INFORMAZIONE OTTICA PER IL

Commenti

Transcript

INFORMAZIONE OTTICA PER IL
Rivista quadrimestrale anno III - n°2/2009 - Tariffa R.O.C.: Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1. CNS Genova - N.629 Anno 2007
guardami
INFORMAZIONE OTTICA PER IL CONSUMATORE
www.guardaminews.com
2
guardami
guardami
Lenti a profondità di campo 04
La soluzione per il lavoro al desk
Il sole in montagna 06
Come scegliere le lenti giuste
Difetti visivi: astigmatismo 08
Cos’è e come riconoscerlo
3
Veder bene di notte 10
Soprattutto quando si guida
Sindrome da occhio secco 12
Il collirio sostituisce le lacrime
E DISTANZE
Due lenti in una 14
NON CONTAN
Comfort e praticità con le progressive
La televisione sul muro 16
Gli schermi organici del futuro
18 VISTI DALL’OTTICO
20 Parte da Genova
L’occhiale solidale per le fasce deboli
21 Comprare è facile e sicuro
Acquisti a tasso zero
22 Misura la tua vista anche da solo
Test semplici e divertenti col Vistometro
Tempo di neve, sciate e montagna. Momenti rilassanti da trascorrere con famiglia o amici e tornare
in città con un’invidiabile abbronzatura. Ma è necessario prestare attenzione anche alla protezione
dei propri occhi scegliendo gli occhiali giusti. Per chi lavora o si dedica ad attività manuali le lenti a profondità di campo o
altrimenti dette “di media distanza” sono un’ottima e confortevole soluzione; così come le ormai note lenti progressive che
consentono con un solo paio di occhiali di vedere bene da lontano e da vicino.
Da Genova parte un’iniziativa interessante: l’occhiale solidale per le fasce deboli della popolazione in collaborazione con alcuni
ottici e l’ente provinciale. Un esempio virtuoso, anche se in tutti i moderni centri ottici sono già disponibili da tempo soluzioni
visive sicure, certificate a costo contenuto e garantite da un professionista serio: il vostro ottico.
Editoriale
Guardami
Quadrimestrale
Anno III - n. 2/09
Direttore responsabile
Gianclaudio Bianchi
Editore incaricato e Redazione
Stampa
Estro Comunicazione Srl
Via Fiasella 12
16121 Genova
Tel. 010 56.10.81
Fax. 010 54.52.175
[email protected]
www.guardaminews.com
AGF - Arti Grafiche A.G. Fiorin Spa
Via del Tecchione, 36
20098 Sesto Ulteriano
S. Giuliano Milanese (MI)
Registrazione Tribunale
di Genova n. 20/2007
È vietata la riproduzione anche parziale del testo, dell’impostazione grafica e delle immagini senza espressa autorizzazione. Le immagini riprodotte
sono di proprietà dell’editore o reperite presso fonti d’informazione pubblica. I marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari. In caso non sia stato
possibile rintracciare gli aventi diritto, l’editore si dichiara disponibile ad adempiere ai propri obblighi.
La soluzione per il lavoro al desk
4
guardami
Lenti a profondità di campo
Quando si pensava a un presbite, fino a
tura controindicati. Per quanto l’ottico
perlopiù superati. Gli occhiali progres-
non molti anni fa, veniva subito in men-
possa essere bravo l’intervallo di visione
sivi hanno reso più liberi molti presbiti
te una persona di una certa età che
nitida di una monofocale da vicino è li-
che hanno scoperto che un solo paio di
cominciava ad avere qualche difficoltà
mitato massimo agli 80 cm. Questo si-
occhiali poteva permettere loro di svol-
nella visione da vicino. L’immagine tipi-
gnifica che gli occhialini da lettura sono
gere diverse attività. D’altra parte non
ca era quella di un pensionato che per
leggere il giornale allungava le braccia.
Oggi la maggior parte dei presbiti lavora ancora e adopera il computer o, comunque, ha esigenze di visione prossimale molto più complesse del presbite
di qualche tempo fa.
Per le attività a distanze fisse (ad esempio leggere un libro), il rimedio più
conosciuto è, ancora oggi, l’utilizzo
dei tradizionali occhialini da lettura,
chiamati anche mezzi occhiali per le
dimensioni ridotte. Ma per quasi tutte
le altre attività quotidiane che richiedono distanze variabili (in ufficio, in
cucina, nel tempo libero) questo tipo di
occhiali risultano poco pratici o addirit-

