relativi punti di comando locale (manuali o con dispositivi automatici).
• le prese di corrente nelle suddette zona.
• le linee di alimentazione agli ascensori dimensionate in base ai dati dei motori con relativo
quadro nel locale macchinario: comando generale al piano terra e/o locale custodio; le linee di
allarme; impianto illuminanzione locale macchine, vani corsa, cabina, con linea alimentazione
indipendente.
• le linee e gli impianti interni alle centrali servizi tecnici; in particolare l'impianto nella centrale
termica sarà eseguito in base alle particolari normative.
Sono previsti anche: l'impianto tubazioni montanti per telefoni secondo le istruzioni della Telecom;
l'impianto tubazioni montanti per antenna TV con derivazione nel soggiorno e nei locali indicati a
progetto (vedi tavole con indicazioni elettriche degli alloggi); l'impianto videocitofonico con
apparecchio in ciascuna unità immobiliare; comando serratura elettrica.
Inoltre è compreso l'impianto di terra comprendente i dispersori, i conduttori di terra, i montanti con
conduttori di protezione cui sono collegati gli impianti delle unità immobiliari, i conduttori di protezione
relativi alle linee ed utilizzazioni dei servizi generali sopra descritti. Gli impianti devono essere eseguiti
a regola d'arte con l'installazione di componenti nuovi secondo le indicazioni delle leggi n.186 e 791
Per approfondimenti sull’impianto elettrico delle parti comuni si rimanda al progetto depositato presso
il Comune di Nova Milanese.
IMPIANTO IDRO-SANITARIO
Costituito da: rete generale di distribuzione acqua fredda a valle del contatore. Colonne montanti
complete di saracinesche di intercettazione e barilotti ammortizzatori sulla sommità, rete di
distribuzione di acqua fredda e calda ai singoli apparecchi del bagno e della cucina completa di
rubinetto di intercettazione, collettori di scarico dei singoli apparecchi sino alla colonna di fognatura
verticale, montaggio degli apparecchi sanitari, rubinetterie, sifoni e pilette.
Le tubazioni interne agli appartamenti saranno in fusionterm di polipropilene.
Gli scarichi dei bagni e le cucine saranno in P.V.C., della ditta GEBERIT, COES o simili, le fognature
orizzontali saranno in P.V.C. serie pesante.
IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
Impianto di riscaldamento centrale a distribuzione del calore a zone (orizzontali), fornito in opera
completo di: caldaia a condensazione equipaggiata con bruciatore di metano (marca ATAG da 180
kW), dotato di termoregolazione individuale che consentono di regolare individualmente la
temperatura ambiente e contabilizzare il consumo del singolo alloggio, 2 elettropompe (una di riserva
all'altra) singolarmente intercettabili con 2 saracinesche del tipo inverter, tubazioni secondo normativa
vigente, fornitura e posa di un addolcitore a scambio di ioni. Collegamento alla linea gas completa di
tubazione e raccorderia. Terminali del calore realizzati con radiatori a parete ditta Irsap mod. Tesi. Per
i bagni è previsto il termoarredo Irsap mod. Novo o simili.
Per approfondimenti sull’impianto termico si rimanda alla Relazione Tecnica come disposto dal punto
9.1 del D.G.R. 26/06/2007 n.8/5018 e s.m.i.
SOLARE TERMICO
È prevista l’installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria nella
misura del 50% in ottemperanza ai dispositivi di legge vigenti.
20/10/2008
PAG.8
L’applicazione dei pannelli è prevista sulla falda del tetto con la migliore esposizione solare. Sono
previsti un sistema anticaduta fisso e scalette esterne per un accesso in sicurezza al tetto per la
manutenzione e pulizia dei pannelli.
IMPIANTO GAS
L'impianto dovrà essere conforme alle normative vigenti, nonché alle disposizioni dell'Ente Gas del
Comune di Nova Milanese.
I contatori saranno posizionati secondo le indicazioni dei tecnici dell'Ente fornitore del gas-metano.
All'interno degli appartamenti, in corrispondenza dell'ingresso delle tubazioni, sarà posto un rubinetto
di intercettazione.
PREDISPOSIZIONE IMPIANTO CONDIZIONAMENTO
Completo di tubazioni per attacco split nelle camere e soggiorno (escluso split, macchina esterna
refrigerante e cavi elettrici).
