Speciale LENTI A CONTATTO - PO Professional Optometry

Commenti

Transcript

Speciale LENTI A CONTATTO - PO Professional Optometry
Speciale
LENTI A CONTATTO
Un comfort che si rinnova ad ogni ammiccamento
Alcon Italia S.p.A.
Lenti a contatto multifocali, la visione senza limiti
Bausch+Lomb
Oggi Biofinity® XR amplia la gamma dei poteri sferici
CooperVision
Parte il roadshow Acuvue® “Momento educazionale”
Johnson&Johnson
Distinguersi... con personalità!
Kontakt Lens V.A.O.
Una ventata di aria fresca. Lenti in Silicone Hydrogel, clariti®
Sauflon Pharmaceuticals
WET® e WET® Therapy per la sindrome dell’occhio secco
Vita Research
2014
Speciale
LENTI A CONTATTO
Alcon
Un comfort che si rinnova
ad ogni ammiccamento
ECCO PERCHÉ i portatori di lenti a contatto possono
godere di un comfort rinnovato a ogni battito di
ciglia – indipendentemente da quello che la giornata riserva loro. UNA TECNOLOGIA UMETTANTE
ATTIVATA DAL BATTITO DI CIGLIA che offre un
comfort rinnovato è ora disponibile per un amplio
numero di portatori: miopi, ipermetropi, astigmatici e presbiti.
Lenti a contatto DAILIES ® AquaComfort Plus ®
Basato su lenti a contatto sferiche DAILIES ® AquaComfort Plus ®
Le sfide della vita di tutti i giorni possono avere
un effetto dannoso sulle lenti a contatto e sul
film lacrimale. Un film lacrimale stabile è importante per:
una buona acuità visiva
•
il comfort
•
•
una buona esperienza d’uso con le lenti a
contatto
È dimostrato che le lenti a contatto DAILIES ®
AquaComfort Plus ® offrono una maggiore stabilità del film lacrimale.
FATE CRESCERE LA VOSTRA ATTIVITÀ CON LA
NUOVA FAMIGLIA DAILIES® AquaComfort Plus ®
La famiglia di lenti a contatto DAILIES® AquaComfort Plus ® vi permetterà di offrire a più clienti una
geometria sferica, torica e multifocale.
SFERICA: COMFORT DA INIZIO A FINE GIORNATA
Le lenti DAILIES® sono progettate per interagire con
la naturale azione di ammiccamento dell’occhio, circa
14.000 volte al giorno.
TORICA: STABILIZZA – E RINNOVA – A OGNI BATTITO DI CIGLIA
La stessa eccellente geometria delle lenti a contatto
FOCUS DAILIES TORIC con più assi e poteri di cilindro.
MULTIFOCALE: CON LA STESSA GEOMETRIA COLLAUDATA DELLE LENTI A CONTATTO AIR OPTIX AQUA®
MULTIFOCAL
Precision Profile Design ora disponibile in versione
giornaliera
I SEGMENTI DELLE LENTI TORICHE E MULTIFOCALI
OFFRONO IL PIÙ AMPIO POTENZIALE DI CRESCITA
I segmenti torico e multifocale sono sottosviluppati8.
Il 47% delle persone con correzione visiva è astigmatico 9, eppure le lenti toriche rappresentano solo
il 20% delle vendite delle lenti a contatto morbide
equivalenti8. Il 52% della popolazione europea è un
candidato adatto alle lenti a contatto multifocali10,
ma solo il 5% delle vendite di lenti a contatto morbide equivalenti è rappresentato dalle multifocali 8.
Raccomandate le DAILIES® AquaComfort Plus ® Toric e
Multifocal, le uniche lenti a contatto giornaliere con
tecnologia umettante attivata dall’ammiccamento,
e fate crescere la vostra attività.
NUOVE lenti a contatto DAILIES ® AquaComfort
Plus ® Toric
PRECISION CURVE ™ DESIGN PER UNA STABILITÀ
STRAORDINARIA E UNA VISIONE CHIARA E NITIDA
La stessa geometria delle lenti a contatto FOCUS®
DAILIES® Toric, ora con più assi e poteri di cilindro
per soddisfare l’esigenza di un numero maggiore
di astigmatici.
LA DOPPIA ZONA DI ASSOTTIGLIAMENTO sfrutta la pressione dell’ammiccamento della palpebra
superiore e inferiore per mantenere la stabilità
rotazionale. In questa geometria il profilo della
lente è più sottile in alto e in basso.
•
BORDO ULTRASOTTILE per un comfort straordinario grazie alla tecnologia LightStream ®
•
LA SUPERFICIE POSTERIORE TORICA rispecchia la toricità della cornea per massimizzare
la stabilità
•
PRESTAZIONI SULL’OCCHIO STABILI con oscillazione <5° all’ammiccamento
•
SEGNO D’INVERSIONE OK
•
I SEGNI DI RIFERIMENTO a ore 3 e 9 semplificano la misurazione della rotazione, per
assicurare il corretto posizionamento.
NUOVE lenti a contatto DAILI ES® AquaComfort
Plus ® Multifocal
PRECISION PROFILE DESIGN PER UNA VISIONE
NITIDA E CHIARA DA TUTTE LE DISTANZE
Con la stessa geometria collaudata delle eccellenti AIR OPTIX AQUA® MULTIFOCAL ora in versione
giornaliera.
