PRESTITO FIDUCIARIO: il prestito ponte tra l`Università e il lavoro

Commenti

Transcript

PRESTITO FIDUCIARIO: il prestito ponte tra l`Università e il lavoro
PRESTITO FIDUCIARIO: il prestito ponte tra l’Università e il lavoro
A cosa serve
Prestito Fiduciario è il primo "prestito-ponte" dall'Università al lavoro, pensato insieme agli Atenei italiani
per consentire agli studenti universitari e post – universitari che investono sul proprio futuro di farlo in
tranquillità e a condizioni particolarmente vantaggiose, Lo studente è libero di utilizzare il finanziamento per
qualsiasi esigenza: pagare le rate universitarie, acquistare computer, libri di testo, finanziarsi un master o una
scuola di specializzazione o integrare il suo assegno di ricercatore.
Come funziona
Con l’attivazione di Prestito Fiduciario viene aperto un conto corrente a condizioni di favore, sul quale
verrà resa disponibile una linea di credito incrementata semestralmente secondo il piano convenuto con
l’ESU. E’ possibile prelevare con il Bancomat, effettuare disposizioni dal conto corrente via Internet e
monitorare costantemente la situazione con i servizi di Banca Diretta (Internet Banking, Phone Banking e
Mobile Banking).
Durante il periodo di mantenimento della linea di credito in conto corrente lo studente non avrà alcun
obbligo di rimborso, nemmeno degli interessi. Anche dopo il termine degli studi non dovrà cominciare subito
a restituire, ma avrà un anno di “moratoria” per trovare lavoro. Entro la scadenza di questo “anno – ponte”
potrà scegliere come restituire il suo debito in un massimo di 96 comode rate mensili di importo costante.
Come si richiede
Attraverso il sito www.studenti.intesasanpaolo.it lo studente potrà inoltrare la domanda di Prestito
Fiduciario all’ESU che la validerà sulla base dei requisiti previsti dalla convenzione tra la banca e l’ESU.
Riceverà una e - mail di conferma di tale accoglimento, con la quale potrà recarsi, provvisto di un documento
d’identità e del codice fiscale, in una filiale della Cassa di Risparmio del Veneto, dove gli verrà aperto il
conto corrente e concessa la linea di credito.
Durata e modalità e importi di erogazione
La linea di credito in conto corrente viene erogata progressivamente in tranches semestrali per una durata
massima di tre anni a cui seguono l’anno ponte e successivamente il periodo di rimborso per una durata
massima di 8 anni.
Il finanziamento è rappresentato da un’apertura di credito in conto corrente di importo crescente, con un
massimo di 15 mila euro. Con periodicità semestrale, la banca eroga tranches di 2.500 euro previa verifica da
parte dell’ESU del rispetto dei previsti requisiti di merito. Il finanziamento è senza vincolo di destinazione.
Rimborso
Il rimborso rateale del debito, in massimo 96 rate mensili di pari importo, verrà richiesto a partire dal termine
dell’anno ponte che decorre dalla fine del periodo di studio o dall’abbandono degli studi. Si potrà comunque
rimborsare in via anticipata, totalmente o parzialmente il debito senza alcuna penale.
Marzo 2009

Documenti analoghi