L`agente: «Ora non dipende più da noi

Commenti

Transcript

L`agente: «Ora non dipende più da noi
L'agente: «Ora non dipende più da noi»
«Confermo che la trattativa è in via di definizione e
che attendiamo che la Pallacanestro Cantù sciolga la riserva.
Il club ci ha chiesto ancora un
po' di tempo prima di comunicarci la sua decisione, noi abbiamo acconsentito e restiamo in
paziente attesa».
Floriano Storelli è colui che
da anni rappresenta gli interessi
nel mondo del basket di Carlo
Recalcati. Cinquantatré anni,
pugliese di Bari, ma dal 1994 residente a Lucca dove è titolare di
un noto studio legale, è un avvocato penalista. Chi lo conosce
bene lo dipinge come un diplo-
matico all'ennesima potenza,
educato nei modi e raffinato nel
vestire. Uno, però, che non si
concede più di tanto. Ieri nel tardo pomeriggio l'abbiamo raggiunto telefonicamente mentre
rientrava in Toscana dopo l'incontro avuto a Cermenate.
«Inbase all'esperienza che ho
maturato in questo settore confida - rilevo come questa sia
una trattativa piuttosto lunga
rispetto a quanto accade solitamente. Ma se si dovesse chiudere positivamente saremmo
egualmente molto contenti perché non vi sto neppure a dire
quanto al mio assistito stia a
cuore il suo legame con la città di
Cantù e ovviamente con questa
società di pallacanestro. Intanto
non possiamo fare altro, però,
che aspettare la decisione da
pai-te del club».
Ma qual è il nodo attorno al
quale si è attorcigliata la situazione? «Non mi faccia dire altro,
anche perché ho detto già più di
quanto avrei potuto e dovuto.
Sono partito stamane (ieri, ndr)
da Lucca per venire a Cantù
convinto di chiudere la faccenda, mentre faccio ritorno a casa
senza che vi sia stata l'attesa definizione. Ma di sicuro ora non
dipende più da noi».
F.Cav.
L'avvocato Fiorenzo Storelli

Documenti analoghi