Dubbi sulla visione?
Ci pensa il video-educatore
Tra gli strumenti di ultima generazione utilizzati dagli
ottici c’è Anyview, un video centratore digitale con
molte funzionalità. Oltre a misurare tutti i parametri
necessari all’ottico per la creazione della lente, questo
dispositivo tecnologico ha altre caratteristiche che lo
rendono unico. Una delle funzioni principali è il tutorial
Educational 3D: questo programma “dialoga” con il
cliente attraverso dei video, spiegando in maniera
semplice e chiara argomenti complessi. Spesso,
infatti, può risultare difficile comprendere la differenza
tra una lente o l’altra, anche perché si utilizzano
molti termini tecnici. I video di Anyview mostrano nel
concreto gli effetti di una lente multifocale, spiegano
i difetti visivi, chiariscono dubbi sui diversi trattamenti,
riproducono le differenze di visione delle diverse lenti,
facilitando la comprensione dell’utente.
tipo di lenti: alcuni portatori trovano
ano
permettono una visione più
questa soluzione scomoda o difficile
ampia e flessibile per favorire al
da usare perché la messa a fuoco
oa
meglio le attività dinamiche che
diverse distanze non è immediata..
si svolgono quotidianamente
In molti casi proprio il lavoro alla
la
da vicino e a media distanza. Ol-
scrivania continua a rimanere uno
o
tre a essere indicate per il lavoro
dei problemi più grossi da risolvere.
e.
alla scrivania, sono adatte anche
Già di suo lo schermo del compu--
quando ci si dedica a un hobby
ter, come anche la tv, affatica glii
come il bricolage o la pittura e nel
occhi. Quando si lavora alla scriva--
tempo libero per giocare a carte
nia, oltre a guardare il monitor, si
o andare al ristorante (e riuscire a
svolgono anche compiti diversi e
guardare il menù e gli amici senza
si effettuano delle repentine va-
dover cambiare occhiali).
riazioni della messa a fuoco per il
Tra i vantaggi di queste lenti c’è
passaggio da una distanza all’al-
anche la facilità di utilizzo: al con-
tra: lo sguardo corre dalla tastie-
trario delle progressive, non han-
ra al foglio, dal video al collega,
no bisogno di adattamento e sono
etc. Tutto questo incrementa
confortevoli già dalla prima volta, per
ulteriormente l’affaticamento
questo possono essere scelte come
degli occhi. Da qualche anno a questa
del presbite che lavora o che si dedica
prima soluzione per chi diventa pre-
parte è disponibile anche un’altra so-
a hobby e si trova ad agire in una zona
sbite e non portava in precedenza oc-
luzione per i soggetti presbiti, ma non
limitata. Questa monofocale dinamica
chiali da vista.
è ancora molto conosciuta. È la lente a
fornisce una visione confortevole sia
Per questa come per tutte le altre solu-
profondità di campo, nota anche come
alla distanza da vicino, sia alle distanze
zioni vale sempre la raccomandazione
occhiale per la media distanza, ed è
intermedie (cioè dai 30 centimetri fino
di chiedere consiglio e confrontarsi con
una valida soluzione per le esigenze
ai 2 metri circa).
il proprio ottico optometrista di fiducia.
STOP ALLA LUCE POLARIZZATA
Molti hanno già pensato alle vacanze sulla neve e stanno controllando tutta
l’attrezzatura… E gli occhiali da sole? Abbiamo pensato se abbiamo quelli
giusti?
Sciando o pattinando sul ghiaccio l’occhio è soggetto a riverberi accecanti:
quando la luce incontra una superficie riflettente (come neve o ghiaccio) genera raggi luminosi, o luce polarizzata, che disturbano la visione. Per questo è
importante proteggersi con lenti polarizzate, in grado di filtrare il riverbero e
garantire una visione nitida e la massima protezione dell’occhio.
Le lenti polarizzate Ray-Ban offrono totale protezione contro i raggi UV, blocco del 99,9% delle onde polarizzate, livello di nitidezza superiore allo standard, asse di polarizzazione con allineamento al di sopra dei requisiti di legge
e trattamento antiriflesso. Due le versioni di lente polarizzata premium disponibili, P3 e P3 Plus. A queste sono abbinati speciali trattamenti come la protezione idro-oleofobica e il color enhancement (per P3 Plus), per una migliore
definizione dei colori e del contrasto.
5
Le lenti a profondità di campo
guardami
tutti riescono ad abituarsi a questo
esto
Come scegliere le lenti giuste
6
guardami
Il sole in montagna
Ormai è risaputo che i raggi solari in
Le conseguenze immediate possono
cora più indispensabili per praticare
montagna sono, per la grande lim-
essere congiuntiviti, forte lacrimazio-
sport in sicurezza. Che si tratti di sci,
pidezza e luminosità del cielo, molto
ne, fotosensibili-
più ricchi di radiazione ultravioletta
tà, accecamento
rispetto alle zone di pianura.
da neve e anche
Essi hanno ottimi effetti su tutto l’or-
ustioni della cor-
ganismo, riequilibrando le difese im-
nea. Ma negli
munitarie, ma non solo: hanno pro-
anni la retina e
prietà benefiche anche sull’umore.
cristallino posso-
È noto come qualsiasi tipo di luce,
no subire danni
naturale o artificiale, influenzi i livelli
ancora più seri.
ormonali, la temperatura corporea,
Per proteggersi
l’attività del cervello e l’umore. Per
dal sole (ma an-
questo, passeggiando in inverno al
che dal vento)
sole di montagna, si possono notare
ed evitare arros-
sensibili miglioramenti.
samenti, irritazio-
Ma bisogna prestare molta attenzione
ni e secchezza, è
perché in alta quota la quasi totalità
buona regola es-
dei raggi ultravioletti filtra fra le nubi
sere sempre mu-
e la neve e il ghiaccio possono riflet-
niti di un paio di
terne sino l’ 80%. E più si sale più l’in-
occhiali da sole
tensità dei raggi solari aumenta, circa
di buona qualità:
dal 6% all’8% in più ogni mille metri.
questi sono an-
alta quota è anche scegliere occhia-
qualità che proteggano gli occhi dai
li con protezioni laterali che siano in
raggi ultravioletti. Alcuni degli occhia-
grado di riparare gli occhi sia dalla
li da sole comunemente usati, pur ri-
luce sia dal vento.
ducendo le radiazioni visibili dal 40%
Le alternative a disposizione sono
al 60%, dilatano la pupilla: in questo
moltissime, a seconda dei gusti per-
modo le radiazioni ultraviolette, pos-
sonali, dello sport che si pratica, dello
sono addirittura entrare nell’occhio in
stile di vita: si può scegliere di cro-
misura maggiore, alterando cristallino
giolarsi al sole con indosso un paio
e retina.
di occhiali glamour con gli strass,
Lenti di ottima qualità, invece, ferma-
di lanciarsi in un fuori pista con una
no totalmente le radiazioni nel cam-
maschera da sci coloratissima, di av-
po dell’ultravioletto e lasciano passare
venturarsi su un ghiacciaio protetti da
solo le visibili, che non portano alcun
occhiali avvolgenti total black.
La lente giusta
E’ importante chiedere all’ottico il consiglio giusto per la lente da montare sui propri
occhiali sportivi. Le lenti non sono infatti tutte uguali, devono proteggere l’occhio
da infrarossi e dalle luci blu. I filtri delle lenti sono stati catalogati in 5 categorie, a
seconda del loro utilizzo:
Attenzione ai raggi UVA
Come ogni inverno con l’arrivo della neve torna la voglia di buttarsi giù dalle piste
da sci. Occorre però fare attenzione: in montagna l’esposizione ai raggi solari può
essere particolarmente dannosa. L’alta quota fa sì che filtrino elevate quantità di
raggi UVA, potenzialmente dannosi. Per misurare questi effetti è stata studiata una
tabella che indica i livelli di protezione consigliati a seconda dell’intensità della radiazione. In montagna d’inverno, con il riflesso della neve l’esposizione aumenta di
pericolosità; è importante proteggere la pelle e gli occhi.
Per chi ancora non avesse provveduto a comprarsi un paio di occhiali quest’anno
c’è solo imbarazzo della scelta. Le proposte sono moltissime e altamente specializzate, a seconda dello sport invernale che più si ama praticare, dallo snowboard al
fondo, dalla discesa alla scalata.
LENTI PER PRESBITI SPORTIVI
occhiali devono avere lenti di ottima
Durante l’attività sportiva,
l’80% delle informazioni
proviene dagli occhi. Da qui
l’importanza di un equipaggiamento visivo adeguato.
Dedicata ai presbiti sportivi
è Varilux® Sport, la lente progressiva che contribuisce a
migliorare la qualità di visione e il comfort.
La visione per lontano è favorita da un ampio campo
visivo, ideale per chi pratica
sport all’aperto. La visione
intermedia porta a una naturale inclinazione del capo e
dello sguardo. L’area del vicino, ridotta e stabilizzata, facilita la visione ravvicinata. La
visione dinamica permette la
focalizzazione puntuale degli
oggetti in movimento.
Varilux® Sport offre protezione al 100% dai raggi UV.
Varie le proposte abbinabili:
Sports Solutions, la gamma
di tonalità per filtrare la luce
blu sino al 90%; Polarizzante,
per protezione dal riverbero,
ideale per sport acquatici e
su strada; Melanina, specifica per proteggere occhi e
contorno occhi; Essilor Transitions®, fotocromatica per
sport all’aperto e in interni;
Xelios PhysioTints®, 4 tonalità per contrastare l’intensità
della luce.
7
danno. Importante quando si va in
guardami
snowboard, alpinismo o trekking, gli
guardami
Difetti visivi: astigmatismo
Spesso si associa a ipermetropia e miopia
questo difetto visivo se ne accompagnano altri come la miopia e l’ipermetropia:
circa il 45% delle persone che necessita
8
di una correzione visiva ha qualche grado di astigmatismo. In genere, però, un
astigmatismo minimo (ovvero da 0.5 a 1
diottria) è considerato fisiologico e non
necessita di correzione.
L’astigmatismo solitamente è ereditario ma alcuni fattori (ad esempio scarsa
illuminazione e stanchezza) possono
accentuare i disturbi: questa condizione
può peggiorare lentamente, ma generalmente rimane abbastanza stabile. Anche
i bambini possono essere affetti da questo disturbo visivo e, ignari della loro condizione, potrebbero lamentare di meno
la visione distorta e sfocata. Trascurare gli
astigmatismi, in soggetti giovani, può impedire un corretto sviluppo della capacità visiva che potrà risultare compromessa in età adulta.
Tipi di astigmatismo
e diagnosi
L’astigmatismo può essere miopico, ipermetropico e misto.
Nell’astigmatismo la cornea (la parte tra-
Ne risulta una visione sdoppiata e con-
Questo difetto visivo si corregge con len-
sparente dell’occhio davanti alla pupilla)
fusa, in particolare per le linee verticali
ti cilindriche positive o negative a secon-
anziché avere una conformazione di tipo
e orizzontali di un’immagine, mentre i
da dei casi: l’astigmatismo ipermetropico
sferico ha una forma più simile ad un pal-
sintomi comprendono strabismo, occa-
richiede lenti cilindriche positive mentre
lone da rugby ed è più curva in alcuni
sionali mal di testa e tensione oculare.
quello miopico si corregge con lenti ci-
settori e meno in altri (ha una forma che
Soprattutto nelle forme lievi questi di-
lindriche negative. Fino a poco tempo
si definisce “torica”). Su una superficie
sturbi si manifestano prevalentemente
questo difetto veniva corretto esclusi-
sferica i raggi luminosi vengono con-
dopo prolungato
centrati in un unico punto, perché subi-
sforzo da vicino,
scono tutti la stessa deviazione, e creano
come nella lettu-
un’immagine nitida. Su una superficie
ra e nell’uso del
torica i raggi luminosi si concentrano in
video. Il soggetto
molti punti diversi e rendono un’imma-
astigmatico
gine sfuocata.
difficoltà a vede-
In questo difetto di rifrazione un punto
re
non viene raffigurato come un punto,
sia gli oggetti
ma come un’asta e l’immagine non solo
vicini che quelli
risulta sfuocata, ma anche deformata.
lontani e spesso a
ha
nitidamente
Astigmatismo: “condizione di
ametropia, che genera visione
sfuocata a tutte le distanze,
che avviene quando i raggi
rifratti in entrata nell’occhio
non si raccolgono in un punto,
ma formano un conoide”
guardami
vamente attraverso l’impiego di occhiali
o lenti a contatto: oggi invece è possibile ricorrere anche alla chirurgia refrattiva
che modifica la curvatura della cornea e
la rende più simmetrica sui vari meridiani.
I test utilizzati dagli oculisti e dagli optometristi per diagnosticare e determinare
9
con precisione il tipo di astigmatismo
sono svariati. Per misurare l’acutezza visiva ridotta a causa dell’astigmatismo si utilizza la tabella di Snellen (o ottotipo, il fa-
rurgia refrattiva poiché gran parte degli
oggettiva dell’errore refrattivo. Infine c’è il
mosissimo “cartellone” con le lettere). Per
astigmatismi sono dovuti a una cornea
test soggettivo della refrazione che deve
avere una mappatura punto per punto
astigmatica. Un altro strumento utilizzato
essere effettuato da un professionista
della curvatura della cornea si ricorre alla
nella diagnosi è l’autorefrattometro: un
della visione con la collaborazione del pa-
topografia corneale, test particolarmente
dispositivo computerizzato automati-
ziente e permette di ottenere la corretta
importante nella contattologia e in chi-
co molto rapido che permette la misura
misura dell’astigmatismo.
Le parole dell’ottica
RETINA È la membrana più interna dell’occhio. Riceve l’immagine
che la cornea focalizza sulla lente e invia al cervello, attraverso il nervo
ottico, le informazioni da interpretare. Tra le cellule che la compongono
ci sono i coni (responsabili della visione a colori) e i bastoncelli (sensibili
alla luce).
CRISTALLINO È la lente naturale, trasparente e biconvessa
dell’occhio. Insieme alla cornea questa struttura consente di mettere a
fuoco i raggi luminosi sulla retina. Con l’avanzare degli anni il cristallino
perde la capacità di “curvarsi” (ovvero l’accomodazione) e tende ad
opacizzarsi causando presbiopia e cataratta.

