Tre giorni per parlare di acqua e di beni comuni ma anche di

Commenti

Transcript

Tre giorni per parlare di acqua e di beni comuni ma anche di
Tre giorni per parlare di acqua e di beni comuni
ma anche di democrazia e partecipazione
perché si scrive Acqua ma si legge Democrazia!
16, 17 e 18 settembre 2011
Pineta Zerbi Reggio Calabria
Tutto pronto per la prima Festa dell’Acqua reggina promossa dal Comitato Acqua pubblica
reggino e quello di Villa San Giovanni, il comitato provinciale reggino Arci, c.s.o.a. “Angelina
Cartella”, Energia Pulita, CGIL e tantissime altre realtà dell’associazionismo reggino, in
collaborazione con il Museo dello Strumento Musicale. Tre giorni di discussione e confronto, di
musica, arte e iniziative, che si terrà nella Pineta Zerbi di Reggio Calabria dal 16 al 18 settembre
prossimo, per rilanciare insieme ai partiti e ai movimenti che hanno lavorato alla costruzione dello
straordinario risultato raccolto in occasione del Referendum del 13 giugno scorso, la battaglia per
dichiarare una volta per tutte che l’acqua è un bene comune.
Venerdì 16 settembre
ore 18.00
Apertura villaggio con stands, banchetti, laboratori, servizio ristoro
Dibattito “Problematiche del Servizio Idrico Integrato a Reggio Calabria”
Acqua salata, acqua che manca, cattiva depurazione: sono tante e diverse le lamentele dei reggini
per quel che riguarda la gestione del Servizio Idrico Integrato. Aspettando la manna dal Menta, è
possibile fare qualcosa?
Introduce Laura Cirella (Energia Pulita)
Modera Luca Assumma, giornalista di CalabriaOra
Intervengono Beatrice Barillaro (WWF), Nuccio Barillà (Legambiente), Prof. Domenico Labate
(Giornalista)
ore 21.00
Kalamu in concerto
Giovani calabresi che dal 2005 sperimentano un percorso musicale che vede la loro terra d’origine
protagonista in un’evoluzione di suoni contaminati dal mondo che la circonda.
Testi che affrontano tematiche sociali, politiche, culturali della nostra terra e del resto del mondo,
attraverso occhi di giovani che non smettono di sperare in un futuro migliore
ore 23.00
RiggiTown dj Set Yari vs Dariush ($wk)
Si alterneranno in una selezione a ritmo serrato in un crescendo di bpm, mescolando la dubstep
alla drum and bass, il dub alla jungle con sonorità nuove e inedite per il pubblico reggino
Sabato 17 settembre
ore 18.00
Dibattito “Servizio Idrico Integrato: è possibile una gestione pubblica e partecipata?”
Gli italiani, attraverso i referendum del 12 e 13 giugno, hanno chiaramente detto di volere una
gestione del servizio idrico pubblica. E’ possibile? Cosa bisogna fare?
Introduce Giuseppe Fanti (ARCI)
Modera Giuseppe Baldessarro, giornalista del Quotidiano della Calabria
Intervengono Giovanni Di Leo (Coordinamento calabrese Acqua Pubblica "Bruno Arcuri”),
Massimo Canale (Consigliere Comunale), Aldo De Caridi (Consigliere Comunale), Giuseppe
Longo (Consigliere Provinciale), Nino De Gaetano (Consigliere Regionale), Andrea Di Martino
(Commissario provinciale SEL), Lorenzo Fascì (Segretario provinciale PdCI), Pino Siclari (PCL),
Corrado Oddi (Forum dei Movimenti per l'Acqua)
ore 21.00
Toti Poeta e Mimì Sterrantino in concerto
Un’accoppiata eccezionale targata Malintenti Dischi! Da una parte, tra ironia e arrangiamenti
ricercati, la voce calda di Toti Poeta, il cantautore folk siciliano che, con il brano”FACCIO DI
TUTTO”, ha sostenuto la campagna referendaria per l’acqua pubblica. Dall’altra il menestrello di
Castelmola capace nei suoi brani, di rielaborare diverse influenze musicali, che vanno dal rock al
balcanico, dai canti popolari al jazz, dal taraf ai cantautori italiani, in maniera originalissima.
ore 23.00
RiggiTown dj Set Yari vs Dariush ($wk)
Domenica 18 settembre
ore 18.00
Dibattito “Gestione dei Beni Comuni? E’ una questione di Democrazia!”
La privatizzazione dell’acqua è la manifestazione più drastica di un fenomeno che va avanti da
anni: la svendita del territorio a favore delle grandi multinazionali e dei gruppi criminali, dietro il
ricatto del lavoro e la promessa di sviluppo. Difendere l’acqua, le risorse ambientali, il territorio è
però non solo questione legata alla salvaguardia della salute e dell’ambiente, ma anche alla
democrazia e alla dignità.
Introduce Elisa Gambello (Segreteria CGIL Reggio Cal.-Locri)
Modera Stefano Perri, giornalista di Strill.it
Intervengono Francesca Panuccio (NO alla Centrale a Carbone di Saline Joniche), Filippo Di
Masi (Presidio "San Ferdinando in Movimento"), Giuseppe Pugliese (Equo Sud), Filippo Sestito
(Rete Difesa del Territorio - Franco Nisticò), Prof. Domenico Marino (Università Mediterranea)
ore 21.00
Don Cosciotti Senza Mancia
Artisti di strada che sperimentano la giocoleria con nuove forme e nuovi contenuti
ore 21.30
Skunchiuruti Band in concerto
Un gruppo animato da un grande interesse comune: divertirsi. E’ cosi che gli SKUNCHIURUTI
cominciano il loro percorso, proponendo canzoni popolari e cercando di utilizzare strumenti tipici
del territorio ormai quasi dimenticati.
Tre giorni per parlare di acqua e di beni comuni, ma anche di democrazia e partecipazione,
perché si scrive Acqua ma si legge Democrazia!