L’immagine ha scopo illustrativo e
non fornisce una rappresentazione esatta
Speciale
LENTI A CONTATTO
UN COMFORT RINNOVATO – INDIPENDENTEMENTE DA QUELLO CHE RISERVA LA GIORNATA
• Ora una famiglia completa di lenti a contatto
sferiche, toriche e multifocali, per offrire la
soluzione adatta alla maggior parte dei clienti
• L’esclusiva tecnologia umettante attivata dall’ammiccamento reidrata costantemente la superficie
della lente a contatto per un film lacrimale stabile
• Progettata per offrire una visione chiara e un
comfort rinnovato in tutte le situazioni di vita
quotidiana dei portatori
Proponete la famiglia di lenti a contatto giornaliere
DAILIES® AquaComfort Plus ® per soddisfare meglio
le esigenze di visione e comfort dei vostri clienti.
Riferimenti: 1. Wolffsohn J, Hunt O, Chowdhury A. Objective clinical performance of ‘comfortenhanced’ daily disposable soft contact lenses. Cont Lens Anterior Eye.2010;33(2):8892. 2. Rispetto alle lenti FOCUS® DAILIES®; CIBA VISION dati su file, 2007. 3. Winterton
L, Lally J, Sentell K, Chapoy L. The elution of (vinyl alcohol) from a contact lens: The
realization of a time release moisturizing agent/artificial tear. J Biomed Mater Res B Appl
Biomater, 2007;80B:424-432. 4. Studio di laboratorio comparativo dei profili di rilascio;
significativo al livello 0,05; CIBA VISION dati su file, 2007. Si vedano le istruzioni d’uso
per informazioni complete su utilizzo, manutenzione e sicurezza. 5. Alcon dati su file,
2010. 6. In uno studio clinico su 54 soggetti; significativo al livello 0,05; Alcon dati su
file, 2008. 7. Sulla base di un rapporto sull’industria di una terza parte, 12 mesi conclusi
a marzo 2013, Alcon dati su file. 8. Sulla base di un rapporto sull’industria di una terza
parte, 12 mesi conclusi ad agosto 2013, Alcon dati su file. 9. Young G, Sulley A, Hunt
C. Prevalence of astigmatism in relation to soft contact lens fitting. Eye Contact Lens.
2011;37(1):20-25. 10. Database statistico UNECE (EU 28 2011 popolazione totale 40+). Si
vedano le istruzioni d’uso per informazioni complete su utilizzo, manutenzione e sicurezza.
Speciale
LENTI A CONTATTO
Bausch+Lomb
Lenti a contatto multifocali,
la visione senza limiti
Le lenti a contatto multifocali nascono come soluzione alle esigenze più variabili di un portatore
dinamico, ma spesso l’iter applicativo risulta difficile e irripetibile con risultati non sempre ottimali.
Come può un professionista soddisfare il proprio
paziente confidando in una lente multifocale che
assicuri qualità visiva e comfort?
Un recente studio, effettuato negli Stati Uniti e in
Francia, su 150 professionisti e sui loro 705 pazienti
presbiti, a cui sono state applicate lenti a contatto, rivela
un grado di insoddisfazione che ha interessato circa
3 casi su 10.1 I risultati emersi dall’indagine mostrano
che l’applicazione di lenti a contatto, nei soggetti presbiti, appare complessa a causa delle diverse esigenze
visive da soddisfare. In generale, i professionisti hanno
dichiarato di aver ottenuto un certo successo applicativo che varia dall’83% negli USA all’80% per i nostri
vicini francesi, ma la sfida più grande è migliorare la
visione da vicino e a distanza intermedia; anche per
i portatori, l’area principale di insoddisfazione resta
la visione da vicino o a distanze intermedie, la maggior parte di loro trascorre intere giornate davanti al
computer e le esigenze visive diventano sempre più
complesse, ecco perché il percorso applicativo delle
lenti a contatto può, alle volte, rivelarsi deludente.
Le soluzioni disponibili in ambito multifocale sono
numerose, ma il successo, se raggiunto, necessita di
costanza. Risultati visivi variabili, esperienze applicative non ripetibili e prestazioni imprevedibili della
lente possono causare frustrazione nei portatori e
negli applicatori, ma la buona notizia è che esiste la
possibilità di migliorare la soddisfazione del paziente
e la prevedibilità delle lenti riducendo la variabilità del
profilo del potere nelle lenti a contatto multifocali.
Un elemento importante che può determinare una buona applicazione si trova nella geometria della lente a
contatto multifocale, l’applicatore deve conoscere le
caratteristiche ottiche delle lenti multifocali e saperle
scegliere al fine di garantire la miglior soluzione per
l’utilizzatore.
Per capire le differenze nella stabilità dei poteri,
tra le lenti multifocali morbide, Bausch+Lomb ha
realizzato uno studio utilizzando un analizzatore
di fronte d’onda Hartmann-Shack ad alta risoluzione2. Lo studio ha confrontato somiglianze
e differenze tra due diverse geometrie: PureVision®2 for Presbyopia (PV2FP) a bassa e ad
alta addizione e Air Optix Aqua MF (AOMF) a
bassa, media e ad alta addizione. Tutte le lenti
usate, a centro-vicino, introducono aberrazione
sferica negativa per introdurre l’addizione. Più
precisamente le lenti si differenziavano per
numero di addizioni disponibili: da un lato la
PV2FP con due diverse addizioni, dall’altro
AOMF con tre diverse addizioni. Lo studio aveva
il fine dunque di valutare se la disponibilità di
Speciale
LENTI A CONTATTO
un’addizione in più, come nella lente AOMF, potesse
effettivamente fornire maggiori vantaggi.
