Il Codice dell`Amministrazione Digitale: quali novità per i Comuni

Commenti

Transcript

Il Codice dell`Amministrazione Digitale: quali novità per i Comuni
MOD08 - REV01 del 20/06/2013
Il Codice dell’Amministrazione
Digitale: quali novità per i Comuni
Mercoledì 25 GENNAIO 2017 SIENA > Palazzo della Provincia, Piazza Duomo 9
Mercoledì 1 FEBBRAIO 2017 FIRENZE > Saloncino delle Murate, via dell’Agnolo 1A
Mercoledì 8 FEBBRAIO 2017 PISA > sede Reform, via Pascoli n. 8
Orario 9.30 -13.30
Presentazione del corso
Il Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) ha fatto un altro passo verso l’interoperabilità europea.
Il 13 settembre 2016 è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il DL 26 agosto 2016, n. 179 (Nuovo CAD)
che armonizza i suoi articoli con il regolamento europeo eIDAS del 23 luglio 2014, n. 910 che ha piena
validità dal 1 luglio 2016. Il CAD è molto articolato e di difficile lettura, ha continui rimandi ad altre leggi
e disposizioni ma contiente grandi novità in termini di nuovi processi, servizi, standard nelle relazioni
tra cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni. Non è solo a PA a dover cambiare ma anche i cittadini
dovranno imparare i “nuovi” diritti (e obblighi): dovranno comprendere concetti per ora patrimonio di
giuristi sull’uso della PEC-domicilio digitale, sul suo costante presidio e sul valore dell’originale digitale
e non della copia stampata. Con questa consapevolezza andiamo ad analizzare le principali innovazioni
del nuovo testo dando anche panoramica delle principali scadenze nel percorso di digitalizzazione della
PA e cercando di focalizzarci in particolare sulle novità che interessano i Comuni.
I concetti affrontati durante il corso saranno contestualizzati esponendo anche le infrastrutture e i servizi
messi a disposizione da Regione Toscana.
Il programma del corso
• Le
azioni in materia di innovazione per promuovere le tecnologie digitali a supporto
della pubblica amministrazione:
• Gli obiettivi della riforma e le principali scadenze per le PA
• Cenni sul percorso normativo dalle norme preparatorie del 2014 a oggi
• Focus sulle principali novità introdotte dal CAD e sugli strumenti per la cittadinanza digitale:
• Perchè un nuovo codice
• Ampliamento dell’ambito soggettivo di applicazione
• ampliamento dei diritti di cittadinanza digitale
• Attenzione alla qualità dei servizi resi dalla PA e alla cultura digitale
• Domicilio digitale
• Identità digitale
• SPID: modello di funzionamento e caratteristiche
• Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)
• Pagamenti digitali (PagoPa)
• Documento informatico, firme elettroniche e conservazione
• Nuovi ruoli e responsablità: responsabile della trasformazione digitale e il Difensore
civico per il digitale
Docente Silvia Bertagnini Anci Innovazione
Modalità di partecipazione
La partecipazione prevede una quota di partecipazione di 80,00 euro a persona per i
dipendenti dei comuni e di euro 150,00 per i privati.
Per iscriversi è possibile cliccare di seguito al link http://bit.ly/2eheDiq
Il pagamento della quote può essere effettuato solo esclusivamente tramite bonifico
bancario da effettuarsi prima del corso a favore di:
Anci Toscana, viale Giovine Italia 17 Firenze – P.I. 01710310978
c/o Banca UNICREDIT - IBAN - IT 59 D 02008 21506 000004697174
Causale: Corso CAD (indicare sede corso)
Firenze - Viale Giovine Italia 17 [email protected]
055 0935293, fax 055 0935294 - www.lascuola.ancitoscana.it