Corso Sicurezza

Commenti

Transcript

Corso Sicurezza
SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO
PRESENTAZIONE
La diffusione della conoscenza dell’igiene e della sicurezza nei luoghi di lavoro, come diritti
fondamentali del lavoratore, nonché patrimonio culturale del nostro ordinamento giuridico è un
obiettivo che ogni paese evoluto deve raggiungere.
La sicurezza sul lavoro continua ad essere uno dei temi drammatici che la cronaca non smette
di portare in evidenza quasi ogni giorno. Ogni anno mediamente il 6% dei lavoratori italiani
subisce un incidente sul lavoro. Ci sono stati progressi in diversi settori del lavoro, nonostante
ciò, ogni giorno tre persone perdono la vita per disgrazie legate alla propria attività lavorativa.
I decessi, gli infortuni e le malattie legate al lavoro continuano a destare grande
preoccupazione.
Nel 2008 è stato emanato in Italia il D.Lgs. 81 che, riordinando e modificando le norme
precedenti, tra cui il D.Lgs. 626 del ’94, ha precisato il nuovo assetto per la disciplina della
sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
Per la prima volta è stabilito un unico testo normativo che pone l’accento sulla “gestione della
sicurezza” mettendo al centro della prevenzione l’impegno coordinato di tutti i soggetti del
processo produttivo: datore di lavoro, dirigenti, preposti e lavoratori. Ogni lavoratore non è più
considerato soltanto come destinatario delle norme di sicurezza, ma ne diventa soggetto attivo
con il concorso di tutti.
Ai fini della promozione e divulgazione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro, gli
istituti scolastici di ogni ordine e grado, possono inserire nei percorsi di istruzione e formazione
professionale, percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie scolastiche in tema di
salute e sicurezza sul lavoro, secondo quanto previsto anche dall’art. 11 del D.Lgs. 81/08
(comma c): “…………….finanziamento delle attività degli istituti scolastici, universitari e di
formazione professionale finalizzata all'inserimento in ogni attività scolastica ed universitaria,
nelle istituzioni dell'alta formazione artistica e coreutica e nei percorsi di istruzione e
formazione professionale di specifici percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie
scolastiche volti a favorire la conoscenza delle tematiche della salute e della sicurezza nel
rispetto delle autonomie didattiche…..”.
Il programma che segue ha l’intento, viste le considerazioni sopra esposte, di fornire un
quadro generale agli studenti universitari che in tempi brevi si affacceranno sul mondo del
lavoro e che potranno operare o, come liberi professionisti, o come figure aziendali ricoprendo
ruoli che prevedono la gestione del personale.
Il programma si sviluppa nel mese di Aprile e prevede sette moduli: il giovedì sono previste tre
ore di lezione, il sabato quattro ore di lezione, per un totale di ventiquattro ore di lezione.
1
SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO
PROGRAMMA
I MODULO (3 ore)
8 aprile 2010
Il D.Lgs. 81/08 e s.m.i.
Principi giuridici comunitari e nazionali.
Il quadro normativo in materia di sicurezza dei lavoratori e la responsabilità civile e penale.
Il servizio di prevenzione e protezione
Il servizio di prevenzione e protezione.
Le capacità e i requisiti professionali degli addetti e dei responsabili dei servizi di
prevenzione e protezione interni ed esterni.
II MODULO (4 ore)
10 aprile 2010
La gestione della prevenzione nei luoghi di lavoro
I compiti del servizio di prevenzione e protezione.
Lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e
protezione dai rischi.
La riunione periodica.
Le misure generali di tutela.
I nuovi soggetti tutelati.
La delega di funzioni.
Gli obblighi del datore di lavoro non delegabili.
Gli obblighi del datore di lavoro e del dirigente.
Gli obblighi del preposto.
Gli obblighi dei lavoratori.
Le disposizioni relative ai lavoratori autonomi.
Gli obblighi dei progettisti, dei fabbricanti, dei fornitori e degli installatori.
Gestione delle emergenze
Disposizioni generali.
Diritti dei lavoratori in caso di pericolo grave e immediato.
Primo soccorso.
Prevenzione incendi.
III MODULO (3 ore)
15 aprile 2010
La valutazione dei rischi
Modalità di effettuazione della valutazione dei rischi.
Oggetto della Valutazione dei rischi: i contenuti minimi del D.V.R.; i nuovi contenuti del
documento che si aggiungono ai precedenti (art. 28 c. 1; art. 28 c. 2 lett. d), e) ed f)
D.Lgs. 81/2008 e s.m.i). Confronto tra D.lgs. 626/94 e D.lgs. 81/08 e s.m.i..
Criteri adottati per la valutazione dei rischi.
La progettazione del D.V.R.. Le fasi del D.V.R..
Procedure per l’attuazione delle misure da realizzare.
L’aggiornamento del D.V.R.
Le aziende che possono elaborare il D.V.R sulla base di procedure semplificate.
2
IV MODULO (4 ore)
17 aprile 2010
Consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori
Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.
Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale.
Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo.
Le attribuzioni del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.
Gli organismi paritetici
La prevenzione incendi
Termini e definizioni generali relativi all’incendio ed alla prevenzione incendi.
Le misure di protezione attiva: distanze di sicurezza, resistenza al fuoco e
compartimentazione, vie di esodo e reazione al fuoco dei materiali.
Le misure di protezione passiva: attrezzature ed impianti di estinzione degli incendi, sistemi
di allarme, segnaletica e illuminazione di sicurezza.
Il piano di emergenza.
V MODULO (3 ore)
22 aprile 2010
La prevenzione sanitaria
Definizione di Medico Competente.
Ruolo e compiti del Medico Competente.
La sorveglianza sanitaria ed il giudizio di idoneità.
Formazione, informazione e addestramento
Informazione ai lavoratori.
Formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti.
VI MODULO (4 ore)
24 aprile 2010
La gestione in sicurezza degli appalti –art. 26 del D.lgs 81/08Gli obblighi connessi ai contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione.
Verifica dell’idoneità tecnico-professionale.
Il sistema di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi.
Gli obblighi di promozione della cooperazione e coordinamento da parte del datore di
lavoro committente.
Gli obblighi di redazione del D.U.V.R.I. per l’imprenditore committente e i costi della
sicurezza.
VII MODULO (3 ore)
29 aprile 2010
Organizzazione e sistemi di gestione
La responsabilità amministrativa delle società ex D.lgs. 231/01.
L’art. 30 del D.lgs 81/08 e s.m.i. e i modelli di gestione.
Il sistema di gestione della sicurezza.
Il Nuovo Sistema sanzionatorio
Gli Organi di vigilanza: potenziamento, nuovi poteri interdittivi e sospensione dell’attività
imprenditoriale.
La disciplina sanzionatoria.
3

Documenti analoghi