La misurazione è avvenuta su tre lenti, per ciascuna
delle geometrie utilizzate, considerando un diametro
di 6.0mm, con il potere dell’addizione dato dalla differenza tra potere dichiarato (-3,00 D) e potere della
porzione centrale della lente. Inoltre è stata valutata
la distanza in mm dal centro in cui si trova il potere
dichiarato. Da un punto di vista clinico, per rappresentare
la stessa addizione sono state considerate differenze di addizioni all’interno di 0,25 D. Il potere medio,
ricavato da tre misurazioni, è stato poi utilizzato per
realizzare i profili di potere usati per fare riferimento
alle prestazioni delle lenti applicate.
Le lenti AOMF hanno mostrato di fornire essenzialmente
due distinti profili di potere. Il profilo di potere per la
AOMF, con bassa addizione, ha evidenziato un’addizione
di 0,25 D. Le addizioni media e alta hanno presentato un profilo simile, rispettivamente con un potere
stimato di 1,31 D e 1,41 D. Molti applicatori possono
non trovare una differenza nelle prestazioni cliniche
tra l’addizione media e alta con le lenti AOMF perché
i loro profili di potere sono molto simili fra loro. In
confronto, la lente PV2FP ha evidenziato due profili di
potere differenti e distinti. La lente PV2FP con bassa
addizione ha evidenziato un’addizione più che doppia
rispetto a quella fornita dalla lente AOMF a bassa addizione con un valore stimato pari a +0,59 D. La lente
PV2FP con alta addizione ha evidenziato un’addizione
significativamente maggiore rispetto a quella fornita
dalla lente AOMF a media e ad alta addizione con un
valore stimato pari a 1,84 D3.
Idealmente, il profilo del potere di una lente deve
essere esattamente lo stesso per tutti i poteri della
gamma disponibile. La stabilità del profilo dei poteri
per ciascuna lente influisce sulle prestazioni visive
per lontano della lente e sull’effetto dell’addizione.
Molte geometrie multifocali attualmente in commercio,
a parità di addizione, non mantengono stabile il profilo
del potere per tutta la gamma dei poteri disponibili4.
L’instabilità nel comportamento delle geometrie porta
ad avere risultati visivi variabili ai portatori che utilizzano lenti a contatto multifocali. Inoltre, la variabilità
del profilo del potere al variare dei poteri può limitare
la possibilità di prevedere come una lente potrà funzionare da un potere all’altro.
Per gli applicatori che vogliono semplificare l’applicazione di lenti multifocali ed eliminare la necessità di
avere un magazzino di lenti con i diversi poteri disponibili, ma non differenziati, la scelta di PureVision®2
for Presbyopia può fornire una soluzione. Avere due
profili di potere distinti, con i poteri dell’addizione più
alti, può contribuire a ridurre le difficoltà che portano
alla necessità di cambiare i poteri della lente quando
aumentano le esigenze visive per la distanza prossimale
e può aiutare a far utilizzare ai pazienti presbiti lenti
a contatto multifocali più a lungo.
1.
2.
3.
4.
Market research: Kadence International. July 2012.
Vogt AKS, Bateman K, Green T, Reindel W. Using power profiles to evaluate aspheric lenses. CL Spectrum. 2011(January).
Vogt AKS, Bateman K, Green T, Reindel W. Distribution of power.
Optician. 2010(February).
Hovinga K, Ludington P. Consistency of power profiles in multifocal contact lenses. Global Specialty Lens Symposium. Las
Vegas, NV2013.
®/™ sono marchi registrati di Bausch+Lomb Incorporated o delle
sue affiliate. Tutti gli altri nomi di prodotti / marchi sono marchi
registrati dei rispettivi proprietari.
© Bausch+Lomb Incorporated.
Speciale
LENTI A CONTATTO
CooperVision
Oggi Biofinity® XR
amplia la gamma dei poteri sferici
chiali”, ha detto il dottor Juan
Carlos Aragon, vice presidente
senior, Global Professional &
Clinical Affairs, CooperVision®.
“Le stesse caratteristiche di visione eccezionale, adattabilità
e comfort che i professionisti
si aspettano da Biofinity ® sono ora disponibili con le lenti
Biofinity ® XR”.
Coopervision oggi mette a disposizione dei professionisti le lenti a contatto Biofinity ® XR in
silicone hydrogel con la più ampia gamma di poteri
sferici da +15.00 D a -20.00 D.
Infatti con Biofinity ® XR si potranno includere tra
i portatori, anche coloro che hanno ipermetropie
o miopie significative e che attualmente utilizzano altre lenti a contatto di ricetta o occhiali.
Le lenti a contatto Biofinity ® XR saranno disponibili con poteri sferici da +8.50 D a +15.00 D (con
intervallo 0.50 D) e da -12.50 D a -20.00 D (con
intervallo 0.50 D). La linea di lenti a contatto
Biofinity ® continuerà ad essere disponibile con
poteri da +8.00 D a -12.00 D.
“La disponibilità di Biofinity ® XR fornisce ai professionisti un motivo in più per rendere Biofinity ®
la lente mensile di prima scelta, e consente di
proporre lenti a contatto morbide ad un maggior
numero di persone che portano ancora gli oc-
Con questo lancio, le lenti sferiche Biofinity ® e Biofinity ® XR
rappresentano oggi la più ampia
gamma disponibile di lenti a contatto in silicone hydrogel tra i principali produttori di lenti a
contatto.
