ISRAELE: nota di settore legno edilizia

Commenti

Transcript

ISRAELE: nota di settore legno edilizia
ISRAELE: nota di settore legno edilizia
ISRAELE: SCHEDA DI SETTORE – SETTEMBRE 2011
INDICE
1.
QUADRO CONGIUNTURALE ISRAELE
3
1.1 Quadro economico generale
3
1.2 Interscambio commerciale Israele-mondo
5
1.3 Interscambio commerciale Israele-Italia
6
2
QUADRO GENERALE SETTORE LEGNO-ARREDO
9
3
STATISTICHE IMPORT –SETTORE LEGNO-ARREDO
10
4
L’INDUSTRIA DEL MOBILE IN ISRAELE
26
4.1 Indicatori del settore
27
4.2 Elenco grandi produttori
27
4.3 Associazione di categoria
29
5
29
IL SISTEMA DISTRIBUTIVO DEL SETTORE MOBILI
5.1 Distribuzione mobili di produzione locale
29
5.2 Distribuzione mobili d’importazione
30
5.3 Altre formule di distribuzione
31
6
PROCEDURE E DAZI D’IMPORTAZIONE
32
7
DATI E STATISTICHE
34
8
PUBBLICITA’ E MEZZI DI COMUNICAZIONE
35
8.1 Stampa e siti specializzati
35
8.2 Stampa locale “on-line”
35
9
PROMOZIONE FIERISTICA
37
10
CONCLUSIONI
37
11
BIBLIOGRAFIA
38
Copyright FederlegnoArredo
2
ISRAELE: SCHEDA DI SETTORE – SETTEMBRE 2011
QUADRO CONGIUNTURALE ISRAELE
1.1
Quadro economico generale
Gli indicatori macro-economici relativi al secondo semestre 2010 mostrano una significativa ripresa
di questa economia e una importante espansione dell'attività economica.
Nell'ultima consultazione ex art. IV, lo stesso FMI ha sottolineato che la ripresa dell'economia
israeliana dalla crisi economica globale è stata comparativamente molto rapida, grazie al
combinato disposto di un'azione particolarmente decisa da parte delle Autorità israeliane e di una
cornice di politica macrofinanziaria rafforzata da un repentino e significativo incremento della
domanda globale ed interna.
A fine 2010 il PIL ha fatto registrare la crescita media annuale in termini reali del 4,6%, orientata da
maggiori consumi, esportazioni e investimenti con conseguenti aumenti nella produzione e nelle
vendite da parte delle principali industrie israeliane.
Nel quarto trimestre del 2010, la crescita economica ha mostrato un’importante accellerazione pari
al 7,8%, in considerazione del forte incremento del 9,8% registrato dai consumi privati, grazie ai
maggiori acquisti di beni durevoli (+ 40% circa). Nello stesso trimestre la crescita economica ha
segnato un aumento dell'8,9%. Il miglioramento in questione dell'economia è anche riscontrabile
dall'Indice Composto sullo Stato dell'Economia, che è cresciuto del 4,2% annuo nei soli mesi di
settembre-dicembre 2010.
Nell'anno in riferimento i consumi privati sono aumentati del 4,9% grazie soprattutto ai consumi di
beni non-durevoli in aumento del 12,7% mentre i beni durevoli sono aumentati del 4,2%. Sono
cresciuti anche gli investimenti fissi. I consumi pubblici, invece, sono aumentati del 5,9%. Gli
investimenti lordi, in percentuale del PIL, hanno rappresentato nel 2010 il 15,4%. Il PIL pro-capite
israeliano ha registrato un incremento del 2,7% nel 2010, pari a US dollari 28.500 annui.
Nell'anno in questione la crescita economica in Israele ha registrato un incremento del 5,3% in
quanto la maggior parte delle industrie israeliane ha saputo assorbire gli effetti negativi della crisi
globale: sebbene il settore manifatturiero sia aumentato in misura inferiore rispetto agli altri,
l'attività nelle costruzioni è rimasta molto alta ed il credito immobiliare ha continuato ad espandersi
rapidamente.
Copyright FederlegnoArredo
3