Solidarietà
Screening visivo in Africa
I Lions italiani hanno promosso un’importante
iniziativa di solidarietà in Burkina Faso, uno degli stati
più sottosviluppati del continente africano.
Grazie all’attività del distretto 108 Ta2 dei Lions
italiani e attraverso la loro fondazione MK Onlus è
stata effettuata un’operazione di screening su larga
scala. Dal 7 al 14 novembre circa 3 mila persone
sono state sottoposte a un accurato controllo visivo
nella capitale Ouagadougou. Per molti dei pazienti
visitati, questa è stata l’occasione per cercare di
tamponare una situazione altamente compromessa:
in questo paese malnutrizione, malattie non curate
e infezioni dovute a scarse condizioni igieniche sono
estremamente diffuse. Delle persone sottoposte a
controllo più del 50% necessitava di un occhiale
correttivo. Proprio a questo scopo allo screening è
seguita la prescrizione e la fornitura dei supporti visivi.
Soprattutto quando si guida
10
guardami
Vedere bene di notte
E’ un “mistero” della natura che affascina
operano i coni, cellule che sono com-
zione critica che comporta un rilevante
tutti fin dall’età infantile: alcuni animali
plementari, che colgono i dettagli e i
affaticamento oculare. Questo, attra-
sviluppano innate capacità di vedere al
colori ma lavorano solo in presenza
verso il fenomeno della “miopizzazione
buio; l’uomo soltanto in parte. Ma da
di luce. Gli animali notturni come ad
notturna”, può comportare la perdita di
cosa dipende questa possibilità?
esempio le civette (ma anche i gatti)
acutezza visiva fino a 2 decimi e può
La capacità di vedere al buio dipende
hanno un elevato numero di baston-
portare altri problemi come una dimi-
dalla presenza dei bastoncelli, recetto-
celli che consente loro una visione per-
nuzione della percezione dei contrasti
ri nervosi situati sulla retina oculare. In
fetta anche in condizioni di oscurità. Al
e dei colori, una percezione critica del-
ogni occhio umano se ne trovano più
contrario, però, questi animali percepi-
le distanze. Proprio per questo motivo
di 100 milioni. Queste cellule nervose
scono meno colori rispetto a noi poi-
è estremamente importante adottare
sono estremamente sensibili alla luce
ché hanno un numero inferiore di coni.
un paio di occhiali adatto per la guida
e danno una rappresentazione (non
È facile rendersi conto che per la mag-
di notte, ma la scelta delle lenti e dei
molto nitida e in scala di grigio) di ciò
gior parte delle persone la guida du-
trattamenti deve essere sempre con-
che l’occhio vede. Accanto a questi
rante la notte rappresenta una situa-
sigliata dall’ottico optometrista. Per i
soggetti che presentano difetti visivi
Scopri il piacere di una visione nitida
e rilassata, con le lenti da vista
Hoya: sono leggere, resistenti agli
urti e ai graffi e proteggono i tuoi
occhi dai dannosi raggi UV. Il tuo
Ottico-Optometrista ti suggerirà la
soluzione per il tuo benessere visivo.
potrebbe essere opportuno compen-
Goditi il mondo,
alla tua vista ci pensa Hoya.
pensare anche la visione da vicino.
sare l’effetto “miopizzazione” con una
adeguata correzione, magari simulando in studio la visione notturna. In altri
casi, come ad esempio se si utilizzano
lenti multifocali, sarà necessario comAltre volte potrebbero essere utili lenti
con specifiche colorazioni (come quelle gialle chiare) che consentono di mi-
IL MONDO È TROPPO BELLO
PER PERDERTI I DETTAGLI
gliorare il contrasto luminoso.
Ma il più delle volte il problema prinTecnologia giapponese per una vista migliore
È un
un dis
ddiissposi
sposi
ppoosittivo
ivo
vvo m
meedico
coo CE.
CEE.. Auto
Autorizz
rizzazio
azionne
ne ddel
ell 10
10/
0 /10 /099.
0/10/09.
0/10
9.
CHIEDI HOYA AL TUO OTTICO DI FIDUCIA
cipale quando ci mettiamo al volante
dopo il tramonto dipende dai rifles-
mentale l’utilizzo di specifici
trattamenti antiriflesso per
le nostre lenti.
Questo è uno degli optional che più frequentemente
optometrista, e ciò perchè
oltre ad essere disponibili
in commercio una grande
varietà di trattamenti molto
performanti, il comfort e la
In verde i coni, in marroncino i bastoncelli e in
viola lo strato esterno della retina al microscopio.
sicurezza che deriva dall’utilizzo di lenti
di riconoscere pedoni o animali in con-
antiriflesso è indiscutibile.
dizioni critiche di visibilità. Night Vision
Anche le case automobilistiche da
si basa sull’utilizzo di una videocamera
qualche tempo a questa parte stanno
termica la quale copre una zona di 300
sperimentando nuove tecnologie per
metri davanti all’automobile. Quando
rendere la guida più sicura in condizio-
all’interno di quest’area compaiono
ni di oscurità.
animali o persone (magari sul ciglio
Ad esempio la Bmw adotta il sistema
della strada in attesa di attraversare) la
di visione notturna Night Vision: una
videocamera registra il loro calore cor-
nuova tecnologia a infrarossi, abbinata
poreo, trasmette il segnale e richiama
agli abbaglianti automatici, è in grado
l’attenzione del conducente.
Paura del buio
Sensazione o difetto visivo?
La paura del buio è una sensazione che non si può controllare ed è estremamente
frequente tra i bambini. Il motivo è da ricercarsi nelle difficoltà che l’occhio umano
ha nella visione in condizioni di scarsa luminosità. Nella maggior parte dei casi un
bambino che dice di avere paura del buio cerca nei genitori rassicurazione e una
volta calmatosi riesce a superare le sue paure. Ma dietro alla paura può nascondersi
anche un raro disturbo di cecità notturna che provoca l’incapacità di “adattamento
al buio” che è un passaggio fisiologico dalla visione diurna alla visione notturna e
richiede circa 20-25 minuti. La cecità notturna (o nictalopia) è una rara malattia
ereditaria che colpisce i bastoncelli i quali perdono la capacità di trasformare l’energia luminosa in impulso nervoso. Allo stesso
tempo il difetto genetico non comporta alcuna alterazione della visione
diurna e la diagnosi nei bambini molto piccoli spesso risulta
difficile. Per questo motivo è
molto importante riuscire a
cogliere i segnali che i bimbi
mandano come la paura del
buio e i problemi negli spostamenti notturni.
CON
11
vengono proposti dall’ottico
SOLUZIONI PER IL TUO BENESSERE VISIVO
questo proposito è fonda-
La presbiopia è una condizione fisiologica del nostro
apparato visivo: con l’aumentare dell’età diviene
sempre più difficoltosa la
capacità dell’occhio di mettere a fuoco oggetti vicini.
Rivolgersi all’ottico-optometrista è molto importante non solo per identificare
il proprio difetto visivo, ma
anche perché lui è in grado
di individuare le migliori
soluzioni ottiche, comprendendo in quali situazioni
specifiche si ha la necessità
di utilizzare maggiormente
gli occhiali.
Le lenti Hoya rispondono
alle esigenze di ogni portatore offrendo:
- visualizzazione delle immagini ampia, nitida e
senza distorsione a tutte
le distanze e in tutte le direzioni, anche in direzione
obliqua;
- stabilità nei movimenti,
quindi una grande sensazione di tranquillità;
- rapido e istintivo passaggio da lontano e da vicino.
Le lenti progressive Hoya
rappresentano un elevato
grado della tecnologia per
la vista ad alte prestazioni.
guardami
si e dagli abbagliamenti: a
Il collirio sostituisce le lacrime
12
guardami
Sindrome da occhio secco
A volte non ci pensiamo ma sono in
molti a soffrire di questa patologia:
l’occhio secco che, oltre a comportare
notevoli disagi dal punto di vista fisico,
può addirittura incidere negativamente sulla vita quotidiana compromettendo le normali attività.
L’occhio secco è un disturbo del film
lacrimale ed è causato da una deficienza di lacrime o da un’eccessiva evaporazione lacrimale che provoca un
danno alla superficie oculare interpalpebrale e si associa a sintomi di disagio.
Il film lacrimale è una pellicola costituita da tre porzioni: lo strato più interno e aderente alla superficie corneale è
La competenza dell’Ultra Vision
è oggi beneficio per tutti grazie
alle lenti oftalmiche ZEISS
40° A NNIVERSARIO
DELLO SBARCO
DEL PRIMO UOMO SULLA
L UNA : ZEISS C’ ERA
www.vision.zeiss.it - Linea Verde Marketing 800.25.83.27
quello mucoso, poi vi è quello acquoso
e più superficialmente, a contatto con
l’aria e la congiuntiva palpebrale, vi è
lo strato lipidico. Le funzioni che svolge il film lacrimale sono molteplici e
tutte importantissime: innanzi tutto ha
funzioni refrattive poiché è una delle
lenti dell’occhio. In secondo luogo si
comporta come una barriera nei confronti delle infezioni corneali, protegge
e idrata la cornea e, infine, permette
il corretto ammiccamento e lo scorrimento delle palpebra sulla superficie
corneale. Cosa succede quando il film
lacrimale scarseggia?
I sintomi legati alla sindrome da occhio secco sono bruciore, prurito, sensazione di corpo estraneo, secchezza,
affaticamento oculare e intolleranza
alla luce. L’ambiente in cui vive il paziente influisce moltissimo sulla patologia, come anche il lavoro svolto:
in particolare le persone che passano
molto tempo in ambienti con aria con-