“Spesso abbiamo a che fare con portatori che
hanno bisogno di alti poteri correttivi e richiedono
lenti a contatto più traspiranti e bagnabili. Con il
lancio di Biofinity ® XR di CooperVision ® possiamo
finalmente offrire anche a questi portatori, un
nuovo prodotto che fornisca una migliore esperienza di porto”, ha detto Joseph Atkins, optometrista
presso Today’s Eyecare a Lafayette, Louisiana,
Stati Uniti. “La nostra professionalità è nota per
il continuo progresso tecnologico e per molto
tempo siamo stati estremamente soddisfatti delle
lenti Biofinity ® in silicone hydrogel. L’espansione
dei poteri correttivi sarà molto apprezzata dai
portatori”.
“Il design avanzato delle lenti Biofinity ® XR e
Biofinity® consente ai professionisti di ottene-
Speciale
LENTI A CONTATTO
re un elevato grado di
successo nell’applicazione, anche per i quei portatori con esigenze più
estreme”, ha continuato
il dottor Aragon. “Inoltre
ci si aspetta una riduzione
del chair time, una migliore
soddisfazione complessiva
del portatore e una fiducia
ancora più profonda nella
prescrizione di Biofinity ® ”.
Biofinity ® e Biofinity ® XR
sono le uniche lenti mensili realizzate con la tecnologia Aquaform® Comfort
Science™ - combinando un
equilibrio unico tra elevata
permeabilità all’ossigeno,
elevato contenuto idrico,
materiale naturalmente
bagnabile e resistente ai
depositi, per un comfort
che dura tutto il giorno,
con un modulo ottimale
per una lente a contatto
più morbida e flessibile.
A differenza di molte altre strutture in silicone
hydrogel, le lenti Biofinity ®
rimangono idratate durante l’intero periodo di porto senza la necessità di
trattamenti superficiali o
agenti umettanti.
Speciale
LENTI A CONTATTO
Johnson&Johnson
Parte il roadshow ACUVUE®
“Momento educazionale”
Da fine marzo partirà il roadshow ACUVUE ®
“Momento educazionale” Appuntamenti in 12
città italiane per partecipare ad un percorso di
formazione per i contattologi unico nel suo genere. Parola d’ordine: FELICITÀ!
ACUVUE® lancia questo mese “Momento Educazionale”
un roadshow che coinvolgerà 12 città da Nord a Sud
fino a tutto ottobre 2014. Un progetto di formazione rivolto al contattologo, che farà leva su aspetti
innovativi, anche se alla portata di tutti, per fare la
differenza nello svolgimento della propria professione.
A tutto vantaggio del business. Ne parliamo con il dr.
Antonio Genovesi* ideatore del programma.
D r. Ge novesi , p a r te a b reve il p r oget to
ACUVUE® ”Momento educazionale” che ha l’obiettivo di formare i contattologi su un concetto
all’apparenza molto astratto “la felicità” ci può
spiegare meglio?
Parto dalla fine della domanda sottolineando la veri-
*Antonio Genovesi
è Laureato in Scienze della Comunicazione Marketing e
d’Impresa.
Si è dedicato alla
formazione esperienziale, partecipando a numerose
convention come
key-note speaker, in distruptive innovation
nell’ambito della gestione del cliente. Ha all’attivo significative collaborazioni nel settore
della contattologia e dell’ottica.
dicità dell’affermazione ”la felicità è solo in apparenza
un concetto astratto”. Quando un cliente, un portatore di lenti a contatto o un potenziale tale, entra in
negozio, si accorge subito se chi lo sta accogliendo
e seguendo è una persona serena, che ha voglia di
fare e contenta di riceverlo, di prendersi cura dei suoi
bisogni. È la prima cosa che viene percepita e che
influenzerà quello che sarà poi un rapporto professionale. L’aspetto, se vogliamo buffo, è che quando nelle
sessioni di formazione se ne parla, la felicità sembra
sempre un concetto lontano, quando in realtà è la
cosa più concreta della nostra vita e che cerchiamo in
tutti gli ambiti, quello professionale incluso. Questo
evidenzia quanto ci sia da lavorare per colmare questo
vuoto. Ecco perché il progetto ACUVUE ® “Momento
educazionale” parte da qui. Non sarà un corso sulla
comunicazione, ma un programma più attitudinale,
seguirà tutte le fasi necessarie alla costruzione di
un rapporto, partendo però dal prendersi cura di sé.
Se io mi prendo cura di me e quindi riesco ad essere
felice, posso restituire felicità agli altri.
Il contattologo, soprattutto in tempi di crisi, potrebbe propendere per strategie di tipo commerciale più aggressive piuttosto che concentrarsi
sul cliente? È corretto?
In momenti di crisi purtroppo quello che subentra
è “la paura di…”, paura di perdere il benessere e la
serenità che si sono raggiunti. Se analizziamo in cosa
poi si traduce questo sentimento nell’attività lavorativa, il risultato sono azioni puramente legate a
logiche commerciali aggressive, a guerra dei prezzi
e a demotivazione nei confronti della professione.
Si perde di vista il cliente. Se ci fermiamo a riflettere,
il cliente, che nel caso del contattologo è il portatore
di lenti a contatto, è il mestiere. Senza il cliente la
professione non esiste. Il cliente non può essere un
Speciale
LENTI A CONTATTO
optional. Nel momento in cui il professionista svolge
correttamente ed efficacemente il suo lavoro, il cliente è automaticamente al centro e l’obiettivo, seppur
in tempi di crisi sia una tentazione, non dovrebbe
essere quello di ottenere da lui il massimo economicamente, ma quello di regalargli un’esperienza che
lo gratificherà e che lo porterà a tornare dal quel
contattologo, perché è quel contattologo che lo ha
fatto sentire a suo agio.
