Bestiario musicale - La Tavola Armonica

Commenti

Transcript

Bestiario musicale - La Tavola Armonica
Bestiario musicale
Nel Medioevo erano diffusi i bestiari,
testi spesso fantastici sugli animali, che
venivano frequentemente rappresentati
con una loro valenza simbolica.
Anche la letteratura musicale è
ricchissima di brani che si rifanno al
mondo animale. Fin dai tempi più
antichi la musica imita il canto degli
uccelli, i suoni della natura, i versi di
animali domestici o selvatici, e talvolta
scorge in loro alcune tipologie umane:
ecco che allora si trasforma in potente
veicolo di ironia e satira.
Come negli altri spettacoli di La Tavola Armonica, anche in questo caso il
percorso musicale viene inserito in una cornice narrativa che parte dal mito di
Orfeo. Il cantore greco, capace di ammansire gli animali con la sua arte, è infatti
il più antico legame nella cultura occidentale fra la musica e le creature
animate.
In seguito, gli animali di questa
particolare selezione musicale
sono stati raggruppati secondo il
loro habitat d’appartenenza:
animali d’aria, di acqua e di
terra: fra questi ultimi quelli
selvatici e quelli domestici,
particolarmente legati alla vita
dell’uomo.