LACRIME ARTIFICIALI
Da CFO la qualità di Royal Drops
La riduzione del comfort e la sensazione
di secchezza durante l’uso delle lenti
a contatto sono le principali cause di
abbandono tra i portatori di lac. I sostituti
lacrimali sono composizioni che hanno lo
scopo di aumentare il comfort migliorando
l’idratazione della superficie oculare e
alleviando i sintomi di bruciore. Uno di
questi sostituti lacrimali è Royal Drops: non
è solo una semplice lacrima artificiale, ma è
una nuova soluzione che con la sua azione
idratante e lubrificante favorisce e velocizza
la rigenerazione della superficie oculare
alterata. Royal Drops è sempre ottimamente
tollerata, ha un lungo periodo di ritenzione
in sede locale ed è adeguata anche per
applicazioni frequenti.
ESPERIENZA, TECNOLOGIA, RICERCA
13
la sindrome di Sjogren, ma anche la
mancanza di vitamina A. In altri casi la
malattia è dovuta all’eccessiva evaporazione delle lacrime e può dipendere
anche da alterazioni delle ghiandole o
delle palpebre.
Per individuare questa patologia ci
sono test specifici da fare.
Uno di questi è l’analisi con la fluore-
sceina che consente di evidenziare le
alterazioni della cornea nello stadio iniziale. Altri test sono il tempo di rottura
del film lacrimale (per valutare la qualità delle lacrime) e il test di Schirmer
che utilizza una cartina assorbente millimetrata per misurare la lacrimazione
prodotta .
La terapia per la sindrome da occhio
secco nella maggior parte dei casi è
sintomatica: questo significa che si
cerca di risolvere i sintomi senza però
riuscire a guarire la patologia alla base
del problema. Per alleviare i sintomi si
possono utilizzare diversi prodotti che
si trovano in commercio sottoforma di
collirio o gel e che aiutano a ristabilire il
film lacrimale.
Non tutte le lenti sono uguali.
E’ opinione comune che spesso le
piccole cose e i dettagli intricati
sono ciò che distingue e crea la
differenza fra una cosa ed un’altra.
Questo è vero anche per le lenti
oftalmiche.
Alcune importanti caratteristiche,
anche quelle meno visibili, trasformano un semplice occhiale in un
prodotto di qualità superiore, progettato per essere unico per il singolo portatore e capace di garantire significativi benefici nell’utilizzo.
E non solo, una visione più confortevole e rilassata può migliorare
anche la qualità della vita.
Tutto questo è ben noto a ZEISS
che da oltre cent’anni realizza i
suoi prodotti sfidando sempre
ogni limite per offrire il meglio della tecnologia disponibile, oggi con
una consapevolezza ulteriore: non
vi è occhio uguale ad un altro e
ognuno è diverso, come diverse
sono le attività quotidiane che si
affrontano.
Quando apriamo gli occhi per la
prima volta, ognuno incomincia a
plasmare la propria personalità in
base a ciò che vede: sono gli occhi
che trasferiscono le informazioni al
cervello, tanto migliore è la qualità
della visione, tanto superiore è la
qualità delle informazioni che vengono successivamente elaborate.
Altrettanto importante è l’interazione fra loro dei nostri occhi: la
capacità del cervello di creare perfette immagini tridimensionali e
una perfetta dimensione spaziale
è strettamente legata a questo.
Analizzare nel dettaglio le abilità
visive e quindi stabilire la lente migliore per compensare quanto la
natura non è più in grado di fare è
il primo passo per una visione migliore.
Le lenti ZEISS sono costruite prendendo in considerazione tutti
questi dettagli e l’unicità di ogni
occhio, trasformandoli in caratteristiche reali del prodotto. La piccola
Z incisa su ogni lente ne testimonia l’autenticità e la qualità dei severi controlli a cui ogni lente viene
sottoposta.
guardami
dizionata e i lavoratori che utilizzano
videoterminali (schermi, pc, etc) sono
più a rischio di altri. Proprio chi usa il
computer spesso chiude e riapre le
palpebre meno frequentemente del
normale: in questo modo, anche se il
film lacrimale non è danneggiato, si avverte una sensazione di fastidio perché
l’occhio non è ben inumidito.
Tra le cause che possono portare la
sindrome da occhio secco può esserci un deficit di lacrimazione, dovuto
a malattie della ghiandola lacrimale
come la cherato-congiuntivite secca,
guardami
Due lenti in una
Comfort e sicurezza con le progressive
14
LE DISTANZE
NON CONTANO
Quante volte capita di dover cambiare gli occhiali a seconda delle attività
che dobbiamo svolgere. Magari prima
di firmare un documento importante
cerchiamo il nostro secondo paio di
occhiali e… non lo troviamo. In nostro
aiuto ci vengono delle lenti che sono
in grado di racchiudere due occhiali in uno: le progressive. Queste lenti,
dette anche multifocali, permettono
di vedere sia da lontano che da vicino
senza dover cambiare continuamente
occhiale. Sono utili non solo in ambienti chiusi e sul lavoro, ma anche all’aria
aperta e durante la guida. Ma come è
possibile?
I produttori di lenti correttive da qualche anno a questa parte hanno capito
come coniugare due tipi di lenti differenti che svolgono funzioni complementari. Molto banalmente, si è osservato il comportamento dei portatori e
si è notato che per guardare lontano si
tengono gli occhi alti, mentre per guar-
dare vicino il nostro sguardo si abbassa.
Le lenti progressive si basano proprio
su questo presupposto e prendono
il loro nome dalla forma stessa della
lente che “progressivamente”, dall’alto
verso il basso, cambia azione, mentre il
nome multifocali indica che hanno diversi punti di messa a fuoco sulla loro
superficie.
Queste lenti sono particolarmente utili
per chi, intorno ai 45-50 anni, comincia
ad accusare una leggera presbiopia ed
è già affetto da un altro difetto visivo
(miopia o ipermetropia). La presbiopia,
infatti, costringe chi ne è afflitto ad allontanare gli oggetti per vederli meglio
LENTI A CONTATTO:
non sul web o self service
Notizia importante per tutti i portatori
di lac: la vendita sul web di lenti a
contatto in Italia è fuori legge. Lo ha
ribadito chiaramente il Ministero della
salute pronunciandosi su un esposto
presentato da Federottica. Le modalità di
vendita sono disciplinate per tutelare la
salute dei portatori: la vendita è riservata
esclusivamente all’ottico, o sotto il suo
diretto controllo. Questo esclude la
vendita via web o tramite distributori
automatici.
MOLTO PIÙ DI UN ANTIRIFLESSO
La qualità di una lente oftalmica non si trova solo nella
tipologia di lente scelta, ma
anche nei trattamenti che la
“rivestono”.
Da anni il marchio Teflon® di
DuPont è sinonimo di protezione e resistenza allo sporco, tanto da essere impiegato per rivestire monumenti
come la Torre Eiffel e la Statua
della libertà. Le caratteristiche
positive di Teflon®, grazie al
trattamento antiriflesso Teflon® easycare, sono disponibili anche per le lenti oftalmiche Sola.
Teflon® easycare, applicabile a tutte le lenti monofocali
e progressive della gamma
Sola, appartiene alla nuova
generazione di trattamenti
antiriflesso, detti multistrato,
che applicano alla lente più
film protettivi: uno strato di
antiriflesso per proteggere
dai riverberi luminosi e dagli
aloni, uno strato di idrorepellente e uno di antistatico per
far scivolare via acqua e sporco. Oggi queste qualità sono
ancor più esaltate grazie al
nuovo processo produttivo a
bombardamento ionico: il risultato è una maggiore facilità di pulizia e durata della lente, a la massima trasparenza.
15