Quali sono gli aspetti che non si dovrebbero
mai dimenticare nello svolgimento dell’attività
professionale?
Può sembrare banale, ma in realtà non lo è affatto.
Quello che noto più spesso è la perdita di entusiasmo, rispetto a chi è agli esordi della professione.
Quest’ultimi hanno una voglia di fare pazzesca. Ogni
cliente che entra è una scoperta nuova è, come a
volte mi piace metaforicamente rappresentarlo, neve
fresca. Quello che rilevo spesso è l’essersi dimenticati
della ”bellezza della neve fresca”, l’essersi dimenticati
della bellezza di avere un nuovo cliente. Si tende a
dare un po’ per scontato tutto. Ci si pone in modo
automatico pensando di conoscere già a priori l’interlocutore, applicando nella relazione formule standard,
riconoscibili. Questo atteggiamento il cliente lo percepisce e lo restituisce con un distacco sicuramente
poco profittevole per il contattologo.
È da diverso tempo che lavora con la categoria
degli ottici, quali sono le maggiori potenzialità
su cui è possibile lavorare?
Senza voler generalizzare troppo, la qualità che ho
avuto modo di apprezzare maggiormente negli ottici
è la loro libertà. Ho sempre incontrato persone libere.
Nonostante i problemi, la crisi e lo scenario di contorno, il fatto che la strada professionale l’abbiano
creata loro con le proprie forze, offre una maggiore
potenzialità rispetto ad altre categorie. La libertà
di poter contare su se stessi li fa sentire fiduciosi
nelle loro capacità e pronti a mettersi in gioco senza
troppe barriere. Sono professionisti che non hanno
molte delle inibizioni che ritrovo in altre aree.
Torniamo al roadshow che partirà a marzo, quali saranno gli aspetti con cui l’ottico si dovrà
confrontare?
L’ottico che parteciperà troverà delle sorprese derivanti
dal fatto che le formule, attitudinali e comportamentali,
che daremo non sono lontane e di difficile applicazione,
ma sono lì a portata di mano. Però così come sono a
portata di mano le formule che possono far scattare
il sentimento della felicità, di cui abbiamo parlato in
apertura, realizzeranno che i nodi, le porte che chiudono questo sentimento sono altrettanto vicine e che
spesso il peggior nemico sono proprio loro stessi.
Una provocazione: cosa non paga mai? E cosa
paga sempre?
Se penso alla mia esperienza in aula posso affermare
che ciò che non paga mai è la paura. Non è mai un
aiuto, mentre ciò che paga sempre è’ l’amore. L’amore
per tutto, per il lavoro, per le persone che ci circondano, per se stessi; nel momento in cui è sano, non
legato a logiche materialistiche, “un amore al servizio
di”, anche se non viene riconosciuto, c’è pienezza ed
è un premio anche solo trasmetterlo.
Nasce www.jnjvisioncare.it il portale dedicato
al contattologo consultabile in ogni momento da
PC, smartphone e tablet.
Sempre a fianco del contattologo 24h su 24h.
Tutte le informazioni aggiornate in tempo reale
sui prodotti ACUVUE ®.
Un’area dedicata alla formazione del professionista
con approfondimenti scientifici.
Tutto a portata di click.
I corsi sono rivolti a tutti gli ottici del territorio nazionale per ulteriori informazioni e per
sapere come partecipare https://www.jnjvisioncare.it/formazione/momento-educazionale
Speciale
LENTI A CONTATTO
Kontakt Lens V.A.O.
Distinguersi...
con personalità!
Fronteggiare gli attuali problemi del mercato con
uno stratagemma che garantisce di combattere
la concorrenza sempre più agguerrita attraverso
una strategia commerciale definitiva!
La Kontakt Lens V.A.O., società operante nel settore della contattologia da oltre 25 anni, sempre
attenta alle esigenze ed ai problemi che questo
mercato si trova ad affrontare, è lieta di presentare
uno stratagemma che possa garantire, a coloro che
sono stufi di combattere la concorrenza sempre più
agguerrita, una strategia commerciale definitiva!
Parliamo di PRODOTTI PERSONALIZZATI!
Chiunque abbia un’attività commerciale, si è trovato
almeno una volta nella vita a fronteggiare un cliente
irritato per aver trovato lo stesso prodotto ad un
KONTAKT LENS V.A.O. Srl
Presenta
Giornaliere
Quindicinali
DISTINGUERSI
Toriche
Cosmetiche
Mensili
Il Tuo Logo,
Il Tuo Prodotto,
...Il Tuo Business!
500ml
360ml
100ml
15ml
...E non avrai più concorrenti!
SOLUZIONI E LENTI A CONTATTO PERSONALIZZATE PER OTTICI E GRUPPI
Vico Acitillo, 106 - 80128 Napoli (Italy) Tel. (+39) 081.5605288 - 5606706 - Fax (+39) 081.7157874
www.onlyone.it [email protected] - [email protected] - [email protected] - [email protected]
Azienda Certificata
UNI EN ISO 13485:2004
prezzo inferiore in un altro negozio. Di fronte ad
un simile problema, le soluzioni sono molteplici, ma
pur sempre atte a cercare di recuperare la fiducia
persa del cliente. Ora provate ad immaginare di poter,
una volta per tutte risolvere il problema alla base,
affinché non ci siano più i presupposti per cui il
problema si possa verificare.