IMPIANTO DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA
Installazione di impianto di ventilazione meccanica controllata in ogni unità abitativa, atta a garantire
un corretto volume d’aria di ricambio.
PREDISPOSIZIONE IMPIANTO ANTI-INTRUSIONE D’ALLARME
Formazione di vie cavo vuote all'interno dell'unità abitativa, adeguate per ricevere i conduttori di
sistemi antintrusione d'allarme. Predisposizione perimetrale (tutte le aperture) e volumetrica (1 punto).
ANTINCENDIO
Installazione di presidi antincendio e segnaletica di sicurezza come previsto dal progetto approvato
dal Comando Provinciale dei V.V.F. di Milano
*
INFISSI INTERNI ED ESTERNI
PORTONCINI D’INGRESSO
Portoncino d'ingresso blindato (per esterni). Struttura in alluminio e blindatura in acciaio inox.
Certificazione sul civile (CLASSE 4). Dimensioni standard 90x210; pannelli di tamponamento da
campionario produttore saranno scelti a cura della D.L. Completo di maniglia e pomolo in finitura
alluminio anodizzato/satinato. Requisiti minimi di trasmittanza termica U < 2,9 W/m2K.
La D.L. si riserva la modifica del portoncino sopradescritto con altro prodotto.
PORTE INTERNI A BATTENTE
Porte interne a battente tamburate rivestite sulle due facce con rivestimento in legno (essenza a
discrezione D.L.) complete di guarnizioni in gomma; cerniere, serratura e maniglia (finitura alluminio
anodizzato o satinato); stipite con coprifili: cm 210x80 tavolati da cm 8 a cm 12
PORTE INTERNE A SCOMPARSA
Porte interne scorrevoli rivestite sulle due facce con rivestimento in legno (essenza a discrezione D.L.)
complete di guarnizioni in gomma; serratura e maniglia (finitura alluminio anodizzato o satinato);
stipite con coprifili e telaio: cm 210x80 tavolati da cm 8 a cm 12
FINESTRE E PORTE-FINESTRE
Serramenti in legno/alluminio, completi di vetrocamera o triplo vetro (doppia camera) tali da garantire i
seguenti requisiti minimi: trasmittanza termica del serramento (telaio + vetro) Uw < 1,8 W/m2K.
Ferramenta e maniglie di finitura alluminio anodizzato/satinato. Essenza del legno e colore alluminio
da definire.
20/10/2008
PAG.9
In laternativa la D.L. si riserva l’installazione di serramenti alluminio/alluminio di analoga trasmittanza
termica.
Tutti i serramenti delle parti comuni sono previsti alluminio/alluminio.
Nota: le porte-finestre dei soggiorni saranno a due ante scorrevoli o in alternativa a discrezione D.L.
potranno essere a tre ante a battente + pacchetto.
SCURI
Scuri in alluminio, pannello liscio, apertura alla vicentina rovescio. Colore da cartella produttore a
discrezione della D.L.; finitura opaco.
PORTONE AUTORIMESSA
Del tipo basculante in lamiera zincata.
PORTE CANTINE
A battente in lamiera zincata; feritoie inferiori; completa di maniglia e serratura.
SERRAMENTI CANTINE
Ove previste, a ribalta in ferro verniciato
PORTE TAGLIAFUOCO
Come da normativa ove previsto da progetto.
20/10/2008
PAG.10
INDICAZIONI FINALI
Il lavoro si intende completamente finito “chiavi in mano” e nel prezzo sono compresi:
Gli oneri per la pulizia definitiva.
Le separazioni tra le varie unita’ immobiliari poste al piano terra (effettuate con paline e rete
plastificata h=100 cm).
Gli allacciamenti alle utenze sono a carico dell’acquirente.
L’Impresa rimane garante per eventuali non conformità nelle porzioni di immobile acquistato secondo
quanto specificato nel codice civile art. 1667-1668-1669.
Gli oneri per eventuali varianti interne la proprietà su richiesta degli acquirenti sarà ad essi addebitata
previa approvazione di specifico preventivo. I tecnici dello studio di progettazione sono a disposizione
per eventuali richieste particolari.
Note:
Tutti i documenti di progetto depositati presso l’Ufficio Tecnico Comunale di Nova Milanese sono di
pubblico dominio.
Luogo…………………., li……………
PROMITTENTE VENDITORE
PROMISSARIO ACQUIRENTE
………………………………….
………………………………….
20/10/2008
PAG.11

Documenti analoghi

Scarica Brochure - NuoveCostruzioni.it

Scarica Brochure - NuoveCostruzioni.it - E’ previsto un impianto centralizzato con antenna per la ricezione dei canali del digitale terrestre (punti completi) ed antenna satellitare (1 punto per appartamento), utilizzando cavi con bassa...

Dettagli