gressivamente, dalla parte superiore a
quella inferiore. In questo modo viene
compensata la variazione di sfericità
che con il passare degli anni viene a
mancare al cristallino.
Le lenti progressive presentano, appunto, due diverse zone funzionali: in alto
la visione per lontano (oltre i 2 metri)
e in basso per quella da vicino (30-60
centimetri). Le due porzioni di lente sono unite tra loro da un settore di
transizione che si chiama canale di progressione perché la potenza della lente
cresce dall’alto verso il basso. Il canale
viene utilizzato per la visione a distanze intermedie (comprese tra 40 cm e
5 m): se lo sguardo passa nel canale di
progressione la visione è perfetta, ma
nelle zone periferiche, dette non funzionali, la qualità della visione è inferiore a causa delle “aberrazioni”. L’ampiezza
del canale, e quindi il comfort, dipende
dalla qualità delle lenti: questo spiega la
grande differenza di prezzo che si può
trovare tra lenti progressive.
Oggi possono essere realizzate lenti
progressive “personalizzate” che tengono conto della complessità anatomofisiologica dell’occhio (dimensione, forma, posizione del centro di rotazione e
difetto visivo). Inoltre possono essere
scelti materiali innovativi come le lenti fotocromatiche che variano la loro
colorazione in funzione dell’intensità
luminosa, le lenti resistenti agli urti, le
lenti antigraffio e antiriflesso.
guardami
(soprattutto i documenti stampati in
piccoli caratteri…) ed è dovuta ad una
diminuzione fisiologica dell’elasticità
del cristallino: il quale è la lente del nostro occhio che assume forma diversa a
seconda della distanza a cui si osserva.
In particolare quando osserviamo qualcosa a noi vicina, il cristallino assume
una forma sferica, ed è proprio questo
adattamento inconscio che, con l’avanzare dell’età, diventa sempre più difficile. Queste lenti, liberandoci da un paio
di occhiali, offrono una grande comodità, ma prima di sceglierle bisogna tenere conto di alcune caratteristiche distintive che le accompagnano. Con queste
lenti l’occhio cambia la messa a fuoco
molto rapidamente e questo, in alcuni
casi, può provocare dei disturbi dovuti
allo stress visivo (mal di testa, leggera
nausea). Per questo motivo per tutti i
nuovi portatori è necessario un periodo di adattamento alle lenti che varia
da alcuni giorni ad alcune settimane,
dopo il quale l’occhio si abitua a questo nuovo strumento. Alcune persone,
però, non riescono proprio a prendere
confidenza con questo tipo di occhiali
ed è quindi importante chiedere al proprio ottico la possibilità di tornare agli
occhiali tradizionali dopo un periodo di
prova.
Come funzionano le lenti progressive?
Le lenti progressive, in sostanza, hanno
uno spessore (ovvero la “gradazione”)
non omogeneo: esso diminuisce, pro-
guardami
16
La tv-tappezzeria
L’ultima novità sono gli schermi organici Oled
Dopo la tv con il tubo catodico la grande rivoluzione sono stati gli schermi
piatti, a cristalli liquidi e poi al plasma.
Ma le frontiere dell’elettronica domestica sono in continuo fermento e
anche questi maxischermi in alta definizione potrebbero ben presto essere
accantonati.
numero di nano particelle organiche:
La novità assoluta, che sembra avere
in questo modo potranno essere creati
circa un terzo dell’energia) o con quelli
grandi potenzialità, sono gli schermi
dei veri e propri maxischermi da appli-
dei display a cristalli liquidi delle stes-
Oled, Organic light emitting diode
care anche su superfici curve.
se dimensioni (che consumano meno
(ossia diodo organico ad emissione di
Lotta alle tv sprecone
della metà).
luce). Sono ultrapiatti e non richiedono
Gli Oled sembrano piacere anche agli
In ogni caso l’Unione Europea sta per
un’illuminazione posteriore e i vantag-
ambientalisti. Una delle caratteristiche
stendere un nuovo regolamento che
gi sono molti: si vedono praticamen-
principali è proprio il limitato consumo
obbligherà a rispettare degli standard
te da qualsiasi angolazione, la qualità
di energia di questi apparecchi. Al con-
minimi per tutti i televisori. I model-
delle immagini è ottima anche in pie-
trario degli schermi giganti al plasma
li più spreconi verranno eliminati dal
na luce del sole e consumano molta
(da 50 pollici in su) che in Inghilterra
commercio e su tutti gli altri verrà indi-
meno energia degli attuali Lcd.
potrebbero addirittura essere banditi.
cato chiaramente il consumo di ener-
La prima applicazione di questa tecno-
Queste tv sono estremamente ener-
gia (come già avviene per altri elettro-
logia si è avuta nel campo della telefo-
givore, tanto da essere ribattezzate “i
domestici come frigoriferi, lavatrici, etc)
nia e delle macchine fotografiche ma
4x4 del salotto”: per capirlo basta con-
in modo da permettere agli acquirenti
sono già in corso alcuni progetti per
frontare i loro consumi con quelli delle
di valutarne l’efficienza dal punto di vi-
lanciare nel mercato televisioni di que-
televisioni tradizionali (che utilizzano
sta del risparmio energetico.
sto genere. Ovviamente a prezzi a dir
poco proibitivi e il materiale organico
Sei astigmatico?
di cui sono fatti tenderebbe a deteriorarsi abbastanza velocemente: in Europa per 4 mila euro si può già acquistare
Definire i confini è più facile.
.1
.2
CooperVision Astigmatic System,
una gamma completa di lenti a contatto per astigmatici.
uno schermo Oled da 11 pollici (spesso
3 mm) della Sony, mentre il display più
.2
grande è un prototipo della Samsung
.1
1
da 40 pollici.
Grazie alla possibilità di emettere luce
propria questa tecnologia può essere
applicata a schermi sottilissimi ma, soprattutto, anche ad una specie di “carta
da parati”. Si tratta dell’e-paper, un display che si arrotola come un foglio di
carta ed è formato da un elevatissimo
©2003
2 03
2003
03 CooperVision,
CooperV
Coop
Coope
CooperVis
oope
ope
perVis
pe
eerVis
rVissio
sion,
i
Inc. CooperVision
Coop
Coo
Co
pe
e ill simbolo dell’occhio
dell’o
e Expres
Expressions
ss
sono marchi registrati di CooperVision, IInc.
Leggere attentamente le istruzioni d’uso – accertare l’assenza di controindicazioni dal medico oculista.
È un dispositivo medico CE0088 – Aut. Min. alla pubblicità del 15/05/2008.