La Kontakt Lens V.A.O. offre la possibilità di una
personalizzazione completa di tutta la gamma dei
prodotti di contattologia (tutti i tipi di lenti a contatto e tutti i tipi di soluzione) affinché non ci potrà
essere mai più un termine di paragone tra Voi ed
i vostri concorrenti.
La nostra idea di personalizzazione, non si limita
ad una semplice etichettatura di una confezione di
lenti a contatto ma, su vostra specifica richiesta,
abbiamo la possibilità di creare un packaging ad
hoc per Voi.
Ad esempio, potremmo realizzare un pack di:
•
lenti giornaliere in confezioni da 10 o più lenti;
•
lenti toriche in confezioni singole o più;
•
confezioni di lenti singole a ricambio mensile.
Anche nei materiali di ultima generazione quali Siliconi Hydrogel con il vostro marchio.
Avrete in questo modo:
• una esclusiva assoluta;
• renderete accessibile ai vostri clienti un prodotto
che oggi è visto ancora come “troppo caro”;
• assesterete un duro colpo alla concorrenza, proponendo prodotti innovativi e qualitativamente superiori.
Ma c’è dell’altro…
L’importanza di distinguersi dalla massa con un prodotto a marchio proprio, non è solo un escamotage
per combattere la concorrenza, è soprattutto un
plus per guadagnare in immagine nei confronti di
tutti coloro che lavorano con “i prodotti di massa”.
Speciale
LENTI A CONTATTO
ACCESSOREYES un nuovo punto di vista
Le lenti a contatto Accessoreyes della Kontakt Lens
sono una nuova gamma di lenti cosmetiche che si
propongono, partendo dalla fusione di due nomi
“Accessorize + eyes” quindi accessori per gli occhi,
di infondere nel consumatore un nuovo punto di
vista per quanto riguarda le lenti cosmetiche. Le
lenti a contatto si trasformano in un accessorio
di moda, con cui esprimere il proprio stile.
Analizzando quelli che sono le fasce di età per i
target di riferimento (15/30 e 30/50 anni) Accessoreyes si sviluppa in due linee complementari;
Like Accessoreyes e Luxe Accessoreyes!
Like abbraccia il pubblico giovane, quello più aperto
alle novità, proponendo una gamma di lenti dal
colore deciso, da non passare affatto inosservato.
Luxe invece si avvicina alla fascia più “critica”,
quella che “pretende” il valore aggiunto da un
prodotto, proponendo una gamma di colori dai
tratti naturali. Luxe infatti si propone come una
lente in grado di “impreziosire” l’occhio ed annovera
nella sua gamma la particolare colorazione “Gold”.
A completamento infine della gamma di lenti cosmetiche, Kontakt Lens propone le Crazy Lens;
lenti per effetti speciali. Il motivo di riproporre
un prodotto che in passato era legato solo a
due periodi dell’anno (carnevale ed Halloween)
nasce dalla vasta gamma di effetti speciali; lenti
fluorescenti, cartoons e tante altre, indurranno i
ragazzi ad indossarle in più occasioni e con solo
pochi euro, potranno sfoggiare uno sguardo decisamente unico.
Ecco che estetica e gioco si inseriscono in una
nuova nicchia di mercato con una proposta che
amplia la possibilità di creare un look particolare
attraverso un prezzo assolutamente imbattibile!
Speciale
LENTI A CONTATTO
Sauflon Pharmaceuticals
Una ventata di aria fresca.
Lenti in Silicone Hydrogel, clariti®
Il desiderio del moderno portatore di lenti a
contatto, sempre impegnato e di corsa? La libertà
di indossare le proprie lenti confortevolmente
da mattina a sera.
Con giornate lavorative sempre più lunghe e stancanti, trascorse per molte ore davanti al monitor di un
computer, in ambienti spesso difficili ed impegnativi
come i locali climatizzati, i portatori si aspettano
sempre di più dalle loro lenti a contatto. Perché dopo
un’intensa giornata di lavoro c’è anche un’attiva
vita sociale con amici, colleghi o semplicemente la
propria famiglia che ci aspetta. E le lenti ci devono
accompagnare in tutte queste ore.
I Professionisti vogliono esseri sicuri che le lenti a
contatto che consigliano ed applicano ai propri portatori rispondano in maniera adeguata alle esigenze
dei loro frenetici stili di vita, grazie all’utilizzo di
materiali tra i più evoluti, confortevoli e salutari.
Proprio per questo, sempre più spesso sono alla
ricerca di un’alternativa alle lenti idrogel tradizionali.
Le lenti in Silicone Hydrogel clariti ® promettono
questa tranquillità a professionisti e portatori.
Un materiale “intelligente”
La famiglia di lenti a contatto in Silicone Hydrogel di
Sauflon, clariti®, è stata appositamente sviluppata per
creare il giusto bilanciamento di tutte le principali proprietà che una lente a contatto deve possedere. L’esclusiva
tecnologia brevettata AquaGen™ interviene a livello della
superficie della lente per renderla altamente idrofila:
attrae e trattiene l’idratazione creando un “cuscino”
d’acqua che ricopre l’intera superficie della lente.
Un equilibrio perfetto
Salutari: con un Dk/t pari a 86 gli occhi
sono liberi di respirare, grazie ad un
apporto di ossigeno superiore a quello
raccomandato per il porto giornaliero;
gli occhi si mantengono sani per l’intero arco della
più lunga ed impegnativa delle giornate.
