ANOLF: Negozi cinesi? Nuovo motore per l`economia

Commenti

Transcript

ANOLF: Negozi cinesi? Nuovo motore per l`economia
ANOLF: Negozi cinesi? Nuovo motore per l’economia
L’Anolf Como condanna l’operato dei gruppi politici neo fascisti contro alcuni negozi di Cantù
gestiti da stranieri, cinesi in particolare, ed esprime la propria solidarietà agli imprenditori cinesi
colpiti da atti di ingiustificata intolleranza”. È quanto si legge in una breve nota diffusa oggi dalla
Presidentessa dell’Anolf-Cisl Rosangela Pifferi, non solo per condannare quanto accaduto ma
anche per sottolineare come “in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo la presenza
di attività commerciali gestite da migranti non è una realtà da denigrare ma va considerata come il
segno di un’economia che si rimette in moto”. Commentando il comunicato di rivendicazione
inviato all’indomani del blitz di protesta Rosangela Pifferi sottolinea che “non è attaccando i negozi
cinesi, né chiedendo alle istituzioni di ostacolarne l’apertura che si favorisce la ripresa
dell’economia del nostro territorio”.
20.06.2013

Documenti analoghi