FILM 3D SENZA OCCHIALI
ma come è possibile?
Ultimamente sono tornati alla ribalta i film 3D al cinema, soprattutto i
cartoni animati. Un gruppo di ricercatori europei sta lavorando ad una
tecnologia innovativa, il progetto Osiris, per mettere nel cassetto gli speciali
occhiali per la visione tridimensionale. Il prototipo si basa su uno schermo
di 1,7 per 3 metri e un proiettore sul soffitto: attraverso un complesso gioco
di specchi e fonti di luce si produrrà una “ri-proiezione’”delle immagini
con una profondità dai 40 ai 60 centimetri. Questa tecnica permetterà
allo spettatore di avvicinarsi allo schermo continuando a vedere la stessa
immagine con la stessa qualità e profondità. Un altro obiettivo sono le
telecamere capaci di ‘catturare’ materiale reale che potrà poi essere
direttamente riproiettato in 3D.
17
Le malattie allergiche negli ultimi anni sono notevolmente aumentate, in particolare
nei paesi occidentali, tanto che ne è colpito circa il 20% della popolazione. Sempre
più diffusa è la congiuntivite allergica, un’infiammazione della congiuntiva (la membrana che ricopre la superficie del globo oculare e la parte interna delle palpebre)
che causa prurito e lacrimazione eccessiva. I sintomi più frequenti della congiuntivite
allergica sono: prurito agli occhi, eccesso di lacrimazione, occhi più arrossati, leggero
gonfiore delle palpebre. Quando la congiuntivite si presenta ciclicamente in determinati periodi dell’anno si parla di congiuntivite stagionale: la causa più frequente è
l’allergia ai pollini e molto spesso si associa alla rinite allergica. I sintomi durano dalle
4 alle 6 settimane e si ripetono ogni anno nello stesso periodo; l’intensità può variare
a seconda degli anni, ma i sintomi di solito permangono tutta la vita.
Nei casi non stagionali l’allergene (che può essere il pelo di gatto, acari e anche cosmetici) può essere identificato ed evitato: nella maggior parte dei casi i sintomi cessano. Esistono poi forme stagionali di congiuntivite (in particolare la congiuntivite
primaverile) che pur essendo dal punto di vista clinico simili alla congiuntivite allergica, sono riconducibili ad una generica ipersensibilità a fattori fisici e non a una vera e
propria allergia. In questo caso i disturbi sono provocati da una generica intolleranza
nei confronti di fattori irritativi ambientali (luce solare, illuminazione artificiale, lavoro
al computer, aria condizionata, fumo).
DEFINIRE I CONFINI È PIÙ FACILE
Colpa di pollini, peli e make up
Tra le soluzioni per correggere l’astigmatismo ci sono
anche le lenti a contatto.
CooperVision
Astigmatic
System è una gamma di
lenti a contatto specifiche
per astigmatici che si divide
in tre proposte, a seconda
delle esigenze e degli stili di
vita dei portatori: Frequency, Proclear Toric e Biofinity
Toric.
Le lenti per astigmatismo
della gamma Frequency
sono prodotte con sistemi
che consentono uno stampaggio con bordi arrotondati a vantaggio del comfort. Queste lenti toriche
sono disponibili sia giornaliere, per gli sportivi e chi
alterna lenti a contatto e occhiali, sia a ricambio mensile. Per i portatori che hanno
problemi di lacrimazione o
lavorano molto al pc la proposta sono le Proclear Toric
a ricambio mensile: grazie
alla Fosforilcolina queste
lenti rimangono elastiche
anche senza la presenza
di agenti umettanti. Per gli
astigmatici che si avvicinano per la prima volta alle
lenti a contatto (o per chi
si addormenta con le lenti
indosso) ci sono le mensili
Biofinity Toric realizzate con
Aquaform per un maggiore
passaggio di ossigeno alla
cornea.
guardami
Congiuntivite allergica
guardami
18
VISTI DALL’OTTICO
Il marchio Try – Allison - presenta
un nuovo modello unisex: TY 100 è
un occhiale da vista ultraleggero e
vivace. Il modello, glasant e aste in
plastica iniettata, si fa notare per le
sei sagome di lente disponibili e per
gli originali giochi di colore: le aste e
il nasello hanno colorazioni vistose,
fosforescenti, sfumate o “animal”.
Prezzo: 129 euro.
Il nuovo modello “Condes” di Adidas Originals unisce lo charme
hippie degli anni ‘60 con lo stile delle giovani protagoniste del 21mo
secolo. La forma femminile e il look retrò della montatura si ispirano
alla comunità del moderno distretto “Las
Condes” di Santiago del Cile. Condes
è disponibile nelle combinazioni
di colore black/aspen gold,
frost/grey, brownie/berrie e
pink/red. Prezzo al pubblico
consigliato di 99 euro.
Al contrario, il nuovo modello Abasto di Adidas Originals incarna
perfettamente il look anni ’70: il modello, che prende il nome da un
distretto modaiolo di Buenos Aires, richiama la mitica tuta blu adidas
con le strisce bianche verticali.
Il
carattere
maschile è enfatizzato dai
colori scuri delle montature.
Prezzo al pubblico indicativo
di 99 euro.
Il modello Occhialeria Italiana da
uomo si presenta in un abbinamento
di colori stravaganti e moderni, tenendo
conto della linea classica e squadrata. La
qualità dei materiali e la fattura Made in
Italy ne completano le caratteristiche. Prezzi a
partire da 76 euro.
Per i più piccoli ci sono i nuovi modelli Fisher Price: molto divertenti
gli occhiali sole monocromatici – azzurro, rosa, rosso e viola - con
un buffo uccellino che vola sulle aste e il frontale. Ogni modello
della collezione sole “Precious Planet” 2010
è sicuro e leggero: tutti montano
le nuove lenti O.Zone, registrate
e prodotte da Inottica. I modelli
sole partono da 31 euro.
Design di lusso e un tocco vintage per i nuovi occhiali Flaunt di
Oakley, realizzati in O Matter, materiale brevettato estremamente
resistente e leggero: segno distintivo il grande logo metallico sulle
astine. Le lenti in Plutonite
offrono protezione e
massima definizione ottica.
Prezzo al pubblico: da 139
euro.
Sempre Oakley presenta la nuova collezione maschere
2009/2010. Tra queste c’è la Shaun White A Frame, dedicata al
campione di snowboard e skate White: è una maschera neve con
caratteristiche di eccellenza
e dal design
all’avanguardia, adatta ad
ogni volto.
Disponibile in due varianti
colore, bianca o nera, con
inserti e righe a contrasto.
Prezzo al pubblico: da 109
euro.
Tra le nuove proposte della collezione Salice ritroviamo il modello
969. Una delle maschere storiche della casa, caratterizzata da linee
semplici ma sempre moderne, è disponibile anche nella versione
Italia: il tricolore, oltre che sulla banda elastica,
è riproposto anche sul frame mentre le
lenti, a rimarcare l’italianità,
sono blu. Il prezzo al pubblico
del modello 969 è a partire
da 48 euro.
Gli occhiali Oftalmic Flower di
Lively sono caratterizzati da
fregi e tridimensionalità che
impreziosiscono le aste: il decoro
rende questi occhiali originali,
senza intaccare il comfort.
Prezzo consigliato 82.00 euro.
Gli occhiali della collezione sole Transfrormers by Inottica sono
“trasformabili” proprio come gli eroi a cui si ispirano. I modelli
in metallo hanno linee ampie e avvolgenti: qui si può sostituire il
dettaglio in acetato sull’asta e ogni occhiale
è fornito di 3
differenti inserti, impreziositi
da lavorazioni a laser.
Occhiali da sole da 46 euro.
guardami
19
guardami
20
Parte da Genova
l’occhiale solidale per le fasce deboli
Parte da Genova un’iniziativa interessante: l’occhiale solidale. I protagonisti
di questo progetto, promosso dalla
Provincia di Genova e sostenuto da
Federconsumatori, sono Assopto e i
gruppi Ottici Associati e Oxo Italia.
In un momento di crisi economica e
difficoltà diffusa per i bilanci familiari
la Provincia di Genova ha individuato
quello degli occhiali come un bisogno
primario, ausilio necessario per un benessere visivo, espressione di un più
ampio diritto alla salute.
Attraverso questa iniziativa, che durerà
fino al 31 marzo 2010, verrà promosso
un occhiale “sociale” che sarà accessibile alle fasce deboli ad un prezzo compreso tra zero e 38 euro. Questo progetto è un esempio di collaborazione
virtuosa tra diverse realtà del mondo
istituzionale e imprenditoriale, unica nel suo genere. Per tutta la durata
della campagna, oltre all’offerta commerciale che prevede anche ulteriori
sconti e vantaggi, a tutti gli utenti sarà
proposto un esame della vista gratuito:
questa campagna, infatti, è un momento estremamente importante per
sensibilizzare il pubblico a temi quali la
prevenzione e la protezione della vista.
I due gruppi che supportano la campagna, Ottici Associati e Oxo Italia, già da
tempo collaborano a livello nazionale:
questa iniziativa permette di trasferire
a livello locale l’esperienza acquisita e
rappresenta un progetto assolutamente nuovo nel suo genere, che si spera
possa fare scuola.

Post-it virtuale
per le lac
Per chi lavora al pc e abitualmente utilizza Google come
motore di ricerca ci sono molte utili applicazioni che possono
essere scaricate. Una di queste si chiama Google Desktop e
consente di effettuare ricerche tra i file di ogni tipo (musica,
foto, video, mail). A questa applicazione possono essere
abbinati anche dei “gadget”, ovvero dei piccoli programmi
che lavorano sul computer insieme a Google Desktop. Un
gadget davvero utile e originale è stato ideato dal dottor
Martin Doll e serve da promemoria per ricordare ai portatori
di lenti a contatto quanti giorni mancano al cambio.
guardami
Comprare è più facile e sicuro
Nuovi occhiali per tutti
21
Per chi, quando si tratta di comfort visivo, non vuole scendere a compromessi, la soluzione si chiama Tasso Zero.
Questo servizio, offerto da Ottici Associati a tutti i propri clienti, permette
di acquistare comodamente e pagare
a rate, senza costi aggiuntivi. In questo
modo è possibile scegliere la soluzione
che meglio si addice alle proprie esigenze e al proprio stile, accontentando tutta la famiglia: un paio di occhiali
nuovi per i figli e per sé, senza dover
rinunciare a nulla. Questo è il servizio
pensato su misura per tutti coloro che
decidono di programmare gli acquisti
in totale libertà.
Nei centri affiliati Ottici Associati che
aderiscono all’iniziativa è possibile investire serenamente nel benessere visivo di tutta la famiglia: oltre 200 punti
vendita del network hanno selezionato
un’ampia gamma di proposte ad alto
contenuto
tecnologico
da consigliare
ai propri clienti. Grazie a Tasso
Zero, fare acquisti in
un centro ottico non è
mai stato così semplice: questo
servizio si attiva in un attimo e pagare
è facile e comodo. Una volta effettuata
la scelta si può creare il proprio Tasso
Zero su misura, concordando l’importo
e la durata del servizio: in questo modo
si può essere sicuri di avere sempre
sotto controllo la propria situazione.
Anche l’attivazione del servizio è semplicissima: non è necessario portare
alcun genere di documenti reddituali,
basta solo il codice fiscale e un documento di identità. Una volta compilato
e firmato il contratto è sufficiente scegliere tra l’addebito su conto corrente
e
pagamento
tramite bollettini
postali e il gioco è fatto.
Chi sceglie tasso Zero potrà anche decidere di ricevere direttamente
a casa la carta di credito Eureka Mastercard della finanziaria Fiditalia, storico partner di OA Group. Questa carta
permette di effettuare acquisti con la
stessa formula di pagamento, sia presso l’ottico di fiducia, sia in altri esercizi
convenzionati Fiditalia.
Grazie a Tasso Zero, da oggi per tutti è
possibile acquistare nuovi occhiali, da
vista e da sole, puntando sulla qualità
dei prodotti, senza dover scendere a
inutili compromessi e sicuri di non aver
sorprese inaspettate.
B&L ANCORA IN COMUNICAZIONE
Arriva la divertente e ironica campagna multimediale a supporto di SofLens daily disposable, lenti a contatto correttive monouso per astigmatici, miopi e ipermetropi.
Obiettivo della campagna Bausch & Lomb è irritare chi legge, ma solo per comunicare con ironia che invece le lenti Soflens
daily disposable, grazie alla tecnologia ComfortMoist, non irritano gli occhi.
È in corso, inoltre, la promozione “Menoventi”, che dal 26 ottobre al 31 dicembre assicura uno sconto del 20% sull’acquisto di
due o più confezioni di SofLens daily disposable.
Grande traffico sul sito www.nonirritarti.it sponsorizzato da Bausch & Lomb che fa dell’utente il fulcro, coinvolgendolo sul tema
dell’irritabilità e invitandolo a interagire.
All’interno si trova “l’Irritometro”, per valutare il proprio grado di irritabilità, le cartoline elettroniche “Irrita chi vuoi” che si possono
spedire agli amici con le proprie frasi, e la collection “Most Irritating
Things”, il tutto condivisibile in Facebook. Per gli ottici che aderiscono all’iniziativa è previsto del materiale per il punto vendita.
guardami
22
Misura la tua vista
anche da solo
Test semplici e divertenti col Vistometro
Misurare la propria vista non è mai
stato così divertente. Per imparare a
conoscere un po’ di più i propri occhi
Ottici Associati ha creato uno strumento che può essere utilizzato da tutta la
famiglia. Si chiama Vistometro e serve
a effettuare da soli un controllo visivo
semplificato: così si può unire utile e
dilettevole, testando le proprie capacità visive sottoforma di gioco.
Il Vistometro, che si può richiedere gratuitamente al proprio ottico affiliato a
OA Group, si compone di diversi test
per esaminare le condizioni della vista
in modo schematico, rapido ed efficace: ogni singolo controllo è mirato e
serve a evidenziare la presenza o meno
di alcuni dei più importanti difetti visivi,
le ametropie.
Nell’opuscolo informativo vengono anche illustrate le caratteristiche di ogni
ametropia e di seguito viene proposto
un test: miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia possono essere rilevate attraverso questo strumento, che
funziona come un campanello d’allarme.
Il Vistometro, infatti, non deve essere