Confortevoli: grazie all’alto contenuto idrico, le lenti clariti® conservano la
morbidezza ed il comfort della mattina,
per tutto il giorno.
Speciale
LENTI A CONTATTO
Morbide: le caratteristiche uniche del Silicone in
termini di ossigenazione
combinate con la flessibilità
propria degli idrogel tradizionali rendono le clariti® una
delle lenti in materiale Silicone Hydrogel più morbide
del mercato (con il più basso modulo di rigidità).
Lisce: la superficie altamente lubrificata e levigata delle clariti® le
rende ideali per essere indossate
a lungo, anche durante giornate
così intense. Ogni giorno le nostre
palpebre percorrono la lunghezza
di un campo da calcio (circa 65 chilometri in un
anno), ma grazie ad una delle lenti a contatto in
Silicone Hydrogel più lubrificate1 i portatori non se
ne accorgeranno né sentiranno l’esigenza di rimuovere le lenti prima del dovuto.
Con protezione UV: grazie alla presenza di filtri
UV, le lenti clariti ® aiutano
a proteggere gli occhi dai
possibili danni indotti dalle
radiazioni ultraviolette.
Progettate per il (massimo) comfort: il bordo ancora più preciso e definito
delle clariti ® elite, ottenuto
tramite la tecnologia produttiva di Sauflon “Advanced Edge Technology™ ”, riduce l’attrito tra palpebra e
lente, stabilizzando la lente nell’occhio e donando
la sensazione di non indossare lenti.
Lenti a contatto clariti®... ad ogni portatore la giusta risposta
Le lenti mensili in Silicone Hydrogel clariti® sono disponibili nei design sferico, torico e multifocale, per
consentire di rispondere alle specifiche esigenze di un ancora più ampio numero di portatori.
clariti® elite
clariti® toric
clariti® multifocal
Curva Base
8.6 mm
8.7 mm
8.7 mm
Diametro
14.2 mm
14.4 mm
14.2 mm
Dk/t (@ -3.00 DS)
86
57
86
Contenuto idrico
56%
56%
56%
Gamma dei poteri
-10.00 to +8.00
-9.00 to +6.00
Cyls -0.75, -1.25, -1.75, -2.25
10° to 180° (10° steps)
-8.00 to +6.00
LOW ADD up to +2.25
HIGH ADD +2.25 to +3.00
Tinta
di manipolazione
Aqua
None
None
UVA and UVB
UVA and UVB
UVA and UVB
Protezione UV
Valore aggiunto
Tutti i prodotti Sauflon sono disponibili in esclusiva
per gli Ottici Professionisti e non sono acquistabili attraverso canali alternativi ai negozi di Ottica,
nell’intento di favorire la fidelizzazione dei portatori
al punto vendita dove hanno acquistato le loro lenti
e prodotti di manutenzione.
Da sempre Sauflon si impegna più di chiunque altro
produttore a sviluppare prodotti innovativi e di qualità, per aiutare l’Ottico Professionista a proteggere
e consolidare il proprio business.
Roba M., Duncan E.G., Hill G.A., Spencer N.D., Tosatti S.G. Friction Measurements on Contact Lenses in Their Operating Environment.
Tribol Lett. 2011;44:387-397. Lubricity tests follow the methods of Ross et al, 2001. All lenses were soaked in 0,9% saline for 4
days, results shown are at 75 milliNewtos of force
Speciale
LENTI A CONTATTO
Vita Research
®
WET e WET® Therapy
per la sindrome dell’occhio secco
WET ® e WET ® Therapy. Sostituti lacrimali monodose a base di acido ialuronico ad alto peso molecolare per il trattamento della sindrome dell’occhio secco
Il portatore di lenti a contatto conosce bene la sensazione di secchezza oculare che si prova ogni qual
volta si indossano le lenti per più ore del dovuto o se
ci si trova in ambienti poco umidi, fumosi, climatizzati,
polverosi, ventosi o si trascorrono troppe ore davanti
ad un video terminale. Queste situazioni si traducono
in una alterazione del film lacrimale e del suo naturale equilibrio che hanno come conseguenza un elevato discomfort oculare. Ognuno di questi elementi,
singolarmente o combinati, può innescare lo sviluppo
di una sintomatologia da occhio secco.
Quali i rischi per il portatore di LAC
Sicuramente un uso prolungato delle lenti a contatto espone chi le indossa a dei rischi importanti per la
salute del suo occhio in quanto una eccessiva evaporazione della componente acquosa, fondamentale nel
film lacrimale, ha come conseguenza un aumento delle forze di attrito tra cornea e LAC che, se costanti,
espongono l’epitelio a possibili danni; questo infatti,
Tab 1. Principali caratteristiche dell’acido ialuronico
privato della sua naturale protezione (le lacrime), è più
soggetto a sfregamento, quindi a lesioni e a possibili
infiammazioni e/o infezioni. Come è evidente, un occhio
privato del suo normale equilibrio è un occhio esposto
a congestione ed aumentata permeabilità agli agenti
esterni. Ad un’alterazione del film lacrimale consegue,
inoltre, una modifica dei parametri della lente e quindi
un peggioramento della qualità del visus.
Il trattamento con sostituti lacrimali è sicuramente
uno dei metodi di elezione per la riduzione dei sintomi e dei segni dovuti al discomfort oculare.
