In Svizzera bisognerebbe introdurre un salario

Commenti

Transcript

In Svizzera bisognerebbe introdurre un salario
NAZIONALE
Iniziativa popolare «Per la protezione di salari equi (Iniziativa sui salari minimi)»
In Svizzera bisognerebbe introdurre un salario minimo ?
OBIETTIVO In Svizzera bisognerebbe guadagnare come minimo 22 franchi per un’ora di lavoro.
SITUAZIONE ATTUALE
Oggi in Svizzera ci sono all’incirca 330 000 persone che guadagnano meno di 22
franchi all’ora. Gli impiegati più svantaggiati sono quelli che lavorano nel settore dell’accoglienza, del commercio al dettaglio (ad esempio, prodotti da forno) e
dei servizi (ad esempio, parrucchieri, addetti alle pulizie ecc.).
Al momento i datori di lavoro regolano l’importo degli stipendi in modo indipendente, direttamente con gli impiegati e le parti sociali.
CHE COSA CAMBIEREBBE?
Se l’iniziativa verrà accolta, la Confederazione stabilirà un salario minimo. Questo sarà valido per tutti gli impiegati in Svizzera, l’importo minimo è di 22 franchi
all’ora, vale a dire circa 4000 franchi al mese per un impiego a tempo pieno (42
ore lavorative alla settimana). Il salario minimo sarà valido per tutti gli impiegati
di tutti i settori. Nessun datore di lavoro potrà versare uno stipendio inferiore di
questo a uno dei suoi dipendenti. Il salario minimo tuttavia non vale ad esempio
per gli apprendisti, i praticanti o per i posti di lavoro per persone invalide.
ARGOMENTI DEI FAVOREVOLI
§§ Con un salario minimo garantito in tutta la Svizzera, a tutti i lavoratori sarebbe garantito un salario equo. I datori
di lavoro non potranno più assumere
dipendenti con salari molto bassi (dumping).
§§ Oggi molti impiegati non riescono a
vivere con il salario che guadagnano.
Per questo è necessario un salario minimo di 4000 franchi.
ARGOMENTI DEI CONTRARI
§§ I datori di lavoro che non possono permettersi salari così alti elimineranno
alcuni posti di lavoro.
§§ Già oggi esistono misure sufficienti
per proteggere i salari e per sostenere le persone con entrate molto basse
(per es. assegni famigliari, sussidi per
la cassa malati, ecc.).
CHI SONO LE PARTI SOCIALI?
Per parti sociali si intende l’insieme delle associazioni dei lavoratori (sindacati) e
di quelle dei datori di lavoro, le quali stabiliscono insieme, per determinati settori,
il salario e le condizioni di lavoro minime in un contratto collettivo di lavoro.
ULTERIORI INFORMAZIONI
CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO (CCL)
I contratti collettivi di lavoro sono negoziati dalle parti sociali e regolano il
salario e le condizioni di lavoro (per es. vacanze, ore di lavoro, tempo di
disdetta, salario minimo,…). I CCL possono valere per singole aziende così
come per interi settori di lavoro (ad esempio il settore edile). Visto che nelle
singole regioni della Svizzera è necessario più o meno denaro per vivere,
i CCL al momento sono negoziati diversamente in ogni singola regione. Al
momento esistono all’incirca 600 CCL, che regolano le condizioni di lavoro
di circa 1.5 milioni di impiegati.
§§ Materiale di voto ufficiale
www.bk.admin.ch/themen/pore/
va/20140518/index.html?lang=it
§§ A favore
www.salari-minimi.ch
§§ Contro
www.mindestlohn-nein.ch/it
§§ Progetto la gioventù dibatte
www.lagioventudibatte.ch
mit Texten von
avec des textes de
con i testi di

Documenti analoghi