considerato
in
alcun modo un sostituto del controllo
visivo che si effettua
d a l l ’o t tico; al contrario è uno strumento di
supporto che ci invia dei segnali e ci indica quando è arrivata l’ora di rivolgersi
ad un professionista per approfondire il
risultato dei nostri test “casalinghi”. Sarà
proprio il nostro ottico optometrista a
interpretare i risultati, a spiegarci a quali
altri controlli dobbiamo eventualmente sottoporci e, se necessario, a indicarci qual è l’occhiale o la lente più adatta
alle nostre esigenze.
Entrando un po’ più nel dettaglio, questo strumento conta in tutto 5 test visivi: sono tutti molto semplici e divertenti
e adatti ad essere svolti in compagnia,
in famiglia o tra amici. La prima prova
Cyber-lentine
direttamente dal futuro
Un team di ricercatori dell’Università di Washington
ha sviluppato un prototipo di lente a contatto
ultratecnologica: è formata da led, microcomponenti,
biosensori e circuiti semitrasparenti ed è in
comunicazione con un piccolo apparecchio portatile
per la trasmissione delle informazioni ai circuiti. Al
di là della possibilità di generare immagini virtuali,
le lac potrebbero essere impiegate anche in campo
medicale. Ad esempio si potrebbe monitorare la
glicemia nei diabetici grazie a un particolare sensore
nella lente in grado di rilevare la concentrazione della
molecola di glucosio. Ma per tutto questo bisognerà
aspettare ancora un po’ perché la lente deve ancora
essere sperimentata sull’uomo.
del Vistometro consiste in un controllo dell’astigmatismo e il test si basa
sull’osservazione di alcuni cerchi rigati.
Il secondo test serve a verificare la nostra percezione dei colori e propone
delle immagini contenenti dei numeri
colorati, mentre il terzo consiste in una
speciale prova di lettura per esaminare la visione da vicino. Le ultime due
prove, infine, propongono una versione rimpicciolita della classica tabellina
con le lettere per verificare la visione da
lontano (ovvero l’ottotipo) e un test per
il controllo della miopia e dall’ipermetropia con una sequenza di lettere su
sfondo rosso e verde.
Il Vistometro è una buona occasione
per insegnare la prevenzione anche ai
più piccoli: attraverso il gioco tutto diventa più interessante e semplice.
guardami
23
ALESSANDRIA
L’OCCHIALERIA - GAVI - 0143/643944
VEDER BENE - CASALE MONFERRATO - 0142/452698
FILOTTICA DI MASSOCCA - ALESSANDRIA - 0131/252860
OTTICA FOTO BENZI - OVADA - 0143/80342
OTTICA VOIR - VISONE - 0144/395115
PROGETTO VISIONE - ARQUATA SCRIVIA - 0143/635959
OTTICA VETTORE - S. SALVATORE MTO - 0131-233353
ANCONA
NUOVA OTTICA SOCCIO - FABRIANO - 0732/4738
AREZZO
OTTICA PALAZZESCHI - AREZZO - 0575/24802
ASTI
OTTICA RICCI - COSTIGLIOLE D’ASTI - 0141/961722
OTTICA NEBIOLO LUIGI - ASTI - 0141/557747
AVELLINO
OTTICA PASCOTTO - AVELLINO - 0825/34465
BARI
PACE OTTICA - TURI - 080 /8912251
OTTICA OTTOMANO - PUTIGNANO - 080 /4913030
BELLUNO
OTTICA VALERIO - FELTRE - 0439/2719
BERGAMO
OTTICA LUISELLI - LEFFE - 035 /731639
OTTICA ISNENGHI - BERGAMO - 035 /249611
LA BOTTEGA DELL’OCCHIALE BREMBATE DI SOPRA - 035 /620315
OTTICA CARMINATI - ZOGNO - 0345/91154
CENTRO OTTICO SAN PIETRO PONTE SAN PIETRO - 035 /4376922
OTTICA MODERNA - ALME’ - 035 /543615
CENTRO OTTICO MAFFIOLETTI BERGAMO - 035 /313612
OTTICA ELZI - BERGAMO - 035 /253641
CENTRO OTTICO DI MARCO BENEDETTI DALMINE - 035/0340275
OTTICA CASAZZA - CASAZZA - 035 /824485
OTTICA FOTO PIROTTA - COLOGNO AL SERIO - 035 /896904
OTTICA MARTINI - CASTELLI CALEPIO - 035 /848621
OTTICA ALEX - CASTIONE DELLA PRESOLANA - 0346/61129
OTTICA GENTILI - BERGAMO - 035 /243007
OTTICA DEI PORTICI - TREVIGLIO - 0363/41755
OTTICA BOSELLI - RANICA - 035 /515717
OTTICA CRISTILLI- CLUSONE - 0346/25953
OTTICA LUISELLI - ALBINO - 035 /774301
OTTICA ISNENGHI - VERDELLO - 035 /872691
BOLZANO
OPTIK JULIUS - EGNA - 0471/812698
OPTIK WILLY - CORVARA - 0471/836477
OPTIK BRUGGER - BRESSANONE - 0472/833485
OPTIK RUBNER - BRUNICO - 0474/555146
CAGLIARI
ERGOVISION - GONNESA - 0781/36423
CATANZARO
CENTRO OTTICO CANTAFIO - LAMEZIA TERME - 0968/200940
COMO
CENTROTTICA MAURI - CARUGO - 031/761243
CENTROTTICA MAURI - CANTU’ - 031/700145
CREMONA
OTTICA DELL’ORCO - CREMONA - 0372/23609
CUNEO
OTTICA PRINCIPE - BRA’ - 0172 422396
OTTICA FASHION - DOGLIANI - 0173 71147
C.O. BOVESANO - BOVES - 0171/388634
OTTICA PRINCIPE - ALBA - 0173 366874
ENNA
MAGGIO’CCHIALI - NICOSIA - 0935/633368
FIRENZE
STILOTTICA - FIRENZE - 055/679505
GENOVA
OTTICA VANNUCCI - GENOVA - 010/7453549
FOTO OTTICA LUCIANO - GENOVA - 010/6451557
OTTICA POLVERINI - GENOVA- 010/514778
OTTICO ROGGERO - CHIAVARI - 0185/310017
OTTICA PRISMA - SANTA MARGHERITA LIGURE - 0185/284027
OTTICA GHIO - BUSALLA - 010 /9643670
OTTICA BRIATA - GENOVA - 010 /6041537
CENTRO OTTICO BOTTINO - SESTRI P. - 010 /6518305
MAXOPTICAL - RECCO - 0185/76033
OTTICA VISION - ARENZANO - 010 /9123040
FOTO OTTICA ENNECI - CAMPOMORONE - 010 /780244
ISTITUTO OTTICO F.LLI CASALINO - GENOVA - 010/6136514
OTTICA LUCERTA - GENOVA - 010 /589570
OTTICA DI VITTORIO - GENOVA - 010 593929
OTTICA ZAPPETTINI - SESTRI LEVANTE - 0185/43859
OTTICA PRISMA - NERVI - 010/3728711
NEW OTTICA - ARENZANO - 010 9131246
NEW OTTICA - COGOLETO - 010/9181197
OTTICA POLVERINI - GENOVA - 010/592141
GORIZIA
OTTICA GORIZIANA - GORIZIA - 0481/531308
OTTICA GORIZIANA - GORIZIA - 0481/533590
IMPERIA
L’OTTICO DI ROBERTA SAGLIETTO ONEGLIA - 0183/296533
OTTICA GUIDI - SANREMO - 0184/503950
OTTICA BASSO - IMPERIA PORTO
MAURIZIO - 0183/64936
OTTICA FILIPPI - BORDIGHERA - 0184/262771
OTTICA MARENCO - SANREMO - 0184/509039
OTTICA MARENCO - SANREMO - 0184 532409
LA SPEZIA
OTTICA VITTIMAN - LA SPEZIA - 0187/734221
OTTICA BIANCHI - LA SPEZIA - 0187/29165
OTTICA MARINI - CEPARANA - 0187/932699
CENTRO OTTICO BRUSONI CASTELNUOVO MAGRA - 0187/671979
FOTO OTTICA GIULIANI - SARZANA - 0187 610948
OTTICA VITTIMAN - LA SPEZIA - 0187/504680
LATINA
OTTICA ADINOLFI - CISTERNA DI LATINA - 06/9682743
OTTICA ADINOLFI - LATINA - 0773 663368
LECCO
OTTICA OPTOMETRIA GIOVENZANA LOMAGNA - 039 /5300560
FOTO OTTICA MODERNA - AIRUNO - 039 /9943324
OTTICA MUSCETTI - BARZANO’ - 039 /955389
CENTRO OTTICO CATTANEO - ROBBIATE - 039 /513179
CENTROTTICA MAURI - VALMADRERA - 0341/201704
LUCCA
VISION STORE - LIDO DI CAMAIORE - 0584/611152
VISION STORE - LIDO DI CAMAIORE - 0584/616095
MANTOVA
PUNTO OTTICA - CASTI.NE DELLE STIVIERE - 037/6670652
MASSA
FOTO OTTICA A. PAGANI - PONTREMOLI - 0187/460004
OTTICA BALLONI - MARINA DI MASSA - 0585/246140
OTTICA PAGANI - MASSA - 0585/250768
OTTICA D’OLIF - AULLA - 0187/420227
MESSINA
OPTICAL SANT’AGATA - MILITELLO - 0941/703234
MILANO
OTTICA SALA - SESTO S. GIOVANNI - 02/22472603
OTTICA GIORGETTI - MILANO - 02/6426020
OTTICA SACCHI - MILANO - 02/2049169
OTTICA VITRANI - MILANO - 02/8137885
OTTICA SGANZERLA - MILANO - 02/29525225
LUCA OTTICA - MILANO - 02/6472651
OTTICA MACIACHINI- MILANO - 02/6085982
OTTICA GIRONI - VIMODRONE - 02/27400004
OTTICA PRIMA VISTA - CORNAREDO - 02/9363107
OTTICA RISMONDO - MILANO - 02/48916218
OTTICA MODERNA LAURIA - MILANO - 02/311272
OTTICA ZANICHELLI - CORMANO - 02/66300794
L’OTTICO DI MARIAGRAZIA - MONZA- 039 /2100193
FOTO OTTICA BONFANTI VILLA RAVERIO DI BESANA B.ZA - 0362/96055
CENTRO OTTICO OPTOM. BENASSI PARABIAGO - 0331 490563
OTTICA PALLY - SEGRATE - 02/26922322
OTTICA BASSANI - MILANO - 02 /33001429
OTTICA GABRIELLI - MILANO - 02/70102898
OTTICA OPTOMETRIA GIOVENZANA MONZA - 039/2304406
OTTICA GIRONI - VIMODRONE - 02/2500828
FACTORY STORE - VIMODRONE - 02/25007089
NAPOLI
NEW OPTICAL THOMAS - NAPOLI - 081/2396481
NOVARA
OTTICA CASTALDI - NOVARA - 0321/462536
ORISTANO
OTTICA ERDAS - ORISTANO - 0783/70505
OTTICA ERDAS - GHILARZA - 0785/52506
PARMA
OTTICA BAREZZI - FIDENZA - 0524/524233
GLI OCCHIALI DI SALA BAGANZA SALA BAGANZA - 0521/833795
OTTICA ALLODI - PARMA - 0521/245095
OTTICA BELTRAMI - LANGHIRANO - 0521/857164
OTTICA BRIGNOLI - TRAVERSETOLO - 0521/844525
www.otticiassociati.it
GLI OCCHIALI DI FONTANELLATO FONTANELLATO - 0521/822004
GLI OCCHIALI DI MEDESANO MEDESANO - 0525/420444
PAVIA
OPTIVIST - CASTEGGIO - 0383/82546
PIACENZA
OTTICA GUERRINI - BORGONOVO V TIDONE - 0523/862159
OTTICA DELL’ORCO - MONTICELLI D’ONGINA - 0523/ 827011
GLI OCCHIALI DI FIORENZUOLA D’ARDA - 0523/983270
PISA
OTTICA VIEGI - CASCINA fraz. Navacchio - 050/760394
RAVENNA
OTTICA ROSSINI - RUSSI - 0544/580101
ROMA
CENTROOTTICO IN VISTA ROMA - 06 /86215438
BLU OTTICA - ROMA - 06 /8600104
FOTO OTTICA DI CLAUDIO - FONTE NUOVA - 06/9059337
OTTICA PROFESSIONAL - VALMONTONE - 06/9598570
CENTROOTTICO IN VISTA - ROMA - 06 /8124483
SAVONA
OTTICA AMBROSIANI - SAVONA - 019/828797
MORINI 3 - ALBISSOLA MARINA - 019/480805
OTTICA 2 R - CARCARE - 019/515043
LUXOTTICA - SAVONA - 019/829652
OPTO CENTRO - ANDORA - 0182/87252
OTTICA CAVIGLIA - VADO LIGURE - 019/882453
MORINI OTTICA FOTO - FINALE LIGURE - 019/680680
HAPPY EYES - ANDORA - 0182/87190
MORINI OTTICA FOTO - FINALE LIGURE - 019/602128
TARANTO
OTTICA PRUDENZANO - SAVA - 099/9727281
TORINO
OTTICA BONINO - TORINO - 011 /5620752
OTTICA ING. BENEDETTO SETTIMO TORINESE - 011/8972133
PIEROTTICA ORBASSANO - 011 /9012267
TECNOVISTA - TORINO - 011/378239
FOTOTTICA MARINO - CASTELLAMONTE - 0124/582208
OTTICA UMBERTO - VIGONE - 011/9802212
OTTICA ARENA - TORINO - 011/2205575
OTTICA FOTO LAMURA - TORINO - 011-7710332
OTTICA PAGANINI - TORINO - 011-852428
OTTICA TURLETTO - MONCALIERI - 011-6062376
FOTO OTTICA REGINA - COLLEGNO - 011-4110390
OTTICA VISUAL - TORINO - 011/2480001
OTTICA SAN SECONDO - TORINO - 011/596854
FOTO OTTICA REPETTI - TORINO - 011/360949
OTTICA SCARRONE - TORINO - 011/280132
OTTICA CONTE - TORINO - 011/4340048
STUDIO OTTICO FONTANA - NONE - 011/9904242
OTTICA CAGNO - CANDIOLO - 011/9621938
MONTI L’OTTICO - SAN MAURO TORINESE - 011/8225100
OTTICA DEL VIALE - GRUGLIASCO - 011/789867
FOTO OTTICA BRUNO - COLLEGNO - 011/4052253
FOTOTTICA MARINO - CASTELLAMONTE - 0124 582208
TRENTO
GIOIELLERIA OTTICA MONEGHINI - STORO - 0465/296040
OTTICA CONSUELO - CAVALESE - 0462/231385
GIOIELLERIA OTTICA MONEGHINI - PINZOLO - 0465 502003
PUNTO OTTICA - TRENTO - 0461/981081
TREVISO
OTTICA PICCIN - VITTORIO VENETO - 0438/57019
L’OCCHIALERIA DI GIUSEPPE IZZO - TREVISO - 0422/545409
TRIESTE
LOD LABORATORIO OTTICO DAMBROSI - TRIESTE - 040/772736
UDINE
STUDIO OTTICO GRI - UDINE - 0432/504183
VARESE
EFFETTO OTTICO - MALNATE - 0332/861739
OTTICA SANTACATTERINA - ISPRA - 0332/780473
VERBANIA
L’EMPORIO DELL’OCCHIALE - VERBANIA - 0323/408570
EMPORIO OCCHIALI - GRAVELLONA TOCE - 0323/865549
FOTO OTTICA SAN LEONARDO - VB. PALLANZA - 0323/55631
OTTICA BAVENO - BAVENO - 0323/923354
PICCOLO PARIGI OTTICO - VERBANIA INTRA - 0323/52854
VERONA
OTTICA MARTINELLI - VALEGGIO SUL MINCIO - 045/7950267
IL PUNTO DI VISTA - LAZISE - 0457/580911
OKKIO’ - VERONA - 045/8010577
OTTICA GIOIELLERIA BENETTI - VERONA - 045/8622214
VICENZA
OTTICA OREFICERIA XAUSA - LUSIANA - 0424/406066
OTTICA OREFICERIA XAUSA - MASON VICENTINO - 0424/411780