L’acido ialuronico nel trattamento della sindrome
dell’occhio secco
I sostituti lacrimali a base di acido ialuronico, un polimero naturale in grado di trattenere acqua fino a
1000 volte il suo peso, sono sicuramente tra i più
indicati per il trattamento dei sintomi legati alla sindrome dell’occhio secco. Un uso adeguato di questi
fa sì che nell’occhio venga ristabilita, all’occorrenza,
la necessaria idratazione e conseguente lubrificazione
necessaria per proteggerlo da tutti quei problemi legati all’aumentata frizione che si viene a creare tra la
cornea e la LAC.
Tab 2. Principali attività dell’acido ialuronico
Speciale
LENTI A CONTATTO
polietilenglicole (PEG) come agente lubrificante svolge
un’attività complementare a quella dell’acido ialuronico,
potenziandone gli effetti.
WET ® e WET ® Therapy: sostituti lacrimali con acido
ialuronico ad alto peso molecolare
Due prodotti a base di acido ialuronico ad alto peso
molecolare, WET® e WET® Therapy, permettono agli utilizzatori di lenti a contatto di arginare i problemi legati al loro utilizzo. Il dispositivo medico WET® è una
soluzione sterile, isotonica e tamponata, senza conservanti, contenente acido ialuronico ad alto peso molecolare allo 0,10%. Chi indossa lenti a contatto può ricavare dall’utilizzo di questo prodotto notevoli vantaggi
in quanto, proprio in seguito ad un uso prolungato o
all’esposizione in ambienti poco confortevoli, può rendersi necessaria una visco-supplementazione con un
agente lacrimale che permetta di ridurre al minimo il
discomfort che normalmente si viene a creare quando il
fisiologico film lacrimale si rompe. La presenza dell’acido
ialuronico, agente viscosante naturale, fa sì che la soluzione venga a distribuirsi uniformemente sulla cornea
creando una zona cuscinetto molto idratata che riduce
notevolmente la sintomatologia legata alla secchezza
oculare ricreando un ambiente più equilibrato e protetto
simile a quello del film lacrimale naturale. Il dispositivo
medico Wet ® Therapy è anch’esso una soluzione sterile,
isotonica e tamponata, senza conservanti, contenente
acido ialuronico ad alto peso molecolare ad una percentuale maggiore, pari allo 0,15%. Oltre alle proprietà
già descritte per il Wet ®, Wet ® Therapy annovera tra i
suoi componenti anche il polietilenglicole e diversi sali minerali. È un prodotto particolarmente indicato per
i portatori di lenti a contatto che abbiano già manifestato problemi di microabrasioni in quanto fornisce una
maggiore azione viscoelastica e un valido supporto minerale per favorire una più rapida evoluzione dei tempi
di remissione della cornea. La maggior concentrazione
di acido ialuronico stimola inoltre la cicatrizzazione corneale come induttore di fibronectina. La presenza del
Tab 3. Composizione e proprietà di Wet ® e Wet ® Therapy
Entrambi i sostituti lacrimali inoltre:
•
Non alterano la qualità visiva del portatore
•
Non lasciano residui
•
Non irritano
Il vantaggio offerto da un acido ialuronico ad alto
peso molecolare
Il vantaggio che offre un acido ialuronico ad alto peso molecolare (a parità di concentrazione) rispetto ad
un basso o medio peso molecolare è quello di aumentare il tempo di permanenza della soluzione oftalmica
nell’occhio permettendo in questo modo di prolungare
la sensazione di comfort per il portatore e di garantire
un tempo di idratazione maggiore tra un’applicazione
e l’altra consentendo altresì un’ulteriore riduzione dei
tempi di stress a cui un occhio con indosso una LAC
può essere sottoposto.
Prevenzione “naturale” come arma di difesa
L’utilizzo delle lenti a contatto ha fatto sì che ci sia
una qualità di vita migliore per chi è costretto, per correggere un’alterazione dell’apparato visivo, a frapporre
una lente fra sé e il mondo. Un utilizzo prolungato e
ambienti poco favorevoli al mantenimento della giusta
idratazione all’interfaccia cornea/lente possono condurre ad una serie di problematiche con non trascurabili
rischi per la salute del delicato sistema oculare. Un occhio più sano è un occhio che mostra uno status più
prossimo alle condizioni fisiologiche ed è in questo scenario che si inseriscono i sostituti lacrimali monodose
Wet ® e Wet ® Therapy come fonte di mantenimento di
un giusto equilibrio, di integrazione dei componenti lacrimali ma soprattutto di prevenzione per possibili futuri danneggiamenti.

Documenti analoghi

Review_Rinfrescare il look_PO_ottobre_2011

Review_Rinfrescare il look_PO_ottobre_2011 creerà un maggior legame tra il portatore di lenti a contatto ed il marchio delle lenti che utilizza.   Proprio a partire da ottobre 2011, CooperVision ha iniziato ad inviare Biofinity (sferica) e ...

Dettagli

Speciale_lenti a contatto_POmarzo2012

Speciale_lenti a contatto_POmarzo2012 wear in contact lens wearers: the effect of refi tting with daily-wear silicone hydrogel lenses (senofilcon a). Eye Contact Lens 2006; 32:281-286. DEWS Report (no authors). The definition and class...

Dettagli

speciale - Platform Optic

speciale - Platform Optic componente del team di collaboratori svolge un proprio ruolo, già a partire dalla richiesta telefonica iniziale e dalla prima interazione diretta. Per i nuovi portatori di lenti a contatto, la manc...

Dettagli