I cani fotografati nel servizio sono dell

Commenti

Transcript

I cani fotografati nel servizio sono dell
138
allungo e spinta del posteriore, gli arti posteriori si muovono
in linea con gli anteriori e il posteriore resta fermo e orizzontale.
UN BEL MANTELLO. Il pelo e` doppio, con sottopelo folto,
soffice e piu` corto del pelo di copertura, il mantello esterno
e` diritto, ruvido e un po sollevato dal corpo. E` corto su
testa, parte inferiore degli arti e orecchie, al garrese e groppa e` circa di 5 cm, ed e` leggermente piu` lungo che sul resto
del corpo, tranne sulla coda, dove e` piu` lungo e piu` abbondante che in ogni altra parte.
Puo` avere qualsiasi colore come rosso, fulvo, bianco o anche
tigrato o pezzato. I colori sono brillanti e puliti e le macchie
ben equilibrate, con o senza maschera o stella: i cani bianchi
monocolori non hanno maschera, quelli pezzati hanno la
tinta di fondo bianca con macchie larghe simmetriche, che
ricoprono la testa e piu` di un terzo del corpo.
Laltezza al garrese nei maschi e` 66-71 cm, nelle femmine 6166 cm.
FEDELE E AFFIDABILE. Il comportamento con i membri
della sua famiglia e` quello di un cane affidabile, che ama il
contatto con le persone che conosce: e` amichevole, dolce,
affettuoso, docile, paziente con i bambini e ben disposto a
giocare con loro e, nonostante la mole importante, e` discreto e niente affatto ingombrante.
Con gli estranei, invece, e` molto riservato e diffidente, caratteristica che lo rende un eccellente cane da guardia e difesa,
che abbaia solo quando e` necessario: a questo riguardo e` consigliabile farlo socializzare con tutte le persone al di fuori della cerchia familiare che entrano abitualmente in casa, in modo che non le consideri potenziali pericoli.
In casa e` tranquillo e paziente e si adatta senza problemi alla vita in appartamento, ma sara` ben contenIL CLUB. Club Italiano Razze Nordiche (CIRN), sezione S.H.I.R.R. (Sezione
to di uscire in passeggiata.
Shiba Inu, Akita Americano e Razze Rare), www.shirr-cirn.com
Con gli altri cani e` tendenzialmente dominante, indifferente a quelli inoffensivi, ma pronto a reagire se
provocato.
Con gli altri animali la socializzazione deve cominciare il prima possibile: avendo un passato da cacciatore, potrebbe considerarli
come prede e non come compagni con cui dividere la casa.
Dal cugino giapponese ha ereditato una buona dose di testardaggine che lo porta a eseguire un comando solo quando ne e` assolutamente convinto.
FORTE, MA ANCHE TESTARDO.
Durante le due mute stagionali
perde copiose quantita` di pelo...
bisogna tenerne conto e armarsi in
questi periodi di spazzola e aspirapolvere.
Il carattere dellakita americano e`
forte, la sua educazione deve
cominciare il prima possibile sfruttando la sua predisposizione alladdestramento, ma facendo in modo
che provi stima e rispetto per il
padrone: ricorrere alla forza o a
metodi troppo rigidi potrebbe mettere in mostra il lato ostinato e
caparbio che e` parte di lui.
Per quanto ami la vita casalinga e
sia abbastanza sedentario, allo
stesso modo ama accompagnare il
padrone in belle passeggiate allaria
aperta.
Lakita americano e` un cane dalla
costruzione solida, di sana e robusta costituzione il cui pelo, oltre a non richiedere cure particolari, lo protegge a sufficienza dal freddo.
La razza, pero`, puo` essere interessata ad alcune patologie come la displasia dellanca, malattie oculari entropion, displasia retinica, atrofia progressiva della retina e glaucoma e due patologie di tipo autoimmune che sono ladenite sebacea e la sindrome
di Harada.
I cani fotografati nel servizio sono dellallevamento Monterosa Akita di Giangiacomo Longoni, www.monterosaakita.org