Documenti analoghi

speciale sport - Oerredizioni.it

speciale sport - Oerredizioni.it Speedo, una sorta di seconda pelle per i nuotatori che si sono esibiti alle recenti Olimpiadi. E proprio parlando di questo evento, non è certo passato inosservato che molti campioni indossavano oc...

Dettagli

Red Carpet Eleganza minimale Shopping

Red Carpet Eleganza minimale Shopping Hokkaido, all’interno del JR Tower shopping center è stato recentemente inaugurato uno degli ultimi spazi Aesop, il quindicesimo in Giappone, che riprende i valori della marca, declinandoli rispett...

Dettagli

Speciale_lenti a contatto_POmarzo2012

Speciale_lenti a contatto_POmarzo2012 fatturato annuale del punto vendita e siano più fedeli al proprio professionista rispetto a chi utilizza solo gli occhiali2. A questo scopo, la lente a contatto ideale dovrebbe aspirare al “Santo G...

Dettagli

Lenti a Contatto - Contact lenses

Lenti a Contatto - Contact lenses *Lenti a contatto AIR OPTIX® for ASTIGMATISM: Dk/t = 108 @ -3.00D, -1.25D x 180. Lenti a contatto AIR OPTIX® AQUA: dK/T = 138 @ -3.00D. Lenti a contatto AIR OPTIX® NIGHT & DAY®: Dk/t = 175 @ -3.00D...

Dettagli